Sei in: Medico on-line > Gastroenterologia

Aderiamo allo standard HONcode per l'affidabilità dell'informazione medica Aderiamo allo standard HONcode per l'affidabilità dell'informazione medica.
Verifica qui.


Gastroenterologia
Referenti
  • Prof. Pier Roberto Dal Monte

  • Già Direttore Dipartimento medico-chirurgico delle Malattie dell’apparato digerente. Ospedale Bellaria-Maggiore. Bologna.

  • Prof. Mauro Bortolotti

  • Professore a Contratto della Specializzazione in Medicina Interna
    Facoltà di Medicina e Chirurgia dell’Università di Bologna
    Policlinico S. Orsola


ultimo aggiornamento 22/02/2013
 
Aree tematiche


Nella compilazione della tua domanda ti chiediamo gentilmente di attenerti il più possibile alle aree tematiche qui sopra riportate
ultimo aggiornamento 26/01/2007
Invia la tua domanda

Domande / Risposte
Colonscopia
3 Ott 11 - francesco, 27 anni (id: 119134)
  esimio professore,una sola domanda:alla mia eta si puo far la colonscopia?se si,quando e indicata?e quando econtroindicata?grazie,distinti saluti
Egr. Sig. Francesco, sì, le controindicazioni le stabilisce chi la visita. Cordiali saluti, Prof. Mauro Bortolotti.
Prof. Mauro Bortolotti


Sospetta colonpatia infiammatoria
3 Ott 11 - francesco, 27 anni (id: 119132)
  esimio prof.dal monte,da 3 mesi ho dolori alladdome superiore dx(flessura splenica),piu assimilabili a peso,gonfiore,con auscultabilissimi borborigmi che poi,quando laria scende dal punto medesimo,fan cessare il fastidio.inoltre notevole flatulenza serale.tuttavia,con ottatropina metilbromuro,a dio piacendo,queste sensazioni sembrano palesemente diminuite(lalvo consta adesso di feci dure,nei mesi scorsi molle e dure assieme e bicolori,ossia marrone chiaro e marrone scuro)lendoscopista,preso atto della continua negativita di sangue occulto nelle feci,non mi ha eseguito la colonscopia consigliatami dal medico di base.tante,adesso,da quando lalvo consta di feci dure e marroni,si palesa una legg... continua >>
era striatura di sangue rosso vivo verniciante le feci(mai allinterno delle medesime),piccole striature che tuttavia si stan da qualche giorno palesando ad ogni defecazione dura(assenti in feci piumolli).il gastroenterologo parla di IBS,ma io temo altro.le chiedo quindi due cose,conscio dei limiti mediatici ma fiducioso della sua conoscenza in materia:eil caso di fare una visita proctologica?inoltre,in quale ambito patologico si verifica sangue verniciante le feci?grazie e distinti saluti
Farei comunque una colonscopia, anche se i disturbi farebbero pensare ad una proctite od emorroidi.
Prof. Pier Roberto Dal Monte

Vomito
3 Ott 11 - federica, 25 anni (id: 119129)
  salve dottore,nel tempo sono guarita dalla bulimia ma,purtroppo, ogni tanto ho ancora degli strascichi.Mi chiedevo se il fatto che possano esserci episodi di vomito occasionale(possono accadere 1 volta al mese o più di rado)possono provocare grossi danni oppure essendo così radi il corpo riesce a recuperare senza danneggiare ulteriormente lesofago(2 anni fa facendo la gastroscopia mi avevano detto che avevo un esofagite microscopica e mi chiedevo anche se questa esofagite diminuendo gli episodi di vomito ed infine eliminandoli completamente nel tempo potesse guarire oppure è una cosa che non guarisce e non si recupera più)la ringrazio tanto.
Gentile Sig.ra Federica, il vomito raro non provoca esofagite. Cordiali saluti, Prof. Mauro Bortolotti.
Prof. Mauro Bortolotti

Eradicazione HP
3 Ott 11 - Salvo, 51 anni (id: 119125)
  Egregio Dottore. In seguito a EGDS mi è sta ta riscontrata una moderata gastrite antrale e alla biopsia è risultata la presenza di H.P. Il mio medico di base, mi ha prescitto Esomeprazolo+Amoxicillina+ Claritromicina x 7 gg due volte al dì. Tutto bene per circa 15 gg. Poi è ribreso il bruciore con il senso di malessere generale. Il medico non ritiene opportuno intraprendere unulteriore terapia con antibatterici ma continuare con gli IPP. Lei ritiene che invece sia oppotuno attuare la terapia sequenziale di cui sento parlare positivamente (IPP+AMO x 5gg)+(IPP+LEV+TIN x altri 5 gg)per debellare definitivamente lHP?. Inoltre, è giusto effettivamente debellarlo? Lesame delel feci per rilevare HP... continua >>
è utile o è meglio il breath test? Grazie. Con stima.
Egr. Sig. Salvo, il suo medico ha ragione. L’HP non è responsabile del bruciore. Faccia un esame delle feci per controllare se l’eradicazione è avvenuta. Cordiali saluti, Prof. Mauro Bortolotti.
Prof. Mauro Bortolotti

Eradicazione
3 Ott 11 - Salvo, 51 anni (id: 119124)
  Egregio Dottore. In seguito a EGDS mi è sta ta riscontrata una moderata gastrite antrale e alla biopsia è risultata la presenza di H.P. Il mio medico di base, mi ha prescitto Esomeprazolo+Amoxicillina+ Claritromicina x 7 gg due volte al dì. Tutto bene per circa 15 gg. Poi è ribreso il bruciore con il senso di malessere generale. Il medico non ritiene opportuno intraprendere unulteriore terapia con antibatterici ma continuare con gli IPP. Lei ritiene che invece sia oppotuno attuare la terapia sequenziale di cui sento parlare positivamente (IPP+AMO x 5gg)+(IPP+LEV+TIN x altri 5 gg)per debellare definitivamente lHP?. Inoltre, è giusto effettivamente debellarlo? Lesame delel feci per rilevare HP... continua >>
è utile o è meglio il breath test? Grazie. Con stima.
Per l’eradicazione uno schema vale l’altro basta farlo per il tempo giusto E CON GLI ANTIBIOTICI VERSO CUI è SENSIBILE IL GERME. COME QUELLI CHE HA PRESO.. Dopo così poco tempo non può dire se ha eradicato il germe IL QUALE PERALTRO non da malessre generale.Che dipende da altri problemi, Controlli dopo un mese DALLA SOSPENSIONE DI QUALSIASI TERAPIA ANTIBIOTICA O ANTIACIDA CON INIBITORI DI POMPA ACIDA SE HA ELIMINATO VERALEMTE L’HELICOBACTER. TALVOLTA L’ACIDITà è DOVUTA A REFLUSSO ESOFAGO-GASTRICO ANCHE E SOPRATTUTTO SENZA L’HELICOBACTER, COMUNQUE SI VEDA L’ALLEGATO.
Infezione_da_Helicobacter_Pilori_(3).doc
Prof. Pier Roberto Dal Monte

Colangite
3 Ott 11 - alex, 37 anni (id: 119119)
  Caro Professore di tanto in tanto vengo a disturbarla con i miei quesiti e ringraziandola come sempre per lumanita e disponibilita dimostrata le pongo la mia domanda: Sono 3 anni che lotto con transaminasi fuori range(50-100) e gamma gt sino a 470. Ho fatto diversi esami tutti negativi,sono autoanticormpo asma pattern t positivo 1/320 con transaminasi normali,1/80 con transaminasi mosse...mah!! Ho tentato una cura con cortisone ma non dava alcun effetto,ho fatto due colangioe si e evinto fegato lievemente steatosico e fango biliare da tutte parti,mi e stato dato ild eursil 1200mg al di,e dopo 25 gg i miei esami erano nei range,ho continuato per oltre un anno,dopo 14 mesi ho ripetuto la ... continua >>
colangio rmn e si evinceva che ero riuscito a disciogliere la sabbia biliare nel coledoco che prima appariva ectasico,comunque rimane la bile densa,vie biliari normali DOTTO CISTICO leggermente tortuoso. Ho provato a diminuire il deursil a 600mg al giorno ma dopo sei mesi rifacendo le analisi ho trovato got 51,gpt 111,gamma gt 240, ho aumentato di nuovo a 1200mg e dopo 15gg si erano dimezzate,got 47,gpt 54,gamma gt 140. Le ho ripetute con dosaggio standard e le ho pressoche simili alle ultime(in estate pero ho avuto una dieta non correttissima). la mia domanda e: cè chi dice non ho nulla se non un po di steatosi,e chi dice potrei avere una colangite sclerosante ancora non visibile,lei che pensa?il dotto tortuoso potrebbe essere un segno o una causa? grazie mille
Già risposta.
Prof. Pier Roberto Dal Monte

Dotto cistico
2 Ott 11 - alex, 37 anni (id: 119117)
  Caro Prof nella mia precedente mail 118817 alla quale lei gentilmente ha gia risposto ed alla successiva ho commesso un errore: mi e stato riscontrato il dotto cistico leggermente tortuoso e non il coledoco. Grazie
Il che ridimensione molto il problema essendo il reperto irrilevante.
Prof. Pier Roberto Dal Monte

Colangite
2 Ott 11 - alex, 37 anni (id: 119116)
  Caro Professore la ringrazio come sempre per pazienza e disponibilita anche se in realta speravo in una prognosi meno infausta,ahime! In base alla risposta id 118817 quindi se ho capito bene a suo avviso la leggera tortuosita del coledoco potrebbe essere segno di colangite?? L hanno vista 2 medici qui da me e nessuno mi ha detto niente,anzi a dir loro con le colangio a distanza di 14 mesi l avevamo sfatata.la bipsia senz altro la faro prima di fine anno. Ora pero non sto prendendo il cortisone da 6 mesi fosse una forma di colangite dovrei iniziare a riprenderlo?ho 37 anni,in tutta onesta ,cosa mi aspettera in termini di qualita ed aspettative di vita? Grazie
Con le attuali medicine la spettanza di vita può considerarsi normale, tuttavia la biopsia dovrà chiarire meglio il caso ed inoltre importante è una continua sorveglianza per valutare l’evoluzione. Che non è prevedibile attualmente.
Prof. Pier Roberto Dal Monte

Metaplasia gastrica.
2 Ott 11 - angela, 36 anni (id: 119111)
  Preg.mo Professore, in data 31/08 c.a. ho subito un intervento, in paralascopia, di coleicisti calcolotica. decorso post-operatorio ottimo, con qualche episodio di dissenteria, ormai passate, azni ora sono in una fase di stitichezza cronica. Comunque ho ritirato il referto istologico che cita testualmente: "coleicisti con lievi note di flogosi aspecifica e con focolai di metaplasia gastrica antrale della mucosa". Da uuna prima ricerca mì è parso di capire che soffro di gastrite, percò non riesco a capire che di natura e quali possono essere le consueguenze per la mia salute. Necessito di un ulteriore indagine e di che tipo. La ringrazio anticipatamente se vorrà rispondera a questa mia
Gentile Sig.ra Angela, la metaplasia gastrica, come le avrà detto anche il suo medico, richiede controlli endoscopici periodici (in genere ogni 1-2 anni). Cordiali saluti, Prof. Mauro Bortolotti.
Prof. Mauro Bortolotti

Ipertrofia prostatica
1 Ott 11 - alberto, 65 anni (id: 119108)
  dovrei assumere pantorc 40 e vorrei dimezzarlo sera e mattino. Poichè assumo anche il pRADIF(IPB) vorrei sapere se il pantorc 20 va assunto prima o dopo il pradif Grazie
Non vi è interreazione tra i due farmaci ma il pantorc va meglio preso alla sera: 30’ prima di cena.
Prof. Pier Roberto Dal Monte

Vitamina
1 Ott 11 - barbara, 31 anni (id: 119107)
  gentile prof., vorrei chiederle per quanto tempo è possibile assumere betotal body-plus.io lo assumo durante il pranzo da circa 3 mesi quotidianamente, sento che mi stimola lappetito nonchè la digestione (2 aspetti molto importanti poichè ho cominciato proprio per linappetenza, dovrei cercare di mettere peso).quali sono le possibili controindicazioni per un uso prolungato?sono reali i benefici che mi sembra di ottenere?la ringrazio moltissimo e saluto cordialmente.
PUO’ PRENDERE LE LE VITAMINE ANCHE PER MOLTO TEMPO, ANCHE SE C’E’ DA CHIEDERCI se veramente servono con l’aggiunta di potassio e magnesio per stimolare l’appetito. Forse è meglio la levosulpiride o il periactin o il carpantin
Prof. Pier Roberto Dal Monte

Vitamine B
1 Ott 11 - barbara, 32 anni (id: 119106)
  gentile prof., vorrei chiederle per quanto tempo è possibile assumere betotal body-plus.io lo assumo durante il pranzo da circa 3 mesi quotidianamente, sento che mi stimola lappetito nonchè la digestione (2 aspetti molto importanti poichè ho cominciato proprio per linappetenza, dovrei cercare di mettere peso).quali sono le possibili controindicazioni per un uso prolungato?sono reali i benefici che mi sembra di ottenere?la ringrazio moltissimo e saluto cordialmente.
Gentile Sig.ra Barbara, può assumere il farmaco per 15-20 giorni ogni 2 mesi. Cordiali saluti, Prof. Mauro Bortolotti.
Prof. Mauro Bortolotti

MRGE con tosse.
1 Ott 11 - Elisa, 32 anni (id: 119103)
  Gentile professore, da circa un paio di anni soffro di reflusso gastroesofageo e a seguito di una gastroscopia fatta un anno fa ho scoperto di avere lernia iatale. Adesso il mio medico di base mi ha prescritto una nuova gastroscopia per fare alcuni accertamenti su una tosse stizzosa che dura da mesi e che probabilmente è dovuta al reflusso. Il problema è che il primo esame, fatto da sveglia e senza la somministrazione di alcun farmaco, è stato talmente traumatico da dissuadermi a fare i successivi consigliati controlli. Adesso però devo necessariamente rifarmi questo esame e vorrei poterlo fare nel modo più indolore e incoscente possibile. Può gentilmente dirmi se esiste e quale è questo... continua >>
modo? Ho sentito parlare di sedazione profonda in respiro spontaneo.E adatta a questo tipo di analisi?Tutti i centri ospedalieri possono farla? e soprattutto:devo farmi fare una richiesta aggiuntiva dal mio medico di base o è sufficiente che la richieda alla struttura dove vado a farmi lesame? Grazie in anticipo della risposta.
Gentile Sig.ra Elisa, nel suo caso per fare diagnosi di reflusso non occorre la gastroscopia se non vi erano fattori di rischio nel precedente esame. La gastroscopia è completamente negativa nella maggioranza dei casi con laringite da reflusso. E’ sufficente una visita ORL con videolaringoscopia per vedere se vi è una laringite da reflusso responsabile della tosse. Mi faccia sapere eventualmente al n. 051-307901. Cordiali saluti, Prof. Mauro Bortolotti.
Prof. Mauro Bortolotti

Celiachia
30 Set 11 - margherita, 36 anni (id: 119099)
  salve ,sono una donna di 36 anni ,2 anni fa ho scoperto di essere celiaca ,da poco ho rifatto gli esami, con lesito seguente: anticorpi antigliadina: 43 transglutaminasi A: negativo transglutaminasi G: negativo urea: 25 creatinina:0.52 ast:18 alt:13 gamma glutamil transpeptidasi:14 fosforo:3.3 calcio totale:8.7 fosfatasi alcalina:42 velocita eritrosedimentazione 1 ora: 15 proteina c reattiva 0.14 A questo punto sono celiaca o no ,essendo che faccio la dieta senza glutine da 2 anni per favore rispondetemi grazie!
Ritengo di sì, naturalmente gli esami migliorano con la dieta anche se non sono perfettamente normali. Se vuole un chiarimento maggiore faccia una biopsia digiunale con endoscopia.
Prof. Pier Roberto Dal Monte

Reperto istologico
30 Set 11 - MariaSaveria, 39 anni (id: 119098)
  Salve, ho eseguito una gastroscopia e un esame istologico, il referto è: Frustolo superficiale di epitelio pavimentoso della giunzione esofago-cardiale con aspetti di iperplasia papillare. Volevo sapere cosa significa. Grazie
Nulla di patologico, rientra nella norma senza particolari sviluppi.
Prof. Pier Roberto Dal Monte


Da 2710 a 2725 di 28191