Sei in: Medico on-line > Gastroenterologia

Aderiamo allo standard HONcode per l'affidabilità dell'informazione medica Aderiamo allo standard HONcode per l'affidabilità dell'informazione medica.
Verifica qui.


Gastroenterologia
Referenti
  • Prof. Pier Roberto Dal Monte

  • Già Direttore Dipartimento medico-chirurgico delle Malattie dell’apparato digerente. Ospedale Bellaria-Maggiore. Bologna.

  • Prof. Mauro Bortolotti

  • Professore a Contratto della Specializzazione in Medicina Interna
    Facoltà di Medicina e Chirurgia dell’Università di Bologna
    Policlinico S. Orsola


ultimo aggiornamento 22/02/2013
 
Aree tematiche


Nella compilazione della tua domanda ti chiediamo gentilmente di attenerti il più possibile alle aree tematiche qui sopra riportate
ultimo aggiornamento 26/01/2007
Invia la tua domanda

Domande / Risposte
Terapia cronica MRGE
29 Mag 08 - marco, 40 anni (id: 79708)
  Gentile Prof.Bortolotti,sono malato di esofagite di 1 grado con ernia iatale ed assenza di h.p.,il tutto diagnosticato con gastroscopia del 2000 e con una precedente del 1997,dove però l’ernia non venne evidenziata.Assumo lansoprazolo da 30mg al mattino da diversi anni con assenza totale di sintomi tipici della malattia ed anche di quelli atipici ,salvo a volte avere dei dolori toracici che passano in pochi giorni. Vorrei sapere se esistono delle controindicazioni ad un uso continuativo per anni del farmaco come faccio io visto che così sto bene, putroppo se sospendo dopo alcuni giorni compare il tipico bruciore della malattia, ed in più se devo ripetere la gastroscopia. La ringrazio p... continua >>
er la risposta.saluti
Egr. Sig. Marco, il farmaco è ben tollerato, ma occorre sapere se vi sono altri elementi che richiedono un controllo. In ogni caso dopo 8 anni sarebbe consigliabile un controllo gastroscopico sotto trattamento. Eventualmente mi faccia sapere al n. 051-307901 per stabilire quali altri controlli sono necessari nel suo caso. Distinti saluti, Prof. Mauro Bortolotti.
Prof. Mauro Bortolotti


Proctalgia fugax
29 Mag 08 - fabrizio, 40 anni (id: 79704)
  per la seconda volta e a distanza di un mese o due mi sono coricato a letto e dopo un’oretta ho sentito un forte dolore all’interno dell’ano come se dovessi andare al bagno. questa seconda volta però il dolore è stato talmente forte che sono svenuto crollando come un sacco di patate. tutte e due le volte dopo che sono andato al bagno tutto è passato. vorrei sotolineare che non ho problemi di stitichezza e vado regolarmente al bagno. sono molto preoccupato. attendo una vostra risposta. distinti saluti
E’ una proctalgia fugax su cui le invio alcuni chiarimenti.
Proctalgia fugax.doc
Prof. Pier Roberto Dal Monte

Terapia MRGE
29 Mag 08 - sabrina, 39 anni (id: 79703)
  L’anno scorso a giugno ho fatto la gastroscopia con diagnosi "esofagite peptica grado a",come cura il medico di famiglia mi ha prescritto il riopan 800 al bisogno per un lungo periodo non ne ho fatto un uso quotidiano,adesso da 15 giorni credo di essere peggiorata in quanto ho una sensazione strana come se avessi inghiottito un grosso quantitativo di cibo e sia rimasto alla bocca dello stomaco e dopo i pasti sopratutto inizio a ruttare (è anche molto imbarazzante oltre che fastidioso),in questi giorni sto prendendo Riopan seguendo le istruzioni della confezione una dopo i pasti principali e trascorsa un’ora,la quarta un’ora prima di coricarsi...Mi consiglia uno sciroppo come tampone oltre al... continua >>
le pasticche?E soprattutto secondo lei dovrei fare una gastroscopia?O quale eltro esame?
Gentile Sig.ra Sabrina, mi sembra strano che per una esofagite le abbiano dato solo il riopan, quando la terapia classica è basata sugli inibitori di pompa protonica che devono essere assunti cronicamente. Poichè la malattia da reflusso è una malattia cronica ( vedi area tematica relativa), dopo la terapia d’attacco occorre fare quella di mantenimento con la dose minima sufficente a prevenire i sintomi; dopo 12 mesi l’USL richiede una conferma clinica per potere continuare gratuitamente (nota 48). Eradicare l’HP se presente. Se ha dei problemi, mi faccia sapere al n. 051-307901 per risolvere il problema. Distinti saluti, Prof. Mauro Bortolotti.
Prof. Mauro Bortolotti

Feci inconsuete
29 Mag 08 - molly, 28 anni (id: 79701)
  moltissimi puntini neri nelle feci. Buongiorno. Volevo chiedere una informazione in merito a questo problema che ho notato solo ieri. Ho notato sulla carta igienica innumerevoli puntini neri (o marron scuro), di dimensioni variabili, ma molto molto piccoli (un millimetro circa per intenderci), qualche giorno fa ne ho notati ma erano molto meno, ieri erano davvero tantissimi, anche oggi ne ho notati un po’, ma molto meno di ieri. Dal momento che non ho trovato notizie a riguardo volevo chiedere se è una cosa grave o se può dipendere dalla dieta, o se possono essere parassiti o altro. Ogni tanto ho anche notato piccole parti di muco, non ho particolari altri malesseri. Vi ringrazio, sa... continua >>
luti.
probabilmente è qualche cibo che mangia xcon semi, kiwi, melamzane etc, Non è comunque una situazione patologica. I parassiti op non sono visibili o sono chari.
Prof. Pier Roberto Dal Monte

Dispepsia e gastroparesi?
29 Mag 08 - Evangelista, 47 anni (id: 79692)
  Gentilissimo Dottore, soffro da 15 anni di difficoltà digestive, 8 anni fa dopo gastro è stato riscontrato la presenza di helicobacter pilori che dopo cura con antibiotici è scomparso. I miei sintomi erano e sono tuttora: difficoltà nel digerire e forti sudorazioni(addirittura se faccio una doccia il giorno successivo alla cena, sto male, mi torna su il cibo della cena precedente) sono stato bene solo subito dopo l’eradicazione del batterio, ora si è associato anche un reflusso gastroesofageo, in cura costante con antra da 10(appena smetto ho bruciori fortissimi in gola)ho anche un’ernia iatale riscontrata per sbaglio durante una radiografia, come vede non mi faccio mancare niente. Ora... continua >>
sono stanco e stufo di vivere in queste condizioni, vorrei qualcosa di risolutivo, se esiste. Per digerire devo prendere il più delle volte dell’acqua calda con camomilla o altro, allora come si conviene ad uno scarico otturato, ecco che comincia a muoversi qualcosa e cioè il cibo comincia la risalita verso l’alto fino in gola e comincio piano piano a digerire. Cosa mi consiglia Dottore? Cordialmente la saluto e la ringrazio. Evangelista
Egr. Sig. Evangelista, lei oltre ad una malattia da reflusso g.e. ha una dispepsia di grado marcato, e forse una gastroparesi, che va diagnosticata e curata adeguatamente (vedi area tematica relativa per maggiori informazioni). Distinti saluti, Prof. Mauro Bortolotti.
Prof. Mauro Bortolotti

MRGE recidivante
28 Mag 08 - monica, 41 anni (id: 79688)
  Gentile prof. sono cinque anni che assumo un gastroprotettore,tutto è inziato per un continuo raschio alla gola ,sono arrivata dopo varie visite a fare una gastroscopia dove mi hanno riscontrato un esofagite e un’ernia iatale, la cura era di prendere questo nexium per quindici giorni e basta .La cura sarebbe bastata per sistemare il problema secondo il dottore ma purtroppo non è andata così devo continuare a prendere il nexium sempre se solo provo a sospenderlo sostituendolo con gaviscon dopo un giorno inizio con un forte senso di nausea e bruciori ,ho provato con l’omeopatia ma non è contata sono andata da specialisti che però mi hanno detto che per fare qualsiasi tipo di esame tipo ma... continua >>
nometria e phmetria devo per forza sospendere il nexium per un mese almeno. sento tanti che dopo una gastro e una cura con il nexium dopo 15 giorni stanno bene , perchè io non ho ottenuto questo , anzi il contrario, perchè da un fastidioso mal di gola ,dopo 15 giorni di cure invece di stare bene il mio esofago andava in fiamme dopo qualche ora? nella mia ignoranza le chiedo se è rilevante il fatto che a 25 anni mi hanno operato alla cistifellea ? nel mio caso cosa mi consiglia? grazie.
Gentile Sig.ra Monica, l’errore più frequente da parte di chi cura la malattia da reflusso ( vedi area tematica relativa) è quello di soapendere la terapia quando vi è miglioramento. Inevitabilmente la malattia riprende, essendo una malattia cronica, per cui dopo la terapia d’attacco occorre fare quella di mantenimento con la dose minima sufficente a prevenire i sintomi; dopo 12 mesi l’USL richiede una conferma clinica per potere continuare gratuitamente (nota 48). Eradicare l’HP se presente. L’esame pH-metrico e manometrico non sono strettamente necessari perchè la diagnosi è già fatta e vengono effettuati solo in particolari situazioni. Se ha dei problemi, mi faccia sapere al n. 051-307901 per stabilire cosa occorre fare per risolvere il problema. Distinti saluti, Prof. Mauro Bortolotti.
Prof. Mauro Bortolotti

MRGE
28 Mag 08 - roberta, 29 anni (id: 79684)
  Gentile dottore ho effettuato una gastroscopia il cui esito è il seguente Esofago regolare ;linea z in sede sormontata da tenue stria erosiva ricoperta da fibrina. Stomaco distensibile, abbondante reflusso biliare ;mucosa antrale lievemente congesta ed iperemica (biopsie);piloro pervio Duodeno bulbo regolare ;pliche in porzione IIlievemente ipotofiche. CONCLUSIONI: esofagite peptica di I grado ;reflusso biliare ; gastopatia iperemica lieve dell’antro. Cosa significa? Avverto spesso crampi allo stomaco lontano dai pasti e gonfiore ,difficoltà a digerire dopo i pasti. Prendo il gadral lontano dai pasti e il gaviscon dopo mangiato(è possibile che questi farmaci accentuino la stipsi di ... continua >>
cui soffro da alcuni anni?) Cosa consiglia dato che ho solo 29 anni? grazie distinti saluti
Ha una malattia da reflusso esofageo su cui le invio alcun note anche terapeutiche
Malattia_da_reflusso_gastro-esofageo.doc
Prof. Pier Roberto Dal Monte

Sospetta emocromatosi
28 Mag 08 - Benito, 70 anni (id: 79683)
  Gentile Dott. da circa 3 anni ho il valore della ferritina molto alto ed in continuo aumento:da 800 sono arrivato con gli ultimi esami a 1265. Premetto che sono affetto da pancolite ulcerosa che curo con Asacol 800 ma la ferritina continua a salire.Ho eseguito gli esami per una sospetta emocromatosi ma non risulta niente;non ho nessun accumulo di ferro nel fegato.Ho eseguito esami VES e PCR,gastroscopia,colonscopia.Con quest’ultima hanno riscontrato una diverticolosi del colon sinistro con iniziale periviscerite. Ho eseguito esofagogastroduodenoscopia,TC torace MDC,ecografia prostatica tranrettale e test genetici per emocromatosi:tutto nella norma.Come conclusione mi dicono che nelle ind... continua >>
agini cliniche l’aumento della ferritina non è correlato ad un accumulo di ferro e non ci sono referti clinici indicativi di alcuna patologia. Visto il continuo aumento della ferritina mi hanno consigliato i salassi. Vorrei da Lei un parere medico riguardo alla mia situazione e un consiglio se è il caso o meno di ricorrere ai salassi. Per ultima cosa,anche se i medici finora incontrati mi hanno detto che non ha nulla a che vedere con la ferritina alta,soffro di favismo. La ringrazio anticipatamente della Sua cortesia. Benito
Probabilmente la sua iperferritinemia dipende da difetto congenito dell’emoglobina con il favismo. Mi sembra strano che non ce ne sia al fegato,al cuore ed ai reni e forse dovrebbe fare una risonanza magnatica. Più che i salassi farei dele iniezioni di deferroxamina.
Prof. Pier Roberto Dal Monte

Sospetta ossiuriasi
28 Mag 08 - Nadia, 33 anni (id: 79682)
  Salve,circa 1 mese fa avvertivo prurito dovunque, anche all’ano, e facendo l’esame delle feci(prescritto dal mio medico) è risultato positivo agli ascaridi.ho fatto 2 cicli di vermox a distanza di 10gg e dopo altri 10gg ho rifatto l’esame che è risultato di nuovo positivo.devo di sicuro rifare la cura, ma c’è un modo per eliminarli del tutto?Non riesco piu a sopportare il prurito nonostante usi le creme, anche perche mi porta tanto nervosismo.Non so cos’altro fare.Per quanto tempo dovrò fare ancora la cura? Ci sono altri rimedi? In attesa di una cortese risposta ringrazio, cordiali saluti
Non è che si tratta di ossiuriasi, visto che lìascaris lumbricoides non da in genere prurito. Se ossiuris: Probabilmente ha qualche intimo a lei in famiglia che è portatore verifichi quindi anche in chi coabita con Lei. Il farmaco alternativo può essere la piperazina o pyrantel pamoate PIN-X,REESE’S PINWORM MEDICINE Non in commercio in Italia.
Prof. Pier Roberto Dal Monte

reflusso esofageo
28 Mag 08 - Francesca, 41 anni (id: 79676)
  vorrei sapere quali sono gli esami da fae per stabilire con certezza la causa del reflusso e se la stipsi può essere uno dei fattori scatenanti. Inoltre quanto deve durare una cura che risolve il problema reflusso. La gastroscopia che ho fatto due mesi fa diceva che ho il cardias in asse a tratti beante ma sia le biopsie che helicobacter erano negative e non presentava al tempo nessun reflusso . Che cosa dovrei fare ora? il reflusso è di recente comparsa prendo il pantorc mattina e sera insieme con motilium. Dovrei controllare l’intestino? grazie per una sua cortese risposta
Esiste anche il reflusso senza lesioni segua i consigli allegati.
Malattia_da_reflusso_gastro-esofageo.doc
Prof. Pier Roberto Dal Monte

Mesalazina ed RCU
28 Mag 08 - savino, 43 anni (id: 79675)
  è da circa due anni che la mia RCU è in remissione. La terapia che sto eseguendo consiste in un clisma da 2g di mesalazina ogni due giorni. Le chiedo se questa terapia con il tempo puo’ comportare problemi. Grazie
Non crea problemi ormai si è dimostrata atossica, può continuarla anche se può passare a qualche periodo a dì alterni..
Prof. Pier Roberto Dal Monte

Dolori epigastrici
28 Mag 08 - DANIELE, 26 anni (id: 79673)
  E DA UN PO DI TEMPO CHE HO FORTI CRAMPI ALLO STOMACO, IL DOLORE SI IRRADIA ALLO STERNO E ALLA SCHIENA. AVEVO FATTO LE ANALISI DEL SANGUE E AVEVO BILIRUBINA 3.4. ECOGRAFIA PANCREAS E FEGATO NORMALE. CONTINUANDO AVERE DOLORE HO FATTO GASTROSCOPIA : IPOTONO DEL CARDIAS + GASTRITE. HO RIFATTO ESAMI DEL SANGUE : BILIRUBINA 2.14 ( CALATA RISPETTO A 20 GIORNI PRIMA ), ALFA AMILASI 85 (VALORE DI RIFERIMENTO 100) , LIPASI 63 (VALORE DI RIFERIMENTO 60 ). DEVO PREOCCUPARMI. SONO ABBASTANZA AGITATO E CHIEDO A VOI UN PARERE
Se un’ ecografia è normale lei ha solo verosimilmente una sindrome di Gilbert o iperbilirubinemia congenita. La sindrome di Gilbert o iperbilirubinemia congenita indiretta o non coniugata(non è patologica poichè non dipende da alcun danno epatico vero ma solo da un difetto enzimatico congenito o dei meccanismi che portano alla eliminazione della bilirubina con la bile) non influisce su alcun organo dell’organismo. L’unico problema che può provocare è una colorazione giallastra più o meno intensa delle sclere o congiuntive: purtroppo dovrà tenersela poichè può essere abbassata da una terapia sono a base di barbiturici. Anche la luce ultravioletta può facilitare l’eliminazione, mentre può essere aumentata da digiuno prolungato. Non è pertanto una alterazione che impedisca una vita del tutto normale.Con saluti
Prof. Pier Roberto Dal Monte

Stipsi e dispepsia
28 Mag 08 - marco, 24 anni (id: 79670)
  Gent.mo Prof., sono Marco 24 anni paraplegico da due anni, da circa tre mesi ho sempre la pancia gonfia, digestione molto lenta, nn riesco a mangiare ho difficoltà a defecare mi hanno prescritto fibre, enterogermina, ma nn ho avuto alcun miglioramento Le chiedo se è possibile fare qualche indagine oppure cosa prendere x migliorare questa insopportabile situazione. La ringrazio anticipatamente e La saluto cordialmente. Marco
Egr. Sig. Marco, lei oltre alla stipsi ha una dispepsia che va diagnosticata e curata adeguatamente eventualmente con procinetici (vedi area tematica relativa per maggiori informazioni). Distinti saluti, Prof. Mauro Bortolotti.
Prof. Mauro Bortolotti

Stispsi e melanosis coli
28 Mag 08 - GAVINO, 49 anni (id: 79662)
  Nel 2001 mi è stata dignosticata una mielite trasversa. Tutte le funzioni "dalla cintola in giù" sono state compromesse (4 autocateterismi/die, disf. erettile completa, deambulazione gravemente compromessa, grave rallentamento della funzionalità intestinale). Da qualche mese avvertivo anche un dolore a livello di colon ascend., ho effettuato una colonscopia durante la quale sono stati eliminati dei polipi. L’ esito è stato :"polipi dell’ ascendente; pseudomelanosi coli". L’ esito della biopsia : adenoma tubulare con displasia ghiandolare a basso grado (Vienna 3). Da sette anni io riesco ad evacuare solo ricorrendo a farmaci a base di senna, probabilmente sarà bene che cambi genere di la... continua >>
ssativi. Nel contempo mi accorgo di perdere peso (pesavo oltre 80 Kg.) e di sentirmi costantemente fiacco (nei primi tempi della mielite correvo, fino a sei mesi fa andavo in palestra, ora cammino con la stampella e starei sempre a letto). Sono stato seguito da centri di valore ( Neurologia Legnano, San Raffaele, Besta, Unità Spinale di Niguarda)ma per la mielite pare non ci sia nulla di nuovo all’ orizzonte. Mi domando però : è giusto il deperimento cui sto andando incontro negli ultimi mesi ? Non sarà che la problematica intestinale è sempre stata sottovalutata (per esempio rispetto al problema urinario o sessuale)? Grazie per la risposta - cordiali saluti.
Effetti l’uso di sennna cronico può dare melanosi e perdita di sali come il K e Mg faccia i controlli e prensa comunque di tali sali seguendo anche i consiogli che le allego.
La stitichezza.DOC
Prof. Pier Roberto Dal Monte

Disfagia
28 Mag 08 - anna, 35 anni (id: 79659)
  Buon giorno è da più di un mese che ho dolori più che altro fastidio alla gola alla lingua al palato,e un nodo alla gola che mi rende fastidiosa la deglutizione vorrei sapere che cosa puo essere..
lei probabilmente ha una disfagia che va diagnosticata e curata adeguatamente (vedi area tematica relativa per maggiori informazioni). Distinti saluti, Prof. Mauro Bortolotti.
Prof. Mauro Bortolotti


Da 11269 a 11284 di 28322