Sei in: Medico on-line > Medicina Termale Riabilitativa

Aderiamo allo standard HONcode per l'affidabilità dell'informazione medica Aderiamo allo standard HONcode per l'affidabilità dell'informazione medica.
Verifica qui.


Medicina Termale Riabilitativa
Referenti

ultimo aggiornamento 14/03/2006
 
Aree tematiche

  • cure termali nell’artrosi e nelle malattie reumatiche
  • cure termali nelle malattie dell’apparato respiratorio
  • cure termali nelle malattie orecchio/naso/gola
  • cure termali nelle insufficienze vascolari periferiche
  • cure termali nelle malattie ginecologiche o dell’apparato digerente
  • Riabilitazione e Idrochinesiterapia in ambito termale
  • riabilitazione motoria
  • Medicina Estetica ed area benessere

Nella compilazione della tua domanda ti chiediamo gentilmente di attenerti il più possibile alle aree tematiche qui sopra riportate
ultimo aggiornamento 14/03/2006
Invia la tua domanda

Domande / Risposte
lombosciatalgia
12 Dic 13 - luigi, 69 anni (id: 128635)
  lombosciatalgiagent.dott.ho 69 anni, i sintomi da me avvertiti da circa un mese : forti dolori quasi costanti che nascono dal fondo schiena e si irradiano con sincronismo quasi perfetto nei glutei e scendono parallelamente nel posteriore delle gambe fino ai polpacci,molto simili a crampi e che mi limitano decisamente i movimenti. La rmn lombosacrale ha evidenziato: modesta riduzione della fisiologica lordosi lombare.Discreti fenomeni spondilosici con associata artrosi interapofisaria in tutto il tratto di colonna esaminato. Modesta riduzione di segnale nelle sequenze T2pesate degli elementi intersomatici nel tratto L2-S1 da riferire a fenomeni disidratativi; noduli di Schmori a carico delle ... continua >>
limitanti somatiche contrapposte nel tratto D12-L1; al livello L3-L4 fenomeni osteocondrosici delle limitanti somatiche contrapposte,anteriormente. Al livello L4-L5,protrusione discale circonferenziale,che affiora ad entrambi i recessi foraminalimodicamente più accentuata a sinistra;concomita impronta sul sacco durale. Canale vertebrale di ampiezza ridotta.
La sua sintomatologia è quella tipica di una artosi lombare con sciatica bilaterale agli arti inferiori. In più la RM evidenzia una protrusione ( per semplificare, qualcosa di simile ad un’ernia discale ) che va a toccare vie riservate alle fibre nervose. Direi che è la tipica indicazione per due tipi di cure termale: fanghi-bagni e idrochinesiterapia in piscina termale per riabilitazione.
Dott. Attilio Menconi Orsini


schiacciamento
6 Dic 13 - cristina, 59 anni (id: 128549)
  Per sollevamento di un peso ho avuto una modesta riduzione in altezza del SOMA L5 DA CEDIMENTO PARZIALE. E conveniente un corsetto? quale tipo?
Se la scelta è per il corsetto, è necessario un "3 punti " ( i negozi di ortopedia sanno di cosa si tratta ). Tuttavia io per prima cosa fare una visita medica da uno specialista in ortopedia, oggi le vie da scegliere in questi casi sono diverse.
Dott. Attilio Menconi Orsini

RMN cervicale
3 Dic 13 - georgiana, 22 anni (id: 128527)
  Ciso,cello dolori molti forti agli braccia (tutte due)specialmente di notte e di giorno continua con formicolii.ho fatto un RMN e nel risultato scrive che:Alterazione della fisiologica curvatura del Rachide cervicale che presenta atteggiamento rettilineizzato con iniziale tendenza allinversione a livello di c4-c5. che cosa significa?vi prego di rispondere!
Queste alterazioni delle normali curvature della colonna sono il segno di una contrattura muscolare a sua volta secondaria probabilmente a patologie dei dischi intervertebrali. Posso fare molto trattamenti di RPG ( Riabilitazione Posturale Globale ) o comunque di chinesiterapia.
Dott. Attilio Menconi Orsini

intervento o altro
2 Dic 13 - FRANCESCO, 58 anni (id: 128511)
  Buongiorno dottore,giovedi mi sono sottoposto a una TC lombare per dolori fastidiosi alla regione lombare che si irradiano anche alla gamba sinistra gluteo polpaccio e con dei formicolii del piede il risultato è questo,sono stati esaminati gli spazi discali compresi tra l3/S1e gli adiacenti corpi vertebrali.Diffuse alterazioni morfo-strutturali ossee di tipo artrosico, con osteofiti somatici marginali. Canale vertebrale di ampiezza lievemente ridotta nel tratto L3-L4.Tra L3-L4 diffuso bulgin anulare,con presenza di tessuto discale anche nelle regioni foraminali. tra L4-L5 ernia foraminale sinistra. Tra L5-S1 minima protrusione discale mediana e paramediana destra. Mi devo sottoporre a interv... continua >>
ento chirurgico o in alternativa quale cura mi consiglia.Grazie
Mi pare di avere già risposta a questa domanda, ma forse era solo una simile. Comunque, tutto dipende dalla sintomatologia che lei accusa: se è tanto grave da impedirle una vita attiva o se lo specialista cui lei si è rivolto ritiene che nell’immediato le cose possano peggiorare, allora l’intervento è la soluzione d’obbligo. Altrimenti trattamenti di idrochinesiterapia ( meglio se in piscina termale per riabilitazione ) e di RPG possono accellerare la tendenza delle patologie discali a riassorbirsi nel corso col trascorrere del tempo, migliorando anche di molto i disturbi che lei accusa.
Dott. Attilio Menconi Orsini

RM
1 Dic 13 - marina, 51 anni (id: 128496)
  Dal mese di agosto ho un continuo dolore al lato destro posteriore un po piu giu del punto vita, effettuata RM.recita:ci sono alterazioni degenerative tra L2 L5 con disidratazioni del nucleo. Modeste note algodistrofiche in fase attiva a livello dellarticolazione discosomatica L4 L5. Non si rilevano ernie ne protusioni. Potrebbe dirmi se lagopuntura che e costosa puo essere efficace piu di altri rimedi. E devo assumere calcio? grazie
L’agopuntura stimola il nostro cervello a produrre endorfine, quindi riduce le sensazioni di dolore, non tanto quanto i farmaci antidolorifici ma senza gli inconvenienti su stomaco e apparato digestivo che a lungo andare molti di questi hanno. L’assunzione di calcio può essere utile se esiste una penuria dello stesso, a livello del sangue o a livello delle ossa ( e in questi caso va associata a vitamina D e farmaci che ne aiutino la sua fissazione ) e anche in questi casi l’effetto non è immediato.
Dott. Attilio Menconi Orsini

rmn in attesa di TAC
20 Nov 13 - francesco, 50 anni (id: 128362)
  salve ,io circa tre settimane fa ho fatto risonanza magnetica ,con questo referto ,indagine eseguita con scansione t1,t2 pesante e stir secondo piani assale,coronale e sagittale .formazione erniaria intralegamentaria mediana ,appena paramediana sn tra l4-ed l5-s1,con impronta sul sacco durale e con ipointensità dei nuclei polposi interposti per disidratazione.Angiomi cavernosi ai somi di l1 ed l5 .Il soma di l2 sembra presentare interruzione della limitante intersomatica inferiore per cui onde confermare od escluderne la presenza ,si consiglia TAC CON con finestra per osso.Si segnala appena evidente scivolamento anteriore di l5 su s1 .Nulla da segnalare a carico dei rimanenti spazi discali... continua >>
esaminati .Il canale spinale appare di ampiezza regolare.Non evidentialterazionei di segnale apprezzabili a carico del cono midollare.DEVO PER TANTO FARE TAC .LA RINGRAZIO
Rimando ogni risposta a dopo il referto TAC visto che sta per farla.
Dott. Attilio Menconi Orsini

trauma cervicale
4 Nov 13 - Monica, 37 anni (id: 128154)
  soffro di attrosi cervicale,ho la C4 C5 schiacciate.a volte mi si addormenta la mano,il collo e il braccio mi fa male,cosa posso fare. ce un rimedio.. la ringrazio.
Si rivolga ad un medico specialista in fisiatria, penso, ma io non l’ho visitata e quindi non posso essere sicuro, che dei trattamenti di chinesiterapia potrebbero ottenere dei risultati.
Dott. Attilio Menconi Orsini

rmn
4 Nov 13 - franco, 50 anni (id: 128150)
  salve ho fatto risonanza magnetica alla schiena ,mi è stato riscontrato ,il soma di l 2 sembra presentare interruzzione della limitante intersomatica inferiore cosa vuol dire grazie
il referto riprodotto è troppo riassunto, così indica solo una interruzione di immagine su una faccia di una vertebra. Le consiglio una visita da uno specilista ortopedico.
Dott. Attilio Menconi Orsini

RM
2 Nov 13 - Sonia, 22 anni (id: 128123)
  Save, l atro giorno mia mamma (52 anni) è andata a farsi una risonanza magnetica e gli hanno detto questo: atrosici margino-somatico con piccoli nodi intraspongiosi di schmorl sulle limitanti somatiche affrontato nel tratto rachideo esaminato. Subcentimetrico angioma somatico in l3. Dottore sono preoccupata!!! Distinti saluti
Gli angiomi intraspongiosi e quelli di Scmorl sono un riscontro frequente nelle risonanze, non vuol dire che siano fisiologici ma comunque di significato patologico solo se di grandi dimensioni. Il resto del referto non mi è del tutto chiaro ( è riportato parzialmente ), ma sembra indicare un quadro iniziale di artrosi.
Dott. Attilio Menconi Orsini

rx
31 Ott 13 - rosa, 37 anni (id: 128108)
  salve dottore , ho 37 anni e da circa due mesi soffro di un dolore continuo nella parte alta del gluteo sinistro ,da qualche giorno il dolore si e accentuato .circa un anno fa ho fatto delle radiografie in quanto avevo dolore .il risultato e stato riduzione della cifosi dorsale e riduzione e addensamento discale tra L5-S1.non avendo fatto nessuna terapia puo essere che la cosa si sia aggravata .e poi volevo chiedere se mi puo spiegare lesito di quelle radiografie e qualcosa da non sottovalutare . la ringrazio
Chiedo scusa per il ritardo. A distanza il referto della sola radiografia non è sufficiente a capire bene. Credo che lei debba sopporsi ad una visita o dal suo medico di base o da uno specialista in ortopedia.
Dott. Attilio Menconi Orsini

TC
31 Ott 13 - Liliana, 70 anni (id: 128096)
  Gentile dottore, annualmente mi sottopongo a TC Addome completo con mdc per pregresso intervento ca. colon (2000) e succ. ripetizione al fegato (2009). Nellultimo esame (24.10.2013) in riferimento alle patologie segnalate tutto negativo. Il referto però conclude: "cedimento strutturale somatico completo di D12 e parziale di L3". Premetto che nel luglio 2013 a seguito di svenimento sono caduta sul bacino. Ho avvertito dolori che, ancora oggi, sento ma in modo molto leggero. Cosa significa? Cosa mi suggerisce di fare alla luce di questa diagnosi? Grazie infinite per la sua risposta.
Segnala che due vertebre si sono danneggiate in modo importante ( probabilmente coesiste uno stato si osteoporosi ). Le consiglio di farsi visitare da un medico ortopedico .
Dott. Attilio Menconi Orsini

varie
31 Ott 13 - rosamazzocchi, 34 anni (id: 128094)
  Grazie per la Sua risposta, laltra volta ho sbagliato artrite, non era reattiva ma sieronegativa, volevo farle altre due domande, per il problema della disidratazione del disco e la scoliosi, dovrei rivolgermi ad un Posturologo? oltre la schiena ho dolore alle ginocchia, in particolar modo quello sinistro, si gonfia e poi si sgonfia da solo e dolore alla natica sinistra, dipende sempre dalla schiena? intanto ho fatto anche delle analisi generali, comprese di reuma test, a giorni i risultati, grazie per la sua disponibilità, distinti saluti e buon lavoro.
A parte il gonfiore al ginocchio che andrà approfondito, la disidratazione del disco e la scoliosi possono essere migòliorati con trattamenti di fisioterapia: chinesiterapia e RPG, consiglio una visita da un medico fisiatra.
Dott. Attilio Menconi Orsini

xgrafia
31 Ott 13 - Mariella, 36 anni (id: 128092)
  Ho sempre sofferto di mal di schiena scoliosi olistesi ke con il tempo è diventata spondilolistesi e una tendinite del sovraspinoso. Dolori con con cui ho sempre convissuto. Da poco ho avuto una brutta caduta sbattendo schieba bacino e spalla. Dopo 15 gg rimane ancora la schiena dolorante e contratta. E la spalla con difficoltà a fare alcuni movimenti e dolori anke a riposo. La lastra dice "lieve roto scoliosi dx convessa del tratto lombare del rachide ke nn determina significativo slivellamento dellasse bicresto iliaco e bicoxo femorale (diametro del reticolo di riferimento 50 x 50 mm). Può essere dipeso dalla caduta? La lastra conclude con lieve appianamento della cifosi dorsale. Ke vuol d... continua >>
ire tt ciò?
Il quadro conferma le patologie che lei aveva già in passtao ed è un quadro di entità lieve.Non sembra che la caduta abbia aggravato la situazione se non per l’immediato.
Dott. Attilio Menconi Orsini

RMN
30 Ott 13 - carmine, 32 anni (id: 128082)
  Salve dottore volevo sapere visto che da una risonanza magnetica che ho fatto alla schiena sono state evidenziate due protusioni.Devo preoccuparmi opp. no poi io faccio un lavoro che sollevo spesso e volentieri motori elettrici ecc. posso continuare questo lavoro opp. mi devo far cambiare manzione la ringrazio anticipatamente e buon lavoro.
Può riaspondere meglio di me un medico del lavoro che, se lei lavora in una ditta, dovrebbe essere a sua disposizione.
Dott. Attilio Menconi Orsini

post-chirurgico
28 Ott 13 - giuseppe, 47 anni (id: 128071)
  Ill.mo dottore nel mese di aprile ho subito un intervento chirurgico che riguardava lampliamento microchirurgico del forame sinistro L5-S1.Microdiscectomia .Dopo la fisioterapia e sembrava che mi stessi riprendendo ma da circa due mesi sono tornati i dolori al gluteo,alle gambe ,dolore che si irradia fin alle dita di entrambi i piedi ,bruciore e un continuo formicolio.Ho fatto una rm è questo è il referto:RIDUZIONE DI SPESSORE E DINTENSITà in T2 ei dischi interposti in L4-L5ed L5-S1.In L5-S1:esiti di intervento chirurgico per asportazione di ernia discale a sinistra della linea mediana;a tale livello si evidenzia la presenza di voluminosa quota di tessuto fibro-cicatriziale che raggiunge i... continua >>
l margine posteriore del disco intersomatico a si impegna parz.nei forami di coniugazione dova impronta le radici L5.SI segnala LA PRESENZA DI UNA FORMAZIONE CICISTA DI Tarlov allaltezza di S3.dopo ciò faccio una radiografia dinamica con questo referto:lieve riduzione dei movimento di flesso-estensione nelle proiezioni dinamiche.Coesiste marcata riduzione dampiezza dello spazio intersomatico pre-sacrale con osteosclerosi ed irregolarità delle limitanti.ho fatto pure un elettromiografia dove si evidenzia sofferenza cronicizzata di grado moderato nei territori muscolari dipendenti dalle radici S1 DI SINISTRA E L5 bilateralmente.Detto ciò mi ritrovo che sto di nuovo male e vorrei da lei un consiglio sul da farsi
Il primo consiglio è di farsi rivedere dal chirurgo che l’ha operato. Il quadro comunque è tale da richiedere oltre a trattamenti di chinesiterapia e di RPG anche valutazioni chirurgiche.
Dott. Attilio Menconi Orsini


Da 30 a 45 di 2055