Sei in: Medico on-line > Gastroenterologia

Aderiamo allo standard HONcode per l'affidabilità dell'informazione medica Aderiamo allo standard HONcode per l'affidabilità dell'informazione medica.
Verifica qui.


Gastroenterologia
Referenti
  • Prof. Pier Roberto Dal Monte

  • Già Direttore Dipartimento medico-chirurgico delle Malattie dell’apparato digerente. Ospedale Bellaria-Maggiore. Bologna.

  • Prof. Mauro Bortolotti

  • Professore a Contratto della Specializzazione in Medicina Interna
    Facoltà di Medicina e Chirurgia dell’Università di Bologna
    Policlinico S. Orsola


ultimo aggiornamento 22/02/2013
 
Aree tematiche


Nella compilazione della tua domanda ti chiediamo gentilmente di attenerti il più possibile alle aree tematiche qui sopra riportate
ultimo aggiornamento 26/01/2007
Invia la tua domanda

Domande / Risposte
Vomito
14 Dic 08 - lorenza, 19 anni (id: 89057)
  salve ,le vorrei fare una domanda importante:sto seguendo le cure necessarie premetto, però mi capita ancora di vomitare volontariamente occasionalmente,le vorrei chiedere cosa posso fare dopo per arginare i grossi danni allo stomaco,se posso prendere qualcosa per ripristinare gli elettroliti ,se devo bere ,insomma qualsiasi cosa....la ringrazio infinitamente
Beva acqua normale, succhi, mangi frutta e valuti gli elettroliti sierici.
Prof. Pier Roberto Dal Monte


Lieve aumento transaminasi
13 Dic 08 - Andrea, 37 anni (id: 89051)
  Salve, ho fatto recentemente l’esame del sangue è ho trovato le transaminasi a 55. Cosa mi consiglia se il valore arriva fino a 40? Grazie.
Faccia eventualmente un’ecografia.
Prof. Pier Roberto Dal Monte

Anemia iposideremica
13 Dic 08 - agata, 65 anni (id: 89050)
  Gentile Prof.sono stata operata al pancreas e alla seconda visita dall’oncologo mi hanno prescritto una cura a base di ferro (Niferex) perchè dagli esami di routine sono emersi valori più bassi secondo la norma:emoglobina 10,1 e ematocrito 32. Altri dottori mi hanno sconsigliato di assumere detto farmaco, perchè non rispondente all’intervento su citato. Premetto che non sono sottoposta a cure di chemio, nè di radioterapia nonostante l’asportazione del corpo, della coda del pancreas assieme a due linfonodi.Grazie tante.
Non mi risulta che il ferro faciliti eventuali problemi di recidiva nei casi come il suo. Forse le può dare qualche problema intestinale
Prof. Pier Roberto Dal Monte

Visita ortopedica
13 Dic 08 - maurizio, 57 anni (id: 89035)
  Ho scoperto tramite ecografia al gomito destro di avere una calcificazione entesopatica di 2,6 mm a livello preinserzionale in corrispondenza del tendinedegli estensori sull’epicondilo. Tendine del tricipide regolare. Si segnala ispessimento fusiforme del nervo ulnare sublussato sull’epicondilo come da flogosi(sd nervo ulnare). Non so cosa sia tutto questo ho tanto male che a me sembrava patisse dal collo e sino quanto non mi sono accorto di avere del gonfiore al gomito pensavo ad una cervicale,accuso anche formicolio in tre dita della mano destra. RINGRAZIO L’ATTENZIONE.....Come potrei curarmi? e cosa potrebbe avermi causato questo malanno? GRAZIE ANCORA
Egr. Sig. Maurizio, deve fare una visita ortopedica. Distinti saluti, Prof. Mauro Bortolotti.
Prof. Mauro Bortolotti

Esami normali
13 Dic 08 - Mario, 30 anni (id: 89029)
  Carissimo Dottore mi interessava avere un suo parere sui seguenti esami- Esame chimico fisico delle feci: Consistenza poltacea;Colore marrone;reazione acida;muco assente;sangue assente;biline fecali assenti;grassi fecali assenti; Coprocoltura delle feci positiva per escherichia c.; Anti-transglutaminasi iga 0.10 valore negativo <7; Anti-transglutaminasi igg 0.70 valore negativo <7; antigliadina iga 1.60 valore negativo <7; antigliadina igg 0.60 valore negativo <7; E necessario effettuare anche gli antiendomisio? La reazione acida delle feci è normale? Per la presenza di escherichia c. dovrò assumere antibiotici? Ringrazio anticipatamente.
Non mi sembra che dagli esami abbia nulla, l’escherichia coli è un normale saprofita delle feci. Non mi dice tuttavia che disturbi ha.
Prof. Pier Roberto Dal Monte

Dolori epigastrici
12 Dic 08 - angela, 30 anni (id: 89021)
  salve ho da circa un anno un dolore sotto le costole sul lato sinistro.ho fatto un ecoaddome ma niente e una gastroscopia ed è stata riscontrata una lesione sul tratto distale dell’esofago.ho fatto la cura antibiotica ma il dolore anche se leggero è rimasto.ora da una settimana ho dei dolori molto forti e fissi che mi prendono fino a dietro la schiena. a questo aggiungo anche che mi è venuta una forte tosse e il dolore è aumentato, ma qualche mese fa ho fatto anche un rx al torace ed era tutto a posto.ho fatto mille analisi ma è tutto nella norma.potrebbe essere il colon?
Gentile Sig. Angela, per darle un consiglio ho bisogno che lei trascriva per intero gli esiti degli esami effettuati. Indichi l’IP. Distinti saluti, Prof. Mauro Bortolotti.
Prof. Mauro Bortolotti

Sospetta celiachia
12 Dic 08 - ilaria, 27 anni (id: 89020)
  salve dottore, ho disturbi alla pancia male gonfiore dissenteria anche 10 vlt al gg. ves a 44 pcr a 8 ferro a 0 test permeabilita intestinale alterato. la gastroscopia era egativa anche per hp la videocapsula dice cose diverse: erosioni a mucosa gastrica erosioni profonde nel duodeno. mucosa del tenue medio distale molto assottigliata tale da lasciare trasparire i canali vascolari. la mia gastro non sa che malattia possa essere.dice rara ma noon sa mi fa fare risonanza colonscopia e molti esami del sangue. un vs cortese parere? io sto molto male ho anche astenia male ginocchia polsi piedi parte lombare . grazie mille saluti ilaria
A me sembra una celiachia è stata posta questa ipotesi anche con altri esami?
La malattia celiaca.doc
Prof. Pier Roberto Dal Monte

MRGE mantenimento
12 Dic 08 - Giovanni, 47 anni (id: 89015)
  Gentile dottore prendo da Aprile 2008 Lucen da 40mg per curare il reflusso gastroesofageo accertato in ospedale, adesso sto completamente bene e non avverto nessun tipo di fastidio, tranne quando esagero un pò con il cibo ho delle piccole fitte allo stomaco.Vorrei sapere per quanto tempo ancora prendere Lucen da 40 mg? Per me è risultato un farmaco miracoloso.Cordiali saluti
Egr. Sig. Giovanni, l’orientamento attuale è quello di una terapia di mantenimento con la dose minima sufficente a prevenire i sintomi, dopo 12 mesi l’USL richiede una conferma clinica per potere continuare gratuitamente (nota 48). Distinti saluti, Prof. Mauro Bortolotti.
Prof. Mauro Bortolotti

Iperferritinemia
12 Dic 08 - salvatore, 54 anni (id: 89014)
  Gent Professore, nel ringraziarla sempre per la sua cortese disponibilità anche nella risposta al mio ID 88745, le chiedo a questo punto, dato che mi sento sempre più stanco, con dolori diffusi e persino mani e piedi spesso intorpiditi, mangio poco(1400 calorie al giorno da 2 mesi!)e ciononostante peso 88 kg contro i 73 di 2 anni fa, date le mie analisi un pò al di sopra di certi valori(specie la ferritina) dalle quali Lei peraltro esclude un eventuale linfoma, potrei avere in conclusione, dato che dalla gastro non è emerso nulla, un cancro gastrico o un cancro del colon? Ho paura a fare la colon non peer lesame in se ma x lesito,ed essendo iperteso non me la sento. Con il dovuto rispetto,... continua >>
e non potendo Lei essere preveggente, dopo 2 anni e mezzo che sto male e con poche forze, escluderebbe a suo avviso un lame incurabile tra questi? Grazie
Può fare se ha le preocupazioni che mi esterna, una colonscopia virtuale se se la può permettere o vi una radiologia affidabile che la fa vicino a Lei. Per il peso forse si muove troppo poco faccia un pò di podismo o ciclismo.
Prof. Pier Roberto Dal Monte

Sospetto M di Crohn
12 Dic 08 - Stefano, 33 anni (id: 89011)
  Gentile dottore dopo mesi di scariche continue... Pensavo a causa di un mio stato nervoso ho fatto una colonscopia con due biopsie la risposta del referto è: "Mucosa ileale granuleggiante ed iperemica con ulcerazione con fibrina, mucosa colica rosea ma fragile presenta aree iperemiche con microerosioni. Cosa significa??? aggiungo inoltre che durante tale esame mi è stata fatta una polipectomia x un polipo semipeduncolato di 7 mm. Sono un pò preoccupato vorrei delucidazioni sul referto. Grazie.
Potrebbe esere un m di Crohn su cui le invio alcune note allegate.
le_malattie_infiammatorie_intestinali_(3).DOC
Prof. Pier Roberto Dal Monte

Gastrite
12 Dic 08 - daniela, 32 anni (id: 89010)
  Egregio Dottore vorrei sapere se è possibile, in seguito a gastroscopia, refertare gastrite antrale superficiale senza effettuare un prelievo biopotico. Inoltre dalle analisi del sangue effettuate sono emersi Ves 12 e transaminasi GPT 50. Markes per epatite negativi, eco al fegato nella norma, cè da preoccupasi? Grazie.
Il quadro è talmente modesto che non meritava la biopsia per l’endoscopista (forse si doveva ricercare solo l’helicobacter).
Prof. Pier Roberto Dal Monte

Gastrite da reflusso?
12 Dic 08 - anna, 27 anni (id: 89001)
  buongiorno, di recente sono stata sottoposta a gastroscopia. Mi hanno detto che nello stomaco cè molta bile e che andrà via da sola. devo prendere peridon prima dei pasti perchè ho sempre nausea e gonfiore di stomaco ma non trovo miglioramenti. Lei cosa ne pensa? Non ci sono accertamenti più accurati da effettuare o una cura specifica? grazie, saluti.
Gentile Sig.na Anna, dovrebbero aver fatto anche la biopsia per vedere se vi è una gastrite da reflusso biliare (vedi area tematica relativa per maggiori informazioni). In tal caso occorre fare una terapia oltre che con procinetici, come levosulpiride, anche con antisecretori e gastroprotettori. Eventualmente mi faccia sapere al n. 051-307901. Distinti saluti, Prof. Mauro Bortolotti.
Prof. Mauro Bortolotti

Meteorismo e m di Crohn
12 Dic 08 - maria, 48 anni (id: 88990)
  Vorrei sapere se esistono cure per il gonfiore e il dolore addominale di cui soffro appena alzata, e che si accentua durante la giornata. Mangio di tutto e ho sempre molto appetito. Convivo con il morbo di Crohn da 30 anni e da tre mesi non assumo piu’ Mesalazina ( di mia spontanea volontà )
Il meteorismo come vedrà sotto può dipendere da varie cause, non ultima nel suo caso da una stenosi secondaria al m di Crohn che può farlo cicatrizzando. Ha fatto recentemente un clisma del tenue? IL meterorismo, che vuol dire aumento dei gas nei visceri intraddominali come nel piccolo ma soprattutto nel grande intestino o colon, dà la sensazione di tensione addominale, emissione di gas o flatulenze ma anche arresto delle stesse. Può dipendere da fattori digestivi(iperproduzione di gas) o anche da ostacolato passaggio dei componenti intestinali con difficoltà alla loro eliminazione. Nel 1° caso i gas sono in genere sviluppati dall’ effetto dei germi intestinali sugli alimenti non perfettamente digeriti (ad esempio nell’intolleranza al lattosio o al glutine)o da crescita dei germi stessi(dismicrobismo), nel 2°caso l’origine può essere funzionale/spastica per rallentato passaggio, come nella stitichezza in cui si accumulano feci e gas nell’intestino che vengono eliminati a fatica, oppure organica a seguito di un ostacolo al passaggio dei componenti intestinali per un restringimento interno al viscere le cui cause principali possono essere ad esempio una malattia infiammatoria cronica,un polipo/tumore od un fenomeno aderenziale che restringe il lume intestinale dall’esterno.Essendo un sintomo che che può eliminarsi con banali provedimenti(ad esempio combattendo la stipsi) ma anche pesistere in maniera continuativa più o meno dolorosa, quando persiste deve essere approfondito con test specifici o con indagini radiologiche ed endoscopiche.
Prof. Pier Roberto Dal Monte

Aumento transaminasi
11 Dic 08 - cosimo, 29 anni (id: 88988)
  Buona sera dottore.Le scrivo da Brescia soffro da algie addominali, 1° Gastroscopia 2000.Esofagite da reflusso.Febbraio 2001 Pancreatite acuta.(origine virale).Solo dopo CPRE tornò tutto regolare. Nel 2004,nuovo periodo critico.Nuovamente forti dolori addominali. Nuove analisi del sangue,anche sulle intolleranze alimentari,2 gastroscopie e una colonscopia.Risultato nulla! Mi rivolsi allora a un kinesiologo che mi diede una nuova alimentazione.Da allora mangio tanta verdura,alimenti integrali e carne bianca.I farmaci (crisantellum americanum,desmodio,erica e genziana),che mi hanno ripulito il fegato e i reni e misero a posto la mia forte stitichezza. Il problema di ora?Queste cure hanno ... continua >>
un tempo limitato,ovvero costano molto e sto bene solo per 4/5 mesi. Credo che il il mio problema riguardi il mio fegato che non funziona bene.Ora le analisi del sangue incominciano a darmi ragione.Infatti da fine 2006,le transaminasi (ALT) sono andate aumentando.(Ora sono 80!!!!).A parte analisi urine,(che segna che vi è allinterno di esse 30 mg/dl di proteine e EPSTEIN BV -(IgG 120)-(IgM sotto 10)) il resto ttt ok. Gli esami sulla ferritina li ho fatti stamattina.La visita gastrenterologica e ecografia lavrò martedì 16. I sintomi di ora:sonnolenza fortissima e forti dolori addominali alla pancia,(4 dita sopra lombelico). Un sistema epatico malfunzionante da sonnolenza forte?Che consiglio mi da? ...
L’aumento modesto, peraltro delle transaminasi, non comporta dolori particolari a meno che non i siano alterazioni alle vie biliari che non mi pare ci siano( come sono le GGT?). Nè da sonnolenza. Non esistono pulitori del fegato e talvolta troppi fitoterapici non giovano al fegato. Provi a prendere dell’acido ursocolico :avendo fatto la papillosfinterotomia (ma aveva dei calcoli? poichè la pancreatite virale non necessità di papillosfinterectomia). Infine curi la stiticheza che mi sembra ora il principale problema la quale dipende da un colon irritabile.
Colon_irritabile_(4).doc
La stitichezza.DOC
Prof. Pier Roberto Dal Monte

ERuttazioni
11 Dic 08 - simone, 31 anni (id: 88983)
  salve prof dal monte il mio problema va avanti da un po di anni. ho eseguito i seguenti esami.21/11/2007pcs e ileoscopia:negative11/03/08egds con biopsia in d2 normale. leggera esofagite da reflusso.12/06/2008eco addominale con anse intestinali:negativa.08/01/2008breath test al lattosio e allhelycobacter pilori :negativo.07/03/2008test sovvracrescita batterica del tenue:negativa.16/05/2008parassitologico coprocoltura,AbtTg,Agfecale dellhp:normali.23/04/2008 Ab-antiDNA,ENA,AMA,ASMA,LKM,Abanti cellule parietali gastriche,VES,complentemia,immuno ElF,Ra test,transaminasi,ygt,amilasi,lipasi,emocromo,FE,PCR,TSH,fT3,fT4,IgE,ferritina,ANCA,AGA,EMA,folati:tutto nella norma.ANA TEST:positivo1:320.sono... continua >>
in cura da 1 anno con lansoprazolo e cipralex 10 mgdopo aver preso di tutto:levopraid,peridon, debrum,valpinax,antra,diete di ogni genere ma il mio problema principale rimane:continue e continue eruttazioni anche senza mangiare che a volte danno episodi di nausea. ho letto che esiste un operazione da eseguire x guarire definitivamente dal reflusso a chi nn risponde alla terapia con farmaci. un collarino da applicare al pancreas in laparoscopia.cosa ne pensa di questa operazione e del mio problema?nn riesco nemmeno a fare sport xke devo continuare a fermarmi x eruttare di continuo.ringraziando anticipatamente x la sua disponibilita le porgo distinti saluti.
Non capisco perchè ha fatto tutti quegli esami la maggior parte inutili per una semplice eruttazione, la quale non ha operazione poichè non mi parla di ernia jatale o di reflusso acido. Comunque si veda l’allegato. L’eruttazione è un atto più o meno volontario che facciamo quando abbiamo la sensazione di ripienezza gastrica per cattiva digestione: con questo fenomeno riteniamo o cerchiamo di diminuire la pressione gastrica e stimolare la peristalsi sì da per facilitare anche lo svuotamento dello stomaco ed infine migliorare la digestione. Talvolta questa è provocata da noi stessi con fenomeni volontari ( e ripetuti)di "inrutazione" di aria che poi cerchiamo di espellerla per eliminare la sensazione fastidioso dell’ ingombro gastrico. E’ un disturbo fondamentalmente funzionale che insorge per sensazione che da il rallentato svuotamento gastrico, spesso per spasmo puramente funzionale, ma anche per infiammazione dello stomaco/duodeno cioè una gastro/duodenite o simili che si rivelano con queste sensazioni. E’ consigliabile innanzitutto diminuire l’introduzione di bevande gassate fare un dieta adeguata seguendo i principi che vedrà nell’allegato.
Trattamento_della_dispepsia_(3)_.doc
Prof. Pier Roberto Dal Monte


Da 9053 a 9068 di 28190