Sei in: Medico on-line > Gastroenterologia

Aderiamo allo standard HONcode per l'affidabilità dell'informazione medica Aderiamo allo standard HONcode per l'affidabilità dell'informazione medica.
Verifica qui.


Gastroenterologia
Referenti
  • Prof. Pier Roberto Dal Monte

  • Già Direttore Dipartimento medico-chirurgico delle Malattie dell’apparato digerente. Ospedale Bellaria-Maggiore. Bologna.

  • Prof. Mauro Bortolotti

  • Professore a Contratto della Specializzazione in Medicina Interna
    Facoltà di Medicina e Chirurgia dell’Università di Bologna
    Policlinico S. Orsola


ultimo aggiornamento 22/02/2013
 
Aree tematiche


Nella compilazione della tua domanda ti chiediamo gentilmente di attenerti il più possibile alle aree tematiche qui sopra riportate
ultimo aggiornamento 26/01/2007
Invia la tua domanda

Domande / Risposte
Gastroscopia
5 Set 12 - bianca, 79 anni (id: 123449)
  Buongiorno, mia mamma, ha eseguito una gastroscopia,e negli esiti leggo:DESCRIZIONE MACROSCOPICA:3 FRAMMENTI GIALLASTRI DI 0.3CM.DI DIAMETRO a 3 FRAMMENTI GIALLASTRI DI 0.3 CM.DI DIAMETRO b 3 FRAMMENTI GIALLASTRI 0.3 CM. DI DIAMETRO c DESCRIZIONE MICROSCOPICA: MUCOSA DUODENALE E BULABARE N.3 DI BIOPSIE VALUTATE. FOCALMENTE ATTIVA A MICRO EROSIONI. Per favore,può spiegarmi? La ringrazio molto, buona giornata.
Gentile Sig.ra Bianca, occorre che trascriva più precismente la descrizione microscopica e il risultato della gastroscopia, nonchè i sintomi. Cordiali saluti, Prof. Mauro Bortolotti.
Prof. Mauro Bortolotti


Gastroduodenite
5 Set 12 - giustina, 79 anni (id: 123448)
  Buongiorno, mia mamma, ha eseguito una gastroscopia,e negli esiti leggo:DESCRIZIONE MACROSCOPICA:3 FRAMMENTI GIALLASTRI DI 0.3CM.DI DIAMETRO a 3 FRAMMENTI GIALLASTRI DI 0.3 CM.DI DIAMETRO b 3 FRAMMENTI GIALLASTRI 0.3 CM. DI DIAMETRO c DESCRIZIONE MICROSCOPICA: MUCOSA DUODENALE E BULABARE N.3 DI BIOPSIE VALUTATE. FOCALMENTE ATTIVA A MICRO EROSIONI. Per favore,può spiegarmi? La ringrazio molto, buona giornata.
Ritengo si tratti di gastroduodenite erosiva su cui le allego qualche consiglio allegato.
Digestione_e_dispepsia.doc
Prof. Pier Roberto Dal Monte

Perdita di sangue rettale
5 Set 12 - ANNAVINCIGUERRA, 45 anni (id: 123442)
  Preg.mo prof. Bortolotti, io soffro da anni di stipsi, ho effettuato anche due colonscopie con esito negativo, circa forme di poliposi diverticoli ecc. nellultima solo la tresenza di irritazione nella parte finale per uso di lassativi e formazioni di ragadi di 3^ grado. Tali periodi si alternano a evacuazioni normali, o anche diarea. quello che notato ultimamente è la la presenza di sangue, anche quando uso i lassativi (supposta glicerina) a presciendere poi quando sono costretta a liberarmi delle feci anche intoducento le dita con un guanto nellano e far scivolare fuori quello che cè. il sangue è sempre di colore rosso acceso, non avverto alcun dolore circ le ragadi. Poi facendo le anal... continua >>
isi del sangue ho la siderimia a 43 (v.n. 23/168) e la ferritina 6.42 (v.n. 10/160) valori presso il mio laboratorio. Vorrei sapere se queste perdite posono causare labbassamento delle ferritina, e a cosa vado incontro con questa situazione? In attesa di un suo esito, cordialmente la saluto. Anna
Gentile Sig.ra Vinciguerra, certamente la perdita continua di sangue può ridurre la ferritina per cui le consiglio una visita proctologica per risolvere il problema rettale perchè rischia una grave anemia. Per la stipsi può assumere psillum o altre fibre vegetali. Cordiali saluti, Prof. Mauro Bortolotti.
Prof. Mauro Bortolotti

Probabile intossicazione alimentare
5 Set 12 - cosimo, 42 anni (id: 123439)
  bruno 42,il mese scorso ho accusato dolori a basso ventre con con flautolenza accentuata e scariche di diarrea,subito topo ho accusato come sintomo lingua bianca e bocca impastata esenzo di sete costante.ho effettuato lesame del sangue conpleto compreso quelle delle feci(sangue ocuulto)esito e tutto ok,ecografia completa(addome,reni,vescica,fegato)tutto ok,esame colonproctologo mi ha riscontrato due ragadi(ora doloranti).ora come se non bastasse avverto dolore allano.dottore la pregherei gentilmente di darmi un suo parere e consiglio di cio che mi sta accadendo.grazie
Lei ha avuto un episodio di intossicazione alimentare ed è probabile abbia con la diarrea che ha provocato anche le probabili ragadi anali ( 2 insieme mi sembrano però troppe). Se non ancora guarito facci un antibiotico per bocca. per la ragade provi la pomata rectogesic. Infine Lei è sovrapeso forse le sarebbe utile una dieta avendo una s metabolica
La_sindrome_metabolica_1.doc
Prof. Pier Roberto Dal Monte

Virus intestinale
5 Set 12 - francesco, 53 anni (id: 123438)
  dottori carissimi mi sto chiedendo se un virus intestinale puo creare disturbi per oltre7 giorni?credo si dica rota virus!!!!è normale ?scusate tanto e grazie!!!!
Egr. Sig. Francesco, sì, può esserci un prolungamento dei sintomi. Cordiali saluti, Prof. Mauro Bortolotti.
Prof. Mauro Bortolotti

Probabile dismicrobismo
4 Set 12 - MARIA, 46 anni (id: 123431)
  GENTILE DOTT. DAL MONTE, VOLEVO SAPERE COME MAI DA QUANDO HO INIZIATO LA DIETA SENZA GLUTINE E LATTOSIO, DA CIRCA DUE MESI, HO SEMPRE MAL DI STOMACO SPECCIALMENTE DOPO I PASTI, CHE SI RIFLETTE SUL LATO SINISTRO SOTTO LE COSTOLE, HO ANCHE AVUTO QUATTRO EPISODI DI COLICHE ADDOMINALI FORTI NELLARCO DEI DUE MESI CHE DURAVANO DALLE 6 ALLE 8 ORE E CHE INIZIAVANO DALLO STOMACO E ANDAVANO VERSO LA PARTE SUNISTRA DELLADDOME CON DUE PRONTO SOCCORSI DOVE SONO RUSULTATE TUTTE LE ANALISI DI ROUTINE NELLA NORMA :EMOCROMO,COAUGULAZIONE,GLUCOSIO,AZOTEMIA,CREATININA, SODIO, POTASSIO, AMILASI PANCREATICA, LIPASI, AST, ALT LDH, CPK, CK-MB, FOSF. ALCALINA, BILIRUBINA TOT. DIRETTA E INDIR. ... continua >>
TRIPONONA E PCR..ORA DOVRO FARE UNECO ADDOME COMPLETO..IL TUTTO HA COINCISO CON IL GRAN CALDO DI QUESTANNO; DEVO RIPETERE ANCHE UNA EGDS E UNA COLON A DISTANZA DI TRE ANNI PER CONTROLLO POLIPI DAL MOMENTO CHE NE RISULTAVA UNO DI 4 mm NEL SIGMA ASPORTATO CON PINZA.. MI CHIEDEVO, COME MAI CON DEI DOLORI COSI FORTI LE ANALISI RISULTAVANO COMUNQUE NELLA NORMA? SECONDO LEI COSA POTREBBE ESSERE? DEVO FARE QUALCOSA? PRENDO IL PANTORC DA 20 LA MATTINA E DIOSMECTAL DOPO I PASTI PRINCIPALI, SAL MOMENTO CHE OGNI TANTO HO DIARREA..GRAZIE PER LA DISPONIBILITA.
Probabilmente ha un dismicrobismo intestinale per cui farei un ciclo di antibiotici, mi sembrano inutili i farmaci che sta prendendo.>>>>> dismicrobismo intestinale o disbiosi intestinale , detto anche colon irritabile postinfettivo è un’ irritabilità della mucosa del colon a causa di dismicrobismo o disbiosi intestinale, che si crea a seguito del cambiamento parziale della normale flora intestinale con sopravvento o prevalenza di flora patogena che da un’infezione gastrointestinale. Infezione che si può sviluppare in maniera acuta o non immediatamente apparente, a seguito generalmente di ingestione di cibi guasti o scarsa igiene, uso di potenti antiacidi o anche di alcuni antibiotici, con irritabilità che, permanendo i germi che l’hanno creata, poi si mantiene producendo i suoi effetti continuativamente o ciclicamente, specie se si ha l’intestino particolarmente sensibile. Nell’intestino, e soprattutto nel colon o intestino crasso, si produce gas ed anche muco con meteorismo e flatulenza, dolore addominale e diarrea liberatoria o alternanza di stipsi e diarrea. Può essere utile in questi casi sospendere i latticini, prendere dei probiotici (ex fermenti lattici) od uno yogurt ricco di probiotici, ma se i sintomi non migliorano è utile aggiungere un disinfettante/antibiotico per qualche giorno tipo la neomicina/bacitracina (bimixin), la ciprofloxacina 500 mg 1 cp x 5-6 gg., la tetraciclina o un suo derivato (doxiciclina) od il metronidazolo. Se i disturbi sono molto accentuati sarebbe bene far precedere la terapia da una coprocoltura, ma rararamente si riesce ad identificare il germe che ha creato il problema.
Prof. Pier Roberto Dal Monte

Sospetto CRohn
4 Set 12 - GIUSEPPE, 44 anni (id: 123429)
  SALVE, DA POCHI GIORNI MI ESTATO DIAGNOSTICATO IL MORBO DI CROHN CON STENOSI DEL PRIMO TRATTO DEL SEGMENTO ILEALE. IL PROF. DOVE MI SONO RIVOLTO MI HA PRESCRITTO UNA TAC CON M.D.C ED MI HA ANTICIPATO CHE QUASI SICURAMENTE CE BISOGNO DELLINTERVENTO CHIRURGICO.POI MI HA DATO ASACOL DA 800 DUE AL MATTINO E DUE ALLA SERA,PERO IO NON RIESCO A MANDARLI GIU COSI IL MIO MEDICO MI HA CONSIGLIATO DI FRANTUMARLI. LEI COSA PENSA? GRAZIE
Fa bene a fare gli esami prescitti intendendoi per TAC l’entero TAC. La cura del Crohn qualora si tratti veramente della malattia è più complessa come vedrà dall’allegato
le_malattie_infiammatorie_intestinali_(3).DOC
Prof. Pier Roberto Dal Monte

Esami
4 Set 12 - Paolo, 48 anni (id: 123428)
  Esame eseguito dopo somministrazione orale di mezzo di contrasto super-paramagnetico. Non si rivelano dilatazioni delle vie biliari intra-ed extra epatiche ne difetti di intensità di segnale riferibili a litiasi. Colecisti a pareti non significativamente ispessite, alitiasica. Dotto di wirsung non dilatato. Cosa ho ?
Naturalmente niente e non so perchè ha fatto questo esame se non si spiega meglio a proposito dei suoi disturbi.
Prof. Pier Roberto Dal Monte

RNM
4 Set 12 - Paolo, 48 anni (id: 123427)
  Esame eseguito dopo somministrazione orale di mezzo di contrasto super-paramagnetico. Non si rivelano dilatazioni delle vie biliari intra-ed extra epatiche ne difetti di intensità di segnale riferibili a litiasi. Colecisti a pareti non significativamente ispessite, alitiasica. Dotto di wirsung non dilatato. Cosa ho ?
NaturALMENTE LE VIE BILIARI SONO NORMALI, MA BISOGNREBBE SAPERE PERCHè HA FATTO LA RNM ALLE VIE BILIARI.
Prof. Pier Roberto Dal Monte

Aumento CPK
4 Set 12 - Antonio, 47 anni (id: 123426)
  Egregio Dr. Dal Monte, da novembre 2010 sono in cura con mesalazina per una RCU. Attualmente assumo 2 cpr da 800mg al giorno. Già dai primi mesi del 2011 ho avvertito un senso di stanchezza, soprattutto nelle gambe e dormo male la notte (mi addormento subito con un sonno profondo per poi svegliarmi intorno alle 4:00/5:00 del mattino). Dagli esami del sangue effettuati periodicamente risulta il valore del CPK elevato (nellultimo esame era 330). Allinizio pensavo fosse dovuto alle partite di calcetto settimanali che facevo con gli amici. Da maggio 2012 ho smesso di giocare a causa di palpitazioni cardiache che si verificano durante la partita dovute ad un prolasso lieve de... continua >>
lla valvola mitralica. Il risultato è che il valore del CPK resta alto. Le chiedo: 1) il CPK è alto a causa della RCU o a causa della mesalazina? 2) cè qualche legame con le palpitazioni cardiache che non ho mai avuto prima? Aggiungo che dallultima colonscopia (luglio 2012) la RCU risulta praticamente scomparsa. Grazie per la disponibilità.
Tale enzima non aumenta per la RCU, in genere dipende da problemi muscolari. La mesalazina puotrebbe dare un danno muscolare omunque esami l’eventuale alterazione muscolare con miometria. Le transaminasi come sono?
Prof. Pier Roberto Dal Monte

Coliche addominali
3 Set 12 - ANNA, 46 anni (id: 123423)
  GENTILE DOTT. BORTOLOTTI, VOLEVO SAPERE COME MAI DA QUANDO HO INIZIATO LA DIETA SENZA GLUTINE E LATTOSIO, DA CIRCA DUE MESI, HO SEMPRE MAL DI STOMACO SPECCIALMENTE DOPO I PASTI, CHE SI RIFLETTE SUL LATO SINISTRO SOTTO LE COSTOLE, HO ANCHE AVUTO QUATTRO EPISODI DI COLICHE ADDOMINALI FORTI NELLARCO DEI DUE MESI CHE DURAVANO DALLE 6 ALLE 8 ORE E CHE INIZIAVANO DALLO STOMACO E ANDAVANO VERSO LA PARTE SUNISTRA DELLADDOME CON DUE PRONTO SOCCORSI DOVE SONO RUSULTATE TUTTE LE ANALISI DI ROUTINE NELLA NORMA :EMOCROMO,COAUGULAZIONE,GLUCOSIO,AZOTEMIA,CREATININA, SODIO, POTASSIO, AMILASI PANCREATICA, LIPASI, AST, ALT LDH, CPK, CK-MB, FOSF. ALCALINA, BILIRUBINA TOT. DIRETTA E INDIR. TRIPONONA E PCR..ORA... continua >>
DOVRO FARE UNECO ADDOME COMPLETO.. DEVO RIPETERE ANCHE UNA EGDS E UNA COLON A DISTANZA DI TRE ANNI PER CONTROLLO POLIPI DAL MOMENTO CHE NE RISULTAVA UNO DI 4 mm NEL SIGMA ASPORTATO CON PINZA.. MI CHIEDEVO, COME MAI CON DEI DOLORI COSI FORTI LE ANALISI RISULTAVANO COMUNQUE NELLA NORMA? SECONDO LEI COSA POTREBBE ESSERE? GRAZIE PER LA DISPONIBILITA
Gentile Sig.ra Anna, forse non hanno fatto la radiografia dell’addome a vuoto utile per vedere se vi erano ostacoli al transito. Anche l’ecografia addominale sarebbe stata utile. Cordiali saluti, Prof. Mauro Bortolotti.
Prof. Mauro Bortolotti

dolori addominali
3 Set 12 - Rossella, 21 anni (id: 123419)
  Salve,non vorrei disturbarla,ma ho bisogno di un parere medico,ormai da un paio di mesi avverto dolore alladdome.Allinizio preoccupata sono andata dal medico di famiglia,ho fatto analisi del sangue e anche ecografia addominale,e non è risultato nulla.Il medico dice che potrei avere il colon irritato.A distanza di due mesi peró,mi ritrovo ancora con lo stesso dolore addominale,che avverto soprattutto quando cammino,e così ansiosa come sono, ho cercato su internet,che invece di rassicurarmi,mi ha completamente terrorizzata.In molti credono che io sia completamente"scema"e che me lo stia inventando,o che comunque ci dia troppo peso.Magari è anche vero,ma questo non togli... continua >>
e il fatto davvero avverto dolore,in più da un po di tempo ho ogni giorno un senso di nausea.E così mi passa la voglia di fare qualsiasi cosa.inoltre mi sono ritrovata a dimagrire ben 7 chili,credo per via dellinappetenza,causata forse dallansia,ma giuro che da 55 kg sono passata a 48. Mi sono accorta anche delle eruttazioni continue,le dico;una media di 10minuti.Ora peró la cosa si presenta meno spesso.ho notato cambiamenti dal punto di vista digestivo,se prima mi capitava di andare in bagno 2volte a settimana,ora devo correre in bagno tutti i giorni. Voglio fare una gastroscopia, ma dovrei aspettare dicembre, spero solo che sia un ulcera o qualcosa del genere, anche se mi hanno detto che se fosse un ulcera si sarebbe vista dellecografia...e allora che puó essere? La prego mi dica qualcosa lei!
Gentiele Signorina, ritengo che i suoi disturbi non siano funzionali ma organici per cui è bene pprofondire, ad esempio facendo alcuni esami di laboratorio ed intanto un’indagine radiologica del tubo digerente con valutazione del transito intestinale o clisma del tenue, Gli esami sono:1.per Malattie infiammatorie intestinali (Rettocolite ulcerosa, m.di Crohn) o Indici Infiammatori: Emogramma con piastrine -VES - TAS - Protidemia totale e protidogramma - Fibrinogeno - Alfa- 1- glicoproteina o Proteina C – ANCA + Sideremia-Ferritina 2.Per Celiachia: Anticorpi antigliadina / endomisio/ transglutaminasi tissutale. Eventualmente dopo un esame parassitologico e batterilogico delle feci Cordialmente
Prof. Pier Roberto Dal Monte

Barrett
2 Set 12 - Leo, 48 anni (id: 123406)
  Caro dottore, esattamente un anno fa(2011) a seguito"gastroscopia"mi è stato diagnosticato un Esofago di Barret con il seguente referto istologico:ESOFAGO un frammento costituito in parte da epitelio squamoso non displatico e da mucosa fundica con infiammazione cronica di grado lieve , non attiva.Non evidenza di metaplasia a cellule globet.Reperti compatibili con esofago di Barret di tipo fundico.Basso rischio di sviluppare carcinomi. Sorveglianza probabilmente non necessaria. La terapia effettuata per un anno è stata la seguente:ESOPRAL inizialmente da 40 mg per poi passare per il resto dellanno a 20 mg giornalieri,PERIDON da 10 mg.per 5/6 mesi,GAVISCON SCIROPPO un cucchiaio tutte le sere... continua >>
prima di andare a letto,il tutto associato ad una alimentazione adatta. Agli inizi di agosto(2012),esattamente dopo un anno, ho effettuato una gastroscopia di controllo ed il referto istologico ricevuto è il seguente:MATERIALE INVIATO Biopsie: A) Antro gastrico B) Mucosa III inferiore dellesofago NOTIZIE CLINICHE: Pregressa diagnosi di esofago di Barret DIAGNOSI: A)Mucosa antrale senza note patologiche di rilievo. H.Pylori assente.- B)Mucosa esofagea senza note patologiche di rilievo.- Il mio medico dice che sono guarito,posso cominciare a diminuire anche la terapia,prendendo Esopral 1gg. Si e 1gg. No per una 15gg. mentre devo continuare con il Gaviscon.Posso considerami guarito o la mallatia si può ripresentare?E giusto lasciare la terapia?Tra quando ripetere lesame?Grazie
Egr. Sig. Leo, la malattia si può ripresentare per cui è consigliabile continuare la terapia di mantenimento come prescritto. Cordiali saluti, Prof. Mauro Bortolotti.
Prof. Mauro Bortolotti

Sospetta intolleranza
1 Set 12 - federica, 23 anni (id: 123403)
  Gentile professore, da un pò di tempo noto che subito dopo i pasti, sia ingerendo pane o pasta o verdure, il mio addome si gonfia ed è dolorante. potrebbe trattarsi di una intolleranza alimentare? mi consiglia di fare test? se si quali?
Le uniche due intolleranze vere sono quella glutine per cui si fanno i test specifici> Anticorpi antigliadina / endomisio/ transglutaminasi tissutale, oppure al lattosio per cui dovrebbe provare a fare una dieta priva di lattici contenentio lattosio. Per il resto vi sono altre cause ma bisognrebbe sapere come va l’intestino se ha stipsi o altro.
Intolleranza_al_lattosio[1].DOC
Prof. Pier Roberto Dal Monte

Gastrite con metaplasia
31 Ago 12 - marco, 47 anni (id: 123396)
  da tre mesi ho dolori allo stomaco..ogni giorno..non di notte.maggior parte dopo aver mangiato.nel 08-2010. ho fatto gastrosc.ernia iatale,gastrite cronica assocciata alla metapl.intest completa.Mese scorso ho fatto ecografia e esami del sangue ..ok.Nel aprile e maggio ero stressato,abbastanza,forse è qs.motivo.pero prendo omeopranzolo ormai da mesi e non mi aiuta.Inoltre prendo anche un ansiolitico..Perche, forse per la causa dello stress si è sviluppato tumore,in questo breve periodo? E posibile..che lo stress genra in cosi breve periodo il tumore?Cosa dovrei fare? Grazie mille
Metaplasia significa la trasformazione graduale della mucosa dello stomaco in mucosa intestinale, fa seguito spesso a gastrite cronica con atrofia la quale a sua volta spesso è dovuta ad infezione da Helicobacter Pylori. Se questo è presente va eradicato con miglioramento della gastrite . Quando l’Helicobacter è negativo la causa può essere l’abuso di alcool, il fumo, il reflusso di bile nello stomaco e la presenza di anticorpi antimucosa gastrica (forma autoimmunitaria),raramente la celiachia. La metaplasia va comunque controllata nel tempo, poichè in qualche caso può andare incontro a degenerazione neoplastica, specie se è diffusa con atrofia gastrica e si trasforma in displasia (alterazione precacencerosa). La metaplasma può essere, se non diffusa, reversibile cercando di evitarne le cause ed associando farmaci che sembrano avere un effetto terapeutico, come gli antiossidanti, quali la vitamina C.
Prof. Pier Roberto Dal Monte


Da 1314 a 1329 di 27880