Logo ricerca con Google


Sei in: Medico on-line > Cardiologia

Aderiamo allo standard HONcode per l'affidabilità dell'informazione medica Aderiamo allo standard HONcode per l'affidabilità dell'informazione medica.
Verifica qui.


Cardiologia
Referenti

ultimo aggiornamento 6/02/2009
 
Aree tematiche

    Il Prof. Daniele Bracchetti risponde alle domande inerenti :
  • Aritmie Cardiache
  • Infarto Miocardico
  • Ipertensione Arteriosa
    Il Dott. Sergio Di Benedetto risponde alle domande inerenti :
  • Prevenzione cardiovascolare
  • Ipertensione arteriosa
  • Cardiopatia ischemica ed infarto miocardio
  • Valvulopatie (malattie delle valvole cardiache)
  • Scompenso cardiaco

Nella compilazione della tua domanda ti chiediamo gentilmente di attenerti il più possibile alle aree tematiche qui sopra riportate
ultimo aggiornamento 26/05/2008
Invia la tua domanda
- Prof. Daniele Bracchetti assente dal 23/7/2015 al 9/8/2015

Domande / Risposte
ipertensione
2 Lug 10 - ugo, 64 anni (id: 109134)
  a causa di un picco isolato della pressione- 130/180 il medico di base mi ha prescritto,dopo i vari esami di routine ( tac carotide con e senza siero di contrasto, reni, fegato, cuore, polmoni,non riscontra problemi, esiti nella norma: norvasc 7,5 mg. In seguito ad un periodo lunghissimo di insonnia ( circa 1 ora per notte o anche meno) cronica, mi sono recato dallo specialista cardiologo che ha riscontrato uno stato di ansia e stress da non sottovalutare, togliendomi Norvasc 7,5 ( a suo parere non attuale,per sostituirlo con coaprovel*2 e la aggiunta di entact 10 mg + lorazepam 2,5 mg, da assumere per almeno quattro mesi in misura di mezza pastiglia. La mia domanda: sarebbe preferibile l... continua >>
a seconda soluzione proposta, visto che sembra funzionare gia dopo tre giorni? Auguri di buon lavoro Ugo
Non possiamo dare parere sui farmaci prescritti, ma se le seconda soluzione va bene continui pure. PRof. D, Bracchetti
Prof. Daniele Bracchetti


extrasistoli
2 Lug 10 - giuseppe, 31 anni (id: 109132)
  salve dottore in circa 4 mesi sono andato circa 2 volte al pronto soccorso premetto che e stato un periodo stressato cmq dicevo una sera sentivo mancanze di battiti continui extrasistole e un dolore al petto al centro mi hanno fatto 2 ecg in 2 ore e hanno detto che va bene ,pero sono preoccupato cosa mi consiglia
Una visita cardiologica Dr Di Benedetto
Dott. Sergio Di Benedetto

dolore al petto
2 Lug 10 - monica, 39 anni (id: 109125)
  Egregio dottore, ieri mattina dopo aver fatto due volte le scale con un peso di circa 10 kg (la mia bambina in braccio), risalendo a mani vuote ho accusato una fitta al centro del petto, a seguire un dolore sulla parte alta della schiena, senso di costrizione al petto, fatica a parlare e respirare (durata circa un quarto d’ora). Ho comunque piano piano guidato per portare le bimbe a casa di mia mamma, seguita dall’auto di mio marito, e durante il tragitto, circa 10 minuti dopo la prima, ho avuto un’altra fitta al centro del petto, questa volta senza che il dolore si irradiasse dietro. Sono andata poi, dopo un quarto d’ora, dal mio medico di base, che mi ha fatto un’elettrocardiogramma, a seg... continua >>
uito del quale mi ha riferito era tutto a posto. Avevo solo la pressione bassa e probabilmente è stato un dolore intercostale. La mia sensazione però è che si sia trattato di qualcosa di simile all’infarto. Era molto diverso dai dolori intercostali che mi è capitato qualche volta di avere. Lo ritiene possibile? Mi consiglia una visita cardiologica? Aggiungo che ultimamente ho spesso leggero bruciore di stomaco (penso per la fame ... ho sempre i minuti contati con due bimbe piccole da accudire e il mio lavoro), oggi un pò più del solito dopo pranzo. La sera prima di questo fatto stavo poco bene, ho dato colpa al caldo e preso un polase (avevo pressione a 57 95 circa e pulsazioni 111). Grazie per l’aiuto, Monica
Nnon è possibile dare giudizi per mail,senza conoscere il caso. Vorrei ricordare ai nostri lettori che il giudizio medico si basa sulla storia clinica, sulla visita e sul risultato delle analisi. Penso sia consigliabile di rivolgersi al suo medico di base per individuare meglio la problematica da sottoporre allo specialista o per approfondire gli elementi di carattere generale presenti nella sua domanda (utile un ecocardiogramma). Comunque nel suo caso non penso si tratti di problemi di cuore. D.Bracchetti
Prof. Daniele Bracchetti

omocisteina
2 Lug 10 - sandro, 41 anni (id: 109113)
  Egreg,prof,sei mesi fa ho eseguito ecg,ecocardiogramma e analisi del sangue tutto ok la ves un po alterata i globuli rossi e bianchi anche,ieri ho ripetuto gli esami del sangue però il mio farmacista di fiducia mi ha suggerito di fare anche lomocisteina in quanto mio fratello è passato a miglior vita a 40 anni per arresto cardiaco e mio fratello età 46 ha avuto uninfarto,il valore delle analisi tutto ok tranne lomocisteina 21.3. cosa mi consiglia di fare?devo fare delle uletriori indagini?devo assumere qualche farmaco?perchè mi hanno consigliato di fare lomocisteina?grazie e mi scusi ma sicuramente mi capirà.
L’omocisteina "sembrerebbe" indicare ,se elevata, un maggior rischio di eventi cardiovascolari..m a questo è ancora da dimostrare Penso che lei per valutare il suo rischio reale debba basarsi su dati più noti: -ecg con prova da sforzo -ecocardiogramma -glicemia colesterolo HLD e LDL. Così si può calcolare il suo rischio. Prof. D. Bracchetti Cardiologo Bologna
Prof. Daniele Bracchetti

ipertensione
2 Lug 10 - Franco, 44 anni (id: 109109)
  SALVE SONO IPERTESO DA CIRCA 24ANNI ATTUALMENTE PRENDO COME TERAPIA LIBRADIN DA20MG LOBIVON 5MG DOXAZOSIN 4MG PER FAVORE POTREI SAPERE QUALI SERVONO PER LA PRESSIONE ALTA E QUALI PER LA PRESSIONE BASSA GRAZIE E BUONA GIORNATA
Ma che domanda è ? Cosa intende per pressione alta e bassa, forse la massima e la minima ? Intanto chieda al suo medico. Mi dispiace, la sua domanda risulta troppo generica. D’altra parte non è possibile dare giudizi per mail,senza conoscere il caso. Vorrei ricordare ai nostri lettori che il giudizio medico si basa sulla storia clinica, sulla visita e sul risolutato delle analisi. Penso sia consigliabile di di rivolgersi al suo medico di base per individuare meglio la problematica da sottoporre allo specialista o per approfondire gli elementi di carattere generale presenti nella sua domanda. D.Bracchetti
Prof. Daniele Bracchetti

lavoro notturno
2 Lug 10 - andré, 33 anni (id: 109106)
  Gentile dottore, ho cominciato da poco (due mesi) a lavorare durante la notte. Dormo bene di giorno , talvolta anche 10 ore senza nessuno che mi disturba. Da un mese sento delle extrasistoli , pa 140/70 polso 90 bpm , non trovo da nessuna parte della documentazione sul legame tra lavoro notturno e problemi cardiaci . Lei ha delle iformazioni a riguardo ?(esperienze , suggestioni,..) Mi devo preoccupare? devo fare degli accertamenti ? La ringrazio e porgo distinti saluti
Il lavoro notturno determina una alterazione del ritmo sonno-veglia con ripercussionia vario livello; per quanto riguarda l’apparato cardiovascolare può slatentizzare problemi preesiostenti. I sintomi descritti non mi sembrano preoccupanti, ne parli comunque con il curante. Dr Di Benedetto
Dott. Sergio Di Benedetto

aritmia e sport
2 Lug 10 - Simona, 30 anni (id: 109103)
  Vorrei sapere se luso di betabloccanti (2,5mg) può interferire con l attività fisica (tipo calcetto)avendo unaritmia extrasistolica ventricolare (ma nessuna cardiopatia). E con questo tipo di aritmia si corrono rischi a praticare sport a livello agoniostico? Grazie
1 - in genree il beta-bloccante non ha effetti sull’attività fisisca se il cuore è sano. 2 - l’aritmie non controindicano lo sport se l’ecocardiogramma è normale ( il giudizio le deve dare il cardiologo). Prof. D. Bracchetti Cardiologo Bologna
Prof. Daniele Bracchetti

coumadin
1 Lug 10 - giuseppa, 90 anni (id: 109102)
  assume il coumadin quali antibiotici può prendere?
gli antibiotici possono interferire con l’assorbimento del coumadin; in caso di necessità fare sempre riferimento al medico curante o al centro per la terapia anticoagulante Dr Di Benedetto
Dott. Sergio Di Benedetto

aritmie
1 Lug 10 - Stefania, 23 anni (id: 109089)
  Gentilissimo Professore,le scrissi qualche mese fa. Le ricordo il mio caso: sono affetta da un prolasso della valvola mitralica di entrambi i lembi con insufficienza lieve-moderata.Alleco risulta DDV S. 54m,IM stabile,non importante dilatazione nelle cavità atriali,FE 60,non versamento pericardico. Da 3 anni soffro di extrasistoli, sono in cura con il bisoprololo da 1,25 mg ma le extra continuano a comparire. Le mie extra sono in maggior numero ventricolari. Purtroppo mi hanno come si dice messo la pulce nellorecchio per quanto riguarda la displasia aritmogena dx. Vorrei chiederLe se in base alle informazioni che Le ho dato sarei a rischio. Scusi se forse la domanda è fuori luogo, ma questa ... continua >>
è la mia più grande preoccupazione! La ringrazio e Le porgo un saluto
La diagnosi di displasia si fa con l’ecocardiogramma,i dati da lei riferiti non parlano del ventricolo destro. Di più non posso dirle. Mi tenga informato. D.Bracchetti Cardiologo Bologna
Prof. Daniele Bracchetti

clopidpgrel
1 Lug 10 - Enrico, 74 anni (id: 109086)
  Salve Professore mi Chiamo Enrico, 74 enne della provincia di Caserta. Nel 2004 ho avuto un IMA anteriore e successivamente sono stato sottoposto a rivascolarizzazione coronarica con stent medicato. Mi è stato prescritto clopidogrel 75 una volta al giorno. Scaduto lanno di concessione dalla mutua, ho continuato ad assumere il clopidogrel acquistandolo. Vorrei sapere se mi fa bene prendere questo farmaco che ormai assumo da oltre 5 anni senza problemi alcuni. assumo anche Ramipril 10 e omeprazolo 20 al mattino, atorvastatina 20 dopo cena. unaltra domanda, ho letto che gli inibitori di pompa inibiscono o riducono leffetto del clopidogrel, è vero? ringrazio e saluto
L’interferenza tra inibitore e clopidogrel è in parte vera. Immmagino che lei prenda anche l’aspirina, dopo tanti anni è sufficiente assumerla da sola senza il clopidogrel. Se non la prende per problemi di stomaco continui con il clopidogrel o la ticlopidina > ma questo lo deve decidere il suo cardiologo. Prof. D. Bracchetti
Prof. Daniele Bracchetti

coronaorgrafia
1 Lug 10 - Angelo, 58 anni (id: 109073)
  un anno fa sono stato operato al cuore, mi hanno messo 3bay-pass ora avverto un dolore sotto lo sterno,mi hanno consigliato di fare la coronografia ma essendo brutta da fare avevo sentito parlare di "tac trimensionale al cuore" mi può dire i pro e i contro di questa tac?e in più si possono vedere le coronarie se sono libero o occulse?
La TC coronarica non sostituisce allo stato attuale delle conocenze la coronarografia, anche se con questa tecnica i by-pass si vedono bene. Farei in ogni caso un elettrocardiogramma da sforzo e se ci sono problemi ripeterei la coronarografia. Prof. D. Bracchetti Cardiologo Bologna
Prof. Daniele Bracchetti

cuore ingrandito
1 Lug 10 - rosanna, 65 anni (id: 109069)
  VORREI SAPERE COSA è UNA OMBRA CARDIOVASALE INGRANDITA NEL VENTRICOLO SN.DISPOSTA ORIZZONTALMENTE IN ATTESA RINGRAZIO
Immagino si tratti di un referto radiologico. Per chiarire se il cuore e ingrandito o meno si deve fare l’ecocardiogramma. Ne parli con il suo medico. PRof. D. Bracchetti Cardiologo Bologna
Prof. Daniele Bracchetti

dimensioni aortiche
1 Lug 10 - Nicola, 32 anni (id: 109067)
  Gentili Dottori, ho sostenuto una ecografia di controllo poichè mio padre è stato operato per sostituire una valvoa aortica bicuspide. Lesito è stato Valvola aortica tricuspide, Bulbo aortico 3,9 cm , giunzione sino-tubulare 3 cm. Mi è stato consigliato di tenere sotto controllo la pressione e di non fare sforzi troppo esagerati. A breve vorrei iniziare un corso di arti marziali, a vostro giudizio è sconsigliato nelle mie condizioni? Come posso evitare che il bulbo aortico aumenti di dimensioni? Vi ringrazio per la cortese attenzione, vi porgo cordiali saluti.
Consiglierei di tener controllata la pressione arteriosa e di eseguire un controllo ecocardiografico tra un anno. Consiglierei uno sport aerobico. Dr Di Benedetto
Dott. Sergio Di Benedetto

tachicardia
1 Lug 10 - cristina, 45 anni (id: 109064)
  Da quando ho avuto due crisi di FA, soffro di aritmie improvvise,giorno e notte.Il potassio è sempre al limite (prendo KCL retard),no caffè, no alcool,no fumo.Venti anni fa ho avuto forte depressione, con dimagrimento (37 kg), crisi di panico,dalla quale ne sono uscita, senza farmaci.Ultimamente soffro di tachicardia.Vorrei saperne di più,anche perchè, ogni volta che accade,mi scatena una crisi dansia. Grazie della cortese riposta.
Tachicardia significa accelerazione dei battiti cardiaci che può essere di vario tipo ...sinusale, parossistica... regolare, irregolare....Quindi non possso aiutarla. Faccia un elettrocardiogramma Holter 24 ore per vedere i battiti del suo cuore nel corso della giornata. D.Bracchetti
Prof. Daniele Bracchetti

battiti
1 Lug 10 - fabio, 44 anni (id: 109060)
  Egreg.Prof,premetto che soffro di attacchi di panico,ho effettuato varie visite cardiologiche,ecg,ecocardiogramma,eco delle carotidi,rx torace,spirometria esami del sangue et urine,tutto nella norma le volevo chiedere:ultimamente avverto come dei dattiti "strani" cosa che non è stata evidenziata nelle visite può dipendere dallansia? sono generalmente ipoteso .grazie sarà leffetto post terremoto?mi scusi anticipatamente.
Probabilmente si tratta di extrasistoli, battiti anticipati del cuore. Niente di preoccupante. Faccia eventualmente un elettrocardiogamma. D. Bracchetti
Prof. Daniele Bracchetti


Da 3752 a 3767 di 12663