Sei in: Medico on-line > Cardiologia

Aderiamo allo standard HONcode per l'affidabilità dell'informazione medica Aderiamo allo standard HONcode per l'affidabilità dell'informazione medica.
Verifica qui.


Cardiologia
Referenti

ultimo aggiornamento 6/02/2009
 
Aree tematiche

    Il Prof. Daniele Bracchetti risponde alle domande inerenti :
  • Aritmie Cardiache
  • Infarto Miocardico
  • Ipertensione Arteriosa
    Il Dott. Sergio Di Benedetto risponde alle domande inerenti :
  • Prevenzione cardiovascolare
  • Ipertensione arteriosa
  • Cardiopatia ischemica ed infarto miocardio
  • Valvulopatie (malattie delle valvole cardiache)
  • Scompenso cardiaco

Nella compilazione della tua domanda ti chiediamo gentilmente di attenerti il più possibile alle aree tematiche qui sopra riportate
ultimo aggiornamento 26/05/2008
Invia la tua domanda

Domande / Risposte
pressione instabile
12 Apr 07 - AMEDEA, 52 anni (id: 57803)
  Dottore buongiorno. Mi può aiutare? 52 anni 60 kg. di peso. colesterolo totale 242 da circa 5 anni. menopausa in atto. Fumo, sonno disturbato e ho alcune "vampate" al giorno. Negli ultimi mesi, ho notato un appesantimento della testa, con un po’ di dolore alle meningi (non ho mai sofferto di mal di testa nè di cervicalgia). Gli esami del sangue(che io controllo ogni anno), evidenziano una continua e costante crescita delle piastrine fino ad arrivare ad oggi a 440.000. L’ematologa mi ha parlato di una possibile futura malattia, (conclamata al raggiungimento delle 600.000 piastrine) che mi ha spaventata molto e mi ha consigliato di assumere la cardio aspirina oltre naturalmente al tenere m... continua >>
onitorate le piastrine ogni 6 mesi. Dopo circa un mese ho notato il sopraggiungere di un piccolo ma fastidioso mal di stomaco e ho cambiato (dietro consiglio del medico di base) farmaco (ora prendo FLUPID due al di’).I mal di testa coincidono con pressioni un po’ alte 148/155max -87-95 min. e soprattutto pulsazioni a 110-115. mi può cortesemente aiutare o indirizzare a qualche specialista che mi aiuti a far luce sul mio nuovo stato di salute? Grazie di cuore Dea Sarti
Si rivolga a un cardilogo che possa valutare, in funzione dei vari fattori di rischio, se è necessaria un trattamento antiaggregante. Non è la regola che le piastrine aumentino fino a configurare una "futura malattia". I suoi sintomi non c’entrano con la piastrine e la pressione. Prof. Daniele Bracchetti Cardiologo Bologna
Prof. Daniele Bracchetti


problemi all’Holter
12 Apr 07 - cristoforo, 32 anni (id: 57802)
  voreei chiederle cosa e’una ribattitura nel cuore rilevata con holter. quando vado a letto per dormire non ci riesco perche’ mi si asciuga la gola sembra che mi debba inghiottire la lingua,e come se mi manxasse il respiro. piu’ di 6 mesi indietro ho avuto un attacco lipotemico dal quale ho iniziato un day hospital.tutti i valori sono perfetti (prove allergiche comprese) poi e’ stata trovata una ribattitura con l’holter a quasta si seguito una cardioradiografia dalla quale non si evinceva nulla. comunque sia capita pure che mentre bevo mi affanno.onestamente la cosa mi preoccupa anche perche’ sono papa’ed ho un po’ di paura.l’estate scorsa mi capitava di sentire il bisogno di essere ventilato... continua >>
nel viso anche se era a tratti.quando dormo sento sempre il cuore che palpita molto forte tanto da non farmi dormire per lunghi tratti.tutte i medici con cui ho parlato attribuiscono un po’ tutto allo stress. tengo sottolineare che non facci uso di nessun tipo di droghe leggere o pesanti.durante il periodo estivo bevo della birra ma non mi ubriaco mai.le visite acui mi sono sottoposto sono= allergiche,cardiache,esami del sangue,spirometrici,ed qualcuno che dimentico. spero che mi possiate dire qualcosa a tal proposito e se ci dovessero rssere degli aspetti che non ho espresso bene prego di farmelo presente in attesa di una vostra risposta porgo i piu’ distinti e coordiali saluto
Non mi sembra che lei abbia sintomi attribuibili al cuore ma piuttosto all’ansia. Il termine "ribattitura" non è medico , sia più preciso. Prof. Daniele Bracchetti Cardiologo Bologna
Prof. Daniele Bracchetti

extrasistoli
12 Apr 07 - cristina, 40 anni (id: 57776)
  Buongiorno Dr. Bracchetti, Le avevo già rivolto una domanda mesi fa relativa alle mie extrasistoli e mi aveva tranquillizzata in quanto gli accertamenti eseguiti - che Le avevo riferito - erano rassicuranti (tiroide ok, elettrocardiogramma normale, Holter ok qualche extra ventricolare (30) e sopraventricolare, ecocolordoppler tutto nella norma - nessuna indicazione di anomalia, due visite cardiologiche ok esami del sangue ok). Il dubbio che mi assale ora è relativo alla tipologia delle extra avvertite; intendo dire, le ho sempre avvertite come un battito "mancante" ed isolate. Ora, oltre a queste extra che avverto ancora (4/5 volte al giorno) ogni tanto, anche a riposo, avverto il cuore ch... continua >>
e improvvisamente inizia a battere velocemente per alcuni secondi e poi riprende un ritmo normale, sempre improvvisamente. Il tutto dura 2/4 secondi, ma la paura rimane per giorni!! Le domando se può trattarsi di un problema diverso dalle extrasistole, se devo fare ulteriori accertamenti (quelli eseguiti risalgono a 2/3 mesi fa. Se si tratta di extrasistoli "ripetute", è possibile che i sintomi avvertiti possano variare in questo modo? La ringrazio molto per la gentilezza e La saluto cordialmente. cristina
Non dovrebbe essere niente di nuovo, stia tranquilla. Eventualmente ripeta l’Holter. Prof. Daniele Bracchetti Cardiologo Bologna
Prof. Daniele Bracchetti

pervietà del forame ovale
11 Apr 07 - marco, 47 anni (id: 57762)
  a causa di piccoli infarti celebrali mi è stata riscontrata una pervietà del forame ovale. Ho iniziato una terapia anticoagulante (Coumadin) in attesa di procedere alla chiusura con Amplatzer. Vorrei sapere se posso continuare l’attività sportiva (bicicletta - ginnastica) che giornalmente sono abituato a svolgere, se devo ridurre gli sforzi o se devo proprio sospendere. Grazie. Marco Riboli
Mi limiterei alla attività fisica necessaria alla vita quotidiana Dott. Sergio Di Benedetto
Dott. Sergio Di Benedetto

terapia ipotensiva
11 Apr 07 - Marcella, 74 anni (id: 57733)
  Egr. Prof,ero in terapia con 1/2 cpr di prelectal forte(al mattino)+1/2 cpr di Norvasc da 10 mg(la sera), ma a seguito di una violenta tosse ho dovuto sospendere il prelectal forte.Controllando la pressione(prendo solo il norvasc la sera), ho rilevato valori medi di 150/77 con 55’.Secondo Lei può andar bene così o devo assumere un’altro farmaco?Quali problemi può dare l’assunzione a lungo di Norvasc e qauli parametri ematici devo controllare? Grata per la Sua cortese disponibilità Le invio i miei più cordiali saluti.
Il Norvasc non richiede in genere controllo specifici. Un rare effetto collaterale è dato dal gonfiore alle gambe. Se il norvasc non basta,in accordo con il suo medico, può assumere un diuretico o un un sartanico. Prof. Daniele Bracchetti Cardiologo Bologna
Prof. Daniele Bracchetti

sospendere il fumo
10 Apr 07 - angelo, 43 anni (id: 57719)
  soffro di probblemi respiratori ,sono un fumatore da circa 20 anni butto sempre muco dalla bocca, e non spezzo l’aria bene, pensa che posso fare sport, tipo un po di corsa per cercare di riprendere i mie polmoni sono un ex sportivo.
Prima di tutto le consiglierei di sospender il fumo e di curare la broncopneumopatia che verosimilmente è insorta in conseguenza del fumo Dott. Sergio Di Benedetto
Dott. Sergio Di Benedetto

dolore toracico
10 Apr 07 - Nicole, 23 anni (id: 57704)
  Buongiorno Dottore, volevo domandarle qualcosa inerente ai dolori alla parte superiore del cuore tra la scapola e le prime 4-5 costole; anche se non frequentemente. Tutto è iniziato da una guida con una mano ad una tornante e una fitta da quella parte; un dolore che ha proseguito per 5 giorni, ma non sono andata dal medico curante, visto che in quei ggiorni ho fatto un incidente e di recente ho finito con le terapie alla schiena. Ora sembra a posto, ma da allora, ma anche da prima, non posso più dormire al lato sinistro per delle fitte. Ora domando a lei cosa può essere. GRAZIE. Attendo una sua risposta.
I sintomi descritti non hanno le caratteristiche del dolore cardiaco Dott. Sergio Di Benedetto
Dott. Sergio Di Benedetto

ipertensione essenziale
10 Apr 07 - giovanna, 27 anni (id: 57698)
  Carissimo Dottore,da un paio di anni ho avuto episodi più o meno frequenti di pressione alta,nonostante la mia età. Ho fatto l’anno scorso controlli pressori delle 24H,controlli alla tiroide,ECG,ecografia renale ma tutto sembra normale. Premetto che sono una persona fin troppo ansiosa ed ho molta paura di questa ipertensione.Vorrei sapere quali possano essere le cause e come intervenire. La ringrazio anticipatamente per la vostra cortese attenzione.
In oltre il 90% dei casi l’ipertensione è "essenziale" ossia non ha una causa che pssa essere individuata e rimossa; ciò nonostante quando i valori pressori superano stabilmente i livelli di 140/90 mmHg vi è in genere indicazione al trattamento Dott. Sergio Di Benedetto
Dott. Sergio Di Benedetto

dolore alla spalla
10 Apr 07 - ROBERTO, 39 anni (id: 57697)
  Gent.mo Dottore, da circa un anno soffro di un dolore continuo alla spalla sx e avvolte mi manca il respiro, ho fatto ecocardio, ellettrocardio, raggi x, torace, analisi tutto negativo, volevo cortesemente sapere da Lei se c’è altro che debbo fare, La ringrazio x la sua cortese attenzione.
Il dolore descritto non sembrerebbe di origine cardiaca. Sentirei il parere di un ortopedico o di un fisiatra per vaslutare se non provenga dalle ossa o dall’articolazione della spalla. Dott. Di Benedetto
Dott. Sergio Di Benedetto

Extrasistoli
10 Apr 07 - ALBERTO, 29 anni (id: 57694)
  SALVE DOTTORE, HO GIA SCRITTO UNA VOLTA, E MI AVEVA CONSIGLIATO DI APPOGGIARMI AD UNA PERSONA CONSAPEVOLE, EBBENE 2 VOLTE ALL’ANNO MI VENGONO DELLE TACHICARDIE (PAROSISTICHE DA RIENTRO), DI NORMA DA SEDUTO (VISTO CHE FACCIO IL GRAFICO) SONO SPOSATO DA POCO BEVO 2 CAFFE E FUMO 2/4 SIGARETTE AL GIORNO. 2/3 VOLTE ALLA SETTIMANA NOTO DEI CAMBI DI RITMO PER QUALCHE ISTANTE SOPRETTUTTO QUANDO MI STENDO PER ANDARE A DORMIRE. HO FATTO LA VISITA DAL PRIMARIO DELLA MIA CITTA’...ESITO ECG DEVIAZIONE ASSIALE SINISTRA E BATTITO NEI LIMITI DELLA NORMA. IL PRIMARIO HA STABILITO CHE SONO UNA PERSONA ANSIOSA E CHE A VOLTE ASCOLTO IL MIO BATTITO CON IL TIMORE CHE MI VENGANO DELLE TACHICARDIE. PER QUANTO... continua >>
RIGUARDA I BREVI CAMBI DI RITMO MI HA DETTO CHE SONO EXTRASISTOLE E CHE POSSO STARE TRANQUILLO CHE IL MIO CUORE E’ SANO. MI HA CONSIGLIATO UN HOLTER PER EVENTI CHE DURA 15 GIORNI. CHIEDO UN PARERE ANCHE A LEI DOTTORE, LE EXTRASISTOLE SONO PERICOLORE? SI POSSONO COMBATTERE ELIMINANDO IL CAFFE E IL FUMO? COME FUNZIONA L’HOLTER PER EVENTI? ESISTE UNA POSIZIONE PER FERMARE LA TACHICARDIA QUANDO COMINCIA? GRAZIE DOTTORE E DISTINTI SALUTI
Il significato prognostico delle extrasistoli dipende dalla eventuale cardiopatia associata; in assenza di cardiopatia non sono pericolose. Le tachicardie sopraventricolari possono essere talvolta interrotte con la manovra di Valsalva (espirazione forzata a glottide chiusa. Per quanto riguarda l’"holter per eventi" chiederei chiarimenti a chi l’ha consigliato. Dott. Di Benedetto
Dott. Sergio Di Benedetto

ipertensione arteriosa
10 Apr 07 - laura, 44 anni (id: 57692)
  una settimana fa dopo 3 gg di cefalea incessante mi sono presentata in PS e mi hanno diagnosticato una pressione arteriosa elevata. Dopo tac negativa ed altri esami sono tornata a casa con pastiglia di Enalapril 20 mg una volta al gg e con successivo controllo al centro per l’ipertensione. Oggi ho ritirato l’ECG che mi hanno fatto e letto quanto segue "ECG ai limiti di norma"- Rate 65 (SR) RR 923 - onde Q inferiori ai limiti PR 160 QRSD 92 QT 436 QTCB 454 QTCF 448 P 50 QRS 35 T 44 Sono molto preoccupata in attesa della visita e gradirei pertanto un suo parere. Qundo mi hanno fatto questo ECG la pressione era195/110. La ringrazio per la risposta
Un ecg ai limiti della norma non mi pare particolrmente preoccupante. Le consiglieri di controllare ripetutamente la pressione arteriosa anche prima della visita al centro ipertensione per potere valutare se la terapia è adeguata. Dott. Sergio Di Benedetto
Dott. Sergio Di Benedetto

"ispessimento" del ventricolo sinistro
10 Apr 07 - Roberto, 39 anni (id: 57675)
  Gent.mo Dott. ultimamente mi sono fatto un ecocardiogramma e il referto era che avevo un lieve ispessimento del ventricolo sx dopo ho fatto un elettrocardio il responso quasi positivo ma il dotto. mi ha detto che nn devo prendere pesi, poi ho fatto le analisi, tutte negative, ma da circa un anno ho un dolorino che si interrompe solo a riposo sulla spalla e il braccio sx e avvolte sulle spalle, ho fatto di tutto mi passa per poco tempo e dopo ritorna, ho la pressione che è 130/85, Le sarei davvero grato se almeno Lei mi potrebbe dire che fare. Le premetto che non ho mai avuto problemi di cuore, non fumo, non sono diabetico, non bevo. GRAZIE
La causa più frequente di "ispessimento" ossia di ipertrofia del ventricolo sinistro è l’ipertensione arteriosa. Nel suo caso, se la pressione è normale non farei alcuna terapia se non un controllo ecocardiografico tra 12-18 mesi.Il dolore descritto non sembrerebbe di origine cardiaca. Dott. Di Benedetto
Dott. Sergio Di Benedetto

extrasistoli
9 Apr 07 - carmine, 32 anni (id: 57667)
  salve,da qulache anno soffro d’ansia in seguito ad una crisi venutami dopo aver fumato un pò di cannabis.Da allora è stato un continuo susseguirsi di disturbi sia fisici che psicologici.Ultimamente quando mi sento agitato,e questo mi capita per qualsiasi cosa,il mio cuore batte forte,e poi mi delle violente "botte" quasi da farmi bloccare!!premesso che fisicamente il cardiologo mi ha diagnosticato una nevrosi cardiaca ma mi ha rassicurato più volte dicendomi di essere sano!La mia domanda è:queste "botte"(extrasistole) mi possono portare a qualche malattia o sono solo un disagio momentaneo?e poi ha qualche consiglio da darmi?Grazie
In presenza di extrasistolia occorre prima di tutto escludere una cardiopatia: le extrasistoli a cuore sano non sono in genere pericolose e non richiedono una terapia specifica. In casi in cui il sintomo sia particolarmente fastidioso può essere utile l’impiego di beta-bloccanti Dott. Sergio Di Benedetto
Dott. Sergio Di Benedetto

vibrazioni
9 Apr 07 - michele, 18 anni (id: 57643)
  Slve, Mi chiamo michele e sono di torino.. ho da quasi un anno un fastidio che mi prende il torace.. MA non e per questo che cerco risposte.. ultimamente ho una vibrazione che mi prende il collo ed ogni tanto anche il braccio sinistro.. dopo un po passa sulla gamba.. la vibrazione è come una sensazione di rilassamento nervi, l’unico problema e che sul collo, lo sento proprio dove c’è l’arteria del cuore... ho fatto ecg sottosforzo , ecg normale ed in piu per la visita militare ho dovuto farmi fare il certificato di idoneita non agonistica.. ho fatto anche un esame al torace ma tutti i test dicono che il cuore e apposto.. compreso l’ombra che hanno visto sul torace.. cosa possono essere quest... continua >>
e vibrazioni che mi partono dal collo in questo modo ? poi ogni tanto avverto anche fastidio sulla spalla e un piccolo dolore dietro vicino alla colonna vertebrale.. adesso invece mi sono preoccupato molto, prima sembrava solo un nervo che ogni tanto mi tremava.. adesso invece poco prima di scrivere a voi , ho avvertito un senso come se appunto la vibrazione stavolta fosse arrivata davvero all’arteria del cuore.. è grave ? puo essere il cuore nonostante gli esami che ho fatto ? quali esami dovrei fare per capire se veramente non è il cuore ? posso avere qualcosa in fatto di nervi ? è un periodo MOOOOOOOOOOOOlto stressante per me questo.. ed in piu ho una stupidissima tosse nervosa compresa di senso al catarro che mi porta a fare versi strani.. scusatemi se faccio tutte queste domande...
Non credo che i sintomi descritti possano essere di origine cardiaca; è probabile che lo stress abbia un ruolo importante. Le consiglierei comunque di fare riferimento al medico curante per una valutazione clinica complessiva. Dott. Di Benedetto
Dott. Sergio Di Benedetto

effetto camice bianco
8 Apr 07 - pippo, 24 anni (id: 57636)
  egregio dottore, ho 24 anni, in ospedale, in farmacia e dal medico di famiglia mi si trovano valori pressori da 85/140 circa a 95/155 circa, a casa misurata da mio padre 80/125.devo dire che mi agito molto. volevo chiedere quali sono i valori medi di pa per la mia età, se questo "effetto camicie bianco" che appare nel mio caso, vista la mia età, comunque mi predispone a precoci o meno problemi in futuro, e infine quanto bisogna aspettarsi che la pa aumenti con l’età normalmente per la normale restrizione delle arterie, quindi se è probabile diventi iperteso in futuro tra quanto tempo. molte grazie
Si parla di "effetto camice bianco" quando la pressione arteriosa risulta più elevata in ambiente medico rispetto alle misurazioni fatte al proprio domicilio; si tratta di un fenomeno in genere considerato di modesta rilevanza prognostica tuttavia alcuni dati sembrano indicare che in tali casi, nel tempo, potrebbe esservi una incidenza di eventi lievemente superiore rispetto ai soggetti con valori di PA stabilmente normali. Nel suo caso, dopo avere verificato che l’apparecchio utilizzato a domicilio funzioni correttamente, consiglirei di adottare misure non farmacologiche per il controllo della pressione (dieta iposodica, abolizione del fumo, regolare attività fisica, normopeso)e di seguire nel tempo l’andamento della pressione arteriosa. Dott. Sergio di Benedetto
Dott. Sergio Di Benedetto


Da 8722 a 8737 di 12392