Logo ricerca con Google


Sei in: Medico on-line > Diabetologia - Obesità - Sindrome metabolica

Aderiamo allo standard HONcode per l'affidabilità dell'informazione medica Aderiamo allo standard HONcode per l'affidabilità dell'informazione medica.
Verifica qui.


Diabetologia - Obesità - Sindrome metabolica
Referenti

ultimo aggiornamento 26/01/2010
 
Aree tematiche

    Il Dott. Gilberto Laffi risponde alle domande inerenti :
  • Diabete di tipo 1
  • Diabete di tipo 2
  • Prevenzione del diabete
  • Terapia del diabete
  • Complicanze del diabete: Disfunzione erettile
  • Obesità
  • Sindrome metabolica
  • Ipercolesterolemie e ipertrigliceridemie
  • Stile di vita e malattie metaboliche
  • Fattori di rischio cardiovascolare
  • Educazione terapeutica delle malattie del metabolismo
    Il Dott. Michele S. Grimaldi risponde alle domande inerenti :
  • Diabete di tipo 1
  • Diabete di tipo 2
  • Prevenzione del diabete
  • Terapia del diabete
  • Obesità
  • Sindrome metabolica
  • Ipercolesterolemie e ipertrigliceridemie
  • Stile di vita e malattie metaboliche
  • Fattori di rischio cardiovascolare
  • Educazione terapeutica delle malattie del metabolismo
  • Complicanze del diabete: piede Diabetico

Nella compilazione della tua domanda ti chiediamo gentilmente di attenerti il più possibile alle aree tematiche qui sopra riportate
ultimo aggiornamento 28/01/2010
Invia la tua domanda
- Prof. Nazario Melchionda ha raggiunto il limite massimo di domande a cui rispondere

Domande / Risposte
follicoli ovarici
24 Feb 05 - antonella, 38 anni (id: 10096)
  ho avuto il ciclo per n.5 volte in un mese. con ecografia rilevati follicoli non maturati. non ho eccesso di peluria nè acne ma sto registrando una difficoltà a perdere peso quali alimenti e che cura mi consiglia grazie
Per prima cosa ne parli con il Suo ginecologo. Poi si vedrà. Prof. Pasquali


S. di Gilbert
23 Feb 05 - EVARISTO, 48 anni (id: 10075)
  HO SCOPERTO SOLO DA POCO E PER CASUALITA’ CHE MIO FIGLIO (18 ANNI), è AFFETTO DALLA SINDROME DI GILBERT. DA ESAMI FATTI RISULTA UN VALORE DI BILIRUBINA INDIRETTA DI 3.65 MENTRE, TUTTI GLI ALTRI VALORI SONO NELLA NORMA.HA FATTO ANCHE UNA ECOGRAFIA ALL’ADDOME,DOVE IL FEGATO E’ RISULTATO NORMALE. ATTUALMENTE FREQUENTA UNA SCUOLA MILITARE ("NUNZIATELLA" DI NAPOLI)E PROPRIO IN QUESTI GIORNI DEVE FARE CONCORSI NELLE ACCADEMIE. PER QUESTI VOLORI DI BILIRUBINA INDIRETTA NON DANNO L’IDONEITA. COME POSSO FARE PER RISOLVERE IL PROBLEMA ,ABBASSANDO IL VALORE DI BILIRUBINA? E POI,VISTO CHE NON E’ UNA MALATTIA E NON PORTA ALTRE CONSEGUENZE,PERCHE’ DOVREBBERO NON ACCETTARLO NELLE VISITE MEDIC... continua >>
HE ALLE ACCADEMIE? SE DOVESSERO RIFORMARLO ALLA VISITA PENSA CHE INOLTRANDO UN EVENTUALE RICORSO,POSSO RISOLVERE QUALCOSA:SE COSI’ FOSSE MI CONSIGLI A CHI RIVOGERMI. GRAZIE !
Il Gilbert solitamente è un problema clinicamente benigno. Circa i criteri di accettazione nelle strutture militari, purtroppo non so risponderle. Comunque, può sempre rivolgersi ad un internista o un gastroenterologo di uno dei grossi ospedali campani Prof. Pasquali

PCOS
23 Feb 05 - anna, 30 anni (id: 10071)
  sto cercando di avere un figlio da un anno ma non ci riesco perche’ sono affetta da sindrome dell’ovaio policisitco.Ho fatto una cura a base di ormoni(menogon) ma non ci sono stati risultati.Mio marito ha fatto la spermiogramma e il risultato ha evidenziato un’astenozoospermia.Fra pochi giorni farò una istersalpingografia.Se il risutato fosse positivo che percorso mi consiglia di seguire?
Oltre a Lei (PCOS), il problema è di Suo marito. Ovviamente, se non risolve i suoi problemi Suo marito, è difficile che Lei possa restare incinta. Oltretutto, Lei ovula? Prof. Pasquali

Diabete
23 Feb 05 - Ferrandino, 45 anni (id: 10033)
  Mi Chiamo Domenico e vivo a Monaco di Bavierae e ultimamente o scoperto tramite un controllo medico che i miei valori dello zucchero sono alti. ieri ho comprato una piccola macchinetta per controllare i valori pero non so come e Quando di preciso devo misurarlo.Da voi vorrei sapere Quando e come si deve usare. La macchina e una (Accu-Chek Compact)la ringrazio molto ciao Mimmo
Deve rivolgersi al Suo farmacista. Oppure ne parli con il Suo medico generico o si rivolga ad un centro per il diabete. Prof. Paquali

neufrologia
22 Feb 05 - CARLO, 46 anni (id: 10011)
  SONO UN MONORENE DOPO NEFRECTOMIA DA NEOPLASIA RENALE CIRCOSCRITTA AL RENE. HO RIPRESO, CONTESTUALMENTE AI CONTROLLI DI ROUTINE A FARE SPORT (NUOTO - TRE VOLTE SETTIMANALI)EFFETUANDO UNA DIETA PARSIMONIOSA NEL CONSUMO DI PROTEINE . TALE ATTIVITA’ SPORTIVA è CONTROPRODUCENTE ALLA MIA SITUAZIONE RENALE FACCIO PRRSENTE CHE I CONTROLLI DEI VALORI(CREATINA ECC) SONO OTTIMALI
Non posso risponderLe. Si rivolga al Suo nefrologo. Prof. Pasquali

S. Cushing
22 Feb 05 - aurora, 31 anni (id: 9994)
  Volevo sapere se il dottor Pasquali trattava malattie riguardanti le surrenali e in particolar modo la Sindrome di Cushing. Grazie Aurora
Assolutamente si.Basta rivolgersi all’Endocrinologia del Policlinico. Prof. Pasquali

idem
20 Feb 05 - serena, 30 anni (id: 9907)
  Gent.Prof.Pasquali,ho letto una Sua risposta a un caso di diabete con ana pos. Anch’io ho casi di diabete dalla parte di mio padre, ma la mia glicemia é sempre stata normale.All’et± di 6 anni ho avuto un deficit abbastanza grave di IgA (40)che mi portava febbri altissime durato fino a 9 anni, curato con immunoglobuline. All’et± di 10 e mezzo ho cominciato ad avere dolori ai legamenti delle ginocchia durante una febbre. Il pediatra non ci ha dato importanza imputandoli a dolori di crescita.A 19 anni ho cominciato a soffrire di problemi al corpo vitreo di entrambi gli occhi.Ancora oggi ho questi dolori che vanno e vengono. Sto malissimo quando mi viene la febbre per dolori... continua >>
ai legamenti, per dolori agli occhi e ultimamente anche alle ossa. I test reumatici sono sempre negativi.Mi sono battuta tanto x fare test x autoimmunit±,ma nessuno credeva a una possibile positivit±.I miei occhi sono peggiorati.Sono sempre positiva ad ana speckled.I valori alternano tra 1:160 e 1:40. Cosa posso fare?
idem

diabete
20 Feb 05 - serena, 30 anni (id: 9905)
  gent. Prof. Pasquali, ho letto una Sua risposta in merito ad un caso di persona con diabete con ANA pos. anch’io dalla parte di mio padre ho casi di diab. anche se la mia glicemia é sempre stata norm. All’et± di 6 anni ho avuto un deficit abbastanza grave di IgA (40) che mi portava frequenti febbri altissime, durato fino all’et± di 9 anni curato con immunoglobuline. all’et± di 10 anni e mezzo ho cominciato a soffrire durante una febbre di dolori ai legamenti delle ginocchia. Il pediatra non vi ha dato importanza attribuendoli a dolori di crescita. ancora oggi purtroppo ho ancora questi dolori che vanno e vengono e quando mi viene la febbre soffro moltissimo per dolori ai l... continua >>
egamenti, dolori agli occhi e ultimamente anche fitte alle ossa.all’et± di 19 anni ho cominciato a soffrire di problemi al corpo vitreo di entrambi gli occhi. i test reumatici sono sempre negativi.ho fatto piÌ volte test x autoimmunit±. sono sempre pos. ad ana speckled alternano tra 1:160 e 1:40.cosa mi consiglia?
Dovrebbe rivolgersi ad un centro reumatologico o ad un internista in gamba. Prof. Pasquali

iperinsulinemia
19 Feb 05 - Pamela, 31 anni (id: 9881)
  L’iperinsulinemia legata ad ovaio policistico è motivo di sterilità nella donna, l’uso di cromo picolinato può essere indicato per favorire una gravidanza? Grazie
Non ci sono dati in proposito. Prof. Pasquali

cali ipoglicemici
19 Feb 05 - Alessandra, 23 anni (id: 9877)
  Salve, sono una studentessa di 23 anni e il mio problema è il seguente: soffro di cali ipoglicemici. Ho fatto diversi controlli, tra cui gli ultimi riguardano una curva glicemica con questi risultati: TEST DI TOLLERANZA AL GLUCOSIO(75 g) GLICEMIA TEMPO 120’ Test enzimatico 76 GLICEMIA BASALE Test enzimatico 81 mg/dl CURVA INSULINEMICA DA CARICO DI GLUCOSIO ORALE INSULINEMIA BASALE Elettrochemiluminescenza 3,7 mcUI/ml INSULINEMIA 30’ Elettrochemiluminescenza 24,7 INSULINEMIA 60’ Elettrochemiluminescenza 18,7 INSULINEMIA 90’ Elettrochemiluminescenza 21,2 INSULINEMIA 120’ Elettrochemilumin... continua >>
escenza 31,8 INSULINEMIA 150’ Elettrochemiluminescenza 26,2 INSULINEMIA 180’ Elettrochemiluminescenza 15,2 Un altro tipo di analisi ha riscontrato i seguenti risultati: GLICEMIA Test enzimatico 86 mg/dl GLICEMIA dopo 2 ore Test enzimatico 59 x10^3/ul dal pasto INSULINEMIA Immunochemiluminescenza 2.5 mcUI/ml Immunochemiluminescenza 8,2 mcUI/ml La dottoressa che mi ha visitata, mi ha detto che ho l’insulina che lavora male ed essendo figlia di una diabetica (diabete di II tipo), sono anch’io destinata a prenderlo. Mi ha suggerito di fare attività fisica (cosa che faccio giornalmente) e di evitare di ingrassare. Per i cali ipoglicemici mi ha suggerito di fare spuntini salati e di evitare lunghi intervalli tra un pasto dolce ed un altro. Vorrei chiederle se è vero che rischio di prendere il diabete e come mai ho questi cali ipoglicemici. La ringrazio anticipatamente De Patre Alessandra
Il rischio va calcolato su base clinica, se mai. I consigli alimentari vanno bene. Pro9f. Pasquali

test di tolleranza al glucosio
19 Feb 05 - Alessandra, 23 anni (id: 9876)
  Salve, sono una studentessa di 23 anni e il mio problema è il seguente: soffro di cali ipoglicemici. Ho fatto diversi controlli, tra cui gli ultimi riguardano una curva glicemica con questi risultati: TEST DI TOLLERANZA AL GLUCOSIO(75 g) GLICEMIA TEMPO 120’ Test enzimatico 76 GLICEMIA BASALE Test enzimatico 81 mg/dl CURVA INSULINEMICA DA CARICO DI GLUCOSIO ORALE INSULINEMIA BASALE Elettrochemiluminescenza 3,7 mcUI/ml INSULINEMIA 30’ Elettrochemiluminescenza 24,7 INSULINEMIA 60’ Elettrochemiluminescenza 18,7 INSULINEMIA 90’ Elettrochemiluminescenza 21,2 INSULINEMIA 120’ Elettrochemilumin... continua >>
escenza 31,8 INSULINEMIA 150’ Elettrochemiluminescenza 26,2 INSULINEMIA 180’ Elettrochemiluminescenza 15,2 Un altro tipo di analisi ha riscontrato i seguenti risultati: GLICEMIA Test enzimatico 86 mg/dl GLICEMIA dopo 2 ore Test enzimatico 59 x10^3/ul
Il rischio va calcolato su base clinica, se mai. I consigli alimentari vanno bene. Prof. Pasquali

referti analisi
18 Feb 05 - mirco, 21 anni (id: 9848)
  Ho fatto di recente le analisi del sangue e ho notato questi valori: calcio con un valore di 10.9 (su una scala che va da 8.6 a 10.2); colesterolo HDL con un valore 50 (su una scala cho da 35-55 rischio moderato e <35 rischio elevato). Ringraziando per la disponibilità porgo i miei saluti
Il Calcio è un poco elevato. Bisogna vedere con un endocrinologo o il Suo medico di base. Prof. Pasquali

intolleranza al glucosio
18 Feb 05 - AnnaRita, 41 anni (id: 9795)
  Salve, dato che assumo metformina per iperinsulinemia e ridotta tolleranza al glucosio e obesità, vorrei sapere se la metformina va assunta dopo o prima dei pasti. Io l’ho sempre presa dopo ma a una mia collegha è stato consigliato di assumerla 10 minuti prima.
Durante o dopo i pasti, per evitare eventuali problemi gastrici. Prof. Pasquali

glicemia
18 Feb 05 - Gianluca, 36 anni (id: 9788)
  Salve, volevo un opinione a proposito della mia glicemia; da circa dieci anni facendo analisi periodiche, sopratutto negli ultimi 2 anni ho valori che variano dai 100 a 104; ho un fratello leggermente diapbetico ma con metabolismo totalmetne diverso dal mio io magro per natura, con dieta non troppo oculata (,angio molta pasta e pane), sportivo mio fratello tendente all’obeso con in passato problemi di assimilazione intorno ai 27 anni; mi devo in qualche modo preoccupare o cmq darmi una regolata per quanto riguarda la mia dieta ? Grazie
La glicemia è normale. Per valutare un eventuale diabete subclinico, occorre un OGTT. Prof. Pasquali

dislipidemia
17 Feb 05 - pasquale, 43 anni (id: 9714)
  Egr. Professore, Sono in cura presso un centro di dislipidemia, in quanto, da qualche anno, mi hanno riscontrato dei valori di trigliceridi molto alti (oscillanti da 250 a punte di 857).Peraltro, la patologia è di tipo familiare (mia sorella, mia madre)che, come me, soffrono anche di steatosi epatica. A tutt’oggi, la cura non è stata di tipo farmacologico, perchè ho cercato di far rientrare i valori con esercizio fisico e dieta. Tengo sotto controllo il cuore e la tiroide (ho anche un lieve ipotiroidismo. Ma la dieta stretta sarà sufficiente? E anche se faccio periodicamente tutti i controlli legati a possibili conseguenze, corro counque dei rischi? Grazie anticipatament... continua >>
e della Sua risposta
Prima, correggere l’ipotiroidismo e poi valutare il problema lipidi. Secondo, se la dislipidemia è familiare ed esistono fattori di rischio, genetici o acquisiti, può essere opportuno un farmaco associato a specifiche regole alimentari e comportamentali Prof. Pasquali


Da 2412 a 2427 di 2540