Sei in: Medico on-line > Gastroenterologia

Aderiamo allo standard HONcode per l'affidabilità dell'informazione medica Aderiamo allo standard HONcode per l'affidabilità dell'informazione medica.
Verifica qui.


Gastroenterologia
Referenti
  • Prof. Pier Roberto Dal Monte

  • Già Direttore Dipartimento medico-chirurgico delle Malattie dell’apparato digerente. Ospedale Bellaria-Maggiore. Bologna.

  • Prof. Mauro Bortolotti

  • Professore a Contratto della Specializzazione in Medicina Interna
    Facoltà di Medicina e Chirurgia dell’Università di Bologna
    Policlinico S. Orsola


ultimo aggiornamento 27/11/2014
 
Aree tematiche


Nella compilazione della tua domanda ti chiediamo gentilmente di attenerti il più possibile alle aree tematiche qui sopra riportate
ultimo aggiornamento 26/01/2007
Invia la tua domanda

Domande / Risposte
Effetti collaterali antibiotici
31 Ott 08 - Filippo, 21 anni (id: 87290)
  Gentile Professore, A fine agosto per una tonsillite ho assunto amoxicillina 875mg+acido clavulanico125mg(2 cps al dì) e nimesulide( 2 bustine al dì) per 7 gg.A fine cura insorto dolore alla bocca dello stomaco e in alto a sx per il quale il medico mi ha prescritto lansoprazolo 30mg x 14gg.Negli ultimi giorni della terapia collIPP insorto meteorismo, dolore in fossa iliaca sx e talvolta destra, disturbi intestinali.Il medico allora mi ha prescritto fermenti lattici e una serie di esami.Questo lesito: ricerca Helicobacter nelle feci negativa,ricerca parassiti negativa(numerosi lieviti)Coprocoltura:ricerca salmonella neg.,ricerca shigella neg.(P. aeruginosa numerose colonie),ricerca campyloba... continua >>
cter neg., ricerca sangue occulto nelle feci per 3 volte negativa. Al momento non sto prendendo nessun farmaco ma soprattutto dopo mangiato continuo ad avere dolore alla bocca dello stomaco.Il mio medico di base dice che probabilmente è una gastrite. Cosa mi consiglia di fare? La ringrazio Cordiali Saluti
Antiacidi ed antibiotici connessi a diarrea da Clostridium difficile e ad altri disturbi addominali per dismicrobismo intestinale Gli inibitori della pompa protonica (IPP) e gli agonisti dei recettori H2, come la ranitidina, sono associati ad un aumento del rischio di infezione da germi introdotti con i cibi o di crescita abnorme dei normali germi intestinali, particolarmente seria è però l’infezione da Clostridium difficile (C.D.). Recenti studi suggeriscono infatti un aumento dell’incidenza e della gravità della infezione intestinali poichè l’acidità gastrica, avendo un effetto antibatterico, costituisce uno dei principali meccanismi di difesa contro i germi patogeni normalmente ingeriti: la perdita della normale acidità dello stomaco è stata associata quindi alla colonizzazone o a contaminazione batterica del tratto gastrointestinale superiore che è generalmente sterile. Lo stesso si può avere con l’uso di antibiotici e cortisonici. La crescita abnorme di germi (detto anche colonizzazione batterica e/o dismicrobismo) ed in particolare del C.D.(che si rileva con il dosaggio dellla tossina botulinica nelle feci) sono caratterizzati da meteorismo, dolori addominali e spesso da irregolarità dell’alvo e talvolta da diarrea.naturalmente bisogna sospendere la terapia che si sta facendo. Il clostridium si elimina con la vancomicina od il metronidazolo.
Prof. Pier Roberto Dal Monte


Dispepsia e malassorbimento/carenza di fe
31 Ott 08 - Lorenza, 38 anni (id: 87283)
  Gent.professore,ho 38 anni,non ho mai avuto particolari problemi di salute fino all’anno scorso quando, a seguito di mononucleosi non diagnosticata e quindi non trattata idoneamente(assunzione antibiotici,antinfiammatori..)ho cominciato ad avere problemi di stomaco,bruciori(esofago e schiena), difficolta’ a digerire e assoluta intolleranza ai più comuni farmaci come la tachipirina. A gennaio 2008 ho iniziato terapia con omeprazen 40mg per 6 settimane, poi 20mg per 8 settimane,quindi sto continuando con una compressa da 10 mg al giorno.Ad Aprile ho effettuato gastroscopia che ha evidenziato incontinenza cardiale,gastrite diffusa e abbondanti reflussi biliari(per cui ho assunto 1cps ac.ursod... continua >>
esossicolico per 4mesi).Dagli esami del sangue é risultato neg.HP.Ora prendo 1cp omeprazen la mattina e gaviscom advance al bisogno,sto meglio per quanto riguarda il reflusso ma appena non mi attengo alla dieta (se mangio insalata, un po’di spinaci..) mi tornano subito i bruciori. Inoltre,attenendomi a tale dieta per il reflusso,mi é calato il ferro e le ultime analisi del sangue di aprile segnalavano una ferritina a 4 e perdo tantissimi capelli.Il medico mi ha consigliato di prendere Mineral Plus per 3 v.die +niferex a giorni alterni per un mese ma io ho paura per il mio stomaco(non vorrei regredire di nuovo).Le mie domande sono:-posso assumere niferex senza problemi? -per quanto tempo devo assumere ancora omeprazen e potrò ,al bisogno, assumere ancora FANS,antibiotici..? Grazie.
Potrebbe essere solo un dispepsia secondaria ai vari farmaci, ma non è detto che sotto vi sia anche un malassorbimento, per cui oltre ai consigli generali che le allego potrebbe valutare anche i test per la celiachia. Forse più utili degli antiacidi soprattutto l’omeprazolo potrebbe essere un gastrocinetico tipo domperidone.
Trattamento_della_dispepsia_(3)_.doc
Prof. Pier Roberto Dal Monte

Gastrite
30 Ott 08 - nadia, 30 anni (id: 87263)
  GENT.MO PROFESSORE SICCOME HO L’ELICOBACTER PYLORI OLTRE LA CURA CHE STO FACENDO CON GLI ANTI BIOTICI COSA POSSO MANGIARE ?’ GRAZIE
Si veda l’allegato per la dieta.
Trattamento_della_dispepsia_(3)_.doc
Prof. Pier Roberto Dal Monte

Gastrite
30 Ott 08 - Emilio, 41 anni (id: 87262)
  Salve professore il 17 Gennaio 2007 ho fatto una egds perche’ avvertivo dei bruciori di stomaco sia dopo i pasti che durante la notte con il seguente referto: facile introduzione dello strumento.Nulla all’esofago.Superato il cardias si rinviene una mucosa gastrica iperemica con pliche ipertrofiche ed edematose.Piloro in asse che si supera con facilita’.Nulla al duodeno esplorato fino alla seconda porzione.Diagnosi: gastrite ipertrofica.CP test=negativo.Dopo l’egds il medico di famiglia mi ha prescritto lansox 30 mg 1 cpr al mattino per un mese e i sintomi si sono alleviati.Nel mese di settembre i sintomi sono ricomparsi,ho preso lansox 30 mg per circa 30 gg, i sintomi si sono alleviati e sco... continua >>
mparsi.Ora da una settimana i sintomi sono di nuovo ricomparsi.Vorrei da lei un consiglio: devo ricominciare ad assumere lansox 30 mg; devo ripetere una egds per accertarmi se la diagnosi di gastrite sia peggiorata in qualcosa di piu’ grave. Grazie per la sua diponibilita’.
Penso che debba curare la gastrite, mangiando anche più regolarmente seguendo i consigli generali che le invio anche terapeutici con gli antiacidi che ha preso.
Prof. Pier Roberto Dal Monte

Sospetta cefalea muscolo-tensiva con dispepsia.
30 Ott 08 - FABRIZIO, 48 anni (id: 87261)
  Preg.mo dottore, è da qualche anno anche se in quest’utimo periodo va via via aumentando un disturbo digestivo. Soprattutto dopo cena vado a letto con un leggero mal di testa che si protrae a volte anche la mattina e per tutta la giornata. Dopo di che il giorno dopo passa. Anche a pranzo ingerendo alcuni cibi ( ancora non sono riuscito a capire quali ) accuso gonfiore intestinale, senso di pesantezza e come se fossi imbambolato. Questo stato prosegue per tutto il pomeriggio con un senso di imbarazzamento come se non avessi digerito bene. Per evitare tali stati ho completamente sospeso l’assunzione di alcol ( che comunque ho sempre preso in maniera moderata ) di cioccolata, di dolci in ... continua >>
genere e di latte. Però anche con tali precauzioni i disturbi a volte proseguono ( anche se la mattina ingerisco del thè e dei biscotti secchi ). Lo stato di cui sopra mi passa quando vado a pranzo e mangio un pasto completo di modeste quantità evitando per prcauzione cibi troppo elaborati. Mi sono sottoposto a delle visite e non sono stati riscontrati problemi interessanti, tranne una leggera sindrome da colon irritabile. Dottore che posso fare per cercare di risolvere definittivamente questi disturbi che fino a 6- 7 anni fa non avevo ? Grazie infinite Un caro saluto Fabrizio Varzi
E’ probabilew si tratti di una cefalea muscolo tensiva che può modificare anche la digestione per irritazione dei nervi del sistema neurovegetatvo. Come vedrà nell’allegato. Possono essere utili degli antiadolorifici, la levosulpiride 1 cp mattino e sera.
Cefalea muscolo-tensiva.doc
Prof. Pier Roberto Dal Monte

Dispepsia e dimagrimento
30 Ott 08 - valerio, 22 anni (id: 87259)
  buongiorno dottore,ho riscontrato ultimamente dei problemi nell’alimentazione.Io sono gia molto sottopeso per la mia età,questo dovuto ad un’ossatura esile ereditata dai miei parenti.Quindi io mangio abbastanza solitamente ma non metto su un grammo di peso..ho controllato tiroide e celiaca ed è tutto negativo!Ultimamente però il mio senso di appetito è diminuito e appena mangio mi sento subito pieno e fatico a digerire ,con eruttazioni frequenti,senso di peso e talvolta nausea.premetto che sono un tipo ansioso e che a volte l’ansia mi batte allo stomaco, ma al momento non ho nessun tipo d’ansia.il mio dottore dice che sono giovane e devo stare tranquillo ma io vorrei approfondire.
Provi a seguire i consigli che le allego non prendendo antiacidi ma una gastrocinetico che stimola anche un pò l’appetito tipo la levosulpiride.
Trattamento_della_dispepsia_(3)_.doc
Prof. Pier Roberto Dal Monte

Ernia gastrica jatale
30 Ott 08 - Michele, 49 anni (id: 87258)
  Salve, lernia iatale da scivolamento; da referto gastroenterologico:(Cardias risalito e beante che lascia erniare parte del fondo gastrico), può rientrare da sola? Ci sono delle manipolazioni utili per farla rientrare? Grazie. Saluti.
Può anche rientrare da sola ma non esistono delle manovre specifiche, segua comunque le regole che le invio.
Malattia_da_reflusso_gastro-esofageo.doc
Prof. Pier Roberto Dal Monte

Alcol e MRGE
30 Ott 08 - Michele, 49 anni (id: 87257)
  Salve, si parla di evitare lalcool in caso di MRGE ed esofagite. Cosa si intende? Liquori, vino, birra. Le quantità a pasto consentite quali sono? Il vino o la birra a pasto bisogna eliminarlo definitivamente? Grazie, saluti.
Tutti i tipi di alcol ma dipende dalla tolleranza personale dal tipo di alcoolici se presi in piccole dosi: comunque è meglio evitare.
Prof. Pier Roberto Dal Monte

Sospettta ernia gastrica jatale ed extrasistolia
30 Ott 08 - vittorio, 30 anni (id: 87255)
  Salve Prof. cerco di spiegarla il mio problema: circa 6 mesi fa ho eseguito eco-addome, ecoloscpia risultati negativi tutto nella norma,perche’mi capitava dopo 1 ora dai pasti una senzazione strana sentivo il battito del cuore piu’forte sarebbe due tre battiti forti e poi nella norma come un’accellerazione. il medico mi diede da prendere MOTILEX 0,5mg PANTORC 40mg per 40 giorni nel frattempo della cura andai a fare l’ecocardiogramma,ecg ,ecg prova da sforzo e il professore disse che c’era un lieve rigurgito mitrale penso che si scrive cosi mi scuso se non e’ giusto. DOPO UN MESE DI CURA NON HO AVVERTITO PIU’QUESTI FASTIDI DOPO I PASTI. MA ADESSO DA UNA SETTIMANA HO DINUOVO I STESSI SIN... continua >>
TOMI SEMPRE DOPO 1 ORA DOPO I PASTI PERO’DEVO DIRLE CHE DOPO FINITO DI MANGIARE MI METTO UN PO’A RIPOSARE E QUANDO HO QUEI FENOMENI MI ALZO DAL LETTO CAMMINO UN PO E MI VIENE DA RUTTARE E PIAN PIANO MI PASSA. LA MIA DOMANDA E’COSA POTREBBE ESSERE? MI CONSIGLIA DI RIANDARE DAL MEDICO?DI RINIZIARE LA CURA?CENTRA QUALCOSA LA DIGESTIONE CON IL CUORE? LA RINGRAZIO ANTICIPATAMENTE DISTINTI SALUTI
Potrebbe trattarsi di una ernia gastrica jatale o anche un rallentato svuotamento dello stomaco che si studia con una esofagogastroduodenoscopia od una rxgrafia tubo digerente superiore. i disturbi del ritmo cardiaco potrebbero essere extrasistoli che non sono un sintomo correlato al reflusso, Infatti generalmente l’extrasistolia ha altre origini e non dipende dal tubo digerente, anche se il meteorismo gastrico e la digestione buona o cattiva che sia di per sè può essere una spina irritativa modificando anche la circolazione (richiesta di più sangue agli a organi addominali) che stimola i centri o i regolatori del ritmo cardiaco (già sovraeccitati per motivi loro). Provi comunque a seguire i consigli che le allego .
Malattia_da_reflusso_gastro-esofageo.doc
Prof. Pier Roberto Dal Monte

Terapia MRGE
30 Ott 08 - Michele, 49 anni (id: 87251)
  Salve, premetto che soffro di RGE da diversi anni; da circa 4 anni sono in cura continuativa con IPP, poi nexium da 20mg, ora da 6/7 mesi nexium da 40mg e gaviscon gel, pongo alla Vs. cortese attenzione i risultati di unultima gastroscopia effettuata in data 28.10.2008: Esofago di calibro regolare, a livello della giunzione Eso-cardiale, si evidenzia una mucosa iperemica e congesta. Cardias risalito e beante che lascia erniare parte del fondo gastrico. Stomaco plastico, peristalsi valida. rilievo plicale regolare. Mucosa integra a fondo, corpo e antro. Piloro regolare a livello. A livello del bulbo si evidenziano alcune chiazze iperemiche e congeste. La seconda porzione duodenale regolare.... continua >>
Il risultato dellH.P. è negativo. Vorrei un Vs. parere ed eventualmente la relativa terapia medica e/o alimentare. “E’ GRAVE?” Posso continuare a svolgere attività fisica? (corsa) Grazie, saluti. MICHELE
Egr. Sig. Michele, probabilmente la terapia della sua malattia da reflusso g.e.(vedi area tematica) è insufficente. Le allego una terapia ed una dieta adeguata da seguire per 40 giorni. Se i disturbi non scompaiono, occorre fare una pHmetria esofago-gastrica di 24 ore "sotto trattamento" per vedere se vi è scarso effetto del farmaco sull’acidità gastrica ed eventualmente una bilimetria esofagea di 24 ore per vedere se vi è reflusso biliare. Valutare anche se vi è H.P. che va eradicato. Distinti saluti, Prof. Mauro Bortolotti.
Dieta CUP 2000.doc
TERAPIA_di__MRGE.doc
Prof. Mauro Bortolotti

Disturbi addominali
29 Ott 08 - mary, 22 anni (id: 87247)
  salve! da un pò di tempo avverto dolori all’addome...a volte a destra, altre volte a sinistra e senso di bruciore al di sospra dell’ombelico. dopo pranzo quando vadoa letto a riposarmi un oretta, mi risveglio con un sapore amarognolo in bocca e acido. vorrei fare l’ecografia per controllo degli organi addominali. volevo sapere l’ecografia addominale "completa" cosa comprende? viene esaminata anche la zona pelvica interna? ossia viene svolto tutto a livello transaddominale o anche endovaginale?? grazie
Non credo che l’ecografia nel suo caso serva a molto, forse è un pò di gastrite, veda di fare un pò di dieta.Durante il corso della vita si possono avere vari problemi addominali dalla cattiva digestione al dolore più o meno diffuso, sino alla diarrea. In genere questi problemi, specie se si è giovani,sono passeggeri e non cronicizzano:non tutto funziona sempre perfettamente o come idealmente si vorrebbe. Prima di pensare a situazioni catastrofiche o l’inizio di una malattia cronica, è opportuno valutare se si è abbondato sull’alimentazione o su una bevuta di troppo o si è mangiato qualche alimento potenzialmente non tollerato o non ben conservato (gastroenterite batterica)o anche si è incorsi in un’infezione virale. Si aspetti e si veda... ritornando anche alle normali (sane)abitudini.Ciò permette di guarire ed i disturbi passare da soli: se questi tuttavia continuano più di qualche mese,malgrado i vostri buoni propositi, chiedete un parere medico, anche sul nostro sito.
Prof. Pier Roberto Dal Monte

Esofagite cronica
29 Ott 08 - matteo, 31 anni (id: 87245)
  Egregio professore mi sono sottoposto a gastroscopia pochi giorni fa e il risultato è il seguente: A livello dellesofago medio a circa 30 cm dallarcata dentaria è presente isola di mucosa gastrica di circa 1,5-2cm su cui si eseguono biopsie(2); altra isola di 1cm a livello dellesofago distale a circa 36cm dallarcata: biopsie(1). Lesito per entrambi le biopsie è stato: mucosa esofagea con iperplasia delle cellule basali, allungamento delle papille dellepitelio compatibile con reflusso gastroesofageo (controllo tra 3 anni).Volevo sapere se si tratta di esofago di barret? Il medico di base ha prescritto limpidex 15mg al giorno per tutta la vita e gaviscon 10ml 4 volte al dì. Si trova daccordo c... continua >>
on la cura?
Non si tratta di Barrett, poichè non vi è metaplasia gastrica.
Prof. Pier Roberto Dal Monte

Sospetta infezione virale
29 Ott 08 - titti, 23 anni (id: 87244)
  salve prof!le scrivo poichè 3 sett fa sono stata ricoverata xkè a seguito di una febbre molto alta 39,5 e influenza inestinale i valori delle transaminasi risultavano molto molto elevate...si sospettava una forma di epatite ma fortunatamente le analisi hanno dato esito negativo...ora sto molto meglio il problema è una febbretta continua 37,2 37,3 che non accenna a passare e mi rende più stanca...da cosa può dipendere??ke esami posso fare?grazie mille per l attenzine
Potrebbe avere avuto un’infezione virale non specificatamente da virus epatite ma comunque che può avere interessato il fegato come il citomegalovirus o il virus Epstein-Barr. Faccia anche questi controlli.
Prof. Pier Roberto Dal Monte

Ricaduta MRGE
29 Ott 08 - Domenica, 70 anni (id: 87243)
  Egregio professore,ho una figlia di 15 anni che ben 4 anni fa i medici le hanno riscontrato,attraverso phmetria e gastroscopia con biopsie,un reflusso gastroesofageo con ernia iatale ed esofagite.Le dettero una dieta con laggiunta di omepreazen,gaviscon e peridon;ma la situazione non cambiava ,poichè mia figlia si lamentava di continuo di acidità,pesantezza e mal di stomaco.Recentemente sono andata da un nuovo gastroenterologo dove le ha dato ,con leleminazione degli altri farmaci,pantorc.La situazione mi è sembrata migliorare ma appena mia figlia ha smesso la terapia è ricaduta nella stessa situazione di prima .Che posso fare?
Gentile Sig.ra Domenica, deve continuare con la terapia di mantenimento e la dieta che le allego. Distinti saluti, Prof. Mauro Bortolotti.
Dieta CUP 2000.doc
Prof. Mauro Bortolotti

Ipersalivazioe e vertigini
29 Ott 08 - Simone, 25 anni (id: 87242)
  salve dottore,io ho un problema,ho come un ipersalivazione continua,a volte aumenta,a volte scende un po,e in piu o dei giramenti di testa quasi sempre di pomeriggio nella fase finale del mio lavoro,ho fatto analisi del sangue e tutto ok,tiroide ok,lastra al torace tutto ok,non so cosa fare...grazie...
Egr. Sig. Simone, i suoi disturbi sono molto generici e presenti in molte malattie. E’ necessaria pertanto una visita dal suo Medico curante, in base alla quale le potrà prescrivere opportuni accertamenti e cure. Se vuole può contattarmi successivamente. Distinti saluti, Prof. Mauro Bortolotti.
Prof. Mauro Bortolotti


Da 10016 a 10031 di 28705