Sei in: Medico on-line > Cardiologia

Aderiamo allo standard HONcode per l'affidabilità dell'informazione medica Aderiamo allo standard HONcode per l'affidabilità dell'informazione medica.
Verifica qui.


Cardiologia
Referenti

ultimo aggiornamento 6/02/2009
 
Aree tematiche

    Il Prof. Daniele Bracchetti risponde alle domande inerenti :
  • Aritmie Cardiache
  • Infarto Miocardico
  • Ipertensione Arteriosa
    Il Dott. Sergio Di Benedetto risponde alle domande inerenti :
  • Prevenzione cardiovascolare
  • Ipertensione arteriosa
  • Cardiopatia ischemica ed infarto miocardio
  • Valvulopatie (malattie delle valvole cardiache)
  • Scompenso cardiaco

Nella compilazione della tua domanda ti chiediamo gentilmente di attenerti il più possibile alle aree tematiche qui sopra riportate
ultimo aggiornamento 26/05/2008
Invia la tua domanda

Domande / Risposte
pace maker
24 Mar 10 - francesco, 66 anni (id: 105477)
  gentile dottore , le scrivo in quanto da circa un me ho impiantato il pace maker bicamerale a causa di blocchi ho fatto il primo controllo pero avverto delle scariche forti tanto da farmi sbalzare da letto un lieve peso sul torace accompagnato da lieve calore sopratutto quando sono sdraiato. cordiali saluti e ringrazio anticipatamente
Il pace-maker vine spesso impiantato in pazienti che hanno una frequenza cardiaca troppo bassa, persistente o parossitica (cioè per brevi periodi). Questi soggetti possono però avere anche aritmie ipercinetiche (ad alta frequenza)che non sono influenzate dal pace-maker in quanto tale e che talvolta richiedono una una terapia farmacologica. Dr Di Benedetto
Dott. Sergio Di Benedetto


dilatazione del ventricolo
24 Mar 10 - giuseppe, 55 anni (id: 105476)
  io ho una dilatazione al ventricolo sinistro del cuore-da 3 anni e prendo tutti i giorni la terapia.nonostante tutto che non faccio nessun sforzo fisico ho sempre dei affanni come se mi mancasse la respirazione anche se mi allaccio le scarpe.vorrei sapere se e dovuta alla malattia-come migliorare. grazie
E’ possibile che l’affanno sia riferibile al cuore. Lei però mi dà dati generici, quanta è la dilatazione ? che diagnosi hannno fatto ? come è la pressione ? quale la terapia. Comsiglio comunque di chiedere al suo medico. D. Bracchetti
Prof. Daniele Bracchetti

astenia sessuale
23 Mar 10 - francesco, 47 anni (id: 105470)
  caro dottore ho uno stend alla coronaria sinistra perchè un mese fà mi hanno diagnosticato l’angina istabile e sto assumendo questi medicinali mezza pasticca di enapren, 1)torvast 40,....1) plavix 75....e 1) cardioaspirina in più esapent. Non riesco ad avere più dei rapporti sessuali per mancanza di una erezione soddisfacente nonostante un notevole impegno. Sono molto demoralizzato come posso risolvere questo problema.
Probabilmente è un fatto psicologico. I famrmaci che lei assume non hanno importanza. Abbia pazienza e comunque consulti un urologo. D. Bracchetti
Prof. Daniele Bracchetti

dolore
23 Mar 10 - Lucia, 28 anni (id: 105461)
  Salve dottore, la ringrazio moltissimo per la sua risposta (id:105405). Ierii ho avuto la visita post ricovero. Il risultato dell’ecocardiogramma è negativo. Il medico mi ha detto di escludere il cuore e mi ha consigliato di fare un’altra visita specialistica senza specificare quale, ma mi ha detto di affidarmi al mio medico. Il problema è che il mio medico non mi vuole prescrivere altra visita. La prova da sforzo l’ho fatta a novembre 2009 (facevo nuoto e sotto sforzo avvertivo delle aritmie che sono benigne). La radiografia me l’hanno fatta in ospedale. E’ tutto a posto. Io mi chiedo come mai ho questi dolori tutti i giorni e l’assicuro che non sono leggeri. La mia preoccupazione aumenta q... continua >>
uando vedo che al mio medico non importa niente. Mi ha dato solo degli antidolorifici che non hanno risolto il problema. Che posso fare? Mi immagino che è difficile seguire un caso come mio, ma i dolori continuano e non mi posso arrendere. Ormai è parecchio tempo che li sopporto. La ringrazio di cuore per la disponibilità. Cordiali saluti.
Nno mi resta che dirle di stare tranquilla e di prendere un ansiolitico in accordo con il suo medico. Di più non psoso fare. DB
Prof. Daniele Bracchetti

ipertensione
23 Mar 10 - Riccardo, 48 anni (id: 105460)
  Buongiorno...le mando questa mail per chiederle alcune informazioni...da circa quattro anni faccio uso(sporadicamente, non più di una volta alla settimana)di viagra generico(manly) nella quantità massima di 30/50 mg per volta...ultimamente mi sono accorto di soffrire di pressione alta soprattutto nella minima..il mio medico di base mi ha prescritto una pasticca di MICARDIS al giorno e degli accertamenti..volevo sapere se potrò continuare a fare uso settimanale di viagra (logicamente in quel giorno non prenderò la pillola per la pressione).Distinti saluti
Posso solo dirle che l’interferenza tra micardis e viagra è minimo o assente. Il resto lo deve decidere il suo medico. D.Bracchetti
Prof. Daniele Bracchetti

23 Mar 10 - leonardo, 70 anni (id: 105458)
  a letto quando sono a pancia in su ho un dolorino a sinistra quando respiro,la mattina ho sempre un po di muco alla gola secca.
27/03/2013: termini di risposta scaduti

beta-bloccanti
23 Mar 10 - elena, 42 anni (id: 105457)
  salve, soffro di tachicardia spvt da tanti anni e da tre anni prendo regolarmente un betabloccante ( bisoprololo da 1.25) che mi ha dato il cardiologo per tenere basso il mio battito ( la tachicardia cè lo lo stesso), siccome faccio palestra per dimagrire e faccio un ora di cyclette e camminata con il cardio volevo sapere il massimo dei miei battiti visto che nn salgono oltre i 100-110 è normale xkè prendo i betabloccanti?? cosa mi consiglia?? grazie. elena
La dose di bisoprololo riportata è piuttosto bassa: se i sintomi persistono potrebbe essere utile aumentarla. Uno degli effetti più importanti di questa classe di farmaci è proprio quello di ridurre la frequenza cardiaca di base e da sforzo Dr Di Benedetto
Dott. Sergio Di Benedetto

flutter
23 Mar 10 - gloria, 55 anni (id: 105444)
  Proseguimento ID 105422 , grazie Professore per la sua cortese risposta sono stata operata a Careggi ( FI ), un eventuale nuovo intervento di CVE a distanza di 30 gg. dai primi secondo Lei è consigliato ? o preferibilmente come mi sembra di capire conviene aspettare ed eventualmente tentare con ablazione in futuro ! un eventuale CVE adesso potrebbe complicare o compromettere in futuro risultato intervento di ablazione ? Attendo la sua risposta, cercherò poi eventualmente di contattarla telefonicamente .Grazie ancora e Cordiali Saluti
>> rimanderei il tempo dell’ablazione salvo sintomi invalidanti >> il tempo della cardioversione non ha influenza. Lei comprende però che di più non posso dirle, deve chiarire se è un flutter o una tachicardia da cicatrice. D. BRacchetti
Prof. Daniele Bracchetti

raynaud
23 Mar 10 - valeria, 27 anni (id: 105443)
  fenomeno di raynaud Salve, soffro del fenomeno di Raynaud da più di 3 anni,visto che nella città in cui studio non ho il medico, vorrei sapere a chi mi devo rivolgere per fare un controllo al fine di scongiurare o conoscere se può nascondere altre malattie, quali ad esempio, la sclerodermia.grazie
Come posso rispondere se non mi dice la città? Comunque senta all’ufficio pubbliche relazioni dell’ospedale. Non è mio compito. D. Bracchetti
Prof. Daniele Bracchetti

cardioversione
22 Mar 10 - pino, 52 anni (id: 105436)
  buongiorno, volevo sapere se la cardio versione e pericolosa oppure no grazie
Ma come poso rispondere ? Dipende dallo stato del cuore, dal tipo di aritrmia, dalle condizioni generali.... Fare il medico non è poi così semplice. Chieda a chi l’ha proposta che conoscerà sicuramente il caso. D.Bracchetti
Prof. Daniele Bracchetti

shock settico
22 Mar 10 - DOMENICO, 50 anni (id: 105435)
  BUON GIORNO MI SCUSI DOTTORE MA SN DISPERATA HO UN PROBLEMA CN MIO PADRE MALATO DI SLA DA QUASI 5 ANNI E DA 4 HA LA TRACHETTOMIA E ALLETTATO DA 4 . PRATICAMENTE NN MUOVE PIU NULLA APPARTE UNA MANO CHE QUANDO RIESCE LA MUUOVE.. HO PAURA PERCHE UNA SETTIMANA FA HA AVUTO UNO SHOK SETTICO E INSIEME ANCHE L ABBASSAMENTO DI PRESSIONE 40 SU 30 . PREMETTO CHE ORA E IN RIANIMAZIONE ... VORREI SAPERE SOLO SE SECONDO LEI LA PRESSIONE CIRCOLATORIA PUO SISTEMARSI UNA VOLTA REGREDITA LA SETTICEMIA O NN CI SN SPERANZE PER MIO PADRE? LEI CAPISCE LA MIA PREOCCUPAZIONE ? HA SOLO 50 ANNI E IO SN IN ATTESA DI UN BIMBO CHE PULTROPPO NN SO SE RIUSCIRA A CONOSCERE POICHE I MEDICI DELLA RIANIMAZIONE UNO DICE CHE ... continua >>
NN ESCE DALLA RIANIMAZIONE E UN ALTRO DICE CHE LUI STA MIGLIORANDO ...MIO PADRE SI E MALATO MA E TUTTO PER ME E LA MIA FAMIGLIA PERCHE LO ABBIAMO ASSISTITO FINO AL GIORNO CHE POI E STATO MALE ... DICONO CHE NN PUO ESSERE TRASPORTATO IN UN ALTRO REPARTO PERCHE E PERICOLOSO. GLI STANNO DANDO IL NORA5 E CERCANO DI ABBASSARLO MA NN SEMPRE PERCHE DICONO CHE PAPA NN REGGE E GLI SI ABBASSA LA PRESSIONE CHE LE HO INDICATO PRIMA. LE CHIEDO PER FAVORE DI RISPONDERMI AL PIU PRESTO E MOLTO IMPORTANTE CHE NOI POSSIAMO SAPERE SE C E QUALCOSA CHE POSSIAMO FARE PER LUI ... NEL FRATTEMPO LA RINNGRAZIO ARRIVEDERCI DANIELA
La severa ipotensione è un elemento del quadro clinico dello shocck, La prognosi del quadro descritto è quanto mai severa. Dr Di Benedetto
Dott. Sergio Di Benedetto

pericardite
22 Mar 10 - simone, 26 anni (id: 105431)
  Gent.mo Dott. Bracchetti i dati inseriti sono quelli di mio cognato al quale è stata diagnosticata una miocardite batterica che ha intaccato anche il pericardio. Sotto cura antibiotica in ospedale sembra essere in via di miglioramento. ma altro i medici non possono dire. quali sono le conseguenze di questo tipo di miocardite (provocata da streptococco)? che legami puo avere con la kavasaky contratta alletà di quattro anni? La ringrazio infinitamente, Valentina
Domanda non chiara ,riferita a un’altro soggetto. Non so come rispondere. Chieda ai medici che l’hanno in cura. Prof. Daniele Bracchetti
Prof. Daniele Bracchetti

flutter atriale
22 Mar 10 - gloria, 55 anni (id: 105426)
  Riferimento ID 105422 ,sono stata operata di Mixoma Atraiale sx ,dopo 3 gg. flutter atriale 2:1 a fvm 126 bpm,trattato con amiodarone ev inefficace Per la persistenza del flutter ad elevata tvm e stata tentata CVE con DC shock 200J con ripristino di RS 70bpm, dopo 10 min recidiva di flutter atriale con nuovo analogo tentativo di CVE ancora inefficace,visto che stanno considerando di provare nuovamente una CVE vorrei sapere se a suo giudizio potrei avere maggiori probabilità di rientrare in ritmo sinusale con tecnica di ablazione in RadioF. che ho capito spesso praticata c/o il Vs. Istituto .Mi scusi se Le ho mandato 2 messaggi ma mi pareva nel primo di non essere stata abbastanza chiara. Gr... continua >>
azie e Cordiali saluti
re-risposta Prof .D. Bracchetti Cardiologo Bologna
Prof. Daniele Bracchetti

flutter
22 Mar 10 - gloria, 55 anni (id: 105422)
  Sono stata operata il 23/02/10 di Mixoma Atriale sinistro ,Descrizione intervento:Sternotomia mediana ed apertura longitudinale del pericardio. Il cuore appare libero da aderenze ed aumentato di volume. Eparinizzazione sistemica e quindi cannulazione dell’aorta ascendente e selettiva delle vene cave per la conduzione della CEC. In CEC lievemente ipotermica si clampa l’aorta e Sì ottiene l’asistolia mediante infusione di cardioplegia ematica fredda intermittente per via anterograda. Atriotomia destra ed incisione della fossa ovale . E’ presente neoformazione con carattere mixoide con base di impianto sul setto, asportazione del mixoma e della sua base di impianto; chiusura della settotomia in... continua >>
polene 4.0 in sutura continua. Chiusura dell’atriotomia destra in polene 5.0 in sutura continua. Deareazione delle cavità sinistre. Declampaggio aortico e ripresa dell’attività elettrica del cuore in ritmo ingiunzionale prima e poi sinusale. Progressiva riduzione e interruzione della CEC con emodinamica stabile. Decannulazione delle vene cave. Protamina Decannulazione aortica. Emostasi. Posizionamento di due elettrodi stimolatori epicardici ventricolari, uno atriale e di due drenaggi (retrosternale, mediastinico). Chiusura del pericardio e della parete toracica a strati.DEC.POST-OP.In II g.....in III giornata epis.di flutter atriale 2:1 fvm 126 bpm,tentate 2 CVE a 200J,inefficaci ,da valutare event.nuova CVE Domanda potrei aver + % successo con Ablazione in Radiofreq.grazie x risposta
Il flutter atriale in effetti risente favorevolmente dell’ablazione, quindi in caso di persistenza dell’aritmia questa procedura è consigliabile. Però, stando alla descrizione dell’intervento, è possibile che esso sia conseguente alla cicatrice e come tale più difficile da trattare: in tal senso orienta l’insensibiligtà alla CVE. L’intervento per il mixoma è relativamente recente, forse l’aritmia può attenuarsi spontaneamente ,aspetti. Dove è stata operata ? Quanto al centro, in genere non dò consigli per mail. Prof. D. Bracchetti Cardiologo Bologna
Prof. Daniele Bracchetti

tachciardia
22 Mar 10 - gianluigi, 53 anni (id: 105421)
  Il cardiologo consultato a fine settembre 2009 per problema di besv (circa 197 al giorno da circa un mese, dopo un lungo periodo di stress psichico)di cui ho sempre sofferto ma in maniera molto più lieve, dopo ecg, holter, ecocardiogramma e prova da sforzo diagnosticava: toni cardiaci ritmici, normofrequenti, non stasi polm., non edemi declivi, buon compenso, non angor, non segni di cardiopatia in atto. In relazione ai valori di f.c. e p.a. elevati sia a riposo che sotto sforzo consiglio di iniziare terapia con congescor 1,25 mg 1 cp x 2 al gg. Su consiglio anche del mio medico curante che conosce bene la mia ansia e la mia ipertensione da camice bianco,ho assunto solo una compressa di conge... continua >>
scor che credo mi abbia creato enormi problemi di gastrite che non riesco a risolvere.Cosa succede se smetto di prendere il congescor per verificare se è lui il vero responsabile dei miei mali, visto che è lunico farmaco che sto assumendo? (in passato non sono riuscito a tollerare neanche il lobivon 1/2 compressa per più di una settimana per problemi intestinali).Attualmente la mia p.a. è stabilizzata sugli 85/90 la minima e 130/135 la massima e le besv si sono ridotte a 7/8 al gg. Prima di assumere il congescor era sui 90 la minima e 135 la max. Ripeto che dato il mio stato emotivo, in presenza di una visita medica sono soggetto a tachicardia fino a 90 ed elevazione della pressione che può arrivare a 90/160 che comunque ritornano nei valori suddetti nel momento in cui mi tranquillizzo.
Se il farmaco non è tollerato, in accordo con il suo medico lo sospenda. Lei ha un cuore normale ,cali di peso e faccia attività fisica. Ci sono farmaci alternativi ai beta-bloccanti per l’ipertensione: ma probabilmente lei non ne ha bisogno. D.Bracchetti
Prof. Daniele Bracchetti


Da 3752 a 3767 di 12351