Sei in: Medico on-line > Medicina Termale Riabilitativa

Aderiamo allo standard HONcode per l'affidabilità dell'informazione medica Aderiamo allo standard HONcode per l'affidabilità dell'informazione medica.
Verifica qui.


Medicina Termale Riabilitativa
Referenti

ultimo aggiornamento 14/03/2006
 
Aree tematiche

  • cure termali nell’artrosi e nelle malattie reumatiche
  • cure termali nelle malattie dell’apparato respiratorio
  • cure termali nelle malattie orecchio/naso/gola
  • cure termali nelle insufficienze vascolari periferiche
  • cure termali nelle malattie ginecologiche o dell’apparato digerente
  • Riabilitazione e Idrochinesiterapia in ambito termale
  • riabilitazione motoria
  • Medicina Estetica ed area benessere

Nella compilazione della tua domanda ti chiediamo gentilmente di attenerti il più possibile alle aree tematiche qui sopra riportate
ultimo aggiornamento 14/03/2006
Invia la tua domanda

Domande / Risposte
x grafia
15 Apr 13 - meri, 57 anni (id: 126223)
  gent.Dottore ho fatto una rx colonna cervicale-dorsale e rx rachide lombosacrale con esito di rotoscoliosi sinistro convessa del tratto lombare.diffuse manifestazioni spondilo artrosiche con apposizioni osteofitosiche marginali.Ridotti gli spazi discali C4-C5 e C6-C7 e quelli lombari da L3aS1. Ridotto il tenore calcico.Consultendo due medici Ortopedici mi hanno consigliato solo del calcio a vita.chiamato Protelos.Ma sono molto preoccupata perchè ho molto fastidio sul fianco dx e guardandomi allo specchio si nota sempre più il fianco dx sollevato rispetto al sx.Cosa devo fare a chi rivolgermi.Grata per una sua eventuale risposta.Grazie Meri.
Il quadro è quello di una artrosi della colonna, con una curvatura laterale della stessa e con probabili sofferenze discali. Concordo con il colleghi ortopedici sull’assunzione di calcio per prevenire la ulteriore decalcificazione ossea. Tuttavia, per il problema dello squilibrio del bacino, la consiglierei di rivolgersi anche ad un medico fisiatra per trattamenti di chinesiterapia, meglio se di idrochinesiterapia in una struttura termale dotata di piscina riabilitativa.
Dott. Attilio Menconi Orsini


cervicalgia
15 Apr 13 - gianfranco, 37 anni (id: 126220)
  salve, dott. ho 37 anni ho fatto una tc colonna cervicale (senza contrasto) e il risultato: Iniziale bulging (c5-c6, e tendenza alla osteofitosi somato-marginale posteriormente a livello dello spazio intersomatico c4-c5 e c5-c6). questa lo fatta il 2007 , ora mi sento il collo sempre rigido, ho mal di testa solo la parte sx, ho spesso dei sbandamenti sento dentro il collo dei scrocchiolii quando guardo in su, con la vista vedo delle macchie che scorrono, e mi sento un po floscio dott. qualè la cura adatta, a dimenticavo se posso continuare a giocare a pallone, aiutatemi come mi devo comportare grazie.
Chiedo scusa del ritardo ( dimenticata mia password ). La TAC mostra una discopatia e una tendenza a fenomeni ( osteofitosi ) di artrosi cervicale. Dal 2007 ad oggi è probabile che il quadro si sia un pò aggravato e comunque spiega la rigidità e gli scricchiolii, un pò meno il mal di testa mentre le macchioline che vede sono probabilmente a livello dell’occhio ( e sono abbastanza frequenti ). Gioco: il calcio non mi sembra la sport più indicato per lei, specie per i colpi di testa che dovrebbe evitare. Per i fenomeni artrosici le cura è quella termale fangoterapica, per il bulging la buona notizia è che molto frequentemente queste patologie hanno una spontanea tendanza a ridursi col trascorrere del tempo, per accellerare questa tendenza dei trattamenti di chinesiterapia o RPG ( riabilitativi ) sarebbero indicati.
Dott. Attilio Menconi Orsini

ARTI INFERIORI FREDDI O CON PARESTESIE
13 Apr 13 - maria, 59 anni (id: 126194)
  ho sempre le gambe fredde quasi ghiacciate.a chi mi posso rivolgere?GRAZIE
SE LE GAMBE SONO EFFETTIVAMENTE FREDDE ALLORA LA PRIMA COSA DA FARE E’ RIVOLGERSI AD UN CHIRURGO VASCOLARE PER UNA VISITA O PER ESAMI DELLA CIRCOLAZIONE E DELLO STATO DEI VASI. vICEVERSA E’ POSSIBILE CHE LEI SENTA LE GAMBE FREDDE MA SE AD ESEMPIO LE TOCCA PUò ACCERTARE CHE LA LORO TEMPERATURA E’ NORMALE. IN QUESTO CASO E’ PROBABILE UNA DISCOPATIA DELLA COLONNA VERTEBRALE O COMUNQUE UN FENOMENO DI COMPRESSIONE DI VIE NERVOSE, IN QUESTO CASO ACCERTAMENTI SULLA COLONNA E VISITA ORTOPEDICA.
Dott. Attilio Menconi Orsini

RMN
9 Apr 13 - Domenico, 48 anni (id: 126142)
  Buon giorno, cè qualche medico specialista in grado di semplificare lesito della rmn lombo sacrale? Cito testualmente: Conservata lordosi con regolare allineamento sul piano sagittale. Canale vertebrale poco ampio su base costituzionale. In L2-L3,iniziali note degenerative con modesta debordanza discale mediana. Minimo bulging in L3-L4. In L4-L5,assottigliamento del disco intersomatico posteriormente con protrusione ad ampio raggio e prevalenza erniaria paramediana dx che impronta il sacco durale;cranialmente ad essasi riconosce quota discale migrata fino allo spazio intersomatico sovrastante. Sottile il disco intersomatico L5-S1 con significato di variante anatomica. Regolari altez... continua >>
za e segnale dei corpi vertebrali. Cono midollare in sede;non interazioni intradurali. Come si può intervenire per risolvere il problema? Grazie
RISPONDO SOLO SULLE ANOMALIE PATOLOGICHE SEGNALATE, TRALASCIANDO TUTTO CIO’ CHE RIENTRA NELLA NORMALITA’. E’ SEGNALATA UNA CONGENITA RISTRETTEZZA DEL CANALE VERTEBRALE COMPLICATA POI DA ALCUNE DISCOPATIE ( BULGING ED ERNIE DEL DISCO ) DI MODESTA ENTITA’ AD ESCLUSIONE DELLA LOCALIZZAZIONE FRA LE VERTEBRE LOMBARI 3, 4 E 5 DOVE L’ERNIAZIONE GIUNGE A IMPRONTARE IL MIDOLLO SPINALE. SE LA SINTOMATOLOGIA CHE LEI ACCUSA E’ IMPORETANTE ( DOLORE INTENSO O DISTURBI ALLA FORZA DEGLI ARTI INFERIORI ) ALLORA SI IMPONE UNA VISITA DA UN NEUROCHIRURGO. SE COSI’ NON E’, ALLORA LE DISCOPATIE HANNO UNA NATURALE TENDENZA A RISOLVERSI COL PASSARE DEL TEMPO, TENDENZA CHE PUO’ ESSERE ACCELLERATA CON CHINESITERAPIA O CON RPG ( SALVO POI RIPROPORSENE DI NUOVE ).
Dott. Attilio Menconi Orsini

QUADRO ARTROSICO
9 Apr 13 - silvana, 65 anni (id: 126131)
  i metameri esaminati appaiono interessati da diwcrete alterazioni spondilosiche caratterizzate da sclerosi sub. condrale delle limitanti somatiche e fine reazione osteofitosica a prevalente origine anteriore. lievemente ridotti in altezza, sul versante posteriore, gli spazi intersomatici L3-L4 e L4.L5. Coesistono segni di degenazjone artrosica CARICO DELLE ARTICOLAZIONI INTERAPOFISARIE DEL TRATTO LOMBARE DISTALE. sI SEGNALANO CALCIFICAZIONE DELLASSE VASCOLARE DEL TRATTO OSSO ILIACO. MODICAMENTE RIDOTTO IL TROFISMO OSSEO-
IL QUADRO E’ QUELLO DI UNA ARTROSI DELLA COLONNA DIFFUSO MA NON DI SPICCATA GRAVITA’ E ACCOMPAGNATO DA DUE PROBABILI SOFFERENZE DI DISCHI INTERVERTEBRALI LOMBARI. LA SEGNALAZIONE SULLO STATO DEL TESSUTO OSSEO NON E’ ANCORA UN QUADRO DI MALATTIA E COMPATIBILE CON L’ETA’
Dott. Attilio Menconi Orsini

DISCOPATIE
29 Mar 13 - fe34arezo, 34 anni (id: 126035)
  ho appena fatto una rm alla colona vertebrale tot e la risposta e,,alterazioni degenerative discale sono presenti prevalentemente nei tratti dorsali intermedio e distale in assenza di protrusioni di materiale degenerato che impegni il sacco durale o le tasche radicolare.in L1-L2 una protrusione disco-osteofitaria paramediana sinistra impronta il sacco dorsale.discopatia degenerativa in L5-S1 con ernia discale mediana,paramediana e posterolaterale sinistra che impronta il sacco durale e lambisce la porzione prossimale della tasca radicolare S1 di questo latto,il disco degenerato impegna il pavimento dei forami di coniugazione.IN L3-L4 E L4-L5 lieve impegno discale nel pavimento dei rispett... continua >>
ivi forami di coniugazione.,,la prego dottore mi riponda e mi dica se e grave ,quanto grave?se mi devo preoccupare,i dolore alla schiena gli ho da sempre ma gli ho sempre amegliorato con le erbe..ora sono arrivata a fare la rm avendo le formicole alle mani ed ai piedi che i dottori la cheamano parastesie!in atesa di una sua risposta la ringrazio tanto!!
IL QUADRO è QUELLO DI MULTIPLE ALTERAZIONI DI DISCHI INTERVERTEBRALI IN PRATICA DI TUTTA LA COLONNA. SE IL QUADRO DIVENTA INSOPPORTABILE O SE FINISSE PER COINVOLGERE ANCHE FORZA E PRECISIONE DEI MOVIMENTI MUSCOLARI ALLORA SAREBBE IL CASO DI RIVOLGERSI AD UN NEUROCHIRURGO. UNA BUONA NOTIZIA COMUNQUE C’E’ ED E’ CHE LE PATOLOGIE DEI DISCHI INTERVERTEBRALI O E IN SPECIE LE ERNIE HANNO UNA SPONTANEA TENDENZA A RIDURSI, TENDENZA CHE SI PUO’ ACCELLERARE CON TRATTAMENTI DI CHINESITERAPIA O DI IDROCHINESITERAPIA.
Dott. Attilio Menconi Orsini

XGRAFIA CERVICALE
28 Mar 13 - lilly, 42 anni (id: 126027)
  radiografia colonna cervicale...piccoli appuntimenti spondilosici c5-c7 cosa significa e cosa si può fare continuo formicolio alla testa e al braccio lato sinistro grazie
IL QUADRO RADIOGRAFICO E’ QUELLO DI UNA ARTROSI CERVICALE CHE PUò GIUSTIFICARE LA SINTOMATOLOGIA. SONO INDICATE SIA CURE TERMALI SIA CHINESITERAPIA O RPG ( RIABILITAZIONE POSTURALE GLOBALE ) CAUTE.
Dott. Attilio Menconi Orsini

23 Set 09 - Rosanna, 35 anni (id: 99292)
  Leggero grado di rettilineizzazione del tratto prossimale del rachide cervicale. Minime alterazioni di disidratazione dischi intersomatici specie a livello C3 C4 con riconoscimento allo stesso livello di una formazione disco-osteofitaria postero-mediana paramediana sn che impronta nettamente lo spazio subaracnoideo anteriore.
27/03/2013: termini di risposta scaduti
Dott. Attilio Menconi Orsini

22 Set 09 - anita, 76 anni (id: 99250)
  dopo anni di forti dolori lombo-sacrali e sciatalgie ho dovuto ricorrere alla terapia del dolore,tanto il dolore era debilitante .Eseguito risonanza visita neurochirurgica epidurali cortisonici ma tutto senza risultato.Attualmente un medico mi ha diagnosticato i punti trigger che si trovano sotto un muscolo molto grosso e quindi essedo contratto puo’ simulare tutti questi terribili disturbi Lei cosa mi consiglia.Grazie
27/03/2013: termini di risposta scaduti
Dott. Attilio Menconi Orsini

TAC lombosacrale
22 Set 09 - anna66, 43 anni (id: 99243)
  ho da molto tempo mal di schiena e ho fatto una tac lombare,la diagnosi e:assenza di definite alterazioni strutturali dei metameri in esame.segni di spondilosi somatica con degenerazioni artrosica delle articolazioni interapofisarie.moderata sclerosi dell’osso subcondrale delle limitanti somatiche.la morfologia del canale vertebrale è regolare.modesta salienza postero mediana del disco allo spazio I5-S1.calcificazioni ateromasiche parietali aorto iliache. Mi puo spiegare cosa vuol dire la diagnosi?la ringrazio anticipatamente.
Il referto segnala a carico della colonna lombosacrale solo fatti iniziali: di artrosi e di discopatia ( sporgenza del disco L5-S1 peraltro definita modesta ). Come reperto accessorio,ma a carico del sistema delle grandi arterie,aorta discendente e iliache, segnala la presnza di placche di arteriosclerosi. Quest’ultima patologia, sopratutto in considerazione dell’età giovanile, richieda approfondimenti tramite esami del sangue e altri.
Dott. Attilio Menconi Orsini

xgrafia
21 Set 09 - claudio, 60 anni (id: 99186)
  rit. ref. rx rach.lombosacrale. Rettilineizzata la lordosi lombare nel tratto prossimale.Conservato l’allineamento metamerico. Rotoscoliosi sinistro convessa.Non alterazioni osteostrutturali di natura litica/addensante dei capi ossei in esame. Ridotto in ampiezza lo spazio intersomatico L5-S1.Note artrosiche con iniziale osteofitosi margino-somatica anteriore. Ho effettuat questa radiografia perchè mi viene spesso un dolore forte a livello dell’osso sacro e desidererei sapere, in attesa di andare dall’ortopedico, che cosa significa quanto sopra. Grazie.
In sostanza sono segnalate: una riduzione della normale curvatura della colonna, di solito è secondaria ad una contrattura muscolare di reazione al dolore; una anomala curvatura laterale della stessa che può riconoscere molte origini, da una condizione congenita quale una anche lieve differenza di lunghezza ad es. degli arti inferiori ad una errata postura ad es. al tavolo di lavoro, ecc.; la riduzione dello spazio intervertebrale L5-S1, indice indiretto di una sofferenza del relativo disco; infine una artrosi che però venendo qualificata come " note di " è ancora in fase iniziale.
Dott. Attilio Menconi Orsini

spalla
31 Ago 09 - simone, 35 anni (id: 98487)
  Il referto parla di Gentile dottore, dopo un incidente stradale occorsomi a marzo, a tutt’oggi ho fatto ecografie, rsm, e rsm con contrasto endoarticolare alla spalla sinistra. Tutt’oggi dopo fisioterapia al laser, agli ultrasuoni ed terapiain acqua, ho dolore e vorrei capire ed interpretare il risultato che non riesco tutt’ora a capire. Il risultato è: A Livello acromion-claveare si apprezza acromion di 1° tipo con estremità articolare distale della clavicola sullo stesso piano. Regolare la glena che evidenzia morfologia appiattita. Minima posterizzazione della testa omerale rispetto alla glena. Lo spazio sottoacromiale misura 5 mm in clinostatismo con braccio addotto. Non apprezzabi... continua >>
li falde di versamento nella borsa subacromion-deltoidea ed intraaticolaregleno-omerale al preliminare esame diretto. Modeste alterazioni di segnale di significato tendinosico a carico della porzione preinserzionale del tendine del sovraspinato. Dopo somministrazione del mezzo di contrasto non si evidenziano alterazioni di rilievo a carico delle strutture tendinee. Normale distensione della capsula articolare che presenta intersezione anteriore di 1° tipo. Regolare il legamento gleno-omerale superiore. Modicamente lasso il legamento gleno-omerale inferiore. Il legamento gleno-omerale medio presenta morfologia cordoniforme: il reperto si associa ad aplasia del margine antero-superiore del cercine glenoideo in quadro Buford-complex. Quadro di impingement funzionale in instabilità congenita.
Il referto parla di alterazioni funzionali in quadro di instabilità congenita della articolazione. Credo che lei debba essere seguito, se non lo è già, da uno specialista in ortopedia.
Dott. Attilio Menconi Orsini

protrusione ed ernia
31 Ago 09 - rosario, 54 anni (id: 98481)
  TC RACHIDE LOMBOSACRALE LIEVE PROTUSIONE DIFFUSA DEL DISCO INTERSOMATICO L3-L4 ACCENTUAZIONE DIFFUSA DEL DISCO L4-di L5 CON IMPEGNO INTRAFORAMINALE BILATERALE PIù EVIDENTE A SN SI ASSOCIA INIZIALE FORMAZIONE ERNIARIA IN SEDE MEDIANA-PARAMEDIANA SN LIEVE PROTRUSIONE DIFFUSA DEL DISCO INTERSOMATICO L5-S1 DIFFUSA RIDUZIONE DI AMPIEZZA DEL CANALE CENTRALE A LIVELLO DEI PIANI DISCO-ARTICOLARI CON MAGGIORE ACCENTUAZIONE DEL TRATTO L4-L5 ARTROSI INTERAPOFISARIA DIFFUSA DI GRADO LIEVE HO DEI OLORI ALLA GAMBA SN QUANDO RESTO IN PIEDI COSA POSSO FARE PER ALLIEVARE I DOLORI?
Il referto parla di protrusione ed iniziale ernia discale, entrambe con impegno di vie nervose il che giustifica i dolori che lei accusa. Protrusioni ed ernie possono però ridursi: contatti un medico specialista in fisiatria per eventuali trattamenti di idrochinesiterapia ( meglio se in piscina termale per riabilitazione ) e/o di RPG.
Dott. Attilio Menconi Orsini

24 Ago 09 - antonietta, 44 anni (id: 98307)
  caro dottore, le scrivo per avere informazioni sul mio problema che si è presentato due mesi fa. dopo un mese di continuo dolore acuto al collo, nonostante terapia farmacologica, il medico curante ha richiesto una risonanza smc dove è stata riscontrata una discomalacia, protusione erniale c6 con inpronta sul sacco, ernia discale c7 con inpronta sul sacco, lordosi, fenomeni algodistrofici, e questo senza aver subito alcun trauma. la terapia consigliata consiste di antidolorifici e antidepressivi, con l’aggiunta di collare e ghiaccio. a due mesi, nonostante la terapia, i dolori continuano ad essere acuti. vorrei da lei un parere sul mio problema e a cosa vado incontro. la ringrazio in anticip... continua >>
o. cordiali saluti!
27/03/2013: termini di risposta scaduti
Dott. Attilio Menconi Orsini

patologie delle cuffie
20 Ago 09 - ellida, 59 anni (id: 98230)
  Gentile Dott. Sono consigliate le cure termali o una visita fisiatrica per eventuali massaggi? Nella tendinopatia degenerativa a carico delle spalle, e nelle cuffie rotatori ipertrofiche a struttura disomogenea con plurime calcificazioni e con segni di flogosi delle borse subacromion-deltoidee. Cordiali saluti
Le cure termali possono essere indicate, soprattutto quelle chinesiterapiche in piscina termale per riabilitazione ma sempre previa visita di uno specialista in fisiatria. Con le diagnosi che lei riferisce, mi sembrano invece poco utili i massaggi.
Dott. Attilio Menconi Orsini


Da 150 a 165 di 2094