Sei in: Medico on-line > Andrologia

Aderiamo allo standard HONcode per l'affidabilità dell'informazione medica Aderiamo allo standard HONcode per l'affidabilità dell'informazione medica.
Verifica qui.


Andrologia
Referenti

ultimo aggiornamento 3/01/2010
 
Aree tematiche


Nella compilazione della tua domanda ti chiediamo gentilmente di attenerti il più possibile alle aree tematiche qui sopra riportate
ultimo aggiornamento 9/05/2008
Invia la tua domanda

Domande / Risposte
altro
5 Nov 13 - ANTONIO, 88 anni (id: 128159)
  Salve, mio padre, di 88 anni, è da un anno cateterizzato per incontinenza urinaria e problemi di mobilità. Negli ultimi mesi si è sviluppato un "taglio" lateralmente alluretra, che pare aprirsi sempre di più. Abbiamo messo un catetere più sottile, da ch 18 a ch 16, ma permane il problema. Quali accorgimenti possiamo usare per ridurre o risolvere il problema? Ringrazio anticipatamente per lattenzione.
Si affidi all’urologo che ha in carico il paziente
Dott. Giovanni Corona


altro
21 Ott 13 - waqar, 21 anni (id: 127978)
  SALVE, HO 21 ANNI, HO UNA PROBLEMA, DA UN PAIO DI ANNI CHE FACCIO TROPPE SEGHE, NON FACCIO SESSO, MI SPOSO FRA 3 ANNI, PRIMA DI MATRIMONIO NON FACCIO. COME POSSO SMETTERE? ESISTONE LE MEDICINE PER EVITARE QUESTO PROBLEMA?
non vedo un problema medico
Dott. Giovanni Corona

altro
17 Ott 13 - emanuele, 40 anni (id: 127932)
  Ho esequito un ecografia prostatica 1anno e risultato che era aumentata la prostata ma psa e normale e possibile che sofro di ipertrofia prostatica l urologo non mi ha prescritto nulla. Se continuo ad avere il psa normale e aegno che la mia prostata non sia ancora ingrossata? Cosa devo fare per non fare ingrossare la prostata mio nonno ad 80 anni ha avuto un adenoma prostatico e mio padre ha la prostata ingrossata ma il psa normale ho paura che la mia prostata si ingrossi causandomi un impotenza cosa devo fare?
dieta povere di grassi e regolare attività fisica prevengono ipertrofia e tumore prostatico
Dott. Giovanni Corona

infertilità
10 Ott 13 - gino, 41 anni (id: 127851)
  Buongiorno I testicoli in crescita di un bambino appena entrato in pubertà che hanno misure di 5_6 ml sarebbero gia in grado di emettere sperma fertile o come ho letto la prima spermatogenesi efficente compare alle dimensioni di 12ml fra lo stadio p3_p4 di tanner? Cotdiali saluti
poco probabile con un volume di 5-6 ml è opportuno aspettare un completo sviluppo puberale 16-18 anni
Dott. Giovanni Corona

altro
8 Ott 13 - maurizio, 47 anni (id: 127831)
  soffro di un calo forte di testosterone sia libero che di ti po legato ( 0,7 libero e 1,85 quello legato alla proteina )ho una riduzione del desiderio sessuale, disturbi della sfera sessuale. ho fatto gia esami ormonali compreso il GH e TSH. per avere una risposta da uno specialista come devo fare, come mi devo comportare? saluti
per meglio comprendere devo avere le unità di misura degli ormoni
Dott. Giovanni Corona

altro
4 Ott 13 - silvio, 33 anni (id: 127782)
  mi perdoni se la importuno nuovamente, non sono diabetico, ho eseguito più volte il controllo della glicemia ma è sempre stata ritenuta normale, lultima volta circa un mese fa, i valoori sono nel range, questa che allego è la situazione al doppler fatta a circa un anno di distanza dal priapismo: si è proceduto con un esame ecotomografico basale con apparecchiatura real time con sonda lineare da 10 e 13 MHz. Referto: lesame ecotomografico ha evidenziato una normale conformazione del pene con aspetto ecograficamente fisiologico delle diverse strutture anatomiche. Nella norma il rapporto corpi cavernosi/corpo spongioso uretrale. I piani ecotomografici sia longitudinali che trasversali in co... continua >>
ndizioni di base documentano la presenza di una condizione di fibrosi di media entità dei corpi cavernosi sopratutto nel loro tratto prossimale e distale, con aree di fibrosi localizzata di maggiore entità in corrsiposndenza delle estremità per circa 1 cm a sinistra. il setto intracaversnoso appare di spessore e costituzione normale in tutto il suo decorso, Conculsioni: presenze di aree di fibrosi dei corpi cavernosi con irregolare distribuzione e di media entità.
utile valutazione andrologica per meglio comprendere il problema
Dott. Giovanni Corona

altro
4 Ott 13 - Antonio, 61 anni (id: 127779)
  Buonasera dottore , le scrivo per chiederle un suo parere. Soffro di una condizione di deficit erettile, mi è stato prescritto Levitra 20 mg da assumere al bisogno 60 minuti prima e a digiuno. Posso sostituire Levitra 20 mg con Levitra 10 mg orosolubile in quanto più pratico e non deve essere assunto a digiuno. In attesa di una risposta. Distinti saluti.
nessuna controindicazione
Dott. Giovanni Corona

infertilità
28 Set 13 - Luca, 30 anni (id: 127716)
  Gentili Specialisti,con mia moglie cerchiamo una gravidanza da più di 12 mesi, ho fatto uno spermiogramma di base, con i risultati: Valutazione della concentrazione nemaspermica: n spermatozoi/ml 100.000 n spermatozoi totali 220.000 n spermatozoi mobili 33.000 Valutazione della motilità nemaspermica: motilità totale: 15% Motilità progressiva (PR): 5% Motilità debolmente progressiva 0% Motilità in situ (NP): 10% Valutazione della morfologia nemaspermica Forme normali: 4% Atipie della testa: 36% Atipie della coda 0% Forme amorfe: 60% Parametri di WHO, V edizione 2010 Ho 30 anni e anche mia moglie, lurologo ci ha sconsigliato qualsiasi tipo di cura e di indirizzarci alla fecon... continua >>
dazione assistita, la ginecologa intanto mi ha prescritto dello Spergim Q10 per 3 mesi. Siamo un po in confusione e per questo motivo vorrei avere altri pareri. Cosa ci consigliate di fare? Grazie mille
Spergim non serve a nienete Consilgio controllo di: LH FSH testosterone totale, SHBG PRL TSH cariotipo microdelezioni cromosoma Y
Dott. Giovanni Corona

altro
28 Set 13 - franco, 35 anni (id: 127715)
  gentilissimo dottore, vengo da una situazione disperata, ho un micropene, ed è sempre stato cosi, ho ormoni nella norma fisico asciutto e muscoloso, non fumo non bevo faccio molto sport, gli andrologi che mi visitarono in passato dicevano che si trattava di un ritardo puberale, ma cosi non è stato, il mio pene in erezione misura circa 7cm ed ha una circonferenza di 8, mi crea troppi problemi con laltro sesso in quanto il coito è praticamete impossibile e le partner non provano piacere, sono stato già più volte visitato ma mi è stato detto che non ci sono soluzioni se non il taglio del legamento sospensore che non cambia nulla in erezione e che potrebbe dare problemi di insatbilità, possibile... continua >>
non ci sia un rimedio valido ed io debba rinunciare alla sessualità, ho avuto diverse partner perchè tutto sommato sono un bel ragazzo ma sessualmente, sono un iposviluppato che posso fare? devo rinuciare ad uan sessualità appagante ^???
In questo caso non è possibile esprimere un giudizio eseusytivo senza una visita andrologica completa
Dott. Giovanni Corona

altro
28 Set 13 - silvio, 33 anni (id: 127713)
  gentilissimo dottore ho probelmi al cuore: ipertrofia cardiaca e da quando li ho scoperti ho iniziato a soffrire di disfunzione erettile, sopratutto dopo lassunzione di antipertensivi, mi sono sottoposto a doppler dinamico circa 2 anni fa che ha mostrato strurtture nella norma ed una buona risposta erettile, ma in seguito alla somminstrazione del faramco ho avuto un priapismo di 8 ore, da allora il pene ha cominciato a curvarsi mi ha dato erezioni dolorose e si è ridotto volumentricamnete, inutile dire che dopo il test diciamo circa 1 settimana dopo ho iniziato la trafila degli andrologi con prescrizoni di cialis antiinfiammatori vitmine per bloccare il processo fibrotico in atto, tutto ... continua >>
intile al controllo di circa 2 mesi fa è emersa fibrosi diffusa prossimale e distale dei corpi cavernosi, ho un pene abbastanza deformato rimpicciolito sopratutto nel diamnetro ed un glande flaccido in erezione cmq ancora dolorosa, ho spesso circa 8000 euro per le cure e le viste e non è cambiato nulla, la funzionailtà erettile non è completamnate compromessa ma rispondo male agli inibitori e non ho più soldi per curarmi, gli andrologi non fanno altro che prescrivermi pillole e cialis, ma i risultati sono deludenti, che posso fare? non sono diabetico esami ormonali ok, la fibrosi da quello che mi risulta è irreversibile, di fatti la consistenza del pene è cambiata fanno poco effetto gli inibitori e non credo di usare le ignezioni data la fibrosi ripeto possibile non si possa fare nulla
Difficile rispondere al problema con solo questi dati. Sicuranete un controllo ottimale del diabete risulta essenziale. Io mi rivolgerei al centro andrologico del Prof Colombo a Bologna
Dott. Giovanni Corona

altro
29 Ago 13 - Luca, 24 anni (id: 127477)
  Salve dottore, scusandomi per il disturbo arrecatole, la prego di darmi una delucidazione ed eventualmente di rassicurarmi. due settimane fa , durante un rapporto con la mia ragazza si è verificata un inconveniente. Durante latto (lei sopra) il mio pene è uscito bruscamente dalla sua vagina. Non ho accusato né dolore, né fastidi, tanto che continuai il rapporto. ho controllato il mio pene. Non ha né ematomi né è dolente al tatto. Non ha problemi in erezione o mentre urino . a distanza di due settimane però noto che quando mi masturbo sento come tirare sotto i testicoli, non so descrivere meglio questa situazione. Ad oggi non nè ematomi, né fastidi durante la min... continua >>
zione o durante lerezione. il fatto che non abbia dolori , gonfiori o ematomi è positivo no? se avessi subito un trauma forte o una frattura del pene che sintomi dovrei avere??? Cordiali saluti
Credo non sia niente di grave . Se il problema persiste potrebbe essere indicata una ecografia
Dott. Giovanni Corona

disfunzione erettile
22 Ago 13 - massimiliano, 39 anni (id: 127439)
  salve ho 39 anni sposato con due figli ho eseguito il doppler penieno ed in referto e il seguente esame ecografico in condizioni basali i corpi cavernosi appaiono simmetrici,di normali dimensioni e forma iniezione di 10mcg di pge1 la erezione consueguente appare di buona tumescenza e scarsa rigidita ed indicata dal paziente come simile a quella abitualmente ottenuta in forma spontanea. Non presenza,a tale quadro di risposta erettile,di recurvatum penieno degno di nota.i massimi valori di picco sistolico (psv)registrati sulle arterie cavernose a livello della crure peniene,sono risultati corrispondenti a:PSV dx >40cm/s PSV sx >45cm/s. i valori di velocita teledistolica si sono mantenuti... continua >>
intorno a 10cm/s per tutta la durata dellesame fase III e IV non ottenute azzeramento ed inversione della Vtd. indice di resistenza aumentato. le arterie cavernose,studiate con lausilio della petodica power doppler,appaiono bilateralmente di calibro ai limiti della norma(1,6mm) regolari nel loro decorso e con buona visualizzazione delle ramificazioni elicine di II e III ordine. conclusione pervieta e portata delle a.cavernose,bilateralmente nella norma deficit del meccanismo veno occlusivo conservato.cosa significa,potrebbe essere comportato da stress e depressione perche ne soffroun poperche non ho desiderio con poca sensibilita del pene e poco piacere nelliaculare devo fare altri test.i valori ormonali sono normali lei cosa mi consiglia di fare altri test.graziw
questo esame è normale
Dott. Giovanni Corona

altro
17 Ago 13 - carlo, 75 anni (id: 127402)
  Da qualche tempo soffro di mialgia alle gambe - Leggo sul foglietto illustrativo di Levitra, che il farmaco può dare questo effetto indesiderato. Lo assumo ormai da tantissimo tempo (una volta ogni 6-7 giorni da 5 mg.)e mai avevo avuto disturbi. Cosa ne pensa ?
Non credo sia il Levitra
Dott. Giovanni Corona

altro
12 Ago 13 - Marco, 23 anni (id: 127376)
  Salve dottore da un po di tempo sto notando problemi nello scoprire il glande,sia in erezione che flaccido,premetto che non ho ancora avuto rapporti sessuali,ma per la vita quotidiana non avverto nessun problema.vorrei sapere posso andare avanti così ? Oppure devo operarmi per forza ? Alla fine a me non provoca fastidio o dolore,quindi posso stare così
Potrebbe essere uan fimosi, niente di preoccupante ma è opportuna una visita andrologica
Dott. Giovanni Corona

altro
25 Lug 13 - Marin, 26 anni (id: 127257)
  Egregio Dottore Giovanni Corona, per capirmi vorrei sapere se dal punto di vista fisiologico è più facile "arrivare" al coito con una fellatio, oppure con la penetrazione non protetta in vagina con la donna sopra cioè nella posizione dellamazzone? Quindi, a parità di bravura della partner, per quale dei due espedienti la natura ha previsto una migliore gratifica per il maschio? Complimenti per la vostra oggettività Grazie e Buon lavoro! M.C.
Non ci sono studi scientifici al riguardo
Dott. Giovanni Corona


Da 63 a 78 di 1981