Sei in: Medico on-line > Gastroenterologia

Aderiamo allo standard HONcode per l'affidabilità dell'informazione medica Aderiamo allo standard HONcode per l'affidabilità dell'informazione medica.
Verifica qui.


Gastroenterologia
Referenti
  • Prof. Pier Roberto Dal Monte

  • Già Direttore Dipartimento medico-chirurgico delle Malattie dell’apparato digerente. Ospedale Bellaria-Maggiore. Bologna.

  • Prof. Mauro Bortolotti

  • Professore a Contratto della Specializzazione in Medicina Interna
    Facoltà di Medicina e Chirurgia dell’Università di Bologna
    Policlinico S. Orsola


ultimo aggiornamento 22/02/2013
 
Aree tematiche


Nella compilazione della tua domanda ti chiediamo gentilmente di attenerti il più possibile alle aree tematiche qui sopra riportate
ultimo aggiornamento 26/01/2007
Invia la tua domanda

Domande / Risposte
Aree epatiche ipodense
21 Ago 06 - isabella, 48 anni (id: 42546)
  dopo avere aseguito una TAC toracica mi sono state riscontrate al fegato delle aree ipodense e consigliato di effettuare una ecografia . Il miomedico di base mi ha rassicurato dicendomi che probabilmente sono delle cisti, e di osservare una dieta che tralaltro io seguo già da vario tempo per un problema di digestione.e giusto secondo lei non approfondire la natura di queste cisti?
Penso che sia un giusto consiglio e quindi faccia l’eco epatica che è un semplice esame e che chiarirà, ritengo, del tutto il problem.
Prof. Pier Roberto Dal Monte


Colonscopia
21 Ago 06 - amanda, 32 anni (id: 42535)
  Gentile Prof.DalMonte, a seguito di gonfiori intestinali che durano da anni ormai, a volte con dolori mi sono rivolta a un gastroenterologo che mi ha prescritto una sigmoidoscopia per verificare se si tratta di colite. Ho cercato su internet in che cosa consiste l’esame (sono residente all’estero e non mi sento ancora a mio agio in questi ospedali)e ho trovato che si tratta di un esame per la diagnosi del tumore al colon. Sono molto preoccupata perche’il mio medico aveva parlato di colite o colon irritabile, mi potete dare delucidazioni sull’esame? Vi ringrazio moltissimo Amanda
Non è corretto poiché l’esame citato o meglio la colonscopia serve per fare le diagnosi di tutte le malattie a carico del colon che sono anche infiammatorie, veda l’allegato.
Informazioni colonscopia.doc
Prof. Pier Roberto Dal Monte

Colon irritabile?
21 Ago 06 - Vincenza, 27 anni (id: 42531)
  Quali esami potrei eseguire per accertare una qualche forma di colite? Da un pò di tempo sto osservando gonfiori di stomaco, in particolare dopo la colazione, che allevio con la defecazione. Durante la giornata avverto gonfiore addominale con presenza di area. Alterno periodi di stipsi a episodi di diarrea. Le sarei grata per un suo consiglio.
Gentile Sig.ra Vincenza, Nell’area tematica colon irritabile, stipsi e diarrea troverà tutte le informazioni che cerca. Distinti saluti, Prof. Mauro Bortolotti.
Prof. Mauro Bortolotti

Emorroidi
21 Ago 06 - salvina, 30 anni (id: 42527)
  salve, volevo chiederle come posso guarire dalle emorroidi esterne.questo disrurbo si è accentuato nerll’ultimo periodo e ormai è praticamente una sofferenza eleimare le feci in quanto oltre alò dolore c’è una perdita influente di sangue. le emorroridi che sono uscite sono tre molto grosse e impediscono ormai il normale funzionamento dell’intestino.come posso curarmi, quale terapia è consigliata?grazie
Per le emorroidi si veda l’allegato e comunque attualmente un buon intervento è come vedrà la transezione delle arterie emorroidarie interne per via endoscopica oTHD
Le_emorroidi.doc
Prof. Pier Roberto Dal Monte

Dolore toracico
21 Ago 06 - antonio, 29 anni (id: 42524)
  salve dottore , da giorni quando faccio uno starnuto o la tosse avverto un forte dolore sotto le costole dalla parte sinistra come una forte fitta.....grazie e arrivederci
Penso che si tratti di un dolore intercostale o costale per pregresso trauma o di tipo fibro-reumatico o neuritico ma anche riferentesi al polmone, faccia una rxgrafia del torace.
Prof. Pier Roberto Dal Monte

Disppesia e disturbi vari
20 Ago 06 - cristian, 19 anni (id: 42520)
  salve dottore vorrei sapere cosa ho veramente e come lo posso curare.2 mesi fà ho fatto una gastroscopia con esame istologico,il motivo è il seguente..ho sempre dolori forti allo stomaco che non passano non ostante abbia fatto una cura che ha migliorato ma non guarito del tutto il nome dei farmaci è(peridon e lucen 40 mg) dall’esame che ho effettuato mi risulta una gastrite cronica antrale.ho preso anche un parassita ultimamente in turchia il nome detto alla turca è antamoeba istolutica.mi ha provocato febbre altissima,dolori addominali forti,vomito,diarrea.e mi hanno somministrato un antibiotico (flagyl 500mg) e delle flebo almeno 6.ora sto bene da quel punto di vista .poi un’altra cosa ho ... continua >>
moltissima saliva in bocca troppa,che alle volte devo espellere per poter parlare bene. la ringrazio già da adesso per l’aiuto.e per il servizio gratuito che fornite.cordiali saluti
Mi sembrano in gran parte disturbi funzionali, comunque veda di seguire i consigli che le invio. Con saluti
Trattamento della dispepsia.doc
Prof. Pier Roberto Dal Monte

Sospette aderenze
20 Ago 06 - Alessandro, 28 anni (id: 42515)
  Desideravo sapere quali esami si possono fare per capire se esistono delle aderenze addominali post-operatorie sintomatiche(appendicectomia con notevole quantita’ di pus e dopo 24 ore laparotomia esplorativa per emoperitoneo causato da punti di sutura interni rilasciati), oltre a i raggi x in bianco(risultato negatico), prima di ricorrere ad una presunta adesiolisi laparoscopica(dal resto non consigliata per adesso)? Desidero se possibile una sua risposta delucidativa. Ringrazio anticipatamente.Distinti Saluti.
Non ritengo vi siano altri metodi se non una valutazione laparoscopica con eventuale viscerolisi.
Prof. Pier Roberto Dal Monte

Sospetto colon irritabile
20 Ago 06 - daniela, 36 anni (id: 42513)
  egreg.Prof. Dal Monte, volevo esporle il mio quesito in relazione ad alcuni sintomi che lamento ornai da molti mesi. premetto che soffrò di ragade anale e emorroidi, in concomitanza a questa patologia lamento dolori al fianco destro ( presenti anche in assenza i ragade/emorroidi)che dalla schiena si irradiano in fossa iliaca destra fino all’inguine e interessamento anche del muscolo della gamba. Sono più volte finita al pronto soccorso, pensando che fosse un appendicite, ma la diagnosi è stata sempre di natura renale con presenza di sangue nelle urine.L’ultima ecografia ha evidenziato renella nel rene destro in assenza di calcoli.Leggera presenza di alterazione della temperatura 37.1. Il ... continua >>
medico ha però sospettato un problema alla colonna con irradiazione dei muscoli addominali...dovro fare uan rex a breve. Le chiedo se potrebbe trattarsi in realtà di un appendicite posta molto in basso, visto che lamento dolori anche prima di evacuare e soprattutto al mattino. Mi scusi se sono stata un pò lunga attendo una sua risposta. Grazie Daniela
Gentile Signor4a, mi sembrano dolori riferentesi a colon irritabile e che nulla hanno a che fare con i disturbi anorettali. I quali dovranno essere valutati in altra maniera se non lo ha già fatto ad es. con anorettosigmoidoscopia e curati ovviamente in maniera diversa. Si veda gli allegati che qui le accludo
Il_colon_irritabile_ed_il_suo_trattamento.doc
Le_emorroidi.doc
La ragade anale.doc
Prof. Pier Roberto Dal Monte

Colelitiasi
20 Ago 06 - annamaria, 48 anni (id: 42511)
  Gent. Prof.sono 12 mesi che mi è stata diagnosticata calcolosi colicistica e mi hanno prescritto deursilRR 1 cp al dì, ho sospeso 2 mesi fà la cura e mi sono ricomparsi i dolori allo stomaco e il risentimento al lato dx, ho ripreso deursil 150 due cp al dì oltre espral 20 1 cp al dì inoltre seguo una ferrea dieta adatta. Le chiedo la differenza tra deursil RR e deursil 150 e quale tra i due è più indicato, Le chiedo ancora se ritiene possibile con tale cura rinviare l’intervento laparoscopico in quanto ho molta paura.La ringrazio anticipatamente e colgo l’occasione per porgerLe cordiali saluti.
Ritengo che forse l terapia per dissolvere i calcoli non sia più molto efficace, ciò naturalmente dipende dal diametro degli stessi. Si veda nche l’allegato.
La calcolosi biliare.doc
Prof. Pier Roberto Dal Monte

Antiacidi
20 Ago 06 - mery , 32 anni (id: 42510)
  a cosa serve il pantorc 40mg grazzie
Per bloccare l’iperacidità.
Trattamento della dispepsia.doc
Prof. Pier Roberto Dal Monte

Sospetta intolleranza agli IPP
20 Ago 06 - letizia, 43 anni (id: 42505)
  egr. prof.da alcuni anni soffro di gastrite antrale duoden.cronica esami endoscopici regolari(ogni anno)assumo inibitori da quasi 4 anni ininterrottamente per gerds.Ultimamente soffro di una nausea persistente che si attenua solo con la sospensione dei farmaci inibitori.ho effettuato delle analisi con solamente delle lipasi leggermente alterate ecografia dell’addome negativa, esami tumorali neg.hp neg. continuo pero’ con la nausea e dolori alla bocca dello stomaco:sono molto preoccupata visto che senza ipp non posso stare per la forte acidita’.Mi puo’ dare qualche consiglio?Grazie per la sua disponibilità.
E’ possibile che abbia ormai una intolleranza agli IPP. provi a sospenderli li cambi con la ranitidina od un antiacido da contatto ed infine segua i consigli che le invio.
Trattamento della dispepsia.doc
Prof. Pier Roberto Dal Monte

Lingua impaniata
20 Ago 06 - Marco, 42 anni (id: 42499)
  Egregio Professor Dal Monte, ho una PATINA BIANCA COSTANTE sulla lingua da circa 3 anni (controllata quasi quotidianamente). Sono stato in cura da diversi gastroenterologi della mia città (Roma) i quali hanno sempre associato questo sintomo ad una gastrite cronica e ad un abbondante reflusso gastroesofageo accertati durante più esami endoscopici (EGDS). Qualcuno diceva semplicemnte: "Se hai la lingua bianca vuol dire che non digerisci bene". Durante questi tre anni ho provato ogni sorta di terapia, dai comuni antiacidi al Gaviscon, agli inibitori di pompa protonica (Omeprazen, Pariet) a differenti dosaggi. La patina bianca sulla lingua, però, rimaneva là, nonostante tutti i tentativi ... continua >>
di cura. Devo dire che gli inibitori di pompa protonica rendevano le mie feci "non formate": probabilmente una forte inibizione dell’acido coridrico dello stomaco abbassa le difese dell’organismo da germi e batteri vari. Questa, per lo meno, sembrava la risposta più plausibile. Stanco di queste terapie, che mi sono state proposte come terapie "vitalizie", ho provato ad interrompere ogni terapia per un paio di mesi. Niente di fatto, la patina bianca rimaneva lì. Poi, quasi per caso, ho provato a non assumere amidi per dieci giorni, di alcun genere, né pane, né pasta o riso, né patate, farro o altro cereale, quasi per gioco, quasi per caso. Ho assunto in questi dieci giorni molta verdura, carne e pesce magro, frutta in moderata quantità, niente dolci. Il risultato è stata un immediato MIGLIORAMENTO (dopo circa una settimana) di questa patina bianca persistente. Oggi, dopo circa dieci giorni, della patina bianca che ho avuto per TRE ANNI sulla lingua non vi è nessuna traccia. In questi giorni c’è stato qualche episodio di fitta al colon (sintomo che prima non avevo), ma niente di più. Ora non ho più alcuna patina bianca sulla lingua, ma vorrei capire cosa sia successo dal punto di vista clinico. La ringrazio e Le invio i miei migliori saluti. Marco
La lingua patinosa o impaniata dipende da cattiva digestione, con ristagno di cibi dello stomaco che fermentano e danno tali problemi anche se non si esclude anche la presenza di micosi peraltro molto rara e con altri sintomi. Si veda per la terapia i consigli che le invio, che in parte ha già messo in atto
Trattamento della dispepsia.doc
Prof. Pier Roberto Dal Monte

Diverticolo dell’esofago
20 Ago 06 - ida, 82 anni (id: 42498)
  sono la nipote di questa signora di cui ho mandato i dati.E’ affetta da un diverticolo all’esofago ormai da circa una decina d’anni,ma fino alle ultime setti mane è riuscita a nutrirsi seguendo una dieta liquida.ultimamente non riesce però neanche a bere più acqua.Com’è possibile un peggioramento così rapido?E’ possibile intervenire in qualche modo?Mia nonna ha anche un enfisema polmonare e per 18 ore respira con l’ossigeno.Grazie.
E’ possoibile che si sia ingrandito o infiammato, deve parlarne con i medici curanti.
Prof. Pier Roberto Dal Monte

Alitosi
20 Ago 06 - jox, 43 anni (id: 42497)
  salve soffro da 2 anni di alitosi sopratutto se mangio pesante e se bevo latte caffè o mangio cose lievitate,ho una digestione lenta che pero non mi causa dolori il medico mi ha detto che avevo in po di renella alla colicisti mi sono curata senza risultati, la mattina se mangio la sera pesante ho la lingua patinata e l’alito cattivosoffro un po di gengivite ma non dipende da questo se mangio una pizza ci metto una giornata a digerire mi puo aiutare? grazie
La lingua impaniata o patinosa come si dice, con l’alitosi dipende da cattiva digestione, veda di seguire i consigli che le invio.
Trattamento della dispepsia.doc
Prof. Pier Roberto Dal Monte

Pancreatite
19 Ago 06 - santini, 57 anni (id: 42495)
  dopo colecistectomia ho avuto una pancreatite di cui non conosco la natura (le ho già riferito id: 42337) dopo 6 giorni dalla dimissione dall’ospedale,in un controllo, scopro un nuovo incremento della lipasi (547) e dell’amilasi (149) che erano invece rientrate nei valori. Sto seguendola dieta consigliata. Pensa sia sufficiente che continui la dieta senza fare altro? da cosa può essere dipesa la pancreatite post colecistectomia? (prima dell’operazione il pancreas non mostrava segni di sofferenza).
E possibile che via sia un calcolino incuneato nella papilla di Vater (congiunzione vie biliari/pancreatiche). Faccia eventualmente una colangio RNM.
Prof. Pier Roberto Dal Monte


Da 18350 a 18365 di 28144