Sei in: Medico on-line > Gastroenterologia

Aderiamo allo standard HONcode per l'affidabilità dell'informazione medica Aderiamo allo standard HONcode per l'affidabilità dell'informazione medica.
Verifica qui.


Gastroenterologia
Referenti
  • Prof. Pier Roberto Dal Monte

  • Già Direttore Dipartimento medico-chirurgico delle Malattie dell’apparato digerente. Ospedale Bellaria-Maggiore. Bologna.

  • Prof. Mauro Bortolotti

  • Professore a Contratto della Specializzazione in Medicina Interna
    Facoltà di Medicina e Chirurgia dell’Università di Bologna
    Policlinico S. Orsola


ultimo aggiornamento 27/11/2014
 
Aree tematiche


Nella compilazione della tua domanda ti chiediamo gentilmente di attenerti il più possibile alle aree tematiche qui sopra riportate
ultimo aggiornamento 26/01/2007
Invia la tua domanda

Domande / Risposte
Nausea e vomito
28 Ago 11 - roberta, 49 anni (id: 118615)
  Buon giorno, Le volevo porre il mio problema circa una settimana fà mi sono alzata con sensazione di nausea. Nel pomeriggio e nella serata ho avuto conati di vomito. Il giorno successivo sono andata da medico e mi ha detto che cera un virus(quelli estivi), mi ha detto di stare a digiuno 1 giorno che mi sarebbe passato, il giorno successivo mi sentivo i muscoli delle gambe che tremavano e la nausea che non passava. Mi ha anche dato il plasil per evitare di vomitare alla fine mio marito mi ha fatto prendere Pariet 20mg e mi è passato. Le domande che le volevo fare cosa può essere? mi è anche venuto un dolore dietro la schiena La ringrazia per la sua cortesia e cordialmente la ... continua >>
saluto roberta
Gentile Sig.ra Roberta, probabilmente il suo medico che l’ha visitata aveva ragione. Se i disturbi persistono rifaccia la visita. Cordiali saluti, Prof. Mauro Bortolotti.
Prof. Mauro Bortolotti


Sindrome di Habba
28 Ago 11 - alberto, 65 anni (id: 118614)
  RIF.27 Ago 11 - alberto, 65 anni (id: 118608) MI puo indicare che tipo di esami dovrei fare in modo da non fare un viaggio inutile Salerno Bologna e i suoi riferimenti telefonici per un appuntamento o per unas eventuale ricovero per accetamenti.
Già risposto
Prof. Mauro Bortolotti

Steatosi epatica
28 Ago 11 - domenico, 61 anni (id: 118613)
  Egr. Prof. Ho fatto una eco comp. addome con referto : epatomegalia di sensibile entità con margini arrotondati,disomogenea ipersonolucenza del parenchima Il medico di famiglia che ha letto il referto ha detto di non preoccuparmi,si tratta di fegato ingrossato e grasso.Ha detto che non cè bisogno di ulteriori accertamenti. Senza nulla togliere alle competenze del mio medico,mi domando il perchè. Io generalmente non bevo alcolici e non mangio eccessivi cibi grassi , perchè allora questo ingrossamento ? Cosa mi consiglia? Inoltre vorrei chiederle : una volta che col trattamento di statine, sono riuscito ad abbassare il colesterolo in modo definitivo(da 5 o 6 anni semp... continua >>
re al di sotto di 160) potrei eliminarle o diminuire il dosaggio? Il cardiologo mi fa prendere sempre zocor40 Potrebbe essere quello a procurarmi fastidi al fegato ? Stessa cosa vale per lEutirox100 , può dare fastidi al fegato ? La ringrazio domenico
La sua steatosi dipende dal suo sovrapeso infatti il suo indice di massa coporea è di 32* *Indice di Massa Corporea - IMC o Indice di Quetelet (in inglese BMI, Body Mass Index) si misura dividendo il peso corporeo (in kg) per il quadrato della statura (in metri). I valori soglia di IMC consigliati dall’Organizzazione Mondiale della Sanità per definire la condizione di sottopeso, normopeso, sovrappeso e obesità dell’adulto sono stati recentemente unificati per uomini e donne: IMC inferiore a 18,5 = sottopeso IMC compreso tra 18,5 e 24,9 = normopeso IMC compreso tra 25 e 29,9 = sovrappeso IMC maggiore di 30 = obeso Segua i consigli allegati.
la_steatosi_epatica.doc
Prof. Pier Roberto Dal Monte

Sindrome di Habba
27 Ago 11 - alberto, 65 anni (id: 118608)
  rif sua risposta (id: 118606) Egr. Prof.Bortolotti rispondo alla sua per la SINDROME HABBA io sono stato operato circa 6 anni fa pur condividendo le sue indicazioni ho eseguito numerosi test:gastroscopia,colonscopia.colangio RMN ecc. i test della birilubina sono normali come pure la VES e la Transaminasi: Attualemte ho un aipertrofia prostatica resistente agli alfalitici con prolasso emorroidario di II grado i noduli escono e rientrano dopo la defecazione. Ho esweguito una ecografia transanale da cui si e rilevato quanto segue IPB con adenoma prostatico di 21mm. IL mio urfologo vorrebbe sottopormmi alla biopsia prostaica im quanto il flusso urinario e notevolente diminuito o debole. MI... continua >>
ha consigliato oltre allalfalitico di nuova generazione il cui principio attivo è la silosodina. Interpellato telefonicamentee considerata la mia situazione gastrica ed esofagea mi ha consigliato di prendere delle supposte tipo topster in quanto ritiene che linfiammazione rettale e del colon sia la casua della mia disuria. Ritiene ancora che possa essere la causa della sindrpome di Habba che generi il tutto. Da quanto apprendo tale sindrome crea diarrea persisistenze non feci non formate alla defecazione Cosa ne pensa?
Egr. Sig. Alberto, la sindrome di Habba può dare anche solo alterazioni dell’alvo, e nel suo caso vi sono riscontri positivi per questa diagnosi, ma, come dicevo, per esserne certi è necessaria una visita e valutazione diretta degli esami già eseguiti. Cordiali saluti, Prof. Mauro Bortolotti.
Prof. Mauro Bortolotti

Sangue occulto positivo
27 Ago 11 - grazia, 44 anni (id: 118607)
  come da lei consigliato dopo colonscopia incompleta ho fatto sangue occulto sulle feci 3 campioni ed 1 è risultato positivo: ho ragadi ed emorroidi interne potrebbero essere state quelle? Mi consiglia di completare la colonscopia anche a seguito delle mie feci caprine ormai da circa 2 mesi e mezzo che si sono un pò ammorbidite in seguito a differente alimentazione ma non sono scomparse
Gentile Sig.ra Grazia, nel dubbio completerei la colonscopia, soprattutto perchè non ho elementi desunti da una visita e valutazione diretta degli esami per escluderla. Cordiali saluti, Prof. Mauro Bortolotti.
Prof. Mauro Bortolotti

Diarrea di ndd
27 Ago 11 - alberto, 65 anni (id: 118606)
  operato di colicistectomia in via laproscopica, presento notevoli variazioni dellalvo(feci non formate<) ed episodi di dolenzie allinterno della sede della colicisti similia punture di spillo, come se le clips poste allinterno provocano tali sintomi. Da una diretta addome sono venuto a conoscenza chr un pounto metallico è scivolato o messo vuoto durante lintervento. Inoltre mi sono sottoposto a colonscopia circa 12 mesi fa e dallesame e emerso che nellintesino hanno trovato bile mista a muco come pure nello stomaco dopo gastroscoipia. Dalla gastroscopia è emerso ernia jatale da scivolamento con gastoduodenite iperemica ed edemastoca con cardias beante. Da premettere che sono un soggetto ansi... continua >>
oso e che il tutto possa essere inquadrato in discenesie del coledoco. Allesame di ecografia non risultano anomalie e come pure alla colangio RMN Esamo del sangue nella norma: biligrafia e transaminasi. prima dellintervento non avevo assoluitamente nulla e si rilevava solo allesame dellallora tramontata biligrafia solo una colicisti uncinata a forma di boomerang che poi con gli anni ha determinato o causato una coilicisti calcolotica. Dopo lainervento i miei disturbi si sono accentuatti e questo mi limita a dover ossertvare una dieta accurata, privandomi di bevande gassate, birra,vino , latticini ecc ecc. Atualmente assumo pantorc mg 20 a vita con lievi miglioramenti, pero dopo i pasti accuso punture di spillo allipocondrio destro sede della colecisti ablata con notvole ariai
Egr. Sig. Alberto, potrebbe essere una sindrome di Habba, ma per esserne certo è necessaria una visita e valutazione diretta degli esami già eseguiti. Cordiali saluti, Prof. Mauro Bortolotti.
Prof. Mauro Bortolotti

Sindrome postcolecistectomia
27 Ago 11 - Aldo, 65 anni (id: 118605)
  operato di colicistectomia in via laproscopica, presento notevoli variazioni dellalvo(feci non formate) ed episodi di dolenzie allinterno della sede della colicisti similia punture di spillo, come se le clips poste allinterno provocano tali sintomi. Da una diretta addome sono venuto a conoscenza chr un pounto metallico è scivolato o messo vuoto durante lintervento. Inoltre mi sono sottoposto a colonscopia circa 12 mesi fa e dallesame e emerso che nellintesino hanno trovato bile mista a muco come pure nello stomaco dopo gastroscopia. Dalla gastroscopia è emerso ernia jatale da scivolamento con gastoduodenite iperemica ed edemastoca con cardias beante. Da premettere che s... continua >>
ono un soggetto ansioso e che il tutto possa essere inquadrato in discenesie del coledoco. Allesame di ecografia non risultano anomalie e come pure alla colangio RMN Esami del sangue nella norma: biligrafia e transaminasi. prima dellintervento non avevo assolutamente nulla e si rilevava solo allesame dellallora tramontata biligrafia solo una colicisti uncinata a forma di boomerang che poi con gli anni ha determinato o causato una coilicisti calcolotica. Dopo lainervento i miei disturbi si sono accentuatti e questo mi limita a dover osservare una dieta accurata, privandomi di bevande gassate, birra,vino , latticini ecc ecc. Atualmente assumo pantorc mg 20 a vita con lievi miglioramenti, pero dopo i pasti accuso punture di spillo allipocondrio destro sede della colecisti ablata e notevole gas intest
Lei ha versosimilmente la sindrome postcolecistectomia o da malassorbimento di bile, si verifica dopo l’intervento di colecistectomia(o asportazione della cistifellea generalmente per calcolosi biliare) per alterato riassorbimento intestinale della bile stessa. Si caratterizza con dolore addominale a cui succede spesso diarrea con feci giallastre o verdastro-scuro. La bile infatti essendo costituita anche da sali biliari ha effetto irritante e lassativo, se non assorbita normalmente dall’intestino, specie dopo introduzione dei cibi: questi, specie ai pasti principali, stimolando la peristalsi stimolano anche il passaggio della bile stessa non bene mescolata ai cibi nell’intestino con l’effetto sopradescritto e preceduto da dolori e borborigmi (movimenti intestinali accentuati e rumorosi). Come terapia si consiglia di prendere un farmaco che adsorbe i sali biliari rendendoli meno attivi, la Colestiramina: una bustina prima dei pasti principali. E’ bene far precedere la stessa terapia da un disinfettante anche a livello intestinale come tipo ciprofloxacina cp da 500 mg per 4-5 giorni. P.R.Dal Monte.
Prof. Pier Roberto Dal Monte

Disturbi postlibagioni
26 Ago 11 - domenico, 35 anni (id: 118600)
  sono una persona che non mangio tanto peò quando bevo 3,4,bicchieri di vino in compagnia il giorno dopo mi sveglio e mi devo aiutare a digerire creandomi dei rutti se no mi viene da vomitare ,bruciore alla gola,mi passa l appetito,sono andato dal dottore e mi a detto di provare a fare la cura di 15 giorni con lasoprazolo teva italia ,non ho risolto niente il dottore vuole farmi fare lagastroscopia,posso fare altri esami invece di questa? LEI COSA MI CONSIGLIA E COSA NE PENSA DEL MIO PROBLEMA? la ringrazio x la sua attenzione .
Lei non sopporta l’alcol e poi 3-4 bicchieri non sono pochi e possono creare una gastrite purtroppo dovrebbe rinunciare a queste saltuarie libagioni.
Prof. Pier Roberto Dal Monte

Pseudo-ostruzione intestinale
25 Ago 11 - eleonora, 31 anni (id: 118595)
  buongiorno mi chiamo eleonora dal 2005 sono stata colpita da una malattia addominale che dopo diverso tempo è stata diagnosticata come pseudo ostruzione intestinale. sono stata operata diverse volte dove mi hanno asportato tutto il colon. successivamente è stata diagnosticata una gastroparesi e mi hanno impiantato un pacemaker gastrico, ma nonostante fosse stato rimodulato alla massima frequenza non ha portato alcun beneficio anzi mi è stato asportato. sono stata sotoposta a NPT domiciliare, ma dopo un mio trasferimento non ho più continuato. soffro di stipsi cronica prendo per questo circa 90 pillole di Pursennid al giorno. Soffro perennemete con fortissimi ed a volte insopportabili dolori ... continua >>
adominali e mi si è formato un prolasso rettale. Non ho più speranze e aspettative. Parlando mi hanno indicato una resezione intestinale in questo modo accorcando il transito non dovrei occludermi. Potete aiutarmi???
Gentile Sig.ra Eleonora, per potere fare una valutazione corretta dei suoi problemi ho bisogno non solo di fare una visita, ma anche di consultare le cartelle e gli esami effettuati, anche al fine di valutare meglio l’opportunità di una resezione intestinale. Riprenda nel frattempo l’NTP. Cordiali saluti, Prof. Mauro Bortolotti.
Prof. Mauro Bortolotti

M. di Wipple?
25 Ago 11 - claudio, 32 anni (id: 118594)
  gent.le dr. bortolotti,dopo 8 mesi su consiglio di un amico medico ho fatto esplicita richiesta ad anatom.patolog.di parma dei referti delle biopsie ad antro ed esofago che mi erano state fatte ma che non erano state messe in cartella.incredibilm.quando ho chiamato la gastroenterologa che aveva effettuato legds e alla quale anatom.patolog.ha inviato i referti mi ha detto che effettiv.ci sono delle cose che non vanno,un sospetto di gastrite autoimmune(ben diverso da gastropatia antrale iperemica,no?)e x questa ragione devo fare ulteriori indagini.quando poi le ho spiegato che a pd è stato ipotizzato il morbo di whipple e che è stata chiesta egds con biopsie duodenali basse e enterormn per ans... continua >>
e ispessite,immediatam.,come le si fosse accesa una lampadina,mi ha fissato in modo diretto legds per il 30 c.m...ora che dopo 8 mesi si accorgano che cè 1 problema non è cosa da poco...cmq sia volevo chiederle se non crede a qst punto utile rinviare la ns.visita del 1/9 al momento che avrò il referto di biopsie intest. ed entermn?e inoltre in modo davvero spassionato come mi consiglia di comportarmi ora? non sarebbe il caso di effettuare 1 ricovero finalizzante? sono davvero preoccupato e il mio livello di fiducia è ormai quasi a 0, anche perchè se di whipple si trattasse e considerando che avrebbe già preso il snc presumo sarebbe opportuno cominciare quanto prima la terapia antibiotica... la ringrazio di cuore e le chiedo per quel che ovviamente le è possibile aiuto! con stima
Egr. Sig. Claudio, esegua gli esami consigliati e successivamente faremo il punto della situazione. Cordiali saluti, Prof. Mauro Bortolotti.
Prof. Mauro Bortolotti

Stitichezza
25 Ago 11 - chiara, 50 anni (id: 118591)
  buongiorno sono disperata ho defecazione ostruita nn riesco a defecare quel poco che esce è molle e filiforme ho dolore e bruciore 24 ore al giorno ho avuto vari ricoveri per subocclusione intestinale i suoi colleghi mi dicono che ho aderenze dall intervento di isterectomia mi hanno ordinato movicol , selg lattulosio ,novafibra ... tutto in 5 anni , periodo in ui sono iniziati i problemi.... la colonscopia e a posto la ringrazio della risposta che mi darààà
Penso che abbia una semlicw stipi spastica per cui le consiglio di seguire i consigli che le allego provando un lassativo tipo l’agiolax o comunque a base di cascara, aloe, insomma propulsivo e vegetale. Mi sembra piuttosto obesa veda di cambiare anche dieta più ricca di vegetali come consiglio.
la_stitichezza2.doc
Prof. Pier Roberto Dal Monte

Stenosi peridiverticolare
24 Ago 11 - rossella, 62 anni (id: 118587)
  Una recente colonscopia ha rivelato una substenosi del sigma su base diverticolare per cui mi è stato consigliato di sertottopormi ad intervento chirurgico. Liter diagnostico deve ssere ancora completato con tac addominale che sarà effettuata a settembre. Nel frattempo niente mi è stato detto su come io debba contenermi con la dieta: normale o semiliquida ? Inoltre devo continuare con la profilassi mensile con la rifaximina visto che questa mi causa rallentamento della peristalsi intestinale e quindi una leggera stipsi ?
Faccia una dieta povera di scorie e quanto all’antibiotico consiglierei della ciprofloxacina o del metronidazolo. Veda comunque l’allegato.
Divericolosi_e_Diverticolite.doc
Prof. Pier Roberto Dal Monte

Sospetta celiachia
23 Ago 11 - fabiana, 24 anni (id: 118586)
  buona sera sezione di mucosa del piccolo intestino con villi normo- conformati e con numero di lInfociti T(cd3+) MINORE DI 25 SU 100 ENTEROCITI. SONO CILIACA ? grazie
Non mi ritengo che il quadro rientri in una celiachia: è normale.
Prof. Pier Roberto Dal Monte

Colon irritabile?
23 Ago 11 - sara, 32 anni (id: 118579)
  soffro di colite (dolori addominali attenuati dopo leevaquazione) da circa un anno e mezzo, curata in omeopatia. A pasqua di questanno in seguito a probabile gastroenterite ho iniziato a soffrire di diarrea piu volte al giorno, nel primo periodo di consistenza liquida con episodi al mattino e dopo ogni pasto. il medico di base mi ha dato il sanecol senza risultato. coprocoltura feci negativa. in seguito ho consultato un altro medico che mi ha dato lasacol. con questo e con fermenti lattici ero migliorata pero il dottore mi ha prescritto una colonscopia, che non sono riuscita a portare a termine per via del dolore durante la visita. inoltre lisocolan ha di nuovo peggiorato gli episodi di diar... continua >>
rea. in seguito, grazie ai fermenti e a asacol sono nuovamente migliorata fino a circa una settimana fa quando ho dovuto prendere il monuril per la cistite, visto che purtroppo mi viene con il ciclo. ho scoperto che il monuril mi scatena la diarrea e ad oggi ho diversi episodi di feci molli e con cibo. cosa potrei fare?
Gentile Sig.ra Sara, lei probabilmente ha un colon irritabile, ma per averne la certezza deve escludere altre malattie organiche e funzionali intestinali che hanno una sintomatologia simile(vedi area tematica relativa per maggiori informazioni) con altri esami da stabilire in base ad una visita ed alla valutazione diretta di quelli già fatti. Se è confermato il colon irritabile, tenga presente che noi stiamo effettuando uno studio sugli effetti di un prodotto di origine vegetale sui sintomi del colon irritabile. Se è interessata a partecipare, mi può contattare al n. 051-307901. Cordiali saluti, Prof. Mauro Bortolotti
Prof. Mauro Bortolotti

Probabile enterocolite emorragica
22 Ago 11 - domenico, 41 anni (id: 118576)
  giorno 12/08/2011 durante la notte mi sono venuti dei dolori al basso ventre sono andato in bagno e dopo circo un ora ho fatto diarrea e mi e passato tutto in mattinata mi e venuto di nuovo di andare in bagno e al posto delle feci era sangue rosso e a volte rosa,dopo qualche giorno ho fatta la rettoscopia conclusioni colite ulcerativo al colon di sn da definire istol.note di proctite distale e prolasso rettale.Toilette intestinale sub-ottimale , mi hanno dato come cura il pentacol 4g schiuma rettale ,ma da quando ho avuto questo episodio sangue non cè ne più ma le feci sono chiare e spesso liquide e con presenza di cibo ,seguo una alimentazione leggera, ma nulla da fare... continua >>
cosa devo fare
Ritengo non si tratti di rettocolite ulcerosa che sarebbe persistita per maggior tempo, ma un episodio di enterocolite batterica da verosimile escherichia coli emorragica: §Faccia se ha ancora diarrea un antibiotico tipo la ciprofloxacina o la tetraciclina
Prof. Pier Roberto Dal Monte


Da 3375 a 3390 di 28726