Sei in: Medico on-line > Cardiologia

Aderiamo allo standard HONcode per l'affidabilità dell'informazione medica Aderiamo allo standard HONcode per l'affidabilità dell'informazione medica.
Verifica qui.


Cardiologia
Referenti

ultimo aggiornamento 6/02/2009
 
Aree tematiche

    Il Prof. Daniele Bracchetti risponde alle domande inerenti :
  • Aritmie Cardiache
  • Infarto Miocardico
  • Ipertensione Arteriosa
    Il Dott. Sergio Di Benedetto risponde alle domande inerenti :
  • Prevenzione cardiovascolare
  • Ipertensione arteriosa
  • Cardiopatia ischemica ed infarto miocardio
  • Valvulopatie (malattie delle valvole cardiache)
  • Scompenso cardiaco

Nella compilazione della tua domanda ti chiediamo gentilmente di attenerti il più possibile alle aree tematiche qui sopra riportate
ultimo aggiornamento 26/05/2008
Invia la tua domanda

Domande / Risposte
prolasso
9 Apr 10 - antonio, 39 anni (id: 106026)
  Salve, Ogni tanto ho delle palpitazioni,delle fitte nelle zone del cuore, ho fatto una serie di esami, sono andati tutti bene, tranne ecocardiogramma dove hanno diagnosticato (lieve prolasso del LAM in assenza di rigurgito) volevo sapere ma cosa significa?? preoccupante??? posso fare la vita normale.. sport,lavori in campagna ecc..ecc.. alimentazione normale??? ma sopratutto che tipi di conseguenze mi porta??? ho fatto una visita da un cardiologo mi consigliato di prendere un antibiotico un ora prima e 6 ore dopo un qualsiasi intervento dal dentista... come mai???in attesa di una sua risposta porgo distinti saluti. Antonio
Il prolasso mitralico Il prolasso della valvola mitrale consiste in un particolare movimento della valvola che tende a rigonfiarsi estroflettendosi verso l’atrio sinistro (prolasso) in concomitanza della sua chiusura: quest’alterazione si associa a un caratteristico reperto ecocardiografico. Quando il prolasso è più significativo, la chiusura della valvola avviene in modo incompleto con anomalo passaggio di sangue al ventricolo sinistro all’atrio (insufficienza mitralica). Col passare degli anni il problema si è ridimensionato poiché si è visto che nella maggior parte dei casi il prolasso ha un significato benigno. E’ molto utile in tal senso una corretta esecuzione dell’ecocardiogramma che permette di visualizzare la valvola mitrale documentando e quantizzando eventuali disfunzioni. Vanno considerati con attenzione solo quei casi nei quali sia presente una concomitante ed evidente insufficienza della valvola associata ad alterazioni dei lembi valvolari. IL SUO CASO E’ PRIVO DI SIGNIFICATO E NON SERVE L’ANTIBIOTICO, MA LA DECISIONE SPETTA AL CURANTE CHE CONOSCE IL CASO. Prof. D. Bracchetti Cafrdiologo Bologna
Prof. Daniele Bracchetti


aspirins
8 Apr 10 - elvira, 49 anni (id: 105983)
  Egregio dottore, soffro di ipertensione dall’età di 17 anni, dagli ultimi controlli mi è stato diagnosticata la presenza di placca fibrosa all’origine della carotide esterna bilateralmente determinante stenosi del 20%. A parte il fumo (10 sigarette al giorno cira), non ho altri fattori di rischio o altre malattie tranne una presunta malattia del connettivo non meglio identificata, la mia pressione anche con la terapia non scende quasi mai al di sotto dei 140/85. il medico mi ha consigliato di prendere la cardioaspirina, Lei cosa ne pensa? Grazie
Controlli anche il colesterolo... L’aspirina può andare bene, ma se fuma tutto è inutile!!! D. Bracchetti
Prof. Daniele Bracchetti

extrasistoli
8 Apr 10 - Stefania, 23 anni (id: 105977)
  Gentilissimo Professore, sono affetta da un prolasso della valvola mitralica di entrambi i lembi con insufficienza lieve-moderata.Alleco risulta DDV S. 54m,IM stabile,non importante dilatazione nelle cavità atriali,FE 60,non versamento pericardico.Da 3 anni soffro di extrasistole. Ho effettuato un ecg dinamico holter che ha dato questi risultati: FREQUENZA CARDIACA MEDIA:73bpm, Giorno 80 bpm, Notte 65 bpm. BRADICARDIA:0, PAUSE:0, BATTITI MANCATI:0, EPISODI VENTRICOLARI:BATTITI ECTOP.:Isolati:85, Coppie:1, Salve:0 Toltale:87; BI & TRIGEMIN: 0&0, TACHICARDIA:0, EPISODI SOPRAVENTRICOLARI:BATTITI ECTOP.:Isolati: 10, Coppie:0, Salve:0 Totale:10; BI & TRIGEMIN: 0&0, TACHICARDIA:0, INSTABILITà ... continua >>
RR:0. COMMENTI:ritmo sinusale con frequenza media 73 b.p.m. e normale oscillazione circadiana. Assenza di artmie ipocinetiche. Rarissime extrasistoli sopraventricolari isolate. Durante il giorno,a riposo,rare extrasistoli ventricolari isolate(avvertite dalla paziente)in 3 forme,una volta in coppia .In concomitanza dellaumento della frequenza cardiaca ST rigido e discendente. Lei come vede questo esame? io sono un pò preoccupata,il cardiologo mi ha consigliato di aumentare il beta-bloccante. Prima prendevo una compressa da 1,25 mg ora invece una compressa più mezza,ma lextrasistole si presentano comunque e volte sento anche delle palpitazioni. Per quanto riguarda il mio prolasso, lextrasistole può crearmi dei problemi? la ringrazio anticipatamente e le porgo un cordiale saluto.
Le extrasisotli sono poche e non rischiose. Penso che lei possa stare tranquilla.... I prolasso va controllato ,ma al momennto non pone problemi. D. Bracchetti
Prof. Daniele Bracchetti

extrasistolia e prolasso mitalico
8 Apr 10 - Stefania, 23 anni (id: 105976)
  Gentilissimo Professore, sono affetta da un prolasso della valvola mitralica di entrambi i lembi con insufficienza lieve-moderata.Alleco risulta DDV S. 54m,IM stabile,non importante dilatazione nelle cavità atriali,FE 60,non versamento pericardico.Da 3 anni soffro di extrasistole. Ho effettuato un ecg dinamico holter che ha dato questi risultati: FREQUENZA CARDIACA MEDIA:73bpm, Giorno 80 bpm, Notte 65 bpm. BRADICARDIA:0, PAUSE:0, BATTITI MANCATI:0, EPISODI VENTRICOLARI:BATTITI ECTOP.:Isolati:85, Coppie:1, Salve:0 Toltale:87; BI & TRIGEMIN: 0&0, TACHICARDIA:0, EPISODI SOPRAVENTRICOLARI:BATTITI ECTOP.:Isolati: 10, Coppie:0, Salve:0 Totale:10; BI & TRIGEMIN: 0&0, TACHICARDIA:0, INSTABILITà ... continua >>
RR:0. COMMENTI:ritmo sinusale con frequenza media 73 b.p.m. e normale oscillazione circadiana. Assenza di artmie ipocinetiche. Rarissime extrasistoli sopraventricolari isolate. Durante il giorno,a riposo,rare extrasistoli ventricolari isolate(avvertite dalla paziente)in 3 forme,una volta in coppia .In concomitanza dellaumento della frequenza cardiaca ST rigido e discendente. Lei come vede questo esame? io sono un pò preoccupata,il cardiologo mi ha consigliato di aumentare il beta-bloccante. Prima prendevo una compressa da 1,25 mg ora invece una compressa più mezza,ma lextrasistole si presentano comunque e volte sento anche delle palpitazioni. Per quanto riguarda il mio prolasso, lextrasistole può crearmi dei problemi? la ringrazio anticipatamente e le porgo un cordiale saluto.
L’extrasistolia fa parte del quadro clinico del prolasso mitralico. Il quadro complessivo non mi sembra allarmente; consiglierei comunque un controllo ecocardiografico dopo un anno. Non viene specificato il beta-bloccante utilizzato; probabilmente un ulteriore aumento della posologia pò essere utile a scopo sintomatico. Dr Di Benedetto
Dott. Sergio Di Benedetto

tachicardia
8 Apr 10 - ANDREA, 14 anni (id: 105973)
  Da 1 settimana mio figlio Andrea soffre di tachicardia improvvisa, 120/130 battiti, a riposo (in pizzeria, sul divano guardando la tv...), durata media 15. Anche a riposo la FC non è più scesa al di sotto dei 100/min Stamattina ECG al Pronto Soccorso (tranquillissimo): PAM 128 PAm 79 FC 107 Ritmo sinusale/ Blocco branca destro Si consiglia: ecocrdiogramma + visita card. ( prenotate per maggio) ECG holter ( prenotato per novembre) esami per funzione tiroidea ( li farà domani) Al PS il medico era tranquillo mentre non lo era, secondo me, il nostro medico di base, come non lo sono io. Con queste info come si muoverebbe Lei per risolvere al meglio questa situazione, che cosa mi/ci c... continua >>
onsiglia? Grazie 1000 anticipatamente. Buon lavoro. Alessandra.
Aspetterei l’esito degli esami e mi affiderei al medico curante. Se non ci sono stati episodi infiammatori recenti (tonsillite Etc) starei tranquilla. Certo che se potesse fare gli esami presto evitereste un’inutile attesa. Per me ci sono gli estremi per richiederli in urgenza. D. Bracchetti
Prof. Daniele Bracchetti

interpretazione elettrocardiogramma
8 Apr 10 - Olga, 44 anni (id: 105966)
  Gentile Dott. di Benedetto, mio marito ha ritirato un elettrocardiogramma fatto per problemi genetici di dislipidemia. Il referto è: RITMO SINUSALE; FC 65/MIN; CONDUZIONE AV AI LIMITI SUPERIORI (PQ 0,20"); ASSE QRS ORIZZONTALE; LIEVI ANOMALIE DEL RECUPERO. Mi potrebbe dire come se interpretano questi dati? La ringrazio in anticipo per la cortesia
Premesso che l’ecg va sempre interpretato nel conteso clinico nel referto descritto non sono indicati problemi significativi DR Di Benedetto
Dott. Sergio Di Benedetto

prolasso mitralico
8 Apr 10 - Carlo, 30 anni (id: 105952)
  Egregio dott.Di Benedetto,sono il ragazzo della domanda sulla ridondanza dei lembi mitralici.Grazie per la Sua veloce risposta e spero che abbia trascorso una bella vacanza pasquale.Mi consenta un’ultimissima domanda:questa degenerazione più o meno marcata del tessuto valvolare,come l’ha definita Lei,è già qualcosa di patologico?E’preoccupante,può dare anche seri problemi in futuro o si può stare tranquilli?Infine si deve fare qualcosa(farmaci o controlli periodici)?Grazie infinite per la Sua attenzione.Cordiali saluti e buon lavoro!
Nonb è preoccupente, difficilmente da problemi futuri. Utile visita cardiologica dopo un anno. Dr Di Benedetto
Dott. Sergio Di Benedetto

referto ecocardiografico
8 Apr 10 - robertascabello, 47 anni (id: 105950)
  Gentile dottore, il 7/ 09/2009, ho effettuato ecocardiografia : lembi mitralici ispessiti, mixomatosi, con lieve prolasso in atrio sinistro.normali le altre valvole . atrio sinistro e bulbo aortico non dilatati.ventricolo destro non dilatato.ventricolo sinistro non dilatato con lieve ipertrofia parietale ,non alterazioni della cinesi ventricolare ,pericardio normale. l’ esame doppler/color doppler evidenzia normale funzione diastolica ventricolare; minima incontinenza aortica, mitralica e tricupsidale ; pap non valutabile .SONO TERRORIZZATA !!!GRAZIE
Sono descritte lievi alterazioni degenerative che non giustificano paure eccessive. Dr Di Benedetto
Dott. Sergio Di Benedetto

extrasistoli
8 Apr 10 - Chiara, 25 anni (id: 105947)
  buongiorno dottore, a causa di episodi di cardiopalmo ho effettuato un elettrocardiogramma dinamici holter. i risultati sono: ritmo sinusale frequenza media 90/min. battiti ectopici sopraventricolari( 10/ora) singoli e in salve; battiti ectopici ventricolari (57/ora). il cardiologo mi ha detto che è tutto a posto e che le extrasistole sono dovute all’ansia e ai caffè. ma non sono troppo numerose? e soprattutto posso continuare a praticare attività sportiva? sono un pò preoccupata anche perchè ho avuto un brutto episodio di streptococco e da un anno circa i valori del tasl nel sangue diminuiscono con l’antibiotico ma poi si alzano di nuovo. lo streptococco puù essere in relazione con le ext... continua >>
rasistoli? La ringrazio anticipatamente
In considerazione della frequenza cardiaca media oltre che dell’extrasistolia un trattamento con beta-bloccanti potrebbe essere utile a scopo sintomatico. Se non vi sono cardiopatie l’attività sportiva può essere praticata. Se per episodio da streptococco intende una infezione delle prime vie aeree potrebbe essere utile un tampone faringeo. Dr Di Benedetto
Dott. Sergio Di Benedetto

INSUFFICIENZ AORTICA
7 Apr 10 - francesco, 43 anni (id: 105924)
  egregio prof brachetti salve io sono francesco il mio quesito e questo. io ho fatto visita cardiochirurgo novembre. i miei valori sono questi. ventr sin diam telediast 52mm telesistolico 31mm, lieve insuff aortica da malapposizione asimmetrica cuspidi lieve insuff mitralica ipercolesterolemia trattata con sinvscor da 10mg, aorta bulbo 40mm angiotac 42mm eco . vol teled ventr sinistro 129ml teles 43ml. il cardiochirurgo finita visita mi ha detto di fare angiotac fra 2 anni e se supera di qualche mm fare intervento di david primo per salvare valvola poi mi ha detto che se avverto dei dolori al torace di telefonare subito, e poi mi ha riferito che se erano altri colleghi cardiologi mi avrebbero... continua >>
gia operato.... secondo lei e il caso di vedere un’altro cardiochirurgo sono un po in apprensione volevo una semplice risposta la mia pressione e ok e poi lui il cardiochirurgo mi ha detto che posso fare qualsiasi lavoro sia prima che in caso di intervento, un mese di riabilitazione se dovrei fare l’intervento e ritorno come prima io gia mi vedo sotto i ferri salve e grazie per la sua pazienza e dispononibilita.
Sono d’accordo con il chirurgo. Faccia controlli con visita ogni sei mesi e tra due anni ripeta gli esami. Prof. D. Bracchetti Cardiologo Bologna
Prof. Daniele Bracchetti

ipertesnione
6 Apr 10 - massimo, 47 anni (id: 105905)
  buongiorno, dopo un periodo con pressione alta anche con punte di 160/100..ho effettuato una visita cardiologica.. effettuato ecocardio con risultato negativo,ecg negativo,prova da sforzo negativa,ed infine ecodoppler vasi epiaortici sempre negativo esami del sangue completi e anche qui tutto regolare. ora ,io ho subito un anno fà una safenectomia alla gamba destra (per una tromboflebite) e in famiglia mia madre è 30 anni che è ipertesa altre malattie non ne sono mai apparse.. pesavo 98 hg, visita dal dietologo e smaltito sotto dieta circa 10 hg. ora peso 88 kg. TERAPIA: bifril da 30 mg alla mattina alle otto cardiospira alle 12,00 vapression da 320 mg alle 20,00 calze contenitive ... continua >>
classe 1 nei mesi estivi volevo solo sapere se la terapia in questione vi pare appropriata o troppo pesante (2 farmaci con lo stesso principio attivo e la stessa finalità) grazie
La terapia è compito del medico curante. Se la Pressione è controllata e non ci sono effetti collaterali può anche continuare. Di più non posso dire. D.Bracchetti
Prof. Daniele Bracchetti

ipertensione
6 Apr 10 - francesco, 24 anni (id: 105904)
  dottore sono il ragazzo che prende il lobivon e tareg.per quanto riguarda gli esami o fatto tutto per l’ipertensione ma dicono che e essenziale.da quando prendo questo farmaco il lobivon faccio di meno sesso ma lo faccio comunque.la pressione e sui 140 85 cosa mi consiglia di fare.
Mi ha già scritto... Con questi valori di pressione può fare a meno del lobivon,ma la decisione spetta al suo medico. Mangi con poco sale ,la pressione tenderà ulteriormente a calare (no salumi, formaggi, brodo, cibi conservati e in scatola etc..) e faccia attvità fisica- D.Bracchetti
Prof. Daniele Bracchetti

tachciardia
6 Apr 10 - cinzia, 39 anni (id: 105902)
  Salve,ho 39 anni,vita abbastanza sedentaria fumatrice (20 al giorno)da 20 anni,ernia iatale senza reflusso,analisi di laboratorio eseguite annualmente assolutamente perfette,nessuna patologia. Un anno e mezzo fa improvvisa tachicardia (140 battiti)durati circa unora prima che vi fosse un leggero migliaramento della frequenza,e aumento pressorio 150/95 (normalmente la mia pressione arteriosa è tra 120/70 )la cosa si è ripetuta per diversi giorni.Successiva visita cardiologica ha rilevato solo tachicardia sinusale (100 battiti)ecg nella norma.risultato ecocardiogramma color doppler: privo di anomalie di rilievo (si segnala tachicardia per tutta la durata dellesame). Il cardiologo mi prescriv... continua >>
e "INDERAL 40" 2 compresse al giorno per sei mesi,va tutto benissimo i battiti si regolarizzano intorno ai 75 al minuto,rimangono tali anche a unanno dopo aver smesso lassunzione.Oggi allimprovviso e in stato di relax improvvisa tachicardia (139 battiti)il tutto è durato per oltre unora a tale frequenza e miglioramento solo dopo aver assunto una compressa di "Inderal". Cosa possa fare il mio cardiologo che per altro mi ha visto solo tre volte 2 anni fa dice che è solo ansia,ma io non sono affatto un soggetto ansioso.Posso fare ulteriori esami ? Il mio cardiologo dice che anche lapplicazione dellHolter sarebbe inutile poichè gli episodi di tachicardia così forti non si verificano giornalmente. Potrebbe trattarsi di una reazione dovuta allernia iatale?Grazie aspetto una sua.
1Non rapporto con l’ernia iatale. 2L’Holter può essere comunque utile e lo consiglio 3Se l’Inderal fa bene continui a prenderlo 4Stia tranquilla... D.Bracchetti
Prof. Daniele Bracchetti

tachicardia
6 Apr 10 - Ada, 27 anni (id: 105893)
  egregio dottore da 9 anni soffro di palpitazioni che hanno sempre fatto passare per ansia, di recente, un dottore al momento di spiegare i sintomi mi ha detto che poteva trattarsi di tachicardia parossistica e mi ha prescritto un ecg e una visita cardiologica che ha rilevato una lieve insufficienza mitrale da prolasso del lembo sinistro. Possono essere accumunate le due cose?e posso fare una vita normale o magari in futuro potranno esserci problemi?vi ringrazio in anticipo, distinti saluti
Pesno che il prolasso sia stato diagnosticato con l’ecocardiogramma e non con la sola visita. Comunque si tratta di un reperto che non ha significato e che non influenza la sua tachicardia. Faccia un elettrocardiogramma 24 ore Holter per vedere l’andamento dei battiti nelle 24 ore. Ma penso prorprio che lei debba stare tranquilla. D. Bracchetti
Prof. Daniele Bracchetti

Holter e eco
5 Apr 10 - CRISTIAN, 38 anni (id: 105885)
  BUONASERA,SOGGETTO ASMATICO,ERNIA IATALE CON REFLUSSO,IPERTESO IN TERAPIA CON NEO LOTAN 100(VALORI NELLA NORMA)IN SEGUITO A ESAMI DI CONTROLLO,CAUSA SENSAZIONI DI VUOTO E SENSAZIONE DI FIATO CORTO ,LE RISPOSTE SONO STATE:ECOCARDIO-DOPPLER:AORTA:normale dalla radice all"arco,valvola tricuspide sottile.ATRIO SX:nella norma.MITRALE:normale struttura e movimento lembi.VENTRICOLO SX:dimensioni cavitarie,spessori parietali,cinesi nella norma.SEZIONI DX: normali,PERICARDIO:normale ecostruttura.FLUSSIMETRIA DOPPLER:insufficenza mitralica minima.ECG HOLTER:ritmo sinusale con lembi di tachicardia sinusale(FC126 bm corrispondenti al periodo in cui il paziente descrive di camminare a passo sostenuto).qu... continua >>
alche BESV.non aritmie ventricolari sostenute.non pause critiche.non modificazioni parossistiche ST/T.CHIEDEVO CORTESEMENTE UN GIUDIZIO SU QUESTI 2 ESITI E SE POTEVO TRANQUILLAMENTE (A LIVELLO CARDIOLOGICO)INIZIARE UN ATTIVITA" TIPO CORSA O SE VI ERA QUALCHE ATTIVIA" PRECLUSA.GRAZIE
Mancano le conclusione dei suoi esami che peraltro mi sembrano buoni. Il giudizio sull’attività fisica deve essere dato dal suo medica sulla bese della visita e della storia clinica. D.Bracchetti
Prof. Daniele Bracchetti


Da 3752 a 3767 di 12420