Sei in: Medico on-line > Gastroenterologia

Aderiamo allo standard HONcode per l'affidabilità dell'informazione medica Aderiamo allo standard HONcode per l'affidabilità dell'informazione medica.
Verifica qui.


Gastroenterologia
Referenti
  • Prof. Pier Roberto Dal Monte

  • Già Direttore Dipartimento medico-chirurgico delle Malattie dell’apparato digerente. Ospedale Bellaria-Maggiore. Bologna.

  • Prof. Mauro Bortolotti

  • Professore a Contratto della Specializzazione in Medicina Interna
    Facoltà di Medicina e Chirurgia dell’Università di Bologna
    Policlinico S. Orsola


ultimo aggiornamento 22/02/2013
 
Aree tematiche


Nella compilazione della tua domanda ti chiediamo gentilmente di attenerti il più possibile alle aree tematiche qui sopra riportate
ultimo aggiornamento 26/01/2007
Invia la tua domanda

Domande / Risposte
Ulcere anali
25 Gen 13 - Nicola, 60 anni (id: 125088)
  Gentile dottore, sono stato operato di anoplastica a seguito di una ulcera anale. Sono residuate erosioni sulle cicatrici del lembo cutaneo trapiantato, che non riescono a guarire. Attualmente mi sono state prescritte supposte di cicatridina per 20 gg. Sono alla fine del trattamento ed ho notato qualche miglioramento, ma non la remissione totale dei problemi. Posso proseguire la terapia per più giorni oppure aspettare un po e poi ripeterla? Esiste una alternativa a tale cura? Mi permetto di disturbare lei e non il mio medico curante, in quanto un mio carissimo amico ha risolto un suo problema abbastanza complesso grazie ad un suo preziosissimo consiglio. Molti cordiali Saluti, Nicola B.
Provi ad usare la crema di metronidazolo,etc o Meclon insieme a cadelette con lo stesso farmaco (anche se sono ad uso vaginale).
Prof. Pier Roberto Dal Monte


Loperamide
25 Gen 13 - angela, 47 anni (id: 125087)
  gentile prof ho subito una sportazione del retto -sigma per ka del retto e a distanza di 3 anni dallintervento ho la peristalsi intestinale accelerata e quindi urgenza nella evacuazione fino alla incontinenza. posso fare uso della loperamide per rallentare il transito intestinale e come ? grazie anticipatamente della risposta
Gentile Sig.ra Angela, penso di sì, comunque senta anche il suo medico poichè non conosco tutti i suoi problemi di salute. Cordiali saluti, Prof. Mauro Bortolotti.
Prof. Mauro Bortolotti

Diarrea in diverticolite
24 Gen 13 - alessandra, 56 anni (id: 125083)
  Gent. dottore, 2 anni fa mi è stata diagnosticata diverticolite a seguito di colonscopia (esito:In conclusione: diverticolosi del colon sin. con diverticolite purulenta del sigma distale. Utile cilco antibiotici per 8 gg. qualora la sintomatologia si ripresenti valutare indicazione a resezione del tratto diverticolare)+ intolleranza al lattosio. In questi 2 anni ho quotidianamente avuto 2/4 espisodi di diarrea h preso diversi farmaci (tra cui antibiotici che peggiorano la situazione) eMESAVANCOL prima 2 al dì per 10 giorni al mese poi, due al dì per 6 mesi. In realtà la situazione non è variata di molto con scariche di diarrea anche 3-4- volte al dì. Circa due mesi fa il gastro mi ha prescri... continua >>
tto ecografia addome( ..nulla a pancreas, reni, milza e grossi vasi addominali. Non si osservano alterazioni a carico delle pareti coliche ed ileali) ed esami feci (sangue occulto:negativo-coprocoltura:negativo salmonella shigella) oltre agli esami di routine tutti nella norma. Ora la domanda è la seguente: come mai non riesco a fermare la diarrea nonostante i farmaci? E il caso di prendere in considerazione lintervento? Ringraziandola per linteressamento Alessandra
La diverticolite non da generalmente diarrea che più spesso è collegata a stipsi. E possibile che a seguito degli antibotici poassa avere una colite pseusomebranosa che si cura con vancomicina o metronidazolo. veda dis seguito>>> Antiacidi ed antibiotici connessi a diarrea da Clostridium difficile e ad altri disturbi addominali per dismicrobismo intestinale Gli inibitori della pompa protonica (IPP) e gli agonisti dei recettori H2, come la ranitidina, sono associati ad un aumento del rischio di infezione da germi introdotti con i cibi o di crescita abnorme dei normali germi intestinali, particolarmente seria è però l’infezione da Clostridium difficile (C.D.). Recenti studi suggeriscono infatti un aumento dell’incidenza e della gravità della infezione intestinali poichè l’acidità gastrica, avendo un effetto antibatterico, costituisce uno dei principali meccanismi di difesa contro i germi patogeni normalmente ingeriti: la perdita della normale acidità dello stomaco è stata associata quindi alla colonizzazone o a contaminazione batterica del tratto gastrointestinale superiore che è generalmente sterile. Lo stesso si può avere con l’uso di antibiotici e cortisonici. La crescita abnorme di germi (detto anche colonizzazione batterica e/o dismicrobismo) ed in particolare del C.D.(che si rileva con il dosaggio dellla tossina botulinica nelle feci) sono caratterizzati da meteorismo, dolori addominali e spesso da irregolarità dell’alvo e talvolta da diarrea.naturalmente bisogna sospendere la terapia che si sta facendo. Il clostridium si elimina con la vancomicina od il metronidazolo.
Divericolosi_e_Diverticolite.doc
Prof. Pier Roberto Dal Monte

Sospetta disfagia
24 Gen 13 - patrizia, 45 anni (id: 125079)
  Buongiorno, durante un esame allesofago con doppio contrasto mi è stata trovata una "scarsa distensione del lume esofageo e gastrico per incontinenza aerea " e durante lo studio della deglutizione un "ritardato trigger deglutitorio e ridotta spinta propulsiva del bolo". Può darmi chiarimenti e dirmi se può essere una diagnosi della mia disfagia?GRAZIE
Peso che sarebbe opportuna fare una manometria esofagea per studiare nel complesso la motilità dell’esofago, anche se l quadro radiologico mostra qualche problema di motilità.
Prof. Pier Roberto Dal Monte

Sospetta lieve pancreatite
24 Gen 13 - marcy, 36 anni (id: 125072)
  Avevo i vermi ossuri mi hanno prescritto vermox da 100mg , 1al g.x 4giorni; dopo lultima comp.dolore al fianco sx dietro e davanti un dolore come coliche sono andata al pronto soccorso dalle analisi tuto ok tranne amilasi 162 e lipasi 56 ieri sera , stamattina mi anno rifatto le analisi amilasi 136, lipasi 47 mi hanno detto che è un infezione al pancreas mi hanno dato tornado da 20 quando il dolore diventa fortissimo stamattina non ho preso vermox e i dolori sono lievi però ho anche tanta nausea dot.sono preoccupata e una cosa grave ho prenotato da un gastroenterologo ho lappuntamento il 12feb. Crede che fino ad allora posso aspettare vorrei gentilmente un vostro parere grazie marcy
Importante era sapere cosa diceva l’ecografia addominale che avrà fatto in quel periodo.
Prof. Pier Roberto Dal Monte

Polipo
24 Gen 13 - gaetano, 48 anni (id: 125071)
  Egreggio prof.ho fatto una colonoscopia il 7 dicembre e mi hanno diagnostica un polipo peduncolato di 1,5 cm a 90 cm dellano,lo hanno asportato il 15 gennaio sono in attesa dellesame istologico,visto la familiarità di mamma ,vorrei chiedervi lo fatta solo per prevenzione non avevo nessun sintomo,secondo la vostra esperienza sarà cattivo?vi ringrazio,augurandovi buo lavoro
Forse ha già avuto la risposta ma senza esame isstologico non si può dire nulla, sembrebbe solo che non abbia intaccato il peduncolo o base.
Prof. Pier Roberto Dal Monte

Gastropanel
24 Gen 13 - giovanna, 58 anni (id: 125067)
  vivo a Latina...dove posso effettuare esame gastropanel per sospetta atrofia gastrica? In attesa ringrazio
Cerchi nel sito: http://www.euroclonegroup.it/ che è il distributore in Italia.
Prof. Pier Roberto Dal Monte

MRGE e colonpatia di ndd
23 Gen 13 - giuseppina, 30 anni (id: 125063)
  salve dottore volevo chiederle e da sette giorni che sto effettuando una cura antibiotica lucen 40g, velamox 1g e veclam 500 dopo colazione e cena perche dalla gastroscopia e emerso: gastrite cronica lieve attiva con contaminazione di helicobacter oggi e lultimo giorno di terapia i bruciori di stomaco si sono alleviati moltissimo solo a volte qualche leggero fastidio, anche le palpitazioni che ho 24 ore su 24 si sono leggermente abbassati cioe li avverto di meno rispetto a prima ma ce sempre , lunica cosa che non capisco ho da mesi feci molli non formate, acide, maleodoranti con verdure e cibo non digerito e a volte ho un mal di testa un peso sulla testa puo essere tutto collegato allinfezio... continua >>
ne batterica da hp? linfezione puo aver infiammato lintestino il colon? cosa mi consiglia di mangiare per sfiammare lintestino ?? sto assumendo fermenti lattici probinul neutro a bustine .vorrei un parere di un esperto perche non riesco a capire perche ho questi feci cosi , sono anche abbondanti , e colon infiammato?? oggi ho mangiato della semplice pasta in bianco con olio di semi e dopo 3 ore lo ho vomitata con sensi di nausea e dolore addominale , certa acidita prima , cosa puo essere??? e consigliabile una pulizia intestinale e del colon?? se si cosa dovrei fare??
Gentile Sig.ra Giuseppina, l’Helicobacter non c’entra affatto con i sintomi accusati. Oltre ad una probabile malattia da reflusso che andrebbe curata continuando gli IPP, vi è un problema al colon che va diagnosticato in base ad una visita ed esami. Nel frattempo continui con fermenti lattici. Le allego anche una dieta per lo stomaco. Cordiali saluti, Prof. Mauro Bortolotti.
Dieta CUP 2000.doc
Prof. Mauro Bortolotti

Terapia
23 Gen 13 - Dina, 28 anni (id: 125060)
  Salve professore la ringrazio per la risposta che mi ha fornito, per quanto riguarda i problemi intestinali. Cercherò di seguire i suoi consigli sulla dieta e sui farmaci. Lunico dubbio che mi rimane riguarda lo stomaco, devo continuare a prendere lansoprazolo da 30 e per quanto tempo? La gastroscopia aveva evidenziato unincontinenza cardiale più un lieve edema prepilorico.. Cosa significa questo edema? Cordiali saluti
Consiglio di dimezzare la dose dell’antiacido.
Prof. Pier Roberto Dal Monte

gastrite da farmaci
23 Gen 13 - massimo, 49 anni (id: 125056)
  sono in cura con antidepressivo mitarzapina 30mg la sera 3mg di en al giorno 4 gocce di elopram e6 goccedi minians alcuni di questi farmaci mi mandano infiammazione alle mucose specialmente alla mucosa gastrica il mio medico mi ha dato delle bustine di riopan ma ho sempre la mucosa infiammata cosa devo fare?grazie massimo
Puo aggiungere alla sera una compressa di un inibitore di pompa acida come l’omeprazolo o simili.
Prof. Pier Roberto Dal Monte

Diarrea postenterite
23 Gen 13 - luigi, 40 anni (id: 125055)
  Salve Dott.re circa un mese fa ho avuto lescheria coli.con dolori addominali diarrea e dolori anche nellurinare.curato con il cproxin(per sei giorni),ho usato per 7 giorni il carbone vegetale(interrotto da 4 giorni circa) adesso faccio sempre le feci un po molli e tendenti al verde scuro(con luso del carbone vegetale lo imputavo a lui ma adesso che lho interrotto come è possibile ancora feci di questo colore?) .tra le altre cose avverto anche un forte prurito allano che sto curando con il proctosedyl.che consiglio puo darmi?il medico mi ha dato i probiotici con enzimi digestivi.secondo lei devo fare altri esami specifici?
Eg.Sig. Luigi, può ripetere la coprocultura se non passa con la cura. Cordiali saluti, Prof. Mauro Bortolotti.
Prof. Mauro Bortolotti

Diarrea
22 Gen 13 - fabia, 42 anni (id: 125053)
  Buonasera Soffro da 12 anni di diversi problemi intestinali quali meteorismo diarrea alternati a feci molli e muco. Ho eseguito colon gastro scopia con biopsie e un clisma del tenue con somministrazione di bario per via orale. Il tutto ha dato un quadro di mucosa edematosa con infiltrato da elementi linfoplasmacellulari. Questo per il colon e una gastroduodenite cronica,gli esami ematici presentano una carenza di ferritina acido folico e vari oligoelementi,lalimentazione è mpolto ridotta quindi non ritengono sia dovuto solamente al malassorbimento. Le chiedo se dovrei secondo lei eseguire ulteriori indagini, premetto che non risulto celiaca anche a livello genetico oltre alla prova e... continua >>
matica me in ogni caso ho escluso il fumento non so se rimane una remota possiblità di una celiachia non identificabile. Invece agli esami del sangue gli asca igg risultano a 78 nellultimo anno precedentemento nella norma la colprotectina normale,presento candidosi intestinale elevata. Ringrazio anticipatamente
Potrebbe trattarsi di una colite linfocitaria su cui le invio alcuni chiarimenti. Provi a curarla con un cortisonico e mesalazina.
La_colite_linfocitario-collagenosica.doc
Prof. Pier Roberto Dal Monte

Addome
22 Gen 13 - valentina, 33 anni (id: 125051)
  gentile dottore,sono arrivata ad un vicolo cieco. da circa un anno e mezzo la mia pancia ha iniziato progressivamente ad ingrossarsi,sembro incinta di 7 mesi ed ho iniziato ad accumulare acqua negli arti. premetto che ho sempre mangiato di tutto e non sono mai ingrassata nel corso della mia vita. la gastroscopia è ok, come pure le analisi del sangue e lecografia delladdome. non risultano intolleranze ma ho comunque fatto una dieta per circa 3 mesi priva di latticini,glutine e grassi, senza avere risultati, sono dimagrita un kg circa e mi sono sgonfiata leggermente,più che altro nel decoltè. questa situazione mi sta devastando anche psicologicamente.per favore dottore mi può dare un parere?a ... continua >>
chi mi dovrei rivolgere?non so più dove sbattere la testa.il mio medico di base mi ha detto di mettere la pancera nonostante io gli abbia detto che la mia ginecologa mi ha espressamente riferito,escludendo un problema ginecologico, che una pancia del genere non è normale.io mi sto chiudendo sempre più in me stessa,mi vergogno ad uscire di casa,vorrei risolvere il problema ma nessuno riesce a capire la causa. la ringrazio di cuore.
La cosa non è chiara poichè contemporaneamente mi parla di "gambe gonfie" il che fa pensare a ritenzione di liquidi che potrebbe verificarsi contemporaneamente anche nell’addome, per qualche afezione importante come deficit di albumina o infiammazione,etc., se ha fatto l’eco addominale che è negativa, si tratta di vero meteorismo , che vuol dire aumento dei gas nei visceri intraddominali come nel piccolo ma soprattutto nel grande intestino o colon, dà la sensazione di tensione addominale, emissione di gas o flatulenze ma anche arresto delle stesse. Può dipendere da fattori digestivi(iperproduzione di gas) o anche da ostacolato passaggio dei componenti intestinali con difficoltà alla loro eliminazione. Nel 1° caso i gas sono in genere sviluppati dall’ effetto dei germi intestinali sugli alimenti non perfettamente digeriti (ad esempio nell’intolleranza al lattosio o al glutine)o da crescita dei germi stessi(dismicrobismo), nel 2°caso l’origine può essere funzionale/spastica per rallentato passaggio, come nella stitichezza in cui si accumulano feci e gas nell’intestino che vengono eliminati a fatica, oppure organica a seguito di un ostacolo al passaggio dei componenti intestinali per un restringimento interno al viscere le cui cause principali possono essere ad esempio un fenomeno aderenziale che restringe il lume intestinale dall’esterno.Essendo un sintomo che che può eliminarsi con banali provedimenti(ad esempio combattendo la stipsi) ma anche pesistere in maniera continuativa più o meno dolorosa, quando persiste deve essere approfondito con test specifici o con indagini radiologiche ad esempio valutando se ha un colon normale.
Prof. Pier Roberto Dal Monte

Sospetta diarrea endocrina
22 Gen 13 - alfonsamonica, 28 anni (id: 125049)
  salve io ho un problema a lintestino ho fatto vari esami ecografia colonoscopia gastroscopia per non parlare dei numerosi esami ma nessuno riesce a capire perche vado in bagno dalle 6 alle 8 volte al giorno e questo mi crei dei problemi vorei avere una risposta se potete aiutarmi sono davero disperata sono quasi 3 anni che ho questo disturbo
Le cause sono parecchie (vedi)Potrebbe essere una diarrea di natura neuroendocrina come la sindrome da carcinoide è una sindrome paraneoplastica causata dalla sregolata secrezione di ormoni (come serotonina, istamina, callicreina). Faccia il dosaggio dell’acido 5 idrossindolacetico e della callicreina.
La_diarrea.doc
Prof. Pier Roberto Dal Monte

MRGE mal curata e terapia sovrappeso
22 Gen 13 - Francesca, 65 anni (id: 125047)
  Buongiorno.soffro di esofagite da reflusso ed ernia iatale,gastrite erosiva.da circa 6 anni assumo tutti i giorni esopral 20 mg.di giorno non ho grandi problemi.di notte invece molte volte ho la gola in fiamme ed una saliva vischiosa giallastra nonostante abbia alzato la testata del letto e prenda esopral prima di andare a letto insieme al provisacor 5 mg.per colesterolo.sono a porle due domande: 1-quali esami devo fare di controllo 2-dato che sono in sovrappeso e non riesco a dimagrire,posso assumere quei prodotti tipo Alli o Obesimed ??? La ringrazio per la risposta e porgo cordiali saluti
Gentile Sig.ra Francesca, probabilmente continua ad avere disturbi perchè la terapia non è corretta. Tra l’altro l’esomeprazolo assunto prima di coricarsi non funziona. E’ pertanto necessaria una revisione della terapia dopo aver fatto alcuni controlli da stabilire in base ai risultati di una visita. Le due sostanze possono interferire con la terapia della MRGE e con altre patologie eventualmente presenti. Cordiali saluti, Prof. Mauro Bortolotti.
Prof. Mauro Bortolotti


Da 1314 a 1329 di 28271