Logo ricerca con Google


Sei in: Medico on-line > Cardiologia

Aderiamo allo standard HONcode per l'affidabilità dell'informazione medica Aderiamo allo standard HONcode per l'affidabilità dell'informazione medica.
Verifica qui.


Cardiologia
Referenti

ultimo aggiornamento 6/02/2009
 
Aree tematiche

    Il Prof. Daniele Bracchetti risponde alle domande inerenti :
  • Aritmie Cardiache
  • Infarto Miocardico
  • Ipertensione Arteriosa
    Il Dott. Sergio Di Benedetto risponde alle domande inerenti :
  • Prevenzione cardiovascolare
  • Ipertensione arteriosa
  • Cardiopatia ischemica ed infarto miocardio
  • Valvulopatie (malattie delle valvole cardiache)
  • Scompenso cardiaco

Nella compilazione della tua domanda ti chiediamo gentilmente di attenerti il più possibile alle aree tematiche qui sopra riportate
ultimo aggiornamento 26/05/2008
Invia la tua domanda

Domande / Risposte
...punto della situazione
2 Gen 09 - Guido, 62 anni (id: 89542)
  Egregio Dottore, le chiedo lumi sui valori ottimali dei lipidi nel sangue (Colesterolo Totale, LDL, HDL e Trigliceridi) per prevenire le malattie cardio-vascolari. Noto infatti che ci sono discrepanze tra i valori indicati sulle analisi del laboratorio e linterpretazione del mio medico. GRAZIE
I vari laboratori possono avere valori di riferimento e controllo talora differenti ma i valori cui lei si riferisce sono da rapportare alla situazione clinica. Valori di trigliceridi inferiori a 180 sono sostanzialmente normali in entrambi i sessi. Valori di colesterolemia totale inferiori a 200 sono ottimali per chiunque. Quanto ai valori di HDL pur variando tra donna e uomo sarebbero ottimali superiori a 45. Il valore che più è ritenuto importante è quello di LDL che solitamente viene ritenuto normale se inferiore a 150 (valore di laboartorio). Questo LDL è da rapportare alla condizione clinica per poterlo considerare ottimale.. in paziente con pregresso infarto miocadico ad esempio è ottimale sia inferiore a 100, in soggetto senza precedenti eventi cardiovascolari è auspicabile sia inferiore a 130. La condizione clinica e non il laboratorio ci dice se il valore dei lipidi è nella norma o alto. Buona giornata
Eq. Cardiologia Osp. Maggiore Prof. Di Pasquale


dolori al petto
2 Gen 09 - Federico, 19 anni (id: 89531)
  Buonasera. Mi chiamo Federico volevo chiedervi una cosa! Ho solo 19 anni ma è da un po che ho delle piccate al petto, che quando mi arrivano non riesco nemmeno a muovermi durano poco ma ultimamente sono diventate molto persistenti! cosa devo fare? Vi prego una risposta
Penso siano niente di grave, si definiscono dolori intercostali. Comunque senza urgenza faccia una visita dal suo medico che deciderà se consultare un cardiologo. Prof. D. Bracchetti Cardiologo Bologna
Prof. Daniele Bracchetti

ecg durante sintomo
2 Gen 09 - Federico, 19 anni (id: 89530)
  Spesso mi capitano delle piccate al cuore, ma non so spiegare bene cosa, come se ricevessi un pugno. in questultimo periodo mi capitava spesso ma oggi in continuazione! Fumo ma non eccessivamente (2 sigarette al giorno). Dovrei andare in spedale? O cosa devo fare? risp urgente!!
Eseguire un elettrocardiogramma durante il disturbo potrebbe consentire di identificare il problema. L’ecg di Holter (che consiste nella registrazione continua dell’ecg per 24-48 ore) potrebbe esere utile. Dr Sergio Di Benedetto
Dott. Sergio Di Benedetto

disturbo destro all’ecg
2 Gen 09 - adriana, 49 anni (id: 89524)
  Ho fatto un elettrocardiogramma in ottobre la risposta è la seguente,anomalie nella progressione ds dello stimolo .Modesta rotazione antioraria sull’asse,regolarizzazione nella norma.Lieta di un riscontro porgo cordiali saluti.
Non penso sia niente di specifico. Senza vedere il tracciato non è facile dare giudizi. Si affidi e chieda al cardiologo che ha eseguito l’esame. Prof. D. Bracchetti Cardiologo Bologna
Prof. Daniele Bracchetti

stanchezza alle gambe
2 Gen 09 - Gualberto, 76 anni (id: 89523)
  Benchè abbia ormai raggiunto i settantasei anni , ho sempre avuto buona salute e un aspetto molto giovanile , ho empre praticato una qualche forma di sport ( in questi ultimi anni solo lunghe passeggiate). Da sei meswi soffro di una noiosa e persistente stanchezza alle gambe. Già al mattinoquando mi alzo ho le gambe (dai polpaci in giù) una grande stanchezza; nel frattempo e per questo motivo ho cessato quasi del tutto le mie attività motorie e sono aumentato di peso ( otto Kg. in 6 mesi). Curo la mia lieve ipertensione con MODURETIC ( 1 ps. al di). Ho consultato il medico di base il quale avendomi riscontrato aritmie, mi ha sottoposto a una serie di esami al cuore. Da 3 mesi ho sostituito ... continua >>
Moduretic , con Congescor (bisopropolo Em.) Devo onestmente ammettere di sentirmi più calmo e sono sceso nei bettititi cardiaci (da 90/100 a 60/65), ma le mie gambe sono sempre stanche e instabili. Il mio medico dice .......è l’età ! Sarà anche vero ,ma io non lo credo, non sono invecchiato di colpo e le mie gambe imvece si. premetto infine che tutti gli esami del sangue hanno dato risultati buoni. Ecco la domanda :A QUALE SPECIALE MEDICO POTRI RIVOGERMI ? non un Ortopedico, il cardiologo l’ho già consultato , insomma chi può meglio consigliarmi ? Grazie e scusate la lunghezza. Gualberto Dr. Genazzano
Se non l’ha fatto faccia un eco-doppler arterioso e venoso agli arti inferori. Poi riprenda l’attività fisica. PRof. D. Bracchetti Cardiologo Bologna
Prof. Daniele Bracchetti

... mi spiace
2 Gen 09 - salvatore, 52 anni (id: 89520)
  Salve, Da circa 4 anni soffro di ipertensione 170/90 spesso 180/100 non asintomatica. Ogni qualvolta la crisi ipertensiva era preceduta da forte senso di angoscia al petto e allo stomaco , leggero dolore toracico, sensazione di mancamento, tachicardia, sapore amaro e bocca secca. Dopo aver eseguito i controlli di rito (ecocardio, elettrocardio etc..) mi fu diagnosticato crisi severe di panico. Inizia la cura con psicofarmaci e betabloccanti. Dopo circa 1 mese dalla terapia detti sintomi scomparvero non del tutto però, si verificavano ma in modo leggero ogni 3-4 mesi. Il PROBLEMA si è ripresentato a Luglio 2008, con una fortissima crisi di ansia e panico. Tachicardia , ipertensione. Rec... continua >>
andomi al P.S. il Medico diagnosticò un INFARTO in corso. Occlusione della coronaria principale (ischemia) Sottoposto ad Angioplastica e dimesso con terapia da protocollo. Succede spesso che le crisi di ansia e panico (senza tachicardia) si verificano di frequente , ogni volta sono costretto ad assumere 10/15 Gt. Di Bromazepan e 8 gt. Di Nifedipina per la pressione che aumenta 170/100, le mani che sudano, sensazione elettrica alle dita, sensazione di compressione all’udito. Con l’aiuto di detti farmaci trovo sollievo dopo circa 30 min. torna tutto normale, press. 120/65, battiti 60 (sono in terapia 1 Cp. Da 10mg. Di Triatec, 1 cp. Di seloken da 100mg, Plavix , cardioaspirina, Sinvacor. Da 4 gg. Assumo 1 capsula di efebo da 0,75, ed 1
ma la domanda ?
Eq. Cardiologia Osp. Maggiore Prof. Di Pasquale

ipertensione
2 Gen 09 - salvatore, 52 anni (id: 89519)
  Salve, Da circa 4 anni soffro di ipertensione 170/90 spesso 180/100 non asintomatica. Ogni qualvolta la crisi ipertensiva era preceduta da forte senso di angoscia al petto e allo stomaco , leggero dolore toracico, sensazione di mancamento, tachicardia, sapore amaro e bocca secca. Dopo aver eseguito i controlli di rito (ecocardio, elettrocardio etc..) mi fu diagnosticato crisi severe di panico. Inizia la cura con psicofarmaci e betabloccanti. Dopo circa 1 mese dalla terapia detti sintomi scomparvero non del tutto però, si verificavano ma in modo leggero ogni 3-4 mesi. Il PROBLEMA si è ripresentato a Luglio 2008, con una fortissima crisi di ansia e panico. Tachicardia , ipertensione. Recan... continua >>
domi al P.S. il Medico diagnosticò un INFARTO in corso. Occlusione della coronaria principale (ischemia) Sottoposto ad Angioplastica e dimesso con terapia da protocollo. Succede spesso che le crisi di ansia e panico (senza tachicardia) si verificano di frequente , ogni volta sono costretto ad assumere 10/15 Gt. Di Bromazepan e 8 gt. Di Nifedipina per la pressione che aumenta 170/100, le mani che sudano, sensazione elettrica alle dita, sensazione di compressione all’udito. Con l’aiuto di detti farmaci trovo sollievo dopo circa 30 min. torna tutto normale, press. 120/65, battiti 60 (sono in terapia 1 Cp. Da 10mg. Di Triatec, 1 cp. Di seloken da 100mg, Plavix , cardioaspirina, Sinvacor. Da 4 gg. Assumo 1 capsula di efebo da 0,75, ed 1 compressa da 0,25 di Depas.) Il cardiologo che mi segue
Mi dispiace, il suo caso è complesso e non posso dare consigli di terapia per posta. Certamente, a parte l’episodio infartuale, prevalgono i sintomi dovuti all’ansia. La terapia cardiologica mi sembra giusta. Si affidi al suo cardiologo. Prof. D.Bracchetti Cardiologo Bologna
Prof. Daniele Bracchetti

aorta bicuspide
1 Gen 09 - antonello, 52 anni (id: 89515)
  Buon anno, portatore di aorta bicuspide mi dicono funzionale, con lieve dilatazione dellaorta ascendente (40 mm), per monitorare la PA che senza terapia è di 130/90, assumo mezza cp di Blopresid al dì. Leggendo tra alcune sue risposte riscontravo che per la mia patologia sono indicati i betabloccanti. Domando se devo cambiare terapia. Grazie e buon anno
I beta-bloccanti sono indicati per la dilatazione aortica. Tuttavia io penso che il controllo della pressione ottenuto con blopresid sia sufficiente. Faccia controlli semestrali per valutare la funzione della valvola ed in particolare l’insufficiente chiusura. Assumere antibiotici in caso di manovre dentali o febbre (profilassi endocardite). Prof. D.Bracchetti Cardiologo Bologna
Prof. Daniele Bracchetti

Dolore toracico contemporaneo all’orgasmo
1 Gen 09 - guido, 48 anni (id: 89512)
  provo quando ragggiungo l’orgasmo ,un dolorino localizzato vicino sterno ,che dura circa 10 secondi .la cosa si ripete da qualche giorno . quando pratico sport ,palestra , calcio , corsa e tennis , non avverto nessun disturdo . ultimo ecg. sforzo maggio 08 , nessuna patologia riscontrata .prossimo il 09/01/09 , sarà sufficente per tranquillizzarmi ?
Il dolore da lei riferito sembra essere aspecifico. Il fatto durante sforzi decisamente più intensi sia asintomatico e la negatività del test di maggio confermano la mia impressione. L’imminente test da sforzo sarà risolutivo.
Eq. Cardiologia Osp. Maggiore Prof. Di Pasquale

statine
1 Gen 09 - Antonio, 70 anni (id: 89509)
  Ill.mo prof. le invio i miei ultimi dati clinici,sperando di poter contare su un suo onerevole parere/consiglio sull’uso delle Statine. Pressione sotto controllo con Eneprene 20 mg. Osipine 10 -Seloken 100-Cardirene 0,75 (non fumatore- astemio-dieta più che Mediterranea. Colesterolo tot. 207- HDL 40-Trigl.162.Ho eseguito,giorni addietro, un Ecodopler in cui si rileva, a causa di placche, una stenosi sx del 54% .Mi sono state prescritte,anche se con un pò d’incertezza,le statine.Da qualche giorno però in alcuni momenti avverto un’astenia generale di più tra lo stomaco e la testa,averto pure sporadiche vertigini.Mi è stato consigliato di sospendere le statine.Ho misurato il Colestorolo tot. ed... continua >>
è 149. Potrei usare le statine a giorni alterni? Le stesse possono procurarmi controindicazioni al mio stato patologico,in quanto soggetto mono/rene ? La prego di valutare l’opportunità di formularmi un suo onerevole parere /consiglio in merito. Grazie Saluti e Buon Anno Antonio
Ma è un quesito difficile da rispondere per lettera !!! Quanto alla statina, anche se ha problemi renali, può assumerle, ovviamente controllando creatinemia e CPK. Ho dubbi sulla indicazione all’assunzione di statine nel suo caso, considerando i valori del colesterolo, a meno che lei non abbia anche il diabete o ischemia cardiaca. Comunque questo è un parere, come le ho detto, non vincolante, deve affidarsi al suo cardiologo e avere fiducia. Non serve assumere le statine a giorni alterni, provi con dosi più basse e cerchi tra questi farmaci(sinvastatina,rosuvastatina,pravastatina,torvastatina...) quello che lei tollera meglio. Prof. D.Bracchetti Cardiologo Bologna
Prof. Daniele Bracchetti

...punto della situazione
31 Dic 08 - lucrezia, 30 anni (id: 89507)
  salve dottore,2 anni fa sono stata operata di cuore triatrico al monaldi di napoli,loperazione e andata con successo,ora le domando,dopo un intervento come questo posso portare avanti una gravidanza?sono alla 12settimana.aspetto la vostra risposta con anzia grazie buon anno. ,
In linea di massima si ma tutto dipende dalla situazione clinica generale e da ciò che dice il suo cardiologo di fiducia da eventuali terapie farmacologiche in corso etc etc... Buona giornata
Eq. Cardiologia Osp. Maggiore Prof. Di Pasquale

pressione instabile
31 Dic 08 - Anna, 62 anni (id: 89504)
  URGENZA!_Per favore rispondete subito: Da una quindicina di giorni presento crisi improvvise di fortissimi tremori notturni agli arti accompagnate da sensazione di battito cardiaco al livello delle orecchie, "frastono" al capo, dolore e senso di oppressione toracica e intenso malessere generale. Misurando la pressione arteriosa in questi eventi ho notato che i valori inizialmente sui 170/90 c.a. tendono a diminuire da sè fino a 120-130/75-80 con il cessare dei sintomi nell arco di 1 ora c.a., frequenza cardiaca sui 60-70 min. sia durante le crisi che in condizioni normali. Ho richiestio l intervento immediato del 118 a causa della gravità dei sintomi ben tre volte: ECG, RX torace, ECOcuore e... continua >>
prelievo urgenti al PS del policlinico: nulla da segnalare, tracciato elettrocardiografico regolare; subito dimessa ma con avviso al medico curante per ulteriori accertamenti. Ho eseguito esami del sangue generici che non rilevano nulla di significativo tranne il colesterolo tot. a 280 mg%. Queste crisi si presentano in concomitanza ad un periodo di forti disturbi gastrici: gastralgia e pirosi con continua sensazione di fastidio e peso al livello epigastrico, flatulenza, dispepsia e marcata disappetenza. Da notare anche un certo calo ponderale e sensazione di malessere e prostazione anche di giorno. Due anni fà ulcera duodenale acuta e gastrite severa da helicobacter pylori [eradicato]: in quel periodo avevo questi stessi sintomi notturni. Assumo lansoprazolo e lebivololo. Aiutatemi!!!
Come posso aiutarla per lettera!! La medicina si fa visitando il paziente. Deve affidarsi a un medico, so che in questi giorni non è facile, se proprio i sintomi sono fastidiosi torni al pronto soccorso. Non mi sembrano comunque problemi di cuore. Eventualmente ripeta la gastrosccpia. Prof. D. Bracchetti
Prof. Daniele Bracchetti

... mi spiace
31 Dic 08 - Aurelio, 31 anni (id: 89501)
  Spett.li dottori, ho fatto diverse analisi per un disturbo che si presenta saltuariamente: le definisco crisi di extrasistole, in quanto sono più di una. Come esami ho fatto ECG, Ecocardiografia, Olter, Ecocardiodoppler ed ecocardiocolordoppler ma sono tutti negativi. Io giuro che il sintomo ce lho! Come posso fare per tracciarlo? Tra laltro si manifesta se in pos. eretta e non da coricato. Alla fine è stato associato al mio quadro clinico di malato di DAP. E possibile? Grazie per lattenzione Aurelio DAmico
ma le chiedo di essere più chairo nella domanda
Eq. Cardiologia Osp. Maggiore Prof. Di Pasquale

extrasistoli
30 Dic 08 - serena, 29 anni (id: 89490)
  Buona sera dott. vorrei esporle il mio caso io soffro di tachicardia ed extrasistole, da quando avevo 20 anni sono andata da diversi cardiologi ho fatto 2 holter ecocardiogramma, tutto apposto mi è stato prescritto un beta-bloccante dilatrend a basso dosagio lho preso per circa 8 anni, pochi mesi fa lho smesso perchè cerco una gravidanza, e sono ritornate le extrasistole sono 2 gg. di fila che le ho. dovrei consultare un medico o è normale che si ripresentino dopo aver smesso la terapia? grazie
Sospendendo la terapia è versimile che i disturbi ritornino. Consiglierei una valutazione cardiologica anche in vista della probabile gravidanza. Dr Di Benedetto
Dott. Sergio Di Benedetto

PR corto
30 Dic 08 - grazia, 26 anni (id: 89481)
  Salve dottore, volevo un’informazione sono gravida (36 settimane) oggi ho fatto un ecg per eventuale anestesia sul referto c’era scritto ritmo sinusale con intervallo PR corto; secondo lei è normale in gravidanza?
Un PR corto non dipende dalla gravidanza, ma non è in genere un dato preoccupante se non sono presenti crisi di batticuore. Prof. Daniele Bracchetti Cardiologo Bologna
Prof. Daniele Bracchetti


Da 6118 a 6133 di 12629