Logo ricerca con Google


Sei in: Medico on-line > Cardiologia

Aderiamo allo standard HONcode per l'affidabilità dell'informazione medica Aderiamo allo standard HONcode per l'affidabilità dell'informazione medica.
Verifica qui.


Cardiologia
Referenti

ultimo aggiornamento 6/02/2009
 
Aree tematiche

    Il Prof. Daniele Bracchetti risponde alle domande inerenti :
  • Aritmie Cardiache
  • Infarto Miocardico
  • Ipertensione Arteriosa
    Il Dott. Sergio Di Benedetto risponde alle domande inerenti :
  • Prevenzione cardiovascolare
  • Ipertensione arteriosa
  • Cardiopatia ischemica ed infarto miocardio
  • Valvulopatie (malattie delle valvole cardiache)
  • Scompenso cardiaco

Nella compilazione della tua domanda ti chiediamo gentilmente di attenerti il più possibile alle aree tematiche qui sopra riportate
ultimo aggiornamento 26/05/2008
Invia la tua domanda
- Prof. Daniele Bracchetti assente dal 28/8/2015 al 2/9/2015

Domande / Risposte
pressione instabile
15 Gen 09 - anna, 76 anni (id: 90063)
  Buongiorno professore,so che on line è difficile fare diagnosi ma vorrei un parere sulla pressione di mia madre un pò instabile.lei è ipertesa da molti anni in cura con diuretici e betabloccanti e sedativi per l’ansia e la sua pressione a riposo è sempre rimasta nel range tra i 130-150/70-85,il problema come dicono i medici che la seguono sono le ansie e le somatizzazioni varie che, non infrequentemente, nonostante la terapia in atto le fanno salire i valori tra i 160-177/90-100.Un mese fa il nostro medico le ha rilevato in piena crisi d’ansia preoccupazioni varie 190/100, con 6 gocce di nifedicor un ora dopo era 140-82 e la mattina successiva stabile(senza gocce)a 155-80.E’ andata in ospe... continua >>
dale dal suo cardiologo e le han fatto elettrocardiogramma,esami del sangue e non è stata rilevata nessuna anomalia ma solo forte ansia reattiva.In sostanza il cardiologo le ha aggiunto un calcioantagonista e mantenuto per qualche tempo qualche goccia di nifedicor.Nonostante i farmaci e le gocce la mattina è sempre stressata per tutti i suoi dolori e il suo range medio è tra i 140-174/80-97.Un sospetto però mi è venuto e in accordo col dottore le ho provato la pressione in condizioni di moderato benessere nel pomeriggio(tra le 16 e le 18) e poco prima di andare a letto e senza gocce di nifedicor,ne è uscita una pressione tra i 120-155/65-85.Allora come dicono i medici sono veramentele le ansie gli stress e i dolori ad aumentare i valori e non l’ipertensione in se.Lei cosa ne dice?grazie
Ognuno di noi ha la sua pressione i cui valori sono influenzati dallo stres, dal freddo, dall’ansia. Ma un soggetto normoteso non raggiunge mai 177/100. Quibdi è bene assumere farmaci. Prof. Daniele Bracchetti Cardiologo Bologna
Prof. Daniele Bracchetti


ipertensione
14 Gen 09 - Raffaele, 64 anni (id: 90014)
  Esimio professore sono un iperteso e da piu’di 10 anni uso enapren 20mg per regolare la pressione. Da un recente ecocardiogramma è risultato un ingrossamento di 3 mm del ventricolo sinistro con conseguente rigurgito della valvola atriale. Il medico mi ha prescritto in più rispetto ad enapren, norvasc 5mg perchè in seguito a uno spavento la pressione è saltata da una media 80-150 a oltre 100-190.In questi momenti nonostante le 2 pillole quotidiane e una vita morigerata la pressione resta su una media 90-180. Cosa mi consiglia?
Se i farmaci non sono sufficienti ad abbasare la pressione, in accordo con il suo medico, può aggiungere un diuretico. Quanto all’ecocardiogramma, non posso rispondere poichè lei fornisce dati imprecisi sull’ingrossamento (non è un termine medico) e sulla valvola (non esiste la valvola atriale). Si affidi al suo medico.
Prof. Daniele Bracchetti

Exrasisistoli e Holtler
14 Gen 09 - STEFANO, 44 anni (id: 90012)
  EGREGIO PROF. BRACCHETTI CHIEDO CORTESEMENTE UN PARERE SU L ESAME DI HOLTER CHE HO ESEGUITO , LE COCLUSIONI CHE MI SONO STATE DATE SONO LE SEGUENTI: IL TRACCIATO NELLE 24 ORE MOSTRA RITMO SINUSALE DI BASE NORMOFREQUENTE, INTERROTTO DA ALCUNE EXTRASISTOLE SOPRAVENTRICOLARI ISOLATE E DA EXTRASISTOLI VENTRICOLARI(CIRCA 67 ) MONOFORME, ISOLATE ; ALCUNE APPAIONO DISCRETAMENTE PRECOCI NELLE REG. DEL 3° CANALE. NON CI SONO DOCUMENTATI SIGNIFICATIVI EVENTI ST-T. I BATTITI MED SONO 69 QUELLI MIN 51 QUELLI MAX 102. LE SEGNALO INOLTRE CHE NON FUMO. RIGRAZIO PER LA VOSTRA CORTESIA DISTINTI SALUTI
L’esame non ha significato clinico, extrasistoli possono rilevarsi anche in un soggetto normale. Ovviamente il giudizio sul cuore non si fa solo con l’Holter ma con la visita. PrOf. D. Bracchetti Cardiologo Bologna
Prof. Daniele Bracchetti

dolore e extrasistoli
14 Gen 09 - simona, 20 anni (id: 89997)
  salve prof Bracchetti sono una ragazza di 20 anni e soffro di extrasistole che al momento non sono il mio problema principale,da 3 giorni ho dei forti dolori al petto in realtà sento che è proprio il cuore che mi fa male,allinizio ho pensato a semplici dolori intercostali dovuti al freddo ma dato che questi dolori li avverto anche quando trattengo il respiro penso non siano quelli.Il tipo di dolore che avverto non è una semplice fitta ma un dolore che va in concomitanza con il battito cardiaco,in poche parole ogni volta che il cuore si rilassa e si contrae ho questi dolori proprio al livello del cuore e sento che il dolore si estende anche al braccio sento come se ci fosse una vena che tira,... continua >>
alle volte anche dietro allo sterno come se fosse dietro alla schiena,e anche un po la gamba.Può essere un problema di cuore?possono essere i sintomi ellinfarto anche se sono giovane e non soffro ne di pressione alta ne i colesterolo e diabete anche se mangio molti dolci?ho fatto un ecg a luglio e risultava tutto apposto,mi conviene farne un altro?grazie in anticipo per la risposta e mi scusi se mi sono dilungata
DOLORE TORACICO - RISPOSTA STANDARD E’ comprensibile che un dolore al torace faccia paura, poiché il sintomo dell’infarto è proprio il dolore al torace. Nel caso dell’infarto le caratteristiche del dolore (sede retrosternale al centro del petto, insorgente a riposo, di forte intensità, di durata superiore a 30 minuti) permettono di differenziarlo da altre affezioni che si manifestano con dolore nella stessa zona quali la pericardite, l’artrosi cervicale, i dolori di origine gastrica o esofagea, le nevralgie intercostali. Le nevralgie intercostali,di origine ossea o muscolare,sono caratterizzate da un dolore sordo,continuo oppure da trafitture di breve durata. E’ bene precisare che i dolori di origine non cardiaca sono ACCENTUATI DALLA STATO DI ANSIA. La cardiologia moderna, per mezzo di esami strumentali (elettrocardiogramma da sforzo, ecocardiogramma,etc) dispone di mezzi efficaci per fare una diagnosi esatta. Prof. Daniele Bracchetti Cardiologo Bologna
Prof. Daniele Bracchetti

... completare valutazione
14 Gen 09 - Cristina, 27 anni (id: 89991)
  Salve, vi sto scrivendo perchè ho un problema che mi turba molto. Ho dei dolori al braccio sinistro e formicolii che interessano anche il mignolo, l’indice e a volte il dito medio della mano. Sento il braccio pesante e freddo. 3/4 mesi fa ho fatto un eletrocardiogramma ed è risultato ok. I medici hanno riscontrato solo uno stato ansioso. Io però son preoccupata perchè ho paura di aver problemi al cuore. Questo disurbo è saltuario, ma stamattina mi è ritornato. Cosa posso fare? Forse potrebbe essere la cervicale? Grazie anticipatamente per il disturbo.
Probabilmente è cervicale ma se i suoi dubbi persistono, pur avendo un rischio estremamente basso di cardiopatia ischemica (donna giovane)l’esame consigliato è un test da sforzo massimale scalare. In caso di totale normalità di questo esame potrà stare tranquilla al 100%. Buona giornata
Eq. Cardiologia Osp. Maggiore Prof. Di Pasquale

ipertensione e enapren
14 Gen 09 - edgardo, 58 anni (id: 89988)
  sono un iperteso e per regolare la pressione uso enapren 5mg ed soffro anche di disfunzione erettile,è pssibile che sia causata dalluso di questo farmaco?faccio presente che tutti gli esami eseguiti da un andrologo non hanno evidenziato patologie particolari. Epossibile abbassare la pressione minima senza usare farmaci? Grazie saluti.
La dose assunta è molto bassa, non dovrebbe quindi interferire. Non posso rispondere al quesito se non mi dice i valori di pressione minima e massima.... Se il peso scitto è esatto (100) penso che un buon risultato lei lo può ottenere con l’attività fisica e la dieta! Prof. Daniele Bracchetti Cardiologo Bologna
Prof. Daniele Bracchetti

pressione instabile
14 Gen 09 - rita, 73 anni (id: 89981)
  codice 89957:a conferma di quanto le dicevo ieri sera verso le 22 avevo una media di 125-65,nel complesso la pressione con mia sorpresa si è mantenuta entro valori accettabili con una media giornaliera di 145-80.Unultima curiosità, esiste unorario migliore per misurarla?nel mio caso sono sicura di essere tranquilla la mattina appena sveglia,il primo pomeriggio e dopo cena.Posso provarla in questo range di orari?grazie ancora per i preziosi consigli.Rita
Confermo quanto detto nella precedente risposta. DB
Prof. Daniele Bracchetti

crisi ipertensive ?
13 Gen 09 - Lucia, 65 anni (id: 89967)
  Esimio Professore,sofferente di una cardiopatia ipertensiva, sono stata curata per anni con Inderal e Cotareg,riuscendo a contenere la pressione nei 135/90.Edallautunno che mi accadono,direi, delle crisi ipertensive,per cui improvvisamente la pressione raggiunge valori di 150 ed anche 165-170 /94-98-102 senza che mi riesca di farla calare prontamente con il farmaco.Ultimamente,mi creda, stavo per correre al pronto soccorso.Comunque ho notato che il rialzo di pressione è preceduto,inspiegabilmente, da una sensazione di grande freddo che a volte mi causa anche brividi ed un tremore interno.Cosa mi succede? Da cosa potrebbe essere determinata la suddetta sensazione? Vorrei aggiungere che so... continua >>
no in cura con glucophage 1000x 3 volte al giorno. Quali esami,Professore, mi consiglierebbe di fare per cercare di risolvere questa situazione,per tenere sotto controllo queste crisi ipertensive?La ringrazio sentitamente
Non mi è facile dare una risposta. Per prima cosa controllerei il livello della glicemia,per escludere crisi ipoglicemiche. I valori di pressione da lei riferiti non sono alti e tali da preoccupare.Lei non mi dice le dosi di Inderal e Corareg >> potrebbe, in accordo con il suo medico, aumentarle. Di più non posso dirle. Prof. Daniele Bracchetti Cardiologo Bologna
Prof. Daniele Bracchetti

sincope
13 Gen 09 - paolo, 31 anni (id: 89963)
  buona sera,vorrei farle una domanda( anche se un po generica). una sincope improvvisa di durata pochi secondi senza prodromi può essere di qualunque eziologia o è sicuramente causata da aritmia?
Le cause di sincope sono tante, e non solo aritmiche. Prof. Daniele Bracchetti Cardiologo Bologna
Prof. Daniele Bracchetti

fibrillazione atriale
13 Gen 09 - alessandra, 34 anni (id: 89961)
  Egregio professore, miopadre di 68 anni soffre di fibrillazione da 18 anni e per fortuna a bassa frequenza, il cardiologo ora gli ha prescritto almarytm 100mg e sotalex 40mg al mattino e almarytm 100mg alla sera. Prima facevamo insieme all’antiaritmico congescor 2,5mg x 2.Durante la notte si sveglia con un aumento della frequenza considerata da lui fastidiosa anche se siamo attorno agli 80b/m. Non è possibile prendere il congescor da 2,5mg in associazione alla terapia che sta già facendo? Se no perchè? Distinti saluti.
Non possiamo dare consigli sulla terapia che deve essere gestita dal medico curante. Se la fibrillazione atriale è presente in tutti i tracciati degli ultimi anni (fibrilazione atriale permanente) l’almarytm non è necessario. Questo farmaco uò essere utile per prevenire le crisi in caso di ritmo regolare alternato a fibrillazione atriale. Non c’è molta differenza tra Cogescor e Sotalex. Fa trattamento anticoagulante ? Si affidi al suo medico. Prof. Daniele Bracchetti Cardiologo Bologna
Prof. Daniele Bracchetti

aritmia e prevenzione.
13 Gen 09 - maria, 64 anni (id: 89958)
  Egr. Dott. a gennaio del 2008 al pronto soccorso mi hanno diagnosticato - Fibbrillazione atriale curata per alcuni giorni con CARDENONE e CLEXANE. A maggio si è ripetuto lepisodio diagnosi -aritmia ipocinetica cura RITMONOR 325. Ho eseguiro tutti gli esami consigliatomi non è stato evidenziato nulla al di fuori della norma. Ora gentilmente Le chiedo per quanto tempo ancora devo prendere RITMONORM? Ho paura di sospenderlo con questo mi sento tranquilla. Soffro di ipertenzione e colesterolo alto Assumo zestoretic totalip cardioaspirina Grazie Maria
Gentile signora, il farmaco che le hanno prescritto ha un lo scopo di prevenire l’insorgenza di crisi aritmiche, pertanto dovrebbe essere proseguito fino a che persiste il rischio di recidiva di aritmia di cui ha recentemente sofferto. Per maggiori chiarimenti si affidi con fiducia ai suoi medici curanti che conoscono tutti i dettagli del suo quadro clinico.
Eq. Cardiologia Osp. Maggiore Prof. Di Pasquale

ipertesnione instabile
13 Gen 09 - rita, 73 anni (id: 89957)
  Buonasera professore,è da anni ormai che lotto con la mia pressione e ancor di più con le mie ansie,dolori di natura articolari e somatizzazioni varie.Con i diuretici e betabloccanti e da qualche tempo anche il vasexten da 10 mg la mia pressione sia a casa che dai medici che mi seguono è quasi sempre rimasta nel range a riposo tra i 125-150/65-85.Tali valori però possono subire delle alterazioni in base al mio stato danimo,ieri mattina tranquillissima era 145-80(media di tre valori)e la sera prima di andare a letto 130-70.Oggi ad esempio non sono più riuscita a mantenere quello stato da sogno e sono ricominciati dolori ansie,preoccupazioni.In sostanza stamane mi ritrovo una media di 4 valo... continua >>
ri pari a 170/92 sotto stress pesante e dopo una lite in famiglia,alle 16 132/81 e poco fa 155/81 ancora piena di dolori ma non in ansia.In questultima misura è capitato che alla prima rilevazione mi sono un po agitata a vedere lo strumento ed è salita a 170,la seconda misura 154 poi 152,149.Il mio dottore ricordo che mi diceva che se la prima è un po alterata dallansia di misurazione fare la media degli altri 3.Ho lavorato per anni nella moda e mastico un po di inglese,è possibile considerare il primo valore un outliers una sorta di anomalia anche perchè gli altri sono costanti.Il mio cardiologo dice che la mia natura è ansiosa e rialzi nellintero arco della giornata li avrò sempre.Gli esami fatti sono normali ma Sono stanca di queste ansie mi creda.Vorrei un suo parere Grazie
Non sono valori preocupanti, queste variazioni sono rilevabile in tutti. Stia tranquilla e misuri la pressione solo una volta alla settimana... Prof. Daniele Bracchetti Cardiologo Bologna
Prof. Daniele Bracchetti

blocco di branca
13 Gen 09 - ALBERTO, 14 anni (id: 89937)
  MI E STATA DIAGNOSTICATO UN BLOCCO DI BRANCA DAL MEDICO SPORTIVO,IL QUALE MI HA DETTO DI FARE UNA CARDIOGRAFIA,LA QUALE E RISULTATA PERFETTA.MI DEVO PREOCCUPARE O QUESTO DISTURBO SI ANNULLERA CON LA CRESCITA ? ? ? LA RINGRAZIO E LA SALUTO CORDIALMENTE,ALBERTO DA TORINO.
Se l’eco è normale si può stare in genere tranquilli, ma il giudizio lo deve dare il cardiologo che lo ha visitato. Lei non dice se il blocco di branca è destro o sinistro, e questo dato è importante. Il termine medico è ecocardiografia e non cardiografia... E’ per questo che deve affidarsi al suo cardiologo. Prof. Daniele Bracchetti Cardiologo Bologna
Prof. Daniele Bracchetti

..si
12 Gen 09 - Francesco, 15 anni (id: 89910)
  Salve, possiedo 15 anni e vorrei chiederLe se è normale che inspirando si ha la sensazione come se i battiti cardiaci aumentassero ed espirando, essi diminuiscano. grazie anticipatamente, saluti
è normalissimo, fisiologico
Eq. Cardiologia Osp. Maggiore Prof. Di Pasquale

tachciardia
12 Gen 09 - antonellapede, 35 anni (id: 89907)
  SALVE SONO UNA DONNA DI 35 ANNI DI SANA E ROBUSTA COSTITUZIONE;DA MOLTI ANNI SOFFRO DI COSTANTI EPISODI DI EXTRASISTOLIA,A RIPOSO E IN MOVIMENTO;DOPO L’E.C.G. IL CONTROLLO DEGLI ELETTROLITI-FT3-FT4-TSH,L’HOLTER DELLE 24H E UN’ECOCARDIOGRAMMA IL CARDIOLOGO MI HA DETTO CHE DI PATOLOGICO NN RILEVA NIENTE E DI STARE SERENA.OGGI IN PALESTRA MENTRE FACEVO LO STEP DA 15 MINUTI HO AVUTO UN’EPISODIO DI TACHICARDIA CHE è DURATO 5/7 MINUTI..MI SONO SPAVENTATA XCHè COSì TACHICARDICA E PROLUNGATO NN MI ERA MAI SUCCESSO;CON IL MEDICO DELLA PALESTRA HO FATTO UN’E.C.G. ANCHE SE LA TACHICARDIA ERA TERMINATA E LUI MI HA DETTO CHE NN RILEVAVA NIENTE DI ANOMALO MA QUELLO CHE è SUCCESSO SECONDO LUI NN è NORMALE.... continua >>
..MI DEVO PREOCCUPARE?DISTINTI SALUTI
Penso sia utile fare un ecg con prova da sforzo massimale per verificare il comportamento delle extrasistoli ed escludere una tachicardia parossistica. Comunque penso che non ci sia niente di preoccupante. Mi tenga informato facendo riferimento al suo identificativo. Prof. Daniele Bracchetti Cardiologo Bologna
Prof. Daniele Bracchetti


Da 6118 a 6133 di 12693