Sei in: Medico on-line > Gastroenterologia

Aderiamo allo standard HONcode per l'affidabilità dell'informazione medica Aderiamo allo standard HONcode per l'affidabilità dell'informazione medica.
Verifica qui.


Gastroenterologia
Referenti
  • Prof. Pier Roberto Dal Monte

  • Già Direttore Dipartimento medico-chirurgico delle Malattie dell’apparato digerente. Ospedale Bellaria-Maggiore. Bologna.

  • Prof. Mauro Bortolotti

  • Professore a Contratto della Specializzazione in Medicina Interna
    Facoltà di Medicina e Chirurgia dell’Università di Bologna
    Policlinico S. Orsola


ultimo aggiornamento 27/11/2014
 
Aree tematiche


Nella compilazione della tua domanda ti chiediamo gentilmente di attenerti il più possibile alle aree tematiche qui sopra riportate
ultimo aggiornamento 26/01/2007
Invia la tua domanda

Domande / Risposte
Sospetto hepes zooster
20 Dic 08 - luciana, 64 anni (id: 89287)
  gentilissimo prof PIER ROBERTO DAL MONTE, da circa 1 settima ho bruciori alla schiena e allo stomaco, sono stata dal dottore e mi ha dato delle pastiglie mapral da 20 mg ,mi ha detto che ho lesofagite,mi sono uscite nel lato destro sia nella schiena e sia davanti delle macchie rosse con del liquido al quale mi portano del gran prurito,di che cosa si puo trattare? cosa mi consiglia? la ringrazio infinitamente le porgo cordiali saluti ,in fede lucina
E’ probabile che si tratti di herpes zooster.
Prof. Pier Roberto Dal Monte


Herpes zoozter
20 Dic 08 - luciana, 64 anni (id: 89286)
  gentilissimo prof MAURO BORTOLOTTI,pensavo fosse solo lo stomaco,ora mi sono spuntate delle macchie sierose nel lado destro della schiena e anche davanti,mi portano molto prurito e bruciore molto intenso. le pastiglie che prendo si chiamano MEPRAL DA 20MG, la ringrazio in fede luciana
E’ un herpes Zooster
Prof. Pier Roberto Dal Monte

Anticorpi anti HP
20 Dic 08 - Enzo, 62 anni (id: 89285)
  Ho recentemente eseguito la ricerca degli Anticorpi anti-Helicobacter Pylori ed il valore è risultato essere 0,71 (vn. 0,10 - 1,10). Come lo devo interpretare? Devo eseguire anche il test del respiro? GRAZIE
Che è normale.Non ha infezione.
Prof. Pier Roberto Dal Monte

Epigastralgie
20 Dic 08 - serena, 26 anni (id: 89283)
  Egregio Professore, sono 5 mesi che all’ingestione del cibo dopo i primi bocconi, mi saltano dolori lancinanti alla bocca dello stomaco, impedendomi di continuare a mangiare. Ho perso dieci kg, ho effettuato due gastroscopie,un ecografia alle vie biliari, tutte con riscontro negativo. Un ecografia alle anse intestinali che ha riscontrato una colite. Tutti gli esami del sangue perfetti ad eccezione dell’acido folico troppo basso e l’amilasi leggermente fuori. Anche l’esame per la celiachia è negativo. Ho visto tre gastroenterologi che non sanno che pesci pigliare. Sono disperata perchè non vedo via d’uscita. La ringrazio cordiali saluti Serena
Faccia eventualmente una TAC addominale.
Prof. Pier Roberto Dal Monte

Colelitiasi
20 Dic 08 - paola, 60 anni (id: 89280)
  egregio dottore ho fango e calcolini piccoli in colecisti sull aparete declive.l’unico problema e’ che non posso prendere deursil perche qualche tempo fa lo feci e dopo la prima pastiglia ebbi mal di pancia e scariche ìdiarroiche ripetute cosi destistetti.vorrei anche sapere se il cantabili potrebbe avere su di me le stesse reazioni.se posso solo bere e se si che acqua particolarmente.se devo seguire dieta leggera o e’ indipendente.ultimamente ho amilasi un po oltre la norma appena mossa invece di 100 ho 133 ma transaminasi normalissime.grazie.posso inoltre fare qualche flebo antinfiammatoria? premetto ch eno nho coliche solo un sordo dolorino sopportabilissimo.da uno a dieci ho uno masism... continua >>
o due. grazie.paola
Considerando che non tollera l’acido urso e che il cantabilin non è efficace. Guardandosi l’allegato consiglierei di valutare anche la colecistectomia per evitare guai maggiori.
La_calcolosi_biliare.doc
Prof. Pier Roberto Dal Monte

Gastrite da HP?
19 Dic 08 - Francesca, 21 anni (id: 89275)
  Salve sono una ragazza di 21 anni,l anno scorso al mio ragazzo è stata riscontrata l hcv,io ho fatto le analisi subito e anche opo fino a 6 mesi,risultato negativo,ma da allora iniziai a sentire dolori al fianco destro e il medico,dopo diverse visite,mi disse che andava tutto bene e che io avevo somatizzato,anche dalle analisi ho sempre avuto valori ottimi,ma è trascorso un anno e io avverto sempre questi dolori,al fianco destro,in prossimità delle costole,a volte scende più in basso,e anche dietro la schiena,nonstante tutti mid icono che non ho nulla,io non so che pensare,a gennaio farò un altra visita all addome per sicurezza mia e altre analsi di routine,ma questo pensiero mi tartassa,vor... continua >>
rei sapere secondo lei che cosa può essere,oltretutto le devo dire che l anno scorso mi è stata risocntrata un infezione alla bocca dello stomaco e da allora prendo omeoprazen ogni mattino perchè se lo sospendo ho mal di stomacao,può essere collegata la cosa?la prego di rispondermi dettagliatamente,distinti saluti
Gentile Sig.na Francesca, i dati forniti sono insufficenti ed imprecisi per una diagnosi ed una adeguata terapia: quale infezione allo stomaco? Se è HP perchè non ha fatto l’eradicazione? Ha fatto la gastroscopia? Se vuole può contattarmi successivamente. Distinti saluti, Prof. Mauro Bortolotti
Prof. Mauro Bortolotti

Disturbi vari
19 Dic 08 - salvatore, 54 anni (id: 89273)
  Gent.mo professore, sempre cortese nelle sue risposte (ID 89014): quindi devo dedurre che lei non esclude, al contrario di quel che mi hanno detto (forse per rassicurarmi!)altri gastroenterologi, e cioè che dopo 2 anni e mezzo non potrei avere un cancro al colon. Perchè mi rasssicurano, se lei, che da quanto leggo e capisco mi pare un luminare in materia, mi pare di capire non lo escluda del tutto? Grazie mille.
Io non escludo nè sospetto, le confermo però che dopo i 50 anni per prevenzione si fa la colonscopia o anche la colonscopia virtuale. Con esse uno si mette tranquillo almeno sul colon. E poi la pressione mi sembra molto di tipo neurogeno, e non aumenterà più di tanto con gli esami quanto possa salire con le sue supposizioni o preoccupazioni più o meno giustificate.
Prof. Pier Roberto Dal Monte

Sangue nelle feci?
19 Dic 08 - andrea, 29 anni (id: 89271)
  Salve, sabato scorso dopo aver defecato ho notato che il colore delle mie feci era rossastro e frammiste alle feci cerano delle macchie rosse e ho pensato potesse essere sangue. Poi mi è venuto in mente che la sera precedente avevo cenato con della pasta con passato di pomodoro. E possibile che si potesse trattare di pomodoro non digerito? Nei giorni seguenti ho eseguito lesame del sangue occulto su 3 capioni che è risultato negativo, ma le feci in quei casi avevano un aspetto più normale. Crede che posso stare tranquillo o dovrei fare qualche altro accertamento? Grazie
Egr. Sig. Andrea, controlli sempre le feci e in caso di dubbio ripeta l’esame. Distinti saluti, Prof. Mauro Bortolotti.
Prof. Mauro Bortolotti

MRGE resistente
19 Dic 08 - Stefano, 40 anni (id: 89266)
  Nel gennaio 2007 il referto di una EGDS dava esofagite di 1°grado curata con esomeprazolo 40mg per 1 mese.Dicembre 2007 eseguivo esami del sangue: Helicobatter IgG 0.84(assenti) Ab Anti Gliadina IgG 44,20 Ab Anti Gliadina IgA 4 Ab Anti Endomisio inf 1/10(assenti). Eseguita EGDS aprile 2008 : Esofago nella norma; cardias lievemente risalito e incontinente. Mucosa gastrica endoscopicamente nei limite in tutte le sedi .Piloro centrale,simmetrico, pervio. Duodeno con mucosa ipotrofica; eseguite Biopsia (presenza di 15 linfociti T CD3+ per cento cellule epiteliari. Terapia con esomeprazolo 20 mg per 2 mesi. Visti i ripetuti problemi di reflusso gastrico e dolori addominali(Angina esclusa... continua >>
da esami), Il mio medico mi indicava la terapia di esomeprazolo 40 mg al mattino iniziata a settembre 2008 e continuare domperidone prima dei pasti. Vista la resistenza alla terapia effettuavo 16 dicembre 2008 una EGDS con esito : Note di reflusso gastroesofageo, modesta gastropatia da reflusso biliare(in attesa di esito della biopsia) con nota di eseguire ecografia addominale superiore per escludere patologia alle vie biliari ed una impedenziometria esofagea.In attesa di effetture gli esami richiesti, la terapia è di Esomeprazolo 40 mg al mattino, domperidome prima dei pasti, Riopan 80 mg dopo i pasti principali. Gentilmente mi potrebbe dire se il percorso diagnostico è corretto cosi come la terapia visto che per il momento non riesco a migliorare la situazione del reflusso gastrico.
Egr. Sig. Stefano, il percorso va bene, mi faccia sapere dopo gli ultimi esami. Distinti saluti, Prof. Mauro Bortolotti.
Prof. Mauro Bortolotti

Gastroscopia
19 Dic 08 - Carlo, 46 anni (id: 89255)
  Egregio prof. Bartolotti, sarò breve. Da qualche settimana soffro di nauseo e vomito. Ho eseguito due esami, (analisi del sangue e ecografia addominale completa, ovviamente consigliati dal medico di famigli.Da questi due esami eseguiti non risulta assolutamente nulla. Ora dovrei eseguire un terzo esame che a me, sinceramente, nonostante "forse" sia abbastanza banale, mi preoccupa moltissimo, avendo un riflesso del vomito troppo pronunciato. Si tratta ovviamente della Gastroscopia. Ora gentilmente Le chiedo: è possibile eseguire questo esame addormentando il paziente? Grazie per la sua disponibilità. Cordiali Saluti.
Egr. Sig. Carlo, per la gastroscopia non è possibile fare una anestesia generale ma solo una anestesia locale. Distinti saluti, Prof. Mauro Bortolotti.
Prof. Mauro Bortolotti

Sospetto dismicrobismo intestinale
19 Dic 08 - luigi, 42 anni (id: 89253)
  da marzo c.a. inziano disturbi all’ano= bruciore durante e dopo defec.+ senso di corpo estraneo+incompl. svuotamento+ formicolio+punture di spilli+pungilgioni + calore + senso di peso etc- successivamente senso di punture di spilli nel perineo e nell’asta del pene verso la punta + dolore durante la ieaculazione + senso di peso sul pube (vescica) stimolo di dovere urinare + ogni tanto forme di aghi sotto l’ombelico. tale sintomatologia si accentua subito dopo defecazione. Di notte nessun problema e nessu sintomo su descritto. Questi sintomi sono cronici (tranne di notte) da marzo ad oggi. Indagini fatte da apr/08 ad oggi: anoscopie(3nella norma) + colonscopia (nella norma) gastroscopia (gas... continua >>
tr. da reflusso+gastr. cronica) ecografie addome completo(3 nella norma) RMN pelvi-perineale con mdc (nella norma) Ecografia prostatica T.R. (nella norma tranne formazione anecogena cistica di 7 mm + picc. clacificaz. nella prostata) EMG perineale e perineale (nella norma) Manometria anorettale (nella norma) Studio lat. nervo pud. (nella norma) uretrografia (nella norma) Urinocolture (5 nella norma) spermicoltura (nella norma) PSA (0,25 ) Videoproctoscopia digitale (nella norma) RMN sacro-coccigea( nella norma)Rettoscopia (nella norma) Markers epatici (tutti negati tranne positività Epat. A) Da ott/2008 transaminasi leggermente alti (circa 10 in + del limite max GPT/GOT). Sto attendendo cisto-defecografia. Egrr. Dottori potrei avere un Vs parere Grazie in anticipo. 19/12/08
Potrebbe essere un’infezione cronicizzata dell’intestino o dismicrobismo o disbiosi iintestinale , detto anche colon irritabile postinfettivo che è un’ irritabilità della mucosa del colon a causa di dismicrobismo o disbiosi intestinale, che si crea a seguito del cambiamento parziale della normale flora intestiche ènale con sopravento o prevalenza di flora patogena che da un’infezione gastrointestinale. Infezione che si può sviluppare in maniera acuta o non immediatamente apparente a seguito generalmente di ingestione di cibi guasti o scarsa igiene, uso di potenti antiacidi o anche di alcuni antibiotici, con irritabilità che, permanendo i germi che l’hanno creata, poi si mantiene producendo i suoi effetti continuativamente o ciclicamente. Nell’intestino soprattutto nel colon o intestino crasso si produce gas ed anche muco con meteorismo e flatulenza, dolore addominale e diarrea liberatoria o alternanza di stipsi e diarrea. E’ opportuno in questi casi sospendere i latticini, prendendo dei probiotici (ex fermenti lattici) od uno yogurt ricco di probiotici, ma se non migliora è utile aggiungere un disinfettante/antibiotico per qualche giorno tipo la ciprofloxacina 500 mg 1 cp x 5-6 gg., il metronidazolo, etc. SE i disturbi sono molto accentuati sarebbe bene far precedere la terapia da una coprocoltura, ma rararamente si riesce ad identificare il germe che ha creato il problema.
Colon_irritabile_(4).doc
Prof. Pier Roberto Dal Monte

Sospetto dismicrobismo intestinale
19 Dic 08 - monica, 45 anni (id: 89249)
  Gentile dottore faccio riferimento allid 88760, effettuato colonscopia tutto a posto, HO EFFETTUATO INOLTRE UN MAREA DI ESAMI: ricerca hp nelle feci e nel sangue,intolleranza al glutine, epatite A,B,C TOXO, CITO, MONOTEST TAS ECOGRAFIA ADDOMINALE PANCREAS, MILZA, BILE, EGATO TUTTO NELLA NORMA, RICERCA CLOSTRIDIUM DIFFICILE TOSSINA A COME MI AVEVA CONSIGLIATO LEI TUTTO NEGATIVO, PERO I SINTOMI DI DIARREA ANCHE SE UN PO MENO CI SONO ANCORA, PREMETTO LA MIA ALIMENTAZIONE CURATISSIMA, HO ELIMINATO I LATTICINI E SCORIE, IL MIO GASTROENTEROLO HA DETTO CHE E SINDROME DEL COLN IRRITABILE DEVO FARE QUALCHE ALTRA RICERCA NEL FRATTEMPO STO SOLO PRENDENDO DIOSMECTAL PERCHE MI HA TOLTO DOLORI ALLA PANCIA... continua >>
E METEORISMO,COSA MI CONSIGLIA PERCHE HA QUESTO PUNTO NON SO PIU COSA PENSARE MI AIUTI LEI POSSO CONTATTARLA PER QUEL FARMACO VEGETALE PER IL COLON IRRITABILE OPPURE DEVO FARE QUALCHE ALTRA COSA. MONICA GRAZIE INFINITE AUGURANDOLE UN FELICE NATALE
Potrebbe trattarsi di un colon iritabile postinfettivo o dismicrobismo intestinale o disbiosi iintestinale , detto appunto anche colon irritabile postinfettivo che è’ un’ irritabilità della mucosa del colon a causa di dismicrobismo o disbiosi intestinale, che si crea a seguito del cambiamento parziale della normale flora intestinale con sopravento o prevalenza di flora patogena che da un’infezione gastrointestinale. Infezione che si può sviluppare in maniera acuta o non immediatamente apparente a seguito generalmente di ingestione di cibi guasti o scarsa igiene, uso di potenti antiacidi o anche di alcuni antibiotici, con irritabilità che, permanendo i germi che l’hanno creata, poi si mantiene producendo i suoi effetti continuativamente o ciclicamente. Nell’intestino soprattutto nel colon o intestino crasso si produce gas ed anche muco con meteorismo e flatulenza, dolore addominale e diarrea liberatoria o alternanza di stipsi e diarrea. E’ opportuno in questi casi sospendere i latticini, prendendo dei probiotici (ex fermenti lattici) od uno yogurt ricco di probiotici, ma se non migliora è utile aggiungere un disinfettante/antibiotico per qualche giorno tipo la neomicina/bacitracina o la ciprofloxacina 500 mg 1 cp x 5-6 gg.,etc. SE i disturbi sono molto accentuati sarebbe bene far precedere la terapia da una coprocoltura, ma rararamente si riesce ad identificare il germe che ha creato il problema.
Colon_irritabile_(4).doc
Prof. Pier Roberto Dal Monte

Anemia sideropenica
19 Dic 08 - paola, 52 anni (id: 89247)
  vorrei sapere come curare una anemia sideropenica che si protrae ormai da diversi anni. Ultime analisi danno HGB 9,2 HCT 30,6 MCV 59,2 MCH 17,9 MCHC 30,2 RDW 18,4 - WBC NE 81,8 LY 12,3 MO 3,8 NE 7,1 - FERRO 28,88 FERRITINA 1,3. Mi può consigliare uno specialista per una cura per bocca? Al nostro ospedale a Vergato non sembrano più disposti a fare flebo. Cordiali saluti.
Forse sarebbe bene prima di tutto fare una ricerca approfondita da cosa dipenda: perdite di sangue dall’intestino, utero, malassorbimento,intolleranza al glutine,etc? per bocca esistono vari prodotti di ferro che può essere consigliato da qualsiasi medico, ma spesso nno è ben tollerato dall’intestino. Un’alimentazione ricca di carne può giovare.
Prof. Pier Roberto Dal Monte

Diarrea di ndd
19 Dic 08 - alessandra, 27 anni (id: 89239)
  Da circa 1 anno ho problemi di algia addominale, diarrea profusa e senso di nausea e pesantezza, specie nellarco della mattinata. Negli ultimi 3 mesi i problemi si sono accentuati, tanto che avverto i sintomi di cui sopra anche nelle ore notturne e a prescindere da quello che mangio. per tale ragione ho iniziato a fare degli esami: del sangue, delle feci, delle urine, breath test al lattosio, al lattulosio, gastroscopia. dallesito degli esami non è emerso praticamente nulla eccetto unernia iatale lieve da scivolamento e una gastrite (di cui conoscevo già lesistenza). per il resto nulla. mi è stata data una dieta da seguire e mi è stato detto di assumere per 1 settimana al mese le pastiglie d... continua >>
i normix. il problema è che nonostante stia seguendo alla lettera la dieta e la terapia, praticamente non registro alcun meglioramento. continuo ad avere dolori allo stomaco, sensazioni di acidità, diarree....insomma tutto quello di cui soffrivo prima. secondo Lei è possibile fare qualcosa, altri esami, altre terapie... grazie. disitnti saluti
Gentile Sig.na Alessandra, è difficile capire, senza una visita, nè controllo diretto degli esami effettuati, quale può essere la causa della diarrea. Eventualmente mi faccia sapere al n. 051-307901 per stabilire cosa si può fare per risolvere il problema. Distinti saluti, Prof. Mauro Bortolotti.
Prof. Mauro Bortolotti

Sospetto dismicrobismo intestinale
19 Dic 08 - assunta, 34 anni (id: 89238)
  salve dottore e già la seconda volta in un meso che ho febbre 37 e 2 con mal di pancia stomaco e muscolare specialmente gambe e spalle la prima volta ho pensato che fosse solo una semplice influenza ma adesso a distanza di pochi giorni sono ricomparsi di nuovo tutti i sintomi ho fatto anche degli analii dicui tutti negativitranne uno valore muscolare che ora non ricordo . A QUESTO PUNTO MI STO COMINCIANDO A PREOCCUPARE ,LEI COSA MI DICE? ASPETTO CON ANSIA LA SUA RISPOSTA GRAZIE A PRESTO
Potrebbe trattarsi di un Dismicrobismo o disbiosi iintestinale , detto anche colon irritabile postinfettivo E’ un’ irritabilità della mucosa del colon a causa di dismicrobismo o disbiosi intestinale, che si crea a seguito del cambiamento parziale della normale flora intestinale con sopravento o prevalenza di flora patogena che da un’infezione gastrointestinale. Infezione che si può sviluppare in maniera acuta o non immediatamente apparente a seguito generalmente di ingestione di cibi guasti o scarsa igiene, uso di potenti antiacidi o anche di alcuni antibiotici, con irritabilità che, permanendo i germi che l’hanno creata, poi si mantiene producendo i suoi effetti continuativamente o ciclicamente. Nell’intestino soprattutto nel colon o intestino crasso si produce gas ed anche muco con meteorismo e flatulenza, dolore addominale e diarrea liberatoria o alternanza di stipsi e diarrea. E’ opportuno in questi casi sospendere i latticini, prendendo dei probiotici (ex fermenti lattici) od uno yogurt ricco di probiotici, ma se non migliora è utile aggiungere un disinfettante/antibiotico per qualche giorno tipo la neomicina/bacitracina o la ciprofloxacina 500 mg 1 cp x 5-6 gg.,etc. SE i disturbi sono molto accentuati sarebbe bene far precedere la terapia da una coprocoltura, ma rararamente si riesce ad identificare il germe che ha creato il problema.
Prof. Pier Roberto Dal Monte


Da 9574 a 9589 di 28772