Sei in: Medico on-line > Gastroenterologia

Aderiamo allo standard HONcode per l'affidabilità dell'informazione medica Aderiamo allo standard HONcode per l'affidabilità dell'informazione medica.
Verifica qui.


Gastroenterologia
Referenti
  • Prof. Pier Roberto Dal Monte

  • Già Direttore Dipartimento medico-chirurgico delle Malattie dell’apparato digerente. Ospedale Bellaria-Maggiore. Bologna.

  • Prof. Mauro Bortolotti

  • Professore a Contratto della Specializzazione in Medicina Interna
    Facoltà di Medicina e Chirurgia dell’Università di Bologna
    Policlinico S. Orsola


ultimo aggiornamento 27/11/2014
 
Aree tematiche


Nella compilazione della tua domanda ti chiediamo gentilmente di attenerti il più possibile alle aree tematiche qui sopra riportate
ultimo aggiornamento 26/01/2007
Invia la tua domanda

Domande / Risposte
Prevenzione
6 Ott 06 - laura, 23 anni (id: 45960)
  Gentile dottore, ci sono due casi in famiglia (nonno materno, madre) di polipi all’intestino che sono sempre stati scoperti e rimossi senza conseguenze. Io ho 23 anni, soffro anche di stitichezza cronica e ragadi (se ciò può influire), vorrei sapere a che età devo cominciare a fare degli esami e quali. In famiglia c’è anche stato un caso di cancro allo stomaco che non ha avuto sintomi se non quando era in fase troppo avanzata. Ha anch’esso componente genetica? Come posso prediagnosticarlo se asintomatico? Grazie.
Per lo stomaco può fare la ricerca dell’Helicobacter Pylori, per l’intestino va bene una che però può rimandarla almeno sui 30 anni.
Prof. Pier Roberto Dal Monte


Dispepsia
6 Ott 06 - Giuseppe, 21 anni (id: 45946)
  Buongiorno Dott. è gia da abbastanza tempo che accuso dei problemi credo legati a degli squilibri intestinali. Dopo la colazione (in genere completa) accuso della fiacchezza, stanchezza debolezza,mancanza di concentrazione e non riesco a memorizzare bene. Inoltre presento un’eccessiva salivazione questo per un periodo di due ore circa prima del pranzo.Dopo il pranzo molte volte ho una forte sonnolenza specialmente dopo pranzi ’pesanti’ e non riesco a concentrarmi bene. Il tutto svanisce dopo la digestione , infatti a quel punto mi sento abbastanza bene. Se puo aiutarla io sono un portatore sano di anemia mediterranea, e sono stato operato alle tonsille. La ringrazio dell’attenzione e spero c... continua >>
he possa aiutarmi.
Egr. Sig. Giuseppe, lei soffre di dispepsia e per capirne la causa e dare la terapia sono necessari alcuni accertamenti (vedi area tematica relativa per maggiori informazioni) Distinti saluti, Prof. Mauro Bortolotti.
Prof. Mauro Bortolotti

Postumi emorroidectomia
6 Ott 06 - ISA, 34 anni (id: 45941)
  IL 21/07 HO SUBITO UN INTERVENTO DI EMORROIDOPESSI SECONDO LONGO. DA ALLORA HO ANCORA DIVERSI PROBLEMI: 1- HO DEI GAVOCCIOLI EMORROIDARI ESTERNI 2- HO ANCORA DEI DOLORI INTERNI 3- IL PROBLEMA PIU’ GRAVE E’ CHE NON RIESCO PIU’ AD EVACUARE AUTONOMAMENTE. I LASSATIVI NON MI SERVONO A NULLA, SOLO IL MOVICOL, PRESCRITTO DAL MEDICO DI FAMIGLIA MI RECA BENEFICIO. IL CHIRURGO HA RISCONTRATO UNA SUBSTENOSI DEL RETTO ALL’ALTEZZA DELLA SUTURA, CAUSATA DALLA CICATRIZZAZIONE. HA EFFETTUATO PER DUE VOLTE UNA MANOVRA MOLTO DOLOROSA E CON SANGUINAMENTO PER CERCARE DI ALLARGARE IL PASSAGGIO. CHIEDO: 1- I GAVOCCIOLI POSSONO ANCORA RIENTRARE? IN CASO CONTRARIO E’ CONSIGLIABILE UN INTERVENTO TRADIZIONA... continua >>
LE PER RIMUOVERLI? 2- E’ POSSIBILE CHE LA STENOSI SIA DOVUTA AD UN MAL POSIZIONAMENTRO DELLA SUTURA? 3- E’ POSSIBILE CHE LA SITUAZIONE MIGLIORI SPONTANEAMENTE? DOVREI CONSULTARE ANCHE UN’ALTRA STRUTTURA OSPEDALIERA? 4- IL MOVICOL PUO’ ESSERE PRESO A LUNGO TERMINE E/0 IN CASO DI GRAVIDANZA?
Gentile Signora, l’intervento si fa con una suturatrice meccanica in cui vengono messi dei punti metallici,e può succeder quello che è avvenuto, andrei cauto con le dilatazioni. Aspetti ancora un poco per veder se il suo intestino si adatta, continui con il prodotto che sta facendo che è inocuo ed infine forse è bene sentire un secondo parere.
Prof. Pier Roberto Dal Monte

Proctite
6 Ott 06 - lucia, 29 anni (id: 45934)
  Salve, dopo una rettosigmoidoscopia effettuata per l’evidenziarsi di muco misto a sangue nelle feci, mi hanno diagnosticato una proctite e delle emorroidi interne non congeste. Non mi hanno fatto nessuna biopsia o altro esame e mi hanno dato come cura una sospensione rettale topster, da assumere per dieci giorni. Di cosa si tratta? Devo preoccuparmi? Puo’ causare il cancro? La cura è quella adatta?
Ritengo si tratti di una proctite ulcerosa, Può essere un episodio momentaneo ma anche rientrare nel quadro più ampio delle malattie infiammatorie intestinale e soprattutto la Rettocolite ulcerosa. Va bene la cura.
Le_malattie_infiammatorie_intestinali.DOC
Prof. Pier Roberto Dal Monte

Sospetto epitelio di Barrett
5 Ott 06 - vittorio, 32 anni (id: 45923)
  gent. dott. a seguito di gastroscopia per controllo annuale di MRGE e’ emerso: si segnala nel tratto terminale dell esofago una piccola rilevatezza mucosa iperemica su cui si eseguono biopsie e mucosa antrale dello stomaco modicamente iperemica. esito biopsia esofagea:frammenti multipli con quadro di metaplasia gatrica. le ricordo dott. che sono in cura con esopral da 20mg al giorno e a seguito di dolori alla bocca stomaco e all’addome(sopratutto dopo i pasti) 1cp o 2cp di debrum al giorno da circa 1 mese. le chiedo se la situazione e’ complicata ho sentito parlare che puo essere un BARRETT cosa mi consiglia lei?aumentare l esopral a 40mg o cos altro?dopo quanto dovro’ rifare una gastr... continua >>
o per controllo. la ringrazio....
Egregio Signore, le invio quello che è il trattamento sia del reflusso che dell’epitelio di Barrett. E’ bene fare tra qualche mese la esofago gastroduodenoscopia.
Esofagite_ed_ernia.doc
Esofago di Barrett.doc
Prof. Pier Roberto Dal Monte

Postumi di infezione gastroenterica
5 Ott 06 - alessandro, 24 anni (id: 45921)
  Buonasera dottore Circa un mese fa’ mi svegliai un mattino con un dolore allo stomaco, fastidioso anche se al dire il vero non era forte, Questo durò circa 5 – 6 giorni poi mi venne una diarrea e sensa prendermi nessun farmaco mi venne una stitichezza e il dolore allo stomaco passo. Andaida mio zio (chirurgo) e mi prescrisse 4 giorni di MOTILIUM, dicendo che era una cosa virale:il fatto e che ogni tanto mi viene un dolore al lato desto e a volte anche nel fianco, ma è leggerissimo e dopo un pò passa. Ho bisogno di ulteriori accertamenti?se e si quali?Di cosa si tratta?la ringrazio e le auguro buon lavoro
Sono i postumi dell’infezione verosimilmente virale del tubo digerente, con interessamento muscolare dx.
Prof. Pier Roberto Dal Monte

Probabile polipo fibroso canale anale
5 Ott 06 - Roberto, 32 anni (id: 45920)
  Proff.Buongiorno , dopo un esame endoscopico mi e’ stato refertato quanto segue: Edema ed iperemia della mucosa del colon discendente e del sigma con ipotonia viscerale come per colonpatia cronica . A livello della rima dentata dell’ano si reperta UNA LESIONE VEGETANTE PEDUNCOLATA DEL DIAMETRO DI 2CM suscettibile di asportazione . Il Dott. che mi ha fatto la colon mi ha detto che si tratta di un polipo benigno. La mia domanda e’ questa : Come fa’ a dirmi per certo senza esame istologico che si tratta di una formazione benigna ? Su cosa si e’ basato ? C’e’ da fidarsi ? Grazie
Perchè generalmente tali polipi, del canale anale sono benigni e l’aspetto conferma i dati statistici..
Prof. Pier Roberto Dal Monte

Probabile spasmi del colon
5 Ott 06 - matteo, 27 anni (id: 45914)
  Buonasera,da circa 1 mese soffro di continue e prolungate fitte all’addome sulla zona sinistra(a dx fegato)appena sotto le costole,non capisco il motivo,sono fitte acute che mi colipiscono in qualsiasi monento del giorno per alune ore sparendo gradualmente. Distiniti saluti Matteo
Potrebbe trattarsi di spasmi del colon di sn/flessura splenica, anche se non è del tutto da escludersi delle coliche renali, faccia un’ecografia a sn-renale.
Prof. Pier Roberto Dal Monte

Dispepsia
5 Ott 06 - Giovanna, 40 anni (id: 45913)
  Tutto è cominciato con diagnosi di attacchi di panico.Per questa patologia mi hanno prescritto:Frontal 10gtt due volte al giorno e 20ggt la sera, Surmontil 25mg 1 compressa e mezzo la sera e Trittico 10 goccie due volte al dì.Dopo aver assunto questi farmaci ho cominciato a sentire gonfiore dopo i pasti, nausea , senso di aria bloccata nello stomaco.Ho fatto una gastroscopia e mi hanno riscontrato quattro polipi con cisti ghiandolari fundiche, gastrite cronica inattiva e helicobacter negativo.Mi hanno dato come cura Motilium tre volte al giorno e Malox Plus due volte al dì.Il domperidone mi ha dato Galatorrea e ho dovuto sospenderlo. Guariro? E’ dovuto tutto all’ansia e a i farmaci o è solo... continua >>
un fattore scatenante? La psichiatra mi ha consigliato un salvastomaco come "esomeprazolo", è indicato? Cordiali Saluti
Gentile Sig.ra Giovanna, lei soffre di dispepsia funzionale (vedi area tematica relativa per maggiori informazioni), per la quale è indicato un trattamento con procinetici. Purtroppo ha una intolleranza al domperidone e probabilmente anche ai derivati della metoclopramide. Può provare la trimebutina 2 cp al dì prima dei pasti oltre che l’esomeprazolo. Se non migliora è indicato un test di svutamento gastrico per valutare la motilità gastrica ed agire di conseguenza. Distinti saluti, Prof. Mauro Bortolotti.
Prof. Mauro Bortolotti

Dolore toracico e MRGE
5 Ott 06 - Alessandro, 57 anni (id: 45902)
  Da almeno 30 anni ogni tanto mi capita di svegliarmi improvvisamente ,nelle prime ore del mattino, afflitto da un dolore intenso che ,partendo dalla destra della bocca dello stomaco prende tutta la parte centrale del torace sino alla gola. Il dolore mi sorprende nell’80% dei casi durante il sonno,nel restante 20% preferibilmente in mattinata;rarissimo al pomeriggio/sera. A volte è solo una fitta (un intensissimo bruciore che si trasforma in dolore fortissimo)che si ripete + volte a intervalli vari, a volte rimane intenso per oltre 1/1.5 ore;magari preceduto e/o seguito da fitte +/- intense. In questi anni ho fatto (con diversi medici) almeno 2 o 3 RX+bario per ricerca ulcera e/o ernia ia... continua >>
tale: negative 2 gastroscopie : negative Alcune ecografie alla cistifellea/fegato per calcoli:negative Diversi ECG anche sotto sforzo:negativi Gli ultimi esami del sangue comprendenti la funzionalità epatica sono perfetti.... ...ma il dolore continua a presentarsi casualmente (senza che sia mai riuscito a collegarlo a cene particolarmente abbondanti o grasse (capita anche con cene leggerissime o a stomaco quasi vuoto). Aggiungo che,quando è in corso,non passa o diminuisce nè mangiando nè bevendo nè cambiando posizione ecc.ecc. Ho provato ad assumere,con dolore in corso,pastglie di feldene sublinguale o altri antidolorifici senza aggravamento della situazione ma senza evidenti miglioramenti. Per finire : sembra venga quando vuole e se ne va quando vuole. A volte non si presenta mer mesi e mesi ;altre volte si presenta per alcuni giorni consecutivi (come in queste ultime settimane). Le chiedo cortesemente un parere medico perchè ,al di là del fastidio, è diventata una vera curiosità. Grazie anticipatamente
Egr. Sig. Alessandro, in assenza di una causa cardiaca documentata il dolore toracico è spesso conseguenza di una malattia da reflusso, anche senza i sintomi tipici del reflusso (bruciori epigastrici, rigurgiti acidi, ecc). In tali casi la diagnosi si fa con la pH-metria esofagea di 24 ore che riesce a vedere se in corrispondenza della crisi dolorosa vi è un episodio di reflusso g.e. In caso positivo va fatta la terapia e la dieta adeguate. Distinti saluti, Prof. Mauro Bortolotti.
Prof. Mauro Bortolotti

Sospetta proctite ulcerosa
5 Ott 06 - anna, 31 anni (id: 45900)
  Salve, ho eseguito una rettosigmoidoscopia in seguito a delle perdite evidenti di sangue avute al momento della defecazione. Il dottore che ha eseguito l’esame ha detto che l’unica causa riscontrabile è una certa fragilità della mucosa del retto, che ha sanguinato quando è venuta a contatto con lo strumento endoscopico e che quindi sanguina quando ci sono delle feci piu’ dure (soffro di stipsi). A cosa puo’ essere dovuta questa fragilità mucosale?
Potrebbe trattarsi di proctite anche ulcerosa, che una forma limitata di rettocolite ulcerosa, la cosa è da seguire ed eventualmente curare con mesalazina localmente(supposte o clisterini).
Prof. Pier Roberto Dal Monte

EGDS e MRGE
5 Ott 06 - Stefano, 30 anni (id: 45896)
  Egregio Professore, soffro di reflusso che curo con 150-300mg al giorno di UDCA (complicanze biliari) e 10-20mg di rabeprazolo.vorrei sapere ogni quanto spesso va effettuata una gastroscopia: nel mio caso è passato un anno e mezzo e allora a parte una forma lieve di duodenite cronica non c’era esofagite. grazie e distinti saluti
Egr. Sig. Stefano, dipende da quello che è stato trovato nelle precedente gastroscopia, dai disturbi attuali e dalla eventuale presenza di fattori di rischio. Non ho capito perchè assume UDCA. Cosa intende per "complicanze biliari"? Distinti saluti, Prof. Mauro Bortolotti.
Prof. Mauro Bortolotti

Sospetta reflusso esofageo
5 Ott 06 - alessandro, 52 anni (id: 45895)
  A fine luglio mi successe un episodio un pò strano, ogni tanto (3-5) volte al giorno, mi sentivo stringere alla gola e mi veniva la tosse, bevevo un po di acqua e passava anche se comunque si abbassava un pò la voce.Allora il medico mi scrisse una ecografia alla tiroide, gli analisi del sangue e successivamente escluse tali patologie mi consiglio una visita dall’ otorino, la quale mi fece fare una laringoscopia e una radiografia al torace, che fortunatamente uscirono bene. Mi consiglio allora di andare dal gastenterologo, la quale senza dopo avermi visitato mi disse che non era nulla di grave e non era il caso di fare una gastocopia e mi diede per 2 mesi i nexum 40 mg.Subito ho avvertito il ... continua >>
miglioramento e di questo problema non è ho più sofferto da luglio tranne pochissime volte che mentre parlo si abbassa la voce e poi spesso faccio dei piccoli ruttini e un pò di aria:la domanda è devo fare ulteriori indagini?devo continuare la cura? la rigrazio e le auguro buon lavoro
Egregio Signore, probabilmente il Collega ha fatto diagnopsi di teflusso esofageo che raggiungeva anche il faringe o la gola. Continuerei la terapia seguendo i consigli che allego.
Esofagite_ed_ernia.doc
Prof. Pier Roberto Dal Monte

Dispepsia
5 Ott 06 - sara, 28 anni (id: 45889)
  Mi sorella ha avuto all’età di 13-14 anni l’h.pilori che non è stato identificato, tanto che è stata curata per mille altre cose (anche operata per le tonsille)e oggi ne paga le conseguenze.Lo stomaco è fragilissimo e ha infatti crisi di vomito fortissime che duraro a volte 24 ore con conseguenze drammatiche fisicamente e psicolgoicamente. In situazioni dove una persona normale potrebbe prendere l’influenza (tipo cambio stagione) lei ha queste crisi di vomito. Abbiamop rovato di tutto ma fiora non siamo riusciti a trovare nulla che in modo preventivo possa evitare tutto questo.Sapete di casi analoghi? abbiamo verametne bisogno di aiuto. Grazie
Gentile Sig.ra Sara, i dati forniti sono insufficenti (mancano i risultati degli esami, delle terapie eseguite, ecc.) per una diagnosi ed una adeguata terapia, per le quali è anche necessaria una visita medica. Questa può essere fatta dal suo Medico Curante, che le può richiedere gli accertamenti appropriati. Se vuole può contattarmi successivamente. Distinti saluti, Prof. Mauro Bortolotti
Prof. Mauro Bortolotti

Sospette emorroidi
5 Ott 06 - vincenzo, 27 anni (id: 45888)
  Mi trovo in Lituania per lavoro, stamane osservando le feci evacuate ho notato l’acqua del water di un colore rosso vivo. Potrebbe essere imputabile al fatto che ieri a pranzo ho mangiato per contorno una piccola barbabietola rossa? Le stesse feci non erano in realta’ molto rosse.E’bene che faccia qualche esame?
Si tratta ritengo di emorroidi, si veda l’allegato.
Le_emorroidi.doc
Prof. Pier Roberto Dal Monte


Da 18350 a 18365 di 28636