Sei in: Medico on-line > Gastroenterologia

Aderiamo allo standard HONcode per l'affidabilità dell'informazione medica Aderiamo allo standard HONcode per l'affidabilità dell'informazione medica.
Verifica qui.


Gastroenterologia
Referenti
  • Prof. Pier Roberto Dal Monte

  • Già Direttore Dipartimento medico-chirurgico delle Malattie dell’apparato digerente. Ospedale Bellaria-Maggiore. Bologna.

  • Prof. Mauro Bortolotti

  • Professore a Contratto della Specializzazione in Medicina Interna
    Facoltà di Medicina e Chirurgia dell’Università di Bologna
    Policlinico S. Orsola


ultimo aggiornamento 27/11/2014
 
Aree tematiche


Nella compilazione della tua domanda ti chiediamo gentilmente di attenerti il più possibile alle aree tematiche qui sopra riportate
ultimo aggiornamento 26/01/2007
Invia la tua domanda

Domande / Risposte
Antiacidi ed insonnia
29 Set 06 - debora, 30 anni (id: 45564)
  buongiorno, io soffro di esofagite e mi hanno prescritto il lucen da 40 mg solo che ho notato che da quando lo prendo la notte faccio fatica a dormire volevo sapere se e’ possibile che sia il medicinale, lo prendo solo alla mattina a stomaco vuoto e poi la sera prendo il gaviscon premetto che faccio gia’ fatica a dormire da quando ho avuto questa malattia infatti a volte prendo il rivotril
Il famco che mi cita non mi risulta che dia insonnia: lo può prendere comunque anche al mattino agisce per molte ore.
Prof. Pier Roberto Dal Monte


Foro sul collo
29 Set 06 - Daniela, 20 anni (id: 45560)
  Salve!volevo farle una domanda il mio ragazzo(alto 180 e pesa 70 kg circa)ha una specie di foro piccolissimo sul collo da quando è nato dove,ogni volta ke beve che sia acqua o vino o birra,scendono delle gocce simili ad acqua.lui non riesce a darsi una spiegazione e diciamo che non si è mai preoccupato di sapere il motivo di questo "fenomeno".Spero che lei riesca a darmi una risposta,la ringrazio già da ora in qualsiasi caso.
Gentile Sig.na Daniela, è necessaria una visita che può effettuare il suo medico o un chirurgo. Distinti saluti, Prof. Mauro Bortolotti.
Prof. Mauro Bortolotti

Diverticolosi con diverticolite
29 Set 06 - patrizia, 43 anni (id: 45555)
  Ho sempre sofferto di colon irritabile e dopo dei dolori ad un fianco ,decido due anni fa di eseguire una colonscopia scoprendo così per caso una diverticolosi non complicata del sigma..dopo quasi due anni costretta dal dolore continuo.. rifaccio a malincuore la colonscopia..adesso con un esito diverso.. diverticolosi complicata del sigma con ispessimento del colon.In questi casi dove il dolore cambia la qualità di vita,anche se non ho febbre..cosa mi consiglia di fare? devo necessariamente operarmi ? Caro prof dal monte sono impaurita e sorpresa da tutto ciò..mi dia un buon consiglio... grazie!
Come vedrà dall’allegato i diverticoli anche quando sono infiammati si posssono curare, ma non eliminare, anche con terapia medica. regolando bene anche l’intestino.Con saluti,
Divericolosi_e_Diverticolite.doc
Prof. Pier Roberto Dal Monte

MRGE ed esofagite.
29 Set 06 - carlo, 51 anni (id: 45551)
  Fin da ragazzo ho sofferto di gastrite. (c’è da precisare che sono ansioso ed ipersensibile). Due anni fa ho scoperto di avere l’esofagite da reflusso che mi procurava fastidio soprattutto nella parte alta dell’esofago (sono un fumatore di sigaro toscano). Mi sono curato con esomeprazolo e Gaviscon, diversa alimentazione e meno fumo. Da qualche mese anzichè i disturbi alla gola avverto problemi più in basso (da sotto le costole fino all’ombelico) con frequenti dolori spastici, stomaco gonfio, gorgoglii di pancia, stimoli diarroici ma in realtà poi sono stitico ed ho difficoltà all’evacuazione, dopo la quale avverto anche infiammazione al basso intestino. Non vorrei ripetere la gastrosco... continua >>
pia poichè le due che ho fatto sono state traumatiche, tanto da tirami fuori io il tubo con violenza. Potrei fare l’esame con la pillola? dove? Grazie.
Egr. Sig. Carlo, non è necessario rifare la gastroscopia, se non vi sono fattori di rischio (sanguinamenti, dimagrimento, pregresso riscontro di metaplasia, ecc) e la pillola nel suo caso non serve perchè non consente la biopsia. Non ha detto la dose dell’esomeprazolo e se vi era H.P. alla gastroscopia perchè va eradicato. I disturbi non sembrano da reflusso, ma da alterazioni gastrointestinali che vanno indagate con opportuni esami radiologici e di laboratorio se non vuole fare l’endoscopia. Distinti saluti, Prof. Mauro Bortolotti.
Prof. Mauro Bortolotti

Terapia MRGE
29 Set 06 - Martina, 23 anni (id: 45550)
  Gentile Prof. Bortolotti, a giugno mi ero già diretta a Lei per un bruciore allo stomaco, vedi ID domanda: 38319 Iero ho fatto la gastroscopia e risulta che ho un esofagite di grado A secondo Los Angeles, infatto il referto dice “A livello dell’esofago terminale, linea Z, presenza di erosione di 4mm di lunghezza come per esofagite.” Il mio medico mi ha prescritto il Lansoprazolo EG 30mg una volta al dì per 28gg. Vado bene come cura? Di diete particolari però non mi ha parlato, ovvero non mi ha saputo consigliare. Per quella ragione, vorrei seguire i consigli igienico-dietici, datemi da Lei. Però avrei bisogno di qualche chiarimento: Gli alimenti da evitare non vanno assolutamente... continua >>
mangiati o qualche volta possono essere consumati? Cosa sono carni e verdure filacciose e fibrose? Poi mi chiedevo se era possibile mangiare lo yogurt durante i pasti, visto che il latte invece è proibito, e alla fine se si può usare il dado vegetale per prepararsi delle minestre in brodo, anziché usare il brodo di carne. Ringrazio nuovamente della Sua disponibilità.
Gentile Sig.ra Martina, come mai da giugno ha fatto solo ora la gastroscopia? Le avevo allegato anche una terapia oltre alla dieta, ma vedo che non ne ha tenuto conto e sta facendo una terapia che forse è troppo leggera e soprattutto dura solo un mese mentre la sua malattia da reflusso sarà sempre presente e quindi occorre una terapia di mantenimento, altrimenti va incontro a recidiva. Le carni e verdure filacciose e fibrose sono il contrario di quelle tenere. Può usare il dado vegetale se non contiene estratto di carne. Può mangiare lo yogurt durante i pasti. Distinti saluti, Prof. Mauro Bortolotti.
Prof. Mauro Bortolotti

probabile polipo fibromatoso canale anale
29 Set 06 - Roberto, 32 anni (id: 45549)
  Buongiorno Professose e grazie per l’aiuto che riesce a dare tramite questo forum alle persone che soffrono. Ieri sono andato al prontosoccorso per forti dolori addominali dicendogli che soffrivo di emorroidi, dopo una visita manuale mi hanno diagnosticato un polipo peduncolato all’ano , credo abbstanza grande , il dolore addominale mi dicono che dipende da un’accumolo di feci nell’intestino in quanto avendo una grossa infiammazione le feci non scendono bene , oggi dopo aver evacuato il dolore va meglio e giovedi’ avro una colonscopia con asportazione del polipo peduncolato .Calcolando che ho 32 anni e il polipo me lo sto portando avanti da diversi anni quante possibilita’ ci son... continua >>
o che questo polipo(medio grande) sia maligno e quante che possa aver invaso parti dell’intestino ? Un grazie di cuore .
Deve trattarsi di un polipo benigno del canale anale di tipo fibromiomatoso.
Prof. Pier Roberto Dal Monte

Ernia iatale.
29 Set 06 - Viola, 28 anni (id: 45543)
  Buongiorno, Ieri per la prima volta mi sono sottoposta ad un massaggio shiatsu, per la cervicale. Da meno di un anno ho scoperto tramite gastroscopia di avere l’ernia iatale con reflusso, ho parlato anche di questo con il ragazzo che mi ha praticato il massaggio shiatsu e con mio grande stupore mi ha informata che è Volevo chiere quanto ritiene efficace o attendibile un Dottore di gastroenterologia questa "operazione di massaggio" se mi sottoponessi può darsi che ci sia ulteriori complicazioni per il mio stomaco? Ringraziandovi anticipatamente vi porgo i miei più distinti saluti.
Gentile Sig.na Viola, l’ernia iatale si chiama da scivolamento perchè può formarsi e rientrare spontaneamente e non c’è nessuna possibilità di farla rientrare stabilmente, perchè al primo sforzo addominale si riforma inevitabilmente. Non si sottoponga a manovre rischiose. Occorre precisare che l’ernia non è la causa del reflusso, che dipende invece dal malfunzionamento della valvola cardiale (vedi area tematica relativa per maggiori informazioni), per cui la semplice correzione chirurgica dell’ernia non serve a nulla. Occorre fare invece una terapia continuativa con inibitori di pompa protonica che sicuramente il suo medico le ha già prescritto assieme ad una dieta adeguata. Distinti saluti, Prof. Mauro Bortolotti.
Prof. Mauro Bortolotti

Sindrome postcolecistectomia
29 Set 06 - claudio, 38 anni (id: 45538)
  Buon giorno Prof.Dal Monte ci siamo contattati telefonicamente ieri 28/09/06 e mi ha comunicato di evidenziare il problema tramite mail. In particolare Professore quando ho asportato la coleciste per microcalcoli ho rilevato un lago di bile permanente nello stomaco e duodeno la cosa preoccupante è che ho iniziato a perdere le forze fisiche in 20 giorni fino ad arrivare al letto non riuscendo ad alzare la testa per il forte indebolimento e perdita dei sensi con candida intestinale /genitale /orale che mi porto da un anno curandola con compresse e pomate ,inoltre sintomi di meteorismo e fermentazione intestinale e perdita di 4kg .Dopo 4 mesi il forte indebolimento è diminuito e le forze sono... continua >>
tornate al 70% e i sintomi di fermentazione e meteorismo sono scomparsi ,le evaquazioni sono state sempre stitiche e assorbite . A dicembre 2005 su prescrizione medica per una esofagite ho preso esopral 40mg 2 cp al giorno e gastrogel ,inizio a perdere le poche forze che avevo e subito dopo diarrea e coliche con elevato numero di evaquazioni e elevata quantità di feci /fermentazioni nell’intestino con flogosi documentata e forte meteorismo. Per le feci prendo il questran ma il quantitativo rimane elevato al contrario dei mesi precenti .Inizio a perdere le forze su tutto l’organismo si presenta forte tachicardia da indebolimento solo quando provo a camminare e poi rallenta con il sedersi,si gonfiano tutte le articolazioni sotto carico/le ginocchia,caviglie ,il collo che non riesce a sostenere il peso della testa e le mascelle durante la masticazione sono infiammate ,inoltre non riesco a mantenere il busto ne in piedi ne seduto .Professore negli esami del sangue risulta l’acido folico sotto i valori minimi e le proteine animali (acido urico ) che non assorbo,telefonicamente siamo rimasti in accordo che gli acidi biliari hanno elevati sali biliari che sono i responsabili e inoltre avendo un problema di intossicazione al fegato da paracetamolo con transaminasi valore(70) i sali potrebbero alterarsi.Ma la domanda è perchè i sali biliari a contatto con la mucosa mi portano un forte indebolimento organico da non poter stare in piedi o con la testa eretta ?Anche perchè in 10 mesi ho perso 5kg, se sono i sali biliari che mi generano tutto questo il mio futuro sarà in un letto ?Scusi Prof.Dal Monte la mia preoccupazione ma ci sono speranze che la mia situazione migliori?Ho notato in posta un altra persona che ha il mio stesso problema ma non ho potuto comunicare per mancati riferimenti di mail-medico on line. Professore non so a chi rivolgermi per questo problema invalidante ,la ringrazio anticipatamente per la sua valutazione di elevata qualità professionale .
Egregio Signore, al di là della sindrome da malassorbimento della bile o meglio dei sali biliari, mi sembra che Lei abbia un qualche sindrome da malassorbimento di verosimile natura immunitaria, con diminuzione delle difese dell’organismo, fanno testo sia la micosi che non è una cosa frequnte eccetto che negli immunodepressi,ed i dolori articolari. E bene che faccia un transito baritato intestinale, una biopsia digiunale ed eventualmente una colonscopia, oltre che tutti gli indici di flogosi che le segnalo.Si veda: La sindrome postcolecistectomia o da malassorbimento di bile, si verifica dopo l’intervento di colecistectomia(o asportazione della cistifellea generalmente per calcolosi biliare) per alterato riassorbimento intestinale della bile stessa. Si caratterizza con dolore addominale a cui succede spesso diarrea con feci giallastre o verdastro-scuro. La bile infatti essendo costituita anche da sali biliari ha effetto irritante e lassativo, se non assorbita normalmente dall’intestino, specie dopo introduzione dei cibi: questi, specie ai pasti principali, stimolando la peristalsi stimolano anche il passaggio della bile stessa non bene mescolata ai cibi nell’intestino con l’effetto sopradescritto e preceduto da dolori e borborigmi (movimenti intestinali accentuati e rumorosi). Come terapia si consiglia di prendere un farmaco che adsorbe i sali biliari rendendoli meno attivi, la Colestiramina: una bustina prima dei pasti principali. E’ bene far precedere la stessa terapia da un disinfettante anche a livello intestinale come tipo ciprofloxacina cp da 500 mg per 4-5 giorni. 1.Malattie infiammatorie intestinali (Rettocolite ulcerosa, m.di Crohn) o Indici Infiammatori: Emogramma con piastrine -VES - TAS - Protidemia totale e protidogramma - Fibrinogeno - Alfa- 1- glicoproteina o Proteina C – ANCA + Sideremia-Ferritina ANA, AMA, SMA o anticorpi antitissutali+Anti-HIV 2.Per Celiachia: Anticorpi antigliadina / endomisio/ transglutaminasi tissutale. Con saluti,
Prof. Pier Roberto Dal Monte

Farmaci e fegato
28 Set 06 - manuel, 26 anni (id: 45530)
  come posso proteggere il fegato da farmaci presi per via orale vorrei il nome di un ottimo farmaco
Non ne esistono!
Prof. Pier Roberto Dal Monte

Diverticolo duodenale
28 Set 06 - francesca, 55 anni (id: 45525)
  gentile professore mi è stato riscontrato ,dopo un ERCP,un diverticolo duodenale.Gradirei sapere se è operabile oppure quale terapia seguire e relativa dieta.Grazie .
Rarissimamente il diverticolo duodenale provoca problemi o disturbi patologici.Con saluti,
Prof. Pier Roberto Dal Monte

Mal di pancia e diarrea
28 Set 06 - Yulia, 22 anni (id: 45518)
  Buongiorno...e da circa una settimana che soffro di mal di pancia localizzato nella parte bassa sotto ombelico,dolori acuti tipo diarrea che mi viene solo di mattina resto della giornata solo dolori altri sintomi scarso appetito,un po di alterazione 37 mezzo circa. Volevo qualche consiglio su cosa puoi essere e cosa posso fare e quanto aspettare prima di andare dal dottore.Spero sia una semplice influenza....grazie anticipatamente.
Gentile Sig.na Yulia, i suoi disturbi sono presenti in diverse malattie. E’ necessaria pertanto una visita dal suo Medico curante, in base alla quale le potrà prescrivere opportuni accertamenti e cure. Se vuole può contattarmi successivamente. Distinti saluti, Prof. Mauro Bortolotti.
Prof. Mauro Bortolotti

Diverticolo duodenale
28 Set 06 - francesca, 56 anni (id: 45506)
  gentile professore, mi è stato riscontrato , dopo un ERCP,UN DIVERTICOLO DUODENALE.Gradirei sapere se é operabile ,oppure che cura e che dieta seguire. grazie.
Gentile Sig.ra Francesca, occorre avere maggiori dettagli sul diverticolo e sui disturbi collegati per potere dare un consiglio corretto. Distinti saluti, Prof. Mauro Bortolotti.
Prof. Mauro Bortolotti

MRGE e dolore retrosternale
28 Set 06 - ilaria, 26 anni (id: 45494)
  Buon giorno professore le spiego la mia storia: Per 8 mesi circa (dal nulla) ho iniziato a sentire forti dolori alla pancia dopo mangiato che passavano dopo ore. alla fine di questi otto mesi un giorno ho sentito una fortissima fitta all’altezza delo sterno (pensavo fosse infarto). dopo essere stata al pronto soccorso ho fatto tutte le analisi richieste dal medico. elettrocardiogramma, gastroscopia, sangue, urine, ecografia e feci. le analisi sono risultate tutte negative. il dottore da cui sono in cura mi ha detto che problabilmente era solo stress e mi ha dato da prendere per un mese il esomeprazolo. sono stata benissimo per tre mesi e ora i dolori si fanno vivi ogni tanto fermandosi quan... continua >>
do ricomincio la cura di esomeprazolo. da lei vorrei sapere se c’è qualcosa che posso fare per prevenire i dolori o cosa prendere per fermarli, inoltre se realmente può essere solo riflusso gastrico o nervosismo. non vorrei dipendere per sempre da medicinali. se può esserle utile ho un leggero asma e faccio spesso uso di spray, Clenil Compositum. Grazie e Cordiali saluti Ilaria
Gentile Sig.ra Ilaria in assenza di una causa cardiaca documentata il dolore toracico similanginoso è spesso conseguenza di una malattia da reflusso talvolta senza i sintomi tipici del reflusso (bruciori epigastrici, rigurgiti acidi, ecc). In tali casi la diagnosi si fa con la pH-metria esofagea di 24 ore che riesce a vedere se in corrispondenza della crisi dolorosa vi è un episodio di reflusso g.e. In caso positivo va fatta la dieta e la terapia (vedi allegato), prima d’attacco, e poi di mantenimento, in modo continuativo, altrimenti compare la recidiva, anche perchè chi soffre d’asma ha una maggiore incidenza di reflusso. Distinti saluti, Prof. Mauro Bortolotti.
Prof. Mauro Bortolotti

Tac e mezzo di contrasto
28 Set 06 - giovanna, 44 anni (id: 45484)
  gentile dottoressa, i hanno prescritto una tac volumetrica all’intestino con o senza mezzi di contrasto. Il mio medico curante dice che non occorre test allergologico o seami del sangue per il mezzo di contrasto ma io che ho avuto mio padre con problemi con un liquido di contrasto ne sono assai spaventata.come devo comportarmi, che eventuali esami o test fare? cordialmente giovanna.
Ritengo che senza mezo di contrazsto non sia del tutto diagnostico, ne parlli con i radiologi, non si fanno più le prove allegiche.
Prof. Pier Roberto Dal Monte

Disfagia
28 Set 06 - antonio, 46 anni (id: 45467)
  Gent.PROFESSORE buongiorno LE volevo chiedere si guarisce dalla disfagia? E da qualche settimana che ne sto soffrendo e devo dirvi che per me e un trauma per quattro volte ho rischiato di soffocare e adesso tremo solo al pensiero di ingoiare qualsiasi cosa in ospedale al P.S.mi hanno rimandato al medico curante nonostane avevo le orbite quasi fuori dagli occhi. RINGRAZIO ANTICIPATAMENTE
Egr. Sig. Antonio, per fare una cura adeguata occorre sapere quale è la causa della disfagia mediante opportuni esami (vedi area tematica relativa per maggiori informazioni). Distinti saluti, Prof. Mauro Bortolotti.
Prof. Mauro Bortolotti


Da 18350 a 18365 di 28575