Sei in: Medico on-line > Gastroenterologia

Aderiamo allo standard HONcode per l'affidabilità dell'informazione medica Aderiamo allo standard HONcode per l'affidabilità dell'informazione medica.
Verifica qui.


Gastroenterologia
Referenti
  • Prof. Pier Roberto Dal Monte

  • Già Direttore Dipartimento medico-chirurgico delle Malattie dell’apparato digerente. Ospedale Bellaria-Maggiore. Bologna.

  • Prof. Mauro Bortolotti

  • Professore a Contratto della Specializzazione in Medicina Interna
    Facoltà di Medicina e Chirurgia dell’Università di Bologna
    Policlinico S. Orsola


ultimo aggiornamento 22/02/2013
 
Aree tematiche


Nella compilazione della tua domanda ti chiediamo gentilmente di attenerti il più possibile alle aree tematiche qui sopra riportate
ultimo aggiornamento 26/01/2007
Invia la tua domanda

Domande / Risposte
Eterotopia gastrica
11 Nov 09 - vincenzo, 48 anni (id: 101342)
  esame istologico dopo prelievo in gastroscopia Notizie cliniche: Minute villosità nel lembo duodenale.ù Diagnisi: Lembi di mucosa duodenale in parte ad architettura villare ben conservata,in parte con aree di eterotopia gastrica. Carissimo professore potrebbe darmi spiegazione per questo esame istologico? La ringrazio in anticipo
Vuol dire che come succede talvolta senza che ciò sia da definirsi patologico alcune chiazzette di mucosa gastrica si trovino nel duodeno. Ciò non fa malattia.
Prof. Pier Roberto Dal Monte


Disturbi vari
11 Nov 09 - Giovanna, 47 anni (id: 101338)
  Carissimo Dottore, è da circa 3 anni e mezzo che soffro di una patologia "sconosciuta" o meglio che nessun Dottore sinora ha saputo diagnosticare. Sintomi: tosse molto fastidiosa, a volte secca altre volte mucosa (muco color bianco) che si presentata durante l’arco della giornata, ma solitamente la mattina. Gonfiore addominale e affanno( anche dopo alcuni minuti di dialogo), quest’ultimi due sintomi non so però se sono attribuibili o meno al primo. Ho effettuato i seguenti esami: - test allergici (non ricordo di preciso come si chiamano ma includono ad es. la parietaria..) risultato negativo, nessuna allergia. - gastroscopia, inizialmente presenza dell’ elicobacterpilory, al secondo esame, d... continua >>
opo opportuna cura era guarito. - Ecografia e analisi per tiroide negative - Esame con sondino per visione gola presso l’otorino negativo anche questo La mia attuale cura consiste nell’utilizzo dell’aerosol per 10 giorni 10 mesi all’anno con i seguenti farmaci: Tilade, Oxivent e Prontinal. Ma non ho avuto così grandi risultati la tosse continua e si placa pochissimo in più non so coso sto curando. Cosa fare? E soprattutto cosa fare ora con l’influenza H1N1?
Non son sicuro se i suoi disturbi abbiano almeno in parte una consistenbza organica, specie il suo strano meteorismo che le impedisce quasi di parlare, cosa che succede ma se si hanno problemi respiratori o cardiologici seri, cosa che non mi sembra per lei. Ritengo che abbia solo una tosse irritativa forse in relazione a aulche sostanza nrell’aria dove lavora o abita. Approfondisca in tale direzione. In quanto al meteorismo comunque bisognerebbe saperne di più poichè come vedrà ha molte cause e non "sconosciute" >>>IL meterorismo, che vuol dire aumento dei gas nei visceri intraddominali come nel piccolo ma soprattutto nel grande intestino o colon, dà la sensazione di tensione addominale, emissione di gas o flatulenze ma anche arresto delle stesse. Può dipendere da fattori digestivi(iperproduzione di gas) o anche da ostacolato passaggio dei componenti intestinali con difficoltà alla loro eliminazione. Nel 1° caso i gas sono in genere sviluppati dall’ effetto dei germi intestinali sugli alimenti non perfettamente digeriti (ad esempio nell’intolleranza al lattosio o al glutine)o da crescita dei germi stessi(dismicrobismo), nel 2°caso l’origine può essere funzionale/spastica per rallentato passaggio, come nella stitichezza in cui si accumulano feci e gas nell’intestino che vengono eliminati a fatica, oppure organica a seguito di un ostacolo al passaggio dei componenti intestinali per un restringimento interno al viscere le cui cause principali possono essere ad esempio un polipo/tumore od un fenomeno aderenziale che restringe il lume intestinale dall’esterno.Essendo un sintomo che che può eliminarsi con banali provedimenti(ad esempio combattendo la stipsi) od evitando i lattici prima di approfondire si eliminano le possibili semplibci cause.
Prof. Pier Roberto Dal Monte

Intolleranza al lattosio e dismicrobismo
11 Nov 09 - lorella, 43 anni (id: 101336)
  Buonasera, soffro da quest’estate di dolori alla pancia e bruciore , ( non forme di diarrea ) dopo vari accertamenti e escluso problemi di natura ginecologica il mio medico mi ha fatto effettuare un controllo per la celiachia ( negativo ) e un breath test al lattosio e uno al lattuolosio entrambi positivi. Da circa un mese o eliminato il latte e i suoi derivati e da una settimana ho iniziato una cura con normix ( 6 al giorno ) e codex ( 2 al giorno ). Chiedo gentilmente un suo parere in merito considerando che per il momento i disturbi si sono alleviati ma non scomparsi. Grazie
Gentile SDig.ra Lorella, la terapia per il dismicrobismo va fatta col normix per una settimana seguita da fermenti lattici per un’altra settimana, poi 2 settimane di sosta e quindi ripetere il ciclo periodicamente. Se ha problemi mi chiami al n. 051-307901. Distinti saluti, Prof. Mauro Bortolotti.
Prof. Mauro Bortolotti

Diarrea
11 Nov 09 - Giovanna, 28 anni (id: 101327)
  Salve, ho già scritto tempo fa per chiedere lumi riguardo al mio problema ormai giornaliero di dover andare più volte in bagno la mattina, con stimoli ravvicinati. Il problema si presenta solo alla mattina, ma mi fa arrivare sempre tardi al lavoro. Ho effettuato esami del sangue, delle urine, coproculture, ecografia e colonscopia e tutto è nella norma. Non sono per nulla ansiosa nè stressata. é lecito pensare ad un’intolleranza alimentare? Grazie
Ha fatto le ricerche per l’intolleranza al glutine ed al lattosio?
Prof. Pier Roberto Dal Monte

Acne e colite
10 Nov 09 - Barbara, 34 anni (id: 101321)
  Egr.Dottore, soffro di gastrite e colite cronica da circa 2 anni,da un anno ho cominciato ad avere anche i problemi di acne,sono andata da un dermatologo che mi ha prescritto lantibiotico Tetralysal 300mg 1 volta al dì dopo pranzo e altre cose (creme).Per la protezione dello stomaco il mio medico curante mi ha consigliato di prendere il Pantopan 40mg al mattino a stomaco vuoto 30 min prima di colazione.Il Tetralysal invece lo prendo dopo pranzo.Dopo 5 giorni di cura sento che la colite è peggiorata molto,come posso fare per proteggere anche lintestino? il mio medico mi consiglia il Prebiotic 1 bustina al giorno ma non so in quale momento della giornata è meglio prenderlo o se prendere qual... continua >>
cosaltro? Lei cosa mi consiglia? la cura dellacne con antibiotico dovrebbe durare 2 mesi e ho paura di rovinarmi completamente lapparato digerente...Aspetto impaziente i suoi preziosissimi consigli, cordiali saluti. Barbara
Gentile Sig.ra Barbara, segua i consigli del medico: può prendere il prebiotic al mattino appena sveglia. Se compaiono altri disturbi intestinali mi può contattare al n. 051-307901. Distinti saluti, Prof. Mauro Bortolotti.
Prof. Mauro Bortolotti

HIV
10 Nov 09 - Melania, 21 anni (id: 101318)
  Salve Dottore, una curiosità, oggi in un bar ho sbattuto la mano contro lo spigolo di una slot machine..mi è poi venuto il dubbio, non essendo del posto e non conoscendo le persone che potessero frequentarlo, di aver potuto contrarre HIV se precedentemente avesse sbattuto nello stesso punto un sieropositivo..sono in ansia..tengo a precisare però che non è uscito sangue si è solo arrossata un pò la parte urtata e che appena arrivata a casa (dopo unoretta) ho disinfettato con acqua ossigenata..
Impossibile!!!
Prof. Pier Roberto Dal Monte

Vitamina K
10 Nov 09 - fernando, 52 anni (id: 101306)
  GENT. PROF. DA CIRCA 4 ANNI SONO AFFETTO DA EPATOPATIA CRONICA COMPENSATA, A SEGUITO DI UNA ENDOSCOPIA MI SONO STATE DIAGNOSTICATE DELLE VARICI ESOFAGE DI TIPO 2 CHE CURAVO CON UNA PILLOLA DI KONAKION LA MATTINA .ATTUALMENTE IL FARMACISTA MI HA COMUNICATO CHE QUESTO FARMACO NON VIENE PIU PRODOTTO IN PILLOLE MA IN GOCCE DA 20MG, CHIEDO GENTILMENTE ALLA S.V.SE MI PUO DARE QUALCHE INDICAZIONE SU QUANTE GOCCE DEVO PRENDERE AL GIORNO E PER QUANTO TEMPO . DA PREMETTERE CHE NON HO MAI AVUTO EMORRAGIE . IN ATTESA DI UNA SUA CORDIALE RISPOSTA LE PORGO I MIEI CORDIALI SALUTI.
20 gocce.
Prof. Pier Roberto Dal Monte

Pacemaker intestinale?
10 Nov 09 - ferrettisusanna, 41 anni (id: 101304)
  Soffro di rallentato transito intestinale e mi hanno consigliato di impiantare un"pace-maker" allintestino e che il vostro ospedale è specializzato in questo ramo. Coma posso fare un visita da voi e a chi devo rivolgermi? Sono gia stata operata di rettocele ma i miei problemi non sono spariti.Le sarei grata se potesse darmi delle informazioni in merito. Grazie.
Gentile Sig.ra Ferretti, lasci perdere il pacemaker che purtroppo non ha dato i risultati sperati , ma diverse complicazioni. Per poterle dare altri consigli devo conoscere meglio il suo caso. Eventualmente mi chiami al n. 051-307901. Distinti saluti, Prof. Mauro Bortolotti.
Prof. Mauro Bortolotti

Sangue nelle feci
10 Nov 09 - Filippo, 31 anni (id: 101280)
  Gent.mo Prof Bortolotti, è da circa 5 anni che circa due volte lanno mi si presenta lo stesso problema per massimo 2 giorni consecutivi: muco chiaro con striature di sangue dopo defecazione. Alcune volte durante diarrea, altre senza diarrea. Ho defecazioni regolari (1 al giorno sempre stessa ora al mattino), oggi però mi si è ripresentato il problema dopo che per circa una settimana ho feci poco formate. Ricordo che lanno scorso (portavo da molti mesi feci poco formate) ho risolto una diarrea di cui erano affetti anche altri miei colleghi amici di mensa, senza muco nè sangue con rifacol ed il mio intestino sembrava nuovo di zecca con feci formatissime per moltissimo tempo. Solo nellultima s... continua >>
ettimana sto notando feci poco formate, ma nulla più. Soffro anche di emorroidi interne a volte sintomatiche (sangue rosso vivo su carta igienica + leggero bruciore al momento dellevacuazione). Lei crede che possa trattarsi di RCU o qualcosa di peggio? Il fatto che si risolvono spontaneamente e nel giro di 2 giorni circa può far pensare a infezioni e/o disbiosi intestinale? E obbligatoria in questo caso colonscopia? Nessuna familiarità con patologie gravi al colon. La ringrazio per la sua cortese attenzione. Filippo
Egr. Sig. Filippo, per risolvere ogni dubbio è necessaria una colonscopia. Distinti saluti, Prof. Mauro Bortolotti.
Prof. Mauro Bortolotti

Dolore retrosternale
10 Nov 09 - Bruno, 73 anni (id: 101279)
  Illustre professore,da circa una ventina di giorni accuso un dolore,non acuto,retrosternale che compare dopo una decina di minuti dopo i pasti e che si attenua col passare delle ore.Lanno scorso mi è stata riscontrata una leggera laringite cronica da reflusso e durante le analisi del caso non era stata riscontra- ta "ernia iatale".Il dolore che provo assomoglia a ciò che si prova dopo un colpo di freddo o ad un forte senso di fame,stomaco vuoto. Nel frangente mi da sollievo mantenere sullo stomaco o il calore di una mano o di una boule di acqua calda.Negli anni passati in tre occasioni, molto distanziate nel tempo,ho avuto di notte reflussi di acidi gastrici che però non si sono più r... continua >>
ipetuti.Non ho forte salivazione,sensi di nausea e neppure inappetenza.Raramente bruciori di stomaco.A maggio u.s.pesavo 106 Kg.per cui,da allora seguo una alimentazione che è stata efficace e che consiste,a pranzo 80gr di pasta 50gr pane e una quantità industriale di insalata con molti ortaggi ed 1 frutto. A cena un secondo di carne bianca o pesce la solita insalata 50gr pane e il solito frutto. Avrei piacere di un Suo consiglio e, nellattesa, La ringrazio e La saluto cordialmente. Bruno.
Forse è bene fare un eletrocardiogramma ed eventualmente dopo una esofagogastroscopia ed ecografia epatico-biliare
Prof. Pier Roberto Dal Monte

Iposideremia
10 Nov 09 - claudio, 54 anni (id: 101278)
  Soffro di un esofaite di tipo A e di gastrite erosiva, ho subito una colecistectomia e inoltre ho il fegato marcatamente stestosico: Da circa un mese sofro di un dolore alladdome inferiore destro che si irradia sotto la scapola destra. Le ultime analisi: WBC 7.66 - RBC 5.92 - HGB 13.6 - (MCV 74.8 <) - (MCH 23.0 <) - (MCHC 30.7 <) - (RDW-CV 18.1 >) SIDEREMIA 18 - FERRITINA 8.25. Che mi consiglia? La mia situazione è preocupante????
Egr. Sig. Claudio, faccia una ricerca del sangue occulto fecale. Per il dolore è anche necessaria una visita medica. Questa può essere fatta dal suo Medico Curante, che le può richiedere gli accertamenti appropriati. Se vuole può contattarmi successivamente. Distinti saluti, Prof. Mauro Bortolotti
Prof. Mauro Bortolotti

Sospetta ileite terminale
10 Nov 09 - Raffaele, 26 anni (id: 101276)
  SALVE DOTTORE, CIRCA DUE ANNI FA HO SUBITO UN INTERVENTO A CAUSA DI UNO PNEUMOTORACICO ED INOLTRE SOFFRO DI UNA MALATTIA "SCONOSCIUTA"ALLULTIMO TRATTO DELLINTESTINO CHE MI CAUSA DOLORE AI POLSI E ALLE CAVIGLIE. VORREI INFORMAZIONI RIGUARDO IL COMPORTAMENTO DA TENERE PER IL VIRUS H1N1. GRAZIE
Non mi pare vi sia alcuna controindicazione all’uso del vaccino, anche se avesse un m di Crohn.
Prof. Pier Roberto Dal Monte

MRGE ed eruttazioni
10 Nov 09 - giulia, 19 anni (id: 101272)
  salve dottore,sono la ragazza che le ha mandato il referto della ph metria(ID 101035).La dottoressa che me lo ha fatto mi ha però detto che non ho niente (anche perchè mi ha fatto una manometria esofagea che è risultata normle)lunica cosa che ha registrato è che ho questi reflussi dovuti non tanto da incontinenza cardiale o iperacidità(perchè mi ha detto che non ho reflussi patologici)ma per il fatto che io inghiotto molta aria e la espello con eruttazioni continue(sono anche 30 al gg se non più)che facendo aprire il cardias fa risalire il gas misto acido e mi ha detto di andare solo da un foniatra per riabiruarmi a deglutire e non prendere niente di farmaci.Cosa ne pensa?può essere giusta c... continua >>
ome diagnosi oppure ho proprio reflusso indipendente dalle eruttazioni?la ringrazio infinitamente per la sua disponibilità.
Gentile Sig.na Giulia, non ho trovato il referto della pH-metriala presenza di reflussi anche non patologici e di sintomi consiglia un trattamento con inibitori di pompa protonica oltre alla dieta che le allego e spariranno anche le eruttazioni. Distinti saluti, Prof. Mauro Bortolotti.
Dieta CUP 2000.doc
Prof. Mauro Bortolotti

Biopsia
10 Nov 09 - Alessandro, 25 anni (id: 101265)
  Buongiorno. In seguito ad una gastroscopia e ad un relativo esame bioptico rivuto il seguente referto: Il tessuto bioptico è caratterizzato da infiltrazione della tonaca propria di elemeni flogistici (in prevalenza linfociti e plasmacellule). Nel tessuto bioptico in esame, le villosità appaiono poco sotto la norma, risultando zonalmente ipotrofiche. Si rileva anche focale trasformazione mucosecretoria del rivestimento eiteliale delle villosità. Diagnosi: Nel tessuto bioptico si riscontrano fenomeni flogistici di tipo linfoplasmacellulare, zonale ipotrofia della villosità e focale trasformazione pseudocolica della mcosa: opportuna rivalutazione del caso dopo terapia. Controllo endoscopico a 3... continua >>
mesi. Gentilissimo dottore, la mia domanda è questa: mi può tradurre in parole povere questa diagonosi? Che terapia è opportuno fare? Avevo fatto questa gastroscopia per capire se ero celiaco, mi puo illuminare? Grazie infinite.
Mi parla di gastroscopia ma la biopsia mi sembra sia stata fatta al duodeno o al digiuno, non allo stomaco. In questo caso potrebbe trattarsi di celiachia o intolleranza al glutine.
Prof. Pier Roberto Dal Monte

Biopsia
9 Nov 09 - Rosaria, 66 anni (id: 101259)
  Le invio il referto dell’esame istologico che lei mi ha chiesto nella richiesta precedente(ID 101178: Losanga di mucosa delle dimensioni di 1x0.5 cm con erosione dell’epitelio ed intenso infiltrato linfoplasmacellulare nella lamina propria ove sono riconoscibili alcuni noduli linfatici con centro germinativo. In un’area di atrofia epiteliale è presente una moderata displasia. Grazie Rosaria
Gentile Sig.ra Rosaria, la presenza di displasia impone controlli a breve scadenza. Contatti lo stomatologo. Distinti saluti, Prof. Mauro Bortolotti.
Prof. Mauro Bortolotti


Da 6186 a 6201 di 27885