Sei in: Medico on-line > Neurochirurgia

Aderiamo allo standard HONcode per l'affidabilità dell'informazione medica Aderiamo allo standard HONcode per l'affidabilità dell'informazione medica.
Verifica qui.


Neurochirurgia
Referenti

ultimo aggiornamento 8/07/2012
 
Aree tematiche


Nella compilazione della tua domanda ti chiediamo gentilmente di attenerti il più possibile alle aree tematiche qui sopra riportate
ultimo aggiornamento 16/12/2014
Invia la tua domanda

Domande / Risposte
RX
12 Giu 10 - daniele, 35 anni (id: 108460)
  egregio Dott. pozzati, Le scrivo per avere delucidazioni sulliter terapico da seguire per i seguenti mdisturbi: da RM colonna lombosacrale: "alterazione disrofico-degeerative in corrispondenza dei piatti somatici L4-L5...disco L4_l% disidratto. assotigliato e dilatatato ad ampio raggio con prevalenza in sede mediana..canale vertebrale di ampiezza lievemente ridotta a livello del uarto e quinto metamero per manifestazioni artrosiche localizzate in sede interapofisaria che determinano ipertroia e sagittalizzazione delle faccette articolari".data la professione che svolgo per gran parte de mio tempo sono in auto: cio mi comporta notevoli disturbi sia nella zona lombare che nella gamba destra ( ... continua >>
acutizzarsi del dolore nel salire e scendere dallauto ); provo analogo dolore anche nello scendere dal letto mentre spesso rimango pressoche "bloccato" dopo aver sollevato un peso. Ho effettuato sia cicli fisioterapici standard ( elettro, magneto,massaggi ) che ciclo con Tecar e massaggio mirato: il dolore e diminuito ma rimane costante ed aumenta nuovamente ad ogni sforzo. La ringrazio anticipatamente per laiuto.
Forse c’è una instabilità lombare , faccia un RX in dinamica, per adesso non sembra chirurgico
Dott. Eugenio Pozzati


ernia
11 Giu 10 - STELLA, 40 anni (id: 108446)
  HO SOFFERTO DI FORTI DOLORI E BRUCIORI ALLA GAMBA SINISTRA E AL PIEDE DOPO UN MAL DI SCHIENA . ATTUALMENTE HO TANTO MALE ALL SPALLA SINISTRA E NON RIESCO A VESTIRMI. DALLA RISONANZA E RISULTATO : AI PASSAGGI D8-D9 E D10-D11 MINIMO SVASAMENTO CIRCOFERENZIALE DEGLI ANULI DISCALI RESPONSABILI DI SENSIBILE RIDUZIONE DELLO SPAZIO PERIMIDOLLARE ANTERIORE LUNGO LA LINEA MEDIANA.AL PASSAGGIO L4-L5 ERNIA DISCALE MEDIANA PARAMEDIANA DETERMINA DISCRETA IMPRONTA SUL BORDO VENTRO LATERALE DELLA SACCO DURALE.
Bisogna valutare l’indicazione chirurgica sull’ernia L4/5, meno importanti sembrano le alterazioni dorsali, da valutare comunque in base all’esame neurologico Dr Eugenio Pozzati Neurochirurgia Osp Bellaria Bologna
Dott. Eugenio Pozzati

calcificazioni
11 Giu 10 - loredana, 20 anni (id: 108421)
  salve mia suocera ha fatto una tc encefalo e la diagnosi è questa: esame eseguito nelle sole condizioni di base. non spadimenti ematici intra e/o extra assiali. sistema ventricolare sovra e sottotentoriale e spazi liquorali periencefalici normorappresentati. non alterazioni densitometriche delle strutture encefaliche. millimetrica calcificazione distrofica corticale frontale dx; coesistono calcificazioni bipallidali. strutture della linea mediana in asse. vorrei sapere gentilmente il significato.
Nulla di grave , solo calcificazioni di probabile origine vascolare da confrontare con la sintomatologia ( che non riferisce)
Dott. Eugenio Pozzati

ernia
10 Giu 10 - Daniela, 44 anni (id: 108402)
  Il referto della risonanza magnetica alla colonna cervicale evidenzia a livello C5-C6 barra disco - osteofitaria a discreta componente molle, che sporge in sede preforaminale sinistra, obliterando parzialmente il recesso laterale. Cosa significa? Come mi devo comportare? Grazie e cordiali saluti
Dipende dai suoi disturbi , che non riferisce: può essere necessario un intervento in caso di cervicobrachialgia che non cede alla terapia medica Dr Eugenio Pozzati Neurochirurgia Osp Bellaria BO
Dott. Eugenio Pozzati

cefalea
10 Giu 10 - domenico, 57 anni (id: 108398)
  Nel 2000 per continui dolori alla testa mi hanno fatto una Tac con contrasto al cranio, tutto necativo. Nel 2008 oper un problema allorecchio lotorino mi ha fatto fare questa volta una risonanza magnetica ancora alla testa senza contrasto. Adesso ho paura che questi due esami mi creino qualcosa di pericoloso, quale è il mio rischio? Grazie per la gentile risposta
nessuno
Dott. Eugenio Pozzati

idromielia
10 Giu 10 - annaluce, 51 anni (id: 108375)
  Ho eseguito una RM cervicale dorsale e lombare, esame eseguito con sequenze TSE T2 e T1 in sagittale edassiale. Le descrivo il referto: Nel tratto cervicale da C3 a C7 i dischi intersomatici appaiono ridotti di spessore, ipointensi. Protrusioni multiple discali a livello di c3-c4, c4-c5, c5-c6, c6-c7 con occupazione dello spazio subaracnoideo anteriore. Non alterazioni di segnale a carico del midollo regolare ampiezza del canale. Nel tratto lombare protrusioni a livello di L3-L4, L4-L5. Sottile stria ipointensa in T1 e iperintensa in T2 da L1 in giù nel tratto terminale del midollo e nella cauda equina. Idromielia? Vorrei sapere cosa significa e se devo approfondire e qual è lo specialista... continua >>
al quale rivolgermi. La ringrazio anticipatamente. Distinti saluti am
E’ una cavitè del midollo, deve rivolgersi a un neurochirurgo
Dott. Eugenio Pozzati

cavernoma
10 Giu 10 - Liliana, 55 anni (id: 108371)
  Buonasera, qualche giorno fà tramite una risonanza magnetica senza contrasto ho scoperto di avere un cavernoma nella parte bianca del lobo cerebellare destro che mi provoca forti mal di testa, ora sono in attesa di effettuare la risonanza magnetica cn il contrasto. Volevo chiederle se mi può consigliare un anti dolorofico e se ci sono analgesici specifici per i mal di testa causati dai cavernomi?? la ringrazio, distinti saluti.
E’ importante decidere se occorre l’intervento o no, per il mal di testa vale qualsiasi analgesico Dr Eugenio Pozzati Neurochirurgia Osp Bellaria Bologna
Dott. Eugenio Pozzati

cisti
9 Giu 10 - anna, 33 anni (id: 108370)
  salve dott, a seguito di una risonanza magnetica, mi è stata diagnosticata una ciste di forma allungata nel midollo a livello della cervicale. mi è stato detto che non si tratta di tumore e che non sono in pericolo di vita ma che cmq l’unico rimedio è un’operazione chirurgica. la prego di delucidarmi e non le nego che sono alquanto preoccupata. la ringrazio anticipatamente.
Domanda imprecisa, una cisti midollare vuol dire poco e bisogna vedere le immagini RMN per capire se è necessario un intervento Eugenio Pozzati Neurochirurgia Osp Bellaria BO
Dott. Eugenio Pozzati

seno traverso
9 Giu 10 - vincenzo, 37 anni (id: 108361)
  Mia nipote di anni 11 e’ stata sottoposta ad una angio risuonanza magnetica del cervello e del tronco encefalico e sembra da quello che dicono i medici non ci c’e nulla di preoccupante, l’unica cosa che a noi non e’ chiara e’ la seguente :" MODICAMENTE RIDOTTO IL SEGNALE DI FLUSSO DEL SENO DURALE TRAVERSO DI SINISTRA" volevamo chiederle se ci da delle delucidazioni piu dettagliate in merito .In attesa di una vostra risposta la ringraziamo anticipatamente .
Perchè ha fatto una RMN? Per quali disturbi? Forse il seno traverso è ipoplasico o stenotico per patologia trombotica o infiammatoria.
Dott. Eugenio Pozzati

ernia
9 Giu 10 - Fabrizio, 41 anni (id: 108345)
  A causa di forte infiammazione al nervo sciatico ho fatto una RM a seguito della quale mi è stato diagnoticato quanto segue: "riduzione dlla fisiologica lordosi lombare per quanto valutabile nelle condizioni di clinostatismo. Assenza di lesioni focali dei corpi vertebrali. I dischi intersomatici compresi tra L2 e S1 risultano ipointensi nelle sequenze T2-dipendenti e ridotti in altezza per fenomeni degenerativi. Regolare aspetto e comportamento di segnale dei rimanenti dischi intersomatici esaminati, ove si eccettui tenue ipointensità in T2 in relazione ad iniziali fenomeni disidratativi. I piatti vertebrali compresi tra L4-L5 ed L5-S1 mostrano irregolarità dei profili ed iperintensità di se... continua >>
gnale sia nelle sequenze T1- che T2-dipedenti, in relazione a fenomeni degenerativi di tipo cronico (MODIC II). A livello L4-L5 è osservabile unernia discale mediana paramediana bilaterale, a prevalenza sinistra, che determina effetti compressivi sulla faccia anteriore del sacco durale e sulle radici nervose emergenti destra e sinistra. A livello L3-L4 ed L5-S1, sono inoltre presenti due protusioni discali mediane che determinano lievi effetti compressivi sulla faccia anteriore del sacco durale senza segni di conflitti disco radicolari. Canale vertebrale di ampiezza conservata. Regolare aspetto e comportamento di segnale della corda midollare esplorata, del cono e delle radici della corda." Vorrei un suo parere. La ringrazio anticipatamente
Consiglio l’intervento di discectomia completato eventualmente da una fissazione interspinosa se il Modic è molto evidente e si conferma una instabilità nella radiografia dinamica del rachide lombare Dr Eugenio Pozzati Neurochirurgia Osp Bellaria BO
Dott. Eugenio Pozzati

ernia
9 Giu 10 - franco, 40 anni (id: 108327)
  o fato rx cervicale, vorrei sapere come comportarmi e che devo fare per non star male. referto, ; regolare allineamento dei metameri cervicali con lieve rettifica della lordosi . riduzione degli spazi discali C5-C6 e C6-C7 con sclerosi delle opposte limitanti somatiche,osteofitosi margino-corpale anteriore e posteriore e con modesti fenomeni osteocondrosici in C5-C7;si associa lieve protrusione posteriore dei dischi intersomatici corrispondenti che determinano obliterazione dello spazio subaracnoideo anteriore del canale spinale e presentano piccola focalita’ erniaria paramediana dx in C6-C7,con secondaria lieve impronta sulla radice di C7 omolaterale. Restanti rapporti disco somatici,foram... continua >>
i neurali e diametri ossei del canale vertebrale nella norma,corda midollare normoconformata esente da lesioni focali intrinseche.verosimile angioma osseo in D3 ed altro sembra osservarsi in D5
Bisogna valutare l’indicazione chirurgica in C6/7 dove la RMN dimostra una piccola ernia che comprime la radice
Dott. Eugenio Pozzati

modic
8 Giu 10 - mauro, 45 anni (id: 108316)
  ho fatto una r.m. dopo un periodo in cui avvertivo forti dolori alla schiena.Questo è l’esito:presenza di piccola alterazione riferibile ad angioma a carico di L1.Discomalacia evidente a livello L4 L5 ed L5-S1 con una riduzione in altezza del corpo di L5 di tipo armonico ed iniziali segni di osteocondrite di tipo degenerativo a livello della limitante inferiore di L5.Ipertrofia dei processi laterali con artro sinovite negli ultimi 3 segmenti;canale vertebrale e canali radicolari di ampiezza nei limiti.protusione discale evidente con tendenza alla formazione erniarnia in sede centrale,con iniziale interessamento del canale di destra,leggermente migrata caudalmente,a livello L5-S1.Queta è la p... continua >>
rognosi. La mia domanda è la seguente: Secondo lei cosa dovrei fare e quali cure mi può suggerire? Grazie
Bisogna valutare l’intervento chirurgico in L5S1 nell’ambito di una colonna con evidente degenerazione disco-somatica vertebrale Dr Eugenio Pozzati Neurochirurgia Osp Bellaria Bologna
Dott. Eugenio Pozzati

aneurisma
7 Giu 10 - giuliana, 43 anni (id: 108278)
  Egregio dottore vorrei porle alcune domande per togliermi alcuni dubbi che mi tormentano: ci sono dei sintomi che possono far insospettire per aneurisma celebrale? Con una risonanza magnetica senza contrasto si vedono? Possono essere colpiti anche i bambini? (Sia io che i miei bambini soffriamo di cefalea). Nel caso di nonni con problemi di aneurisma devono essere fatti degli accertamenti sia per i figli, nipoti e pronipoti?(ho una nonna con aneurisma). Lultima domanda e mi scuso per la mia lunghezza, il mal di testa nel tumore cerebrale, è intenso o può essere anche modesto e lieve? La ringrazio veramente di cuore per le risposte che spero potrà darmi e la sua disponibilità, sono ipocondria... continua >>
ca e ansiosa soprattutto per i miei bambini.
Gli aneurismi si possono diagnosticare con angio RMN, una forte e inusuale cefalea può essere un segnale, la familiarità si può sospettare con almeno due parenti portatori di aneurismi
Dott. Eugenio Pozzati

ernia
7 Giu 10 - alessandro, 48 anni (id: 108276)
  da un esame rmn rachide lombare mi viene diagnosticata un alterazione di tipo degenerativo spondilosico e aartrosico a livello delle articolazioni interapofisarie a livello dello spazio l5-s1 presenza di protusione discale ad estrnsecazione pacentrale intraforaminale sx a livello dello spazio intersomatico l4-l5 presenza di protusione globale discale posteriore il midolo non presenta alterazione patologiche. chiedo al dott pozzati quale terapia sia piu giusta da fare considerando che sono un artigiano dove il lavoro pesante e di base, inoltre pratico sport con bicicletta su strada
Terapia per cosa? Non descrive i suoi disturbi
Dott. Eugenio Pozzati

recidiva
7 Giu 10 - adele, 41 anni (id: 108246)
  esiti recidiva ernia discale l4-l5 buongiorno sono stata operata il 23 dicembre per recidiva di ernia discale l4-l5 ( la prima operazione nel 2005)ora dopo 4 mesi di continui dolori lombari e in questi 20 giorni mi cedono pure le gambe il mio medico mi ha prescritto rm per controllo questo è lesito:indagine mediante sequenze pesate in t1 t2 invariati gli aspetti di basso segnale nei livelli l1 l2ed l2 l3 con protusione circonferenzialel2 l3.lo studio del disco l4-l5 evidenzia una riduzione di volume dellernia trattata chirurgicamente;persisteuna protusione circonferenziale con tessuto cicatriziale che ingloba la radice l5 di sinistra.si sono inoltre riaccese alterazioni di segnale nel tessu... continua >>
to osseo delle limitanti somatiche contrapposte di l4-l5 con aspetti di sostituzione fibrovascolare edematosa.cosa devo fare devo intervenire chirurgicamente un altra volta o ci sono altre soluzioni?la ringrazio sentitamente per la sua risposta
Bisogna valutare con RMN + RX in dinamica una eventuale instabilità al livello operato 4/5 per capire se è necessario un reintervento completato da una stabilizzazione che può essere di vario genere (interspinosa , intersomatica etc) a seconda delle necessità Dr Eugenio Pozzati Neurochirurgia Osp Bellaria Bologna
Dott. Eugenio Pozzati


Da 2383 a 2398 di 3364