Logo ricerca con Google


Sei in: Medico on-line > Cardiologia

Aderiamo allo standard HONcode per l'affidabilità dell'informazione medica Aderiamo allo standard HONcode per l'affidabilità dell'informazione medica.
Verifica qui.


Cardiologia
Referenti

ultimo aggiornamento 6/02/2009
 
Aree tematiche

    Il Prof. Daniele Bracchetti risponde alle domande inerenti :
  • Aritmie Cardiache
  • Infarto Miocardico
  • Ipertensione Arteriosa
    Il Dott. Sergio Di Benedetto risponde alle domande inerenti :
  • Prevenzione cardiovascolare
  • Ipertensione arteriosa
  • Cardiopatia ischemica ed infarto miocardio
  • Valvulopatie (malattie delle valvole cardiache)
  • Scompenso cardiaco

Nella compilazione della tua domanda ti chiediamo gentilmente di attenerti il più possibile alle aree tematiche qui sopra riportate
ultimo aggiornamento 26/05/2008
Invia la tua domanda
- Prof. Daniele Bracchetti assente dal 23/7/2015 al 9/8/2015

Domande / Risposte
sforzo fisico
29 Giu 07 - lorenzo, 25 anni (id: 62062)
  mi scusi dopo un forte sforzo fisico (ho spinto un’auto) mi è capitato di sentire un senso di nausea aumento del battito cardiaco labbra cianotiche e giramento di testa.premetto ke non mi hanno mai riscontrato patologie di nessun tipo.cosa può essermi accaduto.la ringrazio dottore
l’intenso sforoz fisico compiuto può aver determinato un aumento della pressione intratoracica e di conseguenza un transitorio ostaolo al ritorno venoso al cuore con riduzione della portata cardiaca Saluti Dott. Di Benedetto
Dott. Sergio Di Benedetto


valvola aotica bicuspide e dilatazione della radice aortica
28 Giu 07 - Silvia, 28 anni (id: 62044)
  Salve Dottore ho urgente bisogno di avere una risposta riguardo alla salute di mio padre. Risultato TAC in 3d dopo 3 mesi e 1/2 dalla visita cardiologica(fatta nei primi di marzo):Dilatazione della radice aortica 5,5x4x5 cm e dell’aorta ascendente 4,5x4,5 cm. Valvola aortica bicuspide. Arco anteriore 3,6 cm. Arco posteriore 22,8 mm.Aorta discendente di calibro regolare.Regolare emergenza dei vasi epiaortici.Albero arterioso coronarico indenne da lesioni significative. Il cardiochirurgo, a Marzo quando lo ha visitato, ci disse che se la valvola aortica era bicuspide bisognava intervenire chirurgicamente e si raccomando’a mio padre di non fare sforzi sul lavoro (fa’il meccanico).Ad oggi 28/0... continua >>
6/2007 passati 10gg. dalla TAC non abbiamo ancora avuto una risposta dallo specialista nonostante le ripetute sollecitudini fatte in ospedale.Agiscono cosi’ perche’ la cosa non e’ urgente? Siamo abbattuti, non sappiamo cosa fare e a chi rivolgerci, ma soprattutto non sappiamo se la cosa e’ grave, se bisogna operare con urgenza o e’ solo un’intervento di routine. Che ne pensa? Su Internet ho visto che aneurismi dell’aorta di 5 cm sono molto pericolosi e bisogna operare in fretta con richi nell’intervento (vedi dilataz. radice aortica di mio padre di 5,5x4x5 cm).Al nostro ospedale, specializzato in cardiologia, non se la prendono e noi siamo preoccupatissimi! Nella mia regione c’e’ anche il centro CNR di Pisa, conosce un buon cardiochirurgo li’ a cui rivolgersi? o altrove purche’lo curino!
I dati descritti pongono indicazione ad un sollecito intervento di sostituzione della radice aortica e dell’aorta ascendente; conviene rivolgersi rapidamente al medico che ha consigliato l’esame.
Dott. Sergio Di Benedetto

lieve insufficienza aortica e mitralica
28 Giu 07 - anna, 68 anni (id: 62040)
  Buongiorno, questa settimana ho fatto un ecocardiogramma con colordoppler ed è risultato :diametri endocavitari, spessori parietali, indici di contrattilità globale e cinesi segmentaria nei limiti della norma. F.E. maggiore del 55%. normali le cavità destre. diffuse alterazioni degenerative della radice aortica e degli apparati valvolari consone all’età. Jet da rigurgito valvolare aortico di grado lieve. Jet da rigurgito valvolare mitralico di grado lieve. Nella norma le velocità del flusso transvalvolare anterogrado di aorta e mitrale. Funzione diastolica del ventricolo sinistro e pericardio indenne. Gentilissimo dottore Le vorrei fare le seguenti domande: 1) é una situazione che pe... continua >>
ggiorerà o resterà stazionaria? 2)dovrò operarmi? 3)posso condurre una vita normale o non devo fare sforzi? 4) cosa può averla provocata? La ringrazio anticipatamente. Anna
Vorrei tranquillizzala nel senso che le alterazioni descritte sono lievi e non vi è alcuna indicazione chirurugica. Alterazioni degenerative valvolari sono frequenti con l’avanzare dell’età. Deve condurre una vita normale.Utile un controllo ecocardiografico tra due anni Saluti Dott. Di Benedetto
Dott. Sergio Di Benedetto

toracolgia
28 Giu 07 - mariellalorenzi, 46 anni (id: 62037)
  toracolgia che significa e perchè si deve fare questo esame?
Toracolgia significa dolore al torace che può essere causato dal cuore dallo stress,dai reumatismo etc. Non è un esame, gli esami si fanno per accertarne la causa. Prof. Daniele Bracchetti Cardiologo Bologna
Prof. Daniele Bracchetti

ipercolesterolemia
28 Giu 07 - melitta, 54 anni (id: 62027)
  Nonostante dieta anti colesterolo e antigrassi, diminuzione di peso di 10 kg (ora peso 70 kg), movimento notevole giornaliero, i miei valori, controllati piu´ volte nel tempo,sono i seguenti: colesterolo tot. 269, hdl 76, trigliceridi 183, pressione min. 85-92 massima 130-140, assumo gia´ una compressa di acequin al giorno. Secondo Lei dovrei assumere anche farmaci anticolesterolo o no, visto che anche con i metodi naturali i valori sono sempre gli stessi ?
Se esistono altri fattori di rischio (fumo iperglicemia familiarità) od in presenza di danno d’organo (renale, cardiaco, cerebrale), è consigliabile ridurre ulteriormente farmacologicamente la colesterolemia. In caso contrario insisterei ulteriormente con il trattamento no farmacologico (dieta, attività fisica) Saluti Dott. Di Benedetto
Dott. Sergio Di Benedetto

extrasistoli
28 Giu 07 - Barbara, 30 anni (id: 62006)
  Gentile Dott.Bracchetti, Ho 30 anni e ho avuto l’anno scorso per la prima volta un episodio di extrasistole che credevo fosse stato isolato, invece adesso si è ripresentato e stà continuando da 2 giorni consecutivi(sopratutto la sera). Premetto che soffro di attacchi di panico e spesso ho delle tachicardie,quindi negli anni passati ho fatto tanti controlli al cuore risultati per fortuna sempre positivi. Questo problema però è fastidioso e mi fà impaurire sopratutto perchè associata alle mie "normali" tachicardie sembra che il mio cuore impazzisca e la mia ansia triplica. Ho notato comunque che ogni volta che mi capita sono in fase premestruale può influirci? Le mie mestruazioni sono mol... continua >>
to abbondanti e lunghe e quando stanno per arrivare il mio corpo si modifica con mille sintomi diversi. Grazie mille per la sua preziosa disponibilità. Barbara
Penso che ci sia una notevole componente ansiosa. Probabilmene un medico che possa visitarla la può tranquillizzare più di quanto io non possa per lettera. Per documentare le aritmie può esse utile un elettrocardiogramma 24 ore Holter. Prof. Daniele Bracchetti Cardiologo Bologna
Prof. Daniele Bracchetti

cefalea
28 Giu 07 - giancarlo, 27 anni (id: 62001)
  Salve sono un ragazzo di 28 anni,premetto,che in questi ultimi 2anni ho intrapteso due terapie con psicofarmaci quli "sereupin ,frontal,en",seguito da due psichiatri differenti con buone soluzioni. La causa di queste mie ansie e’stato soprattutto dovuto al mio cambiamento radicale della vita,in quanto soni andato a lavorare lontano da casa e ad intraprendere un lavoro che per me credo sia stato fatale,in quanto sono andato a lavorare presso un centro di TC e RM,con la conseguenza di un’ipocondria che si e’ manifestta con somatizzazioni varie del tipo,respiro corto tachicardia,sudorazione. Premesso che prima di intraprendere le cure ho fatto tutti gli esami possibili(prelivi di sangue,ecg e... continua >>
d ecg da sforzo,ecocardiografia,etg tiroide,addome)tutto negativo.Adesso finiti in parte questi problemi,ho da tre mesi circa cefalea diffusa che si presenta soprattutto al lavoro o in situazioni di eccessivo stress,tanto che riesco ad individuare il problema solo in determinate fasi della giornata. Avendo monitorato per circa 5 volte la pressione 85-90/130-140,puo’ essere un problema pressorio? Il cardiologo mi ha escluso l’inizio di una cura per l’ipertensione, credendomi un tipo molto ansioso e consigliandomi per il momento di prendere Gocce di En. Avendo finito tutte le cure, anche di tipo psicoterapeutico e training autogeno, ma non debellando definitivamente il problema, come posso fare per non avere questi disturbi? Vi prego di rispondermi grazie
Come cardiologo posso confermarle che i valori di pressione rilevati non richiedono un trattamento. Anche i suoi sintomi non sono in rapporto a problemi cardiovascolari. Prof. Daniele Bracchetti Cardiologo Bologna
Prof. Daniele Bracchetti

aumento dei battiti
27 Giu 07 - pietro, 25 anni (id: 61959)
  a volte mi capita di avire un’improvvido aumento del battito cardiaco con un aumento della forza di pompaggio del cuore cosa può essere?premetto che l’ultimo elettrocardiogramma l’ho fatto 2 anni fa e già avevo questi sintomi.la ringrazio
Penso sia un fatto di stress o di emozione. Il sintomo non indica malattia di cuore. Ne parli comunque anche con il suo medico. Prof. Daniele Bracchetti Cardiologo Bologna
Prof. Daniele Bracchetti

blocco di branca sinistra
27 Giu 07 - costantino, 67 anni (id: 61958)
  Gentile Prof. Bracchetti A causa di una caduta con fratture di costole in ospedale mi è stato fatto un elettrocardiogramma(Luglio 2006)dal quale risulta un BLOCCO DI BRANCA SINISTRA COMPLETO.Mi è stato consigliato di fare UN ECOCARDIOGRAMMA che ho fatto il 22/08/2006. Le conclusioni del cardiologo sono state : - lieve dilatazione atriale sinistra - insufficienza mitralica lieve In pratica mi dice che non riscontra alcuna patologia e nemmeno il blocco e mi consiglia un controllo dopo un anno . Premesso che non ho avuto mai alcun disturbo nè prima nè dopo il riscontro e che in tutti gli elettrocardiogramma precedenti (ultimo nel dicembre 2005 quando ho subito un piccolo intervento alla g... continua >>
amb sinistra) non è stato riscontrato alcun blocco desidererei cortesemente sapere a quali rischi vado incontro come prevenire eventuali rischi e la gravità della patologia. RingraziandoLa cordialmente Le invio distinti saluti
Sono d’accordo con il suo cardiologo di fare controlli annuali.Se il rilievo rimane stabile si può stare tranquilli. Prof. Daniele Bracchetti Cardiologo Bologna
Prof. Daniele Bracchetti

ecocardiogramma
27 Giu 07 - moreno, 28 anni (id: 61948)
  buon giorno la medicina dello sport in seguito ad una visita generica per l’abilità a sport non agonistico ha ritenuto la necessità di fare un eco. può dirmi, anche lei, qualcosa in merito per il presente...e per il futuro... grazie questo è il risultato: Altezza 185 cm S.C. 1,80 m2 Peso 63 Kg BMI 18,4 Kg/m2 Aorta 28 mm PP Td 9 mm apertura cuspidi 20 mm PPTs 13mm atrio sn 33 mm Vol Vsn Td 116 ml D Vdx Td 17 mm Vol Vsn Ts 38 ml D Vsn Td 51 mm EF 67% D Vsn Ts 31 mm Massa Vsn 164 gr SIV T 9 mm Massa Vsn Ind. 91 gr/m2 SIV Ts 12 mm Spess Relativo 0,35 VENTRICOLO SINISTRO Cinetica segmentaria e globale c... continua >>
onservata VENTRICOLO DESTRO Cinetica segmentaria e globale conservata Aumentata escursione del setto interatriale non rilevati flussi transettali AORTA Vmax(m/s):1,42 MITRALE Minimo prolasso del lembo anteriore V max E 0,67 m/s V max A 0,55 m/s E/A 1,2 POLMONARE Vmax (m/s):1,21 CONCLUSIONI Nei limiti della norma le diametrie. Conservate le cinetiche segmentarie e globali dei ventricoli sinistro e destro. Minimo prolasso del lembo anteriore mitralico.
L’ecocardogramma è nei limiti della norma; il rilievo di un minimo prolasso mitralico si riferisce ad una minima alterazione della valvola mitrale in genere priva di significato clinico Saluti Dott. Di Benedetto
Dott. Sergio Di Benedetto

aritmia sinusale
27 Giu 07 - marika, 31 anni (id: 61946)
  Salve,sono una ragazza di 31 anni.Da anni soffro di extrasistoli ma alcuni medici mi hanno rassicurato dicendomi che non sono imporanti.Quello che mi lascia perplessa è invece un aritmia sinusale che non ho sempre ma che sento di più quando i battiti sono più lenti(circa 60).Voglio premettere che sono una persona piuttosto ansiosa,non fumo(ho smesso)non bevo e sono incinta da 21 settimane.In ogni caso l’aritmia è nata prima della gravidanza(un paio d’anni).Visto che ho letto che è piu frequente dei bambini e negli sportivi’e io non faccio parte di nessuna delle due categorie,mi sono un po preoccupata.Sono pericolose? grazie
L’aritmia sinusale in genere non ha significato di malattie. Anche le extrasistoli, come nel suo caso, sono benigne ,anche se fastidiose. Prof. Daniele Bracchetti Cardiologo Bologna
Prof. Daniele Bracchetti

toracoalgia
27 Giu 07 - nino, 37 anni (id: 61942)
  lunedi 25 sono andato a correre dopo 20 min non riuscivo piu a deglutire avevo una gran sete e deolezza con gola secca tornato a casa mi e venuto male al braccio sx con male al centro schiena vado al pronto soccorso e dopo 2 esami del samgue a distanza di 6 ore l"uno dall " altro e 2 elettrocardiogrammi mi dicono che e tutto a posto. pero nella diagnosi mi hanno scritto " toracoalgia " perche e cosa significa.Grazie e buon proseguimento
Toracoalgia significa in generale "dolore al torace"; nel suo caso gli esami eseguito hanno verosimilmente permesso di escludere l’ischemia miocardica come causa della toracalgia Saluti Dott. Di Benedetto
Dott. Sergio Di Benedetto

extrasistoli
26 Giu 07 - Stefano, 34 anni (id: 61940)
  Gent.mo Professore, sono ormai più di otto mesi che soffro di frequenti extrasistoli che non mi lasciano in pace. Tanto che a gennaio, dopo una notte al cardiopalmo (con cuore che batteva all’impazzata e bagno di sudore) ed il giorno dopo una serie di extrasistoli più "pesante" del solito, ho deciso di recarmi al PS. Dopo ecg, esami del sangue e rx al torace (tutti gli esami nella norma), mi è stato detto di tornarmene a casa perchè non avevo niente (durante tutta la mia permanenza al PS, più di quattro ore, non ho avuto neanche una extrasistole...). Ora, oltre a questi sgradevoli salti del cuore (che mi accompagnano tutto il giorno tutti i giorni, con un ritmo che va anche dai 6-7 ai 10-15 ... continua >>
al minuto) ho dei frequenti formicolii al braccio ed in particolare alla mano sx; senza dimenticare i dolori retrosternali (più che dolori, fastidi, di lunga durata) e tutti quei dolori che mi fanno pensare che fra pochi minuti mi verrà un infarto. Preciso che sono un tipo abbastanza ansioso, ma questa situazione mi fa vivere molto al di sotto della mia normale "voglia di vivere". Mentre aspetto che il cardiologo torni dalle vacanze, aspetto una sua cortese risposta.
Penso ci sia una componente ansiosa anche se, la capisco, le extrasistoli, anche se benigne, fanno paura. Non aspetti il cardiologo, può essere utile anche il medico curante...Comunque programmi anche un elettrocardiogramma con prova da sforzo. Se non ha fattori di rischio (colesterolo,diabete,ipertensione) non vedo perchè debba temere un infarto alla sua età. Prof. Daniele Bracchetti Cardiologo Bologna
Prof. Daniele Bracchetti

holter
26 Giu 07 - Luciano, 23 anni (id: 61935)
  Gentile dottore, La ringrazio per avermi risposto ad una mia precedenza domanda, se non Le dispiace volevo chiederLe una piccola precisazione. Eseguire una corsa prolungata durante l’holter 24 ore, tanto da far arrivare il ritmo cardiaco tra 180 e 190 bpm (come nel mio caso) può rappresentare di per sé una prova da sforzo attendibile? Oppure non è valida? In ogni caso ho eseguito una prova da sforzo su un tappetino su cui correre con l’elettrocadiogramma che monitorava il mio cuore, questo però un paio di anni fa, e tutto era ok, secondo Lei possono bastare questi esami per garantirmi lo svolgimento di sport agonistico? Grazie mille e cordialissimi saluti
Per le extrasistoli va bene anche l’Holter con ritmo portato a 180/190. Prof. Daniele Bracchetti Cardiologo Bologna
Prof. Daniele Bracchetti

extrasistoli
26 Giu 07 - Luciano, 23 anni (id: 61909)
  Salve dottor Bracchetti...scrivo per dirLe che da circa un paio di anno soffro di extrasistoli, mi sento balzare il cuore in gola o un tonfo al petto e vado in panico, mi succedono a periodi, vi sono giorni in cui sono assenti ed altri in cui ne avverto anche una decina seppur isolate. Ho svolto in questi due anni tre ecg, due holter da 24 e 36 ore e un paio di ecocardiogrammi, il risultato è un cuore nei limiti della norma e assenza di cardiopatia, solo delle extrasistoli, in 36 ore ne ho avute 7 di cui una a livello ventricolare. Anche la tiroide è nei valori normali. Ammetto di essere ansioso, infatti, prendo gocce di lexotan. Le scrivo per chiederLe se posso davvero stare tranquillo e gi... continua >>
ocare a calcio come vorrei, oppure devo fare altri esami? Inoltre Le chiedo se le mie extrasistoli possono provocare cardiopatie nel tempo e sono pericolose? Grazie mille e cordiali saluti
Il quesito sulle extrasistoli è posto con una certa periodicità, a conferma che questo fenomeno è relativamente frequente e soprattutto fonte di preoccupazione. Allego quindi un elaborato standard su questo problema. Le Extrasistoli, o Battiti Ectopici, sono dovute ad un gruppo di cellule cardiache, di dimensioni microscopiche, che si eccitano autonomamente dando origine al battito anticipato e ad un successivo battito più “forte” responsabile del sintomo “palpitazione”. Possono avere origine nell’atrio (extrasistoli o battiti ectopici atriali) o nei ventricoli (extrasistoli o battiti ectopici ventricolari). Le extrasistoli possono essere rischiose solo quando sono molto frequenti e associate ad una malattia di cuore: in tal caso sono espressione della malattia in sé e possono avere una rilevante importanza clinica. Più frequentemente, sono benigne, potendosi riscontrare anche in un cuore “sano”. Esse possono essere accentuate dallo stress o dall’abuso di caffè, mentre non è mai stato dimostrato un chiaro rapporto con l’ernia hiatale o disturbi digestivi. La diagnosi di benignità delle extrasistoli si basa sull’esclusione di una malattia di cuore: a tal fine sono utili, oltre alla visita cardiologica, l’ecocardiogramma, l’elettrocardiogramma da sforzo, l’elettrocardiogramma Holter. In generale non è necessario assumere farmaci antiaritmici. Va chiarito che i soggetti affetti da extrasistolia ventricolare benigna non corrono rischi e possono condurre una vita normale “convivendo” con questa sgradevole sensazione e sopportando il fastidio senza timori. E’ QUELLO CHE LEI DEVE FARE. Quanto allo sport va bene, faccia però in elettrocardiogramma da sforzo. Daniele Bracchetti Cardiologo Bologna
Prof. Daniele Bracchetti


Da 8722 a 8737 di 12663