Sei in: Medico on-line > Gastroenterologia

Aderiamo allo standard HONcode per l'affidabilità dell'informazione medica Aderiamo allo standard HONcode per l'affidabilità dell'informazione medica.
Verifica qui.


Gastroenterologia
Referenti
  • Prof. Pier Roberto Dal Monte

  • Già Direttore Dipartimento medico-chirurgico delle Malattie dell’apparato digerente. Ospedale Bellaria-Maggiore. Bologna.

  • Prof. Mauro Bortolotti

  • Professore a Contratto della Specializzazione in Medicina Interna
    Facoltà di Medicina e Chirurgia dell’Università di Bologna
    Policlinico S. Orsola


ultimo aggiornamento 27/11/2014
 
Aree tematiche


Nella compilazione della tua domanda ti chiediamo gentilmente di attenerti il più possibile alle aree tematiche qui sopra riportate
ultimo aggiornamento 26/01/2007
Invia la tua domanda

Domande / Risposte
Sospetto colon irritabile
23 Ott 05 - Francesca, 34 anni (id: 21985)
  professore ho continuamente la pancia gonfia, potrebbe trattarsi di un intolleranza alle verdure? ho anche l’intolleranza al lattosio. la ringrazio
Gentile Signora, provi a seguire i consigli che le allego anche a proposito dei latticini.
Il colon irritabile.doc
Intolleranza al lattosio.DOC
Prof. Pier Roberto Dal Monte


MRGE ed EGDS
23 Ott 05 - orazio, 59 anni (id: 21981)
  sono affetto da abbondante reflusso gastro-esofageo con ernia jatale,presenza a livello del 3 inferiore di lingue erosive come da esofagite di 1 grado.Sono stato in cura con esopral da 20 mg e sono stato bene, ora il mio medico di famiglia si rifiuta di scrivermi la ricetta con esomeprazolo in quanto dice che per avere di nuovo esopral dovro rifare la gastroscopia ogni anno,le chiedo è giusto tale comportamento?grazie
Egr. Sig.Orazio, evidentemente il suo medico non è informato bene. Non è più necessaria la gastroscopia, ma basta una valutazione clinica dopo 12 mesi di prescrizione gratuita per avere diritto se la malattia da reflusso è rcidivane ad altri 12 mesi di terapia e così via. Le allego lo schema terapeutico da noi utilizzato e la dieta. Distinti saluti, Prof. Mauro Bortolotti
Dieta CUP 2000.doc
TERAPIA MRGE.doc
Prof. Mauro Bortolotti

Gastrite con metasplasia
23 Ott 05 - carlo, 51 anni (id: 21977)
  da diversi anni soffro di gastroduodenite accertata con gastroscopie effettuate negli anni 2003,2004,2005. c.p. test negativo,erosioni del duodeno,incotinenza cardiale.Cicli edi esomeprazolo da 40mg,poi da 20mg. anno 2004 oltre alla gastrosc.esame istologico:flogosi cronica moderata.I disturbi permangono quali gonfiore dopo i pasti,dolore allo stomaco.23.07.2005 gastrosc.:qualche erosione antrale,esame istolog:flogosi cron.mod. metaplasia intest.incompleta.Le chiedo a cosa porta la metaplasia,perche spesso ritornano i disturbi,leggo che in futuro si pu0 trasformare in adenomacarcinoma? Quale cura?attualmente somministro peridon prima i pasti,ma con pochi risultati grazie.
Egregio Signore,la metaplasia significa che le ghiandole normali del suo stomaco o di una parte di esso, per una infiammazione cronica si sono trasformate in ghiandole dell’intestino. La cosa va controlata con gastroscopie ogni 2-3 anni poichè si considera una alterazione della mucosa che talvolta degenera in tumore allo stomaco specie se diffusa e perdura per molto tempo.Generalmente è dovuta all’H.P. ma non mi pare il suo caso, talvolta e congenita e nasce dalla presenza di autoanticorpi contro la mucosa.Per la terapia potrebbe seguire i consigli generali che le allego .Con saluti
Trattamento della dispepsia.doc
Prof. Pier Roberto Dal Monte

Dispepsia postoperatoria
23 Ott 05 - Luciano, 28 anni (id: 21976)
  Giugno 2004 mi e’ sata ffettuata un’appendicectomia(appendice retrocecale),il giorno dopo il 1 intervento, sono stato portato in sala operatoria di nuovo per eseguire una laparotomia esplorativa per emoperitoneo. Ho avuto problemi con reflusso e vomito biliare successivamente e mi è stato messo un sondino naso-gastrico.dopo 7 giorno ho incominciato a mangiare qualcosa,pasti leggeri,sono stato dimesso dopo 11 giorni dal 1 intervento.Sono tornato a casa e mangiavo un po’ di tuto sempre in ambito leggero,poi dopo una settimana di convalescenza sono stato ricoverato nuovamente per nausea e inappetenza e pirosi esofago-gatrica,mi e’ sata fatta una gastroscopia e la diagnosi e’ sata un’ernia iata... continua >>
le ed esofagite da reflusso,gastropatia:iperemia con reflusso biliare,HP+. Sono tornato a casa ed ho iniziato dopo 10 giorni la terapia per eradicare HP,con amoxicillina+claritromicina+nexium,ma purtroppo dopo 3 giorni e mezzo l’ho dovuta sospendere per astenia,inappetenza e nausea,sono stato ricoverato per la terza volta. Sono tornato a casa e i sintomi di nausea si sono verificati sempre quasi tutta con qualche colica addominalela giornata,mi e’ satao sommonistrato del levopraid in combinazione con del diazepam e 1 compressa di nexium da 40mg. Sono andato da un’omeopata-medico, e mi ha trovato intolleranza al frumento.la nausea e’ dimnuita ma le coliche ogni tanto si fanno risentire e i sintomi dispepticicon pirosi e pesantezza ancora. Dal 1 Luglio 2004 sono in terapia costante con IPP(Lansoprazolo 15mgx2 o 15mg, e peridon 2 volte al giorno,e casualmente qualche maalox. La mia paura e’ di avere delle aderenze addominali che mi impediscono il normale andamento della peristalsi gastrointestinale. Lei cosa ne pensa? La ringrazio.
Egregio signore, è possibile che abbia aderenze ma da quanto mi pare di capire queste non stanno provocando occlusioni che le avrebbero viste con un addome in bianco. Mi sembra un problema fondamentalemente dispeptico per cui le consiglio di seguire l’allegato. Con saluti,
Prof. Pier Roberto Dal Monte

Emissione di muco
23 Ott 05 - Marco, 39 anni (id: 21974)
  Esimio Dottore. A giugno sono stato operato per una fistola perianale ed una ragade. Prima dell’intervento notavo nelle feci lapresenza disostanza biancasra che pensavo fosse dovuta alla fistola. Ora dopo ben 4 mesi rilevo ancora la presenza della sostanza bianca che il medico curante ha riferito poter essere muco intestinale. Mi potrebbe dare un consiglio? POtrebbe essere una recidiva della fistola anche se non apprezzo fuorisciute di pus dall’ano? Grazie per la cortesia
Egregio Signore, effettivamente penso anch’io che sia muco(semplice o mucopus?), tuttavia sarebbe bene conoscerne l’origine che potrebbe essere una irritazione/infiammazione del colon. Sarebbe bene fare una rettosigmoidoscopia o meglio una colonscopia per chiarire la diagnosi. Con saluti,
Prof. Pier Roberto Dal Monte

Helicobacter Pylori
23 Ott 05 - corrado, 50 anni (id: 21973)
  quali sono le dimensioni di elicobacter pilori? é possibile vederlo! con una risoluzione di 6400 ottenuta da un programma di riconoscimento di caratteri su un computer dando ,come input allo stesso le foto di una gastroscopia?
Si veda questa descrizione: H. pylori is a spiral-shaped gram-negative bacterium, about 3 micrometres long with a diameter of about 0.5 micrometre. It has 4-6 flagella. It is microaerophilic, i.e. it requires oxygen but at lower levels than those contained in the atmosphere. It uses hydrogen methanogenesis as an energy source. Naturalmente non si apprezza con l’endoscopio anche ad alta magnificazione, ma con il mormale miscroscopio.
Prof. Pier Roberto Dal Monte

Prolasso rettale?
23 Ott 05 - Valentina, 37 anni (id: 21971)
  Egregio Dottore, sono una donna di 37 anni e due settimane fa ho eseguito una visita proctologica per disturbi alla defecazione che provo da alcuni mesi (sensazione di corpo estraneo nel retto, difficoltà ad evacuare con feci che arrivano fino all’ano ma non riescono ad uscire, sensazione di incompleto svuotamento dopo la defecazione, ecc) iniziati dopo un episodio di fecaloma. Durante questa visita (manuale + anoscopia) mi è stato diagnosticato un prolasso circolare della mucosa con verosimile invaginazione retto-anale e mi è stato indicato l’intervento chirurgico a risoluzione. Prima di decidermi ho consultato un secondo proctologo, pochi giorni fa, il quale dopo la visita (manuale +... continua >>
anoscopia) dice di aver trovato una piccola emorroide e il retto infiammato, ma di non aver trovato il prolasso diagnosticato dal collega. Vorrei chiederle se il prolasso può essere più o meno riscontrabile a seconda di determinate variabili (ciclo mestruale, ecc.). Ora sono indecisa sul da farsi. Credo potrebbe essere utile una defecografia, ma vorrei farla solo se indispensabile poiché sono sposata da pochi mesi e stiamo pensando di concepire un figlio. Grazie per l’attenzione e per eventuali consigli volesse darmi. Buon lavoro! Valentina
Gentile Sig.ra Valentina, credo che sia indicata una defecografia con le dovute cautele. Distinti saluti, Prof. Mauro Bortolotti
Prof. Mauro Bortolotti

Disturbi epigastrici
23 Ott 05 - annalisa, 22 anni (id: 21969)
  da tempo soffro di un forte caldo nello stomaco cosa significa? come prevenirlo?
In realtà da sola non vuol dire nulla. Con saluti,
Prof. Pier Roberto Dal Monte

Epigastralgie e prurito.
23 Ott 05 - dina, 32 anni (id: 21965)
  egregio dottore, ultimamente soffro di bruciori di stomaco associati a prurito alla cute dei capelli. Inoltre, questi disturbi avvengono in prevalenza durante la notte mentre dormo e sono accompagnati da coliche. I due sintomi sono collegati, cosa posso fare per far fronte questo problema? Grazie per la cortese attenzione.
Forse è un’allegria a qualche alimento anche se c’entra poco con lo stomaco o le coliche che non ho capito di che tipo siano (DOlori semplici o accompagnati da dirrea?).
Prof. Pier Roberto Dal Monte

Positività H.P.
23 Ott 05 - anna, 78 anni (id: 21962)
  Dopo aver eseguito il test sul sangue, mi viene diagnosticata la presenza di anticorpo anti CagA(CTX) le IgG pari a 45,0. Il medico mi ha prescritto il veclam 1 cp ogni 12 ore per 07 giorni e Antra 1 cp ogni sera per 15 giorni. Certa di un riscontro.Salutoni Anna
La terapia mi sembra un pò scarsa. Si veda l’allegato ove si parla di due antibiotici insieme. Con saluti,
Infezione da Helicobacter Pilori.doc
Prof. Pier Roberto Dal Monte

Terapia MRGE
23 Ott 05 - ANNA, 37 anni (id: 21954)
  DA CIRCA TRE MESI STO PRENDENDO LA PILLOLA PARIET CHE MI PRESCRITTO IL GASTROENTEROLOGO.HO RISOLTO IL PROBLEMA QUANDO ASSUMO LA PILLOLA,PERO’ C’E UN PROBLEMA CHE DA QUANDO PRENDO QUESTA PILLOLA HO UN DOLORE ALLA SCHIENA LOCALIZZATO NELLA PARTE SINISTA.VORREI SAPERE SE E’QUESTO IL MIO PROBLEMA.VORREI UN CONSIGLIO MAGARI DI QULCHE ALTRA PILLOLA PER IL MIO PROBLEMA DEL REFLUSSO.GRAZIE
Gentile Sig.ra Anna, per stabilire la causa del dolore occorre una visita che può fare il suo Medico. Se è proprio colpa del farmaco, il suo Medico glielo può sostituire con esomeprazolo, lansoprazolo, ecc. Distinti saluti, Prof. Mauro Bortolotti
Prof. Mauro Bortolotti

Dieta e MRGE
22 Ott 05 - francesco, 28 anni (id: 21950)
  Salve, soffro di reflusso gastroesofageo, il dottore mi ha dato le pillole e la dieta da seguire. Volevo chiederle: per cibi grassi cosa si intende nello specifico? grazie e buon lavoro!
Egr. Sig. Francesco, le allego una dieta per la MRGE. Distinti saluti, Prof. Mauro Bortolotti
Dieta CUP 2000.doc
Prof. Mauro Bortolotti

Acqua e MRGE
22 Ott 05 - Francesco, 28 anni (id: 21949)
  salve, purtroppo soffro di reflusso gastroesofageo, il dottore mi ha fornito le pillole e la dieta da seguire, la mia domanda è questa: quale tipo di acqua devo bere? Lete, Uliveto, Panna, Fiugi, Sangemini. penso che sia importante perché ogni tipo di acqua ha caratteristiche diverse, di solito bevo Uliveto, sbaglio? Grazie per il tempo dedicatomi buon lavoro.
Egr. Sig. Francesco, deve bere un’acqua con poco calcio. Distinti saluti, Prof. Mauro Bortolotti
Prof. Mauro Bortolotti

RCU e terapia
22 Ott 05 - Paolo, 76 anni (id: 21931)
  Mi scusi visto che da anni sono affetto da RCU attiva vorrei chiederle perchè la terapia con asacol 400 presa 2 pillole 3 volte al giorno nn mi da gli effetti desiderati in quanto mi viene sempre dopo mangiato e la mattina quando mi sveglio un dolore nella parte bassa sinistra dell’addome. Vorrei anche dirle che da un po di tempo solo la mattina sputo sangue e schiuma forse e dovuto a ulcera gastrica causata da stress sono un tipo molto nervoso La terapia che seguo per ora è la seguente: Pariet 20mg 1cp la mattina asacol 400mg 2cp 3 volte al giorno xanax 25 mg 1cp la sera prima di dormire grazie e arrivederci
Egregio Signore, distinguerei i dolori da ciò che succede al suo intestino , se ha ancora diarrea o muco o soltanto dolori. Se è così si tratterebbe solo di una iritazione dell’intestino. Se invece ha ancora sangue penso che la cura sia insufficiente e forse necessità di un trattamento corticosteroideo(si veda l’allegato). Il sangue che emette con la saliva non c’entra con nessuna ulcera ma proviene verosimilminte da infiammazione buccale o faringea. Con saluti,
Le malattie infiammatorie intestinali.DOC
Prof. Pier Roberto Dal Monte

Reflusso ed altri isturbi dispeptici
21 Ott 05 - francesco, 35 anni (id: 21930)
  salve,dott.o un ernia da scivolamento dello hiatus esofago e uno stomaco cnformato a cascata con una gastrite ipertrofica e ipersecretiva cosa posso fare per non stare cosi male tutti i giorni anche se prendo omeprazolo e malox.e queste mie cefalee e disturbi di umore e nervosismo sono legati a questo aspetto una sua risposta e la ringrazio in anticipo.
Egregio Signore, forse i suoi disturbi dipendono da una situazione di tensione che influisce sia sulla digestione che sui muscoli cervicali provocandole cefale. Le invio alcuni consigli pratici sia per l’una che per l’altra sperando che complessivamnte le possano giovare. Con saluti,
Trattamento della dispepsia.doc
Cefalea muscolo-tensiva.doc
Prof. Pier Roberto Dal Monte


Da 22894 a 22909 di 28780