Sei in: Medico on-line > Gastroenterologia

Aderiamo allo standard HONcode per l'affidabilità dell'informazione medica Aderiamo allo standard HONcode per l'affidabilità dell'informazione medica.
Verifica qui.


Gastroenterologia
Referenti
  • Prof. Pier Roberto Dal Monte

  • Già Direttore Dipartimento medico-chirurgico delle Malattie dell’apparato digerente. Ospedale Bellaria-Maggiore. Bologna.

  • Prof. Mauro Bortolotti

  • Professore a Contratto della Specializzazione in Medicina Interna
    Facoltà di Medicina e Chirurgia dell’Università di Bologna
    Policlinico S. Orsola


ultimo aggiornamento 22/02/2013
 
Aree tematiche


Nella compilazione della tua domanda ti chiediamo gentilmente di attenerti il più possibile alle aree tematiche qui sopra riportate
ultimo aggiornamento 26/01/2007
Invia la tua domanda

Domande / Risposte
Sospetto colon irritabile dismicrobico
21 Mag 08 - ANTONELLA, 44 anni (id: 79275)
  CARO PROFFESORE DA UN PO DI TEMPO SOFFRO DI COLON IRRITABILE ULTIMAMENTE PEGGIORATA FORTI DOLORI FIANCO SINISTRO E TUTTO TRATTO INTESTINALE DOLORE ANCHE ALL ANO QUANDO VADO DI CORPO MOLTO METEORISMO E GONFIORE DOLORE ALL NO ANCHE QUANDO STO SEDUTA COSA POSSO FARE PER MIGLIORARE LA SITUAZIONE GRAZIE DOLORI ANCHE SOTTO LA PANCIA A LIVELLO DELLE OVAIE
Potrebbe essere una forma di colon irritabile con dismicrobismo dettta anche disbiosi iintestinale o anche colon irritabile postinfettivo E’ un’ irritabilità della mucosa del colon a causa di dismicrobismo o disbiosi intestinale, che si crea a seguito del cambiamento parziale della normale flora intestinale con sopravento o prevalenza di flora patogena che da un’infezione gastrointestinale. Infezione che si può sviluppare in maniera acuta o non immediatamente apparente a seguito generalmente di ingestione di cibi guasti o scarsa igiene, uso di potenti antiacidi o anche di alcuni antibiotici, con irritabilità che, permanendo i germi che l’hanno creata, poi si mantiene producendo i suoi effetti continuativamente o ciclicamente. Nell’intestino soprattutto nel colon o intestino crasso si produce gas ed anche muco con meteorismo e flatulenza, dolore addominale e diarrea liberatoria o alternanza di stipsi e diarrea. E’ opportuno in questi casi sospendere i latticini, prendendo dei probiotici (ex fermenti lattici) od uno yogurt ricco di probiotici, ma se non migliora è utile aggiungere un disinfettante/antibiotico per qualche giorno tipo la neomicina/bacitracina o la ciprofloxacina 500 mg 1 cp x 5-6 gg.,etc. SE i disturbi sono molto accentuati sarebbe bene far precedere la terapia da una coprocoltura, ma rararamente si riesce ad identificare il germe che ha creato il problema.
Prof. Pier Roberto Dal Monte


MRGE e laringite recidivante
21 Mag 08 - lorenza, 60 anni (id: 79234)
  gent.dott., vorrei sapere da lei solo una cosa: poiche’ ho il cardias beante, io soffriro’ sempre di malattia da reflusso, mi sembra chiaro, e cio’ miha procurato anche un granuloma alla laringe, forse perche’ ho sospeso la terapia per un riposo!Percio’, la domanda e’ questa: dovro’, sempre senza interruzioni, assumere il Lansoprazolo e il Gaviscon Advance per non incorrere in questi problemi perche’ con la beanza cardiale e ’ naturale che succeda? Se la risposta e’ si, sono nocivi questi farmaci a lungo andare? E se prendessi solo il Gaviscon? La prego di darmi una risposta chiara, perche’ sono molto confusa al riguardo. La ringrazio infinitamente.
Gentile Sig.ra Lorenza, l’errore più frequente da parte di chi cura la malattia da reflusso ( vedi area tematica relativa) è quello di soapendere la terapia con IPP (lansoprazolo ecc.) quando vi è miglioramento. Inevitabilmente la malattia riprende, essendo una malattia cronica, per cui dopo la terapia d’attacco occorre fare quella di mantenimento con la dose minima sufficente a prevenire i sintomi; dopo 12 mesi l’USL richiede una conferma clinica per potere continuare gratuitamente (nota 48). Eradicare l’HP se presente. Fortunatamente tali farmaci sono ben tollerati e basta una visita di controllo all’anno. Distinti saluti, Prof. Mauro Bortolotti.
Prof. Mauro Bortolotti

Ragade?
21 Mag 08 - francesca, 56 anni (id: 79227)
  Gentile Professor Bortolottii, le chiedo scusa in anticipo per questa domanda: ho sempre sofferto di emorroidi interne ed esterne con sanguinamento rosso vivo di tanto in tanto. Questo in particolare quando ero più giovane. Ora è da moltissimo tempo che non sanguino più. Eseguo sempre una pulizia accurata dell’ano (anonet) e mesi fa ho notato al bordo dell’ano, verso l’nterno, come una crosticina o una piccola ferita di millimetri, più ruvida al tatto quasi come una piega, non saprei spiegarmi meglio. Si trova nella parete interna laterale sinista esattamente nel punto dove anni fa c’era sanguinamento (mi accorgevo pulendomi che il sangue veniva da lì). Il mio medico dice che si potre... continua >>
bbe trattare di emorroide trombizzata, ma non accuso dolore, né sanguinamento, solo un pò di fastidio o bruciore dopo evacuazione e abbastanza raramente.Soffro di colon irritabile e sono presenti nel sigma numerosi diverticoli. Soffro di diarrea. Ho il terrore di avere un tumore all’ano?! Può aiutarmi? Grazie mille per il suo lavoro e la sua professionalità. francesca
Gentile Sig.ra Francesca, probabilmente è una ragade, ma per essere più tranquilla faccia una visita proctologica. Distinti saluti, Prof. Mauro Bortolotti.
Prof. Mauro Bortolotti

MRGE e gastroduodenite erosiva.
21 Mag 08 - Ciro, 39 anni (id: 79218)
  buongiorno professore, vorrei sapere, visto l’esito della gastroscopia, se con la cura ( lucen 40 mg al mattino e gaviscon dopo i pasti e la sera prima di andare a dormire - due mesi) si riesce a guarire e fare una vita abbastanza normale, vi premetto che sono un tipo ansioso. Dopo due settimane va un pò meglio, ma dopo i pasti sento ancora un pò di acido in bocca ed o un poco la gola arrossità è normale,La ringrazio anticipatamente. risultato:Esofago regolare per calibro e decorso.Mucosa rosea e liscia Cardias in sede, incontinente. Stomaco: di volume normale, la mucosa dell’antro si presente modicamente iperemica ed ematosa con erasioni multiple, la restante mucosa si presenta rpsea e li... continua >>
scia. Lago di muco scarso e limpido. Peristalsi valida. Piloro pervio. Duodeno: la mucosa della prima porzione si presenta modicamente ipermica ed edematosa con erosione multiple. Conclusione: Incontinenza cardiale. Gastro duodenite erosiva. H.P. neg.
Egr. Sig. Ciro, lei ha una malattia da reflusso g.e. ed una gastrodudenite erosiva che vanno curate adeguatamente e continuamente anche con dieta che le allego (vedi area tematica relativa per maggiori informazioni). Distinti saluti, Prof. Mauro Bortolotti.
Dieta CUP 2000.doc
Prof. Mauro Bortolotti

Colon irritabile e MRGE?
21 Mag 08 - tania, 29 anni (id: 79216)
  gent.mi dottori, da un anno e mezzo soffro di vari problemi all’apparato gastrointestinale: dispepsia, stipsi, crampi addominali, bruciore di stomaco... il gastroenterologo mi ha detto che ho il colon irritabile e mi ha consigliato benefibra e con questo prodotto ho risolto il problema di stitichezza, ma i dolori allo stomaco continuano. Comune denominatore è una fitta, una punta al fianco sinistro, sotto la cassa toracica (circa 5 cm a sinistra della metà dell’addome). questo punto mi fa sempre male, poi si alternano gonfiori (sembro incinta), bruciore, crampi, borborigmi. su consgilio del medico ho preso maalox 400 per 20 gg, ma appena sospese le pastiglie è tornato il male. ora inizierò u... continua >>
na cura si lansprazolo. il dottore mi dice che a 29 anni non serve una gastroscopia e che si tratta sicuramente di gastrite, ma io sono un po’ perplessa, dato che è un anno che non sto bene e mi piacerebbe risolvere la cosa anziché andare per tentativi. Io non fumo, non consumo alcolici, faccio attività sportiva e mangio in modo equilibrato... non mi ritengo nemmeno una persona particolarmente agitata o nervosa. da cosa potrebbe esser causata la gastrite? grazie mille
Gentile Sig.na Tania, lei probabilmente ha un colon irritabile oltre ad una malattia da reflusso g.e. che vanno diagnosticate e curate adeguatamente (vedi aree tematiche relative per maggiori informazioni). Distinti saluti, Prof. Mauro Bortolotti.
Prof. Mauro Bortolotti

Scariche diarroiche di ndd
21 Mag 08 - agostino, 50 anni (id: 79215)
  Gentile professore, sono portatore di pouch e da circa un anno sono stato ricanalizzato.Il mio problema consiste di avere ancora una quindicina di scariche al giorno che mi rende la vita un inferno. Può consigliarmi una dieta da seguire? Inoltre io assumo 2 compresse di DISSENTEN al giorno piu 3 bustine di QUESTRAM.Può consigliarmi magari qualche altro farmaco in alternativa a qusti?
Egr. Sig. Agostino, mi occorre sapere quale è la malattia per cui è stato operato e quale è l’esito dell’ultima rettoscopia con esame istologico. Distinti saluti, Prof. Mauro Bortolotti.
Prof. Mauro Bortolotti

Dieta
21 Mag 08 - Mary, 41 anni (id: 79213)
  Buon giorno. In base alla risposta ricevuta (id:76818) ho ripetuto una gastroscopia con 6 biopsie. Il risultato è stato sorprendente, scomparsa la gastrite, duodenite ed anche l’ernia iatale non è più visibile. Le biopsie per elicobacter, celiachia, malassorbimento etc. sono tutte negative,grazie a Dio. L’unica cosa conclamata è "cardias ipotonico" per cui mi è stato detto che il reflusso e di conseguenza l’esofagite dovrò continuare a curarli con Omeoprazolo. Potrebbe, cortesemente, darmi altri consiglio relativi all’alimentazione? Grazie per la cortesia.
Gentile Sigra Mary, le allego anche una dieta. Distinti saluti, Prof. Mauro Bortolotti.
Dieta CUP 2000.doc
Prof. Mauro Bortolotti

MRGE recidiva
21 Mag 08 - Anna, 30 anni (id: 79210)
  Buongiorno, qualche anno fa ho fatto una gastroscopia dalla quale sono emerse esofagite da reflusso e duodenite. Ho periodicamente assunto il Peptazol e le cose sono andate più o meno bene, ma nell’utimo anno ho un continuo bruciore all’esofago (credo), che si accentua a stomaco vuoto e che sembra attenuato quando mangio per poi tornare forte come prima. Sto assumendo il riopan 4 volte al giorno 1 ora dopo i pasti, ma credo che non sia sufficiente. Posso aggiungere quanche altro prodotto? Cerco di mangiare poco e spesso, ma a volte dopo mangiato sto male e soffro di alitosi. Grazie
Gentile Sig.ra Anna, l’errore più frequente da parte di chi cura la malattia da reflusso ( vedi area tematica relativa) è quello di soapendere la terapia quando vi è miglioramento. Inevitabilmente la malattia riprende, essendo una malattia cronica, per cui dopo la terapia d’attacco occorre fare quella di mantenimento con la dose minima sufficente a prevenire i sintomi; dopo 12 mesi l’USL richiede una conferma clinica per potere continuare gratuitamente (nota 48). Eradicare l’HP se presente. Distinti saluti, Prof. Mauro Bortolotti.
Prof. Mauro Bortolotti

Dispepsia
20 Mag 08 - elena, 41 anni (id: 79203)
  Lieve gastrite 14 Mag 08 - elena, 41 anni (id: 78686) Mio figlio (20 anni il 17 aprile ) da circa 1 anno soffriva di crisi di vomito che si ripresentavano periodicamente (circa 1 v ogni 2 mesi o 1 e 1/2) gli esami del sangue non presentavano valori alterati dall’ecografia risultava fegato, colecisti, coledoco e vie biliari regolari. la gastroscopia ha evidenziato un esofago con aspetto regolare, lieve incontinenza cardiale.Eritema della mucosa antrale Piloro con aspetto regolare Bulbo e II porzione duodenale con aspetto regolare. CONCLUSIONI: gastrite antrale eritematosa L’esame istologico ha evidenziato :frammenti di mucosa antrale e transizionale con lieve flogosi cronica. Negati... continua >>
va la ricerca di H.p.. Che ne pensa? Grazie penso che sia una situazione molto blanda che può migliorare solo con la dieta seguendo le regole che le accludo. ma può una situazione blanda provocare peridiche crisi di vomito che si prolungano anche 8 ore con vomito 1 volta all’ora o più? Le crisi si presentano sempre dopo aver cenato in pizzeria, spesso anche dopo aver sentito freddo (es cenato in un ambiente freddo) di solito dopo aver mangiato pizza ( quella preparata a casa non ha questo effetto) o, comunque , dopo un pasto abbondante: torna a casa accusando forti dolori allo stomaco, comincia a vomitare e sotanto dopo alcune ore la crisi passa. Grazie
Gentile Sig.ra Elena, lei dispepsia che va diagnosticata e curata adeguatamente (vedi area tematica relativa per maggiori informazioni). Distinti saluti, Prof. Mauro Bortolotti.
Prof. Mauro Bortolotti

Dispepsia, MRGE e colon irritabile?
20 Mag 08 - antonio, 30 anni (id: 79199)
  Egr. dott, ormai da molti anni (colpevole anche una vita fuori casa, quindi senza regime alimentare idoneo) ho sempre una sensazione di gonfiore allo stomaco, accompagnato anche da una defecazione non compatta frequentissima anche 4-5 volte al di, inoltre da 6 mesi circa avverto con frequenza un senso di bruciore dalla pancia al colon che mi preme anche sulla vescica e mi porta a fare pipì spesso. Nel 2005 fatto gastroscopia con diagnosi esofagite da reflusso(che in realtà non mi da fastidio da parecchio) con biopsia:duodenite cronica aspecifica. Ora cio che mi preme di più è il senso di fastidio dalla pancia e sul colon che sta diventando molto fastidioso. Ringrazio anticipatamente dist... continua >>
inti saluti Antonio Esposito
Egr. Sig. Antonio, lei oltre alla malattia da reflusso g.e. ha una dispepsia e forse un colon irritabile che vanno diagnosticati e curati adeguatamente (vedi aree tematiche relative per maggiori informazioni). Distinti saluti, Prof. Mauro Bortolotti.
Prof. Mauro Bortolotti

Iniziale Barrett
20 Mag 08 - sabrina, 31 anni (id: 79194)
  Buonasera. Avrei bisogno di capire meglio questo esame istologico(EGDS) di mio suocero,appena ritirato: Frammenti di mucosa giunzionale squamo colonnare con componente colonnare di tipo cardiale e metaplastico-pancreatico, sede di lieve flogosi cronica focalmente attiva. Frammenti di mucosa gastrica di tipo antrale e fundico con lieve flogosi cronica inattiva superficiale. H.P.:negativo Consideri che mio suocero soffre di esofagite da reflusso, ernia jatale ed ha il cea un po’ alto (a dire del medico riferibile all’esofagite)e la bile particolarmente densa senza altri problemi annessi. La ringrazio
E’ una forma iniziale di barrett come vedrà nell’allegato. La CEA non c’entra con l’esofagite ma eventualmente un altro organo come il colon.
Prof. Pier Roberto Dal Monte

Ascesso peritoneale
20 Mag 08 - Basilio, 30 anni (id: 79181)
  Gentile dottore sono un ragazzo di 30 anni tre mesi fa mia mamma è stata operata di ulcera perforata dopo dodici giorni che è uscita dall’ospedale gli è venuta la febbre 37-38 è passato più di un mese si è sentita male e l’abbiamo portata all’ospedale hanno fatto la tac e gli hanno riscontrato un’ematoma all’addominale non ha dolori allo stomaco ma quando gli sale un pò di febbre sta male è ancora all’ospedale i medici dicono che deve guarire con l’antibiotico e i tempi sono lunghi vorrei il suo parere aspetto notizie grazie ecari saluti
A questo punto un ematoma infetto e un ascesso, se no guarisce con gli antibiotici deve essere svuotato chirurgicamente.
Prof. Pier Roberto Dal Monte

Lingua bianca
20 Mag 08 - Roberta, 29 anni (id: 79178)
  Salve, è da febbraio circa che nel fondo della lingua ho una patina bianca che non si toglie in nessun modo. A volte, soprattutto con dentifricio e colluttorio, mi brucia.. Ho parlato con il dentista, ma dice che è normale invece io mi trovo a disagio anche perchè, anche se tutti mi dicono di no, io mi sento un sapore non buonissimo in bocca... Preciso che sono sempre a dieta: mangio soprattutto carne, pesce ( un po’meno) e verdura..Evito i carboidrati, i fritti e le cose grasse... Cosa posso fare? Il mio medico ha blaterato qualcosa ha bassa voce e poi ha detto che è difficile che passi. So che senza vedermi è difficile ma può aiutarmi? Grazie
Gentile Sig.na Roberta, faccia la ricerca dell’ Helicobacter P. e se c’è lo eradichi. Distinti saluti, Prof. Mauro Bortolotti.
Prof. Mauro Bortolotti

Linfociti
20 Mag 08 - Giuseppe, 65 anni (id: 79171)
  Leggevo di un esperto ospedaliero che raccomandava agli anziani una certa igiene nell’alimentazione perché con l’età il nostro sistema immunitario man mano che ci ammaliamo memorizza quali anticorpi produrre per quel tipo di infezione ma essendo progettato per ricambiare un numero limitato di linfociti (così sembra si chiamino queste cellule) dopo tante aggressioni per ampliare la memoria è costretto a riprodurre più cellule (dette appunto linfociti memoria) a scapito di linfociti attivi (killer) nella risposta immunitaria. Chiedo se è vera la spiegazione addotta. Vi prego di consigliarmi, potete anche privatamente. Davvero grazie per il cortese riscontro, che Dio vi benedica. Gi... continua >>
useppe
Egr. Sig. Giuseppe, non ho capito quale è il suo problema. Distinti saluti, Prof. Mauro Bortolotti.
Prof. Mauro Bortolotti

MRGE recidiva
20 Mag 08 - francesca, 26 anni (id: 79145)
  Buongiorno,dott.Bortolotti le scrivo per chiederle dei chiarimenti riguardo un problema che dura oramai da circa 2 anni e che ho sempre sottovalutato!tutte le mattine, avverto, al risveglio, una spiacevole sensazione di bocca amara e "asciutta".2anni fa, mi è stato diagnosticato il reflusso gastroesofageo,in seguito ad esame di videofluorografia!ho iniziato subito la cura a base di losec 20 e gaviscon...ed ho avuto dei miglioramenti immediatati.Ricorro spesso al gaviscon anche adesso...e ogni tanto anche al losec!la sensazione di amaro in bocca a cosa potrebbe essere associata? Potrebbe trattarsi di un reflusso biliare?Si tratterebbe di un grave problema? Fiduciosa in una sua immediata ris... continua >>
posta, la ringrazio anticipatamente! Buon lavoro!
Gentile Sig.na Francesca, l’errore più frequente da parte di chi cura la malattia da reflusso ( vedi area tematica relativa) è quello di soapendere la terapia quando vi è miglioramento. Inevitabilmente la malattia riprende, essendo una malattia cronica, per cui dopo la terapia d’attacco occorre fare quella di mantenimento con la dose minima sufficente a prevenire i sintomi; dopo 12 mesi l’USL richiede una conferma clinica per potere continuare gratuitamente (nota 48). Eradicare l’HP se presente. Potrebbe esservi anche un reflusso biliare, faccia perciò una ecografia per vedere se vi sono calcoli biliari. Distinti saluti, Prof. Mauro Bortolotti.
Prof. Mauro Bortolotti


Da 11269 a 11284 di 28243