Sei in: Medico on-line > Gastroenterologia

Aderiamo allo standard HONcode per l'affidabilità dell'informazione medica Aderiamo allo standard HONcode per l'affidabilità dell'informazione medica.
Verifica qui.


Gastroenterologia
Referenti
  • Prof. Pier Roberto Dal Monte

  • Già Direttore Dipartimento medico-chirurgico delle Malattie dell’apparato digerente. Ospedale Bellaria-Maggiore. Bologna.

  • Prof. Mauro Bortolotti

  • Professore a Contratto della Specializzazione in Medicina Interna
    Facoltà di Medicina e Chirurgia dell’Università di Bologna
    Policlinico S. Orsola


ultimo aggiornamento 27/11/2014
 
Aree tematiche


Nella compilazione della tua domanda ti chiediamo gentilmente di attenerti il più possibile alle aree tematiche qui sopra riportate
ultimo aggiornamento 26/01/2007
Invia la tua domanda

Domande / Risposte
MRGE e dolore toracico
5 Dic 06 - Alberto, 30 anni (id: 50497)
  Buongiorno, Ad Aprile 06 ho iniziato ad aver disturbi all’addome. Sono iniziati con dolore e disturbi allo stomaco, precisamente lato sinistro sotto l’ultima costola, e nausea. Generalmente il sintomo era più forte al mattino, per poi diminuire la sera. Alcune volte il dolore si irradiava lungo tutto il torace, lato sinistro, e continuava su spalla e braccio, e dietro. Il medico mi ha fatto eseguire una EGDS, da cui risultò gastropatia erosiva antrale, senza HP. Mi fu prescritto Levosulpiride 25mg. Poiché non ebbi beneficio, il medico mi fece eseguire RX torace, da cui risultò un arricchimento delle ombre ilari con rinforzo del disegno polmonare interno. Il mio medico non conside... continua >>
rò nulla di grave queste osservazioni, e mi fece eseguire una ecografia addome, da cui risultò un calcolo di 15mm nella colecisti. Feci anche analisi del sangue, che risultarono normali a parte la biliburina, 4 volte sopra il valore normale. Intanto, ogni tanto iniziai ad evacuare feci chiare. Il gastroenterologo mi fece eseguire anche una colonscopia, che risultò normale, ed alcuni esami del sangue di tipo specifico (per vedere la presenza di alcune malattie autoimmuni), che risultarono normali, a parte la biliburina. Non ho mai avuto coliche biliari, ne’ dolori nel lato DX. Mi fu allora prescritto di prendere lansoprazolo + levosulpiride + ac. ursodesossicolico per sciogliere il calcolo. I sintomi non sono cambiati: lentezza digestiva alcuni giorni (stomaco fermo e contratto), estrema acidità altri giorni. Inoltre ho delle volte forti dolori al petto sinistro, alcune volte diffusi, altre in un punto preciso, e percepisco una sensazione di forte tensione (come un muscolo teso) lungo una linea immaginaria che parte dallo stomaco ed arriva in gola, leggermente spostata verso SX. Sono preoccupato, poiché è da mesi che prendo farmaci e non vedo beneficio. Il mio medico mi dice di star tranquillo. La mia domanda è: un calcolo può dare tanto fastidio? Grazie mille
Egr. Sig. Alberto, lei ha una malattia da reflusso che le causa i dolori retrosternali e che probabilmente è curata con una dose insufficente di lansoprazolo (non ha indicato la dose). Le allego pertanto una terapia ed una dieta adeguata da seguire per 40 giorni. Se i disturbi non scompaiono, occorre fare una pHmetria esofago-gastrica di 24 ore "sotto trattamento" per vedere se vi è scarso effetto del farmaco sull’acidità gastrica ed eventualmente una bilimetria esofagea di 24 ore per vedere se vi è reflusso biliare. Valutare anche se vi è H.P. che va eradicato. Bene la restante terapia. Distinti saluti, Prof. Mauro Bortolotti.
Dieta CUP 2000.doc
TERAPIA MRGE CON DOLORE TORACICO.doc
Prof. Mauro Bortolotti


Aumento Ca19-9
5 Dic 06 - miria, 37 anni (id: 50490)
  Gentile Dottore, mia suocera età 71 anni peso 95 Kg da un valore tumorale e precisamente Ca 19.9 valore 3522 quindi altissimo avevano diagnosticato tumore al pancreas ma dalla Tac non hanno rilevato nulla cosa può essere ? Precedentemente ha fatto uso di farmaci in maniera disordinata e esagerata compreso cortisone.Non abbiamo esito di gastroscopia Cosa mi può dire?Grazie
Faccia un valutazione dl colon con colonscopia ed una valutazione delle ovaie e faccia valutare se non ha una malattia infiammatoria sistemica come l’artrite reumatoide
Prof. Pier Roberto Dal Monte

MRGE
5 Dic 06 - vincenzo, 31 anni (id: 50487)
  dott riccardo da 12 anni iniziando con rigurgito di acidità tutt ora ho senzazione pesantezza affaticamento reflusso e con aria umida ho costatato che i sintomi si accentuano mi accompagnano questi sintomi dolorosi per 9 mesi a l anno ho fatto fin ora 4 gastroscopie 2 esito gastrite 2 diagnosticata ernia iatale l elictor batt...negativo al mattino mi alzo con piccoli disturbi addominali tipo nausea o pesantezza sono psicologicamente distrutto come potrei risolvere se ce una cura oppure cosa ho prendo lucen senza risultati apparenti e gaviscon mantenimento acidità e peridon prima di pranzo ma sono stanco
Le consiglierei di seguire i consigli che le invio compresa un pò di attenzione sulla dieta.E’ possibile che abbia oltre che il reflusso un pò di gastrite. Smetta di fare gastroscopie non serve. Associ agli antiacidi una farmaco che le facilità eliminazione del cibo nell’intestino e con esso l’acido.
Malattia_da_reflusso_esofageo.doc
Trattamento_della_dispepsia.doc
Prof. Pier Roberto Dal Monte

Meteorismo
5 Dic 06 - luigi, 27 anni (id: 50486)
  salve dottore,premetto che sono un tipo ansioso,dopo ogni pasto non ho una digestione regolare..durante il giorno faccio tante eruttazioni e ho tanta aria nello stomaco..questo mi porta una tachicardia e quando emano aria mi sento meglio e i battiti scendono leggermente..in baggno vado quasi regolarmente,ma l’aria e davvero tanta..che posso prendere..xadesso prendo il debridat prima dei pasti,va un po’meglio ma non del tutto..mi dia un consiglio che cos’e’ e se devo preoccuparmi..
Egr. Sig. Luigi, può assumere anche levosulpiride o domperidone in alternativa alla trimebutina. Distinti saluti, Prof. Mauro Bortolotti.
Prof. Mauro Bortolotti

lievissimo aumento delle transaminasi
5 Dic 06 - vincenzo, 31 anni (id: 50480)
  nell esame enzimatico il got è nella norma 27 mentre il gpt 53 mentre nei valori normali max 40 non hanno riscontrato nessuna epatia come mai sono tanti anni che ho il valore al disopra, non fumo non bevo alc..ei fritti raramente tranne qualche dolciume.
E’ un innalzamento irrilevante lo tenga controllato, facendo anche un’eco addominale.
Prof. Pier Roberto Dal Monte

RCU
5 Dic 06 - elena, 36 anni (id: 50477)
  caro dottore oramai sono diventata una sua affezionata paziente on line.......purtroppo.le ricordo un poco le mie condizioni: colite ulcerosa da 25 anni, da 2 in attività resistente ai cortisonici anche ad alto dosaggio. ultimamente i sintomi si ripresentano dopo una decina di giorni dalla sospensone del cortisone. 20 giorni fa ho effettuato una colonscopia in cui tutto andava bene e così il mio gastrenterologo mi ha rifatto sospendere il cortisone ma adesso sto di nuovo male con diarrea dolore forti e muco sanguinolento. il gastrenterologo ha deciso di ricoverarmi. io ho molta paura e apprensione per dovere lasciare il mio bimbo di 2 anni. lei che farebbe al posto del mio gastrenterologo? s... continua >>
to così male da non poter lavorare e badare al bimbo. secondo lei è da prendere in considerazione l’intervento chirurgico? la ringrazio tanto e se le arreco fastidiocon le mie domande non si riguardi a dirmelo.arrivederci
Gentile Signora Elena, purtroppo mi pare che la sua colite non stia prendendo una buona piega, ma sappia che le uniche cure mediche sono sempre il cortisone, che forse doveva continuare, alcuni altri antinfiammatori/immunosopressori ed ultimamente anche l’infliximab se riescono a farglielo (ma in opedale), oltre a vari supporti medici come il ferro, i sali, etc che perde con le feci e il "riposo" dell’intestino con la parenterale totale. Naturalmente l’asportazione del colon risolve il problema alle radici, ma è una valutazione che deve essere fatta dai suoi medici e con un buon chirurgo pratico di questi interventi.Per rispondere al suo dilemma, in ospedale ci si cura meglio, specie nella sua situazione.
Prof. Pier Roberto Dal Monte

EGJ
5 Dic 06 - alberto, 40 anni (id: 50467)
  Ho appena scoperto di avere una ernia iatale di 2-3 cm,l’unica sensazione che ho è una sensazione di vuoto alla bocca dello stomaco lontano dai pasti,faccio molto sport e la pesantezza di stomaco che a volte capita la risolvo con l’amaro medicinale Giuliani. Quali Sono i cibi da evitare la sera e ultima domanda si guarisce o si puo solo peggiorare? Grazie!
Dell’ernia si può anche guarire, dipende dall’entità, la fitness con insistenza sugli addominali non migliora.La terapia che usa non mi sembra la migliore, si veda l’allegato ove troverà qualche consiglio che mi chiede, anche se i sintomi non sono proprio da reflusso di acido.
Malattia_da_reflusso_esofageo.doc
Prof. Pier Roberto Dal Monte

Postumi di colecistectomia
5 Dic 06 - teresa, 41 anni (id: 50460)
  mi hanno esportato la coliciste il primo dicembre perche avevo un adenomioma vorrei sapere una dieta adatta grazie
Non è necessaria alcuna dieta.
Prof. Pier Roberto Dal Monte

Mancata risposta
5 Dic 06 - MARIA, 42 anni (id: 50448)
  Buongiorno, sono stata registrata con un ID 50352. Volevo sapere come mai nessuno mi ha risposto visto che c’è stato un salto a id successivi. Forse ho utilizzato troppi caratteri ? Attendo Vostro riscontro Grazie
E’ possibile, ma non risulta arrivata alla mia posta personale.
Prof. Pier Roberto Dal Monte

Diarrea di n.d.d.
5 Dic 06 - niki, 31 anni (id: 50445)
  buongiorno...vorrei chiederle un parere x quanto riguarda il problema del mio ragazzo...cn le caratteristiche sopra indicate... da 2 anni soffre di diarrea(molto ma molto liquida) e dolori addominali mlto forti.. ha fatto alcuni esami quali biopsia e colonnoscopia... non sa più cosa mangiare xkè qualunque cosa un giorno provoca dolori e un altro non da nessun tipo di problema...i dottori hanno detto che molto probabilmente ha troppo grasso attorno al fegato e di fare sport...lei cosa ne pensa?...ah non hanno trovato nessun tipo di virus... e come medicinali prende solo dissenten per limitare la diarrea...grazie dell’attenzione!saluti
Egr. Sig. Niki, le cause della diarrea sono molte per cui può controllare area tematica relativa se ha fatto tutti gli accertamenti necessari. Distinti saluti, Prof. Mauro Bortolotti.
Prof. Mauro Bortolotti

gastrite e dispnea
5 Dic 06 - Ilaria, 20 anni (id: 50436)
  Cari esperti, sono una ragazza di 20 anni e da 2 mesi sto avendo problemi sia con la respirazione che con l’apparato intestinale.Ho fatto la gastroscopia ed è risultata una GASTROPATIA IPEREMICA ANTRALE.Di cosa si tratta nello specifico?Inoltre, attraverso l’eco dell’addome, è stata rilevata una colecisti pigra.Questi problemi potrebbero essere causa anche dei miei problemi nella respirazione? Grazie anticipatamente, Ilaria
La lieve gastrite dell’untima parte del suo stomaco non ha nulla a che fare con il respiro, forse è un pò ansiosa.
Prof. Pier Roberto Dal Monte

Coprostasi
5 Dic 06 - Anna, 36 anni (id: 50425)
  Gentile professore, premetto che ho sempre avuto problemi all’intestino; 15 anni fa sono stata operata per appendicectomia, in seguito ho sempre avuto problemi di gonfiori, tensioni e dolori in zona addominale che si acuivano nei momenti di tensione e stress. Due anni ho partorito con un taglio cesareo. Da un anno a questa parte ho avuto 5/6 episodi di questo tipo: dolore forte inizialmente in basso a dx (altezza inguine), poi l’addome diventa via via sempre piu’ gonfio e dolente tanto da non riuscire neppure a camminare, febbre fino a 38°. Il tutto dura anche 7/8 ore, poi piano piano il dolore diminuisce anche se per tornare alla normalita’ ci vogliono un paio di giorni. In occasione di uno... continua >>
di questi episodi mi sono recata la pronto soccorso dove dopo esami del sangue e urine piu’ una radiografia mi e’ stata diagnosticata coprostasi diffusa. Devo precisare pero’ che ho provveduto nel frattempo a modificare la mia dieta introducendo piu’ liquidi, che ora vado in bagno piuttosto regolarmente, e nonostante cio’ il dolore in basso a dx a volte compare anche dopo un semplice sforzo come salire le scale.
Gentile Sig.ra Anna, se gli episodi si ripetono sarebbe opportuno fare un clisma opaco. Nel frattempo può assumere trimebutina 2 cp al dì a cicli di 15-20 gg. Distinti saluti, Prof. Mauro Bortolotti.
Prof. Mauro Bortolotti

Disturbi gastrointestinali.
5 Dic 06 - Andrea , 55 anni (id: 50413)
  Caro Dottore, sono Andrea ho 55 anni, da 13 anni sono trapiantato di fegato, assumo la ciclosporina in dosi di 75 mg. la mattina, e di 75 mg. la sera, da due anni ho problemi di stomaco e intestino, ho gia fatto divesi esami, con la gastroscopia, e ernia ietale, mi è stato riscontrato helicobacter pilori, dopo una cura di antibiotici, a 90 giorni ho fatto il break test, risultato negativo, però ho sempre pesantezza allo stomaco, premetto che non mi manca l’appetito, ma sono anche molto riguardato a quello che mangio, cerco di evitare certi cibi grassi, come intestino, ero un orologio, ma da un anno non lo sono più, a volte, devo aiutarmi con delle supposte di glicerina, poi ci sono giorni ch... continua >>
e mi scarico anche troppo, però non c’è dissenteria, a volte penso che i miei disturbi siano dovuti anche a delle aderenze, dovute all’intervento che ho avuto, fatto stà che sono giorni che nella mia pancia sembra che ci siano dei "ranocchi" ho l’impressione come di avere un stagno, che sentono anche gli altri che mi stanno vicino, specialmente se sono disteso nel letto a pancia sopra, la prego dottore, mi dia un consiglio su come migliorare la mia situazione. La ringrazio per la sua attenzione, e le porgo cordiali saluti. Andrea.
Egr. Sig. Andrea, per la dispepsia (vedi area tematica relativa per maggiori informazioni) può prendere procinetici e per le alterazioni intestinali sarebbe opportuno effettuare un esame radiologico dell’intestino che può prescrivere il suo medico. Distinti saluti, Prof. Mauro Bortolotti.
Prof. Mauro Bortolotti

Colonscopia virtuale
5 Dic 06 - aldo, 46 anni (id: 50407)
  mia sorella è stata operata da tumore al colon. IL medico di famiglia,ci consiglia a me e imiei fratelli di farci, la coloscopia. L esame che devo fare cè virtuale. E DOVE. GRAZIE.
Egr. Sig. Aldo, in ogni grande Ospedale c’è questa possibilità, ed in particolare a Milano. Distinti saluti, Prof. Mauro Bortolotti.
Prof. Mauro Bortolotti

Adenomioma colecistico
4 Dic 06 - silvia, 26 anni (id: 50401)
  Nel marzo 2006 mi è stata diagnosticata tramite ecografia addome una formazione adenomiomatosica alla colecisti.Vorrei sapere se esiste il rischio di degenerazione maligna e se sia il caso di fare una colecistectomia
Non ci pensi neanche. Faccia un controlo ogni tanto.
Prof. Pier Roberto Dal Monte


Da 17706 a 17721 di 28705