Sei in: Medico on-line > Chirurgia Generale

Aderiamo allo standard HONcode per l'affidabilità dell'informazione medica Aderiamo allo standard HONcode per l'affidabilità dell'informazione medica.
Verifica qui.


Chirurgia Generale
Referenti

ultimo aggiornamento 20/05/2010
 
Aree tematiche

    L’ Eq. Chirurgia Generale Prof. Minni risponde alle domande inerenti :
  • Chirurgia della mammella
  • Chirurgia della tiroide, delle paratiroidi e del surrene
  • Chirurgia di giorno (day surgery)
  • Chirurgia del pancreas, della colecisti e delle vie biliari
  • Chirurgia dei tumori dello stomaco, dell’intestino e del colon-retto
  • Chirurgia Mini-invasiva Laparoscopica e Robotica

Nella compilazione della tua domanda ti chiediamo gentilmente di attenerti il più possibile alle aree tematiche qui sopra riportate
ultimo aggiornamento 1/02/2006
Invia la tua domanda
- Prof. Francesco Domenico Capizzi ha raggiunto il limite massimo di domande a cui rispondere

Domande / Risposte
intubazione
15 Apr 07 - salvatore, 42 anni (id: 57957)
  quanti tentativi di intubazione sono ammessi in un soggetto che ha problemi di intubazione e a cosa si va in contro se questi superano il limite consentito?
domanda troppo generica e senza dati percepibili
Prof. Francesco Domenico Capizzi


secrezione capezzolo
14 Apr 07 - Anna, 41 anni (id: 57936)
  Egregio Dottore mi scusi se la disturbo, ho un problema: sono sposata, con due figli di 14 e 18 anni, pertanto quando faccio l’amore mio marito stringe fra i denti i capezzoli esce un liquido che suo dire e amaro e puzzolente. ce da preoccuparsi? il liquido esce entrambi i seni anche se di poco qualche goccia.Non ho nessun dolore. grazie della sua attenzione.
Una secrezione dal capezzolo, se non ematica e se bilaterale, non è di per sè preoccupante. Può per sicurezza sottoporsi ad esame citologico del secreto e ad i normali controlli senologici che una donna della sua età deve eseguire. Prof. Minni
Eq. Chirurgia Generale Prof. Minni

celiachia
14 Apr 07 - Tiziana, 33 anni (id: 57919)
  Mi è stata diagnosticata una celiachia potenziale. Celiachia potenziale asintomatica;gli esami del sangue sono nella norma (proteine, vitamine, fero etc). Esami del sangue specifici per la diagnosi del morbo celiaco alcuni debolmente positivi (es. antiendomisio debolmente presente) altri negativi. Le biopsie derivanti dalla esofagoduodenogastroscopia sono negative. Devo seguire una dieta aglutinata? Non seguendola che può accadere? Grazie mille, Tiziana
si affidi a un internista specifico
Prof. Francesco Domenico Capizzi

gavocciolo
13 Apr 07 - Giulio, 31 anni (id: 57881)
  Da una settimana si è presentato un edema (dimensioni pari ad un grosso fagiolo) nella parte esterna dell’orifizio anale accompagnato da dolore (solo i primi giorni), prurito, a volte bruciore. La zona è indolenzita e la formazione appare in certe parti molto livida (colore scuro). L’ansia è sempre più forte, vi chiedo urgentemente una risposta... Cordiali saluti
Si tratta verosimilmente di un gavocciolo emorroidario infiammato o trombizzato. Le consiglio di sottoporsi a visita proctologica per la terapia del caso. Prof. minni
Eq. Chirurgia Generale Prof. Minni

lipoma
13 Apr 07 - silvio, 49 anni (id: 57833)
  mi hanno diagnosticato un lipoma all’arco palntare del piede. effettivamente prima non mi dava fastidio. adesso si è ingrossato (circa 2 cm) e essendo in punto dove viene sollecitato in continuazione, nel camminare, è diventato anche dolente.la domanda è: è necessario un intervento d’urgenza o posso aspettare i comunque molto lunghi tempi di attesa negli ospedali? grazie
è necessaria la diagnosi
Prof. Francesco Domenico Capizzi

ca tiroide
12 Apr 07 - Carmela, 95 anni (id: 57823)
  Egr.Prof.Minni, i dati che ho scritto sono quelli di mia nonna,che finora ha avuto una salute eccellente.Da gennaio ha cominciato ad avere problemi alla gola con abbassamento di voce, piccola paralisi del nervo ricorrente, corda vocale sx bloccata in abduzione, forti dolori e fitte alla testa e all’orecchio sx.Dopo vari esami ed accertamenti, la diagnosi è stata la seguente: nodulo solido tiroideo di circa 4 cm, che ha bloccato il ricorrente con varie conseguenze tra cui lo spostamento della trachea a destra, tosse, soffocamento e difficoltà nella deglutizione.Esito esame citologico della tiroide mediante agoaspirazione ecoguidata: cellule epiteliali con marcati segni di atipia(dismetria nuc... continua >>
leare e citoplasmatica, nuclei bizzarri, irregolarità della trama cromatinica) disposte irregolarmente con architettura scarsamente conservata. Quadro sospetto per eteroplasia tiroidea scarsamente differenziata. Il chirurgo ci ha detto che si deve operare, perchè il rischio principale è il soffocamento.A prescindere da questo rischio, la diagnosi dell’esame citologico in cosa consiste esattamente?Si tratta di tumore maligno?Anche se maligno asportandolo chirurgicamente potrebbero esserci rischi di metastasi o necessità di cure? In attesa di una sua risposta la ringrazio.
Si tratta probabilmente di un carcinoma tiroideo. Se si conferma con l’esame istologico la diagnosi di carcinoma indifferenziato (o anaplastico) la prognosi non è favorevole. In caso di altro istotipo, la prognosi è migliore e l’intervento ha un significato. Prof. Minni
Eq. Chirurgia Generale Prof. Minni

intestino
12 Apr 07 - denise, 11 anni (id: 57822)
  Prof. Capizzi, sono letizia mamma di denise,vorrei avere qualche consiglio. Denise,soffre spesso di mal di pancia più sotto il ventre, le viene lo stimolo di defecare, ma quando va in bagno fa una gran fatica e ultimamente le esce anche sangue dal sedere e non poco; schifezze non ne mangia.La pediatra le aveva dato da mettere :trofodermina, ma il risultato non è granchè.La Bambina a 3 anni è stata operata di DIA, ed è sempre stata bene. Non so più che fare . La ringrazio per la sua attenzione. Letizia Orlandi
la faccia visitare da un pediatra
Prof. Francesco Domenico Capizzi

malattia reflusso
12 Apr 07 - GIOVANNA, 49 anni (id: 57784)
  Egregi Professori sono ormai 4 anni che convivo con l’ernia iatale e con non pochi disturbi .Sono stata visitata da 4 "dottori" e nessuno ha alleviato i miei disturbi,ho perso 10kg e mangio solo pasta in bianco non bevo alcolici ,ne caffè,ho eliminato frittura.....stò sempre male mal di testa giornaliero addome gonfio e dolore ai reni.Mi hanno detto quei "dottori" che dovrò convivere per tutta la mia vita con i dolori e che si può prendere in considerazione un intervento chirurgico nel caso si sviluppi il cancro.(ormai le medicine non fanno più effetto).Che faccio?
dopo avere esamnato lei e la documentazione clinica si può prendere in considerazione l’intervento laparoscopico
Prof. Francesco Domenico Capizzi

ernia e problemi
12 Apr 07 - andrea, 31 anni (id: 57778)
  salve,volevo fare una domanda io ho da un anno circa piccoli dolori inguinali dal lato sx quando faccio sforzi mi sono fatto visitare da 2 dottori un chirurgo ed il mio dottore di famiglia mi hanno detto che ho un piccolissimo punto d’ernia sul lato sx e forse anke dal lato dx anche se il lato dx non mi da’ nessun problema, entrambi mi hanno detto che non mi devo operare perche’ e’ piccolissimo io volevo sapere poiche’ io vorrei fare palestra mi hanno consigliato che posso prima rinforzare la parete addominali con esercizi addominali da sdraiato come quello di stare disteso sulla panca e sollevare le gambe senza poggiarli a terra in modo che gli addominali rinforzandosi non fanno uscire quel... continua >>
piccolo punto d’ernia, io ho provato e forse ne ho fatti troppi una 50 perche’ mi fa’ un po’ male,cosa ne pensate e’ vero che gli esercizi mi fanno bene o possono peggiorare la situazione ? Se posso farli avete delle foto o disegni con gli esercizi piu’ adatti al mio caso, mi hanno anke detto che posso fare nuoto per rinforzare gli addominali ?? Un ultima cosa puo’ essere che l’ernia puo’ causare problemi sessuali io non ho fastidi ma mi hanno detto che possono causare problemi di eiuculazione precoce, vi prego di rispondermi al piu’ presto perche’ sono un po’ confuso ed ansioso per questa cosa che mi e’ capitata.
L’ernia è legata ad uno sfiancamento (congenito o acquisito) della parete addominale e non guarisce, ma può solo crescere o complicarsi. E’ questo il motivo per cui, specie in un soggetto giovane, se ne consiglia sempre il trattamento chirurgico, tanto più coronato da successo quanto più piccolo è il difetto erniario. Nel suo caso l’indicazione all’ernioplastica è ancor più tassativa in quanto l’ernia è sintomatica. Deve sapere che si tratta di un intervento di ridotta complessità, che noi eseguiamo abitualmente in anestesia locale e in regime di ricovero breve. Quanto alla palestra io non esagererei, visto che in corso di esercizio sente dolore, ma rimanderei il tutto a dopo l’intervento. Il nuoto va bene.ù Quanto al problema sessuale, non c’è nessuna correlazione. Prof. Minni
Eq. Chirurgia Generale Prof. Minni

disfagia
12 Apr 07 - Marcella, 74 anni (id: 57769)
  Egr. Prof.,durante ol pranzo mi accade, talvolta, che il cibo ingerito mi si ferma all’altezza dello sterno, lasciandomi quasi senza respiro. A cosa può essere dovuto? Mi consiglia di fare esami particolari?Un anno fa, a seguito dell’assunzione di farmaci, ho avuto una pancreatite acuta che sembra rientrata (dai valori delle analisi). Grazie e cordiali saluti.Marcella
Rx prime vie digestive
Prof. Francesco Domenico Capizzi

calcolosi colecisti
11 Apr 07 - Cristina, 39 anni (id: 57754)
  ho gia posto una domanda ( id 57568 ) in cui si fà riferimento a notizie cliniche. Quali sono i sintomi che possono essere ricollegati al mio problema ?
L’indicazione all’intervento di colecistectomia si basa sulla ovvia presenza di calcoli (riscontrati nel suo caso ecograficamente), ma anche sulla raccolta anamnestica da parte del medico di sintomi correlati alla calcolosi(dolore, nause vomito, cefalea, digestione lenta e laboriosa, eruttazioni, alterazioni dell’alvo ecc..) che vanno valutati in un opportuno contesto. Inoltre occorre valutare le condizioni generali del paziente e i fattori di rischio operatorio (lo fanno il chirurgo e l’anestesista). Questo per dirle che l’indicazione ad un eventuale intervento si basa su numerosi parametri, che solo una visita specialistica accurata può contemplare. Prof. Minni
Eq. Chirurgia Generale Prof. Minni

sangue
11 Apr 07 - Diego, 38 anni (id: 57738)
  Buongiorno, circa un mese fa, dopo l’assunzione di antibiotici per una cura dentistica, sono andato di diarrea due o tre volte. Nei giorni successivi ho sentito sull’ano come una pieghetta e per diverso tempo ho avuto un leggero prurito/fastidio che, curato con bidé caldi, è passato in un paio di settimane. E’ rimasta solo una sensazione di piccolo bruciore al passaggio delle feci fino a che, la settimana scorsa, a causa di feci più dure, ho visto del sangue rosso vivo nella parte terminale delle stesse. Da allora succede che se le feci sono poco consistenti non ci sono problemi, se sono più dure avverto il leggero bruciore e vedo poi il sangue. Cosa potrebbe essere? Cordiali saluti
si faccia visitare
Prof. Francesco Domenico Capizzi

Calcolosi colecisti
10 Apr 07 - Adelia, 70 anni (id: 57686)
  Gentile dottore, insieme al calcolo alla coliciste ho della ranella che mi sta procurando il dolore che Le dicevo allo stomaco: conosce Lei un sistema per eliminarla? Io avrei sentito parlare di un’acqua chiamata TESORINO.Grazie della gentile attenzione.
Avevo già risposto alla sua precedente domanda: quanto al quesito che ora mi pone, non so cosa sia l’acqua chiamata "tesorino" e, in presenza di una calcolosi sintomatica e multièpla della colecisti, in assenza di altre patologie che controindichino l’intervento, io consiglio una colecistectomia laparoscopica. prof. Minni
Eq. Chirurgia Generale Prof. Minni

esofagite
10 Apr 07 - iole, 25 anni (id: 57684)
  salve professore,è un mese circa che curo l’esofalgite e va meglio, ma non credo di essere guarita del tutto ancora...pultroppo sono una fumatrice,per qualche tempo ho smesso, adesso però sto fumando 2 max 3 sigarette al giorno. riesco a guarire lo stesso? ho scoperto di avere anche l’Helicobbatter, può essere dipeso da questo virus il reflusso? grazie mille
si faccia curare, smetta di fumare
Prof. Francesco Domenico Capizzi

bruciori
10 Apr 07 - Nicole, 16 anni (id: 57683)
  Salve, premetto che sono il fidanzato della ragazza in questione. Volevo porvi una domanda: Ieri mentre stavamo giocando su di un prato accidentalmente la mia ragazza(Nicole) è caduta dentro ad un fosso per i campi circostanti. Purtroppo presa dallo spavento non mi ha saputo dire se ha ingerito accidentalmente dell’acqua da questo fosso. Gli ho subito fatto fare una doccia ma verso sera, probabilmente per una o due birre bevute ha vomitato 3 volte. Ora ha delle macchie di colore giallastro sulle mani cosa che reputo sia stato a causa delle numerose ortiche presenti nelle vicinanze del fosso. Volevo sapere cosa sarebbe bene fare a livello di esami per una qualsiasi malattia contratta. Graz... continua >>
ie dell’ascolto, Simone
ne parli con il medico
Prof. Francesco Domenico Capizzi


Da 2673 a 2688 di 4171