Sei in: Medico on-line > Cardiologia

Aderiamo allo standard HONcode per l'affidabilità dell'informazione medica Aderiamo allo standard HONcode per l'affidabilità dell'informazione medica.
Verifica qui.


Cardiologia
Referenti

ultimo aggiornamento 6/02/2009
 
Aree tematiche

    Il Prof. Daniele Bracchetti risponde alle domande inerenti :
  • Aritmie Cardiache
  • Infarto Miocardico
  • Ipertensione Arteriosa
    Il Dott. Sergio Di Benedetto risponde alle domande inerenti :
  • Prevenzione cardiovascolare
  • Ipertensione arteriosa
  • Cardiopatia ischemica ed infarto miocardio
  • Valvulopatie (malattie delle valvole cardiache)
  • Scompenso cardiaco

Nella compilazione della tua domanda ti chiediamo gentilmente di attenerti il più possibile alle aree tematiche qui sopra riportate
ultimo aggiornamento 26/05/2008
Invia la tua domanda

Domande / Risposte
effetto camice bianco
8 Apr 07 - pippo, 24 anni (id: 57636)
  egregio dottore, ho 24 anni, in ospedale, in farmacia e dal medico di famiglia mi si trovano valori pressori da 85/140 circa a 95/155 circa, a casa misurata da mio padre 80/125.devo dire che mi agito molto. volevo chiedere quali sono i valori medi di pa per la mia età, se questo "effetto camicie bianco" che appare nel mio caso, vista la mia età, comunque mi predispone a precoci o meno problemi in futuro, e infine quanto bisogna aspettarsi che la pa aumenti con l’età normalmente per la normale restrizione delle arterie, quindi se è probabile diventi iperteso in futuro tra quanto tempo. molte grazie
Si parla di "effetto camice bianco" quando la pressione arteriosa risulta più elevata in ambiente medico rispetto alle misurazioni fatte al proprio domicilio; si tratta di un fenomeno in genere considerato di modesta rilevanza prognostica tuttavia alcuni dati sembrano indicare che in tali casi, nel tempo, potrebbe esservi una incidenza di eventi lievemente superiore rispetto ai soggetti con valori di PA stabilmente normali. Nel suo caso, dopo avere verificato che l’apparecchio utilizzato a domicilio funzioni correttamente, consiglirei di adottare misure non farmacologiche per il controllo della pressione (dieta iposodica, abolizione del fumo, regolare attività fisica, normopeso)e di seguire nel tempo l’andamento della pressione arteriosa. Dott. Sergio di Benedetto
Dott. Sergio Di Benedetto


prolasso valvolare mitrlico
7 Apr 07 - Michela, 23 anni (id: 57624)
  Buongiorno mi chiamo Michela,son nata a Nuova Delhi e son stata adottata a 4 mesi.Assumo Ferro dal 2003 per ferritina 6 e Diane dal 1999 per follicoli ovarici.Dal 11/2006 ho scoperto di avere le urine alterate con proteinuria,ematuria(0.03) e urobilinogeno(0.2)Ho eseguito altre 2 volte l’esame è il risultato è stato il medesimo con rilevazione di flora polimicrobica Gram pos.++. Da 02/2007 ho iniziato a star male:debolezzafebbriciattola ogni giorno,sbalzi di pressione al mattino (anche 150/90) associati a nausea e tachicardia(90 puls.). Eseguendo esami sangue ho scoperto leucociti 10.23, neutrofili 6.86,tas 552,pcr 4.3.il medico di base ha sospettato infezione da streptococco e mi ha subito ... continua >>
previsionato 3 mesi di azitromicina .Un otorino delle Molinette mi ha visitato urgentemente e concorda con Rib. per 3 mesi con pause di 15 g tra una scatola e l’altra.Eseguendo tampone faringeo è risultato positivo a streptococco gr.C concentraz. ++. Ho eseguito poi ecocardiogramma con diagnosi di insuff. mitralica emodinamicam. irrilevante associata a movimento sistolico ridondante del lembo anteriorePreciso che nel 2001 era risultato un rigurgito tricuspidale ed un blocco di branca destra incompleto.Il medico di base dice che posso fare ogni sport tranne pesi e raccomanda profilassi antibiotica dal dentista. Vorrei avere un suo parere sulla mia situaz, sapere cosa rischio,e se lo streptococco può esser causa del prolasso mitralico. La ringrazio e le porgo cordiali saluti. Michela
Le alterazioni valvolari descritte sono modeste e non richiedono particolari cure se non la profilassi dell’endocardite infettiva che è stata consigliata. Utile controllo ecocardiografico tra 12-18 mesi.Lo strptococco non è causa del prolasso mitralico Dott. Di Benedetto
Dott. Sergio Di Benedetto

vasi epiaortici
7 Apr 07 - giusi, 40 anni (id: 57620)
  Egr.dott,accuso da tempo parestesie al braccio sx con cianosi della mano,saltuari mal di testa con alterati valori pressori,110-135,capopgiri e svenimenti notturni.Sono stata ricoverata diverse volte negli anni per la medesima sintomatologia senza ricevere purtroppo però diagnosi precisa,tranne una Angio-Rm ultima scorsa:tortuosità di decorso arteria vertebrale sx e della giunzione vertebro-basilare.Apprezzabile alterazione a carico della porzione intracranica arterie carotidi interne.Non mi è stata prescritta al momento nessuna cura ma solo suggerito rivolgermi per un consulto ad un cardiologo,pertanto Le sarei grata qualora potesse fornirmi un suo parere od indirizzarmi per un percorso mir... continua >>
ato ed appropriato.RingraziandoLa,Cordiali Saluti
Consiglierei di sentire il pare dell’angiologo e del chirurgo vascolare Dr Di Benedetto
Dott. Sergio Di Benedetto

severa ipertensione
7 Apr 07 - Claudio, 78 anni (id: 57617)
  Gentilissimo Dottore, le scrivo in proposito all’ipertensione arteriosa. Vorrei chiederle quali esami approfonditi devo fare poichè, misurandomi la pressione, i valori sono 240/95. Sono molto preoccupato perchè non ho visto da parte del mio medico, alcun interesse nell’aiutarmi, per questo mi rivolgo a lei. Nell’attesa di una sua risposta le porgo distinti saluti Claudio
I valori riportati, se confermati, indicano una ipertensione sistolica di grado severo. E’ necessario eseguire esami per valutare il danno d’organo, ricercare cause di ipertensione secondaria ed iniziare al più presto una terapia farmacologica Dr Di Benedetto
Dott. Sergio Di Benedetto

extrasistoli
6 Apr 07 - cosimo, 46 anni (id: 57594)
  gentili dott.ri da quasi dieci anni soffro di aritmia da exstrasistole, ogni anno faccio controlli ultimi fatti nel 2006 holter ecg e ecodoppler tutto nella norma tranne l’holter che evidenziano sporadiche exstra sopraventricolari con 1 blocco seno atriale. Faccio sport amatoriale p.a. oscilla tra 120/130- 70/85 sono tipo ansioso non fumo, nessuna terapia soffro di ernia jatale e reflusso. Il mio medico dice che devo conviverci e che il mio cuore è sano,e che possono dipendere dal refusso non prendo terapie, ma a giorni le exstra le avverto x tutta la giornata. Posso stare tranquillo? fare sport? sono pericolose? grazie
In genere le extrasistoli non sono pericolose in assenza di cardiopatia ed è possibile fare sport Dr Di Benedetto
Dott. Sergio Di Benedetto

esiti di embolia polmonare
6 Apr 07 - giuseppe, 60 anni (id: 57593)
  ho subito una embolia polmonare in seguito ad una trombosi venosa profonda dopo un viaggio aereo. Sono stato trattato con la trombolisi e la terapia con Coumadin per sei mesi. Porto la calza elastica. L’ecodoppler mostra un trombo organizzato nella poplitea. IO sto benissimo. La domanda è: posso riprendere la pratica del tennis a livello non agonistico ma giocando anche le partite quindi correndo se necessario? e posso riprendere la pratica del tennis agonistico?
Sentirei il parere dell’angiologo Dott. Sergio di Benedetto
Dott. Sergio Di Benedetto

tosse
5 Apr 07 - marcello, 67 anni (id: 57543)
  non ho mai fumato, da circa 3 mesi, ho una fastidiosa tosse a volte catarrosa e a volte secca, e conseguenti affanni. ho fatto una lastra il 4 /04/2007 dice: accentuazione del disegno polmonare. emidiaframma sinistro sollevato con profilo netto e meteorismo sottostante. non alterazioni pleuro-parenchimali con carattere di attività. aorta ectasica ed addensata. ho pressione alta 150/100 che curo con nebivololo, aspirina 100, doxazosina. colesterolo che curo con atorvastatina 10. potreste darmi una risposta? grazie
Lipertensione e l’ipercolesterolemia non sono la cusa più probabile dei sintomi descritti. I valori di PA riportati, se ripetutamente confermati, potrebbero indicare un controllo non adeguato della pressione arteriosa e quindi la necessità di rivedere lo schema terapeutico. Dott. Sergio Di Benedetto
Dott. Sergio Di Benedetto

problema cardiaco
5 Apr 07 - Elena, 21 anni (id: 57539)
  buongiorno professore! da un paio di settimane soffro di indolenzimento ad entrambe le braccia, sento freddo e talvolta capogiri...soffro di ipotensione (90- 65)! Possono essere sintomi di un problema cardiaco? sono molto preoccupata! la ringrazio anticipatamente.
I dati sono troppo scarsi per formulare una ipotesi diagnostica; comunque una cardiopatia non mi sembra l’ipotesi più probabile Dott. Sergio Di Benedetto
Dott. Sergio Di Benedetto

terapia antiipertensiva
5 Apr 07 - Claudio, 49 anni (id: 57537)
  Gentilissimo dottore sono un donatore avis e effettuando la 1°visita di ammissione mi hanno riscontrato che la mia pressione arteriosa è un pò sballata 100/170. Allora ho deciso di effettuare una visita da un cardiologo che mi ha eseguito un elettrocardiogramma e una eco ma non riscontrandomi nulla in particolare a parte il cuore un pò ingrossato,ma giustficato dal fatto che fino a 40 anni ho praticato molto sport ciclistico amatoriale (circa 9000 km all’anno). Mi ha consigliato di ridurre il peso corporeo e porgere attenzione a una dieta povera di sale e grassi, premetto che io da tempo sono attento a tutto ciò, in oltre mi ha prescritto SEQUACOR 2,5 una pillola al dì. Dopo un mese di fa... continua >>
rmaco ho la pressione 90/160 Secondo il suo parere tutto ciò è regolare? La ringrazio per la sua attenzione a me rivolta, buon lavoro.
E’ probabilmente indicato potenziare la terapia antiipertensiva fino a raggiungere valori di PA a di sotto di 140/90 mmHg Saluti Dott. di Benedetto
Dott. Sergio Di Benedetto

ecg da sforzo
5 Apr 07 - Marco, 38 anni (id: 57530)
  Gent.mo dott. Di Benedetto, in merito ala sua risposta all’id: 57427 volevo chiederle se, preventivamente alla visita cardiologica da ripetere, sarebbe opportuno eseguire un ecg sotto sforzo per evidenziare eventuali sofferenze coronariche o eventuali episodi ischemici. Il tutto non solo ai fini prettamente diagnostici ma anche per evitarmi continue visite cardiologiche che oltre ad avere un costo sono anche stressanti (l’ansia non mi manca di certo...). Inoltre se devo integrare la prescrizione del mio medico di famiglia con altri esami da effettuare nuovamente presso il nuovo cardiologo (ecodoppler, holter ecc. ecc.). Grazie ancora della preziosa consulenza
Consiglierei di eseguire solo gli esami consigliati dal cardiologo di sua fiducia Dott. Sergio Di Benedetto
Dott. Sergio Di Benedetto

prolasso mitralico e della tricuspide.
4 Apr 07 - nora, 61 anni (id: 57524)
  Prolasso valvole Ho 61 anni, so di avere dal ’97 un prolasso alle valvole cardiache. Giorni fa ho fatto una visita cardiologica di controllo con un elettrocardiogramma "nella norma" ed un ecocardiogramma il cui referto è stato: Mitrale:lembi di aspetto mixomatoso;arching dei lembi mitralici. Aorta: lembi ispessiti. Atrio sinistro Di normali dimensioni. Ventricolo sinistro cavità di normali dimensioni,Normocontrattile. Cuore destro: Ventricolo destro di normali dimensioni; Atrio destro di normali dimensioni. Pericardio: Non segni di versamento pericardico. Doppler: inversione del raporto E/A nei limiti dell’età;Rigurgito mitralico lieve; Rigurgito tricuspidale lieve-medio. MI... continua >>
SURE MONO- BIDIMENSIONALI DIAMETRO TELEDIASTOLICO DEL VENTRICOLO SINISTRO mm 40 DIAMETRO ANTERO-POSTERIORE DELL’ATRIO SINISTRO MM30 DIAMETRO DELLA RADICE AORTICA MM32 MISURE VELOCIMETRICHE pressione Sistolica in ventricolo destro (MMHG) 30 F.E.: >60% CONCLUSIONI lembi mitralici e tricuspidei mixomatosi con arching dei lembi mitralici e lieve prolasso del lembo laterale della tricuspide che origina un Jet da rigurgito di grado lieve-medio. setto interventricolare al limiti alti della norma (11.5 mm). sezione destre ai limiti alti Valori della Pressione max variabile tra 130-140 min tra 70/80. Cosa pensate in merito? vorrei sapere se la situazione è seria,oppure accettabile in base all’età? e’ necessario prendere farmaci per la pressione o per le valvole? La ringrazio.
Consiglierei la profilassi dell’endocardite infettiva ed un controllo ecocardiografico dopo un anno. Dott. Di Benedetto
Dott. Sergio Di Benedetto

onde q in sede inferiore
4 Apr 07 - sante, 70 anni (id: 57509)
  Egreg. Dott., soffro di extrasistolia per la quale prendo sotalolo(mezza pastiglia 2 volte al di’).Il medico Asl non mi ha sottoposto a Test di sforzo per questo motivo:"non disponibili precedenti-all’ECG basale presenza di onda q in inf.,pertanto prima del test da sforzo è necessario confronto con precedenti ed ecocardio." Le chiedo: cosa significa "presenza di onda q in inf.? Grazie infinite. Sante.
La presenza di onde q in sede inferiore potrebbero essere il segno di un pregresso inafrto miocardico. Dott. Di Benedetto
Dott. Sergio Di Benedetto

aneurisma del setto interatriale
4 Apr 07 - wilma, 53 anni (id: 57501)
  Ho effettuato in autunno un ecocardiogramma intraesofageo e mi è stata risontrato un aneurisma del setto con shunt e lievi insufficienze valvolari. Il medico mi ha suggerito la prevenzione con cardioaspirina e l’uso di antibiotico per qualsiasi intervento dentistico e non. Attualmente risontro una serie di sintomi: pressione al mattino 90/65,durante la giornata, vampate e sudorazioni con sensazione di perdita di equilibrio; di notte spesso mi sveglio per il cuore che si ferma, poi ricomincia a battere in fretta. Bevo molto, anche di notte per far passare i sintomi.Mi può dare qualche indicazione? Grazie
I consigli terapeutici riportati mi sembrano corretti. L’ipotensione non dovrebbe essere in relazione all’aneurisma del setto interatriale e, soprattutto se di recente insorgenza, va ulteriormente indagata. I sintomi notturni potrebbero essere in relazione ad aritmie che se frequenti possono essere diagnosticate con un ecg di Holter. Saluti
Dott. Sergio Di Benedetto

CPK
4 Apr 07 - roberto, 41 anni (id: 57490)
  Riferimento id: 57146 gentilissimo dottore, ho eseguito esame del sangue con questi risultati : colesterolo totale 252, LDL 166, HDL 49, trigliceridi 181, CPK 182 (valori normali 38/174). Premesso che ho assunto l’ultima volta lovastatina (mezza compressa 10 mg x 20 giorni nel periodo natalizio), devo mettere in relazione il valore alto del CPK con l’uso di statine ? Che cosa mi consiglia di fare ? Ringrazio in anticipo, cordiali saluti
I valori di colesterolemia riportati richiedono un trattamento farmacologico se non corretti adeguatamente con la dieta. In presenza di un aumento minimo di CPK non è necessario sospendere la statina ma sono consigliati ulteriori controlli. Saluti Dott. Di Benedetto
Dott. Sergio Di Benedetto

FE
4 Apr 07 - alberto, 55 anni (id: 57474)
  Buon giorno,ho eseguito una scintigrafia miocardica ,con esito negativo,leggo sul referto che segnalano il ventricolo sx ingrossato F.E.55%sotto sforzo e F.E.50%a riposo,mentre su altri esami appena precedenti, RISONANZA MAGNETICA CARDIACA e ECO la F.E. è 65% quale esame è più attendibile?e se in ogni caso è normale. Grazie della Sua cortese risposta
La funzione ventricolare sinistrra è normale; non sempre metodiche differenti conducono allo stesso risultato Dott. Sergio Di Benedetto
Dott. Sergio Di Benedetto


Da 8722 a 8737 di 12378