Sei in: Medico on-line > Cardiologia

Aderiamo allo standard HONcode per l'affidabilità dell'informazione medica Aderiamo allo standard HONcode per l'affidabilità dell'informazione medica.
Verifica qui.


Cardiologia
Referenti

ultimo aggiornamento 6/02/2009
 
Aree tematiche

    Il Prof. Daniele Bracchetti risponde alle domande inerenti :
  • Aritmie Cardiache
  • Infarto Miocardico
  • Ipertensione Arteriosa
    Il Dott. Sergio Di Benedetto risponde alle domande inerenti :
  • Prevenzione cardiovascolare
  • Ipertensione arteriosa
  • Cardiopatia ischemica ed infarto miocardio
  • Valvulopatie (malattie delle valvole cardiache)
  • Scompenso cardiaco

Nella compilazione della tua domanda ti chiediamo gentilmente di attenerti il più possibile alle aree tematiche qui sopra riportate
ultimo aggiornamento 26/05/2008
Invia la tua domanda
- Dott. Sergio Di Benedetto assente dal 21/2/2015 al 8/3/2015

Domande / Risposte
cardioplamo
30 Nov 07 - lorella, 49 anni (id: 69749)
  Da circa 2 anni saltuariamente avverto come dei tuffi a livello del petto. Capita che avvengano durante una attività fisica che comporta un movimento di tutto il corpo (ad, es. camminare veloce in salita, correre, ginnastica, meno in bicicletta), sono quasi sempre preceduti da senso di gonfiore allo stomaco ed erutazioni. Sentendo il polso durante una corsa mi è sembrato di registrare la perdita di alcuni colpi che accompagnava la presunta extrasistole. L’ECG,l’Eco e l’ECG da sforzo (con la Cyclette) sono nella norma e non registra aritmie. La sensazione durante lo sforzo fisico fa però paura e non so se continuare può essere rischioso. Lei pensa che siano extrsistole, pericolose, devo fare ... continua >>
altre indagini? Grazie
I tuffi al petto possono essere in rapporto con extrasitoli benigne. Non se ne preoccupi, visto che gli esami effettuati sono nella norma e non si registrano aritmie. Se l’eco è normale, continui pure la sua attività. Prof. Daniele Bracchetti Cardiologo Bologna
Prof. Daniele Bracchetti


extrasistoli
29 Nov 07 - andrea, 40 anni (id: 69738)
  Salve, le mie extrasistole.... tutto è iniziato quando una sera a letto il mio cuore ha iniziato a farsi sentire, fino a li solo un po di fastidio ,bastava che mi girassi sul fianco dx e la batteria non mi dava più nessun fastidio, ma un bel giorno il mio cuore ha iniziato a dare dei colpi fuori tempo fino ad oggi in progressiva frequenza. Ho fatto holter-ecocolordoppler-analisi del sangue- risultati 50 extra insignificanti-un lievissimo rigurgito alla mitrale tanto da nn significare niente esami del sangue completi nella norma Le analisi sono di un paio di anni fà adesso mi sto preoccupando un attimino in più perchè sono aumentate in modo notevole tanto è vero che il dottore dell’aziend... continua >>
a per cui lavoro durante la visita annuale ne ha sentito due in meno di trenta secondi le avverto anche io ogni giorno ,specie a letto ,o seduto sul divano con la schiena appoggiata, mentre in posizione eretta ne avverto pochissime ,mi chiedevo se tutte queste contrazioni a lungo andare sono dannose ,e fino a quante contrazioni può sopportare il cuore,io credo di averne molto più di 200 al gg la ringrazio anticipatamente
RISPOSTA STANDARD SULLE EXTRASISTOLI BENIGNE, OGGETTO DI MOLTI CONTATTI VISTA LA FREQUENZA DEL FENOMENO. Le Extrasistoli, o Battiti Ectopici, sono dovute ad un gruppo di cellule cardiache, di dimensioni microscopiche, che si eccitano autonomamente dando origine al battito anticipato e ad un successivo battito più “forte” responsabile del sintomo “palpitazione”. Possono avere origine nell’atrio (extrasistoli o battiti ectopici atriali) o nei ventricoli (extrasistoli o battiti ectopici ventricolari). Le extrasistoli possono essere rischiose solo quando sono molto frequenti e associate ad una malattia di cuore: in tal caso sono espressione della malattia in sé e possono avere una rilevante importanza clinica. Più frequentemente, sono benigne, potendosi riscontrare anche in un cuore “sano”. Non è del tutto dimostrato un rapporto con l’ernia hiatale o con altri disturbi gastroenterici. In generale non è necessario assumere farmaci antiaritmici. Va chiarito che i soggetti affetti da extrasistolia ventricolare benigna non corrono rischi e possono condurre una vita normale “convivendo” con questa sgradevole sensazione e sopportando il fastidio senza timori. Prof. Daniele Bracchetti Cardiologo Bologna
Prof. Daniele Bracchetti

tachicardia
29 Nov 07 - marco, 18 anni (id: 69737)
  buona sera dottore, premetto che mi sono già rivolto al reparto di cardiologia dell’ospedale di bergamo, tuttavia ho deciso di avere un’anteprima della situazione da lei... quest’estate sono stato ricoverato al policlino sant’ orsola-malpighi di bologna; diagnosi: cardiopalmo ritmico. avevo una frequenza cardiaca molto alta (molto). la tachicardia andava avanti da 2 giorni ed era arrivata al culmine in serata, quando appunto degli amici hanno deciso di portarmi al pronto soccorso. dopo avermi fatto esami del sangue e rx al torace mi hanno mandato a letto con 10 gocce di vallium (credo). la mattina seguente, dopo avermi rifatto l’ecg, ho firmato e mi hanno dimesso. di fatto non c’era niente... continua >>
fuori posto ed io ero convinto (e lo sono tutt’ora) che la causa dell’evento stava in una brutta situazione in cui mi trovavo.. in poche parole sono stato lasciato dalla mia ragazza.. posso immaginare che potrebbe sembrare esagerata come reazione però è andata così. ora, eventi di tachicardia erano già accaduti in precedenza e sono successi anche recentemente (in forma più lieve) e apparentemente senza motivo, per questo mi sono rivolto ad un cardiologo. vorrei sapere quindi a cosa è dovuta questa aritmia.. le faccio notare (per escludere semplici cause di aritmia) che non fumo e che caffè o altre sostanze "eccitanti" non hanno mai causato problemi e non ne causano tutt’ora. la ringrazio per il tempo che mette a disposizione e chiedo scusa per eventuali termini errati... Marco R.
Ci sono forme di tachicardia su base emotiva,si è più o meno sensibili allo stress e il cuore reagisce aumentando i battiti. Non so cosa possa dirle di più visto che è stato visto in ospedale, evidentemente è stata eclusa una tacchicardia parossistica. Prof. Daniele Bracchetti Cardiologo Bologna
Prof. Daniele Bracchetti

ipertensione instabile
29 Nov 07 - Angela, 77 anni (id: 69735)
  Gent.mo Dott. , mia madre che ha compiuto da poco 77 anni è in cura anti ipertensiva da almeno 25 anni. Nel tempo dopo le prime blande terapie il cardiologo che la ha in cura è stato costretto via via ad aumentare il dosaggio dei medicinali prescritti ed anche il numero. Per farla breve in atto, dopo due crisi ipertensive ( 210/95) di una decina di giorni fa, che ci ha costretto a ricorrere al pronto soccorso dove le hanno praticato una fiale di lasix più ¼ di katapresan in vena, la terapia è la seguente: ore 8,00 1 unipril 5 + 1 norvasc 5 ore 10,00 1 lasix 25 ore 11,00 ½ dedralen 4 ore 16,00 1 lasix 25 ore 20,00 ½ losaprex 50 + 1 norvasc 5 ore 23,00 1 dedralen ... continua >>
4. Dopo alcuni giorni in cui la misurazione della pressione rilevata giornalmente al mattino e alla sera si aggirava tra i 135/140 la massima e 58/65 la minima, è da ieri che la misurazione della pressione rileva 158/170 la massima e 60/68 la minima. Tale nuovo progressivo aumento sembrerebbe legato ad una leggera diminuzione della temperatura, evento che avevo già osservato nel corso delle precedenti crisi ipertensive. Il cardiologo ritiene che le basse temperature, di certo non agevolano gli ipertesi, ma considerando che nella nostra città la temperatura in questi giorni varia da 16° a 11°, non giustificherebbe da sola il rialzo presso rio, anche se nei giorni scorsi la temperatura era salita oltre i 20 gradi. Lo stesso medico ritiene di non potere prescrivere un beta bloccante in quan
Mi dispiace il caso è complesso e per nostra regola non possiamo interferire con la prescrizione del curante. Certamente la sig.ra prende molti farmaci che possono contribuire all’instabilità della Pressione. Comunque variazioni dei valori della pressione possono essere rilevati senza tanti allarmismi. Si affidi al suo medico. Prof. Daniele Bracchetti Cardiologo Bologna
Prof. Daniele Bracchetti

pressione minima
29 Nov 07 - mario, 30 anni (id: 69729)
  gRAZIE mille dottor BOCCHETTI per la vostra risposta,cosi chiedo scusa ancora,alla risposta69656, la minima deve esser superiore a 90?Ed entro Piu o meno quali limiti?dunque per la situazione di mia mamma,che mi diceva che da giovane aveva la pressione bassa,mi consiglia di far qualche accertamento?magari forse ci è da evitare certi alimenti nutriionali etc.Dott.oggi aveva 150 e 84invece.questo a mezzogiorno.Posso chiedere a che ora si dovrebbe controllare preferibilmente?e quante volte al giorno?FORSE non mi devo fissare vero?Basta una volta al giorno?dottore io la ringrazio tanto,la disturbero’ ancora,buona giornata e ringrazio tanto
Aspettavo un suo contatto, io non posso ritornare sulle risposte spedite. In effetti c’è un mio errore >minima inferiore a 90, senza limiti<, questo è il dato esatto. La pressione va misurata al mattino e nel posmeriggio poi il controllo della terapia va fatto in genere al mattino verso le 10. Dieta >poco sale,no salumi, no formaggi. Prof. Daniele Bracchetti Cardiologo Bologna
Prof. Daniele Bracchetti

blocco di branca
29 Nov 07 - CRISTIAN, 25 anni (id: 69724)
  salve dott, volevo dirle che dal mio elettrocardiogramma è risultato quanto segue: asse verticale, recuperi nella norma, bbdx.. csa vuol dire e cosa significa (bbdx)le dico subito che soffro d’ansia..ho 25 anni.grazie.
La sigla sta per blocco di branca destro. Può non aver significato, ma lo deve dire il cardiologo che la visita. E comunque deve fare un ecocardiogramma. Prof. Daniele Bracchetti Cardiologo Bologna
Prof. Daniele Bracchetti

batticuore
29 Nov 07 - Marco, 33 anni (id: 69719)
  Sono un impiegato, premetto che una decina di anni fa ho avuto un episodio di pericardite positivamente risolto,inoltre sono donatore avis da 5 anni e l’eco non dava problemi. Cmq sono soggetto ad uno strano fenomeno, in pratica in diverse occasioni, non dipende da particolari stress o posizioni, all’altezza del torace sento come uno sfarfallamento, un senso di vuoto, o meglio come una contrazione che dura pochissimi secondi massimo 3 o 4, solitamente mi giova provocare un colpo di tosse, cmq una volta passato sto come prima. Non da particolare fastidio, non ho tachicardia, anche se come oggi lo spavento c’è se dura piu del solito, la frequenza di solito e 4 o 5 volte all’anno anche se quest... continua >>
i due ultimi giorni e capitato due volte. Sono abbastanza ansioso di mio, anche se non tantissimissimo (mai da ricorrere a farmaci)che dite mi devo preoccupare?
Lo sfarfallamento potrebbe essere in rapporto con extrasistoli benigne. Non ci darei peso. Non vedo relazione con la pregressa pericardite. Prof. Daniele Bracchetti Cardiologo Bologna
Prof. Daniele Bracchetti

ecg anormale
29 Nov 07 - cristina, 29 anni (id: 69713)
  egr. dr. ho 29 anni sono alla 10 settimana di gravidanza. da diversi anni ho un piccolo prolasso della mitrale, che mi portava fitte al costato e affaticamento nel fare alcuni sforzi (tipo scale o sforzi in palestra). Ultimamente mi è capitato di avere della tachicardia, mi mancavano le forze e l’aria e mi veniva da svenire. La pressione in qualunque momento la misuro è buona, ma ho sempre i battiti alti (90-95); non so se possa essere legato alla gravidanza. Tra due settimane farò un eco, x ora ho fatto l’elettrocardiogramma, dal quale risulta:97 battitiminuto-intervallo pr 128ms durata qrs 78ms qt/qtc 342/434 ms assi p-r-t 71-84-52. ritmo sinusale, anormalità aspecifiche st, ecg anor... continua >>
male. cosa significa? mi devo preoccupare puo essere legato alla gravidanza anche se sono all’inizio? Grazie
La frequenza cardiaca è piuttosto elevata, le alterazioni aspecifiche della ripolarizzazione possono dipendere dall’aumento della frequenza cardiaca che a sua volta può essere dovuta alla gravidanza ma anche ad altre cause .Il quadro non è preoccupante tuttavia ne parli con il curante ed il ginecologo. Dr Di Benedetto
Dott. Sergio Di Benedetto

miocardite
29 Nov 07 - Beni, 70 anni (id: 69701)
  Sono stato operato di miocardite. Posso vivere ancora senza questo benedetto " velo". Fisicamente stò bene. Il cardiologo mi a detto che il mio cuore adesso funziona bene. cordiali saluti. B.B.
Non conosco interventi per la miocardite e non so cosa intende per velo. Come posso risponderle ? PRof. Daniele Bracchetti Cardiologo Bologna
Prof. Daniele Bracchetti

extrasistoli
29 Nov 07 - loredana, 20 anni (id: 69693)
  salve dottore volevo porle una domanda, soffro di extrasistole arrivate automaticamente da qnd soffro d’ansia, ho fatto 1 visita cardiologica elettrocardiogramma, invine il mio medico dicendomi di sentire un clik al cuore e sospettava un prolasso mitralico ho fatto un’eco, risultato sanissimo e senza prolasso, però nonostante ciò io ho paura di praticare sport in quanto ho paura x le extrasistole, volevo sapere se devo fare altri esami x il cuore visto ke ho una frequenza a riposo sui 85 battiti al minuto grazie
Se le extrasistoli sono frequenti potrebbe essere utile un ecg di Holter. Da valutare anche eventuali problematiche extracardiologiche (es. funzione tiroidea) Dr Di Benedetto
Dott. Sergio Di Benedetto

pressione instabile
29 Nov 07 - franca, 75 anni (id: 69692)
  Ho chiamato poco fa il nostro dottore e mi ha detto che se non ci sono troppi rialzi di temperatura basta mezza tachipirina,la pressione poco fa era sui 150-85 che mi pare accettabile.Un’ultima cosa vorrei chiederle,secondo lei 2-3 misurazioni al mese dal dottore possono bastare per un adeguato monitoraggio pressorio?grazie.Pier Paolo
Va bene misurara la pressione 2-3 volte al mese, salvo sintomi. D.Bracchetti
Prof. Daniele Bracchetti

ipertesnione instabiile
29 Nov 07 - franca, 75 anni (id: 69687)
  Buongiorno professore,tempo fa le avevo segnalato i valori pressori medi di mia madre settantacinquenne e mi aveva rassicurato sui valori riscontrati.In questi ultimi 2 mesi ha provato 5 volte la pressione dal dottore e i valori riscontrati sono tra i 135-150 di sistolica e 80-85 di diastolica.Assume tenoretic al mattino e tenormin dopo pranzo ed è una donna molto ansiosa da sempre.Oggi dopo due mesi ha voluto provare la pressione e non era certo in condizioni di tranquillità visto il forte raffreddore che ha e i malesseri che ne derivano(mal di testa,spossatezza etc).Puntualmente sono i saliti i valori soprattutto nella prima misurazione:174-86 poi è scesa a 166-80 e 156-87.Non sono preoccu... continua >>
pato per l’ansia perchè ne soffro anch’io e talvolta rialzi pressori fino a 155-90; oltre all’ansia però anche lo stato influenzale e le forti cervicalgie di cui soffre mia madre possono causare un moderato rialzo pressorio?.Vorrei un suo parere in merito ai valori riscontrati e al dubbio qui sopra descritto.La ringrazio anticipatamente.Pier Paolo Porta
Sono quesiti che deve porre al suo medico che potendo visitare la mamma può dare un giudizio più appropriato. Certamento lo stato influenzale può influenzare la pressione. PRof. D. Bracchetti
Prof. Daniele Bracchetti

battito cardiaco
29 Nov 07 - Francesca, 33 anni (id: 69683)
  Buongiorno, sto molto male e ho bisogno del vostro aiuto. Da ormai due settimane sento il battito cardiaco amplificato all’interno dell’orecchio sinistro che è anche ovattato. La mattina appena mi sveglio mi sembra di sentirlo meno ma aumenta appena mi ci concentro. Ho consultato due otorini che dopo avermi visitato e fatto le prove audiometriche mi hanno detto che era tutto a posto e che tutto può dipendere dall’ansia e dagli attacchi di panico di cui soffro da tempo. Non so più a chi credere
Il problema sembrerebbe di origine ORL, ma se gli specialisti non trovano nulla non saprei cosa suggerire (un terzo parere?) Dr Di Benedetto
Dott. Sergio Di Benedetto

extrasistoli
29 Nov 07 - Luigi, 52 anni (id: 69682)
  da 3 anni circa mi sono accorto di avere extrasistoli ventricolari.Ho fatto vari esami, ecg,holter, ecg sotto sforzo, ecocardio. Non sembra esserci alcun problema cardiaco. L’holter ripetuto 2-3 volte rileva extrasistoli ventricolari (356) monomorfe, non coppie,le extrasistoli scompaiono duranre ecg sotto sforzo.Non fumo, vita abbastanza stressante, lieve ipertensione trattata con triatec 5 mg. Tali extrasistoli compaiono a periodi in maniera capricciosa e non in rapporto a stress o altro, in genere nelle ore pomeridiane. Le avverto come battito mancante, non sempre, ma mi condizionano dal punto di vista psicologico. Ho lhelicobacter pilori e ho provato ad eradicarlo o a fare terapia con an... continua >>
tiacidi e inibitori di pOMPA,ma senza risultati. dIMENTICAVO HO UNA FREQUENZA CARDIACA DI CIRCA 55 BATTITI AL MIN. Che mi consiglia di fare?
RISPOSTA STANDARD SULLE EXTRASISTOLI BENIGNE, OGGETTO DI MOLTI CONTATTI VISTA LA FREQUENZA DEL FENOMENO. Le Extrasistoli, o Battiti Ectopici, sono dovute ad un gruppo di cellule cardiache, di dimensioni microscopiche, che si eccitano autonomamente dando origine al battito anticipato e ad un successivo battito più “forte” responsabile del sintomo “palpitazione”. Possono avere origine nell’atrio (extrasistoli o battiti ectopici atriali) o nei ventricoli (extrasistoli o battiti ectopici ventricolari). Le extrasistoli possono essere rischiose solo quando sono molto frequenti e associate ad una malattia di cuore: in tal caso sono espressione della malattia in sé e possono avere una rilevante importanza clinica. Più frequentemente, sono benigne, potendosi riscontrare anche in un cuore “sano”. Non è del tutto dimostrato un rapporto con l’ernia hiatale o con altri disturbi gastroenterici. In generale non è necessario assumere farmaci antiaritmici. Va chiarito che i soggetti affetti da extrasistolia ventricolare benigna non corrono rischi e possono condurre una vita normale “convivendo” con questa sgradevole sensazione e sopportando il fastidio senza timori. Prof. Daniele Bracchetti Cardiologo Bologna
Prof. Daniele Bracchetti

lieve ipertrofia
29 Nov 07 - Giacomo, 33 anni (id: 69681)
  Salve, premetto che sono sportivo e almeno 3/4 volte alla settimana faccio jogging un’ora continuata ad un ritmo, per me, abbastanza alto, in modo da migliorarmi progressivamente nel tempo. Sono inoltre una persona molto ansiosa e sensibile, soggetto a sbalzi di umore e anche ipocondriaco. Qualche settimana fa ho avvertito, a casa a riposo, uno davvero strano ritmo del cuore, che ho attribuito a extrasistole che gia in passato erano state evidenziate, nel corso di esami medici obbligatori imposti dal mio Tennis Club. Ho fatto cmq alcuni esami, HOLTER, ECG, DOPPLER e mi hanno individuato questo: 1 - Doppler : spessore della parete interna principale (mi scuso non ricordo il termi... continua >>
ne) del miocardio : 11.9 mm, quando la normalita e’ 11. 2 - Holter 24h: 12 extrasistole, aritmia sinusale abbastanza accentuata. min 40, max 108, media 64 Altri dati non li ho qui a portata di mano Trovandomi all’estero non ho ancora avuto modo di parlare per bene con lo stesso medico (i risultati sono stati ritirati da una altra persona)...vorrei una opinione per favore, per stare tranquillo. Mi e’ stato detto che la ipertrofia ventricolare puo’ derivare dalla attivita’ sportiva, come anche la aritmia sinusale stessa. Sono sul punto di organizzare un test sottosforzo per evidenziare meglio i problemi. Grazie, cordiali saluti Giacomo
Penso che i dati riferiti non siano preoccupanti. Di più non posso dirle. prof. D.Bracchetti Cardiologo
Prof. Daniele Bracchetti


Da 7860 a 7875 di 12625