Sei in: Medico on-line > Medicina Termale Riabilitativa

Aderiamo allo standard HONcode per l'affidabilità dell'informazione medica Aderiamo allo standard HONcode per l'affidabilità dell'informazione medica.
Verifica qui.


Medicina Termale Riabilitativa
Referenti

ultimo aggiornamento 14/03/2006
 
Aree tematiche

  • cure termali nell’artrosi e nelle malattie reumatiche
  • cure termali nelle malattie dell’apparato respiratorio
  • cure termali nelle malattie orecchio/naso/gola
  • cure termali nelle insufficienze vascolari periferiche
  • cure termali nelle malattie ginecologiche o dell’apparato digerente
  • Riabilitazione e Idrochinesiterapia in ambito termale
  • riabilitazione motoria
  • Medicina Estetica ed area benessere

Nella compilazione della tua domanda ti chiediamo gentilmente di attenerti il più possibile alle aree tematiche qui sopra riportate
ultimo aggiornamento 14/03/2006
Invia la tua domanda

Domande / Risposte
legamento
9 Lug 09 - angelo, 33 anni (id: 97152)
  per quali cause un legamento si puo accorciare dopo un trauma/lesione di secondo grado?
Credo che il più indicato a risponderle sia l’ortopedico che le ha diagnosticato l’accorciamento.
Dott. Attilio Menconi Orsini


xgrafia
3 Lug 09 - ciro, 48 anni (id: 96966)
  salve,vorrei sapere se mi devo preuccupare,ho avuto le risposte dei raggi che o effettuato con questi risultati:colonna cervicale,minime note di cervioartrosi con inizio osteofitosi marginale. colonna dorsale:modeste note spondilosiche con iniziali osteofitosimarginale. colonna lombo sacrale:spondiloartrosi con osteofitosi marginale e con netta riduzione dello spazio l5-s1 grazie
Riassumendo, si tratta di una forma iniziale di artrosi generalizzata della colonna vertebrale: considerata anche la sua professione che non è particolarmente favorevole per queste patologie le consiglio di cominciare a cercare di curarle e soprattutto rallentarne la progressione: cominci con cure termali ( fangobagno ).
Dott. Attilio Menconi Orsini

rmn
2 Lug 09 - carine, 60 anni (id: 96938)
  mia madre ha fatto una rmn e c,e’ scritto cosi.irregolarita stenosi del diametro sagitale del canale vertebrale nel tratto c4 d1 sia peralterazioni artrosiche osteofitosiche margino posteriori che per ispessimento dei legamenti gialli.a livello c4 c5 discopatia degenerativa invertebrata caratterizzata da riduzione in altezza ed in intensita’ di segnale del disco intersomatico con ernia discale paramediana preforaminale sinistra ,associata ad osteofitosi margino somatica posteriore con impronta sull’asse melingo mielico e restringimento del forame di coniugazione sinistro.alivelloc5 c6 ulteriore discopatia degenerativa con piccole produzioni osteofitosiche posterioriche improntano lo spazio s... continua >>
ubaracnoideo anteriore. lieve salienza discale posteriore mediana a livello c6 c7 e c7 d1 .il midollo presenta normale morfologia dimensione ed intensita’ di segnale. questo e tutto quello che c’e, scritto come devo comportarmi grazie in anticipo per la sua risposta.
Il referto parla di molte cose: un generale situazione di artrosi che con le reazione osteofitosica produce anche restringimenti del canale vertebrale e soprattutto una diffusa sofferenza dei dischi intervertebrali che si traduce in una ernia discale e in altre 3 più ridotte protrusioni. La cosa migliore è che sua madre si rivolga o a un medico specialista in fisiatria ( per eventuali trattamenti di idrochinesiterapia o di RPG ) o a uno specialista in ortopedia.
Dott. Attilio Menconi Orsini

rmn e xgrafia
2 Lug 09 - giusy, 25 anni (id: 96927)
  salve sono un pò preoccupata da recente ho fatto una rml lombosacrale ed una una rx rachide cervicale mi hanno dato i risultati per la rml e dicono così degenerazione discopatica a livello L4 L5 e L5 S1 ove si evidenziano protusioni discali in sede mediana paramediana sx mentre per la rx rachide cerv. dice così apofiso trasverso megalia di C7 a dx io sn piena di dolori sopratutto alla gamba sx e bacino sx il collo e ho giramenti di testa e nausea pensavo che potrebbe essere la cervicale non riesco a guardare in sù e in giù cortesemente può spiegarmi tutto questo la ringrazio aspetto una sua risposta
Il referto della risonanza evidenzia due protrusioni dei dischi intervertebrali ( semplificando molto, un processo simile alla più nota ernia del disco, ma più ridotto ): di queste non si dice ( o lei non me lo ha riportato ) se vanno in conflitto con vie nervose, tuttavia come livello sono compatibili con la sintomatologia a schiena e gamba. Protrusioni ed ernie tuttavia hanno una buona tendenza a ridursi con trattamenti conservativi. Consulti un medico specialista in fisiatria per eventuali trattamenti di idrochinesiterapia ( meglio se in piscina termale per riabilitazione ) e di RPG. Per la cervicale: il referto della xgrafia parla di una megapofisi trasversa: questa è una malformazione anatomica che potrebbe dare dolori e formicolii all’arto superiore destro. Nausea e vertigini potrebbero essere in dipendenza da una concomitante artrosi cervicale, ma il referto non accenna nulla di ciò, per cui mi pare più logico pensare ad altra causa. Potrebbe cominciare per cercare di arrivare ad una diagnosi certa a rivolgersi ad un otorinolaringoiatra.
Dott. Attilio Menconi Orsini

rmn
2 Lug 09 - STEFANIA, 34 anni (id: 96898)
  HO EFFETTUATO LA SCORSA SETTIMANA RMN LOMBO SACRALE : QUESTO IL REFERTO PRESENZA DI PROTUSIONE DISCALE DI LIEVE ENTITA L5-S1, IN SEDE PARAMEDIANA SINISTRA. A LIVELLO L4-L5 E PRESENTE PROTRUSIONE DISCALE ARMONICA MEDIANA CHE DETERMINA MINIMA IMPRONTA SUL PROFILO VENTRALE DEL SACCO DURALE. RIDOTTO SEGNALE DEL DISCO INTERVERTEBRALE L5-S1 COME PER INIZIALI FENOMENI DISIDRATATIVI. mA COSA SIGNIFICA Grazie se vorrete rispondermi.
Il referto segnala due protrusioni ( semplificando molto, un fenomeno simile alla più nota ernia del disco, ma più ridotto ) di dischi intervertebrali, entrambe lievi o che determinano lieve compromissione delle vie nervose. Protrusioni ed ernie però possono venire ridotte: consulti per una visita un medico specialista in fisiatria per eventuali trattamenti di idrochinesiterapia ( meglio se in piscina termale per riabilitazione ) e di RPG.
Dott. Attilio Menconi Orsini

cervicoartrosi
30 Giu 09 - nadia, 60 anni (id: 96832)
  dalla rm è stato rilevato:rettilineizzazione del rachide cervicale con inversione in cifosi, in presenza di alterazioni di segnale a carattere disidrosico degenerativo interessanti tutte le unità discali cervicali in esame.Evidenza di barra disco osteofitaria mediana paramediana bilaterale a livello dello spazio intersomatico C5-C6 con impronta sul midollo spinale, che a tale livello presenta un’area di alterato segnale di circa 3,5 mm.verosimilmente da compressione.Altra barradisco osteofitaria mediana paramediana postero laterale bilaterale evidente a livello dello spazio intersomatico C6-C7, improntato appare il sacco durale. Su tutti i livellio esplorati presenza di artrosi somatiche di ... continua >>
interapofisaria Canale spinale ristretto da C3 a C7.
Il referto è quello di una cervicoartrosi che purtroppo si estrinseca in compressioni a carico delle vie nervose. Lei non mi dice nulla delle sue condizioni cliniche. In ogni caso mi sembra consigliabile una visita medica di uno specialista in ortopedia o in fisiatria.
Dott. Attilio Menconi Orsini

xgrafia
24 Giu 09 - maria, 44 anni (id: 96621)
  il mio medico per via di forti dolori alla schiena mi a prescritto una radio grafia questo e l’essito lievi segni rx spondiloatrosi dorsale.verticalizzazione della lordosi lombare con segni rx di spondilosi ridotto lo spazio intersomatico l5-s1 non apprezzabili lesioni.mi puo spiegare gentilmente il significato ed eventuale consigli.premessa che in 4 anni o preso di peso 30 kg.
Sostanzialmente il referto indica una possibile discopatia ( possibile in quanto l’esame radiografico dà segni indiretti di questo tipo di patologie ). Probabilmente si tratta di una protrusione o di un’ernia del disco. Entrambe queste patologie però possono ridursi anche con trattamenti conservativi: consulti per una visita un medico specialista in fisiatria per eventuali trattamenti di idrochinesiterapia ( meglio se in piscina terale per riabilitazione ) e di RPG.
Dott. Attilio Menconi Orsini

rx
24 Giu 09 - carmela, 34 anni (id: 96617)
  ho fatto delle radiografie rx colonna lombosacrale:sottili rime di sclerosi sulle facce somatiche,lievemente rdotto lo spazio L5-s1 rx bacino:sottili linee di sclerosi acetabolari rx ginocchia spazi articolari conservati cosa devo fare??? cordiali saluti
Può provare con le cure termali ( fango-bagno e/o ginnastica medica in piscina per riabilitazione ) da fare almeno una volta all’anno per alcuni anni. In parte sono "passate" dal SSN.
Dott. Attilio Menconi Orsini

RMN
24 Giu 09 - giovanni, 53 anni (id: 96616)
  HO APPENA EFFETTUATO UN RMN CON SEQUENZE SE T1 T2 COL SEGUENTE REFERTO: CORPI VERTEBRALI LIEVEMENTE IMPRONTATI DAI DISCHI INTERSOMATICI CORRISPONDENTI. I DISCHI INTERSOMATICI APPAIONO DIFFUSAMENTE IPOINTENSI COME PER FENOMENI DEGENERATIVI;CONCOMITA INIZIALE DISOMOGENEA IPERINTENSITA DELLE LIMITANTI INTERSOMATICHE A LIVELLO C5-C6- E C6-C7 COME PER FENOMENI OSTEOCONDROSICI DOVE SI OSSERVA ANCHE OSTEOFITOSI SOMATO-MARGINALE POSTERIORE CON RELATIVA RIDUZIONE DEL CANALE MIDOLLARE E SEGNI DI INIZIALE COMPRESSIONE SUL MIDOLLO PSINALE; SI SEGNALA A TALE LIVELLO PROTUSIONE GLOBALE POSTERIORE. LIEVE PROTUSIONE GLOBALE POSTERIORE SI OSSERVA A LIVELLO DELLO SPAZIO INTERSOMATICO C4-C5. ORA NASCE SPON... continua >>
ATANEA LA DOMANDA COSA SIGNIFICA IN TERMINI PIù SEMPLICI E COSA DEVO FARE, AVENDO AVUTO UNA CERVICO-BRIACALGIA CON FORTISSIMI DOLORI AL BRACCIO SX E CON TUTTORA SENSO DI FORMICOLIO AL MIGNOLO SX LA RINGRAZIO VIVAMENTE SE PUò DARMI UNA RISPOSTA e quale sarebbe una buona cura avendo anche protusione discale posteriore mediana L2L3 ED L3L4 PIU MARCATA PROTUSIONE DISCALE GLOBALE L4L5 ATTEGIAMNETO IN PROTUSIONE POSTERIORE DEL DISCO L5S1
Il referto è un pò complesso ma in sostanza, e semplificando al massimo, parla di una situazione di iniziale cervicoartrosi, in un quadro di diffusa sofferenza dei dischi intervertebrali, che porta anche a fenomeni di compressione sulle vie nervose. Vi sono inoltre segnalate 3 protrusioni ( sempre semplificando al massimo, un processo simile alla più nota ernia del disco, ma più ridotto ) e anche queste possono dare ( anche se non segnalate ) compressioni delle vie nervose. Tutto ciò giustifica la cervibrachialgia di cui soffre. Tuttavia, almeno compressioni ed ernie sono discopatie che possono riassorbirsi: consulti per una visita un medico specialista in fisiatria per eventuali trattamenti di idrochinesiterapia ( meglio se in piscina termale per riabilitazione ) e di RPG.
Dott. Attilio Menconi Orsini

RMN
24 Giu 09 - fabio, 24 anni (id: 96580)
  carissimo dottore ho fatto una rmn lombo sacrale perche avverto dei dolori acuti alla schiena e in direzione del centro della gamba destra quasi in direzione del femore il risultato della rmm dice Salienza posteriore dell’anulus L5-S1. gentilmente mi puo dare qualche spiegazione in piu’?grazie
Si tratta di una prutrusione del disco intervertebrale L5-S1, ( semplificando, un processo simile alla più nota ernia del disco, ma in misura più ridotta ). Protrusioni ed ernie tuttavia hanno una buona tendenza a ridursi: consulti per una visita un medico specialista in fisiatria per eventuali trattamenti di idrochinesiterapia ( meglio se in piscina termale per riabilitazione ) e di RPG.
Dott. Attilio Menconi Orsini

4 Giu 09 - francesco, 43 anni (id: 95896)
  caro dottore due anni fa ho fatto una rm,perche tutto e iniziato da una contrattura di tutta la schiena sx,ma poi terminata la conntrattura dolori nlla zona lombare sia dx che sx ma soprattutto nella zona sacrale,la rm dice a livello di l5 s1 fenomeni degenerativi a carico del disco intersomatico che appare ridotto di spessore con ernia discale postero-mediana destra che impronta il sacco durale piu una protusionec3 c4,ho fatto un po ditutto tranne piscina,una mia parente ortopedico mi consiglia ozono,ma il dottore che doveva famela dice che non serve e roba muscolare.io sono tre anni che sto male ma che devo fare che nedite della,ozonoterapia.mi date un aiuto per favore
27/03/2013: termini di risposta scaduti
Dott. Attilio Menconi Orsini

megapofisi
3 Giu 09 - RITA, 46 anni (id: 95859)
  vorrei un suo parere su questo esito di RX RACHIDE CERVICALE 2P. Lesame radiologico del rachide cervicale ha mostrato metameri vertebrali regolarmente allincati e cnformati. Non riduzione di ampiezza degli spazi intersomatici. Conservazione della fisiologica lordosi. Tono calcico nei limiti. Non alterazioni osteostrutturali focali. Ipertrofia delle apofisi trasverse di C7. Per lei devo fare della trapia. La ringrazio della risposta che mi darà mi devo preoccupare.
Il referto evidenzia solo una alterazione anatomica consistente in una anomala grandezza di una struttura bilateralmente presente nell’ultima vertebra cervicale. A volte questa anomalia causa dolori alle braccia specialmente quando con le mani si trasportano dei pesi. Se così è, consulti un medico specialista in ortopedia.
Dott. Attilio Menconi Orsini

discopatia
3 Giu 09 - maria, 25 anni (id: 95854)
  Vengono eseguite sequenze saggittali T1 èT2 pesate a sequenze assiali "mirate" allo studio dei dischi intersomatici compresi L3 ed S1. Atteggiamento scoliotico sin convesso derachide lombare in atteggiamento funzionale rigido per appianimento della fisiologia lordosi. il disco intersomaticopresacrale è assottigliato ed ipointenso nelle immagini dipendenti dal T2 in rapporto a fenomini degenerativi di "disidrazione"; concomita ernia discale in sede paramediana laterale sinistra che esercita effetto compressivo sulle strutture della cauda ed impegno foraminale. i diametri del canale osseo vertebrale rientrano nei limiti della norma.Normale aspetto del cono midollare.
Il referto evidenzia una generica sofferenza del disco fra L5 e S1 e sopratutto un’ernia di questo disco che va a comprimere vie nervose e verosimilmente causa dolore che a sua volta è causa della alterazione delle normali curvature della colonna per una contrattura muscolare reattiva. Lei non dice nulla sulla sua condizione clinica, tuttavia in generale, vista la buona tendenza delle ernie a ridfursi, si attuano prima trattamenti conservativi ricorrendo eventualmente alla chirurgia se questi fallissero o se il dolore fosse imponente. Per i trattamenti conservativi: previa visita di un medico specialista in fisiatria, in genere si usano trattamenti di idrochinesiterapia ( meglio se in piscina termale per riabilitazione ) e di RPG.
Dott. Attilio Menconi Orsini

megapofisi
28 Mag 09 - rodolfo, 49 anni (id: 95683)
  salve, dall’esame radiografico della colonna vertebrale mi è stato riscontrato una Megapofisi dx della C7. Elenco il resto del referto: Rachide in asse, non lesioni ossee a focolaio, Spondilosi congrua con l’età, Spazi discali di ampiezza conservata, non segni di canale stretto e Abolizione antalgica della fisiologica lordosi. Io accuso dolori alla scapola sx braccio e formicolio al 4° dito mano sx. Distinti saluti
La megapofisi trasversa potrebbe giustificare tutta la sintomatologia ( che tipicamente si innescherebbe o esacerberebbe trasportando dei pesi anche modesti ). Tuttavia nel suo caso la sintomatologia è a sinistra e la megapofisi a destra e la colonna è in asse, quindi ... i conti non tornano perfettamente. Le consiglio di farsi visitare da un ortopedico.
Dott. Attilio Menconi Orsini

protrusioni
28 Mag 09 - Maurizio, 45 anni (id: 95667)
  Buongiorno, da circa 15 giorni soffro di un dolore più o meno intenso localizzato tra il collo e la spalla sinistra che si accentua soprattutto stando sdraiato a letto in qualsiasi posizione. A niente sono servite le iniezioni di antinfiammatori e cortisone. Gli esiti della RMN rachide cervicale sono: in C3-C4 piccola protusione disco-osteofitaria posteriore mediana e paramediana bilaterale che impronta il sacco durale contattando lievemente le porzioni prossimali delle tasche radicolari C4 dei due lati. Ulteriore piccola protusione discle posteriore mediana in C6-C7 con impronta durale anteriore. Nessuna altra alterazione a livello cervicale. Vorrei cortesemente un Vostro consiglio anche in... continua >>
virtù del fatto che pratico ciclismo (mountain bike) a livello agonistico amatoriale ed in particolare vorrei sapere se potrò ricominciare a praticarlo e se la causa del problema è il tipo di sport oppure un errato posizionamento sulla bici stessa (distanza sella-movimento centrale, piuttosto che lunghezza della pedivella eccc..). Vi ringrazio per la gentile risposta. Maurizio.
Il referto evidenzia due protrusioni del disco ( semplificando, un fenomeno simile alla più nota ernia del disco, ma più ridotto ) che anche se definite piccole vanno ad interferire con vie nervose e verosimilmente sono causa della sintomatologia dolorose. Ernie e protrusioni tuttavia possono ridursi: consulti un medico specialista in fisiatria. Per quanto riguarda la mountainbike, più che l’attrezzo potrebbe essere anche molto negativo il terreno, gli improvvisi dislivelli, ecc.
Dott. Attilio Menconi Orsini


Da 150 a 165 di 2066