Sei in: Medico on-line > Allergologia

Aderiamo allo standard HONcode per l'affidabilità dell'informazione medica Aderiamo allo standard HONcode per l'affidabilità dell'informazione medica.
Verifica qui.


Allergologia
Referenti

ultimo aggiornamento 24/09/2010
 
Aree tematiche

    Il Dott. Giancarlo Minore risponde alle domande inerenti :
  • Allergie respiratorie
  • Allergie ed intolleranze alimentari
  • Allergie cutanee
  • Allergie a farmaci
  • Allergie ad insetti
  • Allergie occupazionali

Nella compilazione della tua domanda ti chiediamo gentilmente di attenerti il più possibile alle aree tematiche qui sopra riportate
ultimo aggiornamento 15/01/2009
Invia la tua domanda

Domande / Risposte
Rinite e nevralgia
4 Feb 09 - Silvana, 63 anni (id: 91100)
  Gentile Dott. Minore, sono affetta da Tiroidite di Hashimoto e sono intollerante al latte (fatto test).Ho sofferto negli ultimi 10 anni, ma in modo lieve,di fulness orecchio sinistro e di tanto in tanto al mattino una narice chiusa ma respirazione nasale.Mai rinorrea o starnuti .Nel 2003 in seguito a visita special. ed indagini strumentali mi viene diagnostica rinopatia vasomotoria aspecifica stenosi tubarica ,più a sinistra.Si consiglia terapia chirurgica per i turbinati e nell’attesa insufflazioni tubariche.Seguo cura e sto bene.Circa 9 mesi fa ,sempre all’alba, nevralgia dentro al cranio(altezza naso), retrorbitale ed alla sommità del capo. Faccio TAC massiccio facciale e RNM all’e... continua >>
ncefalo e mi sottopongo a visita specialistica a Bologna.Vengo sottoposta a Rinomanometria, citologia nasale e Prick test.Risulto allergica agli acari della polvere ed alle graminacee e si esclude la sinusite .Terapia aircort nasale e mi si consiglia l’intervento con radiofrequenze. La cura l’ho iniziata da circa due mesi ma l’unico disturbo (la nevralgia all’alba) non è scomparsa.Non avendo avuto mai nessuno dei sintomi tipici della rinite allergica ,vorrei un Suo consiglio su da farsi ,visto anche la presenza di malattia immunitaria.Possibilmente vorrei contattarla per una visita. grazie
Se è stata esclusa una sinusite la sua nevralgia non è in relazione a problemi di allergia. Per il momento, visto che non ha sintomi di rinite, le consiglierei solo, a scopo preventivo, i coprimaterassi e i copricuscini antiacaro. Cordiali saluti
Dott. Giancarlo Minore


Allergia almentare
3 Feb 09 - Simone, 38 anni (id: 91072)
  Dott. Minore, soffro da tempo di afte, gastrite, proctite, diarrea e ho le Ige piuttosto elevate (mentre tutti gli indici di flogosi sono negativi e la mucosa gastrica ha infiltrati plasmacellulare. no infiammazioni croniche tipo chron e rettocolite. negtivi i test per celiachia). Le Ige sono risultate 193 < 100 ad un primo prelievo e 550 <100 qualche mese dopo. Mi hanno diagnosticato delle allergie alimentari multiple a legumi, semi, sedano, mais, piselli, arachidi, pomodoro, cipolla,soia ecc. ecc. Di fatto però mangiando questi alimenti non mi sembra che i fastidi si aggravino mentre non mangiandoli affatto e adottando una dieta a base di pollo patate e riso i problemi persistono comu... continua >>
nque. La cosa strana è che i fastidi diminuiscono di molto con gli inibitori di pompa protonica e per questo il medico di famiglia pensa che i miei disturbi gastriointestinali dipendano, non tanto da vera allergia, bensi da Ige, che per qualche motivo risultano essere elevate, e ipotizza che gli inibitori di pompa protonica diminuiscono leffetto delle Ige che a sua volta è causa sia della iperacitidà e sia dellipermotilità intestinale. Pensa che questa sia un ipotesi plausibile?. da cosa potrebbero dipendere le Ige così alte?
Le positività cutanee o ematiche agli alimenti devono essere confermate dal miglioramento dei sintomi alla sospensione dell’alimento. Nel suo caso la dieta non ha portato alcun beneficio per cui è più probabile che si tratti di problemi di gastrite che di allergia alimentare e ciò sarebbe confermato dalla buona risposta agli inibitori di pompa che consiglio di continuare. I suoi valori di IgE non sono poi elevatissimi. Le consiglio una ricerca di parassiti nelle feci ripetuta anche più volte. Cordiali saluti Cordiali saluti
Dott. Giancarlo Minore

Allergia alimentare
3 Feb 09 - roberto, 32 anni (id: 91061)
  egregio dottore, fin dall’eta’ di 18 anni sono risultato allergico a molti frutti e a arachidi, piselli, sedano, mela , sono finito anche parecchie volte al pronto soccorso con crisi respiratorie ed edema della glottide, chiedevo se esisteva qualche esame piu’ specifico da poter effettuare per sapere l’effettiva gravita’ della situazione ed un eventuale terapia per poter mangiare questi alimenti senza problemi. la ringrazio.
I test per l’allergia alimentare sono i prick test (sulla cute) e il RAST(sul sangue) ma la positività dei test ha valore solo se c’è concordanza con la clinica per cui le consiglio una visita allergologica. Nella nostra regione in tutte le province ci sono ottimi ambulatori di allergologia che sapranno sicuramente affrontare il suo problema nel migliore dei modi e darle indicazioni sia sulla dieta da seguire che sul modo di affrontare le reazioni allergiche. Se necessario Le prescriveranno l’adrenalina prontamente iniettabile che in questi casi viene adoperata come salvavita. Cordiali saluti. cordiali saluti
Dott. Giancarlo Minore

Pomfi sulla pelle
3 Feb 09 - alessia, 28 anni (id: 91024)
  Salve Dott.r Minore, mi permetto di disturbarla per avere maggiori chiarimenti circa la mia salute, da circa sette mesi ho dei ponfi sulla pelle con intenso prurit. ho la pelle che si arrossa immediatamente, sono stata ricoverata per sospetta parassitosi (lavoro anche spesso in egitto e tunisia)senza risultato, ora vorrei fare delle prove allergiche ma non saprei quali...potrebbe consigliarmi? grazie dellattenzione. alessia
Le consiglio una visita dermatologica per definire la natura dei sui sintomi ed eventualmente una visita allergologica. L’orticaria può avere le cause più disparate per cui gli esami da fare sono molteplici e vanno decisi sulla base di una accurata visita. Cordiali saluti.
Dott. Giancarlo Minore

Allergia a farina
2 Feb 09 - paolo, 35 anni (id: 90995)
  unallergia alla farina evidenziata da recenti accurati esami (lesame evidenziava allergia anche ad altri alimenti e ad acari)può avermi scatenato lasma...ne soffrivo da bambino. Che esame posso fare se ho il sospetto che un particolare elemento mi causi allergia?grazie
La farina può essere responsabile di asma in chi è esposto professionalmente alla sua inalazione(fornai,pizzaioli, etc). Essendo Lei un allergico con asma dall’infanzia l’esposizione a farina può avere determinato una sensibilizzazione e scatenato l’asma. Per quanto riguarda l’allergia alimenare si rivolga ad uno specialista allergologo che deciderà quali esami richiedere poichè la valutazione clinica è indispensabile prima di un approccio diagnostico all’allergia alimentare. Cordiali saluti
Dott. Giancarlo Minore

Astenia
1 Feb 09 - Stefania, 35 anni (id: 90955)
  Sono pallida ed ho le occhiaie, dagli esami del sangue e delle urina risulta che sono sanissima, addirittura i trigliceridi sono di poco sotto la soglia minima, spesso mi sento stanca. Cosa devo fare? Grazie
Ne parli al suo medico curante. Cordiali saluti
Dott. Giancarlo Minore

Sensazione di gonfiore in gola
1 Feb 09 - ursi, 23 anni (id: 90939)
  la ringrazio davvero per l attenzione! effettivamente stavo pensando anch io ad una visita ORL..l allergologo mi ha dato oltre ad aerius, da prenderte x 3 mesi,15 gg di dirahist...un cortisonico...ma non è eccessivo??!!anche perchè il senso di gola chiusa non passa...grazie ancora per la gentilezza
La necessità del secondo farmaco può essere valutata solo da chi ha effettuato la visita; in ogni caso non mi sembra eccessivo. Cordiali saluti
Dott. Giancarlo Minore

congiuntivite
1 Feb 09 - maria, 58 anni (id: 90934)
  Buongiorno dottore, da alcuni mesi soffro di congiuntivite allergica diagnosticata dallOculista che mi prescrive colliri come Lasticom, Betabioptal o, alloccorrenza Bentelan cpr.Ma da tre, quattro mesi, con frequenza periodica di due volte al mese, mi si gonfia anche tutto il contorno occhi (soprattutto le palpebre) con prurito alla fronte, cuoio capelluto, palato e formicolìo allinterno della bocca).Ho effettuato i test cutanei con il seguente risultato:GRAMINACEE Miscela 1 avena, frumento,orzo,segala +. ERBE Artemisia ++++. ISTAMINA POS.Lallergologo mi ha prescritto lassunzione di RUPAFIN per un mese.Poichè lavoro a contatto di pratiche in cui è annidata polvere più che ventennale, ho cam... continua >>
biato attività lavorativa per allontanarmi dalla causa (polvere) che mi scatenava gli effetti descritti (compreso lacrimazione, tosse..). Le chiedo, pertanto, un parere sia su eventuali ulteriori accertamenti da effettuare che sulla cura da praticare perchè a tuttoggi non ho ottenuto nessun risultato.Svolgo un lavoro per il quale sono continuamente a contatto con le persone per cui è imbarazzante presentarsi sempre con occhialoni scuri soprattutto nelle giornate di pioggia!!! Desidererei inoltre che mi indicasse quali alimenti dovrei evitare di ingerire. La ringrazio e La saluto cordialmente
Da quanto mi dice non mi sembra si sia trovata un’allergia responsabile dei suoi sintomi poichè le positività riscontrate sono per pollini primaverili estivi e questi non possono essere responsabili di sintomi perenni. Se ha riscotrato un rapporto causa effetto fra la polvere e i sintomi fa bene ad evitare il soggiorno in ambienti polverosi poichè la polvere anche se non c’è una allergia agli acari può essere irritante e quindi responsabile dei sintomi. Quanto agli alimenti una dieta avrebbe senso solo se si dimostrasse che è una allergia alimentare o a Nikel per cui Le consiglio di fare Prick test e RAST per alimenti e Patch test(per escudere un’allergia a Nikel). Cordiali saluti.
Dott. Giancarlo Minore

Dispnea dopo la piscina
31 Gen 09 - patrizio, 41 anni (id: 90895)
  Frequento un corso di nuoto da 4 mesi, da 1 mese circa ho cominciato ad avere fastidi alla parte bassa della gola, attacchi di tosse secca e respiro affannoso, tutto questo dopo unora circa dalluscita della piscina. Questa situazione si protrae per 6/8 ore per poi passare competamente. Vorrei sapere se questo problema può essere dovuto al cloro presente nellacqua e se ci sono dei rimedi.Grazie
Il cloro può dare fenomeni irritativi anche gravi delle vie respiratorie se inalato in quantità e in forma gassosa, situazione che non si realizza nelle piscine. Comunque in questo caso Lei non sarebbe l’unico utente della piscina a lamentare il disturbo. Per capirne di più sarebbe necessario visitarla mentre ha i sintomi per cui Le consiglio di rivolgersi al medico curante o al Pronto Soccorso in corso di sintomatologia. Cordiali saluti
Dott. Giancarlo Minore

gola gonfia
30 Gen 09 - ursi, 23 anni (id: 90876)
  gentile dottore le scrivo poichè è da circa un mese ke ho un problema!!!la sera dopo una giornata di lavoro mi sento la gola chiusa come gonfia e la lingua ke formicola ho pensato ad un allergia alla polvere ho fatto dei test cutanei e il risultato è paretaria++ acari++ma è possibile che quest allergia non si presenti con tosse e sintomi simili come succede a tutti??!!non ho nessun attacco d asma!!mi è stato prescritto aerius x 15 giorni va bene come terapia o pensa che non possa essere allergia?la ringrazio x l attenzione!!
Per ora non sembrano sintomi classici di una allergia. La terapia con l’antistaminico va bene in ogni caso. Se i sintomi non regredissero faccia una visita ORL che può chiarire se si tratta o meno di una mucosa allergica ed eventualmente l’ORL avvalorass l’ipotesi dell’allergia si rivolga a chi a fatto i test allerglogici che valuterà se fare o meno un vaccino. Cordiali saluti
Dott. Giancarlo Minore

Dolori addominali
30 Gen 09 - Patrizio, 15 anni (id: 90863)
  Sono la mamma di un ragazzino di 15 anni che presenta dolori continui 24 ore su 24 alla pancia,è stato sottoposto a gastroscopia con biospia e a tubo digerenteè risultato negativo a celiachia e non sono state riscontrate altre anomalie.I rast al latte e derivati,pomodoro,uovo è risultato negativo ora mi hanno detto di fare il breath test al lattosio, la mia perplessità e paura nasce dal fatto che a tuttoggi non abbiamo trovato nessun farmaco che gli fa passare il dolore.Quale altra causa può determinare questo stato?Che fare? La ringrazio anticipatamente.
Ti consiglio di completare le indagini con il breath test al lattosio e con esami ematici per l’intolleranza al glutine e di rivogerti poi ad un gastroenterologo. Cordiali saluti.
Dott. Giancarlo Minore

asma allergico
29 Gen 09 - teodora, 32 anni (id: 90810)
  Salve io lanno scorso ho scoperto di avere unna legera asma alergica,mi hanno fato i test per le allergie.E sono allergica ai accari,polvere,gatti,cricetti,fieno,graminacei(questi non ho capito cosa sono?)In piu quando fa umido(in casa o fuori)mi viene sempre atacco di asma.Vuol dire che sono allergica anche al umido?I graminacei cosa sono?comunque sto prendendo i farmaci che mi ha prescritto il medico.Per caso mi passera o andro avanti per tutta la vita con questa asma?La ringrazio infinitamente.
Gli asmatici hanno i bronchi facilmente irritabili per cui risentono dell’umidità; ne parli con chi la cura poichè vuol dire che bisogna aggiustare la terapia. Le graminaceee sono le erbe che nella stagione primaverile-estiva crescono nei prati. L’allergia ai pollini di queste piante causa quindi una sintomatologia in queste stagioni. Stia comunque tranquilla: l’asma è una malattia per la quale esistono terapie efficaci che consentono di fare una vita normale ed è possibile la guarigione. Cordiali saluti
Dott. Giancarlo Minore

reazioni a mezzi di contrasto
28 Gen 09 - francesca, 37 anni (id: 90795)
  grazie x la tempestiva risposta.ma come si spiega che gli altri contrasti incluso quello della scintigrafia, nonhanno recato nessun fastidio?forse troppi esami vicini o mia madre + nervosa? grazie ancora
Per le scintigrafie non si adoperano mezzi di contrasto ma radioisotopi. La sensibilizzazione ai mezzi di contrasto può avvenire in qualsiasi momento anche dopo aver tollerato numerosi esami e non è prevedibile. Cordiali saluti.
Dott. Giancarlo Minore

intolleranza agli antinfiammatori
28 Gen 09 - ANGELICA, 37 anni (id: 90748)
  buongiorno, io soffro di dolori cervicali e prendo da diversi anni infiammatori di vario genere,inizialmente prendevo l’aulin ma mi causava dolori addominali che poi ho scoperto avere una esofagite e abbassamenti di pressione notevoli con debolezza muscolare e l’ho eliminato, poi anche la tachipirina stessa cosa e cosi’ via, le chiedo se puo’ trattarsi di una intolleranza agli antinfiammatori perche’ altri farmaci come gli antibiotici non mi causano cosi’ tanti fastidi. grazie
gentilissima signora,quanto riferisce è molto suggestivo riguardo a reazioni indesiderate verso gli antinfiammatori che si manifestano nel tempo dopo un uso prolungato. Le consiglio di rivolgersi presso un centro allergologico della sua zona per inquadrare al meglio il problema e per poter essere aiutata a risolverlo anche in considerazione della patologia osteo- articolare di cui mi ha accennato. Cordiali saluti
Dr. Sergio Bergonzi

Leishmaniosi
28 Gen 09 - serena, 25 anni (id: 90738)
  Salve dottore, mi è stato riscontrato un caso di leishmaniosi cutanea un anno e mezzo fa, perchè dopo un viaggio in etiopia mi è venuta una strana lesione di forma tonda e piccola come un bottone su un braccio. Mi è stata curata con diflucan per 3 settimane e la lesione era passata, finchè stamattina non ne ho trovata unaltra molto simile, temo sia tornata la malattia..è possibile?saprebbe consigliarmi un buon centro di malattie tropicali qui a roma?la ringrazio infinitamente
Mi spaice ma non è un argomento di mia competenza. Cordiali saluti
Dott. Giancarlo Minore


Da 959 a 974 di 1156