Sei in: Medico on-line > Gastroenterologia

Aderiamo allo standard HONcode per l'affidabilità dell'informazione medica Aderiamo allo standard HONcode per l'affidabilità dell'informazione medica.
Verifica qui.


Gastroenterologia
Referenti
  • Prof. Pier Roberto Dal Monte

  • Già Direttore Dipartimento medico-chirurgico delle Malattie dell’apparato digerente. Ospedale Bellaria-Maggiore. Bologna.

  • Prof. Mauro Bortolotti

  • Professore a Contratto della Specializzazione in Medicina Interna
    Facoltà di Medicina e Chirurgia dell’Università di Bologna
    Policlinico S. Orsola


ultimo aggiornamento 22/02/2013
 
Aree tematiche


Nella compilazione della tua domanda ti chiediamo gentilmente di attenerti il più possibile alle aree tematiche qui sopra riportate
ultimo aggiornamento 26/01/2007
Invia la tua domanda

Domande / Risposte
IPP e gravidanza
13 Nov 08 - Alessia, 27 anni (id: 87832)
  Mi chiamo Alessia e, non sapendo di essere incinta, ho assunto Mepral 20 mg (omeprazolo) per circa un mese dalla data del concepimento per curare una gastrite. Nel foglio illustrativo c’è scritto Il rischio di effetti dannosi a carico del feto e/o del lattante a seguito di assunzione di omeprazolo non è escluso. Al momento sono alla 8 settimana e vorrei sapere quali sono le possibili conseguenze a carico del feto e se è possibile diagnosticarle già adesso. Cordiali saluti Alessia
Gentile Sig.ra Alessia, il rischio è minimo. Ne parli col suo ginecologo. Distinti saluti, Prof. Mauro Bortolotti.
Prof. Mauro Bortolotti


"Buco allo stomaco"
13 Nov 08 - Luisa, 21 anni (id: 87828)
  Gent. Prof. Bortolotti, non so se la mia è una patologia o meno, ma soprattutto non so se rientri tra le sue competenze. Ad ogni modo, il mio problema è che nel corso della giornata ho frequentemente il c.d."Buco allo Stomaco": alle 7.30, alle 11, alle 13(se non prima), alle 17, alle 19.30 e alle 21. Inoltre nonostante inizialmente abbia molta fame, dopo aver ingerito una piccola razione di cibo mi riprendo subito. Devo evidenziare una conseguenza di ciò:generalmente studio tutti i giorni dalla mattina fino alla sera e, nei momenti in cui mi vengono questi attacchi di fame, perdo la concentrazione e inevitabilmente non riesco ad assimilare ciò che leggo. Forse ciò è da imputare al fatto ... continua >>
che sia ansiosa? Oppure al fatto che abbia labitudine di utilizzare gomme da masticare? Ad ogni modo, nonostante conduca una vita abbastanza sedentaria e mangi spesso, nè ingrasso, nè dimagrisco. La ringrazio anticipatamente e le porgo i miei più cordiali saluti. Luisa
Gentile Sig.na Luisa, potrebbe avere una lieve crisi ipoglicemica. Distinti saluti, Prof. Mauro Bortolotti.
Prof. Mauro Bortolotti

HP ed extrasistoli
12 Nov 08 - mario, 30 anni (id: 87824)
  Carissimo Prof. Bortolotti la presenza di Helicobacter Pilori oltre a causare sintomi gastrici, può scatenare extrasistoli ventricolari? Ringrazio anticipatamente.
Egr. Sig. Mario, non direttamente, ma talora e raramente attraverso altre patologie esofago-gastriche. Distinti saluti, Prof. Mauro Bortolotti.
Prof. Mauro Bortolotti

Gastrite
12 Nov 08 - barbara, 35 anni (id: 87822)
  dal referto istopatologico mi risulta di avere un lembo di mucosa con lieve flogosi cronica inattiva aspecifica che cosa è grazie
Gentile Sig.ra Barbara, sitratta di lieve gastrite . Distinti saluti, Prof. Mauro Bortolotti.
Prof. Mauro Bortolotti

Colite aspecifica
12 Nov 08 - andrea, 21 anni (id: 87820)
  Salve Dottore le scrivo in relazione alla risposta n 87549 .Anzitutto grazie per il suo interessamento. Volevo aggiornarla sulla situazione. Lunedì sono stato all’ appuntamento dal mio Gastroenterologo per mostrargli il referto della colonscopia. La sua posizione non è cambiata di molto e mi ha detto che sono un sorvegliato speciale in quanto anche se la biopsia ha escluso malattie infiammatorie ( il referto invece presenta un quadro abbastanza compatibile con una rcu del’ ultimo tratto) lui è sempre propenso all’ idea che abbia una rcu considerando il referto e i miei sintomi.L’ unico "problema" è che senza il riscontro positivo della biopsia lui non è autorizzato a darmi la cua per la rc... continua >>
u. Nel frattempo mi ha prescritto dei fermenti lattici da assumere 3 volte a settimana( zir fos ) . Mi ha detto che se si ripresenteranno i sintomi ( sono asintomatico da circa 2 settimane), e lui è sicuro che riavrò problemi , sarà necessario fare una rettoscopia condotta da lui stesso per valutare meglio. Lei cosa ne pensa? E’ possibile che abbia una rcu anche se la biopsia lo ha escluso ?? Se fosse colite asoecifica sarebbe risolvibile da quanto ho capito ..e per me sarebbe un sogno. Però con questa situazione discordante sono un pò confuso. La ringrazio per l’ attenzione e la pazienza Cordiali Saluti Andrea
Scusi ma perchè intanto non segue i consigli già dati?
Prof. Pier Roberto Dal Monte

Sospetta colangite autoimmune
12 Nov 08 - Paolo, 45 anni (id: 87814)
  Gentile Professore, La ringrazio per l’esauriente risposta e mi sottoporrò subito agli esami da Lei indicati. Spero sia solo steatosi perchè da quel pò che ho potuto leggere la possibile colangite che colpisce spesso chi è affetto da RCU-Crohn parrebbe ad oggi non avere alcuna cura (trapianto). Può darmi maggiori informazioni sulla Colangite ? Sa ho un bimbo piccolo e sono un pò preoccupato. Grazie.
Le invio alcune note quì di seguito.L’epatopatie autoimmuni ed i processi autoimmunitari in genere dipendono dal fatto che, per motivi non ancora del tutto non chiariti ma probabilmente genetici, le cellule immunitarie o di difesa dell’organismo (fondamentalmente i linfociti e le loro varie sottoclassi) aggrediscono direttamente o indirettamente le cellule normali dell’organismo provocando un’infiammazione che ne provoca la morte o necrosi (perché da buoni difensori, diventano cattivi aggressori). Così come può succedere nelle artriti deformanti o artrite reumatoide od in altre malattie autoimmunitarie. In questo caso le cellule di difesa aggrediscono le cellule epatiche senza cause esterne specifiche, come succede invece nelle altre forme - quelle virali o tossiche - nelle quali la loro necrosi dipende dalla presenza del virus o sostanze tossiche che alterano gravemente le funzioni cellulari. Sempre in questo ambito rientrano le cosiddette colangiti o colangioliti primitive di cui la più grave è la cosidetta cirrosi biliare primitiva, nelle quali sono colpiti, invece che le cellule epatiche, i duttuli (canalicoli o fini canali) biliari intraepatici che trasportano la bile dall’interno del fegato all’esterno nelle vie biliari extraepatiche principali (o dotti epatici) e quindi nella cistifellea ed intestino. I duttuli vengono gradualmente distrutti e ciò col tempo può provocare l’itterizia. La diagnosi è fatta oltre che per l’aumento delle transaminasi, GgT, fosfatasi alcalina, ed eventualmente della bilirubina, con la biopsia epatica; utile nelle forme più avanzate è anche la colangioRNM. Queste forme talvolta concomitano con la colite ulcerosa ed il Morbo di Crohn. L’epatitopatie autoimmuni si curano con i farmaci immunodepressori come il cortisone, etc.a cui si aggiunge nelle forme colangitiche l’acido ursodesossicolico.
Prof. Pier Roberto Dal Monte

Infezione da HP
12 Nov 08 - domenico, 86 anni (id: 87804)
  Egr. professore: effettuata una gastroscopia il risultato è: gastroduodenite erosiva h p correlata. Il mio medico mi ha ordinato come farmaci: VECLAM 500 una cpr mattina e una cpr la sera per 7 gg ABBA 1 gr. una cpr mattina e una cpr la sera per 7 gg La domanda è questa secondo lei la cura che sto facendo va bene. E mi potrebbe spiegare cosa ho? Grazie mille Distinti saluti.
Egr. Sig. Domenico, lei ha una gastrite dovuta all’Helicobacter pilory. Nella cura prescritta manca l’IPP. Le allego un’altro schema di terapia. Distinti saluti, Prof. Mauro Bortolotti.
TERAPIA_HP.doc
Prof. Mauro Bortolotti

Polipo serrato
12 Nov 08 - Ins.DanteLuminiello, 77 anni (id: 87796)
  Mi sono sottoposto ad una colonscopia ed ecco la risposta. Cosa vuol dire nello specifico? cosa debbo fare? Non ho avuto dettagliate spiegazioni, mi hanno solo detto che é meglio che ripeta lesame. Comunque il referto dice: "Colon flessura epatica, biopsie endoscopiche:4 FR." Diagnosi: "frammenti superficiali di adenoma serrato con displasia ghiandolare di basso grado". Snomed: "T-59300 M-31400". Io non uso il computer per cui potete darmi il riscontro telefonicamente oppure utilizzanso lo e-mail del mio amico da cui trasmetto questo messaggio. Grazie per la cortese attenzione. Dante Luminiello - Jelsi (Campobasso)Tel.0874-710151
Egregio Signore, visto l’esame istologico ritengo che debba fare la polipectomia (se non l’ha già fatta) e se ha fatto la polipectomia ripetere la colonscopia tra un anno.
Prof. Pier Roberto Dal Monte

Colon irritabile?
12 Nov 08 - sara, 25 anni (id: 87795)
  buongiorno dottore vorrei sottoporle il mio problema ho 25 anni e già da 8 ho disturbi gastrointestinali tutto è peggiorato a luglio quando ho contratto il campilobacter curato con normix ed eritrocina ora esami feci negativi. Ho sempre forti dolori al colon non sempre nello stesso punto scariche improvvise anche 4 o 5 al giorno pancia gonfia con molto meteorismo mi sono rivolta ad un gastroenterologo ed ho fatto i seguenti esami ricerca uova e parassiti ok clostridium difficile ok elastasi fecale ok esami sangue ok esami tiroide ok intolleranza al glutine ok non mi ha fatto fare colon scopia perchè dice che essendo colon irritabile non ce ne bisogno .Tuttora assumo da tre mesi consecutivi d... continua >>
uspatal 2 volte a di codex 2 volte al di e relaxcol 2 volte al di.LE MEDICINE SEMBRA RISOLVANO PER UN PO POI RICOMINCIO A STARE MALE per lei cè bisogno di colon scopia ? e proprio colon irritabile? per la cura? Grazie di cuore
Gentile Sig.na Sara, lei probabilmente ha un colon irritabile, ma per averne la certezza deve escludere altre malattie organiche intestinali(vedi area tematica relativa per maggiori informazioni). Se è confermato il colon irritabile, tenga presente che noi stiamo effettuando uno studio controllato nell’ambito del Policlinico sugli effetti di un prodotto di origine vegetale sui sintomi del colon irritabile. Se è interessato a partecipare, mi può contattare al n. 051-307901. Distinti saluti, Prof. Mauro Bortolotti
Prof. Mauro Bortolotti

Stipsi e farmaci
12 Nov 08 - arianna, 49 anni (id: 87789)
  Volevo allegare una foto ma non è possibile. Su un sito, COLONIX.IT, è pubblicizzato un prodotto a base di fibre che fa uscire dallintestino cose mostruose, che ho visto anche su altri siti. Ma è vero e possibile che dentro il nostro intestino ci sia quella roba e che possa uscire? La ringrazio molto se vorrà rispondere, siamo in tante ad spettare.
Non sono altro che delle feci poichè il farmaco che mi segnala è soltanto un lassativo.
Prof. Pier Roberto Dal Monte

Gastroenterite
12 Nov 08 - Sara, 30 anni (id: 87788)
  Egregio Prof., 5 giorni fa ho contratto probabilmente una gastroenterite (vomito, diarrea acquosa, nausea, febbre 38,5°, dolori muscolari). La fase acuta si è risolta in un giorno ma tuttora permane un lieve senso di nausea e una sorta di desiderio di eruttare, anche a stomaco vuoto. E il normale decorso della malattia? Durante la fase acuta ho preso del Domperidone per la nausea, Neolactoflorene per la flora batterica e la Tachipirina per la febbre. Potrebbe indicarmi se ci sono eventualmente alimenti da evitare o da assumere con cautela?La ringrazio e la saluto
Gentile Sig.ra Sara, ciò che ha fatto dovrebbe essere sufficente assieme ad una dieta leggera. In caso contrario mi faccia sapere al n.051-307901 eventualmente. Distinti saluti, Prof. Mauro Bortolotti.
Prof. Mauro Bortolotti

Terapia MRGE
12 Nov 08 - Gianni, 48 anni (id: 87780)
  Gent.le professore a 35 anni ho avuto una piccola ulcera gastrica guarita con Omeprazolo e da allora soffro di gastrite (diagnosticata con lultina endoscopia come "gastrite cronica con una modesta ernia jatale con reflusso g.e.".Come terapia prendo sistematicamente 1 compressa di Esomeprazolo da 20 mg al giorno e la interrompo per un mese 2 volte lanno sostituendola con dei tamponanti per lacidità di stomaco. Ora il mio medico mi dice che continuando con questa cura cè il rischio di poliposi causata dal farmaco, aggiungo che anche prendendo lesomeprazolo ed aumentando la dose a 40 mg alinizio della primavera ma sopratutto in autunno delle giornate infernali come se avessi una pietra spigolos... continua >>
a nello stomaco e di riflesso poi mi duole anche la schiena. Le chiedo se esistono alternative alla mia situazione anche non farmacologiche. La ringrazio in anticipo per il tempo che mi dedica e le auguro una buona giornata.
Egr. Sig. Gianni, probabilmente la terapia della sua malattia da reflusso g.e.(vedi area tematica) è insufficente. Il rischio di poliposi è trascurabile rispetto al danno che si ha lasciando le cose come stanno. Le allego una terapia ed una dieta adeguata da seguire per 40 giorni. Se i disturbi non scompaiono, occorre fare una pHmetria esofago-gastrica di 24 ore "sotto trattamento" per vedere se vi è scarso effetto del farmaco sull’acidità gastrica ed eventualmente una bilimetria esofagea di 24 ore per vedere se vi è reflusso biliare. Valutare anche se vi è H.P. che va eradicato. Distinti saluti, Prof. Mauro Bortolotti.
TERAPIA_di__MRGE.doc
Dieta CUP 2000.doc
Prof. Mauro Bortolotti

Sospetta pancreatite da farmaci
12 Nov 08 - ELENA, 33 anni (id: 87779)
  Ho 33 anni. Sto effettuando una cura per HP+ con lucen 40, velamox e veclam. Ho effettuato le anali del sangue e mi hanno ricontrato: Amilasi pancreatica (valori di riferimento 0-53) 89 U/l Amilasi urinaria (valori di riferimento fino a 450) 718 U/24h lipasi (valori di riferimento 23-300) 328 U/l Possono questi farmaci alterare la funzionalità pancreatica? Cosa devo fare) Ho dolori addominali. Grazie per la disponibilità. la mia e-mail è dimartino@freemail.it n° di telefono 3495843027
E’ possibile che effettivamente i farmaci che ha preso le abbiano provocato una lieve pancreatite, faccia comunque un’ecografia addome superiore.
Prof. Pier Roberto Dal Monte

Dolori addominali
11 Nov 08 - Ferruccio, 68 anni (id: 87768)
  Soffro da anni di colon irritabile - Sono un po’ ansioso e molti anni fa ho sofferto di depressione, ben curata con i triciclici. Lievi ricadute curate con iperico. Assumo lorazepam (2-3 mg al giorno), consigliato anche per extrasistolia. Soffro di ipertrofia prostatica non particolarmente grave o fastidiosa. Ho una cisti di discrete dimensioni in un rene, dichiarata innocua e di tanto in tanto controllata, come la prostata. Da un paio d’anni soffrivo di dolori in una zona che va all’incirca dal fegato al testicolo destro solo al momento di coricarmi: ora i dolori sono aumentati e pressoché continui e nuovamente si accentuano in posizione seduta o sdraiata - in piedi si attenuano molto - sop... continua >>
rattutto se sono impegnato in lavori o attività di vario genere. Intestino irragolare, flatulenza ecc. Effettuata colonscopia: 2 piccoli polipi (asportati) di cui uno un po’ sospetto (rifare esame fra due anni). Nessuna cura (antispastici di vario tipo, Levopraid, probiotici ecc.) si è dimostrata efficace. Quel che mi lascia più preplesso è la forte accentuazione del dolore se mi siedo o mi sdraio (peraltro non ho dolori notturni). Mi può suggerire qualcosa? Grazie mille Ferruccio
Egr. Sig. Ferruccio, è probabile che i suoi disturbi dipendano dal colon irritabile, ma per averne la certezza deve escludere altre malattie organiche intestinali con altri esami oltre alla colonscopia (vedi area tematica relativa per maggiori informazioni). Se è confermato il colon irritabile, tenga presente che noi stiamo effettuando uno studio controllato nell’ambito del Policlinico sugli effetti di un prodotto di origine vegetale sui sintomi del colon irritabile. Se è interessato a partecipare, mi può contattare al n. 051-307901. Distinti saluti, Prof. Mauro Bortolotti
Prof. Mauro Bortolotti

Stipsi
11 Nov 08 - lorella, 35 anni (id: 87761)
  ho iniziato a soffrire di emorroidi dopo il mio primo parto 4 anni fa...ora si sono riproposte per il secondo avvenuto 3 mesi fa...è possibile che a distanza di mesi abbia ancora difficoltà a defecere e ogni tanto abbia un pò di sanguinamento? grazie
E’ possibile anche per la tensione, la perdita di sali etc. e veda di seguire i consigli che le allego.
La stitichezza.DOC
Prof. Pier Roberto Dal Monte


Da 9053 a 9068 di 27876