Logo ricerca con Google


Sei in: Medico on-line > Cardiologia

Aderiamo allo standard HONcode per l'affidabilità dell'informazione medica Aderiamo allo standard HONcode per l'affidabilità dell'informazione medica.
Verifica qui.


Cardiologia
Referenti

ultimo aggiornamento 6/02/2009
 
Aree tematiche

    Il Prof. Daniele Bracchetti risponde alle domande inerenti :
  • Aritmie Cardiache
  • Infarto Miocardico
  • Ipertensione Arteriosa
    Il Dott. Sergio Di Benedetto risponde alle domande inerenti :
  • Prevenzione cardiovascolare
  • Ipertensione arteriosa
  • Cardiopatia ischemica ed infarto miocardio
  • Valvulopatie (malattie delle valvole cardiache)
  • Scompenso cardiaco

Nella compilazione della tua domanda ti chiediamo gentilmente di attenerti il più possibile alle aree tematiche qui sopra riportate
ultimo aggiornamento 26/05/2008
Invia la tua domanda
- Prof. Daniele Bracchetti assente dal 23/7/2015 al 9/8/2015

Domande / Risposte
formicolio mignolo
10 Gen 09 - sabina, 37 anni (id: 89809)
  soffro da alcuni giorni ,un formicolio al mignolo sinistro della mano,e il dito e anche freddo .non so se puo servire ,o la valvola pervia semi aperta ed sono stata operata ad entrambi le mani di tunnel carpale questo circa 3 anni fà.Attendo una sua risposta grazie e buona sera
Non mi sembra un sintomo da riferire al cuore. Cosa significa "valvola pervia semi aperta" (non è un termine medico), sia più chiara, e comunque senta dal suo medico. Prof. D. Bracchetti Cardiologo Bologna
Prof. Daniele Bracchetti


... completare valutazione
10 Gen 09 - ione, 30 anni (id: 89796)
  Buonasera.in seguito ad un ecocuore effettuato il 28 agosto 2008 il cardiologo ha riscontrato un lieve versamento pericardico che non supera 1 cm mi ha fatto fare gli esami del sangue specifici per il cuore ed era tutto nella norma quindi non mi ha dato la cura, a volte pero’ ho delle extrasistoli volevo sapere se devo ripetere l’ecocuore per vedere se la pericardite e’ retrocessa, volevo inoltre sapere se questo versamento puo’ aumentare e portare al tamponamento cardiaco anche se le analisi del sangue erano tutte ok.grazie
Certo un controllo eco andrà fatto ma dovrà essere il cardiologo che la segue a cadenzare i tempi dei controlli. Un tamponamento cardiaco è una evenienza rara e determinata da un rapido incremento della quota di liquido in pericardio. Non pare essere assolutamente il suo caso e quindi in effetti la pericardite dovrebbe recedere progressivamente. Buona giornata
Eq. Cardiologia Osp. Maggiore Prof. Di Pasquale

ecocardiogramma
10 Gen 09 - domenico, 59 anni (id: 89795)
  egr. prof. nel ringraziarla per la risposta in merito alla mia domanda (id89472)le invio l’esito dell’ecocardiogramma che ho mancato di inserire nella precedente richiesta, con la preghiera di ricevere il suo autorevole parere. AORTA: con diensioni lievemente aumentate ATRIO SINISTRO : semilunari inspessite con normale apertura sistolica . MITRALE: lembi inspessiti con normale apertura sistolica. Lieve calcificazionedell’anello valvolare. VENTRICOLO SINISTRO: con dimensioni lievemente aumentate,ipertrofico. SEZIONI DESTRE :nei limiti PERICARDIO: assenza di versamento CINETICA SEGMENTARIA DEL VENTR. SX : alterazione della cinetica del setto FE ai limiti bassi della norma (50-55%). La ... continua >>
ringrazio ancora e Le chiedo scusa per l’insistenza nel voler sapere .
L’identificativo non è esatto ! >>> 89742. L’ecocardiogramma mi sembra nel complesso buono. Come le ho detto si affidi al suo cardiologo. Prof. D. Bracchetti Cardioologo Bologna
Prof. Daniele Bracchetti

blocco di branca
9 Gen 09 - domenico, 59 anni (id: 89742)
  12 anni fa mi hanno riscontrato un b.b.s completo che non avevo in precedenza.All’epoca nessun sintomo e dagli accertamenti successivi risultò tutto nella norma ad eccezione del b.b.s. Fui anche autorizzato a continuare la pratica sportiva. Da allora mi controllo con regolarità ogni anno senza variazioni sostanziali. Soltanto una cosa mi preouccupa ed è l’holter . Indica sempre delle extrasistole(un anno persino 2.500)ma il cardiologo ha detto che non sono preouccupanti inquanto si tratta di extrasistoli ventricolari. Dall’ultimo holter invece risulta : ritmo sin. con freq. tra 106 e 47 b/m.-ca.50 extras.ventrc. ca.75 extras. sopraventr. con 2 run (max 61 battiti con max freq.119/m alle ... continua >>
ore 0,20). non pause . egr. Professore le chiedo cortesemente : cosa vuol dire tutto questo ? quali sono i pericoli che si corrono ? inoltre vi sono cure che posso fare limitare questa aritmia ? Ilmio cardiologo mi fa assumere cardioaspirina , statine , cardicor e zantipress , anche se la mia pressione arteriosa è sempre stata regolare nel tempo anzi talvolta bassa (120/70 e talvolta 100/60). La ringrazio infinitamente domenico
Lei scrive "il cardiologo ha detto che non sono preouccupanti inquanto si tratta di extrasistoli ventricolari" forse intende sopraventricolari, perchè le ventricolari vanno considerate con più attenzione. Non mi fornisce un dato importante > come è l’ecocardiogramma ? Quindi non posso darle risposte esaurienti, si affidi al suo cardiologo. Prof. D. Bracchetti Cardiologo Bologna
Prof. Daniele Bracchetti

lansox e eritromicina
9 Gen 09 - stefania, 31 anni (id: 89724)
  gent.mo prof. brachetti, mi ritrovo qui a scriverle, lei forse non puo ricordarsi di me ma io si , i suoi consigli per me son sempre stati preziosi, non ho parole per esprimerle la mia stima nei suoi confronti. vorrei esporle un problema la prego mi aiuti, sto assumendo eritomicina per una tracheite, leggevo il bugiardino e ce scirtto che puo essere pericoloso se assunto con farmaci metabolizzati dal citocromo p450.io assumo giornalmente lansox da 30 mg per una esofagite di grado lieve e il dott mi ha detto di assumerlo anche ora che prendo lantibiotico soprattutto per dare una protezione allo stomaco, ma irando in internet leggo che lansox e altri inibitori vengno metbolizzati dal citocro... continua >>
mo p450 2c19. premesso che non ne capisco nulla di tutto cio, la prego mi dica lei devo sospendere la cura, e per questo motivo che stamattina, avevo un po di tachicardia, mi fido di lei, il mio medico mi direbbe di continuare ma io ho fiducia in una sua risposta.La prego mi aiuti sono spaventata per questo,gia non assumo con facilita i farmaci. devo sospendere il lansox? mi AIUTI LA PREGO. saluti. stefania....
Non è una domanda cardiologica, ma per quanto ne so sono d’accordo con il suo medico che è responsabile delle medicine prescritte. Prof. Daniele Braccchetti Cardiologo Bologna
Prof. Daniele Bracchetti

aritmie sopraventricolari
9 Gen 09 - Mafalda, 98 anni (id: 89722)
  Mi chiamo Pietro, figlio di Mafalda. Mia madre alcuni anni fa ebbe un episodio di TIA , fu ricoverata e le fu data una cura con Tildiem 200. Ha avuto però sempre battiti a 90 e molte extrasistoli. 20 giorni fa ha avuto uno svenimento e si è subito ripresa. Le è stato applicato un holter . Frequenza cardiaca massima126-minima 45 alle ore 05 del mattino.Interpretazione: Aritmia sinusale a fc media di 80 bpm interrotta da alcuni singoli bev e besv. Questi ultimi anche in breve runs: Assenza di pause e di alterazioni significative del recupero ventricolare.Presenza di P bloccate. Il cardiologo le ha prescritto AMIODAR ( 100 mg al giorno,tranne la domenica)La pressione 130/80. Le è stato pre... continua >>
scritto queso farmaco per evitare una fibrillazione con dose minima. Ho letto le controindicazioni e sono un pò preoccupato. Lei cosa ne pensa? Grazie, Pietro cacchillo@alice.it
Mi dispiace non poterla aiutare non conoscendo il caso. Comunque l’Amiodar a questa dose è in genere ben tollerato e può essere efficace. Gli effetti collaterali ci sono, il più frequente è quello sulla tiroide che va controllata (determinazione T3 T4 TSH). Prof. Daniele Braccchetti Cardiologo Bologna
Prof. Daniele Bracchetti

ipertensione arteriosa
8 Gen 09 - lucia, 75 anni (id: 89720)
  Buonasera dottore vorrei un suo parere sulla pressione arteriosa di mia madre.E da molti anni ipertesa con base ansiosa e con due compresse di atenololo+clortalidone mite al giorno è sempre riuscita a mantenere i suoi valori a riposo inferiori ai 150-90.Un paio di mesi fa però complice stress,ansia,dolori e preoccupazioni varie le ho registrato soprattutto la mattina qualche valore alterato non usuale per lei a riposo con medie tra i 160-170/90-95,poco prima di Natale è andata dal suo medico e le ha aggiunto anche il nifedipina 10 mg la mattina e solo per una settimana 5 gocce di nifedipina 2 volte al di.La pressione con o senza stress è rimasta stabile la mattina tra i 140-150/80-85,oggi a ... continua >>
distanza di 10 giorni dal cambio terapia e con 1 goccia di nifedipina alle 10.45 aveva una media di 145 -80,alle 17.50 però breve momento di palese ansia e agitazione per i forti dolori muscolari di cui soffre da anni e valori medi di 4 misure 172-90,prende 4 gocce di nifedipina alle 18 e alle 18.10 media valori 159-84(non penso avessero gia fatto effetto le gocce),alle 21 media 144-80 da seduta e alle 22.30 128-70 da sdraiata.Ha fatto elettrocardiogramma,esami del sangue ecografie ma non risultano anomalie particolari(la glicemia è scesa da 160 a 125 in 1 anno con la metforal),tutti gli specialisti che lhanno curata concordano con una diagnosi di forte ansia reattiva ed emotività che limita con sedativi ma lei è preoccupata e vuole affidarsi ad un noto centro ipertensivo.Lei cosa ne pensa?grazie.Paolo
Continuerei con la terapia in corso evitando l’uso della nifedipina.Transitori aumenti di pressione dovuti a stress fisici ed emotivi sono frequenti e non richiedono in genere una terapia specifica ma piuttosto, se posibile, la rimozione della causa Dr Di Benedetto
Dott. Sergio Di Benedetto

Anticoagulanti orali.
8 Gen 09 - Pasqualina, 66 anni (id: 89718)
  Mi hanno messo una valvola mitralica e prendo il sintrom, pertanto vorrei sapere che cosa posso mangiare e che cosa devo assolutamente evitare di mangiare. Sono un pò preoccupata perché ho un pò di paura per l’alimentazione. Grazie e un saluto
Cara signora, per gestire bene la terapia nticoagulante orale (TAO), dal punto di vista alimentare bisogna avere cura di assumere il dosaggio prescritto del farmaco ogni giorno con correttezza e alla stessa ora, a almeno 2-3 ore dopo il pasto principale. Gli alimenti che possono interferire con la TAO in modo significativo sono quelli ricchi di vitamina K come le verdure tipo cavolo e lattuga; in ogni caso i problemi connessi a questi alimenti sono stati ridimensionati. Cordiali saluti; assunzione di cibo
Eq. Cardiologia Osp. Maggiore Prof. Di Pasquale

pressione instabile
8 Gen 09 - maria, 76 anni (id: 89712)
  codice 89684.Sono riuscita a contattare il mio medico professore,sono andata da lui ed ero molto in ansia per un fatto spiacevole in famiglia e piena di dolori fisici.In sostanza mi riscontra una pressione media di 166-90 e oltre a confermarmi lefficacia dei calcioantagonisti negli anziani mi ha detto che ci vuole un po di tempo per normalizzare del tutto i valori visto che è da 10 giorni che è stato aggiunto. Ha concluso dicendo che potremmo cambiare tutti i farmaci disponibili sul mercato ma qualche rialzo pressorio dato dalle mie ansie lo avrò sempre,mi ha anche invitato a non provare troppo la pressione(lo scorso anno circa 120 valori dalla media di tre misure,forse sono troppi).lei con... continua >>
corda?grazie ancora e buona continuazione
Concordo con il suo medico. Stia più tranquilla. Prof. Daniele Braccchetti Cardiologo Bologna
Prof. Daniele Bracchetti

tachicardie notturne
8 Gen 09 - alessandro, 29 anni (id: 89704)
  salve ho 29 anni lavoro la notte in un panificio e da circa sei mesi che mi capita di avere battiti del cuore accelleratissimi.addirittura una notte dpo aver finito di lavorare ero disteso sul divano a guardare la tv quando allimprovviso il cuore batteva a mille,cosicchè svegliai mia moglie perchè non sapevo cosa fare,mia moglie contò i battiti e mi disse che aveva sentito 90 battiti in trenta secondi.da premettere che fumo circa un pacco di sigarette a di,ho parlato con il mio medico e mi ha detto che può essere lo stress,nervosismo e mi ha consigliato di prendere delle gocce di lexotan se mi ricapitasse.lei cosa ne pensa??dovrei fare qualche controllo o mi attengo a parere del mio medico??... continua >>
GRAZIE INFINITAMENTE CORDIALI SALUTI
Non dovrebbe essere niente di grave.Faccia comunque una visita cardiologica. Il Lexotan va bene. Per verificare cosa realmente succede può essere utile un eletrocardiogramma 24 ore Holter. Smettere di fumare fa sempre bene.... Prof. Daniele Braccchetti Cardiologo Bologna
Prof. Daniele Bracchetti

Sonnolenza in cardiopatico
8 Gen 09 - lino, 70 anni (id: 89701)
  Gent.mo prof.: sono in terapia da tanti anni per coronaropatia ischemica e sono ben stabilizzato (sto bene): infarto infero laterale nel 1990 ben curato (per lepoca) con fibrinolisi ecc..PTCA+STENT medicato delliva e della coronaria ds nel 2004. Spondilite anchilosante. Da allora mi sento abbastanza bene. Terapia: diltiazem 300,ticlopidina 250 2 al dì, enalapril 20, sinvastatina 40. Questa è la domanda: siccome soffro di sonnolenza eccessiva quasi sempre, da più di un anno, basta che mi fermi nei movimenti, mi da pericolo per la guida, in particolare anche nella tarda mattinata mentre il diltiazem 300 lo prendo a colazione, puo essere che per me questo medicinale debba essere ridotto? Ammes... continua >>
so anche che si possano escludere altre cause? Grazie.
E’ improbabile che il sintomo che lei riferisce sia riconducibile a un problema cardiologico o ai farmaci che sta assumendo. Le consiglio di rivolgersi al suo medico di medicina generale che le consiglierà che cosa fare.
Eq. Cardiologia Osp. Maggiore Prof. Di Pasquale

instabilità pressone
8 Gen 09 - maria, 75 anni (id: 89684)
  Buongiorno professore,sono in terapia da molti anni per la mia ipertensione su base ansiosa con due compresse di tenoretic mite(una la mattina e una il pomeriggio).Recentemente ho avuto qualche rialzo a riposo soprattutto la mattina non particolarmente preoccupante(tra 1 160-170/95) ma il mio dottore onde evitare che i valori potessero rialzarsi ha aggiunto alla compressa di tenoretic mite la mattina anche 10 mg di libradin e solo per una settimana anche 5 gocce di nifedicor.Con tali modifiche terapeutiche la mia pressione per tre giorni si è stabilizzata sui 150-85.Stamattina in aggiunta ai 2 farmaci ipotensivi ho preso anche 10 gocce di ansiolin e solo una goccia di nifedicor e dopo unora... continua >>
dalla loro assunzione la mia pressione media da sdraiata era 145-84 con battito a 59.Ho però un dubbio,lei pensa che oltre allansiolin anche quella goccia di nifedicor abbia ulteriormente abbassato la pressione o ha fatto più un effetto placebo e se il battito cardiaco non è un po bassino.Non ho ancora sentito il mio dottore in tal senso,se mi da una sua opinione nel frattempo gliene sarei grata, sono un po preoccupata.Maria
Penso che lei possa stare tranquilla. Non esageri nell’assumere le gocce di ansiolin (5 al massimo). Probabilmente anche il Nifedicro non è necessario. Si affidi al suo medico. Prof. Daniele Bracchetti Cardiologo Bologna
Prof. Daniele Bracchetti

batticuore notturno
8 Gen 09 - anna, 36 anni (id: 89677)
  Gentilissimi, ho 36 anni e dopo un episodio di mancamento dovuto a aritmia prolungata circa 15 minuti(al pronto soccorso l’ecg era nella norma)ho fatto alcuni controlli cardiologici dai quali è risultato lieve prolasso della mitrale e aneurisma del setto interatriale con visita cardiologica nella norma.Oltre alle extrasistoli solite da circa 6 mesi ho iniziato ad avere problemi di aritmie notturne in particolar modo nella posizione prona, nelle ultime 2 settimane la situazione è peggiorata e quasi sempre nonappena cambio la posizione da sdraiata supina a prona o di fianco dopo pochi minuti ho una sensazione spiacevole di affaticamento del cuore, il battito diventa accellerato o aritmico, se ... continua >>
persisto nella posizione intervengono capogiri e respiro difficoltoso,ciò mi obbliga a stare solo in posizione supina quindi spesso insonne.Specifico anche che mi è capitato di addormentarmi di fianco o prona e di essere risvegliata dalla sensazione di forte disagio e mettermi seduta per qualche minuto per ripristinare la normalità.Specifico infine che ho effettuato un ecocolordoppler ed era nella norma, e successivamente un holter(questo circa 3mesi fa quindi prima dell’acutizzarsi)e rilevava 3eventi sopraventricolari in coincidenza con la posizione supina , per il resto nella norma.Considerato che non riesco più ad avere un riposo notturno adeguato con con forti disagi mi chiedevo se tutto ciò potesse essere causato dall’aneurisma del setto.La ringrazio per l’attenzione
Non c’è rapporto tra aritmia e aneurisma del setto. Se gli eventi sono fastidiosi pò essere utile ,in accordo con il suo cardiologo, una terapia con beta-bloccanti a basse dosi. Mi sembra che ci sia una componente ansiosa, prenda eventualmente un ansiolitico la sera. Mi tenga informato, mi precisi a che frequenza va il cuore in corso di "evento" e quanto dura.... Prof. Daniele Bracchetti Cardiologo Bologna
Prof. Daniele Bracchetti

... mi spiace
8 Gen 09 - anna, 36 anni (id: 89675)
  Gentilissimo, ho 36 anni e dopo un episodio di mancamento per aritmia prolungata circa 15 minuti(al pronto soccorso l’ecg era nella norma)ho fatto alcuni controlli cardiologici dai quali è risultato lieve prolasso della mitrale e aneurisma del setto interatriale visita cardiologica nella norma. Attualmente oltre alle extrasistoli con le quali convivo da circa 6 mesi ho iniziato ad avere saltuari problemi di aritmie notturne in particolar modo nella posizione prona, nelle ultime 2 settimane la situazione è peggiorata e quasi sempre nonappena cambio la posizione da sdraiata supina a prona o di fianco dopo pochi minuti ho una sensazione spiacevole come di affaticamento del cuore, il battito d... continua >>
iventa più accellerato o aritmico, se persisto nella posizione intervengono capogiri e respiro difficoltoso, tutto ciò mi obbliga a stare tutta notte in posizione supina quindi spesso insonne. Specifico anche che mi è capitato di addormentarmi in posizione di fianco o prona e di essere risvegliata dalla sensazione di forte disagio e dovermi mettere seduta per qualche minuto per ripristinare la normalità. Specifico infine che ho effettuato un ecocolordoppler ed era nella norma, e successivamente un holter (questo circa 3 mesi fa quindi prima che si acutizzassero i sintomi)e rilevava tre eventi sopraventricolari in coincidenza con la posizione supina , per il resto nella norma. Considerato che non riesco più ad avere un riposo notturno adeguato con
... ma la domanda è incompleta. Se vuole riformularla. grazie
Eq. Cardiologia Osp. Maggiore Prof. Di Pasquale

problemi dentari
8 Gen 09 - marco, 36 anni (id: 89674)
  Salve, vorrei delucidazioni circa un dubbio che mi assilla. Premetto che ho un leggero ispessimento del LAM. Da circa due mesi si è pezzato un molare (devitalizzato) del giudizio, il dentista mi ha eliminato una parte rinviandomi per la successiva estrazione dopo la guariggione dellascessetto che si è formato. In pratica da due mesi ho lo spazio di gengiva occupato in precedenza dalla metà del molare spezzato, aperto. La stessa gengiva non ri richiude in quanto parte della radice è rimasta sotto nonostante la corolla di sopra manchi. Assodato chè è impossibilericostruire e incapsulare ciò che rimane e che io continuo ad utilizzare la rimanente parte nella masticazione, il dubbio è il seguen... continua >>
te: la gengiva, che a volte sanguina, è da considerare aperta e quindi pericolosa per fenomeni di endocardite? Può essere vettore per il batterio che pregiudica il funzionamento della mitrale? Devo estrarre ciò che rimane per far richidere la gengiva? Grazie e chiedo scua per la prolissità.
Una bonifica dentaria è sempre opportuna. Il leggero ispessimento mitralico, se è un reperto isolato e se non c’è insufficienza, non comporta gran rischio. Ovviamente, visto che c’è l’ascesso, deve prendere gli antibiotici ed estrarre la radice. Prof. Daniele Bracchetti Cardiologo Bologna
Prof. Daniele Bracchetti


Da 6118 a 6133 di 12663