Sei in: Medico on-line > Gastroenterologia

Aderiamo allo standard HONcode per l'affidabilità dell'informazione medica Aderiamo allo standard HONcode per l'affidabilità dell'informazione medica.
Verifica qui.


Gastroenterologia
Referenti
  • Prof. Pier Roberto Dal Monte

  • Già Direttore Dipartimento medico-chirurgico delle Malattie dell’apparato digerente. Ospedale Bellaria-Maggiore. Bologna.

  • Prof. Mauro Bortolotti

  • Professore a Contratto della Specializzazione in Medicina Interna
    Facoltà di Medicina e Chirurgia dell’Università di Bologna
    Policlinico S. Orsola


ultimo aggiornamento 22/02/2013
 
Aree tematiche


Nella compilazione della tua domanda ti chiediamo gentilmente di attenerti il più possibile alle aree tematiche qui sopra riportate
ultimo aggiornamento 26/01/2007
Invia la tua domanda

Domande / Risposte
Nausea
29 Ago 06 - alex, 34 anni (id: 42964)
  caro dottore,dopo ricovero e gastroscopia con risultato reflusso gastroesofageo con persistente nausea...ulteriore visita specialistica e mi viene detto di assumere lucen per 6 mesi.A periodi la nausea torna a farsi sentire nonostante le pastiglie con sensazione di nodo alla gola..la cura risulta insufficiente o si puo’ associare uno stato ansioso?
La nausea non è un sintomo imputabile a reflusso, ma più allo stomaco, consiglierei di seguire i consigli dietetico-generali che le invio.
Trattamento della dispepsia.doc
Prof. Pier Roberto Dal Monte


Ca19-9
29 Ago 06 - caterina, 43 anni (id: 42963)
  rif. ID42729. Egregio Professore La ringrazio per la risposta. Nel frattempo ho ripetuto emocromo + CA 19-9 rientrati nella norma - Piastrine 419 e Ca-19-9 " 34,83. A questo punto cosa devo fare? GRazie per la risposta che vorrà darmi.
Aspettare e vedere come si comporteranno gli stessi esami fra qualche mese.
Prof. Pier Roberto Dal Monte

Sospetta ragade
29 Ago 06 - rita, 32 anni (id: 42962)
  Gent.le Prof.re,è un pò di tempo che un problema mi tormenta e man mano che passa il tempo son sempre piu’ preoccupata. Mi capita spesso che dopo l’evacuazione, pur lavandomi,mi rimane un persistente bruciore e prurito all’ano e mi accorgo che rimane lievemente sporco.Cosa può essere? Preciso che non ho perdite di sangue, se non macchioline come fosse un taglietto o un brufoletto. Devo fare qualche esame specifico? Grazie.
Potrebbe essre una ragade anale si veda comunque l’allegato 1 e 2.
La ragade anale.doc
Il prurito anale.rtf
Prof. Pier Roberto Dal Monte

Ragade anale
29 Ago 06 - Gianna, 50 anni (id: 42958)
  caro professore ho una ragade vorrei sapere gli alimenti che possonom darmi fastidio un saluto grazie Gianna
I cibi non c’entrano a meno che non abbia stipsi.
La ragade anale.doc
Prof. Pier Roberto Dal Monte

Dispepsia
29 Ago 06 - VITTORIO, 32 anni (id: 42957)
  Gent.prof le vorrei chiedere in rif. all ID 42571 ho gia ’utilizzato il levopraid,inizialmente bene poi con scarsi risultati in quanto la nausea dopo i pasti anche a distamza di 3-4 ore persiste in maniera leggera,LEI pensa che una terapia a livello psichiatrico tipo farmaci ansiolitici(xanax-lexotan ecc..)mi potrebbero giovare?...la ringrazio ancora per la risposta.
E’ probabile siano utili, anche se non ci credo molto ma prima riveda anche la sua alimentazione e le modalità di alimentarsi.
Prof. Pier Roberto Dal Monte

Meteorismo
29 Ago 06 - matteo, 25 anni (id: 42956)
  buon giorno, da un mese soffro di aerofagia e ho la pancia visibilmente gonfia, ma non ho dolori. premetto che ho seguito una dieta irregolare per dimagrire e ho perso tanti chili in pochi mesi mangiando tanta verdura e frutta e a volte eliminando le altre sostanze nutritive dai pasti. ammetto di essermela cercata, ma volevo chiederle se è possibile che io abbia sviluppato un’intolleranza alle verdure o al caffè(una di quelle sostanze di cui non ho mai fatto a meno e anzi abusato).E’ possibile seguire una dieta per risolvere il problema, dovrei comunque andare da un medico per l’aerofagia o pensa che sia un’irritazione temporanea? grazie mille.
Potrebbe essere un colon irritabile in seguito alla dieta che ha fatto, torni alla dieta normale e meno caffè.
Il_colon_irritabile_ed_il_suo_trattamento.doc
Prof. Pier Roberto Dal Monte

Dspepsia
29 Ago 06 - Lele, 42 anni (id: 42954)
  Avrei un quesito da porVi. Ho 42 anni e da un anno e mezzo sono in terapia per RCU, ultimamente, ho riscontrato, subito dopo aver terminato di mangiare, una dilatazione dello stomaco, con difficoltà di espansione della cassa toracica, e tensione addominale. Questo fenomeno non si verifica tutte le volte, ma discontinuamente, e più spesso dopo aver mangiato formaggi o dolci a fine pasto. Potete fornirmi una spiegazione? Può essere legato ad intolleranze alimentari o a fenomeni di tensione nervosa? Grazie
Potrebbe essere inrelazione a cattiva digestione di stomaco, anche secondaria a farmaci si veda l’allegato.
Trattamento della dispepsia.doc
Prof. Pier Roberto Dal Monte

Reflusso esofageo
29 Ago 06 - Elisabetta, 17 anni (id: 42953)
  sono affetta da esofagite da reflusso dal novembre scorso. ha fatto una cura di 2 mesi di GAVISCON sciroppo e LANSOX da 15. sono stata meglio per qualche mese ma da un pò di tempo i disturbi si fanno risentire. cosa mi consiglia
Segua i consigli che le invio.
Esofagite_ed_ernia.doc
Prof. Pier Roberto Dal Monte

Diarrea
29 Ago 06 - antonietta, 60 anni (id: 42939)
  Gent.mo Prof,seguo scrupolosamente i suoi consigli ma sto sempre male per dolori addominali,diarrea a causa del colon irritabile di cui soffro da ben 40 anni.Ci sono farmaci nuovi,efficaci dal momento che non posso prendere trimebutina perchè mi accentua l’ipotensione di cui soffro?Ringrazio
Se la diarrea dipende veramente dal colon irritabile, può cercare di procurarsi un nuovo famaco molto efficace non in commercio in Italia l’alosentron o Lotronex(nome commerciale) Presso la farmacia del Vaticano.Da usarsi con cautela.
Prof. Pier Roberto Dal Monte

Dispepsia
29 Ago 06 - enrica, 54 anni (id: 42929)
  gent. dottore mi succede ormai da diversi anni che dopo aver mangiato,se non faccio movimento o peggio ancora se mi sdraio per dormire o semplicemente sto sul divano il cibo mi si blocca per ore nello stomaco. questo disturbo mi procura di notte dei seri fastidi poichè provoca una forte tachicardia ed il cibo sembra fermarsi nello stomaco sino al mattino con conseguente mal di testa e nausea. la ringrazio se vorra rispondermi enrica
Veda di seguire i consigli che le allego anche dietetici.
Digestione e dispepsia.DOC
Prof. Pier Roberto Dal Monte

Pancreas divisum
29 Ago 06 - ludovica, 30 anni (id: 42926)
  Vorrei sapere se esiste nel mondo un centro ospedaliero dove poter effettuare l’intervento chirurgico per correggere la malformazione del pancreas divisum in un bimbo di 17 mesi
Se non ha provocato disturbi mi sembra prematuro intervenire, tuttavia poichè oggi si opera soprattutto per via endoscopica mediante ERCP. Consulti il Professor Costamagna della Gemelli di Roma; è uno dei migliori endoscopisti al mobdo su tale interventistica.
Prof. Pier Roberto Dal Monte

Bruciore faringeo
29 Ago 06 - simone, 37 anni (id: 42925)
  Gentilissimo dottore sono 3 o 4 giorni che sento un bruciore allo alla gola e non sapendolo bene localizzare credo che comprenda faringe ed esofago. Quando ingerisco vino o mastico gomme o caramelle alla menta sento un forte bruciore. Ho anche la sensazione di nodo alla gola. Il mio medico mi ha detto che potrebbe essere dovuto ad un ernia iatale che mi caura il reflusso gastro-esofageo lei pensa che la diagnosi fatta in modo così approssimato possa rispondere alla relatà e che mi consiglia di fare? Lui mi ha consigliato un farmaco che in questo istante non ricordo il nome e uno sciroppo
Se persiste potrebbe essere dovuto a reflusso acido dallo stomaco. Segua pertanto i consigli che le nvio.
Esofagite_ed_ernia.doc
Prof. Pier Roberto Dal Monte

Probabile colon irritabile postinfettivo
29 Ago 06 - Silvia, 29 anni (id: 42922)
  Da anni soffro di dolori addominali e alcune volte ho avuto forti coliche che mi hanno portato ad un ricovero ospedaliero.Ho sofferto di stitichezza e gonfiore.Ho preso vari farmaci sotto controllo del mio medico tra cui modula,spasmomen e fermenti lattici. Da 2 mesi ho gonfiore dal mattino,dolore nel basso addome e, con il trascorrere della giornata, estensione del dolore alla zona alta dell’addome e allo stomaco.La dottoressa mi ha prescritto spasmomen che ho preso per 20 gg senza alcun risultato positivo. Non soffro più di stitichezza ma un giorno mi sono accorta di tracce di sangue nelle feci. Ho fatto esami del sangue:emogramma tutto a posto tranne RDW SD 38,4 fl, Formula leucocitaria ... continua >>
nella norma e VES superiore al limite (23 mm/h). Nell’esame feci tutto a posto tranne la coprocoltura in cui ho sviluppo di popolazione microbica resistente, saprofita. Da 15 gg prendo enterolactis plus capsule e da 5 gg Rifacol 200 mg ma non ho ottenuto alcun risultato, anzi un peggioramento generale. Soffro di poliuria (vado in bagno 12-14 volte al giorno) e al mattino quando urino ho un dolore al basso ventre (non bruciore come per la cistite).Ho gonfiore generale dal mattino con aumento durante la giornata,fastidio addominale e a volte dolore in varie zone dell’addome.Ho un ingrossamento delle ghiandole sotto al collo e un’alterazione della temperatura corporea (36.8-37.4°C).Inoltre mi sento sempre molto stanca.Ho fatto il breath test per l’Helicobacter pilory e l’esito mi arriverà tra 1 settimana.Che cosa può essere?Quali esami potrei richiedere al mio medico di base? E mi consiglia una visita de uno specialista?Grazie per la sua disponibilità
Potrebbe trattarsi di un colon irritabile postinfezione anche virale intestinale . Faccia la ricerca sierologica degli anticorpi virali E.B,, Herpes, Citomegalico e segua anche i consigli allegati.
Il_colon_irritabile_ed_il_suo_trattamento.doc
Prof. Pier Roberto Dal Monte

Sospette emorroidi
29 Ago 06 - Matteo, 22 anni (id: 42920)
  Gent.mo Prof. Dal Monte, Le scrivo per chiederLe un parere su di un fatto che mi è accaduto due giorni fa. La mattina del tal giorno appunto, dopo la defecazione, ho notato del sangue rosso vivo presente sulle feci, apparentemente senza muco. Il sangue non era molto, ma comunque visibile. Inoltre non avevo sentito alcun tipo di dolore o prurito. C’è da dire che nei giorni precedenti avevo mangiato cibi non troppo sani, ho trasportato un pacco abbastanza pesante ed inoltre la sera prima avevo bevuto del vino. Le dico tutto ciò perché, leggendo alcune cose sulla rete, ho appreso che questi potrebbero essere fattori influenti. Aggiungo che dopo questo episodio non ho notato tracce di sangue n... continua >>
egli slip. Nel pomeriggio, durante un bidet, passando le dita sull’ano, mi sono reso conto di essermele sporcate di sangue, comprendendo quindi che la perdita della mattina, probabilmente non veniva dall’interno. Aggiungo che ho notato un lieve rigonfiamento in un punto dell’ano, leggermente molle, e credo sia stato quello a sanguinare. Mi rendo conto ora, che quel lieve rigonfiamento ce l’ho da un certo tempo, probabilmente mesi, ma che non gli avevo mai dato peso perché non mi aveva mai dato nessun fastidio. Dopo quel giorno non ho più avuto sanguinamenti. A questo punto mi chiedo: si tratta di un primo stadio di emorroidi, oppure posso pensare che si tratti di un semplice episodio isolato? Vista la mia giovane età, mi stupirebbe il fatto di avere già le emorroidi, anche perchè in famiglia mi pare ci sia solo la nonna paterna a soffrirne. Inoltre non so determinare se questo "lieve rigonfiamento" sia degno di note, e se sì, è possibile farlo scomparire definitivamente? Per me sarebbe davvero una cosa spiacevole dover combattere già da questa età con un problema di questo tipo... Sperando in una rapida risposta La ringrazio per l’attenzione. Matteo
Potrebbero essere anche emorroidi che talvolta si hanno anche in giovane età. Se si ripetesse si faccia una rettosigmoidoscopia.
Prof. Pier Roberto Dal Monte

Emisione di sangue
29 Ago 06 - Dario, 27 anni (id: 42919)
  Buongiorno, l’altra sera mi sono accorto di avere sangue in bocca, non so per quale motivo. Si è ripetuto per due volte, ed era molto denso. Io soffro di allergie a graminacee e a molte altre specie di piante (betulla, ulivo..) di conseguenza ho l’allergia praticamente tutto l’anno e spesso mi capita la fuoriuscita di sangue, però dal naso. Volevo sapere a cosa può essere dovuto il sangue che esce dalla bocca, dato che non presento nessun altro sintomo, e magari dipende dall’allergia anche se mi sembra strano dato che in passato non è mai capitato.
Potrebbe dipendere da un diffusione posteriore del sangue nasale, comunque è bene che si faccia vedere da un orotorino.Non c’entra con l’allergia.
Prof. Pier Roberto Dal Monte


Da 18350 a 18365 di 28214