Sei in: Medico on-line > Medicina Termale Riabilitativa

Aderiamo allo standard HONcode per l'affidabilità dell'informazione medica Aderiamo allo standard HONcode per l'affidabilità dell'informazione medica.
Verifica qui.


Medicina Termale Riabilitativa
Referenti

ultimo aggiornamento 14/03/2006
 
Aree tematiche

  • cure termali nell’artrosi e nelle malattie reumatiche
  • cure termali nelle malattie dell’apparato respiratorio
  • cure termali nelle malattie orecchio/naso/gola
  • cure termali nelle insufficienze vascolari periferiche
  • cure termali nelle malattie ginecologiche o dell’apparato digerente
  • Riabilitazione e Idrochinesiterapia in ambito termale
  • riabilitazione motoria
  • Medicina Estetica ed area benessere

Nella compilazione della tua domanda ti chiediamo gentilmente di attenerti il più possibile alle aree tematiche qui sopra riportate
ultimo aggiornamento 14/03/2006
Invia la tua domanda

Domande / Risposte
protrusioni e gravidanza
8 Lug 08 - roberta, 30 anni (id: 81940)
  Egregio dottore vorei sapere anche la sua opinione rigurdo al seguito:sono incinta in 33 settimane e al rmn del dicembre ho nettamente protusi in sede paramediana preforaminale sinistra il disco intersomatico D11-D12 e una modesta protusione concentrica del disco intersomatico L2-L3. Vorrei sapere se posso partorire normale e se sono dei pericoli. Mille grazie.
Credo che sia più indicato a rispondere il ginecologo che seguirà la sua gravidanza. In linea generale la gravidanza può peggiorare, a causa della diversa postura che si assuma, le protrusioni, ma questo non dovrebbe rappresentare un problema insolubile. Per il parto inoltre le protrusioni sono abbastanza alte nella colonna. Comunque ripeto, chieda al ginecologo.
Dott. Attilio Menconi Orsini


??
8 Lug 08 - marta, 43 anni (id: 81916)
  megapofisi sinistra l5 assimetria pubiche con iperplasia
Il referto è riportato molto parzialmente e non si dice nulla della condizioni cliniche. Comunque: megapofisi vuol dire che una delle strutture normali della vertebra L5 si presenta troppo sviluppata; asimmetrie pubiche che le due metà dell’osso pubico si sono sviluppate asimmetricamente.
Dott. Attilio Menconi Orsini

artrosi lombare e discopatia
7 Lug 08 - anna, 42 anni (id: 81889)
  BuonA sera ho ritirato la tac del rachiede lombosacrale, esito: molto rilevante artrosi apofisaria iperostante che a sinistra assume carattere deformante più evidente in L4-L5 e lieve svasatura posteriore del disco in L4-L5 e svasatura discale posteriore più marcata in L5-S1....qualè il significato di tutto ciò? Speranzosa in una vostra spiegazione.....grazie mille
Il referto parla di una artrosi della colonna lombosacrale definita molto rilevante e di due sofferenze di dischi intervertebrali. Le consiglio di consultare per una visita un medico specialista in fisiatria perchè, previa visita dello stesso, per l’artrosi sono indicate le cure termali mentre le discopatie possono venire controllate con trattamenti conservativi quali l’idrochinesiterapia ( meglio se in piscina termale per riabilitazione ).
Dott. Attilio Menconi Orsini

RMN
7 Lug 08 - gianni, 39 anni (id: 81873)
  Gentile dottore può spiegarmi "in soldoni" lesito della RM lombo-sacrale a cui mi sono sottoposto: ipointensità in T2 dei dischi intersomatici più evidente in L5-S1, da riferire a fenomeni disidratativi; note di osteofitosi somato-marginale; lieve irregolarità del profilo dei piatti somatici contrapposti, con rilievo dei nuclei discali intraspongiosi, evidenti ai liveli del tratto distale dorsale. Focale protusione discale posteriore, a sede paramediana sn, si osserva il L5-S1. Modesto bulging discale posteriore è presente in L4-L5.
Allora in soldoni: tutte le alterazioni sono classificate come "note di" o "lieve" ecc. quindi sono solo iniziali fenomeni di artrosi della colonna con sofferenza discale. Invece a livello dei dischi L4-L5 e L5-S1 sono evidenziati una protrusione e un bulging, ( semplificando anche questo, processi simili, ma meno spinti, alla più nota ernia del disco ). Se le danno dei problemi ( potrebbero essere dolori lombari irradiati alle coscie ) e anche se no perchè potrebbero sempre darne, la cosa migliore è consultare per una visita un medico specialista in fisiatria per eventuali trattamenti di idrochinesiterapia ( meglio se in piscina termale per riabilitazione ) e di RPG.
Dott. Attilio Menconi Orsini

protrusioni
7 Lug 08 - marika, 43 anni (id: 81857)
  Buongiorno, queste sono le risposte alla mia rx lombosacrale , come devo comportarmi? iniziale appuntimento su base artrosica degli spigoli somatici anteriori delle prime tre vertebre lombari; inizili note artrosiche inter-aposifarie sono riconoscibile tra l4 ed s1. disco intervertebrale L4-L5 e’ degenerato e lievemente ridotto di spessore: a tale livello e’ riconoscibile una protusione focale ai limiti con l’ernia in sede pre foraminale destra che impronta il sacco durale ul suo versante antero-laterale destro. presenza di assottigliamento , degenerazione e lieve protrusione anulare del disco intervertebrale D11 D12. In’oltre per la rx cervicale mi hanno trovato lo spanciamento di tre anell... continua >>
i uno dei quali e’ molto vicino al midollo. Mi consigliano una terapia antiinfiammatoria visto il dolore, e di seguito un bravo fisioterapeuta. Personalmente credo che sia troppo vicino al midollo per metterci le mani. Cosa mi consiglia ? Il dolore forte e’ iniziato causa trauma. Ultimamente si informicoliscono i polpastrelli delle mani , ho meno presa e mi cadono gli oggetti. A cosa vado incontro? si puo’ guarire con la fisioterapia ? Grazie mille per una eventuale risposta. Marika
Il referto denuncia multiple protrusioni o ernie discali, almeno una delle quali, L4-L5 che entra in conflitto con vie nervose. In generale in questi casi si attuano, una volta attenuata con la terapia antiinfiammatoria la prima fase caratterizzata dalla prevalenza del dolore, trattamenti conservativi e, qualora questi fallissero o qualora il dolore o altri sintomi neurologici continuassero importanti, si pensa alla via chirurgica. Questo perchè protrusioni ed ernie possono ridursi con trattamenti conservativi. In ogni caso è consigliata una visita medica di uno specialista in fisiatria per eventuali trattamenti di idrochinesiterapia ( meglio se in piscina termale per riabilitazione ) e di RPG. Per la sua domanda se la fisioterapia può guarirla: nella fisioterapia volgarmente parlando ( per essere precisi bisognerebbe parlare infatti di fisiochinesiterapia ) si comprendono la fisioterapia vera e propria ( apparecchi elettromedicali come per fare un esempio la jonoforesi, il laser, ecc. ) e la chinesiterapia. La prima ha una attività in genere antiifiammatoria la seconda invece rientra nei trattamenti conservativi di cui sopra.
Dott. Attilio Menconi Orsini

cifosi
30 Giu 08 - sergio, 38 anni (id: 81516)
  Ho la cifosi dorsale. Alla mia età sarebbe utile portare un busto per riuscire almeno in parte a correggere la curvatura della schiena?
Lei non dice il grado della cifosi dla quale può dipendere la scelta da fare. Tuttavia, in linea generale e prescindendo dal suo caso, può essere più utile un programma di ginnastica correttiva e di chinesiterapia: consulti per una visdita medica uno specialista in fisiatria.
Dott. Attilio Menconi Orsini

cervicalgia
27 Giu 08 - mariangela, 37 anni (id: 81404)
  Segni di spondilo-uncartrosi. Corpi vertebrali improntati dai dischi intersomatici corrispondenti. Spazi interapofisari trasversi C7-D1 ristretti bilateralmente. Forami di congiunzione sostanzialmente conservati.E’ l’esito della rx rachide cervicale dopo un incidente avvenuto sette anni fa. Quali sono le possibili cure??? Ho spessissimo mal di collo, testa e ipersensibilità agli spifferi di freddo.
Sarebbe consigliabile una visita medica di uno specialista in fisiatria per eventuali trattamenti di chinesiterapia.
Dott. Attilio Menconi Orsini

scoliosi
26 Giu 08 - laura, 18 anni (id: 81397)
  salve, le scrivo per avere informazioni riguardanti la mia situazione. all’età di 13/14 anni ho riscontrato la scoliosi. ho fatto della ginnastica correttiva e "usato" un busto correttivo. entrambe le cose in malo modo per la poca maturità nell’affrontare la situazione. ora vorrei affrontare il problema se è possibile. come mi era stato avvisato, ho un seno più piccolo dell’altro, senza l’utilizzo del reggiseno (es in costume o fasce) si vede molto questa differenza e mi sento molto a disagio. in più so del problema che avrò nell’affrontare in un futuro una gravidanza. vorrei sapere se è possibile un intervento. non mi ricordo i gradi di curvatura della mia schiena anche perchè sono ... continua >>
già 3 anni che non uso il busto e non faccio una lastra. oltre al seno e la spalla dietro non si vede particolarmente il problema ma vorrei comunque eliminarlo. un intervento è possibile in qualsiasi casi? quali no? che conseguenze ci possono essere? è vero che potrei rimanere su una sedia a rotelle se va male l’intervento? la prego di rispondere alle mie domande grazie per aver letto la mia domanda Laura
Alla sua età dovrebbe essere ancora possibile prima di pensare all’intervento chirurgico ( molto dipende dal grado, che lei non cita, tuttavia dal testo della sua e-mail sembrerebbe non di grado estremo ) potrebbe essere utile fare seriamente un programma di ginnastica correttiva e di busto. Consulti per unoi visita medica un medico specialista in ortopedia o in fisiatria.
Dott. Attilio Menconi Orsini

xgrafia
26 Giu 08 - GIADA, 26 anni (id: 81357)
  HO FATTO UN RX RACHIDE LOMBOSACRALE CON SEGUENTE ESITO: IN ASSE, CON LORDOSI CONSERVATA. CONSERVATA ALTEZZA DEI CORPI VERTEBRALI LOMBARI ED AMPIEZZA DEI RELATIVI SPAZI DISCALI. LA PRIMA SACRALE PRESENTA CARATTERISTICHE TRANSIZIONALI E SCHISI MEDIANA DELL’ARCO POSTERIORE. RX BACINO: ALI ILIACHE, SACRO,ARTICOLAZIONI SACROILIACHE E COXOFEMORALI NEI LIMITI. COSA SIGNIFICA? COSA CONSIGLIA STANDO SEMPRE TANTO IN PIEDI PUO’ PEGGIORARE? ANTICIPATAMENTE LA RINGRAZIO
La prima vertebra del sacro si è sviluppata un pò irregolarmente e presenta una mancata saldatura dell’arco posteriore, il resto è normale. Per la valutazione delle eventuali conseguenze, la cosa migliore è una visita da uno specialista in ortopedia che valuterà oltre alla lastra la sua condizione.
Dott. Attilio Menconi Orsini

discopatie diffuse
26 Giu 08 - Mariella, 77 anni (id: 81349)
  Di seguito la diagnosi RX. ho forti dolori alle gambe la notte e camminando a volte le gambe di colpo sembrano cedere. RM DORSALE E LOMBARE Esame eseguito con tecnica SE e GE per immagini sagittali e assiali dipendenti da T1 e T2* Gravi alterazioni degenerative su base spondilosica e osteocondrosica in entrambi i segmenti esaminati, Dischi estremamente ridotti in spessore per fenomeni disidratativi a tutti i livelli, soprattutto al passaggio dorso-lombare. Ernia discale postero-paramediana dx D8D9. Protrusi soprattutto bilateralmente con impegno intraforaminale bilaterale e componente osteofitosica analogamente espressa, i dischi ai livelli D11D12 e D12L1. Protrusione discal... continua >>
e soprattutto laterale dx con parziale impegno intraforaminale omolaterale L1L2. Piccola ernia discale postero-paramediana dx L2L3 e, di appena maggiore entità, L3L4, Protrusione discale soprattutto bilaterale con impegno intraforaminale, in entrambi i casi, ai livelli L4L5 ed L5S1. A partire da L2 fino ad L4L5 la concomitanza delle discopatie ed ipertrofia articolare interapofisaria e dei ligamenti gialli concorre a determinare stenosi del canale vertebrate. Privi di segnale patologico il midollo dorsale ed il cono midollare.
Purtroppo la RMN segnala un grave quadro di artrosi diffusa della colonna e soprattutto di protrusioni discali diffuse che vanno a comprimere vie nervose. Le consiglio di farsi visitare da un medico specialista in ortopedia o in fisiatria.
Dott. Attilio Menconi Orsini

scoliosi
25 Giu 08 - costanza, 10 anni (id: 81331)
  Ho 10 anni, presento una postura che evidenzia molto la pancia e il sedere,e cammino con le ginocchia piuttosto ravvicinate. E’ stata fatta una radiografia dalla quale è emersa la seguente diagnosi: Lieve scoliosi dorso-lombare ad "S"italica . E’ stato contattato un ortopedico che non ha trovato rilevante il problema poichè ho una postura di natura congenita (la mamma presenta la stessa postura).Rischio di avere i suoi stessi problemi: carenza di cartilagine nella zona cervicale e dolori, dolore costante alla spalla sinistra? Pratic nuoto da due anni. Ci sono tipi di esercizi che possono correggere il problema? Quali? ringrazio e saluto ... continua >>
Costanza Antonucci
Chiedo innanzitutto scusa del ritardo con cui rispondo. Il nuoto è una ottima attività fisica in casi come il tuo, tutt’al più si potrebbe integrare con ginnastica medica, purchè prescritta ( che vuol dire essere visitata e seguita ) da un medico specialista in fisiatria e guidata da un fisioterapista.
Dott. Attilio Menconi Orsini

lombalgia
25 Giu 08 - rossella, 26 anni (id: 81329)
  da circa un mese ho un dolore piuttosto persistente nella zona lombare che si irradia verso i fianchi fino a giungere al basso ventre inoltre in base alla postura avverto anche un senso di fastidio nella zona della coscia destra (nn ho più l’appendice). ho preso vari medicinali per farlo passare sempre per via orale ma al max hanno leggermente lenito il dolore.inoltre ho notato che se sto molto seduta il dolore diventa più fastidioso. quindi tendo a camminare con le spalle curve però se da seduta tengo una posizione eretta il dolore si attenua molto. ho pensato che potesse essere adirittura cervicale dato che se da seduta o anche da in piedi abbasso il collo la zona lombare tira.aspetto ... continua >>
una vostra risposta.nel frattempo vi saluto e porgo cordiali saluti.
Escluderei che la causa sia la colonna cervicale ( il che non vuol dire che di suo non possa avere qualcosa ) essendo più probabile che quando lei flette il capo fletta anche un pò la colonna nel suo insieme. La sintomatologia farebbe pensare alla colonna lombare e la irradiazione alla coscia un livello L3-L4 probabilmente per una discopatia ( protrusione o ernia ). Una risonanza magnetica in questa sede risolverebbe probabilmente ogni dubbio, ma in ogni caso la cosa migliore è la visita medica di uno specialista in ortopedia o in fisiatria che le indicherà gli accertamenti opportuni.
Dott. Attilio Menconi Orsini

correzione della scoliosi
25 Giu 08 - rosaria, 38 anni (id: 81323)
  a mia figlia alessandra gli e stato riscontrato un modico attegiamento sinistro convesso ad ampio raggio del rachide con fulcro sulla transizione dorso lombare, cui si associa lieve sollevamento dell’emibacino destro e atteggiamento iperlordosico lombare. questa e la diagnosi. la bimba ha 8 anni e alta 130cm e peso 28kg. E vero che dovrebbe portare una zeppa? attendo una risposta grazie.
Dovrebbe portare un plantare correttivo ma solo se è stato accertata la causa della scoliosi in una differenza di lunghezza degli arti inferiori o in una causa simile e comunque che sia prescritta da specialisti.
Dott. Attilio Menconi Orsini

xgrafia
25 Giu 08 - Mattia, 20 anni (id: 81320)
  lieve atteggiamento scoliotico lombare sn-convesso.non alterazioni morfostrutturali di rilievo a carico dei metameri esaminati.modica riduzione dello spazio intersomatico L5-S1. chiedo per favore se qualcuno mi aiuta a capire se posso continuare a fare lavori dove passo 12-20 ore di fila in piedi facendo anche sforzi dovuti al carico di furgoni. e la riduzone dello spazio a livello L5-S1 cosa implica? può essere sintomo di ernie del disco?
La radiografia ha evidenziato due cose: una lieve scoliosi ( anomala curvatura laterale della colonna ) in sede lombare e una modica riduzione dello spazio intervertebrale L5-S1. Entrambe sono di modica entità. La prima può riconoscere diverse cause e può essere corretta una volta diagnosticata la causa esatta. La seconda potrebbe effettivamente essere un segnale indiretto di una sofferenza discale ( ernia o protrusione ). In ogni caso una visita medica di uno specialista in ortopedia valutando la lastra e le sue condizioni fisiche dovrebbe essere chiarificatrice.
Dott. Attilio Menconi Orsini

artrosi con discopatia
25 Giu 08 - 123456, 60 anni (id: 81316)
  Egregio Dottore, a seguito di forti mal di schiena ho effettuato una rm colonna lombo sacrale dalla quale risulta: diffusa patologia involutiva delle strutture discali intersomatiche con notevole riduzione del tono idrico a tutti i livelli esaminati. Iniziali alterazioni di natura ostofitaria somatomarginale con evidente osteofitosi delle contrapposte limitanti vertebrali. Presenza di nodulo di Schmorl della limitante inferiore di L1. Cosa posso fare e a chi devo rivolgermi?
Il referto in sostanza parla di una diffusa artrosi della colonna con una diffusa sofferenza dei dischi intervertebrali. Può rivolgersi per una visita o ad uno specialista in ortopedia o ad uno in fisiatria.
Dott. Attilio Menconi Orsini


Da 503 a 518 di 2080