Sei in: Medico on-line > Cardiologia

Aderiamo allo standard HONcode per l'affidabilità dell'informazione medica Aderiamo allo standard HONcode per l'affidabilità dell'informazione medica.
Verifica qui.


Cardiologia
Referenti

ultimo aggiornamento 6/02/2009
 
Aree tematiche

    Il Prof. Daniele Bracchetti risponde alle domande inerenti :
  • Aritmie Cardiache
  • Infarto Miocardico
  • Ipertensione Arteriosa
    Il Dott. Sergio Di Benedetto risponde alle domande inerenti :
  • Prevenzione cardiovascolare
  • Ipertensione arteriosa
  • Cardiopatia ischemica ed infarto miocardio
  • Valvulopatie (malattie delle valvole cardiache)
  • Scompenso cardiaco

Nella compilazione della tua domanda ti chiediamo gentilmente di attenerti il più possibile alle aree tematiche qui sopra riportate
ultimo aggiornamento 26/05/2008
Invia la tua domanda

Domande / Risposte
extrasistoli
8 Feb 10 - Federico, 36 anni (id: 103955)
  A partire dal mese di novembre u.s. ho iniziato ad accusare sintomi di chiara origine gastrica (difficoltà a digerire, pesantezza, bruciori di stomaco ecc.) seguiti dolori di vario tipo al petto (localizzati in punti diversi a seconda dei momenti e delle posizioni), accelerazioni del battito (sempre entro i 100 bpm), rialzo della diastolica (90-99) e extrasistoli. Il cardiologo, dopo una visita e un ecg a riposo e tenuto conto che il 1 ottobre avevo comunque effettuato la visita per l’idoneità alla pratica agonistica dell’atletica leggera (pratico da anni il podismo a livello amatoriale), ha escluso problemi al cuore e ha invece suggerito l’origine gastrica di tutti i sintomi suddetti unita ... continua >>
ad una componente ansiogena (sono una persona estremamente emotiva e da molto tempo vivo una situazione lavorativa estremamente stressante). Gli accertamenti a livello gastrico (ecografia e gastroscopia) hanno effettivamente evidenziato una esofagite da reflusso con ernia iatale e da tre mesi seguo una terapia specifica unitamente al Lexotan (per il discorso dell’ansia). Ad oggi, nonostante un effettivo miglioramento, ho ancora un certo malessere a livello digestivo e (cosa che sinceramente mi causa parecchia apprensione) qualche extrasistole (soprattutto al risveglio). A proposito delle extrasistoli posso secondo lei stare tranquillo (come continua a dirmi il cardiologo) o sarebbe meglio qualche ulteriore accertamento (No fumatore. Colesterolo nella norma. Familiarità per l’ipertensione)
E’ possibile che i suoi sintomi siano da attribuire a extrasistoli benigne, Niente di preoccupante, quindi. Non c’è un raèpporto dimostrato tra stomaco e extrasistoli. Se non l’ha fatto faccia un ecocardiogramma e un elettrocardiogramma con prova da sforzo. Così starà ancora più tranquilllo. Prof. D.BRacchetti Cardiologo Bologna
Prof. Daniele Bracchetti


tachicardia
8 Feb 10 - roberto, 43 anni (id: 103945)
  buonasera dottore volevo domandargli ho una pressione 140.90 con battiti cardiaci 95 il medico mi ha prescritto esami del sangue ecografia reni tiroite elettocardiogramma ecocardiogramma tutto ok solo un po’ di colesterolo 280.mi ha prescritto tenoretic 50 3 conversil 5mg.la pressione si e’stabilizzata a 130.85 e battiti a 82 ma il problema e’ che ho di media tre sbalzi a settimana circa 150.100 battiti 100 specialmente la mattina con tutta la terapia in corso,riesco a stabilizzarla solo con lexodan.non uso sale alcolici e caffe’,sono un fumatore.possibile che tutti questi farmaci non risolvono niente dovrebberomantenerla bassa solo lexodan riesce.la ringrazio di una risposta saluto
Se il lexotan risolve i suoi sintomi signica che c’è una componente ansiosa. Smetta comunque di fumare. Prof. D.Bracchetti Cardiologo Bologna
Prof. Daniele Bracchetti

tachicardia
8 Feb 10 - ivano, 30 anni (id: 103938)
  Egregio Dottore, la mia domanda è la seguente......un soggetto che non è allenato, durante le prime sessioni di allenamento, può registrare sotto sforzo una frequanza cardiaca di 200 battiti al minuto?
E’ possibile, dipende dall’entità dello sforzo. Ma è sicuro di aver misurato bene ? D.Bracchetti
Prof. Daniele Bracchetti

morte improvvisa
8 Feb 10 - silvia, 48 anni (id: 103932)
  Egr.pof ,si parla di prevenzione,mio marito 40 anni unanno fa ha fatto visita cardiologica tutto ok due ore di bici al di normopeso non fumatore etcetc il cardiologo gli aveva detto che aveva un cuore come unatleta dopo un mese è morto per uninfarto fulminante,cosa è potuto succedere,la nedicina ha i suoi limiti ma io vorrei avere da lei delucidazioni a riguardo,mi scusi ma il dolore è troppo forte,silvia.
Capisco il suo dolore, ma non ci sono elementi per prevedere un morte improvvisa, se gli accertamenti sono risultati negativi. Tra le possibili indagini l’ecocardiogramma può evidenziare una cardiomiopatia. Va chiarito se c’è famigliarità. Va chiarito se si assumono farmaci. Ma il più delle volte tutto rimane misterioso, purtroppo per questo problema ancora non abbiamo la soluzione. Prof. Daniele Bracchetti Cardiologo Bologna
Prof. Daniele Bracchetti

batticuore
7 Feb 10 - teresa, 55 anni (id: 103919)
  Buongiorno Professore. vorrei porle una domanda su un problema riguardante la mia salute.Da qualche settimana ogni tanto mi succede di sentirmi agitata ed ho la senzazione che i battiti del cuore siano accellerati.Tempo fa ho lelletrocardiogramma e lolther ,per un controllo, non è risultato nulla .Dimenticavo dirle che questa sensazione mi capita in qualsiasi momento della giornata e dura anche per diversi giorni .Faccio presente che sono diversi giorni che la mattina a colazione bevo il the verde.Aspettando una sua risposta,la ringrazione anticipatamente .Cordiali saluti.
Il thè verde può dare sia pure raramente un aumento dei battiti. Comunque non mi sembra un sintomo preoccupante. Se continua senta il suo medico. D.Brachetti
Prof. Daniele Bracchetti

ipertensione
6 Feb 10 - salatore, 57 anni (id: 103911)
  egregio proffessore, ho 57 anni sono impiegato, sono fumatore, circa due anni fà mi sono accorto a seguito di esami di essere iperteso, il cardiologo, mi ha prescritto norvasc, 5 mg la mattina e 5 mg la sera, in più prendo atenololo 100 mg al giorno. Posso assumere levitra saltuariamente? se no, ogni quanto posso assumerlo? E che problemi potrei avere? grazie dei suggerimenti e complimenti per il sito salvatore
In linea di massima non ci sono interferenze tra levitra e i farmaci da lei assunti. Deve però avere il permesso dell’andrologo. Il levitra interferisce molto solo con i nitroderivati. D.Bracchetti Cardiologo Bologna
Prof. Daniele Bracchetti

tachicardia
6 Feb 10 - lorella, 37 anni (id: 103907)
  soffro di tachicardia a causa dellansia vorrei sapere il beta bloccante va bene grazie
Si ,il beta-bloccante può andare bene bene, ma la pèescrizione deve esser fatta dal suo medico. D.BRacchetti
Prof. Daniele Bracchetti

fibirllazione atiale
6 Feb 10 - Mafalda, 99 anni (id: 103901)
  Mia madre, di 99anni e 6 mesi, da un anno è in cura con amiodar 100mg per 5 giorni.Ha una aritmia f.a. a buona risposta ventricolare. I battiti scendono a meno di 50 per poi subito salire a circa 90 (quando dice di non sentirsi bene). Fatto holter, ecocardiogramma ecc. Non c’è niente da fae per regolarizzare il battito? Grazie, Pietro
Se c’è una fibrillazione atriale permanente è normale che i battiti del cuore possano variare. Non ho capito perchè prende l’Amiodar, se c’è sempre la fibrilazione non è utile.Senta il suo cardiolgo.Mi tenga informato. D.Bracchetti
Prof. Daniele Bracchetti

bets-blocccanti
6 Feb 10 - Giuseppe, 45 anni (id: 103891)
  Salve Prof Brachetti volevo chiederle se i betabloccanti possono essere farmaci alla pari dei psicofarmaci vedi benzodiazepine o antidepressivi cioe agiscono sullansia o comunque dove originano problemi che causano tachicardia,extrasistole ecc cioe nella testa? Grazie
I beta-bloccanti non causano tachicardia, anzi riducono i battitti cardiaci. D.Bracchetti
Prof. Daniele Bracchetti

tachicardia
6 Feb 10 - Aldo, 60 anni (id: 103888)
  Buongiorno, una domanda. Mio padre,61 anni,con una diagniosticata dilatazione aortica e un ispessimento cardiaco, ha fatto un holter per capire la motivazione di tachicardia notturna.Lesito è il seguente: "ritmo di base sinusale con scarsa escursione cicadiana della frequenza cardiaca; aritmia extrasistolica sopraventricolare isolata rara e brevi runs; extrasistolia ventricolare monomorf a non precoce isolata (51 bev/24ore) e 2 coppie; non pause patologiche; non ischemia miocardica acuta; laritmia è solo occasionalmente sintomatica". E sotto terapia farmacologica con SEQUACOR E COMBISARTAN. Cosa significa? La ringrazio caramente per lattenzione e la disponibilita. Laura Casagrande
Il giudizio cardiologico si basa sui sintomi, sulla visita e sugli esami. L’Holter va considerato quindi insieme al resto. Comunque non mi sembra che il rilievo di aritimie descritto non rappresenti un problema. D.Bracchetti
Prof. Daniele Bracchetti

ipertensione
6 Feb 10 - immacolata, 61 anni (id: 103886)
  Illustre Professore ho avuto nel mese di ottobre 09 intorno alle 22,00 un picco pressorio di max 190, quando prendevo solo Sequacor 1,25 al di. Ho eseguito gli esami indicati: RMN cerebrale nella norma; MAP pressorio: "con evidenza di buon controllo dei valori pressori" e RE."lieve dislipidemia nella norma il resto". Dalla visita e dall’ecocardiogramma è risultato: "ventricolo sin con dimensioni normali; spessori aumentati. Buona cinesi globale e segmentaria. Valvola mitralica con lieve prolasso dei lembi ed insufficienza trascurabile. Atrio sin. con dimensioni normali. Bulbo Ao ed Ao ascxendente con dimensioni normali. Valvola Ao tricuspide normomobile,continenza. Cavità dx con dimensi... continua >>
oni normali. Lieve Itr con PAPS normale. Non versamento pericardio". Soffio mesosistolico alla punta. Mi è stata data come terapia : Sequacor 1,25 x/2die ore 8-18; Cardura 2 1 cps ore 16,00. Tre giorni fa, ho preso solo il sequacor 1,25 la mattina (non prendendo ne la cardura alle 16 ne il sequacor 1,25 alle 18) e la sera intorno alle 20 ho avuto un picco di 187 max. Mi devo preoccupare? Dal giorno dopo ho ripreso la terapia al completo.
I dati strumentali da lei riferiti indicano un lieve compromissione del cuore forse dovuta all’ipertensione. Niente di preocccupante quindi. E’ bene comunque tenere controllata la pressione: ci sono farmaci alternativa al Cardura, che però nel suo caso, se lo prende come prescritto, va bene. Ma deve affidarsi al suo medico. D.Bracchetti
Prof. Daniele Bracchetti

re-risposta
5 Feb 10 - Lilli, 60 anni (id: 103872)
  In riferimento alla id. 102936, ringrazio il dott. Di Benedetto per la risposta, e Le chiedo quale potrebbe essere la causa dei miei disturbi se non è causata dal rialzo pressorio.
scriva a Di Benedetto . DB
Prof. Daniele Bracchetti

male al collo
5 Feb 10 - alejandro., 36 anni (id: 103856)
  prima di tutto chiedo scusa per la scritura,sono argentino e ho un provlemino da due mesi circa non sempre sento una pulsazione sulla tempia sx, e mi fa male il collo sempre parte sx come si avesi un torcicollo puo esere un prolema di cervicale o magari un prolema alimentari perche sento un bruciore sullo stomaco, il mio dottore mi a misurato la presione e aposto me a detto che ho 125 75 alt. min. vi ringrazio e aspeto una risposta
Mi dispiace, sono cardiologo, i suoi sintomi non sono da riferire al cuore. Si affidi al suo medico. Prof. D. Bracchetti Cardiologo Bologna
Prof. Daniele Bracchetti

Brugada
5 Feb 10 - Elisa, 2 anni (id: 103854)
  Buongiorno. Scrivo per la sindrome di Brugada e i farmaci da evitare. Mia moglie e altri membri della sua famiglia sono affetti dalla Sindrome di Brugada; nostra figlia di 2 anni sembrerebbe di no, ma ci dicono che non è possibile escluderlo con certezza. A seguito di una bronchite un polunga ci è stata prescritta AZITROMICINA come terzo antibiotico, dopo che i primi due non hanno dato risultati accettabili. Leggo negli effetti indesiderati che può dare aritmie, anche se mi sembra di capire che riguardi solo i casi di QT lungo e non Brugada. Ho cercato nellelenco dei farmaci da evitare ma non compare. Posso quindi utilizzare lantibotico con ragionevole tranquillità? La ringrazio e ... continua >>
la saluto cordialmente. Lorenzo
E’ difficile dare una risposta, tuttavia sul piano pratico eviterei l’azitromicina, proprio l’effetto aritmogeno. Ci sono antibiotici alternativi. Prof. D. Bracchetti Cardiologo Bologna
Prof. Daniele Bracchetti

doppler carotideo
4 Feb 10 - roberto, 44 anni (id: 103840)
  Buonasera, ho effettuato un ecocolor doppler tronchi sovra-aortici con questi risulati : Carotide dx e sx lievissima iperplesia medio-intimale in assenza di alterazioni velocimetriche riferibili a stenosi significative. Arterie vertebrali ed oftalmiche pervie con flusso ortodromico. Lanno scorso ho fatto anche un ECG, ECG sotto sforzo, Holter e un Ecocuore e non sono stati rilevati problemi. Essendo un soggetto a rischio, fumatore colesterolo alto trattato con statine pressione arteriosa al limite 140/90, posso stare tranquillo o dovrei eseguire ulteriori accertamenti ? Esiste un esame approfondito non invasivo per appurare lo stato delle arterie coronarie ? Ringrazio in anticipo
Penso che l’esame doppler sia sufficiente, basta controllarsi periodicamente. E’ possibile in alcunui centri si possa fare la TAC coronarica, la tecnica non è ancora perfetta ma visualizza bene le coronarie. Se lei non ha sintomi non ne vedo la necessità. D.Bracchetti
Prof. Daniele Bracchetti


Da 3752 a 3767 di 12146