Sei in: Medico on-line > Neurochirurgia

Aderiamo allo standard HONcode per l'affidabilità dell'informazione medica Aderiamo allo standard HONcode per l'affidabilità dell'informazione medica.
Verifica qui.


Neurochirurgia
Referenti

ultimo aggiornamento 8/07/2012
 
Aree tematiche


Nella compilazione della tua domanda ti chiediamo gentilmente di attenerti il più possibile alle aree tematiche qui sopra riportate
ultimo aggiornamento 26/04/2013
Invia la tua domanda

Domande / Risposte
ipostesia
11 Apr 12 - andrea, 32 anni (id: 121578)
  Salve, da circa un mese ho spesso una fastidiosa sensazione di bruciore agli arti (senza dolore). Si tratta di un bruciore interno. E iniziato tutto circa un mese fa quando per più di una settimana ho avuto in continuazione sensazione di bruciore in posti diversi degli arti, come ad esempio ginocchia, gomiti, braccio, avambraccio, dita dei piedi, dita delle mani. Non accade contemporanneamente in tutte queste zone ma in due o tre di esse alla volta. Il mio medico mi fece prendere degli antiinfiammatori che però secondo me non mi hanno dato benefici. Dopo la prima settimana non ho avuto problemi per alcuni giorni; poi ho iniziato ad averli sporadicamente; adesso mi capita di nuovo più spesso.... continua >>
Ieri ad esempio ho avuto per un paio dore bruciore alle ginocchia e stamttina alle dita dei piedi . Faccio presente che alletà di 16 anni mi fu diagnosticata scoliosi che però attualmente non mi da particolari problemi; inoltre faccio una vita abbastanza sedentaria. Avrebbe qualche consiglio da darmi? Grazie
si rivolga a un neurologo
Dott. Eugenio Pozzati


rmn
11 Apr 12 - Carmine, 34 anni (id: 121575)
  salve sono qui a chiederle spiegazioni in base ad una RMN senza mezzo di contrasto che riportava nel referto quano segue: A livello dello spazio intersomatico C6-C7 posteriormente alla cosa midollare a sinistra si apprezza una piccola area di alterato segnale nel sacco durale di non certo rilievo clinico in quanto potrebbe essere sostenuta da effetto di volume parziale. Si consiglia comunque Rm com emzzo di contrasto per escludere piccola neoformazione.... A seguito di questo risultato mi sono sottoposto d una RMN con mezzo di contrasto e il referto cita quanto di seguito ... Millimetrica protusione discale mediana in C6-C7. In rapporto allo specifico quesito clinico, allaltezza di... continua >>
un piano passante per C6-C7, seppur con limiti sopradescritti, non si apprezzano ecidenti formazione a carattere espansivo; come unico reperto si documenta una stria di impregnazione contrastrografica posteriormente al sacco durale, in sede mediana destra, da riferire a struttura vascolare,Non alterazioni si seganle del midollo cervical nè aree di impregnazione patologica dopo mdc In attesa di risposta mando i mie saluti
è difficile interpretare un referto così particolare, mi mandi le immagini RMN: può trattarsi di una fistola artero venosa in quella sede Dr Eugenio POzzati Neurochirurgia Osp Bellaria BO 051 6225353
Dott. Eugenio Pozzati

neuro
10 Apr 12 - giovanna, 59 anni (id: 121568)
  Egr. dottore, mi è stato diagnosticata una lipomatosi epidurale posteriore, unernia disco osteofitaria posteriore mediana paramediana sn.a L2-L3 migrata cranialmente, una modica protusione discale circonferenziale a L3-L4 e una protusione discale circonferenziale a maggiore espressione foraminale dx a L4-L5 con stenosi focale del canale vertebrale, mi può dire in realtà cosa è, a cosa vado incontro e come posso risolvere questo problema? La ringrazio
probabilmente è necessario l’intervento in L2/3, dipende dai suoi disturbi (che non riferisce) Dr E Pozzati Neurochirurgia Osp bellaria BO
Dott. Eugenio Pozzati

ernia
10 Apr 12 - andrea, 48 anni (id: 121567)
  Dopo RM rachide lombosacrale, Ridotta la fisiologica lordosi lombare.Centimetrica area di alterato segnale a carattere angiomatoso a carico del soma di L5.Il disco L5-S1 si presenta assottigliato preda di evidenti fenomeni degenerativi, in sede posteriore mediana paramediana sx è apprezzabile una sovracentimetrica formazione solida in apparente continuità con il disco da riferire verosimilmente a ernia estrusa che tende a risalire lungo la faccia posteriore del corpo di L5.Si associa grossolana impronta sulla faccia anteriore del sacco durale e impegno delle radici emergenti a questo livello specie a sn.L3-L4 protusione discale ad ampio raggio posterio paramediana e intraforaminale sn con mo... continua >>
derata impronta sulle strutture adiacenti. L4-L5 modesta protusione discale ad ampio raggio posteriore mediana e paramediana bil.le con altrettanto modesta impronta sulla faccia anteriore del sacco durale.Nei limiti laspetto del cono midollare e della cauda. Nei limiti il trofismo dei mm paravertrebali. Cosa ne pensa dottore, e molte grazie.
Penso che debba essere operato a L5S1 Dr E Pozzati neurochirurgia Osp Bellaria BO 0516225353 5508
Dott. Eugenio Pozzati

rmn
10 Apr 12 - Romina, 28 anni (id: 121564)
  Egregio Dottore, mi può spiegar etale dizione presente nellesito della mia RMN allencefalo? "...In risonanza calcificazione al terzo anteriore della falce a destra. Non evidenti alterazioni del segnale del parenchimacerebrale in condizioni basali.Dopo somministrazione di contrasto non immagini di enhancement patologico". Mi devo preoccupare e procedere con altri esami? La ringrazio di cuore per la Sua disponibilità.
no, non importa
Dott. Eugenio Pozzati

rmn
9 Apr 12 - stefanella, 47 anni (id: 121552)
  Gent.mo dott.Pozzati,in seguito a una strana cefalea fronto orbitale eseguo tac(modesti segni di sofferenza vascolare)avevo anche calo della vista, dolore retrobulbare,diploppia,dolore a livello nucale con la sensazione ogni tanto di un flusso caldo.eseguo un doppler TSAeTCCD che ha documentato turbolenza di flusso il sifone carotideo.RMencefalo(alcune areole di iperintensità di segnale a TRlungo nella sostanza bianca sottocorticale frontale e parietale bilateralmente, di significato gliotico aspecifico).pochi giorni dopo arto sup.sx freddo con edema al mattino ,riferibile ad aspetti degenerativo artrosici a livello del rachide cervicale,a carico dei somi vertebrali C4,C5eC6.Riduzione in a... continua >>
ltezza dei dischi intersomatici a C2-C3,C3-C4eC4-C5,di aspetto disidratato.Protusione discale in sede mediana aC3-C4. A C4-C5 è presente ernia discale a sede mediana,che impronta il sacco durale ed il profilo anteriore del midollo. A distanza di 1 a.mi ritrovo con una RM che descrive parecchi lesioni demielinizzanti in sede sottocorticale fronto insulare dx e frontale sx.la domanda è:può la situazione cervicale essere la causa di uno schiacciamento vascolare ?è molto difficile riassumere ,la ringrazio anticipatamente .
occorre interpretare meglio il significato delle lesioni demielinizzanti con altri esami, ad esempio uno studio liquorale, affidandosi a un neurologo
Dott. Eugenio Pozzati

rmn
6 Apr 12 - Anna, 45 anni (id: 121538)
  Gentile dott.dopo aver avuti problemi alla schiena con forti dolori impedendomi i più elementari movimenti ho deciso di fare una risonanza,di cui viene riportato la seguente analisi: -Modeste irregolarità spondilosiche delle limitanti somatiche in esame. -Scomparsa la fisiologica lordosi cervicale, scomparsa la lordosi lombare fisiologica. -I dischi intersomatici mostrano ridotto segnale in T2 per fenomeni di disidatrazione. A livello dello spazio intersomatico C4 C5 si osserva una protrusione discoatrosica posteriore mediana e paramediana sinistra,che impronta la banda subaracnoidea anteriore. A livello dello spazio intersomatico C5 C6 si osserva una piccola ernia discale posteriore me... continua >>
diana e paramediana sinistra che impronta la banda subaracnoidea anteriore. A livello dello dello spazio intersomatico L4 L5 si osserva una modesta protrusione discale posteriore mediana e paramediana bilaterale, che impronta il sacco durale. Dilatazione cistica del sacco durale a livello S2 S3. Immagine midollare regolare per volume e segnale. Cono midollare in sede, regolare per volume e segnale. Gradirei un vostro consiglio GRAZIE. Nellattesa di vostra risposta vi invio i miei Saluti.
occorre valutare le immagini RMN in C5/6 per eventuale indicazione chirurgica sull’ernia Dr E Pozzati Osp Bellaria BO
Dott. Eugenio Pozzati

rx
6 Apr 12 - marco, 33 anni (id: 121527)
  salve Dottore, le scrivo per aver un suo parere: oggi sollevandomi dal letto per mettermi seduto, ho sentito un forte rumore stridulo (non un semplice crik articolare) nella zona cervicale, dopo tale problema ho avuto instabilità del collo, dolore e senso di nausea. A suo avviso , cosa può esser successo al collo? e cosa fare per far passar il malessere? ( in questo periodo soffro di debolezza muscolare e ho fragilità legamentosa) grazie anticipatamente
faccia una radiografia cervicale e un eco doppler carotido vertebrale per valutazione vascolare, poi si deciderà in base ai risultati Dr E Pozzati Neurochirurgia Osp Bellaria BO 051 6225353
Dott. Eugenio Pozzati

rmn
5 Apr 12 - Gianluca, 48 anni (id: 121520)
  Ho fatto RM cervicale con il seguente esito : "Nei limiti le dimensioni del canale rachideo . Salienza mediana nei dischi c3-c4, c5-c6 e c6-c7 si accosta al sacco durale. Non immagini riferibili a focalità ernarie. Non lesioni ossee. Regolare la morfologia, il volume e il segnale del midollo cervicale" . Siccome negli ultimi 2 mesi ho spesso sensazioni di vertigini, anche da sdraiato, sono da mettere in relazione con il risultato della RM descritto . Grazie
No, le discopatie cervicali non c’entrano
Dott. Eugenio Pozzati

ernia
5 Apr 12 - roberta, 42 anni (id: 121515)
  buongiorno dottore....vorrei sapere il significato giusto di salienza mediale in c5 c6 che impronta lastuccio durale...mi dicono che è 1 piccola ernia,ma xkè quindi non la definiscono come tale anche nellesito?la ringrazio anticipatamente del suo aiuto
si tratta di una piccola ernia, la terminmologia è molto variabile e soggettiva: è comunque da inquadrare nel contesto clinico, che non riferisce dr E Pozzati Osp Bellaria BO
Dott. Eugenio Pozzati

aneurysm
4 Apr 12 - Marinella, 45 anni (id: 121511)
  ad agosto 2011 sono stata operata allospedale bufalini di Cesena per la rottura di aneurisma celebrale. Dopo 6 mesi mi hanno rifatto langiografia e mi hanno diagnosticato un altro aneurisma al sifone caroteideo di 3 mm. siccome ho ripreso a svolgere una vita quasi normale volevo sapere se era possibile evitareun altro intervento chirurgico ed escludere lo stesso tramite radiologia interventistica
occorre eseguire studio angiografico di controllo e valutare la tecnica terapeutica migliore, che può essere anche quella endovascolare Dr e Pozzati neurochirurgia Osp Bellaria BO 051 6225111
Dott. Eugenio Pozzati

epilessia
4 Apr 12 - Roberto, 29 anni (id: 121499)
  Salve, mi interessava un informazione riguardo loperabilita nellepilessia, ossia se un focolaio epilettico, nel caso di un epilessia causata da trauma cranico, risulta essere nella stessa zona del cranin cui ce gia stata un operazione per evaquazione degli ematomi, puo essere "rioperata"per levaquazione ? Semplicemente un cranio puo essere rioperato o aperto piu volte nella stessa zona ? Se si, puo essere utile riutilizzare la traccia della precedente operazione ?
sì, può essere rioperato seguendo la stessa strada, occorre comunque che ci sia un motivo assolutamente necessario: per un’epilessia, bisogna che sia non controllata dalla terapia medica e che corrisponda a un focus ben preciso. Dr E Pozzati neurochirurgia Osp Bellaria BO 051 6225353
Dott. Eugenio Pozzati

rx
4 Apr 12 - paola, 65 anni (id: 121496)
  scoliosi lombare destro convessa - abolizione della fisiologica lordosi lombare - severi segni di spondiloartrosi con sclerosi delle limitanti somatiche e grossolane apposizioni osteofitarie marginali - riduzione dampiezza di tutti gli spazi intersomatici esaminati. Con tutto questa roba quanto mi rimane da vivere? Scusi lironia, le sarò grata se vorrà darmi un cenno di risposta. Grazie tante.
domanda incompleta
Dott. Eugenio Pozzati

rmn
3 Apr 12 - Rina, 43 anni (id: 121489)
  Salve 7 soffro di mal di testa.Ho avuto 2 incidenti prendento colpi di frusta abbastanza forti Col passare del tempo il dolore è aumentato, antidepressivi,pillole per il trigemino,che era la mantibola ho fatto il bite lhò tenuto per 1 anno senza risultato.Ho fatto lElettromigrafia poi quello del tunnel carpale.Il dolore è aumentato si è spostato nella spalla DX nel braccio e nelle dita che si addormentono(pollice indice e anulare)e anche sui denti sotto e sopra. Ho tolto il dente del giudizio ho fatto Fisioterapia ,massaggi e manipolazioni dal Osteopata dopo qualche giorno ero di nuovo punto e a capo., Nicetile,Sandomicran,Entac,Patrol,Bentalan più Flectadol,Alanerv.Ho fatto una visita al ... continua >>
centro terapia del dolore a CATANIA dove mi hanno prescritto Topamax,Xeristar,Xanax,Spidifen x 1 mese dopo Effergan e Contramal gocce .Ho fatto RX COLONNA CERVICALE, trovano iniziali segni di cervico-unco-artrosi,ho fatto RM SPALLA DX tutto regolare,ho fatto RX CRANIO per la sinusite tutto a posto.Ho fatto RM CERVELLO E TRONCO ENCEFA COLONNA CERVICALE,Esame attegiamento rigido del rachide cervicale,Degenerazioni discali multiple,ai vari livelli esaminati,per fenomeni di disidratazione.Marcata protusione discale simmetrica a livello C5-C6 Modica protusione discale simmetrica a livello C6-C7 .Ora è da qualche mese,che ho dei capogiri qundo sono sdraiata,oppure a secondo dei movimenti. GRAZIE,questa è la storia da 7 anni
occorre valutare le immagini RMN cervicali, in particolare in C6/7 per eventuale indicazione chirurgica dr E Pozzati Osp Bellaria BO
Dott. Eugenio Pozzati

rmn
3 Apr 12 - Paolo, 49 anni (id: 121478)
  Buongiorno, ho eseguito una Rm sul tratto lombosacrale, per continui dolori alla schiena, con il seguente referto: piccola protusione focale erniaria postero-laterale sx del disco L1-L2, con lieve impronta sullastuccio durale. Lieve riduzione dellintensità del segnale in T2 dei dischi L3-L4 e L4-L5 per loro iniziale disidratazione. Discreta riduzione dello spessore del disco L5-S1, con segni di fessurazione radiale dellanello fibroso e discreta protusione in sede postero-laterale ed intraforaminale dx, con accenno a compressione della radice spinale L5 omolaterale. Canale rachideo lombare di normale ampiezza, con cono midollare in sede regolare per morfologia e segnale. Di cosa si tratt... continua >>
a? Quale cura mi consigliate? Grazie.
occorre valutare le immagini RMN del disco L5S1, per eventuale indicazioni chirurgica Dr E Pozzati Neurochirurgia Osp Bellaria BO
Dott. Eugenio Pozzati


Da 905 a 920 di 3312