Sei in: Medico on-line > Neurologia

Aderiamo allo standard HONcode per l'affidabilità dell'informazione medica Aderiamo allo standard HONcode per l'affidabilità dell'informazione medica.
Verifica qui.


Neurologia
Referenti

ultimo aggiornamento 20/03/2010
 
Aree tematiche

    Il Prof. Giovanni Ambrosetto risponde alle domande inerenti :
  • Epilessia
  • Marijuana in medicina

Nella compilazione della tua domanda ti chiediamo gentilmente di attenerti il più possibile alle aree tematiche qui sopra riportate
ultimo aggiornamento 16/02/2007
Invia la tua domanda

Domande / Risposte
24-09-08,oscar,43anni,id:85486
24 Set 08 - oscar, 43 anni (id: 85486)
  la mia malattia sospetta e il motoneurone,da un po di tempo mi curavo con canapa che crescevo di nascosto sul balcone di casa,ma come sappiamo le spie nn mancano mai, adesso che scrivo e passato quasi un mese che nn utilizzo la pianta magica x i miei dolori e giuro che son guai grossi a momento riesco a mala appena a cammina ma con grandi dolori in ogni parte del corpo. quando son comparso davanti al giudice che ha verificato la mia malattia da varie visite mediche e in + un invalidità civile del 50%, mi ha subito scagionato con libertà,la cosa che mi ha sorpreso che alla fine mi ha dato un consiglio(fatti fare il permesso e coltivala). il mio medico di base mi dice che nn ha tale potere,... continua >>
e io nn so a chi potrei chiedere x farmi aiutare in questa cura che io (Voglio) fare. una pregheria..AIUTATEMI
Caro Oscar, non so proprio come aiutarla. Innanzitutto perchè non capisco che malattia abbia, quando sono i motoneuroni a non funzionare si hanno disturbi del movimento, mai dolori.In secondo luogo non ho il potere di far sì che lei possa coltivare cannabis, neppure il papa lo ha, questo potere.Forse il magistrato che le ha dato il consiglio (ma davvero glielo ha dato?)può anche indicarle come fare a metterlo in atto. Per quanto mi riguarda, credo che l’unico modo per curarsi con la cannabis sia avere una prescrizione medica e trovare una farmacia ospedaliera disposta a farsi carico delle spese di importazione e di acquisto di farmaci a base di cannabinoidi.Quando lei ha la febbre prende l’aspirina, non si coltiva nel terrazzo di casa un salice, che contiene l’acido acetilsalicilico, principio attivo dell’aspirina,per fumarsi le foglie. Faccia la stessa cosa con la marijuana, lo consideri un farmaco e non semplicemente una pianta.
Prof. Giovanni Ambrosetto


stress e memoria
24 Set 08 - GRAZIA, 24 anni (id: 85460)
  ULTIMAMENTE, MI CAPITA DI DIMENTICARE DELLE COSE.ES.SE STO PARLANDO CON UNA MIA AMICA, MI DIMENTICO IL NOME, E FACIO FATICA E RICORDARLO, PER RICOLDARLO CI IMPIEGO CIRCA 5-6 MIN. A VOLTE, SE STO PARLANDO CON DEI CLIENTI, E DOPO VANNO VIA, NON RICORDO PIù COSA CI SIAMO DETTI E SE LI HO SALUTATI. PRECISO CHE LA MIA VITA è MOLTO STESSATA IN QUANTO SONO OCCUPATA TANTO CON IL LAVORO, E HO PROBLEMI FAMILIARI, PERCHè DA 6 ANNI SONO FIDANZATA CON UNA PERSONA CHE LORO NON ACCETTANO, E SUBISCO DELLE PRESSIONI PSICOLOGICHE.IN OLTRE SOFFRO DI EMICRANEA CON AURA E LAVORO TANTO CON IL PC. ATTENTO UN V\S CONSIGLIO. GRAZIE MILLE PER IL TEMPO DEDICATOMI.
Data la giovane età, è verosimile che i disturbi siano dovuti allo stress. Può chedere aiuto ad uno psicologo.
Eq. Neurologia Policlinico S. Orsola-Malpighi

...
23 Set 08 - NADIA, 45 anni (id: 85430)
  BUONGIORNO MAMMA 85 ANNI HA UN PARKINSONISMO VASCOLARE IL NEUROLOGO X L’AGITAZIONE E PER DORMIRE LA NOTTE HA CONSIGLIATO GABAPENTIN 100 MA LEGGENDO NEL BUGIARDINO QUESTO MEDICINALE SERVE PER L’EPILESSIA RINGRAZIO PER LA RISPOSTA
Il gabapentin è un antiepilettico ma può servire anche per trattare parestesie dolorose agli arti. Non ha una chiara azione sedativa, specialmente a dosaggi così bassi. Le consiglio di riparlarne con il suo neurologo. Cordialità
Eq. Neurologia Policlinico S. Orsola-Malpighi

23-09-08,marzia, 19anni,id:85419,
23 Set 08 - Marzia, 19 anni (id: 85419)
  Cortese professore, le espongo il mio caso. HO 19 anni e accuso spesso sintomi come dolore alla schiena, formicolio alle mani e bruciore alle spalle. Premetto che circa 3 anni fa ho avuto un incidente stradale dove ho accusato un colpo di frusta e in questultimo periodo ho fatto un esame dove mi è stato diagnosticato il tunnel carpale in entrami gli arti superiori e ostereoporosi. Mà è possibile che un colpo di frusta sia la reale causa di tutto ciò o ci possono essere motivi validi per pensare ad una sclerosi multipla? La ringrazio anticipatamente per la cortese risposta.
Marzia cara, prima di tutto devi andare a rileggerti come è fatta la sclerosi multipla, per non fare domande senza senso. Certamente un colpo di frusta non può causare nè il tunnel carpale nè l’osteoporosi. Se davvero hai queste due patologie si deve cercare il motivi per cui una ragazza della tua età ha disturbi che di solito compaiono quarant’anni più tardi.
Prof. Giovanni Ambrosetto

....
22 Set 08 - Francesca, 25 anni (id: 85394)
  Mi rendo conto della poca pertinenza della domanda, ma ho un problema che non riesco a risolvere. Ormai da due mesi (metà luglio c.ca) soffro di brividi continui lungo la schiena associati a malessere generale. Le analisi di routine non rivelano alcun dato alterato e, per via di un mal di gola spesso associato ai brividi, ho eseguito tampone faringeo negativo e visita specialistica dallotorino, anchessa senza problematiche rilevanti. I brividi sono intermittenti, associati a forte sensazione di freddo durante la notte. Inizio a pensare che la causa sia di origine psicologica. Che tipo di controllo potrei effettuare? Grazie e scusate ancora, ma inizio veramente a preoccuparmi...
Siamo spiacenti, la sua domanda non risulta pertinente alle aree tematiche trattate dalla nostra unità operativa. Saluti
Eq. Neurologia Policlinico S. Orsola-Malpighi

bulging C3-C4
22 Set 08 - Francesco, 265 anni (id: 85375)
  BUONA SERA,ho gia scritto gia qualche mese fa dove vi dicevo che sul mio R.M. spinale è uscito "a licello C3-C4 si apprezza lieve prominenza del disco e del margine somatico adiacente in sede paramediana e laterale destra dove sporge nel canale spinale impegnando lo spazio premidollare ed improntando appena il midollo". Mi avete suggerito di andare da 1 specialista io ne sono andati da 2,il primo mi he detto che è una cosa molto pericolsa e mi dovrei operare quasi subito altrimenti poteri rimanere poaralizzato dal collo in giu ed in piu che loperazione è molto pericolosa. il secondo ha detto che non la devo proprio pensare perche non è nulla e solo per dirmi questo si è preso 150.00€ mentre ... continua >>
il primo solo 50.00€. cosa devo fare? io so solo che mi fa male il braccio destro e sempre la schiena e in piu(non so se è per questo motivo) mi fda male molto spesso la testa.. Non so veramente che fare se potete aiutatemi un po voi
Mi dispiace, ma non è possibile darle consigli senza visitarla o vedere le lastre. Si deve affidare ad un bravo neurologo ed un bravo neurochirurgo. Sulla base della valutazione neurologica è possibile vedere se il bulging del disco determina segni clinici. In ogni caso, se sono passati alcuni mesi, può anche ripetere la RM cervicale per fare un confronto. Cordialità
Eq. Neurologia Policlinico S. Orsola-Malpighi

contrazioni alla cerv
21 Set 08 - emanuela, 31 anni (id: 85319)
  e da qualche mese che sofro di contrazioni alla cerv e prende anche il dorso ma da qualche tempo sono peggiorata la tensione mi fa prendere dei grampi sotto lo lingua e sulla nuca e se sto seduta ho in piedi peggiorano le contrature ed inprovisamente non riesco piu a stare in piedi ed e accompagnato anche da sbandamento e confusione premetto che circa due settimane fa mi sono recata al pronto soccorso per un improviso dolore in testa co perdita di sensibilita della parte sinistra ma ringraziando dio la tc era negativa la prego ad una rispostae da quale specialista dovrei recalmi la ringrazio fin da ora per la sua attenzione attendo una sua risposta con urgenza pensa che con la tc possa st... continua >>
are piu tranquilla
Certamente la negatività della TAC deve darle tranquillità. Utile comunque una visita neurologica.
Eq. Neurologia Policlinico S. Orsola-Malpighi

21-09-08,paolo,56anni,id:85287
21 Set 08 - Paolo, 56 anni (id: 85287)
  Cortese professore, mi ha indirizzato a Lei Adelina di Bologna. Mi ha suggerito di esporle il mio caso e valutare le sue considerazioni. Dalletà di 20 anni soffro di epilessia generalizzata, le crisi sono ormai molto rare, lultima più di un anno fà. Assumo 3 pastiglie di valproato 500 e 2 di lamotrigina 25 ogni giorno. La comparsa della malattia è stata senza cause apparenti e tutti gli esami effettuati, anche i più sofisticati, sono sempre risultati negativi. Mi pongo ora la domanda se sia possibile ridurre o interrompere la terapia. Credo che essa provochi in me varie conseguenze: spossatezza, cali di morale, forse impotenza, etc. Gradirei molto un suo parere o eventualmente, se lo ritien... continua >>
e più opportuno, fissare un appuntamento. Ringrazio per lattenzione. Paolo
Caro Paolo, l’interruzione di una terapia per un’epilessia è sempre un momento delicato, che non può essere affrontato per mail.In questa sede posso dirle che, di solito, la terapia non si interrompe se non, ed eventualmente, dopo alcuni anni di assenza delle crisi.Questo è ciò che dicono le linee guida, non è detto, però, che uno debba per forza seguirle. Date le sue amicizie, penso che sia un pò controcorrente, bene, lo sono anch’io qualche volta, ne parliamo a tu per tu. Cordiali saluti.
Prof. Giovanni Ambrosetto

20-09-08,antonio,38anni,id:85263
20 Set 08 - antonio, 38 anni (id: 85263)
  mi scusi prof. nel mio messaggio appena inv. non le ho scritto che oltre le vertigini ho anche un pò di confusione(ad esempio non mi ricordo dove metto gli oggetti ma mi viene in mnte subito, o apro i cassetti sbagliati,o ripongo le cose nn nel suo posto abituale ma subito mi accorgo, insomma non è vera e propria amnesia ma confusione, perche per i numeri ho buona memoria, cioè faccio fatica a impararli ma una volta memorizzati nn li scordo più, al contrario di alri. spero di averle dato più info possibile e spero che mi sarà daiuto per orientarmi meglio su quale strada intraprendere. grazie
Continua a valere la risposta precedente.
Prof. Giovanni Ambrosetto

20-09-08,antonio,38anni, id:85262
20 Set 08 - antonio, 38 anni (id: 85262)
  gent/mo dott. Ambrosetto nel 97 ho avuto tre attacchi convulsivi in un giorno dagli esami (tac,rmn,eeg,ee24h,visite,sangue etc) non è risultato nulla di organico e la conclusione dei medici è stata: stress psico-fisico e mancanza di sonno, dato che facevo da diverso tempo 2 lavori e dormivo pochissimo. per 5 anni ho preso carbamazepina, 3xdì,e nessun sintomo, poi volontariamente ho deciso di smettere, ma dopo alcuni mesi mi viene un senso di forte tensione e non sopporto di stare in luoghi affollati a volte mi venivano le vertigini, ma anche quando parlavo con qualcuno o qualcuno mi faceva un discorso lungo, mi veniva un senso di vertigine e impazienza. consulto ancora la mia neurologa... continua >>
che mi fa fare altri esami rmn, eeg, eeg24h ma nn risulta niente, lei mi fà riprendere carbamazepina,e conclude che ho delle crisi di panico,ma che per i miei precedenti è meglio riprendere, avevo fatto anche la v. fisiatrica con rx dove il f. diceva che le v. potevano essere causa della cervic riscontrata ogni tanto però mi tornavano i sintomi, poi però ho deciso di ridurre ancora il farmaco, convincendomi che sono solo crisi di panico, infatti nn notavo un peggioramento di queste, ad agosto dopo essere stato in ferie dove dormivo molto, rientrato mi è venuto un ascesso e ho preso gli antib per 10g, ma queste vertigini,e senso di istabilita mi sono tornati e ora sono costanti + col caldo,un altro neur.(a pagam.) mi ha rimandato dallo psichiatra cons di smett il tegret. vorrei un s parere gr
Sono d’accordo cvon lei, che ha eliminato il farmaco per le crisi e sono d’accordo con la sua neurologa sulla diagnosi di attacchi di panico.Bisogna curare questi, adesso.Tenga presente che, per questo tipo di disturbo, lo specialista più indicato non è il neurologo, ma lo psichiatra. Cordiali saluti.
Prof. Giovanni Ambrosetto

paresi facciale
19 Set 08 - Giuseppe, 52 anni (id: 85219)
  Buongiorno. Laltro ieri, improvvisamente, non riuscivo più a chiudere il lato della bocca: perdevo saliva durante la notte. Mi è stata diagnosticata una paresi al labbro, e in aggiunta devo dire che avverto un formicolio costante al braccio. Se può essere utile, ho la pressione decisamente alta, e il medico durante la visita in cui ha diagnosticato la paresi ha rilevato che era altissima. Cosa può essere?
Se la paralisi del facciale è di tipo centrale è probabile che abbia avuto un problema vascolare cerebrale. Le consiglio di parlarne con il suo curante per gli approfondimenti diagnostici e per la terapia della pressione arteriosa cordialità
Eq. Neurologia Policlinico S. Orsola-Malpighi

19-09-08,ahmed,48anni,id:85210
19 Set 08 - ahmed, 48 anni (id: 85210)
  Bonasera,soffro da tre mesi ma ogni tanto mi fanno male gligambe dal fondo schiena in giu sopratutto dalle articolazione voglio sapere cosa devo fare grazie!
Quello che mi dice è davvero troppo poco perchè io possa tentare di capire la causa dei suoi disturbi. Credo che farsi visitare sia sempre meglio che scrivere. Cari saluti.
Prof. Giovanni Ambrosetto

Levodopa e gravidanza
18 Set 08 - francesca, 36 anni (id: 85126)
  Salve, la mia domanda sembrare strana, ma navigando tra tutte le informazioni che internet ci offre ho iniziato ad avere dei dubbi.... sono una ragazza di 36 anni celiaca e soffro di un parkinsonismo giovanile curata con levodopa. Sono alla sesta settimana di gravidanza e questa volta tutto sembra procedere per il meglio. Continuo la mia terapia sotto consiglio del mio neurologo, ma come dicevo, su internet ho letto di mamme che durante la gravidanza hanno interrotto la terapia. Così mi chiedo quale sia la cosa più giusta per il mio futuro bimbo? Usare levodopa in gravidanza o no? Grazie per la vostra attenzione, saluti francesca.
Gentile signora, pochissimi sono i casi di M. Parkinson associati ad una gravidanza, pertanto non ci sono dati certi. I casi riportati in letteratura trattati con levodopa, in generale non hanno presentato effetti collaterali sul feto. La scelta di continuare il trattamento con levodopa va fatta anche in funzione della gravità del quadro clinico e quindi valutando il rapporto rischio beneficio. Cordialità
Eq. Neurologia Policlinico S. Orsola-Malpighi

fibromialgia
18 Set 08 - daniela, 52 anni (id: 85069)
  soffro da parecchi anni di fibromialgia ,ho fatto tutte le cure possibili ed immaginabili,terapie quali: agopuntura, massaggi, mesoterapia, ginnastica posturale, laser chiropratica ecc., ma non ho trovato miglioramento.al mattino e durante la giornata ho sempre mal di testa , tensione muscolare alle scapole, alle braccia, dolori al collo , stanchezza generalizzata anche alle gambe, difficoltà di concentrazione .Spero in qualche medicina che possa alleviare i miei disturbi permettendomi di continuare a lavorare.
La fibromialgia si può trattare da un punto di vista farmacologico con miorilassanti e antidepressivi, tipo citalopram. Le consiglio comunque di rivolgersi ad un reumatologo che è lo specialista di riferimento per questa patologia cordialità
Eq. Neurologia Policlinico S. Orsola-Malpighi

17-09-08, lucio,24anniid: 85025
17 Set 08 - Lucio, 24 anni (id: 85025)
  Buonasera!soffro da due anni di problemi a urinare ultimamente sono stato a visita urologica è mi ha riscontrato un disturbo vescicale da ripristinare e al disturbo diagnosticato il mio urologo mi ha consigliato di fare una visita neurologica perche sospetta una Spermatorrea.Ora chiedo al prof. possibile che la spermatorrea può portare sintomi di questo tipo! cosa significa spermatorrea grazie!
Caro lucio, a quanto ne so, anche la spermatorrea è un disturbo da urologo o da andrologo, nella tua mail c’è qualcosa che non capisco. Cari saluti.
Prof. Giovanni Ambrosetto


Da 3270 a 3285 di 5662