Sei in: Medico on-line > Gastroenterologia

Aderiamo allo standard HONcode per l'affidabilità dell'informazione medica Aderiamo allo standard HONcode per l'affidabilità dell'informazione medica.
Verifica qui.


Gastroenterologia
Referenti
  • Prof. Pier Roberto Dal Monte

  • Già Direttore Dipartimento medico-chirurgico delle Malattie dell’apparato digerente. Ospedale Bellaria-Maggiore. Bologna.

  • Prof. Mauro Bortolotti

  • Professore a Contratto della Specializzazione in Medicina Interna
    Facoltà di Medicina e Chirurgia dell’Università di Bologna
    Policlinico S. Orsola


ultimo aggiornamento 27/11/2014
 
Aree tematiche


Nella compilazione della tua domanda ti chiediamo gentilmente di attenerti il più possibile alle aree tematiche qui sopra riportate
ultimo aggiornamento 26/01/2007
Invia la tua domanda

Domande / Risposte
Dolore epigastrico
16 Feb 09 - Francesco, 22 anni (id: 91606)
  Salve dottore.Premetto di non esser certo sulla correttezza della sezione.Da qualche mese ho un inedito e particolarissimo problema.Solo stasera tuttavia comincio ad avvertirlo con una seria preoccupazione essendomi ripresentato più fastidioso e doloroso che in precedenza. In pratica dopo cena comincio ad avvertire dei dolori che partono dallo stomaco e sembrano giungermi sino alla sommità della gola.La sensazione è quella di una bolla che mi preme allaltezza dello sterno e della bassa gola , anche contemporaneamente. Il tutto mi provoca anche una certa nausea ( anche se non autentica) e una sensazione come quella che si prova nel momento che precede un rutto , tantè che listinto del mio c... continua >>
orpo per smorzare questo dolore è quello di titar furoi laria con quel gesto.In effetti durante leruttazione mi sembra di sentire qualche movimento insolito ( forse semplicemente per intensità o relegato alla suggestione) ma i dolori rimangono dallo stomaco (sotto lo sterno) alla gola sino alle mandibole!! Ormai è un fenomeno molto frequente ed anche di lunga durata nel momento che mi prende. E veramente strano e non saprei spiegarlo meglio.
Egr. Sig. Francesaco, lei probabilmente ha una malattia da reflusso g.e. che va prima diagnosticata e poi curata adeguatamente (vedi area tematica relativa per maggiori informazioni). Distinti saluti, Prof. Mauro Bortolotti.
Prof. Mauro Bortolotti


Dolori addominali
16 Feb 09 - antonio, 42 anni (id: 91602)
  gentile professore mi chiamo antonio ed ho 42 anni.ho problemi gastrointestinali da piu di 15 anni quando con la prima gastroscopia mi hanno riscontrato una esofagite da reflussso una ernia iatale ed una gastrite, in piu la presenza dellhelicobacter che ho eradcato solo al 3° tentativo. ad oggi ho eseguito 7 gastro dove lernia eancora presente,la gastrite è cronica ed il reflusso persiste.non ho mai smesso di usare gli inibitori di pompa (antra-peptazol-lucern),ma il mio problema principale consiste da una 15na di gg.in un dolore costante e leggero a tutto laddome e non riesco migliorare il mio stato di salute in nessun modo. non so piu cosa fare e questa situazione mi sta distruggendo anche... continua >>
psicoogicamente tanto da non riuscire ad essere presente a casa con mia moglie ed i miei figli.prego aiutatemi. grazie
E’ possibile che abbia un dismicrobismo secondario all’uso di antiacidi potenti come vedrà di seguito>>>>Antiacidi ed antibiotici connessi a diarrea da Clostridium difficile e ad altri disturbi addominali per dismicrobismo intestinale Gli inibitori della pompa protonica (IPP) soprattutto ma meno gli agonisti dei recettori H2, come la ranitidina, sono associati ad un aumento del rischio di infezione da germi introdotti con i cibi o di crescita abnorme dei normali germi intestinali, particolarmente seria è però l’infezione da Clostridium difficile (C.D.). Recenti studi suggeriscono infatti un aumento dell’incidenza e della gravità della infezione intestinali poichè l’acidità gastrica, avendo un effetto antibatterico, costituisce uno dei principali meccanismi di difesa contro i germi patogeni normalmente ingeriti: la perdita della normale acidità dello stomaco è stata associata quindi alla colonizzazone o a contaminazione batterica del tratto gastrointestinale superiore che è generalmente sterile. Lo stesso si può avere con l’uso di antibiotici e cortisonici. La crescita abnorme di germi (detto anche colonizzazione batterica e/o dismicrobismo) ed in particolare del C.D.(che si rileva con il dosaggio dellla tossina botulinica nelle feci) sono caratterizzati da meteorismo, dolori addominali e spesso da irregolarità dell’alvo e talvolta da diarrea: naturalmente bisogna sospendere la terapia che si sta facendo. Il clostridium si elimina con la vancomicina od il metronidazolo.
Prof. Pier Roberto Dal Monte

Gastroenterite acuta da rotavirus
16 Feb 09 - max, 40 anni (id: 91600)
  Cinque giorni fa sono tornato a casa con febbre alta e nausea. Ho vomitato parecchie volte con un senso di svenimento ogni volta e ho avuto numerosi episodi di diarrea.Mi è stato detto che era influenza, nostante avessi fatto il vaccino. Ho laddome dolente, a destra. Mi hanno chiesto di fare unecografia alla colecisti. Il dolore cè ancora: possibile che una colica biliare duri tanto. Posso prendere qualcosa per calmare il dolore?
Si è presa un’infezione ma non da virus influenzale ma di un’altra specie chiamato rotavirus (di cui esiste effettivamente un vaccino ma non è antinfluenzali) la più frequente o altra simile.
Prof. Pier Roberto Dal Monte

Sospette emorroidi
16 Feb 09 - arturofranco, 40 anni (id: 91598)
  Salve, la mia domanda è questa : Sono circa 2 anni che soffro di emorroidi, alternando periodi di dolore ad altri di non dolore ma ad ogni evacuazione quasi sempre mi esce sangue. Circa 6 mesi fa ho fatto anche una visita dal chirurgo dove a seguito di una cura di circa 2 mesi ho risolto in parte il problema. Lui era del parere di intervenire chiururgicamente ma a seguito della cura risolsi come detto il problema e quindi non ho più fatto nulla.Ora sono preoccupato perchè è un periodo che nonostante non ho dolore mi esce sangue. Grazie
Potrebbero essere effettivamente emorroidi che sanguinano anche senza dolore, come anche una ragade che in genere però da dolore. Forse è bene seguire il consiglio del chirurgo contattato.
Prof. Pier Roberto Dal Monte

Meteorismo
16 Feb 09 - Giulio, 36 anni (id: 91575)
  Da un paio di anni ormai soffro di alcuni problemi. Quando mangio mi si gonfia la pancia moltissimo ed inoltre sento un dolore nella parte destra delladdome superiore anche quando non mangio. Ho fatto gli esami del sangue e mi hanno trovato il valore IgG antigliadina alto (56), mentre il valore di Iga antigliadina era bassa a 13, inoltre il valore dellUREA era un po alto (54), tutto il resto nella norma. Da una ecografia alladdome superiore mi hanno diagnosticato una steatosi epatica (fegato grasso). Cosa significano questi sintomi? Inoltre venerdì devo fare una gastroscopia, devo chiedere che controllino qualcosa in particolare? Grazie. Giulio.
Lei soffre di meteorismo che vuol dire aumento dei gas nei visceri intraddominali come nel piccolo ma soprattutto nel grande intestino o colon, il che dà la sensazione di tensione addominale, emissione di gas o flatulenze ma anche arresto delle stesse. Può dipendere da fattori digestivi(iperproduzione di gas) o anche da ostacolato passaggio dei componenti intestinali con difficoltà alla loro eliminazione. Nel 1° caso i gas sono in genere sviluppati dall’ effetto dei germi intestinali sugli alimenti non perfettamente digeriti (ad esempio nell’intolleranza al lattosio o al glutine)o da crescita dei germi stessi(dismicrobismo), nel 2°caso l’origine può essere funzionale/spastica per rallentato passaggio, come nella stitichezza in cui si accumulano feci e gas nell’intestino che vengono eliminati a fatica, oppure organica a seguito di un ostacolo al passaggio dei componenti intestinali per un restringimento interno al viscere le cui cause principali possono essere ad esempio un polipo/tumore od un fenomeno aderenziale che restringe il lume intestinale dall’esterno.Essendo un sintomo che che può eliminarsi con banali provedimenti(ad esempio combattendo la stipsi o mangiando meno lattiocini o verdure) ma anche pesistere in maniera continuativa più o meno dolorosa, quando persiste deve essere approfondito con test specifici o con indagini radiologiche ed endoscopiche.Per la steatosi segua i consigli allegati. Poichè è sovrapeso IMc=27
La_steatosi_e_dislipemia_(2).doc
Prof. Pier Roberto Dal Monte

Gastrite da HP
15 Feb 09 - Concetta, 42 anni (id: 91566)
  Ho fatto una gastroscopia con diagnosi di gastrite eritematosa h.p. positiva.. Mi può spiegare cosè esattamente e come si può curare?
Gentile Sig.ra Concetta, lei ha una gastrite causata da Helicobacter pylori che va curata con opportuna terapia che le può prescrivere il suo medico curante.. Distinti saluti, Prof. Mauro Bortolotti.
Prof. Mauro Bortolotti

Aumento volume addominale
15 Feb 09 - alice, 42 anni (id: 91553)
  ogni giorno che passa mi rendo conto che il mio addome e stomaco omentano di volune, e o molti dolori in basso a lato destro e anche dolori epigastrico nausia e anche molta sechezza. Bocca e gola o paura di farmi vedere vorei un suo consiglio mi scusi per il mio italiano ma sono straniera. DISTINTI SALUTI
Potrebbe essere solo accumulo di aria detto meteoriosmo come qualcosa di più importante come vede di seguito:IL meterorismo, che vuol dire aumento dei gas nei visceri intraddominali come nel piccolo ma soprattutto nel grande intestino o colon, dà la sensazione di tensione addominale, emissione di gas o flatulenze ma anche arresto delle stesse. Può dipendere da fattori digestivi(iperproduzione di gas) o anche da ostacolato passaggio dei componenti intestinali con difficoltà alla loro eliminazione. Nel 1° caso i gas sono in genere sviluppati dall’ effetto dei germi intestinali sugli alimenti non perfettamente digeriti (ad esempio nell’intolleranza al lattosio o al glutine)o da crescita dei germi stessi(dismicrobismo), nel 2°caso l’origine può essere funzionale/spastica per rallentato passaggio, come nella stitichezza in cui si accumulano feci e gas nell’intestino che vengono eliminati a fatica, oppure organica a seguito di un ostacolo al passaggio dei componenti intestinali per un restringimento interno al viscere le cui cause principali possono essere ad esempio un polipo/tumore od un fenomeno aderenziale che restringe il lume intestinale dall’esterno.Essendo un sintomo che che può eliminarsi con banali provedimenti(ad esempio combattendo la stipsi) ma anche pesistere in maniera continuativa più o meno dolorosa, quando persiste deve essere approfondito con test specifici o con indagini come l’ecografia o altre radiologiche ed endoscopiche.
Prof. Pier Roberto Dal Monte

Terapia MRGE
14 Feb 09 - salvatore, 38 anni (id: 91548)
  egregio prof.vorrei sapere se si puo’ intervenire chirurgicamente,mi hanno diagnosticato esofagite di classe b sec.los angeles + mi hanno detto che c’e’ la valvola esofago che non chiude bene,ernia iatale da scivolamento. spero che lei potrebbe dare una risposta al mio problema. distinti saluti
Egr. Sig. Salvatore, non esiste un intervento che ripristini la funzione normale del cardias, ma solo plastiche antireflusso che restringono il passaggio cardiale per impedire il reflusso. Purtroppo non sempre funzionano, specialmente se non sono eseguite in un centro specializzato, non hanno una durata molto lunga (solo alcuni anni) e comportano vari effetti collaterali, come la difficoltà alla deglutizione in un terzo dei casi, l’aerogastria bloccata, la difficoltà a eruttare e vomitare, ecc., per cui vanno eseguite solo se la terapia medica con IPP a dosi adeguate non funziona. Distinti saluti, Prof. Mauro Bortolotti.
Prof. Mauro Bortolotti

M di Crohn
14 Feb 09 - Francesco, 23 anni (id: 91547)
  Ho il morbo di Crohn da quasi 7 anni, lho scoperto durante un intervento per lesportazione dellappendice. Tre anni fa sono stato nuovemente operato e mi è stato asportato 27 cm di intestino tenue e la parte dellintestino attorno alla valvola ileo-ciecale. Ora dopo 3 anni dallintervento, dove non ho avuto alcun problema, devo farmi una colonoscopia di controllo. Avevo chiesto al professore che mi segue se potevo fare quella con la capsula con la videocamera, ma lui mi ha detto che è più efficace quella generica con il sondino. Mi ha anche detto che quella con la capsula può essere anche rischiosa in alcuni casi. Mi interessava sapere se ci sono realmente questi rischi, e in caso quali sono? E... continua >>
è più efficace quella con il sondino?
Il controllo dell’anastomosi nel m di Crohn si fa con la colonscopia, la videocapsula non serve. Va bene per eventuali diagnosi incerte di malattie al piccolo intestino
Prof. Pier Roberto Dal Monte

Cirrosi epatica con ipertensione portale
14 Feb 09 - carmine, 36 anni (id: 91546)
  2 nni fà a causa di emottisi mi hanno diagnosticato un epatopatia cronica ed anemia nutrizionale a markes neg.Da quel momento ho abolito totalmente alcol,fritture,acque gassate.Sono stato bene fino a novembre,quando ho avuto una melena dovuta ad una gastroduodenite erosiva e presenza di varici esofagee di 2grado.Att.non ho(epatite,ascite,edemi)terapia farmacologica o chirurgica da fare.Att.assumo:konakion 1compressa al giorno,inderal 1compressa al giorno 40mg,lucen 1 compressa al giorno 40mg.Grazie per la cortese attenzione.distinti saluti.
Lei ha una cirrosi epatica di verosimile natura alcolica (così almeno mi sembra), va bene l’antiacido e le altre terapie prescritte, ma veda di non bere e di tenersi a contatto con un centro epatologico.
Il_fegato_e_le_sue_malattie.DOC
Prof. Pier Roberto Dal Monte

Colangite
14 Feb 09 - alex, 34 anni (id: 91542)
  Gentile professore,in base all’id 91319,il mio medico sostiene che non ho alcuna colangite,come dimostrato dalla colangio rmn, e che il mio problema dipende dalla sabbia biliare. La colangio l’ho fatta il 6 febbraio,ma gia da una ventina di giorni assumevo 1200 mg di deursil ho fatto le analisi e ’’magicamente’’ le transaminasi sono,got 21,gpt 29,gamma gt 123,nonostante però sia ancora pieno di sabbia biliare. che vuol dire?? ASMA invece sempre positivo 1/160,o con la cura o senza,o con transaminasi alterate,o nei range come ora.GRAZIE
Forse non è una colangite sclerosante, come le ho già risposto, ma una colangite certo: forse secondaria ai calcoli.
Prof. Pier Roberto Dal Monte

Colon irritabile con stipsi
14 Feb 09 - Paolo, 32 anni (id: 91538)
  Buonasera Dottore, con una colonscopia eseguita a fine 2006, causa dolori addominali e sangue occulto, mi è stata diagnosticata una colite cronica aspecifica. Da allora le mie condizioni sono nettamente migliorate; premetto che in tutto questo arco di tempo non ho mai preso farmaci e mai seguito diete. Gli episodi di diarrea sono saltuari (1/2 episodi di un giorno durante i cambi di stagione) ma, ultimamente soffro di stitichezza. Si può ancora parlare di colite cronica aspecifica o di un banale colon irritabile? Seconda domanda: lunica restrizione che ho attuato è stata quella di eliminare gli alcolici ma, 2 volte alla settimana mi concedo una birretta a stomaco pieno: può causare prob... continua >>
lemi questo? La ringrazio, Cordiali saluti Paolo
Mi sembra un colon irritabile con stitichezza che ha fatto seguito a verosimile enterocolite batterica. Veda di seguire i consigli che le allego.
Colon_irritabile_(4).doc
La stitichezza.DOC
Prof. Pier Roberto Dal Monte

Dolore toracico
14 Feb 09 - emanuele.........................................................................., 30 anni (id: 91524)
  salve ho letto il suo argomento sul reflusso esofageo e io ho praticamente tutti quei disturbi ora le spiego e da maggio 2008 mentre ero in macchina ho sentito un forte dolore al petto e nello stesso tempo al braccio e alla spalla sinistra e subito di seguito una crisi di panico pensando fosse un infarto forti giramenti di testa ecc... da maggio fino ad oggi soffro ancora di questi dolori e ogni volta che mi fa male lo stomaco mi fa male la spalla io sento dolori forti allo stomaco e a destra sotto le costole sento come tirare e come se avessi un bozzo allinterno e cmq sempre mal di gola bruciori al petto ecc.... ho fatto una risonanza alla spalla ed era infiammata ho fatto della tecar e dol... continua >>
ori alla spalla si sono calmati ma il dolore all altezza del trapezio e sempre forte e coincide sempre con il mal di stomaco anche i terapisti mi hanno consigliato di controllare lo stomaco le premetto che appena nato soffrivo di reflusso praticamente avevo la valvolina al contrario questo mi ha detto mia madre in questo periodo non ho ancora fatto una visita allo stomaco perche per due volte al p.s mi hanno detto che era la cervicale e crisi di panico praticamente in tutto questo tempo al massimo 3 o 4 giorni sono stato senza dolori. la ringrazio anticipatamente per il tempo dedicatomi e la saluto
Egr. Sig. Emanuele, in assenza di una causa cardiaca documentata (fare visita cardiologica) il dolore toracico è spesso conseguenza di una malattia da reflusso anche senza i sintomi tipici del reflusso (bruciori epigastrici, rigurgiti acidi, ecc). In tali casi la diagnosi si fa con la pH-metria esofagea di 24 ore che riesce a vedere se in corrispondenza della crisi dolorosa vi è un episodio di reflusso g.e. In caso positivo va fatta la terapia e la dieta adeguate. Distinti saluti, Prof. Mauro Bortolotti.
Prof. Mauro Bortolotti

Gastrite erosiva
13 Feb 09 - antonio, 54 anni (id: 91512)
  Gentile dottore, ho 54 anni e, a causa di dolori allo stomaco, dopo un mese di cura con Esopral 20 mg ho effettuato una gastroscopia con responso:stomaco con marezzatura mucosa e rare erosioni in sede antrale pilorica.Gastropatia antrale con note erosive.Il responso della biopsia:fibrosi del corion e iperplasia foveolare.Gastrite cronica lieve erosiva.In quella seduta lo specialista mi ha rassicurato che non vi è nulla di grave e mi ha detto di assumere Antra 20 mg da assumere per un mese e mezzo ma il mio medico mi ha prescritto Esopral 20 per almeno altri 6 mesi. Lei cosa consiglia. Grazie.
Egr. Sig. Antonio, è stato trovato l’HP? Se si, va eradicato. Altrimenti vanno cercate altre cause. Distinti saluti, Prof. Mauro Bortolotti.
Prof. Mauro Bortolotti

Probabile gastroenterite subacuta
13 Feb 09 - ROSSANA, 23 anni (id: 91507)
  Salve chiedevo un consiglio a voi da circa un mese soffo di dolori allo stomaco con alternarsi al bruciore,fortissima nausea e dissenteria di colore giallo....cosa può essere?potete aiutarmi?
E’ possibile che abbia preso un’infezione virale o batterica. gastrointestinale provi a prendere un antibatterico tipo il bimixin 2 cp die o la ciprofloxacina 500mg.
Prof. Pier Roberto Dal Monte


Da 9053 a 9068 di 28719