Sei in: Medico on-line > Cardiologia

Aderiamo allo standard HONcode per l'affidabilità dell'informazione medica Aderiamo allo standard HONcode per l'affidabilità dell'informazione medica.
Verifica qui.


Cardiologia
Referenti

ultimo aggiornamento 6/02/2009
 
Aree tematiche

    Il Prof. Daniele Bracchetti risponde alle domande inerenti :
  • Aritmie Cardiache
  • Infarto Miocardico
  • Ipertensione Arteriosa
    Il Dott. Sergio Di Benedetto risponde alle domande inerenti :
  • Prevenzione cardiovascolare
  • Ipertensione arteriosa
  • Cardiopatia ischemica ed infarto miocardio
  • Valvulopatie (malattie delle valvole cardiache)
  • Scompenso cardiaco

Nella compilazione della tua domanda ti chiediamo gentilmente di attenerti il più possibile alle aree tematiche qui sopra riportate
ultimo aggiornamento 26/05/2008
Invia la tua domanda

Domande / Risposte
BATTITI ACCELERATI
26 Set 08 - Antonio, 35 anni (id: 85599)
  Gent.mo Dottore, ho 35 anni bevo 2-3 caffè al giorno e fumo un pacchetto e qualcosina di sigarette al giorno con bocchino (arrivo a fumarne 4-5 una dietro laltra poi ho pause di ore senza fumare) e mi sono accorto che i battiti del mio cuore sono molto accelerati ed anche quando è da ore che non fumo mi capita di sentire il cuore che batte velocemente e il battito che sento è "forte" (non conosco il termine medico, ma spero capisca). avverto anche come unoppressione al petto. grazie per la sua risposta
Posso capire che in un epoca di SMS e mail si possa pensare di avere pareri medici su dei sintomi. Ma vorrei precisare che, in medicina, nulla è cambiato, una diagnosi corretta la può fare un medico che possa raccogliere la storia clinica e visitare. In questa rubrica rispondiamo su problemi più specifici. Quanto alla sua tachicardia ,non mi sembra che sia un sintomo preoccupante...ma se continua senta il suo medico. Prof. Daniele Braccehtti Cardiologo Bologna
Prof. Daniele Bracchetti


LOBIVON E SPORT
26 Set 08 - federico, 41 anni (id: 85586)
  salve dottore. sono in cura da qualche mese per ipertensione essenziale con 1 cp di lobivon in sostituzione di acesistem che mi dava forti dolori alla gola. con questa terapia non ho problemi solo che da un paio di mesi ho iniziato a fare attivita sportiva amatoriale (ciclismo) e mi chiedevo se questo non comportasse dei problemi. attualmente la mia pressione e sui 115-120/75-80 f.c. 70 negli ultimi mesi sono dimagrito circa 10 chili grazie alla bicicletta e a unalimentazione piu equilibrata
IL LOBIVON VA BENE, I VALORI DI PRESSIONE ANCHE, FACCIA PURE ATTVITA’ SPORTIVA, COMPAIBILMENTE CON IL GRADO DI ALLENAMENTO. PROF. DANIELE BRACCHETTI CARDIOLOGO BOLOGNA
Prof. Daniele Bracchetti

blocco di branca
25 Set 08 - valsecchimauro, 31 anni (id: 85560)
  ho fatto un cardiogramma per il certificato medico per lattività in palestra.nessuno mai in precedenza me laveva trovato;branca destra incompleta.il medico,chirur,go mi ha tranquillizato dicendomi che la cosa non è troppo grave.ma devo propio dormire sonni tranquilli?diceva che i ventricoli uno stringe prima dellaltro,di pochissim,ma è stato notato.ho il colesterolo intorno 220/240.faccio il carpentiere in ferro,faccio attivita fisica.
Il reperto di blocco di branca destro incompleto in genere non ha significato, ma deve essere il cardiologo che vede il tracciato a dirlo . Faccia anche un ecocardiogramma. Prof. Daniele Bracchetti Cardiologo Bologna
Prof. Daniele Bracchetti

EXTRASISTOLIA
25 Set 08 - giuseppina, 35 anni (id: 85553)
  ma le extrasistolia quali sono le cause lo stress
L’extrasistolia possono essere presenti in quasi tutte le cardiopatie;anche lo stress può precipitare od aggravare o precipitare il fenomeno DR DI Benedetto
Dott. Sergio Di Benedetto

problemi vari
25 Set 08 - MIRKO, 32 anni (id: 85546)
  SALVE,VOLEVO FARVI UNA DOMANDA,FINO AD UN PAIO DI ANNI FA,SVOLGEVO ATTIVITA FISICA POI NON HO PIU PRATICATO NIENTE,E SUCCESSO IN QUESTI ANNI CHE IN QUALCHE OCCASIONE DOPO I PASTI SE FACCIO SFORZI FISICI COME SALIRE SCALE,SPOSTARE UN MOBILE,INSOMMA NON ECCESSIVI E COMUNQUE E SUCCESSO 3 O 4 VOLTE SUCCEDE CHE IL CUORE MI VA A 120 BATTITI ED IO HO UNA SENSAZIONE DI CHIUSURA DELLO STOMACO DEBOLEZZA ALLE GAMBE E SENSAZIONE DI SVENIMENTO,MI SDRAIO,MA LA PRESSIONE MISURATA IN QUEI MOMENTI(SONO STATO ANCHE AL PRONTO SOCCORSO)120-70 PIU O MENO,LA SPOSSATEZZA E ED IL RESTO PASSA DOPO 10-20-30 MINUTI IN RAPPORTO A QUANTO ERA FORTE LA CRISI,HO FATTO ELETTROCARDIOGRAMMI,ECOCARDIOGRAMMI,ANALISI DELLE URINE... continua >>
,DEL SANGUE,DELLA TIROIDE,DELLA VISTA,ANALISI VESTIBOLARI,PROVE DEL RESPIRO,MA NIENTE TUTTO OK,TRANNE UN LEGGERO SOFFIO AL CUORE CHE HO DALLA NASCITA E NON E MAI CAMBIATO,HO FATTO NUOTO AGONISTICO PER 10 ANNI SONO UN TIPO ANSIOSO CHE SOFFRE DA 6 ANNI DI ATTACCHI DI PANICO,MA QUELLI CAPITANO DI NOTTE CON RISVEGLI E TACHICARDIA ANCHE A 150 BATTITI E SONO 1-2 LANNO!!!NON PRENDO ALCUN TIPO DI MEDICINALE,NON MI AMMALO MAI,HO ADDIRITTURA AVUTO SOLO VARICELLA E MORBILLO DI MALATTIE INFETTIVE,MANGIO DI TUTTO,NON INGRASSO E NON DIMAGRISCO,URINO COME SEMPRE MAI LA NOTTE,INTESTINO REGOLARE SEMPRE IN VITA MIA,HO UN ERNIA AL DISCO CURATA DA UN FISIOTERAPISTA 4 ANNI FA,ADESSO PIU O MENO TUTTO PERFETTO,COSA POTREBBE ESSERE?UN ERNIA IATALE?PROBLEMI GASTRICI?FIBROMIALGIA?OPPURE PROBLEMI CARDIACI?
Una lunga lettttera, ma non ho capito quale è il problema che riguarda il cuore. Se l’eco e gli altri accertamento sono normali, non c’è da preoccuparsi. Senta comunque il suo medico curante. Prof. Daniele Bracchetti Cardiologo Bologna
Prof. Daniele Bracchetti

non compattazione del ventricolo sinistro
25 Set 08 - fabio, 39 anni (id: 85544)
  vorrei sapere se si puo curare ipertrofia miocardio non compattato e che conseguenze ci possono essere per il futuro
Si tratta di una rara cardiomiopatia congenita, cartterizzata da una anomala strutturazione del miocardio ventricolare sinistro che presenta grossolane trabecolature e recessi. Può essere diagnosticata con l’ecocardiografia Il quadro clinico è eterogeneo e la storia naturale non ben conosciuta. Spesso si tratta di un occasionale reperto ecocardiografico, altre volte si presenta con scompenso cardiaco, aritmie od eventi embolici. Non vi è una terapia specifica ma piuttosto vengono trattate le complicanze. DR DI Benedetto
Dott. Sergio Di Benedetto

tachicardia
25 Set 08 - DANIELA, 18 anni (id: 85542)
  HO AVUTO TRE EPISODI DI TACHICARDIA, IL PRIMO NEL 2006 A RIPOSO ED E’ PARTITOCON DOLORE ALLO STERNO(PULSAZIONI 170 BATTITI)- IL SECONDO NEL 2008, DURANTE L’ALLENAMENTO DI PALLAVOLO (160 PULS). IL TERZO SEMPLICEMENTE SALENDO LE SCALE DELLA SCUOLA CON CALMA (PULSAZIONI NON MISURATE) . TUTTI E TRE SI SONO RISOLTI SPONTANEAMENTE I PRIMI DUE SONO DURATI PIù DI 20 MINUTI, IL TERZO DURANTE LA SALITA E LA DISCESA DELLE SCALE (5 MINUTI). HO FATTO TUTTI GLI ESAMI CHE CONFERMANO UN CUORE SANO (ECOCARDIO, ELETTROCARDIO, HOLTER, TEST DA SFORZO ESANI SANGUE PIù TIROIDE) MA HO AVUTO ANCORA UN EPISODIO DI COSTRIZIONE SCHIACCIAMENTO DEL CUORE (NO TACHICARDIA). UN CARDIOLOGO SOSTIENE CHE HO UN DIFETTO AL SI... continua >>
STEMA ELETTRICO DEL CUORE E MI CONSIGLIEREBBE DI PRENDERE IN CONSIDERAZIONE LO STUDIO ELETTROFISIOLOGICO E L’ABLAZIONE TRASCATETERE. VOI COSA NE PENSATE, POTREI RIMANDARE O è MEGLIO PRENDERLA IN CONSIDERAZIONE ADESSO CHE NON HO ALTRI PROBLEMI DI SALUTE? E’ PERICOLOSO? QUALI SONO I RISCHI E LE CONTROINDICAZIONI? GRAZIE PER IL VOSTRO PARERE.
Se gli episodi non sono fastidiosi non faccia niente, non c’è rischio. Diversamente prenderei in considerazione uno studio elettrofisiologico (non rischioso) per chiarire la natura della tachicardia. Dopo potrà decidere sull’ablazione. Prof. Daniele Bracchetti Cardiologo Bologna
Prof. Daniele Bracchetti

tachicardia
25 Set 08 - daniela, 18 anni (id: 85541)
  HO AVUTO TRE EPISODI DI TACHICARDIA, IL PRIMO NEL 2006 A RIPOSO ED E’ PARTITOCON DOLORE ALLO STERNO(PULSAZIONI 170 BATTITI)- IL SECONDO NEL 2008, DURANTE L’ALLENAMENTO DI PALLAVOLO (160 PULS). IL TERZO SEMPLICEMENTE SALENDO LE SCALE DELLA SCUOLA CON CALMA (PULSAZIONI NON MISURATE) . TUTTI E TRE SI SONO RISOLTI SPONTANEAMENTE I PRIMI DUE SONO DURATI PIù DI 20 MINUTI, IL TERZO DURANTE LA SALITA E LA DISCESA DELLE SCALE (5 MINUTI). HO FATTO TUTTI GLI ESAMI CHE CONFERMANO UN CUORE SANO (ECOCARDIO, ELETTROCARDIO, HOLTER, TEST DA SFORZO ESANI SANGUE PIù TIROIDE) MA HO AVUTO ANCORA UN EPISODIO DI COSTRIZIONE SCHIACCIAMENTO DEL CUORE (NO TACHICARDIA). UN CARDIOLOGO SOSTIENE CHE HO UN DIFETTO AL SI... continua >>
STEMA ELETTRICO DEL CUORE E MI CONSIGLIEREBBE DI PRENDERE IN CONSIDERAZIONE LO STUDIO ELETTROFISIOLOGICO E L’ABLAZIONE TRASCATETERE. VOI COSA NE PENSATE, POTREI RIMANDARE O è MEGLIO PRENDERLA IN CONSIDERAZIONE ADESSO CHE NON HO ALTRI PROBLEMI DI SALUTE? E’ PERICOLOSO? QUALI SONO I RISCHI E LE CONTROINDICAZIONI? GRAZIE PER IL VOSTRO PARERE.
si tratta di tre episodi di palpitazioni brevi, a risoluzione spontanea, senza rilevanti conseguenze emodinamiche: avrei qualche perplessità a porre indicazione a procedure cruente Dr Sergio Di Benedetto
Dott. Sergio Di Benedetto

fibirllazione atriale
25 Set 08 - marco, 42 anni (id: 85533)
  salve,negli ultimi 2 anni ho avuto diversi episodi di fibrillazione atriale parossistica,circa 4. di cui 1 passato nel giro di 1’ ora spontaneo, gli altri dopo 4-6 ore, dopo terapia medica con ritmonorm e anticoagulanti.mi sono accaduti sempre dopo intensa attività di pescasub in apnea abbastanza profonda.La domanda è questa è il caso che mi consulti con un cardiologo subacqueo (a pagamento) o va bene pure uno non subacqueo per fare un eventuale ablazione, con le normali strutture sanitarie? grazie tante
Vorrei precisare che non esiste il cardiologo sub-acqueo! ,ci vuole un medico specialista in cardiologia. Se gli episodi vengono facendo sub certamente è meglio evitare... Faccia anche un ecocardiogramma per escludere una pervietà del setto inter-atriale. Di più non posso dirle. L’ablazione non sempre è efficace! Prof. Daniele Bracchetti Cardiologo Bologna
Prof. Daniele Bracchetti

aritmia sopraventricolare
25 Set 08 - gennaro, 37 anni (id: 85525)
  diagnosi:"aritmia ipercinetica sopraventricolare parossistica,cardiovertita farmacologicamente(amiodarone)a ritmo sinusale.insufficienza aortica lieve".
Ci sono vari tipi di aritmia sopraventricolare ,quindi non posso dare una risposta. Chieda intanto particolari al suo medico. Prof. Daniele Bracchetti Cardiologo Bologna
Prof. Daniele Bracchetti

extrasistolia
25 Set 08 - simona, 20 anni (id: 85518)
  salve gentile dottore sono una ragazza di 20 innanzitutto la informo che soffro da 6 anni di extrasistole che in alcuni periodi sono molto frequenti e in altri di meno o sono del tutto inesistenti,ma molte volte in questo ultimo periodo mi è capitato di sentire dei lievi dolori allaltezza del cuore,e altre volte mi capita che se faccio uno sforzo improvviso sento che il cuore azichè accelerare i battiti rallentano ma diventano pesanti di intensità,dall ecg è risultato essere tutto apposto,devo preoccuparmi?può anche essere dovuto a qualche intossicazione da diossina visto che da un anno vivo a napoli con tutti i problemi che ci sono stati con la spazzatura?o è probabile che abbia respirato l... continua >>
a diossina prodotta anche quando cucino e si bruciano i manici di plastica delle pentole?è pericoloso tutto questo?la ringrazio in anticipo e mi scusi per tutte le domande
L’importanza di una aritmia extrasistolia dipende in primo luogo dalla eventuale presenza di una cardiopatia: le consiglierei pertanto di escludere una tale possibilità con una visita cadiologica ed eventualmente un ecocardiogramma. Non credo che i sintomi descritti siano in relazione alla diossina. Dr Di Benedetto
Dott. Sergio Di Benedetto

scompenso
25 Set 08 - Roberto, 79 anni (id: 85513)
  Salve,sono affetto da scompenso cardiaco e come terapia mi è stata consigliata la mattina 1 cpr. di lanoxin 0,0625, 1 cpr. di cardicor 1,25, 1/2 cpr. di losaprex. Poi prendo 1/2 cpr. di kanrenol a giorni alterni e tutti i pomeriggi 1 cpr. di lasix. Specie questa estate ho sofferto di pressione bassa, capogiri ed astenia: è colpa della terapia con troppo diuretico? Gradirei sapere se è impostata correttamente la mia cura, visti i problemi di pressione bassa avuti. Ringrazio anticipatamente
Lei assume farmaci utili per lo scompenso. Eventuali variazioni della dose possono però essere decise solo dal cardiologo curante. Prof. Daniele Bracchetti Cardiologo Bologna
Prof. Daniele Bracchetti

lieve ipercolesterolemia
24 Set 08 - claudio, 61 anni (id: 85506)
  Ho 61 anni e da circa 25 ho il livello di colesterolo totale tra 220 e 240 mg/dL. Anche perché non ho mai abusato nel mangiare grassi, tutti i tentativi di dieta alimentare ancora maggiormente restrittiva non hanno dato esito favorevole. Anche l’assunzione di acidi garssi poli-insaturi (2 cucchiaini al giorno) che faccio regolarmente da 2 anni non ha dato risultati apprezzabili. Pratico un discreto movimento fisico (passeggiate). Le ultime analisi dicono: 219 di colesterolo totale, 58 di colesterolo HDL e 143 di colesterolo LDL. CK 71, trigliceridi 87. Al momento non avrei altri fattori di rischio salvo una pressione arteriosa che in alcuni momenti si avvicina al limite sui 140/85. Un recent... continua >>
e ecocardio parla di “iniziale aortosclerosi e fibrosclerosi mitralica con minimo prolasso LPM e lieve insufficienza valvolare (pericardio indenne)”. Come familiarità ho un padre ancora vivente di 93 anni portatore di pace maker per blocco totale di cuore da quando ne aveva 75 e ictus cerebri dall’età di 88 anni, autonomo, iperteso. Madre (89 anni) diabetica, leggermente ipertesa. Vi scrivo per avere un Vostro autorevole parere poiché il medico curante recentemente mi avrebbe indirizzato verso l’assunzione di statine (Totalip). In precedenza ho consultato numerosi cardiologi soprattutto locali: il loro parere si divide anche se la maggioranza opterebbe per una non assunzione di farmaci (statine). Io naturalmente preferirei non assumere farmaci. Rimango quindi in attesa del Vostro parere. Grazie molte
Una moasta ipercolesterolemia, in assenza di altri fattori di rischio coronarico, non richiede a mio parere una terapia farmacologica. (Gli acidi grassi poli-insaturi non influenzano in modo significativo la colesterolemia) DR Sergio Di Benedetto
Dott. Sergio Di Benedetto

Cadenza esami strumentali podismo
24 Set 08 - antonio, 38 anni (id: 85485)
  Salve prof. sono un podista amatoriale di 38 anni, vorrei sapere con che cadenza dovrei fare gli esami di routine (ecg, eco, prova da sforzo) basta una volta allanno o di più. Grazie della risposta
ECG e prova da sforzo con i gradini una volta all’anno per l’idoneità sportiva agonistica presso un centro di medicina sportiva, non in ospedale! Ecocardiogramma una volta nella vita (ovviamente se normale).
Eq. Cardiologia Osp. Maggiore Prof. Di Pasquale

tachicardia
24 Set 08 - michela, 50 anni (id: 85474)
  Gent.mo Dottore, è tutta l’estate che soffro di tachicardia , specialmente mi capita se mangio troppo,ma anche normalmente. Mi vengono delle sudorazioni e tachicardia insieme. Premetto che sono in menopausa. devo fare degli accertamenti ? Inoltre recentemente a causa di un problema , mentre stavo guidando mi è venuto un po’ di dolore nella parte toracica sinistra ed al braccio sinistro dolore e formicolio. cosa devo fare ? Grazie
Posso capire che in un epoca di SMS e mail si possa pensare di avere pareri medici su dei sintomi. Ma vorrei precisare che, in medicina, nulla è cambiato, una diagnosi corretta la può fare un medico che possa raccogliere la storia clinica e visitare. In questa rubrica rispondiamo su problemi generali. Quanto al suo dolore e alla tachicardia ,non mi sembra proprio che siano dovuti al cuore, ...ma se continuano senta il suo medico. Prof. Daniele Braccehtti Cardiologo Bologna
Prof. Daniele Bracchetti


Da 6118 a 6133 di 12378