Sei in: Medico on-line > Cardiologia

Aderiamo allo standard HONcode per l'affidabilità dell'informazione medica Aderiamo allo standard HONcode per l'affidabilità dell'informazione medica.
Verifica qui.


Cardiologia
Referenti

ultimo aggiornamento 6/02/2009
 
Aree tematiche

    Il Prof. Daniele Bracchetti risponde alle domande inerenti :
  • Aritmie Cardiache
  • Infarto Miocardico
  • Ipertensione Arteriosa
    Il Dott. Sergio Di Benedetto risponde alle domande inerenti :
  • Prevenzione cardiovascolare
  • Ipertensione arteriosa
  • Cardiopatia ischemica ed infarto miocardio
  • Valvulopatie (malattie delle valvole cardiache)
  • Scompenso cardiaco

Nella compilazione della tua domanda ti chiediamo gentilmente di attenerti il più possibile alle aree tematiche qui sopra riportate
ultimo aggiornamento 26/05/2008
Invia la tua domanda

Domande / Risposte
cardiopalmo
19 Ott 07 - sabrina, 24 anni (id: 67038)
  Buongiorno e complimenti per il sito ! Avrei una domanda da porle, a marzo di quest’anno mi sono sottoposta ad una visita cardiologica perchè avevo dolori al centro del petto. Mi hanno riscontrato un soffio al cuore di 2-3/6 (del tutto innocente) e ho un cardiopalmo (sensazione di un battito in meno) ogni tanto. Questa sensazione non si presentava da tempo, ma in quest’ultima settimana ho di nuovo dolori al centro del petto (penso dolori scheletrici perchè se premo sento dolore) e ho nuovamente questa sensazione di cardiopalmo (sopratutto dopo aver fumato una sigaretta). Fumo circa 6 sigarette al giorno ma stò cercando di smettere. E’ grave avere un soffio o avere un cardiopalmo ? Il cardi... continua >>
opalmo si può mutare in qualcosa di più grave ? Devo fare altri accertamenti per il cardiopalmo? Grazie e arrivederci.
Non credo sia niente di preocupante, il cardiopalmo si può verificare anche in cuori sani. Se non l’ha fatto, faccia un ecocardiogramma per meglio chiarire il "soffio innocente". Prof. Daniele Bracchetti Cardiologo Bologna
Prof. Daniele Bracchetti


re-risposta
19 Ott 07 - porta, 76 anni (id: 67033)
  E’ quello che ho supposto anch’io e che mi aveva accennato il medico di famiglia,ci sono macchinari diversi tra loro e talvolta possono esserci risultati diversi.La coincidenza però è strana,poco prima del controllo del marzo 2005 dagli esami ematochimici risultava un colesteolo totale di 235 eun ldl di 145,a distanza di due anni senza statine 290 il totale e 189 ldl e le placche ovviamente sono aumentate.Da molti anni assume 150 mg di ascriptin dopo pranzo e da due settimane circa ha ripreso ad assumere il sivastin.Fra 15 giorni farà ulteriori analisi e penso che la triade lipidica si sarà un po abbassata con una ricaduta positiva sui vasi sanguigni.Grazie per la sua opinione professore.Pie... continua >>
r Paolo
OK. DB
Prof. Daniele Bracchetti

domanda a Di benedetto
19 Ott 07 - domenico, 57 anni (id: 67024)
  Egr.dr.Di Benedetto,:Mi hanno riscontrato un b.b.s. all’età di 42 anni quando ancora facevo attività sportiva , dopo esami(scintigrafia ecocuore ecg da sforzo, holter)tutti OK,sono stato autorizzato a continuare la pratica sportiva. 10 anni dopo ripetevo gli stessi esami per controllo(avvertivo come delle pause nel battito)e dalla scintigrafia questa volta risultò "ischemia di parete ant. e SIV ant. medio-basali". Venivo quindi sottoposto a coronarografia e angioplastica.da allora assumo cardirene 160 e zocor 20 la sera , mentre la mattina una pillola di cardicor 2,5 mg e zantipres da 15 mg. Faccio annualmente visita,eco doppler e Holter ; mentre 2 anni fa ho eseguito l’ecostress farmacologi... continua >>
co che non ha rilevato ischemie. Ora,si verifica un fatto : Dal controllo holter di giugno 2007,rilevate 3000 extras.Il cardiologo per ovviare mi ha aumentato la dose di cardicor da 2,5 a 3,25 con il risultato che ad ottobre 2007 le extras. sono 8000. Il cardiologo mi è sembrato un pò perplesso mentre leggeva i risultati dell’holter e mi sono preouccupato (8000 extrasistole sono tantissime non crede?) in più sono anche aumentate le coppie . Ora mi ha aumentato ancora il cardicor a 5 mg ,per poi ripeterel’holter a gennaio. Mi chiedo: e se fosse proprio il cardicor a farmi aumentare le extras.? Ho la P.A.sempre tra 120 e 70 e frequenza 58/65 . La prego , mi può dire come mai aumentando il beta bloccante le extrasistole sono aumentate? ci sono terapie alternative per le extrasistole? grazie
Fare la domanda in modo esatto non a me ma al Dr. Di Benedetto! E’ disponibile da oggi. DB
Prof. Daniele Bracchetti

extrasistoli
19 Ott 07 - Luciano, 23 anni (id: 67023)
  Buongiorno dottore, volevo una delucidazione. Soffrendo di extrasistoli ho eseguito vari ecg, vari eco , 3 holter e 3 test da sforzo. Durante tali esami nn ho avuto alcuna extrasistole così come era successo in altri precedenti controlli. Il mio medico dice che sono benigne, ma basta l’assenza di extrasistoli nell’holter e nell’ecg per mostrare la benignità delle extrasistoli? Oppure devo ricorrere ad ulteriori esami??? Il fatto è che in un anno ho già fatto 3 volte la visita cardiologica completa (ecg, eco, holter) e purtroppo non mi hanno mai registrato extrasistoli che il cardiologo potesse vedere nel tracciato, infatti, vi sono giorni in cui sono numerose, ma quando faccio ... continua >>
gli esami non ci sono mai. Lei ritiene sufficiente l’assenza delle extrasistoli nei controlli per confermare la benignità di queste oppure devo ripetere di continuo gli esami finchè non capita il giorno in cui vengono registrate? ( comunque dagli esami non vi sono patologie cardiache). Grazie e cordiali saluti
Se ha fatto l’eco e l’esame è normale può stare tranquillo. Prof. Daniele Bracchetti Cardiologo BOLOGNA
Prof. Daniele Bracchetti

placche
19 Ott 07 - porta, 76 anni (id: 67020)
  Buongiorno dottore vorrei una delucidazione su dei controlli eco-doppler alla carotide sinistra effettuati da mio padre negli ultimi anni.In un presidio da 4 anni risulta costante una stenosi del 30% con presenza di placche fibrocalcifiche in un altro una stenosi costante del 75%e dall’ultimo controllo oltre alla presenza di placche fibrocalcifiche si evidenzia una componente lipidica.Sorvolo su una cosi’ marcata diversità di valutazione,mi vorrei però soffermare su un dato.Dal controllo effettuato nel marzo 2005 in cui la placca risultava al 30% sono passati due anni nel quale non ha più assunto sivastin per abbassare il colesterolo;dall’ultimo esame puntualmente il colesterolo totale è sa... continua >>
lito a 295 e l’hdl a 56.Ora le chiedo se quella presenza di lipidi nella placca riscontrata pochi giorni fa può dipendere dall’aumento di colesterolo, visto che nei precedenti controlli non c’erano e se il sivastin può sciogliere quel residuo di grasso.Le opinioni in merito sono discordanti,il chirurgo vascolare vuole effettuare un angio-tac per meglio osservare i vasi,il suo cardiologo lo ha ripreso per non avere assunto statine e sostiene che se le avesse prese sempre sarebbe stabile sul 40%.Mi rendo conto sia una casistica particolare quella di mio padre,vorei però un suo parere a riguardo.Grazie.Pier Paolo
La medicina non è una scienza esatta basata sui numeri. Negli esami ci possono essere variazioni dovute all’operatore e alla macchina. Sembrerebbe nel suo caso che la placca sia aumentata> concordo quindi nel controllo richiesto. Sul piano pratico in presenza di placche e di colesterelo alto (conta LDL colesterolo soprattutto) è bene assumere statine e (in accordo con il curante) aspirina. Prof. Daniele Bracchetti Cardiologo BOLOGNA
Prof. Daniele Bracchetti

misurazione pressione
19 Ott 07 - fabiana, 47 anni (id: 67011)
  Sono un soggetto estremamente ansioso, da tempo avverto extrasistoli specie quando sono più ansiosa e il mio medico curante mi ha prescritto atenol; ilmio cardiologo dopo tutti gli esami risultati negativi mi ha detto di sospenderlo e prendere alprazolam o en al bisogno.Io ho la "fissa" di avere l’ipertensione me la misuro tutti i giorni 2 volte per braccio anche se i valori sono sempre normali all’ incirca 120-75, d’estate molto più nassi; 100-60.Il mio cardiologo mi ha detto di smettere e di stare tranquilla, una mia amica mi ha detto che isurare la pressione troppo spesso fa male al cuore e collassa le vene, è vero? Io ogni piccolo malessere lo attribuisco alla pressione e così non so sta... continua >>
re lontana "dalla macchinetta" Ogni quanto andrebbe misurata la mia pressione nel mio caso? Forse ho solo bisogno di essere tranquillizzata ulteriormente. Grazie se mi vorrà rispondere!
Lei espone una serie di timori tutti ingiustificati. Non vedo problemi per la sua salute. Comunque non è vero che misurarsi la pressione spesso fa male.... è inutile, se una ha valori normali o non fa terapia. Prof. Daniele Bracchetti Cardiologo Bologna
Prof. Daniele Bracchetti

placche al doppler
19 Ott 07 - loretta, 46 anni (id: 67006)
  in seguito a comparsa di vertigini ho eseguito indagini diagnostiche. dall’eco-doppler sovraortico ho scoperto delle placche ateromasiche. posso assumere olio di pesce e e rivedere l dieta alimentare?
Va bene. Controlli anche il colesterolo LDL. Prof. Daniele Bracchetti Cardiologo Bologna
Prof. Daniele Bracchetti

fumo
19 Ott 07 - Franco, 56 anni (id: 67003)
  Da anni, purtroppo, fumo. Prima circa un pacchetto e mezzo poi, a fatica, sono riuscito a scendere a circa 10 al giorno, ma ora avrei deciso di rinunciare pure a quelle, però credo di non farcela solo con la volontà così mi sono informato ed ho acquistato dei bocchini denominati "NICORETTE", ma in realtà ho paura che mi diano altri problemi essendo io un iperteso e assumento giornalmente le seguenti pastiglie: MICARDIS (non plus) 1 pastiglia alla sera e CONGESCOR 5 mg 1 pastiglia al mattino. Vorrei sapere se appunto posso tentare senza incappare in ulteriori problemi con questi bocchini. Grazie Franco
Può provare senza timori, ma veda di smettere comunque visto che ha la pressione alta. Prof. Daniele Bracchetti Cardiologo BOLOGNA
Prof. Daniele Bracchetti

tachicardia
19 Ott 07 - GIOVANNA, 40 anni (id: 66999)
  Gentile Professore Bracchetti, soffro di exstrasistole da molti anni, ho fatto tutti i controlli necessari compreso ecocardiogramma lo scorso anno e risulta tutto negativo, un mese fa ho fatto ecg sotto sforzo, il cardiologo ha riscontrato tachicardia e mi ha consigliato un ecg dopo 15 giorni per controllare la tachicardia, e poi mi ha consigliato di rifare di nuovo l’ecocardiogramma e la tiroide. Un altro cardiologo dopo 15 giorni che ho rifatto ecg e non ha riscontrato niente neppure tachicardia mi ha consigliato di non ripetere nessun esame visto il risultato negativo. Premetto che assumo congescor 2,5 tutte le mattine. Non so cosa fare, mi puo’ dare un consiglio? La ringrazio sempre per... continua >>
la sua cortese celerita’ nel rispondere.
Se sta bene continui il Cogescor e stia tranquilla. Prof. Daniele Bracchetti Cardiologo Bologna
Prof. Daniele Bracchetti

re-risposta
19 Ott 07 - francesco, 62 anni (id: 66998)
  con riferimento ID 66950 Ringrazio il prof. Bracchetti per la sollecita risposta scusandomi di essere stato poco chiaro ed informandolo che mi è stato praticata la seconda angioplastica Cordialmente la saluto francesco Grazie
Bene, continui le cure e faccia attività fisica. DB
Prof. Daniele Bracchetti

extrasistoli
19 Ott 07 - monica, 31 anni (id: 66997)
  durante un e.c.g. sotto sforzo mi sono state rilevate extrasistole sopraventricolare associate(2 anche 3 consecutive). l’holter sulle 24 ore ,comprendente anche attivita’ fisica, è risultato negativo. Volevo saperne da cosa possono essere causate e se possono creare probolemi durante la pratica sportiva. grazie
Nessun problema, soprattutto se Holter 24 ore durante anche attivita’ fisica, è risultato negativo. PRof. Daniele Bracchetti Cardiologo Bologna
Prof. Daniele Bracchetti

re-domanda
19 Ott 07 - domenico, 57 anni (id: 66995)
  Egr.Prof.Bracchetti, non volevo affatto essere scorretto nei confronti del dr Di Benedetto , ma ho letto sul sito che Lui era assente ed inoltre che le domande inerenti le aritmie bisogna rivolgerle a Lei. All’uopo le pongo il caso per intero : Mi hanno riscontrato un b.b.s. all’età di 42 anni quando ancora facevo attività sportiva , dopo esami(scintigrafia ecocuore ecg da sforzo, holter)tutti OK,sono stato autorizzato a continuare la pratica sportiva. 10 anni dopo ripetevo gli stessi esami per controllo(avvertivo come delle pause nel battito)e dalla scintigrafia questa volta risultò "ischemia di parete ant. e SIV ant. medio-basali". Venivo quindi sottoposto a coronarografia e angioplastica... continua >>
.da allora assumo cardirene 160 e zocor 20 la sera , mentre la mattina una pillola di cardicor 2,5 mg e zantipres da 15 mg. Faccio annualmente visita,eco doppler e Holter ; mentre 2 anni fa ho eseguito l’ecostress farmacologico che non ha rilevato ischemie.Ora come Le ho già detto,si verifica un fatto : Dal controllo holter di giugno 2007,rilevate 3000 extras.Il cardiologo per ovviare mi ha aumentato la dose di cardicor da 2,5 a 3,25 con il risultato che ad ottobre 2007 le extras. sono 8000. Il cardiologo è sembrato un pò perplesso,quasi che non sapesse bene come procedere,infine mi ha aumentato il cardicor a 5 e ripetiz. dell’holter a gennaio. Mi chiedo se è la più idonea terapia quella in atto? potrebbe essere il cardicor che a me fa aumentare le extras.? Ho la P.A. e freq.card. basse
Il Dr. Di Benedetto è disponibile da domani. E’ cardiologo come come e si intende di tutto come me ! Si deve rivolgere a lui !! DB
Prof. Daniele Bracchetti

elettrofisiologia
18 Ott 07 - gerardo, 23 anni (id: 66987)
  Salce dottor Bracchetti, ho sentito parlare di elettrofisiologia, di cosa si tratta? Io soffro un pò d’ansia e ho aritmie benigne dato che da esami fatti non risultano patologie in corso, però leggendo sul vostro bellissimo e utilissimo sito ho letto la parola elettrofisiologo? Cos’è e cosa fa? Potrebbe essere d’aiuto per me che soffro di ansia ed extrasisoli? Lei me lo consiglia o posso farne a meno? Vi sono giorni in cui sto benissimo e altri in cui ho varie extrasistoli. Che fare? Grazie e buon lavoro Ciao
Lo studio elettrofisiologico consiste nella registrazione dell’elettrocardiogramam all’interno del cuore. Serve solo in caso di aritmie maligne e mi sembra che non sia il suo caso. Prof. Daniele Bracchetti Cardiologo Bologna
Prof. Daniele Bracchetti

extrasistoli
18 Ott 07 - Luciano, 23 anni (id: 66986)
  Dottor Bracchetti vorrei farle solo una piccola domanda, per un soggetto come me che soffre di extrasistoli da anni è possibile svolgere attività sportiva anche se durante lo sforzo fisico avverte qualche extrasistole? Gli esami eseguiti (holter, eco, ecg, test da sforzo)hanno escluso una patologia cardiaca. Posso continuare a svolgere con serenità una corsa o una partita anche se durante avverto le extrasistoli? Grazie mille Saluti
In genere le extrasistoli in assenza di segni di compromissione cardiaca, non controindicano l’attività sportiva. Questo però lo deve decidere il suo cardiologo curante. Prof. Daniele Bracchetti Cardiologo Bologna
Prof. Daniele Bracchetti

extrasistoli e sport
18 Ott 07 - Luciano, 23 anni (id: 66985)
  Gentile Dott. Bracchetti, mi tolga un dubbio, spesso pratico sport senza problemi, solo che quando faccio una partita a calcio a livello agonistico mi capita di sentire strane sensazioni in gola, tipo un colpetto o una morsa fugace, così misi l’holter e durante una partita amichevole avvertì gli stessi sintomi, credevo fosse il cuore, ero convinto di avere avuto molte extrasistoli, invece nonostante tutti quei sintomi dal referto ne risultò solo una. Quando pratico altri sforzi o corsa semplice questi sintomi non mi capitano quasi mai, mentre durante le partite sono frequenti. Come mai solo giocando a livello agonistico? E cosa sono questi sintomi alla gola? Rischio la vita? Premetto di a... continua >>
ver fatto già ecg, eco, test da sforzo ed holter, tutto nella norma anche se soffro di extrasistoli varie. La ringrazio infinitamente cordiali saluti
Come ho risposto ad un altro corrispondente, in genere le extrasistoli in assenza di segni di compromissione cardiaca (eco,sforzo normali), non controindicano l’attività sportiva. Questo però lo deve decidere il suo cardiologo curante. Prof. Daniele Bracchetti Cardiologo Bologna
Prof. Daniele Bracchetti


Da 7860 a 7875 di 12353