Sei in: Medico on-line > Allergologia

Aderiamo allo standard HONcode per l'affidabilità dell'informazione medica Aderiamo allo standard HONcode per l'affidabilità dell'informazione medica.
Verifica qui.


Allergologia
Referenti

ultimo aggiornamento 24/09/2010
 
Aree tematiche

    Il Dott. Giancarlo Minore risponde alle domande inerenti :
  • Allergie respiratorie
  • Allergie ed intolleranze alimentari
  • Allergie cutanee
  • Allergie a farmaci
  • Allergie ad insetti
  • Allergie occupazionali

Nella compilazione della tua domanda ti chiediamo gentilmente di attenerti il più possibile alle aree tematiche qui sopra riportate
ultimo aggiornamento 15/01/2009
Invia la tua domanda

Domande / Risposte
Dispnea dopo la piscina
31 Gen 09 - patrizio, 41 anni (id: 90895)
  Frequento un corso di nuoto da 4 mesi, da 1 mese circa ho cominciato ad avere fastidi alla parte bassa della gola, attacchi di tosse secca e respiro affannoso, tutto questo dopo unora circa dalluscita della piscina. Questa situazione si protrae per 6/8 ore per poi passare competamente. Vorrei sapere se questo problema può essere dovuto al cloro presente nellacqua e se ci sono dei rimedi.Grazie
Il cloro può dare fenomeni irritativi anche gravi delle vie respiratorie se inalato in quantità e in forma gassosa, situazione che non si realizza nelle piscine. Comunque in questo caso Lei non sarebbe l’unico utente della piscina a lamentare il disturbo. Per capirne di più sarebbe necessario visitarla mentre ha i sintomi per cui Le consiglio di rivolgersi al medico curante o al Pronto Soccorso in corso di sintomatologia. Cordiali saluti
Dott. Giancarlo Minore


gola gonfia
30 Gen 09 - ursi, 23 anni (id: 90876)
  gentile dottore le scrivo poichè è da circa un mese ke ho un problema!!!la sera dopo una giornata di lavoro mi sento la gola chiusa come gonfia e la lingua ke formicola ho pensato ad un allergia alla polvere ho fatto dei test cutanei e il risultato è paretaria++ acari++ma è possibile che quest allergia non si presenti con tosse e sintomi simili come succede a tutti??!!non ho nessun attacco d asma!!mi è stato prescritto aerius x 15 giorni va bene come terapia o pensa che non possa essere allergia?la ringrazio x l attenzione!!
Per ora non sembrano sintomi classici di una allergia. La terapia con l’antistaminico va bene in ogni caso. Se i sintomi non regredissero faccia una visita ORL che può chiarire se si tratta o meno di una mucosa allergica ed eventualmente l’ORL avvalorass l’ipotesi dell’allergia si rivolga a chi a fatto i test allerglogici che valuterà se fare o meno un vaccino. Cordiali saluti
Dott. Giancarlo Minore

Dolori addominali
30 Gen 09 - Patrizio, 15 anni (id: 90863)
  Sono la mamma di un ragazzino di 15 anni che presenta dolori continui 24 ore su 24 alla pancia,è stato sottoposto a gastroscopia con biospia e a tubo digerenteè risultato negativo a celiachia e non sono state riscontrate altre anomalie.I rast al latte e derivati,pomodoro,uovo è risultato negativo ora mi hanno detto di fare il breath test al lattosio, la mia perplessità e paura nasce dal fatto che a tuttoggi non abbiamo trovato nessun farmaco che gli fa passare il dolore.Quale altra causa può determinare questo stato?Che fare? La ringrazio anticipatamente.
Ti consiglio di completare le indagini con il breath test al lattosio e con esami ematici per l’intolleranza al glutine e di rivogerti poi ad un gastroenterologo. Cordiali saluti.
Dott. Giancarlo Minore

asma allergico
29 Gen 09 - teodora, 32 anni (id: 90810)
  Salve io lanno scorso ho scoperto di avere unna legera asma alergica,mi hanno fato i test per le allergie.E sono allergica ai accari,polvere,gatti,cricetti,fieno,graminacei(questi non ho capito cosa sono?)In piu quando fa umido(in casa o fuori)mi viene sempre atacco di asma.Vuol dire che sono allergica anche al umido?I graminacei cosa sono?comunque sto prendendo i farmaci che mi ha prescritto il medico.Per caso mi passera o andro avanti per tutta la vita con questa asma?La ringrazio infinitamente.
Gli asmatici hanno i bronchi facilmente irritabili per cui risentono dell’umidità; ne parli con chi la cura poichè vuol dire che bisogna aggiustare la terapia. Le graminaceee sono le erbe che nella stagione primaverile-estiva crescono nei prati. L’allergia ai pollini di queste piante causa quindi una sintomatologia in queste stagioni. Stia comunque tranquilla: l’asma è una malattia per la quale esistono terapie efficaci che consentono di fare una vita normale ed è possibile la guarigione. Cordiali saluti
Dott. Giancarlo Minore

reazioni a mezzi di contrasto
28 Gen 09 - francesca, 37 anni (id: 90795)
  grazie x la tempestiva risposta.ma come si spiega che gli altri contrasti incluso quello della scintigrafia, nonhanno recato nessun fastidio?forse troppi esami vicini o mia madre + nervosa? grazie ancora
Per le scintigrafie non si adoperano mezzi di contrasto ma radioisotopi. La sensibilizzazione ai mezzi di contrasto può avvenire in qualsiasi momento anche dopo aver tollerato numerosi esami e non è prevedibile. Cordiali saluti.
Dott. Giancarlo Minore

intolleranza agli antinfiammatori
28 Gen 09 - ANGELICA, 37 anni (id: 90748)
  buongiorno, io soffro di dolori cervicali e prendo da diversi anni infiammatori di vario genere,inizialmente prendevo l’aulin ma mi causava dolori addominali che poi ho scoperto avere una esofagite e abbassamenti di pressione notevoli con debolezza muscolare e l’ho eliminato, poi anche la tachipirina stessa cosa e cosi’ via, le chiedo se puo’ trattarsi di una intolleranza agli antinfiammatori perche’ altri farmaci come gli antibiotici non mi causano cosi’ tanti fastidi. grazie
gentilissima signora,quanto riferisce è molto suggestivo riguardo a reazioni indesiderate verso gli antinfiammatori che si manifestano nel tempo dopo un uso prolungato. Le consiglio di rivolgersi presso un centro allergologico della sua zona per inquadrare al meglio il problema e per poter essere aiutata a risolverlo anche in considerazione della patologia osteo- articolare di cui mi ha accennato. Cordiali saluti
Dr. Sergio Bergonzi

Leishmaniosi
28 Gen 09 - serena, 25 anni (id: 90738)
  Salve dottore, mi è stato riscontrato un caso di leishmaniosi cutanea un anno e mezzo fa, perchè dopo un viaggio in etiopia mi è venuta una strana lesione di forma tonda e piccola come un bottone su un braccio. Mi è stata curata con diflucan per 3 settimane e la lesione era passata, finchè stamattina non ne ho trovata unaltra molto simile, temo sia tornata la malattia..è possibile?saprebbe consigliarmi un buon centro di malattie tropicali qui a roma?la ringrazio infinitamente
Mi spaice ma non è un argomento di mia competenza. Cordiali saluti
Dott. Giancarlo Minore

Reazione da mezzo di contrasto
26 Gen 09 - francesca, 37 anni (id: 90669)
  buona sera,vi scrivo x mia mamma.ha eseguito risonanza +tac-tet con contrasto,che non hanno portato alcun fastidio.ora dopo 2mesi a rieseguito una risonanza con contrasto x addome...dalla sera in cui a eseguito lesame ha cominciato ad avvertire prurito alle gambe,poi orecchie con foruncoli al capo,poi viso braccia inguine e via dicendo.ha avvertito lospedale e dicono che cera stato un altro caso.domani sono 15giorni dallesecuzione e ancora questi pruriti con macchia rossastra ci sono,in giornata compaiono e scompaiono in varie zone del corpo anche accompagnate da bruciore.cosa è successo?sono 3giorni che prende 1compressaa di cortisone da 0,5,da oggi visti gli scarsi risultati,è passata a 1 ... continua >>
intera.mi aiuti dottore la prego.
Lo stretto rapporto temporale fra l’indagine effettuata e l’insorgenza dell’eruzione cutanea avvalora l’ipotesi di una reazione avversa al mezzo di contrasto. La terapia si basa sulla somministrazione di cortisone ed antistaminici. I dosaggi e la durata possono essere decisi solo dal medico curante sulla base della evoluzione delle lesioni cutanee. Dica alla mamma di riferire della reazione tutte le volte che deve fare un esame col mezzo di contrasto in modo che siano presi tutti i provvedimenti per evitare che si ripeta. Cordiali saluti
Dott. Giancarlo Minore

faringite
26 Gen 09 - Francesco, 14 anni (id: 90649)
  Salve dottore, ho 14 anni , è da un pò di tempo che ho un continua tosse. visita otorino risalente a cinque giorni fa: "faringite catarrale" ; prick test positivi a: alternaria t. (++--) ; Olivo (+---); Parietaria Mix (++--); Graminacee (++++); Dermatofagoides P. (++++) e F. (+++-); e Istamina (++--) . Vorrei sapere se la tosse può essere dovuta a queste allergie, cosa fare per ridurre/evitare i sintomi e se lantistaminico prescrittomi (ebastine) contribuirà a ridurre i sintomi e a cosa serve. In ultimo, vorrei sapere se le allergie possono cambiare/scomparire nel tempo. distinti saluti. grazie anticipati
L’allergia può dare la tosse per cui visto che sei positiva agli acari della polvere ti consiglio la bonifica ambientale cioè l’utilizzo di coprimaterassi e copricuscini antiacaro e di aspirapolvere. La tosse potrebbe essere anche l’espressione di un asma latente per cui credo sia il caso di fare una visita pneumologica. L’antistaminico, se non c’è asma, dovrebbe dare beneficio. Le allergie non scompaiono ma se curate adeguatamente migliorano nettamente per cui ti consiglio di rivolgerti allo spacialista che ha fatto le prove allergiche per una eventuale terapia con vaccino. Il vaccino è infatti l’unica terapia che può rinuovere il problema all’origine. Cordiali saluti
Dott. Giancarlo Minore

cortisonici od antistaminici per l’orticaria?
26 Gen 09 - giuliano, 28 anni (id: 90644)
  io cio un orticaria con faccia che si gonfia volevo sapere se meglio prendere trimeton o aerius
L’aerius è un antistaminico di ultima generazione ed ha meno effetticollaterali dell’altro antistaminico. Cordiali saluti
Dott. Giancarlo Minore

Broncodilatatori
26 Gen 09 - Gaetano, 38 anni (id: 90631)
  Gentile Professore, sono allergico alle graminacee da 15 anni, allergia che mi provoca rinite ed asma bronchiale, il tutto curato e tenuto sotto controlo con antistaminici, inibitori dei leucotrieni, cortisone in puf e broncodilatatori al bisogno (salbutamolo); su consiglio del mio allergologo ho rifatto i test cutanei questanno prima di iniziare una immunoterapia vaccinica per diagnosticare in maniera accurata lidentificazione di nuovi allergeni: nessun nuovo allergene e quindi inizio dellimmunoterapia. Il mio problema è il broncodilatatore: sebbene poco utilizzato sono dovuto passare dal salbutamolo all ipratropio bromuro a causa di cardiopalmo. Con la definitiva messa fuori dal commercio... continua >>
del farmaco che utilizza lipratropio bromuro sono dovuto tornare ad un broncodilatatore che contiene sia salbutamolo che lipratropio. Ora il cardiopalmo (anche a minime dosi 1 puf) si ripresenta insieme ad ipertensione arteriosa (165/120) che va calando con il passare del tempo, in relazione della durata delleffetto del farmaco; lipertensione arteriosa è da mettere in relazione sia al salbutamolo che allipratropio?
Credo che la prima cosa sia ottenere un buon controllo dell’ipertensione arteriosa con norme dietetiche e farmaci poichè è molto improbabile che sia sostenuta dai broncodilatatori al bisogno. Poi si potrebbe pensare ad una terapia broncodilatante con il tiotropio bromuro, anticolinergico recente che ha rimpiazzato l’ipatropio. Ne parli allo specialista da cui è in cura. Cordiali saluti
Dott. Giancarlo Minore

Orticaria e salicilati
25 Gen 09 - VinicioBighi, 60 anni (id: 90605)
  Egregio Dottore il quesito che le rivolgo riguarda mia madre di 92 anni. E’ affetta da dermatite orticarioide recidivante, diagnostica dallo specialista dermatologo. La terapia proposta è : Bentelan cp per 5 g poi mezza per 3 giorni; Pafinur cp 1 al di per 25-30 giorni ( ne sono state assunte due confezioni a distanza di un mese l’una dall’altra perchè i sintomi sono recidivanti). Il problema non si risolve. Mia madre usa costentemente la cardioaspirina: il suo dosaggio è sufficiente per provocare dermatiti da salicilati? Tra i farmaci in uso non ce ne sono altri predisponenti ( sta assumendo Lanitop, Lasix, Esopral, Minias, Eutirox). Grazie Vinicio Bighi
Non è possibile escludere la responsabiltà della cardioaspirina nella patologia cutanea per cui Le consiglio di parlarne col suo medico per provare a sostituire tale farmaco con un altro antiaggregante. La regressione dei sintomi confermerebbe la responsabilità del farmaco. Cordiali saluti.
Dott. Giancarlo Minore

sudore
24 Gen 09 - vittoria, 18 anni (id: 90557)
  Salve dottore,vorrei chiederle una cosa.io sudo eccessivamente sotto le ascelle,e da un po di tempo ho scoperto apaxil non so se lei è a conoscenza di questo prodotto,sicuramente si.cmq la prima volta che lo usato e stato efficace per quasi una settimana,poi lo usato una volta a settimana, e ora continuo ad usarlo 1 volta ogni 2 settimane,dipende.secondo lei puo far del male?ha dimenticavo quando lo uso ora,sto 2 giorni senza sudare,prima era quasi una settimana,puo dipendere da qualcosa,e le dico anche che non ho mai avuto problemi nè di infiammazione e di niente..vorrei solo sapere un suo parere, e se posso continuare ad usaròlo in qst modo cioe qnd ne ho bisogno..spero che mi risponda pre... continua >>
sto,e che mi dia delle buone risposte.la ringrazio di cuore. saluti vittoria.
Non è un argomento di competenza allergologica per cui Le consiglio di rivolgere la domanda ad un dermatologo. Cordiali saluti
Dott. Giancarlo Minore

gonfiore al viso
23 Gen 09 - angelo, 57 anni (id: 90519)
  salve, vorrei sapere che mi stà succedendo, ho un tremendo mal di gola, e mi si stà gonfiando la faccia, la parte sinistra della faccia, il labbro superiore, potrebbe essere il fegato? non ho altri sintomi tranne scariche e freddo nelle ossa, aiutatemi. grazie.
gentilissimo sig. Angelo, la sintomatologia che Lei descrive mi porta a consigliarLa di rivolgersi al più presto presso un pronto soccorso ove potranno valutare al meglio il suo stato. Spero che Lei lo abbia già fatto in queste ore. cordiali saluti e auguri di pronta guarigione
Dr. Sergio Bergonzi

Prurito
22 Gen 09 - Antonella, 47 anni (id: 90448)
  Gentile dottore vorrei sapere se può essere unallergia il prurito fatto dalle cuciture interne delle magliette indossate semplicemente, o una semplice questione di abitudine.
Non si tratta di un’allergia. Se dovesse persistere o peggiorare(comparsa di orticaria) si rivolga ad un dermatologo. Cordiali saluti
Dott. Giancarlo Minore


Da 959 a 974 di 1148