Sei in: Medico on-line > Gastroenterologia

Aderiamo allo standard HONcode per l'affidabilità dell'informazione medica Aderiamo allo standard HONcode per l'affidabilità dell'informazione medica.
Verifica qui.


Gastroenterologia
Referenti
  • Prof. Pier Roberto Dal Monte

  • Già Direttore Dipartimento medico-chirurgico delle Malattie dell’apparato digerente. Ospedale Bellaria-Maggiore. Bologna.

  • Prof. Mauro Bortolotti

  • Professore a Contratto della Specializzazione in Medicina Interna
    Facoltà di Medicina e Chirurgia dell’Università di Bologna
    Policlinico S. Orsola


ultimo aggiornamento 27/11/2014
 
Aree tematiche


Nella compilazione della tua domanda ti chiediamo gentilmente di attenerti il più possibile alle aree tematiche qui sopra riportate
ultimo aggiornamento 26/01/2007
Invia la tua domanda

Domande / Risposte
Rifiuti infetti
11 Set 11 - Marianna, 32 anni (id: 118783)
  Gentile Dott. Bortolotti, la ringrazio per la risposta datami, in merito a questa lei ha scritto che se non ho toccato i rifiuti non cè motivo di preoccuparmi; io i rifiuti non li ho toccati ma entrando in questa ho respirato i vapori al suo interno. Era una stanza piena di materiale sanitario a rischio infettivo e vi erano solo questi, era chiusa, si sentivano dei gorgoglii come di acqua e lodore era molto molto forte e irritante. Prendendo informazioni in rete ho letto che è possibile prendere infezioni attraverso le vie aeree, oltre che attraverso la cute. Secondo lei dovrei rivolgermi ad un centro di malattie infettive? La ringrazio ancora
Gentile Sig.ra Marianna, I germi non si trasmettono con l’odore, ma possono trasmettersi per via aerea con gli starnuti e la tosse. Se vuole può sentire il parere di un infettivologo. Cordiali saluti, Prof. Mauro Bortolotti.
Prof. Mauro Bortolotti


Dolore intercostale
10 Set 11 - marco, 35 anni (id: 118768)
  salve dottore, le scrivo per un fatto successomi qualche giorno fa : circa 4 giorni fa per prendere una cosa da terra, mi sono abbassato in avanti col busto ( senza piegare le gambe ) e allimprovviso ho sentito un dolore nella zona dellultima costola a destra , da allora il dolore non è andato più via... e nonostante prenda da 4 giorni tachipirina... il dolore e fastidio cè sempre. Cosa può essere successo a suo avviso con quel movimento in avanti?... la zona mi pare sia quella di fegato e cistifella.... non è che con quel movimento si è rotto qualcosa o cmq creato qualche danno? aspetto cortesemente una sua gentile risposta, grazie anticipatamente. Marco
E’ possibile che abbia avuto una contrazione o strappo a livello dei muscoli intercostali, faccia comunque una rxgrafia torace. Il fegato non c’entra.
Prof. Pier Roberto Dal Monte

Acalasia e sildenafil
9 Set 11 - Antonio, 68 anni (id: 118761)
  Il 06.4.2000 il Prof. M. Bortolotti nelleseguire una manometria esofagea mi somministrò del sildenafil che provocò una discreta riduzione (circa il 50%)del tono del cardias senza ridurre significamente lampiezza delle onde pressorie. Conclusioni: acalasia cardiale con discreta risposta al sildenafil. A tuttoggi non sono stato operato e chiedo se posso assumere il sildenafil nella versione orosolubile per la disfagia.Ora assumo mezza compressa di Carvasin 5 mg.
Egr. Sig. Antonio, per potere decidere sulla terapia da fare per l’acalasia occorre rifare il punto della situazione attuale poichè sono passati 11 anni e le cose possono essere cambiate. Se vuole può contattarmi al n. 051-307901. Cordiali saluti, Prof. Mauro Bortolotti.
Prof. Mauro Bortolotti

Dispepsia di ndd
9 Set 11 - Marianna, 32 anni (id: 118759)
  Gentili dottori, a metà giugno ho avuto il morbillo subito dopo essere stata in ospedale per fare le notti a mia madre, durante il ricovero sono accidentalmente entrata in una stanza che conteneva rifiuti ospedalieri a rischio infettivo; il reparto era pneumologia.Non immaginando di potere avere una malattia esantematica alla mia età così sono andata al pronto soccorso dove le piastrine erano 87mila. Facendo altri controlli successivi si sono normalizzate. Passato il morbillo(che i medici avevano scambiato per influenza prescrivendomi antibiotici) ho cominciato ad avere feci molli e oleose. Le feci molli durano da 2 mesi, sono andata dal medico ho fatto analisi per la celiachia negativa, asp... continua >>
etto le analisi delle feci e prima avevo fatto le analisi virologiche dove è risultato positivo il morbillo e dubbio la mononucleosi e la rickettsiosi. E possibile che abbia contratto tanti virus insieme essendo venuta a contatto con i rifiuti sanitari a rischio infettivo? Adesso le feci sembrano essersi normalizzate ma ho bisogno di eruttare quando mangio, mi sento come un peso allo stomaco e ho gorgoglii quando sono sdraiata a letto, ho anche nausea. Che esami mi consigliate di fare? Che pericoli rischio per lincidente commesso? Grazie mille!
Gentile Sig.ra Marianna, se non ha toccato i rifiuti a rischio dubito che abbia contratto malattie infettive. Inoltre è ben difficile che il virus del morbillo si trovi in un reparto di pneumologia. Attualmente mi pare che abbia disturbi dispeptici, pertanto richieda al medico accertamenti radiologici o endoscopici se la terapia a base di procinetici non funziona. Cordiali saluti, Prof. Mauro Bortolotti.
Prof. Mauro Bortolotti

MRGE
9 Set 11 - stefania, 36 anni (id: 118750)
  ho fatto una esofagogastroduodenoscopia e vorrei sapere cosa significa ( è presente breve stria iperemica finemente erosa ) volevo specificare che devo essere operata di bypass gastrico grazie
Significa che ha una esofagite erosiva forse sostenuta da reflusso gastroesofageo. Si veda l’allegato.
Malattia_da_reflusso_gastro-esofageo.doc
Prof. Pier Roberto Dal Monte

Colon irritabile?
9 Set 11 - francesco, 27 anni (id: 118746)
  esimio professore,da 6 mesi ho problemi.con un episodio di vomito intenso(unico)nacque tutto.seguidolore e bruciore retrosternale,nausea,per 3 mesi circa,arginati da gaviscon advance.purtroppo tutti gli inibitori di pompa protonica mi causano diarrea,quindi per il reflusso gastroesofageo solo lalginato ho potuto utilizzare.nel medesimo periodo ho avuto calore e bruciore in tutto il corpo,che veniva sempre al pomeriggio per poi sparire la sera,febbricola 37,2 -37,4.poi sparito improvvisamente.ho transaminasi alte(da quandero piccolo),ho effettuato esame feci sangue occulto ed helicobacter pylori negativi,vi e un pregresso citomegalovirus.leggermente superiori al normale pcr e fibrinogeno.ho g... continua >>
lobuli bianchi alti.tante che,finito il calvario del reflusso,son sorti dolori al colon,a volte dx altre sx,dapprima a contrazioni poi a dolore,mi scusi lapprossimazione terminologica.il gastroenterologo mi diede in giugno mylicon,ma nulla e cambiato.laria sembra intrappolarsi nel colon per poi scendere e attenuare il peso-dolore.da settimane utilizzo valpinax 25 gocce per 3 volte al di,ma i risultati son blandi.da un allergologo ho effettuato da 1 settimana alcat test citotossicita,che riporta intolleranze a pomodoro,cacao,arancia e kiwi.eco addome inferiore negativa,superiore riporta steatosi epatica (ma io son astemio).le chiedo,conscio dei limiti del consulto,di cosa si potrebbe trattare.forse laver mangiato cibi a cui son intollerante,o cosaltro?mi aiuti,per favore
Egr Sig. Francesco, l’intolleranza ai cibi non è la causa dei disturbi ed i tests fatti da lei non hanno valore scientifico. Lei probabilmente ha un colon irritabile, ma per averne la certezza deve escludere altre malattie organiche e funzionali intestinali che hanno una sintomatologia simile(vedi area tematica relativa per maggiori informazioni) con altri esami da stabilire in base ad una visita ed alla valutazione diretta di quelli già fatti. Cordiali saluti, Prof. Mauro Bortolotti
Prof. Mauro Bortolotti

Asma bronchiale
9 Set 11 - maria, 42 anni (id: 118744)
  Salve dott.sono una donna che soffre da 7 anni circa di asma bronchiale sono sotto cura presso un pneumologo mi sottopongo ogni anno a spiriometrie visite,sono curata con aliflus 50/250 e il ventolin al bisogno . Tutto è cominciato lanno scorso quando ho contratto il helicobacter pyloryi curato con klacid 500 e diflucan 100 mg,curato bene perchè è passato ,nelle vacanze ho avuto problemi respiratori gravi 2 volte alla guardia medica e 1 volta al pronto soc di taranto mi hanno solo riscontrato asma,curato con bentalan comp 1 mg, aliflus ma nn passava,tornata la mia dott.sa ha riscontrato una candida curata con klacid 500 e diflucan 100mg di nuovo ed è passato tutto h... continua >>
o fatto esami e rx tutto ok poi questanno sono stata operata di calcoli alla coliciste a luglio,ad agosto mentre ero in ferie ho comiciato ad accusare problemi respiratori come lanno scorso.Tornata a casa sono stata bene ma dopo è cominciato di nuovo la crisi respiratoria con dolore al petto sx al pronto socc mi hanno ricontrato asma mi hanno fatto rx e esami del sangue tutto ok, hanno detto di proseguire la cura con il klacid 500 che mi ha dato la guardia medica 4 puff ventolin al bisogno e decacortene comp.25mg sembrava stavo meglio ma sono ripresentati i sintomi con difficoltà respiratorie,tremore ,dolore petto sx un senso di soffocamento alla gola.Secondo lei è possibile uninfezione o qualcosa di più grave?
Mi sembra più un problema che deve trattare con il suo pneumologo/allergologo, poichè si tratta soltanto di asma allergica e non so se tutti gli antibiotici che ha preso non abbiamo aggravato la situazione.
Prof. Pier Roberto Dal Monte

Sospetta esofagite
8 Set 11 - franca, 36 anni (id: 118737)
  Ho fatto una gastro duodeno scopia e mi Hanno trovato in corrispondenza della giunzione gastro esofagea su una plica una formazione poipoide iperemica con erosione .Che cosa significa ? grazie
E’ possibile che si tratti di un’ulcera od di una forte infiammazione da reflusso. Forse hanno fatto una biopsia e aspetti il risultato e comunque faccia una terapia come se avesse un reflusso esofageo.
Malattia_da_reflusso_gastro-esofageo.doc
Prof. Pier Roberto Dal Monte

Dolore retto-coccigeo
7 Set 11 - Rosy, 76 anni (id: 118727)
  Gent.ssmo Prof. Bortolotti,grazie davvero per la Sua veloce e chiara risposta. Sicuramente entro la fine del mese prendero un appuntamento per una visita con Lei.Volevo solo aggiungere altre informazioni riguardo al dolore che magari Le possono essere utili: Il dolore fin dalla sera stessa del rientro dal PS si era attenuato tantissimo infatti avevo dormito tutta la notte, fino a ridursi il giorno successivo solo ad un qualcosa di "latente". Poi dal giorno dopo il dolore e scomparso del tutto ed e una settimana che non ho piu male, da 2-3 giorni ho anche finito le terapie analgesiche ed antibiotiche. Spero davvero, visto che sono molto ansiosa di natura, che Lei non sospetti nulla di troppo... continua >>
serio, quando menziona un problema di origine retto-coccigea. In attesa di incontrarla di persona, La ringrazio anticipatamente per la Sua gentilezza e per il Suo prezioso aiuto.I miei piu cordiali saluti. Rosy
Gentile Sig.ra Rosy, non penso che si tratti di qualcosa di brutto,ma per sicurezza nell’attesa della visita potrebbe fare la ricerca del sangue occulto fecale su 3 campioni a dì alterni. Cordiali saluti, Prof. Mauro Bortolotti.
Prof. Mauro Bortolotti

Sospetta dispnea
7 Set 11 - katia, 35 anni (id: 118720)
  buongiorno da qualche anno di notte mi sveglio di sopprasalto con apnea e contrattura muscolare delladdome come se avessi inghiottito dell,aria e nn entrasse piu, sembra sempre di avere qualcosa in gola o livello dello sterno da deglutire,ora da qualche periodo mi capita anche al giorno stessi sintomi e mi sento anche le orecchie in acufeno come se fossi in altitudine e da un momento all,altro dovvessero stapparsi dunque durante il giorno sono sempre a soffiare il naso per cerchere di aiutarmi a stappare ma senza risultato, mi succede quando faccio una salita o sono sottosforzo o dopo mangiato o appena mi alzo dal letto la cosa piu fastidiosa e questo sintomo dia aver i... continua >>
ghiottito aria e espellerla con dificolta e contrattura addominale....grazie in anticipo per la sua risposta
Forse è bene che consulti un pneumologo non essendo un disturbo prevalentemente gastroenterico.
Prof. Pier Roberto Dal Monte

Colon irritabile
7 Set 11 - giorgio, 46 anni (id: 118718)
  Gentilissimo dottore, fino ad 2 anni fa ho sofferto di accumulo di aria nellintestino con pancia sempre gonfia anche quando mangiavo pochissimo.Poi ho fatto vari accertamenti (analisi del sangue, coprocultura,ecografia addominale)tutte con esito negativo.Poichè soffro di emorroidi ho fatto anche una visita completa dal proctologo, il quale mi diagnosticava solo una forma emorroidale di 2°grado.Circa 1 anno fa ho fatto una dieta x 4 mesi giusto per provare ed ho escluso il glutine,il latte compreso i suoi derivati e lo zucchero. Il gonfiore dopo 7-8 giorni di dieta è scomparso.Sto continuando la dieta,ora mi sento meglio,però ci sono dei periodi che vado in bagno quotid... continua >>
ianamente, mentre in alcuni periodi vado in bagno una volta a settimana ed in tale occasione dopo la defecazione mi rimane un piccolo fastidio allintestino che scompare dopo aver mangiato.Ultimamente ogni tanto mi vengono dei crampi alla pancia di breve durata che scompaiono dopo emissioni di aria. A tal proposito, volevo chiederLe gentilmente se mi devo preoccupare e lei che mi consiglia. Distinti saluti.
Attualmente penso che soffra di colon irritabile e poi non è detto che in maniera completa riesca a fare una dieta priva di glutine e di lattosio contemporaneamente. Consiglierei intanto di provare a fare quella priva di lattosio soltanto come le allego e pensando ad un dismicrobismo intestinale una settimana di un antiabatterico come la ciprofloxacina 500 mg al dì.
Colon_irritabile_(4).doc
Intolleranza_al_lattosio[1].DOC
Prof. Pier Roberto Dal Monte

Dolore coccigeo
6 Set 11 - Rosy, 76 anni (id: 118714)
  Gent.ssimo Prof. Bortolotti mi sono dimeticata di scrivere cio che il PS ha scritto alle dimissioni:"dolore addominale in coprostasi". Questo relativo al mio primo ID 118713.Grazie ancora Gentile Professore per il Suo aiuto. Distinti saluti. Rosy
Vedi risposta già data.
Prof. Mauro Bortolotti

Dolore al coccige
6 Set 11 - Rosy, 76 anni (id: 118713)
  Gent.Prof.Bortolotti,martedì30.08 mi sono recata al PS perchè dopo 2-3 giorni che avevo un dolore alla fine della colonna vertebrale a sx(zona coccige),mi capita spesso da tanti anni,il dolore si è acutizzato fino a diventare fortissimo/continuo con irradiazione sul fianco/anca e addome inferiore/inguine sx. Il medico mi ha visitata:addome molle al tatto/nessuna massa,nessun problema ad urinare,feci normali per colore e consistenza,no sangue(ero andata di corpo anche la stessa mattina),no febbre,no vomito,no anoressia(negli ultimi mesi sono ingrassata di 5-6 kg)mi ha fatto una iniezione di Voltaren+Bentelan,pensando ad una sciatalgia acuta.Però il dolore dopo alcune ore non è passato mi sono... continua >>
recata al PS:mi hanno visitato e sottoposta a:esami urine e sangue completi,rx addome+bacino+rachide lombosacrale,ecografia addominale.I medici ci hanno detto che tutti gli esami sono andati benissimo,solo stasi fecale(non specificato in che punto).Sono stata dimessa dopo flebo analgesici con:Selg 250 2/dì,Voltaren fiale 5gg,Normix 3dì per 5gg.Non è stato richiesto nessun altro accertamento,solo visita dal curante e se il dolore persistesse di tornare al PS.Ad oggi(ultimoVoltaren Sabato 3.09 mattina,ultimoNormix Domenica 04.09 sera)il dolore è scomparso.Secondo Lei la causa di questo dolore è da attribuirsi più all’addome o alla schiena?Ritiene necessari ulteriori accertamenti?Se sì quali.Grazie per la Sua gentile risposta.Spero Lei mi possa rassicurare ulteriormente.Distinti saluti.Rosy
Gentile Sig.ra Rosy, è più probabile che si sia trattato di un problema di origine retto-coccigea, ma per una diagnosi ed adeguata terapia occorrono accertamenti da stabilire in base ad una visita ed alla valutazione diretta degli esami già effettuati. Se vuole può contattarmi al n. 051-307901. Cordiali saluti, Prof. Mauro Bortolotti.
Prof. Mauro Bortolotti

Epigastralgie
6 Set 11 - ursula, 46 anni (id: 118700)
  Gentile Professore, come sta? Mi perdoni se La disturbo ma ho da porLe una domanda: da qualche giorno ho fortissima nausea e dolori allo stomaco. Ora, io ho i miei trascorsi di intolleranza alimentare (che forse sta tornando fuori), il mio reflusso (che per ora tengo a bada con una pasticca di Pantoprazolo la mattina, mi sono curata PSICOLOGICAMENTE (Prazene + cipralex - adesso solo un cypralex), ho fatto agopuntura risolvendo attacchi panico ed ansia....cosa posso avere adesso???? RingrazindoLa come sempre della Sua gentile attenzione, La saluto con stima. Ursula
Intanto va abbastanza bene. In quanto a Lei è possibile che sia un pò uscita dalle regole alimentari e che abbia mangiato qualche cibo per lei indigesto o non ben tollerato, anche se non si può escludere un infezione virale.Comunque ritengo niente di grave da tenerla in ansia. Provi a fare una dieta leggera per qualche giorno ed aggiunga qualche goccia (almeno 10) di levobren od una bustina di domperidone prima dei pasti contemporaneamente. Leggendola sempre con simpatia (anche se per problemi!), la saluto cordialmente.
Prof. Pier Roberto Dal Monte

Pancreas aberrabte
5 Set 11 - Salcatrice, 31 anni (id: 118690)
  Gentile Professore, le scrivo questa mail per ricevere un aiuto da parte sua. Ho 31 anni scrivo dalla provincia di Enna, da circa due mesi mi è stata fatta una diagnosi di"pancreas aberrante al digiuno". L endoscopia capsulare fatta all Ospedale Vittorio Emanuele di Catania ha evidenziato a livello del digiuno la presenza di una formazione sessile ricoperta da mucosa normale ombelicata al centro di circa 8 - 10mm di diametro ( aspetto endoscopico di lesione sottomucosa - pancreas aberrante?) Per approfondire il tutto mi hanno fatto una entero-RMN, entero TAC ed una colangio- RMN, allospedale Borgo Roma di Verona, tutto con esito negativo, anzi la colangio RMN ha evidenziato a" livello epatic... continua >>
o alterazione del segnale compatibile con patologia da accumulo (emocromatosi?) .Per la completa assenza di segni clinici, la negatività dei marcatori per morbo di Wilson e per emocromatosi e la normale funzione epatica agli esami biomurali,si ritiene controllo fra 6 mesi della funzione epatica, ferritina, cupremia e della RMN addome." Sono preoccupata, il motivo oltre alla diagnosi deriva dal fatto che siamo arrivati a questo dopo sei mesi circa. Le faccio una breve sintesi della mia storia clinica, tutto è iniziato il 07 Marzo quando ho accusato i primi sintomi attraverso una febbricola che ancora oggi persiste(37,2°-37,6°)
Non capisco la preoccupazione attuale poichè non ha nulla d’importante ed una malformazione non particolarmente pericolosa(rarissimi casi di pancreatite a carico di tale malformazione).
Prof. Pier Roberto Dal Monte


Da 3375 a 3390 di 28776