Sei in: Medico on-line > Gastroenterologia

Aderiamo allo standard HONcode per l'affidabilità dell'informazione medica Aderiamo allo standard HONcode per l'affidabilità dell'informazione medica.
Verifica qui.


Gastroenterologia
Referenti
  • Prof. Pier Roberto Dal Monte

  • Già Direttore Dipartimento medico-chirurgico delle Malattie dell’apparato digerente. Ospedale Bellaria-Maggiore. Bologna.

  • Prof. Mauro Bortolotti

  • Professore a Contratto della Specializzazione in Medicina Interna
    Facoltà di Medicina e Chirurgia dell’Università di Bologna
    Policlinico S. Orsola


ultimo aggiornamento 22/02/2013
 
Aree tematiche


Nella compilazione della tua domanda ti chiediamo gentilmente di attenerti il più possibile alle aree tematiche qui sopra riportate
ultimo aggiornamento 26/01/2007
Invia la tua domanda

Domande / Risposte
Sospetta prochite
29 Set 08 - Giacomo, 31 anni (id: 85736)
  Salve, io ogni tanto dopo essere stato in bagno, perdo liquido dall ano per un certo periodo, di solito qualche ora. Sembra acqua e sangue anche se molto poco. Capita saltuariamente e vorrei capire cosa potrebbe essere. Grazie
POtrebbe essere una proctite ulcerosa, ma non si può escludere anche una fistola anale, deve consultare un proctologo ed eventualmente eseguire una rettosigmoidoscopia.
Prof. Pier Roberto Dal Monte


Dolore ipocondrio dx
29 Set 08 - luca, 23 anni (id: 85727)
  Egregio dottore ho un problema all’addome,quando contraggo gli addominali nella parte alta a destra mi si forma un buco,non ho nessun dolore però quando mi siedo sento che in quella zona ho un fastido
Dolore ipocondrio dx: tralasciando un organo interno ritengo si tratti di una irritazione dei nervi o radicolite a partenza della colonna dorso-lombare che si distribuiscono, dal di dietro in avanti in quella sede: qualora abbia qualche processo infimmatorio/artrosico o una scoliosi o anche una infiammazione/contrazione dei muscoli o fibromiosite, poichè anche questo può provocare il dolore anteriore all’addome dx superficialmente(detto dolore radicolitico o da radici nervose). Se l’eco è normale, faccia una RXgrafia della colonna o chieda una visita specifica al suo medico od a un ortopedico.
Prof. Pier Roberto Dal Monte

Sospetta colangite subacuta
29 Set 08 - giorgio, 70 anni (id: 85723)
  Gent.mo dott Dal Monte scrivo per conto di mio padre.Gia ricoverato in maggio scorso per colica biliare presentatasi co forti dolori,a cui si è aggiunta febbre elevata gia in sede di ospedalizzazione. trattato con antibiotici in vena. Superata crisi. Consigliato intervento chirurgico per rimoz colecisti che ha rifiutato.Esami rilevati al pronto soccorso elevate transaminasi. ecografia addome negativa. in seguito fatta anche risonanza con assenza di calcoli. Presenta periodicamente brividi di freddo unicamente pomeridiani con assenza di febbre. Il medico in sede di ricovero disse che erano sintomi premonitori colica.Ora si ripresentano ma senza alcun dolore. Qui gli specialisti brancolano.... continua >>
.. Lorenza ( figlia, Ferrara).
Consiglierei di fare una ERCP ed eventualmente una papillosfinterotomia a seconda del parere degli endoscopisti che eseguono l’esame.
Prof. Pier Roberto Dal Monte

Cortisonici
29 Set 08 - Basilio, 30 anni (id: 85721)
  sono Basilio id:82428 il medico curante della mamma ha prescritto cortisone due mesi fa tutti i giorni e mi fa troppo effetto e io sono contento perchè è migliorata poi mia mamma è andata dal medico curante mi ha detto prendere cortisone un giorno si o no io non so se sono tranquillo perchè potrebbe succedere di nuovo la febbre vorrei il tuo parere grazie ecordiali saluti
Penso che il suo medico abbia ragione, forse l’ascesso si è risolto ed è bene calare il cortisonico (faccia fare eventualmente un’altra ecografia)
Prof. Pier Roberto Dal Monte

Dispepsia
29 Set 08 - Mirco, 25 anni (id: 85720)
  Buona sera.La contatto per il seguente motivo.A marzo ho eseguito dei test per le allergie alimentari e mi hanno trovato latticini, uova, legumi, frutta secca, bevande gassate. Da allora ho eliminato questi alimenti risolvendo i disturbi di diarrea, mal di stomaco, bruciore di stomaco che avevo e perdendo ad oggi circa 13 kg. Da piu d un mese, però, soffro di mal di stomaco, bruciore, al mattino mi brucia anche la gola a causa di cio. Il Mio medico mi ha ordinato del lansoprazolo ma non sto riscontrando grandi risultati. Lei cosa mi consiglia? GRazie per la sua disponibilità, saluti. Mirco
Segua anche i consigli allegati ed eventualmente faccia una gastroscopia.
Trattamento_della_dispepsia_(3)_.doc
Prof. Pier Roberto Dal Monte

Sospetta celichia
29 Set 08 - ursula, 43 anni (id: 85715)
  Gentile Dottore, nel mese di febbraio 200 ho eseguito una gastrocopia a seguito di sospetto reflusso gastroesofageo. Dallesame è venuta fuori una modesta ernia iatale e dalla biopsia una dospetta celiachia. Ho eseguto tutte le analisi del sangue, antigliadina, antiendomisio, analisi gentiche w antiglutaminasi e tutte sono risultate negative. Il reflusso lo sto curando da febbraio con antra 20 che fino ad un mese fa mi aiutava tantissimo, ora ho il disturbo fisso pur assumendo antra 20. Ho costantemnete la pancia piena daria, gonfissima ed ogni tanto vado in diarrea. Non ci sto capendo più niente, so chei test per le intolleranze alimentari non sono attendibili e sono disperata perché non fa... continua >>
ccio che vagare tra uno studio e laltro....cosa mi consiglia? E possibile ch soffra anche di colite da stress o nervoso?Ringraziandola e restando in attesa di una Sua cortese risposta, Le auguro buon lavoro. Ursula Villa
Potrebbe essere l’attuale diarrea secondaria all’uso dell’antiacido IPP, come mi legge sotto. Tuttavia provi, anche se l’esame istologico è dubbio, a fare una dieta povera o senza glutine come se fosse celichia per qualche settimana . Talvolta vi sono delle forme cosidette frustre o non complete.Antiacidi ed antibiotici connessi a diarrea da Clostridium difficile e ad altri disturbi addominali per dismicrobismo intestinale generico. Gli inibitori della pompa protonica (IPP) e gli agonisti dei recettori H2, come la ranitidina, sono associati ad un aumento del rischio di infezione da germi introdotti con i cibi o di crescita abnorme dei normali germi intestinali, particolarmente seria è però l’infezione da Clostridium difficile (C.D.). Recenti studi suggeriscono infatti un aumento dell’incidenza e della gravità della infezione intestinali poichè l’acidità gastrica, avendo un effetto antibatterico, costituisce uno dei principali meccanismi di difesa contro i germi patogeni normalmente ingeriti: la perdita della normale acidità dello stomaco è stata associata quindi alla colonizzazone o a contaminazione batterica del tratto gastrointestinale superiore che è generalmente sterile. Lo stesso si può avere con l’uso di antibiotici e cortisonici. La crescita abnorme di germi (detto anche colonizzazione batterica e/o dismicrobismo) ed in particolare del C.D.(che si rileva con il dosaggio dellla tossina botulinica nelle feci) sono caratterizzati da meteorismo, dolori addominali e spesso da irregolarità dell’alvo e talvolta da diarrea.naturalmente bisogna sospendere la terapia che si sta facendo. Il clostridium si elimina con la vancomicina od il metronidazolo.
Prof. Pier Roberto Dal Monte

Feci scure
29 Set 08 - ALESSANDRO, 36 anni (id: 85706)
  Gentile dottore..le chiedo un dubbio! Da una settimana ho le feci verdi scure, olivastre, episodio che mi era già successo due anni fa, il tutto mi era durato un due mesi per poi tornare alla normalità. Premetto che in questi due anni ho fatto la gastroscopia per cura ed eradicazione H.P. (negativo alla biopsia e positivo in precedenza ai test fecali, non so perchè) e anche la coloncoscopia perchè sanguinamento emorroidario confermato dalla prova con diagnosi di emorroidi interne ma niente di tale. Qualche mese fa avevo fatto anche una ecografia addominale, tutto bene. Da cosa può dipendere il colore verde delle feci...!? E già la seconda volta...io penso sempre a problemi di bilirubina....!... continua >>
? Qualche mese fa avevo fatto emocromo, ves, pcr, got, gpt, gamma gt, tutto normale....! Cosa ne pensa di questo colore verde olivastro delle feci!? E già la seconda volta in due anni...!?
Dipende dalla dieta, si tranquilizzi. La bilirubina è secreta normalmente.
Prof. Pier Roberto Dal Monte

Uso di antilipemico
29 Set 08 - Gessica, 28 anni (id: 85703)
  Egregio Dott., sto effettuando da circa 5 giorni una dieta con lassunzione di benfluorex, ieri sera però ho avuto e li ho ancora fortissimi dolori addominali sono iniziati al basso ventre(ovaie ed utero)e retto sono poi saliti alla parte superiore delladdome, sta mattina il dolore è diminuito però ho tensione e dolore allo stomaco ed un senso di peso sulla vescica ed al retto. dove posso rivolgermi per un esame accurato abito a Napoli e le garantisco che il dolore è davvero forte
Penso che non tolleri il farmaco che può dare pancreatite. Veda di dimagrire in altra manieraFaccia anche un’ecografia addome superiore.
Prof. Pier Roberto Dal Monte

MRGE
29 Set 08 - Luca, 40 anni (id: 85698)
  Gentilissimo Prof. Dal Monte , dopo circa 2 settimane di digestione lenta e eruttazioni frequenti mi sono deciso a fare una ulteriore EGDS dopo che ne vavevo fatta una negativa a Gennaio 2006 ( riportava solo crdias beante).Questo è il risultato : REFERTO ESOFAGO : linea zeta dentellata STOMACO : lago mucoso chiaro , non lesioni fundiche . Mucosa antrale indenne da lesioni localizzate (BX). Piloro transitabile DUODENO : Indenne CONCLUSIONI : Linea zeta dentellata quale espressione di MRGE.Note di gastrite antrale . Istologico 1) antro 2) corpo , Diagnosi : 1) gastrite cronica semplice in fase quiescente HP :0 2) Mucosa ossintica con focale ectasia cistica ghinadolare. E un quadro preoccupan... continua >>
te ?
Segua i consigli che le allego.
Malattia_da_reflusso_gastro-esofageo.doc
Prof. Pier Roberto Dal Monte

Faringodinia e dispepsia
29 Set 08 - Daniele, 31 anni (id: 85687)
  Egregio Professore, ho già avuto mood di scriverle e Lei mi risposto. Vorrei porre una domanda e le riasumo la situazione. Il 24 giugno sono stato sottoposto a gastroscopia e biopsiaa che ha evidenziato ESOFAGITE B e la biopsia è negativa secondo il medico. I sintomi sono disfagia, eruttazoni e mal di gola costante. Il 8 luglio sono stato dall otorino e gli ho parlato dell esofagite. Lui mi ha visitato e ha notato una infiammaazione alla gola e un pò ad una tonsilla ma non ho febbre quindi ha escluso lorigine batterica. Non può dire con esattezza cosa io abbia e pensa che sia esofagite. La terapia del gastroenterologo e dellotorino è PANTORC 40 mg x 40 gg e PANTORC 20 mg x 5/6 mesi e GAVISCO... continua >>
SCIROPPO dopo i pasti per un mese e 2 suffimugi al g x 10 gg con FOMENTIL. Il mal di gola migliorerà se guarirà lesofagite ma non è mai passato totalmente. Da qualche giorno il bruciore alla goa è aumentato e fra 7 giorni dovrò partire e tornare solo il 26 ottobre. Il medico dice ce enza febre non ci sono rischi ma sono preoccupato. Sarebbe sufficiente ritentare con FOMENTIL o tornare dallotoriino a fine ottobre? Dovrei evitare alcuni cibi aendo lesofagite? Dal 12 agosto assumo 1 cp di PANTORC 20 mg. Grazie Grazie
Penso che abbia due patologia una faringodinia infiammatoria per cui consiglierei ed eventuale trattamento aereosolico con antibiotici-corticosteroideo,insieme ad peoblemi gastrici per probabile gastrite. SEgua i consigli allegati e si legga di seguito:l’eruttazione è un atto più o meno volontario che facciamo quando abbiamo la sensazione di ripienezza gastrica per cattiva digestione: con questo fenomeno riteniamo o cerchiamo di diminuire la pressione gastrica e stimolare la peristalsi sì da per facilitare anche lo svuotamento dello stomaco ed infine migliorare la digestione. Talvolta questa è provocata da noi stessi con fenomeni volontari ( e ripetuti)di "inrutazione" di aria che poi cerchiamo di espellerla per eliminare la sensazione fastidioso dell’ ingombro gastrico. E’ un disturbo fondamentalmente funzionale che insorge per sensazione che da il rallentato svuotamento gastrico, spesso per spasmo puramente funzionale, ma anche per infiammazione dello stomaco/duodeno cioè una gastro/duodenite o simili che si rivelano con queste sensazioni. E’ consigliabile innanzitutto diminuire l’introduzione di bevande gassate fare un dieta adeguata seguendo i principi che vi verranno consigliati dal VS Medico o dai Medici della Rubrica.
Trattamento_della_dispepsia_(3)_.doc
Prof. Pier Roberto Dal Monte

Feci scure
28 Set 08 - antonia, 36 anni (id: 85677)
  grazie per avermi risposto,per quanto riguarda lhelicobacter nn lho ancora debellato in quanto ho avuto una reazione allergica agli antibiotici per cui prima di riprendere la cura, devo sottopormi alle prove allergiche sui medicinali. Che sfiga la mia. Quindi per quanto riguarda il caso di feci scure nn devo preoccuparmi più tanto? se nn è così lo vorrei sapere,grazie.cordiali saluti
Quando si perde sangue dallo stomaco, che vuol dire una melena, le feci sono nero pece e vi è un calo di emoglobina e globuli-rossi. Il che non mi sembra nel suo caso. P.S.Scrivendo ad un rubrica letta da chi vuole, è bene usare la parola sfortuna, anche se il professore che risponde è del tutto anticomformista. Cordialmente suo,
Prof. Pier Roberto Dal Monte

Meteorismo
28 Set 08 - andrea, 23 anni (id: 85676)
  è possibile che ho un gonfiore, come se fosse una bolla d’ aria appena sotto il costato nella parte addominale alla mia sinistra. è solo un fastidio,ma è normale? grazie
E’ aria o feci nel colon sinistro che deve espellere.
Prof. Pier Roberto Dal Monte

Epatite C
28 Set 08 - ANGELA, 63 anni (id: 85675)
  BUONASERA PROFESSORE,MI SCUSI SE LA DISTURBO, SONO STATA UNA SUA PAZIENTE ALCUNI ANNI FA. NEL MARZO DEL 2004 FINO AL MARZO DEL 2005 HO FATTO LA TERAPIA INTERFERONE PEGILATO E RIBAVIRINA PER UNA EPATITE C 1b CHE MI TRASCINAVO DAL 1970 VIREMIA FINE 2003 12.300.000. DOPO I PRIMI TRE MESI L?HCV SI E NEGATIVIZZATO ED E STATO NEGATIVO FINO A MARZO 2008, I PRIMI DI SETTEMBRE HO RIFATTO LESAME E LAb anti HCV E RITORNATO POSITIVO, MENTRE LHCV-PCR QUALITATIVO E NEGATIVO. SONO MOLTO PREOCCUPATA MI E RITORNATA LEPATITE " C "? LE TRANSAMINASI SONO NELLA NORMA E LE GAMMA GT SONO A 6. LA RINGRAZIO ANTICIPATAMENTE E LA SALUTO CORDIALMENTE ANGELA BORGATTI TEL. 051400333 - 329 2182947
Gentila Signora, se l’HCV-RNA, come risulta, è negativo, il virus dovrebbe essere scomparso per sempre. Tuttavia è bene ricontrollarlo tra qualche mese.
Prof. Pier Roberto Dal Monte

Probabile colon irritabile
28 Set 08 - luca, 39 anni (id: 85674)
  Ho da una ventina di giorni un lieve dolore localizzato nella parte bassa delladdome. Soffro di colite da stress. Il mio medico ha detto a seguito di una visita che si tratta di una infiammazione del duodeno e mi ha prescritto il lansoprazolo doc ma il dolore è sempre li. Che mi consiglia? La ringrazio.
Mi sembra un probabile lieve spasmo del colon che rientra in un colon irritabile e non di pertinenza dello stomaco, se ha anche qualche problema intestinale potrebbe trattarsi di dismicrobismo per cui consiglio un disinfettante, come vede sotto. Dismicrobismo o disbiosi iintestinale , detto anche colon irritabile postinfettivo E’ un’ irritabilità della mucosa del colon a causa di dismicrobismo o disbiosi intestinale, che si crea a seguito del cambiamento parziale della normale flora intestinale con sopravento o prevalenza di flora patogena che da un’infezione gastrointestinale. Infezione che si può sviluppare in maniera acuta o non immediatamente apparente a seguito generalmente di ingestione di cibi guasti o scarsa igiene, uso di potenti antiacidi o anche di alcuni antibiotici, con irritabilità che, permanendo i germi che l’hanno creata, poi si mantiene producendo i suoi effetti continuativamente o ciclicamente. Nell’intestino soprattutto nel colon o intestino crasso si produce gas ed anche muco con meteorismo e flatulenza, dolore addominale e diarrea liberatoria o alternanza di stipsi e diarrea. E’ opportuno in questi casi sospendere i latticini, prendendo dei probiotici (ex fermenti lattici) od uno yogurt ricco di probiotici, ma se non migliora è utile aggiungere un disinfettante/antibiotico per qualche giorno tipo la neomicina/bacitracina o la ciprofloxacina 500 mg 1 cp x 5-6 gg.,etc. SE i disturbi sono molto accentuati sarebbe bene far precedere la terapia da una coprocoltura, ma rararamente si riesce ad identificare il germe che ha creato il problema.
Prof. Pier Roberto Dal Monte

Eruttazione
28 Set 08 - giuseppe, 21 anni (id: 85672)
  salve ,ho dei problemi intestinali cioè i sintomi sono delle frequenti eruttazioni che si intensificano sotto sforzo.sono molto preoccupato perchè è da un mese e nn passano il medico curante dice che puo essere reflusso ma nn ho acido e la cura l ho terminata ma i rutti nn passano.tra parntesi dice che nn è nulla e nn mi prescrive accertamenti accurati.devo stare traquillo?grazie cordiali saluti
L’eruttazione è un atto più o meno volontario che facciamo quando abbiamo la sensazione di ripienezza gastrica per cattiva digestione: con questo fenomeno riteniamo o cerchiamo di diminuire la pressione gastrica e stimolare la peristalsi sì da per facilitare anche lo svuotamento dello stomaco ed infine migliorare la digestione. Talvolta questa è provocata da noi stessi con fenomeni volontari ( e ripetuti)di "inrutazione" di aria che poi cerchiamo di espellerla per eliminare la sensazione fastidioso dell’ ingombro gastrico. E’ un disturbo fondamentalmente funzionale che insorge per sensazione che da il rallentato svuotamento gastrico, spesso per spasmo puramente funzionale, ma anche per infiammazione dello stomaco/duodeno cioè una gastro/duodenite o simili che si rivelano con queste sensazioni. E’ consigliabile innanzitutto diminuire l’introduzione di bevande gassate fare un dieta adeguata seguendo i principi che vi verranno consigliati dal VS Medico o dai Medici della Rubrica: qualora non migliori naturalmente gli esami che si dovrebbero eventualmente fare sono almeno la Ricerca Helicobacter pyilori ed EGDScopia. Oltre alle medicine consigliate qualche volta è utile tenere un oggetto tra i denti come una penna o masticare una chewing gum.
Prof. Pier Roberto Dal Monte


Da 9574 a 9589 di 27891