Sei in: Medico on-line > Gastroenterologia

Aderiamo allo standard HONcode per l'affidabilità dell'informazione medica Aderiamo allo standard HONcode per l'affidabilità dell'informazione medica.
Verifica qui.


Gastroenterologia
Referenti
  • Prof. Pier Roberto Dal Monte

  • Già Direttore Dipartimento medico-chirurgico delle Malattie dell’apparato digerente. Ospedale Bellaria-Maggiore. Bologna.

  • Prof. Mauro Bortolotti

  • Professore a Contratto della Specializzazione in Medicina Interna
    Facoltà di Medicina e Chirurgia dell’Università di Bologna
    Policlinico S. Orsola


ultimo aggiornamento 27/11/2014
 
Aree tematiche


Nella compilazione della tua domanda ti chiediamo gentilmente di attenerti il più possibile alle aree tematiche qui sopra riportate
ultimo aggiornamento 26/01/2007
Invia la tua domanda

Domande / Risposte
Sospette crisi ipoglicemiche
29 Giu 08 - Oreste, 49 anni (id: 81499)
  Buongiorno Ho 50 anni non fumo non bevo, alimentazione normale priva di fritti e poca carne rossa, peso nella norma, vado di corpo regolarmente Premetto che sono molto ansioso e ultimamente anche un po’ depresso.. da circa 3 mesi mi succede che quasi tutti i giorni, ma non sempre, dopo circa 5-6 ore che non mangio, mi viene debolezza agli arti, piu’ meno gli orari sono nel tardo pomeriggio e alle 01-02 quando mi corico. Questa cosa non mi e’ mai successa prima e quindi ora mangio quasi il 50% di piu’ (senza aumentare di peso) e il problema e’ leggermente migliorato ,ma non risolto. Tramite mio medico faccio esami sangue completi e urine. Per sintesi urine tutto nella norma , sa... continua >>
ngue: Glucosio 100 e tutto ok Es. emocromocitometrico e Formula leucocitaria . fuori norma solo i seguenti valori Colesterolo 207 Trigliceridi 227 Col HDL 32 ALT (GTP) 48 AST (GOT) 32 Oltre a consigliarmi attenzione alla dieta, il medico mi ha prescritto Pantopan per 14 giorni ; i primi 3 giorni e’ tutto sparito ma ora al giorno 11 piu’ o meno e’ tornato come prima.. Abbiamo anche provato integratori alimentari con potassio e magnesio senza risultati Sia chiaro che non e’ una situazione insopportabile e riesco a condurre vita normale, ma la mia paura e’ che questo possa essere sintomo di qualcosa di piu’ grave e non vorrei arrivare a fare una gastroscopia: Con questi dati riuscite a darmi qualche consiglio ? Grazie per il servizio e buon lavoro
POtrebbe trattarsi di sintomi da s prediabetica, faccia una curva glicemica da carico. Lei comunque non ha gli esami metabolici perfetti e quindi valuti meglio appunto se ha una sindrome metabolica(veda).
La_sindrome_metabolica_1.doc
Prof. Pier Roberto Dal Monte


Gastrite ed H.P.
29 Giu 08 - caterina, 53 anni (id: 81491)
  Ho eseguito una biopsia endoscopica: A. antro gastrico Hp - B. corpo fondo gastrico Hp e la diagnosi è stata: A.intensa gastrite cronica severamente atrofica attiva ed erosiva, con aspetti di iperplasia foveolare rigenerativa. HP++ B.Gastrite cronica superficiale attiva ed erosiva. HP++ Cosa posso fare pe risolvere questo problema? Grazie in anticipo della Sua risposta.
Deve eliminare l’Helicobacter che le da la gastrite come vedrà nell’allegato.
Infezione_da_Helicobacter_Pilori_(3).doc
Prof. Pier Roberto Dal Monte

RCU
29 Giu 08 - fabio, 46 anni (id: 81486)
  ho colite con mucose e presenza sangue. Mi compare ca 3 volte anno. Stavolta molto gonfiore e persistente. Inizio cura con ASACOL400mg (3pillole mattino) poco o nulla aggiungo MEDROL16mg Pillole (1matt+1sera x5gg). I risultati sono anzichè scarche frquenti mi diminuiscono e si presenta stitichezza. All’opposto, ma permangono mucosa, sangue e SUPERGONFIORI. Tengo di base ASACOL400 ma passo a terapia cortisonica in puntura con URBASON 20mgml. Ne faccio 1matt+1sera x 3gg poi solo 1 mattino x 6gg. Ho finito anche con questa ma persiste stitichezza e gonfiore... GRZIE 1000
SE ho ben capito Lei ha una colite ulcerosa che si cura più o meno come sta facendo Lei. Per la stitichezza che vuol dire anche remissione della malattia può prendere qualche blando lasativo tipo l’agiolax o anche la senna o derivati come il pursenid.
Prof. Pier Roberto Dal Monte

MRGE e probabili emorroidi
29 Giu 08 - Anthony, 41 anni (id: 81484)
  salve, ho appena fatto una gastroscopia e una colonscopia, perchè ho diversi problemi: allo stomaco perchè faccio molte eruttazione, ho forte tachicardia e dolori al petto (anche se non forti)e mal di gola all’intestino: da esami effettuati del sangue ho la sideremia bassa, ed ogni tanto quando mi pullisco trovo tracce di sangue sulla carta I risultati della gastro sono: Esofago: Cardias a 40 cm Zline a 37cm Presenza di ernia iatale da scivolamento: III inferiore iperemico ed eroso. Stomaco: Nulla al fondo, corpo. Eritema in antro. Piloro superabile. Bio per Hp. Duodeno: Nulla in I e II porzione. Aspetto a "scalloping" in D2 (bio) Dalla colonscopia non è risultato nulla. Volevo ... continua >>
sapere se è grave la situazione dello stomaco e cosa dovrei fare. la ringrazio
Per il reflusso acido, anche se non è grave ma fastidioso consiglierei di seguire i consigli che le invio. Per il sangue è probabile si tratti di emorroidi che non si vedono spesso con una clonscopia ma con un’anoscopia.
Malattia_da_reflusso_gastro-esofageo.doc
Le_emorroidi.doc
Prof. Pier Roberto Dal Monte

Stipsi
28 Giu 08 - barbara, 29 anni (id: 81463)
  gentili professori, da sempre ho un alvo tendenzialmente stitico ma da quando sono stata operata di colecistectomia, due anni fa, la situazione è peggiorata (caso strano).i vari medici hanno cmq diagnosticato una stipsi funzionale, così ci sono periodi in cui il mio alvo è totalmente chiuso.ne ho già provate tutte (motilium, lattulosio, sempre tanta acqua e fibre) quando è ostinatissima solo il movicol mi sblocca...la qualità della vita è purtroppo pessima. vorrei qualche informazione sui fermenti lattici: cosa ne pensate di enterolactis duo? lo rendo da 5 giorni ma niente...vorrei sapere se è controindicato in caso di stipsi.grazie mille per l’attenzione e la disponibilità .
Vi possono esser alcune possibilità trapeutiche oltre a quelle consigliate nell’allegato che le invio. Tre sono i prodotti che potrebbero appunto giovarle: la bile bovina secca pura officinale(la può trovare in farmacie o erboristerie) 100 mg al dì come inizio, oppure nuovi farmaci: Tegaserod o Zelnorm Novartis; Amitiza (lubiprostone) 8 mg Takeda/sucampo da procurarsi all’estero o farmacia Vaticano.
La stitichezza.DOC
Prof. Pier Roberto Dal Monte

Dolore ipocondrio di dx
28 Giu 08 - Stefano, 52 anni (id: 81461)
  Gentile dottore, da circa 4 mesi soffro di un dolore localizzato nella parte destra dell’addome, con fitte al fegato e talvolta al fianco. Il fatto è che questi doloretti a volte si irradiano nella parte sinistra compreso il fianco e a volte i reni. Quando sto seduto provo un senso di fastidio al fegato. Ho fatto un’ecografia addominale ed è risultato fegato aumentato di volume con steatosi, tutto il resto regolare e presenza di gas nel pancreas. Le analisi del sangue non hanno rilevato anomalie. Recentemente ho avuto un episodio influenzale che mi ha causato oltre a sinusite e bronchite anche bruciori di stomaco e difficoltà a digerire. Il gastroenterologo mi ha visitato e ha rilevato dolo... continua >>
re all’epigastrio e leggera gastrite, prescrivendomi Montillium a Gaviscom. I bruciori sono passati ma il dolore (peraltro non acuto) è sempre lì e ciò mi stressa parecchio. Premetto che vado regolarmente di corpo e che le feci sono sempre consistenti e non molli. Cosa devo fare, tenermi i doloretti e aspettare che passino o andare da un altro medico, visto che il mio sembra non dare molta importanza a questi sintomi? Grazie e saluti
Dolore ipocondrio dx: sede del fegato/vie biliari/organi confinanti(colon dx flessura epatica). Premesso che il fegato non fa male, eccetto in particolari circostanze (neoplasie, brusco ingrandimento ed infiammazione), ed escludendo una calcolosi della cistifellea (l’eco è negativa), così come un dolore riferibile al colon, poichè non ha disturbi intestinali ( a dx in quella sede, sotto il fegato, vi è anche una flessura o ripiegatura/angolazione del colon di dx).Tralasciando quindi un organo interno,ritengo possa trattarsi di una irritazione dei nervi o radicolite a partenza della colonna dorso-lombare che si distribuiscono dal di dietro in avanti in quella sede: qualora abbia qualche processo infimmatorio/artrosico o una scoliosi o anche una infiammazione/contrazione dei muscoli o fibromiosite, poichè anche questo può provocare il dolore anteriore sull’addome dx superficialmente(detto dolore radicolitico o da radici nervose) e generalmente si sente male alla pressione sui muscoli paravertebrali omolaterali. Faccia una RXgrafia della colonna o chieda una visita specifica al suo medico od a un ortopedico.
Prof. Pier Roberto Dal Monte

Disturbi gastrici e mesalazina
28 Giu 08 - martina, 23 anni (id: 81460)
  cn cura di1mese di asacol 3 volte al giorno da 800mg per colite ulcerosa, possono comparire crampi alla bocca dello stomaco,nonostante antra da 20mg?aspetto al piu’ presto una sua risposta
Non sempre anche i farmaci di norma bene sopportati lo sono per tutti. provi a prenderli a metà pasto.
Prof. Pier Roberto Dal Monte

Sospetta allergia alimentare
28 Giu 08 - Raffaele, 23 anni (id: 81459)
  Buongiorno! soffro di colon irritabile con dolori intestinalii sinistri e diaree,e ogni volta che vado di corpo male si manifesta una forte raffreddore con difficolta di respirazione e fastidio alla gola chiedo all’professore che tipo di esame fare,e cosa fare per risolvere il problema?Con l’attesa le mando i miei saluti
Potrebbe trattarsi di una allergia alimentare provi a fare una dieta da esclusione e cioè allontanare dalla dieta un tipo cibo per volta per valutare se migliora o meno a seguito della sua esclusione od introduzione compresi i cibi a base di latticini.
Prof. Pier Roberto Dal Monte

Probabile dismicrobimo con enetrocolite
28 Giu 08 - mario, 41 anni (id: 81456)
  buonasera.sono un ragazzo stitico,ma è da quasi 2 mesi che vado regolare.da circa un mese ho iniziato ad essere piu frequente i viaggi in bagno,ma da 10gg invece che vado diarrea acidoso. anche 10 volte al di.continui scoregge puzzolenti.stomaco gonfio.ultimamente ho passato un periodo di stress,nervoso e cambiato ambiente dal nord al sud.tanti cambiamenti mi rendono nervoso,anche in famiglia.ho frequenti mal di testa,quindi preso sempre antidolorifico.ho sempre avuto il ferro basso,ultimi esami di 2 mesi fa era a 20.fatto analisi piu approfonditi x epatite.tutto negativo,tranne il ves che era a 10.fatto pure la colonscopia,ma per feci abbondanti arrivati solo al retto.continuo a fare feci ... continua >>
cremose ora,con la cura del medico non risolto niente.aspetto lo svuotamento totale dello stomaco x poi fare colonscopia,nel frattempo cosa mi consiglia di fare?sono stato già in pronto soccorso,ma dopo una flebo mi hanno mandato a casa con terapia di farmaci che non hanno fatto niente anzi,e dicono che è gastroenterite.il mio medico curante sospetta ulcera o enterite. sono molto deluso dai dottori che mi dicono che con una sola bustina di lassatvo potevo fare la colonscopia,si sono solo fregati 100.00euro senza darmi nessuna spiegazione dei miei continui scarichi,forse ulcera-colite,torna fra 15 gg per rifare la colonscopia. il pronto soccorso che vede la gravità del mio dimagrimento e continuo disidrattare e mi mandano a casa con farmaci boh,chissà se giusti.lei cosa ne pensa.
Dismicrobismo o disbiosi iintestinale , detto anche colon irritabile postinfettivo E’ un’ irritabilità della mucosa del colon a causa di dismicrobismo o disbiosi intestinale, che si crea a seguito del cambiamento parziale della normale flora intestinale con sopravento o prevalenza di flora patogena che da un’infezione gastrointestinale. Infezione che si può sviluppare in maniera acuta o non immediatamente apparente a seguito generalmente di ingestione di cibi guasti o scarsa igiene, uso di potenti antiacidi o anche di alcuni antibiotici, con irritabilità che, permanendo i germi che l’hanno creata, poi si mantiene producendo i suoi effetti continuativamente o ciclicamente. Nell’intestino soprattutto nel colon o intestino crasso si produce gas ed anche muco con meteorismo e flatulenza, dolore addominale e diarrea liberatoria o alternanza di stipsi e diarrea. E’ opportuno in questi casi sospendere i latticini, prendendo dei probiotici (ex fermenti lattici) od uno yogurt ricco di probiotici, ma se non migliora è utile aggiungere un disinfettante/antibiotico per qualche giorno tipo la neomicina/bacitracina o la ciprofloxacina 500 mg 1 cp x 5-6 gg.,etc. SE i disturbi sono molto accentuati sarebbe bene far precedere la terapia da una coprocoltura, ma rararamente si riesce ad identificare il germe che ha creato il problema.Qualche volta si tratta anche di parassiti come le giardie.
Prof. Pier Roberto Dal Monte

Nocciolo
27 Giu 08 - franca, 49 anni (id: 81449)
  scusate.ho ingerito un nocciolo di una nespola..può succedermi qualcosa?
Assolutamente nulla: tranquilla.
Prof. Pier Roberto Dal Monte

Stipsi e dispepsia
27 Giu 08 - GIUSEPPE, 33 anni (id: 81448)
  SALVE PROFESSORE DAL MONTE DESIDERAVO DELLE INFORMAZIONI SUL MIO STATO DI SALUTE. OLTRE AD AVERE UNA STITICHEZZA DI QUELLE OSTINATE SOFFRO ANCHE DI UNA DIGESTIONE LENTA. NELLA MIA BOCCA MI RITROVO UNA SALIVAZIONE ACIDA LA QUALE COMPROMETTE ANCHE IL MIO ALITO, E AVVOLTE ANCHE LA BOCCA ASCIUTTA(NON SEMPRE). E PURE MANGIO BENE NON BEVO ALCOLICI NON FUMO TANTO CIRCA UNA SIGARETTA TRE ALLA SETTIMANA, LA MIA DIETA ALIMANTARE è COSTITUITA DA MOLTE FIBRE VERDURA CRUDA E COTTA CEREALI FERMENTI LATTICI LA MATTINA FRUTTA LA MATTINA E A COLAZIONE E IL POMERIGGIO A MERENDA. COME MAI AVVIENE TUTTO QUESTO? E QUALI INTEGRATORI ALIMENTARI EFFICACI MI CONSIGLIA SIA X LA DIGESTIONE CHE X LA STITICHEZZA? IO QU... continua >>
ALCUNO LO CONOSCO COME CARBOLIVE, ENDOFIT PLUS (UN PRODOTTO SU INTERNET),PERO NON SO SE SONO VERAMENTE EFFICACI. LA RINGRAZIO X LA SUA GENTILE ATTENZIONE,E X LA RISPOSTA CHE MI DARA PORGENDOGLI I MIEI PIU CORDIALI SALUTI. GRAZIE
Talvolta i disturbi che lamenta vanno insieme e possono dipendere da un’insieme di spasmi sia a carico dello stomaco che dell’intestino, inoltre probabilmente il suo stomaco non digerisce bene tutte quelle fibre che sta prendendo ed ha un pò digastrite. per la stipsi può prendere invece che tutte le fibre un prodotto tipo agiolax mentre per lo stomaco segua i consigli che le invio a parte. Talvolta è anche utile un gastrocinetico tipo la levosulpiride 2 cp die.
Alitosi_e_lingua_impaniata.doc
Trattamento_della_dispepsia_(3)_.doc
Prof. Pier Roberto Dal Monte

Dolore emiaddome sn
27 Giu 08 - cristina, 27 anni (id: 81447)
  Dopo innumerevoli visite ed esami nn sono ancora riuscita a sapere cosa mi causasse un forte dolore al fianco sinistro parte bassa, consapevole del fatto che ho dei problemi gastrici,come difficolta’ digestive,pesantezza,nausea,e avendomi diagnosticata la dislocazione del colon ,vorrei sapere questo dolore da dove arriva .distinti saluti
Gentile Signorina, potrebbe dipendere dal colon irritabile (spasmo, ristagno fecale o anche diverticolite), ma più probabilmente, da una irritazione muscolo-tendinea alla base dell’emitorace sn e addome medio inferiore omolateralmente (regione del fianco di sn). Quello del colon da un dolore profondo alla palpazione addominale nella sede del colon sin stesso, l’altro è più superficiale ed è irradiato ai muscoli laterali del’addome e si sposta posteriormente verso la colonna dorsale o muscoli paravertebrali, appunto come lei sente.Si tratta di una fibromialgia da irritazione dei nervi a partenza dalla colonna dorso-lombare o da contrazione muscolare: approfondisca tale eventualità.Non credo che abbia a che fare con la sua difgestione alta, per la quale le invio alcuni consigli a parte.
Trattamento_della_dispepsia_(3)_.doc
Prof. Pier Roberto Dal Monte

Sospetto colon irritabile postinfettivo
27 Giu 08 - luciano, 24 anni (id: 81445)
  salve, da un mesetto alterno giorni di regolare defecazione a giorni con diarrea. esami ematici e coprocoltura hanno escluso patologie, ma alcune mattine mi prendeono queste varie scariche. che devo fare? cosa potrebbe essere? grazie buona serata
Dismicrobismo o disbiosi iintestinale , detto anche colon irritabile postinfettivo E’ un’ irritabilità della mucosa del colon a causa di dismicrobismo o disbiosi intestinale, che si crea a seguito del cambiamento parziale della normale flora intestinale con sopravento o prevalenza di flora patogena che da un’infezione gastrointestinale. Infezione che si può sviluppare in maniera acuta o non immediatamente apparente a seguito generalmente di ingestione di cibi guasti o scarsa igiene, uso di potenti antiacidi o anche di alcuni antibiotici, con irritabilità che, permanendo i germi che l’hanno creata, poi si mantiene producendo i suoi effetti continuativamente o ciclicamente. Nell’intestino soprattutto nel colon o intestino crasso si produce gas ed anche muco con meteorismo e flatulenza, dolore addominale e diarrea liberatoria o alternanza di stipsi e diarrea. E’ opportuno in questi casi sospendere i latticini, prendendo dei probiotici (ex fermenti lattici) od uno yogurt ricco di probiotici, ma se non migliora è utile aggiungere un disinfettante/antibiotico per qualche giorno tipo la neomicina/bacitracina o la ciprofloxacina 500 mg 1 cp x 5-6 gg.,etc. SE i disturbi sono molto accentuati sarebbe bene far precedere la terapia da una coprocoltura, ma rararamente si riesce ad identificare il germe che ha creato il problema.
Prof. Pier Roberto Dal Monte

Enterocolite infiammatoria
27 Giu 08 - mario, 41 anni (id: 81442)
  salve,è da più di 10 gg che faccio ormai diarrea(prima circa 3 volte al di x circa 3 settimane)circa 10 volte al giorno,più la sera dopo cena fino la mattina.ho perso quasi 5 kg e non ho piu nessuna forza.ho fatto la colonscopia,ma i dottori mi dicono di prendere solo 1 bustina di lassativo,quindi non svuotandomi tutto,non sono arrivati al colon ma al retto.non so ancora cosa ho,sono sotto farmaci dei dottori,il pronto soccorso mi ha rimandato a casa dopo 1 flebo.ho fatto prima esame del sangue e ho il ferro molto basso,ma con i farmaci del ferro ho disturbi allo stomaco.esami del ves è di 10 in un’ora. mi sento molto stanco e senza forze.cosa devo fare?
E’ possibile che abbia una enterocolite subacuta di origine batterica ma non escluderei anche una malattia infiammatoria intestinale. Provi a prendere un antibiotico tipo bactrim o ciprofloxacina, tuttavia dovrebbe fare gli indici infiammatori, la colonscopia completa con valutazione dell’ultima ansa intestinale: Malattie infiammatorie intestinali (Rettocolite ulcerosa, m.di Crohn) o Indici Infiammatori: Emogramma con piastrine -VES - TAS - Protidemia totale e protidogramma - Fibrinogeno - Alfa- 1- glicoproteina o Proteina C – ANCA + Sideremia-Ferritina
Prof. Pier Roberto Dal Monte

MRGE
27 Giu 08 - Filippo, 22 anni (id: 81438)
  salve, mi è stata diagnosticata un ERNIA IATALE DA SCIVOLAMENTO CON ESOFAGITE DI GRADO A SECONDO LOS ANGELES..... Vorrei sapere se è possibile curarla? in quanto il medico dell’esame mi ha detto che resterà così...... grazie
Si può curare anche se può persistere per molti anni, si veda perquesto l’allegato.
Malattia_da_reflusso_gastro-esofageo.doc
Prof. Pier Roberto Dal Monte


Da 11269 a 11284 di 28727