Sei in: Medico on-line > Gastroenterologia

Aderiamo allo standard HONcode per l'affidabilità dell'informazione medica Aderiamo allo standard HONcode per l'affidabilità dell'informazione medica.
Verifica qui.


Gastroenterologia
Referenti
  • Prof. Pier Roberto Dal Monte

  • Già Direttore Dipartimento medico-chirurgico delle Malattie dell’apparato digerente. Ospedale Bellaria-Maggiore. Bologna.

  • Prof. Mauro Bortolotti

  • Professore a Contratto della Specializzazione in Medicina Interna
    Facoltà di Medicina e Chirurgia dell’Università di Bologna
    Policlinico S. Orsola


ultimo aggiornamento 27/11/2014
 
Aree tematiche


Nella compilazione della tua domanda ti chiediamo gentilmente di attenerti il più possibile alle aree tematiche qui sopra riportate
ultimo aggiornamento 26/01/2007
Invia la tua domanda

Domande / Risposte
Dispepsia
30 Gen 12 - Ezio, 66 anni (id: 120584)
  12 anni fa ho subito un intervento di cefalopancresectomia causa cacinoma della papilla di water. da qualche mese dopo i pasti sento forte gonfiore e senzazione di difficoltà digestive. potete darmi un consiglio? grazie
Mi sembra un problema di stomaco. Provi a seguire i consigli che le allego prendendo un gastrocinetico soltanto (domperidone) facendo anche la ricerca dell’helicobacter. Se non migliora le consiglio di fare una esofagogastroduodenoscopia.
Trattamento_della_dispepsia_(3)_.doc
Prof. Pier Roberto Dal Monte


Stipsi improvvisa
30 Gen 12 - Luca, 41 anni (id: 120582)
  Gentile Dott.Bortolotti, desideravo esporle il mio caso. Non sono mai stato un super regolare al bagno almeno un giorno si e uno no riesco sempre ad evacuare. Purtroppo, dopo esser stato male con la pancia ed aver subito una notte di spasmi e diarrea, mi si e poi bloccato tutto. Euna settimana che, pur avvertendo un certo gonfiore, non riesco ad andare al bagno. Mi manca proprio lo stimolo. Anche la peretta di glicerina non ha sortito grandi effetti. Stasera ho preso una bustina di Psyllogel nella speranza di poter andare domani. Quando mi sforzo mi escono...poco pero...un po di emorroidi...piccolo gonfiore vene perianali più che altro...domani vedremo lesito della bustina...nel caso non mi... continua >>
facesse alcun effetto, lei cosa mi consiglia? Un qualcosa di più forte? Domani sarà lottavo giorno... La ringrazio e saluto. Luca
Egr. Sig. Luca, sarebbe bene fare una visita dal suo medico per escludere altre cause di stipsi. Cordiali saluti, Prof. Mauro Bortolotti.
Prof. Mauro Bortolotti

Reflusso
28 Gen 12 - lucrezia, 39 anni (id: 120573)
  Egregio Professore, sono la signora lugrezia che le ha scritto ieri. Forse non sono stata chiara nella mia domanda. Non le ho chiesto se lesomaprazolo causa reflusso, ma che lo sto assumendo a causa del reflusso. precisato questo la domanda è la seguente: ho necessità di eseguire un emocromo con anche verifica di sideremia e ferritina e altri eventuali esami (ma non sul fegato ). Devo sospendere il farmaco per non avere valori sfalsati o posso continuare lassunzione. ( In particolare mi interessa lemoglobina). La ringrazio nuovamente
Puo fare gli esami non vengono alterati.
Prof. Pier Roberto Dal Monte

Terapia MRGE
28 Gen 12 - luisa, 25 anni (id: 120571)
  salve dottore,a seguito di dolori allimboccatura dello stomaco e digestione difficile ho fatto gastroscopia e ecografia che riportano quanto segue:la gastroscopia:cardias modicamente incontinente con ora serrata di aspetto frastagliato,per il resto tutto normale,conclusioni:incontinenza cardiale.ecografia tutto nella norma,tranne stomaco modicamente ectasico ,con abbondante contenuto mucoso(ho assunto parecchio alginato in quel periodo-?-)con scarsa peristalsi.La mia domanda è questa:lei come vede il mio percorso terapeutico anche guardando alle difficoltà e complicazioni della mia situazione nel lungo periodo(andando in là con gli anni dovro prendere dempre di più i farmaci e ci sarà la pos... continua >>
sibilità di un peggioramento sia come dolore che come situazione endostopica nonostante i farmaci?)questemie domande sono più che altro indirizzate verso questultima:mi consiglia ,data la mia età ,di prendere in considerazione un intervento antireflusso?anche perchè purtroppo prendo già molti farmaci e non vorrei assumerne altri soprattutto a lungo termine.La ringrazio molto.un ultimo consiglio,si può assumere anchelalginato quello sciolto che ti vendono in farmacia come produzione galenica(per la cucina),come materia prima ,come barriera antireflusso o non fa lo stesso effetto di quello abbinato ad altro o lavorato negliintegratori/farmaci?grazie ancora
Gentile Sig.na Luisa non esiste un intervento che ripristini la funzione normale del cardias, ma solo plastiche antireflusso che restringono il passaggio cardiale per impedire il reflusso. Purtroppo non sempre funzionano, specialmente se non sono eseguite in un centro specializzato, non hanno una durata molto lunga (solo alcuni anni) e comportano vari effetti collaterali, come la difficoltà alla deglutizione in un terzo dei casi, l’aerogastria bloccata, la difficoltà a eruttare e vomitare, ecc., per cui vanno eseguite solo se la terapia medica con IPP a dosi adeguate non funziona. Fortunatamente gli IPP sono farmaci ben tollerati e se presi con controlli annuali non dovrebbero dare problemi. Non conosco gli effetti dell’alginato galenico. Chieda al farmacista. In realtà lei ha anche una dispepsia ipocinetica che influenza negativamente la MRGE e che deve essere curata con procinetici. Cordiali saluti, Prof. Mauro Bortolotti.
Prof. Mauro Bortolotti

Meteorismo
27 Gen 12 - Andrea, 41 anni (id: 120565)
  Gentile Professore, in caso di meteorismo intenso ad andamento sostanzialmente cronico ( i carboidrati assunti con la dieta sembrano esacerbare il sintomo ) cosa si può fare per giungere ad una diagnosi corretta ? Sono stato recentemente diagnosticato per SIBO ma lassunzione di rifaximina in concomitanza di pre e pro biotici non ha sortito alcun effetto. La sierologia per celiachia è negativa come pure la genetica. Breath test al lattosio negativo. E presente da molti anni steatosi ( fegato iperecogeno) con markers epatitici negativi e transaminasi nella norma. Sto valutando lopzione gastroscopia ma sono molto indeciso perchè penso di fare lennesimo esame inutile (oltre... continua >>
tutto invasivo ). Non sono sovrappeso, non consumo alcool e curo abbastanza la dieta evitando gli eccessi ma mangiando un po di tutto. Sono assolutamente certo che ci sia qualcosa che non va nel mio apparato digerente perchè il fastidio è notevole e largamente condizionante. Grazie.
IL meterorismo, che vuol dire aumento dei gas nei visceri intraddominali come nel piccolo ma soprattutto nel grande intestino o colon, dà la sensazione di tensione addominale, emissione di gas o flatulenze ma anche arresto delle stesse. Può dipendere da fattori digestivi(iperproduzione di gas) o anche da ostacolato passaggio dei componenti intestinali con difficoltà alla loro eliminazione. Nel 1° caso i gas sono in genere sviluppati dall’ effetto dei germi intestinali sugli alimenti non perfettamente digeriti (ad esempio nell’intolleranza al lattosio o al glutine)o da crescita dei germi stessi(dismicrobismo o sibo), nel 2°caso l’origine può essere funzionale/spastica per rallentato passaggio, come nella stitichezza in cui si accumulano feci e gas nell’intestino che vengono eliminati a fatica, oppure organica a seguito di un ostacolo al passaggio dei componenti intestinali per un restringimento interno al viscere le cui cause principali possono essere ad esempio un polipo/tumore od un fenomeno aderenziale che restringe il lume intestinale dall’esterno. Provi a far prima una dieta senza lattosio e quindi a diminuire i farinacei poichè talvolta esiste anche intolleranza agli altri componenti della farina di grano. la rifaximina non è poi un gran antibiotico in tal caso forse è meglio la ciprofloxacina 500 mg per 5-6 gg.
Prof. Pier Roberto Dal Monte

Esomeprazolo e ferritina
27 Gen 12 - lucrezia, 39 anni (id: 120564)
  Egregio prof, vorrei sapere se lassunzione dellesomeprazolo (lucen 40 mg), causa reflusso , può influenzare lemocromo, i valori della sideremia e della ferritina. Ho infatti, eseguito i suddetti esami dopo aver sospeso il farmaco per circa 3 settimane. a causa di dubbi sui risultati vorrei ripeterli, ma ho da qualche giorno ripreso lassunzione del lucen a causa della non avvenuta cicatrizzazione dellesofagite di grado A. La ringrazio cordialmente
Gentile Sig.ra Lucrezia, l’esomeprazolo non causa reflusso ma riducendo l’acido favorisce la guarigione delle lesioni da questo provocate. Non è chiaro quale è il valore dell’emocromo e della ferritina prima del trattamento e dopo la sospensione. Nel frattempo continui l’assunzione se vuole guarire l’esofagite. Cordiali saluti, Prof. Mauro Bortolotti.
Prof. Mauro Bortolotti

Lassativi
27 Gen 12 - Marco, 43 anni (id: 120556)
  Gentile dottore,da 5/6 anni prendo tutte le sere in quanto lo ritenevo un prodotto totalmente naturale e soffrendo di intestino pigro,dopo consiglio di un amico,da mezzo a un cubetto di un prodotto chiamato Frutta & Fibre.Lho preso pressochè ininterrottamente per tutto questo tempo, con grandi benefici.Ho scoperto solo ora che il prodotto contiene una dose di rabarbaro che, leggendo su internet,sarebbe un antrachinone e pertanto provocherebbe gravi danni al colon.Ho il terrore di essermi rovinato il colon a mia insaputa.Il medico di base mi ha detto di non preoccuparmi,che può avermi provocato alcun danno.Gradirei un suo parere, grazie
Il rabarbaro non provoca nulla di tutto quello che lamenta e d’altra parte gli antrochinonici che sono maggiormente nella sena non provocano altro che rararmente un melanosi del colon.
Prof. Pier Roberto Dal Monte

Dispepsia di ndd
27 Gen 12 - mattia, 28 anni (id: 120552)
  salve,e piu di una settimana che soffro di nausea continua e mancanza di appetito,sono andato dal medico ho fatto le analisi del sangue ma sono risultate ok,tranne per un aumento transaminasi.il medico mi ha fatto fare un ecografia all addome superiore ed e risultato tutto nella norma,tranne per l ecostruttura parenchimale risulta lievemente addensata senza alterazioni focali in atto.il medico mi ha dato delle pastiglie contro la nausea e la sensazione di pienezza, ma non risultano efficaci.spero mi posso aiutare.grazie.
Egr. Sig. Mattia, occorre individuare con esami appropriati da stabilire con una visita quale è la causa della dispepsia (vedi area tematica relativa per maggiori informazioni). Cordiali saluti, Prof. Mauro Bortolotti.
Prof. Mauro Bortolotti

Probabile infezione virale
27 Gen 12 - mattia, 28 anni (id: 120551)
  salve,e piu di una settimana che soffro di nausea continua e mancanza di appetito,sono andato dal medico ho fatto le analisi del sangue ma sono risultate ok,tranne per un aumento transaminasi.il medico mi ha fatto fare un ecografia all addome superiore ed e risultato tutto nella norma,tranne per l ecostruttura parenchimale risulta lievemente addensata senza alterazioni focali in atto.il medico mi ha dato delle pastiglie contro la nausea e la sensazione di pienezza, ma non risultano efficaci.spero mi posso aiutare.grazie.
Ha avuto con ogni probabilità un’infezione virale come ve ne sono state molte in questi ultimi tempi. Controlli le transaminasi e dimagrisca un pò per il fegato.
Prof. Pier Roberto Dal Monte

Dolore addominale di ndd
26 Gen 12 - antonio, 22 anni (id: 120548)
  gonfiore nel lato sinistro sul´addome e dolori forti lato sinistro 4 giorni senza andare al bagno
Egr. Sig. Antonio, i dati forniti sono insufficenti per una diagnosi ed una adeguata terapia, per le quali è anche necessaria una visita medica. Questa può essere fatta dal suo Medico Curante, che le può richiedere gli accertamenti appropriati. Se vuole può contattarmi successivamente. Distinti saluti, Prof. Mauro Bortolotti
Prof. Mauro Bortolotti

Probiotici
26 Gen 12 - carla, 67 anni (id: 120544)
  Si possono alternare nella stessa giornata i fermenti lattici vls3 e florvis?
Si ma a che serveono due insieme?
Prof. Pier Roberto Dal Monte

Megacolon
26 Gen 12 - Giuseppe, 31 anni (id: 120542)
  Buongiorno egregio dottore, è da un anno e mezzo che soffro della sindrome del colon irritabile accertato da gastroscopia e colonscopia da esito negativo, vorrei porle un quesito ultimamente ho sentito parlare di Megacolon (non ne conoscevo lesistenza) e siccome sia il medico di famiglia che lo specialista non me ne hanno mai parlato mi chiedevo se posso escludere di esserne affetto poiché direi che i ho tutti quei sintomi (dolore al fianco sinistro, acqua e aria nel colon, meteorismo, eruttazione)credo che con la colonscopia si sarebbero accorti di un eventuale Megacolon. Nel ringraziarla della sua attenzione colgo loccasione per porgere i miei più distinti saluti
Egr. Sig. Giuseppe, il megacolon è una dilatazione del colon che sarebbe stato segnalato alla colonscopia. Cordiali saluti, Prof. Mauro Bortolotti.
Prof. Mauro Bortolotti

Dispepsia
26 Gen 12 - linda, 25 anni (id: 120538)
  Salve, vorrei chiederle un consiglio riguardo alla mia situazione:è da un pò di tempo che soffro di mal di stomaco,precisamente digestione faticosa e dolore -fitte al torace-è mi sono decisa a fare una gastroscopia e una ecografia addome superiore ,risultati:risulta solo cardias incontinente(il medico nella descrizione scrive modicamente ma nel risultato mette solo incontinente)e nellecografia tutto bene tranne lo stomaco che viene definito ectasico ,con abbondante contenuto mucoso e scarsa peristalsi.Nellultimo periodo sono stata poco bene e ho avuto episodi di vomito ed ora sto ancora peggio.Mi chiedevo ,data la mia situazione,cosa sarebbe meglio fare ,anche perchè molti dei farmaci che do... continua >>
vrei prendere per star meglio non posso prenderli, perchè ho problemi ormonali e dato che prendo già molti farmaci vorrei evitarne altri soprattutto se li dovrò prendere periodicamente a vita.Data la mia situazione e la giovane età ,lei vedrebbe la possibilità delloperazione chirurgica lontana(plastica antireflusso)in modo da evitare un eccessiva assunzione di farmaci anche a lungo termine o pensa che sia una cosa transitoria dovuta anche al vomito passato che mi ha acuito in modo sostanziale i sintomi e che poi passeranno?purtroppo di problemi per altre cose ne ho già avuti e adesso vorrei trovare la soluzione più vivibile e meno restrittiva.La ringrazio molto.
Non vedo nulla di tutto quello che dice: mi sembra solo una cattiva digestione forse per un’ alimentazione non congrua accanto a disturbi neurovegetativi che non necessitano, alla sua età, particolarmente di interventi. Ma non escluderei anche un intolleranza ormonale. Veda di seguire i consigli che le allego e faccia i test per intolleranza al glutine.
Trattamento_della_dispepsia_(3)_.doc
Prof. Pier Roberto Dal Monte

Anemia sideropenica di ndd
25 Gen 12 - francesca, 33 anni (id: 120530)
  buona sera dottore, Le vorrei chiedere se lassunzione quotidiana oramai da mesi di nexium 40mg (causa reflusso) può aver determinato una diminuzione dellemoglobina 10.5 (11-15), dellematocrito 32 (35-46)e della ferritina 8 (13-150). Consumo carne regolarmente più volte alla settimana e non ho mestruo abbondante. Può esserci una correlazione? Il nexium può interferire con la digestione delle proteine o lassimilazione del ferro? Qualora la risposta fosse negativa: riesce ad intravedere altre cause? Mi rendo conto che rispondere a questa seconda domanda in particolare non sia semplice a distanza, ma se riuscisse a darmi degli spunti Le sarei grata. Cordialmente
Gentile Sig.ra Francesca, il dosaggio e la durata del trattamento non sono tali da giustificare una così marcata riduzione del ferro anche se gliIPP possono ridurne l’assorbimento in parte. Occorre riceracare altre cause ad esempio fare la ricerca del sangue occultofecale su 3 campioni a dì alterni ed altri esami da stabilire in base ad una visita. Cordiali saluti, Prof. Mauro Bortolotti.
Prof. Mauro Bortolotti

metaplasia gastrica
25 Gen 12 - eleonora, 35 anni (id: 120527)
  salve facendo una gastroduodeno...non so come si chiama mi è stato diagnosticato che nel bulbo duodenale ci sono cellule gastriche...c è scrirtto frustolo mucoso con eterotopia gastrica di tipo oxintico in mucosa duodenale
Si chiama metaplasia, che vuol dire che una parte di un’altra mucosa si è formata dove di norma non accade o dove non dovrebbe essere. La cosa che è una piccola malformazione interna però non ha alcuna rilevanza clinica.
Prof. Pier Roberto Dal Monte


Da 2687 a 2702 di 28506