Sei in: Medico on-line > Gastroenterologia

Aderiamo allo standard HONcode per l'affidabilità dell'informazione medica Aderiamo allo standard HONcode per l'affidabilità dell'informazione medica.
Verifica qui.


Gastroenterologia
Referenti
  • Prof. Pier Roberto Dal Monte

  • Già Direttore Dipartimento medico-chirurgico delle Malattie dell’apparato digerente. Ospedale Bellaria-Maggiore. Bologna.

  • Prof. Mauro Bortolotti

  • Professore a Contratto della Specializzazione in Medicina Interna
    Facoltà di Medicina e Chirurgia dell’Università di Bologna
    Policlinico S. Orsola


ultimo aggiornamento 27/11/2014
 
Aree tematiche


Nella compilazione della tua domanda ti chiediamo gentilmente di attenerti il più possibile alle aree tematiche qui sopra riportate
ultimo aggiornamento 26/01/2007
Invia la tua domanda

Domande / Risposte
Sindrome postcolecistectomia
6 Feb 09 - adelio, 43 anni (id: 91205)
  in seguito hai miei problemi di diarrea prsistente da 5 mesi ho effettuato colonscopia le riporto l esito con relativa biopsia esame condotto fino all ileo terminaleesplorato per circa 25 cm in buone condizioni di pulizia intestinale assenza di lesioni nei tratti esploraticon reticolo vascolare ovunque ben ra ppresentato si eseguono biopsie per escludere colite microscopica esito biopsia frammenti di mucosa di grosso intestino con lieve edema dela lamina propria congestione vascolare ematica e stravasi emorragici frammenti esaminati aspportati dacolon ascendente di diametro mm3 mm4 cosa posso deurre da tutto questo la diagnosi finale è stata diarrea da sali biliari in quanto non ho piu la c... continua >>
olecisti mi curo con il questran ma ho paura degli effeti collaterali saluti adelio
Alla buonora! La diagnosi poteva essere fatta anche prima e senza colonscopia. La cura va bene come vedrà più sotto e può essere continuata prendendo anche una solo bustina al pasto principale.La sindrome postcolecistectomia o da malassorbimento di bile, si verifica dopo l’intervento di colecistectomia(o asportazione della cistifellea generalmente per calcolosi biliare) per alterato riassorbimento intestinale della bile stessa. Si caratterizza con dolore addominale a cui succede spesso diarrea con feci giallastre o verdastro-scuro. La bile infatti essendo costituita anche da sali biliari ha effetto irritante e lassativo, se non assorbita normalmente dall’intestino, specie dopo introduzione dei cibi: questi, specie ai pasti principali, stimolando la peristalsi stimolano anche il passaggio della bile stessa non bene mescolata ai cibi nell’intestino con l’effetto sopradescritto e preceduto da dolori e borborigmi (movimenti intestinali accentuati e rumorosi). Come terapia si consiglia di prendere un farmaco che adsorbe i sali biliari rendendoli meno attivi, la Colestiramina: una bustina prima dei pasti principali. E’ bene far precedere la stessa terapia da un disinfettante anche a livello intestinale come tipo ciprofloxacina cp da 500 mg per 4-5 giorni. P.R.Dal Monte.
Prof. Pier Roberto Dal Monte


Soseptto dismicrobismo intestinale
6 Feb 09 - Martina, 32 anni (id: 91204)
  Egregio dottore, Il mio ultimo referto della gastroscopia(fine ottobre 2007)diceva: Piccola ernia jatale da scivolamento non complicata da esofagite.Multiple piccole formazioni polipoidi sessili del corpo e del fondo gastrico,alcune delle quali vengono asportate con pinza bioptica.Iperemia ed edema della mucosa antrale gastrica.Non lesioni del bulbo e della seconda porzione duodenale. Polipi ghiandolari cistici.Negativa la ricerca di H.P. A partire da metà dicembre circa ho avuto una brutta ricaduta di stomaco..il peggioramento è stato graduale e progressivo fino a portarmi al punto di non riuscire a mangiare niente...come se buttassi giù i rospi...La aggiorno sui miei sintomi attuali,in... continua >>
dipendentemente dal cibo...insomma che sento anche a stomaco vuoto:bocca amara e cattiva,lingua bianca,bruciore,dolore,ipersalivazione in bocca,crampi e morsi tipo"fame",insomma"fame falsa",languore,sensazione di un buco allo stomaco,nausea leggera,inappetenza,difficoltà a mandar giù il cibo,mi sforzo di mangiare e appena mangio qualcosa,pochissimo,mi sento subito piena,pesante come un mattone,sonnolenza,dolori di pancia e sparsi per l’addome e feci più lente del normale...(normalmente sono palline piccole e dure). assumo SEMPRE,tutto l’anno e da parecchi anni, Lansox 30mg,o comunque diversi tipi di inibitori sempre da 30 o 40 mg,Valpinax 20 mg,Cipralex(psicofarmaco che non so proprio a cosa serva..non ne vedo l’efficacia),Maalox plus o Gaviscon-Advancetutte queste medicine non mi giovano
Considerando che anche dei disturbi intestinalei penso che il tutto si possa far risalire a qualche tipo di gastroenterite cronica, non escludendo anchche qualche intolleranza ad esempio al glutine. per intanto proverei a seguire i consigli di seguito>>>Dismicrobismo o disbiosi iintestinale , detto anche colon irritabile postinfettivo E’ un’ irritabilità della mucosa del colon a causa di dismicrobismo o disbiosi intestinale, che si crea a seguito del cambiamento parziale della normale flora intestinale con sopravento o prevalenza di flora patogena che da un’infezione gastrointestinale. Infezione che si può sviluppare in maniera acuta o non immediatamente apparente a seguito generalmente di ingestione di cibi guasti o scarsa igiene, uso di potenti antiacidi (IPP) o anche di alcuni antibiotici, con irritabilità che, permanendo i germi che l’hanno creata, poi si mantiene producendo i suoi effetti continuativamente o ciclicamente. Nell’intestino soprattutto nel colon o intestino crasso si produce gas ed anche muco con meteorismo e flatulenza, dolore addominale e diarrea liberatoria o alternanza di stipsi e diarrea. E’ opportuno in questi casi sospendere i latticini, prendendo dei probiotici (ex fermenti lattici) od uno yogurt ricco di probiotici, ma se non migliora è utile aggiungere un disinfettante/antibiotico per qualche giorno tipo la neomicina/bacitracina o la ciprofloxacina 500 mg 1 cp x 5-6 gg.,etc. SE i disturbi sono molto accentuati sarebbe bene far precedere la terapia da una coprocoltura, ma rararamente si riesce ad identificare il germe che ha creato il problema. Sospenderei totalmente ogni altra terapia per il T. digerente.
Prof. Pier Roberto Dal Monte

MRGE laringite ed asma
6 Feb 09 - Gabriella, 46 anni (id: 91203)
  _Salve, leggendo le vs. pagine sospetto di avere la faringolaringite da reflusso inoltre sono asmatica la mia domanda é posso assumere degli antiacidi nonostante l´asma? Qualche anno fa mi erano stati prescritti e poi in seguito sospesi perche aumentavano gli spasmi della tosse. Puó darmi qualche consiglio? Le sarei grata di una cortese risposta. Distinti saluti
Gentile Sig.ra Gabriella, à probabile che anche l’asma sia scatenata dal reflusso(vedi area tematica relativa per maggiori informazioni). Occorre perciò effettuare gli esami di conferma e poi fare il trattamento. Eventualmente mi faccia sapere al n. 051-307901 per stabilire quali esami sono necessari per risolvere il problema. Distinti saluti, Prof. Mauro Bortolotti.
Prof. Mauro Bortolotti

RCU e probiotici
6 Feb 09 - orazio, 36 anni (id: 91193)
  sale prof: intanto come sempre volevo ringraziarla, x i suoi consigli, gli volevo dire che la rcu come ora dorme, grazie alla terapia di mantenimento, che faccio con diversi farmaci, come lei sà,volevo essere chiarito un dubbio, x persone afette da rcu comr me è sempre necessario usare i probiotici? io ad esempio sto usando da tempo enterolactis, 24 miliardi di cellule vive di origine umana della casa sofar, la quale cura queste malattie, cosa ne pensa del prodotto, e x quanto al mese assumerlo? grazie a presto saluto.
Alcuni colleghi sostengono che i probiotici facciano bene nella RCU, ma i dati non sono convincenti.
Prof. Pier Roberto Dal Monte

Meteorismo e alvo diarroico
6 Feb 09 - Fabio, 18 anni (id: 91192)
  ciao, mi chiamo Fabio e ho 18anni. Le spiego il problema che da circa 4 anni mi rovina letteralmente la vita. Praticamente ho una flatulenza incontrollata, e sono molto irregolare intestinalmente!! All’inizio non ci badavo più di tanto, pensavo fosse una situazione passeggera, ma poi con il passare del tempo, mi sono reso conto che questo disturbo invece di passare peggiorava sempre di più!!! Ho molta aria in pancia e non so cosa devo fare per risolvere questo problema perchè diventa una tragedia quando devo uscire sia a lavoro che con gli amici!!! all’inizio del 2008 ho iniziato una terapia psicologica dovuta alla presunta ansia riscontrata dal medico di famiglia, non vi dico cosa ho fa... continua >>
tto, sarebbe troppo lungo, in poche parole ogni cosa ha dato esito negativo, ad ogni farmaco e antidepresiivo che prendevo mi saliva una forte emicrania sintomo che non era il mio cervello il propblema!!! e che l’ansia era causata dalla flatulenza! ora oltre ai sintomi preesistenti c’è ne sono di nuovi come la nausea a volte accompagnata da diarrea, sono sempre in tensione per impedire la fuoriuscita di aria, anche quando non la sento arrivare ma, appena mi rilasso un attimo il muscolo, prontamente esce la flatulenza. Ho anche problemi di stomaco e non vado sempre regolare in bagno!! La prego di aiutarmi perchè non so più dove sbattere la testa, oramai è diventata una fissazione per me e stare in compagnia è diventata una tragedia, la ringrazio in anticipo!!
E’ possibile che abbia qualche intolleranza alimentare che in genere è verso i latticini (lattosio) o anche al glutine di farina di frumento. Per cui farei innazitutto i test di cui sopra per il lattosio ( è un pò complicato ma puoi seguire la dieta che ti allego) per il glutine fai i test di seguito per Celiachia: Anticorpi antigliadina / endomisio/ transglutaminasi tissutale.Infine potresti fare una ricerca batteriologica e parassitologica fecale.
Intolleranza_al_lattosio[1].DOC
Prof. Pier Roberto Dal Monte

Transaminasi e colestiramina
6 Feb 09 - Rosaria, 42 anni (id: 91189)
  egregio professore la ringrazio per le soddisfacenti risposte id 90862 id90976 ora vorrei porle un ultima domanda sono stata ricoverata e dagli esami del sangue risultava le transaminasi un po mosse valori scesi nel giro di una settimana poi durante il ricovero ho ripreso ad assumere la colestiramina 2 bustine die il giorno delle dimissioni il controllo delle transaminasi risultava ancora mosso come il,precedenta esame pre ricovero premetto che il ricovero è stato dovuto alla diarrea persistente risolta co la colestiramina il valore delle transaminasi era ast 21 21 65 alt 68 54 152 come puo vedere valori in aumento in coincidenza con l assunzione del farmaco mi è stato detto di monitorare... continua >>
le trans tra circa 2 mesi questo problema è imputabile al farmaco oppure devo fare altri esami premetto che son gliunici valori sballati su tutti gliesami effettuati distinti saluti
Gentile Sig.ra Rosaria, è difficile che possa essere un effetto collaterale perchè la colestiramina non è assorbita, per cui vanno effettuati altri esami epatici, inclusi i markers epatite, e va monitorato come consigliato. Distinti saluti, Prof. Mauro Bortolotti.
Prof. Mauro Bortolotti

Agitazione e IPP
6 Feb 09 - MARIA, 47 anni (id: 91186)
  INERENTE ALLA MIA DOMANDA DEL 4-2-09 ID91083 NON SONO STATA MOLTO CHIARA MAMMA 85 ANNI HA UN PARKINSON PRENDE SINEMET-TRIATEC-LASIX-CARDIOASPIRINA-E LAROXIL X IL CUORE IL MEDICO LE AVEVA DATO IL PARIET COMPRESSE X I MEDICINALI CHE PRENDE MA HO NOTATO CHE L’AGITAVA -HO PROVATO A SOSPENDERLO E VA UN PO MEGLIO HO SOSTITUITO IL PARIET CON IL MALOOX LA MIA DOMANDA ERA MA IL PARIET METTE ANSIA E AGITAZIONE CORDIALMENTE RINGRAZIO X LA RISPOSTA
Gentile Sig.ra Maria, non risultano effetti collaterali di quel genere, tuttavia provi a sostituirlo con esomeprazolo o lansoprazolo. Distinti saluti, Prof. Mauro Bortolotti.
Prof. Mauro Bortolotti

Disfagia
6 Feb 09 - Alessandro, 35 anni (id: 91182)
  Ho difficolta’ a deglutire e spesso rigurgito quello che sto cercando di mangiare ...dagli esami non risltano problemi abbiamo un cane e un gatto in casa potrebbe trattarsi di allergia? Grazie
Egr. Sig. Alessandro, i dati forniti sono insufficenti per una diagnosi ed una adeguata terapia, per le quali è anche necessaria una visita medica. Questa può essere fatta dal suo Medico Curante, che le può richiedere gli accertamenti appropriati. Se vuole può contattarmi successivamente. Distinti saluti, Prof. Mauro Bortolotti
Prof. Mauro Bortolotti

Dispepsia
5 Feb 09 - francesca, 30 anni (id: 91174)
  da 10 mesi ho notato che mi si gonfia la pancia in maniera esorbitante dopo i pasti(sembro incinta).in seguito sono comparsi dolori atroci e vomito.a settembre sono risultata positiva all’’Helicobacter Pilori.ho seguito la tp antibiotica ed ora va meglio...ma il gonfiore è rimasto....sparisce solo se non mangio.aspetto un sua consulenza.cordiali saluti
E’ possibile che ora abbia un disturbo di origine funzionale tipo rallentato svuotamento dello stomaco, provi a prendere solo un gastrocinetico tipo domperidone seguendo solo i consigli ditetici che le allego.
Prof. Pier Roberto Dal Monte

Disturbi complessi
5 Feb 09 - Lorena, 43 anni (id: 91170)
  Buongiorno, è da dicembre ultimo scorso che non sto bene: una sera ho avuto all’improvviso tachicardia, dispnea, nausea e bruciore di stomaco. Da quella sera non sono più stata bene, accusando gli stessi sintomi, con dolore anche toracico, quasi in continuo e soprattutto la sera. Ho dispnea, mal di stomaco, nausea e mal di testa in continuazione. Ho già fatto elettrocardiogramma,ecocardiogramma,esami sangue tiroide e ecg dinamico Holter, che hanno evidenziato un soffio al cuore senza però difetti (tipo prolasso valvola mitrale). Ho spesso male agli arti e le caviglie si sono un po’ gonfiate. Ho anche una febbricola persistente. Il mio medico oltre agli esami già fatti mi ha dato esami del sa... continua >>
ngue e urine. I valori fuori dalla norma sono i seguenti: Globuli rossi 3,92 Mcv 98 mch 32,9 in più nelle urine sono presenti: nitriti(+2), rare emazie, e discreto numero di leucociti e cell.di sfald. Possono essere questi valori fuori dalla norma a farmi stare così male? Forse dovrei fare la gastroscopia o qualche altro esame? inizio ad essere un po’ preoccupata. La ringrazio per la gentile risposta.
Gentile Sig.ra Lorena, è difficile capire, senza una visita nè controllo degli esami, quale può essere la soluzione dei suoi problemi. Eventualmente mi faccia sapere al n. 051-307901 per stabilire cosa si può fare. Distinti saluti, Prof. Mauro Bortolotti.
Prof. Mauro Bortolotti

Intolleranza IPP
5 Feb 09 - Rosa, 61 anni (id: 91166)
  Sti.mo Professore,vorrei un consiglio.Mi hanno prescritto per un reflusso ed ernia iatale il Nexium 20,ma poichè mi dava molta tensione addominale, mi hanno ridotto la posologia dicendomi di assumerlo a giorni alterni. E usuale questa posologia? perchè a me sembra strana daltra parte sembra che io non lo tolleri diversamente. Non ho dolori nè bruciori. Il mio disturbo quando non prendo lIPP è un senso di dilatazione e aerogafia a digiuno, specialmente verso le 12 del mattino,cioè prima di pranzo.Linibitore me lo toglie ma sembra che mi crei una grande tensione. come un irrigidimento. La ringrazio anticipatamente e La saluto cordialmente.
E’ possibile che abbia un’intolleranza al farmaco prescritto, provi a prendere della Ranitidina seguendo i consigli che le allego. Tuttavia è possibile che anche la sua mucosa gastrica sia irritata e che l’eruttazione su cui vedrà alcune note di seguito sia segno di gastrite.Eruttazione L’eruttazione è un atto più o meno volontario che facciamo quando abbiamo la sensazione di ripienezza gastrica per cattiva digestione: con questo fenomeno riteniamo o cerchiamo di diminuire la pressione gastrica e stimolare la peristalsi sì da per facilitare anche lo svuotamento dello stomaco ed infine migliorare la digestione. Talvolta questa è provocata da noi stessi con fenomeni volontari ( e ripetuti)di "inrutazione" di aria che poi cerchiamo di espellerla per eliminare la sensazione fastidioso dell’ ingombro gastrico. E’ un disturbo fondamentalmente funzionale che insorge per sensazione che da il rallentato svuotamento gastrico, spesso per spasmo puramente funzionale, ma anche per infiammazione dello stomaco/duodeno cioè una gastro/duodenite o simili che si rivelano con queste sensazioni. E’ consigliabile innanzitutto diminuire l’introduzione di bevande gassate fare un dieta adeguata: mangiare poco e spesso e masticare.
Malattia_da_reflusso_gastro-esofageo.doc
Prof. Pier Roberto Dal Monte

Stipsi in colon irritabile
5 Feb 09 - lucrezia, 23 anni (id: 91165)
  egregio dottore, soffro di colite e gasrite.il mio medico curante mi ha messa a dieta ferrea su quasi tutti gli alimenti ma io non riesco a capire come mai soffrendo anche di stipsi non posso mangiare come frutta almeno le pere.Mentre invece posso mangiare le banane le mele etc.vorrei sapere in maniera approfondita gli alimenti che posso mangiare senza sostenere una dieta cosi drastica. Muoio di fame essendo abbaanza mangiona. La ringrazio dottore
Parlare di gastrite e colite è un pò vago, comunque provi a seguire i consigli dietetici e generali che le allego fondamentalmente per la stispi.
La stitichezza.DOC
Prof. Pier Roberto Dal Monte

MRGE resistente a terapia.
5 Feb 09 - Luigi7, 88 anni (id: 91164)
  Da molti anni soffro di malattia da reflusso. Attualmente sono curato con Lansoprazolo 30 mg, Gaviscon sciroppo, Plasil 2,5 iniezioni. Ultimamente i miei disturbi si sono fatti frequentissimi i periodi di benessere sempre più corti. Il sintomo che mi fa soffrire di più è la presenza di gas nello stomaco con un senso di malessere terribile e eruttazioni continue sia dopo mangiato che a stomaco vuoto. Potete aiutarmi con qualche consiglio?
Egr. Sig. Luigi, eviti la assunzione prolungata di plasil che può dare gravi ed irreversibili effetti collaterali. per la MRGE vanno rivalutati gli esami ed i sintomi con una visita accurata. Eventualmente mi faccia sapere al n. 051-307901 per stabilire quali esami sono necessari per risolvere il problema. Distinti saluti, Prof. Mauro Bortolotti.
Prof. Mauro Bortolotti

Colon irritabile
5 Feb 09 - Angela, 37 anni (id: 91163)
  Salve è da diversi anni che soffro di disturbi allo stomaco e all’intestino,mi sono sottoposta a ben 2 esofago-gastro-duedeno-scopie e la conclusione è ernia iatale da scivolamento e gastrite cronica erosiva antrale. Mi hanno dato diverse cure con le quali ho solo marginalmente risolto. Da qualche tempo succede che all’improvvisvo mi prende un forte dolore sotto l’ovaio sinistro che si irradia anche al rene è insopportabile, oppure mi prende un dolore alla bocca dello stomaco che poi passa alla pancia e mi crea gonfiori dolori e sensazioni di evacuzione.E’diventato difficile condurre una vita normale perchè spesso appena ho finito di mangiare(non ci sono cibi in particolare)devo correre in b... continua >>
agno con notevole disagio e questo compromette anche eventuali uscite.Sono stata dalla ginecologa qualche giorno fa tutto nella norma solo aria nell’intestino.Il mio dottore e anche la ginecologa pensano che sia colite ansiosa.Cosa posso fare?Sono disperata.Ho prenotato anche una visita dal gastroenterologo e ho fatto tutti gli esami del sangue delle urine e delle feci attendo i risultati per lunedi.La prego mi dia un consiglio ho 37 anni.Grazie infinite per la pazienza Angela
Mi sembra che fondamentalmente abbia un colon irritabile e lasci stare le ovaie o un altro organo. Provi a seguire i consigli che le allego , facendo anche le ricerche per celiachia o una terapia per dismicrobismo (antibatterici).
Colon_irritabile_(4).doc
Prof. Pier Roberto Dal Monte

Dolori allo stomaco
5 Feb 09 - Giusy, 25 anni (id: 91158)
  è da due anni che soffro di dolori allo stomaco, crampi, coliche renali e asma, dopo aver ingerito alimenti lievitati, formaggi e affini, cioccolato e zucchero. Ho eseguito una gastroscopia, nella quale mi è stata prelevata un frammento dell’ombelico, il risultato di tale esame è stato negativo, ho eseguito un test allergetico e non mi è risultata nessuna allergia a alimentiai quali costatavo tali disturbi. Inizialmente ho seguito una cura medica a base di benefibra, duspatal e pantorc 40, senza nessun risultato. è dal momento che ho accusato questi dolori che non ingerisco più alimenti contenenti zucchero, latte , lievito, cioccolato e carne di pollame e bovina e uova. Cosa posso fare, so... continua >>
no stanca di tutto ciò! Mi è stato consigliato di integrare poco alla volta questi alimenti, ma gli effetti non sono cambiati. La ringrazio in anticipo e la saluto.
Gentile Signa Giusy, ha fatto il test al lattosio e per la celiachia? E gli esami per le coloche renali e l’asma? Distinti saluti, Prof. Mauro Bortolotti.
Prof. Mauro Bortolotti


Da 9053 a 9068 di 28636