Sei in: Medico on-line > Allergologia

Aderiamo allo standard HONcode per l'affidabilità dell'informazione medica Aderiamo allo standard HONcode per l'affidabilità dell'informazione medica.
Verifica qui.


Allergologia
Referenti

ultimo aggiornamento 24/09/2010
 
Aree tematiche

    Il Dott. Giancarlo Minore risponde alle domande inerenti :
  • Allergie respiratorie
  • Allergie ed intolleranze alimentari
  • Allergie cutanee
  • Allergie a farmaci
  • Allergie ad insetti
  • Allergie occupazionali

Nella compilazione della tua domanda ti chiediamo gentilmente di attenerti il più possibile alle aree tematiche qui sopra riportate
ultimo aggiornamento 15/01/2009
Invia la tua domanda

Domande / Risposte
ASma bronchiale
6 Feb 09 - gianluca, 41 anni (id: 91210)
  egregio Prof.,salve. Al prick-test son risultato allergico a: +++acari/polvere,+++gatto,+cane. eliminando gatti e cani(basta evitarli), rimane la polvere che immagino sia unallergia perenne,in quanto e ovunque e ovvio vitanaturaldurante come si dice. La mia questione: ho una dispnea,fame daria,fiato corto da 9 mesi ormai (tutti dicono per lansia!), va bene, posso anche crederci, ma avendo fatto anche la spirometria ed il test alla metacolina,entrambi eccellenti,cioe in pratica non ho lasma! e meno male dico io, ne tantomeno altre patologie polmonari) ma puo coesistere il mio sintomo dispnoico con la sola allergia? cioe in parole povere si puo essere allergici pur non essendo asmatici bronchi... continua >>
ali...io pensavo che lasma fosse una conseguenza diretta e inevitabile dellallergia. Ma io pero non son risultato asmatico.(?) casomai posso prendere lantistaminico xyzal "soltanto" per la mia allergia alle polveri ...hai visto mai che mi si attenuasse questa fame daria? ringraziandola anticipatamente..saluto cordialmente.
Se la spirometria è normale anche dopo metacolina l’asma si può escludere e bisogna cercare altre cause del disturbo magari dopo aver provato se sta meglio con qualche ansiolitico. Ne parli al suo medico curante. Cordiali saluti
Dott. Giancarlo Minore


effetti collaterali dell’allopurinolo
6 Feb 09 - giovanni, 56 anni (id: 91191)
  gentile dottore da tre mesi ho un gonfiore asimmetrico e asintomatico in regione malare del viso uguale dx e sx.Casualmente,o no,il tutto è iniziato dieci giorni dopo lassunz. di Allopurinolo. Lho sosp.x un mese, il gonfiore è rimasto, lho ripreso e dopo 10 gg il gonfiore è aumentato.Il mio medico ha sottovalutato il problema, il dentista mi ha trovato a posto, il farmacista dice che è ritenz.idrica e poi passera da solo, gli esami del sangue sono ottimi a parte acido urico 7,7 lanno scorso ho perso 12 kg x dieta bilanciata su consiglio medico (gia persi quando è apparso il sintomo), allergie non ne ho mai avute, non ho assunto cibi strani.Non so dove rivolgermi e un tantino di disperazione.... continua >>
...
gentile signore, in relazione a quanto mi riferisce sarebbe opportuno che Lei si rivolgesse presso un centro di chirurgia maxillo-facciale o di otorinolaringoiatria o di odontoiatria per una valutazione approfondita del suo caso. Tenga presente che fra gli effetti collaterali dell’assunzione dell’allopurinolo sono citate talora anche disfunzioni a livello delle ghiandole salivari e dei loro condotti. cordiali saluti
Dr. Sergio Bergonzi

Eruzione cutanea
6 Feb 09 - antonella, 26 anni (id: 91183)
  abbiamo un problema sia io che mio marito nel senso che venerdi scorso abbiamo mangiato dei carciofini sottolio e il giorno dopo abbiamo visto la presenza in entrambi di brufoletti che danno prurito soprattutto sulle braccia e gambe e qualcosa in viso, cosa possiamo prendere che non sia a base cortisonica in quanto sto uscendo da un lungo periodo di cure cortisoniche dovuta alla mia rettocolite in più prendo limmunosoppressore azatioprina e antinfiammatorio pentacol, perciò ho paura a prendere qualsiasi altro farmaco grazie antonella
Mi spiace ma non è possibile prescrivere una terapia senza aver fatto una visita. Le consiglio di rivolgersi al medico curante. Cordiali saluti
Dott. Giancarlo Minore

Dermatite atopica
6 Feb 09 - Sarah, 23 anni (id: 91177)
  Salve.. soffro di dermatite atopica e allergia respiratoria da sempre e non esiste alcuna cura per me (così mi dicono da sempre tutti i dottori) tranne che qualsiasi cosa al cortisone.. peccato che quando lo prendo in via orale inizialmemte sto meglio ma dopo pochi giorni con questa cura mi escono delle orribili verruche solo nei posti dove ho la dermatite.. il mio allergologo voleva bruciarmele ma per paura non lho lasciato fare e ho smesso anche la cura. Dopo pochi giorni le verruche non ci sono +.. ma torna a peggiorare come sempre la dermatite. Cè un limite di cortisone che si può prendere? io uso anche le pomate al cortisone (lunico modo per alleviare la dermatite e non sanguinare) che ... continua >>
non mi fa uscire le verruche.. devo smettere di usare anche queste? aiuto..
Il cortisone è senza dubbio il farmaco più indicato nella dermatite atopica sia per uso topico che sistemico e credo che Lei possa continuare ad adoperarlo soprattutto in pomate o unguenti per i periodi necessari che saranno valutati da chi la ha in cura. Molto importanre è tenere idradata la pelle ed evitare il contatto con sostanze e tessuti irritanti. Se le prove allegiche hanno evidenziato positività per alcuni alimenti una dieta di eliminazione potà o meno confermare l’effettiva responsabilità dell’alimento. Se si sono riscontrate allergie anche ad inalanti va valutata l’opportunità di un vaccino che, in alcuni casi, ha migliorato nel tempo anche la situazione cutanea. Esistono anche altre terapie sia locali(Tacrolimus, Pimecrolimus) che sistemiche (ciclosporina) ma il loro impiego va valutato caso per caso in quanto non prive di effetti collaterali anche importanti. Cordiali saluti.
Dott. Giancarlo Minore

Allergia a Nikel
5 Feb 09 - NADIA, 45 anni (id: 91137)
  BUONGIORNO, DOPO VARIE VICISSITUDINI A NOVEMBRE 2008 MI è STATA DIAGNOSTICATA UN ALLERGIA ALIMENTARE AL NICHEL (+++),HO ELIMINATO DALLA MIA DIETA SOPRATTUTTO CIOCCALATO E POMODORI E QUANTALTRO COME DA PRESCRIZIONE MEDICA E STO SEGUENDO UNA DIETA OMEOPATICA, IL MIO PROBLEMA è CHE MI E CAPITATO DOPO TUTTO QUESTO DI AVERE UNA CRISI RESPIRATORIA CON SUDURAZIONI FREDDE . LA MIA DOMANDA é : SI POSSONO FARE DEGLI ESAMI OLTRE I CLASSICI CHE FANNO NEGLI OSPEDALI, PIUDETTAGLIATI E, LALLERGIA ALIMENTARE AL NICHEL PUO DARMI QUESTI PROBLEMI O è QUALCOSA DALTRO A CAUSARE TUTTO CIO? GRAZIE
L’unico esame che consente di accertare l’allergia al Nikel è il Patch tests (cerotti). Se il patch test viene positivo la conferma di una allergia alimentare(non tutti quelli che hanno un’allergia a Nikel hanno problemi alimentari) si ha con la regressione dei sintomi, che sono cutanei o gastrointestinali, dopo dieta povera di Nikel. Ulteriore conferma si può avere con lo scatenamento dei sintomi dopo somministrazione di Nikel. Lei mi dice solo dei sintomi respiratori che nulla hanno a che vedere con l’allergia alimentare a Nikel. Pomodoro e cioccolato non sono gli unici alimenti da evitare. Le invio in allegato l’elenco delle sostanze che contengono Nikel. Cordiali saluti
Alimenti_contenenti_Nichel.jpg
Dott. Giancarlo Minore

reazione cutanea
5 Feb 09 - elisa, 41 anni (id: 91131)
  buongiorno,sono da 4 gg con una reazione cutanea nella zona del collo, la nuca e il petto mi si è scatenata allimprovviso con un gran prurito pnso ia una forma di orticaria ma non riesco a capire perchè nelle altre zone del corpo non ho assolutamente niente mi devo preoccupare? cosa devo fare al riguardo?
Si rivolga al più presto al suo medico curante. Cordiali saluti.
Dott. Giancarlo Minore

Allergia al cupo!!!
4 Feb 09 - lorenzo, 7 anni (id: 91120)
  è stata diagnosticata la cosidetta allergia al cupo di che cosa si tratta e se si può guarire?. Grazie tante del servizio che svolgete.7
Mi dispiace ma non so cosa sia il cupo. Sei sicuro che sia al cupo? Ciao.
Dott. Giancarlo Minore

Rinite e nevralgia
4 Feb 09 - Silvana, 63 anni (id: 91100)
  Gentile Dott. Minore, sono affetta da Tiroidite di Hashimoto e sono intollerante al latte (fatto test).Ho sofferto negli ultimi 10 anni, ma in modo lieve,di fulness orecchio sinistro e di tanto in tanto al mattino una narice chiusa ma respirazione nasale.Mai rinorrea o starnuti .Nel 2003 in seguito a visita special. ed indagini strumentali mi viene diagnostica rinopatia vasomotoria aspecifica stenosi tubarica ,più a sinistra.Si consiglia terapia chirurgica per i turbinati e nell’attesa insufflazioni tubariche.Seguo cura e sto bene.Circa 9 mesi fa ,sempre all’alba, nevralgia dentro al cranio(altezza naso), retrorbitale ed alla sommità del capo. Faccio TAC massiccio facciale e RNM all’e... continua >>
ncefalo e mi sottopongo a visita specialistica a Bologna.Vengo sottoposta a Rinomanometria, citologia nasale e Prick test.Risulto allergica agli acari della polvere ed alle graminacee e si esclude la sinusite .Terapia aircort nasale e mi si consiglia l’intervento con radiofrequenze. La cura l’ho iniziata da circa due mesi ma l’unico disturbo (la nevralgia all’alba) non è scomparsa.Non avendo avuto mai nessuno dei sintomi tipici della rinite allergica ,vorrei un Suo consiglio su da farsi ,visto anche la presenza di malattia immunitaria.Possibilmente vorrei contattarla per una visita. grazie
Se è stata esclusa una sinusite la sua nevralgia non è in relazione a problemi di allergia. Per il momento, visto che non ha sintomi di rinite, le consiglierei solo, a scopo preventivo, i coprimaterassi e i copricuscini antiacaro. Cordiali saluti
Dott. Giancarlo Minore

Allergia almentare
3 Feb 09 - Simone, 38 anni (id: 91072)
  Dott. Minore, soffro da tempo di afte, gastrite, proctite, diarrea e ho le Ige piuttosto elevate (mentre tutti gli indici di flogosi sono negativi e la mucosa gastrica ha infiltrati plasmacellulare. no infiammazioni croniche tipo chron e rettocolite. negtivi i test per celiachia). Le Ige sono risultate 193 < 100 ad un primo prelievo e 550 <100 qualche mese dopo. Mi hanno diagnosticato delle allergie alimentari multiple a legumi, semi, sedano, mais, piselli, arachidi, pomodoro, cipolla,soia ecc. ecc. Di fatto però mangiando questi alimenti non mi sembra che i fastidi si aggravino mentre non mangiandoli affatto e adottando una dieta a base di pollo patate e riso i problemi persistono comu... continua >>
nque. La cosa strana è che i fastidi diminuiscono di molto con gli inibitori di pompa protonica e per questo il medico di famiglia pensa che i miei disturbi gastriointestinali dipendano, non tanto da vera allergia, bensi da Ige, che per qualche motivo risultano essere elevate, e ipotizza che gli inibitori di pompa protonica diminuiscono leffetto delle Ige che a sua volta è causa sia della iperacitidà e sia dellipermotilità intestinale. Pensa che questa sia un ipotesi plausibile?. da cosa potrebbero dipendere le Ige così alte?
Le positività cutanee o ematiche agli alimenti devono essere confermate dal miglioramento dei sintomi alla sospensione dell’alimento. Nel suo caso la dieta non ha portato alcun beneficio per cui è più probabile che si tratti di problemi di gastrite che di allergia alimentare e ciò sarebbe confermato dalla buona risposta agli inibitori di pompa che consiglio di continuare. I suoi valori di IgE non sono poi elevatissimi. Le consiglio una ricerca di parassiti nelle feci ripetuta anche più volte. Cordiali saluti Cordiali saluti
Dott. Giancarlo Minore

Allergia alimentare
3 Feb 09 - roberto, 32 anni (id: 91061)
  egregio dottore, fin dall’eta’ di 18 anni sono risultato allergico a molti frutti e a arachidi, piselli, sedano, mela , sono finito anche parecchie volte al pronto soccorso con crisi respiratorie ed edema della glottide, chiedevo se esisteva qualche esame piu’ specifico da poter effettuare per sapere l’effettiva gravita’ della situazione ed un eventuale terapia per poter mangiare questi alimenti senza problemi. la ringrazio.
I test per l’allergia alimentare sono i prick test (sulla cute) e il RAST(sul sangue) ma la positività dei test ha valore solo se c’è concordanza con la clinica per cui le consiglio una visita allergologica. Nella nostra regione in tutte le province ci sono ottimi ambulatori di allergologia che sapranno sicuramente affrontare il suo problema nel migliore dei modi e darle indicazioni sia sulla dieta da seguire che sul modo di affrontare le reazioni allergiche. Se necessario Le prescriveranno l’adrenalina prontamente iniettabile che in questi casi viene adoperata come salvavita. Cordiali saluti. cordiali saluti
Dott. Giancarlo Minore

Pomfi sulla pelle
3 Feb 09 - alessia, 28 anni (id: 91024)
  Salve Dott.r Minore, mi permetto di disturbarla per avere maggiori chiarimenti circa la mia salute, da circa sette mesi ho dei ponfi sulla pelle con intenso prurit. ho la pelle che si arrossa immediatamente, sono stata ricoverata per sospetta parassitosi (lavoro anche spesso in egitto e tunisia)senza risultato, ora vorrei fare delle prove allergiche ma non saprei quali...potrebbe consigliarmi? grazie dellattenzione. alessia
Le consiglio una visita dermatologica per definire la natura dei sui sintomi ed eventualmente una visita allergologica. L’orticaria può avere le cause più disparate per cui gli esami da fare sono molteplici e vanno decisi sulla base di una accurata visita. Cordiali saluti.
Dott. Giancarlo Minore

Allergia a farina
2 Feb 09 - paolo, 35 anni (id: 90995)
  unallergia alla farina evidenziata da recenti accurati esami (lesame evidenziava allergia anche ad altri alimenti e ad acari)può avermi scatenato lasma...ne soffrivo da bambino. Che esame posso fare se ho il sospetto che un particolare elemento mi causi allergia?grazie
La farina può essere responsabile di asma in chi è esposto professionalmente alla sua inalazione(fornai,pizzaioli, etc). Essendo Lei un allergico con asma dall’infanzia l’esposizione a farina può avere determinato una sensibilizzazione e scatenato l’asma. Per quanto riguarda l’allergia alimenare si rivolga ad uno specialista allergologo che deciderà quali esami richiedere poichè la valutazione clinica è indispensabile prima di un approccio diagnostico all’allergia alimentare. Cordiali saluti
Dott. Giancarlo Minore

Astenia
1 Feb 09 - Stefania, 35 anni (id: 90955)
  Sono pallida ed ho le occhiaie, dagli esami del sangue e delle urina risulta che sono sanissima, addirittura i trigliceridi sono di poco sotto la soglia minima, spesso mi sento stanca. Cosa devo fare? Grazie
Ne parli al suo medico curante. Cordiali saluti
Dott. Giancarlo Minore

Sensazione di gonfiore in gola
1 Feb 09 - ursi, 23 anni (id: 90939)
  la ringrazio davvero per l attenzione! effettivamente stavo pensando anch io ad una visita ORL..l allergologo mi ha dato oltre ad aerius, da prenderte x 3 mesi,15 gg di dirahist...un cortisonico...ma non è eccessivo??!!anche perchè il senso di gola chiusa non passa...grazie ancora per la gentilezza
La necessità del secondo farmaco può essere valutata solo da chi ha effettuato la visita; in ogni caso non mi sembra eccessivo. Cordiali saluti
Dott. Giancarlo Minore

congiuntivite
1 Feb 09 - maria, 58 anni (id: 90934)
  Buongiorno dottore, da alcuni mesi soffro di congiuntivite allergica diagnosticata dallOculista che mi prescrive colliri come Lasticom, Betabioptal o, alloccorrenza Bentelan cpr.Ma da tre, quattro mesi, con frequenza periodica di due volte al mese, mi si gonfia anche tutto il contorno occhi (soprattutto le palpebre) con prurito alla fronte, cuoio capelluto, palato e formicolìo allinterno della bocca).Ho effettuato i test cutanei con il seguente risultato:GRAMINACEE Miscela 1 avena, frumento,orzo,segala +. ERBE Artemisia ++++. ISTAMINA POS.Lallergologo mi ha prescritto lassunzione di RUPAFIN per un mese.Poichè lavoro a contatto di pratiche in cui è annidata polvere più che ventennale, ho cam... continua >>
biato attività lavorativa per allontanarmi dalla causa (polvere) che mi scatenava gli effetti descritti (compreso lacrimazione, tosse..). Le chiedo, pertanto, un parere sia su eventuali ulteriori accertamenti da effettuare che sulla cura da praticare perchè a tuttoggi non ho ottenuto nessun risultato.Svolgo un lavoro per il quale sono continuamente a contatto con le persone per cui è imbarazzante presentarsi sempre con occhialoni scuri soprattutto nelle giornate di pioggia!!! Desidererei inoltre che mi indicasse quali alimenti dovrei evitare di ingerire. La ringrazio e La saluto cordialmente
Da quanto mi dice non mi sembra si sia trovata un’allergia responsabile dei suoi sintomi poichè le positività riscontrate sono per pollini primaverili estivi e questi non possono essere responsabili di sintomi perenni. Se ha riscotrato un rapporto causa effetto fra la polvere e i sintomi fa bene ad evitare il soggiorno in ambienti polverosi poichè la polvere anche se non c’è una allergia agli acari può essere irritante e quindi responsabile dei sintomi. Quanto agli alimenti una dieta avrebbe senso solo se si dimostrasse che è una allergia alimentare o a Nikel per cui Le consiglio di fare Prick test e RAST per alimenti e Patch test(per escudere un’allergia a Nikel). Cordiali saluti.
Dott. Giancarlo Minore


Da 959 a 974 di 1163