Sei in: Medico on-line > Gastroenterologia

Aderiamo allo standard HONcode per l'affidabilità dell'informazione medica Aderiamo allo standard HONcode per l'affidabilità dell'informazione medica.
Verifica qui.


Gastroenterologia
Referenti
  • Prof. Pier Roberto Dal Monte

  • Già Direttore Dipartimento medico-chirurgico delle Malattie dell’apparato digerente. Ospedale Bellaria-Maggiore. Bologna.

  • Prof. Mauro Bortolotti

  • Professore a Contratto della Specializzazione in Medicina Interna
    Facoltà di Medicina e Chirurgia dell’Università di Bologna
    Policlinico S. Orsola


ultimo aggiornamento 22/02/2013
 
Aree tematiche


Nella compilazione della tua domanda ti chiediamo gentilmente di attenerti il più possibile alle aree tematiche qui sopra riportate
ultimo aggiornamento 26/01/2007
Invia la tua domanda

Domande / Risposte
Ragade anale
10 Mag 11 - Filippo, 24 anni (id: 116945)
  Egregio dottore, i primi di marzo mi è stata diagnosticata ragade anale acuta (ore12) in ipertono anale. Il proctologo mi ha prescritto rectogesic 2 v. al dì per 8 sett., dilatan due volte al dì, psyllogel 2 buste al dì, dieta iperscorica. Alla visita di controllo al termine della cura: ragade anale ben riepitelizzata, continuare con dieta e lasssativi di massa al bisogno, dilatan a cicli. Ora dopo due settimane dalla fine della cura alla prima leggera stitichezza mi è tornato il fastidio in particolare durante la defecazione e dopo. Temo sia una recidiva. Come mi devo comportare? Quali sono le soluzioni in tali casi? Grazie Cordiali Saluti
Penso che sia opportuna a questo punto valutare la necesità di un intervento chirugico, vedendopsi l’allegato.
La ragade anale.doc
Prof. Pier Roberto Dal Monte


Polipo
10 Mag 11 - Angela, 60 anni (id: 116938)
  Polipo 4 Mag 11 - Angela, 60 anni (id: 116804) Gentile Dottore, sottoposta a retto-colonscopia mi veniva asportato (nel sigma distale)polipo con breve peduncolo e testa del diametro di mm 6. Sottopongo al suo vaglio la seguente diagnosi istologica: adenoma tubulare con displasia di basso grado dellepitelio ghiandolare. Prima di andare dal mio medico di base, avrei piacere di avere un Suo consulto. Ringraziandola anticipatamente invio cordiali saluti. Angela Deve fare i controlli successivi come le avranno detto i colleghi endoscopisti, poichè un polipo con displasia può esser pericoloso per eventuale degenerazione e bisogna controllare se è non vi è alcuna recidiva locale. Gr... continua >>
azie della celere risposta: preciso che mi è stata prescritta ulteriore diagnostica fra 5 anni. Sono forse troppi......? A presto.
Tra tre anni è meglio.
Prof. Pier Roberto Dal Monte

Bruciori lato destro
10 Mag 11 - anna, 43 anni (id: 116937)
  caro dott e la 3 volta che le scrivo sono anna 6 anni fa sono stata operata d urgenza laparotomia annessectomia sx appendicectomia drenaggi dopo una gastroscopia per vari disturbi allo stomaco referto paziente intollerante ernia da scivolamento con esofagite di g a iperemia diffusa della mucosa gastrica a reflusso biliare nulla al bulbo duodenale ho fatto la cura e stavo meglio pio lo rifatta ed e lo stesso risultato sono stata meglio quindi ho evitato di testa mia di non prendere piu farmaci poi 2 mesi fa mi e comparso questo dolore al fianco destroho fatto un eco addome coliciste ipotonica a contenuto transonico un angioma al fegato di 15mm una ciste di 19mm ospitante a destra transonic... continua >>
a capsulata contratture dolorosa delle fibre dei muscoli retti della parete addominale il mio medico curante dopo varie cure mi ha fatto fare dei lavaggi con zantac spasmexs toradol samyr ma io ho sempre questi bruciori al lato dx della coliciste quando bevo e ingerisco cibo dopo un mese ho rifatto l eco addome ed e risultato che ho coliciste ipotonica il cui lume ospita un immagine ecogena di nuova osservazione di 5mmda riferire a microlitiasi sto prendendo lansox da 30mg levopraid 20 gocce pranzo e cena spamex al bisogno ma sino ad ora nessun risultato sempre questi bruciori al lato dx quando ingoio la prego nuovamente mi aiuti
Gentile Sig.ra Anna, per la microlitiasi colecistica le consiglio acido ursodesossicolico. Cordiali saluti, Prof. Mauro Bortolotti.
Prof. Mauro Bortolotti

Risposta
10 Mag 11 - anna, 43 anni (id: 116934)
  caro dottore vorrei sapere per quale motivo non risponda alle mie domande le ho mandato la mia diagnosi 5 giorni fa
Già fatto.
Prof. Pier Roberto Dal Monte

Bolo e gastroscopia
10 Mag 11 - andrea, 34 anni (id: 116932)
  Gentile Professore, finalmente ho fatto la visita dal gastroenterologo .. il sospetto e reflusso e dovro fare una gastroscopia con biopsia.. per il nodo alla gola mi ha detto che piu mi fisso e piu avro quella sensazione( Bolo faringeo)...io pensavo fosse una conseguenza del reflusso . cmq a rieti fanno la transnasale io pero ho richiesto quella con sedazione e domani parlero con un anestesista per vedere quando e disponibile ... data la mia ansia per questo esame pensa che faccio bene a richiederla in sedazione=? e secondo lei me la faranno sempre dal naso anche se con sedazione? Grazie mille in anticipo
Egr. Sig. Andrea, il bolo è conseguenza del reflusso, ma è aggravato dallo stress. Per la sedazione deve chiedere all’anestesista. Cordiali saluti, Prof. Mauro Bortolotti.
Prof. Mauro Bortolotti

Celiachia e MRGE
10 Mag 11 - giorgio, 44 anni (id: 116928)
  Buon giorno il mio problema che mi porto da circa 5 anni è soprattuto di notte impedendomi di riposare e mi succede circa 1 volta alla sttimana, ho molta salivazione direi collosa con un po di singhiozzo e in quel giorno ho difficoltà a deglutire qualsiasi cosa,non ho ne dolore ne bruciore,circa 3 anni fà ho fatto una gastroscopia e non evidenziato nessuna patologia poi ho fatto rx tubo digerente e lunica cosa che hanno trovato sono modesti reflussi gastro-esofagei in trendelemburg e valsalva,ho fatto molte cure ma niente ,circa 4 mesi fà lavis ha introdotto lesame della celiachia il risultato era:S-AB ANTI ENDOMISIO 8ema) positivo,s-ab anti transglutaminasi iga 6,43 il valore sarebbe dubbi... continua >>
oso, me lo hanno fatto rifare dopo circa 3 mesi e il valore è diventato 17 per cui positivo adesso dovrò fare la biopsia per i villi intestinali,quello che volevo sapere se secondo lei il mio problema di stomaco anche se risalente a circa 5 anni fà potrebbe essere legato alla celiachia anche se magari non era ancora attiva la malattia.grazie
Egr. Sig. Giorgio, lei oltre alla celiachia ha probabilmente anche una MRGE che non è collegata alla prima e che deve essere curata a parte. Cordiali saluti, Prof. Mauro Bortolotti.
Prof. Mauro Bortolotti

Postumi di gastroresezione
9 Mag 11 - giacomo, 57 anni (id: 116921)
  Sono un gastroresecato, lintervento è stato effettuato circa 4 anni fa. Ho effettuato un esame endoscopico, la risposta della diagnosi è stata la seguente: mucosa del corpo gastrico sede di focolai di flogosi cronica, stravasi ematici e note di metaplasia intestinale Snomed M=40000 T= 57000 La visita oncologica prenotata per metà luglio, dalla diagnosi devo attivarmi per anticiparla? Ringrazio anticipatamente per la sua collaborazione.
Nessuna urgenza, segua l’appuntamento.
Prof. Pier Roberto Dal Monte

Benzina
9 Mag 11 - giuseppeardolino, 50 anni (id: 116916)
  seguito contatti via breve in data odierna Gentilissimo Professor Dalmonte, premesso che sono un 50enne, senza alcuna presumibile patologia in atto e che Le chiedo scusa se La importuno, Le comunico che oltre tre mesi fa, per una mia leggerezza, ingerii una piccola quantità di benzina, senza, peraltro, avere nè al momento, nè a tuttoggi, alcun sintomo, motivo per cui non ho mai consultato alcun medico. Per quanto precede, Le sarei grato se mi potesse far sapere, se ciò, in futuro, potrà generare lo sviluppo di qualche tumore allapparato digertente o altra conseguenza. Certo di ricevere un Suo qualificato parere, La ringrazio e Le invio rispettosi saluti Giuseppe Ardolin... continua >>
o
Nessun problema come già detto.Una volta la benzina si aspirava dalle taniche e serbatoi con la bocca o risucchio ed una comune tubo di gomma. Non ho mai saputo di alte percentuali di tumori negli autisti e benzinai!!!
Prof. Pier Roberto Dal Monte

MRGE
9 Mag 11 - federico, 41 anni (id: 116901)
  Egregio Professore, circa 5 anni fa mi hanno diagnosticato un ulcera allesofago causata da reflusso in presenza di ernia iatale; ulcera che mi causava il blocco nella deglutizione dei cibi più corposi. A ciò la terapia utilizzata è stata nexium 40 la mattina e nexium 20 la sera per un mese e poi a ridurre fino al suo annullamento. Ma come Le dicevo sono cinque anni che smetto e devo dopo 15 giorni di astinenza al farmaco riprendere la terapia. Diccome molti mie amici medici mi dicono, compreso quello di familia, che una terapia del genere così prolungata potrebbe avere degli effetti negativi nel corso della vita Le chiedo un suo parere in merito a ciò e se oltre alla ba... continua >>
nale garstroscopia vi siano altri interventi o altri tipologie di analisi che dovrei effettare per escludere ogni altro motivo di tale disturbo. Grazie
I farmaci che le hanno prescritto in particolare gli IPP sono bene tollerati e anche oltre vent’anni dopo il loro uso non hanno mostrato alcun effetto collaterale particolarmente serio.
Malattia_da_reflusso_gastro-esofageo.doc
Prof. Pier Roberto Dal Monte

MRGE e duodenite
8 Mag 11 - marcello, 39 anni (id: 116890)
  Egr. Dottore scrivo il referto della egd fatta su suo consiglio. "REFERTO ESOFAGO DI ASPETTO NORMALE FINO NEL TERZO MEDIO DOVE, AL DI SOPRA DI UN CARDIAS POCO CONTINENTE, LA MUCOSA APPARE IPEREMICA. DI ASPETTO NORMALE LA MUCOSA GASTRICA, PERISTALSI VALIDA, CONTENUTO MUCOSO CON TRACCE DI BILE. ANGULUS INDENNE. PILORO PERVIO NORMOCONFORMATO E NORMOCINETICO. MUCOSA DUODENALE IPEREMICA, NULLA ALLA SECONDA PORZIONE. NDR A CARICO DELLA MUCOSA SOTTOCARDIALE E DEL FONDO GASTRICO. BIOPSIE PER IL TEST RAPIDO ALLUREASI (CP TEST). DIAGNOSI GERD, DUODENOPATIA, HP ASSENTE. TERAPIA CONSIGLIATA CONTINUAZIONE TERAPIA CON IPP, ESOMEPRAZOLO 40 MG DIE PER ALTRE 4 SETTIMANE, QUINDI 20 MG ... continua >>
DIE INDEFINITAMENTE." In relazione ad essa Le pongo alcune domande: 1- è da considerarsi di grado lieve, quasi inesistente e non preoccupante ovvero serio, liperemia della mucosa esofagea con relativa gerd? 2- è da considerarsi di grado lieve, quasi inesistente e non preoccupante ovvero serio, liperemia della mucosa duodenale con relativa duodenopatia? 3- è da considerarsi di grado lieve, quasi inesistente e non preoccupante ovvero serio,la presenza di contenuto mucoso con tracce di bile? 4- esistono medicinali in grado di influire in qualche modo sul tono del cardias? 5- è realmente consigliabile una terapia continuativa per tutta la vita? gli ipp a lungo andare non hanno controindicazioni? 6- alla luce della suddetta egd, posso concludere per una guarigione dal maller? Grazie
Ha una discreta infiammazione che fondametalmente dovrà curare anche in relazione ai disturbi che ha ed alla risposta alla terapia. Comunque niente di preoccupante: segua i consigli allegati. Per lo sfintere esofageo inferiore-cardias può andar bene il domperidone.
Trattamento_della_dispepsia_(3)_.doc
Malattia_da_reflusso_gastro-esofageo.doc
Prof. Pier Roberto Dal Monte

Dispepsia
8 Mag 11 - VINCENZO, 50 anni (id: 116889)
  SONO CARDIOPATICO ANSIOSO SENZA COLICISTE PRENDDO PANTORC40 MATTINA PERIDON 10MG PRIMA DI PRANZO E CENASEMPRE GONFIO STOMACO PURE A DIGIUNO AVVOLTE DOPO I PASTI GONFIO E VOMITO DIGESTIONELENTA VORREI PROVARE A PRENDERE GAVISCON ORIOPAN GEL DOPO I PASTI CIO SEMPRE ARIA STOMACO E PANGIA E NON FACCIO AVVOLTE ARIA
Potrebbe avere dei disturbi secondari all’intevento di colecistectomia o una parziale simndrome da colecistectomia come vedrà sotto, provi a seguire i consigli che leggera di seguito.>>>La sindrome postcolecistectomia o da malassorbimento di bile, si verifica dopo l’intervento di colecistectomia(o asportazione della cistifellea generalmente per calcolosi biliare) per alterato riassorbimento intestinale della bile stessa. Si caratterizza con dolore addominale a cui succede spesso diarrea con feci giallastre o verdastro-scuro. La bile infatti essendo costituita anche da sali biliari ha effetto irritante e lassativo, se non assorbita normalmente dall’intestino, specie dopo introduzione dei cibi: questi, specie ai pasti principali, stimolando la peristalsi stimolano anche il passaggio della bile stessa non bene mescolata ai cibi nell’intestino con l’effetto sopradescritto e preceduto da dolori e borborigmi (movimenti intestinali accentuati e rumorosi). Come terapia si consiglia di prendere un farmaco che adsorbe i sali biliari rendendoli meno attivi, la Colestiramina: una bustina prima dei pasti principali. E’ bene far precedere la stessa terapia da un disinfettante anche a livello intestinale come tipo ciprofloxacina cp da 500 mg per 4-5 giorni.
Prof. Pier Roberto Dal Monte

Esofago "disturbato"
8 Mag 11 - EVA, 41 anni (id: 116887)
  Da un po di giorni mi sento lo esofago molto disturbato,ho fatto diverse cure sensa nessun risultato,in passato ho avuto una gastropatia.due settimane fa ho fatto rayi ai pulmoni e i rayi esofago duodeno col bario..tutto a posto,ma miei disturbi ci sono ancora..Cosa mi coniglia?
Gentile Sig.ra Eva, i dati forniti sono insufficenti (mancano le risposte esami e le terapie fatte) per una diagnosi ed una adeguata terapia, per le quali è anche necessaria una visita medica. Se vuole può contattarmi successivamente. Distinti saluti, Prof. Mauro Bortolotti
Prof. Mauro Bortolotti

MRGE resistente
7 Mag 11 - giuliano, 41 anni (id: 116884)
  Ciao carissimo dottore e da anni che soffro di malattia da reflusso con sintomi atipici cioe dolore toracico che sirradia alla spalla dx,difficoltà accentuata alla deglutizione laringite da reflusso con tosse secca e persistente dopo tante cure attualmente in cura da un vs collega gastroenterologo ho assunto per un mese circa lucen 40 mattino e sera ora lucen 40 mattino levopraid prima dei pasti raniben 300 la sera prima di dormire per lattuale voce rauca e tosse con difficolta accentuata alla deglutizione gaviscon durante il giorno.Lei dottore cosa mi consiglia anche per questa laringite che attualmente si ripresenta con un minimo cambio di temperatura?A presto grazie
Egr. Sig. Giuliano, la laringite dipende probabilmente dal reflusso che non è controllato a sufficenza. Dovrebbe fare una pH-impedenziometria esofagea sotto trattamento per capire perchè. Cordiali saluti, Prof. Mauro Bortolotti.
Prof. Mauro Bortolotti

Giardia
7 Mag 11 - GIUSEPPINA, 70 anni (id: 116880)
  GENTILE DOTTORE, HO SCOPERTO DA QUALCHE MESE CHE HO LA GIARDIA LAMBLIA. MI è STATA PRESCRITTA UNA CURA DI FLAGYL PER UNA SETTIMANA CON INTERRUZIONE DI UNA SETTIMANA E POI UN ALTRA SETTIMANA DI FLAGYL. HO RIFATTE LE ANALISI, MA PURTROPPO NON SONO GUARITA. IL MIO DOTTORE MI HA PRESCRITTO ANCORA 10 GIORNI DI FLAGYL E HUMATIN SCHIROPPO PER 10 GIORNI. LEI COSA MI CONSIGLIA? lA RINGRAZIO.
Gentile Sig.ra Giuseppina, rifaccia il controllo dopo la terapia consigliata. Cordiali saluti, Prof. Mauro Bortolotti.
Prof. Mauro Bortolotti

Giardia lamblia
7 Mag 11 - GIUSEPPINA, 70 anni (id: 116879)
  GENTILE DOTTORE, HO SCOPERTO DA QUALCHE MESE CHE HO LA GIARDIA LAMBLIA. MI è STATA PRESCRITTA UNA CURA DI FLAGYL PER UNA SETTIMANA CON INTERRUZIONE DI UNA SETTIMANA E POI UN ALTRA SETTIMANA DI FLAGYL. HO RIFATTE LE ANALISI, MA PURTROPPO NON SONO GUARITA. IL MIO DOTTORE MI HA PRESCRITTO ANCORA 10 GIORNI DI FLAGYL E HUMATIN SCHIROPPO PER 10 GIORNI. LEI COSA MI CONSIGLIA? lA RINGRAZIO.
Se la giardia è ancora presente nelle feci, provi la mepacrina cloridrato che forse può trovare via internet o alla farmacia del Vaticano.
Prof. Pier Roberto Dal Monte


Da 3375 a 3390 di 28327