Sei in: Medico on-line > Cardiologia

Aderiamo allo standard HONcode per l'affidabilità dell'informazione medica Aderiamo allo standard HONcode per l'affidabilità dell'informazione medica.
Verifica qui.


Cardiologia
Referenti

ultimo aggiornamento 6/02/2009
 
Aree tematiche

    Il Prof. Daniele Bracchetti risponde alle domande inerenti :
  • Aritmie Cardiache
  • Infarto Miocardico
  • Ipertensione Arteriosa
    Il Dott. Sergio Di Benedetto risponde alle domande inerenti :
  • Prevenzione cardiovascolare
  • Ipertensione arteriosa
  • Cardiopatia ischemica ed infarto miocardio
  • Valvulopatie (malattie delle valvole cardiache)
  • Scompenso cardiaco

Nella compilazione della tua domanda ti chiediamo gentilmente di attenerti il più possibile alle aree tematiche qui sopra riportate
ultimo aggiornamento 26/05/2008
Invia la tua domanda

Domande / Risposte
fumo e malessere
17 Nov 07 - Vittoria, 20 anni (id: 68804)
  Gentile dottore, ho smesso da circa 7 mesi di fumare (fumavo un pacchetto al giorno) e adesso molto spesso ho dolori ai polmoni, mi manca l’aria e ho un senso di oppressione al petto. In alcuni casi poi sento il cuore battermi velocemente e mi sento quasi svenire. Tutto questo può essere causato dal fatto che ho smesso e i miei polmoni si stanno via via liberando dal fumo?? Cosa mi consiglia per alleviare il fastidio??? Grazie per la sua risposta
I sintomi, non preocupanti, possono essere in rapporto alla sospensione del fumo. Non riprenda!!!! Semmai si aiuti con gli ansiolitici. Prof. D. Bracchetti Cardiologo
Prof. Daniele Bracchetti


sollevamento pesi
17 Nov 07 - Domenico, 16 anni (id: 68800)
  Buongiorno,sono un ragazzo di 16 anni e volevo chiederla se andare in palestra e sollevare pesi potrebbe bloccare la crescita oppure arrecare dei danni al fisico? Aspetto una sua risposta, grazie
Il sollevamento pesi non è lo sport più adatto alla sua età. Dott. Di Benedetto
Dott. Sergio Di Benedetto

fitte al torace
17 Nov 07 - cristiano, 31 anni (id: 68795)
  Salve Dottore volevo un suo parere,circa 3/4 mesi fa ho effettuato ecg,eco,ecg da sforzo ,ho effettuato anche le analisi del sangue per essere piu precisi gli enzimi cardiaci,e tutto è risultato nella norma ,sono un ragazzo diabetico nn insulinico ma prendo una pasticca al giorno,in piu prendo degli anti depressivi,per causa di attacchi di panico, alcune volte sento delle fitte al centro del petto tipo pressione e in piu sento il braccio sinistro che comincia ad addormentarsi con dolori anche dietro la scapola sinistra e mancanza di respiro,con tutto cio lei cosa pensa devo preoccuparmi per il cuore o posso stare tranquillo? la mia pressione arteriosa va dai 120/80 e quando sono agitato arri... continua >>
vo massimo a 140/90 mentre il diabete lo tengo sotto controllo con misurazioni quasi giornaliere e la media è di 90,al massimo arrivo a 160,sono molto agitato con la paura che possa succedere qualcosa al mio cuore nell’attesa di una sua risposta lee porgo i miei piu cordiali saluti
Se gli esami cardiologico sono negativi, puiò stare traqnuillo. Certo che ,se ha scritto bene il suo peso (100), questo merita attenzione con una dieta rigorosa e l’espletamento di attività fisica. Prof. Daniele Bracchetti Cardiologo Bologna
Prof. Daniele Bracchetti

displasia aritmogena del ventricolo destro
16 Nov 07 - roberto, 19 anni (id: 68787)
  se le aritmie ventricolari si presentano dopo sforzo fisico e perdurano anche per diverse ore dopo lo sforzo,e sono praticamente assenti nei giorni in cui si è a riposo, questo è un fattore che induce a pensare che ci possa essere una cardiopatia che le produce? vorrei sapere se nella displasia del ventricolo destro è presente questa caratteristica,cioè che ci sono extrasistoli provocate dallo sforzo senza extrasistoli quando si è a riposo,oppure le extrasistoli ci dovrebbero essere sempre e se si in quale numero? la ringrazio ho problemi di extrasistolia ventricolare dopo sforzo fisico
La displasia aritmogena del ventricolo destro è responsabile di aritmie ben più gravi che non l’extrasistolia ventricolare. La diagnosi comunque richiede un test di imaging (ecocardio RM) Dr Di Benedetto
Dott. Sergio Di Benedetto

battito irregolare
16 Nov 07 - andrea, 28 anni (id: 68784)
  salve, è da un pò di tempo che mi capita di avvertire delle sensazioni strane al petto, come degli spasmi. In qual momento mi manca il respiro e noto che il battito cardiaco salta. Cosa può essere? grazie mille
I tuffi al cuore sono probabilmente dovuti a extrasistoli benigne, frequenti anche nei giovani a cuore sano. Si metta tranquillo. Eventualmente ne parli con il suo medico. Prof. Daniele Bracchetti Cardiologo Bologna
Prof. Daniele Bracchetti

tachicardia
16 Nov 07 - nunzio, 50 anni (id: 68779)
  salve,sono iperteso pressione alta da circa 15 anni,con i farmaci e l,amentazione corretta riesco a tenerla 120-75-80 lavoro nel settore trasporti facendo anche delle notti negli ultimi 5-6-mesi mi succede che quando mi debbo alzare in piena notte 1-2 o3 tutto il giorno mi sento il cuore che va a mille con forte tachicardia,tutto normale invece se inizio a lavorare dopo le 6,00.grazie per la rispota.
La stanchezza fisica gioca probabilmente un ruolo importante. Le consiglierei comunque di sottoporsi a visita del curante con il sintomo in atto. Dr Di Benedetto
Dott. Sergio Di Benedetto

ventolin
16 Nov 07 - marilena, 33 anni (id: 68777)
  Da circa 18 mesi soffro di artmia,tremori e dolori agli arti, bruciore alla bocca dello stomaco,capogiri,nausea e problemi di dilazione polmonare (sono asmatica e da 15 anni faccio uso del ventolin). Ho fatto numerosi esami ecg, spirometria, prik test,rx alla cervice a parte avermi riscontrato una forma di collo dritto nn ho nulla di patologico.Tutti questi disturbi sono comuni sia all’abuso del ventolin sia al collo dritto nn so piu’come comportrmi e cosa pensare so solo che questi disturbi nn mi permettono di vivere normalmente e cio’ e’ sfociato anche con attacchi di panico ho anche fitte al cuore e dolori al petto e difficolta’ digestive. Che faccio? Ho paura
Il Ventolin può in efffetti dare tremori e aritmie. Mi sembra che i suoi problemi siano prevalentemente di origine polmonare e non cardiologici. Ci sono prodotti antiasmatici più moderni del ventolin, ne parli con lo specialista. Prof. Daniele Bracchetti Cardiologo Bologna
Prof. Daniele Bracchetti

extrasistoli
16 Nov 07 - lotar, 55 anni (id: 68760)
  Buona sera Professore,sofro da molti anni di extrasistoli ventricolari,ho fatto tutti gli esami del caso (ecg-eco-holter(ha rilevato circa 1900 extras.)-risonanza magnetica-scintigrafia-prova da sforzo-esami sangue completi)tutto pressoche nella norma,il cardiologo dice cuore sano!! Prendo un betabloccante per ipertensione lieve. faccio regolarmente sport nuoto,ed è l’unico sistema per avere un giorno di tregua dalle extrasistole. Ultimamente sono numerosissime e quotidiane insopportabili...,volevo sapere da Lei, se è consigliata l’ablazione,e se si,se è risolutiva. non riesco più a vivere!! Grazie del Suo aiuto
L’ablazione per le extrasistoli non sempre è efficace e il rischio sia pur minimo della procedura non rende consigliabile questa tecnica. La capisco, purtroppo le extrasistli benigne sono frequenti e fastidiose. Se il beta-bloccante è efficace lo prenda pure tranquillamente, fa bene anche per la pressione. Prof. Daniele Bracchetti Cardiologo Bologna
Prof. Daniele Bracchetti

extrasisistoli
16 Nov 07 - Luciano, 23 anni (id: 68750)
  Egregio Dott. Bracchetti, scusi se La riscrivo, ma vorrei delle piccole rassicurazioni o consigli. Essendo un tipo ansioso (mi curo con gocce di lexotan e compresse di seroxat da 2 anni) spesso mi agito per poco e ho extrasistoli. Ma con le extrasistoli ormai ci convivo da 3-4 anni, dopo aver fatto più volte ecg, eco e holter, sempre tutto ok, mi sono convinto anche io che non sono pericolose ma benigne. Quello che ora vorrei chiederle riguarda invece la mia tachicardia e cardioplamo. Di recente mi sento un pò agitato e forse sotto stress psicologico. Fatto è che a volte mi prende un agitazione come un nodo in gola e il mio cuore prende a battere veloce, in genere non supera mai i 140... continua >>
bmp. Sono brevi episodi di alcuni minuti poi passano, anche in passato li ho avuti e dagli esami fatti risulta sempre che il mio cuore è sano, gioco anche a calcio senza problemi, il mio cuore a riposo batte sui 55-60 bmp. Però mi capita come Le dicevo che a volte mi prendono ancora cardiopalmo e tachicardia, accompagnati sempre da agitazione, paura e ansia, che a volte sfocia in panico. Il mio medico dice che sono sintomi extra cardiaci dovuti al mio stato emotivo. A settembre scorso ho fatto vari esami, ECO, ECG, HOLTER, TEST DA SFORZO, ESAMI TIROIDE e tutto è ok, ma questi episodi accadono ancora. Ho notato però che i sintomi spariscono con l’attività fisica. Davvero è uno stato emotivo? Il mio cuore è sano per davvero o devo ripetere altri easmi? Gazie infinite come sempre!
Mi sembra di aver risposto tre volte a Luciano a. 23 Campania.... Almeno faccia riferimento alle precedenti richieste. Comunque i suoi problemi non possono essere risolti per lettera, si affidi al suo medico curante. Comunque sulla base di quanto scrive il suo coure è sani e può stare più che tranquillo. Prof. Daniele Bracchetti Cardiologo Bologna
Prof. Daniele Bracchetti

congestione ilare
16 Nov 07 - FRANCESCO, 30 anni (id: 68749)
  Da una radiografia al torace a seguito di una allergia è comparso tra gli esiti la seguente voce: Congestione Ilare. Cosa significa? Grazie.
Può non avere nesun significato. Questo va però giudicato dal curante sulla base dei suoi sintomi. Prof. Daniele Bracchetti Cardiologo Bologna
Prof. Daniele Bracchetti

extrasistolia
16 Nov 07 - LUCIA, 37 anni (id: 68748)
  Buongiorno, vorrei avere un suo parere in quanto ho da circa sei mesi della extrasistole ma soprattutto nelle ultime due settimane si sono fatte sentire molto spesso, anche ogni due battiti regolari parte un’extrasistola che sento sempre. (ieri x 15 ore consecutive). Ho eseguito un holter circa 3 settimane fa in cui ha evidenziato circa 800 extrasistole (ne ho avute poche in queste 24 ore) e 30 secondi di fibrillazione atriale nella notte di cui io non mi sono accorta. Ho fatto anche visita cardiologica ed ecocardio di cui risulta un cuore sanissimo. Il cardiologo ha considerato l’evento di fibrillazione ma non mi considera le mie extrasistole che sento continuamente e non ne posso più. Il ... continua >>
cardiologo dice che devo conviverci e si tratta di extrasistole per stress e ansia. Qual’è il suo parere? Davvero non c’e’ pericolo per il cuore? Grazie. Cordiali saluti
In genere in assenza di cardiopatia le extrasistoli non sono pericolose tuttavia se sono fortemente sintomatiche possono ugualmente richiedere una terapia farmacologica (es beta-bloccante) Dott. Di Benedetto
Dott. Sergio Di Benedetto

tachicardia
16 Nov 07 - IvanaTonti, 45 anni (id: 68741)
  Gentile professore, ho 45 anni e mi trovo in uno stato di assoluto malessere e disperazione. Sottopostami oltre un anno fa ad ablazione di tachicardia atriale presso l’ospedale San Raffaele, mi ritrovo da due mesi a questa parte con nuovi attacchi soprattutto la notte e al risveglio, quasi quotidiani purtroppo, accompagnati da una fastidiosa iperidrosi alle mani. Ho sofferto in passato di tiroidite ma sono attualmente eutirodea. Presso il centro dove mi sono operata mi hanno consigliato di assumere Sotalex 80 1/4 ogni 12 ore. Ho cominciato da un paio di giorni ma, come è già accaduto con altri farmaci, non lo tollero affatto, le vertigini e la debolezza sono terrificanti, ho provato tanti... continua >>
medicinali e non so più cosa fare. Non pare al momento necessaria una seconda ablazione, ma io la farei anche subito per non dover più prendere il Sotalex o altri antiaritmici. Lei che ne dice, se prendessi soltanto 1/4 di pastiglia la sera, potrei ugualmente avere una buona copertura, evitando così di passare la giornata sul divano a causa dell’assunzione mattutina? Attendo con ansia un suo consiglio, non dormo quasi più e sto dimagrendo a vista d’occhio, e la delusione per l’ablazione non riuscita mi sta creando un crollo nervoso. Cordiali saluti.
Penso che lei debba ducumentare con un Holter le crisi di tachicardia per differenzare tra tachicardia sinusale e tachicardia parossistica. In ogni caso consiglio di ricontrollare T3 T4 e TSH (assume farmaci per la tiroide ?). Come è l’ecocardiograma ? Su queste basi si può valutare una variazione alla terapia. Per una seconda ablazione quindi aspetterei. Mi tenga informato facendo riferimento all’identificativo di questa richiesta. Prof. Daniele Bracchetti Cardiologo Bologna
Prof. Daniele Bracchetti

ablazione
16 Nov 07 - ALBERTO, 30 anni (id: 68736)
  SALVE DOTTORE, SOFFRO DI EPISODI DI CARDIOPALMO ED EXTRASISTOLIA VENTRICOLARE. HO FATTO UN ESAME TRANSOFAGEO SENZA RIUSCIRE A SCATENARE LA TACHICARDIA PER STUDIARLA, IL MOTIVO E’ ANCHE DOVUTO AL FASTIDIOSO E PROLUNGATO ESAME. DOPO 1 ANNO E MEZZO SI E’ RIPRESENTATA LA TACHICARDIA 180/190 BATTITI AL MINUTO MI HANNO PORTATO ALL’OSPEDALE E L’ANNO CALMATA CON UNA MANOVRA PARTICOLARE MA FORTUNATAMENTE SONO RIUSCITI A REGISTRARLA. SONO DISPERATO ANCHE XCHE’ MENTRE LE SCRIVO AVVERTO DELLE EXTRASISTOLE CHE NON MI LASCIANO VIVERE. SONO SPOSATO MA NON HO FIGLI, NON IMMAGINO CON IL PENSIERO DELLA FAMIGLIA LO STRESS E ANSIA COSA POSSONO CAUSARMI. HO PARLATO CON IL MIO CARDIOLOGO E PRIMARIO "DI FIDU... continua >>
CIA",SI E’ PREOCCUPATO DI AVERE LA REGISTRAZIONE, POI MI HA CONSIGLIATO DI FARE UNA ABLAZIONE PER FAR SCOMPARIRE IL PROBLEMA DEFINITIVAMENTE...LE MIE DOMANDE SONO QUESTE: CONOSCENDO LA SUA GRANDE ESPERIENZA NEL CAMPO, L’ABLAZIONE E’ FASTIDIOSA, E’ PERICOLOSA, PUO RITORNARMI COMUNQUE DOPO L’INTERVENTO LA TACHICARDIA O LE EXTRASISTOLE? PUO’ RISOLVERE IL PROBLEMA MA CAUSARNE ALTRI AL CUORE? SENTO PARLARE BENE E MALE DI QUESTO INTERVENTO SU INTERNET, SPERO TANTO DI AVERE UNA SUA GENTILE RISPOSTA QUANTO PRIMA, LA RINGRAZIO VERAMENTE TANTO E LE PORGO DISTINTI SALUTI. ALBERTO
Se si tratta di tachicardia parossistica l’ablazione è in genere efficace. Serve meno per le extrasistoli. Il rishio di questa procedura è oggi minimo, ovviamente in centri qualificati. Se all’eco il suo cuore è normale non deve preoccuparsi. Prof. Daniele Braccheti Cardiologo Bologna
Prof. Daniele Bracchetti

affanno e tachicardia
16 Nov 07 - francesco, 23 anni (id: 68728)
  da circa 6 mesi mi succede di affaticarmi spesso per sforzi non eccessivi ad esempio salendo alcune rampe di scale con conseguente affanno e tachicardia,mio padre è deceduto circa 2 anni fa x complicazioni cardiache io sono un fumatore e non faccio attivita fisica,mi devo preoccupare?e se incominciassi invece a fare sport o palestra la situazione migliorerebbe?aggingo che sono anche un tipo che si impressiona facilmente e somatizzo molto ma sono veramente preoccupato perche in passato nn ho mai sofferto di questi disturbi
La sosapensione del fumo e l’attività fisica sono senz’altro utili. Se il sintomo è di insorgenza recente consulti comunque il curante. Dott. Di Benedetto
Dott. Sergio Di Benedetto

EPA ed ipertensione
16 Nov 07 - fiorenza, 65 anni (id: 68720)
  Sono sta dimessa da poco dalla cardiologia di rovereto dove sono stata ricovereta per EPA. Nel 2006 in agosto infarto seguito da angioplastica.Il recente controllo coronarografico non ha messo in luce nulla di problematico. l’EPA viene fatto risalire a fattori ipertensivi.Gradirei un suo consiglio. Grazie
Segua in mofdo scrupolosa la terapia consigliata dai colleghi e misuri frequentemente la pressione arteriosa Doott. Di Benedetto
Dott. Sergio Di Benedetto


Da 7860 a 7875 di 12541