Sei in: Medico on-line > Neurochirurgia

Aderiamo allo standard HONcode per l'affidabilità dell'informazione medica Aderiamo allo standard HONcode per l'affidabilità dell'informazione medica.
Verifica qui.


Neurochirurgia
Referenti

ultimo aggiornamento 8/07/2012
 
Aree tematiche


Nella compilazione della tua domanda ti chiediamo gentilmente di attenerti il più possibile alle aree tematiche qui sopra riportate
ultimo aggiornamento 26/04/2013
Invia la tua domanda

Domande / Risposte
tc
5 Ago 14 - carletto, 58 anni (id: 131614)
  Spesso lamento mal di schiena,ho fatto una TC RACHIDE LOMBOSACRALE E DEL SACROCOGGICE con la seguente risposta: Canale rachideo regolare Ad L3 L4 non si rilevano ernie discale Ad L4 L5 debordamento discale simmetrico su tutto il profilo somatico Ad L5 S1 disco di spessore ridotto.Minima salienza focale del disco in sede mediana. Nei limiti di rimanenti metameri esplorati. In parole povere: cosa ho e cosa dovrei fare e/o evitare? La ringrazio anticipatamente per la disponibilità distinti saluti.
dal referto, non apparenti indicazioni chirurgiche
Dott. Eugenio Pozzati


rx
4 Ago 14 - tiziano, 49 anni (id: 131606)
  lieve deviazione sinistroconvessa del rachidelombare conservata la fisiologica lordosi nei limiti l altezza e l intensita di segnale dei corpi vertebrali.modeste note spondilo-disco-artrosiche.areola di alterato segnale si apprezza a livello del piatto somatico superiore di L2 COMPATIBILE CON ERNIA INTRASPONGIOSA DI SCHMORL.a livello L1 L2 DISCO INTERSOMATICO DISIDRATATO,MODERATAMENTE RIDOTTO IN SPESSORE;NON ERNIE DISCALI.a livello L3-L4 èPRESENTE PROCIDENZA AD AMPIO RAGGIO DELL,ANELLO FIBROSO DEL DISCO INTERSOMATICO A MAGGIORE ESTRINSECAZIONE FORAMINALE SINISTRA DOVE PARREBBE ANCHE EVIDENZIABILE MINIMA PROTRUSIONEDEL NUCLEO POLPOSO CON RIDUZIONE DEI PIANI ADIPOSI DI CLIVAGGIO PERIRADICOLAR... continua >>
I.A livello L4-L5 PROCIDENZA AD AMPIO RAGGIO DELL ANELLO FIBROSO DEL DISCO INTERSOMATICO CON LIEVE IMPRONTA SUL SACCO DURALE, SENZA SIGNIFICATIVA RIDUZIONE DEI PIANI ADIPOSI DI CLIVAGGGIO PERIRADICOLARI. A LIVELLO L5-S1 DISCO INTERSOMATICO DISIDRATATO E RIDOTTO IN SPESSORE, PRESENTA PROCIDENZA AD AMPIO RAGGIO DELLANELLO FIBROSO CON IMPRONTA SUL SACCO DURALE, SENZA EVIDENTE RIDUZIONE DEI PIANI ADIPOSI DI CLIVAGGIO PERIRADICOLARI;IN SEDE MEDIANA-PARAMEDIANA DESTRA SI EVIDENZIA INOLTRE MODERATA PROCIDENZA DEL NUCLEO POLPOSO.NEI LIMITI I DIOAMETRI DELLO SPECO VERTEBRALE .CONO MIDOLLARE IN SEDE,REGOLARE PER MORFOLOGIA ED INTENSITA DI SEGNALE. SALUTI E GRAZIE
domanda incompleta
Dott. Eugenio Pozzati

rm
1 Ago 14 - carmela, 46 anni (id: 131586)
  salve dottore volevo avere un consiglio da tre anni ho avuto un trauma sul lavoro e subito ho avuto dei dolore alla gamba sinistra e destra ho fatto una rm ed il risultato era protrusione discale in L,4 e in L,5 dopo un anno di lavoro ho avuto un peggioramento che non riuscivo ad alzare la gamba sinistra e nemmeno a guidare ho fatto unaltra rm con risultati protrusione discale in L,3L,4 e in e in L,4 L5 mi sono sottoposta ad un intervento chirurgico si chiama IDET in L3 L4 E IN L4 L5 ma dopo un mese era scomparsa le lombosciatalgie ma il dolore lombare non mi ha lasciato anzi lo trovo peggiorato anche facendo continue fisioterapie volevo sapere se cè qualcosaltro oltre a lintervento e antido... continua >>
lorifici grazie distinti saluti
occorre una rmn dopo l’intervento
Dott. Eugenio Pozzati

discolisi
31 Lug 14 - ANNALAURA, 30 anni (id: 131578)
  Buon giorno Dott. mi sono sottoposta a tac lombo-sacrale, sono rimasta bloccata alzando un secchio dacqua, mi è stata prescritta dal medico di base una cura di compresse e pomata a base di diclofenac. Esame eseguito con tomografo ad alta risoluzione spaziale e con ricostruzioni 3D, in condizioni basali evidenzia: IN L2-L3, L3-L4,L4-L5: MINIMA PROTRUSIONE ARMONICA DEL DISCO INTERSOMATICO. IN L5-S1 PROTRUSIONE POSTERO-MEDIANA DEL DISCO INTERSOMATICO. MODESTA RIDUZIONE DAMPIEZZA DELLO SPAZIO INTERSOMATICO, POSTERIORMENTE. NEI TRATTI ESPLORATI, NORMALE AMPIEZZA DEL CANALE MIDOLLARE ED INIZIALE ALTERAZIONI DEGENERATIVE INTERAPOFISARIE E DELLE FACCETTE ARTICOLARI, DI TIPO ARTROSICO. Pot... continua >>
rebbe spiegarmi a cosa vado incontro? In più volevo sapere se è necessario parlare con qualsiasi ortopedico o se con uno specialista, in caso di specialista mi potrebbe indicare il tipo di qualifica che deve avere. Sono molto giovane e vorrei recuperare al meglio se è possibile. Sono blocccata da 20 giorni e la cosa mi preoccupa. Grazie per lattenzione, cordiali saluti.
occorre valutare le immagini di RMN , mandi il dischetto, può essere indicata una discolisi lombare, dal referto l’intervento sembra prematuro Dr E Pozzati Neurochirurgia Osp Bellaria BO 051 6225111
Dott. Eugenio Pozzati

rmn
30 Lug 14 - Xyez, 32 anni (id: 131576)
  Salve, in seguito a ripetuti blocchi cervicali negli anni, ho effettuato la seguente risonanza! RM cervicale 29/7/14 Rettilinei zabaione e tendenza inversione della lordosi fisiologica con fulcro c4-c5 con voluminosa ernia discale postero latero per foraminale sinistra migrata in parte cranialmente e discretamente caudalizzata con evidente impronta strutture sacco radicolari omolaterali. Allo spazio c5-c6 protrusione discale posteriore ad ampio raggio con impegno preforaminale bilaterale più evidente a destra ed impronta sul sacco durale e sulle tasche radicolari emergenti. Non evidenti segni di mielopatia cervicale. Sostanzialmente conservati diametri canalari midollari. Simmetrico... continua >>
orientamento delle rime articolari interapofisarie posteriori. Bisogna intervenire? Grazie
dal referto sembra necessario l’intervento, occorre comunque vedre la rmn Dr E Pozzati neurochirurgia Osp bellaria bo 051 6225111
Dott. Eugenio Pozzati

rm
30 Lug 14 - Caterina, 38 anni (id: 131575)
  Soffro di violente crisi cervicali, con dolori e pulsazioni a testa e collo, contratture, pulsazioni, nausea e occhi gonfi. Ho eseguito ecocolordoppler (tutto ok) e rmn rachide cervicale da cui risulta "rettificata la fisiologica lordosi,discopatia degenerativa c4-c5 con protrusione erniaria posteriore mediana-paramediana destra ad improntare sacco durale, modesto bulging disc posteriore a c5-c6, presumibile emangioma a livello del muro posteriore di c7. Ampio il canale spinale, regolare la corda midollare". Questo emangioma può essere la causa delle mie crisi? Eil caso di approfondire con TAC? cosa devo temere? mio padre 16 anni fa ha avuto glioblastoma multiforme. Eancora vivo, dopo interv... continua >>
ento, chemio e radio. Può esserci ereditarietà?
per risponderle correttamente occorre vedere la rmn
Dott. Eugenio Pozzati

chiari
28 Lug 14 - franco, 35 anni (id: 131552)
  salve dott.desideravo sapere una risp ho sono affetto da una malformazione di chiari 1o molti problemi in cui sono il mal di testa forte debolezza alla gamba e braccio destra poca sensibilità alle mani si blocca il collo.ecc.....l ultima risonanza dello studio del flusso liquorale e risultato nella norma anche il pes e pem sn risultati nella norma.ma i miei problemi persistono notte e giorno cosa ne pensa lei???grazie della risp che mi da...
se ha distirbi, occorre do solito l’intervento chirurgico, occorre comunque vedre la rmn per un giudizio più preciso Dr E Pozzati Osp Bellaria BO 051 6225111
Dott. Eugenio Pozzati

rm
25 Lug 14 - giovani, 52 anni (id: 131528)
  egreggio dottore le espongo quanto segue: in c6 e c7 è presente un ernia discale paramediana destra con impronta su sacco durale . si osserva la presenza di una piccola ernia discale in c3 e c4. Normale morfologia e segnale del midollo cervicale , che non dimostra segni di lesioni e focolaio. r.m del luglio 2009. attuali sintomi sbandamento e quasi svenimento in posizione ortostatica . ringrazio cordialmente
può essere necessario l’intervento in C6/7, occorre comunque vedre la RMN Dr E Pozzati neurochirurgia Osp Bellaria BO 051 6225111
Dott. Eugenio Pozzati

rm
24 Lug 14 - fabio, 39 anni (id: 131509)
  stimato dott le descrivo il referto della RMN:minimo atteggiamento scoliotico sinisto-convesso del rachide con inizialisegni di discopatia specie suL1-L2 E L3-L4,protrusione discaleL3-L4 con erniasottolegamentosa paramediana dx con componente congestizia piu caudale ed impronta sul sacco durale,protrusione discale mediana paramediana dx L4-L5,protrusione discaleL2-L3 PARAMEDIANA SX.L1-L2 con impronta paramediana dx sul sacco durale. ancora nei limiti il canale per ampiezza il cono midollare e localizzato all altezza di d12. i sintomi sono dolari costanti alle gambe,formicolii alla parte finale gambe dx a volte anche se piu raramente alla sx,la sera stanchezza cronica agli arti inferiori c... continua >>
apita che stando seduto si addormenta leggermente la gamba dx. lei cosa consiglia?
può essere necessario l’intervento in L3/4,occorre comunque vedere la RMN per una indicazione più precisa Dr E Pozzati Neurochirurgia Osp Bellaria BO 051 6225111
Dott. Eugenio Pozzati

l
24 Lug 14 - fabrizio, 49 anni (id: 131507)
  Buongiorno dopo un forte dolore al nervo sciatico e alla gamba ho fatto una RM e mi è stato diagnosticato T12-l1 PROTUSIONE DISCALE POSTERO MEDIANA L2-L3 ERNIA DISCALE POSTERO MEDIANA DX ESPULSA E MIGRATA CAUDALMENTE COMPRIME IL SACCO DURALE E LA RADICE L4-L5 IL DISCO PROTUDE A LARGO RAGGIO E IMPRONTA IL SACCO DURALE E RIDUCE I FORAMI INTERVERTEBRALI. CHE FARE? Ringrazio anticipatamente.
può essere necessario l’intervento in L2/3 Dr E Pozzati Osp bellaria BO
Dott. Eugenio Pozzati

rm
23 Lug 14 - tiberio, 39 anni (id: 131502)
  A seguito di mal di testa quotidiani e di difficoltà di concentrazione e avendo sintomi di stanchezza quotidiani, mi sono sottoposto a RMN del rachide in todo, da cui risulta una piccola ernia discale ad estrinsecazione posteriore mediana, con consensuale osteofitosi marginale a livello C6 e C7 ed una protusione discale posteriore in D5 e D6. Pertanto, vorrei sapere cosa fare e a chi rivolgermi e quali potrebbero essere le complicazioni future del mio caso. Cordiali saluti.
dal referto non apparenti indicazioni chirurgiche
Dott. Eugenio Pozzati

rmn
23 Lug 14 - elisabetta, 43 anni (id: 131497)
  Buongiorno dott. Pozzati. Ho una domanda da farle in merito alla mia condizione post operatoria. Operata di chiari 1 con siringomielia al Besta di Milano a luglio 2013. Operazione molto riuscita e irm di controllo buona. Tutto in ordine. Mi ritrovo a distanza di un anno ad avere forti dolori a collo, nuca e spalle con il mal di testa ma non paragonabile a quello precedente loperazione. Mi dicono che non dipende dal chiari perchè la risonanza da chiaramente un esito positivo ma che dipende da contratture muscolari e la zona dolente è fragile. Mi chiedo se posso fare il pilates come disciplina sportiva per migliorare la mia postura e i miei dolori altre al nuoto. Sono in dubbio perchè mi si d... continua >>
ice che bisogna evitare trazioni al collo per evitare una discesa delle tonsille. Mi chiedo se nel mio caso dopo loperazione le tonsille possono scendere nuovamente e se dopo lintervento il pilates è uno sport che posso praticare. Se concecsso ne vorrei fare una professione e allo stesso tempo aiuterebbe me a stare meglio. Grazie per il suo consiglio. Abito a Ginevra ma sono veneta! Elisabetta
per risponderle correttamente, dovrei vedere la RMN postoperatoria: in generale comunque occorre evitare carichi cervicali, mi mandi il dischetto Dr E Pozzati Neurochirurgia Osp Bellaria IRCCS BO 051 6225111
Dott. Eugenio Pozzati

edl
19 Lug 14 - mariangela, 28 anni (id: 131446)
  Dopo forti dolori alla gamba sinistra ho fatto un risonanza cin il seguente referto: lieve rettineizzazione del tratto rachideo lombare. Ad l4-l5 protrusione disco - anulare circonferenziale determina minimo impegno foraminale bilaterale. Volevo capire di cosa si tratta. Grazie mille
dal referto, non apparenti indicazioni chirurgiche
Dott. Eugenio Pozzati

emg
17 Lug 14 - basy, 48 anni (id: 131431)
  buonasera .dopo lombosciatalgia ho avvertito formicolio alla gamba destra.cura farmacologica con medrol e nicetile. attenuato il formicolio anche se al tatto si avverte sempre. finito la cura ho eseguito rmn con il seguente referto segnale disidratato del disco l2 l3 che presenta ernia espulsa con migrazione craniale del frammento erniato in paramediana destra,sempre contenuta dal legamento vertrebrale longitudinale posteriore che impronta linvolucro durale contiguo;parte della erniazione discale si rende intraforaminale omolateralmente,il segnale di tale erniazione appare in via di evoluta disidratazione. normalmente idratati restanti dischii e normale lallineamento dei corpi vertrebrali.... continua >>
ipertrofia dei legamenti gialli.Canale rachideo ampio. Non apprezzate patologie intrinseche a carico del cono midollare e delle radici nervose della cauda. ora non ho piu dolore alla schiena ma il formicolio e sempre presente .Piu intenso nella parte interna della coscia destra. E la prima volta che scrivo a questo forum,spero di aver dato tutte le informazioni possibili per una diagnosi. certo di una vostra risposta la ringrazio anticipatamente. distinti saluti Basy.
completi gli esami con una elettromiografia per valutare il danno radicolare e un eventuale indicazione chirurgica Dr E Pozzati neurochirurgia Osp Bellaria BO 051 6225111
Dott. Eugenio Pozzati

trauma
15 Lug 14 - Gloria, 29 anni (id: 131396)
  Da due anni soffro di dolori alla cewervicale dopo caduta indietro a sciare sbattendo la testa a terra. In questi due anni ho quasi sempre avuto torcicollo cronico e dolore nei movimenti del collo in particolare indietro e piegamento a sx. Le scrivo per sapere quanto è grave la situazione e se potrebbe necessitare un intervento chirurgico, mentre aspetto che il mio medico rientri. Inoltre vorrei sapere se sia consigliabile continuare con i trattamenti Tecar e massaggi di fisioterapia a cui mi sono sottoposta finora. Ho effettuato un esame MRI senza MdC. Quesito: cervicobrachialgia cronica a destra dopo trauma da caduta.Paziente rifiuta di sottoporsi a RX. Rettilineizzata la fisiologica l... continua >>
ordosi. Alterazioni disidrosico degenerative livello del disco posto al pasasggio C5-C6 ove si riconosce formazione erniaria in sede paramediana destra che annulla ampiaezza della colonna liquorale anteriore, impronta la superficie ventro-laterale destra del midollo spinale e si porta nel forame di congiunzione a determinare conflitto con la corrispondente radice. Non ulteriori ernie o precidenze discsali nel restante tratto in esame. Il midollo spinale nel tratto in cui viene improntato presenta disomogeneitò dellintensità di segnale su base edemigena. Il reperto necessita di valutazione neurochirurgica. Grazie
dal referto rmn, sembra indicato l’intervento chirurgico in C5/6, occorre comunque vedere l’esame per una valutazione più precisa: mandi il dischetto Dr E Pozzati Neurochirurgia Osp Bellaria IRCCS BO 051 6225111-5353
Dott. Eugenio Pozzati


Da 73 a 88 di 3334