Sei in: Medico on-line > Diabetologia - Obesità - Sindrome metabolica

Aderiamo allo standard HONcode per l'affidabilità dell'informazione medica Aderiamo allo standard HONcode per l'affidabilità dell'informazione medica.
Verifica qui.


Diabetologia - Obesità - Sindrome metabolica
Referenti

ultimo aggiornamento 26/01/2010
 
Aree tematiche

    Il Dott. Gilberto Laffi risponde alle domande inerenti :
  • Diabete di tipo 1
  • Diabete di tipo 2
  • Prevenzione del diabete
  • Terapia del diabete
  • Complicanze del diabete: Disfunzione erettile
  • Obesità
  • Sindrome metabolica
  • Ipercolesterolemie e ipertrigliceridemie
  • Stile di vita e malattie metaboliche
  • Fattori di rischio cardiovascolare
  • Educazione terapeutica delle malattie del metabolismo
    Il Dott. Michele S. Grimaldi risponde alle domande inerenti :
  • Diabete di tipo 1
  • Diabete di tipo 2
  • Prevenzione del diabete
  • Terapia del diabete
  • Obesità
  • Sindrome metabolica
  • Ipercolesterolemie e ipertrigliceridemie
  • Stile di vita e malattie metaboliche
  • Fattori di rischio cardiovascolare
  • Educazione terapeutica delle malattie del metabolismo
  • Complicanze del diabete: piede Diabetico

Nella compilazione della tua domanda ti chiediamo gentilmente di attenerti il più possibile alle aree tematiche qui sopra riportate
ultimo aggiornamento 28/01/2010
Invia la tua domanda
- Dott. Gilberto Laffi assente dal 12/6/2014 al 28/7/2014
- Dott. Michele S. Grimaldi assente dal 18/7/2014 al 30/9/2014

Domande / Risposte
esami
11 Lug 09 - MARIAGRAZIA, 59 anni (id: 97210)
  VORREI NSAPERE I VALORI OTTIMANALI DEI TRIGLICERIDI COLESTEROLO E GLICEMIA
gentile sig.ra, il valore ottimale per la gicemia è minore di 100-110 mg/dl, il valore ottimale per i trigliceridi è minore di 170 mg/dl, il valore ottimale di colesterolo è per LDL minore di 130 mg/dl, HDL maggiore di 35 mg/dl e per il colesterolo totale minore di 200 mg/dl. Distinti saluti
Dott. Michele S. Grimaldi


fendimetrazina e methotrexate
7 Lug 09 - barby, 39 anni (id: 97068)
  ho lartrite reumatoide dopo la 2° gravidanza sono ingrassata 15kg lartrite si è riaccesa devo prendere il methotrexate ma vorrei fere la cura x un mese e mezzo con la fendimetrazzina poichè sono passati otto mesi dal parto e sono ancora uguale, vorrei sapere se posso prendere sia la fendimetrazina che il methotrexate grazie
Gentile sig.ra, prendendo insieme i due farmaci potrebbe avere alcuni effetti indesiderati di tipo gastroenterologico (diarrea, nausea, vomito) per cui se proprio vuole fare questa terapia la faccia sotto stretto controllo medico. Distinti saluti
Dott. Michele S. Grimaldi

piede e appoggio
7 Lug 09 - Rosanna, 40 anni (id: 97062)
  Gentile Dott. sono una vostra paziente seguita regolarmente in ambulatorio da una sua collega: 15 giorni fa sono venuta a controllo e riferii alla sua collega (e feci vedere)che sotto il piede si era formata una pallina di colore bluastra e,nel giro di qualche giorno andò via;ora la stessa cosa si è formata sotto la pianta del piede,questa mi provoca solo un pò di fastidio con poco dolore: la sua collega mi disse che questa formazione era dovuta ad un problema di plantare cioè del modo in cui io cammino e appoggio il piede...ma è normale che questa pallina si sposta? La mia paura come lei può capire è che sia un ulcera!! Ringraziandola x lattenzione la saluto cordialmente.
gentile sig.ra, la collega che l’ha vista ha ragione nel dirle che è un problema d’appoggio. La pallina non si sposta; si è formata un’altra. Sicuramente sono dei piccoli ematomi dovuti ad un non corretto appoggio. provi a farsi fare dei plantari su misura. Distinti saluti
Dott. Michele S. Grimaldi

obesità
6 Lug 09 - sara, 35 anni (id: 97031)
  soffro di tiroide e prendo eutirox 75 ma e un periodo che non riesco a dimagrire come si deve nonostante mangi pochissimo come poso fare per perdere almeno altri 10 kili
gentile sig.ra. prima di tutto deve vedere se il dosaggio dell’Eutirox è appropriato. Per dimagrire oltre alla dieta bisogna muoversi molto in modo costante. Distinti saluti
Dott. Michele S. Grimaldi

fosfatasi alcalina
3 Lug 09 - ANTONIO, 22 anni (id: 96977)
  EGGREGGIO DOTT.MICHELE S. GRIMALDI VORREI SAPERE UNA COSA MI HO FATTO L’ ESAME DEL SANGUE E UN ESAME NON è USCITO BENE LA FOSFATASI ALCALINA IL VALORE è 159 MENTRE NN DOVREI SUPERARE I 105 . E GRAVE ?MENTRE LE ALTTE ANALISI SONO USCITE BENE GRAZIE CORDIALI SALUTI ASPETTO LE VOSTRE NOTIZIE AL PIù PRESTO
gentile sig. Antonio, premetto che la domanda esula dalle mie competenze, la FA può aumentare per diversi motivi, Se beve alcolici provi a diminuire l’introito o a sospenderne l’assunzione. Tra qualche mese riprovi a fare l’esame e lo faccia vedere al suo medico di base. Distinti saluti
Dott. Michele S. Grimaldi

diabete e metformina
2 Lug 09 - marta, 76 anni (id: 96918)
  Buongiorno dottore,dopo molti anni di intolleranza al glucosio con glicemie medie tra i 120-130 a digiuno,2 anni fa le è salita a 154 con glicata 7.2.Il suo diabetologo le ha al tempo precritto mezza compressa da 500 mg e pur con una terapia discontinua le sue glicemie a digiuno erano nellordine dei 125-135 però a marzo è aumentata la glicata a 7.8.Da fine marzo assume una compressa da 500 mg a pasto e una compressa da 500 mg alle 20 durante la cena.negli ultimi due mesi ha provato tre volte la glicemia in farmacia,una volta alle 12:138 unaltra volta alle 15.30 dopo due ore dal pasto:145 e lultima alle 18 prima della cena 110.Ora lei è terrorizzata dal fatto che al prelievo venoso che farà a... continua >>
digiuno fra pochi giorni possa essere alta.Il suo diabetologo pare labbia tranquillizzata dicendole che assumendo la metformina anche la sera si hanno dei benefici oltre che dopo i pasti anche la mattina e che non è necessario per ora incrementare il dosaggio.Come ultimo dato posso dirle che in quattro mesi è calata di 2,5 kg passando dai 62,5 ai 60 attuali.Ha aggiunto di fare lesame con glicata annessa con fiducia poichè sicuramente sarà calata anche quella.Mi da un suo parere o consiglio?.Anche la riduzione di peso può avere beneficio secondo lei? grazie
Gentile sig.ra Marta, sono pienamente d’accordo con il diabetologo. La diminuzione di peso non può che migliorare la situazione. Distinti saluti
Dott. Michele S. Grimaldi

ipertriceridemia
30 Giu 09 - davide, 43 anni (id: 96856)
  Ho un valore alto di trigliceridi. Volevo sapere se esiste un centro per la cura a ROMA?
sicuramente si. Purtroppo non le so dire di piu’
Dott. Gilberto Laffi

gonfiore facciale
30 Giu 09 - manuel, 28 anni (id: 96849)
  Buonasera dottore, sono un ragazzo di 28 anni, alto 1.80 e peso 75Kg (72 fino all’estate scorsa). Premetto che non ho alcun tipo di dolore e non assume nessun tipo di farmaco o sostanze strane. E’ da qualche tempo, circa 5-6 mesi, che persone che frequento sporadicamente mi fanno notare un gonfiore facciale.All’inizio non ci facevo caso, ma poi guardandomi bene allo specchio e rivedendo fotografie dell’estate scorsa ho notato anch’io questo cambiamento e più precisamente sono gonfio nella zona vicino alle orecchie a scendere fino alla mascella, infatti i commenti sono: hai gli orecchioni? Ti fanno male i denti?Questo fenomeno è simmetrico su entrambi i lati è un leggero gonfiore che parte ... continua >>
all’altezza dell’orecchia, quando fino all’estate scorsa invece del gonfiore c’era addirittura una rientranza.Non sono mai stato grasso, anzi sempre piuttosto magro.Devo ammettere che durante l’inverno ho un po’ esagerato con il cibo, (sono sempre stato una buona forchetta e a tavola si può dire che mangio per due), ma come le ho detto sono sempre stato un ragazzo magro e qualsiasi cosa mangiavo o bevevo non si “attacava”.Sarà forse colpa anche dell’età che avanza, ma da quest’inverno il cibo e penso anche l’alcool hanno iniziato a farsi sentire, sottoforma di una piccola pancetta. Quest’ultima non è che mi preoccupi molto, che mi spaventa è il gonfiore in faccia, il quale sembra maggiare la mattina appena svegliato, sembro un pallone. Ultimamente ho iniziato a fare un po’ di sport: bici,
Gentile sig. manuel, non so cosa dirle, si faccia vedere da un otorino. Distinti saluti
Dott. Michele S. Grimaldi

non pertinente
30 Giu 09 - Alessandra, 41 anni (id: 96845)
  Egregio Professor Pasquali, le invio il risultato del prelievo agoaspirato nodulo tiroideo. Vorrei chiarimenti grazie. "Citologia agoaspirativa costituita da emazie, tenue colloide solo occasionalemte addensata. Numerosi tireociti monomorfi con nuclei rotondeggianti a cromatina finemente dispersa, contorni nucleari regolari aggregati in piccoli e medi lembi talora in atteggiamento follicolare a margini regolari. Numerosi nuclei nudi, alcuni istiociti."
Siamo spiacenti, la sua domanda non risulta pertinente alle aree tematiche trattate dalla nostra unità operativa. Saluti,
Dott. Gilberto Laffi

esami
30 Giu 09 - SALVATORE, 40 anni (id: 96817)
  Buogiorno Dottore vorrei un suo parere in merito a questi esami. Grazie. COLESTEROLO HDL - 34 COLESTEROLO LDL - 86 TRIGLICERIDI - 341 ASPARTATO AMINOTRANSFERASI AST/GOT - 36 ALANINA AMINOTRANSFERASI ALT/GPT - 29 GAMMA GLUTAMIL TRANSPEPTIDASI GGT - 13
Premesso che i valori di normalita’ possono variare da laboratorio a laboratorio. I trigliceridi sono molto elevati e risentono molto del tipo di dieta, dell’attivita’ sportiva e della famigliarita’. Le consiglio una dieta povera di grassi (fritti, formaggi ecc..) e di ripetere l’esame tra 3 mesi ovviamente dopo averne parlato con il suo medico.
Dott. Gilberto Laffi

repaglinide
25 Giu 09 - rosaria, 60 anni (id: 96634)
  caro professore sto assumendo da circa un mese la repanglicide 0,5 e sto accusando un incremento di disturbi tipo crampi nel petto e nella schiena. Gentilmente volevo sapere da lei se tali disturbi possono essere legati al farmaco e se eventualmente cambiaremolecola : Consideriamo che la mia glicemia è intorno a 150 mg a digiuno: Grazie
Non mi risulta che la repaglinide dia i sintomi da lei riportati. Il dosaggio da 0,5 gr e’ il piu’ basso in commercio. La glicemia 150 mg/dl a digiuno e’ un valore alto rispetto alle linee guide che consigliano 120-130 mg/dl come limite massimo. Per la tollerabilità del farmaco bisogna che ne parli con il suo medico per valutare anche i tempi di comparsa di questi dolori, l’effetto della repaglinide e’ rapido e dopo 2-3 ore si e’ completamente esaurito questo puo’ essere utile per valutare la relazione con i crampi che lei riferisce.
Dott. Gilberto Laffi

neuropatia diabetica
24 Giu 09 - Nello, 62 anni (id: 96613)
  Sigg.Medici, buonasera, vengo a porvi lennesimo quesito.Ripeto sono diabetico da oltre 20 anni, in cura con metformina 1000: 1/2 cmp pranzo e 1 a cena. Gli ultiimi esami sono stati: la glicata a 6,5 nel limite, la glicemia 144, gli altri esami nella norma. Ora il motivo principale, per cui vi scrivo, sono i crampi. Di solito, saltuariamente, mi colpiscono di notte, colpiscono i piedi,nella zona delle dita o nei polpacci. Ultimamente è stato tale il dolore che mi sono svegliato di soprassalto. Premetto che giornalmente effettuo minimo una decina di km.camminando a passo alternato, non avverto nessun dolore tantomeno stanchezza. Qualche mese fà, su consiglio del medico di base ho... continua >>
effettuato lelettromiografia agli arti inferiori con esito negativo. Ora qualè altro accertamento dovrei fare per accertare la causa di questi crampi? Oppure sono la conseguenza fisologica del diabete? Grazie e buon lavoro.
Gentile sig. Nello, è probabile che lei soffra di neuropatia diabetica però potrebbe esserci anche una componente dovuta ad affaticamento muscolare. Faccia un esame degli elettroliti plasmatici, CPK e aldolasi. Distinti saluti
Dott. Michele S. Grimaldi

HDL
24 Giu 09 - gianluca, 21 anni (id: 96612)
  Gentile dottore,ho effettuato delle analisi del sangue varie ed è tutto nella norma tranne HDLC3 che è risultato basso:32 mg/dl;(range di riferimento del mio laboratorio porta 55/130)LDL 85.90 e CHOL 142. Tiroide,fegato,trigliceridi ecc. tutto ok. Devo preoccuparmi? Perchè è così basso?Ho notato che anche mio padre e mia madre hanno gli stessi valori...può trattarsi di un fattore genetico? Comunque, HDLC3 che cosa è? Posso rimediare senza assumere farmaci?La ringrazio per lattenzione.
Le HDL rappresentano la quota di colesterolo totale cosidetto buono perche’ ha un ruolo protettivo sulla formazione delle placche aterosclerotiche. Avendo lei il colesterolo totale basso e’ intuitivo che sia piu’ basso anche le HDL. Direi nessun provvedimento fino a che gli altri valori dell’assetto lipidico rimangono nella norma. Probabilmente e’ un’anomalia genetica.
Dott. Gilberto Laffi

metformina e disturbi addominali
23 Giu 09 - Cesare, 52 anni (id: 96570)
  Egregio Dottore, l’unico farmaco con cui sono riuscuto a tenere la glicata per lunghi periodi inferiore a 7 è la metformina (Gliconorm), peccato che come per tanti altri diabetici, mi crea continui mal di pancia, tensione addominale e aerofagia. Sintomatologia che migliora leggermente assumendo prima dei pasti il Motilium e masticando le compresse con il cibo. Sarei grato, anche per altri pazienti come me, di conoscere se esiste, qualche altra associazione (farmacologica o fitoterapica) che possa aiutare a tollerare meglio questo principio attivo. Preciso che assumo 3 cp/die da 500mg. Ringrazio per l’attenzione e saluto. Cesare
Gentile sig. Cesare, se lei è intollerante alla metformina, qualsiasi associazione dove sia presente il farmaco le darebbe disturbi gastro-intestinale. Esiste un altro farmaco poco usato dove al posto della metformina è presente la fenformina che di solito non dà problemi gastro-intestinali; il prodotto si chiama Gliben F. Altrimenti bisogna andare su un’altra famiglia di farmaci che hanno effetto sull’insulino-resistenza che sono i glitazoni. In ogni caso se vuole variare la terapia si rivolga al suo diabetologo di fiducia. Distinti saluti
Dott. Michele S. Grimaldi

dieta
23 Giu 09 - Piero, 57 anni (id: 96556)
  Buona giornata, vorei sapere quale frutta è migliore da mangare per un diabetico di tipo 2 e le verdure migliori,se la pasta quanta si puo ma gangare,solo quella al pomodoro.Vi rngrazio per la vostra atenzione.GRAZIE
Tutte le verdure (attenzione a non esagerare con il condimento) Tutti i tipi di frutta tranne poche eccezioni (banana, fico..), l’importante e’ assumerla dopo il pasto (non a digiuno) e nelle quantita’ prescritte dalla dieta (di solito l’equivalente di una mela dopo pranzo e dopo cena)
Dott. Gilberto Laffi


Da 612 a 627 di 2582