Sei in: Medico on-line > Gastroenterologia

Aderiamo allo standard HONcode per l'affidabilità dell'informazione medica Aderiamo allo standard HONcode per l'affidabilità dell'informazione medica.
Verifica qui.


Gastroenterologia
Referenti
  • Prof. Pier Roberto Dal Monte

  • Già Direttore Dipartimento medico-chirurgico delle Malattie dell’apparato digerente. Ospedale Bellaria-Maggiore. Bologna.

  • Prof. Mauro Bortolotti

  • Professore a Contratto della Specializzazione in Medicina Interna
    Facoltà di Medicina e Chirurgia dell’Università di Bologna
    Policlinico S. Orsola


ultimo aggiornamento 22/02/2013
 
Aree tematiche


Nella compilazione della tua domanda ti chiediamo gentilmente di attenerti il più possibile alle aree tematiche qui sopra riportate
ultimo aggiornamento 26/01/2007
Invia la tua domanda

Domande / Risposte
M di Crohn
20 Gen 10 - Nicolò, 21 anni (id: 103295)
  Giorno Professore,volevo chiederle un parere. Da circa 2 mesi mi è stato diagnosticato il Crohn anche se in forma lieve, come cura mi è stato prescritto il Pentacol 800 mg (2 al dì) e l’Entocir (2 a dì) Il pentacol è stato regolarmente assunto mentre l’Entocir l’ho preso per un mese, senza risultati e poi sospeso all’insaputa del mio medico. La scorsa settimana ho fatto le analisi e sono perfette, mentre i dolori e le scariche sono meno frequenti ma ci sono ancora. Ora il mio medico viste le analisi perfette mi ha detto che devo continuare l’entocir. Ma secondo lei, mi fa male riniziare a prenderlo ora dopo averlo sospeso per un mese? E se le analisi vanno bene comunque, ha senso riprenderl... continua >>
o? Mi può dare un consiglio? La ringrazio molto. Saluti Nicolò
Fa bene ha riprenderelo e continuarlo per un pò, la sospensione non cambia l’effetto favorevole che ha avuto con il farmaco in passato.
le_malattie_infiammatorie_intestinali_(3).DOC
Prof. Pier Roberto Dal Monte


Probabile lesione infimmatoria
20 Gen 10 - anna, 36 anni (id: 103290)
  caro Prof. Dal Monte, non sono io che le faccio tante domande quello è lesito che ha scritto la gastroenterologa dopo la colonscopia , premetto che ho scritto anche lesito delle biopsie ritirate in anatomia patologica dopo un mese, esito esame istologico : mucosa di intestino crasso con edema, flogosi ed emorragie diapedetiche. lesito dice soltando questo delle biopsie.
Gentile Signora, mi scuso per essere stato un pò brusco ma mi son perso nella descrizione macroscopica della COLONSCOPIA e mi è sfuggito il succo FINALE del discorso. Si tratta di un piccolo focolaio INFIAMMATORIO CON EMORRAGIE MOLTO CONTENUTE PERIVASALI. Provi a fare un ciclo di supposte di mesalazina e quindi rifare un controllo endoscopico, eventualmente totale (tutto il colon).
Prof. Pier Roberto Dal Monte

Eradicazione H.P.
20 Gen 10 - marzia, 36 anni (id: 103282)
  buongiorno da piu di 5 anni ho helicobacter non riesco a debellarlo con nessuna cura ho sentito parlare di cura per via endovenosa e vero grazie
Non esiste una cura endovena ma può cambiare gli antibiotici già assunti ad es levofloxacina,tetraciclina denol. Si veda anche l’allegato.
Infezione_da_Helicobacter_Pilori_(3).doc
Prof. Pier Roberto Dal Monte

MRGE ed aumento di peso
19 Gen 10 - anna, 29 anni (id: 103279)
  buona sera,siccome il medico mi ha fatto una gascografia ed è risultato che ho un ernia iatale con riflusso. oramai sono 9 mesi che assumo farmaci ma come li sospendo per un periodo (prima della cura il mio peso era e dico era 50kgad oggi il mio peso è ben di 70 kg per questo motivo sospendevo....)di 2 settimane circa ma comunque dovevo riniziare la cura immediata ,addirittura prolungata di 2 mesi!!!!mi chiedo se i medicinali contino e fin a che punto visto che aumento sempre di peso ma il problema esiste ancora?oppure per guarirne dovrò affrontare un intervento?aspetto con ansia una risposta,grazie
Gentile sig.ra Anna, probabilmente l’aumento di peso non è dovuto al farmaco, ma al fatto che stando meglio con lo stomaco mangia di più. Eventualmente mi chiami al n. 051-307901 per vedere cosa sipuò fare per risolvere il problema. Distinti saluti, Prof. Mauro Bortolotti.
Prof. Mauro Bortolotti

MRGE
19 Gen 10 - Roberta, 31 anni (id: 103266)
  Da marzo dell’anno scorso soffro di reflusso che mi procura mal di gola e di notte a volte manca il respiro. Prima di dormire assumo un cucchaio di gaviscon. Ho provato anche con Mepral e pantoprazolo ma dopo 2 gg di cura ho forti dolori alle articolazioni. Esistono cure naturali per l’acidità? Cosa posso fare?
per la malattia da reflusso si legga l’allegato, e provi la ranitidina al posto dei farmaci inibitori di ponpa (i vari ....zolici)e segua anche gli altri consigli allegati.
Malattia_da_reflusso_gastro-esofageo.doc
Prof. Pier Roberto Dal Monte

Dispepsia
19 Gen 10 - vincenzo, 35 anni (id: 103261)
  5 mesi or sono mi sono curato da helicobacter pylori diagnosticatomi da gastroscopia la diagnosi e stsata "gastrite cronica ".adesso va molto meglio .come mi devo comportare in futuro con questo problema .vorrei sapere cosa mangiare e se si rischiano altre patologie dopo .e necessario rifare degli esami specifici di tanto in tanto?grazie per la colllaborazione.
Veda di seguire i consigli che le allego, soprattutto dal punto di vista alimentare.
Trattamento_della_dispepsia_(3)_.doc
Prof. Pier Roberto Dal Monte

EGJ
19 Gen 10 - luisa, 37 anni (id: 103254)
  come si cura lernia ietale da scivolamento dello stomaco? e quali medicinali usare per curare una coliciste infiamata oppure atrofizzata? grazie
Si cura seguendo i consigli allegati. Per la colecisti infiammata bisogna forse capire quale è la causa, poichè non mi pare abiano trovato dei calcoli
Malattia_da_reflusso_esofageo.doc
Prof. Pier Roberto Dal Monte

MRGE resistente
19 Gen 10 - enrico, 59 anni (id: 103247)
  Da anni soffro di reflusso esofageo da(gastroscopia ) cardias beatante nonostante le terapie eseguite fino ad ora non dato risultati prendo Pantoprazolo 40mg al mattino. da ormai da anni senza miglioramenti anzi la situazione è gravemente peggiorata.Seguo le norme igeniche suggeritomi.A seguito di dolori addominali sono stato sottoposto a colonscopia riscontrato un oiccilo polipo asportato e due grossi diverticoli (dico grossi perchè cosi dice il referto) cosa posso fare altro?
Egr. Sig. Enrico, prima occorre verificare se la terapia e la dieta sono state corrette, poi occorre fare una pH-metria esofagea e gastrica sotto trattamento per vedere se vi è risposta agli IPP ed eventualmente una bilimetria per vedere se vi è anche reflusso biliare (vedi anche area tematica relativa per maggiori informazioni). Sono pertanto disponibile per rivalutare il suo caso se mi contatta al n. 051-307901. Cordiali saluti, Prof. Mauro Bortolotti.
Prof. Mauro Bortolotti

Stipsi
19 Gen 10 - rina, 86 anni (id: 103246)
  buongiorno io ho inserito i dati di mamma lei ha un parkinson con vasculopatia cerebrale è da 7 giorni che non scarica ho provato tutto di + dalle bustine di movicol alle perettine niente di movicol finora neieno date 2 al giorno x un totale di 6 devo continuare o cosa posso fare ho paura di un blocco intestinale -secondo lei al giorno quante niene posso dare ? prima o dopo i pasti in che orari msmma assume medicinali sinemet-cardioaspirina -lanoxin- triatec- e lasix la ringrazio x la risposta cordiali saluti.
Provi con dei clisteri e quindi un lassativo più energico a base di senna. Utile può essere anche il SELG.
Prof. Pier Roberto Dal Monte

Aerofagia ed epatite
18 Gen 10 - carmelo, 61 anni (id: 103245)
  il 1996 ho havuto una frattura vertebrale d7 da allora ho iniziato ad avere disturbi di aerofalgia. Ho un’epatite c l’ho contratta in germania il 1985 non so dove l’abbia contratta dopo alcuni interventi. Scoperto tramite donazione di sangue.
Egr. Sig. Carmelo, i dati forniti sono insufficenti per una diagnosi ed una adeguata terapia, per le quali è anche necessaria una visita medica. Questa può essere fatta dal suo Medico Curante, che le può richiedere gli accertamenti appropriati. Se vuole può contattarmi successivamente. Distinti saluti, Prof. Mauro Bortolotti
Prof. Mauro Bortolotti

Terapia MRGE
18 Gen 10 - alessio, 30 anni (id: 103243)
  Salve professore ho problemi di acidità soprattutto nel pomeriggio e in posizione verticale, ho preso omeprazen 20 per due settimane con ottimi risultati, ho interrotto e dopo una settimana circa è ricomparsa lacidità soprattutto nel pomeriggio.Le volevo chiedere se un uso prolungato dellomeprazen può produrre effetti collaterali e se potevo riprendere la terapia e per quanto tempo.La ringrazio anticipatamente per la risposta e il tempo dedicatomi cordiali saluti
Egr. Sig. Alessio, l’orientamento attuale è quello di una terapia di mantenimento con la dose minima sufficente a prevenire i sintomi, dopo 12 mesi l’USL richiede una conferma clinica per potere continuare gratuitamente(nota 48). Eradicare l’HP se presente. Il farmaco è ben tollerato, ma sono necessari controlli annuali. Distinti saluti, Prof. Mauro Bortolotti.
Prof. Mauro Bortolotti

Colon irritabile
18 Gen 10 - carlo, 61 anni (id: 103223)
  Egr.Prof. Ho eseguito una colonscopia totale 3 anni e mezzo fa circa per escludere patologie e confermare un colon irritabile con alvo alterno. Risultato tutto negativo: ripassare dopo 10 anni. Volevo chiederLe una cosa? a volte le mie feci sono formate anche da palllette marroni insieme a feci normali. Il mio medico dice che dipende dal colon irr. Vorrei vista la sua gentilezza un suo parere, edei consigli. Grazie
Ha ragione il suo medico ha con ogni probabilità un colon irritabile su cui le invio alcune note allegate.
Colon_irritabile_(4).doc
Prof. Pier Roberto Dal Monte

Epatite C
18 Gen 10 - Davide, 46 anni (id: 103220)
  Egregio professore abbiamo ospitato tre mesi fa per 20 giorni uno zio che e poi risultato ammalato di epatite C Vorrei sapere se tutta la famiglia deve sottoporsi al test dell epatite C considerando il fatto che abbiamo tre bambini piccoli 8 4 e 3 anni.Grazie .
L’epatite C si trasmette solo con il sangue e quindi se lo zio non ha perso sangue e nessuno di voi comunque ( anche se lo avesse perso) ne è venuto a contatto ( avendo una qualsiasi ferita cutanea aperta) non vi sono stati pericoli di trasmissione. Comunque per vostra tranquillità gli adulti facciano l’esame.
Prof. Pier Roberto Dal Monte

Dolore toracico
17 Gen 10 - nicola, 45 anni (id: 103216)
  Salve sono Nicola l’ultima diagnosi mi hanno trovato gastrite ipertrofica. duodenite ulcerosa. la mia domanda e possibile che si manifestano dei dolori al petto e tante volte associato anche dei bruciori all’interno all’esofago.non he un dolore continuo delle volte persiste per qualche giorno poi va via e ritorna, vero che non ho una giusta alimentazio perche mangio di tutto.puo essere anche un fattore di ansia o stress? gentilmente chiedo cosa devo fare.in attesa della vostra risposta voglite gradire i miei più disdinti saluti.
Egr. Sig. Nicola, in assenza di una causa cardiaca documentata il dolore toracico è spesso conseguenza di una malattia da reflusso anche senza i sintomi tipici del reflusso (bruciori epigastrici, rigurgiti acidi, ecc). In tali casi la diagnosi si fa con la pH-metria esofagea di 24 ore che riesce a vedere se in corrispondenza della crisi dolorosa vi è un episodio di reflusso g.e. In caso positivo va fatta la terapia e la dieta adeguate. Distinti saluti, Prof. Mauro Bortolotti.
Prof. Mauro Bortolotti

Sospetta RCU
17 Gen 10 - denis, 36 anni (id: 103200)
  Buongiorno dottore mi chiamo Denis ho 36 anni vorrei raccontare brevemente il mio problema 3 anni fa dopo essermi sottoposto a EGDS per svariati problemi mi è stata diagnosticata un ernia iatale con cardias un po beante e una duodenite erosiva con infezione da helicobacter pylori successivamente eradicato, 2 anni fa invece dopo qualche caso di scariche mucosanguinolente mi sono sottoposto a colonscopia, mi è stata diagnosticata una rcu di lieve attività ho cominciato con liter terapeutico e visite di controllo, però tutte quelle pillole che dovevo assumere per la rcu mi creavano grossi problemi allo stomaco e a insaputa del mio gastroenterologo ho smesso di prenderle (lo so che non ho fatto ... continua >>
una bella cosa però non cè la facevo piu con i dolori, lui continuava a insistere che dovevo continuare a prenderle anche se avevo tutti questi problemi) a distanza di 8 mesi dalla cessata assunzione dei farmaci per la rcu sto bene invece per lo stomaco le cose sono un po migliorate ma ho sempre qualche riacutizazione lultima un mese fa con dolore nausea febbricola, difficoltà digestiva, prendo solo una pastiglia di pantorc da 40 alla mattina e procinetico prima dei pasti. Una settimana prima avevo fatto gli esami del sangue di routine per la rcu ed erano tutti ok tranne 2 (MCHC 36.1 valore di riferimento massimo 35.5 e Lipasi 55 valore di riferimento massimo 52) ora vorrei chiederle ultimamente ho un fastidio che a volte quando mangio un po piu del solito diventa un lieve dolore al qu
La sua domanda un pò troppo lunga ed incompleta mi fa tuttavia pensare che non abbia una vera rettocolite ulcerosa, ma forse ha avuto un’infiammazione del colon passeggera di tipo batterico. I suoi disturbi digestivi le può combattere seguendo i consigli che le allego. Tuttavia le faccio notare che non mi sembra ci stia tanto la febbricola con la cattiva digestione e forse ha altre origini..
Trattamento_della_dispepsia_(3)_.doc
Prof. Pier Roberto Dal Monte


Da 6186 a 6201 di 28260