Sei in: Medico on-line > Endocrinologia

Aderiamo allo standard HONcode per l'affidabilità dell'informazione medica Aderiamo allo standard HONcode per l'affidabilità dell'informazione medica.
Verifica qui.


Endocrinologia
Referenti

ultimo aggiornamento 12/03/2009
 
Aree tematiche

    Il Dott. Valerio Chiarini risponde alle domande inerenti :
  • malattie della tiroide
  • malattie delle paratiroidi
  • malattie dell’ipofisi

Nella compilazione della tua domanda ti chiediamo gentilmente di attenerti il più possibile alle aree tematiche qui sopra riportate
ultimo aggiornamento 12/03/2009
Invia la tua domanda
- Eq. Prof. Pasquali ha raggiunto il limite massimo di domande a cui rispondere

Domande / Risposte
risposta
2 Giu 06 - giacomo, 35 anni (id: 37939)
  mi hanno diagnosticato un nodulo tiroideo benigno di 1.8cm con la presenza di iperplasia pseudopapillare.mi hanno consigliato di togliere la parte sinistra chiamata in causa per evitare un futuro calcinoma.è la soluzione più idonea o c’é una alternativa?cosa mi comporterebbe in un futuro?
Concordo con il Suo medico.
Eq. Prof. Pasquali


endo
2 Giu 06 - MarialuisaNeri, 58 anni (id: 37938)
  Da circa quattro anni soffro di noduli alla tiroide e mi sono sottoposta ad ago aspirato con esiti assolutamente confortanti.L’ultima ecografia di controllo recita (21.04.06): tiroide ingrandita, disomogenea, con alcuni noduli nel contesto a diversa ecogenicità, del diam. max di 8 e di 23 mm. a ds e di 8 e di 11 mm. a sin; nella parte posteriore del lobo ds. si rileva un nodulo ipoecogeno di 26 mm. di diam. da valutare con ulteriori indagini(tiroideo? paratiroideo?). Da precisare che tale nodulo era già stato esaminato con l’ago aspirato. Attualmente assumo Eutirox 50. Le indagini successive hanno dato questi esiti: TSH 0,606(0,465-4,680); FT3 5,38 (4,26-8,10); FT4 (14,20 (10,00-28,20);anti... continua >>
corpi antiperossidasi tiroide 0 (<60);tireoglobulina 8,5(6,0-121,0).Paratormone(PTH intatto) 137,00 (9,00-65,00); calcemia 11,0(8,4-10,2). Mi è stata suggerita una scintigrafia.La procedura e la cura sono corrette? C’è da stare tranquilli? Grazie per l’attenzione. Veramente apprezzabile il servizio che eroga. Grazie ancora.
Concordo con il Suo medico.
Eq. Prof. Pasquali

endo
2 Giu 06 - massimo, 40 anni (id: 37937)
  si puo’ guarire dalla tiroidite cronica autoimmune?
Come dice la parola è cronica.
Eq. Prof. Pasquali

endo
2 Giu 06 - massimo, 40 anni (id: 37936)
  volevo sapere la differenza tra tiroidite di ashimoto e tiroidite cronica autoimmune. grazie
Stessa cosa.
Eq. Prof. Pasquali

risposta
2 Giu 06 - Cesare, 67 anni (id: 37915)
  Mia nipote di 8 anni recentemente ha evidenziato un forte odore sgradevole alle ascelle. Non presenta segni di pubertà come peli o sviluppo del seno. Potrebbe ciò essere dovuto ad un problema ormonale e conviene fare degli esami per evidenziare eventuali squilibri endocrini ? Grazie
Deve rivolgersi in pediatria.
Eq. Prof. Pasquali

endo
2 Giu 06 - olga, 39 anni (id: 37904)
  dagli analisi della tiroide i valori sono risultati FT3 2.30(1.40-4.40) FT4 0.92(0.6-2.40) TSH 6.93(0.38-4.5) anti-tireoglobuline 804 (fino a 40)antiperossidasi 126 (fino 35).mi devo preoccupare? Grazie.
Scusi per il ritardo ma spero che abbia consultato già un endocrinologo.
Eq. Prof. Pasquali

endo
2 Giu 06 - gianfranco, 24 anni (id: 37898)
  sono un ragazzo di 24 anni e a metà aprile mi è stato riscontrato un ipertiroidismo dal mio endocrinologo. curato con bromazolo (3 compresse al dì) e inderal(mezza compressa tre volte al dì) la tiroide si era quasi del tutto stabilizzata tanto che dopo una settimana mi è stata ridotta la dose dei farmaci (1 compressa di bromazolo al dì e mezza di inderal 2 volte al dì). il problema è che dopo qualche giorno dall’inizio della cura ho iniziato ad accusare problemi intestinali e il bromazolo è stato sostituito da tapazole.la situazione è tuttavia peggiorata,ho iniziato ad avere forti coliche addominali e diarrea soprattutto dopo i pasti tanto da essere costretto al ricovero ospedaliero.sottopos... continua >>
to a tutte le analisi del caso(esame di feci urina sangue ecografia all’addome) tutto è risultato negativo. sono stato curato col normix e la diarrea si è arrestata. mi hanno tolto inderal è attualmente prendo una sola pillola di tapazole al mattino in quanto la situazione tiroidea è migliorata.sono stato dimesso e mi è stata prescritto il levoxacin in quanto ho dei fastidi alla fine dell’emissione dell’urina(come se qualcuno mi pungesse con un ago)la situazione non è molto migliorata le mie feci non sono formate ma molli e il fastidio alla vescica continua ad esserci anche dopo aver assunto il monuril prescrittomi dal mio medico.cosa potrebbe essere? possibile che non è colpa del tapazole(prima della cura iniziata i primi di maggio non ho sofferto di particolari problemi intestinali).i medici dicono si tratti di un attacco colitico e che una compressa di tapazole si da anche alle donne in gravidanza. ringrazio anticipatamente sperando in una risposta e scusandomi se mi sono dilungato troppo.
Concordo con il parere dei medici da lei consultati.
Eq. Prof. Pasquali

risposta
2 Giu 06 - claudia, 34 anni (id: 37893)
  dopo due anni di assenza di ciclo sono risultata positiva all’anti-ovaio. Quali sono le possibili cure? Cosa comporta questa patologia? E’ guaribile? Sono possibili gravidanze? Se si, ci sono rischi per il nascituro? vi ringrazio in anticipo per una vostra eventuale gradita risposta
L’argomento è piuttosto complesso per cui è difficile fornire una spiegazione esauriente in tale sede, Le consiglio una visita endocrinologica.
Eq. Prof. Pasquali

endo
1 Giu 06 - Simona, 22 anni (id: 37882)
  vorrei sapere se la difficoltà a deglutire potrebbe essere una causa di disturbo alla tiroide, anche se il fastidio non è persistente ma compare solo qualche volta,potrebbe forse essere una questione ansiosa?
Ha fatto degli esami per controllare la funzionalità tiroidea?
Eq. Prof. Pasquali

endo
1 Giu 06 - sara, 32 anni (id: 37874)
  salve,sono alla6sett gestazionale.il ginecologo ha detto che possono esserci rischi x la mia salute .nell 2000 sono stata sottoposta ad intervento di tireodectomia totale e asportazione laterocervicale x carcinoma papillifero della tiroide .sottoposta a ciclo di iodio radiottavo ,,l’ultima scintigrafia nel 2004.nel 2005esame emg arti superiori cui davano esito di sofferenza neurogena,del trapezio,sovraspinosoe sttspin,deficit deltoide dx.vorrei un parere se posso seguire la gravidanza senza problemi o interrompere come suggeritomi dal gineclogo,,,grz!!
Ormai forse è tardi per la risposta.
Eq. Prof. Pasquali

endo
1 Giu 06 - Antonietta, 43 anni (id: 37871)
  Dall’ecografia risulta ecostruttura finemente e diffusamente disomogenea, tenuemente ipoecogena cosa significa? Grazie
Niente di preoccupante tenga la situazione sotto controllo.
Eq. Prof. Pasquali

endo
1 Giu 06 - PAOLA, 36 anni (id: 37856)
  NEL 2001 MI E’ STATA DIAGNOSTICATA UNA TIROIDITE AUTOIMMUNE HO PRESO EUTIROX 50 FINO ADESSO,MA ORA FACENDO LE ANALISI SONO RISULTATA CON TSH 18,208 mcIU/ml , questo aumento vertiginoso e’ dovuto anche ad una vita frenetica in quanto lavoro molto oppure.... grazie
Scusi per il ritardo spero che abbia consultato il suo endocrinologo per aggiustare la terapia.
Eq. Prof. Pasquali

endo
1 Giu 06 - ROBERTO, 43 anni (id: 37820)
  Gentilissimo Prof. Pasquali, la ringrazio per la celerissima risposta. Preciso che io sono alto 182 cm e che mia moglie è 165 cm. Può cortesemente dirmi di quali altri dati necessità? RingraziandoLa nuovamente, la prego gradire i più cordiali saluti. (rif. id 37818)
Non è possibile dare così una risposta con dati scollegati.
Eq. Prof. Pasquali

endo
1 Giu 06 - FLAVIO, 51 anni (id: 37819)
  è stato evidenziato un nodo tiroideo di circa 21-22 mm.E’stata effettuata,mediante agoaspirato,biopsia da cui risulta la seguente diagnosi:quadro citomorfologico orientativo per struma nodulare colloide con alterazioni regressive.Quali sono i problemi che devo affrontare ?
Faccia dei controlli periodici e non si preoccupi.
Eq. Prof. Pasquali

endo
1 Giu 06 - ROBERTO, 43 anni (id: 37818)
  Egregio dottore, mia moglie è alta 165 cm circa e mio figlio che compirà 16 anni il prossimo agosto è alto 167 cm. Il problema è che la sua crescita è stata praticamente nulla negli ultimi 3 anni e, da essere uno dei più alti, si è trovato ad essere tra i più bassi dei suoi compagni. Visto che questo fatto è divenuto un problema di tipo psicologico, chiedo un suo cortese parere circa l’eventuale opportunità di effettuare controlli e, se del caso, se esiste la possibilita di intervenire farmacologicamente (senza rischi per la salute) per stimolare lo sviluppo. Ringraziando anticipatamente, porgo i miei più Cordiali saluti.
Mi occorrono più dati per darle una risposta esauriente, bisogna comunque tener conti dell’altezza dei genitori ed eventualmente fare degli accertamenti.
Eq. Prof. Pasquali


Da 5277 a 5292 di 7973