Sei in: Medico on-line > Cardiologia

Aderiamo allo standard HONcode per l'affidabilità dell'informazione medica Aderiamo allo standard HONcode per l'affidabilità dell'informazione medica.
Verifica qui.


Cardiologia
Referenti

ultimo aggiornamento 6/02/2009
 
Aree tematiche

    Il Prof. Daniele Bracchetti risponde alle domande inerenti :
  • Aritmie Cardiache
  • Infarto Miocardico
  • Ipertensione Arteriosa
    Il Dott. Sergio Di Benedetto risponde alle domande inerenti :
  • Prevenzione cardiovascolare
  • Ipertensione arteriosa
  • Cardiopatia ischemica ed infarto miocardio
  • Valvulopatie (malattie delle valvole cardiache)
  • Scompenso cardiaco

Nella compilazione della tua domanda ti chiediamo gentilmente di attenerti il più possibile alle aree tematiche qui sopra riportate
ultimo aggiornamento 26/05/2008
Invia la tua domanda

Domande / Risposte
bbx + eas
20 Mag 07 - vincenzo, 26 anni (id: 60124)
  salve dottore..le ho chiesto qualche tempo fa informazioni sul blocco di bbd piu’ eas ed e’ sato molto esauriente...volevo chiederle...con l’elettrocardiogramma si evidenziano entrambi?e poi...potrebbe essere motivo di esonero da un lavoro??le spiego..ho da poco cambiato lavoro..ora faccio impianti elettrici e telefonici sulla ferrovia..lavoro alquanto pesante...a giorni dovrei fare la visita medica...ho paura di essere cacciato per questo difettuccio che mi porto dietro..e’ possibile???la mia e’ una vera fissazione...anche se tempo fa ho lavorato in un’altra ditta del genere e non ho avuto problemi..secondo quel cardiologo che mi ha visitato potevo lavorare..infatti,nonostante il lavoro fos... continua >>
se molto pesante..non ho mai avuto malori o sintomi...cosa ne pensa??la ringrazio...vincenzo
Sia il blocco di branca destro che l’emiblocco anteriore sinistro si diagnosticano con l’eletrocardiogramma; tale riscontro non comporta automaticamente l’astensione dal lavoro: occorre valutare l’eventuale cardiopatia associata Dott. Di Benedetto
Dott. Sergio Di Benedetto


DIA
20 Mag 07 - andrea, 25 anni (id: 60117)
  in risposta alla domanda id:60111 Mi hanno sempre detto che non era necessario chiuderlo se non di dimensioni maggiori e che non avrebbe comportato problemi. Ma i problemi che ho dipendono da questo? per quanto riguarda lo sport meglio evitare?
Già risposto, si affidi ad una cardiologo competente. Mi tenga informato. Prof. Daniele Bracchetti Cardiologo Bologna
Prof. Daniele Bracchetti

cardiomiopatia peripartum
19 Mag 07 - beatrice, 26 anni (id: 60112)
  Buongiorno,sono una sig.ra di 26 anni che 5 mesi fà ha partorito una bambina.Dopo soli 24 giorni sono stata ricoverata al pronto soccorso del mio paese(Scandiano di Reggio Emilia)con diagnosi di cardiomiopatia ipocinetica dilatativa peripartum.Al momento del ricovero lamentavo dispnea da sforzi usuali anche a riposo con ortopnea obbligata notturna, edemi alle gambe nausea e vomito.Mi mostravo dispnoica con toni tachicardici e ritmo di galoppo che confermava uno scompenso cardiaco acuto; l’ECG mostrava diffuso sottolivellamento ST-T e un RX torace evidenziava versamenti pleurici bilaterali.Mi venne dignosticato quindi questo problema,cardiomiopatia ipocinetica dilatativa(DTD:58/DTS:48)con un... continua >>
E.F:28% severamente depressa e con IM moderata/severa.Allo stato attuale mi stanno curando con diuretici ev e BBloccanti+ACEI(a dosaggi bassi per riscontro di valori pressori bassi: PAS sui 90-100mgHg. esami ematochimici:Glicemia:83 mg; urea:25mg/dl; creatininemia:1.0mg/dl; uricemia:8.1mg/dl; Na+:139mmol/l; K+:3.3mml/l; colesterolo tot.:191mg/dl; trigliceridi:324mg/dl; colest. HDL:23mg/dl; colest. LDL:103mg/dl; FT3:3.3pg/ml(2-4.5); FT4:10.8pg/ml(8-18); TSH:1.87mic/ml(0.35-5.5)globuli rossi:5.01mil/cc; Hb:13.1gr/dl;Ht:38%; VCM:76fl;globuli bianchi:7.99 x1000/cc; piastrine:312 x1000/cc. Allo stato attuale assumo 1compressa di spironolactone 25mg,2 pastiglie di ramipril 2.5mg,2 pastiglie di furosemide 25mg e una pastiglia di bisoprololo 5mg.Vorrei ilSuo parere e sapere se si guarisce.quanto si vive e come
Si tratta di una forma severa di cardiomiopatia la cui storia naturale non è perfettamwente conosciuta anche per la rarità della malattia e che può evolvere verso una forma irreversibile di insufficienza cardiaca (anche se in questo caso è troppo presto per prevederne l’evoluzione). E’ necessario che si faccia seguire presso un centro con una particolare conpetenza nella gestione dello scompenso cardiaco e ne segua scrupolosamente le indicazioni Dott. Sergio Di Benedetto
Dott. Sergio Di Benedetto

DIA
19 Mag 07 - Andrea, 25 anni (id: 60111)
  Da circa 5 anni sono a conoscenza di avere un difetto ineratriale(DIA) di dimensioni di 5 mm, dall’ultima visita cardiologica(ottobre 2006) si evidenziavano sporadici BBDX e mi fu prescritto un ecocardiogramma, l’ultimo effettuato(pochi giorni fa) ha evidenziato, lieve ricurgito valvola tricuspidale e modesta pressione polmonare (36), inoltre tutte le parti destre sono ai limiti alti della norma, attualmente sono in attesa di un consulto con il cardiologo, volevo sapere pero se tale peggioramento puo essere dovuto al fatto che nell’ultimo anno ho frequentato(quasi a livelli agonistici) una palestra, inoltre per la pressione polmonare puo aver influito che il giorno in cui ho svolto l’ecocard... continua >>
iogramma ero influenzato con relative placche alla gola e che soffro di asma? mi consiglia di evitare sport?
Più che rispondere alle sue domande chiedo perchè non le hanno consigliato di chiudere il foro. L’intervento si può fare con tecniche moderne senza aprire il torace e da quanto lei mi riferisce penso sia indicato. Prof. Daniele Bracchetti Cardiologo Bologna
Prof. Daniele Bracchetti

dolore toracico
19 Mag 07 - Paola, 53 anni (id: 60110)
  Da circa un mese soffro di capogiri, testa pesante, equilibrio instabile e di un dolore diffuso al petto che spesso mi prende e mi stringe la gola; mi sento molto affaticata e mi sembra di non farcela più. I primi sintomi si sono evidenziati improvvisamente una notte con un forte capogiro alla ricomparsa dopo 6 mesi del ciclo mestruale (sono in premenopausa). Come orientarsi per la diagnosi? Grazie per la Sua cortese risposta.
Un dolore toracico di tipo costrittivo potrebbe essere di genesi cardiaca anche se vanno meglio valutate le sue caratteristiche cliniche e le circostanza in cui compare; consiglierei comunque di consultare il cardiologo Dott. Di Benedetto
Dott. Sergio Di Benedetto

ipertensione
19 Mag 07 - giorgia, 63 anni (id: 60108)
  per favore,la mia pressione arteriosa e:150/115 .Missurata per una settimana.Sono straniera ,senza tessera sanitaria.VOGLIO PRENDERE UN FARMACO PER LA PRESSIONE.Mi dica,per favore il rincipio attivo di un farmaco.GRAZIE
Mi dispiace non posso indicarle un farmaco senza sapere il suo stato generale. Deve sentire il parere di un medico. Prof. Daniele Bracchetti Cardiologo Bologna
Prof. Daniele Bracchetti

Referto ecgrafico
19 Mag 07 - roberto, 59 anni (id: 60098)
  Buongiorno Le chiedo per favore un giudizio su un referto ecg.Tachicardia sinusale frequenza 95/m,un battito ectopico ventricolare conduzione ai limiti superiori della norma,blocco di branca dx incompleto emiblocco anterire sx,alterazioni della ripolarizzazione ventricolare tipo ischemia subepicardica laterale almeno in parte secondarie al disturbo di conduzione. Gradirei un cunsiglio grazie Roberto
Per un giudizio è necessaria una visita clinica: consulti il cardiologo. Dott. Di Benedetto
Dott. Sergio Di Benedetto

tachicardia in neonato
19 Mag 07 - carlo, 32 anni (id: 60091)
  possibile chiarimenti sulla tachicardia parossistica sopra ventricolare pura e possibili rimedi, terapie consigliate,riguardanti un neonato e struttura ideale per la cura in italia.Chi scrive è il papà.grazie.
Anche se mi occupo di aritmie,sono cardiologo per gli adulti. Il problema è di pertinenza di un cardiologo pediatra. Centri di CARDIOLOGIA PEDIATRICA >>> A Milano Niguarda dovrebbe esserci un centro. Altro centro a Bologna Policlinico S.Orsola. Mi tenga informato. PROf. Daniele Bracchetti Cardiologo Bologna
Prof. Daniele Bracchetti

esami alterati
18 Mag 07 - pietro, 45 anni (id: 60070)
  sono quasi 2 mesi che sento dei dolori intercostali sia a dx che a sx con affaticamento generale ,dolori muscolari con nervosismo esagegerato.Ho fatto le analisi del sangue con alcuni valori fuori della norma:colosterolo 234/ transaminasi 50/ CPK 310 proteina C reattiva 0.59 e globuli rossi 4,25 10*6/mmc. il resto tutto nella norma. La mia dottoressa brancola nel buio e mi ha dato una dieta , di ripetere gli esami tra un mese.Cosa mi puo dire lei a riguardo ? Spero di avere notizie al più presto,grazie e arrivederci
I sintomi e le alterazioni bioumorali decritte possono avere varie cause e la genesi cardiaca non mi pare la più probabile; un aiuto in senso diagnostico dovrebbe provenire dall’esame clinico. Dott. Di Benedetto
Dott. Sergio Di Benedetto

stress e cuore
18 Mag 07 - Silvia, 27 anni (id: 60032)
  Buongiorno, da 2 anni circa vivo una situazione di stress ed ansia legata sia alla vita lavorativa che a quella personale.Dormo poco e sono una persona caratterialmente molto emotiva e spesso mi agito per cose futili, tutto cio’ e’purtroppo indipendente dalla mia volonta’ in quanto al momento del problema non riesco a razionalizzare la cosa e questo mi crea un sacco di disturbi. Nel corso di questi 2 anni, ho vissuto di tanto in tanto periodi in cui ho avuto accellerazioni del battito cardiaco piu’ o meno prolungate e alle volte anche dolori al petto nella parte sinistra fino ad espandersi dietro alla schiena.Sono quasi sicura che tutto cio’ sia legato ad un fattore di stress in quanto ... continua >>
questi disturbi non li avverto quando libero la testa da tutti gli impegni che ho e mi rilasso.( succede purtroppo raramente ). Vorrei sapere se una condizione di stress prolungata puo’ portare anche in un cuore sano a dei problemi cardiaci futuri e se ci sono degli accorgimenti e rimedi che posso adottare al momento del disturbo( tachicardia e dolore )oltre ai soliti ansiolitici o calmanti. Grazie.
No , lo stress da solo non è sufficiente per provocare malattie di cuore. Ci vogliono anche i cosiddetti fattori di rischio (ipertensione,colesterolo, fumo etc). Prof. D.Bracchetti
Prof. Daniele Bracchetti

infarto
17 Mag 07 - Marco, 30 anni (id: 60005)
  Gentile dottore la ringrazio anticipatamente per la sua consulenza.Volevo chiederLe se tramite l’esame con Eco-color-doppler si riescono ad individuare eventuali danni causati da un’infarto,inoltre volevo sapere quali esami preventivi un ragazzo di 30 anni sano deve fare oltre all’eco e all’elettrocardiogramma. Si parla della nuova tecnica d’esame tramite Tac Multistrato, a chi è indirizzata? Ma se si eseguono esami più complessi solo quando poi i danni si sono verificati mi sembra un prevenzione sbagliata,occorre che un paziente sia colpito da infarto per poter sottoporsi ad una tac multistrato? Grazie e cordiali saluti.
-Con l’eco è possibile vedere gli esiti di un infarto che abbia provocato deficit della contrattilità. -La TAC coronarica permette di vedere le coronarie, ma non è stata superata dalla coronarografia. La prevenzione non si fa con gli esami complessi ma si basa su norme più semplici (colesterolo, glicemia,fare attvità fisica, non fumare, curare la pressione, etc). Prof. Daniele Bracchetti Cardiologo Bologna
Prof. Daniele Bracchetti

tachicardia
17 Mag 07 - Rocchina, 37 anni (id: 59993)
  Da qualche tempo soffro di vari disturbi: freddo intenso ed esagerato, secchezza della pelle e dei capelli, ansia, nervosismo. Ho fatto le analisi e mi hanno trovato il magnesio basso e anche la fosfatasi alcalina bassa. Ho fatto per due volte la cura di magnesio e entrambe le volte non riuscivo ad assimilare. Ultimamente ho avuto tachicardia e dolore alla tiroide. Rifatto le analisi non risulta disfunzione tiroidale ma continuo a sentire fastidio al cuore con tachicardia e alla tiroide ho delle fitte. Cosa mi consiglia? Grazie e saluti
Il problema principale non sembra essere cardiaco; consiglirei comunque una visita cardiologica Dott. Di Benedetto
Dott. Sergio Di Benedetto

taschicardia sinusale
17 Mag 07 - Luca, 24 anni (id: 59980)
  salve dottore, soffro di tachicrdia sinusale 100-110 bpm, il cardiologo mi ha prescritto beta bolocante "lopresor", io sono un consumatore saltuario di marjuana, volevo sapere se è rischioso e se sì che rischi avrei? grazie
Indipendentemente dalla tachicardia non condivido l’uso di M. Il Lopresor può in effetti rallentare i battiti cardiaci. Prof. Daniele Bracchetti Cardiologo Bologna
Prof. Daniele Bracchetti

aritmie e digestione
17 Mag 07 - christian, 31 anni (id: 59972)
  Buongiorno professore, da circa tre mesi ogni volta che vado in fase digestiva (anche mangiando poco) ho delle aritmie. Premetto che sono uno sportivo da 15 anni circa faccio la visita medica sportiva con ecg sotto sforzo e non mi e’ stato riscontrato niente, recentemente ho fatto pure l’holter e non sono state riscontrate aritmie significative... volevo domandare se ce’ un legame tra la fase digestiva e il cuore e se queste aritmie possono durare cosi a lungo nel tempo in modo costante.... grazie attendo una sua risposta.
Ci può essere un rapporto, ma non è mai stato confermato scientificamente. Non si preoccupi, succede a molti con il cuore "sano". Provi a mangiare meno e a non bere bevande gasate. Prof. Daniele Bracchetti Cardiologo Bologna
Prof. Daniele Bracchetti

scintigrafia modicamente positiva
17 Mag 07 - claudio, 68 anni (id: 59964)
  Buongiorno.premesso che sono un collega e non ho mai fatto diagnosi telefoniche e sottopongo alla Sua attenzione q.s.Storia clinica pregressa:Ipertensione dolore toracico ricorrente e TPSV che nonostante i vari ricoveri sono scomparsi dopo ablazione transcatetere (02). Nel ottobre us. dolore toracico atipico regredito dopo TNT indi al PS con ECG ed enzimi miocardiospecifici negativi. Dopo vari e contrastanti pareri(dalla dimissione alla gastroscopia, e test ergometrico caratterizzato dalla comparsa di dolore retrosternale in assenza di modificazioni ST-T)si decideva di inviarmi in UC post intensiva,fortunatamente, in quanto la PTCA(stentmedicato)ha evidenziato(LAD:prossimale 70%,ostio 1 ramo... continua >>
80%)(RCA:prossimale 30%,distale 90%)Durante l’intervento si è parlato di un controllo a 12 mesi, scintigrafia e di eventuali by-pass!!!???in febbraio c.a., la scintigrafia conclude con circoscritta ischemizzabilità dell’apice associata a verosimile coesistenza di limitata necrosi. Tanto sopra premesso vorrei,se fattibile, un Suo gradito parere in merito,al fine di tranquillizzarmi per eventuali by-pass. Mentre resto a Sua disposizione per eventuali chiarimenti futuri ed in attesa di una Sua gradita risposta, porgo collegiali saluti. claudio
Se la rivascolarizzazione è stata adeguata, non vi sono sintomi anginosi ed il quadro clinico è stabile una scintigrafia con modesta ischemia inducibile perilesionale potrebbe essere trattata con terapia medica e follow up clinico. Dott Sergio Di Benedetto
Dott. Sergio Di Benedetto


Da 8722 a 8737 di 12597