Sei in: Medico on-line > Endocrinologia

Aderiamo allo standard HONcode per l'affidabilità dell'informazione medica Aderiamo allo standard HONcode per l'affidabilità dell'informazione medica.
Verifica qui.


Endocrinologia
Referenti

ultimo aggiornamento 12/03/2009
 
Aree tematiche

    Il Dott. Valerio Chiarini risponde alle domande inerenti :
  • malattie della tiroide
  • malattie delle paratiroidi
  • malattie dell’ipofisi

Nella compilazione della tua domanda ti chiediamo gentilmente di attenerti il più possibile alle aree tematiche qui sopra riportate
ultimo aggiornamento 12/03/2009
Invia la tua domanda
- Eq. Prof. Pasquali ha raggiunto il limite massimo di domande a cui rispondere

Domande / Risposte
tiroidectomia
9 Mar 12 - andrea, 37 anni (id: 121120)
  salve sono un ragazzo di 37 anni che a fine scorso anno ho subito un intervento di tiroidectomia totale e asportazione dei linfonodi centrali per la presenza di un carcinoma papillare multifollicolare. ad oggi prendo ancora - 1 gr di calciodie ( tp iniziale con 3 pillole da 1 gr per 3 volte al giorno ) - 0,5 di calcitriolo ( allinizio 3 pillole ) - terapia sostitutiva di 150 mg di eutirox. inoltre avendo avuto in passato un angioma cavernoso frontale sono in tp con il lamictal... la mia domanda è la seguente...oggi ho eseguito degli esami ematici di controllo...e mi sono preoccupato nel vedere : - fosfatasi alcalina bassa (56) - globulina beta 1 alta (7.5) - leucociti ridotti (4... continua >>
.17) - ematocrito ridotto (41.4) - calcio 7.8 - fosforo 4.6 vorrei chiedere delle spiegazioni in merito alle variazioni della fosfatasi alcalina,globulina,leucociti ed ematocrito in quanto io non ho mai avuto delle variazioni. grazie
Se si eccettua gli indici del bilancio calcio- fosforo, discretamente controllati, gli altri esami non sono di interesse endocrinologico. Inoltre non menziona i limiti di normalità del laboratorio. Conviene sottoporli all’attenzione del suo medico curante
Eq. Prof. Pasquali


palma
8 Mar 12 - palma, 15 anni (id: 121102)
  Salve mia figli di anni 15 soffre di dolori mestruali i primi due giorni del ciclo. Al momento usa Antalgil 1 cps 3 volte al giorno per due giorni ma ho letto che antalgil non ha la molecola protettiva per lo stomaco. Ho letto che i farmaci con attività antiprostaglandinica sono piu efficaci quale farmaco mi consiglia magari con meno danni allo stomaco? E meglio preferire le bustine, compresse o supposte? grazie cordiali saluti
la scelta del farmaco dipende dalla intensità del dolore e dalla soglia individuale del dolore; se i comuni analgesici non sono efficaci, potrebbe ricorrere alla categoria dei FANS, le consiglio tuttavia di ricorrere sempre al medico di base per la prescrizione.
Dott. Valerio Chiarini

loredana
8 Mar 12 - loredana, 46 anni (id: 121092)
  buongiorno, sono loredana e da circa 6 anni soffro di tiroidite scoperta perchè all improvviso ingrasso pur soffrendo di depressione il mio neurologo azzecca subito il problema facendomi fare analisi ft3 ft4 e tsh con risultati positivi. mi sono messa in cura all ospedale policlinico umberto 1 ma stanca di non trovare sempre la mia dottoressa ho lasciato da 1 anno e mezzo continuando a prendere sempre la stessa terapia...eutirox 150 più mezza pasticca di t3 da circa 2 anni. la terapia e sempre la stessa volevo dire che per poter sistemare la terapia ho combattuto molto con la dottoressa perchè il tsh continuamenavate cambiava alternavo eutirox 125 alternato a dior... continua >>
ni alterni con 150 poi per sistemare il tsh mi ha inserito il t3 cosi la situazione si è sistemata. ora però facendo controllo ecografia si è riscontrato nodulo solido a dx ipercogeno di mm 5.9 3.6 .5.8 con alcuni linfonodi reattivi ingranditi di tipo reattivo si apprezzano in sede laterocervicale bilaterarmente diam.max. mm 21.5 vorrei sapere se devo preoccuparmi perchè il medico di famiglia mi ha detto che forse devrò toglierlò. io prendo inoltre come terapia per depressione sanax 0,50 la sera e mezza pasticca praxotina la sera. la ringrazio.
pr con il limite dovuto al fatto di non vedere l’ecografia, direi che il nodulo non è assolutamente preoccupante.
Dott. Valerio Chiarini

cisti del dotto tireoglosso
8 Mar 12 - MASSIMO, 50 anni (id: 121088)
  Egr.Professore, volevo un suo parere sul responso di una ecografia. In corrispondenza della tumefazione palpabile in regione sovraiodea è visibile immagine anecogena di 18x10 di aspetto cistico verosimile cisti del dotto tireoglosso.Tiroide con ecostruttura dismogenea e ipocogena espressione di processo tiroiditico da inquadrare clinicamente Distinti Saluti
Innanzitutto visto il volume è indicato un agoaspirato per esame citologico; poi occorrerà valutare la eventuale compressione delle strutture del collo. Qualora ciò avvenisse sarà opportuna l’asportazione. La tiroidite cronica andrà invece valutata con esami di funzionalità tiroidea e autoimmunità specifica
Eq. Prof. Pasquali

angela
6 Mar 12 - ANGELA, 51 anni (id: 121069)
  Referto agoaspirato tiroideo: EMAZIE, COLLOIDE E TIREOCITI ISOLATI O RIUNITI IN PICCOLI CUMULI A MORFOLOGIA REGOLARE. CELLULE INFIAMMATORIE. GIUDIZIO CITOLOGICO NEGATIVO. TIR:2
la risposta si riferisce ad un nodulo benigno
Dott. Valerio Chiarini

terapia sostitutiva
5 Mar 12 - Gilda, 43 anni (id: 121063)
  Buongiorno, dalle ultime analisi fatte risultano i valori FT4 10,8; TSH 5,21; Tireglobulina 3,0 TPO >1300,0. Lo scorso anno mi è stato diagnosticato un IPOTIROIDISMO LIEVE, con prescrizione di EUTIROX da 25 microgrammi da prendere a giorni alterni 1 compressa intera e una a metà (dallecografia risulta anche un nodulo al polo inferiore del lobo sx). Negli ultimi due mesi ho avuto un notevole aumento di peso, tachicardia, stanchezza, insonnia. Ritiene che sia il caso che mi venga prescritto un aumento del dosaggio del farmaco che attualmente prendo? Grazie Cordiali saluti
Senz’altro sì
Eq. Prof. Pasquali

donatella
5 Mar 12 - DONATELLA, 50 anni (id: 121061)
  Egr. Dr. Chiarini, ho fatto degli esami inclusi quelli per la tiroide, premetto che sono già in menopausa da ben 5 anni,i valori sono i seguenti: TSH (orm.Tireotropo)3G è 17.67 - FT4: 5.5 Ho capito che la Tsh è alta, ma non ho capito quanto sia grave. Grazie anticipatamente per una Sua risposta. Eventualmente gli esami completi li ho anche in formato Pdf.
i valori di TSH sono indicativi di ipotiroidismo, deve iniziare terapia con tiroxina, le consiglio di rivolgersi al suo medico curante per la prescrizione.
Dott. Valerio Chiarini

tiroidite autoimmune
3 Mar 12 - greta, 34 anni (id: 121041)
  Gentilissimo Dottore 34 anni, celiaca; seguo scrupolosamente la dieta (anche priva di lattosio) e mangio in modo molto equilibrato. Ma sto guadagnando peso (ero 49 kg prima della dieta, ora 53-54). Sono preoccupata, perchè davvero mi limito nellassumere cibo. Dagli ultimi esami fatti risulta: anticorpi anti Tireoglobulina 19 (rif. 0.0-5.0); anticorpi anti Tireoperossidasi 75.8 (0.0-10.00). TSH 2.433 (rif. 0.400- 4200). I medici sino ad ora mi hanno detto di non preoccuparmi finchè il TSH è nella norma, ma io comincio a sentirmi stanca, ho dolori alle braccia, alla schiena.... Chiedo se la tiroide davvero sia sana o sia necessaria una cura. Ho anche ANA positivi (1:160). Grazie mille.
Concordo con il suo medico sul fatto che la funzionalità tiroidea è nella norma e quindi i sintomi che avverte non siano attribuibili alla tiroidite autoimmune. Potrebbe essere utile eventualmente una valutazione della funzionalità surrenalica.
Eq. Prof. Pasquali

ghiandole salivari
1 Mar 12 - tommaso, 40 anni (id: 121022)
  Buongiorno ho 40 anni e da circa 6 anni soffro di una fastidiosa ipersalivazione (una specie di acquolina in bocca sempre presente) che mi porta a deglutire spesso ho gia fatto visite presso un gastroenterologo e un otorino che hanno supposto un problema di natura ansiogena la mia domanda e se e il caso di fare una visita endocrinologica e le chiedo che possibilita ci sono che il problema sia dovuto a patologie ormonali o a disfunzioni delle ghiandole salivari grazie comunque buona giornata
Le ghiandole salivari non sono di pertinenza endocrinologica in quanto non secernono ormoni, nè da ormoni sono regolate.
Eq. Prof. Pasquali

gfranco
1 Mar 12 - g franco, 71 anni (id: 121019)
  o fatto ecografia tiroide ecco i dati tiroide morfologia regolare visibilita cisti 8mm lobo sx e 6 mm lobo dx in sede latero cervicale adenopatie sino 16 mm tipo reattivo devo preoccuparmi???? grazie
non deve preoccuparsi; nulla di grave. Ripeta l’ecografia tra 18-24 mesi.
Dott. Valerio Chiarini

irsutismo
1 Mar 12 - enrica, 27 anni (id: 121017)
  salve dottore le spiego subito il mio problema.sono un ex obesa che ha subito due interventi bariatrici.spesso vengo qui in questo sito per informarmi chiedere pareri e consigli.ora sono qui con un nuovo problema...oltre ad avere un telogen effluvium dovuto ai miei interventi..mi sono accorta che ho dei peletti nel viso che prima non avevo.mi sono trovata questi peletti anche sotto il seno ke poi ho provato a toglierli con le mani e sono andati via ,e non ho sentito manco lo strappo.poi ho notato sta peluria vicino alla bocca e alle basette e vicino allokkio-che prima non avevo-.ho detto questo al mio dermatologo e mi ha detto che mi deve vedere un endocrinologo.poi..di recente ho fatto degl... continua >>
i esami tirroide ..ormoni ferro ecc ecc.il mio medico di base dice che va tutto bene e non vuole farmi nessuna rikiesta per un endocrinologo...e non so come fare.mi trovo in alto mare.se gli esami vanno bene come mai questa peluria in piu?forse nn ho fatto tutti gli esami giusti non so.cosa mi consiglia?cosa puo essere?cavolo sembra che stia diventando un uomo non so:((
Non solo gli ormoni tiroidei sono responsabili di peli in eccesso; non è chiaro cosa altro sia stato dosato e con quali modalità. Gli esami vanno interpretati e in questo senso sarebbe utile l’endocrinologo. Ma se il suo medico di base non la vuole mandare è nel suo pieno diritto, per legge. Le rimane solo la carta di andare in libera professione, magari da un endocrinologo che lavori anche in un policlinico.
Eq. Prof. Pasquali

Marianna
29 Feb 12 - Marianna, 38 anni (id: 121007)
  Egr. Dott. Le scrivo per sottoporLe un dubbio. Sono soggetto con lieve ipotiroidismo (5.2tsh di origine autoimmune)in cura con levotiroxina da diversi mesi e desideroso di una gravidanza. La levotiroxina può avere un ruolo nello sviluppo di polipi uterini? La ginecologa mi ha detto che i polipi hanno "origine ormonale". Dai controlli precedentementi allassunzione della levotiroxina non risultavano presenti mentre ora ci sono mi chiedevo se il cambiamento ormonale determinato dallassunzione della levotiroxina non possa aver determinato lo sviluppo dei polipi. Se così fosse anche togliendoli chirurgicamente poi si ripresenteranno?
escludo che la tiroxina possa avere indotto la comparsa di polipi
Dott. Valerio Chiarini

polipi
29 Feb 12 - Marianna, 38 anni (id: 121006)
  Egr. Dott. Le scrivo per sottoporLe un dubbio. Sono soggetto con lieve ipotiroidismo (5.2tsh di origine autoimmune)in cura con levotiroxina da diversi mesi e desideroso di una gravidanza. La levotiroxina può avere un ruolo nello sviluppo di polipi uterini? La ginecologa mi ha detto che i polipi hanno "origine ormonale". Dai controlli precedentementi allassunzione della levotiroxina non risultavano presenti mentre ora ci sono mi chiedevo se il cambiamento ormonale determinato dallassunzione della levotiroxina non possa aver determinato lo sviluppo dei polipi. Se così fosse anche togliendoli chirurgicamente poi si ripresenteranno?
Quando la ginecologa parla di "ormoni" intende quelli ovarici. Gli ormoni tiroidei non influiscono sulla crescita dei polipi uterini (cervicali o endometriali che siano). In prospettiva di una gravidanza è essenziale che la terapia sia proseguita, al dosaggio idoneo a mantenere il TSH inferiore a 2,5
Eq. Prof. Pasquali

marianna
29 Feb 12 - marianna, 21 anni (id: 121002)
  salve dottore,volevo chiederle una cosa molto semplice ma che mi tormenta da giorni.. soffro di tiroidite di hashimoto e mi è stata diagnosticata circa un anno fa, assumo eutirox 75 e sto molto molto meglio anzi mi sento proprio bene. Le ultime analisi fatte a gennaio sono uscite abbastanza bene TSH 0,98 PROLATTINA 40,34 e i valori do riferimento mi portano massimo 35ng/ml . questanno mi sposo e vorrei sapere se con questi valori è possibile avere una gravidanza. Secondo voi la prolattina è alta? La ringrazio anticipatamente Distinti saluti Marianna
i valori di prolattina son superiori alla norma ma questo dato non significa, di per sè, che lei abbia una malattia. La prolattina è un ormone che risente di tanti fattori e anche della puntura per il prelievo. Se lei ha mestruazioni normali, non dovrebbero esserci problemi per una gravidanza.
Dott. Valerio Chiarini

melinda
28 Feb 12 - Melinda, 30 anni (id: 120998)
  Salve sono una mamma di 2 bambini,a mia figlia che ha 6anni a novembre è stata diagnosticata la tiroidite autoimmune,recentemente ho fatto degli esami del sangue a mio figlio che ha 10 anni e sugli esami risulta ft4 unpo alto(20,55).Vorrei sapere per cortesia se questo valore è compatibile con problemi legati alla tiroide.Grazie
se i valori di TSH sono nella norma, non darei grande importanza ai valori di FT4. In ogni caso, a distanza di alcuni mesi, ripeta il prelievo.
Dott. Valerio Chiarini


Da 984 a 999 di 7985