Sei in: Medico on-line > Gastroenterologia

Aderiamo allo standard HONcode per l'affidabilità dell'informazione medica Aderiamo allo standard HONcode per l'affidabilità dell'informazione medica.
Verifica qui.


Gastroenterologia
Referenti
  • Prof. Pier Roberto Dal Monte

  • Già Direttore Dipartimento medico-chirurgico delle Malattie dell’apparato digerente. Ospedale Bellaria-Maggiore. Bologna.

  • Prof. Mauro Bortolotti

  • Professore a Contratto della Specializzazione in Medicina Interna
    Facoltà di Medicina e Chirurgia dell’Università di Bologna
    Policlinico S. Orsola


ultimo aggiornamento 27/11/2014
 
Aree tematiche


Nella compilazione della tua domanda ti chiediamo gentilmente di attenerti il più possibile alle aree tematiche qui sopra riportate
ultimo aggiornamento 26/01/2007
Invia la tua domanda

Domande / Risposte
Adenoma epatico
15 Ott 08 - clara, 27 anni (id: 86483)
  Mi hanno diagnosticato un adenoma epatico e pertanto mi hanno sconsigliato di proseguire nellassunzione della pillola anticoncezionale perchè potrebbe essere una delle cause. posso utilizzare il cerotto o lanello vaginale visto visto che non vengono assunti per via orale? Grazie
Il cerotto no. poichè è impregnato di ormoni, altrimenti come agirebbe, lo stesso ritengo dell’anello, a meno che non si tratti di puro e semplice diaframma, ma dovrebbe valutare con il suo ginecologo il tipo, perchè non mette la spirale?
Prof. Pier Roberto Dal Monte


Dolore ombelicale
15 Ott 08 - Mariarosa, 39 anni (id: 86482)
  buongiorno dott. sono agitatissima, sono a casa per una brochite e mi sto curando con macladin 500mg 2 al di’ (non prendo fermenti lattici).l’intestino e’ regolare, le feci belle/normali, non sono gonfia, da ieri sera mi sono accorta che premendo con un dito dentro l’ombelico mi faceva male. a livello esterno/cutaneo l’ombelico e’ bello non c’e’ nulla, il dolore e’ interno, e mi sembra che sotto ci sia una piccola pallina (magari l’ho sempre avuta dovuta al taglio del cordone ombelicale alla nascita, ma non facendomi male non me ne sono mai accorta) che mi fa male. se sto ferma non sento nulla se invece faccio certi movienti sento un dolorino....ho anche la sensazione di un po’ di irritazion... continua >>
e del colon (pancia in generale) ma molto leggera. da ieri sera il dolore mi sembra gia’ diminuito ma io premo in continuazione dentro l’ombleico e sicuramente cio’ non va bene...ho tanta paura!!! grazie!
Gentile Sig.ra Mariarosa, è necessaria una visita medica. Questa può essere fatta dal suo Medico Curante, che le può richiedere gli accertamenti appropriati. Se vuole può contattarmi successivamente. Distinti saluti, Prof. Mauro Bortolotti
Prof. Mauro Bortolotti

Colite
15 Ott 08 - stella, 47 anni (id: 86477)
  egregio professore sono stella id 79750 83088 ho dimenticato che nella 1 colon cerano gli eosinofili vorrei sapere se puo non essere vista a volte in questo caso pcr e ves sono normali?ho solo globuli bianchi altinon specifici bt lattosio lattulosio positivi visita procto sospetta sid defec ostruita vedo sempre mucoacqua nel wc rossa ripeto che dopo essere andata in bagno mi gonfio dove sento dolore mi battono le vene sudo freddo e nausea la zona peggio e sotto lo stomaco credo mi fanno male anche i muscoli non capisco piu nientemangio sempre meno continuo a non tollerare nessun farmaco persino i fermenti mi danno fastidio il neurologo mi dice di andare dal gastroenterologo grazie
POtrebbe trattarsi di un’enterocolite esosinofila, in relazione a qualche allegia, faccia anche le IGE. La sospensione del lattosio può avere creato la stipsi in colon irritabile spastico, forse se ne prende un pò con qualche cibo, eviterbe strane diagnosi come quella da defecazione ostruita. Infine qualche goccia di levosulpiride potrebbe giovarle.
La stitichezza.DOC
Prof. Pier Roberto Dal Monte

Terapia MRGE
15 Ott 08 - IVANO, 45 anni (id: 86476)
  Grazie per la risposta,mi è stata prescritto di prendere ad ogni cambio di stagione alla sera 20 mg di omeprazolo,per 1 mese circa.
Egr. Sig. Ivano, la terapia saltuaria con omeprazolo non risolve il problema del reflusso (vedi area tematica relativa per maggiori informazioni), tanto più che non va assunto alla sera. Distinti saluti, Prof. Mauro Bortolotti.
Prof. Mauro Bortolotti

RCU
15 Ott 08 - orazio, 36 anni (id: 86475)
  salve prof: volevo ringaziarla sempre x i suoi consigli, molto utili x noi affetti da rcu, mi sono informato x inflimx , ma a parte tutti i tagli alla sanità, mi dicono che x ora posso attentere x una forma lieve non è il caso, e mi hanno parlato che alla prossima ricaduta possiamo usare antibiotici intestinali x vedere come và, da premettere che io come ora usu tutto a livello topico. dott, volevo sapere quali sono gli antibiotici x una rcu localizata retto singma? è se funzionano? grazie un saluto.
NOn esistono antibiotici specifici per la cura radicale della RCU, può comunque provare il metronidazolo.
Prof. Pier Roberto Dal Monte

Lieve gastrite
14 Ott 08 - martino, 55 anni (id: 86466)
  gentile dottore, riporto il referto di una esofagogastroduodenoscopia eseguita da pochi giorni:nell’esofago medio si asporta piccola lesione papillomatosa 4-5 mm di diametro B2; cardias in sede poco beante, non altre lesioni esofagee. Stomaco normoespansibile, lago mucoso limpido, non lesioni fundiche, in sede sottocardiale pliche poco edomatose erose, Biopsie 1. Lieve iperemia gastrica diffusa. piloro pervio, duodeno regolare. Conclusione. gastrite erosiva sottocardiale, papilloma esofageo. Diagnosi Istologica: reperto A gastrite cronica attiva lieve, attività infiammazione lieve, metaplasia intestinale assente,helicobacter ( - ). reperto B reperto istologico compatibile con papilloma squam... continua >>
oso. SNOMED T-57300 M-42000 SNOMED T -56000 M-80520 Sono molto preoccupato gradirei sapere di cosa sitratta esattamente.Ringrazio per la risposta
Sostanzialmente non mi sembra che via sia nulla di veramente importante o serio. Dipende da che disturbi ha.
Prof. Pier Roberto Dal Monte

Stipsi e gonfiore
14 Ott 08 - Micaela, 33 anni (id: 86464)
  Buongiorno Mia moglie da c.a. 4/5 mesi subito dopo aver terminato la cura per Attacchi di panico con Elopram ed essere aumentata di peso c.a.3/4 kg ha oggi uningrossamento della pancia (tipo gravidanza al 3 mese), gonfiore sopratutto dopo i pasti, peggioramento dei tempi di "defecazone" 1 volta settimana, acompagnati da mal di testa (dopo mangiato) e spossatezza. Il dotto Generico esclude intolleranze alimentari e ci ha consigliato un ecografia per escludere eventuale calcolo. Le chiedo cortesemente se potesse darmi un cosiglio sulla base degli elementi sopraesposti per poterci indirizzare in modo da accertare le cause e trovare una soluzione. Perche ad oggi la ns. difficolta e di non ave... continua >>
r riconosciuto questo problema e quindi difficolta nellaffidarsi ad uno specialista o nellefettuare esami specifici Grazie Andrea
Gentile Sig.ra Micaela, occorre prima di tutto stabilire quale è la causa la stipsi con opportuni esami (vedi area tematica relativa per maggiori informazioni). Distinti saluti, Prof. Mauro Bortolotti.
Prof. Mauro Bortolotti

Disturbi funzionali
14 Ott 08 - Micaela, 33 anni (id: 86461)
  Buongiorno, le scrivo per un problema di mia moglie, negli ultimi 4/5 mesi ha avuto un aumento della pancia (come se fosse incinta di 3mesi)e gonfiore subito dopo i pasti (abbiamo notato dopo il consumo pane e pasta) oltre al gonfiore ce anche un bruciore allo stomaco e avvolte crampi, tutto accompagnato spesso da mal di testa e spossatezza. Inoltre mia moglie non è sempre stata molto regolare nello scaricarsi, oggi la cosa peggiorata 1 volta alla settimana, e tanta aria ! Non abbiamo idea di quale possa essere la causa e quindi difficolta nellaffidarci ad un professionista. Il ns. dott Generico esclude lintolleranza alimentare xche si manifesta con diarrea domani faremo unecografia per ... continua >>
escludere eventuale calcolo. Ma credo ci possano essere altre cause ? 1°Abbiamo curato per c.a. 1 anno problemi di Attachi di panico con "ELOPRAM" potrebbe essere un effetto collaterale ! durante il consumo ha messo su qualche chilo e appena smesso è iniziata la levitazione e i disturbi? 2° E comunque ansiosa e magari lo stess e lansia si manifestano con questi sintomi? 3° uninfezione del colon ? 4°Gravidanza Isterica ??? 5° Ha inserito la spirale come contraccettivo e anche da quel lato si manifestano alcuni problemi, ma suppongo che non possano essere correlati o indotti, magri mi sbaglio ? Le sarei molto grato se potesse indirizzarmi sulla base degli elementi soprariportati in alcune direzioni per effettuare degli accertamenti mirati Grazie Andrea
Mi sembrano disturbi funzionali in gran parte dovuta alla stipsi, che cercherei di correggere con i consigli che le invio. Penso anche che forse deve riprendere l’antidepressivo che può migliorare la funzione del T.Digerente. Il meterorismo non dipende da allergia, come vede di seguito, ma dalla stipsi stessa , che vuol dire aumento dei gas nei visceri intraddominali come nel piccolo ma soprattutto nel grande intestino o colon, dà la sensazione di tensione addominale, emissione di gas o flatulenze ma anche arresto delle stesse. Può dipendere da fattori digestivi(iperproduzione di gas) o anche da ostacolato passaggio dei componenti intestinali con difficoltà alla loro eliminazione. Nel 1° caso i gas sono in genere sviluppati dall’ effetto dei germi intestinali sugli alimenti non perfettamente digeriti (ad esempio nell’intolleranza al lattosio o al glutine)o da crescita dei germi stessi(dismicrobismo), nel 2°caso l’origine può essere funzionale/spastica per rallentato passaggio, come nella stitichezza in cui si accumulano feci e gas nell’intestino che vengono eliminati a fatica.
La stitichezza.DOC
Prof. Pier Roberto Dal Monte

MRGE
14 Ott 08 - MaciGiuseppina, 47 anni (id: 86459)
  Gentilissimo Prof. Dal Monte mi hanno dignosticato la malattia da reflusso gastroesofageo, con una punta di ernia iatale. Secondo Lei il farmaco inibitore della pompa(lanzoprazolo da 40) devo assumerlo sempre o cicli? la ringrazio anticipatamente della sua risposta.
Anche a cicli al bisogno però, come vedrà nell’allegato.
Malattia_da_reflusso_gastro-esofageo.doc
Prof. Pier Roberto Dal Monte

Gastrite da H.P.
14 Ott 08 - ENRICA, 54 anni (id: 86457)
  HO FATO UNA BIOPSIA ALO STOMACO E CUESTI SONO I REZULTATI: STOMACO:REGIONE PREPILOTICA PARETE ANT. STOMACO:FONDO DIFFUSO DUE FRAMMENTI DI CM 0.3(A) DUE FRAGMENTO DI CM 0.2(B) GASTRITE CRONICA ATTIVALIEVE ANTRALE(HP+++) GASTRITE CRONICA LIEVE DEL FONDO(HP+) LI RINGRAZIO ANTICIPATAMENTE
Deve curarsi eradicando l’Helicobacter come vedrà dall’allegato, che la causa dei suoi problemi.
Infezione_da_Helicobacter_Pilori_(3).doc
Prof. Pier Roberto Dal Monte

Stipsi
14 Ott 08 - viviana, 29 anni (id: 86456)
  è un anno che soffro di gonfiore di stomaco,facendo una dieta sbagliata mi sono venute le morroidi non sono riuscita a mandarele via ho usato varie creme e pasticche ma ninte, di conseguenza sono dvenata stitica, quindi mangio molte verdure e frutta, ora il gonfiore di stomaco si è accentuato qualsiasi cosa mangi mi sento piena come se fossi un palloncino che debba scoppiare.lunica cosa che non mi fa gonfiare è la minestrina con dado. le emorroidi potrebbe essere la causa di tutto questo?! siagentile risponda il piu presto dandomi una soluzione
Per la stipsi si veda l’allegato che ha anche per conseguenza le emorroidi, verso le quali si è spesso predisposti.
La stitichezza.DOC
Le_emorroidi.doc
Prof. Pier Roberto Dal Monte

Tenesmo
14 Ott 08 - Monica, 21 anni (id: 86454)
  Dottore buonasera , le rispondo alla domanda con l’ID 86173 . La diagnosi di colon irritabile è confermata perché ho fatto tutti gli esami del sangue , anche quelli relativi alle allergie e sono sana come un pesce e facendo la colonscopia e la gastro è stato confermato il colon irritabile ma volevo sapere siccome qualche volta spingo per evacuare e ho questo tenesmo che qualche volta si ripresenta , potrebbe essere causa la sindrome da ostruita defecazione ? Molto spesso prima di defecare ho un pò di bruciore e quando sono dìfuori lo sitmolo ad evacuare lo controllo ma quanod sono in casa diventa più forte ma non sno assolutamente incontinente . Grazie buonasera
Gentile Sig.na Monica, per chiarire il problema dovrebbe fare una visita proctologica e, per vedere se vi è una defecazione ostruita, la defecografia ed eventualmente la manometria anorettale. Distinti saluti, Prof. Mauro Bortolotti.
Prof. Mauro Bortolotti

MRGE recidivante
14 Ott 08 - Sabrina, 31 anni (id: 86444)
  Egr. professore, Le scrivo in quanto da oltre un anno persiste tosse stizzosa (prevale in serata e quanto mi corico). Su suggerimento medico fatta visita dallotorinolaringoiatra che mi ha comunicato la presenza di 2 bruciature sulle corde vocali dovute a reflusso gastrico. Effettuato esame pneumologico e spirometria. Tutto ok. Eseguita gastroscopia con il seguente giudizio diagnostico: lembi di mucosa gastrica antrale e fundica edematosa e congesta con note di cronica flogosi superficiale inattiva. hp: neg. Inoltre sono stata ricoverata x coliche gastriche. Cure in essere: Pantorc 40mg, EN 2mg. Essendo che a distanza di oltre un anno il problema persiste chiedo cortesemente un Suo giudizio ... continua >>
in merito. Grazie, Sabrina
Gentile Sig.ra Sabrina, probabilmente la terapia della sua malattia da reflusso g.e.(vedi area tematica) è insufficente. Le allego una terapia ed una dieta adeguata da seguire per 40 giorni. Se i disturbi non scompaiono, occorre fare una pHmetria esofago-gastrica di 24 ore "sotto trattamento" per vedere se vi è scarso effetto del farmaco sull’acidità gastrica ed eventualmente una bilimetria esofagea di 24 ore per vedere se vi è reflusso biliare. Valutare anche se vi è H.P. che va eradicato. Se migliora occorre fare una terapia di mantenimento. Mi faccia sapere. Distinti saluti, Prof. Mauro Bortolotti.
TERAPIA_MRGE_CON_LARINGITE.doc
Dieta CUP 2000.doc
Prof. Mauro Bortolotti

MRGE
14 Ott 08 - Nicola, 29 anni (id: 86441)
  Gentilissimo Medico, soffro di un severo reflusso gastroesofageo (di natura prevaletemente acida) accertato clinicamente (Ph imp.24Ore, manometria, Rx, gastroscopia). Non è presente ernia e non ci sono erosioni in esofago. La sintomatologia è grave (secondaria ed extra esofagea) e la terapia farmacologica, seppur ad alte dosi (esomeprazolo), non ha dato i risultati sperati. Mi trovo costretto, vista anche la mia giovane età, ad affrontare un intervento chirugico che spero essere efficace e duraturo per tutta la vita. Quale è la tenuta media in anni della fundoplicatio secondo Nissen/R? La calibrazione viene effettuata attraverso strumenti specifici o “ad occhio”, si tratta in ogni caso d... continua >>
i una ipercalibrazione che previene un atteso lieve cedimento successivo allintervento? Ho letto che la fundoplicatio molto spesso blocca la risalita di aria e cibo dallo stomaco in esofago, corrisponde al vero? E previsto, o consigliabile, un esame della motilità gastrica prima dellintervento? Si tratta di un elemento valido per trarne utili previsioni circa la riuscita? Che percentuali di efficacia comparativa abbiamo oggi a 6mesi/1anno per le tre tecniche Nissen/Collarino Magnetico/Esophyx? Il collarino magnetico è una buona alternativa alla fundoplicatio? Rispetto ad una plastica su soggetto mai operato, lintervento di fundoplicatio su soggetto già sottoposto ad intervento con nuova procedura Esophyx prevede difficoltà aggiuntive significative? Grazie molte per la risposta.
Non si possono rispondere alle sue specifiche domamnde, ritengo anche da parte di un chirurgo che la pratica, le segnalo solo come viene eseguita: La fundusplicatio o intervento di Nissen è un intervento che viene eseguito ora generalmente attraverso la metodica laparoscopica e che consiste nel fare una specie di piegatura ad U dello stomaco al confine dell’esofago per far sì che si restringa il lume in quella sede o Cardias-fondo dello stomaco, cosicchè non vi è più reflusso acido attraverso lo sfintere esofageo inferiore e non è più possibile nel contempo che lo stomaco venga erniato nel torace seguendo l’esofago, qualora sia presente anche un’ernia gastrica. Non è un trattamento che sempre risolve il problema del reflusso e qualche volta si può avere rallentato passaggio di cibo in quella sede peraltro risolvibile. Naturalmente va fatto in soggetti resistenti alla terapia antiacida e dopo accurate indagini con pHmetria e manometria esofagea. Si vedano comunque anche alcune altre modalità terapeutica nell’ allegato che le invio.Le altre tecniche non sono molto eseguite e non hanno sempre successo.
Prof. Pier Roberto Dal Monte

Morbo celiaco
14 Ott 08 - Greta, 31 anni (id: 86435)
  Chiedo chiarimenti in merito a gastroscopia A) Mucosa duodenale (frammenti) con: struttura dei villi conservata; architettura delle cripte conservata, linfociti intraepiteliali cd3 immunoreattivi: +40/100 enterociti; stadio secondo marsh/mod. oberhuber: 1. Questa lesione è suggestiva del tipo cosiddetto infiltrativo (c.d. "enterite linfocitica") di malattia celiaca da confermare con indagini biumorali e dopo aver valutato la coesistenza di patologie associate B) Mucosa gastrica tipo antro e tipo corpo (frammenti) con gastrite cronica: flogosi:1 attività:1, atrofia:0, metaplasia intestinale: assente; positiva la ricerca di microorganismi del tipo helicobacter pylori (1). Ho entrambi i gen... continua >>
i della celiachia ed esami del sangue dubbi o al limite Ho eseguito esami a dieta aglutinata, la gastro dopo 4 settimane di dieta libera dopo due anni di dieta aglutinata. Appena mangio farina o simili sto male, non vorrei tornare a mangiarne, mi sento stanchissima quando ne assumo, con voglia di piangere, diarrea...Grazie infinite
Credo che debba continuare con la dieta poichè anche nelle forme non conclamate di celiachia vi sono i problemi che Lei mi segnala. Non vi sono per ora altre terapie. Naturalmente sarebbe bene fare anche il trattamento per eradicante l’Helicobacter.
Infezione_da_Helicobacter_Pilori_(3).doc
La malattia celiaca.doc
Prof. Pier Roberto Dal Monte


Da 10016 a 10031 di 28501