Sei in: Medico on-line > Gastroenterologia

Aderiamo allo standard HONcode per l'affidabilità dell'informazione medica Aderiamo allo standard HONcode per l'affidabilità dell'informazione medica.
Verifica qui.


Gastroenterologia
Referenti
  • Prof. Pier Roberto Dal Monte

  • Già Direttore Dipartimento medico-chirurgico delle Malattie dell’apparato digerente. Ospedale Bellaria-Maggiore. Bologna.

  • Prof. Mauro Bortolotti

  • Professore a Contratto della Specializzazione in Medicina Interna
    Facoltà di Medicina e Chirurgia dell’Università di Bologna
    Policlinico S. Orsola


ultimo aggiornamento 22/02/2013
 
Aree tematiche


Nella compilazione della tua domanda ti chiediamo gentilmente di attenerti il più possibile alle aree tematiche qui sopra riportate
ultimo aggiornamento 26/01/2007
Invia la tua domanda

Domande / Risposte
Meteorismo e feci grasse
2 Apr 11 - enrica, 26 anni (id: 116184)
  salve dottore.ieri le ho scritto di nuovo con una domanda e oggi ne ho un altra molto importante.come gia le ho detto ho subito lanno scorso un intervento di bypass gastrico.a distanza ditempo mi accorgo che ogni cosa che mangio la pancia mi si gonfia. la dottoressa mi ha toccato la pancia dicendo che ho lintestino irritabile e cmq sto facendo altri esami per accertarmi del problema. noto pero ...ke dovrei soffrire appunto di meteorismo.la pancia mi si gonfia anke di aria.... il carbone vegetale non mi fa nulla gia lho provato... allora mi dico...per fare una cosa drastica..CE UN INTERVENTO KE BLOCCA QUESTO? e cmq noto che da un po di tempo le mie feci sono molto grassose. ho fatto un ... continua >>
esame delle feci e le ho messe nellapposita provetta,mi creda che quando ho aperto un attimo lampolla xke il tappo era gonfio...e uscito tutto di fuori. noto di avere delle feci che lievitano.infatti ho provato a vedere se MONTAVANO dentro un bikkiere.(con un tappo)ho messo un segnetto..e mi creda in due ore erano cresciute. il mio intestino fa queste feci da un po di tempo.sono gassose.sembra mouse. avvolte ho anke momenti di stipsi altre volte ...passo le nottate nel gabinetto. non so piu cosa pensare.possibile ke il bypass gastrico mi abbia rovinato cosi :( voglio vedere se un intervento chirurgico da fare...sono stanca di gonfiare per sta pancia.diventa dura sembro incinta.:( grazie in anticipo
Gentile Sig.ra Enrica, mi aveva chiesto della distensione gastrica e non mi aveva detto che aveva subito un intervento di by-pass sullo stomaco, che andrebbe precisato meglio. La distensione gastrica è dovuta al ristagno degli alimenti, liquidi e gas nello stomaco e quella intestinale è dovuta ad altre cause, inclusa la fermentazione intestinale anomala ed il malassorbimento, che vanno ricercate con opportuni esami che il suo medico può prescrivere in base ad una visita. Se vuole può contattarmi al n. 051-307901. Cordiali saluti, Prof. Mauro Bortolotti.
Prof. Mauro Bortolotti


Punto
2 Apr 11 - alberto, 64 anni (id: 116176)
  RIF 116089 del Prof. Minni. me la tengo e ci sono conseguenze per il futuro. Le faccio notare che non e confortante vivere con un punto metallico nello scavo pelvico. Mi dia anche il suo parere. GRAZIE
Se il problema l’angoscia, consulti un chirurgo per veder se si può asportare in laparoscopia.
Prof. Pier Roberto Dal Monte

Esofagite e dolori addominali con diarrea
2 Apr 11 - GIUSEPPE, 27 anni (id: 116165)
  Buonasera da due giorni che avverto nausea con dei dolori addominali sx fastidiosi irradiandosi alla parte sx dietro il cuore e a volte a torace portandomi malessere stanchezza e andando di corpo male di colore giallo chiaro liquido e a volte pastoso ho eseguito ecografia dove risulta solo un ingrossamento del fegato e della milsa il resto tutto nella norma ho eseguito una gastroscopia con esito esofagite terminale di 1 grado duodenite alla quale non mi è stata data nessuna terapia in questione.. ma ancora oggi sono sempre con questi disturbi.. chiedo hai professori di che cosa si tratta e nel caso che atri tipi di accertamenti dovrei fare per risolvere tale problema..Nel attesa di una vost... continua >>
ra eventuale risposta al riguardo le mando i miei saluti.
Egr. Sig. Giuseppe, per l’esofagite deve assumere IPP (gratuiti per la nota 48) e dieta che allego. Per la diarrea e dolori addominali deve fare accertamenti da stabilire in base ad una visita che può fare il suo medico curante. Cordiali saluti, Prof. Mauro Bortolotti.
Prof. Mauro Bortolotti

Meteorismo
1 Apr 11 - enrica, 26 anni (id: 116161)
  salve dottore.le spiego subito il mio problema ke m sta tormentando la vita. nel 2007 ho fatto un intervento di diversione biliopancreatica.poi per via del malnutrimento nel 2010 un bypass gastrico. pero ho notato dallanno scorso.che ogni cosa che mangio la pancia mi si gonfia.succede anke se bevo qualcosa o mastico cicles.in piu mi viene una pancia piena di aria e dolorosa...sembro incinta. si sgonfia solo se faccio aria o alla sera quando dormo. sono stata dalla dottoressa mi ha toccato la pancia e ha sentito che ho lintestino irritabile. ora sto facendo degli accertamenti ESAMI PER LA CELIKIA.E POI UN ECOGRAFIA. ma non penso che risolvo nulla.come devo fare?come possibile ke anke con... continua >>
lacqua gonfia?sono stanca perche tt i giorni e cosi.e non sto prendendo nulla.e se vado in ospedale?non so davvero dove sbattere la testa :(
Intanto veda i risultati degli esami per la celiachia e contemporaneamente valuti se è anche intollerante al lattosio evitando latte e latticini morbidi. E’ possibile che i vari interventi abbiano alterato l’assorbimento anche dei sali biliari e peraltro non mi dice come va con l’intestino. Potrebbe essere comunque utile l’uso di colestiramina che blocca l’effetto negativo della bile.
Prof. Pier Roberto Dal Monte

Meteorismo
1 Apr 11 - giovanna, 52 anni (id: 116152)
  EGREGIO DOTTORE, MI è STATA DIAGNOSTICATA UNA RETTOCELE ANTERIORE ED EVENTUALE INTERVENTO. VORREI SAPERE SE POSSO EVITARE LINTERVENTO E COME FARE PER RISOLVERE IL PROBLEMA DEL METEORISMO, E CATTIVA DIGESTIONE. ALIMENTAZIONE CONTROLLATA E ATTIVITA FISICA E 1,5 LITRO DACQUA AL GIONO, MA NONOSTANTE PANCIA GONFISSIMISSIMA E CATTIVA DIGESTIONE. GRAZIE PER LA RISPOSTA
IL meterorismo, che vuol dire aumento dei gas nei visceri intraddominali come nel piccolo ma soprattutto nel grande intestino o colon, dà la sensazione di tensione addominale, emissione di gas o flatulenze ma anche arresto delle stesse. Può dipendere da fattori digestivi(iperproduzione di gas) o anche da ostacolato passaggio dei componenti intestinali con difficoltà alla loro eliminazione. Nel 1° caso i gas sono in genere sviluppati dall’ effetto dei germi intestinali sugli alimenti non perfettamente digeriti (ad esempio nell’intolleranza al lattosio o al glutine)o da crescita dei germi stessi(dismicrobismo), nel 2°caso l’origine può essere funzionale/spastica per rallentato passaggio, come nella stitichezza in cui si accumulano feci e gas nell’intestino che vengono eliminati a fatica, Essendo un sintomo che che può eliminarsi con banali provedimenti(ad esempio combattendo la stipsi eliminare i latticini) ma anche pesistere in maniera continuativa più o meno dolorosa, quando persiste deve essere approfondito con test specifici come ad es i test per l’intolleranza al glutine.per la cattiova digestione alta o dispepsia si veda l’allegato.
Prof. Pier Roberto Dal Monte

Procto-sigmoidite di ndd.
1 Apr 11 - salvatore, 18 anni (id: 116149)
  ho eseguito una coloscopia con esito mucosi del retto iperemica congestione del plesso emorroidario mucose del sigma presenta aree iperemica a volte confluenti che le conferiscono un aspetto marezzato hanno eseguito biopsie la diagnosi è procto sigmoidite di ndd devo preoccuparmi?
Egr. Sig. Salvatore, occorre stabilire con opportuni esami, che il suo medico può richiedere in base ad una visita, la causa della procto-sigmoidite, che può andare dalle forme infettive a quelle allergiche e tossiche o di altra natura. Cordiali saluti, Prof. Mauro Bortolotti.
Prof. Mauro Bortolotti

Lieve esofagite e gastrite
1 Apr 11 - Carmen, 33 anni (id: 116142)
  Gentile professore, dopo diverso tempo che accusavo fastidi gastrici mi sono decisa a fare la gastroscopia. Siccome sono un soggetto abbastanza ansioso, volevo capire il significato del referto: Esofago con eritema al terzo inferiore. Cardias incontinente. Stomaco: normale quantità di secrezione gastrica a digiuno. Pliche gastriche di morfologia normale e normodistensibili. Eritema della mucosa antrale. Si prelevano biopsie multiple per esame istologico e ricerca Helicobacter pylori. Piloro normale. Bulbo e II porzione duodenale endoscopicamente normali. La ringrazio fin da adesso per il tempo che potrà dedicarmi.
Mi sembrano alterazioni minime che può risolvere anche con i miglior controllo della dieta. Comunque aspetti il risultato dell’H.P. ed infine per il reflusso, se ha problemi o disturbi clinici prenda un antiacido seguendo i consigli allegati.
Malattia_da_reflusso_gastro-esofageo.doc
Prof. Pier Roberto Dal Monte

farmaci e ciclo
1 Apr 11 - vanni, 47 anni (id: 116136)
  dopo un periopo che soffrivo di colite egastrite x stresS, ho fatto una cura di antibiotici. ora è un mese che ho saltato il ciclo mestruale, puo essere una conseguenza?
Non è stato mai descritto ma con le medicine non si sa mai tutto, dipende anche quale schema terapeutico ha fatto.
Prof. Pier Roberto Dal Monte

Dolore dorso-addominale
31 Mar 11 - Jonny, 26 anni (id: 116127)
  Buonasera ho eseguito lesame EGDS dove il seguente esito a rilevato una esofagite terminale di 1 grado duodenite con esito negativo di helicobatter senza nessuna terapia data ma ancora oggi soffro sempre di nausea e quando svolto attivita fisica avverto sempre dei dolori alla parte addominale irradiandoi alla schiena dietro la parte sx del cuore.. chiedo cosulto medico se tale problema potrebbe essere causato da questo disturbo e cosa fare al riguardo grazie!
Il dolore-fastidio on ritengo sia in relazione alle lievissime alterazioni riscontrate, forse ha un problema alla colonna dorsale di tipo muscolare reumatico.
Prof. Pier Roberto Dal Monte

Borsite pertrocanterica
31 Mar 11 - Grazia, 48 anni (id: 116117)
  esito RM bacino : si osserva raccolta liquida omogenea con massima estensione sul piano coronale di circa 25 mm, in regione pertrocanterica dx, in prima ipotesi da riferire a borsite con sviluppo nei piani periarticolari posteriori, a questo aggiungiamo il risultato delle radiografie RX ANCA DX esito: assai modeste note di coxartrosi per lieve scleosi ed iniziali appuntimenti dei margini acetabolari. rima articolare di ampiezza conservata. normale rappresentazione morfo- strutturale delle teste femorali. Da tre mesi ho dolori che dallanca si diramano fino al ginocchio è solo grazie agli antinfiammatori che riesco a salire le scale mettere i collant e star seduta. Cosa significa questo refert... continua >>
o? A cosa vado incontro? Grazie Mille e buon lavoro!
Bisogna che ne parli con un ortopedico essendo probabilmente una reazione infiammatoria con accumulo di liquido sinoviale a livello della testa del femore che appare anche artrosica.
Prof. Pier Roberto Dal Monte

MRGE resistente?
31 Mar 11 - Daniele, 55 anni (id: 116114)
  Gentile Dott.La gastroscopia che ho effettuato ha dato questo responso:Esofago ben canalizzato mucosa normale fino al suo terzo inferiore dove si apprezza ernia jatale da scivolamento con mucosa sovracardiale indenne da lesioni.piloro pervio. HP negativo. Dal momento che non ho risalite acide in esofago ma un disturbo notturno che io classifico come semplice singhiozzo (anche violento) accompagnato da pirosi non ho ottenuto benefici dalla cura che mi e stata data una cura a base di Mepral 20 Mg + Domperidone + Noremifa. La mia domanda: A suo giudizio la cura e correttam ? Come mai non riesco a eliminare la pirosi notturna che non mi fa dormire ? LIPP cosa serve se io non ho rigurgito e ... continua >>
risalite acide ma solo singhiozzo pirosi ? La ringrazio anticipatamente per la sua risposta sperando in un suo aiuto e consiglio farmacologico mirato per il mio caso. PS:Ho provato ad alzare la testiera del letto di 20 cm ma senza risultati. La terapia lho fatta per 1 mese poi sospesa 15 giorni e ripresa per un altro mese e adesso non so cosa fare... Grazie ancora
Egr. Sig. Daniele, la pirosi notturna è un sintomo significativo di reflusso anche se non avverte l’acido. Per dimostrarlo senza ombra di dubbio può fare una pH-metria esofagea bicanale di 24 ore. Non mi ha detto come assume l’IPP. Le allego anche una dieta. Se non migliora occorre approfondire il problema con una visita per stabilire eventuali altri esami. Se vuole può contattarmi al n. 051-307901. Cordiali saluti, Prof. Mauro Bortolotti.
Dieta CUP 2000.doc
Prof. Mauro Bortolotti

Punti metallici
31 Mar 11 - Alberto, 64 anni (id: 116088)
  semnpre quello dello clip. Le riporto integralmente lesito di una RX addome. Assenza di distenzione abnorme delle anse intestinali. Sulla presunta sede della colecistoi si rilevano alcuni punti metallici per pregresso intervento chirurgico. Altro punto metallicoisi proietta sullo scavo pelvico: Come vede professore il mio non era un disturbo immaginario. Cosa puo comportare tale situazione? Cosa si intende per scavo pelvico:?retto?vescica?prostata?
E’ possibile che il punto nella pelvi, dove appunto si trovano gli organi citati sia mobile, cosa che peraltro non credo e che essendosi staccato dalla sutura iniziale si sia incistato. Valuti comunque se è mobile e se è incistato in qualche parte. Non dovrebbe dare problemi. Ma lei non insisteva sul titanio ed altri problemi "metallici" non esistenti e non lamentando dolori pelvici ma bensì sulla sede dell’intervento?
Prof. Pier Roberto Dal Monte

MRGE recidivante
30 Mar 11 - mario, 45 anni (id: 116083)
  Gentile professore. Dopo aver avuto un forte e persistente dolore "alla bocca dello stomaco" sono stato trattato dal mio medico con lansox che ha dato giovamento nel dolore ma è rimasto un bruciore allesofago e alla gola. Sono stato trattato poi con Lucen che da subito ha dato segni positivi successivamente però è tornato come tutto come prima. Non ho più il dolore epigastrico, digerisco bene ma ho modesto bruciore allesofago e alla gola. Cosa mi consiglia di fare...premetto che circa 13 anni fa sono stato operato per lasportazione della colecisti...La rigrazio per la gentile risposta
Egr. Sig. Mario, la persistenza di bruciore all’esofago nonostante il trattamento con esomeprazolo indica la presenza oltre all’acidità di altre cause, che vanno ricercate sulla base di una visita ed eventuali esami(vedi area tematica relativa per maggiori informazioni). Se vuole può contattarmi al n. 051-307901. Cordiali saluti, Prof. Mauro Bortolotti.
Prof. Mauro Bortolotti

Gastrite da H.P.
30 Mar 11 - angelita, 41 anni (id: 116072)
  Stomaco:mucosa regolare,si segnala pilorobeante con lieveiperemiain regione antro pilorica,biopsia:gastrite cronica follicolare lievemente attiva con microfocolai di metaplasia intestinale di tipo inconpleto dellepitelio ghiandolare.positiva per HP++.In retroversione discreto ristagno fundico, ernia iatale.Bulbo e primo duodeno indenni
Metaplasia significa la trasformazione graduale della mucosa dello stomaco in mucosa intestinale, fa seguito spesso a gastrite cronica con atrofia la quale a sua volta spesso è dovuta ad infezione da Helicobacter Pylori. Se questo è presente va eradicato con miglioramento della gastrite . La metaplasma può essere, se non diffusa, reversibile elmiminando l’HP.Si veda anche l’allegato-
Infezione_da_Helicobacter_Pilori_(3).doc
Prof. Pier Roberto Dal Monte

MEGR resistente
30 Mar 11 - francesca, 61 anni (id: 116070)
  Gent.mo Professore ho cambiato da una settimana linibitore di IPP, perchè avevo forti bruciori,passando da antra 20, due insieme, a lucen 40 una al mattino,motilex ai pasti e un alginato al momento di dormire. Dopo i primi due o tre giorni che mi sembrava di stare meglio stanotte mi sono svegliata con tosse e bruciore, ho una sensazione di bruciore intorno alla bocca e sul viso e un muco acquoso dal naso. Le chiedo che analisi del sangue posso fare perchè sono molto in pensiero non trovando soluzione. Grazie
Gentile Sig.ra Francesca, se non risponde alla terapia occorre individuare la causa di ciò. Questo si può fare attraverso esami da stabilire in base ad una visita che può fare il suo medico curante oppure se vuole può contattarmi al n. 051-307901. Cordiali saluti, Prof. Mauro Bortolotti.
Prof. Mauro Bortolotti


Da 3375 a 3390 di 28150