Sei in: Medico on-line > Gastroenterologia

Aderiamo allo standard HONcode per l'affidabilità dell'informazione medica Aderiamo allo standard HONcode per l'affidabilità dell'informazione medica.
Verifica qui.


Gastroenterologia
Referenti
  • Prof. Pier Roberto Dal Monte

  • Già Direttore Dipartimento medico-chirurgico delle Malattie dell’apparato digerente. Ospedale Bellaria-Maggiore. Bologna.

  • Prof. Mauro Bortolotti

  • Professore a Contratto della Specializzazione in Medicina Interna
    Facoltà di Medicina e Chirurgia dell’Università di Bologna
    Policlinico S. Orsola


ultimo aggiornamento 22/02/2013
 
Aree tematiche


Nella compilazione della tua domanda ti chiediamo gentilmente di attenerti il più possibile alle aree tematiche qui sopra riportate
ultimo aggiornamento 26/01/2007
Invia la tua domanda

Domande / Risposte
Gastropatia iperemica
30 Ott 06 - AligiRuggeri, 58 anni (id: 47225)
  Egregio Professore, Gradirei sapere se da gastropatia iperemica si può guarire e in che modo. Utilizzando farmaci, migliorando la dieta, utilizzando eventualmente prodotti di erboristeria (può essere utile una cura di aloe vera ?). Grazie per la gentile risposta.
Egr. Sig. Aligi, dipende dalla causa della gastropatia e dai suoi sintomi. Non le so dire se l’aloe può essere utile. Distinti saluti, Prof. Mauro Bortolotti.
Prof. Mauro Bortolotti


Possibile epitelio di Barrett
30 Ott 06 - dino, 48 anni (id: 47204)
  diagnosi di un esame istologico:frammenti di mucosa gastro-esofagea sede di acantosi e papillomatosi sul versante esofageo e di flogosi cronica aspecifica con iperplasia foveolare e metaplasia intestinale sul versante gastrica. Positiva la ricerca H.Pilori. dall’esame endoscopico il gastroenterologo sospetta esofago di Barrett. quale è il vostro parere? grazie.
E’ possibile, deve fare eradicazione dell’Helicobacter e tenersi controllato e comunque sappia che la Metaplasia significa la trasformazione graduale della mucosa dello stomaco in mucosa intestinale, fa seguito spesso a gastrite cronica con atrofia la quale a sua volta spesso è dovuta ad infezione da Helicobacter Pylori. Se questo è presente va eradicato con miglioramento della gastrite . Quando l’Helicobacter è negativo la causa può essere l’abuso di alcool, il fumo, il reflusso di bile nello stomaco e la presenza di anticorpi antimucosa gastrica (forma autoimmunitaria),raramente la celiachia. La metaplasia va comunque controllata nel tempo, poichè in qualche caso può andare incontro a degenerazione neoplastica, specie se è diffusa con atrofia gastrica e si trasforma in displasia (alterazione precacencerosa). La metaplasma può essere, se non diffusa, reversibile cercando di evitarne le cause ed associando farmaci che sembrano avere un effetto terapeutico, come gli antiossidanti, quali la vitamina C.
Esofago di Barrett.doc
Prof. Pier Roberto Dal Monte

Dieta MRGE.
30 Ott 06 - luca, 31 anni (id: 47196)
  puo inviarmi una dieta dettagliata per il reflusso(cibi si cibi no).il reflusso risente dei cambi di stagione? grazie.
Egr. Sig. Luca, la risposta è sì nel senso di un peggioramento in primavera ed autunno. Distinti saluti, Prof. Mauro Bortolotti.
Dieta CUP 2000.doc
Prof. Mauro Bortolotti

Gastropatia erosiva
30 Ott 06 - ALESSANDRA, 41 anni (id: 47182)
  HO FATTO UNA GASTOSCOPIA E MI HANNO DETTO CHE LA MUCOSA ANTRALE LIEVEMENTE IPEREMICA CON MINUTE EROSIONI RICOPERTE DA EMATINA PREPILORICHE. BIOPSIE PER RICERCA HP E TIPIZZAZIONE GASTRITE. MI HANNO RICHIESTO DI FARE ANCHE UN ECOGRAFIA COMPLETA ALL’ADDOME POTETE SPIEGARMI MEGLIO QUESTE PAROLE.GRAZIE MILLE
E’ una sistuazione pseudoulcerosa che va confermata anche con la biopsia per valutarne la causa come l’Helicobacter.Aspetti il risultato. Non so cosa serva l’eco, forse per valutare il fegato vie biliari, pancreas.
Digestione_e_dispepsia.DOC
Prof. Pier Roberto Dal Monte

MRGE e reflusso d.g.
30 Ott 06 - Patrizia, 43 anni (id: 47181)
  Cica 7 anni fa mi sono sottoposta alla mia prima gastroscopia che ha messo in luce una piccola ernia iatale e una gastrite da reflusso biliare. Nel corso degli anni ho seguito diverse terapie e mi sono sottoposta ad altri esami endoscopici, i quali hanno riscontrato, in piu’ di un’occasione, la presenza di polipi gastrici, che sono stati rimossi, oltre alla solita ernia. L’ultima gastrocopia, effettuata di recente, ha dato il seguente esito:"ernia iatale ampia con reflusso in atto e note esofagitiche. Reflusso biliare duodenogastrico". Vorrei sapere, se possibile, se il peggioramento dell’ernia puo’ essere transitorio, oppure se rappresenta un vero e proprio peggioramento della mia situaz... continua >>
ione. Vorrei inoltro sapere se e’ possibile intervenire chirurgicamente per correggere il reflusso duodenogastrico. RingraziandoLa anticipatamente Le porgo i miei piu’ cordiali saluti. Patrizia Albonetti
Gentile Sig. Patrizia, se la malattia da reflusso g.e.(vedi area tematica relativa per maggiori informazioni)non viene controllata con terapia medica in modo soddisfacente, e vi è un’ ampia ernia iatale, è consigliabile un intervento di plastica antireflusso, specie se vi è reflusso duodeno-gastrico. Non esiste invece un intervento per il reflusso duodeno-gastrico. Distinti saluti, Prof. Mauro Bortolotti.
Prof. Mauro Bortolotti

Dismicrobismo?
30 Ott 06 - Franco, 43 anni (id: 47180)
  Egr. Dottore Bortolotti, vorrei sapere se posso sostituire il CIPROXIN (Discrobismo) con il RIFACOL, in quanto mi porta mal di pancia e diarrea.
Egr. Sig. Franco, dipende dalla malattia per cui è stato prescritto l’antibiotico. Se è dismicrobismo intestinale, sì. Distinti saluti, Prof. Mauro Bortolotti.
Prof. Mauro Bortolotti

EGDS
30 Ott 06 - cristina, 39 anni (id: 47167)
  Egregio professore, ho da circa 20 giorni dei continui lievi dolori di stomaco che variano dal centro a destra e a sinistra,non accuso altri sintomi tranne che molta aria nell’intestino e alcune volte borbottio allo stomaco, la mia dottoressa mi ha prescritto la gastroscopia, perchè a suo parere per i sintomi descritti non sà prescrivermi una cura. Io mi sono spaventata molto per 2 motivi, il primo è perchè ho paura possa essere qualcosa di grave, il secondo perchè ho terrore della gastroscopia, è obbligatorio utilizzare lo spry per anestetizzare la gola? Perchè ha mia zia sentendosi la gola intorpidita non riusciva piu’ a respirare, ed io essendo molto ansiosa sono convinta che avrò lo stes... continua >>
so problema, inoltre è pericolosa? Puo avere degli effetti collaterali gravi? La ringrazio anticipatamente per la risposta che aspetterò con trepidazione, perchè ho veramente paura.
Mi sembrano preoccupazioni ingiustificate. Esistono reazioni di quel genere ma si risolvono o da sole o con l’ausilio di terapie mediche sempre predisposte per ogni esame.
Prof. Pier Roberto Dal Monte

Dolore ipocondrio sn
30 Ott 06 - Lucia, 24 anni (id: 47157)
  Egregio Prof. Dal Monte le riscrivo in merito alla risposta da lei datami (id: 46935). Ho ritirato i risultati all’ospedale e la diagnosi datami è dolicocolon, quindi intestino più lungo del normale, ma questo difetto l’ho sempre avuto e quindi avrei sempre dovuto avere anche questi dolori, ma in 24 anni è la prima volta che mi succedono. Le volevo anche dire che, mi sono scordata la volta prima, durante la colonscopia ho sentito dolore quando la sonda è arrivata nel punto dove ho questi dolori e il medico mi ha detto che in quel punto l’intestino e più lungo ed attorcigliato. Comunque volevo chiederle se ci sono esami per vedere se fosse irritazione muscolo tendinea alla base dell’emitorace... continua >>
sn, perchè radiografie me ne hanno già fatte, comunque il dolore quando è più forte mi passa dietro proprio come dice lei ed in effetti sui reni non mi hanno detto niente credo perchè hanno escluso che ci possa essere qualcosa, aspetto sua risposta di nuovo cordiali saluti
Non vi sono esami specifici, faccia massaggi e fisioterapia sui muscoli paravertebrali dorso-lombari e verifichi la sua postura o se fa qualche specifico sforzo.
Prof. Pier Roberto Dal Monte

Probabile ragade anale
29 Ott 06 - giorgio, 27 anni (id: 47147)
  Buongiorno è da un po’ di tempo, tipo qualche mese, che quando devo andare in bagno mi fa male a defecare e sento come una spina forte prima che escano le feci, dopo di che quando mi pulisco a volte la carta è rossastra sporca di sangue, ma non molto.. una alone, e poi ho prurito.. ma è una cosa che sembra all’interno e non all’esterno. Sono andato in farmazia per farmi dare una pomata per le emorroidi e me ne ha dato una oggi e provo a metterla. cosa può essere? grave?
Si tratta a mio parere di una ragade anale su cui le invio allegati alcuni chiarimenti.
La ragade anale.doc
Prof. Pier Roberto Dal Monte

Sospetto gavocciolo emorroidario
29 Ott 06 - Alessandra, 39 anni (id: 47136)
  Qualche settimana fa, lavandomi mi sono accorta di avere come un piccolo peduncolo di circa un centimetro, vicino all’ano, al tatto e’ morbido e poco sensibile, non da alcun dolore. Quando me ne sono accorta credevo fosse un verme solitario, per via della forma. Ho sempre avuto le emorroidi, ma senza fastidi particolari, rientrano sempre da sole. Negli ultimi tempi ho avuto degli episodi fastidiosi di stitichezza, tipo feci cosi’ dure e "argillose", da non riuscire ad evacuare. Puo’ tratttarsi di emorroidi, o si tratta di qualcos’altro? Grazie Alessandra
E’ possibile si tratti di un’emorroide che non è rientrata. Deve combattere la stitichezza. Si veda gli allegati.
La stitichezza.DOC
Le_emorroidi.doc
Prof. Pier Roberto Dal Monte

Ileite di n.d.d.
29 Ott 06 - VENTURA, 42 anni (id: 47122)
  GENTILE DOTT. SE SI RICORDA QUALCHE MESE FA’ LE CHIESI PER UN PROBLEMA DI DOLORI NELLA PARTE POSTERIORE DESTRA DEL FONDO SCHIENA SE LA PTOSI DEL COLON POTEVA PROVOCARLI. OGGI HO FATTO UNA COLONSCOPIA CON ESAME ISTOLOGICO DALLA COLONSCOPIA NON E’ RISULTATO NULLA, MENTRE DALL’ESAME ISTOLOGIO FATTO IN TRE PARTI SI E’ EVIDENZIATA UN’INFIAMMAZIONE CRONICA ALL’ILEO. 1)CHE TERAPIA E’ POSSIBILE SEGUIRE PER RISOLVERE IL PROBLEMA.2)SE QUESTA SITUAZIONE E’ LA CAUSA DEI FORTI DOLORI CHE SI IRRADIANO NEL FIANCO E NEL GLUTEO.
Egr. Sig. Ventura, la terapia dipende dal tipo di ileite risultante dall’esame istologico. Lo faccia vedere al suo medico. Distinti saluti, Prof. Mauro Bortolotti.
Prof. Mauro Bortolotti

Esofagite e gastrite emorragica
29 Ott 06 - gianmarco, 4 anni (id: 47119)
  Egregio Professore, i dati sopraelencati sono di nostro figlio. Gli è stata fatta una gastroscopia, per problemi di acidità fin dalla nascita,dal .... L’ esame endoscopico ha messo in evidenza le seguenti problematiche: -esofagopatia -gastrite emorragica -ernia iatale da scivolamento La terapia che stiamo facendogli è lansox e peridon. Speriamo in una sua risposta per capire se siamo stati indirizzati alla terapia giusta e se l’ esofagopatia è curabile. Distinti saluti Capretti Paola,
Così giovane sarebbe opportuno rivalutare meglio la causa come ad esempio un dosaggio della gastrina. La terapia è comunque per ora quella giusta. Si veda l’allegato per le cause.
Digestione_e_dispepsia.DOC
Malattia_da_reflusso_esofageo.doc
Prof. Pier Roberto Dal Monte

Sospetta steatoepatite
29 Ott 06 - pierluigi, 34 anni (id: 47116)
  salve dottore ho sempre avuto analisi perfette ma quest’anno ho trovato le transaminasi alt a 70 ele gammagt a 80 .con un mese di dieta sono scese rispettivamente a 60 e a 50 le gammagt . l’nico cambiamento nel mio stile di vita è che da un anno mi muovo poco e ho bevuto di più per varie occasioni tra cui il mio matrimonio la casa nuova ec... ora da 2 mesi bevo meno di un quarto di vino al giorno . ho fatto ecografia all’addome e non è risultato niente a parte un calcolo di 3 mm al rene destro , fegato e coleciste tuttto bene . ho fatto anche i controlli per l’epatite e sono risultti negativi. mi chiedo se basta la dieta e un po di sport come facevo fino a due anni fa o devo fare altro . ... continua >>
premetto che fumo 10-12 sigarette al giorno da diecianni e ancora non riesco a smettere spero di farlo presto. la ringrazio anticipatamente e spero che mi rispondera presto anche se non so bene dove leggere la risposta . Pierluigi
Ritengo si sia trattato di un pò di intossicazione al fegato oltre che accumulo di grasso.Si veda l’allegato.
La_steatosi_epatica.DOC
Prof. Pier Roberto Dal Monte

Sospetta stasi digiunale
28 Ott 06 - Luisa, 66 anni (id: 47114)
  A seguito di una ETG addome superiore ed inferiore, il referto riportava la seguente descrizione: "Segni di stasi liquida a carico delle anse del tenue in sede meso ed ipogastrica". Poichè ho sempre la pancia gonfia e rumorosi gorgoglii, come se avessi le "rane", dopo mangiato o dopo aver bevuto solo un caffè, chiedo cortesemente se posso metter fine a questo disturbo. Devo forse fare una dieta particolare?. Il mio dottore non ha dato peso a ciò che per me è veramente un grosso disagio che mi trascino da lungo tempo. La ringrazio molto.
la stasi intestinale significa in genere che vi un restringimento o qualcosa del genere. Consiglierei di fare una rxgrafia t.digerente con transito intestinale.
Prof. Pier Roberto Dal Monte

Dolori e diarrea
28 Ott 06 - anna, 79 anni (id: 47108)
  si richiede possibile diagnosi per i seguenti sintomi scariche diarroiche accompagnate da dolori al fegato ed al colon in particolare dopo i pasti. Alimentazione variata pochissimo movimento
Gentile Sig.ra Anna, i dati forniti sono insufficenti per una diagnosi ed una adeguata terapia, per le quali è anche necessaria una visita medica. Questa può essere fatta dal suo Medico Curante, che le può richiedere gli accertamenti appropriati. Se vuole può contattarmi successivamente. Distinti saluti, Prof. Mauro Bortolotti
Prof. Mauro Bortolotti


Da 17706 a 17721 di 28218