Sei in: Medico on-line > Gastroenterologia

Aderiamo allo standard HONcode per l'affidabilità dell'informazione medica Aderiamo allo standard HONcode per l'affidabilità dell'informazione medica.
Verifica qui.


Gastroenterologia
Referenti
  • Prof. Pier Roberto Dal Monte

  • Già Direttore Dipartimento medico-chirurgico delle Malattie dell’apparato digerente. Ospedale Bellaria-Maggiore. Bologna.

  • Prof. Mauro Bortolotti

  • Professore a Contratto della Specializzazione in Medicina Interna
    Facoltà di Medicina e Chirurgia dell’Università di Bologna
    Policlinico S. Orsola


ultimo aggiornamento 27/11/2014
 
Aree tematiche


Nella compilazione della tua domanda ti chiediamo gentilmente di attenerti il più possibile alle aree tematiche qui sopra riportate
ultimo aggiornamento 26/01/2007
Invia la tua domanda

Domande / Risposte
Dolori addominali
12 Set 08 - stefania, 25 anni (id: 84718)
  gentilissomo Dottore; da un periodo soffro di un dolore addominale superiore sx,sento delle "fitte",allinizio questo dolore lo sentivo nei movimenti ,ora lo sento spesso,anche se sono seduta o sdraiata. poi,sempre nella parte sinistra,ma della schiena ho una sensazione strana,come se avessi dentro qualcosa che vibra.. cosa puo essere? che esami mi consiglia di fare? mia madre ha avuto la pancreatite. la ringrazio cordiali saluti. Stefania
Gentile Sig.na Stefania, i suoi disturbi sono molto generici e presenti in molte malattie. E’ necessaria pertanto una visita dal suo Medico curante, in base alla quale le potrà prescrivere opportuni accertamenti e cure. Se vuole può contattarmi successivamente. Distinti saluti, Prof. Mauro Bortolotti.
Prof. Mauro Bortolotti


Sospetto dismicrobismo intestinale
11 Set 08 - lino, 81 anni (id: 84709)
  Gentile dottore, circa 8 mesi fa, ho avuto una forte influenza e il medico di famiglia, mi ha fatto prendere clavulin per l’infiammazione della gola visto che la febbre non scendeva . Da allora non sono stato piu’ bene.Ho avuto problema di stitichezza, emorroidi a distanza cistite, infiammazioni della mucosa orale, perdita di peso circa 5 chili e ora dolori ai lombi.Ho eseguito gli esami di routine del sangue e delle urine e sono regolari a parte un leggero abbasssamento dei valori del ferro. Sono seriamente preoccupato .Potrebbe trattarsi di disbiosi intestinale?
E’ possibile, ma più che ad un dismicrobismo penserei ad una micosi, vista la stipsi e l’interessamento buccale, si legga sotto ma faccia prima un ciclo di antimicotico tipo difluconazolo ed una ricerca nelle feci della tossina butulinica. Antiacidi ed antibiotici connessi a diarrea da Clostridium difficile e ad altri disturbi addominali per dismicrobismo intestinale Gli inibitori della pompa protonica (IPP) e gli agonisti dei recettori H2, come la ranitidina, sono associati ad un aumento del rischio di infezione da germi introdotti con i cibi o di crescita abnorme dei normali germi intestinali, particolarmente seria è però l’infezione da Clostridium difficile (C.D.). Recenti studi suggeriscono infatti un aumento dell’incidenza e della gravità della infezione intestinali poichè l’acidità gastrica, avendo un effetto antibatterico, costituisce uno dei principali meccanismi di difesa contro i germi patogeni normalmente ingeriti: la perdita della normale acidità dello stomaco è stata associata quindi alla colonizzazone o a contaminazione batterica del tratto gastrointestinale superiore che è generalmente sterile. Lo stesso si può avere con l’uso di antibiotici e cortisonici. La crescita abnorme di germi (detto anche colonizzazione batterica e/o dismicrobismo) ed in particolare del C.D.(che si rileva con il dosaggio dellla tossina botulinica nelle feci) sono caratterizzati da meteorismo, dolori addominali e spesso da irregolarità dell’alvo e talvolta da diarrea.naturalmente bisogna sospendere la terapia che si sta facendo. Il clostridium si elimina con la vancomicina od il metronidazolo. Comunque se non ha mai fatto una colonscopia, prima o poi la faccia.
Prof. Pier Roberto Dal Monte

Prurito diffuso
11 Set 08 - roberta, 65 anni (id: 84707)
  Ho 65 anni non ho nessun problema mi sento benissimo ma e da un mesetto che ho un fastidioso prurito in tutto il corpo, non ci sono brufoletti ma un po di arrossamento. Siccome girando per internet ho letto che potrebbe trattarsi anche un sintomo di una malattia grave vorrei sapere che tipo di malattie intendono e se ci sono altri sintomi insieme a questo. Grazie in anticipo ma sono molto ansiosa.
Dovrebbe fare innazitutto la funzionalità epatica completa, un esame emocromocitometrico, le IgE, pichè le causa principali di prurito sono, l’itterizia, le sindromi allergiche, i linfomi tipo Hodgkin oltre a quelle psicologiche
Prof. Pier Roberto Dal Monte

Feci verdi e stipsi
11 Set 08 - giulia, 34 anni (id: 84689)
  da un po di tempo faccio la cacca verde e spesso sono stitica.e grave?
Gentile Sig.ra Giulia, i dati forniti sono insufficenti per una diagnosi ed una adeguata terapia, per le quali è anche necessaria una visita medica. Questa può essere fatta dal suo Medico Curante, che le può richiedere gli accertamenti appropriati. Se vuole può contattarmi successivamente. Distinti saluti, Prof. Mauro Bortolotti
Prof. Mauro Bortolotti

Probabile dispepsia
11 Set 08 - rita, 45 anni (id: 84681)
  egregio professore, sono circa due mesi che spesso durante la giornata sento la bocca molto amara. non mi era mai capitato prima. sono una forte fumatrice, potrebbe dipendere da quello. se così fosse però, non mi speigherei come mai solo ora, visto che fumo da quasi trent’anni. aspetto una sua risposta e ringrazio
Al di là del fumo potrebbe essere una cattiva digestione passeggera, che può corregere seguendo soltanto i consigli dietetici che le invio.
Trattamento_della_dispepsia_(3)_.doc
Prof. Pier Roberto Dal Monte

MRGE e colon irritabile.
11 Set 08 - Luca, 20 anni (id: 84676)
  Salve. A gennaio,per problemi di digestione, ho eseguito una EGDS,con esito:cardias beante tendente al prolasso di mucosa gastrica (no ricerca HP causa terapia IPP). Fatta una cura con IPP i problemi sono diminuiti, ora sono in mantenimento con antiacidi. Sono dimagrito di circa 8 chilogrammi, stabilizzandomi (da circa 5 mesi) attorno ai 59-60 kg (per 1,72m). Il dimagrimento, comunque, non è stato voluto, ma forse aiutato da maggiore attenzione nellalimentazione. Però i problemi non sono del tutto spariti e nelle ultime settimane ad un fastidio alla bocca dello stomaco (con spesso reflusso notturno) si sono aggiunti un dolore (più un fastidio, non continuo) irradiato alla schiena (direi a li... continua >>
vello lombare soprattutto a destra e qualche volta un po più su al centro) e colorito più chiaro (giallognolo a volte) nelle feci soprattutto allassunzione di latticini, senza particolare diarrea o stitichezza. Il mio medico mi ha fatto seguire per 7gg. una curetta con un farmaco che agisce sulla flora batterica contro enterocoliti varie. Terapia e sospensione di latticini avevano quasi totalmente annullato il problema, poi dopo 15gg. ho riassaggiato un po di formaggio e subito il problema si è riverificato (e continua). A volte se faccio qualche attività fisica dopo aver mangiato ho delle fitte in zona fegato-colecisti e può capitare di dovermi fermare per arrestarle. Sinceramente sintomi persistenti che esulano dal refulusso mi preoccupano e chiedo a voi un consulto. Cosa fare? Grazi
Egr. Sig. Luca, la malattia da reflusso è cronica e va curata sempre pena la recidiva. Non basta un antiacido che dà una protezione solo di 1 ora occorre una terapia con IPP che copra le 24 ore ed eviti il reflusso notturno. Per i disturbi addominali lei potrebbe avere un colon irritabile, ma per averne la certezza deve escludere altre malattie organiche intestinali(vedi area tematica relativa per maggiori informazioni). Se è confermato il colon irritabile, tenga presente che noi stiamo effettuando uno studio controllato nell’ambito del Policlinico sugli effetti di un prodotto di origine vegetale sui sintomi del colon irritabile. Se è interessato a partecipare, mi può contattare al n. 051-307901. Distinti saluti, Prof. Mauro Bortolotti
Prof. Mauro Bortolotti

Laringo-faringite
11 Set 08 - Pietro, 33 anni (id: 84674)
  Buongiono, da circa 9 mesi ho smesso di fumare. Dopo due mesi ho iniziato ad avvertire un eccesiva quantita’ di muchi che sembrano venir giu’ dalle fosse nasali fino alla gola. Ultimamente questa sensazione comincia a darmi fastidio visto che sento un accumulo di muco in gola, e nausea(forse per l’eccessiva quantita’ di saliva viscosa che ingoio)e poco appetito in alcuni casi. Ho fatto una cura di 4 settimane con Peridon bustine effervescienti(3 al gg prima dei pasti) e ranitidina75mg(2 volte al giorno) per sospetto reflusso esofageo(che spiegherebbe la sensazione di muchi in gola). I benefici ci sono(grazie al peridon che funziona contro la nausea) per i muchi in gola continuano , a... continua >>
nzi ora che sono un po raffredato ancora di piu’. E’ un problema gastrico, o piu’ qualcosa da ottorinolaringoiatra? Effettuero’ un breath test a presto per presunto HP. La cosa che mi insospettisce e’ l’eccessivo muco in gola, che non riesco ad espellere. Un parere please? Vi ringrazio anticipatamente
Ritengo che si tratti di un problema riferentesi al faringe gola e laringe prima parte vie respiratorie,faccia prima una visita oto-iatrica.
Prof. Pier Roberto Dal Monte

Nausea
11 Set 08 - Daniele, 28 anni (id: 84673)
  Salve, sono due giorni che ho una nausea incredibile e senso di vomito, ma non vomito,per fortuna. Il medico mi ha detto che dipende dallo sress e dallansia visto che sono un tipo nervoso e subito mi preoccupo se mi sento qualcosa. Ho preso delle bustine di PERIDON ma non mi e passato e ora in farmacia mi hanno dato il PLASIL appena le ho prese mi e passata la nausea e sto meglio pero ho ancora dei piccoli fastidi, e poi quando mangio non mi va perche ho nausea oggi e di meno infatti ho mangiato un po, ma ieri non sono riuscito a mangiare niente, e normale o no. Grazie.
Egr. Sig. Daniele, i suoi disturbi sono molto generici e presenti in molte malattie. E’ necessaria pertanto una visita dal suo Medico curante, in base alla quale le potrà prescrivere opportuni accertamenti e cure. Se vuole può contattarmi successivamente. Distinti saluti, Prof. Mauro Bortolotti.
Prof. Mauro Bortolotti

Sospetta enterocolite subacuta
11 Set 08 - Andrea, 29 anni (id: 84669)
  Salve, le scrivo perché sono un po preoccupato visto che da circa 3 settimane ho notato presenza di muco nelle feci. Ogni volta le feci hanno consistenza e colore diverse ma in prevalenza sono molli. In questo periodo non avverto dolori alladdome anche se in passato ogni tanto mi capitava. Ogni tanto poi mi capita di avere una stranza sensazione nella parte bassa dello stomaco, come se avessi molta fame (ma capita anche dopo mangiato). Da alcuni mesi poi mi vengono spesso delle vampate di calore ma senza febbre. Aggiungo che mio padre ha il morbo di Chron. Ci sono degli accertamenti che dovrei fare, oppure in mancanza di sintomi più specifici posso star tranquillo? Grazie
Potrebbe essere un epidosio di enterocolite acuta che le ha lasciato un dismicrobismo intestinale come legge quì sotto.Dismicrobismo o disbiosi iintestinale , detto anche colon irritabile postinfettivo E’ un’ irritabilità della mucosa del colon a causa di dismicrobismo o disbiosi intestinale, che si crea a seguito del cambiamento parziale della normale flora intestinale con sopravento o prevalenza di flora patogena che da un’infezione gastrointestinale. Infezione che si può sviluppare in maniera acuta o non immediatamente apparente a seguito generalmente di ingestione di cibi guasti o scarsa igiene, uso di potenti antiacidi o anche di alcuni antibiotici, con irritabilità che, permanendo i germi che l’hanno creata, poi si mantiene producendo i suoi effetti continuativamente o ciclicamente. Nell’intestino soprattutto nel colon o intestino crasso si produce gas ed anche muco con meteorismo e flatulenza, dolore addominale e diarrea liberatoria o alternanza di stipsi e diarrea. E’ opportuno in questi casi sospendere i latticini, prendendo dei probiotici (ex fermenti lattici) od uno yogurt ricco di probiotici, ma se non migliora è utile aggiungere un disinfettante/antibiotico per qualche giorno tipo la neomicina/bacitracina o la ciprofloxacina 500 mg 1 cp x 5-6 gg.,etc. SE i disturbi sono molto accentuati sarebbe bene far precedere la terapia da una coprocoltura, ma rararamente si riesce ad identificare il germe che ha creato il problema.Faccia anche i test infiammatori: per malattie infiammatorie intestinali (Rettocolite ulcerosa, m.di Crohn) o Indici Infiammatori: Emogramma con piastrine -VES - TAS - Protidemia totale e protidogramma - Fibrinogeno - Alfa- 1- glicoproteina o Proteina C – ANCA + Sideremia-Ferritina
Prof. Pier Roberto Dal Monte

MRGE e stipsi
11 Set 08 - MARCO, 46 anni (id: 84665)
  Buongiorno, da circa 1 mese e mezzo accuso dolori alla bocca dello stomaco ( in particolare a stomaco vuoto) e stitichezza, spesso i dolori titipo crampiforme si irradiano alla schiena. Dopo mangiato (senaza eccessi) accuso un grosso senso di gonfiore/pienezza e ho diverse eruttazioni.Circa 7 mesi fa ho eseguito una gastroscopia e unecografia addominale per gli stessi sintomi allo stomaco ma non accusavo stitichezza, avevo anche delle fitte al fegato. Esito gastroscopia: incompetenza cardiale, nullaltro di patologico.Esito ecografia: steatosi (modesta), nullaltro di patologico. Allepoca non ho assunto alcun farmaco e i dolori sono scomparsi spontaneamente, preciso che sono ansioso di natura ... continua >>
e stavo vivendo un forte momento di stress emotivo e di ansia che fortunatamente si e risolto positivamente. Per i sintomi attuali ho assunto Riopan gel per una settimana senza alcun beneficio.Da qualche giorno il medico di base mi ha prescritto il Lansox, 1 cpr al giorno. Ho notato un miglioramento per lo stomaco ma permane la stitichezza. Permane il mio stato di ansia. Ho inoltre familiarita per il cancro al colon (mio padre). Cosa mi consiglia? Grazie/Saluti
Egr. Sig. Marco, lei probabilmente ha una malattia da reflusso g.e. che va diagnosticata e curata adeguatamente (vedi area tematica relativa per maggiori informazioni), mentre la stipsi è un problema diverso non correlato (vedi area tematica relativa per maggiori informazioni). Distinti saluti, Prof. Mauro Bortolotti.
Prof. Mauro Bortolotti

RCU e Osgood Schlatter
11 Set 08 - francesco, 12 anni (id: 84656)
  sono la mamma di questo ragazz soffre da anni per colite ulcerosa volevo sapere se ciò può portare snche la osgood schlatter diagnosticata da 1 ora circa? la prego mi può risp la ringrazio anticipatamente E buon lavoro
Talvolta nella RCU vi possono essere dolori articolari, ma essa non è la causa della malattia di Osgood Schlatter.
Prof. Pier Roberto Dal Monte

Sospetta apnea notturna
11 Set 08 - riccardo, 46 anni (id: 84649)
  Preg.mo Dottore,e’ da circa 8 mesi che tutte le sere soffro nella notte di digestione lenta.In verità e’ un paio d’anni che mi sveglio appesantito con la bocca secca e la lingua spessa. Sono consapevole della mia obesità anche se la sera da circa un anno mangio pochissimo. Ormani è cronico, da circa 8 mesi,tutte le sere, verso le 3/4 del mattino, mi sveglio dopo un tormentato sogno,incubo direi,sudato, con il fiato affannato e il cuore che batte forte. Sento un leggero dolore alla bocca dello stomaco e una forte esigenza di digerire. Mi giro di pancia e digerisco continuamente. Questa situazione me la trascino fino alla sveglia. In stato comatoso mi alzo e sento delle turbolenze che girano ... continua >>
nella pancia, rumorosissime per circa un ora. Con la bocca impastata e la lingua spessa mi preparo ad affrontare un’altra giornata. Stà diventando un incubo!!.In testa girano ormai da tempo brutti pensieri !!!Che analisi mi consiglia? la ringrazio infinitamente e anticipatamente del Suo importante parere.
Non è che abbia crisi di apnea notturna? Si faccia studiare in tal senso e lo verifichi con una partner che dorme con Lei.
Prof. Pier Roberto Dal Monte

Feci non formate
11 Set 08 - Nicoletta, 39 anni (id: 84645)
  Buongiorno,Prof.saranno ormai 10 gg. che ogni volta che vado in bagno le feci non sono mai solide,la cosa insolita almeno per me, e che non ho alcun disturbo. Da che cosa può essere causato? Grazie
Gentile Sig.ra Nicoletta, i dati forniti sono insufficenti per una diagnosi ed una adeguata terapia, per le quali è anche necessaria una visita medica. Questa può essere fatta dal suo Medico Curante, che le può richiedere gli accertamenti appropriati. Se vuole può contattarmi successivamente. Distinti saluti, Prof. Mauro Bortolotti
Prof. Mauro Bortolotti

MRGE
11 Set 08 - andrea, 20 anni (id: 84642)
  Gentile dottore,sono appassionato di calcio e,mediamente,2/3 volte alla settimana ho il piacere di giocare con i miei amici.Ultimamente,però,durante e solo quando gioco a pallone, ho acidità e bruciori di stomaco.Le premetto che non fumo,non bevo alcolici o bevande gassate,non assumo cibi prima di giocare e non bevo alcun liquido durante.Occasionalmente assumo degli integratori a fine partita.Non vorrei fare la gastroscopia.Spero che si tratti di un mio errore di gestione alimentare.Ma perchè proprio quando gioco?La ringrazio e Le invio cordiali saluti.
Egr. Sig. Andrea, lei probabilmente ha una malattia da reflusso g.e. che si accentua tipicamente con lo sforzo fisico. Questa va diagnosticata e curata adeguatamente (vedi area tematica relativa per maggiori informazioni). Distinti saluti, Prof. Mauro Bortolotti.
Prof. Mauro Bortolotti

Lieve enterite
11 Set 08 - ezio, 48 anni (id: 84640)
  Referto medico: infiltrata linfoplasmocitario interstiziale di grado lieve in lembi di mucosa di piccolo intestino edematosa con villi otticamente nella norma. Nidi di ghiandole di Brunner nella sottomucosa. Il referto è riferito ad un ragazzo di 16 anni. alto 167 cm. e di 47 kg. é possibile avere una spiegazione più semplice. Ringrazio anticipatamente.
Non mi sembra nulla di particolare, comunque se ha problemi intestinali faccia anche le ricerche o i test ematici per intolleranza al glutine.
Prof. Pier Roberto Dal Monte


Da 10562 a 10577 di 28702