Sei in: Medico on-line > Nefrologia

Aderiamo allo standard HONcode per l'affidabilità dell'informazione medica Aderiamo allo standard HONcode per l'affidabilità dell'informazione medica.
Verifica qui.


Nefrologia
Referenti
  • Eq. Nefrologia Dialisi e Trapianto Prof. S. Stefoni
    • Dr. Andrea Buscaroli
    • Dr. Vittorio Dalmastri
    • Dr. Gabriele Donati
    • Dr. Giuseppe Cianciolo
    • Dr. Luigi Colì
    • Dr. Giorgio Feliciangeli
    • Prof. Gaetano La Manna
    • Dr. Giovanni Liviano D’Arcangelo
    • Dr. Giovanni Mosconi
    • Dr. Claudio Orsi
    • Dr.ssa Rita Prandini
    • Dr.ssa Loredana Raimondi
    • Prof.ssa Piera Scolari
    • Dr.ssa Paola Todeschini
    • Prof.ssa Alba Vangelista


ultimo aggiornamento 22/11/2006
 
Aree tematiche

  • Trapianti di Rene
  • Lista di attesa per trapianto
  • Intervento di trapianto e degenza post-operatoria
  • I Trapianti Multiorgano
  • Terapia Immunosoppressiva antirigetto
  • Emodialisi
  • Dialisi Peritoneale
  • Fegato Artificiale (M.A.R.S.)
  • Accessi vascolari per Emodialisi
  • Iperparatiroidismo secondario
  • Ipertensione arteriosa
  • Glomerulonefriti
  • Nefropatia diabetica
  • Calcoli Renali
  • Ipertensione reno-vascolare
  • Insufficienza Renale Acuta
  • Insufficienza Renale Cronica

Nella compilazione della tua domanda ti chiediamo gentilmente di attenerti il più possibile alle aree tematiche qui sopra riportate
ultimo aggiornamento 22/11/2006
Invia la tua domanda

Domande / Risposte
creatinina ai limiti superiori
13 Gen 07 - Sergio, 31 anni (id: 52343)
  Recentemente ho fatto delle analisi del sangue e delle urine. L’esame delle urine è risultato normale, mentre il valore di creatinina nel sangue è risultato di 1.20 mg/dL pari al limite superiore dei valori considerati normali.L’azotemia è 0.32g/L. Visto che ho spesso dolori al fianco sinistro cosa può essere? Devo fare altri esami diagnostici? Grazie mille in anticipo per la risposta.
La presenza di una creatinina ai limiti superiori della norma in assenza di altri segni deve essere comunque ricontrollata a breve distanza ( 20 giorni) Non capisco dalla sua lettera se lei beve acqua a sufficienza (almeno 1500 cc/die) in quanto spesso questi valori sono legati ad una modesta emoconcentrazione. Controllerei comunque una ecografia renale ed un esame delle urine
Eq. Nefrologia Dialisi e Trapianto Prof. S. Stefoni


pielonefrite acuta
12 Gen 07 - paola, 28 anni (id: 52290)
  ho avuto un episodio di pielonefrite acuta.sono stata ricoverata 20 giorni e curata con antibiotici per via endovenosa.sono passati ormai tre mesi da quando sono stata dimessa dall’ospedale.non ho avuto cure da seguire nè consigli sull’alimentazione.sto mangiando in modo regolare ma continuo a perdere peso.avete consigli sull’alimentazione?cosa da evitare o\o da preferire?posso continuare a praticare sport (kick boxing, fitness)?è normale continuare ad avere dolori alla parte bassa della schiena?
Dopo un episodio di pielonefrite acuta con residua sintomatologia disurica è consigliabile una terapia antibiotica a cicli per disinfettare le urine. Lei può continuare a fare sport ma si ricordi di bere molto (> 2000 cc) durante e dopo l’attività fisica
Eq. Nefrologia Dialisi e Trapianto Prof. S. Stefoni

dieta per insufficienza renale
10 Gen 07 - nn, 87 anni (id: 52090)
  Con I.R.C. evidenziata da questi valori: -Creatinina: 1,80 -Azotemia: 60 Quale alimentazione è opportuna per mantenere tali valori ? Grazie.
Nell’insufficienza renale è indicata una dieta a basso contenuto di proteine quindi occorre ridurre l’assunzione di carne pesce e burro (al massimo 5 volte a settimana
Eq. Nefrologia Dialisi e Trapianto Prof. S. Stefoni

analisi del sangue
9 Gen 07 - antonio, 30 anni (id: 51991)
  Dott. ho fatto le analisi del sangue urine con questi risultati:creatinina 1.3, azotemia 34,uricemia 5.7,creatininuria 0.66,creatinina clearance 122,proteinuria/24h 0.07gr/l,microalbuminuria 6.7mg/dl,elettroliti sodio 68,di potassio 1.9.Analisi urine tutto ok.Da premettere che la sera prima dell’ esame ho fatto una partita a pallone sudando molto,faccio pesi da molti anni.Vorrei un suo parere su questi risultati,un mese fa anche il potassio e il sodio erono nei limiti.GRAZIE
gli esami da Lei effettuati mostrano una creatinina ai limiti superiori della norma in presenza di normale filtrazione glomerulare. L’esame potrebbe essere "falsato" da uno stato di disidratazione concomitante all’intenso sforzo fisico da Lei effettuato 24 ore prima del prelievo. Le consiglio la ripetizione degli esami in condizione di normale idratazione e lontano da sforzi fisici intensi
Eq. Nefrologia Dialisi e Trapianto Prof. S. Stefoni

insufficienza renale
8 Gen 07 - enzo, 65 anni (id: 51960)
  a fine novembre, a seguito di analisi cliniche, sono stati evideziati le seguenti alterazioni:azotemia 63; creat.1.40;col.tot.243;hdl53; ldl175, glicemia 93. De col. alto ero a conoscenza, mentre per la az. e creat.non ne avevo sentore. Da tale responso il medico curante mi ha messo a dieta di proteine animali e vegetali. Si chiede gentilmente se è il caso di procedere al ulteriori esami clinici. Distinti saluti Enzo
Gli esami laboratoristici evidenziano una modesta insufficienza renale; è utile procedere con una ecografia renale per valutare le dimensioni renali e ricontrollare gli esami della funzionalità renale (creatinina azotemia esame urine acido urico elettroliti sierici) tra circa 30 giorni
Eq. Nefrologia Dialisi e Trapianto Prof. S. Stefoni

calcolo renale
8 Gen 07 - LORIS, 34 anni (id: 51941)
  A seguito di una ecogragia completa dell’addome ho scoperto di avere un calcolo al rene sinistro della lunghezza di 4 mm. Il 30/12/2006 ho avuto l’ultima colica renale (forte dolore al ventre, spasmi e sudore...)e penso che non sarà l’ultima. Il mio medico di base mi ha sconsigliato di "bombardarlo" onde evitare la frammentazione dello stesso. Dal momento che il "sassolino" quando si sposta mi fa male, visto che si sposta solo con le coliche, vi chiedo un consiglio in merito. Preciso che mi hanno detto che il sassolino è ancora in alto e dovrebbe fare un saltino prima di scendere. Ringrazio in anticipo per la risposta.
la colica renale è dovuta allo spostamento di un calcolo lungo le vie urinarie con conseguente spasmo della muscolatura liscia della pelvi e dell’uretere. Il dolore che lei avverte è pertanto legato allo spostamento del calcolo verso la vescica. La frammentazione con le onde d’urto riesce quasi sempre a ridurre il calcolo in piccoli frammenti che vengono poi espulsi con le urine con dolore più tollerabile. Le consiglio di contattare un urologo.
Eq. Nefrologia Dialisi e Trapianto Prof. S. Stefoni

ca 19-9
4 Gen 07 - miria, 37 anni (id: 51820)
  Salve le scrivo per un problema inerente a mia suocera donna di 71 anni peso 100 Kg.Da un controllo di CA 19.9 risultato pari a 3500 abbiamo ricoverato la paziente per accertamenti. Rifatto l’esame era risultato superiore a 400 tac negativa gastroscopia risulta solo Helicobacter Pylori colonscopia negativa rifatto esame valore sceso a 191 Ora dovrebbe ripetere l’esame l’08/01/2007 cosa mi può dire in merito? La paziente ogni tanto ha brividi e dolori alla spalla e ogni tanto febbre.Non risusciamo a capire cosa le succede ed evitiamo farmaci per non intossicarla visto che stà effettuando la cura per l’Helicobacter e prende pillola per la pressione.Grazie per l’attenzione attendo con ansia una... continua >>
risposta.
la sua domanda va indirizzata al consulente gasdtroenterologo (la nefrologia si occupa di malattie del rene e delle vie urinarie)
Eq. Nefrologia Dialisi e Trapianto Prof. S. Stefoni

patologia surrenalica
2 Gen 07 - gianni, 67 anni (id: 51716)
  In seguito dolori ho eseguito una ecografia all’addome inferiore con il seguente referto: nodulazione iperecogena di mm28 in sede surrenalica destra.Ernia del tragitto inguinale destro con porta centimetrica, manifesta al ponzamento. VORREI gentilmente avere delle delucidazioni. Certo di un vostro riscontro. Cordialmente GIANNI
la presenza di una massa surrenalica deve essere indagata con TAC reni e surreni. La presenza di dolore lombare destro non è di esclusivamente di origine renale ma potrebbe essere anche legato ad una patologia artrosica lombo-sacrale . Le consiglio ulteriori accertamenti radiologici.
Eq. Nefrologia Dialisi e Trapianto Prof. S. Stefoni

calcolosi renale
19 Dic 06 - gianni, 65 anni (id: 51440)
  vorrei sapere da Lei se è vero che prendendo una punta di bicarbonato tutte le sere si evita la formazione di calcoli urinari di calcio.Oltre che naturalmente bere molto durante la giornata .Sono recidivo con i calcoli di ossalato di calcio .Lei è a conoscenza di una terapia a base di prodotti erboristrici tipo uva ursina ,betulla,ecc,.La ringrazio molto della risposta
rendere meno acide le urine utilizzando prodotti fortemente basici come il bicarbonato favorisce una minore deposizione di calcio lungo le vie urinarie. la sua calcolosi è però anche di acido ossalico per cui occorre seguire una dieta con alimenti a basso contenuto di ossalato: Le consiglio di rivolgersi ad un centro specializzato per la calcolosi per il dosaggio del citrato, dell’ossalato e degli enzimi inibitori della calcolosi e per una dieta opportuna
Eq. Nefrologia Dialisi e Trapianto Prof. S. Stefoni

cistografia
29 Nov 06 - tina, 52 anni (id: 49968)
  gentile dottore vorrei sapere come viene fatta la cistografia e se è pericolosa. grazie per la sua risposta
la cistografia si effettua mediante il posizionamento di un catetere flessibile nell’uretra (porzione terminale della via urinaria) con sbocco in vescica. La vescica viene riempita di liquido radioopaco L’esame è solamente un po’fastidioso
Eq. Nefrologia Dialisi e Trapianto Prof. S. Stefoni

calcolosi renale
24 Nov 06 - Roberto, 52 anni (id: 49526)
  Buonasera,da qualche mese ho fastidio al fianco sx precludendomi le mie abituali attivita’,dopo aver fatto raggi,esami urine sangue ed ecografie in siti diversi,finalmente il responso:a sn a livello dei calici periferici del polo inferiore si evidenzia formazione litiasica di circa mm 5.Presenza di diffusa microlitiasica bilaterale piu’ evidente a sn.Non sono evidenziabili segni di stati pieloureterale da ambo i lati. Tutto il resto nella norma.Cosa mi consigliate di fare? (oltre rivolgermi al mio medico).Grazie.
La presenza di un calcolo renale predispone allo sviluppo di una vera e propria colica renale in quanto il calcolo non è grande e tende a spostarsi lungo le vie urinarie. Se per caso riesce ad espellerlo lo conservi e lo faccia analizzare da un laboratorio analisi così da poter poi seguire una dieta ad hoc. E’ necessaria comunque effettuare una Urografia (od una URO TAC) per vedere più chiaramente la posizione del calcolo.
Eq. Nefrologia Dialisi e Trapianto Prof. S. Stefoni

enuresi
24 Nov 06 - eleonora, 11 anni (id: 49522)
  abbiamo fatto esami urine per enuresi è nel settore urine emoglobina eritrociti 50/micrl peso specifico 1.029 ph 5.0 es microscopico del sedimento discreto numero di emazie scarsa flora microbica PROTEINEAlfa1 glicoproteina 140mg/dl valori di riferimento (50-120). aveva sempre avuto da 5 anni emazie 5 10 o a volte 25 mi hanno sempre detto di non preoccuparmi che non era da preoccuparsi .Ma con questi valori’? forse mi devo preoccupare ? grazie
La presenza di emazie nelle urine può indicare la presenza di infezione urinaria e inoltrela presenza di un peso specifico delle urine così elevato indica che la bambina non beve molta acqua (almeno 1 litro al giorno) Consiglierei comunque un ecografia renale e l’esecuzione di una urinocoltura. Per quanto rigiarda l’enuresi occorre una valutazione urologica specifica.
Eq. Nefrologia Dialisi e Trapianto Prof. S. Stefoni

creatininuria
24 Nov 06 - Claudio, 38 anni (id: 49456)
  Gent.ssimi prof. e assistenti, due giorni fa ho ritirato gli esami ematici di mia madre, che soffre di ipertensione arteriosa, ed alcuni non mi hanno convinto del tutto. Li scrivo di seguito: clearence creatinina 69 ml/dl valori normali 70-110 cratininemia 0,72 mg/dl valori normali 0,50-1,30 creatininuria 39,73 mg/dl valori normali 90-300 volume urinario 1800cc Mi sono accorto che il valore della creatininuria è bassissimo, ho fatto vedere gli esami al medico di famiglia il quale non ha saputo dirmi nulla senonchè il valore della creatininuria era strano. Non ha detto nè di ripetere l’esame (potrebbe esserci uno sbaglio) neanche di andare a controllo da uno specialista. Vorrei un vos... continua >>
tro consiglio, cosa potrebbe essere questo valore basso di creatininuria, se c’è da preoccuparsi? Cordiali saluti e grazie in anticipo per la gentilezza. Claudio
L’ipertensione di cui soffre da anni sua madre probabilmente condiziona una riduzione del flusso ematico ai reni che pur funzionando bene (infatti la creatinina è normale) filtrano in maniera inferiore il sangue. Il valore di creatininuria basso potrebbe derivare da una riduzione del potere di filtrazione renale con riduzione dell’eliminazione di scorie. Consiglio di ripetere gli esami di funzionalità renale tra 3 mesi con corretta raccolta delle urine delle 24 ore.
Eq. Nefrologia Dialisi e Trapianto Prof. S. Stefoni

Pielonfertite
23 Nov 06 - emi, 31 anni (id: 49396)
  io ho avuto ad agosto 2005 una pielonefrite acuta all’improvviso con picchi di setticemia nel sangue, la diagnosi e’ arrivata dopo 3 settimane e sono stata curata per bronchite, ho avuto la febbre a 42 tra alti e bassi per cira 20 gg. ho seguito una cura a base di forti antibiotici per puntura e apparentemente sembravo guarita. potreste spiegarmi perche’ a distanza di piu’ di un anno ancora devo prendere ciproxin 500 almeno 1 volta ogni 2 mesi perche’ ho sempre l’urinocultura positiva a E.coli. ho paura di ripetere la brutta esperienza della pielonefrite. le mie domande sono 3: si guarisce totalemente? e posso fare esami specifici che ancora non ho fatto, a parte l’ecografia al rene dx, per... continua >>
sapere se il mio rene e’ compromesso? e in caso di una grvidanza come faro’ a prendere l’antibiotico? vi prego di rispondermi o di condigliarmi un buon centro in qualsiasi parte d’italia. grazie
Consigliamo di farsi seguire regolarmente da uno specialista nefrologo, proseguire con terapia antibiotica a cicli ed in caso di gravidanza ginecologo e nefrologo, al bisogno stabiliranno terapia antibiotica adeguata.
Eq. Nefrologia Dialisi e Trapianto Prof. S. Stefoni


Da 249 a 264 di 263