Sei in: Medico on-line > Gastroenterologia

Aderiamo allo standard HONcode per l'affidabilità dell'informazione medica Aderiamo allo standard HONcode per l'affidabilità dell'informazione medica.
Verifica qui.


Gastroenterologia
Referenti
  • Prof. Pier Roberto Dal Monte

  • Già Direttore Dipartimento medico-chirurgico delle Malattie dell’apparato digerente. Ospedale Bellaria-Maggiore. Bologna.

  • Prof. Mauro Bortolotti

  • Professore a Contratto della Specializzazione in Medicina Interna
    Facoltà di Medicina e Chirurgia dell’Università di Bologna
    Policlinico S. Orsola


ultimo aggiornamento 22/02/2013
 
Aree tematiche


Nella compilazione della tua domanda ti chiediamo gentilmente di attenerti il più possibile alle aree tematiche qui sopra riportate
ultimo aggiornamento 26/01/2007
Invia la tua domanda

Domande / Risposte
EGDS normale
26 Mag 08 - maila, 29 anni (id: 79488)
  Gentile dottore, ho effettuato un esofagogestrodenoscopia col seguente esito (in attesa di di referto circa le biopsie):esame condotto fino al duodeno inferiore. Esofago e cardias regolari. Stomaco con abbondante presenza di secreti chiari. Duodeno con presenza di pliche ipotrofiche. Vorrei poterLe chiedere chiarimenti in merito ai secreti chiari presenti nello stomaco e le pliche ipotrofiche. La ringrazio anticipatamente attendendo un cortese cenno
Non vi sono alterazioni significative, i succhi sono quelli gastrici e le pliche ipertrofica, se non vi è nulla all’istologia si riscontrano spesso.
Prof. Pier Roberto Dal Monte


Uso di IPP
26 Mag 08 - mario, 58 anni (id: 79482)
  Egregio Professore, una domanda, parlando con una dottoressa di mia consocenza sull’uso degli IPP (Pantopan)mi è stato detto che non vano presi per lunghi periodi altrimenti possono causare seri problemi sia allo stomaco che all’intestino. E’ vero? E poi professore per lunghi periodi che cosa si intende? Tre o quattro mesi di uso del farmaco sopra citato rientra nei lunghi periodi? La ringrazio
L’uso degli IPP di cui fa parte il pantoprazolo non è dannoso essendo tali farmaci del tutto atossici.
Prof. Pier Roberto Dal Monte

Sospetta lieve paralisi del facciale
26 Mag 08 - Loredana, 43 anni (id: 79478)
  Da qualche giorno avverto dei piccoli tremori continui sul lato sinistro del viso, vicino al lato interno dell’occhio e sotto il labbro inferiore, la bocca sul lato sinistro è leggermente storta,, lieve fastidio tra l’orecchio e la mandibola. Cosa potrebbe essere? Grazie Loredana
Potrebbe trattarsi di una paralisi del trigemino o da frigore parziale del n.facciale , bisogna che ne parli al suo medico od una otoitra o neurologo.
Prof. Pier Roberto Dal Monte

Diverticolosi
26 Mag 08 - ROSY, 64 anni (id: 79474)
  Gent. Prof. vorrei fare una domanda.Ma facendo la cura per i diverticoli con il rifacol, la diarrea dovrebbe smettere ??Faccio presente che assieme a rifacol prendo enterolactis.nonostante cio’ a volte ho degli episodi di diarrea durante la cura.E’ forse il fermento lattico che da tale disturbo? Grazie e cordiali saluti. Rosy
Il farmaco che mi cita non mi sembra eccezionale come antibiotico, segua i consigli che le invio.
Divericolosi_e_Diverticolite.doc
Prof. Pier Roberto Dal Monte

Disturbi gastrici
26 Mag 08 - marco, 32 anni (id: 79473)
  buon giorno, da due gg ho delle fittine allo stomaco come se avessi degli aghetti...è un disturbo che viene e sparisce saubito... mi da una puntina e se ne va... cosa puo essere?
Durante il corso della vita si possono avere vari problemi addominali dalla cattiva digestione al dolore più o meno diffuso, sino alla diarrea. In genere questi problemi, specie se si è giovani,sono passeggeri e non cronicizzano:non tutto funziona sempre perfettamente o come idealmente si vorrebbe. Prima di pensare a situazioni catastrofiche o l’inizio di una malattia cronica, è opportuno valutare se si è abbondato sull’alimentazione o su una bevuta di troppo o si è mangiato qualche alimento potenzialmente non tollerato o non ben conservato (gastroenterite batterica)o anche si è incorsi in un’infezione virale. Si aspetti e si veda... ritornando anche alle normali (sane)abitudini.Ciò permette di guarire ed i disturbi passare da soli: se questi tuttavia continuano più di qualche settimana,malgrado i vostri buoni propositi, chiedete un parere medico, anche sul nostro sito.
Prof. Pier Roberto Dal Monte

Dolori emiaddome dx
25 Mag 08 - nadia, 40 anni (id: 79464)
  9 mesi fa ho subito un aborto terapeutico per infarto del feto risalente a ca tre settimane prima.Scampata setticemia ma da allora la parte addominale destra del mio corpo soffre di continui disturbi e dolori.Esami del sangue ,TAC,ecografie ripetute anche nel momento di dolore acuto varie cure con VALPINAX,ANTIDEPRESSIVI,ANTINFIAMMATORI hanno dato esito negativo I dolori persistono e variano dal un bruciore pulsante e diffuso in zona pelvico-appendice. Sale verso tutto l’ipocondrio destro quasi a pungere come una spina. Solo in alcuni casi la posizione supina sul fianco sinistro mi da un po’ di sollievo.Mi sento spesso stanca e depressa per non riuscire a capire da cosa e’ generato .La mia p... continua >>
ancia e’ sempre gonfia e sembro sempre incinta.La gastroscopia ha rilevato ernia jatale con scivolamento da 3cm . ò@Cure con GAVISCON,ESOPRAL,PERIDON ,MALOX.Il bruciore al colon ,duodeno o altro si irradia al rene destro e a volte a tutta la gamba con insistenza all’inguine.Flessioni ,tensioni acutizzano la sintomatologia. Mi consiglierebbe altri esami o avrebbe gia’ un’idea della patologia? Grazie per l’attenzione ,non so proprio piu’ cosa fare
Più sotto le riferisco sulle cause possibili del suo dolore, che ritengo sia di origine firbomialgica, radicolitica come vedrà anche in fondo.Dolore ipocondrio/emiaddome dx: sede del fegato/vie biliari/organi confinanti(colon di dx e flessura epatica, appendice. Premesso che il fegato non fa male eccetto in particolari circostanze (neoplasie, brusco ingrandimento ed infiammazione), potrebbe essere (se sottocostale)come prima ipotesi un dolore a partenza delle vie biliari per calcoli alla colecisti o riformatisi nelle vie biliari residue dopo colecistectomia - per cui inizialmente è bene fare un’ecografia addome superiore -, come potrebbe dipendere dal colon (irritabile,colite infiammatoria, etc) specie se si hanno disturbi intestinali, poiché a dx vi è anche il colon ascendente e la flessura(o ripiegatura/angolazione )dx del colon (talvolta per irritazione dolente da destra verso il centro > colon trasverso). Più in basso naturalmente vi è anche l’appendice. Tralasciando infine un organo interno, PIU’ SPESSO può essere un’irritazione dei nervi o radicolite a partenza della colonna dorso-lombare che si distribuiscono, dal di dietro in avanti in quella sede: qualora si abbia qualche processo infimmatorio/artrosico o una scoliosi o anche una infiammazione/contrazione dei muscoli e tendini o fibromiosite, poichè anche queste affezioni possono provocare dolore anteriore sull’emiaddome dx, superficialmente (detto anche dolore radicolitico o da irritazione radici nervose). Se l’eco è normale, è bene valutare meglio la colonna dorso-lombare chiedendo una parere specifico al suo medico od a un ortopedico o facendo anche una RXgrafia della colonna stessa.
Prof. Pier Roberto Dal Monte

Dispespia funzionale
25 Mag 08 - giliola, 42 anni (id: 79463)
  Salve sono una mamma di due bambini in tre mesi ho perso i genitori tutti e due ma da un po non riesco a capire i miei disturbi da cosa dipendono sono dimagrita 3 chili non riesco piu a mangiare per la nausea e lo stomaco chiuso ho disfagia non sempre ho una agitazione a livello di stomaco e scialorrea ho fatto una colonacopia di recente con esito negativo perche mi si gonfiava la pancia in un modo esagerato quasi fossi di6 mesi allora io mi chiedo sono diventata ipocondriaca ansia con depressione o malattia fisica a livello di stomaco premetto che nel 2002 ho effettuato una gastroscopia con esito di cardias incontinente esofagite e reflusso biliare non ce la faccio piu penso di impazzire t... continua >>
ante volte penso di svenire o peggio di farla finita grazie
E’ possibile che tra le gravidanze e la scomparsa dei suoi genitori, si sia un pò depresa e questo influisce negativamente sul processo digestivo, provocando una dispspsia funzionale, come vede sotto: Che cosa sono la dispepsia o cattiva digestione? I sintomi principali di queste malattie sono dolore o sensazione di malessere alla bocca dello stomaco o nella parte più bassa del torace e talora posteriormente, prima e dopo l’ingestione di cibi o bevande o soltanto a digiuno. Ci possono essere anche bruciore, eruttazione e rigurgiti o talora una vaga sensazione di “indigestione”, ma anche vomito alimentare preceduto da nausea che può attenuare la sintomatologia dolorosa: il complesso di questi disturbi viene anche chiamata dispepsia Secondo i criteri internazionali si divide in: 1. Dispepsia Funzionale se essendo iniziata da almeno 6 mesi e perdura ancora da qualche mese, si caratterizza da: • Fastidiosa sensazione di pienezza postprandiale • Da sensazione di rapido senso di sazietà • Da dolore epigastrico (zona stomaco) • Sensazione di bruciore epigastrico Naturalmente senza il riscontro anche endoscopico di malattie organiche o strutturali che ne spieghino i sintomi. 2. Dispepsia organica quando è prevalente il dolore ed il bruciore, talvolta nausea e vomito, e gli esami strumentali mettono in evidenza una lesione infiammatoria od ulcerosa allo stomaco o duodeno con o senza presenza di Helicobacter Pylori. La terapia dipende dalla causa. Normalmente può essere utile fare una dieta che seguendo la regola del poco e spesso , mangiando con calma, eviti i cibi che si ritengono personalmente indigesti. I farmaci devono essere consigliati a seconda del tipo di dispepsia: se funzionale possono essere utili solo farmaci che facilitano lo svuotamento dello stomaco, se si tratta di lesioni organiche si possono usare gli antiacidi ed infine se vi è l’Helicobacter Pilori questo deve essere eradicato. Consiglierei di prendere un gastrocinetico antidepressivo come la levosulpiride.
Prof. Pier Roberto Dal Monte

Dolore dossa iliaca dx
25 Mag 08 - Florentina, 40 anni (id: 79457)
  Bongiorno Prof.Pier Roberto Profesore la mia domanda e questa : dopo svariati essami compresa la coloscopia ancora sento un dolore fortisimo alla pancia in baso parte dx mi stavo chiedendo se e necesario fare un esame con la piolloa robot perche il dolore e talmente forte che non riesco ad caminare mi viene la febre tutto cio per 30 minuti puoi ritorno al normale per modo di dire perche non e che mi sento un gran che li sarei molto grata se lei mi darebe un consiglio un indizio .
penso che la videocamera non serva, va meglio valutata l’appendice ed eventualmente anche il rene con un’ecografia.
Prof. Pier Roberto Dal Monte

H.P.
25 Mag 08 - Franco, 34 anni (id: 79451)
  Buongiorno, ho da quasi tre mesi una febbricola pomeridiana pari a 37.2 max, per poi scomparire la sera verso le ore 20.40. Ho fatto numerosissimi esami del sangue e le uniche cose uscite male sono le Igg per l’EBV (750), mentre le IGM bassissime (10) ed inoltre mi hanno riscontrato l’H.P.. ho già eseguito una prima cura eradicante per questo batterio, ma la febbricola permane (con un senso di calore alla bocca dello stomaco). La mia domanda è se l’H.P. può portare la febricola esclusivamente pomeridiana? Saluti, Franco
L’H.P. non da febbricole. E le febbricole sono un problema quasi sempre di difficile soluzione; urinario,polmonare,intestinale, etc.
Infezione_da_Helicobacter_Pilori_(3).doc
Prof. Pier Roberto Dal Monte

Sospetto dismicrobismo
25 Mag 08 - Stefano, 30 anni (id: 79450)
  Spett. Dottore,ho un problema che dura da qualche tempo e che mi preoccupa molto.Innanzitutto sono un ragazzo di 30 anni,soffrodi ansia e attacci di panico.Ho finito la cura a base di sereupin cira un anno fa.Qualche mese fa o ricominciato ad avere problemi di ansia,e da quel periodo ho iniziato ad avere feci chiare,color caffelatte,molli.L’ansia e’ andata via ma le feci chiare sono rimaste.Circa 3 settimane fa ho iniziato ad avere dei fastidi all’intestino,nella zona centrale e laterale sinistra,e qualche problema non serio di digetione.Mi ho preso levopraid e del codex,il dott. mi ha detto che un’infiammzione del colon e enterite.i problemi di digestione sono praticamente passati rimangon... continua >>
o i fastidi all’intestino,solo fastidi non dolori.Sento molto spesso dei gorgoglii all’intestino.Mi e’ capitato di avevre fitte fortissime risolte con scariche di diarrea,un paio di volte dopo cene un po abbondanti un paio di volte la mattina;queste ultime nell’arco degli ultimi 3 mesi.Ho avuto un paio di settimane stressanti e ho dovuto riprendere la cura per l’ansia(sereopin e lexotan).Ho cercato di illustrare un po il mio quadro clinico,dimenticavo qualche hanno fa mi avevano riscontrato un’ulcera che pero’negli ultimi anni non mi ha dato problemi.Volevo chiedere,perche’ e’ la cosa che piu’ mi preoccupa,le feci di color cafelatte possono dipendere dal colon infiammato?O devo preoccuparmi perche’ e’ qualcosa di piu grave?Settimana prossimama faro’ un ecogrfia addominale.Grazie
Potrebbe trattarsi di dismicrobismo o disbiosi iintestinale , detto anche colon irritabile postinfettivo E’ un’ irritabilità della mucosa del colon a causa di dismicrobismo o disbiosi intestinale, che si crea a seguito del cambiamento parziale della normale flora intestinale con sopravento o prevalenza di flora patogena che da un’infezione gastrointestinale. Infezione che si può sviluppare in maniera acuta o non immediatamente apparente a seguito generalmente di ingestione di cibi guasti o scarsa igiene, uso di potenti antiacidi o anche di alcuni antibiotici, con irritabilità che, permanendo i germi che l’hanno creata, poi si mantiene producendo i suoi effetti continuativamente o ciclicamente. Nell’intestino soprattutto nel colon o intestino crasso si produce gas ed anche muco con meteorismo e flatulenza, dolore addominale e diarrea liberatoria o alternanza di stipsi e diarrea. E’ opportuno in questi casi sospendere i latticini, prendendo dei probiotici (ex fermenti lattici) od uno yogurt ricco di probiotici, ma se non migliora è utile aggiungere un disinfettante/antibiotico per qualche giorno tipo la neomicina/bacitracina o la ciprofloxacina 500 mg 1 cp x 5-6 gg.,etc. SE i disturbi sono molto accentuati sarebbe bene far precedere la terapia da una coprocoltura, ma rararamente si riesce ad identificare il germe che ha creato il problema.
Prof. Pier Roberto Dal Monte

Sindrome influenzale e proctorragia
25 Mag 08 - maria, 33 anni (id: 79448)
  Ho la febbre da circa 40gg. (37 - 37,5 gradi) con vomito , mal di testa e poca concentrazione, mi sono fatta fare tutti gli esami del sangue ma sono apposto. Nel 2003 mi hanno operato alla ragade e da circa 90gg. quando vado d’intestino faccio del sangue dall’ano.Cosa mi consiglia di fare, sto male e non so come andare avanti.
Ora ha una s influenzale o psudotale, comunque virale, evidentemente la ragade non si è chiusa bene. Deve farsi rivedere da un proctologo.
Prof. Pier Roberto Dal Monte

Dispepsia
25 Mag 08 - Giuseppe, 21 anni (id: 79447)
  Gentili medici da circa una settimana soffro di dolori intestinali inizialmente con gonfiore e dolore alla "bocca dell’anima"(pesantezza) e avevo un senso di lievezza se emettevo aria..ora invece ho dolori nella parte dx. Io sono da tempo sofferente di gastrite o meglio sono un tipo ansioso e nervoso pertanto come al solito sono stato dal medico:per lui è una duodenite e mi ha riscontrato il fegato un pò ingrossato(problema risolto con una dieta). Da circa 5 gg prendo riopan gel...lo dovrei prendere 15 gg ma nn avuto ancora un nessun riscontro. Da circa un anno nn faccio una ecografia. Cosa devo fare?
Segui i consigli che ti invio soprattutto quelli di natura alimentare.
Trattamento_della_dispepsia.doc
Prof. Pier Roberto Dal Monte

Diarrea
25 Mag 08 - fabrizio, 31 anni (id: 79446)
  gentile professore è da anni che soffro di disturbo legato a dissenteria,ma in questo ultimo anno è preggiorato il tutto,queste le analisi fatte: gastroscopia:duodeno conbulbo di aspetto regolare.DII di spetto regolare ma pallida e con componente villosa ipoespressa e biopsisa che afferma:ville e cripte nella norma ma con linfociti intrapiteliali(IEL) pari a 30 per 100 cellule,QUADRO ISTOLOGICO COERENTE CON DIAGNOSI DI LESIONE DI TIPO 0 SECONDO LA CLASIFICAZIONE DI MARSH-OBERHUBER(3 su 3 frammenti). non è che può essere la celiachia di tipo pre-infiltrativo? però esami del sangue per la celiachia fatti ma tutti negativi. mentre per l’esofago:ben canalizzato.ERNIA IATALE con cardias a cm 43... continua >>
e giunzione squamocolonnare a cm 39,presenza di due lungue tissutali compatibili con esofago da Barret, e la biopsia afferma esofagite da reflusso grado inattiva in frustolo e parziale rivestimento esofageo e cardiale privo di metaplasia intestinale.mentre per lo stomaco tutto normale. ho poi diverse allergie alimentari ed evito questi cibi riscontrati. comunque oggi nelle feci trovo molto muco e alle volte è quasi totale, un dolore sempre persistente nel lato destro sotto le costole. la cura datami è la seguente:spasmomen 2 volte al giorno, axagon da 40 (usato per 3 mesi e ora sono passato al 20), fermenti lattici bioflorin, dissenten al bisogno e ora Pentacol da 800 mattina e sera.SECONDO LEI PERCHE’ ANCORA HO DIARREA E IL DOLORE, CHE ULTERIORI INDAGINI MI CONSIGLIA. GRAZIE MILLE
Premesso che le cause di diarrea sono parecchie, non mi sembra molto utile studiare prima lo stomaco, ma sarebbe stato meglio il colon e l’intestino, facendo anche gli indici infiammatori.
La diarrea.doc
Prof. Pier Roberto Dal Monte

Rxgrafia stomaco
25 Mag 08 - angela, 50 anni (id: 79445)
  è possibile che mi abbiano diagnosticato le anse dell’intestino appoggiate sullo stomaco?
Tale reperto non significa nulla, se non accompagnato da altri problemi patologioci.
Prof. Pier Roberto Dal Monte

Epatite C
25 Mag 08 - Domenico, 43 anni (id: 79435)
  Ho contratto l’epatite C. La biopsia del fegato e l’ecografia non hanno rilevato danni all’argano.Le ultime analisi hanno rilevato un RNA quatitativo basso e un GPT a 17, questo nel mese di febbraio. Ma da allora ho un po’ ecceduto con i superalcolici. Che rischio c’è che i valori tornino sopra la normalità ?.
Il rischio c’è sempre con il virus C ma nel suo caso mi sembra piuttoso remoto o difficile.
Prof. Pier Roberto Dal Monte


Da 11269 a 11284 di 28270