Sei in: Medico on-line > Cardiologia

Aderiamo allo standard HONcode per l'affidabilità dell'informazione medica Aderiamo allo standard HONcode per l'affidabilità dell'informazione medica.
Verifica qui.


Cardiologia
Referenti

ultimo aggiornamento 6/02/2009
 
Aree tematiche

    Il Prof. Daniele Bracchetti risponde alle domande inerenti :
  • Aritmie Cardiache
  • Infarto Miocardico
  • Ipertensione Arteriosa
    Il Dott. Sergio Di Benedetto risponde alle domande inerenti :
  • Prevenzione cardiovascolare
  • Ipertensione arteriosa
  • Cardiopatia ischemica ed infarto miocardio
  • Valvulopatie (malattie delle valvole cardiache)
  • Scompenso cardiaco

Nella compilazione della tua domanda ti chiediamo gentilmente di attenerti il più possibile alle aree tematiche qui sopra riportate
ultimo aggiornamento 26/05/2008
Invia la tua domanda
- Dott. Sergio Di Benedetto assente dal 22/11/2014 al 3/12/2014

Domande / Risposte
cardiopalmo
10 Nov 07 - ANTONIO, 24 anni (id: 68332)
  salve,da circa 2 settimane averto la spiacevole sensazione del battito del cuore(cardiopalmo) tanto che mi sono recato al pronto soccorso 3 volte.tutto accompagnato da fastidi allo stomaco,senso di stanchezza e affaticamento.(bruciore e stomaco chiuso).Ho effettuato gli esami da prassi quali emocromo,controllo pressione,tiroide, tutto ok. Il fastidio rimane soprattutto quando vado a letto e considerando che ho praticato sport agonistico fino ad un anno e mezzo fa con relativi test di idoneotà in cui non sono stati riscontrati problemi al cuore mi chiedo da cosa possano essere originati questi disturbi. il mio medico mi ha consigliato una visita neuro-psichiatrica perchè secondo lui tali di... continua >>
sturbi sono di origine ansiosa. Gradirei avere un Vs. parere.Grazie
Si metta tranquillo ( ANTONIO sesso femminile, ha scritto bene o scive per un altro ?). Faccia un eco e una prova da sforzo se non li ha fatti di recente, e se sono normali come penso lasci stare la visita neurologica. Prof. Daniele Bracchetti Cardiologo Bologna
Prof. Daniele Bracchetti


infarto
10 Nov 07 - Massimo, 49 anni (id: 68327)
  Chiarissimo Professore,nel settembre 06 ho avuto un IMA Anteriore trattato con angioplatica e stent medicato entro 1 ora e mezza circa.Ho avuto un movimento enzimatico CPK-MB abbastanza modesto e nessuna complicanza.Nel tempo una SPET e 4 ecocardiogrammi (no acinesie,ipocinesie) sono risultati negativi.So che chiedo molto ,ma la mia domanda ,credo fondamentale per il futuro è : secondo il suo parere la cosidetta "necrosi" c’è stata e se sì di quale entità secondo Lei ? Grazie mille e complimenti per la veramente utile rubrica
Se c’è stato movimento di enzimi la necrosi s’è stata, se non ci sono acinesie o ipocinesia essa è stata molto piccola,limitata dall’intervento precoce. Stia tranquillo per il suo futuro, cali di peso, faccia attività fisica, e continui la terapia preventiva che sicuramente le hanno prescritto. Prof. Daniele Bracchetti Cardiologo Bologna
Prof. Daniele Bracchetti

prolasso
10 Nov 07 - Valentina, 24 anni (id: 68319)
  Sono una ragazza di 24 anni, caratterialmente molto ansiosa.Premetto che da anni non svolgo attività fisica e che tempo addietro mi hanno riscontrato un piccolo prolasso cardiaco(non ho fato un ecocardiogramma)4 giorni fa ho cominciato a fare aerobica, ma da allora continuo ad avere dolore al petto, nella zona centrale, mi chiedevo se fosse una conseguenza normale allo sforzo fisico cui non sono abituata o se potesse esserci qualche problema, grazie antcipatamente per la risposta.
Senza eco come hanno fatto a diagnosticare il prolasso ? Comunque il prolasso della valvola mitrale e’ un evento privo di significato patologico nella maggior parte dei casi. Consiste in un particolare movimento della valvola mitrale,che tende a rigonfiarsi in concomitanza della sua chiusura dando luogo ad un caratteristico reperto ecocardiografico. Data la sua ampia diffusione ( 5% della popolazione giovanile) esse e’ sovente oggetto di ingiustificata preoccupazione. Spesso si associano sintomi di ansia, dolore al torace sempre su base ansiosa e non dovuti al cuore. Talora c’è la concomitanza di battiti irregolari (extrasistoli) che però non devono preoccupare. Prof. Daniele Bracchetti Cardiologo Bologna
Prof. Daniele Bracchetti

tachicardia
10 Nov 07 - fortunato, 45 anni (id: 68311)
  in questo ultimo anno 2007,mi sta venendo quasi ogni mese la tachicardia,il battito al cuore,mi son controllato all’ospedale e’ benigno,io non fumo e’ non bevo,bevo qualche volta il caffe’,dato l’eta’ cosa devo fare x il futuro,portera’ complicazioni?grazie dell’attenzione.aspetto risposta,mille grazie.
Se il cuore è sano (ecocardiogramma normale) nessun problema per la tachicardia. Comunque lei non precisa cosa intende per tachicardia, ovvero a che ritmo batte il suo cuore e se l’evento si manifesta e cessa all’improvviso. Ne parli con il suo medico. Prof. Daniele Bracchetti Cardiologo Bologna
Prof. Daniele Bracchetti

dolori al torace
9 Nov 07 - gresy, 19 anni (id: 68297)
  salve,vorrei porle una domanda..e da circa un paio di mesi che sento i battiti del cuore accelerati e dei dolori al petto,questo accade sporadicamente durante il giorno ma sistematicamente la sera quando vado a letto. il tutto è iniziato un paio di mesi fa quando ho avuto,una notte, una specie di "attacco",non saprei come altro definirlo, (i sintomi erano:mancanza di respiro,battiti accelerati e tremori).Non ho più avuto "attacchi" di questo tipo ,,,ma è rimasta questa tachicardia persistente e un dolore alla parte sinistra del torace..devo preoccuparmi...grazie!!
Non mi sembrano sintmi attribuibili al cuore. Stia tranquilla. Se persistono si rivolga al suo medico. Se il peso è scritto bene (95) deve impegnarsi a fare attività fisica e seguire una dieta. Prof. Daniele Bracchetti Cardiologo Bologna
Prof. Daniele Bracchetti

prolasso mitralico
9 Nov 07 - sabrina, 30 anni (id: 68293)
  Gentile Prof.Bracchetti volevo chiedere cortesemente un suo parere riguardo il mio quadro clinico.Le spiego subito.Da quando ero piccola ogni tanto il cuore fa un battito forte poi sembra si fermi un secondo e poi riparte a battere in modo incontrollabile,la senzazione che provo e’ di mancamento,mancanza di respiro,e sembra di morire.Per sentirmi meglio mi devo stendere e inizio a intrattenere il respiro cosi’ lui sembra che si fermi un secondo e poi riparte calmo.Ho fatto elettrocardiogrammi,ecocolordoppler,test da sforzo e il risultato e’:PROLASSO DELLA MITRALE. La ringrazio fin ds ora per la sua cortese attenzioe
Il prolasso della valvola mitrale e’ un evento privo di significato patologico nella maggior parte dei casi. Consiste in un particolare movimento della valvola mitrale,che tende a rigonfiarsi in concomitanza della sua chiusura dando luogo ad un caratteristico reperto ecocardiografico. Data la sua ampia diffusione ( 5% della popolazione giovanile) esse e’ sovente oggetto di ingiustificata preoccupazione. Spesso si associano sintomi di ansia, dolore al torace sempre su base ansiosa e non dovuti al cuore. Talora, come nel suo caso c’è la concomitanza di battiti irregolari (extrasistoli) che però non devono preoccuparla. Prof. Daniele Bracchetti Cardiolgo Bologna
Prof. Daniele Bracchetti

extrasistoli
9 Nov 07 - Emanuele, 30 anni (id: 68282)
  Salve,mi chiamo Emanuele è soffro di extrasistoli,ho fatto diversi esami,ecocuore,scintigrafia del miocardio,ormoni tiroidei,tutti nella norma,ho fatto inoltre delle radiografie allo stomaco e mi hanno trovato : lieve deformazione a cascata dello stomaco,con allungamento dei tempi di svuotamento,nessuna ernia iatale. Ho fatto anche un holter con il seguente esito: frequente extrasistolia ventricolare (13125 bev),raramente in coppia,ritmo sinusale :intervallo p-r talora ai limiti superiori di durata,rari besv. Sono sempre stato un soggetto ansioso,in adolescenza ho sofferto di attacchi di panico per qualche anno,poi scomparsi. Volevo sapere se dovrei fare qualche altro esame,mi hanno par... continua >>
lato dell’esame elettrofisiologico ecc.. in poche parole un consiglio. Grazie anticipate.
RISPOSTA STANDARD SULLE EXTRASISTOLI BENIGNE, OGGETTO DI MOLTI CONTATTI VISTA LA FREQUENZA DEL FENOMENO. Le Extrasistoli, o Battiti Ectopici, sono dovute ad un gruppo di cellule cardiache, di dimensioni microscopiche, che si eccitano autonomamente dando origine al battito anticipato e ad un successivo battito più “forte” responsabile del sintomo “palpitazione”. Possono avere origine nell’atrio (extrasistoli o battiti ectopici atriali) o nei ventricoli (extrasistoli o battiti ectopici ventricolari). Le extrasistoli possono essere rischiose solo quando sono molto frequenti e associate ad una malattia di cuore: in tal caso sono espressione della malattia in sé e possono avere una rilevante importanza clinica. Più frequentemente, sono benigne, potendosi riscontrare anche in un cuore “sano”. Non è del tutto dimostrato un rapporto con l’ernia hiatale o con altri disturbi gastroenterici. In generale non è necessario assumere farmaci antiaritmici. Va chiarito che i soggetti affetti da extrasistolia ventricolare benigna non corrono rischi e possono condurre una vita normale “convivendo” con questa sgradevole sensazione e sopportando il fastidio senza timori. NESSUNA INDICAZIONE AD ESEGUIRE STUDIO ELETTROFOSIOLOGICO. Prof. Daniele Bracchetti Cardiologo Bologna
Prof. Daniele Bracchetti

batticuore
9 Nov 07 - katia, 31 anni (id: 68280)
  buonasera sono la signora della domanda del id 68203 volevo solo ringraziarvi per laiuto umanitario che date a tutte le persone che si rivolgono a voi ,e che non anno sopprattuto i soldi per consultare un medico a pagamento ,ed asppettare le lunghe attese della mutua. La ringrazio a lei prof.Daniele Brachetti per la sua risposta che mi e stata data per me e stato un aiuto morale per capire meglio COSA POTEVA ESSERE IL MIO SINTOMO PERCHE ESSENDO UN PO VERGONIOSA NON FACCIO TANTE DOMANDE A IL MEDICO CHE MI VISITA LA RINGRAZIO MILLE GRAZIE
Stia tranquilla, faccia attivita motoria e ..non pensi al suo cuore. Prof. Daniele Bracchetti Cardiologo Bologna
Prof. Daniele Bracchetti

emicrania
9 Nov 07 - katy, 33 anni (id: 68277)
  Sono una ragazza di 33 anni, in seguito a 2 episodi di emicrania con aura parestetica ( uno all’anno), il mio neurologo mi ha prescritto un bubble test, vi trascrivo il referto: Riscontro di 10 microbolle a livello del MCA dx in condizioni basali e di 5 microbolle dopo manovra di Valsala in seguito ad iniezione di soluzione agitata ev (9cc di soluzione Fisiologica + 1 cc di aria). Esame indicativo di shunt destro-sinistro. Il medico che ha eseguito l’esame mi ha detto che non mi devo preoccupare , e che solo se dovessero aumentare gli episodi di emicrania con aura lui consiglia la terapia con cardioaspirina e che l’intervento di chiusura del forame ovale non è indicato, il mio neurologo in... continua >>
vece è di parere contrastante, mi ha prescritto un nuovo esame per approfondire, l’ecocardiografia transesofagea perche sostiene che se il forame dovesse essere di grandi dimensioni andrebbe chiuso chirurgicamente. Il quesito è il seguente: E’ davvero necessario eseguire l’ecografia transesofagea? il referto del doppler non è indicativo di PFO di piccole dimensioni? e poi mi devo preoccupare? in rete ho letto delle notizie poco rassicuranti, addirittura si parla di casi di ICTUS nei portatori di PFO, vi prego aiutatemi a capire!!!! GRAZIE
Ci sono in effetti segnalazione del rapporto tra emicrania e forame ovale, ma tutto è ancora da provare. Se ha possibilità di fare in un centro qualificato l’eco transeesofageo lo faccia pure, può essere utile. La chiusura della comunicazione può essere fatta anche attraverso il catetere. E’ importante dimostrare con l’eco trans-cranico la presenza di shunt. Non si preoccupi per il rischio di ictus,è da dimostrare , e comunque l’Aspirina può essere utile. Prof. Daniele Bracchetti Cardiologo Bologna
Prof. Daniele Bracchetti

blocco di branca
9 Nov 07 - carlo, 56 anni (id: 68276)
  Sono portatore di BBSC asintomatico e iperteso (scoperto da poco)diagnosticato due anni fa. Feci subito una tomoscintigrafia miocardica tecnica spect (gated)I° passaggio, all’equilibrio e sotto sforzo con esiti completamente negativi.L’eco-doppler denotò solo ipocinesia del segmento apicale del setto.Il cardiologo mi disse che avevo solo il BBSC e che non era il caso di preoccuparsi. A distanza di due anni ho rifatto nello stesso laboratorio la stessa tomoscintigrafia miocardica con esiti altrettanto negativi, tranne "ipocinesia settale". Le chiedo. Come può essere inquadrato il mio caso. Che rilevanza ha l’"ipocinesia settale" riscontrata. Può essere provocata dal BBSC, visto che non ci so... continua >>
no altri tipi di problemi trovato? La ringrazio anticipatamente per la risposta e mi congratulo per il vs. servizio.
Se per BBSC intende blocco di branca sinistro completo, questo può dare ipocinesia settale. Prof. Daniele Bracchetti Cardiologo Bologna
Prof. Daniele Bracchetti

ipertensione polmonare
9 Nov 07 - rina, 78 anni (id: 68274)
  lo scorso febbraio mi è stata diagnosticata una ipertensione polmonare di grado severo (45/50) e la terapia che mi è stata consigliata è di Tiklid e dilzene 60mg. due volte al giorno. Non conosco il livello reale di gravità della mia malattia nè se la terapia attuale possa stabilizzare la situazione. Dal punto di vista della vita di tutti i giorni, cosa devo evitare ?? Grazie
La descrizione del suo caso è generica. Ipertensione primitiva o secondaria e a cosa? Eta 78 anni ? Comunque i valori non mi sembrano valori elevati. Serve anche il referto ecocardiografico. Prof. Daniele Bracchetti Cardiologo Bologna
Prof. Daniele Bracchetti

WPW
8 Nov 07 - roberto, 19 anni (id: 68228)
  nell’ecg il parametro pq= 135 ms è nei limiti della norma? vorrei sapere se la sindrome di wolf parkinson white si diagnostica con un semplice ecg e se circa 7 ecg a riposo,1 holter tutti normali sono sufficienti per escludere tale sindrome. volevo inoltre sapere se il ritmo giunzionale ci incastra qualcosa con la wpw e se è pericoloso, perchè mi hanno detto che quando ho delle frequenti extrasistoli sopraventricolari(circa 1 ora) dovrei andare in ospedale per farmi un ecg anche se nn è pericoloso.attendo risposta
Sono un cardiologo, non un enciclopedia. Rispondo a motivati quesiti clinici. Comunque..rispondo.. L’ecg di superficie in genere serve ad escludere la classica sindrome di WPW, ma non diagnostica le forme occulte di preeccitazione ventricolare, che vengono identificate con lo studio elettrofisiologico (esame che si fa solo in caso di sintomi). Non c’è rapporto tra ritmo giunzionale e WPW e questo ritmo non è pericoloso. Prof. Daniele Bracchetti Cardiologo Bologna
Prof. Daniele Bracchetti

pericardite e fumo
8 Nov 07 - kiara, 17 anni (id: 68227)
  buongiorno dottore io volevo sapere una cosa: io 7 anni fà ho avuto la pericardite... se io fumassi sarebbe pericoloso per la cosa che ho avuto? grazie dell’ascolto
Non problemi per la pericardite e fumo, ma il fumo fa comunque male, perchè vuole provare ???? Prof. Daniele Bracchetti Cardiologo Bologna
Prof. Daniele Bracchetti

bruciori al braccio
8 Nov 07 - ilaria, 29 anni (id: 68226)
  Egregio Prof.re, chiamo Ilaria, ho 29 anni , sono alta 175 cm e peso 54 kg. Da circa tre mesi avverto dei bruciori al braccio sn che si irradiano sino alle dita della mano ,questi bruciori a volte durano tutto il girno altre compaiono solo per pochi minuti o ore. Sto indagando comunque come consigliatomi dal neurologo con una RMN,per escludere un eventuale discopatia.Cio che mi preoccupa sinceramente è il cuore, perchè a questi sintomi si accompagnano talune volte dei dolori sopra al seno sx, intercostali sx e fiato corto.Da due settimane inoltre avverto come dei tuffi al cuore , simili a quelli che si provano in caso di spavento seguiti da tachicardia, soprattutto quando vado a letto o co... continua >>
munque sono rilassata. Ho indagato con i seguenti esami: rx torace, visita pneumologica e spirometria , ecg numerosi, ecocardio, ecocolordoppler, holter cardiaco,e test da sforzo su pedana mobile, tutti ok, ad eccezione di qualche rarissima BEV (6 in 24 H) e BESV (11 in 24h) comparse nell’holter.Premetto che sono un sogetto molto ansioso, i cardiologi che ho consultato mi dicono di stare tranquilla, ma io vedo accrescersi giorno dopo giorno le mie fobie con sensazioni di tachicardia e vorrei appunto chiederLe se li esami che ho effettuato sono sufficenti ad escludere una patologia cardiaca. Può essere solo ansia? Mi perdoni per la lunghezza della mia domanda.La ringrazio. Cordiali Saluti
Gli esami da lei effettuati sono più che sufficienti per escludere l’origine cardiaca del disturbo. I tuffi al cuore sono extrasistoli benigne, frequenti anche nei giovani a cuore sano. Faccia pure la risonanza e se questo esame è normale come penso si metta tranquilla. Prof. Daniele Bracchetti Cardiologo Bologna
Prof. Daniele Bracchetti

battiti accelerati
8 Nov 07 - katia, 31 anni (id: 68203)
  buongiorno prof.Danie Bracchetti ,da qualche mese o u peso nello sterno fastidioso con accelerazione del cuore ma la cosa piu che mi spavente che mentre che dormo o un risveglio nel primo sonno con battiti accelerati violenti uno dietro laltro quando mi rendo conto mi alzo e mi sento come sento un po frastornata per qualche secondo e poi mi passa e gia tre notti non cosecutive e una sola volta in serata e come galopasse un cavallo la frenquenza e uguale ,il mio corpo e rilassato non o stato di panico e non capisco da cosa puo essere causato premettere che o gia fatto visita cardiologica con un buon esito la ringrazio del suo aiuto buongiorno
Penso sia solo un problema di ansia e non di cuore. Se il sintomo persiste faccia un elettrocardiogramma 24 ore HOLTER. Prof. D. Bracchetti Bologna
Prof. Daniele Bracchetti


Da 7860 a 7875 di 12483