Sei in: Medico on-line > Gastroenterologia

Aderiamo allo standard HONcode per l'affidabilità dell'informazione medica Aderiamo allo standard HONcode per l'affidabilità dell'informazione medica.
Verifica qui.


Gastroenterologia
Referenti
  • Prof. Pier Roberto Dal Monte

  • Già Direttore Dipartimento medico-chirurgico delle Malattie dell’apparato digerente. Ospedale Bellaria-Maggiore. Bologna.

  • Prof. Mauro Bortolotti

  • Professore a Contratto della Specializzazione in Medicina Interna
    Facoltà di Medicina e Chirurgia dell’Università di Bologna
    Policlinico S. Orsola


ultimo aggiornamento 27/11/2014
 
Aree tematiche


Nella compilazione della tua domanda ti chiediamo gentilmente di attenerti il più possibile alle aree tematiche qui sopra riportate
ultimo aggiornamento 26/01/2007
Invia la tua domanda

Domande / Risposte
Antibiotici ed IPP
10 Feb 12 - Aldo, 65 anni (id: 120761)
  per motivi urologici i ho dovuto asssumere per 10 gg.Bactrim forte e in passaatoi Rocefin fiale: Detti faramci mi causano notevolimproblemi di stomaco in soggetto colecistectomizato con ernia jatale da scivolamento, cardias beante e gastroduodenite ipermica ed edemaatosa. Per protezione ho assunto il panrtorc 20 me vedo che non protegge solo,oo stomaco e non lesofago. DOMANDA. prerche tutti gli antibiotici chde oltrepassano la barriera ematoencefaslica mi causano: nervosismo, ansia, agitazione artralgie e distrurbi gastrici?
Egr. Sig. Aldo, i disturbi gastrici sono dovuti ad un effetto locale. Il dosaggio del pantoprazolo probabilmente era insufficente, anche forse perchè non fa una terapia di mantenuimento della MRGE. Cordiali saluti, Prof. Mauro Bortolotti.
Prof. Mauro Bortolotti


H.P.
10 Feb 12 - luisa, 61 anni (id: 120759)
  Egregio professore Le sarei molto grata se rispondesse a a questo mio annoso problema. Praticamente soffro da tanti anni di stomaco tanto che ogni tanto sono costretta alle cure del pronto soccorso. NellAgosto del 2010 ho fatto una gastroscopia e la diagnosi è stata "frammenti di mucosa gastrica di tipo fundico con edema e floglosi cronica aspecifica del chorion associata a dilatazione cistica di alcuni lumi ghiandolari, come si osserva nei polipi fundici, negativa la ricerca di Helicobacter pylori. Comunque i problemi allo stomaco non sono passati sicchè a ottobre del 2011 ho fatto lesame delle feci e con grande sorpresa sono risultata positiva allelicobacter.L... continua >>
a cura a cui sono stata sottoposta è stata lassunzione di amoxicillina e veclam x 6 giorni insieme al Lucen e flortec. dopo 30 giorni dalla terapia ho effettuato dinuovo lesame delle feci e stavolta è risultato negativo. Pensavo di aver risolto finalmente i miei problemi e invece a distanza di due mesi ecco che ho di nuovo mal di stomaco. La domanda è questa, può questo virus ripresentarsi? e secondo Lei cosa mi consiglia? il lucen continuo a prenderlo sempre. La ringrazio tanto spero mi nella Sua bontà nel rispondermi.
L’helicobacter può recidvare specie se un suo intimo ne è portatore come vedrà nell’allegato. Consiglierei per esserne sicura fare il Breath test. Infine esiste anche una dispepsia funzionale che va curata con la dieta ed eventualmente con un gastrocinetico: v. allegato 2.
Infezione_da_Helicobacter_Pilori_(3).doc
Trattamento_della_dispepsia_(3)_.doc
Prof. Pier Roberto Dal Monte

Emorroidi
9 Feb 12 - pietro, 37 anni (id: 120744)
  buona sera o una trombosi emorroidale da circa 10 giorni cosa posso prendermi ? al momento sto mettendo la pomata proctolyn e comunque perche viene la trombosi se circa 2 anni fa o fatto la legatura dei vasi sanguigni? grazie in anticipo .cordiali saluti
E’ successo perchè sono evidentemente recidivate le emorroidi, la legatura non sempre è risolutiva. Penso che sia bene consultare un chirurgo generale o chi la operato.
Prof. Pier Roberto Dal Monte

Metaplasia
9 Feb 12 - lorena, 49 anni (id: 120740)
  buonasera Dott.Bortolotti,sono Lorena riferim. 120710 biopsia,ho fatto vedere lesito al mio medico che mi ha detto che ho solo una lieve gastrite e che non devo preoccuparmi della metaplasia e quindi non devo più fare gastroscopie,mi ha consigliato del carbone vegetale e di continuatre con il limpidex che prendo ormai da 10 anni.lei che mi consiglia?Pensa dovrei rivolgermi ad un gastoenterologo?Le riscrivo lesito con biopsia,grazie.Campioni di mucosa duodenale con rapporto villo/cripta e Infiltrato Linfocitario Intraepiteliale CD3-positivo nei limiti di norma,Gastrite(+--)non-atrofica dellantro con iperplasia delle foveole,Gastrite(+--)atrofico-metaplasica dellarea di transizione ossintico-... continua >>
antrale(MI+--)(3).Campione di mucosa gastrica del corpo con minima flogosi linfomonocitaria della lamina propria.La ringrazio infinitamente P.S.La nonna materna è mancata di cancro allintestino.
Gentile Sig.ra Loredana, ribadisco che la metaplasia va controllata ogni 2 anni con una gastroscopia e biopsia a maggior ragione se sua nonna ha avuto un cancro intestinale. Non commento quanto detto dal medico. Se vuole può chiedere conferma ad un altro gastroenterologo. Se vuole può contattarmi al n.051-307901. Cordiali saluti, Prof. Mauro Bortolotti.
Prof. Mauro Bortolotti

MRGE resistente
9 Feb 12 - fabrizio, 56 anni (id: 120739)
  gentile prof sono martinelli di ferrara sono venuto anni fa a fare due visite da lei forse ricorda soffro ormai dal 2000 di reflusso gastro prendo tutte le mattine pantoprazolo da 40 ma oramai nn fa piu molto mi fa male lo stomaco causa aria o fatto una gastrocopia e risultato poca cosa a parte il cardias rimane un po aperto mi anno consigliato di fare un intervento mi puo dare un consiglio grazie
Egr. Sig. Fabrizio, prima di decidere un intervento occorre vedere quale è la causa del dolore. Se è aria, i disturbi possono peggiorare dopo l’intervento. Tenga presente che non esiste un intervento che ripristini la funzione normale del cardias, ma solo plastiche antireflusso che restringono il passaggio cardiale per impedire il reflusso. Purtroppo non sempre funzionano, specialmente se non sono eseguite in un centro specializzato, come ad esempio all’ Ospedale di Padova o Mestre, non hanno una durata molto lunga (solo alcuni anni) e comportano vari effetti collaterali, come la difficoltà alla deglutizione in un terzo dei casi, l’aerogastria bloccata, la difficoltà a eruttare e vomitare, ecc., per cui vanno eseguite solo se la terapia medica con IPP a dosi adeguate non funziona. Se vuole può chiamarmi al n. 051-307901. Cordiali saluti, Prof. Mauro Bortolotti.
Prof. Mauro Bortolotti

U.B.T. per HP
9 Feb 12 - jessy, 38 anni (id: 120736)
  Buon giorno volevo cortesemente chiederle se per fare il U.B.T. PER HP è NECESSARIO SOSPENDERE IL MOTILEX ,LEVOPRAID, O SOLO LESOMEPRAZOLO? GRAZIE
Gentile Sig. Jessy, solo esomeprazolo. Cordiali saluti, Prof. Mauro Bortolotti.
Prof. Mauro Bortolotti

Inappetenza
9 Feb 12 - michele, 77 anni (id: 120734)
  Sono stato operato di prostata, successivamente ho avuto una forma di ematuria con successiva pulizia della viscica.Accusa una forma di inappetenza e perdita di peso.Da un esame di esofagogastroduodescopia non risulta nulla. Desidero sapere quali altri controlli posso effettuare.Cordiali saluti
Egr.Sig. Michele, i dati forniti sono insufficenti per una diagnosi ed una adeguata terapia, per le quali è anche necessaria una visita medica. Questa può essere fatta dal suo Medico Curante, che le può richiedere gli accertamenti appropriati. Se vuole può contattarmi successivamente. Distinti saluti, Prof. Mauro Bortolotti
Prof. Mauro Bortolotti

Sospetto dismicrobismo
9 Feb 12 - Davide, 29 anni (id: 120731)
  Buongiorno, a seguito di un virus intestinale verso fine Dicembre 2011, ho iniziato ad avere problemi allapparato intestinale. Feci chiare, non molto formate con pezzi di cibo non digeriti. Episodi di coliche intestinali con scariche tipo diarroico. Premetto che sono un tipo molto ansioso e vengo da un periodo molto stressante. Il mio medico mi ha prescrito Spasmomen40 e Enterolactis Plus per 10 giorni; sicuramente la situazione e migliorata. In questo mese e qualcosa ho iniziato a mangiare meno e spesso in bianco e ho perso 2-3kg. Dagli esami del sangue non è emerso niente di significativo se non un indice di colesterolo totale di 199. Lanno scorso ho eseguito una ga... continua >>
stroscopia e non è emerso niente, ho fatto anche un ecoaddominale completo senza niente di rilevante. Il mio medico mi ha detto che è tutto un fatto emotivo elegato allansia, io però ho paura di avere qualcosa di più serio.
E’ possibile che si tratti di un dismicrobismo intestinale o disbiosi intestinale , detto anche colon irritabile postinfettivo che è un’ irritabilità della mucosa del colon a causa di dismicrobismo o disbiosi intestinale, che si crea a seguito del cambiamento parziale della normale flora intestinale con sopravvento o prevalenza di flora patogena che da un’infezione gastrointestinale. Infezione che si può sviluppare in maniera acuta o non immediatamente apparente, a seguito generalmente di ingestione di cibi guasti o scarsa igiene, uso di potenti antiacidi o anche di alcuni antibiotici, con irritabilità che, permanendo i germi che l’hanno creata, poi si mantiene producendo i suoi effetti continuativamente o ciclicamente, specie se si ha l’intestino particolarmente sensibile. Nell’intestino, e soprattutto nel colon o intestino crasso, si produce gas ed anche muco con meteorismo e flatulenza, dolore addominale e diarrea liberatoria o alternanza di stipsi e diarrea. Può essere utile prendere un disinfettante/antibiotico per qualche giorno tipo la neomicina/bacitracina (bimixin), la ciprofloxacina 500 mg 1 cp x 5-6 gg., la tetraciclina o un suo derivato (doxiciclina) od il metronidazolo. Se i disturbi sono molto accentuati sarebbe bene far precedere la terapia da una coprocoltura, ma rararamente si riesce ad identificare il germe che ha creato il problema.
Prof. Pier Roberto Dal Monte

Peggioramento osteoporosi da IPP
8 Feb 12 - fra, 62 anni (id: 120720)
  Gent.mo Professore a distanza di due anni e mezzo mi sono sottoposta alla moc che ha evidenziato un peggioramento passando da -2,7 a -3,4 della densità vertebrale. Questo peggioramento così marcato non si era mai presentato nei precedenti esami ma sempre un leggero miglioramento di -0,2. Da due anni prendo il lucen 40, può essere questa medicina che mi ha cambiato lassorbimento del calcio? In caso affermativo come mi debbo comportare? Grazief
Gentile Sig.ra Fra, in certi pazienti l’osteoporosi può essere peggiorata dagli IPP che riducono l’assorbimento del calcio e vit. D. Pertanto deve potenziare la terapia dell’osteoporosi con Calcio, vit D e difosfonati secondo quanto consigliato dal reumatologo. Cordiali saluti, Prof. Mauro Bortolotti.
Prof. Mauro Bortolotti

Terapia eradicante
8 Feb 12 - Salvo, 52 anni (id: 120719)
  Gentile Professore, La ringrazio per la risposta (Id. 120447). Vorrei solo sapere quante volte al giorno prendere i medicinali (mattino e sera?). Se ho ben capito la cura dovrebbe durare 10 gg.E così? La ringrazio ancora, ho letto anche i consigli allegati. La saluto distintamente.
Mattina sera gli antibiotici, sera l’antiacido IPP:
Prof. Pier Roberto Dal Monte

Dolori stomaco
7 Feb 12 - lorena, 49 anni (id: 120714)
  Dott.Bortolotti la ringrazio vivamente per la sua risposta in tempi così brevi,dal medico ci vado domani xkè la risposta lo avuta oggi,ero molto preoccupata xkè da più di 2 mesi soffro di forti dolori allo stomaco e si gonfia in un modo esagerato e avendo avuto la nonna morta per cancro allintestino volevo sapere subito cosa signifixava lesito della biopsia.Grazie ancora,cordiali saluti
Bene, mi faccia sapere. Cordiali saluti, Prof. Mauro Bortolotti.
Prof. Mauro Bortolotti

Biopsia
7 Feb 12 - lorena, 49 anni (id: 120710)
  volevo sapere il significato dellesito della gastroscopia con biopsia,grazie.Campioni di mucosa duodenale con rapporto villo/cripta e Infiltrato Linfocitario Intraepiteliale CD3-positivo nei limiti di norma,Gastrite(+--)non-atrofica dellantro con iperplasia delle foveole,Gastrite(+--)atrofico-metaplasica dellarea di transizione ossintico-antrale(MI+--)(3).Campione di mucosa gastrica del corpo con minima flogosi linfomonocitaria della lamina propria.
Gentile Sig.ra Loredana, vi è una gastrite, ma il dato importante è la presenza di metaplasia che va controllata ogni 2 anni, come le avrà detto anche il suo medico. Cordiali saluti, Prof. Mauro Bortolotti.
Prof. Mauro Bortolotti

Sospetta prostatite
7 Feb 12 - NICOLA, 27 anni (id: 120708)
  Buongiorno e da circa 2 che avverto uno strano disturbo sotto lano una specie di dolore e pesantezza intestinale ma la cosa strana e che a volte avverto lo stimolo di urinare no riesco e immediatamente vado di corpo e subito dopo aver fatto il bisogno urino sia nella fase dello sforzo quando fuoriescono le feci a tappe e successivamente finito per poi riandare nuovamente senza riuscirmi a liberarmi del tutto.. chiedo consulto medico al rigurdo grazie!
Forse dovrebbe consultare un urologo nella ipotesi che sia in realtà un prostatite.
Prof. Pier Roberto Dal Monte

Stomatite e MRGE
7 Feb 12 - maria, 46 anni (id: 120707)
  Salve ho un bruttisimo disturbo che mi sta portando alla disperazione totale,soffro da anni di reflusso con ernia iatale faccio ogni 2 anni la gastroscopia e come sempre mi danno i soliti farmaci ...... da 5 anni poi si e aggravato tutto con un forte bruciore in bocca che nn riesco a controllare,sembra di avere in bocca il peperoncino piccante,il medico nn mi da retta e nn so piu davvero cosa fare. nn fumo, nn bevo, nn mangio cioccolata ecc.ecc. cosa devo fare la prego mi aiuti, adesso sono tre gioni che nn bevo acqua x evitare il gravarsi del bruciore ..ma quanto posso resistere senza bere...
Gentile Sig.ra Maria, non capisco perchè faccia la gastroscopia ogni 2 anni. Per fare una diagnosi occorre vedere direttamente le caratteristiche della stomatite e valutare gli esami fatti e la terapia in dettaglio. Cordiali saluti, Prof. Mauro Bortolotti.
Prof. Mauro Bortolotti

MRGE
7 Feb 12 - serena, 43 anni (id: 120701)
  Buongiorno Professore. Ho eseguito una gastroscopia ed il referto è stato il seguente "Lesofago presenta in sede sovracardiale una erosione a colpo dunghia. Il cardias è normale. Lo stomaco è rivestito da una mucosa rosea, sollevata in pliche regolari animate da valida peristalsi. Il piloro, il bulbo ed il duodeno discendente esplorato sono normali". Diagnosi:Esofagite grado A. Vorrei pertanto chiederle : come faccio ad avere esofagite non avendo nè ernia iatale nè incontinenza cardiale ? La ringrazio cordialmente
Può dipendere da incontinenza dello sfintere esofageo inferiore - tra esofago e stomaco. Anche senza ernia Segua comunque i consigli allegati.
Malattia_da_reflusso_gastro-esofageo.doc
Prof. Pier Roberto Dal Monte


Da 2710 a 2725 di 28575