Sei in: Medico on-line > Medicina Termale Riabilitativa

Aderiamo allo standard HONcode per l'affidabilità dell'informazione medica Aderiamo allo standard HONcode per l'affidabilità dell'informazione medica.
Verifica qui.


Medicina Termale Riabilitativa
Referenti

ultimo aggiornamento 14/03/2006
 
Aree tematiche

  • cure termali nell’artrosi e nelle malattie reumatiche
  • cure termali nelle malattie dell’apparato respiratorio
  • cure termali nelle malattie orecchio/naso/gola
  • cure termali nelle insufficienze vascolari periferiche
  • cure termali nelle malattie ginecologiche o dell’apparato digerente
  • Riabilitazione e Idrochinesiterapia in ambito termale
  • riabilitazione motoria
  • Medicina Estetica ed area benessere

Nella compilazione della tua domanda ti chiediamo gentilmente di attenerti il più possibile alle aree tematiche qui sopra riportate
ultimo aggiornamento 14/03/2006
Invia la tua domanda

Domande / Risposte
spondilolistesi
13 Lug 08 - stefano, 35 anni (id: 82202)
  volevo precisare che l ma dischiena mi dura da 5 anni ma in modo contiunuo 24 ore su 24 con sciatalgia a causa del becco osteofitosico per un periodo con sciatalgìia anche a riposo da esame elettromiografico rischio spondilolistesi in futuro?
Per spondilolistesi si intende lo scivolamento di una vertebra su quello sottostante e perchè questo avvenga sono necessarie alcune alterazioni, la principale delle quali è che la vertebra di sotto sia deformata in modo tale che la faccia superiore ( sulla quale appoggia la vertebra sovrastante ) sia inclinata. Per questo il più spesso è una conseguenza di una frattura vertebrale con successivo schiacciamento, il più spesso anteriore, del corpo vertebrale. I becchi osteofitici sono un processo di artrosi e ( semplificando ) sporgono dal corpo vertebrale.
Dott. Attilio Menconi Orsini


RMN
13 Lug 08 - dorotea, 50 anni (id: 82201)
  Rettineizzato il rachide cervicale Altezazione i segnale,su base degenerativa,dei dischi intersomatici compresi tra C3 e C6. Modeste protrusione ad estrinsecazione postero -lateale destra dei dischi C3/C4 e C4/C5. Protrusione discale posteriore mediana-paramediana sinistra al passaggio C5/C6. In concomitanza con fenomeni uncoartrosici si apprezza riduzione di calibro del canale vertebrale al passaggio C5/C6. Non evidenti processi espansivi intradurale. Nella norma del tratto visualizzato della corda midollare ------------------------------------------------------------------------------------------------------------Di segnale modicamento alterato,in corrispondenza della "zona critica... continua >>
" il tendine del sovraspinato, per modesti fenomeni entesopatici cronici:feomeni analoghi si evidenziano a livello del tendine del sottoscapolare. Nulla di rilevante alle restanti compnenti muscolo _tendine della cuffia de rotatoi. Irregolare il profilo e l’intensita’di segnale del labbro glenoideo antero-inferiore. In sede il tendine di inserzone del capo lungo de bicipide brachiale, con minima falda fluida sinoitica. Falda fluida articolare distende lievemente il recesso gleno-omerale antero-inferiore. Iniziali fenomeni degenerativi artrosici si apprezzano in sede acromion-claveare..... IL 9 GIUGNO HO AVUTO UN BRUTTO INCIDENTE CONLA MACCHINA.COSI’ IL MIO MEDICO CURANTE MI A PRESCRITTO UNA RISONANZA..HO LA SPALLA CHE I FA’ MALE ,E IL BRACCIO SINISTRO CHE NON RIESCO AD ALZARLO...
Per quanto riguarda la spalla si tratta di fenomeni, definiti modici, infiammatori di alcuni componenti della cuffia dei rotatori. Viceversa a carico della colonna cervicale il referto parla di due protrusioni, definite modeste, a carico dei dischi C3-4 e c4-5 e di una, evidentemente più importante, di C5-6. A questo livello poi sono segnalati anche fenomeni artrosici che portano ad una riduzione dello spazio per le vie nervose. Le consiglio, una volta controllati i fenomeni dolorosi più acuti con terapia antinfiammatoria, una visita medica di uno specialista in fisiatria per eventuali trattamenti di chinesiterapia.
Dott. Attilio Menconi Orsini

spondilolistesi
13 Lug 08 - stefano, 35 anni (id: 82200)
  scusi dottore io le ho fatto una domanda sulla spondilolistesi ma una cosa che volevo sapere non mi è stata riferita (id: 82109) volevo sapere se dopo 5 anni di mal dischiena avrei potuto danneggiare le faccette articolari (che anche se adesso non mi fanno male )he mi potrebbero portare in futuro alla spondilolistesi
Mi pare di ricordare che ho risposto, che cioè le faccette articolari il più delle volte sono compromesse più o meno, fin dall’inizio e sono una delle cause del dolore, non la conseguenza di questo.
Dott. Attilio Menconi Orsini

cifosi
12 Lug 08 - GAETANO, 36 anni (id: 82190)
  BUONGIORNO,E’ DA TEMPO CHE SOFFRO DI UN PESO ALLA ZONA DORSALE DELLA COLONNA TRA LE SCAPOLE CAUSA, COME MI HANNO TUTTI DETTO DELLA MIA CIFOSI.HO FATTO DELLE RADIOGRAFIE MA NULLA DI RILEVANTE MA SOLO QUESTA CIFOSI.ILSINTOMO CHE HO E’ DI AVERE UN PESO E COME SE AVESSI LE OSSA FUORIPOSTO IN PIU’ UN BRUCIORE DEI MUSCOLI SPECIALMENTE IN ESTATE. MI HANNO TUTTI PRESCRITTO GINNASTIA PER RAFFORZAMENTO MUSCOLARE E CHINESIERAPIA MA VORREI SAPERE DA LEI COSA FARE. GRAZIE
Mi associo ai consigli: ginnastica e chinesiterapia. Tutt’al più aggiungerei: ginnastica purchè sia medica e meglio l’idrochinesiterapia della chinesiterapia.
Dott. Attilio Menconi Orsini

spondilolistesi
12 Lug 08 - fabio, 35 anni (id: 82175)
  Salve,sono un ragazzo molto sportivo, podista amatoriale, free climber, ciclista e altro, frequento assiduamente la palestra svolgendo esercizi con pesi ma senza caricare mai sulla schiena...dal 2001 soffro di sciatalgia che normalmente mi coglie allinizio dellestate e dellinverno per pochi giorni. Dalle radiografie e dalla risonanza ho scoperto di avere un leggero scivolamento a livello L5,S1 probabilmente congenito.Da un mese sento invece un dolore lacinante al mattino e poi niente più...Vorrei sapere dovè il miglior centro per analizzare il mio problema ed eventualmente suggerigmi esercizi di ginnasatica o fisioterapia.
Il concetto di fermare lo slittamento di una vertebra sulla sottostante irrobustendo muscoli e strutture tendineo-legamentose che tengono in posizione corretta le vertebre è giusto. Purchè gli esercizi siano corretti. Le consiglio una visita medica da uno specialista in fisiatria il quale potrà indirizzarla eventualmente verso trattamenti di ginnastica medica e/o di idrochinesiterapia ( meglio questa se in piscina termale per riabilitazione ) come pure le attività fisiche corrette di mantenimento. Se la parola "fisioterapia" è stata usata correttamente, allora questa può funzionare quasi esclusivamente nei momenti di sintomatologia acuta.
Dott. Attilio Menconi Orsini

protrusione
12 Lug 08 - Emanuela, 46 anni (id: 82174)
  La Risonanza ha mostrato una Discomalacia cronica L4-L5 con protusione posteriore del tipo a barra e secondaria impronta anteriore sul sacco durale a prevalenza postero-laterale sx con iniziale impegno foraminale bilaterale associato. Concomita stenosi del canale vertebrale aggravata da ipertrofia della inserzione dei legamenti gialli. Addensamento disomogeneo dei piatti vertebrali contrapposti. Cosa devo fare ?
Lei non mi dice nulla delle condizioni cliniche, tuttavia per la protrusione una visita medica da uno specialista in fisiatria per evetnuali trattamenti di idrochinesiterapia ( meglio se in piscina termale per riabilitazione ) e di RPG costituisce il primo passo per gli interventi conservativi per il trattamento.
Dott. Attilio Menconi Orsini

12 Lug 08 - CARMELO, 42 anni (id: 82173)
  Gentile dottore, mi può spiegare gentilmemte che cosa significa "nucleo angiomatoso sul soma di S1"? La ringrazio anticipatamente e la saluto.
27/03/2013: termini di risposta scaduti
Dott. Attilio Menconi Orsini

frattura vertebrale
12 Lug 08 - Giovanni, 44 anni (id: 82172)
  Buongiorno dottore, a seguito di un incidente avvenuto il 9/05/2008 ho riscontrato una frattura disco-somatica di L1 che presenta riduzione di altezza dei due terzi anteriori con interessamento della limitante somatica superiore ed aspetto cuneo anteriore associata a modesta retropulsione della posizione superiore del muro posteriore sono rilevabili nella sede della frattura evidenti segni di scloriosi riparativa lo spazio intersomatico d12-L1 appare ridotto di ampiezza con livello di una piccola protusione di scale mediana prevalentemente para mediana destra che sporge posteriormente comprimendo lievemente il retrostante sacco duralee la radice nervosa corrispondente. Livemente ridotto di a... continua >>
mpiezza appare anche lo spazio discale L5-S1. Vorrei chiederle quali saranno le mie conseguenze, e se potro lavorare ancora come autista? in attesa di una sua risposta le lascio i miei più cordiali saluti.
L’importante è la frattura della vertebra L1 con esito in cuneo. Piano piano la colonna può alterare i rapporti fra le vertebre, anche se sopra si tratta di vertebre dorsali molto meno mobili della altre e più collegate. Credo che sia importante mantenere le strutture muscololegamentose molto robuste. Una visita medica di uno specialista in fisiatria le indicherà i trattamenti e l’attività fisica di mantenimento più utile.
Dott. Attilio Menconi Orsini

spondilouncoartrosi
12 Lug 08 - MARISA, 43 anni (id: 82157)
  DALLE:RX RACHIDE CERVICALE ....MI è STATO DIAGNOSTICATO SEGNI INIZIALI DI SPONDILOUNCOARTROSI...CHE COSè? GRAZIE.
Artrosi della colonna vertebrale.
Dott. Attilio Menconi Orsini

xgrafia
11 Lug 08 - Rosalia, 26 anni (id: 82151)
  Gentilissimo dottore, a seguito di un forte disturbo al tratto lombosacrale sono andata dal medico che mi ha fatto eseguire un rx rachide lombo-sacrale con seguente esito:"Rachide lombare grossolanamente in asse con fisiologica lordosi conservata. Non alterazioni morfologiche o strutturali a carico dei metameri, se si esclude disormismo del tratto di passaggio lombosacrale di S1. Ridotto lo spazio intersomatico L5-S1." Mi potrebbe gentilmente tradurre questa diagnosi? La ringrazio anticipatamente. Cordiali saluti
Il rachide lombosacrale mostra alla xgrafia solo una anomalia di sviluppo della vertebra S1 ( non rara ) e una probabile ( la radiografia ne vede solo dei segni indiretti quali la riduzione dello spazio ) discopatia del disco intervertebrale L5-S1. Se la sintomatologia dolorosa persiste, una visita medica di uno specialista in fisiatria per eventuali trattamenti di idrochinesiterapia ( meglio se in piscina termale per riabilitazione ) e/o di RPG, sarebbe consigliabile.
Dott. Attilio Menconi Orsini

protrusione
11 Lug 08 - Marco, 34 anni (id: 82121)
  Buongiorno dottore, avevo giamandato una domanda (vedi id 78095) riassumendo ho sempre la protrusione L4-L5. In 9 mesi ho fatto punture, tens, riabilitazione, 9 sedute di chiropratica, un po di nuoto, x ultima da poco 6 sedute di agopuntura, sto tenendo anche una fascia lombare da 1 mese.Non mi passa il fastidio pensa che sia arrivato il momento di ricorrere ad un intervento? un neurochirurgo mi ha visitato e mi parlava di un intervento col laser. Che ne pensa? La ringrazio tanto x la risposta.
Se la sintomatologia persiste ed è importante, allora dai trattamenti conservativi non resta che passare a quelli chirurgici. I neurochirurghi sono gli specialisti adatti per questi interventi. Forse ha fatto poco nuoto e poca chinesiterapia e molte altre cose su cui ho dei dubbi che funzionino.
Dott. Attilio Menconi Orsini

staminali
11 Lug 08 - stefano, 35 anni (id: 82110)
  ho letto che in inghilterra satnno sperimentando la rigenerazione con le staminali delle lesioni da osteartrosi della colonna , sulluomo dvebbe iniziare il prossimo anno per 5 anni, se funzionerà e sarà applicata in inghilterra verrà automaticamente applicata anche in italia visto che siamo della comunità europea?
La comunità europea non c’entra nulla, basta che sia una ricerca scientifica eseguita con tutte le regole, compresa quella della pubblicazione su rivista specializzata. Ricerche sulle staminali nelle malattie delle ossa avvengono in tutto il mondo, con grandi speranze per il futuro ma come sempre i risultati passano dalla sperimentazione alla pratica con un certo tempo.
Dott. Attilio Menconi Orsini

spondilolistesi ?
11 Lug 08 - stefano, 35 anni (id: 82109)
  ho avuto per 5 anni mal dischiena a causa di un becco osteofitosico piccolo ma che pressava nel nervo con la fsioterapia la suituazione è migliorata anche se non so se sarà stabile, vorrei sapere se dopo 5 anni di mal dischiena potrei aver danneggiato altri legamenti comefaccette articolari e altro(sono per il futuro a rischo spondilolitesi) purtroppo dalla risonana vedo zone annerite nella zona dietro i dischi che in quelle precedenti non lo erano per niente
La spondilolistesi normalmente si verifica solo quando una vertebra, in genere per frattura mal trattata con residuo di schiacciamento a cuneo della vertebra sottostante, slitta in avanti. Eventuali danni alle faccette articolari sono origine e non causati dal dolore.
Dott. Attilio Menconi Orsini

ernia discale
11 Lug 08 - alberto, 33 anni (id: 82108)
  io ho un ernia contenuta vorrei sapere se per lefficienza di funzionalità del disco e per il suo nutrimento e per la resistenza alle sollecitazioni, è meglio togliere il lernia contenuta o lasciarla cosi. perchè togliendo lernia di deve svuotare il disco? si fa sempre?perchè si fa?
Non credo che il problema sia che l’ernia sia "contenuta" o no, anche perchè se di ernia si tratta per definizione vuol dire che è uscita dal suo posto naturale. Per il trattamento delle ernie in genere, poi ogni caso ha condizioni cliniche sue proprie che solo con la visita si possono appurare, si usano per primi, una volta superato con farmaci antinfiammatori il periodo più acuto, dei trattamenti conservativi ( soprattutto, previa visita di un medico specialista in fisiatria, trattamenti di idrochinesiterapia o di RPG ) e qualora questi non diano risultati sufficienti o qualora la sintomatologia sia fin dal principio molto grave, allora si prende in considerazione la via chirurgica. Ernie e protrusioni discali hanno in genere una buona tendenza a riassorbirsi con i trattamenti conservativi.
Dott. Attilio Menconi Orsini

staminali
11 Lug 08 - alberto, 33 anni (id: 82107)
  vorrei sapere perchè per curare le lesioni dei legamenti con lautotrapianto dei condrociti occorre farlo prima dei 40 perche dopo non funziona piu? potrebbe accadere la stessa cosa per la rigenerazione con le staminali?
Si accade anche con le staminali, almeno per ora. Come le ho detto nell’altra mia risposta, la staminali sono una prospettiva molto promettente, ma per l’immediato futuro hanno ancora utilizzi limitati nella pratica.
Dott. Attilio Menconi Orsini


Da 503 a 518 di 2104