Sei in: Medico on-line > Chirurgia Generale

Aderiamo allo standard HONcode per l'affidabilità dell'informazione medica Aderiamo allo standard HONcode per l'affidabilità dell'informazione medica.
Verifica qui.


Chirurgia Generale
Referenti

ultimo aggiornamento 20/05/2010
 
Aree tematiche

    L’ Eq. Chirurgia Generale Prof. Minni risponde alle domande inerenti :
  • Chirurgia della mammella
  • Chirurgia della tiroide, delle paratiroidi e del surrene
  • Chirurgia di giorno (day surgery)
  • Chirurgia del pancreas, della colecisti e delle vie biliari
  • Chirurgia dei tumori dello stomaco, dell’intestino e del colon-retto
  • Chirurgia Mini-invasiva Laparoscopica e Robotica

Nella compilazione della tua domanda ti chiediamo gentilmente di attenerti il più possibile alle aree tematiche qui sopra riportate
ultimo aggiornamento 1/02/2006
Invia la tua domanda
- Prof. Francesco Domenico Capizzi ha raggiunto il limite massimo di domande a cui rispondere

Domande / Risposte
tiroide
17 Apr 07 - Federica, 33 anni (id: 58111)
  Ho effetuato una ecografia alla tiroide dopo la comparsa di febbre (37.5 durata un giorno) e malessere generale e la presenza sul collo di un linfonodo ingrossato e dolorante: insede laterocervicale dx si osserva la presenza di linfonodo aumentato di volume verosimilmente di tipo aspecifico ed avente attualmente un DL di circa 18mm con un DAP di circa 9mm; cranialmente ad esso si osserva un altro linfonodo modicamente aumentato di volume del DL di circa 6mm. Anche a sinistra in sede laterocervicale è visibile un linfonodo modicamente aumentato di volume con un DL di circa 7.5mm. Vorrei per cortesia un parere . Grazie
si faccia visitare
Prof. Francesco Domenico Capizzi


tosse e sangue
17 Apr 07 - Felice, 19 anni (id: 58087)
  Salve, io soffro d’asma e questa settimana sono stato poco bene e mi sono curato con siringhe di antibiotici!ho una forte tosse e ogni mattina quando tossisco nella saliva c’è sangue! stranamente capita solo la mattina, devo preoccuparmi?
Data la sua età giovane e la forte tosse che lei riferisce, non mi preoccuperei. Se il sintomo non si risolve, consulti uo specialista in pneumologia. Prof. Minni
Eq. Chirurgia Generale Prof. Minni

cardias
16 Apr 07 - laura, 33 anni (id: 58052)
  Nel 2003 mi sono sottoposta a una gastroscopia che tra l’altro ha rilevato cardias pervio ritmicamente, continente nel complesso. Oggi ho fatto una nuova gastroscopia e sul referto c’è scritto cardias continente. Vuol dire che il mio cardias è tornato normale? Ho anche una gastropatia antrale iperemica. Ma com’è possibile se prendo tutti i giorni il lucen? Grazie per l’attenzione Laura
Esegua Manometria e ph-impedenzometria. Poi mi faccia sapere
Prof. Francesco Domenico Capizzi

disordini
16 Apr 07 - LUCA, 31 anni (id: 58013)
  smettendo di fumare da 3/4 anni sono buttato sul cibo e sonoingrassato di almeno 25 Kg, soprattutto alla pancia. ho avuto La cosiddetta "renella" ai reni e un leggero ingrossamento del fegato. Da mesi nella zona sotto ombelicale a 4dita a destra ho dei fastidi( come se si premesse col dito),nausea,attacchi di diarrea, ansia, un senso nervosismo,spossatezza,dolori alle spalle,urino spesso,arie,e la mia pancia si presenta al tatto tesa e dura soprattutto la parte centro destra dell’ombelico. Sono un disordinato a livello gastronomico e consumo tanto caffè.Considerato che nella mia famiglia si sono presentati tanti casi tumorali cerco per paura di rimandare il piu’ possibile visite ed analis... continua >>
i. Che sintomi potrebbero essere?
si faccia visitare
Prof. Francesco Domenico Capizzi

colecistectomia
16 Apr 07 - AntonellaVasoli, 52 anni (id: 58008)
  da molti anni mi e’stata diagnosticata una colecisti con litiasi di circa 36mm. fegato modicamente aumentato di volume con forma e struttura regolare indenne da lesioni espansivesospette ecopercepibili. soffro di depressione e attacchi di emicrania con aura. Ho sempre un dolore nella parte destra che si irradia finoalla spalla e collo e difficolta’ nella digestione sopratutto alla sera e spesso questo mi scatena attacchi di panico. come dovrei intervenire? grazie
Al suo posto mi sottoporrei a visita chirurgica: le consiglieranno certamente un intervento di colecistectomia (probabilmente per via laparoscopica). Prof. Minni
Eq. Chirurgia Generale Prof. Minni

ernia discale
16 Apr 07 - Stefano, 37 anni (id: 58002)
  Dopo intervento ernia disco L5S1 e successiva recidiva la recidiva risulta circondata da aderenze. Sto prendendo in considerazione la possibilità di lisi aderenziale. Vorrei gentilmente la Vostra opinione a riguardo, in termini di rischi/benefici
ne parli con l’ortopedico
Prof. Francesco Domenico Capizzi

ernia operata
15 Apr 07 - Giuseppe, 58 anni (id: 57994)
  Gent.mo Prof. ai primi di febbraio sono stato operato di ernia inguinale DX, (una recidiva di un’ernia operata trent’anni fa e ricomparsa l’anno scorso). L’intervento, in anestesia locale, (metodo trabucco), ha dato subito buoni risultati e dopo 15-20 gg. ho ripreso le mie normali attività, senza sforzi naturalmente. Da qualche tempo è ricomparso il dolore accompagnato da bruciore nella zona della ferita,(premetto che la nuova ferita ha un percorso più basso rispetto al vecchio intervento). Il dolore scompare quando sono a letto oppure se indosso uno slip elastico. Non vi è fuoriuscita alcuna e la tosse ho gli starnuti non influiscono sul dolore; avverto anche un senso di tensione nella zona... continua >>
trattata che ora si sta ammorbidendo dopo la reazione di indurimento della retina. Che sta succedendo? vi è la premessa per un’altra recidiva? con una ecografia si può individuare se vi è danno? e se dovesse cosa dovrei fare o quale tipo di intervento? La rigrazio per i preziosi consigli che mi vorà dare
non ho elementi di giudizio
Prof. Francesco Domenico Capizzi

emorroidi
15 Apr 07 - giuseppe, 44 anni (id: 57974)
  soffro di emorroidi. ho praticato sollevamento pesi e da giovane ho abusato di bevande alcoliche, da ultimo a cena bevevo circa 350 g di vino + un amaro. Dodici anni fa ho avuto un prolasso emorroidario che è rientrato ma poi ripetuto ogni tre anni circa. L’ultima volta il medico ha rilevato un prolasso anale. Sono stato operato con laser fotocoagulazione CO2, da pochi giorni. Ho rifiutato un intervento di fotocoagulazione per sfinteroplastica. Il chirurgo non ha rimosso una emorroide esterna in quanto ha ritenuto trattarsi di una marisca. Al momento però si gonfia. Andrà via da sola? Dall’operazione sto usando Dilatan, ad ogni evacuazione (2-3 al dì);dovrò fare anche la sfinteroplastica con... continua >>
il metodo della fotocoagulazione, o in futuro avrò problemi di incontinenza? grazie
Non ho esperienza di trattamenti alternativi alla chirurgia per le emorroidi, Peraltro negli stadi avanzati, come quello che lei descrive, il trattamento che offre i migliori risultati immediati e a distanza è quello chirurgico (tecnica di Longo o Milligan-Morgan a seconda dei casi). Quanto al suo problema aspetti anciora un pò per vedere se la situazione migliora e, in caso negativo, consulti un chirurgo proctologo. Prof. Minni
Eq. Chirurgia Generale Prof. Minni

intubazione
15 Apr 07 - salvatore, 42 anni (id: 57957)
  quanti tentativi di intubazione sono ammessi in un soggetto che ha problemi di intubazione e a cosa si va in contro se questi superano il limite consentito?
domanda troppo generica e senza dati percepibili
Prof. Francesco Domenico Capizzi

secrezione capezzolo
14 Apr 07 - Anna, 41 anni (id: 57936)
  Egregio Dottore mi scusi se la disturbo, ho un problema: sono sposata, con due figli di 14 e 18 anni, pertanto quando faccio l’amore mio marito stringe fra i denti i capezzoli esce un liquido che suo dire e amaro e puzzolente. ce da preoccuparsi? il liquido esce entrambi i seni anche se di poco qualche goccia.Non ho nessun dolore. grazie della sua attenzione.
Una secrezione dal capezzolo, se non ematica e se bilaterale, non è di per sè preoccupante. Può per sicurezza sottoporsi ad esame citologico del secreto e ad i normali controlli senologici che una donna della sua età deve eseguire. Prof. Minni
Eq. Chirurgia Generale Prof. Minni

celiachia
14 Apr 07 - Tiziana, 33 anni (id: 57919)
  Mi è stata diagnosticata una celiachia potenziale. Celiachia potenziale asintomatica;gli esami del sangue sono nella norma (proteine, vitamine, fero etc). Esami del sangue specifici per la diagnosi del morbo celiaco alcuni debolmente positivi (es. antiendomisio debolmente presente) altri negativi. Le biopsie derivanti dalla esofagoduodenogastroscopia sono negative. Devo seguire una dieta aglutinata? Non seguendola che può accadere? Grazie mille, Tiziana
si affidi a un internista specifico
Prof. Francesco Domenico Capizzi

gavocciolo
13 Apr 07 - Giulio, 31 anni (id: 57881)
  Da una settimana si è presentato un edema (dimensioni pari ad un grosso fagiolo) nella parte esterna dell’orifizio anale accompagnato da dolore (solo i primi giorni), prurito, a volte bruciore. La zona è indolenzita e la formazione appare in certe parti molto livida (colore scuro). L’ansia è sempre più forte, vi chiedo urgentemente una risposta... Cordiali saluti
Si tratta verosimilmente di un gavocciolo emorroidario infiammato o trombizzato. Le consiglio di sottoporsi a visita proctologica per la terapia del caso. Prof. minni
Eq. Chirurgia Generale Prof. Minni

lipoma
13 Apr 07 - silvio, 49 anni (id: 57833)
  mi hanno diagnosticato un lipoma all’arco palntare del piede. effettivamente prima non mi dava fastidio. adesso si è ingrossato (circa 2 cm) e essendo in punto dove viene sollecitato in continuazione, nel camminare, è diventato anche dolente.la domanda è: è necessario un intervento d’urgenza o posso aspettare i comunque molto lunghi tempi di attesa negli ospedali? grazie
è necessaria la diagnosi
Prof. Francesco Domenico Capizzi

ca tiroide
12 Apr 07 - Carmela, 95 anni (id: 57823)
  Egr.Prof.Minni, i dati che ho scritto sono quelli di mia nonna,che finora ha avuto una salute eccellente.Da gennaio ha cominciato ad avere problemi alla gola con abbassamento di voce, piccola paralisi del nervo ricorrente, corda vocale sx bloccata in abduzione, forti dolori e fitte alla testa e all’orecchio sx.Dopo vari esami ed accertamenti, la diagnosi è stata la seguente: nodulo solido tiroideo di circa 4 cm, che ha bloccato il ricorrente con varie conseguenze tra cui lo spostamento della trachea a destra, tosse, soffocamento e difficoltà nella deglutizione.Esito esame citologico della tiroide mediante agoaspirazione ecoguidata: cellule epiteliali con marcati segni di atipia(dismetria nuc... continua >>
leare e citoplasmatica, nuclei bizzarri, irregolarità della trama cromatinica) disposte irregolarmente con architettura scarsamente conservata. Quadro sospetto per eteroplasia tiroidea scarsamente differenziata. Il chirurgo ci ha detto che si deve operare, perchè il rischio principale è il soffocamento.A prescindere da questo rischio, la diagnosi dell’esame citologico in cosa consiste esattamente?Si tratta di tumore maligno?Anche se maligno asportandolo chirurgicamente potrebbero esserci rischi di metastasi o necessità di cure? In attesa di una sua risposta la ringrazio.
Si tratta probabilmente di un carcinoma tiroideo. Se si conferma con l’esame istologico la diagnosi di carcinoma indifferenziato (o anaplastico) la prognosi non è favorevole. In caso di altro istotipo, la prognosi è migliore e l’intervento ha un significato. Prof. Minni
Eq. Chirurgia Generale Prof. Minni

intestino
12 Apr 07 - denise, 11 anni (id: 57822)
  Prof. Capizzi, sono letizia mamma di denise,vorrei avere qualche consiglio. Denise,soffre spesso di mal di pancia più sotto il ventre, le viene lo stimolo di defecare, ma quando va in bagno fa una gran fatica e ultimamente le esce anche sangue dal sedere e non poco; schifezze non ne mangia.La pediatra le aveva dato da mettere :trofodermina, ma il risultato non è granchè.La Bambina a 3 anni è stata operata di DIA, ed è sempre stata bene. Non so più che fare . La ringrazio per la sua attenzione. Letizia Orlandi
la faccia visitare da un pediatra
Prof. Francesco Domenico Capizzi


Da 2673 a 2688 di 4179