Sei in: Medico on-line > Neurochirurgia

Aderiamo allo standard HONcode per l'affidabilità dell'informazione medica Aderiamo allo standard HONcode per l'affidabilità dell'informazione medica.
Verifica qui.


Neurochirurgia
Referenti

ultimo aggiornamento 8/07/2012
 
Aree tematiche


Nella compilazione della tua domanda ti chiediamo gentilmente di attenerti il più possibile alle aree tematiche qui sopra riportate
ultimo aggiornamento 26/04/2013
Invia la tua domanda

Domande / Risposte
rmn
21 Mar 11 - francesca, 41 anni (id: 115889)
  Salve Dottore, da circa 6 mesi accuso un dolore lancinante allinterno dellinguine, tra il pube e la coscia, che mi crea difficoltà nella motoria o anche semplicemente nello spostare il mio peso sulla gamba, dopo aver camminato a lungo. Ho realizzato unangiografia perchè nel contempo si è manifestata anche uninsufficienza venosa,ma nulla da segnalare.Ho fatto unecografia ancora nulla, nel fare i raggi alla colonna lombo sacrale e al bacino è emerso per entrambi normale trofismo e struttura, ma la presenza di un becco osteofitosico in corrispondenza della L4. Cosa sintende ? può in qualche modo causare il deficit segnalatole ? Ci sono rimedi a cui posso tendere ? In precedenza avevo avuto mod... continua >>
o di rilevare delle protusioni sulla L5 ed L4. La ringrazio in anticipo.
deve eseguire rmn lombare nel sospetto di un’ernia discale
Dott. Eugenio Pozzati


angioma
21 Mar 11 - eugenio, 52 anni (id: 115878)
  Egregio dottore, dal referto radiologico “carotidografia sn – cateterismo femorale destro, è emersa la presenza di una grossolana variante di scarico della regione temporale profonda ed insulare sinistra, con evidenza di una tasca venosa corticale sulla regione silviana posteriore e consecutivo scarico in una grossa vena corticale verso il seno saggittale superiore. La mia domanda è questa: tale malformazione congenita, che tipo di sintomi e disturbi potrà darmi andando avanti con letà? grazie.
si tratta verosimilmente di una grossa anomalia di drenaggio venoso che occorre valutare comunque anche con RMN viste le proporzioni e la morfologia particolare (cos’è esattamente la "tasca")? Dr Eugenio Pozzati Neurochirurgia Osp Bellaria BO 0516225353
Dott. Eugenio Pozzati

chiari
21 Mar 11 - CONCETTA, 45 anni (id: 115877)
  SONO AFFETTA DA SINDROME DI ARNOLD CHIARI CON CAVITA SIRINGOMIELICA CERVICALE E CON CATETERE DI DERIVAZIONE ENDOMIDOLLARE SIRINGO SUBRACNOIDEO . HO FATTO LA RM CERVICALE E VORREI SAPERE COSA SIGNIFICA:PERMANE ECTOPIA DELLE TONSILLE CEREBELLARI DI CIRCA 14MM ATTRAVERSO IL FORAME MAGNO. E PERMANE CAVITA SIRINGOMIELICA MEDIANA PARAMEDIANA DESTRA CHE SI SEGUE DA C4 AI PRIMI METAMERI TORACICI.
permane l’ectopia cerebellare e la siringomielia e il catetere è probabilmente insufficiente,di solito preferisco un intervento di decompressione osteodurale occipito cervicale per risolvere il problema Dr Eugenio Pozzati Neurochirurgia Osp Bellaria BO 05162225353
Dott. Eugenio Pozzati

sacro
20 Mar 11 - federica, 41 anni (id: 115860)
  buonasera. ho effettuato una Rm per ripetuti maldischiena e lomblgie sciatalgie. emerge :a livello s2-s3 2 cisti radicolari bilaterali.possono essere la causa dei malesseri? devo rivolgermi ad un ortopedico o ad un neurochirurgo? ci sono terapie? grazie
le cisti aracnoidee radicolari sacrali possono essere responsabili di una sintomatologia dolorosa lombare solo se sono di volume considerevole e producono un impronta dell’osso sacro
Dott. Eugenio Pozzati

ernia dorsale
20 Mar 11 - giovanni, 33 anni (id: 115856)
  Buonasera Dottore, Volevo sottoporre alla sua attenzione il mio quadro clinico...nel mese di settembre 2009 sono rimasto bloccato con la schiena per un paio di gg alchè ho effettuato una risonanza magnetica con il seguente risultato: D8-D9 Ernia Postero laterle destra con conflitto radicolare. D7-D8 e D9-D10 marcata protusione postero laterale sinistra. Nel 2010 ho intrapeso una cura omeopatica consigliata dal mio ortopedico con delle infiltrazioni nel tratto dorsale di fiale di GUNA Discus intervertebralis suis, di Zeel T e Infi Para LWS per c.ca 3 mesi. Ho avuto un lieve migliormento anche se il tratto mi è rimasto indolenzito, dopo 7 mesi dalla cura ho avuto però una ricaduca con un ... continua >>
forte dolore dorsale sempre in quel tratto e mi sono nuovamente bloccato. A questo punto Le chiedo se secondo Lei devo continuare con questa terapia o ne esiste unaltra più efficace? Inoltre mi hanno sconsigliato vivamente lintervento chirurgico perchè pericoloso causa paralisi, è vero? Resto in attesa di un suo riscontro e Le porgo i miei più cordiali saluti Giovanni
occorre valutare direttamente la RMN e l’esame neurologico,probabilmete l’intervento può essere necessario se il quadro clinico è ingravescente Dr Eugenio Pozzati
Dott. Eugenio Pozzati

angioma
20 Mar 11 - Serena, 18 anni (id: 115843)
  Gent. dott., le sarei grata se potesse spiegarmi lesito della RMN CERVELLO / TRONCO ENCEFALICO S/C MDC eseguita dopo uno svenimento con perdita di urina e vertigini che si manifestano durante la notte e al mattino: Non si apprezzano alterazioni di segnale del tessuto nervoso encefalico sia in ambito sovratentoriale che infratentoriale. Il sistema ventricolare conserva morfologia e dimensione nei limiti di norma. Le strutture della linea mediana sono in asse. I solchi corticali sono ben riconoscibili e simmetrici. I principali vasi arteriosi della base cranica sono riconoscibili con normale segnale di pervieta. La somministrazione con mdc paramagnetico mette in evidenza una struttura vasc... continua >>
olare venosa a sviluppo anomalo in regione frontale sinistra, in sede sotticorticale. La struttura vascolare venosa a sviluppo anomalo è un angioma? lo svenimento e le vertigini possono dipendere da questo?. Grazie mille per la risposta
si tratta verosimilmente di un angioma venoso congenito che può avere provocato una crisi epilettica, occorre eseguire anche EEG e RMN a distanza di un anno Dr Eugenio Pozzati Neurochirurgia BO
Dott. Eugenio Pozzati

rmn
19 Mar 11 - Riccardo, 66 anni (id: 115842)
  HO sempre sofferto di problemi alla shiena da quando avevo , circa 30 anni : discopatie e protusioni discali con artrosi specialmente nella zona lombo-sacrale. ho portata il corsetto rigido per molto tempo e successivamente , formandosi il cosidetto callo osseo, riusci a fare a meno del corsetto tranne momenti di riacutizzazione. da circa 10 giorni ho avuto dolore alla gamba destra che ,qusi, non mi consentiva di camminare. con antiinfiammatori dati dal mio medico curante e cerotto sono riuscito a stare meglio . Ho fatto la radiografia della parte lombo-sacrale e questo e il risultato: Scoliosi dx convessa e abolizione della fisiologica curva lordotica. Marcata sclerosi dei piatti epifisari ... continua >>
contrapposti con formazione di osteofiti ed associata a riduzione di ampiezza degli spazi intervertebrali riferibile a discopatia con fenomeni di degenerazione gassosa intradiscale. Si segnala inoltre infossamento del piatto limitante superiore di L3 nella porzione anteriore riferibile alla presenza di ernia intraspongiosa. Lieve inyteressamento artrosico delle articolazioni interapofisarie. Esiti di colecistectomia. inoltre ho notato che ho difficolta ad addormentarmi , forse perche ho cambiato materasso PRENDENDO QUELLO DI LATTICE O FORSE PROPRIO PER QUESTO MI SI E CREATO TUTTO CIò ?
rx non sufficiente , occorre RMN dorso lombare
Dott. Eugenio Pozzati

ernia
19 Mar 11 - ANGELA, 33 anni (id: 115841)
  Buona sera,da qualche mese soffro di parastesie dx, da rm senza mdc è emerso quanto segue: è stato studiato il tratto di rachide compreso tra il basicranio e l3. inversione della fisiologica lordosi cervicale. Mantenuto lallineamento sagittale dei metameri vertebrali dorsali. canale rachideo di dimensione nei limiti della norma su tuttuo lambito esplorato non evidenti alterazioni di segnale a carico dei segmenti scheletrici esaminati rm cervicale senza mdc-dorsale lieve protrusione mediana dei dischi d2-d3. marcata protrusione mediana paramedica destra del disco d7-d8. sostanzialmente nei limiti il profilo posteriore dei restanti dischi intersomatici in essere. Non si oservano sicure ... continua >>
alterazioni di segnale a carico del midolo spinale. Ringraziandola per lattenzione, le chiedo se può gentilmente consigliarmi uno specialista a Milano. Codiali saluti
i suoi disturbi dipendono probabilmente dall’ernia toracica D7/8: occorre valutare l’imaging e l’esame neurologico per una eventuale indicazione chirurgica. Non posso indicarle medici o strutture Dr Eugenio Pozzati Neurochirurgia Osp bellaria BO 0516225353
Dott. Eugenio Pozzati

rmn
19 Mar 11 - carla, 51 anni (id: 115833)
  salve,vorrei chiedere un suo parere su una rm lombo-sacrale s/c effettuata presso lIst.Radiol. Tosc. a Pistoia. soffro di una sciatalgia a dx che ultimamente mi crea difficoltà a guidare lauto, stare seduta o camminare molto.lesito è il seguente:netto raddrizzamento del passaggio dorso-lombare. tra i segmenti lombare e sacrale del rachide esiste un metamero con carattere di vertebra di passaggio che è stato considerato S1. Formazione angiomatosa nel corpo D11. i dischi intersomatici da L2-L3 e L-S1 sono disidratati e lievemente ridotti di spessore. a livello L2-L3 protusione posteriore mediana impronta il contorno anteriore del sacco durale. Modesta protusione posteriore del disco L -L4. a... continua >>
livello L4-L5 formazione ernaria mediana sottolegamentosa. normale lampiezza dello speco vertebrale. regolari il cono midollare e le fibre della cauda equina. devo preoccuparmi molto? cosa mi consiglia? Grazie della sua risposta.
occorre valutare l’indicazione chirurgica sull’ernia L4/5 in base al preciso imaging di RMn Dr Eugenio Pozzati Neurochirurgia Osp Bellaria BO 0516225353
Dott. Eugenio Pozzati

rmn
19 Mar 11 - giustina, 69 anni (id: 115828)
  da un risonanza magnetica mi e stata diagnostica una discopatiaL3L4 con grossolana ernia di Schmorl del piatto epifisario superiore di L4;modesta protusione posteriore mediana. Allo spazio l$ eL5 piccola ernia discale posteriore mediana che impronta il sacco durale,si apprezzano i segni di laminectomia con relativo modesto ampliamento del canale spinale. Segni di discopatia denegativa L5 S1 con lieve protusione posteriore mediana . Ipotofia della musculatura paraverterbrale. Gradire gentilemte un risposta a questo quadro clinico Distinti saluti
domanda incompleta
Dott. Eugenio Pozzati

ernia
17 Mar 11 - Massimo, 38 anni (id: 115795)
  Salve,la RMN cui mi sono sottoposto il 10 Febbraio c.a. evidenzia: Focale alterazione di segnale della spongiosa del soma D12, caratterizzata da iperintensità in T1w e T2w, da riferire in prima ipotesi a piccolo angioma; L1-L2 minima protrus. disarm. dx che riduce lo spazio epidurale anter; L2-L3 ed L3-L4 minima protrus. discale postero later.sx non respons. di evidente conflitto meccanico con la radice emergente; L4-L5 prolasso discale circonf. disarm. ad estensione intraforaminale bilat.più evidente a sx ove coesiste accenno ad osteoafitosi marginale senza cmq evidente conflitto meccanico con la radice emergente; L5-S1 ernia discale mediana paramed. sx in appoggio allastuccio durale e che... continua >>
lambisce il profilo ventrale della radice s1 omolaterale. Problematiche accusate: dolore misto bruciore nella zona lombare senza interessamento degli arti inferiori(saltuariamente sento tirare ed indolenzire la parte esterna-posterire della gamba dx vicino al ginocchio),difficoltà a guidere lauto per lunghi tragitti. Zona lombare sx e dx sensibile al tatto. Pesantezza a fine giornata al centro della schiena in zona dorsale. Tale problema perdura da circa tre anni ad intervalli di ogni 3-4 mesi. Ho fatto punture voltaren+muscoril(bentalan 1,5+muscoril)x gg.5 e medrol 16 mg x 8gg a dosassio decrescente in fase acuta,subito dopo effettuate terapie con radar,laser a caldo,magnetoterapia e massaggi.Risultato un affievolimento del dolore non leliminazione definitiva.Da 1 sett.faccio Nuoto.
è indicato trattamento chirurgico
Dott. Eugenio Pozzati

rmn
17 Mar 11 - lorena, 37 anni (id: 115794)
  Ho sempre dolore e formicolio al braccio e alla mano destra dopo unincidente avvenuto 7 anni fà, che peggiora con il passare del tempo. Ho fatto una RM cervicale e il risultato è il seguente: a livello C5-C6 è presente unosteofitosi margino somatica posteriore a "barra" che determina una rettilinea impronta sul versante ventrale dellastuccio durale. Concomita una protusione discale mediana paramediana destra senza franche focalità erniarie; ne viene determinata una rettilinea impronta sullo spazio subaracnoideo anteriore senza impronte midollari. Non si apprezzano inoltre occupazioni nè significative stenosi dei canali di coniugazione adiacenti. Di cosa si tratta e cosa devo fare?
consiglio l’intervento chirurgico di discectomia cervicale e artrodesi intersomatica in quanto è presente una compressione mieloradicolare Dr Eugenio Pozzati neurochirurgia Osp Bellaria BO 0516225353
Dott. Eugenio Pozzati

rmn
17 Mar 11 - MAURO, 51 anni (id: 115790)
  Ho fatto una RM cervicale e spalla sinistra (sintomi cervico-brachialgia); il referto recita: in C5/C6 barretta disco osteofitaria estesa di scrso spessore, di morfologia ondulata, che riduce lo spazio liquorale anteriore senza improntare il midollo, ma tende a diminuire lampiezza inferiore del forame neurale destro. Una barra disco osteofitaria mediana-paramediana sinistra si apprezza in C6/C7, pur essa senza compressione midollare. Senza alterazioni evidenti i segnali liquorali e midollari. Cosa mi consiglia ?? Grazie per il consulto e cordiali saluti.
occorre valutare l’imaging della RMN per eventuale indicazione chirurgica sulle due barre discoosteofitarie cervicali
Dott. Eugenio Pozzati

cisti
17 Mar 11 - GIANNA, 62 anni (id: 115786)
  Ho spesso colpi della strega/scosse in zona lombo sacrale. Da 5 anni faccio agopuntura e riesco ad arginare i dolori, che compaiono allimprovviso. 10 anni fa feci RMN: riduzione della fisiologica lordosi con orizzontalizzazione del sacro. A livello L1-L2 presente formazione di forma allungata con intensità di segnale di tipo liquido che si sviluppa attraverso il canale radicolare di sin anche in parte allint del canal vertebr poster-lateralm a sin della coda. Formaz cistica di pertinenz radicolare o sinoviale. Altre due formaz cisti a S2-S3. Angioma vertebrale a carico del corpo di D11. I dolori potrebbero essere causate da queste cisti, non essendo state viste ernie? Cosa fare?
occorre valutare direttamente l’imaging della RMN per eventuale indicazione chirurgica sulla cisti radicolare L1/2
Dott. Eugenio Pozzati

angioma
16 Mar 11 - sergio, 39 anni (id: 115778)
  Salve sono impaurito in questo momento...avevo problemi con la gamba sinistra infatti era dolorante altezza inguine e poi dietro al polpaccio..e lortopedico mi ha detto che forse ho sospetta ernia inizio ernia al disco e cosi mi ha fatto fare la RISONANZA MAGNETICA e stasera ho letto questo: Non si rilevano alterazioni di segnale da riferire a lesioni ossee a carattere focale a carico dei metameri in esame. Piccolo emangioma verebrale .iperintenso in T1 e T2,nel contesto della meta sinistra del soma di L1,Canale vertebrale di normale ampiezza. I sdisci intersomatici esplorati conservano regolare spessore ee seganle fisiologicamente iperintenso in T2. Assenza di impronte estrinseche a cari... continua >>
co degli spazi perimidolalari e peridurali.Cono midollare in sede,di normale morfologia e segnale leggendo nei siti :Piccolo emangioma verebrale parlano di tumore maligno se si ha piu di 30 anni io ne ho 39 mi date una risposta grazie e scusatemi vi rinrazio ciao :-(
non è un tumore maligno, si tratta di una lesione vascolare assolutamente benigna che raramente dà problemi clinici importanti
Dott. Eugenio Pozzati


Da 1419 a 1434 di 3271