Sei in: Medico on-line > Chirurgia Generale

Aderiamo allo standard HONcode per l'affidabilità dell'informazione medica Aderiamo allo standard HONcode per l'affidabilità dell'informazione medica.
Verifica qui.


Chirurgia Generale
Referenti

ultimo aggiornamento 20/05/2010
 
Aree tematiche

    L’ Eq. Chirurgia Generale Prof. Minni risponde alle domande inerenti :
  • Chirurgia della mammella
  • Chirurgia della tiroide, delle paratiroidi e del surrene
  • Chirurgia di giorno (day surgery)
  • Chirurgia del pancreas, della colecisti e delle vie biliari
  • Chirurgia dei tumori dello stomaco, dell’intestino e del colon-retto
  • Chirurgia Mini-invasiva Laparoscopica e Robotica

Nella compilazione della tua domanda ti chiediamo gentilmente di attenerti il più possibile alle aree tematiche qui sopra riportate
ultimo aggiornamento 1/02/2006
Invia la tua domanda
- Prof. Francesco Domenico Capizzi ha raggiunto il limite massimo di domande a cui rispondere

Domande / Risposte
nodulo mammario
6 Mar 13 - nicaurys, 24 anni (id: 125667)
  salve.vorrei chiedere informazione ;mi hanno trovato un nodulo al seno di circa 3 cm ;mi hanno fatto 3 analisi di qui tutti 3 con diagnosi diverse : iPRIMO .;ESAME CITOLOGICO; DESCRIZIONE MICROSCOPIA ;preparati in esame mostrano discreta cellularità rappresentata da nuclei nudi bipolari.cellule epiteliali in monostrato ed aggregati in cui i nuclei talora appaiono irregolarità distibuiti e fittamente stipati;si associano alcuni elementi isolati con citoplasma. DIAGNOSI DUBBIO.(c3) SECONDO ;ESAME ISTOLOGICO ;DESCRIZIONE MICROSCOPIA;tre frustoli il maggiore di 15 mm di lunghezza.(materiale pervenuto in biocassette chiusse) DIAGNOSI :parenchima mammario con modesta adenosi:fibrosi dello st... continua >>
roma e focolai di flogosi cronica(b2).il dato morfologico va integrato nel contesto clinico e strumentale complessivo. TERSO:MMAMMOGRAFIA:mammelle a struttura diffusamente radio -opaca con qualche rara puntiforme calcificazione sparsa. non si evidenziano immagini ne calcificazioni con sospette. il repeto va integrato con quanto rilevato ai recenti controlli clinico-strumentali..quindi non ho capito nulla perche i senologi che mi hanno visto per prima nell darme una risposta di cosa può essere non hanno saputo rispondere dicono che nenmeno loro lho sanno e che quindi e meglio toglierlo il piu presto possibile per analizzarlo :e mi hanno mandato ha fare una visità dall chirurgo che dice che visto che gli analisi danno un esito benigno.non riesco a capire niente
Le premetto che formulare una ipotesi diagnostica senza aver visitato la malata e visto i radiogrammi relativi alla sua mammografia non è corretto. Ciò detto,cerchiamo di analizzare il suo problema: 1)dati positivi: a) l’età (è difficile che una lesione maligna compaia a 24 anni); b) la mammografia, che sembra del tutto negativa (anche se l’esame mammografico ha dei limiti in una donna giovane e con un seno ancora denso); 3) l’esame istologico (quello del 2° prelievo). Dato negativo: l’esame citologico con la risposta di C3, vale a dire reperto dubbio, lesione probabilmente benigna, ma con presenza di atipie. Io chiederei al patologo che ha esaminato il citologico di riesaminare e nel caso riconsiderare l’agoaspirato (citologia con C3) alla luce del secondo esame istologico, molto più probante della citologia (la citologia preleva solo qualche cellula, l’istologia analizza frustoli di tessuto). Qualora si confermi la risposta di C3, l’unica sicurezza diagnostica è affidata all’esame istologico sul pezzo chirurgico, per cui, anche se probabilmente la risposta sarà negativa, le sarà consigliato di sottoposri a nodulectomia mammaria. Prof. Minni
Eq. Chirurgia Generale Prof. Minni


Cisti dermoide
6 Mar 13 - laura, 39 anni (id: 125664)
  Salve in riferimento alla domanda che vi avevo fatto ID 125516 salve vorrei sapere se fosse il caso di togliere una ciste dermoide.le sue dimensioni come a 3 anni fa sono 9.17 x 7.75mm mi hanno detto di toglierla comunque anche se non fa male. Vorrei sapere un vostro parere al riguardo .per favore rispondetemi, grazie tante. Salve e grazie per avermi risposto.Dunque la ciste si trova sullovaio sinistro,e me ne sono accorta facendo unecografia pelvica 3 anni fa dato che ero in gravidanza..non mi ha dato mai nessun fastidio,non sento nulla al momento. E venerdi scorso ho fatto appunto una eco per controllarla e il ginecologo mi ha detto che dovro toglierla perche posizionata proprio in z... continua >>
ona ovaio e se dovesse "scoppiare " io morirei dal dolore e dovrei subito essere operata durgenza.Ora mi chiedo se devo toglierla comunque anche se non fa male? Ho tanta paura... Grazie e attendo risposta.
Non siamo in grado di rispondere, in quanto nel servizio di MedicOnLine non è al momento presente uno specialista in ginecologfia.
Eq. Chirurgia Generale Prof. Minni

miza?
2 Mar 13 - lindaCassarino, 36 anni (id: 125615)
  Bungiorno, a seguito di ecografia delladdome superiore e inferiore sono venuta a conoscenza di quanto segue: Milza a morfologia regolare con volumetria nella norma, ecogenicità parenchimale rispettata, in sede para ilare formazione anecogena a margini modicamente disformica, interamente plurisettata come da cisti complessa di mm 17x16 ca. Cosa significa tutto ciò? E possibile che si tratti di altro? Grazie
Una cisti splenica è rara; ne deriva che per prima cosa lei dovrebbe chiedere al medico che ha eseguito l’ecografia se è sicuro al 100% che la lesione cistica da lui vista sia a carico della milza o se non potrebbe invece derivare da altri organi vicini all’ilo splenico, come ad esempio la coda del pancreas. Se l’ecografista le conferma che la cisti è splenica, non mi preoccuperei: le cisti spleniche sono infatti benigne. Nel suo caso poi la cisti è anche molto piccola, per cui non c’è da fare nulla se non tenerla sotto controllo con periodiche ecografie; se invece l’ecografista esprime un dubbio sulla reale sede di origine della cisti, per avere una diagnosi di sede e natura più affidabile occorrerà eseguire o una TC o una Wirsung-RM con secretina. Mi faccia sapere, Prof. Minni
Eq. Chirurgia Generale Prof. Minni

cisti dermoide
23 Feb 13 - laura, 39 anni (id: 125516)
  salve vorrei sapere se fosse il caso di togliere una ciste dermoide.le sue dimensioni come a 3 anni fa sono 9.17 x 7.75mm mi hanno detto di toglierla comunque anche se non fa male. Vorrei sapere un vostro parere al riguardo .per favore rispondetemi, grazie tante.
Ci può dire per favore dove ha questa lesione (vicino all’osso sacro o in altra sede?), come se ne è accorto, che sintomi le ha dato in passato, che esami sono stati eseguiti? Lei ci chiede un parere, per noi è già difficile darlo a distanza senza aver mai visto il paziente, se poi non abbiamo notizie precise ed esaurienti, si corre il rischio di dare risposte errate. Chirurgia Minni
Eq. Chirurgia Generale Prof. Minni

ernia
15 Feb 13 - emanuele, 40 anni (id: 125403)
  grazie per linformazione data, ho effetuato un ecograzia 6 mesi fa ai testicoli ed era tutto nella norma,e possibile che mi sia peggiorata che abbia infiammato il canale da uno sforso eo anche dal meteorismo? devo premettere che da anni non avevvo questi dolori all osso pubbico per durante larco dell anno avevo dolore al testicolo dx. il chirugo 3 anni fa mi disse che non era indispensabile farla perche era piccola e basatava non prendere pesi,in oltre ho paura a farla in quando potrebbe ripresentarsi rompendo la plastica, sia perche soffro di meteorismo che per il lavoro che faccio stando tutto il giorno piagato sulle gambe piu volte al giorno. mi ha detto che devo restare a riposo co... continua >>
me devo riposare la parte ? oki bustine vanno bene? come posso non farla peggiorare non farla crescere? in caso di intervento e possibile operare anestesia locale? grazie
Le attuali metodiche di ernioplastica protesica hanno ridotto al minimo il rischio di recidiva erniaria per cui l’intervento è sempre consigliato, specie se ci si rivolge a centri specializzati. Altro a distanza non posso dirle. Prof. Minni
Eq. Chirurgia Generale Prof. Minni

ernia inguinale
14 Feb 13 - emanuele, 40 anni (id: 125391)
  da circa 18 anni mi hanno diagnosticato un puntina di ernia ingnuinale dx fino ad oggi mi dava fastidio per alcuni giorni ma poi passava. sono circa 5 giorni che prima mi dava fastidio ad un testicolo poi il dolore mi ha preso losso pubico, tibo piccate con dolore ai muscoli del pube nella parte alta sia a dx che a sinistra in oltre e come sento un peso al pube, soffro di meteorismo. sentendo il canale inquinale non si sente alcuna bozzatta ma solo il dolore al pube e osseo. e possibile che laria nel intestino abbia comprime lernia infiammando , o che sia una pubalgia? il medicom mi ha detto che se tossendo o andanto al bagno non provo dolore non dipende dall ernia. se fosse infiammato... continua >>
il canale inquinale come devo fare per sfiammarlo0 grazie
Non è facile rispondere al suo quesito, in quanto un dolore nella regione da lei riferita può riconoscere varie cause e l’ernia è solo una di esse. Spesso una pubalgia è conseguente a sforzi muscolari (vedi i calciatori ad esempio), altre volte la causa può essere di natura testicolare o a livello del funicolo spermatico, altre volte ancora la stessa ernia, pur se non complicata al momento, può avere irritato in passato la regione. Un’ecografia della regione, che valuti la porta erniaria, il testicolo e il funicolo spermatico può essere utile. Se non si rileva alcun problema, il riposo e un breve periodo di terapia anti-infiammatoria può essere sufficiente. Resta il fatto che in presenza di un’ernia, vista la sua giovane età e le attuali possibilità chirurgiche (anestesia locale e ernioplastica protesica in regime di ricovero breve) si consiglia sempre l’intervento, per evitare che l’ernia si accresca o si complichi. Prof. Minni
Eq. Chirurgia Generale Prof. Minni

ernia jatale
13 Feb 13 - Anna, 37 anni (id: 125372)
  Salve prof. Circa 1 anno e mezzo fa mi ha operata di ernia iatale da scivolamento con reflusso gastro esofageo e cardias incontinente ora da circa 6 mesi soffro di dolori al livello dello sterno e lo stomaco sopratutto se mi chino e quando sono a letto mi sento soffocare in più si é presentato bruciore fin su per lesofago ... Che succede ??? Help me !!!
Non avendo notizie più precise non sono in grado di darle risposte. Da chi è stata operata, da noi? Se è così, come sembra nella sua mail, può telefonare direttamente alla segreteria della nostra clinica per fissare un controllo o chiedere consigli telefonici. In caso contrario ho comunque bisogno di sapere che tipo di intervento è stato eseguito e se ha già eseguito alcuni esami o meno. Prof. Minni
Eq. Chirurgia Generale Prof. Minni

pancreas
12 Feb 13 - giovanna, 63 anni (id: 125364)
  gentile professore, ho fatto ecoaddome completo con il seguente esito: in sede parapancreatica, cefalica si osserva unimmagine ovalare ipoecogena di 10 mm priva di captazione allECD con caratteri ecografici compatibili in prima ipotesi con linfonodo reattivo. Lesarei momto grata per una rapida risposta in quanto sono molto preoccupata. grazie di cuore
La presenza di un linfonodo aumentato di volume non si correla necessariamente con qualche patologia; un linfonodo peripancreatico lievemente aumentato può essere secondario a varie cause (spesso una infezione intestinale, renale o biliare anche minima e passata quasi misconosciuta) e non necessita di terapie. Lo terrei sotto controllo con una nuova ecografia fra 1-2 mesi e, in caso di persistenza o aumento volumetrico o di comparsa di sintomi approfondirei le indagini (es. TC).Prof. Minni
Eq. Chirurgia Generale Prof. Minni

nodulo
12 Feb 13 - maria, 28 anni (id: 125361)
  MIA SUOCERA HA FATTO UNESAME DOVE DICE PRESENZA DI NDD DI M 16X 25CIRCA DAL PIANO CUTANEO ED ASPETTO SOLIDO TENUAMENTE IPER ECOGENA CHE DETERMINA ATEFATTO DO OMBRE ACUSTICHE LATERALI E CHE POTREBBE ESSERE COMPATIBILE IN PRIMA IPOTESI AD ESITI DI TRAUMA IN FASE DI ORGANIZZIONE O FIBRO MIOMA LOCOREGIONALE
Premesso che dal referto dell’esame non sembra niente di grave, come faccio a rispondere con precisione se non mi dice che esame ha fatto sua suocera, dove si trova il nodulo, come è insorto, che disturbi arreca ecccc?
Eq. Chirurgia Generale Prof. Minni

ca mammella
7 Feb 13 - maria, 70 anni (id: 125303)
  Buonasera, In seguito ad un sospetto sorto durante la mammografia, ho eseguito lago aspirato con il seguente risultato: Note cliniche : Nodulo di un 1 cm del QSE della mammella destra con caratteristiche ecografiche e mammografiche di malignita. Descrizioni e diagnosi : Materiale citologico costituito da emazie, istiociti, numerose cellule apocrine singole o raggruppate in lamine monostratificate, rare cellule epiteliali atipiche prevalentemente singole. Quadro citologico sospetto per una eteroplasia mammaria (c4) La prossima settimana mi è stato dato lappuntamento con il chirurgo per effettuare loperazione, mi sembrano molto ottimisti, dicono che è piccolo, è stato preso in tempo e di ... continua >>
non preoccuparsi, verrà asportato senza conseguenze. Io però sono alquanto preoccupata..Cosa può dirmi a riguardo? Grazie mille anticipatamente per la risposta
Concordo con il chirurgo sul fatto che si tratti di una diagnosi in fase iniziale. Probabilmente verrà eseguita una terapia conservativa sia sulla mammella che sul cavo ascellare. DSall’esame istologico definitivo dipenderà il successivo iter terapeutico.Prof. Minni
Eq. Chirurgia Generale Prof. Minni

fistola due
30 Gen 13 - caterina, 38 anni (id: 125173)
  scusi se ritorno, ma è una tortura. mi si sta sciogliendo ( per la seconda volta) il nodo fatto allelastico. visto che domani andrò x i prelievi preparatori, mi farò ricontrollare. ma mi chiedevo come mai accade? giuro che sto limitando molto i miei movimenti ( anche per il dolore) ma quando mi accorgo che non tira come dovrebbe, mi accorgo che si sta allentando. va bene che vada così o è un problema? quando è più stretto vedo che riesco a eliminare il materiale e temo che così il pus rimanga. aiuto!
Come posso aiutarla a distanza?
Eq. Chirurgia Generale Prof. Minni

fistola 2
29 Gen 13 - caterina, 38 anni (id: 125144)
  Grazie mille per la risposta Dr. Minni. Lequipe che mi sta seguendo non mi ha dato istruzioni su specifiche medicazioni da fare, ma personalmente ho informato loro che eseguo lavaggi con acqua tiepida ed amuchina diluita e applico una garzina per evitare di sporcarmi per via del materiale che fuoriesce. Ho già una data di intervento ( per il 13 febbraio c.a.). Stanotte sono riuscita a riposare solo grazie a 20 gtt di toradol e stamane va un tantino meglio. La costante che lamento, oltre a riuscire con difficoltà a eliminare aria ( altro non riesco) è la dolenzia anche a livello perineale da dove sembrerebbe derivare il senso di peso paggiore. Grazie mille. In merito invece al fastidio più i... continua >>
nterno la sensazione è di bruciore/ prurito misto a fitte che si acutizza anche al tentativo di espellere aria. allora è normale tutto ciò. devo solo aver pazienza. grazie ancora.
Se i chirurghi che la seguono non hanno rilevato anomalie, i fastidi che lei avverte sono la normalità e deve solo pazientare sino all’intervento
Eq. Chirurgia Generale Prof. Minni

fistola
28 Gen 13 - caterina, 38 anni (id: 125133)
  riferimento alla nota 123985 Eg. Dottor Minni, a distanza di tempo mi ripresento e volevo raccontargli gli sviluppi. Allora, la piccola formazione che citavo a suo tempo, dopo un pò si è trasformato in ascesso perianale che drenava ( attraverso un orifizio interno) dal canale anale. poco dopo, durante le feste di natale, lascesso, raggiunto il suo culmine, ha trovato la forza di rompersi e di crearsi un secondo orifizio ( esterno). conclusasi la fase ascessuale, la fuoriscita di materiale e sangue continuava. Consultatami con il medico di base, si opta per visita proctologica che ho eseguito il 24 gennaio: raccontato il tutto, mi visita: specillato e inserito elastico e fissato intervento d... continua >>
i fistulectomia. Ho chiesto che tipo di fistola sia e mi è stato risposto che è mista ( transfinterica e profonda) ma non ha saputo dirmi quanto. Ora, lesperienza è dolorosa e nei due giorni dopo sono riuscita a continuare a lavorare. oggi, dopo le cure igieniche, mi sono accorta che il nodo dellelastico si era sciolto. sono ritornata dal proctologo che mi ha risistemato il nodo. domanda: è normale il senso di peso e di corpo estraneo in sede interna anale? con questa seconda azione, ho più difficoltà persino a camminare. il toradol che uso, fa poco effetto. uso olio di ricino per ammorbidire le feci, ma soffro anche solo al passaggio di aria. cosa posso fare per alleviare il dolore? perchè si + sciolto il nodo? scusi la tempesta di domande, anche se ne avrei tante altre ancora. saluti
Il trattamento iniziale di una fistola perianale transfinterica complicata da ascesso, una volta che si riesca a reperire il tramite fistolos, comporta il posizionamento di un setone, come è stato fatto nel suo caso. Tale manovra ha lo scopo di superficializzare la fistola e consentire la successiva fistulectomia chirurgica. Fastidi in loco sono normali, ma è opportuno che i medici da cui è in cura controllino e medichino periodicamente la regione per decidere se e quando intervenire chirurgicamente. Prof. Minni
Eq. Chirurgia Generale Prof. Minni

mammella
27 Gen 13 - gaetano, 45 anni (id: 125115)
  Gentile Professore, mi moglie di anni 42,è stata operata di quadrantectomia per tumore al seno. il linfonodo sentinella fortunamente era negativo, pertanto per la cura le hanno prescritto una cura ormonale e un ciclo di 6 settimane di radioterapia. Cercando informazioni per la radioterapia,ho letto che esiste una nuova macchina chiamata ACCUBOOST, di altissima precisione,che riesce a completare il ciclo di radioterapia i 3 settimane e diminuisce la tossicità sui tessuti sani. La mia domanda e la seguente: Lei ha esperienza su questa nuova macchina per radioterapia,e dove è possibbile effettuaarla, oltre che allIEO di Milano. Grazie e cordiali saluti
Non ho esperienza in merito. Può rivolgersi al Prof. Taffurelli (mario.taffurelli@unibo.it) che da noi segue la patologia mammaria. Prof. Minni
Eq. Chirurgia Generale Prof. Minni

ecografia mammaria
24 Gen 13 - teresa, 38 anni (id: 125077)
  ho fatto un ecografia mammaria e il risultato del esame mi dice che ho, seno denso a struttura fibro adenosica bilaterale a destra area adenosi de qse di circa 9mm non segni da ectasia duttale.volevo sapere cosa significa
Il referto dell’esame è sostanzialmente negativo. L’ecografia mostra che la mammella sta lentamente andando incontro ad una fisiologica involuzione e tessuto connettivale si sotituisce al tessuto ghiandolare. Non avendo avuto modo di palpare il suo seno non ho elementi precisi, ma data l’età può essere opportuno iniziare ad eseguire periodicamente un esame mammografico, sempre che il suo senologo lo ritenga opportuno.
Eq. Chirurgia Generale Prof. Minni


Da 68 a 83 di 4174