Sei in: Medico on-line > Cardiologia

Aderiamo allo standard HONcode per l'affidabilità dell'informazione medica Aderiamo allo standard HONcode per l'affidabilità dell'informazione medica.
Verifica qui.


Cardiologia
Referenti

ultimo aggiornamento 6/02/2009
 
Aree tematiche

    Il Prof. Daniele Bracchetti risponde alle domande inerenti :
  • Aritmie Cardiache
  • Infarto Miocardico
  • Ipertensione Arteriosa
    Il Dott. Sergio Di Benedetto risponde alle domande inerenti :
  • Prevenzione cardiovascolare
  • Ipertensione arteriosa
  • Cardiopatia ischemica ed infarto miocardio
  • Valvulopatie (malattie delle valvole cardiache)
  • Scompenso cardiaco

Nella compilazione della tua domanda ti chiediamo gentilmente di attenerti il più possibile alle aree tematiche qui sopra riportate
ultimo aggiornamento 26/05/2008
Invia la tua domanda

Domande / Risposte
dolori toracici
6 Nov 07 - anna, 26 anni (id: 68050)
  Buongiorno sono una ragazza di 26 anni molto ansiosa.Da un pò di tempo, ogni giorno sento un dolore che parte dal centro torace e si diffonde alle spalle. Avverto in particolar modo dei dolori tipo scosse o punture intorno al seno sx e al braccio sx. io mi spavento e la frequenza cardiaca dai soliti 90 va a 140. Rx torace, ecg ed ecocardiogramma sono nella norma. Il mio medico dice che sono solo dolori intercostali, lei che ne pensa? Da cosa possono derivare questi dolori? io ho molta paura dell’infarto anche perchè mio padre è stato colpito a 45 anni. Grazie, saluti.
Come cardiologo posso dire che difficilmente i suoi dolori sono da attribuire al cuore. DOLORE TORACICO - RISPOSTA STANDARD. E’ comprensibile che un dolore al torace faccia paura, poiché il sintomo dell’infarto è proprio il dolore al torace. Nel caso dell’infarto le caratteristiche del dolore (sede retrosternale al centro del petto, insorgente a riposo, di forte intensità, di durata superiore a 30 minuti) permettono di differenziarlo da altre affezioni che si manifestano con dolore nella stessa zona quali la pericardite, l’artrosi cervicale, i dolori di origine gastrica o esofagea, le nevralgie intercostali. Le nevralgie intercostali,di origine ossea o muscolare,sono caratterizzate da un dolore sordo,continuo oppure da trafitture di breve durata. E’ bene precisare che i dolori di origine non cardiaca sono ACCENTUATI DALLA STATO DI ANSIA. La cardiologia moderna, per mezzo di esami strumentali (elettrocardiogramma da sforzo, ecocardiogramma,etc) dispone di mezzi efficaci per fare una diagnosi esatta. IN CONCLUSIONE PUO’ STARE TRANQUILLA. Prof. Daniele Bracchetti Cardiologo Bologna
Prof. Daniele Bracchetti


ipertensione
6 Nov 07 - anna, 57 anni (id: 68046)
  gentile dottore vorrei chiederle un parere sulla mia situazione. Sono ipertesa da 17 anni, e la medicina che prendo riesce in gran parte a mentenere la pressione su valori normali. Faccio la visita dal cardiologo ogni 6 mesi, il risultato dell’eco evidenza un lieve ispessimento del ventricolo sx, e dei segni di pregressa pericardite senza residui liquidi. L’elettrocardiogramma è normale.Il mio medico dice sempre che ’va tutto bene’, e che dovrei per dimagrire fare 50 minuti di tappeto al giorno. Ora mi chiedo, secondo lei va davvero tutto bene? Non è eccessiva quella ginnastica considerando che dall’eco non mi sembra sia proprio tutto in ordine..cosa mi consiglia? grazie mille per il suo a... continua >>
iuto.
Condivido l’orientamento del suo cardiologo. Faccia controlli periodici. Prof. D. Bracchetti
Prof. Daniele Bracchetti

dolori toracici
6 Nov 07 - Mauro, 31 anni (id: 68035)
  Buongiorno, da circa 2 settimane avverto un dolore nella zona del costato sotto al cuore che, in taluni casi, si sposta anche leggermente dietro la schiena. Devo premettere che il dolore è nato in concomitanza con l’evolversi di un’influenza che, certamente, ho curato male. La cosa strana è che il dolore lo avverto solo in determinati momenti o meglio movimento: quando dormo non avverto alcun dolore/fastidio, quando lavoro al PC anche. Se mi piego in avanti ad esempio lo sento, soprattutto la mattina appena alzato. Verso sera questo dolore si affievolisce. Cosa potrebbe essere? Grazie anticipatamente.
Come cardiologo non penso si tratti di dolore attribuibile al cuore. Consiglio comunque un’accurata visita medica e l’esecuzine di una radiografia del torace. Prof. D. Bracchetti
Prof. Daniele Bracchetti

re-risposta
30 Ott 07 - DENISE, 25 anni (id: 67761)
  VOLEVO INOLTRE AGGIUNGERE CHE DURANTE LA GIORNATA HO DOLORI AL LATO SINISTRO DEL CUORE E MI DURANO INTRONO A 10 MINUTI CIRCA.. ORA SONO ANCHE RAFFREDDATA. HO DOLORI ANCHE ALLE SPALLE, E LA MATTINA MI SVEGLIO GIà COL MAL DI TESTA. STO PRENDENDO MEZZA COMPRESSA DI LOBIVON X LA PRESSIONE.. MI SENTO SEMBRE COME SE CAMMINASSI SOSPESA.. PUò ESSERE ANCHE ANEMIA??? GRAZIE
Vale la risposta già data. Se è anemia si può sapere solo facendo un esame morfologico del sangue. DB
Prof. Daniele Bracchetti

ansia
30 Ott 07 - DENISE, 25 anni (id: 67760)
  MI CHIAMO DENISE E HO 25 ANNI. DA QUALCHE MESE SOFFRO DI ANSIA, HO AVUTOLA PRESSIONE INTORNO A 90/140 E, DOPO AVER FATTO TUTTI GLI ESAMI NON MI è STATO RISCONTRATO NULLA. DA UN Pò DI GIORNI HO UN TREMOLIO AL PETTO: HO FATTO VISITA CARDIOLOGICA MA è TUTTO A POSTO. COSA PUò ESSERE? SONO UN Pò PREOCCUPATA. HO PRESO X UN MESE LO XANAX.
Si tratta di sintomi di ansia, la pressione va bene così. Posso dirle che rispetto al passato oggi disponiamo di mezzi quali l’ecocardiogramma e la prova da sforzo che permettono di escludere una malattia di cuore. Quindi se tutto è ok bisogna stare tranquilli, fare attività fisica,assumere al bisogno tranquillanti. Prof. Daniele Bracchetti Cardiologo Bologna
Prof. Daniele Bracchetti

extrasistoli
30 Ott 07 - GIO’, 40 anni (id: 67749)
  Gentile Professore,da parecchi anni soffro di exstrasistole molto fastidiose tutti i controlli fatti sono negativi assumo congescor da 2,5 con esito poco soddisfacente, soffro di reflusso gastroesofageo che mi procura parecchi fastidi, sono stata visitata da diversi cardiologi ma non riesco a liberarmi da queste maledette exstra sinceramente non so piu’ cosa fare i medici mi dicono che non ho niente ma io non riesco a stare tranquilla. C’è stato un periodo che con le pastiglie sono diminuite ma adesso sono ricomparse come prima. La ringrazio per la Sua cortesia e invio cordiali saluti. P.S Ho fatto tutti i controlli necessari pure la tiroide.
RISPOSTA STANDARD SULLE EXTRASISTOLI BENIGNE, OGGETTO DI MOLTI CONTATTI VISTA LA FREQUENZA DEL FENOMENO. Le Extrasistoli, o Battiti Ectopici, sono dovute ad un gruppo di cellule cardiache, di dimensioni microscopiche, che si eccitano autonomamente dando origine al battito anticipato e ad un successivo battito più “forte” responsabile del sintomo “palpitazione”. Possono avere origine nell’atrio (extrasistoli o battiti ectopici atriali) o nei ventricoli (extrasistoli o battiti ectopici ventricolari). Le extrasistoli possono essere rischiose solo quando sono molto frequenti e associate ad una malattia di cuore: in tal caso sono espressione della malattia in sé e possono avere una rilevante importanza clinica. Più frequentemente, sono benigne, potendosi riscontrare anche in un cuore “sano”. Non è del tutto dimostrato un rapporto con l’ernia hiatale o con altri disturbi gastroenterici. In generale non è necessario assumere farmaci antiaritmici. Va chiarito che i soggetti affetti da extrasistolia ventricolare benigna non corrono rischi e possono condurre una vita normale “convivendo” con questa sgradevole sensazione e sopportando il fastidio senza timori. Prof. Daniele Bracchetti Cardiologo Bologna
Prof. Daniele Bracchetti

insufficenza cardiaca
30 Ott 07 - marco, 39 anni (id: 67709)
  Gentile Professore,sono una persona ansiosa ed anche ipocondriaca tanto che ho dovuto assumere citalopram per un pò di tempo.Sono sempre stato preoccupato per il mio cuore ed infatti ho esegutio annualmente ecocardio e ecg con visita cardiologica l’ultima risale a 2 anni fa.Premetto che mio padre ha avuto un’infarto a 64 anni e quindi anche questo evevnto ha contribuito ad aumentare la mia preoccupazione però da qualche giorno,sono costipato,avvero come un groppo al petto con anche una respirazione che a volte mi sembra più pesante..chiedo per favore ma un’insufficienza cardiaca come si maifesta?Grazie per la risposta
Prima di arrivare ad un insufficienza cardiaca il cuore deve essere malato, e non mi sembra che sia il suo caso. Se è costipato è normale avere il sintomo da lei descritto. L’insuffcienza cardiaca si manifesta con fatica respirare, gonfiore alle caviglie. Il cuore può dare segni di malattia anche con il dolore retrosternale. Stia quindi tranquillo. Prof. D. Bracchetti
Prof. Daniele Bracchetti

dolore al torace
30 Ott 07 - gigi, 41 anni (id: 67694)
  Un paio di giorni fa ho avuto un dolore al petto all’altezza del cuore, dolore persistente e presente solo in alcune posizioni (seduto o sdraiato a pancia in su). Ieri è diminuito e quasi sparito, questa mattina appena alzato si è ripresentato (ora è assente). Sono anche un pò raffreddato. Può essere un semplice dolore muscolare? Scusi la domanda ingenua ma quando si fa un lavoro stressante si ha sempre paura che possa essere qualcosa di più grave. Ho letto che un infarto in genere non dura tanto a lungo e quindi credo, e spero, che il mio dolore non sia riconducibile a ciò. Grazie Gigi
Non mi sembra un dolore preoccupante, ma penso sia indicato riferire il tutto a un medico che possa visitarla. Prof. Daniele Bracchetti Cardiologo Bologna
Prof. Daniele Bracchetti

bradicardia nutturna
29 Ott 07 - davide, 27 anni (id: 67686)
  mi scusi se le scrivo ancora ma mi sono dimenticato una domanda, é normale che durante la notte la fc arrivi anche a 34 battiti? io faccio sport circa 2 volte a settimana, posso stare tranquillo?
In un giovane la bradicardia è in genere indice di buon allenamento. DB
Prof. Daniele Bracchetti

branca sinistra
29 Ott 07 - Francesco, 35 anni (id: 67682)
  Salve a seguito di un elettrocardiogramma, mi è stata riscontrata una tensione bassa del branca sinistro. Premetto che faccio molta attività fisica in special modo aerobica, allenandomi nella corsa per tre/ quatto volte a settimana con corse lunghe che superano spesso l’ora di allenamento. Il cardiologo mi ha detto di non preoccuparmi in quanto è un sintomo fisiologico e non patologico e che è dovuta all’attività fisica che pratico. Non ho mai sofferto di nessun problema al cuore ne ho avuto malori legato ad esso anche quando l’attività fisica svolta sia stata particolarmente dura. Voi cosa mi dite. Una saluto a presto
Mi dispiace, tensione bassa non è un termine medico, sia più preciso o chieda al suo cardiologo. Prof. Daniele Bracchetti Cardiologo Bologna
Prof. Daniele Bracchetti

battiti sopraventricolari
29 Ott 07 - davide, 27 anni (id: 67677)
  salve,vorrei il suo parere su un holter effettuato in questi giorni:ritmo sinusale,non pause patologiche,fisiologiche variazioni della f.a.,non aritmie,normale la ripolarizzazione,ci sono stati 19 battiti sopraventricolari singoli ed uno ventricolare. fc min 34( d notte)..fc max 114,fc media 61..negli ultimi mesi ho anche effettuato ecg da sforzo e ecocardio,tutto a posto,secondo lei l’holter che ho fatto è buono o quei battiti sopraventricolari sono preoccupanti?..grazie
Se eco e sforzo sono normali può stare tranquillo. Prof. Daniele Bracchetti Cardiologo Bologna
Prof. Daniele Bracchetti

pression variabile
29 Ott 07 - Germano, 39 anni (id: 67652)
  Buongiorno. Durante una visita cardiologica per l’abilitazione all’attività sportiva, mi hanno riscontrato la pressione a 135/95. Successivamente nello stesso giorno ho fatto delle altre misurazioni e i valori della minima sono scesi intorno 85/90. Due ore prima della visita ho assunto per un forte mal di testa una bustina di mimesulide. Puo’ aver influenzato la misurazione della pressione questo farmaco? Premetto che 20 giorni prima ho fatto un elettrocardiogramma con misurazione pressione con valore 120/80. Devo preoccuparmi o è solo un caso dovuto magari allo stress?
Mi sembrano valori dei quali non ci si deve preoccupare. Prof. Daniele Bracchetti Cardiologo Bologna
Prof. Daniele Bracchetti

tachicardia
29 Ott 07 - Marco, 45 anni (id: 67643)
  Di notte se sto coricato a sinistra o se comprimo la base tra collo e testa sul cuscino avverto come delle fibrillazione al cuore che si placa se mi giro sull’altro lato. Ho fatto deli esami cardiaci (holter, ecg, dopler ed eco) ma non sembra esserci niente di rilevante. Sicuro è che da un normale battito di 65 sono passato ad una media, anche di giorno di 80-90 bpm. La cosa però perdura ormai da quasi 1 anno e mi preoccupa. Il cardiologo mi ha prescritto 1/2 pastiglia di Inderal 40mg alla sera prima di coricarmi, ma al mattino la tachicardia si ripresenta.
Niente di grave, prenda l’inderal anche al mattino. Prof. D. Bracchetti
Prof. Daniele Bracchetti

aspirina
29 Ott 07 - luigi, 55 anni (id: 67638)
  Da alcuni anni soffro di ipertensione essenziale e questo nonostante abbia smesso di fumare e seguendo un’ alimentazione corretta e praticando un’ intensa attività sportiva. Innanzitutto la ringrazio per la sua cortese attenzione e disponibilità. Da alcuni anni soffro di ipertensione essenziale ho smesso di fumare, intrapreso una dieta conseguente e pratico un intensa attività sportiva. Ciò nonostante per tenere sotto controllo la pressione sono in terapia con karvea 300 alternato ogni due giorni al karvenize oltre alla cardioaspirina che non mi ha provocato nessun problema di ulcere duodenali. Mi è stato consigliato di prendere un farmaco per evitare tale eventualità. Che fare e cosa ... continua >>
prendere ? Grazie della risposta Con cordialità Angelo valsecchi
Se bene tollerata, non c’è bisogno di prendere farmaci per neutralizzare l’effetto gastrico della cardioaspirina. Prof. Daniele Bracchetti Cardiologo Bologna
Prof. Daniele Bracchetti

fibrillazione atriale
29 Ott 07 - antonio, 51 anni (id: 67626)
  Carissimo professore, Le scrivo per sottoporLe il mio piccolo, grosso problema. Da sviariati anni convivo con fastidiosissime aritmie, tachicardia e qualche volta mi sono stati riscontrati episodi di fibrillazione atriale (l’ultimo mi è apparso in autunno dell’anno scorso e sono stato curato con Isoptin e Clexan associato con almaritm). A tutto ciò si aggiunge un’ernia iatale e un reflusso gastroesofageo con frequenti casi di colon irritabile. Io non riesco a condurre una vita normale, attualmente sto prendendo Ritmonorm 150 mg 3 pastiglie al giorno e nella frequente colite Normix. Ho fatto visita a Professori di tutta l’Italia, sono stato perfino ad Asti. C’è chi mi consiglia l’ablazione, ... continua >>
chi non me la consiglia, chi mi consiglia la terapia medica, questo per il cuore. Sono stato sottoposto ad uno studio elettrofisiologico del cuore, a diversi Holter, anche in piena crisi, nonchè a ecg da sforzo, tutti con esito quasi negativo.E’ apparso un blocco di branca Dx e mimino rigurgito della valvola mitrale non sempre presente.Qualsiasi sforzo io faccio, anche un normale rapporto sessuale, spesso ma non sempre, mi provoca subito giramenti di testa spossatezza. Alcune volte mi sento in perfetto condizioni, come quando mi è capitato di fare una cura con un anti-depressivo (Daparox 20 mg per sei mesi). Io vorrei svolgere una serie di esami concatenati per capire quali sobo i fattori scatenanti, se l’ernia, la colite, l’ansia, o l’associazione tra tutti questi sintomi. In attesa rin
Non c’è rapporto diretto tra fibrillazione atriale e disturbi gastro-enterici. Capisco come l’arimia sia invalidante e scarsamente rispondente ala terapia, ma l’nsorgenza è capricciosa, senza rapporto particolare con eventi scatenanti. Controlli comunque la tiroide. L’ablazione, ogggi, melle forme giovanili come la sua può dare in mani esperte, un buon risultato. L’indicazione all’intervento dipende dalla frequenza delle crisi (ogni settimana, a mesi, a anni) e del fastidio reale che esse arrecano. Il mal di testa e la spossatezza non dipendono dalla fibrillazione atriale. Di più non posso dirle sulla base di quanto da lei riferito. Dove ha fatto lo studio elettrofisiologico ? Cosa hanno trovato ? Perchè a Asti non hanno fatto l’ablazione. Prof. Daniele Bracchetti Cardiologo Bologna
Prof. Daniele Bracchetti


Da 7860 a 7875 di 12446