Sei in: Medico on-line > Gastroenterologia

Aderiamo allo standard HONcode per l'affidabilità dell'informazione medica Aderiamo allo standard HONcode per l'affidabilità dell'informazione medica.
Verifica qui.


Gastroenterologia
Referenti
  • Prof. Pier Roberto Dal Monte

  • Già Direttore Dipartimento medico-chirurgico delle Malattie dell’apparato digerente. Ospedale Bellaria-Maggiore. Bologna.

  • Prof. Mauro Bortolotti

  • Professore a Contratto della Specializzazione in Medicina Interna
    Facoltà di Medicina e Chirurgia dell’Università di Bologna
    Policlinico S. Orsola


ultimo aggiornamento 27/11/2014
 
Aree tematiche


Nella compilazione della tua domanda ti chiediamo gentilmente di attenerti il più possibile alle aree tematiche qui sopra riportate
ultimo aggiornamento 26/01/2007
Invia la tua domanda

Domande / Risposte
malattia da reflusso g.e.
15 Apr 05 - alessandro, 35 anni (id: 12817)
  Egr.Prof. SOFFRENDO DI RIFLUSSO ESOFAGEO SEGUENDO CIO CHE MI HA PRESCRITTO IL MIO MEDICO STO PRENDENDO PER DUE MESI IL LUCEN DA 20 MG LA MATTINA A DIGIUNO VOLEVO SAPERE SE DEVO PRENDERE IL LUCEN PER TUTTO L’ANNO ESSENDO QUESTA UN MALATTIA CRONICA E SE QUESTO PUO AVERE CONTRINDICAZIONI.INOLTRE VOLEVO CHIEDERLE COME MAI IL PROBLEMA DEL RIFLUSSO LO AVVERTO PIU’ LA MATTINA DOPO COLAZIONE CHE DOPO IL PRANZO E LA CENA FORSE PERCHE IL LUCEN LA MATTINA DEVE ANCORA FARE EFFETTO? GRAZIE
Egr. Sig. Alessandro, purtroppo sì, ed il SSN gliela concede gratuitamente per 12 mesi ed in caso di necessità, anche oltre. Non vi sono controindicazioni tranne l’ipersensibilità (allergia) al prodotto. Probabilmente sì, e pertanto lo prenda mezz’ora prima di colazione. Distinti saluti Prof. Mauro Bortolotti
Prof. Mauro Bortolotti


malattia da reflusso
15 Apr 05 - marco, 37 anni (id: 12804)
  nel 1991 mi è stata diagnosticata con gastroscopia una esofagite di 1 grado ho fatto una cura a base di antra ed altri medicinali sono stato abbastanza bene sino al 2001 quando i bruciori si sono ripresentati ho eseguito di nuovo una gastroscopia ed il risultato è stato di ernia iatale da scivolamento con esofagite di 1 grado negativo helico.bac.una piccola erosione non necessaria biopsia. Da diverso tempo accuso dolori soprattutto al risveglio al petto ed alla schiena non ho rigurgito non ho bruciori sto assumendo lansox 30 mg da 2 settimane è necessario ripetere una gastroscopia?Come può evolvere la malattia in situazioni pericolose? ringrazio infinitamente per le risposte
Egr. Sig. Marco, occorre ripetere la gastroscopia solo se vi sono sintomi di allarme: dimagrimento, sangue occulto positivo, astenia, anoressia, febbricola, nausea, ecc. e se vi è familiarità per malattie tumorali digestive. I suoi disturbi possono essere dovuti al reflusso, ma per averne la certezza occorrerebbe fare una pH-metria esofagea di 24 ore. Non mi ha detto se vi è stata positività per l’Helicobacter Pylori alla gastroscopia, perchè in tal caso va eradicato. Purtroppo la sua malattia va curata continuamente con una terapia di mantenimento a base di inibitori di pompa protonica che il SSN dà gratuitamente per 12 mesi e, se necessario, anche di più. Le allego una dieta che le può servire. Distinti saluti. Prof. Mauro Bortolotti
Dieta CUP 2000.doc
Prof. Mauro Bortolotti

Stispi cronica
15 Apr 05 - Mary, 56 anni (id: 12801)
  Soffro da sempre di stipsi e sono riuscita a risolvere parzialmente il problema con l’uso quotidiano di un microclisma ed una dieta adeguata. Il fatto è che non riesco più a defecare senza l’aiuto di un microclisma e la cosa mi preoccupa. Mi è stato consigliato l’uso di Planten. Mi potrebbe per cortesia dare un consiglio? Inoltre poichè al mattino io devo prendere una compressa di arimidex in seguito all’asportazione di un tumore al seno, i lassataivi potrebbero ostacolarne l’assorbimento?La ringrazio e porgo cordiali saluti
Gentile Signora, le consiglio di leggersi l’allegato che mi sembra adeguato a rispondere ai suoi quesiti. Non mi risulta che i lassativi impediscano l’assorbimento del farmaco che mi cita, in quanto avviene nelle prime vie digestive.Con saluti,
La stitichezza.DOC
Prof. Pier Roberto Dal Monte

colon irritabile
15 Apr 05 - AnnaMaria, 36 anni (id: 12799)
  Egregio dottore, Le ho già scritto qualche giorno fa dicendo che soffro di colon irritabile con stipsi cronica e ho iniziato a prendere la trimebutina, come Lei mi ha consigliato. In effetti io non ho mai fatto un clisma opaco però, poco più di un anno fa, ho fatto una colonscopia. Non sono riuscita a fare l’esame fino in fondo perchè avevo molto dolore. Soprattutto mi ha molto disturbato la preparazione all’esame, a base di lassativi, che mi ha gonfiato moltissimo. Quindi il medico non è riuscito a portare a termine l’esame. Le scrivo comunque la diagnosi:"Ndr all’ispezione della regione anale ed all’esplorazione digitale del retto. La mucosa di tutto il colon esplorato sino a 50 cm dalla l... continua >>
ac. Reperto normale". Ritiene comunque preferibile che io faccia un clisma opaco? Vorrei farle un’altra domanda. Posso prendere antispastici insieme al debridat oppure l’associazione è sconsigliabile? La ringrazio moltissimo per la Sua attenzione
Gentile Sig. AnnaMaria, se la sintomatologia attuale è simile a quella di quando ha fatto la colonscopia non occorre fare un clisma opaco. Può prendere antispastici al bisogno. Distinti saluti Prof. Mauro Bortolotti
Prof. Mauro Bortolotti

Neoformazione epatica
14 Apr 05 - sandra, 44 anni (id: 12790)
  Mio padre,75 anni,è stato gastroresecato a dicembre 2004.Gli esami istologici,successivi all’intervento, non hanno evidenziato nessuna formazione maligna tanto che non si è ritenuto necessario procedere con alcun ciclo di chemioterapia.Oggi ho avuto il referto di una eco addominale fatta il giorno 11/04/05 e si legge quanto segue: "Si rileva la comparsa, a livello del lobo epatico destro,VI segmento, di voluminosa formazione solida ipoecogena,a profili policiclici,del diametro longitudinale massimo di circa 6,5 cm. Tale reperto,verosimilmente replicativo, appare meritevole di integrazione diagnostica mediante TC con mdc....ecc..." Cosa significa? ha un tumore al fegato? la gastroresecazion... continua >>
e fatta può non essere stata sufficiente ad eliminare le cellule malate? Grazie per la gentile risposta e considerazione.
Gentile Signora, è molto verosimile che si tratti di una metastasi epatica. Completi con gli altri esami. Con saluti,
Prof. Pier Roberto Dal Monte

dolore spalla
14 Apr 05 - Marco, 30 anni (id: 12783)
  Sono 4 giorni che ho un dolore alla spalla all’altezza della scapola (localizzata tra scapola e colonna vertebrale), ho difficolta di movimento ed abbassando la testa ho un dolore lungo tutta la colonna vertebrale, e anche se ruoto il bacino. Il principio del dolore è stato un abbassamento veloce (per sedermi) credo compressione della colonna, inquanto ho avuto un dolore atroce lungo la colonna vertebrale e la gabbia toracica, negli ultimi giorni ho avuto fastidi allo stomaco.
Egr. Sig. Marco, senza una visita è impossibila fare una diagnosi. Le consiglio di rivolgersi al suo Medico o ad un Ortopedico. Distinti saluti.
Prof. Mauro Bortolotti

Sospette emorroidi sanguinanti
14 Apr 05 - Stefano, 25 anni (id: 12778)
  Vorrei chiederLe se potrebbe aiutarmi per un problema che ho da quasi un mese consistente nella fuoriuscita di sangue durante la defecazione.Inoltre vorrei chiederLe se mi consiglia qualche terapia.La ringrazio anticipatamente.
Egregio Signore, potrebbero essre emorroidi sanguinanti, segua per la terapia i consigli che le allego. Se continuasse faccia una anorettoscopia. Con saluti,
Le emorroidi.doc
Prof. Pier Roberto Dal Monte

lingua gialla
14 Apr 05 - maurizio, 31 anni (id: 12772)
  Gentile Professore, ho da 40 gg. circa il dorso della lingua di colore giallastro, soprattutto nella parte posteriore. Può essere dovuto ad un problema gastroenterico?
Egr. Sig. Maurizio, occorrerebbe sapere se ha altri sintomi digestivi. Distinti saluti
Prof. Mauro Bortolotti

Dolore ipocondrio di sn
14 Apr 05 - Antonio, 21 anni (id: 12771)
  Reinoltro la mia domanda sperando ke abbia risposta. Avverto da ieri mattina un dolore al fianco sinistro tipo quello che si avverte quando si fa un corsa e poi duole la milza. Più che un dolore è una sensazione di fastidio? cosa può essere? sono un po preoccupato
Egregio Signore, potrebbe trattarsi di un dolore di tipo muscolare per una contrattura da sforzo o errata postura. Escluderei un dolore del colon di sn a meno che non abbia un cambiamento delle abitudini intestinali. Con saluti,
Prof. Pier Roberto Dal Monte

Colon irritabile con sigmoidite
14 Apr 05 - stefania, 24 anni (id: 12770)
  ho fatto una colon scopia di recente questo è l’esito: iperenia e modesta flogosi del sigma medio dall’esame istologico: 3 frustoli di grosso intestino in che cosa consiste e quale cura devo fare affinchè mi passino i dolori allucinanti di cui soffro? grazie
Potrebbe trattarsi di un colon irritabile con sovrapposta infezione intestinale. Provi a seguire i consigli che le allego rendendo per qualche giorno un disinfettante intestinale. Con saluti,
Il colon irritabile.doc
Prof. Pier Roberto Dal Monte

Dolore ipocondrio dx
14 Apr 05 - varz, 20 anni (id: 12769)
  Mio padre da un po’ di tempo avverte un dolore più o meno all’altezza del fegato. Cosa potrebbe essere?
Egregio Signore,potrebbe essere in relazione con un organo collocato a dx, come le vie biliari/fegato, la flessura dx o epatica del colon: escluderei comunque il fegato che non da nel suo caso dolore, così come escluderei un dolore riferibile al colon dx, mentre penserei di più ad un dolore di verosimile natura muscolo-tendinea alla base dell’emitorace di dx. che potrebbe essere a partenza dalla colonna quindi posteriormente, irradiato in avanti nel punto che Lei mi segnala.Veda se la sua postura è correta, se la colonna dorsale in asse ed infine se i muscoli paravertebrali sono anch’essi dolenti.Con saluti,
Prof. Pier Roberto Dal Monte

RCU non complicata
14 Apr 05 - Pierluigi, 38 anni (id: 12767)
  Gent.mo prof. in relazione alla mia precedente domanda n.12431 (RCU) le volevo segnalare che i sintomi descritti (mucorrea x 15gg) sono cessati dopo aver aumentato la dose di mesalazina a 3,2Gr/die + schiuma 2Gr/die (feci ancora poco formate ma non diarrea). Sono anche in possesso degli esami ematochimici eseguiti qualche giorno fa’ e mi sembrano corretti tranne i valori relativi alla tipizzazione linfocitaria: VES:2 PCR:3 ANCA: (c-IFI) NEG,(c-EIA)0.2U/ml,(P-EIA)0.1U/ml,(p-IFI)NEG; emocromo OK; Glob.Bianchi (nutrof/linf/eos...) OK; Elettroforesi OK; GOT/GPT/ALP/GT/BILI: OK; TSH/FT3/FT4 OK; TIPIZZAZIONE: CD3 55% (55/80) CD4 29% (35/55) CD8 31% (20/30) RAPP.CD4/CD8 0.9 (1.4/2.0). Questa varia... continua >>
zione (anche se non elevata) dei valori CD3/4/8 sono da attribuire sempre alla RCU? anche in assenza di alterazioni VES/PCR/ANCA? La ringrazio ancora per la cortese attenzione e disponibilita’.
Egregio Signore, le alterazioni segnalate non significano nulla, per il resto significa che la RCU non ha una interessamento generale o sistemico dell’organismo. Continui con la terapia. Con saluti,
Prof. Pier Roberto Dal Monte

Stipsi
14 Apr 05 - daniel, 41 anni (id: 12765)
  salve, ogni tanto oramai da 5 anni soffro di periodi di stitichezza, in questi periodi, vado di corpo circa 2 volte alla settimana, forse perchè soffro di ansia e sono molto nervoso. Cosa consiglia di assumere? Il lattulosio è indicato? Molte grazie.
Egregio Signore, si legga l’allegato ove vi è chiarito quasi tutto sulla stipsi e la sua terapia. Con saluti,
La stitichezza.DOC
Prof. Pier Roberto Dal Monte

dolorino addominale
14 Apr 05 - ANTONIO, 21 anni (id: 12764)
  Gentilissimo dottore sono un giovane ke purtroppo non fa nessuna attività fisica e un lavoro sedentario con una alimentazione a mezzogiorno di soli panini. Fatta questa premessa le chiedo come mai è da ieri mattina ke sento un dolorino al fianco sinistro tipo come quando si corre e si sente un fastidio alla milza. Ho come la sensazione di dover urinare ma nn devo. Cosa può essere? sono abbastanza preoccupato mi aiutiiiiiiii
Gentile Sig. Antonio, impossibile fare una diagnosi senza una visita. Le consiglio di farsi visitare dal suo Medico. Distinti saluti. Prof. Mauro Bortolotti
Prof. Mauro Bortolotti

colon irritabile?
14 Apr 05 - Laura, 28 anni (id: 12760)
  Salve, ho 28 anni e d asempre soffro a dire dal mio medico di Colite spastica, dopo il parto (sono passati ormai 20 mesi)l asituazione e’ degenerate, ho fatto un sacco di esami compresi quelli per la Tiroide e l’allergia al glutine e sono risultati negativi, dopo aver seguito un acura di mesi con il Laroxil la situazione e’ migliorarata di poco, ho smesso ed ho effettuato una cura dietetica di 3 mesi seguita da Levobren e 2 Volte al dì una bustina di CADIMINT dopo i pasti, la situazione e’ migliorata ma, come ho smesso sono tornata indietro. Premetto che non ho mai voluto effettuare visite invasive per troppa paura, attualmente soffro di effetti diarroici con muco, bruciore di stomaco, ari... continua >>
a in pancia e rumori di stomaco. Vorrei avere qualche consiglio per eliminare definitivamente il problema (sono stata bene solo durante la gravidanza!) trovando eventualmente anche un farmaco da prendere sempre,la ringrazio per avermi ascoltata e confido in una risposta urgente. Grazie Laura
Gentile Sig.ra Laura, lei soffre probabilmente di colon irritabile (vedi aree di interesse), ma per averne la certezza e fare quindi le cure adeguate sarebbe opportuno effettuare una colonscopia o, almeno, un clisma opaco. Nel frattempo può provare ad assumere trimebutina cp 2 al dì prima dei pasti. Noi stiamo per iniziare uno studio clinico controllato sull’effetto di un prodotto vegetale sui sintomi del colon irritabile. Se vuole partecipare può telefonarmi al n. 051-6364137. Cordiali saluti Prof. Mauro Bortolotti
Prof. Mauro Bortolotti


Da 25177 a 25192 di 28780