Sei in: Medico on-line > Gastroenterologia

Aderiamo allo standard HONcode per l'affidabilità dell'informazione medica Aderiamo allo standard HONcode per l'affidabilità dell'informazione medica.
Verifica qui.


Gastroenterologia
Referenti
  • Prof. Pier Roberto Dal Monte

  • Già Direttore Dipartimento medico-chirurgico delle Malattie dell’apparato digerente. Ospedale Bellaria-Maggiore. Bologna.

  • Prof. Mauro Bortolotti

  • Professore a Contratto della Specializzazione in Medicina Interna
    Facoltà di Medicina e Chirurgia dell’Università di Bologna
    Policlinico S. Orsola


ultimo aggiornamento 22/02/2013
 
Aree tematiche


Nella compilazione della tua domanda ti chiediamo gentilmente di attenerti il più possibile alle aree tematiche qui sopra riportate
ultimo aggiornamento 26/01/2007
Invia la tua domanda

Domande / Risposte
S gilbert
17 Set 05 - riccardo, 36 anni (id: 19905)
  mi hanno riscontrato la sindrome di gilbert. mi può indicare dettagliatamente il tipo di dieta a cui mi devo attenere?
Non essendo un malattia vera non è necessaria alcuna dieta assolutamente. Con saluti,
Prof. Pier Roberto Dal Monte


Colon irritabile?
16 Set 05 - lorenzo, 9 anni (id: 19899)
  mio figlio è stato operato 5 anni fa di reflusso con il metodo nissen in laparoscopia.Da allora circa una volta la settimana presenta forti dolori addominali e scariche di diarrea.Dagli esami fatti risulta una colite aspecifica ma nulla più.Non cresce di peso (26 kg e 130 cm altezza)E’ possibile che nell’operazione sia stato "toccato il nervo vago"? Se potete aiutarmi, sono una mamma disperata.347 0179217
Egr. ig. Lorenzo, i sintomi sembrano quelli di un colon irritabile, ma per esserne certi occorre escludere altre malattie organiche con gli opportuni esami (vedi area tematica del C. I.). Non mi ha detto se ha ancora sintomi di reflusso. Può sentire il pediatra se dopo la conferma della diagnosi di colon irritabile vuole provare trimebutina ed antispastici al bisogno. Distinti saluti, Prof. Mauro Bortolotti.
Prof. Mauro Bortolotti

Esofago di Barrett
16 Set 05 - MasieroManuela, 48 anni (id: 19897)
  Gent.mo Dottore sono affetta da malattia di reflusso gastro-esofageo ed esofago di barret.Da 4 anni lamento forti bruciori di stomaco nonostante i vari medicinali provati..Nexium,Axagon e vari antiacidi che peggiorano di notte. Nel 2004 mi e stato riscontrato un’esofagite erosiva grado B in verosimile esofago di barret.Ernia iatale da scivolamento con incontinenza cardiale.Gastropatia antrale.La diagnosi 1)Congest.vascolare ed edema intramucoso con iperplasma rigenerativa dell epitelio.2)processo infiammatorio cronico ed acuto ed edema intramucoso con metaplsia di barret dell epitelio.3)Congestione vascolare intramucosa.Ricerca morfologia hp positiva curata con terapia sradicante.Nel 2005 e... continua >>
sofago di barret(short) con esofagite erosiva grado A sec.Los Angeles.Incontinenza cardiale.Gastropatia Antrale.Papilloma esofageo(asportato).La diagnosi 1)Minuto papilloma esofago prossimale.2)Frammento di tonaca mucosa di tipo esofageo con acantosi e papilloma.Ora mi hanno consigliato un intervento per risolvere il problema.Premetto che sono in cura con Eutirox 125 per tiroidectomia totale.Sono in menopausa da 4 anni e l’anno scorso sono stata operata al seno per iperplasia epiteliale duttale con antipie di 2° grado sec. foncam,adenosi sclerosante e fibroadenoma intra e pericanalicolare. Gradirei un suo parere,nell’attesa porgo cordiali saluti. Grazie. Masiero Manuela.
Gentile Signora, nel’inviarle alcune informazione sul Barrett, mi sembra che il suo sia un caso in cui la terapia chirurgica (fondamentalmente la fundusplicatio) sia proponibile. Naturalmente con un chirurgo con consolidata esperienza e con il parere preliminare dell’anestesista. Con saluti,
Esofagite ed ernia.doc
Esofago di Barrett.doc
Prof. Pier Roberto Dal Monte

Ernia Gastrica jatale
16 Set 05 - debora, 27 anni (id: 19894)
  G.le dottore vorrei sapere cose’ l’ernia ietale e cosa comporta. grazie!!!!
Si legga l’allegato.
Esofagite ed ernia.doc
Prof. Pier Roberto Dal Monte

Trattamenti perendoscopici MRGE
16 Set 05 - VINCENTI.STELIO, 73 anni (id: 19892)
  VORREI SAPERE SE HA AVUTO SEGUITO LA TECNICA ENDOSCOPICA ENDOSCOPICA DI TRATTAMENTO DEL REFLUSSO GASTRO ESOFAGEO CON INIEZIONE DI POLIMERO NON BIODEGRADABILE (ENTERYX) NELLO SFINTERE ESOFAGEO INFERIORE. TECNICA DIMOSTRATA DA SILVERMANN DI PALO ALTO ALL’OSPEDALE ASCALESI DI NAPOLI (DIRETTORE G.P.MARONE)IL 25-3-2003. (BOLLETTINO ORDINE D.MEDICI -MAGGIO 2003).IN CASO AFFERMATIVO VI SAREI GRATO PER L’INVIO DI INDIRIZZI.IL PROBLEMA MI INTERESSA PER MIA MOGLIE IN SOFFERENZA DA DUE ANNI E SENZA MIGLIORAMENTI CON QUALUNQUE CURA.VI RINGRAZIO.DR.STELIO VINCENTI.
Egregio Signore, tutte le tecniche endoscopiche di trammento del reflusso , non hanno avuto un grande successo anche se se ne parla molto. Ritengo che, se è proprio necesario, sia preferibile fare una fundoplicatio laparoscopica. Vedi anche allegato.
Esofagite ed ernia.doc
Prof. Pier Roberto Dal Monte

MRGE
16 Set 05 - Davide, 22 anni (id: 19889)
  salve e buonasera. Volevo porle alcune domande: 1)ho fatto una visita da un gastroenterologo della mia zona e dalle analisi è risultata un’esofagite da reflusso A. Mi sono stati prescritti due farmaci il Motilex e il Pantecta 40, dopo alcuni giorno 6 per l’esattezza ho iniziato ad avere cambiamenti d’umore e stati d’ansia e aumento del battito cardiaco. Ho smesso di prendere i farmaci e questi sintomi sono passati, ma sono tornati quelli dell’esofagite (vertigini e mal di stomaco con un po’ di nausea prima e dopo mangiato). Volevo sapere se è possibile cosa mi consiglia di fare??? Ho richiamato il dottore e mi ha detto che i farmaci nn provocano questo effetto, sul foglietto illustra... continua >>
tivo c’è scritto che possono comparire tra gli effetti indesiderati Nn ci capisco più niente e spero in un suo consiglio. Grazie anticipatamente Davide
Egregio Signore,provi a prendere solo l’antiacido seguendo anche i consigli che le allego. Forse non soporta il farmaco gastrocinetico che è anche un pò psicofarmaco. Con saluti,
Esofagite ed ernia.doc
Prof. Pier Roberto Dal Monte

Gastrite antrale
16 Set 05 - valeria, 69 anni (id: 19888)
  dalla gastroscopia mi e’ stata riscontrata una GASTRITE ANTRALE ERITEMATOSA cosa è?
E’ una lieve forma di gastrite dell’ultima parte dello stomaco. Un reperto di non grave entità, dipende dai sintomi che sente. Con saluti,
Trattamento della dispepsia.doc
Prof. Pier Roberto Dal Monte

Sospetta malattia infiammatoria intestinale
16 Set 05 - Roberto, 50 anni (id: 19885)
  Egregio Professore Ripetuti episodi di vomito di succhi gastrici prevalentemente al mattino, hanno indotto il medico a prescrivere un’ EGDS; questo esame ha mostrato un duodeno infiammato e facilmente sanguinante. L’esame istologico mostra villi più corti della norma, infiltrato linfocitario, ma anche plasmacellule e pochi macrofagi.Molti villi hanno il vaso linfatico principale dilatato ed alcuni presentano un’iniziale reazione granulomatosa accerchiante. La diagnosi istologica è di enterite linfoplasmocitaria. E’ una malattia di frequente riscontro ? Può essere Celiachia ? Come si può curare ? Ringraziandola, Le porgo cordialissimi saluti
Sembrebbe un quadro similmorbo di Crohn. Faccia un indagine a tutto l’intestino e gli indici infiammatori. Con saluti,
Prof. Pier Roberto Dal Monte

Colon irritabile dismicrobico?
16 Set 05 - rossella, 34 anni (id: 19882)
  Caro professore,sono una donna di 34 anni e fino a circa 3 anni fa non avrei mai immaginato quanto un colon spastico potesse condizionare tanto negativamente la vita di una persona. Mi creda, svolgere una vita normale, fatta di lavoro, rapporti con il pubblico, intimità,e quant’altro, per me è praticamente impossibile. Convivo quotidianamente con crampi di una certa entità all’addome che quasi sempre sembrano attenuarsi con evaquazioni o meglio " esplosioni" molto dolorose che mi lasciano tramortita per diverse ore. Il mio addome è sempre gonfio d’aria ,ho il terrore di stare vicino a qualcuno per ovvi motivi... E’ terribile, molti pensano che io sia pazza perchè improvvisamente scappo via s... continua >>
enza dare spiegazioni, perche’ purtroppo e’impossibile spiegare che il tuo stomaco è in continuo subbuglio, che la splendida e profumata ragazza che hanno vicino si trasforma improvvisamente in una sorta di fogna ambulante. Naturalmente ho fatto tutti gli accertamenti del caso al fine di scongiurare patologie serie, come colonscopia, esmi alle feci, allergie alimentari,celiachia...Tutto negativo, sembro sana, sembro, ma non lo sono purtroppo. Io amo profondamente la vita, ma non riesco più a goderne. Nonostante tutto cerco di non abbattermi, ma può immaginare quanto sia dura.Non so perchè Le scrivo, sembrano non esistere rimedi efficaci, pare che la testa svolga un ruolo primario in questa sindrome, io sono un soggetto ansioso ma non nevrotico, non riesco a spiegarmi come mi sia potuta ridurre in questo pietosissimo stato.Mi sento a pezzi, fisicamente e moralmente. Vorrei tanto venirne fuori, ma come??? Un saluto cordiale e scusi lo sfogo.
Gentile Signorina, è possibile che comunque, anche con esami negativi, abbia un colon irritabile secondario a colonizzazione batterica intestinale detto postinfettivo o dismicrobico che producono gas e feci molli (spesso). Si veda l’allegato e provi a fare un ciclo di disinfettanti intestinali evitando nel contempo i comuni latticini. Con saluti,
Il colon irritabile.doc
Prof. Pier Roberto Dal Monte

Sospetto colon irritabile e reflusso acido(?)
16 Set 05 - Francesca, 47 anni (id: 19881)
  Conduco una vita sana, niente fumo, peso ideale,attività fisica quotidiana, alimentazione equilibrata e non prendo farmaci di nessun genere. Eppure da molto tempo soffro di meteorismo intestinale a cui si è associato da un paio di settimane una strana sensazione di formicolio alla parte bassa della gola con bruciore (leggero)esofageo e retrosternale (non ben identificabile) e alle volte extrasistole(ho effettuato elettrocardiogramma ed ecocardiografia con risultato negativo). Digerisco bene e non ho eruttazioni acide. Gli esami del sangue effettuati in gennaio erano perfetti. Sono un soggetto ansioso e un po’ipocondriaco. Può influire questo sui sintomi che lamento? E tali sintomi sono corre... continua >>
lati tra loro? Quando è il caso di preoccuparsi e di pensare ad una patologia grave? La ringrazio per l’attenzione.
Egregio Signore, mi sembrano disturbi da colon irritabile forse da intolleranza dietetica o postinfettivo, segua i consigli che le allego. Per il bruciore se insiste prenda un antiacido. Con saluti.
Il colon irritabile.doc
Prof. Pier Roberto Dal Monte

Dolori addominali
16 Set 05 - marco, 29 anni (id: 19875)
  Egregio prof. le porgo una domanda: soffro da circa 2 mesi di dolori addominali superiori simil dolenzimento,costanti per tutto il giorno che si irradiano su tutto l’addome superiore non riuscendo a farmi capire bene il punto preciso di provenienza.Vado al bagno una volta al giorno ,alcune volte le feci sono soffici la maggior parte delle volte normali,quasi mai a diarrea.Alcune volte cattiva digestione,sembra che il mangiare non scendi ,mi viene da eruttare,quando mi sdraio sento dei gorgoglii all’addome alto sinistro.Ho provato alcune cure plasil,jeffer,carbone vegetale,peridon antispasmina colica,buscopan ma i dolori sono sempre li.l’unica cosa che sembra darmi soglievo sono i fermenti la... continua >>
ttici,anche se mi fanno andare al bagno in giorni alterni ma bene, c’è maggiore consistenza nelle feci .Tra 4 giorni devo effettuare una colonscopia prescritta dal medico di famiglia.In realtà sono perplesso anche perchè un colon irritato non porta diarrea o stipsi che io non ho?Con la colonscopia si può controllare anche l’intestino tenue?perchè non una gastro?La ringrazio anticipatamente di una vostra risposta
Egr. Sig. Marco, la colonscopia va fatta per escludere malattie intestinali organiche e può dare informazioni anche sull’ultina ansa del tenue. Questo può essere studiato meglio con il clisma del tenue. Se i dolori sono epigastrici non sarebbe male fare anche una gastroscopia o una radiografia dello stomaco. Distinti saluti, Prof. Mauro Bortolotti.
Prof. Mauro Bortolotti

Giardiasi
16 Set 05 - Antonello, 32 anni (id: 19874)
  Salve professore, con riferimento alla domanda che le ho posto(giardiasi, ID: 19651), con conseguente sua risposta, devo dire che non ho idea di dove posso aver preso la giardiasi, né dal punto di vista alimentare, visto che pranzo nei vari locali, per via del lavoro, né dal punto di vista familiare credo, dico credo perchè vivendo con la mia compagna, lei non ha mai accusato i sintomi da giardiasi(anche se la certezza si può avere solo tramite l’esame delle feci), quindi non riuscendo a risalire, dove ho potuto prendere la giardiasi e confermandogli che i sintomi(coliche con successiva diarrea) sono spariti, le chiedo, vista la sua cortesia, un consiglio su come fare per eliminare completam... continua >>
ente questa patologia e se questo perdurare del parassita mi possa causare altri problemi. Nel ringraziarla anticipatamente per la risposta, le porgo distinti saluti.
Essendo migliorato sensibilmente non dovrebbe avere conseguenze particolari, comunque ripeta un ciclo della paromomicina è un farmaco molto bene tollerato.Insisto faccia una ricerca anche ai suoi intimi(alla sua partner almeno). Con saluti
Prof. Pier Roberto Dal Monte

Colon irritabile
16 Set 05 - Elia, 26 anni (id: 19873)
  E’ da circa un mese che soffro di disturbi addominali. Alterno defecazioni normali ad altre tipo diarrea nella stessa giornata. Ho sempre sofferto di dolori al colon,almeno credo che sia questo l’organo interessato,ma saltuariamente. testimonianza ne è l’urgenza saltuaria di andare in bagno al mattino, dopo caffè e cornetto,accompagnata da fitte leggermente all’interno dell’ano, lato sx. Ho chiesto assistenza ad un paio di medici generici. Prima ho preso lo spasmomen poi il debritat ora di nuovo lo spasmomen, accompagnati da enterogermina. La prego di rispondermi al più presto anche perchè attualmente le fitte o spasmi che siano, che ho all’interno dell’ano, non sono gravissime ma vivo nel t... continua >>
errore che tornino quelle acute tali da farmi perdere quasi i sensi(come accaduto una volta). Grazie
Egr. Sig.Elia, la sua malattia si chiama colon irritabile (vedi corrispondente area tematica dove vi sono anche i criteri per una diagnosi di certezza). La terapia è solo sintomatica. Può provare trimebutina 2 cp al dì ed antispastici al bisogno. Distinti saluti, Prof. Mauro Bortolotti.
Prof. Mauro Bortolotti

Colon irritabile
16 Set 05 - ANGELO, 27 anni (id: 19872)
  Salve!! da 15 mesi circa soffro di forti dolori addominali,(come un cazzotto allo stomaco) diarrea , questi dolori addominali e diarrea sono soprattutto mattutini... "appena mi sveglio". Questi dolori addominali, seguiti da diarrea, terminano dopo 5-6 volte che vado in bagno cioè, credo allo svuotamento completo del colon.( vado in bagno con forte dolore che interessa tutto lo stomaco, prima evaquazione e stò bene, dopo 5 minuti lo stesso dolore stessa cosa mi riprende il dolore seconda evaquazione ....... etc. etc.4-5-6-..il dolore termina allo svuotamento del colon) ma il fatto strano è che tutto ciò avviene con un ciclo quasi mensile o di 40 gg e dura per 5 giorni circa. Secondo lei da qu... continua >>
ello che ho scritto cosa mi consiglia fare? Il mio medico mi ha detto colite spastica mi ha dato il medicinale "debrum" per 20 gg circa 4 mesi fa ma ora il ciclo è ripreso quasi ogni mese la stessa situazione.. secondo lei è colite spastica? ha mai sentito un caso come il mio ? dimenticavo ogni tanto mi compare una placca bianca sulla tonsilla, come un puntino. Grazie anticipatamente aspetto il suo parere e consiglio cordiali saluti.
Egr. Sig. Angelo, la sua malattia si chiama colon irritabile (vedi corrispondente area tematica dove vi sono anche i criteri per una diagnosi di certezza). La terapia è solo sintomatica. Può provare trimebutina 2 cp al dì ed antispastici al bisogno. Distinti saluti, Prof. Mauro Bortolotti.
Prof. Mauro Bortolotti

Gastroscopia virtuale?
16 Set 05 - LUCIANA, 57 anni (id: 19871)
  Devo fare una gastroscopia, volevo sapere se quella virtuale è attendibile più della tradizionale. Grazie
Naturalmente non esiste, da non confondersi con la colonscopia. Con saluti,
Prof. Pier Roberto Dal Monte


Da 22894 a 22909 di 28256