Sei in: Medico on-line > Gastroenterologia

Aderiamo allo standard HONcode per l'affidabilità dell'informazione medica Aderiamo allo standard HONcode per l'affidabilità dell'informazione medica.
Verifica qui.


Gastroenterologia
Referenti
  • Prof. Pier Roberto Dal Monte

  • Già Direttore Dipartimento medico-chirurgico delle Malattie dell’apparato digerente. Ospedale Bellaria-Maggiore. Bologna.

  • Prof. Mauro Bortolotti

  • Professore a Contratto della Specializzazione in Medicina Interna
    Facoltà di Medicina e Chirurgia dell’Università di Bologna
    Policlinico S. Orsola


ultimo aggiornamento 22/02/2013
 
Aree tematiche


Nella compilazione della tua domanda ti chiediamo gentilmente di attenerti il più possibile alle aree tematiche qui sopra riportate
ultimo aggiornamento 26/01/2007
Invia la tua domanda

Domande / Risposte
Chiamata telefonica
26 Nov 11 - solange, 37 anni (id: 119859)
  Buona sera,provo a scriverle la mia lettera,ma il mio pc si blocca..posso permettermi lunedi di chiamarla,è molto urgente e ci terrei molto ad avere una sua risposta,ho visto il num di tel.la saluto,ringraziandola,Solange
D’accordo. Cordiali saluti, Prof. Mauro Bortolotti.
Prof. Mauro Bortolotti


Gastroparesi e reflusso duodeno-gastrico
25 Nov 11 - Pierina, 69 anni (id: 119850)
  St.mo professore, volevo chiederle se può spiegarmi cosè e quando si verifica la gastroparesi e poi anche cosè il reflusso alcalino. La ringrazio e cordialmente la saluto Pierina
Gentile Sig.ra Pierina, il tutto è spiegato nelle aree tematiche rispettive. Cordiali saluti, Prof. Mauro Bortolotti.
Prof. Mauro Bortolotti

Dolore al collo
25 Nov 11 - francesca, 62 anni (id: 119844)
  Buongiorno Professore sto prendendo il lucen 20 per curarmi il reflusso. Devo dire che non sento disturbi specifici allo stomaco ma soffro di fortissimo dolore al collo a livello occipitale che mi si irradia alla testa , al dorso e alle braccia, ho anche un senso di torpore e nausea Sto versmente male e non so che fare, potrebbe essere lo stomaco che da questi disturbi oppure lo schiacciamento vertebrale, non cè antidolorifico che me lo faccia passare. La ringrazio se mi può consigliare cosa fare
Gentile Sig.ra Francesca, non credo che sia lo stomaco, credo che sia necessaria una visita neurologica e ortopedica. Cordiali saluti, Prof. Mauro Bortolotti.
Prof. Mauro Bortolotti

Amiloidosi
25 Nov 11 - flavia, 50 anni (id: 119843)
  Buongiorno professore, facendo riferiomento ad una risposta da le avuta (vedasi ID 105861) la informo che aveva perfettamente ragione: AMILOIDOSI. HO effettuato intervento alla gola, tolto il deposito, con conseguenze devastanti (non ho più la funzionalità paratiroidea)...ho tolto il deposito dallintestino (mi causava malassorbimento degli integratori di calcio e vit D e quindi tetania, oltre ad un occlusione totale per cui non mi scaricavo +) ora sto valutando lendometrio (spessore 7 mm ...leucociti nelle urine 500 ul...positività ANA ...positività EMOGLOBINA NELLE URINE ...colesterolo sempre alto pur evitando grassi e proteine)... la pancia si gonfia, ho nausea, mal di stomaco, prurit... continua >>
o e quantaltro che non sto ad elencare... le è mai capitato o sentito un caso simile al mio?...Secondo lei non sarebbe opportuna una scintigrafia con il metodo SAP? GRAZIE MILLE!!! BUONA GIORNATA. FLAVIA
Forse la scintigrafia potrebbe chiarire quali e quanto siano coinvolti gli organi principali come il fegato, i reni o anche il cuore: il problema è però l’eventauale trattamento oltre che naturalmente conoscerne la cause se primitiva o si associa a qualche malattia che produce amiloide. Nella forma primitive si usano gli stessi farmaci che nel plasmocitoma e vi sono tentativi di trapianto di cellule staminali. SI RIVOLGA AD UNA BUONA EMATOLOGIA.
Prof. Pier Roberto Dal Monte

Sospetta faringo-laringodinia
24 Nov 11 - riccardo, 39 anni (id: 119841)
  G.mo Dottor dal Monte, buonasera. Ho 39 anni e soffro da tempo di esofagite da reglusso cronica, ben controllata con Lucen e Gaviscon. Riscontro che il disturbo si acutizza in momenti di stress o scontri con i colleghi. Il mio carattere non aiuta, essendo generalmente mite ma soggetto a scatti dira improvvisi (mai violenti), che fanno piu male a me che agli altri. in occasione di uno di questi ultimi episodi di stress e conseguente rabbia-nervosismo ho cominciato ad avvertire un dolore localizzato alla trachea, che ritenevo doversi ascrivere alla solita MRGE e alla risalita di acidi sino alla laringe. Invece lotorino che mi ha visitato ha notato una semplice e molto lieve iperemia della lar... continua >>
inge e mi ha suggerito un eco collo piu eco laterocervicale per verificare la tiroide piu il dosaggio dei relativi ormoni! Vuoi vedere che sospetta una neoplasia? Il caso vuole che io lavori come impiegato in un reparto di anatomia patologica e che lOtorino che mi ha visto spesso consegna proprio a me i campioni biopsiati.... - In effetti la difficolta e il dolore alla deglutizione nonche la dolenzia nel premere ai lati del cd Pomo dAdamo (scusate la pochezza del mio linguaggio) non preludono a niente di buonoGrazie del Suo tempo e disponibilita Cordiali saluti. riccardo
E’ possibile che, oltre al suo refluso su cui le invio alcuni consigli, abbia una tensione dei muscoli cervicali sia posteriori che anteriori che danno l’impressione, provocando alla lunga una situazione dolorosa di trattarsi di un problema organico. Talvolta vi influiesce appunto oltre che la tensione muscolare con l’interessamento dell’ipoglosso anche la postura davanti al computer e un’irritazione/infiamazione del rachide cervicale. Non vedo nè impegno tiroideo nè tanto meno vaghe neoplasie.
Malattia_da_reflusso_gastro-esofageo.doc
Prof. Pier Roberto Dal Monte

Ammoniaca procinetica
24 Nov 11 - FRANCESCO, 47 anni (id: 119836)
  SOFFRO DI NERD DA QUALCHE ANNO POSITIVO ALLA PHMETRIA ,PARE PER RALLENTATO TRANSITO GASTRICO,IN CURA, ACCADE CHE QUANDO MANGIO DEI DOLCI PREPARATI DA UNAMICA DI MIA MAMMA IN CASA (CHE HANNO COME BASE LAMMONIACA PER DOLCI)I SINTOMI SEMBRANO ATTENUARSI, SEBBENE NE MANGI IN GRANDE QUANTITà (CON ALTRI DOLCI O ALTRO CIBO AVREI QUANTO MENO DISPEPSIA E RIGURGITI), LO STOMACO SI SGONFIA E DIGERISCO MEGLIO ANCHE GLI ALTRI CIBI( HO PROVATO DIVERSE VOLTE): Cè UNA SPIEGAZIONE BIOCHIMICA O DI ALTRA NATURA?IL FENOMENO SI PUò SFRUTTARE A LIVELLO PREVENTIVO O CURATIVO? mOLTE GRAZIE. DISTINTI SALUTI.
Egr. Sig. Francesco, l’osservazione è interessante, ma vorrei sapere come avviene la preparazione dei dolci con l’ammoniaca. Cordiali saluti, Prof. Mauro Bortolotti.
Prof. Mauro Bortolotti

IPP e reflusso
24 Nov 11 - Giuseppe, 45 anni (id: 119834)
  St.mmo Prof Sto assumento da qualche anno 20 mg di nexium la mattina prima di colazione, per reflusso esofageo importante da ernia iatale severa(diagnosi gastroscopica) , in quanto senza terapia avverto bruciore dopo 2/3 giorni. Con terapia sono completamente asintomatico. Leggo alternativamente che questo farmaco provoca dei polipi. Che tipo di pericolosità si cela dietro lassunzione prolungata di inibitori di pompa?
Si legga intanto l’allegato. L’uso comunque anche molto prolungato non provoca significative alterazioni a carico del tubo digerente: probabilmente diminuiesce un pò l’assorbimento del Calcio.
Malattia_da_reflusso_gastro-esofageo.doc
Prof. Pier Roberto Dal Monte

Enterocolite?
24 Nov 11 - federica, 29 anni (id: 119827)
  Gent.mi Dottori, mi chiamo Federica, ho 29 anni e sono alla sesta settimana di gravidanza. Circa due settimane fa (pochi giorni prima di scoprire la mia gravidanza) sono stata molto male: ho avuto circa 20 scariche di diarrea in un giorno, totalmente incontrollabili. Contemporaneamente avevo anche la temperatura a 37.5, quindi ho pensato ad uninfluenza intestinale. Avendo scoperto il giorno stesso di essere rimasta incinta, non ho preso alcun farmaco al di fuori di Enterolactis fermenti e Polase. La mia ginecologa mi ha prescritto una coprocultura che è risultata negativa. Ad ogni modo da allora fino ad oggi continuo ad andare in bagno ogni mattina una o due volte e sempre con feci piuttosto... continua >>
molli alternate ad una lieve diarrea. Volevo sapere se questo mal funzionamento dellintestino può dipendere dalla gravidanza stessa o se è un residuo dellinfluenza (se influenza pensate sia stata) e cosa posso fare per risolvere questo problema. Comunque sto ancoraprendendo Enterolactis due volte al giorno. Vi ringrazio molto per lutilissimo servizio che offrite e vi invio i miei più cari saluti. Federica
Gentile Sig.ra Federica, può essere un postumo dell’enteroclite probabilmente virale che ha avuto. Continui con i probiotici. Cordiali saluti, Prof. Mauro Bortolotti.
Prof. Mauro Bortolotti

Proctite
24 Nov 11 - Claudio, 42 anni (id: 119824)
  In seguito a disturbi relativi a prurito anale ho effettuato varie visite, proctologica dalla quale è stata riscontrata proctite ma non la causa, in seguito dallesame parassitologico delle feci sono stati riscontrati ossiuri,ho assunto combantrin ripetuto dopo 15 gg. In seguito dopo un mese dallinizio della cura ripetuto lesame non sono stati più riscontrati ossiuri. Il prurito anche se diminuito persiste. Grazie Cordiali saluti
La proctite, se persiste malgrado l’eradicazione degli ossiuri, può rientrare in una malattia di tipo infiammatorio di tipo primitivo di cui non si conosce bene l’origine e può essere una parzile e minima localizzazione della colite ulcerosa ( su cui le invio alcuni chiarimenti per capire meglio di cosa si parla senza pensare a forme che possono diffodersi). Faccia eventualmente un controllo rettoscopico ed eventualmente usi delle supposte di mesalazina come antinfiammatorio.
le_malattie_infiammatorie_intestinali_(3).DOC
Prof. Pier Roberto Dal Monte

Dolori toracici
23 Nov 11 - daniele, 33 anni (id: 119818)
  Salve prof. Bortolotti. Circa 10 anni fa ho fatto la mia prima gastroscopia.risultato gastrite cronica con reflusso gastroesofageo.dopo anni di cure con le solite pillole antigastriche e cn l aumento dei disturbi,ho eseguito una nuova gastroscopia.risultato:Gastroduodenite erosiva emorragica..ora sto prendendo lucen 40 ma ho forti dolori al fianco sx all altezza del costato,al braccio sotto l ascella,dietro la scapola,e avverto anche come un bruciore interno...la gastrite porta anche questi dolori,questi bruciori,a volte sono cosi forti e cosi fastidiosi che nn riesco a far nulla.Cosa mi consiglia di fare??Cordiali saluti daniele
Egr. Sig. Daniele, per questi nuovi dolori è necessaria una visita. Cordiali saluti, Prof. Mauro Bortolotti.
Prof. Mauro Bortolotti

Terapia metaplasia
23 Nov 11 - elisa, 22 anni (id: 119814)
  gentile prof. Bortolotti, la ringrazio molto per la sua tempestiva risposta( id utente 119797), le volevo ancora chiedere, per migliorare la metaplasia esiste qualche cura o una dieta? io ho fatto la gastroscopia a luglio di questanno dove si è riscontrato appunto: gastrite cronica quiscente con focale metaplasia enterica, helycobacter negativo. Tra due anni quindi ripeterà la gastroscopia, ma volevo sapere se cerano modi per poterla migliorare.
Gentile Sig.na Elisa, non vi sono terapie specifiche per la metaplasia. Quanto consigliato può aiutare. Distinti saluti, Prof. Mauro Bortolotti.
Prof. Mauro Bortolotti

Dispepsia
23 Nov 11 - luigi, 44 anni (id: 119804)
  soffro da sempre di gastrite, con incontinenza cardiale. Ciò è stato accertato e confermato da parecchie Gastroscopie alle quali mi sono sottoposto negli anni. Ho fatto cure con esomeprazolo al bisogno riopan gel. Lultima gastroscopia lho fatta a luglio 2011. Ho sempre comunque bruciore di stomaco, gonfiore addominale, eruttazioni continue, non digerisco bene e da ultimo (da circa 2 mesi) ho in maniera cronica una sensazione di mancanza di respiro , come si mi mancasse dellaria e mi sento un peso alla gola e faccio fatica a respirare. Le chiedo: è possibile che anche questultimo sintomo sia legato ad un problema gastrico? E poi, gli altri sintomi come è possibile quanto meno attenuarli? ... continua >>
Grazie in anticipo Luigi
Non credo che il disturbo respiratorio sia in relazione al problema digestivo. Per il quale comunque consiglio di seguire i consigli che le allego, sepcie quelli di natura dieteica..
Trattamento_della_dispepsia_(3)_.doc
Prof. Pier Roberto Dal Monte

Allergia alimentare?
22 Nov 11 - elisa, 22 anni (id: 119797)
  buongiorno professore, la disturbo nuovamente aggiornandola su nuovi esami che ho effettuato, ho effettuato le igE totali risulate a 156 ( range da 0 a <100) e le specifiche alimenti dove sono state evidenziati i seguenti alimenti superiori al range di <0,10: albume 0,30 arachidi 1,49 nocciola 0,81 latte 1,18 gambero 1,48 pomodoro 0,65 noce 0,51 merluzzo 1,67 Secondo lei sono già considerati alti? Devo evitare del tutto questi alimenti? Poi volevo anche chiederle, lei mi ha parlato nelle sue precedenti risposte ( id utente 119288 e 119545) di una cura di mantenimento, ma il mio medico m aveva detto di interrompere i farmaci e il gastroprotettore, cosa che ormai faccio da un mese, s... continua >>
econdo lei invece necessito di una cura farmacologica? La ringrazio per la pazienza
Gentile Sig.na Elisa, il RAST positivo spesso non corrisponde ai sintomi. L’orientamento attuale nella MRGE è quello di una terapia di mantenimento con la dose minima sufficente a prevenire i sintomi, dopo 12 mesi l’USL richiede una conferma clinica per potere continuare gratuitamente(nota 48). Eradicare l’HP se presente. Controlli annuali. Distinti saluti, Prof. Mauro Bortolotti.
Prof. Mauro Bortolotti

Dolore toracico
22 Nov 11 - carlo, 58 anni (id: 119795)
  Avverto da circa un mesetto un dolore non troppo forte retrotoracico, a livello sottoscaplare, che si accentua quando mangio e nella deglutizione. Ho eseguito Rx torace , referto ok. sono stato operato nel 2008 di prostatectomia per un adenocarcinoma , tutto ok. non eseguo nessun tipo di terapia e non assumo nessun farmaco; cosa potrebbe essere?
Egr. Sig. Carlo, i dati forniti sono insufficenti per una diagnosi ed una adeguata terapia, per le quali è anche necessaria una visita medica. Questa può essere fatta dal suo Medico Curante, che le può richiedere gli accertamenti appropriati. Se vuole può contattarmi successivamente. Distinti saluti, Prof. Mauro Bortolotti
Prof. Mauro Bortolotti

IPP e disbiosi
22 Nov 11 - Salvatore, 52 anni (id: 119794)
  Egregio Dottore,sono in cura con gli IPP a dosaggio pieno (Esomeprazolo 2x40mg die)da circa 2 mesi.Diagnosi gastrite con esofagite di grado A. Sto alquanto bene ma in alcuni momenti avverto meteorismo e senso di pienezza. Il dottore mi ha prescritto in associazione agli IPP lo Zir Fos come simbiotico in quanto mi ha diagnosticato uneventuale disbiosi intestinale.Premetto che il gastroenterologo mi ha aggiunto anche il Normix (2x2 die per 3 giorni ogni 15 gg). Ho letto che gli IPP possono a lungo andare (per labbassamento del ph) portare a disturbi del genere, è vero? Inoltre voreri sapere se le terapie che sto facendo insieme alla dieta alimentare che seguo sono giuste. E possibile che abbia... continua >>
intolleranza alla frutta e ai cereali(togliendo dalal dieta pane, pasta e frutta mi sembra di stare molto meglio)? Per quanto tempo devo utilizzare gli IPP a dosaggio pieno? La ringrazio anticipatamente e La saluto con stima.
Egr. Sig. Salvatore, il dosaggio degli IPP dovrebbe essere ridotto per il mantenimento, antibiotici e probiotici non vanno d’accordo insieme, per la diagnosi di disbiosi vi sono tests adeguati prima di fare la terapia, faccia anche i tests della celiachia e per lo svuotamento gastrico. Cordiali saluti, Prof. Mauro Bortolotti.
Prof. Mauro Bortolotti


Da 2710 a 2725 di 28362