Sei in: Medico on-line > Gastroenterologia

Aderiamo allo standard HONcode per l'affidabilità dell'informazione medica Aderiamo allo standard HONcode per l'affidabilità dell'informazione medica.
Verifica qui.


Gastroenterologia
Referenti
  • Prof. Pier Roberto Dal Monte

  • Già Direttore Dipartimento medico-chirurgico delle Malattie dell’apparato digerente. Ospedale Bellaria-Maggiore. Bologna.

  • Prof. Mauro Bortolotti

  • Professore a Contratto della Specializzazione in Medicina Interna
    Facoltà di Medicina e Chirurgia dell’Università di Bologna
    Policlinico S. Orsola


ultimo aggiornamento 22/02/2013
 
Aree tematiche


Nella compilazione della tua domanda ti chiediamo gentilmente di attenerti il più possibile alle aree tematiche qui sopra riportate
ultimo aggiornamento 26/01/2007
Invia la tua domanda

Domande / Risposte
Colon irritabile?
24 Ott 08 - elisabetta, 45 anni (id: 86981)
  gentile professore.mi è stato diagnosticato il colon irritabile.da alcuni giorni sento il bisogno di urinare pi volte al giorno e dopo i pasti soffro di aerofagia ( mai però lontano dai pasti).volevo sapere da lei se questi sintomi possono essere riconducilbili al colon irritabile.grazie per la sua gentilezza
Gentile Sig.ra Elisabetta, non i disturbi urinari. Consulti l’area tematica relativa per maggiori informazioni. Se è confermato il colon irritabile, tenga presente che noi stiamo effettuando uno studio controllato nell’ambito del Policlinico sugli effetti di un prodotto di origine vegetale sui sintomi del colon irritabile. Se è interessata a partecipare, mi può contattare al n. 051-307901. Distinti saluti, Prof. Mauro Bortolotti
Prof. Mauro Bortolotti


Gonfiore addominale
23 Ott 08 - daniela, 29 anni (id: 86975)
  ho preso circa 10 in 1 anno,e sono molto gonfia, ho fatto varie esami per le intolleranze: lattosio -negativa fruttosio-lieve intolleranza lattulosio-positiva -sindrome da malassorbimento glutine-negativa ho seguito 1 cura farmacologica x 2 mesi, ho meno senso di riflusso ma sempre gonfia, 1 giorno le robe mi entrano, il giorno dopo no. ho fatto gli esami per la tiroide (ft3-ft4-tsh), tutto a norma. 7 anni fa ho preso nuovamnete 10 kg,in pochissimo tempo, per fortuna ripersi,tramite assunzione pillola anticoncezionale e 1 dieta. ora ho iniziato una terapia specifica in palestra, seguota da 1 personal trainer, e sono emersa strane situazioni: a distanza di 2 giorni aumento improvv... continua >>
isamente e di 1,7 KG poi a poco a poco li riperdo( ma a fatica) poi di nuovo all’improvviso riprendo in 2 giorni 900 g e cossì via..in 2 mesi in pratica è lampante che non riesco a digerire quello che mangio e c’è qualche alimento che mi fa male o qualche funzionalità dell’apparanto digerente che non funziona bene. mangio in modo sano, ho ridotto i carboidrati, sostituendoli con insalate e verdure,cio nonostante non perdo nulla,( nonostante abbia associato l’attività sportiva) anzi certi giorni aumento di parecchio può darmi qualche diagnosi? può consigliare qualche esame specifico da fare, oltre quelli già eseguiti ? la ringrazio
Gentile Sig.ra Daniela, probabilmente vi è una assunzione o ritenzione di liquidi in eccesso quando aumenta bruscamente di peso. Per il gonfiore è difficile capire, senza una visita nè controllo degli esami, quale può esserne la causa. Eventualmente mi faccia sapere al n. 051-307901 per stabilire quali esami sono necessari per risolvere il problema. Distinti saluti, Prof. Mauro Bortolotti.
Prof. Mauro Bortolotti

Sindrome metabolica complicata
23 Ott 08 - antonio, 46 anni (id: 86972)
  salve,ho delle pluri patologie (tiroidite autoimmune o morbo di hascimoto in trattamento sopressivo con eutirox da 150,cardiopatia ipertensiva con ivs insufficenza aortica in trattamento con antacal e tiartan,una retinopatia di grado medio ,diabete mellito tipo 2trattato con ipoglicemizzanti,NAHS o steopatite non aocolica,numerosi diverticoli,sigma iperemico e diverticolite in trattamento,sindrome ansiosa in trattamento con:EN,laroxil e gabapentin da 300 2 volte al dì)le mie domande sono 2,sono collegate frà loro?,quanto tempo potrebbe rimanermi di vita.considerando il parere dialtri specialisti non dovrei arrivare neanche alla pensione. gradirei una risposta esplicita se possibile,la ringra... continua >>
zio anticipatamente, cosciente di qualsiasi risposta.
Lei ha una sindrome metabolica oltre ad un’insufficienza tiroidea (che è il meno), si veda l’allegato come curarsi, dimagrendo drasticamente. Per il calcolo del rischio di cardiopatia futura si veda il sito Progetto cuore: www.cuore.iss.it/
La_sindrome_metabolica_1.doc
Prof. Pier Roberto Dal Monte

Gonfiore addominale
23 Ott 08 - paola, 68 anni (id: 86971)
  Gent.mo professore circa a meta giugno sono caduta a da circa 3 metri di altezza,riportando frattura scomposta omero ridotta dopo intervento con una piastra.Sono stata una settimana in trazione prima dellintervento e gia da allora notavo uno strano gonfiore alladdome, ma vista la situazione e avendo sempre sofferto di colon irritabile non diedi tanta importanza ora a distanza di 4 mesi e dopo aver consultato 3 gastroenterologi tra cui lultimo il prof Roda di Bologna, la situazione permane identica.un addome molto molto gonfio, duro, difficolta nella digestione, piccolo dolore,al tatto dello specialista, nella zona del fegato, a cui non è stata data importanza.Esami eseguiti, 2 ecografie addo... continua >>
me in cui si rileva la presenza di 2 angiomini nel fegato di struttura e morfologia normali cosi come gli annessi e gli altri organi, esami sangue con una ggt di 21 ,alt 18 gamma globulina 17,5,ves 5 e alfafetoproteina 8,7 il cui limite è 7(e la cosa mi preoccupa).Il Prof Roda ha suggerito una colonscopia che non ha evidenziato nulla di patologico, e un rx tubo digerente che effettuero la settimana prox oltre che una particolare attenzione nella alimentazione.Fino ad oggi nessun risultato il mio addome rimane tale e quale.Negativi anche anticorpi hcv,hbv, hav ,hiv,La mia stipsi è sempre stata regolare. Non ho mai usato lassativi,pur soffendo di colon irritabile.Esame hp neg su feci,pos su sangue.Cura normix senza risult,no celiachia o intolleranze.sono preoccup per qualc di grave.
Gentile Sig.ra Paola, è difficile capire, senza una visita, nè controllo degli esami, quale può essere la causa del gonfiore. Eventualmente mi faccia sapere al n. 051-307901 per stabilire cosa fare per risolvere il problema. Nel frattempo faccia un sangue o fecale su 3 prelievi. Distinti saluti, Prof. Mauro Bortolotti.
Prof. Mauro Bortolotti

Glutine in celiachia
23 Ott 08 - FRANCESCA, 30 anni (id: 86962)
  Mio figlio di 4 e 1/2 anni è celiaco ed è a dieta senza glutine da 18 mesi. Deve ripetere la gastroscopia a giorni però, purtroppo, senza che ce ne fossimo accorti ha assunto il glutine un paio di volte dando un piccolo morso a dei biscotti, e ad una merendina. Mi domando che effetti avrà avuto lassunzione di glutine ai villi intestinali? Mi consiglia di rinviare la gastroscopia?
L’effetto el glutine si vede dopo mesi, ma in così scarsa quantità l’intestino non dovrebbe avere alcun danno, faccia la gastroscopia.
Prof. Pier Roberto Dal Monte

Gastrite, HP e metaplasia
23 Ott 08 - alfredo, 43 anni (id: 86958)
  mi puo’ dire in parole semplici quale e’ la mia patologia in base a queste risposte dell esame istologico che ho fatto?le scrivo i risultati come li leggo...lieve gastrite.negativo la ricerca di h.p.(gastrite cronica.sono presenti rare colonie di h.p.) (gastrite erosiva con focolaio di metaplasia intestinale.nagativa la ricerca di.h.p.)desrizione macroscopica cont.1"Andro+H.P "(1)2ANGULUS+H.P."(2)3CORPO+H.P."(3)4FONDO"(4)volevo unfine dire che io faccio questi controlli annualmente e nelle due gastroscopia precedenti mi hanno esportato un polipetto all’esofago..mi puo’ delicidare,infine questa padologia puo partare al tumore visto che il mio papa’ e morto di tumore all’ostomaco..secondo la ... continua >>
sue esperienza di specialista dovrei farmi seguire da uno specialista,e farmi esami piu spesso?o posso continuare con controlli in ospedale e prendere la cura che mi danno?grazie
Egr. Sig. Alfredo, mi sembra che lei abbia una gastrite da Helicobacter P. con metaplasia, ma dovrei leggere le risposte per intero. Continui con i controlli annuali ed eradichi l’HP. Distinti saluti, Prof. Mauro Bortolotti.
Prof. Mauro Bortolotti

Gastropatia da H.P.
23 Ott 08 - lina, 36 anni (id: 86945)
  ho fatto lo breath test x l’helicobacter è risultato positivo mi hanno prescritto pantorc,veclam,augmentin x una settimana.secondo lei quanto tempo ci vuole x avere dei risultati e normale avere ancora DOLORI DOPO UNA SETTIMA PUò ESSERE ANCHE UN PROBLEMA DI ALIMENTAZIONE. SECONDO LEI QUALE SAREBBE UNA DIETA CORRETTA .GRAZIE
Ci vi yuole almeno qualche settimana per avere l’effetto desiderato, bisogna avere pazienza ed attenersi alle regole che le allego.
Trattamento_della_dispepsia_(3)_.doc
Prof. Pier Roberto Dal Monte

MRGE
23 Ott 08 - pancrazio, 39 anni (id: 86942)
  Professor Dal Monte, sono Pacrazio e le scrivo per avere un Suo consiglio sul mio problema. Sono ormai due anni che riscontro dei problemi allo stomaco e all’ intestino che si manifestano ogni due mesi. I sintomi che riscontro sono bruciore e dolori forti allo stomaco. Ogni volta che ho questi problemi il mio medico mi consiglia di fare punture di buscopan e plasil e dopo aver preso i medicinali sto meglio ma dopo due mesi i dolori ritornano. Così sono stato ricoverato in ospedale per accertamenti e ho fatto la gastroscopia, la colonscopia, la visita al pancreas e al fegato da cui è risultato il reflusso esofageo, l’ernia iatale e la colite. Volevo chiederle un suo consiglio al riguardo... continua >>
. La saluto e aspetto una sua risposta.
Penso che debba fare la terapia per il reflusso acido esofageo, come da allegato.
Malattia_da_reflusso_gastro-esofageo.doc
Prof. Pier Roberto Dal Monte

vecchio contatto con virus B
23 Ott 08 - mooris, 50 anni (id: 86938)
  BUONGIORNO PROFESSORE, SONO MOLTO PREOCCUPATO PER LE MIE ANALISI, IN QUANTO HO SPESSO UN DOLORE SOTTO LE COSTOLE DI DESTRA, SONO ANDATO DA UN MEDICO DEL FEGATO E SONO EMERSI QUESTI VALORI , PREMETTO CHE ANNI FA HO AVUTO UNA SACCA DI SANGUE PERCHE’ HO AVUTO UN GRAVE INCIDENTE, E NON HO MAI AVUTO RAPPORTI SESSUALI CON PROSTITUTE NE CON PERSONE CHE NON CONOSCEVO, SONO SPOSATO DA 20 ANNI , E ANNI CHE FURONO MI PIACEVA BERE. ORA NON PIU DA QUALCHE ANNO, ORA LE ALLEGO GLI ESAMI CHE HO FATTO immunologici immunoenzimatici virus epatite b(hbv)antigene HBsAG NEGATIVO HBeAG NEGATIVO ant HB... continua >>
cAG POSITIVO ant HBeAG POSITIVO ANTICORPI HBsAG U.L./I 175,2 10 CONC.NON PROTETTIVA 10 CON PROTETTIVA V EPATITE C (HCV) AB (M.ELISA) NEGATIVO COSA MI CONSIGLIA?GENTILISSIMO E ATTENDO CON MOLTA ANSIA
E’ possibile che a seguito dell’incidente e correlato ricovero o in altra occasione abbia avuto un contatto con il virus B il quale è immunizzato.
Prof. Pier Roberto Dal Monte

Sospetta fibrosi epatica
23 Ott 08 - emilio, 78 anni (id: 86936)
  salve dottore, degli accertamenti che ho eseguito hanno denotato carenza di piastrine.dato che soffro ormai da anni di epatite c e ho dovuto effettuare degli interventi al fegato vorrei sapere si tratta di un calo normale, e altrimenti cosa posso fare
Lei probabilmente ha una fibrosi epatica se non una cirrosi da virus epatite C. Le piastrine sono captate dalla milza che si è ingrandita: si chiama in termini tecnici ipersplenismo da ipertensione portale con piastrinopenia. Si cura curando l’epatite.
Prof. Pier Roberto Dal Monte

Puntini neri fecali
23 Ott 08 - milena, 22 anni (id: 86931)
  Gent.mo dottore, vorrei farle una domanda circa una questione che mi affligge. Spesso nelle feci (o meglio sulla carta igienica) noto dei puntini neri; cosa potrebbero essere?oggi ho notato anche una strisciolina sottile larga circa 1.5mm e lunga circa 5mm che toccandola e strofinando si è disgregata in questi puntini. La prego mi risponda. Grazie
Gentile Sig.na Milena, le faccia vedere al medico o faccia un esame delle feci. Senza vederle è impossibile fare una diagnosi. Distinti saluti, Prof. Mauro Bortolotti.
Prof. Mauro Bortolotti

Singulto
23 Ott 08 - Francesco, 20 anni (id: 86929)
  Buongiorno, sono un ragazzo di 20anni, non so se questa è la sezione giusta..le volevo chiedere se è normale che un singhiozzo duri 3 giorni di fila e mi arriva con frequenza periodica molto vicina. e se è dovuto allo stomaco, visto che mi sembra anche che si sia gonfiato. premetto che sono andato dal mio medico di famiglia ma mi ha dato solo delle pillole, il peridon per essere precisi. dovrei farmi scrivere degli esami specifici? grazie per lattenzione cordiali saluti
Le cause più comuni del singulto, che è una irritazione dei nervi diaframmatici,sono appunto ogni causa che irrita questi nervi e quindi potrebbe essere anche un’ernia,oppure un problema polmonare, nervoso, ingerire cibi troppo in fretta e caldi, respirare fumi nocivi ed infine non sempre vi è una causa ovvia. Provi a fare le seguenti gesti:trattenga fin che può il respiro, respiri ripetuamente in un sacchetto di plastica,beva un bicchiere di acqua fredda, inghiotta un cucchiaio di zucchero e naturalmente cerchi qualcosa che lo distragga. Se non migliora può usare un farmaco tipo la metoclopramide ed infine faccia qualche esame compresa l’esofagoscopia se necessario. Con saluti
Prof. Pier Roberto Dal Monte

MALTOMA
23 Ott 08 - ida, 68 anni (id: 86927)
  Buongiorno Dottori, scrivo da parte di mia madre ( i paremtri inseriti nella mail sono suoi ) e Vi chiedevo gentilmente se potreste dirmi quali sono gli elementi/batteri etc che possono scatenare un maltoma allo stomaco. A mia madre ne e’ stato riscontarto uno ancora in fase 0, e semestralmente le viene fatta una ecogastrocscopia, prelievo osseo e tac. Se dovesse progredire quali sono le possibili soluzioni meno invasive ? Grazie fin da ora per il Vostro supporto. Buonagiornata
Il maltoma può essere provocato dall’Helicobacter pilori come vedrà dall’allegato, come essere di origine neoplastica dei linfociti (linfoma gastrico). Dipende dal riscontro degli esami che ha fatto o sta facendo, anche per ciò che riguarda la terapia che talvolta comporta anche la gastrectomia totale.
Infezione_da_Helicobacter_Pilori_(3).doc
Prof. Pier Roberto Dal Monte

Contagio?
23 Ott 08 - Leonardo, 35 anni (id: 86924)
  Buongiorno dottore. Sono un ragazzo di 35 anni. Ho letto di lei e mi sono permesso di chiederle un parere. Spero di non essere troppo invadente e mi vergogno di quanto sto per dirle. Qualche settimana fa ad una festa ho frequentato una ragazza mai vista prima. In seguito ad alcuni giochi erotici (senza alcuna penetrazione) ho raggiunto l’eiaculazione addosso a lei. A distanza di qualche secondo questa ragazza è stata con altre persone. C’è il rischio che a contatto col mio sperma, qualcun altro possa contrarre una malattia? Nonostante sia sicuro di essere sano, mi sento comunque un po’ preoccupato. La ringrazio infinitamente per una sua eventuale risposta in merito. Saluti - Leonardo
Egr. Sig. Leonardo, è una evenienza molto rara. Solo se lei è infetto e vi è un contatto con mucose sessuali o con ferite. Distinti saluti, Prof. Mauro Bortolotti.
Prof. Mauro Bortolotti

Ca gastrico
22 Ott 08 - LEONARDO, 74 anni (id: 86917)
  BUONGIORNO, HO EFFETTUATO UN A GASTROSCOPIA IL 17/10 PER DOLORI LIEVI ALLO STOMACO DI TANTO IN TANTO E QESTO E’ STATO IL RISULTATO:"STOMACO CON PROCESSO ULCERO VEGETO INFILTRANTE SUL CORPO." MI HANNO DETTO CHE E’ UN TUMORE, SONO MOLTO SPAVENTATO. MI SA DIRE QUALCOSA DI PIù. SIGNIFICA VERMANTE CHE E’ UN TUMORE COME MI E’ STATO DETTO? GRAZIE MILLE ATTENDO CON ANSIA LA SUA RISP
Egregio Signore, purtroppo vuol dire che deve essere operato di gastrectomia od asportazione di gran parte dello stomaco se non tutto con la neoplasia gastrica.
Prof. Pier Roberto Dal Monte


Da 9574 a 9589 di 28187