Sei in: Medico on-line > Chirurgia Generale

Aderiamo allo standard HONcode per l'affidabilità dell'informazione medica Aderiamo allo standard HONcode per l'affidabilità dell'informazione medica.
Verifica qui.


Chirurgia Generale
Referenti

ultimo aggiornamento 20/05/2010
 
Aree tematiche

    L’ Eq. Chirurgia Generale Prof. Minni risponde alle domande inerenti :
  • Chirurgia della mammella
  • Chirurgia della tiroide, delle paratiroidi e del surrene
  • Chirurgia di giorno (day surgery)
  • Chirurgia del pancreas, della colecisti e delle vie biliari
  • Chirurgia dei tumori dello stomaco, dell’intestino e del colon-retto
  • Chirurgia Mini-invasiva Laparoscopica e Robotica

Nella compilazione della tua domanda ti chiediamo gentilmente di attenerti il più possibile alle aree tematiche qui sopra riportate
ultimo aggiornamento 1/02/2006
Invia la tua domanda

Domande / Risposte
polipo colecisti
19 Dic 07 - roberto, 55 anni (id: 70770)
  Egr. Prof. Minni, ho appena fatto una ecografia addome superiore, nel refertol si legge: Presenza di piccolo polipo parietale del corpo della colicisti di 6 mm circa di scarsa erilevanza clinica. L’urologo - chirurgo al quale mi sono rivolto al contrario dice che il polipo non è di scarsa rilevanza clinica e che va assolutamente eliminato mediante intervento di colecistectomia poichè il polipo è sintomo di un futuro cancro alla colecisti. Gradirei avere un suo parere. Grazie
Per prima cosa occorre essere sicuri che si tratti di un vero polipo (dotato di un peduncolo vascolare che si può vedere con l’ecodoppler) o non piuttosto di un polipo colesterinico, cioè di un deposito colesterinico adeso alla parete. Nel primo caso è bene asportare la colecisti, in quanto il polipo è un tumore benigno che, con il tempo, potrebbe degenerare. I tempi sono però lunghi e, date le dimensioni attuali della lesione, non c’è al momento, a mio parere, una condizione di urgenza. Nel secondo caso si può tentare una terapia farmacologica per provare a sciogliere il deposito colesterinico ed intervenire solo nel caso che tale terapia risulti inefficace o che insorga una sintomatologia riferibile alla litiasi della colecisti. Prof. inni
Eq. Chirurgia Generale Prof. Minni


ernia
18 Dic 07 - francesco, 62 anni (id: 70756)
  Nel gennaio prossimo sarò operato di ernia inguinale sinistra. Vorrei cortesemente conoscere il criterio che adotta il chirurgo nello scegliere tra il metodo Lichtenstein e il metodo Trabucco. Per quest’ultimo, ho letto che il "plug" potrebbe spostarsi.
Il posizionamento del cosiddetto plug è dettato alla presenza di un anello inguinale interno molto ampio, che non si è sicuri di coprire con la normale protesi. Attualmente l’uso del plug è limitato e comunque, nei casi selezionati in cui è ancora impiegato, viene fissato ai tessuti limitrofi per impedirne una successiva dislocazione. Prof. Minni
Eq. Chirurgia Generale Prof. Minni

unghie
18 Dic 07 - LAURA, 24 anni (id: 70722)
  Salve dottore! Avrei una Domanda da porle...... Da un pò di tempo mi sono accorta di avere le unghie un pò gialle?? Da cosa può dipendere??? Forse lo smalto??? Aspetto Risposta! Grazie Mille.
forse
Prof. Francesco Domenico Capizzi

diarrea
17 Dic 07 - antonino1950, 57 anni (id: 70692)
  gia’ njel 2006 avevo chiesto lumi circa la diarrea ricorrente a seguito intervento emicolectomia dx per adenomI di 4c.m. ,con displasia medio grave ,effettuato nel dicembre2005(domanda del 22.5.2006),senza intervento nodulare,ma con asportazione di circa 40cm di colon dx e valvola ileo cecale.A due anni dall’intervento la situazione attuale e’: controlli ematologici colonscopici e acografici regolari.diarrea alternata a feci molli con scariche da una la mattina a due post pranzo estremamente acquosa,la seconda.la terapia dall’inizio con loperamide,sostituita con questan buste con inizio di due mezze buste,adesso con due buste ,per oltre un anno stopper(caolino) per creare massa,ormai da sei... continua >>
mesi sospeso.in caso di bisogno riutilizzo loperamide.ancora a seguito di una gamma gt fino a 100 utilizzzo ursobil 450 ht una cp al giorno anche per una steatosi non severa.mi chiedo l’ursobil puo’ contribuire alla diarrea.mi era stato detto che la situazione dopo un anno sarebbe rientrata,pero’ cosi’ non e’; aggiungo flautenza dopo i pasti principali e coliche intestinali dopo le scariche,soprattutto se violente:E’ ancora valida la cura o da sostituire,devo fare altri controlli considerato che fra l’altro ho eseguito lattoferrina fecale ed intolleranza del tenue a 3 zucccheri,entrambi negatvi. SONO BEN CERTO DI UN COLON IRRITABILE DATO CHE ANCORA PER QUESTA ED ALTRI GRAVI EVENTI FAMILIARI,ORMAI DA ANNI UTILIZZO ANSIOLITICI ED ANTIDEPRESSIVI.GRAZIE IN ATTESA DI RISPOSTA tanti auguri
ho bisogno di incontrarla per esaminare lei e la documentazione
Prof. Francesco Domenico Capizzi

disfagia
17 Dic 07 - nadia, 35 anni (id: 70691)
  mia mamma da ieri a pranzo, non riesce più a deglkutire, nulla, nemmeno la saliva, può essere rimasto del cibo incastrato nell’esofago?
esegua esofagogastroscopia e poi mi faccia sapere. Nel frattempo o beve o bisognerà impiantare flebo
Prof. Francesco Domenico Capizzi

ca colon
17 Dic 07 - franco, 65 anni (id: 70684)
  Buongiorno, durante la colonscopia trovato nel colon destro polipo sessile di grosse dimensioni.Biopsia da come esito adenocarcinoma, con conseguente operazione chirurgica riuscita con asportazione del tumore e di un tratto di colon senza bisogna stomia, e di una metastasi non estesa al peritoneo in prossimita’ del tumore al colon! Mi e’stato consigliato anche delle sedute di chemioterapia dopo la guarigione in ospedale per eliminare eventuali cellule tumorali residue! Le domando per cortesia, secondo lei un opinione sulla mia possibile guarigione ,la possibilita’ di un possibile recidiva del tumore, e in cosa consistono i cicli di chemioterapia per questo tumore Grazie
Come le ho già risposto, non capisco a cosa si riferisce quando mi parla di una metastasi vicino al colon: le metastasi sono epatiche, peritoneali, omentali o ai linfonodi. Quanto alla chemioterapia credo anche io che sia indicata. La recidiva locale è una ipotesi molto remota, visto che la resezione è stata apparentemente radicale. Prof. Minni
Eq. Chirurgia Generale Prof. Minni

urologogastroenterologo
15 Dic 07 - Marco, 21 anni (id: 70615)
  Sono un ragazzo ventunenne,da due anni conduco una vita molto stressante per motivi di studio,e solo negli ultimi giorni ho cominciato a fare movimento in piscina.Da luglio ho dei sintomi vari ma precisi;il tutto è esordito con forti problemi all’apparato urinario,con minzioni frequentissime,bruciori interni al pene, eiaculazioni precoci e dolorosissime.Mi sono recato a fare tutti gli esami diagnostici del caso: urinocoltura, spermiocoltura, ecografia dell’apparato urinario, PSA, citologia urinaria. L’urologo che mi seguiva,valutata la negatività degli accertamenti, mi ha liquidato.Ho chiesto se non fosse il caso di prendere in considerazione la prostatite,lui assolutamente non concordava.H... continua >>
a però ipotizzato un probabile interessamento a livello intestinale, a suo dire, causa dei miei forti problemi urinari. Ho iniziato ad avere periodi di stitichezza alternati a periodi di forte stimolo, feci dure e diarrea alternate in pochi giorni. Inoltre ho un forte e persistente bruciore in zona anale, sia interno ,che esterno. La situazione non mi permette di stare seduto con soddisfazione.Mi reco da un proctologo, il quale, ad occhio, non riscontra nulla di anomalo, ma ipotizza la presenza di una qualche possibile forma patologica intestinale, anche se non sa correlare i sintomi urinari con quelli intestinali(mi curo per 20 gg con enteraproct, senza alcun beneficio).Le chiedo anche se può indicarmi a questo punto a quale campo medico devo rivolgermi, all’urologo o al gastro-enterologo
inizi da uno
Prof. Francesco Domenico Capizzi

neoplasia
15 Dic 07 - Laura, 60 anni (id: 70592)
  Buongiorno Prof.Capizzi,sono un’amica del pittore /scultore Gigi che non ho voluto avvisare per il momento;mi hanno riscontrato dopo una Colonscopia(ho l’intestino lungo,non fumo e ho mangiato tante fibre naturali,pochissimo alcool,vissuto all’aria aperta ma negli ultimi 3 anni stress forte,ansie,insonnie (lexotan 8 gc.al bisogno e 1/4 sonnif leggero) e problematiche economiche) una neoformazione ulcerovegetante a fine "cieco" di almeno 8 cm dura e infiltrata;devono ancora eseguire la Tac e attendo gli esiti dei referti istologici (Flac e marcatura nerochina)ma mi è stato detto che dovrebbe essere quasi certamente un tumore al colon dx da rimuovere ; siamo anemici di famiglia ma negli ultimi... continua >>
3 mesi avevo emoglobina a meno di 9,perdevo qualcosina nelle feci che ora compenso con ferrograd per bocca (Ves 15,valori epatici nella norma,ematocrito basso).Anche una gastroscopia fatta prec evidenziava helicobacter di forma pesante e iperemie.Mi è stata prospettata la Laparoscopica.Ho alterata da tre anni la Tiroide (ipo e prendo eutirox 100 ma ancora non c’è equilibrio)ho spesso fame-dopo doccia o lavoro- e un po’ di esofagite da reflusso,attacchi di tremarella ogni 4/5 ore che prevengo mangiando poco e spesso e riposando.Per cortesia,è possibile avere una sua opinione di massima.
ho bisogno di esaminare la documentazione
Prof. Francesco Domenico Capizzi

ca gastrico
14 Dic 07 - maurizio, 52 anni (id: 70586)
  A mio suocero che ha 74 anni gli è stato diagnosticato quanto segue Carcinoma gastrico con metastasi ossee diffuse e infiltrazione secondaria sacrale e pararettale.Il referto del radioterapista è stato Paziente affetto da diffusa sostituzione ossea del rachide da eteraplasia gastrica a livello del sacro ove esiste importante lesione ripetitiva con estrinsecazione anche a livello del contenuto delle pelvi seguita da sofferenza midollare.Ora avrei bisogno di chiederle quanto può vivere ancora e se esistono delle cure efficaci o eventualmente un ottimo medico che possa darci una ultima speranza.In attesa di una vostra cortese e gentile risposta invio distinti saluti. maurizio Rimini i4aeu@l... continua >>
ibero.it
si affidi alla sola speranza
Prof. Francesco Domenico Capizzi

fitte al costato
14 Dic 07 - Angelica, 36 anni (id: 70580)
  ho delle fite al lato destro del petto cosa puo essere? sono in cinta da 13 settimane e questo dolore mi vine ogni tanto, e mi preocupa.vorrei sapere che cosa rimane lì, gia che dal l’atra parte cè il cuore ma da lì mi sembranno stranne queste fite. grazie.
Molto probabilmente si tratta di dolori intercostali, non legati a patologie sottostanti. Se si accentuano e se tendono a scendere verso l’addome, utile una ecografia. Prof. Minni
Eq. Chirurgia Generale Prof. Minni

reflusso
14 Dic 07 - eleonora, 29 anni (id: 70528)
  Egregio Dottore, da metà luglio 2007 soffro di attacchi di panico a causa dei quali sono stata spesso al PS e dal cardiologo (convinta di avere un problema al cuore). Ho eseguito tutti gli esami del caso : 4 ECG, ECG al cicloergometro, ecocolordoppler, visita cardiologica; risultato: cuore perfetto. La mia domanda è questa: da pochi giorni avverto uno strozzamento in gola, come se l’aria non passasse e mi mancasse il respiro. In più, avverto uno ’gnocco’ in gola (mi scusi per il termine non propriamente scientifico), un corpo estraneo. Potrebbe essere un problema di reflusso? Infatti, a volte, avverto anche leggera oppressione al petto e alla bocca dello stomaco.Il medico di base mi ha pres... continua >>
critto un antiacido da prendere per 14 gg. Continuo a sentire cmq un senso strano di pesantezza e soffocamento alla gola.Eventualmente, quali altri esami potrei fare? Ho anche effettuato emocromo completo e analisi della tiroide e sono perfette. Attendo una sua risposta. Grazie per il servizio che offrite.
ph impedenzometria
Prof. Francesco Domenico Capizzi

stomaco
12 Dic 07 - Marilena, 34 anni (id: 70464)
  Salve Prof., ho un problema che mi preoccupa tantissimo ed ho tanta paura di affrontarlo. Le faccio un po’ di premesse. Ho l’ipertensione arteriosa (ipertrofia ventricolare), soffro di reflusso gastroesofaeo, ho l’endometriosi e sono stata operata due anni fa circa, ho un bimbo di 8 mesi (EVVIVA!). Comunque, sono un paio di mesi che soffro di stomaco e noto al tatto una pallina. Passo comunque tutta la giornata con il mio bambino in braccia per farlo giocare. Ho paura. Ho paura di un tumore. E’ possibile? Amo mio marito e mio figlio, ma ho tanta paura! Cosa può essere? Come posso affrontare la cosa? Grazie! Grazie!
difficile toccarsi lo stomaco. Comunque si faccia visitare
Prof. Francesco Domenico Capizzi

mano
12 Dic 07 - Daniela, 45 anni (id: 70438)
  Dalla radiografia alla mano destra è emerso "piccole aree di addensamento osteosclerotico alla falange distale del terzo dito ed all’epifisi distale dell’ulna destra, senza preciso significato patologico".Potete dirmi di cosa si tratta? Grazie
ci vuole l’ortopedico
Prof. Francesco Domenico Capizzi

calcolo colecisti
12 Dic 07 - MARIAGRAZIA, 39 anni (id: 70425)
  In seguito ad una colica addominale mi è stato diagnosticato un calcolo di 16 mm alla colicisti. Volevo sapere se ho un’alternativa all’intervento chirurgico e se devo eseguirlo con urgenza. Grazie
Una calcolosi sintomatica della colecisti sintomatica a mio parere rende consigliabile l’intervento di colecistectomia laparoscopica. Prof. Minni
Eq. Chirurgia Generale Prof. Minni

medico
12 Dic 07 - daniela, 24 anni (id: 70408)
  buongiorno,ho 24 anni,da un mese circa ho dei dolori sotto l’ascella destra che si espandono fino al seno. il dolore è alcune volte pungente e fastidioso;sono molto preoccupata,consultando telefonicamente il medico curante sostiene ed esclude una mammografia in quanto per la mia giovane età è molto improbabile che sia qualcosa di grave. Aspetto una Vostra gentile risposta al più presto. Cordiali Saluti. Daniela
si consulti con il suo medico
Prof. Francesco Domenico Capizzi


Da 1909 a 1924 di 4167