Sei in: Medico on-line > Medicina Termale Riabilitativa

Aderiamo allo standard HONcode per l'affidabilità dell'informazione medica Aderiamo allo standard HONcode per l'affidabilità dell'informazione medica.
Verifica qui.


Medicina Termale Riabilitativa
Referenti

ultimo aggiornamento 14/03/2006
 
Aree tematiche

  • cure termali nell’artrosi e nelle malattie reumatiche
  • cure termali nelle malattie dell’apparato respiratorio
  • cure termali nelle malattie orecchio/naso/gola
  • cure termali nelle insufficienze vascolari periferiche
  • cure termali nelle malattie ginecologiche o dell’apparato digerente
  • Riabilitazione e Idrochinesiterapia in ambito termale
  • riabilitazione motoria
  • Medicina Estetica ed area benessere

Nella compilazione della tua domanda ti chiediamo gentilmente di attenerti il più possibile alle aree tematiche qui sopra riportate
ultimo aggiornamento 14/03/2006
Invia la tua domanda

Domande / Risposte
23 Set 09 - Rosanna, 35 anni (id: 99292)
  Leggero grado di rettilineizzazione del tratto prossimale del rachide cervicale. Minime alterazioni di disidratazione dischi intersomatici specie a livello C3 C4 con riconoscimento allo stesso livello di una formazione disco-osteofitaria postero-mediana paramediana sn che impronta nettamente lo spazio subaracnoideo anteriore.
27/03/2013: termini di risposta scaduti
Dott. Attilio Menconi Orsini


22 Set 09 - anita, 76 anni (id: 99250)
  dopo anni di forti dolori lombo-sacrali e sciatalgie ho dovuto ricorrere alla terapia del dolore,tanto il dolore era debilitante .Eseguito risonanza visita neurochirurgica epidurali cortisonici ma tutto senza risultato.Attualmente un medico mi ha diagnosticato i punti trigger che si trovano sotto un muscolo molto grosso e quindi essedo contratto puo’ simulare tutti questi terribili disturbi Lei cosa mi consiglia.Grazie
27/03/2013: termini di risposta scaduti
Dott. Attilio Menconi Orsini

TAC lombosacrale
22 Set 09 - anna66, 43 anni (id: 99243)
  ho da molto tempo mal di schiena e ho fatto una tac lombare,la diagnosi e:assenza di definite alterazioni strutturali dei metameri in esame.segni di spondilosi somatica con degenerazioni artrosica delle articolazioni interapofisarie.moderata sclerosi dell’osso subcondrale delle limitanti somatiche.la morfologia del canale vertebrale è regolare.modesta salienza postero mediana del disco allo spazio I5-S1.calcificazioni ateromasiche parietali aorto iliache. Mi puo spiegare cosa vuol dire la diagnosi?la ringrazio anticipatamente.
Il referto segnala a carico della colonna lombosacrale solo fatti iniziali: di artrosi e di discopatia ( sporgenza del disco L5-S1 peraltro definita modesta ). Come reperto accessorio,ma a carico del sistema delle grandi arterie,aorta discendente e iliache, segnala la presnza di placche di arteriosclerosi. Quest’ultima patologia, sopratutto in considerazione dell’età giovanile, richieda approfondimenti tramite esami del sangue e altri.
Dott. Attilio Menconi Orsini

xgrafia
21 Set 09 - claudio, 60 anni (id: 99186)
  rit. ref. rx rach.lombosacrale. Rettilineizzata la lordosi lombare nel tratto prossimale.Conservato l’allineamento metamerico. Rotoscoliosi sinistro convessa.Non alterazioni osteostrutturali di natura litica/addensante dei capi ossei in esame. Ridotto in ampiezza lo spazio intersomatico L5-S1.Note artrosiche con iniziale osteofitosi margino-somatica anteriore. Ho effettuat questa radiografia perchè mi viene spesso un dolore forte a livello dell’osso sacro e desidererei sapere, in attesa di andare dall’ortopedico, che cosa significa quanto sopra. Grazie.
In sostanza sono segnalate: una riduzione della normale curvatura della colonna, di solito è secondaria ad una contrattura muscolare di reazione al dolore; una anomala curvatura laterale della stessa che può riconoscere molte origini, da una condizione congenita quale una anche lieve differenza di lunghezza ad es. degli arti inferiori ad una errata postura ad es. al tavolo di lavoro, ecc.; la riduzione dello spazio intervertebrale L5-S1, indice indiretto di una sofferenza del relativo disco; infine una artrosi che però venendo qualificata come " note di " è ancora in fase iniziale.
Dott. Attilio Menconi Orsini

spalla
31 Ago 09 - simone, 35 anni (id: 98487)
  Il referto parla di Gentile dottore, dopo un incidente stradale occorsomi a marzo, a tutt’oggi ho fatto ecografie, rsm, e rsm con contrasto endoarticolare alla spalla sinistra. Tutt’oggi dopo fisioterapia al laser, agli ultrasuoni ed terapiain acqua, ho dolore e vorrei capire ed interpretare il risultato che non riesco tutt’ora a capire. Il risultato è: A Livello acromion-claveare si apprezza acromion di 1° tipo con estremità articolare distale della clavicola sullo stesso piano. Regolare la glena che evidenzia morfologia appiattita. Minima posterizzazione della testa omerale rispetto alla glena. Lo spazio sottoacromiale misura 5 mm in clinostatismo con braccio addotto. Non apprezzabi... continua >>
li falde di versamento nella borsa subacromion-deltoidea ed intraaticolaregleno-omerale al preliminare esame diretto. Modeste alterazioni di segnale di significato tendinosico a carico della porzione preinserzionale del tendine del sovraspinato. Dopo somministrazione del mezzo di contrasto non si evidenziano alterazioni di rilievo a carico delle strutture tendinee. Normale distensione della capsula articolare che presenta intersezione anteriore di 1° tipo. Regolare il legamento gleno-omerale superiore. Modicamente lasso il legamento gleno-omerale inferiore. Il legamento gleno-omerale medio presenta morfologia cordoniforme: il reperto si associa ad aplasia del margine antero-superiore del cercine glenoideo in quadro Buford-complex. Quadro di impingement funzionale in instabilità congenita.
Il referto parla di alterazioni funzionali in quadro di instabilità congenita della articolazione. Credo che lei debba essere seguito, se non lo è già, da uno specialista in ortopedia.
Dott. Attilio Menconi Orsini

protrusione ed ernia
31 Ago 09 - rosario, 54 anni (id: 98481)
  TC RACHIDE LOMBOSACRALE LIEVE PROTUSIONE DIFFUSA DEL DISCO INTERSOMATICO L3-L4 ACCENTUAZIONE DIFFUSA DEL DISCO L4-di L5 CON IMPEGNO INTRAFORAMINALE BILATERALE PIù EVIDENTE A SN SI ASSOCIA INIZIALE FORMAZIONE ERNIARIA IN SEDE MEDIANA-PARAMEDIANA SN LIEVE PROTRUSIONE DIFFUSA DEL DISCO INTERSOMATICO L5-S1 DIFFUSA RIDUZIONE DI AMPIEZZA DEL CANALE CENTRALE A LIVELLO DEI PIANI DISCO-ARTICOLARI CON MAGGIORE ACCENTUAZIONE DEL TRATTO L4-L5 ARTROSI INTERAPOFISARIA DIFFUSA DI GRADO LIEVE HO DEI OLORI ALLA GAMBA SN QUANDO RESTO IN PIEDI COSA POSSO FARE PER ALLIEVARE I DOLORI?
Il referto parla di protrusione ed iniziale ernia discale, entrambe con impegno di vie nervose il che giustifica i dolori che lei accusa. Protrusioni ed ernie possono però ridursi: contatti un medico specialista in fisiatria per eventuali trattamenti di idrochinesiterapia ( meglio se in piscina termale per riabilitazione ) e/o di RPG.
Dott. Attilio Menconi Orsini

24 Ago 09 - antonietta, 44 anni (id: 98307)
  caro dottore, le scrivo per avere informazioni sul mio problema che si è presentato due mesi fa. dopo un mese di continuo dolore acuto al collo, nonostante terapia farmacologica, il medico curante ha richiesto una risonanza smc dove è stata riscontrata una discomalacia, protusione erniale c6 con inpronta sul sacco, ernia discale c7 con inpronta sul sacco, lordosi, fenomeni algodistrofici, e questo senza aver subito alcun trauma. la terapia consigliata consiste di antidolorifici e antidepressivi, con l’aggiunta di collare e ghiaccio. a due mesi, nonostante la terapia, i dolori continuano ad essere acuti. vorrei da lei un parere sul mio problema e a cosa vado incontro. la ringrazio in anticip... continua >>
o. cordiali saluti!
27/03/2013: termini di risposta scaduti
Dott. Attilio Menconi Orsini

patologie delle cuffie
20 Ago 09 - ellida, 59 anni (id: 98230)
  Gentile Dott. Sono consigliate le cure termali o una visita fisiatrica per eventuali massaggi? Nella tendinopatia degenerativa a carico delle spalle, e nelle cuffie rotatori ipertrofiche a struttura disomogenea con plurime calcificazioni e con segni di flogosi delle borse subacromion-deltoidee. Cordiali saluti
Le cure termali possono essere indicate, soprattutto quelle chinesiterapiche in piscina termale per riabilitazione ma sempre previa visita di uno specialista in fisiatria. Con le diagnosi che lei riferisce, mi sembrano invece poco utili i massaggi.
Dott. Attilio Menconi Orsini

xgrafia
20 Ago 09 - Giacomo, 28 anni (id: 98217)
  Le trascrivo il referto dei Rx Cranio: non alterazioni strutturali a carico della teca, ristretto l’aditus sellam, normodiadane le cavità paranasali. Referto Rx Rachide Cervicale: segni di spondilosi, coservati gli spazi intersomatici, alterata la lordosi. Vorrei sapere gentilmente di cosa si tratta, cordiali saluti.
A carico del cranio l’unica difformità dalla norma segnalata dal referto è il restringimento della parte iniziale della sella, per il quale, se esiste una qualche sintomatologia che possa indirizzare la valutazione, io non sono lo specialista adatto e nel caso la consiglio di rivolgersi ad un neurologo. A carico della colonna cervicale invece appare alterata la normale curvatura della stessa, alterazione in genere dovuta a contrattura muscolare a sua volta il più frequentemente secondaria al dolore e con finalità difensive.
Dott. Attilio Menconi Orsini

RMN
18 Ago 09 - stefano, 25 anni (id: 98169)
  Buonasera dottore, circa 2 anni fa ho avuto un incidente stradale riportando fratture in c1-c2 e c7. Ho fatto la rmn e volevo sapere da lei in poche parole se devo preoccuparmi del mio collo. La rmn dice : curvatura cervicale abolita con inversione della lordosi per fulcro in c5. non si rilevano grossolane alterazioni morfologiche e di segnale a carico dei complessi disco-vertebrali.canale centrale di normale ampiezza senza immagini riferibili a patologia discale e/o sofferenza midollare.quale unico referto si segnala convessità diffusa del disco interposo fra c5-c6 con lieve impronta sugli spazi liquorali anteriori. In attesa di una sua risposta le porgo i miei saluti
Il referto è buono visto le fratture causate dall’incidente: la alterazione della normale curvatura della colonna è in genere secondaria a contrattura muscolare con significato di risposta difensiva al dolore; non sono segnalate alterazione delle vertebre fratturate. L’unica patologia è la protrusione del disco intervertebrale C5-C6. Consulterei un medico specialista in fisiatria per eventuali trattamenti di chinesiterapia o di RPG.
Dott. Attilio Menconi Orsini

iniziale discopatia
17 Ago 09 - simona, 36 anni (id: 98143)
  Salve Dott, può spiegarmi il referto si apprezza unattenuazione della lordosi fisiologica fra C3 e C6. Note degenerative di grado iniziale interessano il disco intersomatico compreso tra C3-C4 ? grazie
L’attenuazione delle normale curvatura della colonna cervicale è in genere secondaria a contrattura muscolare con significato di difesa nei confronti del dolore. Il referto segnala anche una molta iniziale ( parla di note e iniziale ) sofferenza di un siaco intervertebrale.
Dott. Attilio Menconi Orsini

RMN
16 Ago 09 - Francesco, 39 anni (id: 98124)
  Causa frequentissimi Mal di schiena,ho effettuato Rm colonna lombosacrale con il seguente referto:Discopatia L3/L4 con lieve protrusione ad ampio raggio del margine posteriore del disco intersomatico. Lieve protrusione focale intra-foraminale destra del disco intersomatico compreso tra L5/S1, che riduce di calibro il forame di coniugazione giungendo a contatto con la radice spinale.Non sono evidenti altre alterazioni dei dischi lombo-sacrali. Canale spinale e degli altri forami di coniugazione regolari. Presenza di formazione pseudocistica di circa 2*1cm , nel contesto del corpo di L4.Cosa significa e cosa devo fare ? Posso trarre beneficio da cure termali (fanghi , piscina termale)? Grazie ... continua >>
per lattenzione.
Il referto evidenzia due protrusioni discali ( semplificando, un processo simile alla più nota ernia del disco, ma meno pronunciato ) una delle quali in evidente conflitto con vie nervose e probabile causa della sintomatologia dolorosa. Protrusioni ed ernie possono però riassorbirsi: i trattamenti più indicati alle terme ( previa visita medica di uno specialista in fisiatria ) sono quelli di idrochinesiterapia ( meglio se in piscina termale per riabilitazione ) e di RPG.
Dott. Attilio Menconi Orsini

RM
8 Ago 09 - liliana, 41 anni (id: 97992)
  ho effettuato una RM della colonna lombosacrale.referto:il canale vertebrale presenta normali dimensioni. moderata ipolucentezza nelle immagini dipendenti dal T2 dei dischi intervertebrali da L2-L3 ad L4-L5 in relazione ad iniziali degenerativi. non immagini riferibili alla presenza di ernie dscali. Cosa significa e cosa devo fare? grazie
Sostanzialmente è un referto quasi normale, segnala solo iniziali fenomeni di sofferenza di due dischi intervertebrali per i quali potrebbe fare trattamenti di chinesiterapia, ma dopo visita di un medico specialista in ortopedia o in fisiatria.
Dott. Attilio Menconi Orsini

RX
31 Lug 09 - marinella, 42 anni (id: 97815)
  causa un’improvvisa sciativa mi è statto prescritto un’RX colonna lombo sacrale, da cui refererto: "si documentano iniziali alterazioni spondilosiche caratterizzate da tenue sclerosi delle limitanti vertebrali e da incipienti reazioni osteofitosiche marginosomatiche a prevalente origine anteriore. modica riduzione in altezza dello spazio discale L5- S1". ho due domande da porle: 1) inanzitutto cosa significa,2) cosa fare. cordialità
Il referto parla di alterazioni iniziali che appartengono al processo della artosi della colonna lombosacrale. A parte la assunzione di integratori condroprotettivi ( per i quali non esiste però la prova scientifica che effettivamente le sostanza assunte poi vengano utilizzate dalle cartilagini per migliorarsi ) direi le cure termali, sia quelle tradizionali ( fango-bagni ) sia per la sciatica i trattamenti di idrochinesiterapia ( meglio se in piscina termale per riabilitazione ) e di RPG.
Dott. Attilio Menconi Orsini

ernia discale
31 Lug 09 - Andrea, 30 anni (id: 97811)
  Ho avuto un ernia cervicale C6-C7, con un piccola espulsione del nucleo e rottura dellanulus fibroso. La mia domanda è: lanulus fibroso si rimargina? e se si in che tempi o con che presupposti?
Le confesso che cosa accada specificatamente dell’annulus fratturato non lo sapevo e non mi ricordo nessun testo che ne parli, in genere le strutture del disco soggetto ad ernia vanno incontro a progressiva disidratazione e diminuzione di spessore, per di più sono tessuti che hanno scarse possibilità di una qualche cicatrizzazione. Le consiglio di rivolgere la domanda a un chirurgo ortopedico.
Dott. Attilio Menconi Orsini


Da 150 a 165 di 2087