Sei in: Medico on-line > Gastroenterologia

Aderiamo allo standard HONcode per l'affidabilità dell'informazione medica Aderiamo allo standard HONcode per l'affidabilità dell'informazione medica.
Verifica qui.


Gastroenterologia
Referenti
  • Prof. Pier Roberto Dal Monte

  • Già Direttore Dipartimento medico-chirurgico delle Malattie dell’apparato digerente. Ospedale Bellaria-Maggiore. Bologna.

  • Prof. Mauro Bortolotti

  • Professore a Contratto della Specializzazione in Medicina Interna
    Facoltà di Medicina e Chirurgia dell’Università di Bologna
    Policlinico S. Orsola


ultimo aggiornamento 27/11/2014
 
Aree tematiche


Nella compilazione della tua domanda ti chiediamo gentilmente di attenerti il più possibile alle aree tematiche qui sopra riportate
ultimo aggiornamento 26/01/2007
Invia la tua domanda

Domande / Risposte
Dolore ipocondrio di sn
6 Set 08 - Domenico, 27 anni (id: 84378)
  Salve;Da un po di tempo ho fastidi nella parte sinistra dello stomaco proprio sotto l’ultima costola in basso.Raramente ,nell’arco degli ultimi sei mesi è capitato circa 5-6 volte sempre in questa zona, ho delle piccole fitte che durano pochi secondi e poi terminano del tutto. Premetto che da sempre soffro di colon irritabile, non so se vi sia di aiuto, fino all’età di 20/21 anni avevo molto di frequente dolori "che mi portavano diarree mattutine o quando uscivo la sera. Da quell’età in poi dopo aver eseguito una piccola cura prima motilex e poi duspatal la situazione è migliorata parecchio, ho ancora il colon irritabile seguiti da diarrea ma raramente e sopratutto solo quando esagero nei ci... continua >>
bi o perchè sono ansioso. I fastidi e quelle piccole fitte di cui parlavo che ho adesso sembrano diversi da quelli della "colite" e non mi portano diarrea, anzi le dirò che vado in bagno quasi regolarmente, invece non riesco a capire se sono dolori che provengono solo da sotto le costole perchè ho anche, alternato o insieme, male ai muscoli della schiena sempre a sinistra ma anche in maniera più lieve a destra.Dimenticavo che intorno al periodo natalizio ho sofferto di acidità dovuta probabilmente al troppo stress lavorativo(sono un commerciale di un negozio di pc); l’acidità "grossa" è stata risolta anche se ogni tanto sento piccoli "bruciolii" alla bocca dello stomaco, ma sopportabilissimi.Certo di una vostra indicazione ai miei sintomi vi ringrazio anticipatamente; Saluti
Egregio Signore, potrebbe dipendere dal colon irritabile (spasmo, ristagno fecale o anche diverticolite), ma più probabilmente, da una irritazione muscolo-tendinea alla base dell’emitorace sn e addome medio inferiore omolateralmente (regione del fianco di sn). Quello del colon da un dolore profondo alla palpazione addominale nella sede del colon sin stesso, l’altro è più superficiale ed è irradiato ai muscoli laterali del’addome e si sposta posteriormente verso la colonna dorsale o muscoli paravertebrali, appunto come lei sente.Si tratta di una fibromialgia da irritazione dei nervi a partenza dalla colonna dorso-lombare o da contrazione muscolare: approfondisca tale eventualità.
Prof. Pier Roberto Dal Monte


Sospetta epatite
6 Set 08 - tosca, 35 anni (id: 84374)
  dall’esito delle analisi risulta: AGS di superficie virus epatite B negativo;Ab antiHBs positivo; Ab anti-HBc positivo; AntiHBc IgM negativo; AHCV Ab virus epatite C negativo; cosa vuol dire? HO l’epatite B? sono contagiosa? perchè il mio medico mi fa fare l’immunoblotting (HCV)conferma ? sono preoccupata!
Non ha nessun tipo di epatite. Perchè deve approfondire l’HCV che non ha?.
Prof. Pier Roberto Dal Monte

Nausea
6 Set 08 - gianluca, 42 anni (id: 84368)
  gentile Professore, in queste due ultime settimane, mi sveglio la mattina presto e anche se sono ancora a letto ho una sensazione strana al cardias con nodo alla gola e ogni tanto voglia di vomitare con una leggera nausea. il tutto mi dura 2 o 3 ore poi svanisce. negli ultimi 15 gg è successo 3 volte. pratico sport e generalm digerisco bene. gli esami del sangue e dell urina sono normali.Il mio medico dice che si tratta di ansia dato che qualche mese fa ho avuto un lutto in famiglia
Probabilmente ha attualmente una lieve forma di gastrite, forse mangia o beve un pò troppo alla sera, veda di seguire per qualche giorno i consigli generali e dietetici che le invio. Se persiste faccia anche la ricerca dell’Helicobacter.
Prof. Pier Roberto Dal Monte

Diarrea
6 Set 08 - PASQUALE, 30 anni (id: 84366)
  Egr. Dottore,giorno 31 agosto ho mandato una domanda al Dott.Mauro Bortolotti: Carissimo Professor, e ormai da 3 settimane che soffro di diarrea.Ho 2-3 evacuazioni al giorno.Il mio medico curante mi ha prescritto prima ZIR FOS e successivamente dato che non ho ottenuto nessun beneficio, RIFACOL 200mg compresse,ma purtroppo la diarrea persiste.Adesso il mio medico mi ha prescritto degli analisi specifici: EMOCROMO CON FORMULA,VIDAL WRIGHT,AGA(IGA IGG) EMA,TRANSGLUTAMINASI,GOT,GPT ed infine ES.PARASSITOLOGICO DELLE FECI.Secondo lei,di cosa puo trattarsi?Vanno bene gli esami e le medicine prescritte dal mio medico? Io ho effettuato questi esami e il risultato e stato soddisfacente,infatti tut... continua >>
ti i valori sono nella norma compreso la coprocultura.Il fatto e che purtroppo continua la diarrea.Come mai?Cosa mi consiglia?Posso mangiare tutto o devo continuare a stare in bianco dato che sono ormai 5 giorni che sono in dieta?Grazie,cordiali saluti
Probabilemente ha una enterocolite batterica che non è ancora guarita, fa bene a fare gli esami prescritti dal suo medico. Forse l’antibiotico che sta prendendo è un pò debole. Aspetti l’eventuale coprocoltura che sarebbe bene fare.Comunque veda anche sotto Dismicrobismo o disbiosi iintestinale , detto anche colon irritabile postinfettivo E’ un’ irritabilità della mucosa del colon a causa di dismicrobismo o disbiosi intestinale, che si crea a seguito del cambiamento parziale della normale flora intestinale con sopravento o prevalenza di flora patogena che da un’infezione gastrointestinale. Infezione che si può sviluppare in maniera acuta o non immediatamente apparente a seguito generalmente di ingestione di cibi guasti o scarsa igiene, uso di potenti antiacidi o anche di alcuni antibiotici, con irritabilità che, permanendo i germi che l’hanno creata, poi si mantiene producendo i suoi effetti continuativamente o ciclicamente. Nell’intestino soprattutto nel colon o intestino crasso si produce gas ed anche muco con meteorismo e flatulenza, dolore addominale e diarrea liberatoria o alternanza di stipsi e diarrea. E’ opportuno in questi casi sospendere i latticini, prendendo dei probiotici (ex fermenti lattici) od uno yogurt ricco di probiotici, ma se non migliora è utile aggiungere un disinfettante/antibiotico per qualche giorno tipo la ciprofloxacina 500 mg 1 cp x 5-6 gg., il metronidazolo etc. SE i disturbi sono molto accentuati sarebbe bene far precedere la terapia da una coprocoltura, ma rararamente si riesce ad identificare il germe che ha creato il problema.
Prof. Pier Roberto Dal Monte

Gastro-duodenite
6 Set 08 - bruno, 59 anni (id: 84365)
  Buongiorno Dott.re sono a richiederLe informazioni circa le risposte dellesofagogastroduodenoscopia con accesso transnasale con la seguente diagnosi: ipotonia cardiale, pangatrite cronica, duodenite eritematosa bulbare. Devo seguire una dieta specifica? Posso fare una cura? Grazie
Dovrebbe sapere come è la ricerca dell’Helicobacter Pylori e seguire i consigli che le invio.
Trattamento_della_dispepsia_(3)_.doc
Prof. Pier Roberto Dal Monte

Ossaluria
6 Set 08 - Isabella, 30 anni (id: 84359)
  Buon giorno Dottore, sono alla 22°settimana di gestazione e durante lultimo esame delle urine, sotto la voce ES. MICROSCOPICO 400x è stata evidenziata la presenza di cristalli di calcio ossalato diidrato. So che queste "sostanze" hanno a che fare con i calcoli renali, giusto? La prego di spiegarmi da cosa possono essere causati e come posso rimediare (premettendo che non ho mai avuto prima il problema) Grazie per la preziosa disponiilità. Saluti, Isabella
I calcoli si possono formare se si ha ossaluria, per cui bisogna evitare di mangiare troppe verdure cotte come gli spinaci. Beva acqua oligominerale e veda di calare un pò di peso.
Prof. Pier Roberto Dal Monte

Sospetta s. da colecistectomia
6 Set 08 - anita, 68 anni (id: 84358)
  Gentile Professore, da circa due mesi, dopo un fatto acuto di diarrea, ho avuto problemi continui all’intestino, con alternanza di stipsi e feci molli. Ma la cosa che più mi dà fastidio è che se l’intestino è fermo non ho nessun problema, quando invece comincia a muoversi inizia un dolore all’altezza del fegato con nausea. Premetto che 8 anni fa sono stata operata di colicisti. Ad una gastroscopia sempre 8 anni fa mi è stata diagnosticata una gastrite con ernia iatale e cardias beante, Per un periodo mi sono curata con omeprazolo. Non ho acidità di stomaco, attualmente prendo del peridon ma senza grossi risultati.Prendo anche da 10 giorni enterolactus duo. Quali esami devo eventualmente fa... continua >>
re? Grazie.
Lei ha probabilmente la sindrome postcolecistectomia o da malassorbimento di bile, si verifica dopo l’intervento di colecistectomia(o asportazione della cistifellea generalmente per calcolosi biliare) per alterato riassorbimento intestinale della bile stessa. Si caratterizza con dolore addominale a cui succede spesso diarrea con feci giallastre o verdastro-scuro. La bile infatti essendo costituita anche da sali biliari ha effetto irritante e lassativo, se non assorbita normalmente dall’intestino, specie dopo introduzione dei cibi: questi, specie ai pasti principali, stimolando la peristalsi stimolano anche il passaggio della bile stessa non bene mescolata ai cibi nell’intestino con l’effetto sopradescritto e preceduto da dolori e borborigmi (movimenti intestinali accentuati e rumorosi). Come terapia si consiglia di prendere un farmaco che adsorbe i sali biliari rendendoli meno attivi, la Colestiramina: una bustina prima dei pasti principali. E’ bene far precedere la stessa terapia da un disinfettante anche a livello intestinale come tipo ciprofloxacina cp da 500 mg per 4-5 giorni.
Prof. Pier Roberto Dal Monte

Lieve esofagite ed infiammazione pilorica
6 Set 08 - ginevra, 35 anni (id: 84357)
  Gentilissimo Dottor Dal Monte, ho eseguito ieri una gastroscopia ed una colonscopia e questo è l’esito: Facile introd dello strumento, esofago discinetico con iperemia dell 1/3 inferiore. Linea z a 38 cm dall’ads con ernia iatale. Lago mucoso gastr tinto di bile. Stomaco con pareti elastiche e ben distendibili. Antro discromo con erosioni croniche. Piloro eccentrico beante. Bulbo iperemico nulla in DII. Biops per HP. In retrovisione nulla al fondo ernia iatale. Insomma cosa vuol dire discinetico piloro eccentrico, iperemico etc? So solo che ho l’ernia iatale che mi porta il reflusso da curare in quanto ho già poca voce e per il resto? Va tutto bene secondo lei? Grazie mille
Curi il reflussso seguendo le regole che le invio. Non son convinto tuttavia che il reflusso sia tale da alterarle le corde vocali.
Malattia_da_reflusso_gastro-esofageo.doc
Prof. Pier Roberto Dal Monte

Sospetto processo infiammatorio
6 Set 08 - Rosa, 35 anni (id: 84355)
  Caro dottore, ho bisogno di uninformazione. Ho fatto questi esami: CEA 0.2 ng/mL [0.00 - 8.00], CA125 66.91 U/mL [0.00 - 35.00], CA19.9 9.97 U/mL [0.00 - 39.00] Proteina C reattiva 7.86 mg/L [2.5- 5.00]. Ho un polipo endometriale, ma da come mi hanno detto non può essere il polipo devo controllare anche a livello di colon è vero tutto ciò? Ho anche la VES elevata ed il fibrinogeno elevato. Grazie.
Lei ha probabilmente un processo infiammatorio che potrebbe esere generalizzato di tipo autoimmunitario o localizzato ad esempio al colon. Veda di approfondire l’uno e l’altro con esami adeguati compresa la colonscopia(specie se ha disturbi addominali). Lei è anche obesa e valuti anche una malattia metabolica.
Prof. Pier Roberto Dal Monte

Sospetta microlitiasi
5 Set 08 - Raffaele, 35 anni (id: 84350)
  Gentili Dr, e da circa tre anni che soffro di disturbi digestivi. Seguendo un regime alimentare adeguato riesco ad essere all 80 per cento. Da tre mesi ho delle fitte sul lato destro e soprattutto quando corro la situazione peggiora e mi viene diarrea se non mi fermo. Gastroscopia ok. Ecografia riscontra fango biliare. secondo 2 medici dipende tutto dal fango biliare e mi hanno prescritto deursil 300mg duie pasticche al giorno: Ora il rpoblema e che le fitte sono effettivamente passate dopo una settimana ma da quando prendo questo deursil ho un acidita di stomaco veramente pazzesca(mai avuta prima) dovrei prendere le pastiglie per sei mesi. Ma e possibile che il deursil causa acidita di stom... continua >>
aco? Ringrazio vivamente e colgo l occasione per complimentaRMI con l ottima pagina web e con l aiuto che date. mille mille mile grazie.
Potrebbe provare la forma retard o a rilascio prolungato RR che si scioglie nell’intestino alla sera prima di coricarsi.
Prof. Pier Roberto Dal Monte

Diarrea
5 Set 08 - Antonella, 26 anni (id: 84343)
  Buonasera dottore, son reduce di un bruttissimo virus intestinale(febbre,mal di stomaco, diarrea e borborigmi),il mio dottore mi ha prescritto il Normix due cps una la mattina e una la sera, è idonea come terapia?Oggi ho preso la prima compressa e dopo un 4 5 ore dallassunzione ho avuto un urgente bisogno di evacuare(feci molle e malodoranti),ciò è dovuto alleffetto dellantibiotico?distinti saluti
Io personalmente consiglierei un cp di ciprofloxacina da 5500 mg per 5 gg.
Prof. Pier Roberto Dal Monte

Ca del sigma
5 Set 08 - Lucia, 54 anni (id: 84336)
  Gentilissimo dottore, mia madre ha subito l’asportazione di un ADK del sigma moderatamente differenziato in stadio B2 di Dukes con l’asportazione di 6 linfonodi reattivi non metastatici ed infiltrazione del tessuto adiposo periviscerale. Ora sta eseguendo una chemioterapia indicataci a causa di un intervento definito "non sufficientemente radicale". Volevo chiederle se esiste il rischio di una carcinomatosi peritoneale. La ringrazio anticipatamente.
La diffusione al peritoneo è sempre possibile, ma dato il reperto istologico è più probabile la diffusione locale perianastomotica.
Prof. Pier Roberto Dal Monte

Dolori emiaddome sn
5 Set 08 - enrico, 38 anni (id: 84329)
  Dopo un ricovero nei primi giorni di luglio 2008 per coliche addominali ho fatto una serie di esami: eco addome completo, clisma opaco, tac addome completo ed esami del sangue. Tutto ok e tutti gli esami negativi. Purtroppo ancoroggi dopo circa 2 mesi ho dolori nella parte basso/sinistra delladdome. Il gastroenterologo mi ha detto che si tratta di coliti spastiche, anche se io in questo periodo non ho avuto nessun problemi di diarrea o stipsi ma solo questi dolori di tipo colico nella parte sx. Il gastroenterologo mi ha prescritto lo spasmomen40 + fermenti VLS3. E possibile che si tratti di coliti spastiche o potrebbe trattarsi di qualche altra patologia. Grazie. Enrico
Egregio Signore,, potrebbe dipendere dal colon irritabile (spasmo, ristagno fecale o anche diverticolite), ma più probabilmente, da una irritazione muscolo-tendinea alla base dell’emitorace sn e addome medio inferiore omolateralmente (regione del fianco di sn). Quello del colon da un dolore profondo alla palpazione addominale nella sede del colon sin stesso, l’altro è più superficiale ed è irradiato ai muscoli laterali del’addome e si sposta posteriormente verso la colonna dorsale o muscoli paravertebrali, appunto come lei sente.Si tratta di una fibromialgia da irritazione dei nervi a partenza dalla colonna dorso-lombare o da contrazione muscolare: approfondisca tale eventualità.
Prof. Pier Roberto Dal Monte

Dausea ed inappetenza
5 Set 08 - liliana, 59 anni (id: 84326)
  Buongiorno dottore le scrivo perchè preoccuopato della salute di mia madre. Ha effettuato il 4° ciclo di radioterapia per delle metastasi tumorali ai polmoni. Questa volta, che la terapia e’ stata più consistente, avverte a distanza di qualche mese un senso di nausa, poco appetito (tanto che sta perdendo molto peso), dolore allo stomaco e stanchezza. E’ molto preoccupata anche perchè nelle cure precedenti non era mai accaduto. Cosa consiglia di fare? Lei circa 20 anni fa e’ stata operato allo stomaco per un ulcera e in quel caso gli hanno asportato un pezzo di stomaco. Per queste terapie gli hanno dato da prndere un protettore per lo stomaco.
Potrebbe essere un effetto tardivo della chemioterapia, ma bisognerebbe sapere intanto da dove vengono le metastasi (che possono essere diffuse a qualche organo addominale) e probabilmente fare anche una gastroscopia oltre ad un eco addominale. La levosulpiride intanto potrebbe giovare.
Prof. Pier Roberto Dal Monte

Diarrea acuta
5 Set 08 - fabrizio, 29 anni (id: 84313)
  Buongiorno Dottore,io stanotte ho avuto un forte dolore di stomaco accompagnato da dolore ai reni, sudorazione molto abbondante,e diarrea..mi è già capitato ma forte così mai.Ieri verso le 21 ho mangiato la pasta olio peperoncino fresco (non forte) e parmigiano e una birra forse troppo fredda..E per dirla tutta è anche mancato mio zio in questi giorni ed io sono un tipo molto emotivo infatti prendo giornalmente 13 gocce di EN..Quale può essere stata la causa scatenante?
Durante il corso della vita si possono avere vari problemi addominali dalla cattiva digestione al dolore più o meno diffuso, sino alla diarrea. In genere questi problemi, specie se si è giovani,sono passeggeri e non cronicizzano:non tutto funziona sempre perfettamente o come idealmente si vorrebbe. Prima di pensare a situazioni catastrofiche o l’inizio di una malattia cronica, è opportuno valutare se si è abbondato sull’alimentazione o su una bevuta di troppo o si è mangiato qualche alimento potenzialmente non tollerato o non ben conservato (gastroenterite batterica)o anche si è incorsi in un’infezione virale. Si aspetti e si veda... ritornando anche alle normali (sane)abitudini.Ciò permette di guarire ed i disturbi passare da soli: se questi tuttavia continuano più di qualche settimana,malgrado i vostri buoni propositi, chiedete un parere medico, anche sul nostro sito.
Prof. Pier Roberto Dal Monte


Da 10562 a 10577 di 28630