Sei in: Medico on-line > Gastroenterologia

Aderiamo allo standard HONcode per l'affidabilità dell'informazione medica Aderiamo allo standard HONcode per l'affidabilità dell'informazione medica.
Verifica qui.


Gastroenterologia
Referenti
  • Prof. Pier Roberto Dal Monte

  • Già Direttore Dipartimento medico-chirurgico delle Malattie dell’apparato digerente. Ospedale Bellaria-Maggiore. Bologna.

  • Prof. Mauro Bortolotti

  • Professore a Contratto della Specializzazione in Medicina Interna
    Facoltà di Medicina e Chirurgia dell’Università di Bologna
    Policlinico S. Orsola


ultimo aggiornamento 22/02/2013
 
Aree tematiche


Nella compilazione della tua domanda ti chiediamo gentilmente di attenerti il più possibile alle aree tematiche qui sopra riportate
ultimo aggiornamento 26/01/2007
Invia la tua domanda

Domande / Risposte
Sospetta gastrite
11 Lug 08 - Dino, 67 anni (id: 82126)
  Egr. Prof. Dal Monte, mi è stata diagnosticata circa un anno fa ernia iatale (di circa 5 cm) con presenza di reflusso gastroesofageo. Da allora, oltre a seguire il tipo di alimentazione consigliatami, sto assumendo, con relativo beneficio, uma compressa di Peptazol da 40 mg tutte le mattine prima di colazione. Nonostante ciò da oltre dieci giorni avverto una continua nausea, inappetenza e senso di spossatezza. Circa un mese fa (essendo donatore di sangue) ho effettuato i controlli periodici, tutti risultati nella norma. Possono questi disturbi essere legati alla presenza dellernia? Sarebbe, secondo Lei, opportuno assumere qualche altro farmaco oltre al Peptazol? La ringrazio molto e la ... continua >>
saluto cordialmente.
Il reflusso con o senza ernia non da i disturbi che lamenta, forse è subentrata una gastrite, Veda comunque di seguire i consigli che le allego con la ricerca dell’helicobacter..
Trattamento_della_dispepsia_(3)_.doc
Prof. Pier Roberto Dal Monte


Iper sideremia
11 Lug 08 - Elisa, 35 anni (id: 82125)
  Caro Prof., sei mesi fa,avendo avuto il morbo di Basedow,mi sono operata alla tiroide e ora,come check up post-operatorio,ho fatto le analisi del sangue e della tiroide. Come medicinali, prendo solo lEutirox da 112 mg. La sola cosa che mi preoccupa di queste analisi è laumento del ferro. Unaltra informazione riguardante la mia vita è che da 4 mesi abito in USA e mangio meno pasta e più proteine,verdure e frutta. Ecco i risultati: Ferro 161(35-145)* Ferritina 13(7-136) Calcio 9,2 Fosforo 3,9 Proteina C reattiva 0,45 Transaminasi GO 15 Transaminasi GP 10 GGT 8 Amilasi 55 Amilasi pancreatica 20 Lipasi 26 Trigliceridi 65 Colesterolo HDL 71 Colesterolo 205 Leuc... continua >>
ociti 7,5 eritrociti 4,39 emoglobina 13,90 ematocrito 39,90 MCV 88,80 MCH 31,00 MCHC 34,90 RDW 13,00 piastrine 295,00 neutrofili 56,00 linfociti 36,9 monociti 3,2 eosinofili 1,0 basofili 0,4 LUC 2,4 VES,Glucosio,Urea,Creatinina,Bilirubina,analisi urine e lecografia addominale vanno bene (ho due calcoli alla colecistoi che non mi hanno mai dato coliche). Mio padre (68 anni) ha il ferro con valori normali ma la ferritina è più alta da 15 anni - ma non ha mai superato i 390. Il mio ferro a 161 è molto alto?Può essere linizio di una malattia?Non fumo e non bevo (un bicchiere di vino rosso ogni tanto). Nel caso restassi incinta col ferro a 161,comporterebbe un problema?Secondo lei è un problema passeggero?Devo preoccupaemi? Grazie in anticipo, Elisa
Se la ferritina è come vedo è normale, nessun problema, forse aveva mangiato molta carne.
Prof. Pier Roberto Dal Monte

SSpasmi gastrici
11 Lug 08 - Valentino, 23 anni (id: 82117)
  gentile dottore, soffro da qualche tempo di mal di stomaco,come delle contrazioni,e sono in cura dal mio medico con lalprazolam in quanto anche al pronto soccorso ritengano essere un problema di stress. In questo momento non ho situazioni stessanti ma i dolori mi chiudono comunque lo stomaco, il farmaco funziona ma a volte devo aumentare la dose in quanto non riesco a rilassare lo stomaco(20 gcc al giorno).cosa mi consiglia? è necessaria una gastroscopia? potrebbe essere dovuto ad allergie alimentari? grazie per la cortese attenzione.
Non ho capito bene in cosa consistono gli spasmi gastrici, che non hanno una gran spazio in medicina. Forse ha solo mal di stomaco che deve esere meglio studiato , faccia evntualmente una gastroscopia.
Prof. Pier Roberto Dal Monte

Probabile infezione virale
11 Lug 08 - Stefano, 29 anni (id: 82103)
  Gentile Dottore, ho avuto 5 o 6 giorni di stitichezza accompagnati prima da dolore al fegato (un giorno solo) e poi da dolore forte allo sterno e allesofago. Dopo lassunzione di un purgante i sintomi sono spariti. E rimasta però da qualche giorno un leggera febbre (37), stanchezza e inappetenza. Di che cosa si può trattare? Grazie.
Forse ha avuto un’infezione virale che ora sta guarendo.
Prof. Pier Roberto Dal Monte

Emorroidi+ colon irritabile
11 Lug 08 - Luca, 40 anni (id: 82102)
  Premetto che sono molto ansioso e penso sempre al peggio. A Maggio 2008 ho fatto una colonscopia con questo esito:"esame condotto fino al cieco in condizioni di buona toilette.Nei tratti esplorati non si osservano lesioni muscose .Si segnala una spiccata contrattilità colica.A livello del canale anale è presente una congestione emorroidaria.Conclusioni: emorroidi di 2 grado"La colonscopia ,che seguiva unaltra negativa del 2005 è stata fatta dietro mio insistenza poichè da circa 1 anno alternavo feci molli con irritazione anale(evidenziata da rettosigmuidoscopia)a periodi di feci dure e tracce di muco bianco nelle feci.Oltre alla colon ho fatto i seguenti esami tutti negativi: eco addome,int... continua >>
olleranze alimentari lattulosio glucosio-test celiachia-ricerca della lamblia/giardia-sangue nelle feci/indici infiammatori:Emogramma con piastrine -VES-TAS-Protidemia totale e protidogramma Fibrinogeno-Alfa-1-glicoproteina o Proteina C ANCA + Sideremia-Ferritina tossina nelle feci clostridium difficile.Purtroppo 2 giorni fa,a seguito di alternanza di feci molli e dure,ho notato tracce di sangue nelle feci(puntini rossi)e ho un leggero bruciore a livello anale.Il medico curante mi dice di stare assolutamente tranquillo e non ritiene di indagare ulteriormente poichè possiamo escludere patologie significative:il sangue è dovuto ad emorroidi o ad una leggera infiammazione del canale anale.Ritiene che la la mia è diventata una vera ossessione e mi consiglia una psicoterapia.Cosa ne pensa?
Penso che abbia ragione il suo medico. A questo aggiungerei che ha un colon irritabile su cui le invio alcuni consigli con qualche episodio di dimicrobismo. Provi a fare anche un disinfettante intestinale ed infine, se non si tranquilizza da solo, cerchi un supporto psicologico.
Colon_irritabile_(4).doc
Prof. Pier Roberto Dal Monte

Celiachia e probabile faringo-laringite
11 Lug 08 - sara, 33 anni (id: 82101)
  Salve,sono un mamma che cerca aiuto no per suo figlio ma per se stessa!!! ho scoperto di soffrire di celiachia ma di grado I,(infiltrativa)la biopsia del digiuno:villi normali,edema congestione,infiltrato infiammatorio cronico a carico della lamina propria.ho un macello di fastidi,nausea con vomito,stanchezza totale,diarrea 5/6 volte,la dermatite su piedi,mani e torace,ma la cosa che piu’ mi da fastidio sono queste queste crisi ora le spiego:mi riempio di muchi alla gola,orecchie e naso con una tosse insopportabile continua,puo’ essere causa di tutto cio’ il glutine anche per questo fastidio? ho fatto varie terapie ma sono state inutile, ora prendo il riopan gel(4 bustine al giorno) e il mao... continua >>
lox sciroppo (3 volte al giorno) non dovrei avere queste crisi giusto?.Poi,quanti mesi ci vogliono che si possano comparire gli anticorpi e avere il danno dei villi?le chiedo queste cose perchè dove vengo seguita mi trattano come una bimba,non dicono niente solo che devo stare tranquilla,ma io che ho la testa dura ho ricercato su internet e ho letto di tutto sulla celiachia,e che il gradoI e II è precoce danno ma non dicono quanto tempo ci vuole,lei mi puo’almeno dirmi qualcosa in piu’ la ringrazio di vero cuore!!!baci Sara
Non credo che i disturbi alle vie aeree superiori siano in relazione alla celiachia e probabilmente è una mucosite locale di natura otoitrica, non gastroenterica. Non ravviso neppure la necessità di prendere degli antiacidi. Per la ricomparsa dei disturbi enterice a seguito dellla sopsensione della dieta senza glutine bastano 4-6 settimane, per il contraio alcuni mesi. Visto la continua diarrea proverei a prendere un cortisonico ad es metilprednisolone 16 mg per una diecina di giorni e quindi scendere a 8 come mantenimento per un pò insieme a ciprofloxacina 500 mg 1 cp per 1 settimana.. E’ possibile che migliori anche la mucosite.
Prof. Pier Roberto Dal Monte

Terapia ormonale
10 Lug 08 - carlo, 48 anni (id: 82092)
  Scusate, devo assumere una pastiglia di cortone acetato al mattino mezzora prima della colazione e una pastiglia di eutirox al di. Io per praticita’ le assumo contemporaneamente, mi e’pero’ venuto il dubbio che invece debbano essere assunte a distanza di tempo. Il mio e’ un dubbio infondato? Grazie.
Può prendereli insieme non vi è contrasto.
Prof. Pier Roberto Dal Monte

Dispepsia
10 Lug 08 - valentina, 21 anni (id: 82080)
  gentilissimo dottore da circa due mesi ho continue eruttazioni sia quando mangio sia a stomaco vuoto anche la mattina quando mi sveglio.ho alcune volte bruciore e dolore sopra lombellico e allo stomaco.in passato quando non riuscivo a digerire prendevo 1 pillola di ranitidina,ora il medico di famiglia mi ha prescritto plasil pillole e riopan gel bustine.i sintomi continuo ad averli e ho anke un fastidio alla parte destra della gola come se non riuscissi a deglutire bene,ho fatto le analisi del sangue e sia i valori dei globuli bianchi che rossi che la tiroide e tutti gli altri sono nella norma.cosa devo fare??e cosa potrebbe essere?un tumore??anche se da quando ne so i risultati degli esami... continua >>
dovrebbero essere alterati in caso di tumore o sbaglio???
Durante il corso della vita si possono avere vari problemi addominali dalla cattiva digestione al dolore più o meno diffuso, sino alla diarrea. In genere questi problemi, specie se si è giovani,sono passeggeri e non cronicizzano:non tutto funziona sempre perfettamente o come idealmente si vorrebbe. Prima di pensare a situazioni catastrofiche o l’inizio di una malattia cronica, è opportuno valutare se si è abbondato sull’alimentazione o su una bevuta di troppo o si è mangiato qualche alimento potenzialmente non tollerato o non ben conservato (gastroenterite batterica)o anche si è incorsi in un’infezione virale. Si aspetti e si veda... ritornando anche alle normali (sane)abitudini.Ciò permette di guarire ed i disturbi passare da soli: veda comunque di seguire i consigli dietetici che le allego.
Trattamento_della_dispepsia_(3)_.doc
Prof. Pier Roberto Dal Monte

Sospetta MRGE
10 Lug 08 - Armando, 25 anni (id: 82074)
  Egregio dottore, sono in cura per faringite catarrale cronica, diagnosticatami dall’otorinolaingoiaatra presso cui ho marcato visita, con due cicli mensili, inframezzati da un mese di pausa, di broncho vaxom, una compressa al dì di mattina a digiuno, ma ho il sospetto che possa trattarsi di reflusso gastroesofageo in quanto sono soggetto a frequentissime eruttazioni e ad un continuo stato di stancchezza e di sbadigli. Premetto che la diagnosi della faringite è stata sostanzialmente dovuta alla presenza di muco trasparente in gola, che però pare non accenni a scomparire definitivamente malgrado mi trovi in una fase iniziale del secondo ciclo. Alla fine del ciclo, qualora (come penso, visti i ... continua >>
modestissimi progressi) non dovessero scomparire i sintomi cosa mi consiglierebbe di fare? che tipo di cura, analisi dovrei sostenere? nel ringraziarla anticipatamente per la risposta, le porgo i miei distinti saluti.
In questi ultimi tempi si è posto molto l’accento sul fatto che il reflusso provochi i disturbi più vari alle vie respiratorie superiori,come la faringite, la cosa non è sempre completamente convicente. Comunque veda di seguire i consigli che le invio e se è vero che è 100 kg deve calare drasticamente.
Malattia_da_reflusso_gastro-esofageo.doc
Prof. Pier Roberto Dal Monte

Dispepsia
10 Lug 08 - Luca, 18 anni (id: 82062)
  buon giorno dottore.....ho fatto una gastroscopia poiche nellultima settimana ho avuto forti dolori allo stomaco...avevo gia fatto delle visiti per lo stesso problema ma non mi avevano mai raccomandato edgs....mi hanno trovato unincontinenza del cardias e poi un arrossimento della parete dello stomaco, mi hanno fatto delle biopsie e sto aspettando listologico...volevo sapere per il fatto del cardias se e una cosa di rilievo e quali possono essere le soluzioni e se avessi lhelicobacter pilori....cio giustificherebbe la mia diarrea che persiste da quasi 2 settimane?.....la ringrazio per il tempo che mi dedichera....cordiali saluti....luca
Abbi pazienza ed aspetta la biopsia, comunque l’helicobacter non da diarrea.
Trattamento_della_dispepsia_(3)_.doc
Prof. Pier Roberto Dal Monte

Breath test
10 Lug 08 - stefany, 58 anni (id: 82061)
  Buongiorno,dallesame delle feci risulta che sono positiva allHP,ora il mio medico mi dice di fare il breath teste per maggior sicurezza;ma io avendo la colite vorrei sapere se il liquido che devo bere per fare lesame possa aggravare il mio problema.Grzie e cordiali saluti.
E’ un liquido totalmente innocuo.
Prof. Pier Roberto Dal Monte

Probabile colon irritabile
10 Lug 08 - ROBERTO, 60 anni (id: 82056)
  EGR. PROFESSORE SOFFRO DI SIL DA ANNI, HO EFFETTUATO UNA COLONSCOPIA TOTALE NE SETTEMBRE 2006 CON RISULTATO COMPLETAMENTE NEGATIVO. LE CHIEDO: IL PASSARE DA PERIODI DI STITICHEZZA A PERIODI DIARROCI E VICEVERSA E’ NORMALE PER LA SIL? E C’E’ QUALCHE COSA CHE SI POSSA FARE PER CERCARE DI NORMALIZZARE IL PIU’ POSSIBILE? GRAZIE
veda di seguire i consigli che le allego evitando innazitutto i latticini.
Prof. Pier Roberto Dal Monte

Sospetto tumore neuroendocrino
10 Lug 08 - Daniela, 59 anni (id: 82055)
  Buongiorno,cerco di riassumere brevemente la mia situazione: qualche anno fa dopo anni di indagini mi è stata diagnosticata una gastroparesi di origine autoimmune (probabile sclerodermia con la sola alterazione degli ANA 1:160))e non potendo più alimentarmi correttamente l’anno scorso ho subito un intervento di anastomosi gastrointestinale senza resezione gastrica. Purtroppo ad oggi anche se riesco ad alimentarmi in modo più regolare ho problemi di reflusso biliare che mi ha già provocato ulcerazioni prepiloriche. In più negli ultimi mesi ho avuto numerosi fenomeni di arrossamento con bruciore al viso e al collo non rispondenti a terapia cortisonica. A metà giugno in seguito ad un ricovero a... continua >>
causa dell’aggravarsi della situazione sono stata sottoposta a tac e mi hanno riscontrato due cisti bilaterali renali e due angiomi cavernosi al fegato. In più sono risultati alterati il Gica (54) e l’ormone Cromogranina A (308,9 ng/ml). Il medico mi ha detto che quest’ultimo potrebbe esere alterato a causa dei farmaci che assumo (Ranydil, Levopraid, peridon) ma che sarebbe meglio ripetere l’esame e sottopormi ad un Octreoscan (che ho già effettuato nel 2003 con esito negativo). Vorrei cortesemente chiedere un suo parere sulla possibilità che io abbia un carcinoide anche se il dosaggio dell’acido indolacetico è normale. I farmaci possono effettivamente alterare il risultato dell’esame della cromogranina? La ringrazio anticipatamente. Daniela
E’ possibile che abbia un tumore neuroendocrino tipo Men 1 che potrebbe essere stato anche la causa della sua gastroparesi ad es un glucoganoma che da anche una dermatite peculiare. Continui le indagini in tal direzione.
Prof. Pier Roberto Dal Monte

Angiodisplasie gastriche
9 Lug 08 - ANNAMARIA, 46 anni (id: 82041)
  GENT.MO PROF.DAL MONTE SONO SOGGETTA AD ANEMIA A CAUSA DI ANGIODISPLASIE NELLO STOMACO E NELLINTESTINO CHE SEBBENE PICCOLE MI PROVOCANO QUESTO E SONO STATA OPERATA PER IL REFLUSSO GASTROESOFAGEO . ABBIAMO COSTATATO CHE PIAN PIANINO I VALORI SI ABBASSANO HO FATTO TRASFUSIONI,E FLEBO DI FERRO PERCHE LEMOGLOBINA ERA ANDATA A 7 E IL FERRO A 10 ORA NEGLI ULTIMI ESAMI I VALORI SONO : EMOGLOBINA 10.9 GLOBULI ROSSI 4090000 EMATOCRITO 34.6 GLOBULI BIANCHI 6660 PIASTRINE 282000 MCH 26.7 MCHC 31.5 SIDEREMIA 63 RITIENE CHE PER ORA POSSO ATTENDERE PRIMA DI FARE DEI CICLI DI FLEBO DI FERRO OPPURE QUALCOSA DEVO FARE? LE PASTIGLIE NON RIESCO A PRENDERE IN QUANTO NON LE DIGERISCO E FACCIO COLI... continua >>
CHE ADDOMINALI CONTINUE. IN ATTESA DI UN SUO GENTILE RISCONTRO PORGO, CORDIALI SALUTI.
Ho qualche dubbio sul fatto che le angiodisplsie gastriche da sole le provochino l’anemia senza sanguinamenti evidenti (ematemesi o melena): non è che ne ha anche al colon o all’intestino tenue? E perche non ha fatto il trattamento laser o comunque endoscopico. Ha fatto le ricerche per l’intolleranza al glutine. Talvolta è utile it trattamento con octeotride retard o longastatina. Il ferro ogni tanto(quando cala) lo può fare endovena con flebo presso la sua ASL.
Prof. Pier Roberto Dal Monte

Sospetta gastrite da reflusso biliare
9 Lug 08 - mario, 37 anni (id: 82034)
  gentile prof.BORTOLOTTI da circa 9 mesi ho presenza di sapore dolciastro amarostico in bocca e un senso di malessere sotto lo sterno come delle contrazioni lontano dai pasti .Sono sottocura del mio gastroenterologo che mi ha sottoposto a gastroscopia : esito esofago assenza di lesioni a carico della mucosa lume regolare peristalsi nella norma. cardias beante.fondo lago mucoso tinto di bile, assenza di lesioni a carico della mucosa. corpo lago mucoso tinto di bile,assenza di lesioni a carico della mucosa.antro mucosa diffusamente iperemica.piloro nella norma. duodeno mucosa nella norma a livello bulbare.2 porzione regolare. test helicobacter pylori: negativo.diagnosi beanza cardiale,antrite i... continua >>
peremica.terapia consigliata ed eseguita per tre mesi omeprazen 20 mg 1 mattina prima della colazione 1 la sera prima di cena.spamomen somatico40 mg 1 cnf alle 10 1cnf alle 18,gaviscon dopo i pasti. Inizialmente dopo 1 settimana di cura sembrava migliorasse la situazione, poi un proseguire di alti e bassi , adesso sintomi più lievi ma costanti.Premetto che lo spamomen l’ho preso per un mese e mezzo come da prescrizione.LA MIA domanda è: DEVO preuccuparmi per il futuro,sono destinato a convivere con questi disturbi dato che sembra che i farmaci non mi facciano effetto,cosa devo fare.Dimenticavo il medico è convinto che il mio disturbo dipenda anche dal reflusso biliare ,devo approfondire in questa direzione le mie ricerche.
Egregio Signore,le cause del riflusso biliare dal duodeno allo stomaco non sono state ancora ben chiarite, naturalmente la situazione dipende da un movimento antiperistaltico del duodeno: la bile invece di essere spinta verso intestino, dove adempie alla sua azione, passa parzialmente anche nello stomaco, dove a causa dei sali biliari produce irritazione della mucosa con gastrite ed eventualmente sale su per l’esofago. Si riscontra spesso dopo intervento alle vie biliari ma anche indipendentemente. La terapia non è ben codificata e si basa sull’uso di antiacidi a base di sali di aluminio che bloccano in parte i sali biliari o farmaci gastroenetreocinetici tipo domperidone o levosulpiride che dovrebbero normalizzare la peristalsi.Anche il cibo la blocca ovviamente seguendo il principo del poco e spesso. Con saluti
Prof. Pier Roberto Dal Monte


Da 10562 a 10577 di 28150