Sei in: Medico on-line > Gastroenterologia

Aderiamo allo standard HONcode per l'affidabilità dell'informazione medica Aderiamo allo standard HONcode per l'affidabilità dell'informazione medica.
Verifica qui.


Gastroenterologia
Referenti
  • Prof. Pier Roberto Dal Monte

  • Già Direttore Dipartimento medico-chirurgico delle Malattie dell’apparato digerente. Ospedale Bellaria-Maggiore. Bologna.

  • Prof. Mauro Bortolotti

  • Professore a Contratto della Specializzazione in Medicina Interna
    Facoltà di Medicina e Chirurgia dell’Università di Bologna
    Policlinico S. Orsola


ultimo aggiornamento 27/11/2014
 
Aree tematiche


Nella compilazione della tua domanda ti chiediamo gentilmente di attenerti il più possibile alle aree tematiche qui sopra riportate
ultimo aggiornamento 26/01/2007
Invia la tua domanda

Domande / Risposte
Sospetto reflusso gastro-esofageo
14 Set 13 - mariarosaria, 36 anni (id: 127604)
  Salve dottore da due anni soffro di una gastrite erosiva scoperta da una gastroscopia ho fatto cura con gli antibiotici per curare helicobactor pylori eomeprazolo per un anno sono andata bene curavo anche lalimentazione eliminando tutti quelli che mi danno fastidio,ma da questestate sento tanto dolore al lato sinstro sotto il seno ,un po si calma quando mangio qualcosa ma sta proprio poco,perche si senton assai i succhi anche di notte devo alzarmi o bere o mangiare qualcosa,premetto che lomeprazolo loprendo al bisogno perche notavo che mi cambiava il colorito del viso bianco e bocca strana,sono una persona molta apprensiva e ansiosa su tutto,viprego potete darmi qualch... continua >>
e consiglio anche perche se vado suinternet trovo tutte le cose che ti fanno venire piuansia per fino il tumore,nel ringraziarle per unavostra risposta porgo i miei piucordiali saluti grazie.
Non mi risulta che il farmaco citato ed in genere gli inibitori di pompa acida diano i disturbi che mi segnala, probabilmente è una sua impressione. Forse ora ha un reflusso gastro-esofageo su cui le allego qualche consiglio. Non credo peraltro che il dolore lamentato a sn fosse in relazione al reflusso stesso. Forse un dolore mialgico-reumatico toracico.
Malattia_da_reflusso_gastro-esofageo.doc
Prof. Pier Roberto Dal Monte


Gastropatia autoimmune
13 Set 13 - Mariangela, 30 anni (id: 127597)
  Salve,da sempre ho problemi di reflusso(a quanto pare dovuti al cortisone utilizzato da bambina x curare un angioma cavernoso);da tempo utilizzo con buoni risultati il lucen da 10.Lo scorso anno ho cominciato ad avere dolori lancinanti alla bocca dello stomaco e addome e nausee continue che mi portavano a digiunare.Inizialmente curata cm gastroenterite(con flebo di ranidil,plasil e spasmex)i sintomi nn sparivano e quindi mi e stata consigliata una gastroscopia e delle analisi.Sono intollerante al lattosio,analisi celiachia negative,antimucosa gastrica positiva,carenza di vitamina b12(146 cn valori da180 a 900)e folati(2.8 cn valori da3 a 17) Risultato gastroscopia gast... continua >>
rite cronica autoimmune con incontinenza del cardias,fondo e corpo dello stomaco rivestiti da punti di atrofia.. biopsia nn evidenzia nulla di anomalo.Mi e stato prescritto levopraid 15 gocce prima di colazione pranzo e cena.Essendo sensibile ai farmaci mi e stato consigliato un dosaggio minimo e poi aumentare fino alla terapia completa..Ho notato subito miglioramenti ma ho dovuto interrompere x prolattina cn valore 5000 e scompensi evidenti.Dopo ho provato il megaltop che ha peggiorato i sintomi e resolor che mi ha causato dolori e vomiti continui.dopo vari consulti nn ho una cura e convivo con stipsi nausee e dolori alla bocca dello stomaco e all addome(mangio solo pasta lessa)..vorrei sapere se devo convivere con questo problema o se c euna eventuale terapia Grazie mille e scusate se mi sono dilungata
Effettivamente non vi sono molte terapie per i disturbi che mi segnala e per la gastropatia autoimmune. Le consiglio di sedguire anche i consigli che le allego con conseguente allargamento della dieta. Come farmaco le potrebbe essere utile una antidepressivo come l’amitriptilina che ha anche un certo effetto, migliorando la funzionalità,sul tubo digerente, insieme ad un blando lassativo come l’agiolax.
Prof. Pier Roberto Dal Monte

Muco nelle feci e coliche
13 Set 13 - gerardo, 55 anni (id: 127592)
  Egr. Dott. Da circa un mese ho sempre del muco con le feci,in qualità maggiore quando avverto una colica a livello quasi inguinale lato sx il mio medico prima mi ha fatto fare ricerca sangue occulto su 3 campioni entrambi negativi, poi le analisi del sangue in cui si evidenzia una ves a 10 valore da 2 a 6 pcr nella norma emocromo nella norma sideremia 62, e per ultimo ho effettuato una rettosigmoscopia con referto assenza di lesioni sia al retto al sigma e tutto il colon sinistro, si evidenziano emorroidi di primo grado.Ho prenotato una colonscopia totale ma è prevista per il giorno 29 novembre.Sono un tipo molto ansio... continua >>
so e sinceramente non so piu cosa fare , aspettando un suo parere Cordialmente.
Egr. Sig. Gerardo, sulla base dei dati forniti non posso fare alcuna diagnosi, mi ricontatti dopo l’ileo-colonscopia con biopsia. L’assenza di sangue è un dato positivo, tuttavia occorre stabilire se si tratta di una forma organica o funzionale anche con altri esami se la colnscopia è negativa. Cordiali saluti, Prof. Mauro Bortolotti.
Prof. Mauro Bortolotti

Disturbi colon di ndd
12 Set 13 - federico, 27 anni (id: 127587)
  Buongiorno,il mio gastroenterologo mi ha prescritto per i miei disturbi del colon(dopo avermi fatto fare una colonscopia)il debridat: volevo chiederle:a cosa serve esattamente questo farmaco che non ho ben capito? Ringrazio
Egr. Sig. Federico, i dati forniti sono insufficenti per darle una conferma della correttezza della terapia con un prodotto procinetico sul tenue e antispastico sul colon. Distinti saluti, Prof. Mauro Bortolotti
Prof. Mauro Bortolotti

M di Crohn
12 Set 13 - Filippo, 26 anni (id: 127584)
  Egregio professore mi è stato diagnosticato il morbo di Crohn. In attesa della nuova visita gastr. Le chiedo qualche consiglio sullalimentazione/stile di vita. La ringrazio Cordiali saluti
Si veda l’allegato
le_malattie_infiammatorie_intestinali_(3).DOC
Prof. Pier Roberto Dal Monte

Gastrite + H.P.
11 Set 13 - luigi, 53 anni (id: 127570)
  Nel ringraziare il Prof. Dal Monte ,per la risposta di agosto ,vorrei chiederle alcune cose più dettagliate. sempre in merito della mia gastrite cronica atrofica antrale da elicabacter ora eradicato. la mia domanda è la seguente lei mi aveva risposto dicendo che migliorava senza l elicobacter , ma la mia preoccupazione che ho sentito che dall antro si estenderà per tutta la parte dello stomaco cioè al fondo e corpo per poi con conseguenze brutte chiedo a lei se è un percorso obbligato oppure tolto elicobacter rimane solo nellantro migliorando senza peggiorare. Adesso mi sento bene e digerisco senza difficoltà stò solamente seguendo dieta regolare senza prendere ... continua >>
esopranzolo, o devo fare dei cicli alternati. in riguardo al mio reflusso gastroesofageo neppure sto prendendo antiacidi sto abbastanza bene solo che alcuni giorni ho qualche live bruciore al petto ma non ho più acidità lei cosa mi consiglia in merito a questo problema.Un ultima cosa ho fatto gastroscopia nel novembre 2012 con risultato reflusso gastroesofageo e risultato dallo stomaco con biopsia gastrite atrofica antrale di grado moderato, dopo quanto tempo dovrò ripetere una gastroscopia. Nel ringraziarla anticipatamente la saluto.
Eradiacando l’H.P. d tutto lo stomaco come succede normalmente, e la gastrite migliora e se è di tipo atrofico non peggiora.
Prof. Pier Roberto Dal Monte

Diarrea di ndd
11 Set 13 - Giovanni, 51 anni (id: 127569)
  Buongiorno dottore sto da piu di 20 giorni che ho la diarrea e non mi passa,sono stato all ospedale a marcianise mi stavano facendo solo i flebi e si stava togliendo,ieri mi hanno rimesso perche i posti nn c erano e mi hanno dato una cura Ciproxin.Ho presa una compressa ierisera e uno stamattina e sto andando di nuovo continuamente in bagno con la diarrea devo continuarle a prendere?Per favore come devo fare per togliere la diarrea nn c è la faccio piu.Grazie
Egr. Sig. Giovanni, faccia la cura prescritta e se non migliora si faccia visitare dal suo medico curante. Cordiali saluti, Prof. Mauro Bortolotti.
Prof. Mauro Bortolotti

Terapia
10 Set 13 - giovanni, 42 anni (id: 127566)
  Si puo assumere gaviscon per curare il reflusso gastroesofageo dopo un intervento di nefrectomia?
Si poichè non viene praticamente assorbito.
Prof. Pier Roberto Dal Monte

Referto TAC
10 Set 13 - tamara, 40 anni (id: 127565)
  gnt.mo prof.,dopo vari esami mi hanno diagnosticato una gastroduodenite corrosiva,inseguito mi hanno fatto fare una tac con mdc per ulteriori controlli.dal referto hanno scritto:presenza a carico dellottavo segmento epatico di unimmagine nodulare ipodensa allesame di base(diam.maxcm2 circa)con impregnazione contrastografica progressiva e di tipo centripeto,verosimilmente riferibile a formazione angiomatosa.immagine ipodensa sia allesame di base che dopo mdc al quarto segmento epatico(diam.0,7 cm)di verosimilesignificato cistico.Irocesso uncinato del pancreas presenta aspetto globoso,pseudonodulariforme(diam.max.cm 4,4x3 cm),appare modicamente depiazzare le strutture vascolari limitrofe e pre... continua >>
senta struttura densitometrica sostanzialmente isodensa rispetto al restante parenchemia pancreatico;non evidenti dilatazioni delle vie biliari nè del Wirsung.piccola aerea ipodensa (diam.max 0,4 cm circa,di possibile significato microcistico,al polo splenico superiore.isolatipiccoli linfonodi in prossimità del tripode e nel ventaglio mesenterico.non evidenti significative lesioni focali a carico dei surreni e dei reni.per cortesia mi spiegherebbe il significato di tutto ciò perchè il mio medico curante mi ha solo prescritto una RM CON CONTRASTO PER ULTERIORI ACCERTAMENTI? grazie mille
Gentile Sig.ra Tamara, senza il quadro clinico e gli altri esami non sono in grado di valutare i risultati della TAC, cosa che il suo medico che la conosce è in grado di fare e in base a ciò le ha prescritto la RM. Cordiali saluti, Prof. Mauro Bortolotti.
Prof. Mauro Bortolotti

Cefalea e nausea
9 Set 13 - cristina, 34 anni (id: 127557)
  Buongiorno Dottore, da oltre 15 giorni soffro di nausea a volte associata a mal di testa. Per scrupolo ho fatto il test di gravidanza, che giustamente è risultato negativo, prendo la pillola da 4 anni. La nausea compare durante lintera giornata e mi passa solo durante i pasti, per il resto della giornata continua ad esserci, seguita da una cattiva digestione, continuo a digerire per parecchio tempo. Solo durante la notte sto bene e dormo tranquilla. Mi sono recata da mio medico che sostiene sia una gastroenterite latente e non mi ha prescritto alcun esame. Poichè la nausea, il mal di testa e la cattiva digestione persistono cosa posso fare? Cosa mi consiglia? Grazie. C... continua >>
ordialmente. Cristina
E’ vero che potrebbe trattarsi di gastrite subacuta, ma considerando la cefalea è possibile che si tratti anche di una irritazione dei MUscoli/nervi del midollo cervicale (occipitale e 3-4 C) alto che possono dare anche una sensazione di vomito per irritazione dei labirinti, talvolta anche senza vertigini: ciò dipende da un s di Lieou- Barrè-Neri o cefalea muscolo-tensiva per fenomeni reumatici . Comunque fa bene anche valutare il problema gastrico facendo la ricerca dell’Helicobacter pilori o addirittura una esofago-gastroduodenoscopia.
Cefalea muscolo-tensiva.doc
Prof. Pier Roberto Dal Monte

Gastrite e colon irritabile
9 Set 13 - vincenzo, 46 anni (id: 127554)
  SALVE, Professore, mi chiamo La Russa Vincenzo ho 46 anni peso 73 kg. e sono alto 170 cm. e faccio una vita sedentaria (geometra) e da tempo soffro di Colon Irritabile variante stipisi; dopo aver eseguito una gastroscopia per fastidi di iperacidità e pesantezza alla bocca dello stomaco, diagnosi finale della gastroscopia: GASTROPATIA IPEREMICA HP POSITIVO, il gastroenterologo mi ha prescritto DIGERENT 1 compressa al di durante i pasti principali e SINDROCOL una compressa al di; ma ultimamente mi sento una sensazione spiacevole di persistenza del cibo nello stomaco, pur prendendo la DIGERENT. VOLEVO SAPERE SE CE QUALCHE FARMACO CHE MI POSSA AIUTARE A LIMITARE I FASTIDI DELLA SENSAZIONE DI PER... continua >>
SISTENZA DEL CIBO NELLO STOMACO. GRAZIE Prof.re le mando questa e-mail per una sua consulenza on-line anche a pagare il suo dovuto, e mi scusi per il distiurbo.
Egr.Sig. Vincenzo, i due farmaci servono per il colon, ma occorrono anche un procinetico ed un antiacido per lo stomaco oltre all’eliminazione dell’HP. Cordiali saluti, Prof. Mauro Bortolotti.
Prof. Mauro Bortolotti

Associazione di farmaci
9 Set 13 - Andrea, 29 anni (id: 127550)
  Gentile professore, sto assumendo in questo periodo lantibiotico Bassado la sera a cena per dei foruncoli. Volevo chiederle se può interferire con lantibiotico lintegratore Sollievo che prendo regolarmente prima di andare a dormire per la stitichezza, e quindi se posso continuare ad assumerlo durante lassunzione dellantibiotico. Distinti saluti Andrea
Egr. Sig. Andrea, può conrtinuare ad assumerlo. Cordiali saluti, Prof. Mauro Bortolotti.
Prof. Mauro Bortolotti

Dolore ipocondrio faincosn
8 Set 13 - Adanila, 58 anni (id: 127548)
  ho fatto colonscopia di controllo per polipo asportato 3 anni fa al colon - la colonscopia ha evidenziato retto regolare, sigma con isolati diverticoli di media grandezza senza segni di flogodi peridiverticolare -(avevo fatto terapia di normix per 10 gg.) - discendente traverso ascendenti retto regolari per transito e morfologia - diverticolosi controllo a 5 anni - tuttavia io avverto fitte nela zona bassa a sinistra che a volte si iradiano alla schiena e dolore al gluteo quando mi siedo chiedo un consigli
Sebbene il dolore o dolenzia potrebbe dipendere o far pensare al colon - flessura (o piegatura) di sn o al colon discendente, per un’irritazione od infiammazione (spasmi, diverticoli, stipsi, "colite infiammatoria" dismismicrobismo intestinale), più spesso ciò dipende da un irritazione muscolo-tendinea alla base dell’emitorace sn e addome medio inferiore omolateralmente (regione del fianco di sn) a partenza della colonna dorso/lombare - muscoli paravertebrali. Quello del colon da un dolore profondo, non fisso ma a colica ( va e viene), evocabile alla palpazione addominale nella sede del colon sin. stesso e si associa ad modificazione dell’alvo ed emissione di gas con o senza feci, borborigmi o movimenti intestinali; l’altro è più superficiale ma costante ed è irradiato ai muscoli laterali dell’addome e si sposta posteriormente verso la colonna dorsale o muscoli paravertebrali che sono pure dolenti e talvolta alla coscia-glutei omolaterali. Talvolta dipende da alterata postura o alterato allineamento per scoliosi o da artrosi della colonna e da fibromialgia contrattiva da sfozo, sport, etc. Non sempre si può escludere un dolore a partenza renale(calcolosi). Per la terapia, potrebbe chiedere un parere ad un ortopedico/fisioterapista ed infine fare un’ecografia renale.
Prof. Pier Roberto Dal Monte

Dolore in gastrite e MRGE
8 Set 13 - anna, 40 anni (id: 127547)
  Salve, dottori, sono una studentessa che ho 2 volte consultato il vostro servizio e lho trovato molto utile.Sono in cura con alti dosi di pantoprazolo 80 mg al giorno per gastropatia cronica gastroscopia fatta a luglio.(non ho ancora esame istologico)esofagite di grado A Los Angeles.In cura anche con deursil per presenza di reflusso dudenogastrico alla penultima gastroscopia(gennnaio 2013)e domperidone prima dei pasti per nausea e dispepsia inconstante. La mia sintomatologia che è migliorata dopo circa 12 giorni dallinizio della sintomatologia e proseguo fin adesso erano epigastralgie molto intense a digiuno, postprandiali 2- 3 ore dai pasti e mi svegliavano di notte anche più volte. Permane... continua >>
fastidio durante la digestione,o dolore quando lo stomaco è vuoto. Quello che mi è comparso da 10 giorni circa è quando prendo il domperidone 20 minuti prima dei pasti,sempre fa male lo stomaco e avolte sopraggiunge un dolore addominale diffuso che dura 10-15 minuti. Il dolore addominale non sempre presente. Ma il dolore allo stomaco tutte le volte che prendo domperidone.Prima però non celho avevo.Lo prendo per nausea e dispepsia inocstante.Siccome sono allestero non posso contattare la mia gastroenterologa. Cosa potrebbe essere e perché di questo dolore?Devo sospendere domperidone? Ma se sospendo a volte sento pesantezza infatti prendo 20 mg prima di pranzo e 20 mg prima di cena. in liquido perché tutti i farmaci non mi fanno effetto se presi in compresse.Grazie per vostra gentilezza.
Gentile Sig.ra Anna, se il dolore persiste anche dopo la sospensione del domperidone, occorre fare accertamentiper vedere di cosa si tratta. Inoltre occorre sapere il risultato della biopsia. Cordiali saluti, Prof. Mauro Bortolotti.
Prof. Mauro Bortolotti

Candidosi
6 Set 13 - barbara, 34 anni (id: 127540)
  gentile professore, avrei bisogno di un informazione. per una sospetta candida intestinale mi sono state consigliate le gocce di estratto di pompelmo (FITOSEPTIC erbavita 30 gocce in 1/2 bic dacqua 5 min prima dei pasti).è un buon prodotto? durante il pranzo prendo ursobil 150, cè controindicazione con le gocce? la ringrazio sempre per la sua disponibilità.
Non è un farmaco e non lo conosco. Ma poi è sicura di avere veramnte una candidosi se non ha una sindrome di immunodeficenza acquisita? Potrebbe essre soo un’inquinamento locale forse dalla vagina. Eventualmente consiglierei il Micostatin.
Prof. Pier Roberto Dal Monte


Da 1314 a 1329 di 28780