Sei in: Medico on-line > Cardiologia

Aderiamo allo standard HONcode per l'affidabilità dell'informazione medica Aderiamo allo standard HONcode per l'affidabilità dell'informazione medica.
Verifica qui.


Cardiologia
Referenti

ultimo aggiornamento 6/02/2009
 
Aree tematiche

    Il Prof. Daniele Bracchetti risponde alle domande inerenti :
  • Aritmie Cardiache
  • Infarto Miocardico
  • Ipertensione Arteriosa
    Il Dott. Sergio Di Benedetto risponde alle domande inerenti :
  • Prevenzione cardiovascolare
  • Ipertensione arteriosa
  • Cardiopatia ischemica ed infarto miocardio
  • Valvulopatie (malattie delle valvole cardiache)
  • Scompenso cardiaco

Nella compilazione della tua domanda ti chiediamo gentilmente di attenerti il più possibile alle aree tematiche qui sopra riportate
ultimo aggiornamento 26/05/2008
Invia la tua domanda

Domande / Risposte
ipertensione
22 Giu 07 - Carlo, 69 anni (id: 61744)
  Assumo 40 mg. al giorno di Micardis per tenere sotto controllo la pressione (ma ora che fa caldo bastano 20 mg.)e mi accorgo che, quando mi rialzo da posizione accovacciata, devo quasi aggraparmi ad un sostegno per non rischiare di cadere a causa dei giramenti di testa, disturbo che poi passa in pochi secondi. Per il resto godo di ottima salute; perchè quindi il disturbo? Cosa c’è da fare? Grazie
Dovrebbe dirmi quali sono i valori di pressione. Se sono sotto 130 è possibile che possa sospendere il farmaco. Ne parli comnque con il suo medico. Prof. Daniele Bracchetti Cardiologo Bologna
Prof. Daniele Bracchetti


esami alterati
21 Giu 07 - Michele, 33 anni (id: 61727)
  salve dottore scrivo poichè proprio oggi ho ritirato le mie analisi ematochimichescrivo poichè l’infermiere che mi ha consegnato le analisi mi ha spaventato e mi ha detto che sono ha rischio infarto, e le confido che me la sto un pò facendo addosso, le menziono i punti dove ci sono gli asterischi, ATTIVITA’ PROTROMBINICA 122% 70*120 D-DEMERO 293 0*230 COLESTEROLO TOTALE 272 115*200 COLESTEROLO HDL 35 38*110 COLESTEROLO LDL 160 40*120 TRIGLICERIDI 387 30*180 TRANSAMINASI ALT 86 20*65 GAMMA GT 89 15*85 TITOLO ANTISTREPTOLISINICO 363 0*200 Dato dottore che sono completamente ignorante in materia potrebbe spiegarmi cosa sta succedendo e cosa sono le... continua >>
voci sopramenzionate inquanto sono andato a cercarle sul dizionario ma non ci ho capito niente, so che dovrei rivorgermi al mio medico di famiglia ma a trovarlo pagherei, grazie e aspetto sue spegazioni (SPERO)
Non è colpa mia se non trova il medico, si rivolga alla ASL. Gli esami sono alterati,ma non penso ci sia tanto da preoccuparsi.Denotano forse un eccesso nel mangiare:anche il fegato è sofferente (è vero il suo peso di 110 kg?). Qundi prima di preoccuparsi segua una dieta e poi rifaccia gli esami tra un mese. Comunque è un problema che deve affrontare con un medico che possa visitarla. Prof. Daniele Bracchetti Cardiologo Bologna
Prof. Daniele Bracchetti

stenosi mitralica
21 Giu 07 - Assunta, 53 anni (id: 61717)
  Gent. Professore dopo un’attacco di FAPersistente e ricovero in ospedale d’ugenza mi hanno diagnosticato STENOSI MITRALICA MODERATA;INSUFFICIENZA AORTICA MODERATA;INSUFFICIENZA TRICUSPIDALE MEDIO-LIEVE e prescritto la seguente TERAPIA •COUMADIN secondo INR (mantenere un range 2.5-3.5) •DILATREND25mg;½cp mattino;½cp sera •LANITOP MITE1cp a mezzodì Dopo essermi dimessa,il mio cardiologo di fiducia mi ha prescritto la seguente terapia:ALMARYTM1cp la mattina e la sera;ISOPTIN 80:1 cp 3 volte al dì;LANITOP MITE:1 cp la mattina;COUMADIN: INR tra 2 e 3 e dopo un mese dalla cardioversione con esito positivo mi ha fatto sospendere il Coumadin per l’Ascriptin.In una successiva visita di controll... continua >>
o presso lo stesso cardiologo di fiducia, decide di operarmi(clinica privata)e presa dal panico e dalla paura m rivolgo presso un’altro cardiologo che mi prescriveCOUMADIN secondo INR (mantenere un range 2.5-3.5) (questa opzione la consiglio perché, anche se la pz. è in RS ha un volume atriale talmente elevato da rendere probabile la formazione di trombi. Inoltre, con atri così grandi, non si possono escludere F.A. “Silenti”) DILATREND 25 mg ½ cp mattino ½ cp sera LANITOP MITE 1cp a mezzodì dicendomi che all’operazione si penserà all’occorrenza. Ora non so più a chi credere.Cosa devo fare?sono in crisi.E se dovesse tornarmi la FA, quali sono le conseguenze.Voi consigliereste l’ablazione insieme alla sostituzione della mitrale.Quale la strada migliore?Grazie!
Risposto via internet personale DB
Prof. Daniele Bracchetti

pressione bassa
21 Giu 07 - marcella, 28 anni (id: 61703)
  ho 28 anni e da circa 8 anni faccio la cura con betabloccante per tachicardia e extrasistolia,ultimamente sono in cura con il dilatrend 6,25 mg. 1 pastiglia al giorno. Devo dire che con questo farmaco ho risolto tanto,non ho più avuto attacchi di tachicardia o extr. Ultimamente però a causa del gran caldo di questi giorni mi è capitato di avere la pressione molto bassa seguita da debolezza,giramenti di testa, formicolio alle braccia,bruciore alla testa, il mio medico mi ha detto che sono sintomi della pressione bassa, ma le volevo chiedere sè potrebbe essere dovuto alla pastiglia,sè la dose va diminuita?
Il dilatrend può abbassare la pressione, ma lei ne assume una dose minima che non dovrebbe dare dei problemi. Ne prenda 1/2 al mattino e 1/2 al pomeriggio. Prof. Daniele Bracchetti Cardiologo Bologna
Prof. Daniele Bracchetti

palpitazioni
21 Giu 07 - lory, 48 anni (id: 61683)
  sono appena entrata in menopausa ed ho una tiroide ipo, causa palipitazioni che ho da circa un anno e mezzo mi sono sottoposta ad olter da cui si è rilevato ectopatie ventricoalri 114 momomorfe, isolate, non precoci ectoptie sopraventricolari 5 fc media 67bpm sono inoltre fumatrice e bevo circa 4 caffè al giorno..... mi devo preoccupare???? la causa delle mie palpitazioni a cosa può essere ricondotta. Saluti lory
Non è possibie rispondere, forse è meglio che lei ponga il quesito al suo cardiologo. Provo comunque a rispondere. Per l’"ipo" prende forse Eutirox ? potrebbe essere causa di batticuore (anche il caffe ! che è meglio comunque ridurre). Per giudicare il significato di extrasistoli è bene fare un ecoccardiogramma Prof. Daniele Bracchetti Cardiologo Bologna
Prof. Daniele Bracchetti

esenzione tiket
21 Giu 07 - lucia, 53 anni (id: 61669)
  gent dott, sono la sigra maiello lucia, ho 53 anni, sono in cura da circa tre anni con mezza pastiglia di seles beta x la pressione arteriosa,ho un esenzione x la patologia diabetica, potrei avere un ’esenzione anche x la pressione?,,,,se si quale prassi debbo seguire? la ringrazio,,,...e la saluto cordialmente.
La domanda è di competenza del suo medico e della ASL di appartenenza. Prof. Daniele Bracchetti Cardiologo Bologna
Prof. Daniele Bracchetti

extrasistoli
21 Giu 07 - fabio, 40 anni (id: 61665)
  Caro professore, come ha letto ho 40 anni e la mia convivenza con le extrasistole è ormai cosa certa,dalla maturità in poi, svolgo regolarmente attività sportiva da sempre, con annesso certificato medico agonostico, solo che ultimamente mi succede una cosa più strana del solito dal pomeriggio in poi mi compaiono le mie amiche come le chiamo io, e siccome poco ma fumo ogni volta che ne fumo una aumentano e fino a che non vado a dormire la sera non passano. so anche che fumo, caffè e stress vanno a braccetto con questa cosa e devo dire che anche in quanto a stress me la cavo, mia figlia deve fare un piccolo intervento, il mio lovoro ultimamente non mi soddisfa più il mio rapporto di coppia è ... continua >>
ormai arrivato al capolinea quindi ci sono tutti gl’ingredienti però pur sapendo tutto questo non sono tranquillo è invalidante e comincio ad essere stanco!!! cosa posso fare? anche farmacologicamente se questo puo aiutarmi. grazie
I farmaci antiaritmici non sono usati nelle extrasistoli benigne. Solo il beta-bloccante a basse dosi può essere utile, ma ne deve parlare con il suo cardiologo. Ci deve "convivere", sapendo che il fumo e lo stress possono aumentarle. Prenda al limite ansiolitici. Prof. Daniele Bracchetti Cardiologo Bologna
Prof. Daniele Bracchetti

battiti nel bambino
20 Giu 07 - massimiliano, 12 anni (id: 61617)
  sono la mamma. Vorrei conoscere i parametri entro i quali il battito cardiaco è nella norma per un bambino di 11/12 anni il mio mi sembra sempre in tachicardia. Grazie Doretta Braga
Va bene una frequenza compresa tra 60 e 90 battiti al minuto. Perchè non consulta il suo pediatra ? PRof. Daniele Bracchetti Cardiologo Bologna
Prof. Daniele Bracchetti

SFORZO
20 Giu 07 - alessandro, 29 anni (id: 61616)
  Salve dottore, la ringrazio in anticipo per il tempo dedicatomi;sono un giovane di 29 anni siciliano che ha avuto in famiglia precedenti di problemi cardio -circolatori ed in virtù di ciò cerco di premonirmi in anticipo per cercare di garantirmi un avvenire in salute;conduco una vita sana e faccio assiduamente sport da circa 7 anni, facendo giornalmente 40 minuti di corsa alla elocità di circa 12 km/h.adesso siamo nel bel mezzo di un’ondata di calore dove le temperature giungono fino a 40 gradi, ma io in genere vado la sera intorno alle 21 quando le temperature si attestano attorno a 26 gradi.la mia domanda è questa:fare sort in queste condizioni è salutare o deletereo? grazie
FA BENE COMUNQUE ANCHE SE NON BISOGNA ESAGERARE. FACCIA COMUNQUE UN ELETTROCARDIOGRAMMA. PROF. DANIELE BRACCHETTI CARDIOLOGO BOLOGNA
Prof. Daniele Bracchetti

dolori intercostali
20 Giu 07 - BARBARA, 36 anni (id: 61605)
  Buongiorno, scrivo pur sapendo che non c’entra molto con l’argomento in questione ma Le sarei grata se mi rispondesse: Io da qualche mese ho dei dolori al petto (ho 36 anni) ho fatto già anche l’elettrocardiogramma e va tutto bene... a volte li ho mentre respiro altre volte no; non ho dolori al braccio sinistro e quando mi sforzo non avverto nessun male... Se sono dolori intercostali può essere che me li continuo a trascinare per così tanto tempo ???? Grazie e buona giornata
DOLORE TORACICO - RISPOSTA STANDARD E’ comprensibile che un dolore al torace faccia paura, poiché il sintomo dell’infarto è proprio il dolore al torace. Nel caso dell’infarto le caratteristiche del dolore (sede retrosternale al centro del petto, insorgente a riposo, di forte intensità, di durata superiore a 30 minuti) permettono di differenziarlo da altre affezioni che si manifestano con dolore nella stessa zona quali la pericardite, l’artrosi cervicale, i dolori di origine gastrica o esofagea, le nevralgie intercostali. Le nevralgie intercostali,di origine ossea o muscolare,sono caratterizzate da un dolore sordo,continuo oppure da trafitture di breve durata. E’ bene precisare che i dolori di origine non cardiaca sono ACCENTUATI DALLA STATO DI ANSIA. La cardiologia moderna, per mezzo di esami strumentali (elettrocardiogramma da sforzo, ecocardiogramma,etc) dispone di mezzi efficaci per fare una diagnosi esatta. NEL SUO CASO STARE MOLTO TRANQUILLA. Prof. Daniele Bracchetti Cardiologo Bologna
Prof. Daniele Bracchetti

pus al dente
20 Giu 07 - Giovanni, 38 anni (id: 61599)
  Salve,ho un dubbio: un mio carissimo amico purtroppo e’ morto con un ictus, aveva circa 30 anni,le spiegazioni non tecniche e vaghe che mi hanno dato i parenti sono state:"Aveva una brutta infezione ad un dente con puss che ha creato un otturazione di una vena nel cervello e problemi al cuore". E’ possibile che un dente con puss trascurato o curato dopo anni possa portare un ictus o infarto o altro? Grazie mille.
E’ un quesito molto difficile, non ho esperienza sul rapporto tra dente con pus e ictus. D. Bracchetti
Prof. Daniele Bracchetti

dolore
12 Giu 07 - RITA, 37 anni (id: 61265)
  HO 37 ANNI A 35 HO AVUTO UN ANGIPLASTICA DELLA SUCCLAVIA SINISTRA ,AVEVO UNA STENOSI DEL 90% ,PER PURO CASO SI E’ SAPUTO ANCHE PERCHE’ NON HOP COLESTEROLO E ALTRO I MEDICI DICONO CHE E’ UNA COSA CONGENITA MI CONTROLLO OGNI 6 MESI MA LA PAURA E’ TANTA STO’ SEMPRE IN AGITAZIONE PER QUALSIASI DOLORE AL LATO SINISTRO,SPESSO HO DEI DOLORI AL PETTO CHE IL MEDICO HA ATTRIBUITO AD UNO STATO ANSIOSO.LA DOMANDA E’ QUESTA:COME FACCIO A CAPIRE SE IL DOLORE E’ DOVUTO ALL’ANSIA O SE DEVO CORRERE AL PRONTO SOCCORSO?LA PREGO MI RISPONDA LA RINGRAZIO
Si tratta di un caso raro su cui non ho esperienza. Sono cardiologo. Potrebbe rivolgersi ai chirurghi vascolari di questo sito dando però ulteriori dettagli sul suo caso. Prof. Daniele Bracchetti Cardiologo Bologna
Prof. Daniele Bracchetti

magnesio
12 Giu 07 - vittoria, 65 anni (id: 61261)
  illustre Professore, La ringrazio della risposta al mio quesito. che riguardava la compatibilità dell’assunzione di magnesio con il prolasso mitralico di cui soffro. Rispondo alla Sua domanda: assumo magnesio perché ho appreso della sua proprietà decalcificante e di fissazione del calcio sulle ossa, oltre ad una benefica azione vivificante della mente.
Va bene. Assuma ache potassio.. DB
Prof. Daniele Bracchetti

ansia
12 Giu 07 - mirko, 18 anni (id: 61258)
  allora professore...voglio essere sincero (in risposta alla domanda id:61148) mi sta mettendo l’ansia proprio lei le spiego: da quanto mi dice lei i miei valori sono di un sospetto ipertrofico futuro....se l’altra cardiologa mi ha detto in quel modo significa che lei sospetto nn mi ci ha ritenuto...mi ha solo detto che il mio cuore èra molto energico, il che era una cosa positiva non che ero SOSPETTO AD UNA MALATTIA. cioè da come la mette lei veramente ora sto in ansia di dovermi controllare periodicamente...cioè a questo punto io non so a chi credere
La prego a distanza e per lettera io non posso dirle di più. Mi creda. Si cerca di rispondere nei limiti del possibile e il giudizio lo può dare solo il cardiologo che fa l’eco e che la visita. Mi scuso , ma non so come aiutarla. Vale sempre la mia prima risposta """Mi sembrano valori nella norma. Se non c’è famigliarità per ipertrofia non mi preoccuparei. Faccia controlli annuali."""""" Prof. Daniele Bracchetti Cardiologo Bologna
Prof. Daniele Bracchetti

ipotensione
12 Giu 07 - stefano, 42 anni (id: 61237)
  Ho 42 anni.Spossatezza e facile stancabilità mi accompagnano da sempre e in particolare negli ultimi anni. pensavo che ciò fosse dovuto alle numerose allergie di cui soffro( graminacee, betulla, polvere etc.). Dieci giorni fa ho cominciato a monitorarmi la pressione e ho riscontrato valori medi di 105/65 con punte in basso di 90/60. L’unico valore precedente a cui posso risalire è un 130/80 di 2 anni fa. Quali esami fare per capire se si tratta di ipotensione costituzionale? Sono un cicloamatore e esco in bicicletta 4 volte la settimana. E’ utile usare integratori? E di quale tipo? In questi ultimi mesi la stanchezza è particolarmente continua e condiziona la qualità della mia vita.Quand... continua >>
o è utile ricorrere ai farmaci in caso di ipotensione costituzionale? E di quale tipo? Grazie.
Non ci sono farmaci per la pressione bassa, non sono necessari. Aumenti l’introduzione di liquidi e di sali minerali e stia tranquillo. Senta comunque anche il suo medico curante. Prof. Daniele Bracchetti Cardiologo Bologna
Prof. Daniele Bracchetti


Da 8722 a 8737 di 12701