Sei in: Medico on-line > Gastroenterologia

Aderiamo allo standard HONcode per l'affidabilità dell'informazione medica Aderiamo allo standard HONcode per l'affidabilità dell'informazione medica.
Verifica qui.


Gastroenterologia
Referenti
  • Prof. Pier Roberto Dal Monte

  • Già Direttore Dipartimento medico-chirurgico delle Malattie dell’apparato digerente. Ospedale Bellaria-Maggiore. Bologna.

  • Prof. Mauro Bortolotti

  • Professore a Contratto della Specializzazione in Medicina Interna
    Facoltà di Medicina e Chirurgia dell’Università di Bologna
    Policlinico S. Orsola


ultimo aggiornamento 22/02/2013
 
Aree tematiche


Nella compilazione della tua domanda ti chiediamo gentilmente di attenerti il più possibile alle aree tematiche qui sopra riportate
ultimo aggiornamento 26/01/2007
Invia la tua domanda

Domande / Risposte
Esame istologico
28 Set 11 - william, 30 anni (id: 119066)
  gent.ssimo Prof Bortolotti, le scrivo poichè sono tornati gli esami istologici: diagnosi 1) frammenti di mucosa del grosso intestino con edema ed aumento dellinfiltrato flogistico cronico nella lamina propria; 2) frammenti di mucosa del piccolo intestino con edema ed aggregato linfoide con centro germinativo iperplastico nella lamina propria. caro prof. le mie due precedenti mail hanno come risposta lID 118835 ed 118900. il dottore mi ha parlato di infezione da germi nel piccolo intestino ed una colite aspecifica nel grosso. mi ha aggiunto "nulla di grave"!! quindi con la mia vengo a chiederle un suo parere e quale secondo lei potrebbe essere la terapia più opportuna; ed anche se secondo lei... continua >>
è il caso di fare ulteriori indagini. ringraziandola anticipatamente per la sua gentilezza la saluto cordialmente. ps potrebbe starci unorigine del problema dovuto dallo stress?? grazie ancora.
Egr. Sig. William, l’esame istologico non è preoccupante poichè indica una flogosi aspecifica la cui causa va ricecata con opportuni esami da stabilire in base ad una visita ed alla valutazione degli esami precedenti. Cordiali saluti, Prof. Mauro Bortolotti.
Prof. Mauro Bortolotti


MRGE?
27 Set 11 - angy57, 53 anni (id: 119054)
  egr. prof. bortolotti ho piu volte chiesto suo consulto per i miei problemi di reflusso gastr. Lei mi ha dato molti consigli ma sembra non arrivare alla soluzione. Ho cambiato gastroenterologo e sono andato giorni fa dal dott. Cammarota presso i gemelli di rm il quale dopo una lunga intervista e riscontro degli esami da me effettuati da circa anni 2 , esclude totalmente che sia affetta da reflusso gastr. sostenendo che non esistono sintomi per cui dovrei avere tale problema , tanto meno dalla gastroscopia non si evince una attivita di reflusso . Le chiedo allora : se i lotorino non riscontra per lo meno alle sue prime indagini alcuna anomalia .. da dove arrivano questi improvvisi di ... continua >>
tosse secca accompagnata spesso da starnuti ? Le ricordo come le dissi lultima volta che agli esami allergologici non risulta nulla . La prego consigliarmi il da fare . Le ricordo che non dolori allo stomaco unico problema improvvisi colpi di tosse e starnuti qualche volta una ipersalivazione . La terapia che faccio e il pantorc 40 che lo stesso dott. cammarota mi ha consigliato sospendere , e seguire con quello da 20 per altri gg. 20 e poi sospendere . La prego darmi un suo giudizio . grazie salve
Gentile Sig.ra Angy57, mi trascriva integralmente il referto dell’otorino ed il suo numero ID precedente. Cordiali saluti, Prof. Mauro Bortolotti.
Prof. Mauro Bortolotti

Esame istologico di cosa?
27 Set 11 - lisa, 74 anni (id: 119050)
  diagnosi da esame istologico : HP POSITISA ESOCITOSI ESOFAGEA GRANULOCITARIA. ALTERAZIONE IPERPLASTICO RIGENERATIVE ANTRALICA.
Gentile Sig.ra Lisa, trascriva meglio tutta la risposta dell’endoscopia e dell’esame istologico. Cordiali saluti, Prof. Mauro Bortolotti.
Prof. Mauro Bortolotti

Trattamento diverticolosi
27 Set 11 - ruggero, 63 anni (id: 119047)
  con la colonscopia mi hanno trovato diversi diverticoli di piccola entità, le chiedo siccome ho avuto qualche crisi di diverticolite, il medico di famiglia mi ha suggerito di fare una cura ogni tanto anche ogni due o tre mesi di un disinfettante chiamato rifacol va bene prenderlo anche se si stà bene?
Attualmente si tende a fare una terapia che diminuendo la carica batterica intestinale dovrebbe impedire la formazione di una diverticolite e quindi prevenire gli episodi acuti, in cui ci vuole ben altro, ma non ne sono così sicuro. Si veda comunque anche l’allegato in cui si consiglia una certa rotazione di antibiotici.
Divericolosi_e_Diverticolite.doc
Prof. Pier Roberto Dal Monte

MRGE resistente
27 Set 11 - alfredo, 65 anni (id: 119043)
  Egregio Professore, ho ricevuto la risposta alla mia richiesta del 24.9. u.s.I.D.119003 . Poichè mi ha suggerito di gestire meglio il reflusso, vorrei sapere come e La prego se può inviarmi la dieta cui accennava di avermi inviato, in quanto non ho trovato lallegato.La ringrazio per la Sua cortese disponibilità e Le porgo distinti saluti.
Egr. Sig. Alfredo, il reflusso va meglio controllato con farmaci e dieta. Le allego anche una dieta. Cordiali saluti, Prof. Mauro Bortolotti.
Dieta CUP 2000.doc
Prof. Mauro Bortolotti

MRGE e dispepsia di ndd
26 Set 11 - nadia, 42 anni (id: 119040)
  Da anni soffro di problemi allo stomaco. Dalla gastroscopia risulta una esofagite da reflusso, una gastrite erosiva e una piccola ernia iatale. Prendo il Nexiun da 40 (1 al giorno) e riopan quando aumenta lacidità. ma ultimamente come malessere prevale un gonfiore alla parte sinistra dello stomaco, che avverto tantissimo quando mi sdraio. Faccio fatica a digerire e periodicamente mi assalgono i sensi di nausea. Prendo anche del carbone vegetale per sgonfiare questa parte alta dellintestino ma non serve a nulla....Cosa posso fare? GRazie
Gentile Sig.ra Nadia, oltre alla MRGE lei ha anche una dispepsia. Oltre alla dieta che allego ,può provare con domperidone prima dei pasti. Se non migliora occorre fare una visita per valutare meglio la situazione. Se vuole può contattarmi al n. 051-307901. Cordiali saluti, Prof. Mauro Bortolotti.
Prof. Mauro Bortolotti

MRGE resistente
26 Set 11 - anna, 43 anni (id: 119036)
  gentilissimo dott il22 settembre ho fatto la gastroscopia con esiti che gia sapevo da 7 anni ernia iatale da scivolamento gastropatia iperemia ma i disturbi sono sempre gli stessi prima di essere operata di coleicisti avevo bruciori quaNDO INGOIAVO DEL CIBO O DELL ACQUA EPOI SI ATTENUAVANO ADESSO HO GLI STESSI SINTOMI FRA DIECI GIORNI AVRO I RISULTATI PERCHE DURANTE LA GASTROSCOPIA HO FATTO PURE LA BIOPSIA LA PREGO MI AIUTI MI SENTO MOLTO DEPRESSA NON DORMO PIU LA NOTTE
Gentile Sig.ra Anna, mi riscriva quando ha la biopsia. Le allego anche una dieta. Cordiali saluti, Prof. Mauro Bortolotti.
Dieta CUP 2000.doc
Prof. Mauro Bortolotti

Dolori e bruciori di stomaco
25 Set 11 - anna, 43 anni (id: 119019)
  caro dott come e possibile essere operata alla coleciste due mesi fa ed avere sempre gli stessi sintomi anzi ora soffro molto di piu di mal di stomaco e di bruciori molto intensi alla bocca dello stomaco che non riesco ad alleviare mi sento impazzire la prego mi aiuti
Gentile Sig.ra Anna, potrebbe avere un reflusso biliare che il suo medico le può curare con farmaci da stabilire in base ad una visita e ad una eventuale gastroscopia. Cordiali saluti, Prof. Mauro Bortolotti.
Prof. Mauro Bortolotti

Intolleranza all’esaprazolo
25 Set 11 - alberto, 65 anni (id: 119016)
  dopo vari mesi di assunzione di pantorc 20per una ernia jatale e gastroduodenuite ipermemics ed edematosa mi e stato prescritto il lucen 40 che assumo prima di colazione 30 minuti prima: Dopo lassunzione di tale farmaco avverto: dolomzie muuscolo scheletriche, ansia broncospasmo, mialgie, dolenzie al duodeno, cervicalgia, prurito, dolenzie osteomuscolari, cefalea, disuria. lieve aumento della temperatura, ecc ecc POssibile? perche con il pantorc non avvertivo tali sintomi che io attribuisco allansia? allora e ansia o effetto collaterale del Lucen 40? Grazie
E’ possibile che sia intollerante od allergico all’esaprazolo, ritorni al suo pentaprazolo, che poi è eguale all’altro come effetto sulla secrezione acida.
Prof. Pier Roberto Dal Monte

Intolleranza all’ esomeprazolo
25 Set 11 - alberto, 65 anni (id: 119015)
  dopo vari mesi di assunzione di pantorc 20 per una ernia jatale e gastroduodenuite ipermemics ed edematosa mi e stato prescritto il lucen 40 che assumo prima di colazione 30 minuti prima. Dopo lassunzione di tale farmaco avverto: dolomzie muuscolo scheletriche, ansia broncospasmo, mialgie, dolenzie al duodeno, cervicalgia, prurito, dolenzie osteomuscolari, cefalea, disuria. lieve aumento della temperatura, ecc ecc POssibile? perche con il pantorc non avvertivo tali sintomi che io attribuisco allansia? allora e ansia o effetto collaterale del Lucen 40? Grazie
Egr. Sig. Alberto, Nel dubbio di una intolleranza all’esomeprazolo 40 riprenda pantoprazolo 40 per avere la stessa efficacia. Cordiali saluti, Prof. Mauro Bortolotti.
Prof. Mauro Bortolotti

Sospetta intolleranza agli IPP
25 Set 11 - aldo, 65 anni (id: 119014)
  dopo vari mesi di assunzione di pantorc 20per una ernia jatale e gastroduodenuite ipermemics ed edematosa mi e stato prescritto il lucen 40 che assumo prima di colazione 30 minuti prima: Dopo lassunzione di tale farmaco avverto: dolomzie muuscolo scheletriche, ansia broncospasmo, mialgie, dolenzie al duodeno, cervicalgia, prurito, dolenzie osteomuscolari, cefalea, disuria. lieve aumento della temperatura, ecc ecc POssibile? perche con il pantorc non avvertivo tali sintomi che io attribuisco allansia? allora e ansia o effetto collaterale del Lucen 40? Grazie
E’ possibile che abbia un’intolleranza al pantoprazolo, nche se non ho mai osservato un caso simile, provi a cambiarlo prendendo dell’omeprazolo o il pariet
Prof. Pier Roberto Dal Monte

Sospetta celiachia
25 Set 11 - anna, 30 anni (id: 119013)
  salve ho avute diversi problemi intestinali da 3 mesi,diarrea gonfiore addominale stitichezza mal di stomaco difficolta a digerire. sono stata da un gastroen.il quale mi ha fatto fare diversi esami:delle feci,del sangue, eco addome,eco tiroide,breat test al lattosio.risultato positivo al lattosio ..eliminato il lattosio dalla dieta e sparito il gonfiore ma persistono ancora altri problemi ho fatto quindi la gastroscopia la quale ha evidenziato:lembi di mucosa a struttura villosa conservata con aumento dei linfociti intraepiteliali CD3 positivi.(lesione tipo 1 sec. Marsh).frammenti di mucosa gastrica di tipo antrale e corpalsenti da significativo infiltrato flogistico.cosa vuol dire e che esa... continua >>
mi dovrei fare?grazie
Vuol dire che probabilmente ha una forma leggera di celiachia che eventualmente potrebbe approfondire con i test d’intolleranza al glutine o anche con quelli genetici.
Prof. Pier Roberto Dal Monte

Dolore addominale radicolitico e meteorismo
24 Set 11 - Adriana, 37 anni (id: 119009)
  caro Dr ad agosto di questanno ricovero urgente per coliche con bruciore sempre nella parte alta delladdome questultimo gonfio,nausea e diarrea ad ogni pasto.avverto anche bruciore e dolore alle ultime costole toracice e alla digito pressione il dolore aumenta.ESAMI ESEGUITI:gastrosacopia: HP E GASTRITE CON ERNIA IATALE.colonscopia:Colonpatia funzionale,ecografia addome:tutto ok solo un po di steatosi epatica.esami di laboratorio ok tranne un lattività protrombinica 51%(oggi ho ripetuto lesame ed e >100 quindi ok)tac addome con MDC con esito negativo.RX TORACE:ok.RX COLONNA VERTEBRALE: 2 PROTUSIONI alla colonna vertebrale piu una microscopica ernia discale.RX BACINO(eseguito perchè avevo dol... continua >>
ore anche allanca destra)con esito negativo.terapia attuale:ulcezol 1cpr la mattina, rifacol 2 cpr mattina e sera per la diarrea che dovrò continuare per 10 giorni e la diarrea è cessata) duspatal 1cpr a colazione e pranzo, 1 bustina di fermenti lattici VSL3,1 yogurt probiotico al giorno, dieta rigida,debrum la sera.Insomma dopo quello che le ho appena scritto le volevo dire che la situazione è un tantino migliorata ma che purtroppo durante il giorno non posso stare tanto alzata perchè ho sempre laddome gonfio( dallombellico in su e un bruciore che prende il colon trasverso e spesso anche bruciore alle costole e spesso alla schiena direzione colon trasverso)ma cosa devo fare? io sono un soggetto vitale e questo dolore mi crea parecchio disagio e ansia. cè un rimedio?può aiutarmi?
Gentile Signora, il dolore che lamenta a livello costale e lateralmente nell’addome penso sia in relazione ai suoi problemi alla colonna.>>>>>La radicolite La radicolite è un`infiammazione di una o più radici nervose dei nervi spinali nel punto in cui emergono dal midollo spinale; è generalmente determinata da un ernia discale che comprime la radice del nervo corrispondente alla sede dove si è formata l’ernia nella colonna. Così potremo avere delle radicoliti cervicali, toraciche e lombari (la classica sciatalgia). Altre cause possono essere malattie primitive o proprie dei nervi (polineuropatie), infezioni anche virali, fatti tossici o traumi a carico della colonna, del midollo spinale o dei nervi. Per il meteorismo potrebbe trattarsi di un’intolleranza al lattosio od anche al glutine: faccia ricerche in tal senso od una dieta di esclusione per prova di qualche settimana, non escluderei infine un dismicrobismo che può curare con un antibatterico tipo la tetraciclina o la ciprofloxacina..
Prof. Pier Roberto Dal Monte

Afta di ndd
24 Set 11 - Marta, 25 anni (id: 119007)
  Gentile Dottore, Da due settimane mi si e’ sviluppata un’afta sul palato, che non accenna a sparire. Dal momento che il mio stile di vita presenta fattori di rischio (sono ex fumatrice, soffro di bulimia nervosa, nonche di MRGE da 8 anni) vorrei sapere esattamente quali esami medici devo eseguire per capire se si tratta di cancro alla bocca. Capisco che tale patologia e’ rara in giovane eta’ (ho 25 anni), ma vorrei comunque sottopormi ad esami che accertino la presenza o meno di un tumore, dati i fattori di rischio sopra menzionati. Quali esami mi consiglia? Cordialmente Marta
Gentile Sig.ra Marta, le consiglio una visita dallo stomatologo. Cordiali saluti, Prof. Mauro Bortolotti.
Prof. Mauro Bortolotti

Possibile metaplasia pancreatica
24 Set 11 - Lorenzo, 41 anni (id: 119004)
  Gentile Prof. Dal Monte, le scrivo per sottoporle lesito delle biopsie di una mia prima, recente gastroscopia: "Gastrite cronica superficiale dellantro con minima attività e con focale metaplasia acinare. Si segnala la presenza di micoorganismi tipo Helicobacter." Ho effettuato la terapia contro lHP, e attendo di fare il test fecale per verificarne leradicazione. Le chiederei soprattutto di spiegarmi cosa sia la metaplasia acinare: lanatomo-patologo che ha eseguito la biopsia mi ha infatti solo detto che si tratta di una metaplasia pancratica. La ringrazio per la disponibilità e per la risposta che vorrà darmi. Cordialità, Lorenzo
Vuol dire che come talvolta accade una minima parte di pancreas o un gruppo di cellule pancreatiche è cresciuta nello stomaco, nulla di grave fra qualche anno ricontrolli tale sede con endoscopia.
Prof. Pier Roberto Dal Monte


Da 2687 a 2702 di 28144