Sei in: Medico on-line > Gastroenterologia

Aderiamo allo standard HONcode per l'affidabilità dell'informazione medica Aderiamo allo standard HONcode per l'affidabilità dell'informazione medica.
Verifica qui.


Gastroenterologia
Referenti
  • Prof. Pier Roberto Dal Monte

  • Già Direttore Dipartimento medico-chirurgico delle Malattie dell’apparato digerente. Ospedale Bellaria-Maggiore. Bologna.

  • Prof. Mauro Bortolotti

  • Professore a Contratto della Specializzazione in Medicina Interna
    Facoltà di Medicina e Chirurgia dell’Università di Bologna
    Policlinico S. Orsola


ultimo aggiornamento 22/02/2013
 
Aree tematiche


Nella compilazione della tua domanda ti chiediamo gentilmente di attenerti il più possibile alle aree tematiche qui sopra riportate
ultimo aggiornamento 26/01/2007
Invia la tua domanda

Domande / Risposte
Dolori addominali e dermopatia
12 Mar 05 - Amedeo, 52 anni (id: 10941)
  Soffro da circa 2 anni di dolori addominali al quadrante inf.sinx con risentimento al testicolo sinx e con meteorismo diffuso. Ho effettuato le visite del caso e le analisi relative compreso i test tumorali e tutto risulta nella norma. I dolori però continuano e recentemente è comparso un fastidioso prurito alle gambe con desquamazione e che si sta estendendo alle braccia ed alla schiena. Cosa mi suggerisce? Grazie e saluti.
Egregio Signore, potrebbe essere un allergia a qualche cibo o anche un sindrome da malassorbimento, come ad esempio un intolleranza al glutine, anche se rara alla sua età. Faccia esami generali di sangue, la ricerca degli anticorpi antiglutine. E consulti anche un dermatologo. Con saluti,
Prof. Pier Roberto Dal Monte


Sospetta celiachia
11 Mar 05 - Francesca, 30 anni (id: 10936)
  La sottoscritta Francesca è affetta da morbo celiaco ed abita in una località dove questa tipologia di (malattia)non è conoscita molto bene. e chiede: Come si può stabilire se il valore (ana)nelle analisi cliniche equivalente a 1:40 è positivo o negativo? Cortesemente avrei bisogno di informazioni inerenti la richiesta o siti web che trattano questa specifica analisi. Rimanendo in attesa di Vostre delucidazioni anticipatamente ringrazia per l’attenzione prestata.
Gentile Signora,per il sospetto di celiachia si devono fare altri esami come la ricerca degli anitcorpi antigliadina, antiendomisio e tranglutaminasi. Gli ANA sono amticorpi antinucleo positivi in altre manifestazioni reumatico/immunitarie. Con saluti,
Prof. Pier Roberto Dal Monte

Muco fecale
11 Mar 05 - antoniomartella, 38 anni (id: 10934)
  abbiamo notato la presenza di muco bianco che avvolgeva le feci. la bambina che ha 5 anni diceva prima dell’evacuazione di avvertire un lirve e breve dolore sul lato destro della pancia.
Gentile Signora, potrebbe essere soltanto una lieve infiammazione a carico dell’intestino come un’enterocolite, anche virale, se continua faccia fare l’esame delle feci batterico/parassitario. Con saluti,
Prof. Pier Roberto Dal Monte

Dolore emiaddome sin.
11 Mar 05 - bejamin, 43 anni (id: 10932)
  io è da qualche mese che ho un dolore dalla parte sinistra del adome.ho fatto tutti gli esami del sangue e l’ecografia di tutti organi del corpo e il medico mi ha deto che e tutto a posto. Mi ha dato una medicina per lo stomaco*PARIET20MG* pero ho la pancia molto gionfiata e anche se ho smeso di fumare e non prendo piu il cafè da qualche giorno c’è l’ho ancora questo dolore adominale.se mi puoi dare qualche informazione oppure qualche consiglio.grazie e arriverderci.
Egregio Signore, non capisco per quale motivo gli è stato consigliato un antiacido che effettivamente può accentuare i disturbi intestinali che Lei lamemta. Faccia una dieta povera di lattosio con un antispastico e se ha disturbi intestinale (evacuazione di feci morbide)associ per qualche giorno un disinfettante. Con saluti,
Prof. Pier Roberto Dal Monte

colon irritabile
11 Mar 05 - marco, 24 anni (id: 10924)
  egregio dottore da circa 8 mesi soffro di problemi penso al colon..avverto meteorismo,flatulenza,diarrea..la diarrea è mattutina in genere..una al max 2 scariche..di colore giallina!quando nn ho diarrea defeco feci sempre gialline di forma bizzare..semi dure o dure...cmq ho avuto giorni in cui defecavo in maniera canonica secondo i miei standards! ho fatto analisi delle feci,mi hanno trovato escheria coli..e amidi indigeriti...poco muco..sangue assente!premetto di essere un tipo molto ipocondriaco e ansioso..tanto è che la diagnosi del colon irritabile che + medici mi hanno fatto nn riesco ad accettarla..attendo sua risposta....
Egr. Sig.Marco, purtroppo deve accettare la diagnosi di colon irritabile se gli altri esami sono negativi per una forma organica. Non mi detto la cura che sta facendo. In genere viene utilizzata la trimebutina ed i probiotici. Cordiali saluti
Prof. Mauro Bortolotti

Lieve aumento delle TRANSAMINASI
11 Mar 05 - Umberto, 44 anni (id: 10914)
  E’ da parecchio tempo (che io ricordi circa 20 anni) che i valori got e gpt sono leggermente alterati. Gli ultimi valori sono got 23 e gpt 51. Tutti gli altri valori del sangue rientrano nella norma. Nessuno dei medici in precedenza ha dato grossa importanza. Nè ho fatto mai terapie o indagini particolari. Solo una ecografia circa 10 anni fa con tutto nella norma. Mi chiedo: faccio bene anche io a non preoccuparmi o sono stato negligente e non solo io?
Egregio Signore, l’aumento delle transaminasi effettivamente è minimo e sembrerebbe quindi poco preoccupante, se non l’ha già fatto faccia una ricerca dei virus epatitici B e C.e ripeta un ecografia. Con saluti,
Prof. Pier Roberto Dal Monte

Proctite ulcerosa
11 Mar 05 - alessia, 29 anni (id: 10900)
  Ho effettuato una colonscopia qualche giorno fa a causa di un sanguinamento rosso vivo in concomitanza con l’evacuazione delle feci. Mi è stata diagnosticata una proctite. E’ stata anche prelevato un campione di liquido per l’esame istologico i cui risultati arriveranno tra circa 10 gg. Sto seguendo una cura prescrittami dal chirurgo. Ho cercato informazioni sulla proctite, ma vorrei capire come si contrae questa forma di colite ulterosa. Grazie mille
Signorina, non si contrae viene spontaneamente se veramente è proctite ulcerosa. Si veda a tal proposito l’allegato che meglio le spiegherà l’origine che fondamentalmente è congenita. Con saluti,
Prof. Pier Roberto Dal Monte

Probabili intolleranze alimentari
11 Mar 05 - fallica maria elena, 20 anni (id: 10897)
  vorrei fare degli accertamenti nel centro che lei mi consiglia perche non riesco a mengiare nulla che non mi faccia male perche mi risultano troppe intolleranze
Gentile Signora, prima di parlare di un ipotetico Centro che potrebbe risolvere i suoi problemi, sarebbe meglio inquadrare più dettagliatamente attraverso una visita o maggiori chiarimenti con un Clinico esperto. Con saluti,
Prof. Pier Roberto Dal Monte

Riacutizzazione RCU
11 Mar 05 - Raffaela, 51 anni (id: 10884)
  Assumo eutirox per la tiroide .. ma da quando prendo questo farmaco si è infiammata la colite ulcerosa.. è possibile che sia dovuto all’assunzione di tale farmaco?? è Consigliabile sospendere ??
Gentile Signora, non risulta ma con le medicine non si sa mai.La sospensione dipende da quanto è serio il suo ipotiroidismo e da che farmaci fa per la sua colite.Con saluti,
Le malattie infiammatorie intestinali.DOC
Prof. Pier Roberto Dal Monte

disfagia e dolore
11 Mar 05 - Sonia, 25 anni (id: 10883)
  Salve dottore, soffro da circa un anno di disfagia e dall’ultima gastroscopia mi hanno diagnosticato una gastrite localizzata in varie parti dello stomaco. Mi capita ormai quasi tutti i giorni, la sera, di non riuscire a deglutire ed alcuune volte quando riesco a farlo bene, verso l 22.00 ho un dolore allo stomaco ed anche nella zona del cuore e del braccio sinistro. Ho fatto 25 gg fa una gastroscopia ed adesso sono in attesa dei risultati della biopsia a breve. Ho fatto già una cura di circa un anno di Nexium sospendendo qualche mese (anche se non sono spesso costante). Sembra che non sia successo niente di positivo, tranne mangiare qualche volta in più. Ho cambiato 4 gastroenterologi ma s... continua >>
enza risultati. Cosa mi consiglia dottore sono molto demoralizzata anche se i dottori dicono non ci sia nulla di grave e che ci va tempo. Conosce il numero di qualche bravo gastroenterologo a Torino o Milano? Grazie della gentilezza. Sonia.
Gentile Sig.ra Sonia, il suo problema si può risolvere con una manometria esofagea. Non posso fare nomi di medici, ma sicuramente troverà all’ospedale di Torino un medico in grado di fare questo esame. In ogni caso sona sua disposizione per aiutarla. Cordiali saluti
Prof. Mauro Bortolotti

Terapia reflusso esofageo
10 Mar 05 - daniele, 27 anni (id: 10879)
  Buonasera professore Dal Monte. Le ho già scritto in precedenza per l’esofagite da reflusso da cui sono affetto. Ho effettuato ieri la manometria e la ph-metria e il professore a cui mi sono rivolto mi ha detto che ho una malattia da reflusso gastro-esofageo(MRGE) in stadio avanzato. Egli mi ha consigliato di sottopormi a intervento chirurgico in laparoscopia(funduplicatio) in quanto mi ha detto che allo stato in cui mi trovo la terapia farmacologica non mi può dare più nessun risultato. Adesso le vorrei chiedere quali sono i rischi di questo intervento e se tale intervento rappresenti una soluzione definitiva ai miei disturbi. Le vorrei fare anche presente che lavoro in una fabbrica e sto a... continua >>
contatto tutti i giorni con vernici e solventi tossici che mi stanno provocando non pochi disturbi e bruciori nella zona esofagea e vorrei sapere se dopo l’operazione con le dovute precauzioni posso proseguire questo lavoro o magari chiedere un cambio di mansione. Distinti saluti.
Egregio Signore, generalmente con l’intervento consigliato si migliora il quadro infiammatorio dovuto al reflusso. Non ho prove che lavorando in ambiente con sostanze tossiche si possa vanificare l’effetto dell’intervento.Comunque ne parli con il medico di fabbrica. Con saluti,
Prof. Pier Roberto Dal Monte

Emorroidi
10 Mar 05 - paolo, 25 anni (id: 10876)
  egregio dottore, volevo avere informazioni riguardanti farmaci per la cura delle emorroidi ed in particolare nella fase di insorgenza.la ringrazio anticipatamente e porgo i miei cordiali saluti
Egregio Signore, non esistono terapie vere e proprie di tipo farmacologico che possano arrestare il progredire di un prolasso emeorroidario, ma si possono eventualemente evitare e trattenere regolando l’intestino, vedi anche allegato. Con saluti
Le emorroidi.doc
Prof. Pier Roberto Dal Monte

Dolore sternale ed esofagite
10 Mar 05 - francesca, 65 anni (id: 10871)
  vorrei cortesemente conoscere se l,ernia iatale,il reflusso gastrico con esofagite e l,HB possono provocare oppressione e dolore nella zona sternale e se curando l,HB l,oppressione lamentata può cessare o diminuire.grazie
E’ possibile ma non è detto, anche perchè il dolore può essere di altra natura, ad esempio reumatica o cardiaca. Si veda comunque l’allegato. Con saluti,
Esofagite da reflusso.doc
Prof. Pier Roberto Dal Monte

Sospette emorroidi sanguinanti
10 Mar 05 - Fabio, 41 anni (id: 10868)
  Egregio Professore è da circa un anno che saltuariamente riscontro preenza di sangue di colore chiaro dopo aver assolto ai miei bisogni coroprali. In aprticolare l’ultima volta ho notato veri e propri gocciolamenti nel water sempre con sangue dicolore rosso chiaro ma senza accusare dolore. Il muio medico non ha riscontrato be emorroidi ne ragadi anali. er questo mi ha prescritto una rettoscopia crede possa essere qualcosa di grave? Certo di una sua risposta le porgo i miei piu distinti saluti Fabio
Egregio Signore, il quadro farebbe pensare ad emorroidi sanguinanti ed a null’altro di particolare, comunque è bene che faccia la rettosigmoido. Si veda anche l’allegato. Con saluti,
Le emorroidi.doc
Prof. Pier Roberto Dal Monte

Eruttazioni e cefalea da tensione
10 Mar 05 - massimo, 38 anni (id: 10855)
  caro prof,sono un ragazz0o di 38 anni e da diverso tempo soffro di continue errotazioni la mattinaa sveglio o in qualsiasi momento della giornata.soffro anche di cervicale e non so se questo problema puo causare questi tipi di sintomi.aggiungo inoltre che sono alto 1,98 e peso circa 100 ma ho l’impressione di avere lo stomaco abbastanza dilatato.mangio quasi sempre fuori casa e molto di corsa.rigraziandola anticipatamente le porgo distinti saluti.p.s. complimenti per il servizio che ci fornite
Egregio Signore, mi sembra un disturbo dipendente da cattiva digestione con fenomeni di "inrutazion" o deglutire aria per facilitare la digestione e quindi espellerla per l’accumulo fastidioso. Un disturbo fondamentalmente funzionale, ma che potrebbe essere segno di infiammazione dello stomaco cioè una gastrite o simili. Le allego alcuni consigli pratici sopratutto igienico-alimentari e naturalmente gli esami che si dovrebbero eventualmente fare (Ricerca H.P. ed EGDScopia) se non migliora.Comunque sappia che anche la cefalea muscolo tensiva di origine cervicale può provocare gli stessi disturbi. Con saluti
Cefalea muscolo-tensiva.doc
Prof. Pier Roberto Dal Monte


Da 25177 a 25192 di 28313