Sei in: Medico on-line > Neurochirurgia

Aderiamo allo standard HONcode per l'affidabilità dell'informazione medica Aderiamo allo standard HONcode per l'affidabilità dell'informazione medica.
Verifica qui.


Neurochirurgia
Referenti

ultimo aggiornamento 8/07/2012
 
Aree tematiche


Nella compilazione della tua domanda ti chiediamo gentilmente di attenerti il più possibile alle aree tematiche qui sopra riportate
ultimo aggiornamento 26/04/2013
Invia la tua domanda

Domande / Risposte
ernia
18 Gen 12 - andrea, 39 anni (id: 120432)
  Rm colonna cervicale tecniche dello SE e del TSE, acquisite immagini T1eT2 pesate lungo i piani saggitali ed assiali. Rigidità del rachide cervicale con rettilineizzazione della lardosi a livello dei primi sei metameri. Spondilouncoartrosi osteofitosica degli ultimi tre metameri cervicali. A livello dello spazio intersomatico C5-C6 riduzione in altezza dello spazio intersomatico. Debordo discale posteriore paramediano destro curvilineo a medio raggio che unitamente ad osteofiti margini-somatici aggettanti nel canale rachideo limitrofo non comprime il sacco durale ma restringe la tasca radicolare ed il canale di coniugazione destro, determinando conflitti disco radicolari in tali sedi;c... continua >>
anale di coniugazione sinistro modicamente ristretto su base artrosica senza segni di conflitto disco radicolari nel contesto. A livello dello spazio intersomatico C6-C7: non protusioni discali. Entrambi i canali di coniugazione sono di dimensioni ristrette su base artrosica con possibili conflitti sulle radici spinali nel proprio contesto;il canale rachideo è di normale ampiezza. Il canale di coniugazione destro C4-C5 appare ristretto su base artrosica apparentemente senza conflitti sulla radice spinale nel proprio contesto. Non sono rilevate ulteriori protrusioni discali. Le restanti porzioni del canale rachideo ed i restanti canali di coniugazione presentano dimensioni fisiologiche. Il midollo spinale e normointenso e normoconformato. che cura devo fare? grazie.
dipende dalla sua sintomatologia, se fortemente sintomatico può essere necessario l’intervento di discectomia dr E Pozzati
Dott. Eugenio Pozzati


carotide
17 Gen 12 - maria, 44 anni (id: 120425)
  gent.mo dott.mio padre un 13 mesi fa ebbe un ictus ischemico determinato da stenosi carotidea severe.Segue una terapia farmacologica ma da soffre specie di notte di dolori lancinanti paragonabili a coltellate nella zona cervico-scapolare.Lortopedico ha riscontrato artrosi che pero ha sempre avuto ota le chiedo se queste manifestazioni dolorose sono dovute allaccaduto o effettivamente allartrosi?quali farmaci ocreme o altro potebbe usare per alleviare questi dolori visto che assume gia la terapia con plavix torvast quark.Grazie per la sua gentilezza
occorre intanto capire se ha bisogno di un intervento di disostruzione carotidea in base al preciso imaging di angio TC Dr E Pozzati Neurochirurgia Osp Bellaria BO
Dott. Eugenio Pozzati

rx
17 Gen 12 - Assunta, 50 anni (id: 120415)
  Buongiorno Prof.Pezzati.6 anni fa sono stata operata per una istabilita vertebrale con esito positivo.Da poco ho iniziato ad avere dolori alle gambe e alle braccia,e lultima radiografia dice:ridotta appare la fisiologica lordosi cervicale,accentuata la cifosi dorsale e lordosi lombare.In sede dorsale si documenta una iniziale deformazione a cuneo anteriore dei somi vertebrali in corrispondenza del fulcro cifosi.Devo premettere che ho fatto questo controllo per un dolore acuto al braccio dx e che a maggio scorso ho avuto un intervento di asportazione dellutero.La ringrazio anticipatamente per la risposta ed eventuale delucidazione.
non si capisce che tipo di intervento per instabilità ha fatto
Dott. Eugenio Pozzati

emg
16 Gen 12 - leo, 45 anni (id: 120412)
  chiedo cortesemente un parere sulla perdita di forza al piede dx non riesco a mettermi in punta di piede. effettuate Elettromiografia e RM del rachide lombare eseguita in tecnica TSE e B_TFE secondo piani di scansioni assiali e sagittali e con immagini pesate in T1 e T2, evidenzia: normale morfologia, spessore ed intensità di segnale dei dischi intersomatici interposti in sede lombare. In L2-L3:protrusione discale circonferenziale più evidente a destra dove lambisce la radice L2 omolaterale, In L3-L4:protrusione discale circonferenziale con impegno intraforamidale bilaterale dove lambisce le radice L3. In L4-L5:protrusione discale circonferenziale con appoggio sul sacco durale allemergen... continua >>
za delle radici L5 e sulla radice sinistra L4 nel suo tratto intraforamidale. In L5-S1: minima protrusione discale senza eventi impronte sulle strutture nervose.
si tratta probabilmente di un’ernia l4/5 che comprime la radice. occorre conoscere il referto della EMG per una migliore indicazione terapeutica Dr E Pozzati Neurochirurgia Osp Bellaria BO
Dott. Eugenio Pozzati

stenosi
16 Gen 12 - maury, 51 anni (id: 120409)
  buongiorno ho fatto rm alla colonna ed è piena di paroloni iniziale inversione della lordosi lombare . non alterazioni a carico delle vertebre dorsali distali e ls . artropatia interapofisiana del tratto l2 s1 . diametri canali spinali nella norma. alterazione morfologica e di segnale a carico di tutti i dischi intersomatici lombari, che presentano modificazioni della struttura interna su base degenerativa di vario grado . uno spessore ridotto e ampio debordo posteriore con conflitto durale maggiore centrale ai primi tre livelli . impegno foraminale inferiore dei dischi , maggiore a livello l5 s1 gentilmente tutti sti paroloni significa che cè qualcosa ? grazie della sua cortesia
si tratta probabilmente di una stenosi del canale lombare, occorre vedere la rmn e sapere la sua sintomatologia per un consiglio terapeutico Dr E Pozzati Neurochirurgia Osp Bellaria BO 051 6225353
Dott. Eugenio Pozzati

carotide
15 Gen 12 - alberto, 67 anni (id: 120394)
  gradirei un parere, sè lintervento da me subito cioè occlusione arteria temporale sx per la presenza di un piccolo aneurisma esterno tempia sx, può aver determinato una scarsa ossigenazione celebrale, da poter causare una brevissima TIA ed ad un anno un episodio sincopale. intrvento di 3 anni fà. scusi la terminologia GRAZIE
è strano che un aneurisma della carotide esterna dia un’ischemia, occorre vedere l’angiografia
Dott. Eugenio Pozzati

ernia
15 Gen 12 - Giusi, 20 anni (id: 120392)
  BUONGIORNO DOTTORE VORREI CHIEDERLE DELLE INFORMAZIONI RIGUARDO UNA RISONANZA MAGNETICA FATTA A MIA MADRE DI ETA 40 ABBIAMO DECISO DI RIVOLGERCI A LEI GRAZIE IN ANTICIPO LE SCRIVO UN PEZZO DELLA RISONANZA VORREMMO CAPIRNE DI PIU RIDOTTA LA FISIOLOGICA LORDOSI LOMBARE IN CLINOSTATISMO. RIDUZIONE DEL SEGNALE IN T2 DEI DISCHI INTERSOMATICI COMPRESI NEL TRATTO DA L3 A S1 PER FENOMENI DISIDRATATIVI. SEGNI DI SPONDILOSI INIZIALE. AGLI SPAZI L3-L4 E L4-L5 SFIANCAMENTI DISCO-ANULARI POSTERIORI CON IMPEGNO DEI RECESSI DEI FORAMI DI CONIUGAZIONE. IN CORRISPONDENZA DELLO SPAZIO L5-S1 ERNIA DISCALE POSTERIORE PARAMEDIAMA E LATERALE DESTRA, A DECORSO ASCENDENTE INTRAFORAMINALE OMOLATERALE; ESSE APPAR... continua >>
E IPERINTENSA IN T2 DA RESIDUA IDRATAZIONE. CANALE VERTEBRALE DI AMPIEZZA RIDOTTA AL LIVELLO DI L4-L5 E L5-S1 SU BASE IPERTROFICO-DEGENERATIVA DELLE FACCETTE ARTICOLARI E DEI LEGAMENTI GIALLI. REGOLARE SPESSORE E SEGNALE DEL CONO E DELL EPICONO MIDOLLARE.
occorre probabilmente l’intervento in L5S1 Dr E Pozzati Neurochirurgia Osp Bellaria BO
Dott. Eugenio Pozzati

rx
14 Gen 12 - GARBOGLINO, 45 anni (id: 120381)
  Buongiorno Egr. Dott. mi hanno riscontrato osteoma di piccole dimensioni nella zonaossea sopra locchio sinistro e tre anni fa un endocardite visibile solo con ecocardiogramma; ho costantemente mal di testa..tutti i giorni vado avanti di nimesulide; la cefalea che accuso è costante e pulsa sempre iniziando dalla parte dove è localizzato losteoma; a febbraio del 2011 mi hanno ricoverata durgenza per febbre alta come precedentemente e mi hanno riscontrato una macchia nella zona retro-sinistra della testa; accuso male alla spalla sinistra e alla mano sinistra come se avessi degli spilli. Non so più dove e da chi rivolgermi in quanto mi dicono qui a Bologna di continuare a tenere sotto controllo ... continua >>
la situazione ma di certo così non posso andare avanti anche perchè sia a Genova che a Milano mi hanno detto che losteoma sarebbe meglio toglierlo con intervento. Sono veramente stanca di andare avanti così con forti cefalee e riduzione anche della vista. Ho avuto episodi anche di svenimenti e crisi epilettiche diverse dalle solite....stringendo forte la bocca e non riuscendo ad aprirla. Ad agosto del 2011 ho avuto una miocardite. Per favore mi aiuti ed intervenga anche chirurgicamente visto che pensano che possa andare avanti così continuando a prendere nimesulide tre o quattro volte al giorno con due angiomi al fegato.Spero mi prenda veramente in considerazione! Le lascio anche il mio cell. 3319235185. Se devo andare avanti così preferirei essere operata. Mi contatti per favore!
occorre vedere gli accertamenti neuroradiologici per capire se è indicato l’intervento chirurgico
Dott. Eugenio Pozzati

neuro
12 Gen 12 - Italo, 46 anni (id: 120368)
  rm cervello e tronco encefalico-senza contrasto Buongiorno! Mi dice per cortesia cosa vuol dire: indagine eseguita con sequenze tes,flair e dwi senza mdc paramagnetico. sono apprezzabili nelle immagini a TR lungo,a ridosso del trigono di sin due aree di iperintensita" nella sostanza bianca ( focolai demielinizzanti?). Utile approfondimento diagnostico con valutazione laboratoristica e consulenza neurologica. regolare il restante tessuto celebrale. Ventricoli e spazi subaracnoidei nella norma. linea mediana in asse. regolare il quadro in fossa cranica posteriore, in particolare regolari i pacchetti acustico-facciali???????? in attesa una sua gentile risposta la ringrazio e distinti... continua >>
saluti!!! reho italo
ne deve parlare con un neurologo, io sono neurochirurgo
Dott. Eugenio Pozzati

tarlov
12 Gen 12 - GP, 50 anni (id: 120361)
  A seguito dolori iniziati 6 mesi fa saltuari dopo lunghe camminate trekking ecc. (dolore lombare a volte con interessamento fianco sx e anche genitali) eseguita Ris. Magn senza contrasto. Esito: Si osserva una cisti radicolare (di Tarlov) in corrispondenza del forame di coniugazione di destra tra L1 e L2... a cosa vado incontro....consigli...e quantaltro...Grazie Saluti
occorre sapere le dimensioni della cisti, se non è particolarmente voluminosa non è da trattare Dr E Pozzati Neurochirurgia Osp Bellaria BO
Dott. Eugenio Pozzati

ozono
11 Gen 12 - ANTONELLA, 48 anni (id: 120348)
  Buonasera Dottore, sono stata sottoposta ad una discectomia anteriore per ernia cervicale C5-C6 con applicazione di cage intersomatica, anche al disco c4-c5 viene segnalato un appuntimento osteofitosico somato marginale mediano paramediano dx con impronta durale concomita unco spondilosi con riduzione in ampiezza dei forami di coniugazione da entrambi i lati,esco da precedente vertebroplastica alla d6 per un angioma invasivo di vasta dimensione che mi provocava difficolta al braccio dx mentre lernia operata complicava la situazione al braccio sx. Ora sto seguendo un ciclo di terapie da circa un mese,tens laser e esercizi posturali. Alla dimissione del collare e ai raggi di controllo a 60 gg... continua >>
. dallintervento avevo una situazione veramente pesante,non riuscivo a fare nessun movimento con il collo, dolore e anche le spalle semirigide; ora ho migliorato abbastanza, ma alterno giorni di blocco(in particolare i movimenti del collo) e anche il braccio sx è ancora in difficoltà. Il mio fisiatra mi proponeva, per aiutare un po la situazione, di eseguire qualche puntura di ozono, per vedere se si modifica questa rigidità.Gentilmente Dr, cosa ne pensa? può essere una cosa utile, almeno per i dolori?Grazie infinite. Cordiali saluti.
ozono intradiscale o superficiale? Ha fatto una RMN di controllo postoperatorio?
Dott. Eugenio Pozzati

rmn
11 Gen 12 - ciro , 47 anni (id: 120346)
  salve ho appena ricevuto i risultati della risonanza magnetica. cito le testuali parole: piccoli angiomi intraspongiosi nei corpi di L1 L3 con dimensioni massimea quest ultimo livello di poco superiori al centrimeto.Vrrei sapere se è grave e se bisogna intervenire chirurgicamente o bisoga fare una cura appropiata.La ringrazio e aspetto una sua gentile risposta.
non occorre intervenire chirurgicamente, si tratta di un comune riscontro radiologico
Dott. Eugenio Pozzati

rmn
10 Gen 12 - Giuseppe, 35 anni (id: 120340)
  Lesame Rm rachide lombo-sacrale è stato eseguito con apparecchiaruta a basso campo (0.35T), con sequenze TSE T1 e T2 sul piano saggittale e TSE T2 sul piano assiale. Ridotta la fisiologiia lordosi lombare in clinostatismo. Deviazione sinistro-convessa del rachide lombale. Riduzione del segnale IN T2 dei dischi intersomatici compresi nel tratto L3 a S1 per fenomini disidratativi.Iniziali segni di spondilosi. A livello di L3-L4 sfiancamento discoanulare posteriore con iniale impegno dei recessi inferiori dei forami di coniguazine.Allo spazio L4-L5 protusione discale postero-mediana che impronta il sacca durale. In corrispondenza dello spazo L5-S1 protusione discale posteriore paramediana deste... continua >>
a.Canale vertebrale di ampiezza regolare. Cono midollare in sede. Cosa mi consiglia di fare in merito alla risposta RM si puo curare ho devo operarmi sono grave? La ringrazio anticipatamente Giuseppe
apparentemente non chirurgico, ma occorre vedere la RMN e sapere i suoi disturbi Dr E Pozzati Neurochirurgia Osp Bellaria BO 0516225353
Dott. Eugenio Pozzati

rmn
6 Gen 12 - Emanuela, 60 anni (id: 120298)
  Egregio Dottore, sono stata colpita da ictus nel 2009, da allora ho avuto problemi di recupero psico-fisico oltre a dolori diffusi nella parte sx del corpo che si sono accentuati in questi ultimi tempi perdurando linsensibilità dellarto inferiore sx e della mano sx. Di fatto sono invalidata ad eseguire molte attività anche smeplici, nonostante un lungo periodo di fisioterapie. Su indicazione della mia fisiatra ho effettuato di recente una RM che ha dato lesito che riporto integralmente:segni di disidratazione dei dischi intervertebrali dorso-lombari da D11-D12 fino al passaggio lombosacrale;a livello L1-L2 si evidenzia piccola impronta extradurale mediana e paramediana da protrusione discale... continua >>
e fatti degenerativi a carico delle vertrebe con conservata ampiezza del canale certebrale; lieve sondilolistesi di L5 sul primo metamero sacrale.Si rileva impronta extradurale ad ampio raggio da protrusione discale e fatti degenerativi a carico delle vertebre. Un po ridotta lampiezza dei forami di coniugazione bilateralmente; ridotto in altezza lo spazio discale intersomatico L5-S1; modesta atrofia calcarea delle vertrebe dorso-lombari e sacrali da D11; segni di disidratazione dei dischi intervertebrali dorso-lombari da D11-D12 fino al passaggio lombosacrale. Domanda: intuisco che si tratta di ernie. Cosa devo fare nelle mie condizioni? La ringrazione sentitamente della risposta.
dal referto rmn non emergono precise indicazioni chirurgiche sulla patologia discale
Dott. Eugenio Pozzati

tc
5 Gen 12 - Laura, 41 anni (id: 120295)
  Vi scrivo per mia madre, 70 anni, che è sempre stata molto attiva ed estrememente organizzata. Da un mese è molto stanca, si distrae e si addormenta anche se siamo in gruppo e non partecipa alle conversazioni, si è presentata alla festa di Natale senza aver impacchettato i regali (cosa che normalmente non avrebbe mai fatto), e di giorno dorme tantissimo (si sveglia dopo mezzogiorno, e dopo pranzo torna a dormire fino alle 18.00). Ho provato a verificare la sua memoria, e sembra ricordare bene nomi e date, eppure questi comportamenti non sono da lei. Quali accertamenti consigliate di fare? Il suo medico di base le ha fatto fare solo quelli della tiroide, e poi ha detto "sarà letà", ma lei n... continua >>
on è mai stata così! GRAZIE!
consiglio TC cerebrale
Dott. Eugenio Pozzati


Da 905 a 920 di 3185