Sei in: Medico on-line > Gastroenterologia

Aderiamo allo standard HONcode per l'affidabilità dell'informazione medica Aderiamo allo standard HONcode per l'affidabilità dell'informazione medica.
Verifica qui.


Gastroenterologia
Referenti
  • Prof. Pier Roberto Dal Monte

  • Già Direttore Dipartimento medico-chirurgico delle Malattie dell’apparato digerente. Ospedale Bellaria-Maggiore. Bologna.

  • Prof. Mauro Bortolotti

  • Professore a Contratto della Specializzazione in Medicina Interna
    Facoltà di Medicina e Chirurgia dell’Università di Bologna
    Policlinico S. Orsola


ultimo aggiornamento 22/02/2013
 
Aree tematiche


Nella compilazione della tua domanda ti chiediamo gentilmente di attenerti il più possibile alle aree tematiche qui sopra riportate
ultimo aggiornamento 26/01/2007
Invia la tua domanda

Domande / Risposte
MRGE e MI
6 Set 05 - gennaro, 37 anni (id: 19382)
  gentile prof grazie per la sua risposta id19280 volevo chiederle un ultima cosa la metaplasia intestinale e guaribile.il lucen 40 mg per quando tempo deve essere preso.infine e da seguire una dieta specifica grazie per la sua gentilezza e buon lavoro
Egr. Sig. Gennaro, la MI può scomparire, ma può anche ricomparire, per cui va sorvegliata. Le allego la terapia e la dieta. Distinti saluti, Prof. Mauro Bortolotti.
TERAPIA MRGE.doc
Dieta CUP 2000.doc
Prof. Mauro Bortolotti


Terapia esofagite.
6 Set 05 - Alessandro, 31 anni (id: 19369)
  Salve, è da 15 giorni che assumo esomeprazolo 40 per curare una esofagite di primo grado, ed ho riscontrato la scomparsa totale dei sintomi. Però, da un paio di giorni mi capita la mattina di avere alcune volte un leggero dolore simile ad una puntura sul fianco destro poco sotto la gabbia toracica, come un dolore al fegato credo... può essere un effetto collaterale? (visto che non ho mai sofferto di fegato) Grazie mille dell’attenzione. Alessandro.
Egr. Sig. Alessandro, gli effetti collaterali si manifestano in genere nei primi giorni di cura e non dopo due settimane. In ogni caso se persiste o peggiora può chiedere una visita al suo Medico che vedrà se è opportuna una ecografia addominale. Tenga presente che la cura va continuata per molto tempo con un dosaggio di mantenimento (nota 48 del SSN, classeA), pena la recidiva dei disturbi. Le allego anche una dieta. Distinti saluti, Prof. Mauro Bortolotti.
Dieta CUP 2000.doc
Prof. Mauro Bortolotti

Dolore puntorio fianco dx
6 Set 05 - Alessandro, 31 anni (id: 19368)
  Salve, è da 15 giorni che assumo Lucen 40 per curare una esofagite di primo grado, ed ho riscontrato la scomparsa totale dei sintomi. Però, da un paio di giorni mi capita la mattina di avere alcune volte un leggero dolore simile ad una puntura sul fianco destro poco sotto la gabbia toracica, come un dolore al fegato credo... può essere un effetto collaterale? (visto che non ho mai sofferto di fegato) Grazie mille dell’attenzione. Alessandro.
Non è un effetto collaterale noto degli antiacidi inibitori di pompa protronica. Con saluti,
Esofagite ed ernia.doc
Prof. Pier Roberto Dal Monte

Diarrea e meteorismo
6 Set 05 - Federica, 22 anni (id: 19351)
  Buongiorno, molto spesso soffro di diarrea e aria nella pancia con conseguente mal di schiena e senso di pesantezza alle gambe. Non credo sia dovuto a quello che mangio. Che cosa puo’ essere?Quali rimedi ci sono?
Gentile Sig. Federica, prima di dare una cura occorre fare una diagnosi e scoprire la causa della diarrea. Consulti l’area di interesse della diarrea e ne parli con il suo Medico. Distinti saluti, Prof. Mauro Bortolotti.
Prof. Mauro Bortolotti

Stipsi e dolori addominali
6 Set 05 - ines, 86 anni (id: 19350)
  Sento da diverso tempo dolori addominali diffusi, e reflusso esofageo, ho una forma di stitichezza. Alla visita il medico non rileva masse né alla palpazione superficiale né a quella profonda. Consiglia gastroscopia e colonscopia che so essere esami molto fastidiosi, soprattutto il secondo, che provoca forti gonfiori e crampi per via dell’aria introdotta nel colon. è possibile sostituire questi esami con una TAC o farli in anestesia? Sa indicarmi in regione (risiedo a Pordenone) un suo collega fidato? la saluto cordialmente e la ringrazio Ines Argia
Gentile Signora, potrebbe fare inizialmente il clisma opaco che è un esame che è ancora valido specie per le situazioni consistenti (Sfuggono solo i piccoli polipi), LA COLONSCOPIA PUO’ ESSERE FATTA IN SEDAZIONE PROFONDA O ANCHE IN ANESTESIA GENERALE, NE PARLI CON L’ENDOSCOPISTA DELLA SUA CITTà CHE è VALIDO. Con saluti,
La stitichezza.DOC
Prof. Pier Roberto Dal Monte

Fastidi anali
6 Set 05 - donatella, 55 anni (id: 19349)
  buongiorno è un pò di tempo che passo da un disturbo all’altro a livello anale. Premetto che intorno alllo sfintere sento al tatto come se ci fossero delle bollicine grandi quanto capèocchie di spillo che mi danno prurito. Ieri sera evacuando ho sentito un bruciore intenso senza perdita di sangue che mi è rimasto per un pò di tempo; questa mattina cercando di mettermi una pomata ho sentito lo stesso bruciore cecando di massaggiarmi internamente. Stando seduta sento un pò di bruciore e fastidio. Cosa può essere e come posso intervenire?
Gentile Signora, potrebbe essere una semplice irritazione ed infiammazione dellla mucosa anale in emorroidi o anche un condilomatosi. E’ meglio che si faccia vedere da un chirurgo o un proctologo. Si veda anche l’allegato.Con saluti,
IL prurito anale.doc
Prof. Pier Roberto Dal Monte

Dolori toracici e reflusso
6 Set 05 - matteo, 36 anni (id: 19348)
  Gentilissimo dottore sono ormai diversi anni (circa 10) che avverto occasionalmente (1-2 volte l’anno) dei forti dolori (insopportabili) a livello dello sterno che poi si propagano fino a dietro la schiena (zona scapola). I dolori durano circa 3 giorni e durante la giornata ho generalmente 3-4 attacchi. A questi dolori si associano sempre delle eruttazioni di aria. Non mi mi sono mai rivolto ad un medico vista la sporadicità dei disturbi che io ho associato a periodi di stress Potrebbe invece essere associato a reflusso gastro-esofageo? lei ritiene opportuno che mi rivolga ad un gastroenterologo anche se i sintomi non si presentano con una certa continuità? Il reflusso gastro-esofageo c... continua >>
he da fastidi sporadici (come eventualmente nel mio caso) se non viene curato potrebbe portare a complicazioni future con danni alla mucosa dello stomaco? Tenga presente che spesso consumo cibi velocemente e che sono molto goloso delle bibite gassate! Le scrivo perchè gli ultimi dolori gli ho accusati 3 giorni fà, anche se adesso sto abbastanza bene. Avverto solo un pò di bruciore (non fastidioso) nella zona al di sopra del’ombelico e continuo ogni tanto ad eruttare aria. Grazie infinite per il servizio che viene offerto Cordiali saluti
Egregio Signore,i dolori che lamenta non sono in genere dovuti al reflusso in quanto in tal caso sono abbastanza limitati al torace anteriormente, potrebbero però dipendere dal fatto che mangiando in fretta abbia una distensione dell’esofago che può dare un dolore anche posteriore,naturalmente senza escludere un dolore a partenza della colonna cervico-dorsale,davalutarsi con visita ed eventuale rxgrafia rachiede cervico-doesale.Siveda anche l’allegato. Con saluti
Esofagite ed ernia.doc
Prof. Pier Roberto Dal Monte

Asma e bufale
5 Set 05 - Giuseppe, 33 anni (id: 19343)
  Un saluto a tutti , e complimenti per il sito! Mi chiamo Giuseppe e ho scoperto di soffrire d’asma da circa un anno.Accusavo sempre una tosse "stizzosa" causata da nessun apparente motivo, così mi sono recato da uno pneumologo il quale,dopo avermi fatto fare una serie di accertamenti (Raggi X al torace e al cranio,spirometria con relativo test con la metacolina ,laringoscopia, prove allergiche -eccetto quelle alimentari-, ecc.) mi ha diagnosticato l’asma atopica (cioè dovuta all’allergia agli acari e alla paretaria e ai peli di gatto) ad uno stadio iniziale, cioè un’asma che mi provoca solo qualche colpo di tosse al giorno senza alcun "attacco" o difficoltà a respirare o "sibilo" e disp... continua >>
nea. Dopo essermi fatto una cura per circa 2 mesi con "seretide" (cortisone + beta-2 antagonista), medicinale dal costo di circa 80 euro a scatola, le cose sono andate meglio, ma ora, a distanza di circa 2 settimane da quando ho smesso di prendere il farmaco, le cose sono ritornate com’erano prima.Ho provato anche a farmi una cura per un mese con il pantoprazolo per sconguirare la presenza di un reflusso gastro-esofageo, ma è risultato invano, in quanto dopo il mese di cura era tutto come prima! (Non ho eseguito la PH-metria perchè mi fa paura!) A parere del medico dovrei andare avanti per tutta la vita a prendere il suddetto farmaco , in quanto, a suo dire, per asma non si guarisce, ma si può soltanto tenere sotto controllo. Quindi la mia malattia , così come quella di altre migliaia di persone come me, costa allo stato miglia e miglia di euri, visti gli enormi costi dei medicinali "idonei" a tenerla sotto controllo. Navigando su internet, ho scoperto l’esistenza di questi 3 siti: http://asthme-reality.com/italien.htm , http://www.eurodream.net/link_bib/asma.htm e http://www.disinformazione.it/asmaeallergie.htm. Quanto scritto nei 3 siti sembra troppo bello per essere vero!! Comunque io non ho le competenze scientifiche per stabilire se ciò sia possibile o meno. Fatto sta che se quanto scritto nei 3 siti fosse vero, ci sarebbe un risparmio enorme per lo stato, e un beneficio indescrivibile per i poveri malati che si ritroverebbero guariti dalla malattia senza dover continuare ad assumere per tutta la vita cortisone e simili. Secondo voi possono essere efficaci i metodi descritti nei 3 siti suddetti? O si tratta delle solite bufale che si trovano su internet? E’ possibile che le case farmaceutiche se ne freghino di eventuali cure del genere per continuare ad avere enormi profitti dalla vendita dei loro costosi farmaci? Potete esprimere un parere in merito?Spero di avere al più presto una risposta da parte vostra. Grazie per l’attenzione e a presto. Giuseppe.
Egr. Sig. Giuseppe, lei crede veramente che se quanto detto nei siti è vero ed i malati guariscono realmente, non ci siano medici disposti a seguirlo? Se ciò non succede, può ben immaginare perchè. Io farei la pH-metria proposta (con tecnica bicanale, mi raccomando!) perchè potrebbe chiarire se la MRGE è almeno in parte responsabile dell’asma, come succede in molti casi simili al suo, soprattutto se il trattamento con pantoprazolo è stato insufficente (40 mg al dì immagino)e non vi è stata una dieta adeguata. Distinti saluti, Prof. Mauro Bortolotti.
Prof. Mauro Bortolotti

Reflusso esofageo
5 Set 05 - mirko, 24 anni (id: 19337)
  ho sempre dolori alla bocca dello stomaco, oggi ho fatto la esofagogastroduodenoscopia e mi e’ stato riscontrato una esofagite erosiva da reflusso grado B sec. los angeles . potrebbe spiegarmi bene di cosa si tratta? grazie
E’ una esofagite da acidi gastrici che ha portato a superficiali ulcere. Si veda l’allegato.Con saluti,
Esofagite ed ernia.doc
Prof. Pier Roberto Dal Monte

Probabile episodio di eneterocolite
5 Set 05 - Girolama, 28 anni (id: 19334)
  Salve professore, a fine giugno ha avuto febbre a 38, diarrea e successivamente muco nelle feci. In seguito le feci si sono normalizzate ma erano di un colore verdastro con residui di cibo ben evidenti e ricoperte da muco. Ho fatto una colonscopia con il seguente responso: "frammenti di mucosa del grosso intestino con moderata infiltrazione flogistica linfoplasmacellulare e granulocitaria eosinofila e con note edematose-angectasiche del chorion". Prima di fare la colonscopia ho assunto Pentacol in compresse da 800 mg per 20 giorni, prescritte dal mio gastroenterologo il quale sospetta di una rettocolite ulcerosa.Io non ho mai visto tracce di sangue nelle feci e adesso le feci sono assoluta... continua >>
mente regolari ma è presente ancora del muco anche se in forma minore. Lei pensa si possa trattare di rettocolite ulcerosa o potrebbe anche trattarsi di sintomi postumi ad una infezione intestinale? La ringrazio anticipatamente
Gentile Signorina, potrebbe essere stata un’intossicazione alimentare che le ha dato un enterocolite, che sta guarendo un pò lentamente. Non mi sembra una colite ulcerosa. Con saluti,
Prof. Pier Roberto Dal Monte

Nausea e dispepsia
5 Set 05 - Mario, 31 anni (id: 19333)
  Egr. Prof., ho manifestazioni di nausea da circa due mesi con episodi intermittenti ma che a volte durano per giorni procurarando talvolta inappetenza. Inoltre ho spesso eruttazione anche a digiuno specie se assumo liquidi. Qualche volte accuso un senso di acidità quando assumo alcuni alimenti in particolare (dolci, zucchine, lattuga ad es.). Premetto che comunque soffro anche di labirintite se le puo’ essere utile sapere. La mia domanda consiste nel sapere se lo stato di nausea ormai da due mesi puo’ essere allarmante e se è imputabile a patologie gastoenteriche, alla labirintite o a patologie del sistema nervoso centrale (SM o tumori ad es.). Grazie infinite per l’attenzione e cordiali ... continua >>
saluti.
Egregio Signore, certo che la labirintite può dare nausea e vomito, ma mi sembra che nel suo caso si associ anche una cattiva digestione probabilmente dovuta a a gastrite. Proverei a seguire i consigli che le invio e fare in un secondo momento, se persiste, una gastroscopia. Con saluti,
Trattamento della dispepsia.doc
Prof. Pier Roberto Dal Monte

Disturbi vari
5 Set 05 - Alberto, 22 anni (id: 19328)
  Salve, il mio problema è questo: da quando è iniziata l’estate circa... soffro di mal di stomaco spesso, una sensazione di vuoto, accompagnato da lingua biancastra e bocca sempre secca. Un’altra "stranezza" è che in alcuni punti tipo schiena e braccia la pelle diventa molto sensibile durante queste manifestazioni. Un altro episodio, non so se legato a tutto questo oppure indipendente, è che ad agosto, per una settimana ho avuto febbre alla sera (circa 37 gradi) accompagnata da forte sudorazione che spariva il mattino dopo. In ultimo aggiungo che le feci, sono molli, ma forse questo è dovuto al fatto di dormir scoperto durante il periodo estivo. Vi ringrazio Alberto
Egr. Sig. Alberto, Siamo spiacenti, la sua domanda risulta troppo generica. La preghiamo di rivolgersi al suo medico di base per individuare meglio la problematica da sottoporre allo specialista o per approfondire gli elementi di carattere generale presenti nella sua domanda. Distinti saluti, Prof. Mauro Bortolotti.
Prof. Mauro Bortolotti

Proctorragia
5 Set 05 - Alberto, 66 anni (id: 19326)
  Egr. Prof., tre anni fa mi sono sottoposto ad una rettoscopia in seguito a delle perdite di sangue vivo durante la defecazione. Il referto ha riportato varici emorroidarie e modesta sigmoidite curata con antinfiammatori per tre mesi. Tuttavia saltuariamente (piu’ o meno cadenza bimestrale)ho delle perdite di sangue vivo talvolta anche significative al momento della defecazione. e’il caso di ripetere l’esame endoscopico? La sintomatologia è allarmante? Segnalo che talvolta ho manifestazioni di diarrea quando ingerisco cibi fritti o pesanti. Grazie della disponibilità e cordiali saluti.
Egregio Signore, potrebbe trattarsi di proctorragia in dipendenza soprattutto delle emorroidi ed in minor misura della sigmoidite, tuttavia considerando l’età farei una colonscopia totale. Con saluti
Prof. Pier Roberto Dal Monte

Irregolarità dell’alvo ed antiacidi
5 Set 05 - tecla, 38 anni (id: 19324)
  Gent. Dottore 7 anni fa ho cominciato ad avere intensi bruciori di stomaco e nausea persistente. La gastroscopia ha evidenziato un’esofagite di I-II grado. Ho assunto Nexium 20 e 40 per anni, ora sono passata allo Zoton 30.Assumo da due anni mezza compressa di Zoloft. Il problema più grande è ora rivolto all’intestino: da anni soffro di stipsi alternata a scariche diarroiche, ora l’intervallo tra le evacuazioni è sempre più breve, ogni 2-3 giorni mi scarico per 6,7 volte in poche ore. Assumo Dissenten (anche 5 compresse in mezza giornata!) e tutto ricomincia dopo altri due giorni. Soffro di nausea, meteorismo, perdita di peso, stress e medicinali quali Duspatal o Lexil non sortiscono alcun... continua >>
effetto. Sono disperata e non so più cosa fare, e non voglio sottopormi ad esami invasivi.L’Elicobacter può essere una causa? Ed il morbo di Crohn? Distinti saluti e grazie
Gentile Signora,gli antiacidi potenti, come quelli a Lei consigliati, inibendo l’ acido dello stomaco che ha anche un utile effetto antibatterico, possono dare disturbi intestinale per crescita abnorme o innaturale dei germi nell’intestino con cambiamenti del comportamento dello stesso e del suo contenuto.Faccia un disinfettante intestinale. Sostituisca eventalmente l’antiacido con un farmaco che agisce sulla motilità diminuendo il reflusso come la levosulpiride e segua i consigli allegati.Sarebbe bene fare anche una ricerca degli anticorpi antiglutine(antigliadina,etc.).L’H.P. non c’entra.Con saluti,
Esofagite ed ernia.doc
Prof. Pier Roberto Dal Monte

Ipostenia da digiuno
5 Set 05 - mauro, 35 anni (id: 19316)
  Da un po di tempo ho la necessità di mangiare in continuazione altrimenti è come se perdessi le forze completamente, molte volte arrivo prima del pranzo ad avere forti disturbi di stordimento e debolezza poi dopo aver fatto un pasto completo il mio bioritmo ritorna ad essere buono. Faccio prsente di avere molto spesso la sensazione che il mio equilibrio gastrointestinale sia alterato Di cosa potrebbe trattarsi?
Egr. Sig. Mauro, forse le conviene fare una glicemia a digiuno per vedere se si tratta di ipoglicemia. Distinti saluti, Prof. Mauro Bortolotti.
Prof. Mauro Bortolotti


Da 22894 a 22909 di 28097