Logo ricerca con Google


Sei in: Medico on-line > Pediatria

Aderiamo allo standard HONcode per l'affidabilità dell'informazione medica Aderiamo allo standard HONcode per l'affidabilità dell'informazione medica.
Verifica qui.


Pediatria
Referenti

ultimo aggiornamento 29/05/2008
 
Aree tematiche

    Il Prof. Franco Zappulla risponde alle domande inerenti :
  • Pediatria Generale
  • Gastroenterologia Pediatrica
  • Malattie polmonari pediatriche
  • Malattie reumatologiche pediatriche
  • Malattie infettive pediatriche
    Il Dott Giampaolo Ricci risponde alle domande inerenti :
  • Allergologia Pediatrica
  • Eczema pediatrico
  • Allergia alimentare
  • Asma allergico
  • Rino-congiuntivite allergica
  • Anafilassi pediatrica
  • Allergia al lattice ed al veleno di imenotteri pediatrica
    Il Dott. Paolo Minelli risponde alle domande inerenti :
  • Malattie apparato respiratorio
  • Malattie apparato gastroenterico
  • Neonato a termine e suo sviluppo

Nella compilazione della tua domanda ti chiediamo gentilmente di attenerti il più possibile alle aree tematiche qui sopra riportate
ultimo aggiornamento 4/06/2008
Invia la tua domanda
- Prof. Franco Zappulla assente dal 3/7/2015 al 6/9/2015

Domande / Risposte
Norme igieniche
3 Ago 06 - Giuseppe, 26 anni (id: 41979)
  Gentilissimi, sono preoccupato per i comportamenti poco igienici del mio ragazzino: quando gioca con i suoi amichetti per strada prende in mano di tutto, poi lo vedo che mangia le patatine portando alla bocca le mani tutte sporche. Sa che è bene lavarsi le mani e non correre tra la polvere ma l’entusiasmo del gioco lo distrae. Tuttavia mi rendo conto che troppa igiene non aiuta ad "educare" il suo sistema immunitario, ma anche dei rischi che corre. Cosa devo pensarne? Avete qualche consiglio da darmi? I fermenti probiotici sono utili e perché? Grazie in anticipo per un cortese riscontro. Che Dio vi benedica!
Gia’ risposto.
Prof. Franco Zappulla


varicella in gravidanza
2 Ago 06 - Alessandra, 34 anni (id: 41928)
  Salve,sono una mamma disperata sono alla seconda gravidanza(25 settimane)e sono stata con un malato di varicella.Le mie analisi 3 anni fa erano positive(valore basso) perciò per la varicella risultavo immune.Ho ripetuto le analisi ad aprile e a luglio di quest’anno ed ora risulto negativa non sono più immune.Come è possibile?Cosa succede al feto se contraggo la varicella in quest’epoca gestazionale?Le sarei molto grata se potesse rispondermi al più presto visto che la mia preoccupazione è forte.La ringrazio di cuore.
Gent.ma Sig.ra, Le chiederei gentilmente di riproporre la domanda al Prof.Zappulla che rientra lunedì dalle ferie. Io sono l’esperto di problemi di crescita e di diabete. Le posso solo anticipare che gli anticorpi per la varicella, essendo del gruppo dell’herpes virus, non sono mai attendibili. E’ più importante il dato clinico di avere avuto o meno la varicella. La varicella è comunque più pericolosa al momento del parto. Se ha fretta chieda al suo medico curante che potrà informarsi presso il più vicino centro di neonatologia.
Dott. Stefano Zucchini

Puntura di zecca
2 Ago 06 - LUNA, 2 anni (id: 41896)
  Luna, 23 mesi e’ stata punta sulla gambina da una zecca il 17 luglio. Al momento della rimozione l’insetto era grande quanto una capocchia di spillo, e presumibilmente non era radicato. stimiamo che sia rimasto attaccato per 24/36 h al massimo La rimozione non ha lasciato segni e fino ad oggi non ci sono state manifestazioni cutenee ne’ febbrili . Oggi la bimba ha 3 piccole bollicine sulla schiena , sebra sempice sudamine/sudorina, ma mi chiedo se possa esserci un collegamento con il morso di zecca. Grazie in aticipo per la risposta.
Gent.ma sig.ra, in alcune regioni del nord Europa la puntura di zecca puo’ portare ad una malattia detta Borreliosi o malattia di Lyme (dal nome di una citta’ americana dove vennero descritti nel 1971 i primi casi). Tuttavia nei nostri climi la malattia e’ molto rara perche’ la zecca deve prima infettarsi con una spirocheta (la Borrelia burgdorferi). Tali zecche vivono soprattutto a contatto con alcuni mammiferi del nord (renne, daini, ma anche a volte topi). E’ vero che la malattia puo’ dare qualche lesione cutanea (eritema nella zona del morso della zecca), ma non credo proprio che le macchioline presentate dalla sua piccola siano da mettere in relazione con tale malattia. Quindi mi sento molto tranquillo nel consigliarle di non preoccuparsi. Cordialmente, prof. Franco Zappulla
Prof. Franco Zappulla

Infezioni renali alla pelvi
28 Lug 06 - giada, 0 anni (id: 41618)
  che danni provoca un ifezione da proteus nei bambini con ristagno nella pelvi renale
Gent.ma sig. Giada, una o poche infezioni nella pelvi renale se ben curate non danno nessun problema importante ai reni. Ma se l’ infezione tende a ripetersi spesso, puo’ propagarsi al rene danneggiandolo anche in maniera molto seria. Cordiali saluti, prof. Franco Zappulla.
Prof. Franco Zappulla

Chorea minor
28 Lug 06 - Barbara, 38 anni (id: 41613)
  Volevo sapere che cos’è la CHOREA MINOR nei bambini, grazie
Gent.ma sig.ra Barbara, la chorea minor e’ una manifestazione clinica che si puo’ presentare in qualche caso poco dopo una malattia reumatica. Interviene dopo 2-3 mesi dai sintomi del vero e proprio interessamento articolare e/o cardiaco, (a volte "a ciel sereno" , cioe’ senza i sintomi precedenti). E’ dovuta a lesione del sistema extrapiramidale (che si trova nel cervello) e del cervelletto: cio’ comporta un blocco dell’azione inibitoria esercitata da questi sistemi. I sintomi sono caratterizzati da modifica dell’umore: irrequietezza, svogliatezza; e dalla corea, cioe’ dai tipici movimenti involontari, rapidi e aritmici degli arti e dei muscoli mimici (comunque tutti i muscoli possono essere interessati: come ad es. la lingua); e’ inoltre presente una ipotonia muscolare (cioe’ i muscoli hanno poca forza). La prognosi e’ comunque buona e con la giusta terapia tale forma scompare (anti-infiammatori e sedativi). Cordiali saluti, prof. Franco Zappulla
Prof. Franco Zappulla

statura finale
27 Lug 06 - andrea, 15 anni (id: 41542)
  salve dottore.volevo farle una domanda sulla crescita:dato che i miei genitori sono molto alti volevo sapere se anche io ragiungerò la loro altezza o no.cioè ho già scritto nei geni quanto dovrò diventare alto e quindi li raggiungo con il tempo oppure no?
Caro Andrea, se a 15 anni sei già alto 170 cm sono certo che non avrai problemi con la statura da adulto. Normalmente i maschi crescono fino a 17-18 anni. In genere genitori alti hanno figli pure alti e viceversa. Ci possono però essere eccezioni, anche se, ripeto, in media i figli seguono l’altezza dei genitori. Se aggiungi 13 cm all’altezza di tua madre e, con il numero ottenuto, fai la media con l’altezza di tuo padre, si ottiene la statura media che ci si attende dai figli maschi dei tuoi genitori. E’ il tuo codice genetico che contiene le informazioni sulla tua statura finale e, siccome ogni individuo è diverso da un altro, non è garantito che tu debba diventare proprio come i tuoi genitori.
Dott. Stefano Zucchini

errore
25 Lug 06 - Simona, 38 anni (id: 41342)
  E’ stato prescritto alla mia bambina di 10 anni per curare una tonsillite l’antibiotico augmentin nella dose di 10 ml ogni 12 ore (peso circa 40 kg). Questo farmaco può causare come effetti collaterali l’insorgere di afte (numerose sulla lingua e sulle pareti interne della bocca)?
Questa domanda doveva essere rivolta al Prof. Zappulla. Io rispondo a problematiche di accrescimento e di diabete giovanile. Cordiali saluti Dott.Stefano Zucchini
Dott. Stefano Zucchini

Terapia anti-acida per reflusso gastro-esofageo
24 Lug 06 - Monia, 35 anni (id: 41306)
  Egregio Prof. Bortolotti, Sono madre di un bambino di 9 mesi, che da 7 soffre di RGE. Dopo tutti questi mesi passati a dosi sempre superiori di ranitidina e nessun altro farmaco antiacido, abbiamo pensato di rivolgerci da un altro specialista però per ora solo telefonicamente. Ci viene prescritto del domperidone (******) sciroppo 2,5 ml 3 volte al dì ( 15 min. prima dei pasti) e dell’omeprazolo (******) cps 10 mg. alla sera. Il tutto per 6 settimane. Non ci è stato detto se dobbiamo continuare la somministrazione del ranidil assieme agli altri farmaci oppure no! Chiediamo se secondo lei sospenderebbe il Ranidil Grazie e le porgo cordiali saluti. Monia da Novara
Gent.ma sig. Monia, l’omeprazolo e’ un antiacido piu’ forte della ranitidina e quindi sostituisce quest’ultima. L’omeprazolo puo’ essere associato invece al domperidone. Cordiali saluti, prof. Franco Zappulla
Prof. Franco Zappulla

uricemia
22 Lug 06 - elisabetta, 6 anni (id: 41177)
  ho fatto fare a mia figlia esami per obesità. emocromo normale, colesterolo totale 170,hdl 56, ldl 85, trigliceridi 144,ft3 4,1 , ft4 1,20 , tsh 2,95 , insulinemia a digiuno 8,3 e uricemia 5.80. Vorrei sapere cosa significa il valore alto dell’uricemia visto che tutti gli altri valori sono mella norma. grazie
L’uricemia leggermente al di sopra della norma per l’età della bambina può dipendere dalla familiarità (cioè se uno o entrambi i genitori hanno la stessa tendenza) o può essere legata all’obesità della bambina. L’obesità non comporta necessariamente iperuricemia, ma è più facile che un adulto o un bambino obeso abbia valori di uricemia più alti rispetto ad un normopeso. L’uricemia elevata può portare nel lungo periodo (decenni) a problemi renali (nefropatia uratica) o articolari (gotta). I valori alti di uricemia, come ha potuto riscontrare, non sono collegati ai livelli di colesterolo, triglieridi, insulina ecc.
Dott. Stefano Zucchini

errore
18 Lug 06 - claudio, 37 anni (id: 40961)
  dovrei prendere una prenotazione di consulenza genetica servizio di ematologia per talessimia non riesco a prenotare al santobono napoli come posso? grazie e cordiali saluti
Siamo spiacenti, la sua domanda non risulta consona allo spirito della Rubrica de "Il Medico On Line". Saluti,
Dott. Stefano Zucchini

errore
17 Lug 06 - MARIKA, 26 anni (id: 40896)
  Buonasera, sono una ragazza di 26 anni a metà maggio mi è venuta la varicella e mi è durata molto prima che mi sparissero tutte le bolle c’è voluto all’incirca un mese e mezzo, attualmente ho solo pochissime bolle sulle braccia che stanno scomparendo all’incirca saranno una decina ma sono quasi invisibili. Per fortuna non mi sono mai grattata e sembrano non esserci cicatrici, volevo sapere dato che ormai sono passati 2 mesi da quando mi sono comparse le bolle se attualmente posso prendere il sole. Poichè per questi 2 mesi per paura di macchie non mi sono esposta al sole. Ora posso espormi al sole e fare delle lampade? Se ancora non è possibile quanto devo aspettare? Ossia tra quanti gio... continua >>
rni è possibile esporsi al sole senza problemi? La ringrazio.
Questa domanda doveva essere rivolta ad un altro specialista. Io rispondo a problematiche di accrescimento e di diabete giovanile. Cordiali saluti Dott.Stefano Zucchini
Dott. Stefano Zucchini

errore
17 Lug 06 - Franceca, 30 anni (id: 40867)
  Salve dott. Zucchini, vorrei chiederle se il parassita intestinale Giardia Lamblia può essere trasmesso attraverso la saliva anche quando non c’è nessun contatto con le feci e quanto sopravvive al di fuori dell’organismo ospite. Grazie mille!
Questa domanda doveva essere rivolta al Prof. Zappulla. Io rispondo a problematiche di accrescimento e di diabete giovanile. Cordiali saluti Dott.Stefano Zucchini
Dott. Stefano Zucchini

errore
17 Lug 06 - Luca, 38 anni (id: 40851)
  Gentile Dottore, dopo aver riscontrato in mia figlia di 7 anni la presenza di una piccola pallina sottocutanea nel braccio, il medico pediatra ha suggerito un’ecografia il cui referto è il seguente: "Formazione fusiforme ipoecogena.....diametro circa 1mm ........probabilmente Formazione di tipo fibromatoso". Posso avere dei chiarimenti in merito ? Grazie anticipatamente per la disponibilità. Cordiali saluti.
Questa domanda doveva essere rivolta al Prof. Zappulla. Io rispondo a problematiche di accrescimento e di diabete giovanile. Cordiali saluti Dott.Stefano Zucchini
Dott. Stefano Zucchini

errore
15 Lug 06 - Giuseppe, 33 anni (id: 40787)
  Gentilissimi, sono preoccupato per i comportamenti poco igienici del mio ragazzino: quando gioca con i suoi amichetti per strada prende in mano di tutto, poi lo vedo che mangia le patatine portando alla bocca le mani tutte sporche. Sa che è bene lavarsi le mani e non correre tra la polvere ma l’entusiasmo del gioco lo distrae. Tuttavia mi rendo conto che troppa igiene non aiuta ad "educare" il suo sistema immunitario, ma anche dei rischi che corre. Cosa devo pensarne? Avete qualche consiglio da darmi? I fermenti probiotici sono utili e perché? Grazie in anticipo per un cortese riscontro. Che Dio vi benedica!
Questa domanda doveva essere rivolta al Prof. Zappulla. Io rispondo a problematiche di accrescimento e di diabete giovanile. Cordiali saluti Dott.Stefano Zucchini
Dott. Stefano Zucchini

TAS
14 Lug 06 - francesco, 12 anni (id: 40715)
  titolo streptolisinico 775 cosa vuol dire?
Il titolo antistreptolisinico (TAS) è un anticorpo diretto contro un batterio chiamato streptococco, responsabile di varie affezioni delle vie aeree superiori (inclusa la scarlattina), infezioni cutanee ecc. e che può causare, nei soggetti predisposti, il reumatismo articolare acuto. 775 è un valore elevato e va confrontato coi valori precedenti e con valori successivi. Inoltre deve essere valutato insieme al quadro clinico. Se il bambino sta bene, può essere solo il segno di una vecchia infezione strptococcica. Il pediatra che ha prescritto questo esame saprà darle la risposta più appropriata
Dott. Stefano Zucchini


Da 4176 a 4191 di 4287