Sei in: Medico on-line > Gastroenterologia

Aderiamo allo standard HONcode per l'affidabilità dell'informazione medica Aderiamo allo standard HONcode per l'affidabilità dell'informazione medica.
Verifica qui.


Gastroenterologia
Referenti
  • Prof. Pier Roberto Dal Monte

  • Già Direttore Dipartimento medico-chirurgico delle Malattie dell’apparato digerente. Ospedale Bellaria-Maggiore. Bologna.

  • Prof. Mauro Bortolotti

  • Professore a Contratto della Specializzazione in Medicina Interna
    Facoltà di Medicina e Chirurgia dell’Università di Bologna
    Policlinico S. Orsola


ultimo aggiornamento 22/02/2013
 
Aree tematiche


Nella compilazione della tua domanda ti chiediamo gentilmente di attenerti il più possibile alle aree tematiche qui sopra riportate
ultimo aggiornamento 26/01/2007
Invia la tua domanda

Domande / Risposte
Dolori emitorace dx
14 Set 05 - Dina, 54 anni (id: 19777)
  Accuso dei fortissimi dolori, impprovvisamente in diverse situazioni, quasi pungenti sotto il seno dx, poi comincio a sbadigliare. Passato il dolore ho un senso di spossatezza. Mi si attenuano se non li lascio diventare forti e bevo acqua, cosa che ho imparato a fare. Mi è stato diagnosticato: iperemia mucosa antrale - mucosa gastrica con iperplasia foveolare - ernia iatale . Il mio medico non sa a cosa far risalire la causa di questi dolori.
Gentile Signora, potrebbe essere uno spasmo dell’esofago come un colica biliare un pò atipica. Faccia un’ecografia addome superiore e segua i consigli che le allego. Con saluti,
Esofagite ed ernia.doc
Prof. Pier Roberto Dal Monte


Stipsi ribelle
14 Set 05 - Alessia, 32 anni (id: 19776)
  Gentile Dottore io soffro di Stitichezza praticamente da sempre e sono stanca ogni volta di dover prendere pasticche per andare in bagno.Sto seguendo una dieta e le giuro che mangio insalata e tutto cio’che posso per regolarizzarmi ma non va davvero. Posso fare la cura dei fermenti lattici oppure è solo una baggianata? Ha un prodotto (anche omeopatico) che possa aiutarmi a regolarizzare il mio intestino? Ho letto che ci sono due prodotti che vengono venduti solo in svizzera,ma qui in Italia? La prego mi aiuti lei,nn so più cosa prendere. la ringrazio molto Alessia
Gentile Sig.ra Alessia, invece di fare tanti tentativi alla cieca, sarebbe meglio individuare le cause della stipsi ed agire di conseguenza. Nell’area tematica della stipsi vi sono i suggerimenti per gli esami da effettuare per diagnosticare le cause della stipsi e dare una terapia adeguata. Distinti saluti, Prof. Mauro Bortolotti.
Prof. Mauro Bortolotti

Stipsi e gonfiore
14 Set 05 - valentina, 30 anni (id: 19775)
  ho avuto delle fortissime coliche renali ed addominali nel giugno 2005. Passate quelle ora a settembre ho dei grossi problemi di stitichezza e di gonfiore al colon Anche quando mi libero rimangono forti dolori al colon.faccio anche fatica ad avere rapporti sessuali le ultime ecografie addominali e renali indicano solo lieve sabbia nel rene sinistro eingomboro a livello gassoso Il mio medico curante mi ha datto il RIFACOL e i fermenti lattici la situazione non migliora anche se mi libero un pò di più a livello intestinale toccando il colon lo sento molto duro. gli ultimi esami del sangue sono quasi perfetti tranne albumina scarsa e emoglobina bassa. le transaminasi si sono ristabilite... continua >>
, anche se in giugno sono rimaste molto alte per i dolori delle coliche.cosa dovrei fare?la colon scopia? il clisma? o solo avere pazienza? grazie mille valentina
Gentile Sig.ra Valentina, Ha effettuata la ricerca dei markers dell’epatite per l’aumento delle transaminasi? Le consiglio di fare il clisma opaco per escludere malattie organiche intestinali e confermare la presenza di un colon irritabile con stipsi che potrà curare con terapia sintomatica (vedi aree tematiche). Noi stiamo per iniziare uno studio controllato sugli effetti di un prodotto di origine vegetale sui sintomi del colon irritabile. Se è interessata a partecipare, mi può contattare al n. 051-6364137. Distinti saluti, Prof. Mauro Bortolotti.
Prof. Mauro Bortolotti

Dispepsia
14 Set 05 - Dora, 36 anni (id: 19773)
  Salve Dott. Bortolotti, è qualche gg che ho difficoltà nella digestione, che mi provoca mal di testa e ieri ho vomitato una cena piuttosto leggera (insalata di tonno). Stamattina leggero mal di testa e non ho ancora digerito la colazione. Ho letto quello che ha scritto sulla dispepsia, ma mi sembra un pò troppo per il mio caso. La ringrazio per la risposta che vorrà darmi. D
Gentile Sig.ra Dora, Se i sintomi persistono nonostante una dieta leggera e qualche procinetico, tipo domperidone, le consiglio di fare una visita dal suo Medico curante, che eventualmente le prescriverà gli esami della dispepsia. Distinti saluti, Prof. Mauro Bortolotti.
Prof. Mauro Bortolotti

sospetta ulcera duodenale
14 Set 05 - Pierluigi, 31 anni (id: 19772)
  Salve, da più di 2 mesi ho un forte dolore alla bocca dello stomaco e se ingerisco dell’acqua fredda a stomaco vuoto mi viene da vomitare. In più ho dei bruciori di stomaco e acidità. Dovrei fare una gastoscopia? Basta semplice o con biopsia? Grazie per la disponibilità.
Egregio Signore, segua i consigli che le allego facendo anche una gastroscopia, prima di prendere degli antiacidi potenti, caso mai solo quelli di superficie come il sulcralfato o i derivati del magnesio. con saluti
Digestione e dispepsia.DOC
Prof. Pier Roberto Dal Monte

Intolleranza al fruttosio
14 Set 05 - irene, 39 anni (id: 19768)
  Buongiorno, ho reflusso per cardias incontinente e colon irritabile stitico, ho ritirato l’esito del breath test al fruttosio ed è: malassorbimento del fruttosio, cosa devo fare e quali alimenti devo evitare in attesa di andare dalla dietologa che ha richiesto gli esami ? Grazie, cordiali saluti.
GentileSig.ra Irene, la malattia da reflusso non può essere collegata al malassorbimento di fruttosio e va curata con la dieta e la terapia che le allego, mentre il colon irritabile può essere associato al malassorbimento di fruttosio, anche se il sintomo predominante dovuto a quest’ultimo è la diarrea con dolori addominali e non la stipsi come nel suo caso. Pertanto il suo caso va valutato più a fondo, specie se la dieta di eliminazione che le darà la dietologa non migliorerà i sintomi. Distinti saluti, Prof. Mauro Bortolotti.
Dieta CUP 2000.doc
TERAPIA MRGE.doc
Prof. Mauro Bortolotti

Sospetto m. celiaco
14 Set 05 - barbara, 32 anni (id: 19765)
  Gentile professore, essendo spesso stanca già al mattino, sempre molto irascibile, con poca concentranzione... ho deciso di fare gli esami del sangue, e nei risultati diversi valori del ferro erano alterati. Il mio medico mi ha fatto fare un esame delle feci, per vedere se c’era del sangue, ma il risultato è stato negativo. Adesso mi ha prescritto un esame di antitrasglutaminasi. A che serve? Cosa si sospetta in tal caso? Attendo una Sua cortese sollecita risposta. Grazie
Potrebbe trattarsi di celiachia per questo gli è stato chiesto di fare gli anticorpi antiglutine (che sono tre). Con saluti
Prof. Pier Roberto Dal Monte

sospetta proctosigmoidite ulcerosa
14 Set 05 - Giuseppe, 18 anni (id: 19764)
  Gentile Dottore io ho un problema:è da circa un anno e mezzo che ad intervalli di tempo distanziati anche parecchio e che possono durare anche più di un mese, mi capita spesso di non riuscire a trattenere le feci(a distanza breve dall’ ultima defecata) e di osservare nelle feci poco consistenti la presenza di particelle (della grandezza massima di mezzo centimetro) di colre verdognolo scuro tendente al nero e di avere dolore all’ ano subito dopo aver defecato (come se le feci fossero acide). Inoltre in un anno e mezzo due volte mi è capitato di riscontrare pochissimo sangue nelle feci. Volevo informarla anche che nel periodo corrispondente all’ ultima vacanza (dal 15 luglio al 22 agosto 2005... continua >>
) non ho avuto alcunchè dei suddetti problemi e la consistenza e il colore dele feci sono stati regolari. Chiedo a Lei un consiglio su cosa fare e se i sintomi che le ho descritto individuano una patologia particolare. Grazie, Giuseppe
Potrebbe trattarsi di una proctosigmoidite ulcerosa, escludendo le emorroidi. Comunque dovrebbe fare una rettosigmoidoscopia. Con saluti,
Prof. Pier Roberto Dal Monte

Sport e diarrea o vomito
14 Set 05 - Roberto, 36 anni (id: 19759)
  Gentile professore, Le vorrei chiedere il motivo di un mio disturbo. Dopo aver praticato sport, con forte sudorazione, presento un forte ed unico attacco di diarrea, oppure se non vi è questo sintomo, attacchi di vomito persistenti. Circa tre ore prima di praticare sport, mangio, e ritenendo questa la causa, ossia blocco intestinale, ho eliminato il cibo prima di fare attività fisica. In alcuni casi però,questo sintomo si verifica ugualmente. Ho eseguito analisi del sangue, ecografia completa all’addome, tutti con esito negativo. La ringrazio in anticipo per la risposta.
Egr. Sig. Roberto, vista la sintomatologia gastrointestinale sarebbe opportuno, dopo una accurata visita medica, uno studio radiologico o endoscopico dello stomaco e del colon per escludere malattie organiche. Distinti saluti, Prof. Mauro Bortolotti.
Prof. Mauro Bortolotti

Splenomegalia
13 Set 05 - patrizia, 42 anni (id: 19755)
  Gentilissimo Dottore ho un problema...Ho riscontrato dall’ultima ecografia di avere la milza ingrossata e questo mi da motivo di preoccupazione vorrei sapere da lei se facci0 bene a preoccuparmi oppure è una cosa da niente...il diametro della milza è di 135mm
Gentile Signora,La splenomegalia può dipendere da una malattia del sangue o anche da problemi epatici (piuttosto gravi che però non mi sembra nel suo caso) Faccia esami del sangue generali con funzionalità epatica ed eventualmente consulti un ematologo.Con saluti,
Prof. Pier Roberto Dal Monte

Anticorpi anti cellule parietali gastriche
13 Set 05 - Francesco, 48 anni (id: 19754)
  Da alcuni esami mi è stata riscontrata una positività Ab anti parete gastrica.Vorrei cortesemente chiederle il significato di questa positività e le conseguenze,inoltre a chi mi devo rivolgere. Dimenticavo questa positività è stata riscontrata in alcuni esami che ho fatto per degli accertamenti su un prurito che da alcuni mesi non mi lascia se non con degli antistaminici. grazie
Egr. Sig. Francesco, questi anticorpi sono presenti in alcune malattie autoimmuni, come, ad esempio, la gastrite atrofica tipo A, e nel 20% di soggetti normali sopra i 60 anni. Per capirne il significato clinico occorre una serie di esami che il suo Medico può decidere di prescriverle dopo averle fatto una visita. Distinti saluti, Prof. Mauro Bortolotti.
Prof. Mauro Bortolotti

Positività H.P. ed altri disturbi
13 Set 05 - rita, 58 anni (id: 19753)
  L’esame dell’helycobacter pylori è positivo, ho le tonsille infiammate e con pus,la V.E.S. dopo 1 h. è 28, la TAOS è 11, i neutrofili sono 82,60 (rif.fino 74), i linfociti e i monociti al di sotto del valore minimo.Soffro di artrite reumatoide, che tengo sotto controllo. I miei problemi sono forti dolori alla zona oculare, alle mascelle e un senso di spossatezza. Sto prendendo Suprax 400 mg., 4mg. di cortisone al giorno e faccio aerosol con Tilade e Clenil. Mi sento molto scoraggiata perchè da più di due anni diversi specialisti hanno cercato di curarmi ma senza risultato. Capisco che il mio quadro clinico è complesso, ma gradirei sapere la sua opinione in proposito, se possibile.La ringrazi... continua >>
o sin d’ora e complimenti per questa splendida iniziativa che rende meno soli i pazienti sfiduciati come me.
Gentile Signora,benchè la presenza dell’Helicobacter non sia consirata come una delle cause dell’artrite, tuttavia è meglio eradicarlo facendo il ciclo di antibiotici che vedrà descrito nell’allegato. L’associazione migliore è tuttavia amoxicillina + claritromicina o metronidazolo.Per l’artrite ora si usano anche i farmaci anti-Tnf. Si consulti con il suo reumatologo. Con saluti,
Infezione da Helicobacter Pilori.doc
Prof. Pier Roberto Dal Monte

MRGE?
13 Set 05 - Romano, 55 anni (id: 19749)
  Preg.le Prof.soffro di colon irritabile.Ultimamente ho fatto una Gastroscopia,e Colonscopia.Dagli esami sembra tutto in ordine ma continuo ad avere gonfiori di stomaco e in bocca un continuo sapore di acido che non mi fa piu’ distinguere i sapori del cibo.Avverto inoltre un senso di torpore e continua stanchezza.Quali altri esami mi consiglia per risolvere questo mio problema ? E se c’è una dieta in merito . Grazie
Egr. Sig. Romano, il gonfiore allo stomaco e l’acido in bocca non sono dovuti al colon irritabile, ma probabilmente ad una malattia da reflusso o a una dispepsia, per diagnosticare le quali sono necessari gli esami indicati nelle aree tematiche. Distinti saluti, Prof. Mauro Bortolotti.
Prof. Mauro Bortolotti

Dolori addominali
13 Set 05 - Maria, 23 anni (id: 19747)
  Gentile Professore, da alcuni mesi ho una sintomatologia un pò strana e che mi preoccupa. ho dei dolori addominali che si intensificano, scompaiono per alcuni giorni poi ricompaiono ecc. Le premetto di essermi sottoposta a colonscopia dalla quale mi è stata riscontrata una proctite aspecifica e delle emorroidi interni. ho fatto anche delle ecografie al fegato, dal cui esito non è stato riscontrato nulla di anomalo. mi sono sottoposta più volte a degli esami del sangue per valutare le infezioni e, le transaminasi, il Ves e gli altri valori erano anch’essi nella norma, anche se la PCR non mi è stata fatta.in seguito mi sono sottoposta a degli esami per le allergie e anche queste sono nella no... continua >>
rma.La sintomatologia che continua a preoccuparmi sono questi dolori addominali, con gonfiore, amaro in bocca e, a seguito di ciò spossatezza e, forse per la paura incomincia un battito cardiaco acellerato, come se mi mancasse il respiro, tremore alle mani ecc. e poi il pensiero assillante di quella febbricola duratami circa dieci giorni e scomparsa da sola. Nel ringraziarla del suo parere che aspetto con fiducia e ansia, le porgo i più sinceri saluti.
Gentile Sig.ra Maria, i suoi disturbi sono molto generici e presenti in molte malattie. E’ necessaria pertanto una visita dal suo Medico curante, in base alla quale le potrà prescrivere opportuni accertamenti e cure, che, se vuole può poi farmi sapere. Distinti saluti, Prof. Mauro Bortolotti.
Prof. Mauro Bortolotti

U duodenale
13 Set 05 - Giuseppa, 70 anni (id: 19746)
  A mia suocera di 70 anni hanno diagnosticato una ulcra duodenale. Quali cibi dovrebbe evitare e quali, invece preferire? Grazie.
Segua i consigli che le allego. Con saluti,
Trattamento della dispepsia.doc
Prof. Pier Roberto Dal Monte


Da 22894 a 22909 di 28214