Sei in: Medico on-line > Cardiologia

Aderiamo allo standard HONcode per l'affidabilità dell'informazione medica Aderiamo allo standard HONcode per l'affidabilità dell'informazione medica.
Verifica qui.


Cardiologia
Referenti

ultimo aggiornamento 6/02/2009
 
Aree tematiche

    Il Prof. Daniele Bracchetti risponde alle domande inerenti :
  • Aritmie Cardiache
  • Infarto Miocardico
  • Ipertensione Arteriosa
    Il Dott. Sergio Di Benedetto risponde alle domande inerenti :
  • Prevenzione cardiovascolare
  • Ipertensione arteriosa
  • Cardiopatia ischemica ed infarto miocardio
  • Valvulopatie (malattie delle valvole cardiache)
  • Scompenso cardiaco

Nella compilazione della tua domanda ti chiediamo gentilmente di attenerti il più possibile alle aree tematiche qui sopra riportate
ultimo aggiornamento 26/05/2008
Invia la tua domanda

Domande / Risposte
dolori
24 Ott 07 - ROBERTO, 38 anni (id: 67298)
  Da 15 giorni avverto dolori intercostali ad intermittenza (con rare fitte) alla parte sinistra, vicinanza cuore. A questo si aggiunge un intorbidimento del braccio sinistro. Talora questi dolori si estendono al collo e dietro la spalla. Eruttazioni frequenti. Battiti cardiaci accelerati e talora difficoltà respiratorie. Al risveglio dal sonno il problema non sussite. Nel distendermi sul letto, comunque, devo trovare una posizione consona per evitare i soliti dolori. Possono essere problemi cardiaci? Grazie
I dolori non sono tipici per il cuore, consiglio tuttavia una visita cardiologica con elettrocardiogramma. Ci può essere una componente di ansia, ma se il dolore persiste consiglio anche una lastra del torace. Prof. Daniele Bracchetti Cardiologo Bologna
Prof. Daniele Bracchetti


frazione di eiezione
24 Ott 07 - franco, 44 anni (id: 67294)
  egr. Professore, vorrei sapere, con quale esame diagnostico si evidenzia il parametro di FRAZIONE DI EIEZIONE e i valori di riferimento. GRAZIE Franco Macrina Soverato
Con l’ecocardiogramma,la ventricolografia o con la scintigrafia. Valori normali 55-65 % Prof. Daniele Bracchetti Cardiologo Bologna
Prof. Daniele Bracchetti

tachicardia
24 Ott 07 - pietro, 42 anni (id: 67290)
  Gent.mo Prof. Brachetti avrei una domanda da porle, ho mia madre di 62 anni ricoverata in ospedale per tachicardia ventricolare almeno questa è la diagnosi fatta al momento del ricovero. Ha fatto il cordarone sbloccandosi quasi subito ma sospeso perche ha noduli alla tiroide. Successivamente ha preso almarytn sospeso pure questo farmaco per un orticaria estesa in tutta la parte addominale del corpo, curata con cortisone e antistaminici. Subito dopo hanno provato il rytmonorm quasi con gli stessi effetti dell’almarytn. Proprio ieri uno dei cardiologi mi faceva presente che la tachicardia di mia madre non è certa che sia ventricolare, ma che potrebbe essere sopraventricolare. La mie domande so... continua >>
no: è necessario uno studio elettrofisologico, esistono altre molecole antiritmici oltre quelli descritti sopra, potrebbe essere preso in considerazione l’impianto di un defibrillatore. La ringrazio anticipatamente.
Per differenziare una tachicardia ventricolare da una sopraventricolare è in effetti è indicato, nel caso specifico di sua madre, uno studio elttrofisiologico endocavitario. Chiarire la genesi dell’aritmia può essere un’utile guida alla terapia. Prof. Daniele Bracchetti Cardiologo Bologna
Prof. Daniele Bracchetti

duarata stent
23 Ott 07 - luigi, 52 anni (id: 67274)
  egregio proffessore,ho avuto 2 ifarti miocardici e mi hanno messo 3 stent allo’ospedale maggiore di bologna .La mia domanda che durata hanno gli stent nel tempo .La ringrazio
Possono anche durare indefinitamente, anche se sono descritte possibilità di riocclusione. L’importante è assumere con costanza le medicine, aspirina o altri antiaggreganti in particolare, non fumare, tenere sotto controllo il colesterolo (uso di statina). Prof. Daniele Bracchetti Cardiologo Bologna
Prof. Daniele Bracchetti

battiti accelerati
23 Ott 07 - angelo, 31 anni (id: 67272)
  soffro di attachi cardiaci con battiti regolari di 100 ad arrivare 145 al minuto il cardioloco mi ha dato beta plus da prendere un quarto la mattina e un quarto la sera . per 15 giorni tutto andava bene ma dopo sono ritornati i battiti anche con il farmaco e cosi abbiamo cambiato farmaco agni 15 gg. per due anni e mi sono stufato esiste un rimedio la ringrazio e spero di buone notizie
Faccia un ecocardiogramma e una prova da sforzo e controlli la tiroide. Per la tachicardia i farmaci più efficaci sono i beta-bloccanti. Non conosco il beta-plus, mi chiarisca la composizione (beta-bloccante più diuretico?)- Prof. Daniele Bracchetti Cardiologo Bologna
Prof. Daniele Bracchetti

versamento pericardico
23 Ott 07 - Giovanni, 51 anni (id: 67268)
  Gentile dott. Di Benedetto, vorrei sottoporle la mia situazione sperando in un suo prezioso consiglio. Per problemi ereditari sono un soggetto diabetico, e mi sono sottoposto ad un controllo cardiaco, a causa della mia pressione, in quanto quella minima oscilla tra 98 e 100. Mi hanno fatto un’ecocardiografia, dalla quale è risultato un lieve versamento pericardico all’altezza del ventricolo sinistro. In attesa di altri esami, tra cui la RM dell’addome e del torace, vorrei sapere da lei quali sono le principali cause del versamento e come il problema possa essere risolto. So che per un suo parere completo dovrei attendere l’esito degli altri esami, ma, essendo un po’preoccupato, ho pensato di... continua >>
chiederle subito un parere. La ringrazio e la saluto.
L’importanza del versamento pericardico dipende dalla sua origine. In molti casi, in assenza di patologia associata, te un versamento pericardico lieve tende a risolversi spontaneamente. E’ comunque indicato approfondire gli accertamenti. Non trascuri l’ipertensione arteriosa che nel soggetto diabetico è di particolare importanza come fattore di rischio per complicanza cardiologiche, Dott. Di Benedetto
Dott. Sergio Di Benedetto

svenimenti
23 Ott 07 - mariella, 50 anni (id: 67259)
  salve dottore da circa due mesi ho ricorrenti svenimenti e perdita di conoscenza improvvisa ho paura di andare dal medico, questo mi succede sempre di sera, le dico che non ho una vita facile sono sempre in movimento e sotto stress,cosa mi consiglia di fare? attendo una vostra grazie
Io non posso fare niente .Lei non deve aver paura di andare dal medico, non c’è altra soluzione. Prof. Bracchetti
Prof. Daniele Bracchetti

alterazxioni aspecifiche della ripolarizzazione
23 Ott 07 - SILVIA, 20 anni (id: 67256)
  GENT.ISSIMI Sono una ragazza di venti anni. Da ormai dieci anni gioco a pallavolo e da quattro in serie C. Sono alta 180 cm e peso 73 Kg. Faccio molto movimento e non ho mai avuto problemi. Ho passato tranquillamente tutti gli anni la visita medico-sportiva. Quest’anno all’ecg mi è stato diagnosticato: "alterazioni aspecifiche della ripolarizzazione". Sono stata temporaneamente fermata in attesa di risposta dell’esame da parte di un cardiologo e all’effettuazione eventualmente di un ecocardiogramma. Devo preoccuparmi? Dovrò effettuare l’esame? Tornerò a giocare? Grazie Silvia
Non deve preoccuparsi: le alterazioni aspecifiche della ripolarizzazione hanno di per sè, in genere uno scarso significato clinico; l’ecocardiogramma potrà escludere la presenza di patologia cardiaca significativa. Dott. Di Benedetto
Dott. Sergio Di Benedetto

indolenzimento al braccio
23 Ott 07 - SILVANO, 42 anni (id: 67234)
  Da tre/quattro giorni avverto un fastidio, tipo indolenzimento al braccio sinistro a metà braccio (dove si piega) la pressione arteriosa è 120/80 non avverto nessun dolore in altre parti del corpo, potrebbe essere un problema cardiaco? Grazie mille per la Sua risposta
Penso prorpio di no ! Comunque se persiste si rivolga a un medico che possa visitarla. Prof. Daniele Bracchetti Cardiologo Bologna
Prof. Daniele Bracchetti

pressione ai limiti
23 Ott 07 - FAUSTO, 35 anni (id: 67233)
  Buongiorno, ho 35 anni. Effettuo l’automisurazione a casa al mattino e sera. Nei periodi in cui sono sotto stress, dovuto soprattutto al mio lavoro, ho la pressione che può arrivare a 140-90. Pratico sport 3 volte a settimana e nel giorno seguente la pressione è perfetta. L’elettrocardiogramma normale e sottosforzo è perfetto. Mi può dare qualche consiglio? La ringrazio.
Va poi bene... mangi con poco sale e stia tranquillo e non si misuri la pressioen cosi spesso. Prof. Daniele Bracchetti Cardiologo Bologna
Prof. Daniele Bracchetti

insufficienza tricuspidalica
23 Ott 07 - marialuisa, 32 anni (id: 67224)
  nel 2004 mi hanno riscontrato un blocco alla branca destra da allora sono peggiorata infatti prendo dei betabloccanti mi hanno detto che ho un prolasso della mitrale e che la tricuspide è peggiorata.Ho una insufficenza mitralica lieve con area del jet di rigurgito di 1.1cmq e una insufficienza tricuspidale con area del jet di rigurgito di 2,4 cmq .Cosa mi può accadere se peggiorasse?
La insufficienza mitralica è probabilòmente correalata al prolasso mitralico che tuttavia non spioega l’insufficienz della tricuspide. Importante uno studio ecocardiografico per cercare di capire quale ne sia la causa. Da non trascurare la profilassi dell’endocardite infettiva in caso di manovre che espongano al rischio di batteriemia Dott. Di Benedetto
Dott. Sergio Di Benedetto

tachicardia
22 Ott 07 - marzia, 30 anni (id: 67217)
  Gentile professore, da alcune settimane soffro di tachicardie che si preannunciano con un senso di vuoto allo stomaco, senso di forte calore al volto, nausea e mal di testa. La frequenza non ha mai superato i 140. Durano pochi minuti e mi passano se mi muovo, il primo desiderio sarebbe di correre e muovermi. ho fatto una visita cardiologica e questo è il referto: "RS-FC 65- PR ai limiti inferiori 0,12 sec. non chiara presenza di onda delta. Eco:Vsx non dilatato, normocinetica FE 65% non flussi valvolari anomali. Si consiglia attività fisica regolare, utile eventuale test ergometrico. Controllo fra 1 anno". Gli episodi di tachicardia ogni tanto ritornano,ma ora non è chiaro se si tratti di a... continua >>
ttacchi di panico. A questo proposito sto assumendo ansiolitici e un antidepressivo. Il cardiolgo mi dice che per avere una diagnosi certa dovrei fare un esame elettrofisiologico. A me fa molta paura. Lei cosa mi consiglia? Grazie
In effeti piuttosto che vivere nel dubbio penso sia indicato uno studio elettrofisiologico. In mani esperte è un esame che non dà problemi. Comunque come valida alternativa può fare un elettrocardiogramma Holter (anche più di uno) nella speranza di registrare la tachicardia. Mi tenga informato. Prof. Daniele Bracchetti Cardiologo Bologna
Prof. Daniele Bracchetti

re-risposta
22 Ott 07 - Francesco, 25 anni (id: 67211)
  Salve professore. La ringrazio moltissimo per la risposta. Approfitto per effettuare un’altra domanda. Vorrei sapere se in qualche modo può essere legata all’ansia? Grazie mille Distinti saluti Francesco
E’ possibile, ma non si preoccupi... Prof. Daniele Bracchetti Cardiologo Bologna
Prof. Daniele Bracchetti

ipertesnione
22 Ott 07 - luciana, 49 anni (id: 67205)
  Egr.dottore sono obesa fin dall’adolescenza.All’età di 22 anni ho subito un’intervento di taglio cesareo per gestosi grave.Visto che dopo qualche mese la mia pressione non si stabilizzava ho iniziato una terapia con betabloccanti(atenololo 100_1 compressa al dì)così riesco a tenere nella norma la pressione arteriosa.Le chiedo:dato che da 26 anni assumo atenololo posso avere problemi?Se si quali?é il caso di fare qualche esame più approfondito oltre il solito elettrocardiogramma e visita cardiologica annuale?La ringrazio e saluto cordialmente
Se il farmaco è ben tolerato può continuarlo senza timore. Potrebbe fare un ecocardiogramma per valutare un eventuale ipertrofia del cuore e ovviamente gli esami di funzionalità renale. Il suo peso, se esatto, mi sembra eccessivo, e può influenzare i valori di pressione. Prof. Daniele Bracchetti Cardiologo Bologna
Prof. Daniele Bracchetti

esxtrasistoli
22 Ott 07 - massimiliano, 42 anni (id: 67204)
  PRIMA AVEVO IL BATTITO CARDIACO A 75 PULSAZIONI è DA 5 ANNI CHè HO IL BATTITO A 55-60 CON SPORADICHE EXSTRA SISTOLE HO ESERGUITO ECO COLOR DOPPLER E HOLTER 24 ORE ESITO NEG VORREI UNA RISPOSTA GRAZIE
I dati esposti non indicano problemi particolari Dott. Di Benedetto
Dott. Sergio Di Benedetto


Da 7860 a 7875 di 12391