Sei in: Medico on-line > Gastroenterologia

Aderiamo allo standard HONcode per l'affidabilità dell'informazione medica Aderiamo allo standard HONcode per l'affidabilità dell'informazione medica.
Verifica qui.


Gastroenterologia
Referenti
  • Prof. Pier Roberto Dal Monte

  • Già Direttore Dipartimento medico-chirurgico delle Malattie dell’apparato digerente. Ospedale Bellaria-Maggiore. Bologna.

  • Prof. Mauro Bortolotti

  • Professore a Contratto della Specializzazione in Medicina Interna
    Facoltà di Medicina e Chirurgia dell’Università di Bologna
    Policlinico S. Orsola


ultimo aggiornamento 22/02/2013
 
Aree tematiche


Nella compilazione della tua domanda ti chiediamo gentilmente di attenerti il più possibile alle aree tematiche qui sopra riportate
ultimo aggiornamento 26/01/2007
Invia la tua domanda

Domande / Risposte
Dispepsia con nausea
24 Dic 08 - erika, 24 anni (id: 89374)
  Salve,vorrei chiederle il perchè soffro spesso di nausea?Le premetto che sono andata gia da un gastroenterologo per problemi di colite e mi ha prescritto di far l esame per l’intolleranza al lattosio visto che quello per la celiachia,la tiroide e il mal assorbimento delle sostanze li avevo gia fatti. Faccio la maestra e da quando ho iniziato a lavorare non nascondo il fatto che ansia e stress sono aumentati. Soffro a giorni alterni di nausea soprattutto notturna. Una mia amica mi fa che puo essere reflusso anche se io non penso,non ho ne dolori ne bruciori di stomaco e non sono incinta. Per la nausea prendo il domperidone perchè me lo ha detto il mio medico. Lei saprebbe dirmi qualcosa ... continua >>
per questa nausea? Grazie mille
E’ possibile che con la nuova attività abbia cambiato dieta o modalità di mangiare: provi a seguire i consigli che le allego.
Trattamento_della_dispepsia_(3)_.doc
Prof. Pier Roberto Dal Monte


Colon irritabile e prostatite
24 Dic 08 - michele, 49 anni (id: 89373)
  vorrei sapere se un colon irritabile e con colite può essere causa di prostatite acuta e se mangiare lo yogurt può fare bene al colon in questa circostanza per evitare queste ricadute di prostatite acuta
Il colon irritabile non è causa di prostatite a meno che non vi sia un dismicrobismo intestinale come vede sotto:Dismicrobismo o disbiosi iintestinale , detto anche colon irritabile postinfettivo E’ un’ irritabilità della mucosa del colon a causa di dismicrobismo o disbiosi intestinale, che si crea a seguito del cambiamento parziale della normale flora intestinale con sopravento o prevalenza di flora patogena che da un’infezione gastrointestinale. Infezione che si può sviluppare in maniera acuta o non immediatamente apparente a seguito generalmente di ingestione di cibi guasti o scarsa igiene, uso di potenti antiacidi o anche di alcuni antibiotici, con irritabilità che, permanendo i germi che l’hanno creata, poi si mantiene producendo i suoi effetti continuativamente o ciclicamente. Nell’intestino soprattutto nel colon o intestino crasso si produce gas ed anche muco con meteorismo e flatulenza, dolore addominale e diarrea liberatoria o alternanza di stipsi e diarrea. E’ opportuno in questi casi sospendere i latticini, prendendo dei probiotici (ex fermenti lattici ed Yougurt) od uno yogurt ricco di probiotici, ma se non migliora è utile aggiungere un disinfettante/antibiotico per qualche giorno tipo la neomicina/bacitracina o la ciprofloxacina 500 mg 1 cp x 5-6 gg.,etc. SE i disturbi sono molto accentuati sarebbe bene far precedere la terapia da una coprocoltura, ma rararamente si riesce ad identificare il germe che ha creato il problema.
Prof. Pier Roberto Dal Monte

dispepsia
24 Dic 08 - Stefano, 34 anni (id: 89369)
  gentile dottore. la ringrazio per la sua cortese risposta ( id 89080). Vorrei disturbarla nuovamente per chiederle delle maggiori informazioni sulla cura che sto attualmente seguendo. dopo il panteca 40 al mattino e gavison bustine dopo i pasti , il mio medico curante mi ha dato anche motilium da prendere 20 m.prima dei pasti. questa è la cura adatta al mio disturbo?? le ricordo che soffro di continue eruttazzioni, e gonfiore addominale, ecc.. seguo questa terapia già da 15 gg e non ho grossi risultati purtoppo, è solo scomparso a giorni alterni il nodo alla gola. devo continuare ancora e con questa cura ?? devo continuare a prendere tutte queste medicine?? oppure devo sospendere o cambiare... continua >>
medicine??? grazie per la cortese risposta auguri di buon natale
Pennso di avarle inviato i consigli che sono adatti al suo caso, segua quindi quei consigli allegati, completamente per cio’ che riguarda sopratutto le modalita’ dietetiche a cui puo’aggiungere del domperidone. L’antiacido va bene.
Prof. Pier Roberto Dal Monte

Dispepsia
23 Dic 08 - Alessandro, 23 anni (id: 89358)
  buonasera, sono circa 2 mesi che soffro con lo stomaco, ho appena fatto una cura di 3 settimane con "lenzoprazolo doc 30mg" credo si chiami cosi, xò ancora niente! sento sempre un fastidio, come dolore allaltezza della bocca dello stomaco/sterno se premo con le mani, ed ora è qualche giorno che ho poca fame, ho piccolissimi giramenti di testa improvvisi e sto notando anche le urine scure in questi ultimi giorni, considerando che io bevo solo acqua! cioè non so più che pensare e comincio a preoccuparmi, 2 mesi fa ho fatto le analisi e non ho nulla fuori posto...
Veda di fare una dieta più rigorosa seguendo i consigli che le invio,prendendo prima dei pasti una compressa di domperidone soltanto.
Trattamento_della_dispepsia_(3)_.doc
Prof. Pier Roberto Dal Monte

Domanda incompleta
23 Dic 08 - Alessandro, 23 anni (id: 89357)
  scusi dottore non sono molto pratico, ma un po preoccupato!!!! potrei farle una domanda???
Quale?
Prof. Pier Roberto Dal Monte

Sospetta sindrome postcolecistectomia
23 Dic 08 - Pinuccio, 40 anni (id: 89346)
  Salve dottore ho spesso la diarrea con conseguente infiammazione della prostata,infatti inizio ad urinare subito dopo e ad avere dolori fastidi all’apparato genitale spece in inverno.Mi hanno riscontrato un’intolleranza alimentare e in più sono stato 6 anni fa operato di colecisti.Tra una cosa e l’altra non posso mangiare niente.Come posso risolvere il problema?La ringrazio anticipatamente della sua risposta ed auguri di buone feste.
Potrebbe trattarsi di una sindrome postcolecistectomia o da malassorbimento di bile, si verifica dopo l’intervento di colecistectomia(o asportazione della cistifellea generalmente per calcolosi biliare) per alterato riassorbimento intestinale della bile stessa. Si caratterizza con dolore addominale a cui succede spesso diarrea con feci giallastre o verdastro-scuro. La bile infatti essendo costituita anche da sali biliari ha effetto irritante e lassativo, se non assorbita normalmente dall’intestino, specie dopo introduzione dei cibi: questi, specie ai pasti principali, stimolando la peristalsi stimolano anche il passaggio della bile stessa non bene mescolata ai cibi nell’intestino con l’effetto sopradescritto e preceduto da dolori e borborigmi (movimenti intestinali accentuati e rumorosi). Come terapia si consiglia di prendere un farmaco che adsorbe i sali biliari rendendoli meno attivi, la Colestiramina: una bustina prima dei pasti principali. E’ bene far precedere la stessa terapia da un disinfettante anche a livello intestinale come tipo ciprofloxacina cp da 500 mg per 4-5 giorni. P.R.Dal Monte.
Prof. Pier Roberto Dal Monte

Dolori epigastrici
23 Dic 08 - Filippo, 42 anni (id: 89345)
  Egr. Prof. Ho subito Colecistectomia due anni fa. Durante i controlli pre-operatori si era rilevata, attraverso esame delle feci la presenza lieve di Helicobacter Pylori, in accordo con il medico si era deciso di intervenire con cura antibiotica più avanti, visto che ne avevo terminata una un anno prima. Un mese fa ho iniziato a soffrire di brucciori e un fastidio sotto la punta dello sterno, con un pò di dieta e Malox, il tutto è sparito. Fino a ricomparire con dolori alla Punta dello sterno, poco sotto e qualche fastidio alla schiena,infatti premendo la punta dello sterno sento male, subito dopo inizio ad eruttare. Ho effettuato due visite dal medico,temendo per fegato e pancreas, il medic... continua >>
o ha escluso fegato, al tatto non duole, ha escluso pancreas, non presento colorito giallo, propende per un ulcera da stress. Ora aspetto esito degli esami, e assumo due pastiglie di Lasox, e gaviscon. I dolori si sono leggermente attenuati e un fastidio è nato sotto la punta delle prime costole a destra, quando mi piego. La mia preoccupazione nasce dalla lentezza con cui questi dolori tendono a diminuire dopolassunzione per 10gg delle pastiglie di Lasox Cordiali Saluti
potrebbero dipendere da gastrite con reflusso biliare, frequente negli operati di colecistectomia. Forse è bene fare una gastroscopia e mangiare un pò meno.
Prof. Pier Roberto Dal Monte

Dispepsia
23 Dic 08 - daniela, 22 anni (id: 89344)
  Salve mi chiamo daniela ho 22 anni e ho problemi gastroenterologici da quando sono piccola e nessuno trova la soluzione ho difficoltà a digerire o meglio ho la digestione lentissima dopo che mangio non posso stare senza fare niente o dormire perchè peggioro , spesso ho avuto reflusso gastroesofageo,ho lintestino irregolare sono tendenzialmente stitica ho spesso nausea e dolori al colon mangio tanto e perdo peso e ho un indigestione almeno una volta alla settimana sento che ho tutto il sistema in stallo non riesco a spiegare bene.Non ho lhelicobacter,sono intollerante al lattosio,sono negativa agli esami del sangue per la celiachia,ultimamente pensano che abbia il morbo di crohn o lintestino ... continua >>
irritabile non riesco a fare esami invasivi come gastro o colonscopia da sveglia.Studio a roma ho fatto una visita al san carlo e una al gemelli ma mi hanno dato cure inutili i primi una dieta per il lattosio e continuavo a stare male ed ero morta di fame perchè potevo mangiare pochissimo al gemelli mi hanno detto che anche se nellesame delle feci avevo tracce di sangue occulto avevo lintestino irritabile e mi hanno dato una cura di valpinax a mio avviso palliativa perchè dipendevo dal medicinale. Ho avuto la gastrite per quattro volte adesso è tutto localizzato più a livello intestinale quando peggioro a livello intestinale si ripercuote anche allo stomaco adesso da tre masi e passa o sempre dolori più o meno forti localizzati sempre nel colon e peso poco datemi un consiglio x favore
INtanto penso che siano disturbi funzionali visto che gli esami sono negativi e tra questi spero abbia fatto gli indici di flogosi anche per il Crohn>>>>>>Indici Infiammatori: Emogramma con piastrine -VES - TAS - Protidemia totale e protidogramma - Fibrinogeno - Alfa- 1- glicoproteina o Proteina C – ANCA + Sideremia-Ferritina e quindi penso che dovrebbe bastare anche l’esecuzione di una rgrafia tubo digerente con clisma del tenue.
Prof. Pier Roberto Dal Monte

Papilloma squamoso
23 Dic 08 - rossella, 60 anni (id: 89341)
  gentile professor Dal Monte, durante una gastroscopia per controllare il reflusso esofageo, mi hanno asportato un papilloma squamoso. Mi devo curare la gastrite ed esofagite erosiva da reflusso. Questo papilloma è stato analizzato ed è risultato di natura benigna. Ora il medico mi ha detto che fra 6 mesi devo rifare lesame gastroscopico perchè si potrebbe riformare il papilloma. E vero che può degenerare? Mi tranquillizzi, la prego. Grazie
Il P.S. è neoformazione benigna che di norma non degenera in maligna: comunque può fare l’esame endoscopico anche fra uno due anni.
Prof. Pier Roberto Dal Monte

Gastrite
22 Dic 08 - marco, 42 anni (id: 89330)
  per favore Dottore, all’inzio novembre ho fatto la gastro, ho gastrite cronica, inoltre esame istologico dice che non ce nessun segno di malignita. attualmente non ho nessun altro sintome, se no qualche fastidio leggero nello stomaco. ma mi chiedo, è possibile dopo questo periodo che uno si ammala di tumore (ansia e stress), dovrei rifare la gastro per escludere il tumore. grazie mille.
Non è possibile se la gastroscopia a novembre era negativa.
Prof. Pier Roberto Dal Monte

Dispepsia
22 Dic 08 - marco, 45 anni (id: 89319)
  ho vari dolori di stomaco cambiano continuamente,pesantezza,docca dello stomaco,dietro la schiena, dolori dopo defecato. Ho una gastrite cronica senza helicobater prendo lansox 15 sto male ciclicamente per 15gg. per favore qualche consiglio grazie
Veda di seguire anche i consigli dietetioci che le invio.
Trattamento_della_dispepsia_(3)_.doc
Prof. Pier Roberto Dal Monte

Diarrea ed antiacidi
22 Dic 08 - Anna, 38 anni (id: 89315)
  Gentile dottore,sono in cura da circa 5 anni con il lansoprazolo per reflusso gastroesofageo con assunzioni per circa 8-9 mesi l’anno.Circa 2 mesi fa sono iniziate delle dolorose diarree quotidiane con almeno 4 episodi nell’arco della giornata e della notte.Dopo un mese di dolori che non venivano calmati nemmeno dagli antispastici,ho interrotto per pura prova il farmaco e gli episodi sono scomparsi,ma dopo 2 settimane appena l’ho riassunto la situazione è tornata critica.Allora è stato provato il pariet ma purtroppo con analogo risultato.Il mio medico dice che devo sciegliere tra le coliche e il reflusso visto che non c’è soluzione.Ma io senza farmaco ho violenti dolori al petto,vomito e nau... continua >>
sea,per favore mi dica che c’è una soluzione possibile.Tra l’altro non capisco come questi farmaci mi facciano male solo ora dopo tanti anni senza effetti collaterali. Un grazie anticipato.
Antiacidi ed antibiotici connessi a diarrea da Clostridium difficile e ad altri disturbi addominali per dismicrobismo intestinale Gli inibitori della pompa protonica (IPP) e gli agonisti dei recettori H2, come la ranitidina, sono associati ad un aumento del rischio di infezione da germi introdotti con i cibi o di crescita abnorme dei normali germi intestinali, particolarmente seria è però l’infezione da Clostridium difficile (C.D.). Recenti studi suggeriscono infatti un aumento dell’incidenza e della gravità della infezione intestinali poichè l’acidità gastrica, avendo un effetto antibatterico, costituisce uno dei principali meccanismi di difesa contro i germi patogeni normalmente ingeriti: la perdita della normale acidità dello stomaco è stata associata quindi alla colonizzazone o a contaminazione batterica del tratto gastrointestinale superiore che è generalmente sterile. Lo stesso si può avere con l’uso di antibiotici e cortisonici. La crescita abnorme di germi (detto anche colonizzazione batterica e/o dismicrobismo) ed in particolare del C.D.(che si rileva con il dosaggio della tossina botulinica nelle feci) sono caratterizzati da meteorismo, dolori addominali e spesso da irregolarità dell’alvo e talvolta da diarrea.Naturalmente bisogna sospendere la terapia che si sta facendo. Il clostridium si elimina con la vancomicina od il metronidazolo.
Prof. Pier Roberto Dal Monte

Disfagia
22 Dic 08 - PAOLA, 25 anni (id: 89314)
  Buongiorno, nel mese di agosto ho avvertito come un blocco nella deglutizione per alcuni secondi, mi sono spaventata e sono andata dall’otorino il quale mi ha diagnosticato un possibile lievissimo reflusso e mi ha dato una dieta da seguire. Nei mesi seguenti ho iniziato ad avveretire bruciore di stomaco talvolta, e un costante dolore al petto ma più insistente nel lato sinistro subito sotto il seno, all’ascella sinistra, al braccio sinistro e dietro la schiena, in oltre avvertivo difficoltà nella digestione. Il mio medico mi ha dato di conseguenza mi ha prescritto pantroc 40 che non mi ha dato beneficio e mi ha provocato molta nausea. Ho eseguito rx torace con risultato tutto nella norma.... continua >>
La situazione attuale è che ho qualche volta un blocco per alcuni secondi nella deglutizione, un senso di nodo alla gola, sensazione di secchezza in gola alternata a grossi quantitativi di produzione di saliva, forte dolore al petto, sotto ascella, schiena e difficoltà ad utilizzare il braccio sinistro per il dolore. Sto prendendo Domeperidone per aiutare la digestione. Sono molto preoccupata. Grazie per un vostro consiglio.
Peovi a fare ua Rxgrafia esofago stomaco con valutazione del processo di deglutizione e transito esofageo.
Prof. Pier Roberto Dal Monte

Pericolo di Mallory-Weiss
22 Dic 08 - matteo, 23 anni (id: 89310)
  salve la mia domanda è se lo stomaco si puo rompere per vomito indotto o meno grazie la prego sono bulimico da 2 anni e non riesco a smettere
Lo stomaco no ma la giunzione esofago-gastrica o tra esofago e stomaco si può rompere con una emorragia profusa.Il che va sotto il nome di Sindrome di Mallory-Weiss.
Prof. Pier Roberto Dal Monte

Tumore neuroendocrino
21 Dic 08 - maria, 46 anni (id: 89303)
  integrazione a quanto risposto da lei il tumore neuroendocrino ben differenziato è certo ho revisionato vetrini aviano apppendice 105 tum infiltrnte mesenteriolo,e sierosa completa dal kit 64 indice <2 a proliferazione lenta e dovrebbe essere a basso indice malignità se giusto, è il 2 intervento fatto x protocollo con asportazione colon destro e 10 cm ileo che non vi era neoplasia , ma linfonodi reattivi, una tac preoperatoria diceva di diversi linfonodi 1 cm in sede ile colica dx e inguinale e interaorta cavale un octroscan dicembre o7 dopo 2 intervento dagosto 07 vede accumuli patologici data somatostatina fatta 15g poi confusione io sempre dolori a giugno08 un octroscan ricapta ma crom... continua >>
ogranina norma e dicono di tipo cotaminativo o infiammatorio, una tac ora vede ansa ileale sopra anastomosi ipervascolarizzata in fase arteriosa ,tratto colon adeso parete addominsle ,in sede intermedia lungo rami ileocolici di dx linfonodi 1cm ,utero aumentato volume, con lieve versamento dougls e zona periannessione dx annessi limiti dimensionnale superiore ,fibromama per ginecologo è attivazione malattia. ma è possibile che per rarità non han saputo leggere tac 2006 prima laparoscopia fatta senza idea per dolori , io ho letto che la piccola dimensione si richiede un o studio multidisciplinare ,potrebbbe essere un men , ma so che ho dolori da trascinarmi sono sempre più scadute le mie condizioni fisiche un medico gentile mi vuol ricoverare a s raffaele, lei sa indirizzarmi
Si può rivolgere alla Dottoressa Tomasetti del S. Orsola di Bologna vedi sito http://www.tumorineuroendocrini.org/index.php?pageId=DettaglioCurriculum&recId=1
Prof. Pier Roberto Dal Monte


Da 9053 a 9068 di 28271