Sei in: Medico on-line > Gastroenterologia

Aderiamo allo standard HONcode per l'affidabilità dell'informazione medica Aderiamo allo standard HONcode per l'affidabilità dell'informazione medica.
Verifica qui.


Gastroenterologia
Referenti
  • Prof. Pier Roberto Dal Monte

  • Già Direttore Dipartimento medico-chirurgico delle Malattie dell’apparato digerente. Ospedale Bellaria-Maggiore. Bologna.

  • Prof. Mauro Bortolotti

  • Professore a Contratto della Specializzazione in Medicina Interna
    Facoltà di Medicina e Chirurgia dell’Università di Bologna
    Policlinico S. Orsola


ultimo aggiornamento 27/11/2014
 
Aree tematiche


Nella compilazione della tua domanda ti chiediamo gentilmente di attenerti il più possibile alle aree tematiche qui sopra riportate
ultimo aggiornamento 26/01/2007
Invia la tua domanda

Domande / Risposte
Sospetta stenosi esofagea
28 Dic 11 - rosaria, 40 anni (id: 120225)
  egregio prof. le avevo scritto circa un mese fa per un problema che riguardava la difficoltà ad alimentarsi di mio padre, operato il 12 ottobre di gastrectomia in seguito ad un tumore allo stomaco. Lei mi aveva consigliato un radiografia del transito esofago digiunale e così è stato fatto e dalla radiografia risulterebbe tutti a posto, da cosa può dipendere allora questa difficoltà?ora nn riesce a mandare giù quasi nulla, il cibo"si blocca" dopo il primo boccone e qsi immediatamente sente il bisogno di vomitare ma non vomita il cibo bensì un liquido acquoso (non so come definirlo. Lui ormai non vuole più nemmeno tentare di mangiare e sta deperendo sempre più...cosa ci consiglia di fare? Graz... continua >>
ie per la sua disponibilità
E’ possibile si tratti di una disfunzione esofagea. Che cerificherei anche con una esofagoscopia. Con tale esame si può valutare anche la necessità di mettere un sondino nasogastrico per una alimentazione diretta con tale mezzo. Almeno momentaneamente.
Prof. Pier Roberto Dal Monte


MRGE e gastroscopia
28 Dic 11 - francesco, 27 anni (id: 120222)
  esimio prof.bortolotti,son in attesa di una egds(tempi di prenotazione,ci son poi le festivita di mezzo,quindi....)per inquadrare,finalmente,i miei parecchi sintomi gastrointestinali:da 2 mesi capita che,prevalentemente al mattino,mi si accumuli talmente tanto muco-saliva in gola da dover raschiar la medesima,e a volte questotiraremi causa vomito,molto di rado alimentare,sopratutto salivare-bruciante.il gastroenterologo che mi segue,dopo un attenta anamnesi e visita(anche per sintomi al colon)ha parlato di sospetto reflusso gastroesofageo e sindrome dellintestino irritabile,anche perche il mio alvo e normale,con rara diarrea.(sangue occulto nelle feci negativo,idem ricerca helicobacter pyolr... continua >>
i)seguo,secondo lindicazione,lansox 30 mg orodispersibilee 1 al di 30 minuti prima di colazione e 4 cucchiai di gaviscon advance.orbene,col lansox lipersecrezione salivare era cessata,ma lho sospesa per qualche giorno per diarrea e i sintomi son riapparsi.inoltre noto la concomitanza di altri sintomi,come nausea,a volte intensa,dolore epigastrico,a volte ritorna latavico dolore al colon,a volte sx altre dx.mangio in modo monacale,ma non sta cambiando nulla.so che edobbligo,a questo punto,legds per capire in toto,ma le chiedo:secondo la sua esperienza,di cosa puotrattarsi?ho anche sintomi influenzali senza febbre,che forse esacerbano il tutto.mi creda,sono disperato,ho mia padre col diabete e mia madre con diarrea ematica,quindi immagini lansia.cosa potrei avere?
Egr. Sig. Francesco, come le ho già detto, probabilmente si tratta di una malattia da reflusso che va curata con IPP a dosi adeguate a seconda del caso, ma è bene effettuare la gastroscopia per escludere altre patologie. Cordiali saluti, Prof. Mauro Bortolotti.
Prof. Mauro Bortolotti

MRGE resistente con HP resistente
28 Dic 11 - Salvo, 52 anni (id: 120220)
  Egregio Dottore, in riferimento al id.120207 (MRGE recidivante)Egr. Le specifico che la gastroscopia è stata fatta sotto trattamento (cioè continuando ad assumere solo gli IPP). Il gastroenterologo non ritiene opportuno fare lantibiogramma sulla cultura della biopsia, perchè non servirebbe, dati i precedenti esiti con le 2 terapie (tradizionale e sequenziale), e non rientrando nelle categorie a rischio. Condivide? Mi faccia sapere. Io comunque ho notato che ho parecchio meteorismo che spesso accompagna lesofagite. Che devo fare per debellarla. Egiusto prendere una sola compressa di esomeprazolo da 40mg alla mattina. Dovrei aumentare la dose? Grazie e mi scusi.Cordiali saluti, Le auguro feli... continua >>
ce anno nuovo.
Egr. Sig Salvo, l’antibiogramma può essere utile dal momento che non credo che nei due trattamenti precedenti abbia fatto tutti gli antibiotici ai quali l’HP potrebbe essere sensibile e perchè la mucosa gastrica è ridotta piuttosto male per colpa forse anche dell’HP. Il fatto che sotto trattamento vi sia ancora una esofagite erosiva dovrbbe spingere il gastroenterologo a prendere provvedimenti più efficaci. Cordiali saluti, Prof. Mauro Bortolotti.
Prof. Mauro Bortolotti

Sospetta gastroparesi
27 Dic 11 - simone, 35 anni (id: 120215)
  egregio professore sono un uomo di 35 anni sono stato operato di nissen robotica rossetti nel 2007 dopo l intervento severa disfagia, gas bloat nausea percui ho effettuato 2 dilatazioni pneumatiche al cardias e una al piloro. questo ha risolto la disfagia ma non la nausea. nel 2009 sono stato rioperato conversione in toupet laparoscopica. il sospetto e che ci sia stata una lesione al vago nel primo intervento e che sia il meccanismo di innesco della mia sintomatologia (nausea,tachicardia riscontrata con holter 24 ore,calo ponderale) ho sempre senso di indigestione,sazieta dopo pochi bocconi,digestione lenta ecc ecc insomma una situazione penosa. un rx transito con bario e risultato nella... continua >>
norma ,la gastroscopia ha evidenziato una modesta iperemia antrale e una ipocinesia gastrica,la manometria esofagea e normale,bilitec gastrico 24 ore e colescintigrafia non ha mostrato nessun episodio di reflusso duodeno gastrico.(provati tutti i farmaci antiemetici,procinetici,antispastici e addirittura antidepressivi triciclici ma nessun beneficio) il chirurgo che mi ha operato mi ha consigliato di fare un pasto marcato portando il pranzo che faccio solitamente per valutare i tempi di svuotamento (sicuramente rallentato visto l ipocinesia e il senso di indigestione e peso sullo stomaco) ma il problema e trovare una soluzione. mi ha accennato la possibilita di impiantare un pace maker gastrico....?? secondo lei cosa posso fare??? grazie
Può fare per conferma il pasto con marcanti isotopici. Se verrà confermato, come possibile, il sospetto di gastroparesi per lesione vagale,può effettivamente valutare l’impianto del pacemaker della Medtronic (a mia conoscenza e si veda per questo il sito: http://www.medtronic.com/patients/gastroparesis/device/index.htm ).Peraltro con il tempo lo stomaco spesso riacquista la sua motilità se la gastroparesi è di tipo iatrogeno.
Prof. Pier Roberto Dal Monte

Dolore epigastrico
27 Dic 11 - elisa, 22 anni (id: 120214)
  gentile professore le scrivo in quanto questa mattina mi sono svegliata con forti dolori addominali,feci molli, nausea e senso di blocco allo stomaco. premetto che è da due giorni che ho le mestruazioni, ma non ho mai avuto questo genere di disturbo durante il mestruo. sono preoccupata perchè dopo la diagnosi di gastrite cronica e colon irritabile(id utente 119288)ho continuato a perdere peso a causa di una totale modifica del modo di mangiare, in definitiva ho perso 16 chili in 8 mesi( da quando ho iniziato ad avere i primi dolori allo stomaco) ora con il sopraggiungere di questo problema anhce oggi non sono riuscita a mangiare molto, inizio ad avere paura di essere sottopeso e nello stesso... continua >>
tempo però a causa di questi dolori e della paura di stare male non riesco ad assumere la quantità di cibo esatta, trovo che sia una vera e propria fobia del cibo. secondo lei posso stare tranquilla? la ringrazio
Gentile Sig.na Elisa, è necessaria una visita per capire l’origine del dolore epigastrico e della diarrea. Distinti saluti, Prof. Mauro Bortolotti.
Prof. Mauro Bortolotti

Neoplasia della papilla.
27 Dic 11 - Elena, 79 anni (id: 120211)
  buongiorno, alla mia mamma di 79 anni hanno appena diagnosticato una Neoplasia sanguinante della regione vateriana con Ernia Iatale. Questo il Referto. Terza porzione duodenale regolare. A livello terza regione perivateriana, II porz. duodenale, si reperta una neoplasia ulcerata e sanguinante a nappo di circa 3 cm di diametro. Nel bulbo sono presenti residui ematici freschi Piloro Pervio Antro, corpo e fondo regolari Linea Z a 37 cm dallAD lZ.m. dallA.D. Impronta dei pilastri diaframmatici a 36 cm dallAD Tra il cardias e limpronta dei pilastri è presente un sacco erniario. Esofago regolare Biopsie : 2 sulla neoplasia. Non abbiamo ancora lesito della biopsia (nè di altri es... continua >>
ami ( es TAC addominale ) perchè la gastroscopia è del 23/12. Ci hanno detto di rivolgerci con urgenza ad un chirurgo, e chiedo la vostra cortese consulenza per sapere come sia meglio procedere, e se potete consigliarci a chi rivolgerci in Toscana ed in Emilia. Nel frattempo, la mamma è molto sofferente ed inappetente e non sappiamo se e cosa sia possibile fare almeno per lenire il dolore, o cosa sia meglio farle mangiare ( liquido o solido a piccoli pezzi ? ) Vi ringrazio in anticipo dellattenzione, ed attendo fiduciosa una vostra risposta. Cordiali saluti Melania
Consiglierei di rivolgersi al Professor Tonelli della Clinica Chirugica dell’Università di Firenze.
Prof. Pier Roberto Dal Monte

Diarrea e vomito
27 Dic 11 - laura, 37 anni (id: 120209)
  Ho ereditato dalla mia famiglia la gastrite. Il mio medico curante mi ha ordinato di assumere Pantorc 40 mg come gastro-protettore, perchè ultimamente vado a diarrea e vomito a gg alterni.Ma essendo allergica al nichel da alimenti ed al contatto, posso assumerlo? Pantorc contiene anche sodio laurilsolfato cioè sls? resto in attesa di risposta. Grazie mille. Laura
L’uso di un antiacido non misembra la miglior cura per i sturbi che ora lamenta forse è bene valutare meglio la causa della diarrea facendo eventualmnte anche le ricerche per intolleranza al glutine. Eviti per ora i latticini e faccia un disinfettante intestinale come il ciproxin 1 cp al dì da 750 per 5-6 gg.
Prof. Pier Roberto Dal Monte

MRGE recidivante
27 Dic 11 - Salvatore, 52 anni (id: 120207)
  Egregio Professore, è da circa 15 anni che soffro con lo stomaco in particolare ho cronicizzato un fastidio/dolore alla bocca dello stomaco anche in zona retrosternale. L’attuale terapia è 1 cmp. di Lucen 40mg al mattino. Le varie egds da sempre hanno evidenziato una gastrite cronica lieve senza infezione da H.P. La penultima del 2011 ha dimostrato una esofagite di grado A. Gastropatia antrale di aspetto polipoide. Biopsia: contaminazione H.P. Effettuati n.2 cicli di terapia (tradizionale e sequenziale. L’H.P. non viene debellato). L’ultima egds: Prossimalizzazione della linea Z al limite della piccola ernia iatale da scivolamento,cardias sufficientemente continente,esofagite erosiva dis... continua >>
tale grado class.LA A, a livello antrale rilevatezze mammellonate subcentimetriche,sessili a superficie onogenea ed isocromica alla mucosa limitrofa (esiti di farmaci iatrogeni?).Prelievi in situ. Esame microscopico della biopsia: mucosa gastrica di tipo antrale con lieve ipertrofia foveolare.Regolare il numero di elementi linfo plasmacellulari della lamina propria.Non si osserva infiltratro cellulare anomalo.Non si osserva displasia epiteliale.Si osservano corpuscoli batterici riferibili a H.Pylori. Da premettere che ho una Ileite distale lieve aspecifica. Angiodisplasia dellìascendente. Emorriidi II° grado. Ileite cronica aspecifica. Assumo beta bloccanti e sartanici per la pressione. Posso guarire? Cosa devo fare per stare meglio? La saluto con stima e Le auguro buone feste.
Egr. Sig. Salvatore, la gastroscopia è stata fatta sotto trattamento? Per l’HP occorre fare un antibiogramma sulla cultura della biopsia. Cordiali saluti, Prof. Mauro Bortolotti.
Prof. Mauro Bortolotti

Gastropatia ed H.P.
27 Dic 11 - Salvatore, 52 anni (id: 120206)
  Egregio Professore, è da circa 15 anni che soffro con lo stomaco in particolare ho cronicizzato un fastidio/dolore alla bocca dello stomaco anche in zona retrosternale. L’attuale terapia è 1 cmp. di Lucen 40mg al mattino. Le varie egds da sempre hanno evidenziato una gastrite cronica lieve senza infezione da H.P. La penultima del 2011 ha dimostrato una esofagite di grado A. Gastropatia antrale di aspetto polipoide. Biopsia: contaminazione H.P. Effettuati n.2 cicli di terapia (tradizionale e sequenziale. L’H.P. non viene debellato). L’ultima egds: Prossimalizzazione della linea Z al limite della piccola ernia iatale da scivolamento,cardias sufficientemente continente,esofagite erosiva dis... continua >>
tale grado class.LA A, a livello antrale rilevatezze mammellonate subcentimetriche,sessili a superficie onogenea ed isocromica alla mucosa limitrofa (esiti di farmaci iatrogeni?).Prelievi in situ. Esame microscopico della biopsia: mucosa gastrica di tipo antrale con lieve ipertrofia foveolare.Regolare il numero di elementi linfo plasmacellulari della lamina propria.Non si osserva infiltratro cellulare anomalo.Non si osserva displasia epiteliale.Si osservano corpuscoli batterici riferibili a H.Pylori. Da premettere che ho una Ileite distale lieve aspecifica. Angiodisplasia dellìascendente. Emorriidi II° grado. Ileite cronica aspecifica. Assumo beta bloccanti e sartanici per la pressione. Posso guarire? Cosa devo fare per stare meglio? La saluto con stima e Le auguro buone feste.
Siccome con l’istologia che è l’esame che non crea dubbi è bene fare il trattamento eradicante come leggerà nell’allegato.
Infezione_da_Helicobacter_Pilori_(3).doc
Prof. Pier Roberto Dal Monte

Dolori epigastrici di ndd
26 Dic 11 - leda, 78 anni (id: 120202)
  Mia madre diabetica insulica, soggetta a ernia iettale, assume coumadin da circa 1 anno per problemi polmonari. Ha subito circa 5 anni fa lasportazione del seno destro e circa un anno dopo quella del rene sinistro. Da qualche mese (da settembre circa) è soggetta a forti dolori alla bocca dello stomaco (sia a diguno che non) che la prostrano e le rendono difficoltoso persino il respirare, sia che rimanga seduta, in piedi o sdraiata. Il dolore è continuo e si prolunga per un periodo che va dai 30 in calando. Man mano che si affievolisce nel punto dello stomaco, si sposta nella parte laterale destra della schiena. Il tutto dura circa unora.Nellultimo mese la frequenza è stata di circa una vol... continua >>
ta ogni 15 gg. ma ieri le"crisi" si sono verificate per ben tre volte nella stessa giornata. Inoltre la pancia è gonfia e rumorosa (come quando si è a digiuno)come se fosse piena daria.Sono molto preoccupata... cosa potrebbe essere?
Gentile Sig.ra Leda, sono certamente necessari urgenti accertamenti da stabilire in base ad una visita gastroenterologica. Se vuole può contattarmi al n. 051-307901. Cordiali saluti, Prof. Mauro Bortolotti.
Prof. Mauro Bortolotti

Dolore addominale
26 Dic 11 - leda, 78 anni (id: 120201)
  Mis madre soffre periodicamente di un forte dolore alla bocca dello stomaco.Man mano che si affievolisce in quel punto, si trasferisce nella parte destra della schiena allaltezza delle scapole. E un dolore costante non intermittente che ha una durata di circa 30-Mia madre ha subito lasportazione del seno destro e del rene destro.E diabetica insulinica e assume coumadin da circa un anno. E molto gonfia e laddome "rumoreggia" come quando si è a digiuno da molto tempo... Il dolore si manifesta sia a stomaco pieno che a stomaco vuoto. Sono molto preoccupata. Il doloreè molto forte, sia che resti in posizione seduta, sdraiata o in piedi.. le toglie le forze e il respiro... si rifiuta di farsi vis... continua >>
itare... cosa potrebbe essere?
Consiglio di fare con una certa urgenza una TAC addominale.
Prof. Pier Roberto Dal Monte

colon irritabile?
26 Dic 11 - GIANLUCA, 34 anni (id: 120197)
  Buongiorno dottori,verso fine maggio a seguito di cura antibiotica ho cominciato a soffrire di borborigmi , fastidio sotto la costola destra ed allaltezza appendicite, dolori al basso ventre , flautolenza , meteorismo e scariche di diarrea o feci molli 3/4 volte al giorno soprattutto al mattino in maniera precipitosa ed a volte anche senza dolore addominale che comunque passavano con la defecazione Il medico di base mi ha fatto assumere normix , risultato nullo e mi ha parlato di colon irritabile. Sono andato da un gastroenterologo palpazione addome diagnosi colite con accentuato meteorismo e dismicrobismo , esami del sangue (pcr , elettroforesi ,ematocrito , piastrine , emoglobina , formu... continua >>
la leucocitaria , ige totali , tsh , amilasi totale , lipasi , ves , proteine totali), sangue occulto , esami urine , coprocultura feci , parassiti e clostridium tutto nella norma , colonscopia condotta fino allileo terminale con biopsia del colon ascendente e discendente , risultato: il viscere esplorato e normale e la biopsia da una diagnosi di mucosa colica con architettura e mumiciparita conservate , lieve edema e lieve flogosi cronica aspecifica , non attiva, questultime due voci secondo gastroenterologo dipendenti dalla preparazione per la colonscopia , diagnosi colon irritabile cura levopraid , vsl e diosmectal risultato nullo.Non ho mai perso peso , mantengo appetito e continuo a svolgere la mia attivita agonistica di giocatore di calcio a 5 senzsa problemi.
Egr. Sig. Gianluca, vi è una colite aspecifica, ma per parlare di dismicrobismo e di colon irritabile si devono escludere altre malattie organiche e funzionali intestinali che hanno una sintomatologia simile(vedi area tematica relativa per maggiori informazioni) con altri esami da stabilire in base ad una visita ed alla valutazione diretta di quelli già fatti. Se è confermato il colon irritabile, tenga presente che noi abbiamo effettuato uno studio sugli effetti di un prodotto di origine vegetale sui sintomi del colon irritabile con buoni risultati. Se è interessato a partecipare, mi può contattare al n. 051-307901. Cordiali saluti, Prof. Mauro Bortolotti
Prof. Mauro Bortolotti

Sospetta enterocolite da antibioticio
26 Dic 11 - GIANLUCA, 34 anni (id: 120195)
  Buongiorno e scusate per il disturbo , ma vorrei gentilmente un vostro parere .Tutto e iniziato verso fine maggio , quando dopo una cura antibiotica ho cominciato a soffrire di attacchi di mal di pancia al basso ventre fastidi sotto la costola destra allaltezza dellappendicite , continui borborigmi , flautolenza con conseguente diarrea precipitosa ed a volte senza dolore , con 3/4 scariche giornaliere .Il medico di base mi prescrisse una cura a base di normix , risultato fu nullo allora mi disse che era solo stress.Consulto un Gastroenterologo , palpazione addome diagnosi colite con accentuato meteorismo e dismicrobismo , mi fa fare esami del sangue (ves , emocromo , lipasi pancreat... continua >>
ica, amilasi totale, elettroforesi , proteina c reattiva , tsh , fomula leucocitaria , ige totali , proteine totali , emoglobina , ematocrito , esami urine , sangue occulto nelle feci , esami delle feci (coprocoltura , parassitologico e ricerca clostridium), tutto nella norma;colonscopia condotta fino allileo terminale: viscere esplorato normale , biopsia diagnosi di mucosa colica con architettura e municiparita conservate,lieve edema e lieve flogosi cronica aspecifica , non attiva,questultime due voci secondo il gastroenterologo dipendenti dalla preparazione per la colonscopia diagnosi colon irritabile, cura levoprai,vsl e diosmectal ma niente .Mai perso peso ed appettito e continuo la mia attivita agonistica a calcetto. Ad oggi la situazione rimane stabile. Grazie
Antiacidi ed antibiotici connessi a diarrea da Clostridium difficile e ad altri disturbi addominali per dismicrobismo intestinale Gli inibitori della pompa protonica (IPP) e gli agonisti dei recettori H2, come la ranitidina, sono associati ad un aumento del rischio di infezione da germi introdotti con i cibi o di crescita abnorme dei normali germi intestinali, particolarmente seria è però l’infezione da Clostridium difficile (C.D.). Recenti studi suggeriscono infatti un aumento dell’incidenza e della gravità della infezione intestinali poichè l’acidità gastrica, avendo un effetto antibatterico, costituisce uno dei principali meccanismi di difesa contro i germi patogeni normalmente ingeriti: la perdita della normale acidità dello stomaco è stata associata quindi alla colonizzazone o a contaminazione batterica del tratto gastrointestinale superiore che è generalmente sterile. Lo stesso si può avere con l’uso di antibiotici e cortisonici. La crescita abnorme di germi (detto anche colonizzazione batterica e/o dismicrobismo) ed in particolare del C.D.(che si rileva con il dosaggio dellla tossina botulinica nelle feci) sono caratterizzati da meteorismo, dolori addominali e spesso da irregolarità dell’alvo e talvolta da diarrea.naturalmente bisogna sospendere la terapia che si sta facendo. Anche se il clostridium non è stato trovato la vancomicina od il metronidazolo possono giovare molto.
Prof. Pier Roberto Dal Monte

Sospetta enterocolite
25 Dic 11 - emanuele, 37 anni (id: 120194)
  gentile Dott. dalleta di 20 anni soffro de rettocolite ulcerosa curata con tutti i farmaci in commercio fino a febbraio 2011 causa ripetuti ricovreri da ricutizzazione della malattia si e deciso di passare all infliximab,dopo la seconda infusione del farmaco sono rinato la mia calproctetina da valore 5000 e passata a150,adesso dopo 10 mesi ho dei dolori allo stomaco e 4 scariche giornaliere,puo essere un influenza intestinale o la malattia?grazie mille
E’ possibile che sia solo una banale enterocolite in RCU attualmente inattiva, ma non si può escludere una riacutizzazione che peraltro dovrebbe documentarsi anche con la presenza di sangue e muco ed aumento della calprocteina.
Prof. Pier Roberto Dal Monte

Stipsi ribelle
24 Dic 11 - Enza, 52 anni (id: 120186)
  gent. Prof. bortolotti,sono affetta da sclerosi multipla daa 30 anni e soffro di stitichezza molto ostinata,sto assumendo 1 bustina di movicol al dì da 2 mesi e da qualche giorno ho prurito alle braccia e alladdome e non riesco a fare il respiro per intero. Vorrei sapere se devo sospendere il movicol, e se dovessi farlo, cosa posso in sostituzione.Con il movicol riesco ad andare un pò in bagno ma primaa ne ho provato di tutti i colori senza nessun risultato. Ho sempre mal di stomaco e spesso bruciore al basso ventre ed alla pancia e quando non vado in bagno sto ancora più male.Questo problema della stipsi mi fa soffrire ferocemente-più volte ho dovuto subire la manovra rettale perchè erano ... continua >>
giorni che non riuscivo ad andare in bagno. La prego professre di consigliarmi cosa devo fare: se posso continuare ad assumere il movicol nonostonte abbia prurito e difficoltà a fare il respiro per intero come se fossi ansiosa quando invece non lo sono, e se secondo lei è meglio non farlo , cosa posso prendere in sostituzione tenendo presente che ho lesofagite e lernia iatale,che sono intollerante al lattosio e che soffro di mal di stomaco e di bruciore alla pancia anche per tutti i farmaci che ho preso e per quelli che continuo a prendere. La ringrazio immensamente per il suo aiuto
Gentile Sig.ra Enza, per potere dare una terapia efficace occorre prima di tutto vedere che tipo di stipsi ha sulla base di una visita gastroenterologica, che è necessaria anche per chiarire gli altri disturbi come la dispnea ed il prurito. Cordiali saluti, Prof. Mauro Bortolotti.
Prof. Mauro Bortolotti


Da 2687 a 2702 di 28431