Sei in: Medico on-line > Gastroenterologia

Aderiamo allo standard HONcode per l'affidabilità dell'informazione medica Aderiamo allo standard HONcode per l'affidabilità dell'informazione medica.
Verifica qui.


Gastroenterologia
Referenti
  • Prof. Pier Roberto Dal Monte

  • Già Direttore Dipartimento medico-chirurgico delle Malattie dell’apparato digerente. Ospedale Bellaria-Maggiore. Bologna.

  • Prof. Mauro Bortolotti

  • Professore a Contratto della Specializzazione in Medicina Interna
    Facoltà di Medicina e Chirurgia dell’Università di Bologna
    Policlinico S. Orsola


ultimo aggiornamento 22/02/2013
 
Aree tematiche


Nella compilazione della tua domanda ti chiediamo gentilmente di attenerti il più possibile alle aree tematiche qui sopra riportate
ultimo aggiornamento 26/01/2007
Invia la tua domanda

Domande / Risposte
Epatite da virus C
1 Mar 05 - Simona, 24 anni (id: 10338)
  Ho contratto HCV credo a ott/nov ’04.Le transaminasi sono pressocchè normali, la viremia è bassa(7 milioni/copie).Genotipo misto ancora non rilevabile tramite sequenziamento. Quando si saprà se è opportuno iniziare la terapia interferone/ribavirina? E’ probabile una guarigione spontanea?
gentile Signorina, la quantità del virus non mi sembra bassa ed il genotipo non è poi così importante (è importante per un eventuale prognosi) per iniziare la terapia che a questo punto consiglierei di intraprendere. Con saluti,
Prof. Pier Roberto Dal Monte


Sipsi
1 Mar 05 - paola, 41 anni (id: 10331)
  Soffro da sempre di stitichezza e gonfiore addominale. Ho preso da anni la pessima abitudine di usare supposte di glicerina che oramai mi hanno creato dipendenza. Esiste un rimedio per questo?
Si veda l’allegato dove troverà. spero, la risposta ai suoi interrogativi, che poi non è un gran male usare la glicerina in supposte. Con saluti,
Prof. Pier Roberto Dal Monte

Rettocolite ulcerosa
1 Mar 05 - andrea, 30 anni (id: 10329)
  diagnosi di retto col ulc con biopsia.funzionalita intest normale no diarrea.presento sempre mucco e a volte sangue di lieve entita nella massa fecale.addome sempre gonfio,alla palpazione addominale dolore puntuorio specie in fossa iliaca sn.spesso dolore lombare.a volte coliche addominali.mi è stata prescritta una terapia con mesalazina 800mg per 4 al dì e clix di mesalazina ab.ho provato ad assumerla ma oltre ad non verificarne la sua utilità mi dava effetti collaterali fastidiosi,quindi e qualche anno che mi sto curando con prodotti omopatici con modici benefici.le domande che le pongo sono: il lavaggio intest. è utile ad eliminare il mucco o comunque puo essermi utili per un migliorament... continua >>
o? c’e, oltre ad una dieta adeguata che già seguo,un rimedio per eliminare il mucco intest? c’è una relazione tra apparato resp e intest. perchè ho notato che con l aumento di mucco intest ho anche un aumento di espettorazioni di mucco.grazie fin del tempo che mi dedica per rispondere,cordialità.
Egregio Signore, la RCU è un malattia che si cura con terapie specifiche compreso la salazopirina ed il cortisone o derivati. Si veda comunque l’allegato, ove vedrà la risposta ai suoi quesiti. Però non c’è rapporto con il sistema respiratorio. Con saluti,
Le malattie infiammatorie intestinali.DOC
Prof. Pier Roberto Dal Monte

Esofagite da riflusso
1 Mar 05 - stefano, 44 anni (id: 10328)
  sia io che mia moglie abbiamo una esofagite da riflusso. mia moglie prende lucen 40mg per quanto riguarda me mi e stata dignosticata da poco. posso prenderlo anchio, perche io sto assumendo elopram da circa 4 anni. grazie
Certamente sì e si veda anche l’allegato.Il farmaco che sta prndendo non dovrebbe avere controindicazioni in associazione. Con saluti
Esofagite da reflusso.doc
Prof. Pier Roberto Dal Monte

Sospetta candidosi
1 Mar 05 - Stefania, 39 anni (id: 10321)
  Gent.mo Prof, grazie per la sua cortese risposta. Avrei tre ultime domande: esistono degli esami clinici per diagnosticare una possibile candidosi intestinale? (Ultimamente al mio colon irritabie si è aggiunta una leggera forma di dermatite seborroica al viso e ho letto che all’ origine potrebbe esserci la "candida albicans"....) Che differenza c’è tra una semplice disbiosi e una candidosi? Bisogna osservare una particolare cautela nell’ assunzione delle vitamine del gruppo "B"? Grazie.
gentile Signora, le micosi come la candida non sono la causa della sua dermatite, per eventuale ricerca nelle feci faccia fare un esame batteriologico con ricerca di miceti. Di vitamina B ce ne è a sufficinza nei cibi. Con saluti, Con saluti,
Prof. Pier Roberto Dal Monte

Dispepsia
28 Feb 05 - marianna, 25 anni (id: 10313)
  Da circa 1mese soffro di notevole formazione d’aria nello stomaco e nel colon la qual cosa mi provoca anche dolori in corrispondenza dello sterno ed alcune volte battito cardiaco accellerato. Il medico mi ha prescritto SPASMOMEN da assumere mattina e sera ma non ho riscontrato alcun miglioramento, in seguito ho provato con carbone vegetale prima dei pasti ma anche in questo caso nessun miglioramento. Cosa mi consiglia? Le porgo i miei saluti.
Egregio Signore, ritengo che Lei in fondo per irritazione gastrica o per motivi funzionali svuoti male lo stomaco che accumula, oltre che cibo aria, con sensazione di gonfiore o meterorismo. Le consiglierei innazitutto di seguire i consigli allegati per ciò che riguarda l’alimentazione con rispettiva dieta. Con saluti,
Trattamento della dispepsia.doc
Prof. Pier Roberto Dal Monte

Dispepsia ed eruttazioni
28 Feb 05 - luca, 46 anni (id: 10303)
  ho questa problema:da qualche mese ho sempre lo stomaco pieno d’aria, dopo i pasti mi sembra di scoppiare!a questo gonfiore gia fastidioso si accompagnano le eruttazioni, continue, frequentissime (in genere 10-15 rutti all’ora). li faccio anche se bevo solo e anche a stomaco vuoto!non ho acidità o bruciore, solo quest’aria che non posso fare a meno di espellere. sto assumendo farmaci ma senza risultato. non mi rimane il cibo sullo stomaco, non ho nausea, niente..non so più cosa fare..a volte anche la pancia è un po gonfia, specie al mattino..cosa posso fare?la ringrazio
Signore, le sue mi sembrano eruttazioni e quindi evidentemente Lei accumula aria nello stomaco che deve eliminare, per cui sarebbe bene che evitasse intanto le bevande gassate ed eventualmente anche di ingerire aria con la cosidetta inrutazione (sappia che presso gli arabi l’eruttazione, anche provocata, è un segno di gradimento del cibo, ma non ci credo troppo). Anzi probabilmente in questi ultimi tempi non digerisce bene e veda di seguire per ciò che riguarda l’alimentazione i consigli che vedrà nell’allegato. Più che gli antiacidi prenderei qualche farmaco che facilita lo svuotamento dello stomaco tipo il domperidone o la levosulpiride, con saluti,
Trattamento della dispepsia.doc
Prof. Pier Roberto Dal Monte

Sospetta microlitiasi
28 Feb 05 - lina, 48 anni (id: 10299)
  Egregio prof. mi rivolgo a lei per un problema che massilla da circa un anno e mezzo. All’improvviso mi si scatenò un fortissimo dolore in epicondrio destro, con sensazione marcata di emettere aria, dopo alcune ore sparì, ma dopo una quindicina di giorni si ripresentò in modo stabile. Quello che mi preoccupò èra il fatto che in quella zona non avevo mai avvertito dolore. Iniziai tutta una trafila, visita gastrentereologica, dalla quale non evinceva niente di significativo se non un non indifferrente calo ponderale, senza fare diete in cinque mesi ho perso sei chili. Esami diagnostici: ecografia epato biliare, ben quattro, conclusioni dicinesia e ptosi,micro spot iperecogeni, endoscopia... continua >>
gastrica, clisma a doppio contrasto, rx torace più tutta una sfilza di controlli ematici che hanno evidenziato una sporadica e lieve alterazione della bilirubinemia.Il dolore non si placa con nessun farmaco, solo in alcuni momenti e posizioni. Mi si consiglia l’intervento. Che fare? E’ giust
Potrebbe essere stata una microlitiasi che ha eliminato( e quindi non più vista all’eco) dandole una colica epatica. Veda di continuare la dieta e di seguire i consigli che le allego.Di che intervento parla? di colecistectomia? provi se è così prima la terapia medica. Con saluti
La calcolosi biliare.doc
Prof. Pier Roberto Dal Monte

Disppepsi con pirosi
28 Feb 05 - antonio, 43 anni (id: 10295)
  Da anni soffro di gastrite, recentemente mi sono sottoposto ad una gastroscopia dalla quale è risultata una gastrite erosiva con assenza del helicobacter pylori, mi è stato prescritto un farmaco "inibitore della pompa protonica" che non so bene a casa serva. Da quello che ho capito è probabile che nel breve periodo posso avere un beneficio dall’assunzione dei tali farmaci. Volevo chiedere se dopo aver terminato la cura è opportuno evitare cibi che aumentano la produzione di acidità e se si quali alimenti occorre evitare. ringrazio
Egregio Signore, i farmaci che usa servono per diminuire gli acidi gastrici per il resto segua i consigli che le allego. Con saluti,
Trattamento della dispepsia.doc
Prof. Pier Roberto Dal Monte

Reflusso acido esofageo
28 Feb 05 - giovanna, 43 anni (id: 10294)
  soffro di ernia iatale, ora dopo 2 anni devo ripetere la gastroscopia, ma nonostante le cure per 1 anno con "omeprazen" e1 anno con "peptazol" continuo a soffrire di acidità e bruciori. cosa posso mangiare per diminuire questi sintomi e cosa si può fare ulteriormente. Grazie
Gentile Signora, segua i consigli allegati. Con saluti,
Esofagite da reflusso.doc
Prof. Pier Roberto Dal Monte

Gastrite con metaplasia
28 Feb 05 - giuseppe, 65 anni (id: 10291)
  In sede di biopsia gastrica ho avuto il seguente referto; 1) B CORPO:mucosa gastrica normoconfornata 2) B Antro:gastrite cronica lieve,quiescente. Focale metaplasia intestinale completa di alcune ghiandole. HP negativo. Qual’è la gravità della situazione? Ringrazio vivamente. Giuseppe
Egregio Signore, non è grave ma da controllare tra 1-2 anni. Con saluti,
Prof. Pier Roberto Dal Monte

Polipo gastrico
28 Feb 05 - maria, 62 anni (id: 10288)
  Gent.mo Prof., dall’esame istologico seguito all’asportazione endoscopica di un polipo gastrico,risulta: "Gasrite cronica lievemente attiva, ad impronta follicolo-linfatica (con focali aspetti di metaplasia intestinale). (Negativa la ricerca sell’H.P.)". Le chiedo: -Cosa significa esattamente - Quali rischi si corrono per un tumore - Se devo fare ulteriori indagini - Cosa mi consiglia. Grazie
Non corre nessun rischio immenente e probabilmente futuro, ma si tenga controllato facendo ogni tanto una gastro seconde le indicazioni degli endoscopisti di sua fiducia.Con saluti
Prof. Pier Roberto Dal Monte

Sospetta proctite ulcerosa
28 Feb 05 - Marianna, 35 anni (id: 10287)
  Buon pomeriggio, gentile Dottore ho appena eseguito una colonscopia ( dopo due episodi di evacuazine con mucose di sangue). Mi e’ stato diagnosticata una proctite distale, e nel tratto distale sono iperemica ed edematosa con parecchie sottomunose. potrebbe cortesemete spiegarmi la diagnosi il mio medico curante mi ha detto che e’ una semplice infiammazione e di stare tranquilla. grazie Marianna
gentile Signora, non ho capito che cosa significa sottomucose (manca il soggetto). Potrebbe trattarsi di proctite ulcerosa. Se fossero ulcere si veda l’allegato. Con saluti,
Le malattie infiammatorie intestinali.DOC
Prof. Pier Roberto Dal Monte

Dispspsia(già risposto)
28 Feb 05 - valerio, 41 anni (id: 10283)
  professore,vorrei sapere che cosa vuol dire GASTROPATIA ANTRALE.le pongo questa domanda perche nell’ultima GASTRO che ho fatto mi anno detto questo.soffro da parecchi anni circa 20 anni ,prima da giovane ho avuto un ulcera duedenale poi dopo parecchi anni una gastrite ed infine ERNIA YATALE. Tutto cio con intervalli e periodi corti elunghi .tenga presente che ho fatto 8 gastroscopie con varie biopsie ,nell’ultima mene anno fatto 7 nell’esofago ,stomaco e duedeno,non rilevando nulla di particolare.ho anche estirpato l’elicor battery pilori.pero’ da circa due anni ho problemi con esofagite da riflusso sto facendo la cura con RANIBEN da 300 ma irisultati non sono ottimi visto che ho sempre da e... continua >>
ruttare e dei bruciori di gola durante la giornata. tempo fa usavo PANTORC LEI GHE DICE CI RIPROVO DINUOVO PER VEDERE SE VA MEGLIO.l’ultima gastro l’ho fatta a giugno 2004.devo rifarne un’altra?le diro in confidenza che ho girato parecchi ospedali,piu’ privati per le varie gastroscopie,ultima a PD
Smetta di fare esami! Con saluti
Prof. Pier Roberto Dal Monte

Helicobacter pilori
28 Feb 05 - matteosantoro, 40 anni (id: 10278)
  Soffro da circa due anni di disturbi digestivi(pesantezza dopo i pasti anche non abbondanti)e oltre a questo mi è stata diagnosticata una esofagite da reflusso che ha portato ad infiammare tutta l’area circostante le corde vocali(insultate di loro da un processo disfonico di tipo ipercinetico) .Ho sentito parlare del elicobatter pilori.Quale ruolo puo avere questo batterio nella patologia gastrica?Quali esami effettuare per poi eventualmente affrontare una terapia mirata?e se eventualmente puo aver incidenza nella disfonia.Rimango in attesa di una vostra risposta e porgo i miei distinti saluti.
Egregio Signore, per l’H.P.si legga l’allegato, non credo però che sia causa dei suoi disturbi al faringe ma eventualmente solo allo stomaco. Il reflusso è un’altra cosa.Con saluti,
Infezione da Helicobacter Pilori.doc
Prof. Pier Roberto Dal Monte


Da 25177 a 25192 di 28190