Sei in: Medico on-line > Neurochirurgia

Aderiamo allo standard HONcode per l'affidabilità dell'informazione medica Aderiamo allo standard HONcode per l'affidabilità dell'informazione medica.
Verifica qui.


Neurochirurgia
Referenti

ultimo aggiornamento 8/07/2012
 
Aree tematiche


Nella compilazione della tua domanda ti chiediamo gentilmente di attenerti il più possibile alle aree tematiche qui sopra riportate
ultimo aggiornamento 26/04/2013
Invia la tua domanda

Domande / Risposte
ernia
6 Giu 10 - antonella, 47 anni (id: 108226)
  buonasera dottore,in rif id 108178,vorrei provare a fare l’invio tramite email, l’indirizzo dove inviare e’ quello menzionato nel suo curriculum all’inizio del sito?grazie
si
Dott. Eugenio Pozzati


lombalgia
6 Giu 10 - NADIA, 50 anni (id: 108209)
  Buon giorno,volevo chiederle gentilmente un consiglio. Io soffro di dolori di mal di schiena, ultimamente molto forti. Il mio medico di base mi ha fatto fare una RM, e dopo averla vista mi ha consigliato una visita neurochirurgica. Solo che i tempi sono lunghi lavro per metà ottobre. Io intanto ho sempre dei dolori. Chiedo se scrivendo a lei il risultato della Rm, mi potrebbe aiutare. In attesa di una sua risposta la ringrazio e saluto.Nadia
Mandi il referto
Dott. Eugenio Pozzati

instabilità lombare
6 Giu 10 - LORENA, 46 anni (id: 108208)
  BUONGIORNO DOC.COSA FARE? RM:PRESENZA DI SPAZIO S1-S2 IPOPLASICO.RETROLISTESI DI L5.PRESENZA DI ALCUNE ERNIE INTRASPONGIOSE DLLE LIMITANTI SOMATICHE.IMPORTANTI MANIFESTAZIONI DEGENERATIVE TIPO MODIC I INTERESSANO LE LIMITANTI UNITà DISCOSOMATICA L5-S1 IL CUI DISCO APPARE RIASSORBITO PARZIALMENTE.FORMAZIONE NODULARE DIAM.2,2 CM DEL SOMA L3 COMPATIBILE IN PRIMA ISTANZA CON ANGIOMA NODULARE.L4-L5 PSEUDOPROTUSIONE CIRCONFERENZIALE DEL DISCO INTERSOMATICO DOVUTA ALLA LISTESI, PIù ACCENTUTATA IN SEDE MEDIANA, CUI SI ASSOCIA LA PRESENZA DI INIZIALI OSTEOFITI LATERALI CHE IMPEGNANO MODERATAMENTE LA PORZIONE DISCALE DEI FORAMI DI CONIUGAZIONE.L5-S1 LIEVE PROTUSIONE DISCALE A LARGO RAGGIO IN SEDE MEDI... continua >>
ANA-PARAMEDIANA DESTRA.MODERATE NOTE DIFFUSE DI ARTROSI DEI MASSICCI ARTICOLARI POSTERIORI.SOSTANZIALMENTE CONSERVATA OVUNQUE LAMPIEZZA DEL CANALE VERTEBRALE.NORMALE MORFOLOGIA E INTENSITà DI SEGNALE DEL CONO MIDOLLARE E DELLE RADICI DELLA CAUDA.DIAGNOSI NEUROCHIRURGO:DISCOPATIA CRONICA L4/5 CON BLACK DISC,SPAZIO DISCALE AMPIO,SPONDILOLISTESI E SOSPETTA MALFORMAZIONE ARTICOLARE;DISCOPATIA CORNICA L5/S1 CON SPAZIO DISCALE ABBASSATO,FLOGOSI DEI PIATTI DISCALI.E CIOè:INSUFFICIENZA LOMBARE DA DISCOPATIE CRONICHE DELLE QUALI L5/S1 TENDERà A RISOLVERSI SPONTANEAMENTE;L4/5 HA UN DISCO TROPPO AMPIO CON GIà UNA LISTESI,TENDERà A PEGGIORARE.CONSIGLIO:RX IN FLESSIONE E ESTENSIONE E PROIEZIONI LATER.;INTERVENTO CHIRURGICO DI DISCECTOMIA L4/5,FISSAZIONE MEDIANTE VITI PEDUNCOLARI,BARRE,CAGES INTRADISC.
Concordo in via teorica , anche se non riferisce i suoi disturbi ed è importante per stabilire la necessità dell’intervento Dr Eugenio Pozzati Neurochirurgia Osp Bellaria BO
Dott. Eugenio Pozzati

siringolmielia
5 Giu 10 - marta, 55 anni (id: 108202)
  buona sera, è piu di un mese che soffro di mal di schiena e contemporaneamente di dolore pubico, dopo rm colonna lombare mi è stato riscontrato una alterazione lineare centro-midollare del midollo spinale a livello del cono e dellepicono probabilmente corrispondente a cavità idrosisingomielica.vorrei sapere se possibile di cosa si tratta. ringrazio
Bisogna vedere l’immagine per giudicare, ci sono diverse ipotesi : può essere un esito stabilizzato di un vecchio trauma o una dilatazione (congenita o no) del canale centromidollare. Farei un controllo fra 1 anno di tutto l’asse spinale
Dott. Eugenio Pozzati

angioma
5 Giu 10 - Daniele, 54 anni (id: 108198)
  Eg.Dott. Per un dolorino (o per meglio dire) "Leggero fastidio" alla regione sottoscapolare DX ho effettuato RMN questo il risultato: ANGIOMA DEL SOMA DI d6 , piccole ernie centrali nei dischi compresi tra d5-d6 e d6-d7 e laterale dx di quello compreso tra d10-d11.La mia domanda e’ questa: 1)Il leggero fastidio sopra menzionato e’ portato da queste patologie? 2)Questo angioma del soma di d6 e’ obbligatoriamente da trattare chirurgicamente o e’ possibile soprassedere monitorando a distanza di un anno eventuali complicanze. In pratica posso stare tranquillo per il momento o sono a rischio di problematiche ? Grazie per la sua cortese risposta
Direi che i suoi disturbi dipendoni dalla patologia dorsale , sarebbe comunque meglio vederne l’entità in RMN per un parere più preciso. Escluderei per il momento un trattamento chirurgico: controllo fra un anno Dr Eugenio Pozzati Neurochirurgia Osp Bellaria BO
Dott. Eugenio Pozzati

ernia
5 Giu 10 - Erica, 40 anni (id: 108196)
  Buongiorno.A gennaio ho iniziato ad avere il collo un pò rigido. Un paio di mesi dopo è comparso un dolore alla spalla destra che non è mai scomparso del tutto.D a aprile sonno aumentati sia le rigidità del collo che i dolori ad entrambe le spalle e braccia soprattutto nel fare movimenti. Dalla RM alla cervicale è risultato ciò: "Si rilevano segni di spondiloartrosi.Nel tratto C5-C6il disco è disidratato e protrude a largo raggio.Impronta il sacco durale e riduce i forami intervertebrali.Si evidenziano i segno di edema intraspongioso da discopatia.I rimanenti dischi intersomatici sono di normale spessore e contenuti.I principali diametri del canale sono nella norma. Il midollo è di normale ... continua >>
morfologia e intensità". La domanda è :cosa si può fare per ridurre il dolore che è continuo, fastidioso ed invalidante? Il medico mi ha già dato antiinfiammatori ed effettuato della mesoterapia con anrnica e cuprum ma non ho trovato alcun beneficio. Grazie.
Bisogna valutare sulla RMN la possibilità di un intervento di discectomia C5/6
Dott. Eugenio Pozzati

ernia lombare
5 Giu 10 - Angela, 43 anni (id: 108187)
  Le scrivo lesito della RM della colonna lombosacrale.Il canale vertebrale presenta normali dimension.Moderata riduzione daltezza del disco intervertebraleL4-L5 che appare ipolucente nelle immagini dipendenti dal T2 in relazione a fatti degenerativi.Allo stesso livello ernia discale postero-laterale destra di proporzioni relativamente importanti.Moderatamente ipolucente nelle immagini dipendenti dal T2 anche il disco intevertebrale L5-S1 in relazione ad iniziali fatti degenerativi.Da segnalere ipolucentezza nelle immagini dipendenti dal T1 del corpo vertebrale S4 di incerta eziologia.Visto che ho appuntamento a dicembre per una visita neuro chirurgica vorrei sapere se devo muovermi prima graz... continua >>
ie distinti saluti Angela
Dicembre mi sembra un pò tardi, bisogna decidere in base ai suoi disturbi (che non riferisce) cosa fare dell’ernia L4/5 che pare di dimensioni notevoli. Dr Eugenio Pozzati Neurochirurgia Osp bellaria BO
Dott. Eugenio Pozzati

trauma cranico
5 Giu 10 - Dennis, 16 anni (id: 108185)
  A seguito di un incidente avvenuto a settembre 2009 con esito :Trauma cranico con minuscola area a segnale ipointenso in tutte le sequenze in sede parietale superiore parasagittale destra, compatibile con deposito emosiderinico post-traumatico, non mi è stata praticata nessuna cura è possibile che tuttora persista ancora questo focolaio? Attendo vostre notizie cordiali saluti
Rimarrà una piccola cicatrice cerebrale che probabilmente non richiederà cure particolari
Dott. Eugenio Pozzati

stenosi
5 Giu 10 - Assunta, 62 anni (id: 108179)
  Buongiorno Dottore,a marzo 2010 sono stata sottoposta a intervento di decompressione L4 -L5 che mi causava forti mal di schiena.Dopo circa un mese ho incominciato ad avere problemi nel camminare con dolori alla coscia e polpaccio sx che obbligvano a fermarmi,ritornata dal Chirurgo che mi a operata mi ha fatto fare una RM LOMBARE con questo esito.AL3-L4 IPERTROFIA ARTROSICADEI MASSICCI ARTICOLARI.IPERTROFIA DEI LEGAMENTI GIALLI.RIDUZIONE DI DIMENSIONE DEL CANALE RACHIDEO E DEI FORAMI DI CONGIUNZIONE.PROTUSIONE O PICCOLA ERNIADISCALE INTRAFORAMINALE DX CON IMPRONTA SULLA TASCA RADICOLARE L3 NEL FORAME DI CONGIUNZIONE DI DX.A L4-L5 ASX SONO VISIBILI SEGNI DI INTERVENTO CHIRURGICO.ALTERAZIONI AR... continua >>
TROSICHE DISCOSOMATICHE ED UNA PROTUSIONE DISCALE IMPRONTANO LA TASCA RADICOLARE L4NEL FORAME DI CONGIUNZIONE DI SX.E VEROSIMILE LA PRESENZA DI TESSUTO FIBROCICATRIZZALE NEL CANALE RACHIDEO IN SEDE LATERALE SX.IPERTROFIA ARTROSICA DEI MASSICCI ARTICOLARI.RIDUZIONE DI DIMENSIONE DEL CANALE RACHIDEO E DEI FORAMI DI CONGIUNZIONE.A L5-S1 IPERTROFIA ARTROSICA DEI MASSICCI ARTICOLARI . ERNIA DISCALE MEDIANA PARAMEDIANA BILATERALE CHE IMPRONTA IL SACCO DURALE IN SEDE MEDIANA.DOTTORE non avendo ricevuto da parte del Neurochirurgo che mi a operata una risposta su cosa potrei fare Le chiedo un consiglio per cosa posso fare GRAZIE DOTTORE.
Bisogna valutare sulle immagini RMN se è stata sufficiente la decompressione ossea o se occorre un ulteriore ampliamento del canale lombare
Dott. Eugenio Pozzati

ernia
5 Giu 10 - antonella, 47 anni (id: 108178)
  Buongiorno, mi riferisco alle risposte id107800 e id 107970 per chiedere dottore, scusi per la domanda, per visionare le mie RM dovrei recarmi presso il suo studio o ce un altro sistema.grazie infinite
Veda Lei: l’invio telematico delle immagini a volte non riesce.
Dott. Eugenio Pozzati

instabilità
4 Giu 10 - Giulia, 73 anni (id: 108144)
  Salve,da un anno soffro di dolori lombosacrali con interessamento del nervo sciatico in entrambe le gambe. Ho fatto le varie cure antidolorifiche che normalmente si fanno in questi casi e della fisioterapia. Il dolore a tutt’oggi continua, anche se meno intenso rispetto all’esordio. Ho eseguito questi accertamenti diagnostici: TAC lombo-sacrale, RM e radiografie dinamiche alla colonna lombo-sacrale. Questi i referti: 1) Rx: l’esame, eseguito in iperflessione e in iperestensione, ha messo in evidenza una lieve spondilolistesi anteriore della L4 rispetto alla L5, che subisce lieve riduzione in estensione. Nulla da rilevare in atto per il resto (20-05-2010). 2) TAC: l’indagine eseguita dal ... continua >>
livello di L3 al livello di S1, dimostra canale spinale di ampiezza moderatamente ridotta su tutto l’ambito su base congenita e spondilogena. In particolare: a livello L3-L4, armonica protrusione discale circumferenziale; alterazione angiomatosa a carico dell’emisoma sinistro di L4; a livello L4-L5: marcata protrusione discale mediana, in appoggio anteriore sul sacco durale, con scomparsa dello spazio epidurale; coesiste erniazione intraspongiosa del disco a livello della porzione superiore del soma di L5; a livello L5-S1: nei limiti la morfologia discale. 3) RM:Stenosi del canale spinale nel tratto da L3 ad S1 per ipertrofia artrosica dei massicci articolari;L3-L4:protrusione discale mediana;L4-L5: ernia discale mediana.Elettromiografia: nessuna sofferenza neurogenica dei muscoli esamin.
Si tratta di un rachide instabile in L4/5 associato a stenosi del canale e discopatie multiple. Penso che sia necessario l’intervento chirurgico di stabilizzazione e decompressione lombare L4/5 Dr Eugenio Pozzati Neurochirurgia Osp Bellaria Bologna
Dott. Eugenio Pozzati

ernia
4 Giu 10 - SERGIO, 50 anni (id: 108142)
  Buongiorno dottore, le chiedo gentilmente un intervento di discectomia alla cervicale comporta tanti rischi? viene effettuato in qualsiasi neurochirurgia? purtroppo un po di paura ce sempre e un consiglio e’ sempre ben accetto. grazi
Il rischio è basso, ma esiste e l’intervento deve avere indicazioni precise
Dott. Eugenio Pozzati

mielopatia
4 Giu 10 - ANGELA, 62 anni (id: 108137)
  Gent.dott. cosa fare?Grazie.ESITO: RM:SEVERI FENOMENI ARTROSICO DEGENERATIVI INTERSOMATICI ED INTERAPOFISARI IN SEDE CERVICALI CHE, IN CORRISPOND. DEL TRATTO TRA C3 E C5, DETERMIN LA MANCATA RIDUZIONE DI CALIBRO DEL CANALE SPINALE. IN C3 E C4: MANCATA RIDUZ. CON AMPIEZZA DELLO SPAZIO INTERSOMATICO CON ASSOCIATA REAZ OSTEOFITOSICA DELLE LIMITANTI CONTRAPPOSTE. SI ASSOCIA PROTUSIONE DISCALE CIRCONFERENZIALE CHE IN SEDE MEDIANA, IMPRONTA LA CORDA MIDOLLARE CHE ENTRA IN CONFL MECCANICO, NEI CONFRONTI DELLE RADICI SPINALI PASSANTI. TRA IL PIANO DISCALE C4 E C5 IL MURO POSTERIORE C5 SI OSSERVA ROBUSTA FORMAZ CALCIFICA MEDIANA CHE DETERM SEVERA IMPRONTA SULLA CORDA MIDOLLARE, LA STESSA MOSTRA LA P... continua >>
RESENZA DI AREOLA IPERINTENSA IN T2 DA RIFERIRE A SEGNO DI SOFFERENZA MIELOMALACICA IN C5 C6 RIDUZIONE DI AMPIEZZA DELLO SPAZIO INTERSOMATICO CON EVIDENTE REAZIONE OSTEOFITOSICA DELLE LIMITANTI CONTRAPPOSTE.DETTA CONDIZIONE DETERMINA VISTOSA RIDUZIONE DI CALIBRO DEI FORAMI DI CONIUGAZIONE. SI ASSOCIA COLLASSO DISCO ANULARE CIRCONFERENZIALE CHE IMPRONTA IL SACCO DURALE E CHE ENTRA IN CONFL. MECCANICO NEI CONFRONTI DELLE RADICI SPINALI CONTIGUE. *AI RESTANTI LIV ESPLORATIVI IL COMPARTIM DISCO LIGAMENTOSO INTERSOMATICO NON MOSTRA IMMAGINI NEI CONFRONTI DELLE STRUTT MERINGO NEURALI CONTIGUE*. IN C6 E C7 PROTUSIONI DISCALI CHE IN SEDE PARAMEDIANA SINISTRA ASSUME CONNOTAZIONI ERNIARIA ENTRANDO IN VEROSIMILE CONFLITTO MECCAN NEI CONFRONTI DELLA RADICE SPINALE ANTERIORE OMOLATERALE.*AI REST LIV*
E’ necessario l’intervento , probabilmente a più livelli, per decomprimere il midollo spinale Dr Eugenio Pozzati Neurochirurgia Osp bellaria Bologna
Dott. Eugenio Pozzati

ernia
3 Giu 10 - roberto, 41 anni (id: 108117)
  buongiorno dottore volevo avere un parere ,Martedi 8 giugno subiro lintervento chirurgico di forminotomia per via posteriore a livello C6-C7 sinistro.Mi saprebbe dire in realta in cosa consiste e come il post operatorio? E poi in questo caso essendomi stata diagnosticata unernia proprio in C6-C7 lernia mi rimarra ancora? e potro stare tranquillo,o potrebbe darmi ancora probkemi? la ringrazio.
Per risponderle, bisogna vedere la RMN
Dott. Eugenio Pozzati

scoliosi
3 Giu 10 - roberto, 38 anni (id: 108116)
  Salve Dottore. Da anni soffro con la schiena,a seguito di un osteocondrosi giovanile non riconosciuta,che mi ha procurato ipercifosi dorsale rigida a 50gradi,con ernia discale in d5-d6 e multiple potrussioni al tratto dorsale e lombale,con mal rotazione dell emibacino di dx con ala iliaca verosimilmente ipoplasica,contorlata da orletto scheletrico si documenta al livello del collo femorale di dx.Scapole molto marcate alate,con sintomatologia dolorosa al minimo sforzo delle braccia. Vorrei gentilmente sapere se esiste un intervento chirurgico per questa cifosi ormai evoluta e per le scapole alate che mi ha lasciato,poiche oltre al dolore fisso che mi procurano ogni giorno,anche al disagio e... continua >>
stetico che da anni sto subendo.Ed eventualmente con quali risultati. La ringrazio se mi rispondera. In attesa le porgo i miei ringraziamenti. Distinti Saluti.
Domanda non pertinente alla specialità
Dott. Eugenio Pozzati


Da 2383 a 2398 di 3347