Sei in: Medico on-line > Neurochirurgia

Aderiamo allo standard HONcode per l'affidabilità dell'informazione medica Aderiamo allo standard HONcode per l'affidabilità dell'informazione medica.
Verifica qui.


Neurochirurgia
Referenti

ultimo aggiornamento 8/07/2012
 
Aree tematiche


Nella compilazione della tua domanda ti chiediamo gentilmente di attenerti il più possibile alle aree tematiche qui sopra riportate
ultimo aggiornamento 26/04/2013
Invia la tua domanda

Domande / Risposte
rmn
13 Apr 12 - Wilma, 39 anni (id: 121614)
  Vorrei capire il significato del responso della risonanza magnetica seguente: riduzione del segnale in T2 dei dischi intersomatici compresi nel tratto da L3 a S1 e di quelli dorsali distali per fenomeni disidratativi;il disco L4-L5 appare anche ridotto in spessore ed accompagnato da fenomeni di MODIC II della spongiosa subcondrale a livello delle eliminanti somatiche di sinistra contrapposte.Modesti segni di spondilosi.A livello di L3-L4 protrusione discale intra-extraforaminale destra con associata fissurazione anulare.Allo spazio L4-L5,su protrusione discale posteriore ad ampio raggio,focalità erniaria paramediana destra che impronta lemergenza radicolare di L5 destra.Piccoli osteoangio... continua >>
mi ai metameri esaminati.Canale vertebrale di ampiezza conservata.Regolare spessore e segnale del cono e dellepicono midollare.
si tratta di un’ernia discale su colonna instabile da valutare nel contesto clinico che non viene riferito Dr E Pozzati Osp Bellaria BO
Dott. Eugenio Pozzati


ernia
13 Apr 12 - sergio, 49 anni (id: 121610)
  quanto mi devo preoccupare...referto r.m.n.formazione angiomatosa nel corpo di L3.i dischi intersomatici da L2-L3 ed L4-L5 sono disidratati e lievemente ridotti di spessore.i dischi L2-L3 ed L3-L4 presentano modeste protrusioni posteriori mediane che improntano il contorno anteriore sacco durale.il disco L4-L5 presenta formazione erniaria paramediana sinistra estrusa che migra cranialmente nel recesso laterale fino a metà del corpo di L4,impronta la tasca radicolare di L4 e impegna il forame di coniugazione.
occorre l’intervento in L4/5 sn per ernia estrusa Dr E Pozzati Osp Bellaria BO
Dott. Eugenio Pozzati

chiari
12 Apr 12 - teresa, 24 anni (id: 121596)
  tonsille cerebellari affioranti al piano del forame occipitale+lieve asimmetria di taglia dei ventricoli laterali. vorrei sapere:cosè? quali sono le cause? come si cura?
Può essere una malformazione di Chiari, occorre vedere la RMN e sapere i suoi disturbi dr E Pozzati Neurochirurgia Osp Bellaria BO
Dott. Eugenio Pozzati

chiari
12 Apr 12 - corrado, 49 anni (id: 121588)
  soffro da tanti anni di cefalea che peggiora tanto quando vado a letto mi hanno diagnosticato una cisti pineale che a milano mi hanno detto di non preoccuparmi perche viene dalla nascita e ho un impegno tonsillare nel forame magno. perche non posso mai dormire mai ho una cefalea tutte le sere sara la posizione ... grazie.
occorre capire di che entità è l’impegno tonsillare e se è riferibile ad una malformazione di Chiari che può giustificare a cefalea Dr E Pozzati Neurochirurgia Osp Bellaria BO
Dott. Eugenio Pozzati

rmn
11 Apr 12 - SIMONA, 48 anni (id: 121582)
  GENTILE DOTTORE, IN SEGUITO AD UN FORTE DOLORE ALLA SPALLA CHE SI ESTENDEVA AL BRACCIO DESTRO CON FORMICOLIO ALLE DITA. HO FATTO LA RM ALLA RACHIDE CERVICALE, ESAME EFFETTUATO IN SEQUENZE SAGITTALI SE T1 E TURBO SE T2, ASSIALI Me2D. Rettifica della fisologica lordosi. Nel tratto compreso fra C3 e C6 è documntabile una moderata stenosi del canale centrale con obliterazione degli spazi liquorali perimidollari su prevalente base degenerativa cin lieve ipertrofia dei massicci articolari di entrambi i lati. Si associano alterazioni dei dischi interposti con disidratazione del nucleo polposo, riduzione in spessore e protusione dellanulus fibroso ad ampio raggio con prevalenza del reperto a C6-C7 d... continua >>
ove si rileva formazione erniari con principale espressione parameridiana ed intraforaminale DX senza significative alterazioni focali sel segnale midollare. A livello C5-C6 la protusione discale mostra prevalente espressività mediana con impronta diffusa sulla parete anteriore del sacco durale. Sulla versante, losteofitosi marginale condiziona un restringimento del forame di coniugazione di entrambi i lati con prevalenza del lato dx. Questo è il referto, gradirei una sua interpretazione che possa essere chiara per me e sapere se posso efftuare attivita fisica cone acquagim o ginnastica leggera. Può essermi utile un fisioterapista o chi altro? Grazie infinite sin da ora per la Sua cortese risposta.
occorre valutare un’indicazione chirurgica sulla base delle immagini RMN, in particolare in C6/7, e dell’esame neurologico. Completi con elettromiografia arti superiori. Dr E Pozzati Neurochirurgia Osp Bellaria BO
Dott. Eugenio Pozzati

ipostesia
11 Apr 12 - andrea, 32 anni (id: 121578)
  Salve, da circa un mese ho spesso una fastidiosa sensazione di bruciore agli arti (senza dolore). Si tratta di un bruciore interno. E iniziato tutto circa un mese fa quando per più di una settimana ho avuto in continuazione sensazione di bruciore in posti diversi degli arti, come ad esempio ginocchia, gomiti, braccio, avambraccio, dita dei piedi, dita delle mani. Non accade contemporanneamente in tutte queste zone ma in due o tre di esse alla volta. Il mio medico mi fece prendere degli antiinfiammatori che però secondo me non mi hanno dato benefici. Dopo la prima settimana non ho avuto problemi per alcuni giorni; poi ho iniziato ad averli sporadicamente; adesso mi capita di nuovo più spesso.... continua >>
Ieri ad esempio ho avuto per un paio dore bruciore alle ginocchia e stamttina alle dita dei piedi . Faccio presente che alletà di 16 anni mi fu diagnosticata scoliosi che però attualmente non mi da particolari problemi; inoltre faccio una vita abbastanza sedentaria. Avrebbe qualche consiglio da darmi? Grazie
si rivolga a un neurologo
Dott. Eugenio Pozzati

rmn
11 Apr 12 - Carmine, 34 anni (id: 121575)
  salve sono qui a chiederle spiegazioni in base ad una RMN senza mezzo di contrasto che riportava nel referto quano segue: A livello dello spazio intersomatico C6-C7 posteriormente alla cosa midollare a sinistra si apprezza una piccola area di alterato segnale nel sacco durale di non certo rilievo clinico in quanto potrebbe essere sostenuta da effetto di volume parziale. Si consiglia comunque Rm com emzzo di contrasto per escludere piccola neoformazione.... A seguito di questo risultato mi sono sottoposto d una RMN con mezzo di contrasto e il referto cita quanto di seguito ... Millimetrica protusione discale mediana in C6-C7. In rapporto allo specifico quesito clinico, allaltezza di... continua >>
un piano passante per C6-C7, seppur con limiti sopradescritti, non si apprezzano ecidenti formazione a carattere espansivo; come unico reperto si documenta una stria di impregnazione contrastrografica posteriormente al sacco durale, in sede mediana destra, da riferire a struttura vascolare,Non alterazioni si seganle del midollo cervical nè aree di impregnazione patologica dopo mdc In attesa di risposta mando i mie saluti
è difficile interpretare un referto così particolare, mi mandi le immagini RMN: può trattarsi di una fistola artero venosa in quella sede Dr Eugenio POzzati Neurochirurgia Osp Bellaria BO 051 6225353
Dott. Eugenio Pozzati

neuro
10 Apr 12 - giovanna, 59 anni (id: 121568)
  Egr. dottore, mi è stato diagnosticata una lipomatosi epidurale posteriore, unernia disco osteofitaria posteriore mediana paramediana sn.a L2-L3 migrata cranialmente, una modica protusione discale circonferenziale a L3-L4 e una protusione discale circonferenziale a maggiore espressione foraminale dx a L4-L5 con stenosi focale del canale vertebrale, mi può dire in realtà cosa è, a cosa vado incontro e come posso risolvere questo problema? La ringrazio
probabilmente è necessario l’intervento in L2/3, dipende dai suoi disturbi (che non riferisce) Dr E Pozzati Neurochirurgia Osp bellaria BO
Dott. Eugenio Pozzati

ernia
10 Apr 12 - andrea, 48 anni (id: 121567)
  Dopo RM rachide lombosacrale, Ridotta la fisiologica lordosi lombare.Centimetrica area di alterato segnale a carattere angiomatoso a carico del soma di L5.Il disco L5-S1 si presenta assottigliato preda di evidenti fenomeni degenerativi, in sede posteriore mediana paramediana sx è apprezzabile una sovracentimetrica formazione solida in apparente continuità con il disco da riferire verosimilmente a ernia estrusa che tende a risalire lungo la faccia posteriore del corpo di L5.Si associa grossolana impronta sulla faccia anteriore del sacco durale e impegno delle radici emergenti a questo livello specie a sn.L3-L4 protusione discale ad ampio raggio posterio paramediana e intraforaminale sn con mo... continua >>
derata impronta sulle strutture adiacenti. L4-L5 modesta protusione discale ad ampio raggio posteriore mediana e paramediana bil.le con altrettanto modesta impronta sulla faccia anteriore del sacco durale.Nei limiti laspetto del cono midollare e della cauda. Nei limiti il trofismo dei mm paravertrebali. Cosa ne pensa dottore, e molte grazie.
Penso che debba essere operato a L5S1 Dr E Pozzati neurochirurgia Osp Bellaria BO 0516225353 5508
Dott. Eugenio Pozzati

rmn
10 Apr 12 - Romina, 28 anni (id: 121564)
  Egregio Dottore, mi può spiegar etale dizione presente nellesito della mia RMN allencefalo? "...In risonanza calcificazione al terzo anteriore della falce a destra. Non evidenti alterazioni del segnale del parenchimacerebrale in condizioni basali.Dopo somministrazione di contrasto non immagini di enhancement patologico". Mi devo preoccupare e procedere con altri esami? La ringrazio di cuore per la Sua disponibilità.
no, non importa
Dott. Eugenio Pozzati

rmn
9 Apr 12 - stefanella, 47 anni (id: 121552)
  Gent.mo dott.Pozzati,in seguito a una strana cefalea fronto orbitale eseguo tac(modesti segni di sofferenza vascolare)avevo anche calo della vista, dolore retrobulbare,diploppia,dolore a livello nucale con la sensazione ogni tanto di un flusso caldo.eseguo un doppler TSAeTCCD che ha documentato turbolenza di flusso il sifone carotideo.RMencefalo(alcune areole di iperintensità di segnale a TRlungo nella sostanza bianca sottocorticale frontale e parietale bilateralmente, di significato gliotico aspecifico).pochi giorni dopo arto sup.sx freddo con edema al mattino ,riferibile ad aspetti degenerativo artrosici a livello del rachide cervicale,a carico dei somi vertebrali C4,C5eC6.Riduzione in a... continua >>
ltezza dei dischi intersomatici a C2-C3,C3-C4eC4-C5,di aspetto disidratato.Protusione discale in sede mediana aC3-C4. A C4-C5 è presente ernia discale a sede mediana,che impronta il sacco durale ed il profilo anteriore del midollo. A distanza di 1 a.mi ritrovo con una RM che descrive parecchi lesioni demielinizzanti in sede sottocorticale fronto insulare dx e frontale sx.la domanda è:può la situazione cervicale essere la causa di uno schiacciamento vascolare ?è molto difficile riassumere ,la ringrazio anticipatamente .
occorre interpretare meglio il significato delle lesioni demielinizzanti con altri esami, ad esempio uno studio liquorale, affidandosi a un neurologo
Dott. Eugenio Pozzati

rmn
6 Apr 12 - Anna, 45 anni (id: 121538)
  Gentile dott.dopo aver avuti problemi alla schiena con forti dolori impedendomi i più elementari movimenti ho deciso di fare una risonanza,di cui viene riportato la seguente analisi: -Modeste irregolarità spondilosiche delle limitanti somatiche in esame. -Scomparsa la fisiologica lordosi cervicale, scomparsa la lordosi lombare fisiologica. -I dischi intersomatici mostrano ridotto segnale in T2 per fenomeni di disidatrazione. A livello dello spazio intersomatico C4 C5 si osserva una protrusione discoatrosica posteriore mediana e paramediana sinistra,che impronta la banda subaracnoidea anteriore. A livello dello spazio intersomatico C5 C6 si osserva una piccola ernia discale posteriore me... continua >>
diana e paramediana sinistra che impronta la banda subaracnoidea anteriore. A livello dello dello spazio intersomatico L4 L5 si osserva una modesta protrusione discale posteriore mediana e paramediana bilaterale, che impronta il sacco durale. Dilatazione cistica del sacco durale a livello S2 S3. Immagine midollare regolare per volume e segnale. Cono midollare in sede, regolare per volume e segnale. Gradirei un vostro consiglio GRAZIE. Nellattesa di vostra risposta vi invio i miei Saluti.
occorre valutare le immagini RMN in C5/6 per eventuale indicazione chirurgica sull’ernia Dr E Pozzati Osp Bellaria BO
Dott. Eugenio Pozzati

rx
6 Apr 12 - marco, 33 anni (id: 121527)
  salve Dottore, le scrivo per aver un suo parere: oggi sollevandomi dal letto per mettermi seduto, ho sentito un forte rumore stridulo (non un semplice crik articolare) nella zona cervicale, dopo tale problema ho avuto instabilità del collo, dolore e senso di nausea. A suo avviso , cosa può esser successo al collo? e cosa fare per far passar il malessere? ( in questo periodo soffro di debolezza muscolare e ho fragilità legamentosa) grazie anticipatamente
faccia una radiografia cervicale e un eco doppler carotido vertebrale per valutazione vascolare, poi si deciderà in base ai risultati Dr E Pozzati Neurochirurgia Osp Bellaria BO 051 6225353
Dott. Eugenio Pozzati

rmn
5 Apr 12 - Gianluca, 48 anni (id: 121520)
  Ho fatto RM cervicale con il seguente esito : "Nei limiti le dimensioni del canale rachideo . Salienza mediana nei dischi c3-c4, c5-c6 e c6-c7 si accosta al sacco durale. Non immagini riferibili a focalità ernarie. Non lesioni ossee. Regolare la morfologia, il volume e il segnale del midollo cervicale" . Siccome negli ultimi 2 mesi ho spesso sensazioni di vertigini, anche da sdraiato, sono da mettere in relazione con il risultato della RM descritto . Grazie
No, le discopatie cervicali non c’entrano
Dott. Eugenio Pozzati

ernia
5 Apr 12 - roberta, 42 anni (id: 121515)
  buongiorno dottore....vorrei sapere il significato giusto di salienza mediale in c5 c6 che impronta lastuccio durale...mi dicono che è 1 piccola ernia,ma xkè quindi non la definiscono come tale anche nellesito?la ringrazio anticipatamente del suo aiuto
si tratta di una piccola ernia, la terminmologia è molto variabile e soggettiva: è comunque da inquadrare nel contesto clinico, che non riferisce dr E Pozzati Osp Bellaria BO
Dott. Eugenio Pozzati


Da 905 a 920 di 3317