Sei in: Medico on-line > Neurochirurgia

Aderiamo allo standard HONcode per l'affidabilità dell'informazione medica Aderiamo allo standard HONcode per l'affidabilità dell'informazione medica.
Verifica qui.


Neurochirurgia
Referenti

ultimo aggiornamento 8/07/2012
 
Aree tematiche


Nella compilazione della tua domanda ti chiediamo gentilmente di attenerti il più possibile alle aree tematiche qui sopra riportate
ultimo aggiornamento 16/12/2014
Invia la tua domanda

Domande / Risposte
rx
22 Nov 13 - Giuseppe, 65 anni (id: 128390)
  anni fa ho subito un trauma al rachide cervicale il quale si e raddrizzato modificando cosila sua morfologia fisiologica e di conseguenza la flessibilita e mobilita rotatoria e piuttosto limitata provocandomi dolori.prendo di continuo antinfiammatori ho fatto diverse terapie di fisioterapia ma niente,le chiedo gentilmente cosa posso fare di piu. e possibile un intervento? grazie della sua attenzione e la saluto gentilmente, GIUSEPPE
occorre vedere rmn e rx cervicale in dinamica Drt E Pozzati Neurochirurgia Osp Bellaria BO 051 6225111
Dott. Eugenio Pozzati


stenosi carotidea
22 Nov 13 - Renzo, 83 anni (id: 128389)
  Buongiorno, a seguito di un recente episodio in cui ho constatato una difficoltà a sostenermi sulle gambe, oltre che ad una certa difficoltà del movimento del braccio sx ed alla deambulazione (ora molto attenuati), ho eseguito gli esami del sangue risultati nella norma,una tac allencefalo risultata "negativa"(mi passi il termine), un eco -doppler carotideo dove si è evidenziato una stenosi severa del 74/78% della carotide destra. Lultimo esame di approfondimento e cioè una RM RACHIDE CERVICALE SMDC ha evidenziato quanto segue: "nella norma il referto del canale rachideo e lintensità di segnale del midollo spinale esaminato. Riduzione di ampiezza dei dischi intersomatici, ipointensi ne... continua >>
lle sequenze T2 pesate in relazione a fenomeni degenerativi. Inversione della fisiologica lordosi. Marcato quadro spondilosicoartrosico nel tratto C3-C7 con presenza di barre disco-osteofitarie, la più voluminosa in C5-C6 in sede mediana posteriore ove impronta la superficie ventrale del sacco durale" Le chiedo cortesemente, anche in relazione alletà e oltre al fatto di non avere episodi di dolori, qualè leventuale trattamento che ritiene più idoneo a quanto illustrato e se consiglia qualche ulteriore indagine. In attesa di un responso la saluto cordialmente
si tratta di una iniziale mielopatia cervicale da compressione discale in C5/6 il cui trattamento deve considerare la sua età. Anche la stenosi carotidea è importante e merita una valutazione terapeutica Dr E Pozzati Neurochirurgia Osp Bellaria BO 0516225111
Dott. Eugenio Pozzati

rmn
21 Nov 13 - Sabrina, 40 anni (id: 128379)
  proseguo della mail precedente. Lo stesso disco protude ampiamente e diffusamente in sede endospecale ed intraforamidale oce in associazione alla deformazione spondilosica del muro somatico posteriore determina unobliterazione dello spazione grasso epidurale anteriore ed una live riduzione in ampiezza di entrambi i neuroforami. Al medesimo livello la spongiosa ossea adiacente alle contrapposte limitanti somatiche appare caratterizzata da alterato segnale in rapporto ad una degenerazione del tipo modic I del midollo osseo.Non si osservano alterazioni morfologiche e di segnale a carico di cono ed epicorno midollare.Canale rachideo tendenzialmente stretto nel tratto L4-S1 per la suddetta pat... continua >>
ologia degenerativa disco-somatica e delle articolazioni interapofisarie. Egregio Dottore, questa patologia richiede effettivamente un intervento? o è possible curarala con della fisioterapia/ginnastica correttiva ? o se ci fossero cure alternative non chirurgiche mi piacerebbe avere maggiori informazioni. Ringraziandola anticipatamente, la saluto cordialmente.
sì, richiede l’intervento, occorre capire con quale tecnica (protesi o no) vedendo RMN e RX rachide Dr E Pozzati Neurochirurgia Osp Bellaria BO 051 6225111-5508
Dott. Eugenio Pozzati

rm
21 Nov 13 - Sabrina, 40 anni (id: 128377)
  I dischi intersomatici L4-L5 ed L5-S1 appaiano caratterizzati da segnale alterato per disidratazione e il disco L5-S1 appare anche ridotto in altezza.In particolare si osserva:a livello dello spazio intersomatico D11-D12 il disco assume laspetto di ficalità erniaria contenuta intraforaminale destra che detrmina una lieve riduzione in ampiezza del corrispondente neuroforame.A livello dello spaziointersomatico L4-L5 il disco laspetto di ernia contenuta mediana-paramediana sinistra che determina una lieve impronta sul profilo anteriore del sacco durale e sulla radice L5 omolaterale allemergenza dal sacco.A livello dello spazioe intersomatico L5-S1 il disco assume laspetto di ernia espulsa ad e... continua >>
strinsecazione paramediana destra che tende a migrare caudalmente lungo il muro somatico posteriore di L5 e che detrmina una lieve impronta sul profilo anteriore del sacco durale.Nel recesso laterale destro di L5 inoltre si osserva del tessuto che confligge con la radice L5 omolaterale con la quale si confonde, presenta le medesime caratt di segnale del disco disidratato e che appare ascrivibile pertanto a frammento libero originato dal disco L5-S1.
può essere necessario l’intervento in L5S1, occorre vedre le immagini RMN per un parere più preciso Dr E Pozzati Neurochirurgia Osp Bellaria BO 051 6225508-5111-5353
Dott. Eugenio Pozzati

arnold
21 Nov 13 - Luciano, 42 anni (id: 128368)
  Buon giorno dottore, da tre mesi o scoperto di essere affetto da nevralgia di arnold, dopo una terapia farmacologica di 20 giorni con esito negativo, mi e stato consigliato di fare una infiltrazione di ozono prima di intervenire chirurgicamente. Nel manifestare il problema, visto il dolore continuo con fitte dalla nuca alla parte occipitale del capo,mi e stato consigliato di effettuare una angio-rm cerebrale con e senza mdc. RM ENCEFALO Esame eseguito con tecnica SE,TSE,FLAIR,FFE,VEN-BOLD,FLAIR-SPIR,SSh-DWI,CE-TFE. Strutture mediane in asse. Sistema ventricolare e spazi periencefalici di regolare morfologia, ampiezza e caratteristiche di segnale. Piccola struttura vasale anomala da rif... continua >>
erire ad angioma venoso a devorso cranio caudale frontale parasagittale destro con esile CE dopo mdc. Non sono presenti alterazioni focali del segnale intrinseco encefalico. RM ANGIO INTRACRANICA Esame eseguito con tecnica TOF-3D(fase arterisa)con ricostruzioni mediante MIP. Regolarità di calibro, decorso e flusso dei sistemi carotidei e basilari e dei loro rami di divisione. Assenza di anomalie a carico del circolo di Willis. Vorrei un parere un eventuale intervento, e per lesito dellesame effettuato. Ringrazio anticipatamente per quello che fate.
si tratta di un verosimile angioma venoso, senza apparente rilevanza clinica, sarebbe comunque opportuno vedere la RMN per un parere più preciso. Può provare con l’ozono per la nevralgia Dr E Pozzati Neurochirurgia Osp Bellaria BO 051 6225111
Dott. Eugenio Pozzati

RM
20 Nov 13 - ugo, 45 anni (id: 128357)
  salve DOTT. fatto la rm lombo-sacrale mi hanno riscontrato ,note di discopatia specie tra L4 e S1 nellambito di modesta condizione spondiloscia. Al passaggio L4/L5 si osserva lieve protusione discale paramediana destra. Al passaggio L5/S1 è presente protusione erniaria mediana-paramediana bilaterale, con maggiore quota estrusiva in sede laterale sinitra ,dove si osservano segni di parziale conflitto radicale. Avendo dolori sul fianco destro e sulle spalle al risveglio alla mattina e durante il giorno la ringrazio.
occorre valutare intervento su L5S1 sulla base delle immagini RMN Dr E Pozzati osp Bellaria BO
Dott. Eugenio Pozzati

rm
18 Nov 13 - mario, 68 anni (id: 128332)
  ho fatto rm colonna cervicale, a livello c5-c6 è presente una ernia a prevalente proiezione paramediana sn, unitamente a processi di produzione ossea, essa oblitera la corrispondente guaina radicolare e gli adiacenti piani sub-aracnoidei, non determina effetti di impronta sul midollo, il disco relativo è ridotto di altezza e disidratato. un altro piu circoscritto prolasso erniario, questo a sviluppo soprattutto mediano, interessa anche lo spazio sottostante. la corda midollare peraltro conserva una delineazione regolare ed un segnale omogeneo. il canale spinale è di calibro normale.ho fatto una emg con conclusioni: marcati segni di sofferenza neurogena cronica a carico dei segmenti muscolari... continua >>
esaminati, di probabile livello radicolare o tronculare prossimale(preval. neuromeri c5-c6).nella norma la ncv del n.ascellare sx.
può essere necessario l’intervento chirurgico, occorre sapere la sua sintomatologia (che non riferisce)e vedere le immagini RMN dr e Pozzati Neurochirurgia Osp Bellaria BO 051 6225508-5111
Dott. Eugenio Pozzati

dorsale
17 Nov 13 - Daniel, 33 anni (id: 128302)
  buongiorno prima cosa. Mi hanno riscontrato a livello D11 e D12 ernia discale postero-laterale sinistra che impronta lo spazio sub-aracnoideo ed il midollo. Mi e stato detto che non posso fare più sforzi e tanta meno correre e giocare a calcio.Vorrei una vostra risp. al seguito grazie. Ha dimenticavo sono uscite anche ernie intraspongiose tipo Scharmol sulle limitanti superiori dei corpi vertebrali L4 e L5 anche se mi hanno detto che hanno minore importanza del D11 e D12. Mi e stato detto che fare sforzi o mettere un piede in fallo mentre gioco potrei avere gravi conseguenze anche finire su una sedia a rotelle. E possibile....
le ernie dorsale sono in effetti piuttosto pericolose, occorre vedere la RMN per un giudizio più preciso Dr E Pozzati Neurochirurgia Osp Bellaria BO051 6225111
Dott. Eugenio Pozzati

rmn chiari
16 Nov 13 - Gioia, 16 anni (id: 128292)
  le tonsille cerebellari si impegnano nel forame magno per circa 19 mm senza segni di idrocefalo. le cisterne cerebrali sono nella norma. le dimensioni delle cavità ventricolari sono ai limiti della norma. non sono evidenti altre alterazioni parenchimali cerebrali focali o diffuse. quadro di malformazione di Chiari 1. Buongiorno vorrei sapere cosa esattamente significa e quanto può essere ritenuta grave questa malformazione. unico sintomo forte cefalea. aspetto con ansia una risposta saluti Gioia
si tratta di una malformazione di Chiari, e la cefalea è tipica, 19 mm di erniazione non sono pochi e probabilmente sarà necessario un intervento, le potrò essere più preciso valutando le immagini di RMN Dr E Pozzati Neurochirurgia Osp Bellaria BO 051 6225111-5508
Dott. Eugenio Pozzati

siringa
15 Nov 13 - Silvia, 40 anni (id: 128285)
  Le riporto gli esiti della mia RMN : a T5-T6 voluminosa ernia discale inveterata con osteofitosi reattiva, mediana paramediana sx, parzialmente migrata caudalmente, che sposta verso dx ed impronta la corda midollare. A valle si apprezza uno slargamento idromielico del canale ependimale, con aspetto a losanga con maggiore fulcro in corrispondenza del soma di T7. T7-T8 protrusione discale; T10-T11piccola ernia discale mediana determinante parziale riduzione dello spazio epidurale anteriore. Diffusi segni di spondilosi. La mia sintomatologia, comparsa nel 2005 e, oggi, notevolmente peggiorata, mi causa costanti dolori dorsali e toracici e perdita di forza nelle gambe, specie se cammino o sto... continua >>
un po in piedi.
penso che sia necessario l’intervento, occorre vedere la RMN per capire il rapporto fra ernia dorsale e siringomielia, provi a mandare le immagini Dr E Pozzati Neurochirurgia Osp Bellaria IRCCS BO 051 6225111-5508
Dott. Eugenio Pozzati

rmn
15 Nov 13 - debora, 34 anni (id: 128276)
  egregio dottore a seguito di unazionale .MN ho ricevuto qst edito: a livello c3 c4 si apprezza una prolusione dellangelus ad ampio raggio, lievemente più significativa in sede paramedico sx, con lieve contatto sulla radice emergente. a livello c5 c6 si apprezza una circoscritta estrusione erniaria localizzata in sede paramediana dx. a livello c6 c7 si evidenzia una ulteriore circoscritta estrusione erniaria loczzata in sede mediana paramediana sx. iniziale prolusione mediana a livello c4 c5 con minima impronta sulla superficie ventrale. della corda midollare . la ringrazio in anticipo
per risponderle, occorre vedre le immagini RMN, provi a spedirle
Dott. Eugenio Pozzati

vertebrale
14 Nov 13 - gilda, 45 anni (id: 128272)
  Salve mi chiamo gilda ho 45 anni, forse lei non è lo specialista giusto ma ci provo perchè sono parecchio preoccupata nellultimo anno circa 4 volte sono stata colpita da crisi improvvise di forti vertigini e vomito chi mi costringono a letto per 5 giorni circa, prima il medico di famiglia mi ha detto trattasi di semplice cervicale adesso dice di ricontrollare angio rmn fatto febbraio 2013 dove si scrive MARCATA TORTUOSITa della giunzione arteriosa vertebro- basilare nel solco dei nervi misti di sinistra sussiste unevidente asimmetria di calibro delle arterie vertebrali per dominanza di quella sinistra rispetto alla controlaterale. Non evidenti significative alterazioni del segnale in sede so... continua >>
vra tentoriale. Le sequenze di angio rm arteriosa intra cranica documentano sostanziale regolarità di calibro e di flusso delle principali diramazioni del circolo intra cranico salvo una lieve ectasia del segmento a2 dellarteria cerebrale anteriore di destra, eventualmente da ricontrollare nel tempo. Potrebbe questo causare le vertigini? se si come si può risolvere? grazie.
può trattarsi di una compressione neurovascolare da parte dell’arteria vertebrale, occorre vedere l’imaging di RMN per un parere più preciso e per un eventuale trattamento Dr E Pozzati Neurochirurgia Osp Bellaria BO
Dott. Eugenio Pozzati

angioma
14 Nov 13 - barbara, 35 anni (id: 128271)
  Dott.Pozzati sono la figlia di bernardini gianfranco già suo paziente e operato da lei al BELLARIA la mia domanda è;gentilmente vorrei sapere avendo eseguito una RMN mi è stata riscontrata(immagine di angioma a carico del soma di (D8 )posso preoccuparmi oppure è una patologia iniziale?La ringrazio fin dora distinti saluti. GRAZIE
si tratta di un reperto abbastanza comune e di solito innocuo, occorre comunque vedere le immagini per un parere più preciso
Dott. Eugenio Pozzati

chari
14 Nov 13 - MariaElena, 30 anni (id: 128269)
  Buongiorno, Le scrivo per avere un parere sul referto della risonanza magnetica allencefalo e tronco fatta il 11/11/2013 che riporta: si segnala evidente impegno delle tonsille cerebellari a livello del forame magno in assenza di attuali dimostrabili lesioni focali endomidollari del tratto del rachide cervicale esaminato. Quale reperto collaterale si segnala discreta ipertrofia dei turbinati medi e inferiori di destra. Cosa mi consiglia di fare? Attendo una suo risposta e le porgo i miei saluti.
può trattarsi di una Malformazione di Chiari 1
Dott. Eugenio Pozzati

rmn
14 Nov 13 - domenica, 37 anni (id: 128268)
  egr. dott. nel 2010 mi sn operata di ernia lombare l4 l5 dopo esser rimasta paralizzata x 17 giorni,l intervento e andato bene mi sn rimessa a camminare ma i dolori nn possano anzi da circa un anno sn aumentati rimango bloccata senza poter camminare nn posso stare troppo in piedi che incominciano forti dolori alla schiena,da un paio di mesi la notte ho forti dolori alla schiena e in tutta la parte esterna sinistra della coscia gamba e dita dei piedi, ho sempre formicolio giorno e notte.per far passare il dolore sn costretta a fare toradol muscoril e bentelan ma l effetto nn dura piu di un giorno ho fatto anche 3 mesi di palexia ma niente .dalla tac fatta un mese fa risulta interessamento os... continua >>
teoartrosico delle articolazioni interapofisarie. spondiloartrosi.a l2 l3 e l3 l4 protrusione circonferenziale del disco intersomatico che impronta il sacco durale.a l4 l5 protrusione circonferenziale del disco intersomatico che impronta il sacco durale e che a sinistra assume aspetto di ernia intraforaminale.a l5 s1 ernia paramediana sx responsabile di conflitto meccanico cn la radice nervosa emergente omolaterale .vorrei sapere cosa significano queste parole e che strada dovrei prendere ...preciso che ho girato tanti ortopedici e 2 neurochirurgi tra qui ce chi sostiene che ci vuole un intrvento chirurgico cn eventuale protesi e chi dice che devo tenermi i dolori che nn c e altro da fare e questo significa un intera vita di sofferenza ...grazie e cordiale saluti.
per risponderle , occorre vedere le immagini, provi a spedirle
Dott. Eugenio Pozzati


Da 330 a 345 di 3422