Sei in: Medico on-line > Cardiologia

Aderiamo allo standard HONcode per l'affidabilità dell'informazione medica Aderiamo allo standard HONcode per l'affidabilità dell'informazione medica.
Verifica qui.


Cardiologia
Referenti

ultimo aggiornamento 6/02/2009
 
Aree tematiche

    Il Prof. Daniele Bracchetti risponde alle domande inerenti :
  • Aritmie Cardiache
  • Infarto Miocardico
  • Ipertensione Arteriosa
    Il Dott. Sergio Di Benedetto risponde alle domande inerenti :
  • Prevenzione cardiovascolare
  • Ipertensione arteriosa
  • Cardiopatia ischemica ed infarto miocardio
  • Valvulopatie (malattie delle valvole cardiache)
  • Scompenso cardiaco

Nella compilazione della tua domanda ti chiediamo gentilmente di attenerti il più possibile alle aree tematiche qui sopra riportate
ultimo aggiornamento 26/05/2008
Invia la tua domanda

Domande / Risposte
re-risposta
8 Giu 10 - paola, 40 anni (id: 108318)
  dopo holter si riscontra ritmo sinusale atchicardico con numerosi bev isolati polimorfi. no stato ansioso, esami tiroidei nella norma. presenza di esofagite da reflusso in terapia con omeprazolo. cosa posso fare per eliminare extrasistoli? grazie
Risposto DB
Prof. Daniele Bracchetti


re.risposta
8 Giu 10 - Valeria, 26 anni (id: 108315)
  Gentile Dottore, la ringrazio per le sue risposte. Il mio dottore la pensa esattamente come lei riguardo a quei due farmaci. L’ultimo che mi ha prescritto (fludrocortisone) mi ha alzato la pressione inducendomi a bere un litro di acqua. Ho preso solo mezza pastiglia e i valori sono tornati normali (al che non ho più avuto bisogno del farmaco). La ringrazio ancora per il suo aiuto.
ok DB
Prof. Daniele Bracchetti

tachicardia
8 Giu 10 - ilenia, 21 anni (id: 108312)
  gentilissimo dottore, causa frequente tachicardia, dai 100 ai 150, il mio medico mi ha dato ansiolitici ma non ho visto alcun beneficio, quindi mi ha dato ora un beta bloccante? solo che io soprattutto seduto o sdraiato ho la pressione 100/60, e alcuni giorni il ritmo non supera i 90 ma altri giorni va fino a 140. Ora quindi mi chiedo se posso prendere il beta bloccante lo stesso or ischio un ipotensione eccessiva e bradicardia?? Inoltre mi chiedo se si possono assumere ansiolitici e beta bloccanti insieme? la ringrazio
Non possiamo dare giudizi sulla terapia, deve quindi affidarsi al suo medico. Comunque l’asniolitico e il beta-bloccante si possono associare. Prof. D. Bracchetti Cardiologo Bologna
Prof. Daniele Bracchetti

tachicardia
8 Giu 10 - marzia, 24 anni (id: 108311)
  egregio professore, da alcune settimane ho spesso tachicardia, sia a riposo che in piedi, a volte raggiunge i 150 in piedi e mi sento stanca. sono stata dal cardiologo che mi ha fatto ecg ed eco e dice che è tutto nella norma. premetto che sono una tipa ansiosa e il medico di famiglia dice che dipende molto dallo stress, infatti da un mesetto ho problemi sul lavoro e a casa. Ma intanto il mio cuore batte molto veloce soprattutto quando cammino, cosa che prima non era così, al massimo avevo 80 battiti nel camminare ora circa 130 e anche più. Devo ammettere che sono giorni che mi sento molto agitata pure ma questa tachicardia interrotta a volte da alcune extrasistoli mi mette ancora più ansia... continua >>
. E seria la cosa? Faccio male se prendessi dei beta bloccanti per alcuni giorni? O devo aver la pazienza che questo lungo periodo passi? Grazia
I beta-bloccanti possono essere utili, ma devono essere prescritti dal suo medico. Di più non posso dirle. Prof. D. Bracchetti Cardiologo Bologna
Prof. Daniele Bracchetti

tachicardia
8 Giu 10 - LUCIANO, 25 anni (id: 108310)
  gentile dottore, 2 mesi fa ho passato la mononucleosi, ora le analisi fatte sono buone, ho fatto anche ecocuore ed ecg ed è tutto ok, solo che da due mesi mi sento sempre debole e affannato, mi hanno fatto pure raggi al torace ed eco addome ed è tutto ok. Ma nonostante io prenda pure supradyn integratore mi sento debole e spesso assonnato. Siccome avevo la milza gonfia per 2 mesi sono stato quasi sempre a letto o seduto. Fatto è che ho spesso la tachicardia, non ogni giorno ma quasi, a volte anche qualche extrasistole. Mi succede che quando mi alzo in piedi il cuore da 70-80 bpm passa a 130-140 bpm e resta tale per molto tempo anche ore, e mi devo sedere o stendere per far diminuire le puls... continua >>
azioni fino a 80-90. Il mio medico dice che forse è stress, ansia oppure cause della mononucleosi. Mentre il cardiologo pensa a un problema di ricettori. Cosa consiglia di fare? Ha ragione il mio cardiologo secondo Lei? E preoccupante se fosse un problema di ricettori? Infine volevo chiederLe se sia il caso di assumere dei beta bloccanti (io prendo già antidepressivi e ansiolitici da anni comunque) mi faccia sapere GRAZIE
I beta-bloccanti possono essere utili, ma devono essere prescritti dal suo medico. Bisogno escludere che ci sia un interessamento cardiaco dovuto alla mononucleosi > può essere utile ripetere eco e visita cardiologica. Alcuni antidepressivi possono dare tachicardia. Di più non posso dirle. Prof. D. Bracchetti Cardiologo Bologna
Prof. Daniele Bracchetti

frequenza cardiaca e gravidanza
8 Giu 10 - rossella, 38 anni (id: 108309)
  gentile dottore e la seconda volta che le scrivo e spero che anche stavolta avra tempo di rispondermi. sono una donna di 38 anni e sono al 5 mese della mia seconda gravidanza.Ho notato da un po di tempo che dopo un pasto anche piccolissimo( e sopratutto al mattino) mi inizia un peso allo stomaco e un aumento dei battiti del cuore che avverto alla bocca dello stomaco e durano un bel po , ne ho parlato con il ginecologo ma lui sostiene che i battiti che avverto non dipendono dal cuore ma dalla valvola cardias e dal reflusso.Ho fatto allora un prova misuraqndomi la pressione (che e sempre bassina ) quando cio mi succede e l apparecchio ha pero riscontrato 102 pulsazioni in un minuto confermando... continua >>
cosi il mio sospetto , e cioe che sono ibattiti del cuore e non quelli della valvola come dice il ginecolgo.Le sarei veramente grata se volesse darmi un suo parere in proposito,mi aiuterebbe a tranquilizzarmi.Le premetto che negli ultimi anni anni ho fatto numerosi controlli al cuore, perche soffro da extrasistolia da ansia , e hanno dato tutti esito negativo. La ringrazio vivamente per la sua cortesia. la saluto cordialmente
Nella gravidanza fisiologica la frequenza cardiaca tende ad aumentare (e valori di 90-100 battiti al mnuto non sono rari)in caso di dubbio senta comunque il cardiologo. Dr Di Benedetto
Dott. Sergio Di Benedetto

ipertesnione ’
8 Giu 10 - viviana, 63 anni (id: 108307)
  Buongiorno professore,sono ipertesa su base ansiosa da 20 anni mi sono sempre curata e mi curo tuttora affiancata dal mio medico di base e dal cardiologo.Assumo pritor plus 80 e lobivon 5 mg al mattino e se non ho grandi ansie nellarco della giornata la mia pressione pare reggere con valori tra i 105-140/60-75.Ho un problema però altrettanto serio però e cioè lansia di cui soffro sin da giovane e gli attacchi di panico.Prendo anche elopram 20 e ansiolitici al bisogno ma sono spesso terrorizzata dal fatto che la mia pressione in determinate condizioni salga troppo,accade di rado che salga oltre i 160 ma talvolta accade,lultima volta due mesi fa ma di eliminare gli attacchi di panico non se ne... continua >>
parla nonostante lantidepressivo.Per farle un esempio stamane alle 7 prima dei farmaci avevo 140,alle 9.30 stanchissima 105 e alle 11 improvvise palpitazioni,nodo alla gola mancanza di fiato e pressione con extrasistoli a 150,dopo una decina di gocce di ansiolitici e nel breve volgere di tempo,passata la crisi,era gia scesa a 120.Mio figlio tornerà dopo dal lavoro e mio marito oggi non è in casa e mentre le scrivo sono in pena perchè vorrei riprovarla ma contattato il cardiologo me lo tassativamente vietato poichè sono gia troppo le misure che effettuo.Tutti i controlli che ho fatto parlano di ansia e d extrasitoli benigne ma io sono sempre preoccupata,col caldo questa mia ansia si aggrava poi.Mi da una sua opinione?grazie.Viviana
Il mio parere è che le variazioni di pressione da lei riferite non comportano rischio. E’ ansia certo, ma intanto non si ponga problemi per la sua pressione >>sono variazioni NORMALI. Prof. D.Bracchetti Cardiologo Bologna
Prof. Daniele Bracchetti

blocco di branca sinistra
8 Giu 10 - roberta, 39 anni (id: 108302)
  Gent.mo, la mia domanda è questa: Che rischi ci sono per una donna della mia età, con già un parto 15 anni fa, alla quale nel 2008 è stato riscontrato un blocco di branca sx non in terapia, con pa 125/75 ? Grazie per lattenzione.
Mi dispiace, la sua domanda risulta troppo generica. D’altra parte non è possibile dare giudizi per mail,senza conoscere il caso. Vorrei ricordare ai nostri lettori che il giudizio medico si basa sulla storia clinica, sulla visita e sul risolutato delle analisi. La sua domanda necessita di opportuni approfondimenti quali lo svolgimento di una visita specialistica. Comunque in linea generale posso dirle che se l’eocardiogramma è normale il suo blocco non pone problemi, salvo l’utilità di controlli periodici. D.Bracchetti
Prof. Daniele Bracchetti

tachicardia
8 Giu 10 - anastasia, 44 anni (id: 108290)
  per motivi di sovrappeso ho iniziato a seguire una dieta e ha correre con moderazione ma come lo faccio, o durante lallenamento o addirittura dopo, il mio cuore impazzisce e comincia a battere talmente forte fino ad aarrivare a 180 battiti (ho il cardiofrequenzimetro) ho fatto tanti controlli tutti ok ho pressione bassa 110/60 mi si chiude la gola e mi spavento ho fatto eco e elettro tutto ok distinti saluti
Se eco e ecg sono normali forse è solo questione di allenamento ( o di frequenzimetro non regolato). Comunque se continua faccia un elettrocardiogramma 24 ore Holter durante sfrozo intenso. Prof. D. Bracchetti Cardiologo Bologna
Prof. Daniele Bracchetti

ipercolesterolemia
8 Giu 10 - SUSANNA, 52 anni (id: 108289)
  HO I VALORI GLICEMIA 78, COLESTEROLO TOTALE 244 COLESTEROLO HDL 68 TRIGLICERIDI 102 DEVO FARE UNA CURA FARMACOLOGICO, O BASTA CURARMI L,ALIMENTATIONE
Se non vi sono altri fattori di rischio è consigliabile un trattamento dietetico. Dr Di Benedetto
Dott. Sergio Di Benedetto

extrasistoli
8 Giu 10 - Simone, 39 anni (id: 108287)
  Salve, mesi fà ho sentito dei vuoti e un nodo in gola, "extrasistoli", per due volte sono andato al pronto soccorso, mi hanno fatto EGG entrambe le volte negativo. Il fastidio è andato aumentando, moltissime extrasistole, sono andato dal cardiologo che mi ha fatto visita, EGG, Ecocardiogramma e ho fatto Holter 24h, tutto negativo, l’holter ha evidenzato una sola extrasistole. Mi ha consigliato Lexotan per stare più tranquillo. Per alcuni giorni tutto bene, ma da una settimana ho ricominciato con le extrasistole in numero altissimo, ne ho contate anche 15/18 al minuto, la dose di lexotan è stata raddoppiata ma senza alcun risultato. se non quello di essere quasi addormentato.Cosa devo o po... continua >>
sso fare? Soffro anche di Ernia ietale media e sono molto ansioso, non bevo caffe, non funo.La ringrazio
Il quesito sulle extrasistoli è posto con una certa periodicità, a conferma che questo fenomeno è relativamente frequente e soprattutto fonte di preoccupazione. Allego quindi un elaborato standard su questo problema. Le Extrasistoli, o Battiti Ectopici, sono dovute ad un gruppo di cellule cardiache, di dimensioni microscopiche, che si eccitano autonomamente dando origine al battito anticipato e ad un successivo battito più “forte” responsabile del sintomo “palpitazione”. Possono avere origine nell’atrio (extrasistoli o battiti ectopici atriali) o nei ventricoli (extrasistoli o battiti ectopici ventricolari). Le extrasistoli possono essere rischiose solo quando sono molto frequenti e associate ad una malattia di cuore: in tal caso sono espressione della malattia in sé e possono avere una rilevante importanza clinica. Più frequentemente, sono benigne, potendosi riscontrare anche in un cuore “sano”. Esse possono essere accentuate dallo stress o dall’abuso di caffè, mentre non è mai stato dimostrato un chiaro rapporto con l’ernia hiatale o disturbi digestivi. La DIAGNOSI DI BENIGNITA’ delle extrasistoli si basa sull’esclusione di una malattia di cuore: a tal fine sono utili, oltre alla visita cardiologica, l’ecocardiogramma, l’elettrocardiogramma da sforzo, l’elettrocardiogramma Holter. In generale non è necessario assumere farmaci antiaritmici. Va chiarito che i soggetti affetti da extrasistolia ventricolare benigna non corrono rischi e possono condurre una vita normale “convivendo” con questa sgradevole sensazione e sopportando il fastidio senza timori. E’ in ogni modo consigliabile un’ecocardiogramma periodico: in genere non ci sono comunque problemi anche nel corso degli anni. Prof. D.Bracchetti Cardiologo Bologna
Prof. Daniele Bracchetti

frequenza cardiaca
8 Giu 10 - cristian, 38 anni (id: 108282)
  buonasera chiedevo cortesemente un parere riguardo la mia frequenza cardiaca:premesso che sono in cura con farmaco antipertensivo (neolotan 100 livelli pressori nella norma con sensibile calo notturno)soggetto asmatico con ernia iatale allo stomaco,dopo sensazione di senso di vuoto ho voluto provare ha indossare il mio cardiofrequenzimetro: è normale camminando o facendo le scale la mia frequenza si aggiri sui 100-110 battiti ?e" normale che non sia stabile ma vari tra i 75-95 a riposo o durante la guida?un giorno per un istante il cardio e" passato da 35 a 100,puo" esser stato un errore dell"attrezzo o sono in presenza di aritmie?per correttezza le faccio presente che in febbraio ho messo u... continua >>
n holter 24h,l"esito e" satato:ritmo sinusale,fc 126 durante una camminata,qualche besv non aritmie ventricolari sostenute,non pause critiche,non modificazioni ST/T.IL MEDICO MI HA DETTO CHE ERA TUTTO OK.la ringrazio per l"attenzione grazie tante
La frequenza cardiaca varia facilmente in risposta a stimoli fisici e psichici della vita quotidiana; la variazione descrittas da 35 a 100 è in effetti strana, manon ho elementi per esprimere un giudizio Dr Di Benedetto
Dott. Sergio Di Benedetto

ipotensione
7 Giu 10 - Valeria, 26 anni (id: 108281)
  In merito alla sua gentile risposta, i farmaci che sono stati provati sono il Gutron (che purtroppo ha l’effetto contrario) e l’Effortil (che funziona quando vuole). Non li prendo solitamente perchè riesco a vivere bene anche senza -esattamente come ha detto lei-, ma ho seri problemi durante l’assunzione di farmaci perchè purtroppo svengo facendomi anche male (nella lista nera c’è il Ranidil, il Cardiazol-Paracoditina, il Gutron ed ora anche lo Zirtec. Il Paracetamolo mi abbassa solo molto la pressione costringendomi al divano). Purtroppo bevo molto poco di natura(circa 3 bicchieri al giorno)perchè bere, soprattutto a stomaco vuoto, favorisce gli attacchi che le avevo detto nello scorso mess... continua >>
aggio. Per quanto riguarda l’esame delle urine e del sangue il mio dottore non ha mai richiesto gli elettroliti, ma la PS risulta di un punto inferiore al limite minimo (ed oltre alla linfocitosi confermata è l’unico valore fuori norma). Cosa ne pensa? La ringrazio per le sue risposte.
Posso intanto dirle che Gutron e Effortil hanno poco o nulla effetto, tanto che non sono a carico del SSN. Di più non so dirle, capisco i suoi sintomi, provi a sentire un medico internista e controllo comunque la funzione delle surrenali. Prof. D. Bracchetti Cardiologo Bolgogna
Prof. Daniele Bracchetti

pressione arteriosa
7 Giu 10 - ERNESTO, 55 anni (id: 108268)
  BUON GIORNO DOTTORE.QUEST ANNO SONO STATO SOTTOPOSTO A DUE INTERVENTI DI MICROCHIRURGIA DI ERNIA DISCALE NEL PERIODO DI DUE MESI IN ANESTESIA TOTALE.PRIMA DI QUESTI INTERVENTI LA PRESSIONE ERA ABBATANZA ALTA CIOE 140-90 E I BATTITI 65-70 ORA INVECE LA PRESSIONE 110-70 E I BATTITI 85-90 SEMPRE MISURATA A RIPOSO.I NEUROCHIRURGO CHE MI HA OPERATO MI A DETTO CHE NON DIPENDE DALLE OPERAZIONI.DOTTORE COSA MI CONSIGLIA DI FARE? GRAZIE
Non credo che le variazioni dipendano dall’intervento; consiglierei una valutazione clinica complessiva ad opera del curante DR Di Benedetto
Dott. Sergio Di Benedetto

INR
7 Giu 10 - Angelo, 75 anni (id: 108261)
  Prendo il farmaco acenocumarolo ed ognio settimana eseguo il prelievo PR INR. Cortesemtente vorrei sapere il valore il valore giusto e la quantità di farmaco da prendere. Inizialmente ho iniziato da 1/2 compressa, poi i valore sono diminuiti e prendevo 1/2 compressa per 2gg. il 3 gg. 3./4 di compressa. Rifacendo gli esami dopo una settimana il valore era di 4.0 ed il mio medico mi ha prescritto 1/4 di compressa. Posso saprere i valori esatti e il dosaggio da prendere? Grazie
Per le più frequenti indicazioni i valori consigliati sono tra 2 e 3 oppure tra 2,5 e 3,5. La risposta al farmaco è individuale e quindi la posologia va valutata caso per caso. Dr Di Benedetto
Dott. Sergio Di Benedetto


Da 3752 a 3767 di 12720