Sei in: Medico on-line > Gastroenterologia

Aderiamo allo standard HONcode per l'affidabilità dell'informazione medica Aderiamo allo standard HONcode per l'affidabilità dell'informazione medica.
Verifica qui.


Gastroenterologia
Referenti
  • Prof. Pier Roberto Dal Monte

  • Già Direttore Dipartimento medico-chirurgico delle Malattie dell’apparato digerente. Ospedale Bellaria-Maggiore. Bologna.

  • Prof. Mauro Bortolotti

  • Professore a Contratto della Specializzazione in Medicina Interna
    Facoltà di Medicina e Chirurgia dell’Università di Bologna
    Policlinico S. Orsola


ultimo aggiornamento 22/02/2013
 
Aree tematiche


Nella compilazione della tua domanda ti chiediamo gentilmente di attenerti il più possibile alle aree tematiche qui sopra riportate
ultimo aggiornamento 26/01/2007
Invia la tua domanda

Domande / Risposte
Gastrite atrofica con metaplasia.
14 Nov 12 - nunzia, 60 anni (id: 124335)
  frammenti di mucosa gastrica di tipo antrale con moderata gastrite cronica (score 2) in presenza di diffusa metaplasia intestinale (interessamento del75%della mucosa complessivamente esaminata),cui si associano marcata atrofia ed alterazioni citoarchitetturali ghiandolari di significato reattivo. SNOMED T-57000 grazie
Metaplasia significa la trasformazione graduale della mucosa dello stomaco in mucosa intestinale, fa seguito spesso a gastrite cronica con atrofia la quale a sua volta spesso è dovuta ad infezione da Helicobacter Pylori. Se questo è presente va eradicato con miglioramento della gastrite . Quando l’Helicobacter è negativo la causa può essere l’abuso di alcool, il fumo, il reflusso di bile nello stomaco e la presenza di anticorpi antimucosa gastrica (forma autoimmunitaria),raramente la celiachia. La metaplasia va comunque controllata nel tempo, poichè in qualche caso può andare incontro a degenerazione neoplastica, specie se è diffusa con atrofia gastrica e si trasforma in displasia (alterazione precacencerosa). La metaplasma può essere, se non diffusa, reversibile cercando di evitarne le cause ed associando farmaci che sembrano avere un effetto terapeutico, come gli antiossidanti, quali la vitamina C.
Prof. Pier Roberto Dal Monte


Piloro
14 Nov 12 - ELENA, 38 anni (id: 124332)
  BUONGIORNO,IO VOLEVO FARE SOLO UNA DOMANDA.....ho fatto la mia seconda gastroscopia x controllare la gastrite erosiva e...la gastrite sembra scomparsa,guarita,nel caso posso riportare la gastroscopia,ma la cosa strana che volevo chiedere è:nella prima cè scritto piloro regolare come in ogni esame che ho fatto,mentre per la prima volta leggo...piloro rotondo.....cosa significa? grazie ANTICIPATAMENTE
Gentile Sig.ra Elena, non significa nulla. Il piloro è rotondo. Cordiali saluti, Prof. Mauro Bortolotti.
Prof. Mauro Bortolotti

Sospetta melena
14 Nov 12 - Oronzo, 48 anni (id: 124331)
  Ho costanti fitte all altezza dell addome a sinistra,(zona :cuore) e continui bruciori di stomaco, mi son reso conto da due giorni che le feci sono scure.Cosa può essere e che tipo di analisi fare per verificare la diagnosi? Sono un uomo di 48 anni ,che di patologico ha solo il diabete Mellito di tipo 2 ma tenuto costantemente sotto controllo e soffro saltuariamente di emorroidi. Attendendo una vostra cortese risposta. Ringrazio di cuore per la Vs disponibilità. Oronzo
La cosa migliore è fare una esofagogastroduodenoscopia ed un controllo dell’emocromo per vedere se ha sanguinato davvero.
Prof. Pier Roberto Dal Monte

MRGE
14 Nov 12 - Albina, 29 anni (id: 124329)
  lansoprazolo il farmaco generico o quale?
Gentile Sig.ra Albina, lansoprazolo generico o a piacere, per un mese da 30, e poi da 15 come mantenimento, salvo il parere del medico curante. Cordiali saluti, Prof. Mauro Bortolotti.
Prof. Mauro Bortolotti

MRGE resistente
14 Nov 12 - Albina, 29 anni (id: 124328)
  Gentilissimo e celere come sempre.lansoprazolo da 15 o 30 mg,e x quanto tempo?La ringrazio
Gentile Sig.ra Albina, lansoprazolo generico o a piacere, per un mese da 30, e poi da 15 come mantenimento, salvo il parere del medico curante. Cordiali saluti, Prof. Mauro Bortolotti.
Prof. Mauro Bortolotti

Dolori lombari ed addominali
13 Nov 12 - alberto, 41 anni (id: 124326)
  Sono Alberto, 41 anni. Da circa 3 mesi mi è successo alcune volte di svegliarmi la mattina verso le 6.30 per dei crampi al basso addome. dopo di che nei giorni seguenti incominciavo ad avere mal di schiena, dei dolori e senso di peso al basso ventre e a partire dal pomeriggio per qualke ora bisogno di urinare spesso con urina abbondante. non ho dolori o bruciore durante la minzione. sottolineo che tali dolori al basso ventre si acuiscono pure se fletto la schiena oppure alzo le gambe xkè fanno pressione sulladdome (forse linfonodi?). inoltre se faccio pressione con le dita al basso addome ho dolore e bruciore. faccio gli esami dellurine e tutto a posto. prendo un antibiotico x 5 gg e dopo se... continua >>
mbra andare bene. è passato un mese e la stessa sintomatologia si è ripresentata tale e quale. che debbo fare? può essere laddome visto ke 21 anni fa ho avuto acesso perianale trattato sono comparse fistole ke da un pò di anni nn scorrono più? grazie.
E’ possibile che si tratti di un dolore a partenza dalla colonna dorso-lombrae con riflessi addominali (irritazione dei nervi postero anteriori) . Se l’eco addominale e renale è normale faccia una rxgrafia alla colonna dorso-lombare. lei è comunque sovrapeso e questo può contribuire negativamente sulla colonna stessa.
Prof. Pier Roberto Dal Monte

MRGE + gastrite
13 Nov 12 - massimo, 37 anni (id: 124321)
  salve dottori.sono un ragazzo di 37 anni,circa 8 mesi fa ho fatto una esofagogastroduodenoscopia perchè soffrivo spesso di sforzi di stomaco,il referto è questo:cardias non continente,presenza di ernia iatale da scivolamento,fondo gastrico indenne,in regione antro pilorica presenza di mucosa iperemica e costellata da piccole erosioni.negativo per helicobacter pylori,conclusioni ernia iatale da scivolamento è gastrite erosiva.mi hanno dato una cura di 60 giorni ed è questa:peridon,esopral e gaviscon.fatto questa cura un pò di miglioramenti li ho avuti,ma il problema è in questo periodo che sto soffrendo molto.soffro di fortissimi bruciori di stomaco che sale fino alla gola ed è persistente pe... continua >>
r tutta la giornata,quando mangio mi passa un pò ma subito dopo mi rivengono i bruciori fortissimi.altri sintomi sono eruttazioni subito dopo mangiato senso di stomaco pieno anche se mangio poco,tosse e dolore al centro del petto e senso di restringimento alla gola.poi mi fa un fastidio strano tipo che mi viene un fastidio allo stomaco che non so descrivere bene è contemporaneamente mi batte il cuore più veloce.sto facendo una cura con metilox,esopral e gaviscon ma appena prendo medicinali sto notando che il bruciore aumenta sento proprio come un fuoco.volevo chiedervi:può essere che quelle piccole erosioni siano diventate ulcere è quella ernia sia diventata più grande?spero in una vostra risposta perchè sto proprio a pezzi.cordiali saluti.
Consiglierei di segure i consigli che le allego aumentando l’Inibitore di pompa acida (IPP). Se persistomo i disturbi consiglio un controllo della gastrinemia.
Malattia_da_reflusso_gastro-esofageo.doc
Prof. Pier Roberto Dal Monte

MRGE resistente
13 Nov 12 - Albina, 29 anni (id: 124319)
  La ringrazio nuovamente Dottore x la sua disponibilità.OMEPRAZEN da 20mg non va bene dopo colazione?qual è la differenza fra OMEPRAZEN e LANSOPRAZOLO? posso prendere anche omeprazen 20mg come,30 minuti prima di colazione?cosa cambia prima o dopo colazione?ho smesso di fumare e bere caffè,x la stips cosa mi consiglia?con lernia e lesofagite posso bere lacqua uliveto che aiuta la digestione e la stips?
Gentile Sig.ra Albina, prima di tutto il farmaco va preso 30’ prima di colazione e non dopo, che è molto meno efficace, inoltre il lansoprazolo è più efficace e l’acqua Uliveto non va bene perchè stimola l’acidità. Segua la dieta inviata. Cordiali saluti, Prof. Mauro Bortolotti.
Prof. Mauro Bortolotti

Sospetto dismicrobismo
13 Nov 12 - MARCO, 42 anni (id: 124318)
  Da circa un paio di mesi ho dei problemi di stomaco forse conseguenti ad uninfluenza intestinale estiva avuta a giugno. Verso metà settembre ho avuto una nuova manifestazione influenzale con scariche di disrrea per un paio di giorni. Dopo questi episodi acuti, mi sono stabilizzato come evacuazione quortidiana (generalmente 1 volta al giorno, massimo in qualche occasione due), però con feci "cremose" o non bene formate. Nelle ultime settimane ho avuto evacuazioni regolari caratterizzate da una prima formazione solida ed una coda più "cremosa" e meno formata (situazione che ormai continua a tuttoggi. Il medico mi ha parlato di una probabile intolleranza ai lattici e mi ha consigliato di lemin... continua >>
are latte e yogurt, cioè i principali prodotti a base di latte che io consumavo quotidianamente. Poi mi ha consigliato di introdurli nuovamente in modo graduale usando eventuali prodotti ad alta digeribilità, ma la mia situazione è più o meno invariata, anzi con qualche irregolarità maggiore nellevacuazione più solida. Secondo il medico ho anche il colon irritato con gonfiori sul lato sinistro e dolori nel basso ventre che si riperquotono anche alla zona lombare, situazione accentuata anche da forme di stress quotidiano somatizzate in forma eccessiva. Ho preso per alcune settimane dei fermenti ed integratori Secondo Voi devo fare qualche esame particolare? Mi è stato consigliato lesame del sangue "Gastropanel", sapete dove e come si fà nel caso possa essere utile per le mie condizion
Forse Lei ha un dismicobismo o disbiosi intestinale / sindrome da contaminazione batterica intestinale con cui si intende una irritabilità della mucosa del colon a causa di un probabile un cambiamento almeno parziale della flora intestinale con sopravento o prevalenza di flora patogena che non si trova normalmente nell’intestino o questa aumenta in maniera abnorme. Ciò produce i suoi effetti clinici immediati o ciclicamente, quando il germe o i germi si trovano in migliori situazioni per loro nell’ambiente ove vivono e si moltiplicano o habitat intestinale, ma anche per situazioni psicologicamente sfavorevoli per l’ospite o paziente, irritandone appunto l’intestino nel suo complesso, con produzione di gas ed anche muco che, spesso con dolore addominale, vengono espulsi con o senza diarrea liberatoria. Per lo più le feci sono morbide, giallastre e maleodoranti. Le cause possono essere un cibo non fresco (quindi un tossi-infezione intestinale alimentare) o un cibo verso il quale si è intolleranti, l’uso di antiacidi potenti, di antibiotici ( Vedi anche l’allegato:colon irritabile postinfettivo). In questa sindrome può rientrare anche “la sindrome da contaminazione batterica dell’intestino tenue - nota anche come sindrome da overgrowth (iperrcrescita) batterica del piccolo intestino (Small Intestinal Bacterial Overgrowth - SIBO) - che è caratterizzata dall’eccessiva proliferazione di batteri, specie anaerobi, nel lume dell’intestino tenue (o piccolo intestino). In condizioni fisiologiche l’intestino crasso (colon) è sede di un’intensa colonizzazione batterica, soprattutto anaerobica, con una concentrazione microbica di almeno 1 miliardo di batteri per millilitro di contenuto fluido. Nell’intestino tenue, invece, si registrano concentrazioni microbiche nettamente inferiori, nell’ordine di 1000 -10.000 batteri - in gran parte aerobi - per millilitro di contenuto fluido. La sovracrescita di batteri nel tenue compromette la capacità di digestione ed assorbimento dei nutrienti, soprattutto dei lipidi, scatenando i classici sintomi delle sindromi da malassorbimento: flatulenza, gonfiori e meteorismo, steatorrea, diarrea e disordini intestinali in genere. E’ opportuno sospendere gli antiacidi, gli antibiotici ed i latticini, prendendo uno yogurt ricco di probiotici, o probiotici specifici, ma se non migliora si può aggiungere un disinfettante antibiotico per qualche giorno, tipo: la neomicina/bacitracina o la ciprofloxacina 500 mg 1 cp x 5-6 gg. o anche il trimetrofin/sulfomazolo (bactrim), la tetraciclina cloridrato (ambramicina 1 gr) ed il metronidazolo 1 gr.
Prof. Pier Roberto Dal Monte

Dispepsia e cefalea
13 Nov 12 - martina, 29 anni (id: 124316)
  Buongiorno. Da un paio di mesi soffro di cattiva digestione,alito cattivo e mal di testa che si presenta regolarmente durante il ciclo e nei 2-3gg successivi. Premetto che non ho mai sofferto di emicrania,prendo la pillola (arianna) da 10anni ininterrottamente. Potrebbe consigliarmi uno specialista da cui fare una visita o darmi la sua opinione?grazie
Gentile Sig.ra Martina, le cause di dispepsia sono molteplici, e vanno individuate con accertamenti da stabilire in base ad una visita; nel suo caso potrebbero essere favorite dalla situazione ormonale del ciclo e la cefalea può essere una conseguenza. Se vuole può contattarmi al n. 051-307901. Cordiali saluti, Prof. Mauro Bortolotti.
Prof. Mauro Bortolotti

Sospetta infezione intestinale
12 Nov 12 - valentin, 35 anni (id: 124313)
  buonasera proff,ho una problema dal mese di marzo coliche add con gonfiore ,ho fatto le feci con sangue2-3 volte ,mal di pancia .ho fatto tutti analisi-colonoscopia ,eco add ,esame delle feci , esame rx baritato del tenue ,esame delle glutine-tutto negativo anche tac add, che e venuto limitata zona di fibrosteatosial 4segmento,.devo fare qualche dieta o tratamento?che riguarda la dieta sto piu attento,grazie
Forse si è preso qualche germe che da diarrea emorragica. Penso che sia utile un antibiotico come ad esempio la tertaciclina 1 g. die (ambramicina 250 x4 x 5 gg). Eviti l latosio presente nei cibi a base di latticini morbidi non nei semiduri o duri.
Prof. Pier Roberto Dal Monte

MRGE resistente
12 Nov 12 - Albina, 29 anni (id: 124307)
  La ringrazio x la sua risposta.Forse non ho scritto correttamente la diagnosi e la terapia.Diagnosi:esofago:regolare.cardias risalito a circa 33cm dallads ed incontinente x ernia iatale.iperemia con erosioni del terzo distale.STOMACO:presenza di liquido mucoso trasparente;non lesioni endoscopicamente apprezzabili.Piloro regolare.DUODENO:bulbo e seconda porzione prossimale regolare.DIAGNOSI:ERNIA IATALE.ESOFAGITE 2 GRADO. TERAPIA: PERIDON 1X3 volte al dì mezzora prima dei pasti(ho sospeso il peridon circa 1mese fa x assenza di ciclo). OMEPRAZEN 20mg 1x2 volte al dì mattina e sera per 20gg,poi 1 cps 20mg la mattina dopo colozione. RIOPAN GEL BUSTE 1X2 volte al dì lontano dai pasti(solitmente ... continua >>
la prendo x le 17 e prima di andare a letto)Ho iniziato la cura il 02/08/2012 ad oggi ho sempre disturbi,le ripeto che ho un alimentazione piuttosto severa,ho eliminto anche quello che in teoria potrei mangiare,ho tolto il fumo(ad oggi soffro di stipsi,in alternativa mangio molto prugne e pere,bevo acqua rocchetta x la digestione.Spesso ho laddome e il petto che scotta.la terapia è corretta? magari ho bisogno di un alternativa al peridon prima dei pasti?faccio nuovamente la gastroscopia?il mio dottore dice che lansia incide molto su questa cosa e che sicuramente lesofagite è già passata,di eliminare anche lomeprazen e prendere solo il riopan al bisogno.Dopo ogni pasto ho sempre qualche dolorino di stomaco.lernia risalita a 33 cm è una piccola ernia? La ringrazio anticipatamente
Gentile Sig.ra Albina, la sua malattia da reflusso richiede ancora lansoprazolo 30 mg 1 30 min prima di colazione al mattino come mantenimento altrimenti ricompare l’esofagite. Le allego anche una dieta. Cordiali saluti, Prof. Mauro Bortolotti.
Dieta CUP 2000.doc
Prof. Mauro Bortolotti

MRGE
12 Nov 12 - ANDRZEJ, 71 anni (id: 124306)
  1. Vi chiedo cortesemente leleco piu detagliato possibile della dieta per MRGE (per sempio: te verde cinese dannoso e/o ugualmente dannoso come English Breakfast Tee?; pomodori/pomodorini tutti dannosi nella forma qualsiasi? etc...) 2. Nella cura basta applicare IPP (1-2 mesi, ma anche di piu?), o bisogna invece non solo proteggere in questo modo la mucosa gastrica dai succhi gastrici (+ la dieta), ma anche curare le lesioni della mucosa gia esistenti con qualche principio attivo dellaltro farmaco, il quale nei farmaci tipo Lansoprazolo o Pantorc (pantoprazolo) non si trova? 3. Cosa pensate del farmaco giaponese Weissen-U, il quale sposa tutte e due azioni: la protezione della mucosi e la ... continua >>
sua cura con la vitamina U presente nel cuore della pilola. Questo farmaco ho conosciuto in Cina 15 anni fa, lho anche importato recentemente dallUSA, agisce in modo veramente miracoloso. Purtroppo non vedo niente di simile in Italia. GRAZIE!
Si veda i consigli allegati. La cura giusta è quella che le ho scritto le altre cure non le considero: non credo ai miracoli.
Malattia_da_reflusso_gastro-esofageo.doc
Prof. Pier Roberto Dal Monte

Gonfiore addominale
12 Nov 12 - simonetta, 59 anni (id: 124302)
  egregio dottore io ho un problema sono sempre gonfia di aria e mi fa male sempre la schiena con dolore al fianco destro e ho lernia iatale. inoltre spesso faccio fatica ad andare al bagno. Potrebbe darmi una dieta o qualche farmaco in pdf da seguire per alleviare i miei sintomi e per andare al bagno grazie simonetta.
Gentile Sig.ra Simonetta, le cauase del gonfiore sono numerose e per fare una corretta terapia occorre individuarle mediante esami da stabilire il base ad una visita. Provi nel frattempo con blandi lassativi tipo psillium o fibre. Cordiali saluti, Prof. Mauro Bortolotti.
Prof. Mauro Bortolotti

reflusso e gastrite
11 Nov 12 - GIUSEPPE, 26 anni (id: 124296)
  LA RISPOSTA DELLA GASTROSCOPIA è QUESTA: ESOFAGO: CON MUCOSA IPEREMICA AL iii inferiore. cardias beante STOMACO: CON MUCOSA IPEREMICA CORPO-ANTRO. PILORO REGOLARE. DIAGNOSI: ESOFAGO: CARDIAS BEANTE CON ESOFAGITE DA REFLUSSO DO i GRADO SEC. SAVARY. stomaco: gastrite cronica diffusa. DUODEMO: NELLA NORMA
Ha un reflusso che si cura come vedrà nell’allegato che è una cura valida anche per lo stomaco.
Malattia_da_reflusso_gastro-esofageo.doc
Prof. Pier Roberto Dal Monte


Da 1314 a 1329 di 28097