Sei in: Medico on-line > Neurochirurgia

Aderiamo allo standard HONcode per l'affidabilità dell'informazione medica Aderiamo allo standard HONcode per l'affidabilità dell'informazione medica.
Verifica qui.


Neurochirurgia
Referenti

ultimo aggiornamento 8/07/2012
 
Aree tematiche


Nella compilazione della tua domanda ti chiediamo gentilmente di attenerti il più possibile alle aree tematiche qui sopra riportate
ultimo aggiornamento 26/04/2013
Invia la tua domanda

Domande / Risposte
ernie
17 Feb 11 - giorgio, 51 anni (id: 114996)
  buongiorno mi sono operato 2 mesi fa per erniectomia c5/c6 e barra discosomatica c4/c5 e c3/c4 dx i problemi al collo spalla e braccio stanno lentamente sparendo permane un rigonfiamento contrazione nel dorso che parte sotto scapola e arriva fino anca e lombare quando questo rigonfiamento è accentuato sento formicolio e indebolimento a tutto arto inferiore destro. premetto che 3 anni fa mi sono operato in L5/s1 per erniectomia stenosi foraminale instabilita, ho appena fatto 2 risonanze nel dorso non ci sono problemi in L5/s1 ce presenza di materiale ipodenso con modesta impronta sacco durale dx. questa impronta sul sacco durale è causa di indebolimento e formicolii arto inferiore dx? è causa... continua >>
della dorsalgia? oppure la causa della dorsalgia ( visto che il muscolo dorsale è innervato pal plesso di quelle vertebre ) era ernia c5/c6 dx? premetto che quando dorsalgia si accentua automaticamente si accentua problema collo e arto inferiore dx, il problema è creato dallintervento al collo o dal materiale ipodenso che impronta modestamente il sacco durale ? grazie giorgio
non è possibile risponderle senza vedere le RMN
Dott. Eugenio Pozzati


ernia
16 Feb 11 - nicola, 53 anni (id: 114984)
  da un esame rm rachide lombo sacrale senza contrasto piccola formazione angiomatosa di L1 e ernia dicsale intraforaminale associata ad osteofotosi retrosomatica puo darmi delucidazioni in merito mi devo preoccupare grazie in anticipo
domanda incompleta non riferisce i suoi disturbi e il livello dell’ernia Dr Eugenio Pozzati Neurochirurgia Osp bellaria BO
Dott. Eugenio Pozzati

ernia
16 Feb 11 - maria, 47 anni (id: 114982)
  gentilissimo dottore gradirei avere un suo parere.Soffro da diversi anni di sciatalgia sempre curata con punture di voltaren e poi per fortuna sempre passata.Ora da circa un annetto forti dolori ad entrambe le gambe e su consiglio medico curante fatto rx lombosacrale che ha evidenziato una riduzione dello spazio intersomatico l5 s1 in seguito ho eseguito risonanza magnetica per lombosciatalgia bilaterale con il seguente esito Discopatia involutiva del disco intersomatico a l5 s1,ipointenso e di spessore ridotto A tale livello si apprezza ernia intraforaminale sinistra che determina obliterazione dei forami di coniugazione e conflitto con la radice omolaterale di s1.Non sono apprezzabili al... continua >>
terazioni dei restanti dischi intersomatici e dei metameri in esame.Regolari le articolazioni iterapofisarie.Canale vertebrale di normale ampiezza.Non alterazioni d intensita di segnale del cono midollare o delle radici.Fatto visita dal fisiatrta su consiglio ortopedico e a breve inizierò fisioterapia anche se il fisiatra mi ha detto che per risolvere il mio problema bisognerebbe fare una decompressione ma comunque vale la pena provare. Hò fatto la risonanza nel mese di settembre e i dolori rispetto a prima sono aumentati tanto che il pomeriggio dopo una giornata in piedi devo mettermi sul divano perchè non riesco a stare in piedi ho notato inoltre che mi vengono dei crampi all alluce e alla gamba sx che è quella più dolorante.Ora assumo effergan e voltaren .La ringrazio
le consiglio l’intervento in L5S1 sn Dr Eugenio Pozzati osp Bellaria BO
Dott. Eugenio Pozzati

ernia
16 Feb 11 - patrizia, 48 anni (id: 114980)
  forte male alla gamba improvviso, diagnosticato lombosciatalgia acuta sx, curata con cortisone e altri medicinali a tuttoggi non ancora passata, persiste il formicolio che parte dal gluteo fino al piede. chiedo gentilmente un consiglio, ho già effettuato una rmn( già inviatavi esito ieri 15/02/11) vorrei solo sapere se mi suggerite unintervento chirurgico o cure ? rmn dice riduzione dampiezza del canale rachideo l4 a s1. bulging mediano del disco l3-l4. modesta protrusione mediana prevalente a sn del disco l4-l5 impronta il sacco durale e sporge nel forame radicolare sn,si associa ispessimento dei legamenti gialli con relativa riduzione dampiezza dei recessi laterali.il disco l5s1 ha segnal... continua >>
e e spessore ridotto su base degenerativa e presenta ernia mediana-paramediana sn estrusa che comprime il sacco durale e la tasca radicolare sn ed impegna la regione preforaminale dello stesso lato con relativa compressione sulla radice emergente e discendente di sinistra. è da un mese che sto così e non ho avuto grossi miglioramenti , se necessario disponibile a fissare app.to per far vedere rmn. grazie mille per la risposta
è necessario l’intervento in L5S1 sn per ernia in parte espulsa Dr Eugenio Pozzati Neurochirurgia Osp Bellaria BO 0516225353
Dott. Eugenio Pozzati

angioma
16 Feb 11 - RITA, 35 anni (id: 114974)
  GENT DOTT HO SCOPERTO DI AVER UN ANGIOMA VERTEBRALE A TUTTO SPESSORE DEL SOMA L1 VORREI UNA SPIEGAZIONE E COSA FARE GRAZIE.
dipende dai suoi disturbi, che non riferisce
Dott. Eugenio Pozzati

ernia
16 Feb 11 - massimo, 49 anni (id: 114970)
  devo fare visita di controllo per un intervento avuto un anno fa al rachide cervicale intervento di somectomia c5 con innesto protesico ho fatto una risonanza magnetica mi anno trovato un focolaio mielomalacico cosa significa grazie
si tratta di un danno midollare conseguente ad un pregresso trauma o compressione discale
Dott. Eugenio Pozzati

stenosi
15 Feb 11 - daniele, 25 anni (id: 114955)
  Buon giorno dottore, ho fatto qualche giorno fa la risonanza magnetica lombodacrale e volevo avere una veloce spiegazione dellesito, che è il seguente: ridotta la lordosi regionale. canale vertebrale di ampiezza ridotta, su base congenita in associazione a note spondilosiche con appuntimenti osteofitosici degli spigoli somatici ed ipertrofia artrosica dei massicci articolari. A tutti i livelloi concomitano protrusioni discali ad ampio raggio con impronte multiple sul sacco durale. Cono midollare e radici della cauda esenti da alterazioni di segnale o compressioni estrinseche. La ringrazio e rimango in attesa di un suo gentile riscontro.
si tratta di una stenosi del canale lombare su base acquisita
Dott. Eugenio Pozzati

artrosi
15 Feb 11 - Massimo, 33 anni (id: 114952)
  Mi scusi cosa significa questo referto in parole povere? Perdita della fisiologica lordosi.iniziali alterazioni uncoartrosiche del tratto cervicale medio,con riduzione di ampiezza degli spazi intersomatici compresi tra c5-c7. Normale il trofismo osseo.
iniziale degenerazione discoartrosica
Dott. Eugenio Pozzati

ernia
15 Feb 11 - patrizia, 48 anni (id: 114939)
  Buongiorno, desidererei un suggerimento su questo esito di rmn rachide lombo sacrale effettuata 10gg. fa, - lindagine risulta parzialmente limitata da artefatti da movimento più evidenti.Con tali limiti si rileva , attegiamento scoliotico sn-convesso.Riduzione di ampiezza del canale rachideo da l4 a s1.Bulging mediano del disco l3-l4. Modesta protrusione mediana prevalente a sx del disco l4-l5 impronta il sacco durale e sporge nel forame radicolare sn,si associa ispessimento dei legamenti gialli con relativa riduzione di ampiezza dei recessi laterali. Il disco l5-s1 ha segnale e spessore ridotto su base degenerativa e presenta ernia mediana.paramendiana sn estrusa che comprime il sacco d... continua >>
urale e la tasca radicolare sn ed impegna la regione preforaminale dello stesso lato con relativa compressione sulla radice emergente e discendente da sn. Vorrei sapere cortesemente se si può operare e se ne vale la pena? Il dolore è fastidioso e costante. Grazie per la gentile risposta
le consiglio l’intervento chirurgico in L5S1 sn Dr Eugenio Pozzati Osp Bellaria BO
Dott. Eugenio Pozzati

rx
14 Feb 11 - Giuliana, 58 anni (id: 114928)
  da un rx del RACHIDE è risultato:alterazioni morfologiche e strutturali di tipo degenerativo spondilosico e artrosico a livello delle articolazioni interapofisarie. Ridotti gli spazi intersomatici da C3 a C7, L2-L3 e L5-S1 con sclerosi delle limitanti somatiche contrapposte a degenerazione vacuolare del disco. lieve scoliosi dorso-lombare sinistro convessa. e dallRX del BACINO: iniziali segni di coxartrosi bilaterale con sclerosi subcondrale del tetto cotiloideo. per gli eccessivi dolori non riesco a dormire la notte e sono costretta ad assumere sempre farmaci come fortradol e similari. Cosa posso fare? grazie
domanda incompleta, dolori dove? un rx dice poco, occorre eseguire TC o RMN
Dott. Eugenio Pozzati

spalla
14 Feb 11 - debora, 43 anni (id: 114924)
  buonasera dott. è dalletà di 16 anni ora ne ho 43 che soffro di periartrite al braccio destro, questanno con linfluenza mi si è accentuato il dolore alla periartrite, e poi avevo avuto anche alla fine di dicembre delle vertigini, il mio dott. di famiglia mi ha fatto fare prima la visita oculistica e non è risultato niente, allora ho fatto la radiografia alla spalla destra e sinistrae cervicale e la prossima settimana faccio ecografia a tutte e 2 le spalle, il risultato della radiografia è il seguente:non si repertano alterazioni strutturali significative a carico dei metameri cervicali,degli spazi discali e dello speco vertebrale.tono calcico osseo regolare. da rilevare unicamente marcati os... continua >>
teofiti marginali retrosomatici a livello c5 e c7. da rilevare rigidità del tratto esplorato con atteggiamento in iperflessione. non alterazioni strutturali di rilievo a carico dei capi articolari gleno-omerali. conservata lampezza dello spazio acromion-omerale al cui livello non si proiettano calcificazioni di natura periartrica,. Cosa vuol dire? cordiali saluti
credeo si tratti di un problema ortopedico e non neurochirurgico
Dott. Eugenio Pozzati

ernia
14 Feb 11 - FERNANDO, 53 anni (id: 114921)
  soffro da qualche tempo di dolori dorsali lato sx. Dalleasame RM dorsale risulta quanto segue: Normale aspetto del canale spinale e del midollo; Discreta esuberanza del profilo discale posteriore nel tratto medio-toracico con impronta a corona di rosario dello spazio epimidollare; Spondilosi con artrosi interapofisaria. Cosa significa tutto ciò? Grazie per la risposta.
si tratta di discopatie dorsali multiple
Dott. Eugenio Pozzati

ernia
14 Feb 11 - raffaella, 46 anni (id: 114919)
  IL RISULTATO DELLA RISONANZA " modesto bulgin discale l2 L3 .Note degeneratice alle faccette zigoapofisarie al passaggio lombosacrale. Non si osservano per il resto significative alterazioni del segnale e della mporfologia a carico dei somi vertebrali, dei dischi intersomatici del cono midollare e delle radici della cauda.Canale vertebrale di ampiezza nei limiti della norma." Esattamente cosa significa ? cosa devo fare?
domanda incompleta, non riferisce i disturbi
Dott. Eugenio Pozzati

LES
14 Feb 11 - Lia, 34 anni (id: 114900)
  Buonasera Dott. Pozzati sono affetta da LES con eruzioni cutanee, fenomeni degenerativi alle spalle e dolori muscolari/ossei generici con i quali convivo ogni gg. Attualmente la mia terapia consiste in cortisonici e antidolorifici. 2 gg fa ho effettuato una RM al Rachide cervicale perchè sono rimasta bloccata con il collo e schiena e avverto delle tremende scosse tra le scapole. Questo è lesito: Tratto cervicale in asse con fenomeni artrosici interapofisari. Corpi vertebrali di regolare altezza. Diametri dello speco nei limiti. Barre discosteofitarie in C5-C6 e C6-C7. Ernia discale mediana paramediana fra C6-C7. Apparentemente nella norma lintensità di segnale del midollo cervicale in tutte ... continua >>
le sequenze eseguite. sono 2 settimane che ho questi forti dolori e sono in difficoltà a muovere le braccia per via del dolore. Mi inresserebbe un Suo parere. grazie infinite Lia
nonostante il LES esponga a complicanze infiammatorie articolari, occorre considerare una possibilità chirurgica sull’ernia C6/7 in base al preciso imaging di RMN Dr Eugenio Pozzati Neurochirurgia Osp Bellaria BO 0516225353
Dott. Eugenio Pozzati

esofago
14 Feb 11 - alberto, 64 anni (id: 114898)
  Ho fatto moolto uso della macchina per il mio lavoro....e mi ritrovo con protusionio su tutt ala coloonna cerviocale e lombare con IPB. Soffro di esofagite da scivolamento con gastruodenite iperemica ed edematosa da probabile reflusso biliare post colecistectomia. Molti medici anche specialisti non hanno mai preso in considerazione della correlazione di un probabile osteofita e lesofagite. Eppuree in letteratura viene riportato quanto sopra evidenziato: osteofita/artrosi cervicale. MI dia un consiglio, non mi condieri pero un ipocondriaco - sul tipo di indagine da eseguire. Non mi rimane che solo la tAC considerato che sono portatore di clips chirugiche postcolecistetomia quindi non ... continua >>
posso mffetturae la RMN in toto. Penso che a livello della colonna cervicale e lombare ci sia una correlazione fra osteofita ed esofagite. Grazie N.B: non sono medico e nè ipocondriaco
per confermare il suo sospetto occorre eseguire TC e rx Cervicale completato da esofagogramma per valutare eventuali compressioni osteofitarie (peraltro abbastanza frequenti) sul viscere Dr Eugenio Pozzati Neurochirurgia Osp Bellaria BO
Dott. Eugenio Pozzati


Da 1539 a 1554 di 3273