Sei in: Medico on-line > Cardiologia

Aderiamo allo standard HONcode per l'affidabilità dell'informazione medica Aderiamo allo standard HONcode per l'affidabilità dell'informazione medica.
Verifica qui.


Cardiologia
Referenti

ultimo aggiornamento 6/02/2009
 
Aree tematiche

    Il Prof. Daniele Bracchetti risponde alle domande inerenti :
  • Aritmie Cardiache
  • Infarto Miocardico
  • Ipertensione Arteriosa
    Il Dott. Sergio Di Benedetto risponde alle domande inerenti :
  • Prevenzione cardiovascolare
  • Ipertensione arteriosa
  • Cardiopatia ischemica ed infarto miocardio
  • Valvulopatie (malattie delle valvole cardiache)
  • Scompenso cardiaco

Nella compilazione della tua domanda ti chiediamo gentilmente di attenerti il più possibile alle aree tematiche qui sopra riportate
ultimo aggiornamento 26/05/2008
Invia la tua domanda

Domande / Risposte
profilo di rischio
7 Ott 08 - sergio, 42 anni (id: 86085)
  Egr.dr ho effettuato ecg,ecocolordoppler,eco dei vasi epiaortici,analisi del sangue tutto nella norma,ciononostante sono in continua ansia di avere un infarto,il continu pensiero mi sta condizionando la vita cosa posso fare come ulteriori accertamenti per avere un po di tranquillità?ps la mia pressione è da 90\60 a 110\70.certo di una dua la saluto.
Il suo profilo di rischio per eventi cardiovascolari futuri dipende in gran parte dalla eventuale concomitanza dei fattori di rischio che sono: la famigliarità, il fumo di sigarette, il colesterolo e il diabete mellito e l’ipertensione arteriosa. Non mi pare che lei presenti alcuno di questi; la invito a svolgere quindi attività fisica regolarmente e a sentirsi fondamentalmente tranquillo.
Prof. Daniele Bracchetti


ansia ?
7 Ott 08 - STEFANO, 32 anni (id: 86081)
  SALVE,NON SONO SPORTIVO ORMAI DA 3 ANNI,NON FUMO NON BEVO E NON SONO IN SOVRAPPESO,NON MI AMMALO MAI,SOFFRO DI ATTACCHI DI PANICO DA 10 ANNI,MA HO RISCONTRATO IN UN PAIO DI CIRCOSTANZE NEGLI ULTIMI 8 MESI,CHE DURANTE O DOPO UNO SFORZO CHE PUO ESSERE CAMMINATA LUNGA OPPURE FARE DELLE SCALE CON DEI PESI,NON ARRIVO AD AVERE IL FIATONE PERO E CAPITATO DI SENTIRMI DEBOLE COME SE AVESSI UN MANCAMENTO,TACHICARDIA E LEGGERO PALLORE PASSATO DOPO POCO,SONO RIUSCITO A MISURARMI LA PRESSIONE DURANTE QUESTA COSA RISULTATO CUORE 100 BATTITI PRESSIONE 130-70,DUE ANNI FA HO ANCHE FATTO ELETTROCARDIOGRAMMA A RIPOSO E SOTTO SFORZO TUTTO OK,ECOCARDIOGRAMMA,ANALISI SANGUE E URINE TUTTO OK,2 ANNI FA SONO STATO S... continua >>
OTTOPOSTO A VISITA CARDIOLOGA E VARIE VISITE PRESSO LOSPEDALE DURANTE UN ATTACCO SIMILE DICHIARATO DAI MEDICI STRESS DA ANSIA.COSA PUO ESSERE QUELLO CHE MI E ACCADUTO DURANTE O DOPO GLI SFORZI?
La sua storia depone per una sindrome ansiosa che ogni tanto fa capolino e simula sintomi cardiovascolari; è chiaro che si tratta di un consulto online e ha dei limiti, ma mi permetterei di avanzare un ipotesi molto tranquillizzante sul suo conto e non credo ci sia il cuore di mezzo. Se il problema persiste, le consiglio una rivalutazione cardiologica, ma sarei sereno.
Prof. Daniele Bracchetti

dolore toracico
7 Ott 08 - priscilla, 30 anni (id: 86066)
  Buongiorno Dottori, è da diverso tempo che nellarco della giornata, ma non tutti i gg, avverto delle piccole fitte al petto , della durata di un sec. Da una settimana è comparso un nuovo sintomo che percepisco come dolore sfumato e pesantezza, retrosternale , e dico retrosternale , in quanto è cosi profondo , che io stessa non capisco se si tratta di petto o schiena. Distinto tendo ad inarcare la schiena stessa , senza alcun benficio però. Essendo una sportiva e per via di alcuni episodi di cardiopalmo, allinizio di questanno , ho effettuato tutti gli accertamenti cadiologici come : ecg, ecocardio normale ecolodoppler, rx torac e , holter, ecosforzo , tutti ok. Premetto che erutto spesso ... continua >>
, e lo stesso tipo di pesantezza lavverto allesofago . Potrei escludere il cuore ? Gli esami fatti sono ancora validi per escludere che una qualche patologia sia insorta ultimamente secondo Voi ? Scusate per la lunghezza della mia mail e grazie per il tempo che mi dedicherete. cordiali saluti
I sintomi descritti non sembrano essere di origine cardiaca anche se tale evenienza non si può escludere. Esami eseguiti prima dell’insorgenza di una cardiopatia possono essere normali. DR Di Benedetto
Dott. Sergio Di Benedetto

calma...
6 Ott 08 - anna, 30 anni (id: 86054)
  Mio padre è morto cinque anni fa per una malattia cardiaca, soffriva di scompenso cardiaco da 15 anni e purtroppo a causa di un tumore allo stomaco è morto dopo la comparsa di una recidiva di attaco cardiaco. Facendo un ECG mi hanno detto che ho un ritmo sinusale con aritmia sinusale con ECG normale. Volevo sapere se posso considerarmi un soggetto normale o se devo preoccuparmi. Faccio uso di contraccettivi orali e ho letto che non vanno bene con le malattie cardiache.. faccio sport ma solo per mantenermi un pò in forma, non sono brava con le diete, anzi... sono molto sregolata .. bevo caffè.. Devo preoccuparmi? Grazie, buonasera.
Sarebbe utile capire se suo padre aveva una cardiomiopatia o qualche altra malattia acquisita (aveva avuto un infarto ?) che lo ha portato ha soffrire di scompenso per 15 anni; comunque lei al momento è da considerarsi sana, perchè un ECG normale e la assenza di sintomi escludono la maggioranza delle situazione a rischio. Ogni tanto lo ripeta, soprattutto se era una cardiomiopatia la malattia di suo padre (ci sono forme famigliari).
Prof. Daniele Bracchetti

linee guida e vita reale
6 Ott 08 - sonia, 77 anni (id: 86044)
  Buonasera professore vorrei una delucidazione sul colesterolo frazionato riscontrato a mia madre negli esami del sangue recenti:colesterolo totale:253,hdl 92 ldl 140,trigliceridi 105,in base a tale referti il mio medico vorrebbe prescriverle il torvast da 10 mg,ho poi contattato il cardiologo di famiglia,il quale sostiene che il totale è elevato perchè è molto alto l’hdl ed è più che accettabile il colesterolo cattivo,in sostanza non le ha prescritto nessun farmaco.La sua pressione a riposo quando non ha le sue ansie o è stressata(assume betabloccanti e diuretici)è mediamente tra i 130-145/70-80,la glicemia a digiuno dopo un periodo in cui era un po alta(155)si era abbassata con la metformin... continua >>
a a 140,ora è 130 a digiuno e 135 a due ore dal pasto.Vorrei un suo parere soprattutto su colesterolo e pressione.Grazie.
Effettivamente le linee guida consigliano l’assunzione di una statina per valori come quelli di sua madre in soggetti come lei diabetici in prevenzione primaria; il controllo pressorio peraltro mi sembra soddisfacente; credo che il suo cardiologo giustamente abbia considerato che tutto sommato i valori di colesterolemia non siano poi così alti e il dato del colesterolo HDL è particolarmente confortante; credo che anch’io mi asterrei dal prescriverle, a meno che ci fosse una famigliarità spiccata per eventi cardiovascolari (ictus, infarto) nella anamnesi. Cordialità.
Prof. Daniele Bracchetti

senso di oppressione
6 Ott 08 - Paola, 42 anni (id: 86023)
  Buongiorno professore, premetto di essere un soggetto ansioso in cura con lorazepam e bupropione (dopo la brutta avventura di un secondo aborto avvenuto 2 mesi fa). Sono diventata ipocondriaca; spesso penso di avere qualche brutta malattia tant’è che al primo strano sintomo faccio subito delle indagini. Nell’ultimo mese ho fatto esami del sangue della tiroide, perchè soffrivo di frequenti e improvvise sudorazioni: valori nella norma. Ho fatto una RX al torace perchè avvertivo da un pò un fastidio dietro alla scapola sinistra; il referto è a posto. Ho fatto una visita cardiologica con relativo ecg per un aumento della frequenza dei battiti cardiaci: per il medico è tutto ok. Secondo il mio ne... continua >>
urologo, al quale riferisco gli esiti delle mie indagini, è tutto riconducibile alla mia ansia e alla mia paura delle malattie. Ora chiedo a lei: avverto da qualche settimana, ma non tutti i giorni, un senso di oppressione al torace; premetto che avendo un’ernia iatale soffro sovente di reflusso gastroesofageo e per questo assumo Pariet con dosaggio di 1/2 compressa da 10 mg e qualche volta del gaviscon. La gastroscopia l’ho fatta a giugno 2007, con confermata presenza di ernia da scivolamento, malattia da reflusso e leggera esofagite. Le ultime analisi del sangue di febbraio erano ok. Questo senso di oppressione che, ripeto, non avverto tutti i giorni, può essere imputato ai miei problemi di stomaco o debbo fare qualche altra indagine? Alle coronarie o un Holter o un ecg sotto sforzo? Grazie
Sentirei nuovamente il parere del cardiologo di fiducia DR DI Benedetto
Dott. Sergio Di Benedetto

tempi chirurgici
6 Ott 08 - MariaNataliasalerno, 40 anni (id: 86004)
  Io ho una cardiopatia reumatica:valvulopatia mitro-aortica reumatica con stenosi mitralica di grado medio e insufficenza lieve e insufficenza aortica di grado medio(sett.2008)Toni validi,ritmici,SS2/6.Polsi presenti e simmetrici.ECG:ritmo sinusale 61 bpm;alterazioni aspecifiche della ripolarizzazione ventricolare (?).Come terapia:Coversyl 5 mg1/2 capsula x 2/die.Mi è stato consigliato ecocardiogramma entro 6 mesi(prima lo facevo una volta all’anno)e successiva rivalutazione con routine ematochimica completa di ormoni tiroide.Successivamente stabiliranno eventuale sostituzione valvolare.La mia domanda è:secondo lei sarà neccessario operare,poi vorrei sapere poichè ho fatto rivalutazione pensi... continua >>
one civile prima avevo il 50% ora mi hanno dato il 35%se secondo lei è esatta o mi spettava di più.Premetto che lo fatta la domanda non per avere la pensione sociale (civile)ma per il lavoro per iscrivermi nelle liste protette. La ringrazio per l’attenzione e per la risposta che mi darà.Porgo distinti saluti.
La sua valvulopatia meriterà prima o poi un intervento chirurgico; non sono del tutto certo che sia questo il momento; non è dal solo ecocardiogramma che emerge l’indicazione a farlo, ma anche e soprattutto come lei sta e se ha sintomi da sforzo, anche perchè in considerazione della suà età la prospettiva è quella di impiantare al posto delle 2 valvole malate 2 protesi meccaniche che renderanno necessaria una terapia anticoagulante per sempre. Per quanto attiene all’invalidità penso che il 35 % sia giusto soprattutto se come sembra lei non ha sintomi importanti anche se non è esattamente una competenza del cardiologo stabilirla.
Prof. Daniele Bracchetti

frequenza cardiaca
6 Ott 08 - vincenza, 24 anni (id: 86002)
  dottore da circa due anni mi ere il battito accorta di avere il battiti tra 80/90 al min.6 mesi fa ho effetuato tutti gli esami necessari(elettrocardio,ecocardio,visita)pure tutte le analisi (tiroide,sideremiaecc)il dott dicono di avere tutto nella norma e di fare attivita sportiva perche si tratta solo di stress(in effetti sono un tipo molto ansioso)nonostante tutto il battito si mantiene piu o meno con questa frequenza, e questo mi spaventa molto!!il mio dott dice che il battito e nella norma e che averlo cosi puo essere fisiologco e non comporta nessun rischio.lei dottore cosa ne pensa che consiglio puo darmi sono molto preoccupata specvialmente la mattina i battiti sono piu elevati .si ... continua >>
puo condurre una vita normale cosi?grazzie davvero per la sua risposta
Sarei molto tranquillo visto che tutti gli accertamenti sono negativi. La frequenza cardiaca è a volte una valvola di sfogo per lo stress; in una giovane ragazza come lei è di solito intorno ai 70 battiti al minuti, ma davvero non mi preoccuperei nè assumerei farmaci; faccia magari un po’ più di attività fisica aerobia (nuoto, bicicletta, corsa).
Prof. Daniele Bracchetti

infarto
4 Ott 08 - Franco, 33 anni (id: 85962)
  Buongiorno, nel mese di marzo 2008 ho avuto un infarto del miocardio di lieve entità, durante gli accertamenti effetuati sia durante il ricovero che in quelli successivi non è stato possibile detterminarne la causa in quanto dalla coronarografia non vi era alcuna patologia, pertanto hanno attribuito linfarto ad uno spasmo delle coronarie. Premetto che ho goduto di buona salute, ho sempre praticato attività sportiva evitando di bere e di fumare. Detto ciò: posso praticare attivita di immersioni subacquee sia con bombole o apnea?quali rischi comporta?Quali esami specifici mi consigliate e in qulai centri? cordialmente Vi saluto e rimango in attesa di un Vostro riscontro
Sono domande che deve porre al suo cardiologo. Se la prova da sforzo è buona e l’ecocardiogrmma è normale lei può fare di tutto. Personalmente ho qualche riserva sull’attività sub-acquea. PRfo. Daniele Bracchetti Cardiologo Bologna
Prof. Daniele Bracchetti

pressione arteriosa
4 Ott 08 - francesca, 75 anni (id: 85950)
  Buongiorno dottore,più di 30 anni fa mi è stata diagnosticata una lieve ipertensione con forte componente ansiosa(valori a riposo tra i 160-170/90-100).Con i betabloccanti e diuretici in assenza di stress sono sempre riuscita a tenerla tra i 125-145/70-85 sia a casa che dal mio medico.A causa però delle mie mialgie muscolo scheletriche di cui soffro da molti anni e delle mie ansie ho sempre avuto qualche riserva a misurarla la mattina(talvolta mi è capitato di trovarla sui 170-176 sotto forte stress) e per tale motivo la provo più frequentemente il tardo pomeriggio e prima di andare a letto.Ho parlato di questa mia ritrosia al cardiologo di mio marito e mi ha detto che se il pomeriggio e la... continua >>
sera in assenza di stress la pressione è normale non ci sono motivi per ritenerla cosi alterata anche la mattinata a riposo.Mi ha consigliato di provarla con fiducia e tassativamente a riposo.Io lho fatto sia a fine luglio prima di partire per le ferie che a metà settembre,in questultimo caso lho anche provata in orari diversi per osservare landamento:ore 12:media di due misure 143-80,ore 17:136-75,ore 22:128-70.Ricordo che il dottore mi diceva che la pressione è sempre un po più alterata la mattina anche in condizione fisiologiche figuriamoci in momenti di ansia,mi aveva poi prescritto anche delle benzodiazepine a tal scopo.Come ultimo dato posso dirle che lho misurata giovedi alle 17.15 sdraiata ed era 139-80.Vorrei una sua opinione .Grazie.
La pressione arteriosa ha un ritmo circadiano e nella maggior parte delle persone è più elevata al mattino. I valori pressori riportati mi sembrano sostanzialmente nella norma. Dr Sergio Di Benedetto
Dott. Sergio Di Benedetto

ecodoppler
4 Ott 08 - Alessandra, 41 anni (id: 85949)
  Buongiorno. Ho effettuato un eco doppler ai vasi epiaortici il cui esito è stato: iniziale ispessimento intimale al bulbo sx, normali velocità, vertebrali e succlavie nei limiti, non ateromasia femorale. Preciso che mio padre è stato operato al cuore (by pass) non fumo, la pressione artriosa è 120/80, attività fisica normale, sono in regime alimentare controllato per perdere peso, il colesterolo totale è 270 hdl 92 ldl 161 tricliceridi 91. Devo preoccuparmi di questo referto e iniziare una terapia farmacologica per ridurre il colesterolo? Grazie fin d’ora e saluti.
Il referto non mi sembra preoccupante, tuttavia consiglierei di ridurre la colesterolemia con misure dietetiche ed eventualmente anche farmacologicamente Dr Sergio Di Benedetto
Dott. Sergio Di Benedetto

extrasistoli
4 Ott 08 - Andrea, 23 anni (id: 85947)
  Buongiorno dottore,sono andrea le ho scritto ieri sulle mie extrasistole e mi ha risposto che sono benigne. Vorrei solo chiderle un chiarimento. Ho trovato su internet informazioni che sostanzialmente esprimono questo concetto: in caso di extrasistole ventricolari( io le ho sia ventricolari che sopraventricolari e le percepisco) potrebbe esserci una patologia cardiaca anche se non riscontrabile allinizio. Ma come? E allora lecocardiogramma a che serve? Si dice che anche in un cuore sano sarebbe bene ricercare eventuali extrasistole potenzialmente in grado di degenerare in aritmia maligna. E utile quindi un ECG ad alta risoluzione (signal averaging). Che significa questo? Cosè legc ad alta ri... continua >>
soluzione? Insomma io sono uno sportivo, amo lo sci e la montagna, condivido questi interessi con amici eragazza. Voglio una vita normale, non voglio dover reprimermi. Questa situazione mi sta calando nella depressione dato che mi sento bloccato. Oggi i miei amici e la mia ragazza sono in montagna. Io sono chiuso in casa. Non sto vivendo. Mi scuso per lo sfogo ma non ne posso più, vorrei poter sapere che sono sano e sono uguale agli altri senza dover più rimuginare su niente. La ringrazio. Cordiali saluti, Andrea
Per me può stare tranquillo, legga di meno e si affidi a un buon cardiologo. PRof. D.Bracchetti Cardiologo Bologna
Prof. Daniele Bracchetti

extrasistoli
3 Ott 08 - samantha, 35 anni (id: 85928)
  vorrei sapere se lextrasistole sono causate dallansia le cause quli sono grazie
RISPOSTA STANDARD SULLE EXTRASISTOLI BENIGNE, OGGETTO DI MOLTI CONTATTI VISTA LA FREQUENZA DEL FENOMENO. Le Extrasistoli, o Battiti Ectopici, sono dovute ad un gruppo di cellule cardiache, di dimensioni microscopiche, che si eccitano autonomamente dando origine al battito anticipato e ad un successivo battito più “forte” responsabile del sintomo “palpitazione”. Possono avere origine nell’atrio (extrasistoli o battiti ectopici atriali) o nei ventricoli (extrasistoli o battiti ectopici ventricolari). Le extrasistoli possono essere rischiose solo quando sono molto frequenti e associate ad una malattia di cuore: in tal caso sono espressione della malattia in sé e possono avere una rilevante importanza clinica. Più frequentemente, sono benigne, potendosi riscontrare anche in un cuore “sano”. Non è del tutto dimostrato un rapporto con l’ernia hiatale o con altri disturbi gastroenterici. In generale non è necessario assumere farmaci. Va chiarito che i soggetti affetti da extrasistolia ventricolare benigna non corrono rischi e possono condurre una vita normale “convivendo” con questa sgradevole sensazione e sopportando il fastidio senza timori. STIA PURE TRANQUILLA,NON PUO’ SUCCEDERE NIENTE, anche se capisco la sua ansia che però non è resposabile delle extrasistoli. Prof. Daniele Bracchetti Cardiologo Bologna
Prof. Daniele Bracchetti

angiopllastica
3 Ott 08 - walter, 44 anni (id: 85916)
  il giorno 04/04/2007 ho avuto in infarto al miocardio,mi anno fatto un angioplastico.(tengo a precisare che nella mia famiglia gia si sono verificati,ereditario)come farmaci prendo,al mattino cardioaspirina,tenormin20mg,meprel,en2mg,a prenzo plavix75mg pomerigio bifril20mg,la sera rextat20mg.(tengo a precisare che il plavix me l’anno tolto,ma non il medico, ma l’asl di appartenenza.adesso no so se debbo cosa devo fare, cie’ se comprarlo oppure la cura e finita, anche perhe’lho assunto x 18 mesi.Grazie anticipatamente, per la risposta ultima cosa il fumo non riesco a toglerlo di mezzo.
Dopo un anno il Plavix si può sospendere purchè si continui l’aspirina. Se continua a fumare le medicine possono essere inutili... lei è giovane, si voglia bene. Prof. Daniele Bracchetti Cardiologo Bologna
Prof. Daniele Bracchetti

dolore arto inferiore sinistro
3 Ott 08 - SALVATORE, 45 anni (id: 85899)
  DOTTORE , IO SENTO UN DOLORE CONTINUO ALLA GAMBA SINISTRA CHE MI LEVA IL RESPIRO, INIZIA DAL POLPACCIO E ARRIVA ALL’IGUINE , FINO AL TESTICOLO SIX ,E ANCHE AL FEGATO QUANDO HO IL DOLORE SENTO DEI SBANDAMENTI DI TESTA MA DALLA PARTE SIX , CHE COSA PUO’ ESSERE GRAZIE.**********************************************************************************************************************************************************************************************************************************************************************************************************************************************************************************************************************************... continua >>
*************************************************************************************************************************************************************************************************************************************************************************************************************************************************************************************************************************************************************************************************************************
Sentirei il parere del curante DR Di Benedetto
Dott. Sergio Di Benedetto


Da 6118 a 6133 di 12420